Docstoc

PROGETTO FRAME

Document Sample
PROGETTO FRAME Powered By Docstoc
					                                                                         INAIL
                                                                  DIREZIONE REGIONALE
                                                                      PER L’UMBRIA
PROVINCIA DI PERUGIA
AREA LAVORO, FORMAZIONE, ISTRUZIONE


        PROGETTO PER IL RICONOSCIMENTO DELLA
         QUALIFICA PROFESSIONALE A SEGUITO DI
      INTERVENTI FORMATIVI INDIVIDUALIZZATI PER
                 INVALIDI DEL LAVORO

                             Sez. A – Tipologia del progetto


A.1    Denominazione del soggetto proponente

       INAIL, Dire zione Regionale per l’Umbria

A.1.1 Referente del progetto

       Dott. G. Di Nepi

A.2    Titolo del progetto

       Progetto Frame

A.3    Il progetto è:

A.3.1 X      presentato per la prima volta


A.3.2 Tipologia di intervento I°: Orientamento, Counselling individuale, bilancio di competenze
     Sede di svolgimento: Sedi Inail regionali e, ove ritenuto necessario con interventi specifici in
     collaborazione con il Centro per l'Impiego della Provincia di Perugia, Agenzie formative
     accreditate Inail
     Durata orientativa di ore 10 per utente divise tra Orientamento Counselling individuale e
     Bilancio di competenze

      Tipologia di intervento II° : formazione al reinserimento lavorativo
      Durata massima ore 60 divise tra Teoria e Pratica
      Sede di svolgimento: Agenzie formative accreditate Inail
     Tipologia di intervento III°: formazione specialistica per il raggiungimento di una qualifica
     con un percorso organizzato secondo le linee guida della Provincia di Perugia.
     Sede di svolgimento: agenzie formative accreditate Inail.
     Durata in ore variabile divise tra Teoria e Pratica
     Stage non meno del 30% intera attività




                           Sez. B - Descrizione del progetto



B.1 Il progetto intende rispondere all'obiettivo di promuovere il reinserimento lavorativo di
    invalidi del lavoro attraverso percorsi formativi individualizzati con le precisazioni di
    seguito formulate:

               Obiettivo prioritario                                 Precisazioni
                                        L'Inail si è posto come obiettivo di servizio quello di favorire il
                                        reinserimento lavorativo dei propri utenti prematuramente fuoriusciti
                                        dal circuito lavorativo per cause traumatiche e che rappresentano il
                                        10% degli utenti iscritti presso i Centri per l'Impiego alle ca tegorie
                                        protette (l.68/99). In questo l'esigenza di predisporre un processo di
                                        orientamento (fortemente coeso con i servizi offerti dai Centri per
                                        l'Impiego Provinciali) e formazione (agganciato alle esigenze personali
                                        e territoriali) di questi soggetti verso professionalità contigue o meglio
                  RIQUALIFIC ARE        rispondenti alle nuove condizioni psicologiche, fisiche e motivazionali
                SOGGETTI INVALIDI       dei soggetti stessi .
                 DEL LAVORO PER         L'obiettivo dovrà essere raggiunto attraverso:
                   ACCEDERE AD               -    un'attività orientativa rivolta al soggetto invalido del lavoro in
                     ATTIVITA'                    collaborazione con il servizio di orientamento dei Centri per
               LAVORATIVE IDONEE                  l'Impiego provinciali
                                             -    una formazione di base su tematiche trasversali (sicurezza,
                                                  normativa, ICT, comunicazione)
                                             -    approccio personalizzato orientato alla motivazione
                                             -    una formazione specialistica orientata all'acquisizione di
                                                  competenze professionali specifiche
                                             -    un'attività di stage lavorativo corrispondente a non meno del
                                                  30% dell'intero progetto


                                        Il progetto individualizzato risponde in modo significativo alle esigenze
                                        di persone fuoriuscite in modo traumatico dal mercato lavorativo, così
                                        da garantire un inserimento graduale nel contesto lavorativo rispettoso
                                        dei bisogni e delle potenzialità del soggetto




