Documents
Resources
Learning Center
Upload
Plans & pricing Sign in
Sign Out

VVF Debora Infantino

VIEWS: 24 PAGES: 22

  • pg 1
									Dr.ssa   DEBORA INFANTINO
         (spec. Criminologia e
     Scienze Psichiatrico Forensi)

          dirigente unico
                 LA BUSSOLA
          Centro Psico-pedagogico Genova
                centropsyco@yahoo.it
Coordinatrice dell’équipe del Centro
          comprendente:

   crimonologo                     pedagogista clinico

   psichiatra                      logopedista

   neurologo                       psicologi

   sessuologo                      pedagogisti

   psicoterapeuti                  educatori

                     Centro Psico-Pedagogico
   Il centro
collabora con:



    Centro Psico-Pedagogico
    Ministero dell’Interno
Corpo Nazionale Vigili del fuoco
Comando Provinciale di Genova



          Centro Psico-Pedagogico
    Ministero dell’Interno
Sindacato autonomo SAP della
       Polizia di Stato



        Centro Psico-Pedagogico
Provincia di Genova
 Ordine dei medici



   Centro Psico-Pedagogico
 Università degli studi Genova
DIpartimento Ricerche Europee




        Centro Psico-Pedagogico
UN ESEMPIO DI ESPERIENZA OPERATIVA
               LOCALE:

   SUPPORTO PSICOLOGICO
         DI BASE AI


VIGILI DEL FUOCO
    GENOVA
            Centro Psico-Pedagogico
        26 Gennaio 2005
Esplosione a Serra Riccò (Genova)




           Centro Psico-Pedagogico
    Esplosione autobotte GPL

   8 squadre VV.F. intervenute

   3 squadre direttamente coinvolte

   1 Caposquadra VV.F. deceduto

   11 VV.F. feriti
                 Centro Psico-Pedagogico
Centro Psico-Pedagogico
 Assistenza immediata ai feriti, nelle
strutture ospedaliere, e alle famiglie
interessate



 Supporto psicologico di gruppo ed
individuale per tutto il personale
operativo della Sede Centrale e dei 10
Distaccamenti

               Centro Psico-Pedagogico
Trasformazione del supporto psicologico
           da occasionale a



   STRUTTURALE E
    PERMANENTE
con apposito locale dedicato presso la
     Caserma Centrale di Genova
             Centro Psico-Pedagogico
       Il progetto si è avvalso di 4
             concreti obiettivi:

   Aprire nella Caserma Centrale uno “SPORTELLO
    DI ACCOGLIENZA” rivolto a tutto il personale.
   Attivare un SUPPORTO PSICOTERAPICO
    INDIVIDUALE.
   Organizzare specifici GRUPPI DI INCONTRO.
   Rispondere immediatamente ad ogni
    problematica con SPECIALISTA DEDICATO.


                   Centro Psico-Pedagogico
400 contatti di gruppo

 43 contatti individuali

 100 contatti nei Distaccamenti per
interventi mirati

sostegno ai famigliari di vittime,
o VV.F. in fase terminale
               Centro Psico-Pedagogico
attività specifica in favore:
       del personale direttamente
        coinvolto nell’esplosione
       del personale operativo
       del personale aeronavale
       dei sommozzatori
       dei S.A.F.
       del personale nautico
       del personale non operativo
            Centro Psico-Pedagogico
          500
  OPERATORI VV.F.

raggiunti dal servizio in 6 mesi



          Centro Psico-Pedagogico
Un’ottima
Risposta!

  Centro Psico-Pedagogico
                I PUNTI CRITICI
   La non continuità dei “Gruppi d’Incontro” (questi si
    svolgono durante il normale orario di servizio), porta a
    frammentare l’intervento psicologico e a fermare il
    processo di apprendimento psichico ed i suoi risultati.

   Gli elementi usuali di comunicazione all’interno della
    caserma si trasformano, all’interno del clima-gruppo, in
    elementi di disturbo per la concentrazione del pensiero,
    l’introspezione dei sentimenti e l’esternarsi delle
    emozioni.

   E’ emersa più volte la preoccupazione che il supporto
    psicologico potesse essere solo momentaneo. Cosa che
    purtroppo è avvenuta.

                        Centro Psico-Pedagogico
                   I PUNTI FORZA
   Lavorare sul “qui e ora” porta, come conseguenza, a relativizzare
    sul piano di realtà.
   L’atto di “apprendere” a livello psichico e soprattutto in un
    contesto di gruppo protetto ha la caratteristica di essere
    permanente nel tempo e ha l’effetto di modificare le emozioni
    interiori e quindi gli atteggiamenti e i relativi comportamenti.
   Il risultato si evidenzia in termini qualitativi.
   La nostra presenza costante in Caserma porta ad accettare lo
    specialista in modo più immediato soprattutto nei momenti
    critici: cioè quasi come uno di loro.
   La completezza dell’equipè ci ha permesso di dare differenti
    risposte a differenti problematiche.
   Il nostro essere al di fuori dell’Amministrazione è stato visto
    come rassicurante.
   L’aver contribuito alla presa di coscienza delle problematiche
    psicologiche negli operatori del soccorso che ha portato a
    concreti cambiamenti quali la modifica di alcune clausole
    assicurative.
                          Centro Psico-Pedagogico
         ASPETTATIVE FUTURE
   E’ auspicabile continuare il seguente Progetto
    nei suoi obiettivi per non perdere la qualità
    dell’intervento e tutto il lavoro svolto fino ad ora.
    “L’IMPORTANZA DI POTERCI VEDERE PER
    CRESCERE E CAPIRE” (frase emersa durante un
    gruppo d’incontro).

   Sarebbe opportuno aprire uno spazio dedicato
    alla Formazione in tema di Psicologia
    dell’Emergenza e Psicologia della
    Comunicazione.
                      Centro Psico-Pedagogico
              RINGRAZIAMENTI
A tutti coloro che hanno reso possibile questo progetto. E
   in particolare:

   Dott. Fortezza (Dirigente Superiore Medico VV.F.).
   Ing. Meta (Comandante VV.F. Ge) e Ing. Gambelli (Vice
    Comandante VV.F Ge) per il tempo, la disponibilità e la
    pazienza dimostrata.
   Dott. Masala (Ispettore medico VV.F. Ge) per la preziosa
    collaborazione accordataci.
   ma soprattutto i VIGILI DEL FUOCO del Comando
    Provinciale di Genova CHE HANNO PERMESSO CON LA
    LORO DISPONIBILITA’ ED ESPERIENZA LAVORATIVA,
    LA RIUSCITA DI QUESTA INIZIATIVA.

                       Centro Psico-Pedagogico

								
To top