Una risposta ed una confessione per aiutarti

Document Sample
Una risposta ed una confessione per aiutarti Powered By Docstoc
					Una risposta ed una
confessione per aiutarti
                       Questo articolo è un fuori programma e non
                       rientrava nella nostra scaletta di
                       pubblicazione.

                       Ma mi sono sentito in dovere di dare una
                       risposta esauriente al nostro amico Fabrizio
                       ed al suo gradito intervento nello scorso
                       articolo.

                       Fabrizio ha concentrato in poche righe
                       alcune domande e dubbi classici che si
                       pongono molti “novizi” (senza offesa),
                       dell’Internet Marketing.

                       Diverse sono le mail che ricevo basate su
questo tema, ed è per questo che ho deciso di fare uno strappo
alla regola.

Fabrizio scrive: “Un bel po di casino lo hai fatto, d’altro canto
un Marketer che cresce a dismisura aiutato da tutta l’azienda come
stai facendo te da adito ad invidie.

Tu sei un baciato dalla fortuna perché hai le spalle coperte,
tanti non ce l’hanno. Anche io ho un mio personale libro che parla
di forex, vorrei avere il tuo stesso trattamento.

E’ possibile ? …”

Caro amico Fabrizio,

concordo quando parli di invidie, purtroppo sono tante e
sinceramente, inaspettate in quella misura.

Non mi ritengo assolutamente baciato dalla fortuna.

Sappi che in ogni percorso professionale la fortuna certamente
esiste, ma bisogna andarsela a cercare.

E comunque non incide mai in modo drastico e non incide mai oltre
il 10% nel proprio successo.

Le componenti fondamentali sono ben altre, e non le nomino
semplicemente perché sono sempre le stesse che leggi in ogni buon
Blog e sono sempre le stesse che urliamo tutti da sempre.
Io credo che l’unica fortuna che ho avuto è stata quella di
conoscere Nicola (ma anche questo me lo sono andato a cercare
investendo una bella cifra in una sua scuola dal vivo), e di
essere stato da lui stesso inserito in azienda in un momento
particolare di grandi innovazioni e grandi cambiamenti.

Ma anche qui ci sarebbe da discutere, perché non ero certamente
l’unica persona “papabile”, e se sono stato scelto significa che
ho avuto comportamenti ed ho fatto cose che hanno fatto pendere la
bilancia dalla mia parte.

Una volta dentro l’azienda, non ho mai smesso di impegnarmi (per
quello che potevo dare, naturalmente), e di fare tutto il
possibile per dare il mio contributo, piccolo o grosso non
importa, perché è la semplice volontà di fare e di creare che
molto spesso ti premia.

Certamente qualcuno ha creduto in me, ma io ho giocato sempre
tutte le mie carte in modo corretto (parlo di atteggiamenti), per
“crescere a dismisura” come tu hai affermato.

Vedi Fabrizio, nell’Internet Marketing e non solo, anche nella
vita di tutti i giorni (ringrazio i miei genitori per avermelo
insegnato sin da bambino), una delle regole fondamentali è quella
di dare senza pensare al profitto.

Il profitto è una naturale conseguenza e non la si valuta solo
contando il denaro che ricevi. Il profitto può benissimo essere
anche l’aiuto di tanti tuoi colleghi nel momento del bisogno.

Quando sono stato accusato di essere un truffatore (permettimi,
assolutamente senza ragione), la levata di scudi a mia protezione
è stata rapida ed unanime, e ti assicuro, assolutamente non
richiesta.

Anzi, a dire il vero, in quelle ore ho tentennato (ora certamente
non sarebbe più così), ed ho pensato seriamente di uscire di
scena.

Mai avuto problemi in mezzo secolo di vita, e all’improvviso mi
sono dovuto confrontare con un’accusa così tanto infamante?!

Sì, è vero, per qualche ora ho valutato seriamente di tornare da
dove ero venuto.

Poi è successo qualcosa di altrettanto inaspettato, in 48 ore
erano decine i Blog che si sono schierati dalla mia parte ed a mia
difesa(ti basta fare una ricerca su Google per rendertene conto),
senza contare anche diverse mail di Competitors.

Non so se ti rendi conto, ok l’azienda (anche se non era proprio
così automatica la loro decisione – come tu sai, quando l’aria si
fa pesante, la logica consiglierebbe di cercare aria pulita), ok i
ragazzi che ho aiutato a crescere come Blogger e ok le persone che
ho cercato di aiutare con le mie consulenze gratuite.

Ma i concorrenti?

Riesci a capire l’importanza?

I colleghi concorrenti (e parlo di Marketers fuori dall’azienda a
cui appartengo), mi hanno aiutato e sostenuto.

Quando questo succede, significa che hai lavorato bene e che tutta
questa fortuna che si può immaginare a prima vista, si scioglie
come neve al sole.

Ora Fabrizio, tu chiedi se lo stesso trattamento che io mi sono
guadagnato sul campo, potrai averlo anche tu?

Certamente sì, come tutte le persone che hanno deciso di far parte
del nostro gruppo di lavoro, a partire dall’estroso e sempre
disponibile Krikko (a cui io personalmente sono molto legato),
sino ad arrivare al più tranquillo e pragmatico Damiano.

Ma il “peso di questo aiuto”, sarai solo tu con il tuo apporto,
con la qualità che riuscirai a mettere in gioco e con i tuoi
comportamenti che lo sancirai.

Nulla ti cadrà dall’alto senza averlo prima propiziato.

Ecco perché predichiamo con insistenza l’impegno a mettere sempre
in pratica quello che noi Marketers insegniamo.

Nulla si crea senza il dovuto impegno, mai!

Flavio61re

http://www.latuaricchezza.com

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Stats:
views:7
posted:10/19/2011
language:Italian
pages:3