                                                                                                                   2
[evidenziare il contributo del progetto per il conseguimento
dell’obiettivo utilizzando opportuni indicatori]
Il progetto può garantire il conseguimento dell'obiettivo attraverso una
forte sinergia fra le Equipe di I° e II° livello dell'Inail con le agenzie
formative accreditate e con l'Assessorato al Lavoro, Istruzione e
formazione professionale della Provincia di Perugia, definendo il
processo e le procedure che permettono il conseguimento al termine
del percorso di una qualifica definita e spendibile sul mercato del
lavoro territoriale. I dati relativi ai soggetti invalidi del lavoro in
termini di disponibilità di accesso al mercato lavorativo mostrano un
approccio difficoltoso e preoccupante rispetto al raggiungimento
effettivo di obiettivi formativi che permettano in futuro di effettuare
scelte professionali libere e gratificanti per la persona. A questo scopo
i percorsi formativi progettati vanno a rafforzare proprio le capacità
trasversali connesse all’analisi e al fronteggiamento del problema e
all’assolvimento del compito oltre che all'acquisizione di competenze
specialistiche.




[evidenziare il contributo del progetto per il conseguimento degli
obiettivi di sviluppo locale e/o settoriale, anche attraverso l’utilizzo di
opportuni indicatori]

Il progetto contribuirà andando a rispondere alle esigenze orientative
dei singoli utenti non in una formula stereotipata, ma calata sia sulle
esigenze dei singoli utenti sia sui bisogni delle aziende del territorio.
Per gli utenti invalidi del lavoro oltre alla fase di screening si
andranno a promuovere reti di relazioni con enti, istituzioni, agenzie
formative ed assistenziali che possano fornire risorse integrate per la
promozione degli utenti stessi e delle loro famiglie. La richiesta di
progettazione di materiale di supporto specifico da parte dei docenti
coinvolti nella formazione individualizzata e la organizzazione e
gestione di procedure idonee ad assicurare la qualità dell'intervento
rappresenta un ulteriore valore aggiunto dell'intero progetto.




                                                                          3
B.2 Indicare aziende/organizzazioni che hanno mostrato interesse al progetto e si sono
    accreditate presso l’ Inail - Direzione Regionale Umbria, specificando denominazione,
    sede, settore di attività e natura dell’interesse (per es. al percorso formativo, allo stage,
    all’inserimento lavorativo dei formati, alle attività proposte, ecc.).


N.    DENOMINAZIONE AGENZIA                SEDE                   TIPO DI INTERESSE
1.    CENTRO FORMAZIONE                    Terni                  - alla progettazione e gestione
      PROFESSIONALE                                                  del percorso formativo
      Provincia di te rni

2.    CIVITAS                              Gubbio (Pg)            -   alla progettazione e gestione
      Società Cooperativa Sociale a r.l.                              del percorso formativo

3.    CNOS-FAP                             Perugia                -   alla progettazione e gestione
                                                                      del percorso formativo

4.    CNOS-FAP Casa del Ragazzo            Foligno (Pg)           -   alla progettazione e gestione
                                                                      del percorso formativo

5.    ECIPA Umbria                         Perugia                -   alla progettazione e gestione
                                                                      del percorso formativo

6.    FINANZIAMENTI E                      Gubbio (Pg)            -   alla progettazione e gestione
      FORMAZIONE S.a.s.                                               del percorso formativo

7.    M. GATTAPONE                         Gubbio (Pg)            -   alla progettazione e gestione
      Istituto di Istruzione Superiore                                del percorso formativo

8.    I.C.S. Italia S.a.s.                 Foligno (Pg)           -   alla progettazione e gestione
                                                                      del percorso formativo

9.    ISTITUTO ADDESTRAMENTO Perugia                              -   alla progettazione e gestione
      LAVORATORI DELL’UMBRIA                                          del percorso formativo


10.   ITER Consorzio S.r.l.                Perugia                -   alla progettazione e gestione
                                                                      del percorso formativo

11.   MAINSYS Consorzio                    Roma                   -   alla progettazione e gestione
                                                                      del percorso formativo


12.   MEDIALUX S.n.c.                      Spoleto (Pg)           -   alla progettazione e gestione
                                                                      del percorso formativo


13.   EMILIANO ORFINI                      Foligno (Pg)           -   alla progettazione e gestione
      Istituto di Istruzione Superiore                                del percorso formativo




                                                                                                 4
14.     SCUOLA NAZIONALE                         Perugia                  -   alla progettazione e gestione
        DELL’ALIMENTAZIONE                                                    del percorso formativo
        Società Consortile a r.l.
15.     SMILE                                    Roma                     -   alla progettazione e gestione
        Associazione                                                          del percorso formativo



        Le agenzie formative rivestono all’interno del progetto un ruolo fortemente strategico e
        fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi individuati. Tale ruolo è testimoniato sia
        dal numero di agenzie sopra riportato che sono state coinvolte nella fase di accreditamento
        presso la Direzione Regionale Inail Umbria e che gestiranno ruoli di primo piano nelle varie
        fasi (dalla progettazione alla gestione degli interventi personalizzati), sia dall’ampia ricaduta
        territoriale delle azioni previste; il progetto si cala, infatti, all’interno dell'intero territorio
        provinciale. Oltre al partenariato degli enti di formazione è da sottolineare che il progetto
        nasce da un’analisi e da una progettazione fortemente condivisa e condotta territorialmente in
        stretta relazione con gli enti locali. Il radicamento territoriale e la forte impronta di
        concertazione e programmazione negoziata è testimoniata dalla stessa convenzione stipulata
        con le Province di Perugia e Terni.

        Altre aziende o enti che hanno mostrato interesse al progetto:
        Sono stati realizzati incontri di sensibilizzazione con le organizzazioni datoriali che hanno
        aderito all'iniziativa promovendola presso i propri associati.
        L’adesione di questi partners garantisce al progetto una forte impronta di negoziazione e
        programmazione congiunta con le parti sociali, elemento di fondamentale importanza che in
        fase di realizzazione garantirà al progetto una forte azione di diffusione risultati e di
        coinvolgimento territoriale.

B.4 Collocazione del progetto nell’ambito delle zone Obiettivo 2
        X     si

        Specificare
        Tutto il territorio provinciale

B.6 Obiettivi gene rali del progetto
    In coerenza con quanto precisato il progetto è finalizzato a:

     Fornire ai soggetti invalidi del lavoro un supporto orientativo per l'accesso al mondo del lavoro
     Sviluppare in modo concertato dei percorsi formativi personalizzati per i soggetti invalidi del
      lavoro al fine di raggiungere una qualifica professionale spendibile
     Promuovere un sistema di formazione flessibile e modulare che consenta di ottimizzare tempi e
      spazi degli utenti
     Favorire un reinserimento lavorativo sostenibile ed efficace degli utenti invalidi del lavoro nel
      rispetto delle proprie potenzialità


     Rafforzare raccordi tra mondo imprenditoriale, formazione professionale e sistemi di
      orientamento al fine di promuovere l’ottica di un approccio integrato che favorisca la
      permanenza degli utenti in percorsi di formazione permanente, potenziandone allo stesso tempo



                                                                                                          5
    le possibilità occupazionali, anche in vista di un approccio curativo e preventivo la dispersione
    lavorativa.


B.7 Destinatari del progetto
   Invalidi del Lavoro iscritti nelle liste del collocamento mirato ai sensi della Legge n. 68/99.

B.8 Architettura complessiva del progetto
      Compilare la tabella riepilogativa degli interventi formativi e delle azioni previsti rispettando ove possibile la
      sequenza logica ed evidenziando i risultati attesi rispetto agli obiettivi generali definiti in B.6 (Compilare per
      ogni intervento/azione).
      Convenzionalmente, con il termine “intervento” si intende “intervento formativo”, cioè attività direttamente
      finalizzata all’apprendimento: corso/percorso, organizzato in modo modulare.
      Con il termine azione si intende ogni altra attività di supporto/qualificazione sia delle strutture e dei sistemi che
      degli interventi formativi.

       N.           Tipologia                 Intervento/Azione                            Risultati attesi
                                                                         Miglioramento del livello di integrazione degli
                                                                         utenti     nel    contesto     organizzativo    e
                                                                         potenziamento         delle        capacità    di
                Orientamento,                                            fronteggiamento del compito.
       1         Counselling                      Azione                 Verranno utilizzati come indicatori i risultati
             individuale, bilancio        Orientamento individuale       finali dei questionari di valutazione della
                di competenze                                            soddisfazione degli utenti e degli operatori
                                                                         sociali coinvolti che ne valutano la ricaduta
                                                                         nelle attività formative successive.
                                                                         Accrescimento nell’utente della conoscenza
                                                   Azione                del sé e della capacità di fronteggiare in
                                           Counselling individuale       maniera costruttiva le eventuali problematiche
                                                                         incontrate nel percorso formativo.
                                                                         L’indicatore sarà dato dal numero dei
                                                                         frequentanti l’attività di counselling e dalla
                                          Bilancio di competenz          valutazione espressa nel questionario della
                                                                         valutazione della soddisfazione degli utenti.
                                                                         Il supporto continuativo di counselling "on the
                                                                         work" avrà momenti specifici di verifica e di
                                                                         confronto. Il tutto verrà monitorizzato con
                                                                         schede di osservazione, test e questionari uniti
                                                                         ad interviste. L'attività vedrà il coinvolgimento
                                                                         di tutti gli operatori dell'Equipe di I° livello.
                                                                         Stessa cosa avverrà per l'azione di bilancio di
                                                                         competenze che vedrà il coinvolgimento di
                                                                         consulenti esterni(ove ritenuto opportuno).
                                                                         L'indicatore sarà dato dal numero di progetti
                   Formazione al                 Intervento              individualizzati attivati e dalla valutazione
       2           reinserimento             Percorso formativo          espressa nel questionario della valutazione
                     lavorativo               modulare comune            della soddisfazione degli utenti. Il tutto verrà
                 (core curriculum)          (normativa, sicurezza,       monitorizzato con schede di osservazione e
                                             ICT, eventualmente          interviste.
                                              modulo di Inglese)

       3                                                                 L'indicatore sarà dato dal numero di progetti
                                                                         individualizzati attivati e dalla valutazione
            Formazione specialistica              Intervento             espressa nel questionario della valutazione
            per il raggiungimento di          Percorso formativo         della soddisfazione degli utenti e dal numero
                   una qualifica                 specialistico           di utenti che terminano il percorso con
                                                                         successo. Il tutto verrà monitorizzato con
                                                                         schede di osservazione e interviste.



                                                                                                                         6
         4      Valutazione finale e               Azione               L'indicatore sarà dato dal numero di utenti
                  certificazione            Esame di qualifica con      che raggiungono l'esame finale e da quelli che
                  qualificazione           commissione provinciale      lo superano.




B.9      Caratte re innovativo del progetto
         Esplicitare il carattere innovativo del progetto, con particolare riferimento a: metodologie progettuali (es.
         approccio per competenze), didattiche, mix finalizzato e integrato di azioni/interventi, eventuali partenariati,
         reti relazionali con altri soggetti, forme di coinvolgimento e partecipa zione delle persone interessate.

         1)       Mix finalizzato e integrato di azioni/interventi: La struttura del presente progetto è
         caratterizzata dall’intersezione di interventi e azioni che coinvolgono i vari attori (Inail, Invalidi del
         lavoro, Enti Locali, aziende) al fine di raggiungere l’obiettivo generale prefissato. Gli interventi
         riguardano la formazione di base e specialistica per gli invalidi del lavoro mentre le azioni fanno
         riferimento all'orientamento , al counselling ed al bilancio di competenze che devono essere gestite
         direttamente dagli operatori dell'Equipe di I° livello dell'Inail. Un elemento di innovazione apportato
         dal presente progetto è costituito dalla sinergia virtuosa che deve essere attivata fra i vari attori al
         fine di garantire l'individuazione di progetti congruenti ed efficaci. L’azione di counselling
         individuale trasferisce il percorso di orientamento su un piano personale, nel quale l'utente può
         approfondire individualmente con l’orientatore tematiche e problematiche emerse per
         l'organizzazione del rientro nel circuito lavorativo.
         La personalizzazione e la strutturazione di percorsi di vita sostenibili ed integranti formazione-
         assistenza-lavoro diventa obiettivo essenziale per tutte le agenzie coinvolte, come pure la possibilità
         di fruizione di servizi e l'implementazione degli esistenti in una logica virtuosa.

      2) Partenariati: Il presente progetto si basa sulla costruzione di un partenariato che coinvolge
         gli attori principali delle attività di orientamento, formazione e inserimento la vorativo del
         territorio:
-     Centro per l'Impiego della Provincia di Perugia
-     Associazioni datoriali
-     Associazioni per Invalidi del Lavoro

      3) Forme di coinvolgimento e partecipazione delle persone inte ressate :
      Gli utenti invalidi del lavoro: questi potranno fruire dei servizi del progetto individualmente.
      Potranno relazionarsi in maniera attiva con i docenti del progetto e con gli operatori Inail,
      divenendo in questo modo protagonisti del proprio percorso di potenziamento e recupero.



B.10     Soggetti partne r
         Specificare, per ciascun soggetto partner (compresi i componenti di eventuali ATI/ATS, consorzi),
         denominazione/ragione sociale, indirizzo, ruolo e attività svolte che apportino un effettivo valore aggiunto al
         progetto (per esempio: la semplice messa a disposizione di locali o la disponibilità ad accogliere stagisti non
         sono da considerarsi attività a valore aggiunto).
         Allegare le dichiarazioni dei legali rappresentanti dei soggetti partner, sottoscritte ai sensi del D.P.R.
         445/2000, attestanti l’impegno a partecipare al progetto, specificando ruoli e compiti.

         Centro per l'Imp iego Provincia di Perugia

         Ruolo: eventuale supporto nella fase di orientamento degli utenti, con specifiche azioni d i consulenza
         individualizzata; supporto e gestione nella fase di certificazione delle co mpetenze al termine del percorso
         formativo, con l'organizzazione della co mmissione per gli esami d i qualifica o riqualifica.




                                                                                                                       7
B.11   Modalità di monitoraggio in itinere ed ex post del progetto

           1. Questionari valutativi della soddisfazione dei destinatari, a risposte multiple e aperte
              da distribuire agli utenti durante ed alla fine delle tre fasi individuate a livello
              progettuale.
           2. Questionari valutativi della soddisfazione degli operatori Inail, a risposte multiple e
              aperte da distribuire alla fine dell’intervento, avendo cura di verificare eventuali
              carenze per poter in tal senso ritarare le azioni successive.
           3. Test di valutazione per la verifica iniziale, in itinere ed ex post del livello di
              orientamento degli allievi coinvolti.
           4. Griglie valutative da compilare a cura degli operatori di orientamento coinvolti nelle
              varie fasi del progetto riguardo al livello di apprendimento e partecipazione dei
              singoli partecipanti.
           5. Griglie valutative da compilare a cura dei docenti dell’agenzia formativa che avranno
              seguito lo svolgimento dei vari moduli riguardo al grado di incisività che le attività
              di potenziamento e recupero previste dal progetto avranno avuto relativamente
              all’andamento curricolare dell'utente invalido del lavoro.
           6. Valutazione finale complessiva dei singoli utenti riguardo alla validità/utilità del
              bagaglio di competenze appreso e alle modifiche, nella percezione del sé, apportate
              dalla partecipazione al percorso formativo.



B.12   Disseminazione e pubblicizzazione dell’andamento e dei risultati del progetto
       Esplicitare il grado di trasferibilità sul territorio e di utilizzabilità, al di fuori del contesto progettuale, dei
       prodotti/risultati del progetto.


       Si prevede lo svolgimento di un momento di sensibilizzazione territoriale in cui coinvolgere
       diversi attori del sistema produttivo, educativo, formativo locale nel quale affrontare in
       maniera globale la problematica inerente il reinserimento lavorativo di invalidi per il lavoro.
       In questa occasione verranno illustrati gli obiettivi, le metodologie, le attività e i risultati del
       progetto al fine di renderne fruibile e riproducibili le prassi ad ampio raggio.




                       Sez. C – Articolazione dell’intero progetto

FASE I°
C.1  Azione di orientame nto individuale

C.1.1 L’azione è di:



                                                                                                                         8
          Orientamento,      counselling e bilancio di competenze

C.2      Destinatari dell’inte rvento formativo
                           Disoccupati Invalidi del lavoro



C.2.2 Requisiti di accesso

     Invalidi del Lavoro iscritti nelle liste del collocamento mirato ai sensi della Legge n. 68/99.


C.2.3 Modalità di reclutamento ed orientame nto dei partecipanti
         Indicare le modalità di pubblicizzazione dell’intervento e le eventuali azioni per un reclutamento mirato.
         Descrivere le modalità di informazione ed orientamento dei potenziali parte cipanti su contenuti e finalità del
         corso (preselezioni, workshop informativi, mailing, ecc.)

È già stata fatta un’azione di reclutamento mirato contattando direttamente gli utenti a livello
regionale.

C.2.4 Modalità di selezione e accertamento dei requisiti dei partecipanti

          Colloqui attitudinali e    motivazionali
         .


C.3.     L’intervento orientativo è strutturato per moduli:

         a) ACCOGLIENZA DI BASE: primo contatto con l'utente e definizione del servizio,
            prima informazione, screening dell'utente, a cura dell'Equipe di I° livello Inail
         b) ORIENTAMENTO INDIVIDUALE : incontro con il responsabile del servizio socio-
            educativo dell'Equipe di primo livello, al fine di definire l'ambito di interesse dell'utente
            anche alla luce dell'offerta lavorativa e formativa territoriale, ed eventuale
            collaborazione con il Centro per l’Impiego nei casi ritenuti opportuni.
         c) COUNSELLING INDIVIDUALE: questa azione viene gestita direttamente dal
            responsabile del servizio socio-assistenziale dell'Equipe di primo livello come supporto
            integrativo all'orientamento.
         d) BILANCIO DI COMPETENZE: la seguente azione è riservata a coloro che desiderino
            approfondire la tematica dello sviluppo personale in vista dell'attivazione di un percorso
            formativo particolarmente rilevante in termini di temp i di attivazione e gestione, e di
            sviluppo professionale.




FASE II°
C.1   Inte rvento formativo comune

                           Formazione al reinserimento lavorativo (core curriculum)



                                                                                                                      9
C.1.1 L’intervento è di:
          Orientamento,      sviluppo e recupero di competenze di base e trasversali

C.2      Destinatari dell’inte rvento formativo

                           Disoccupati Invalidi del lavoro


C.2.2 Requisiti di accesso

     Invalidi del Lavoro iscritti nelle liste del collocamento mirato ai sensi della Legge n. 68/99.


C.2.3 Modalità di reclutamento ed orientame nto dei partecipanti
         Indicare le modalità di pubblicizzazione dell’intervento e le eventuali azioni per un reclutamento mirato.
         Descrivere le modalità di informazione ed orientamento dei potenziali partecipanti su contenuti e finalità del
         corso (preselezioni, workshop informativi, mailing, ecc.)

È già stata fatta un’azione di reclutamento mirato contattando direttamente gli utenti a livello
regionale.

C.2.4 Modalità di selezione e accertamento dei requisiti dei partecipanti

          Colloqui attitudinali e    motivazionali e di orientamento al lavoro
        .
C.2.5 Procedura di individuazione dell'Ente gestore l'inte rvento formativo
             L'Equipe di I° livello individua su base territoriale tre agenzie formative accreditate
presso l'Inail a cui affidare l’incarico per progettare l'intervento. Al termine della scadenza di
presentazione i progetti formativi pervenuti vengono valutati dall'Equipe di I° livello e viene stilata
una graduatoria secondo una griglia di valutazione condivisa. Il progetto prescelto come ottimale in
termini di congruità, affidabilità ed economicità viene inviato all'esame dell'Equipe di II° livello che
avendo dato il placet invia tutto alla Direzione Centrale di Roma per l'approvazione definitiva. A
seguito della comunicazione scritta di Roma il progetto passa alla fase operativa con il contatto
diretto con l'agenzia formativa tramite l'Equipe di I° live llo.


C.3. L’intervento formativo è strutturato pe r moduli formativi ed andrà a sviluppare e
promuovere delle competenze:

         e)   COMPETENZE DI BASE,        (sicurezza, organizzazione azienda, diritto e legislazione del
              lavoro): si tratta di competenze, relative ad output di tipo strumentale, consensualmente
              riconosciute quali nuovi «diritti di cittadinanza» nel mercato del lavoro e nella società,
              veri e propri «requisiti per l’occupabilità e per lo sviluppo professionale»;

         f)   COMPETENZE TRASVERSALI         (di comunicazione, di interpretazione del contesto, ecc): si
              tratta di quelle caratteristiche e strategie di funzionamento individuale che permettono
              all'individuo di impattare e fronteggiare situazioni di stress personale e professionale.




                                                                                                                    10
C.4.       Struttura modulare dell’intervento


             MODULO N.1: “Elementi di diritto del lavoro e contrattualistica”

TIPOLOGIA DELL’AREA DI COMPETENZA
       Competenza di base
DURATA (distinguendo teoria e pratica)
       10 ore di cui 5 teoria e 5 pratica
DESTINATARI
       Allievi invalidi del lavoro
OBIETTIVI DIDATTICI
            Conoscere il funzionamento della legge di mercato
            Conoscere le caratteristiche delle varie forme di mercato e le loro differenze
            Conoscere le problematiche relative alla disoccupazione
            Conoscere gli aspetti essenziali della contrattazione collettiva
CONTENUTI
            Il mercato dei beni; la legge di mercato; i vari tipi di mercato
            Il lavoro; il mercato del lavoro; la disoccupazione
            La contrattazione collettiva
            Le leggi a tutela del lavoratore disabile (l.68/99)
METODOLOGIE DIDATTICHE
             Lezioni Frontali
             Discussione guidata
             Analisi di situazioni reali
COMPETENZE MATURATE ALLA FINE DEL MODULO
       1.    Distinguere i diversi tipi di attività lavorativa e il settore di appartenenza di ognuno
       2.    Identificare presupposti e fini della contrattazione collettiva
       3.    Utilizzare i servizi dei Centri territoriali provinciali per l’occupazione e quelli dei Comuni
       4.    Saper leggere un contratto
STRUMENTI E MODALITA’ DI VERIFICA (intermedia del grado di apprendimento delle competenze acquisite)
       Test strutturati e semistrutturati; lettura ed interpretazione di documenti



                                      MODULO N. 2 : “Sicurezza”

TIPOLOGIA DELL’AREA DI COMPETENZA
       Competenza di base
DURATA (distinguendo teoria e pratica)
       20 ore di cui 10 teoria e 10 pratica
DESTINATARI
       Allievi invalidi del lavoro
OBIETTIVI DIDATTICI
            Acquisire i contenuti principali della legge 626/93 relativa alla sicurezza sui luoghi di lavoro
            Sensibilizzare tutti gli allievi al rispetto delle direttive della sopracitata legge
            Riconoscere i segnali di pericolo


                                                                                                                11
         Promuovere comportamenti corretti per prevenire incidenti
         Promuovere comportamenti corretti per gestire incidenti
CONTENUTI
         I principali contenuti de lla Legge 626
         La sicurezza e l’igiene all’interno di un’azienda
         I segnali di pericolo e gli strumenti di prevenzione
         Nozioni base di Pronto Soccorso
METODOLOGIE DIDATTICHE
          Simulazioni
          Lezioni Frontali
          Analisi di casi
          Discussione e confronto.
COMPETENZE MATURATE ALLA FINE DEL MODULO
      1. Comprensione del contesto legislativo e regolamentare in materia di sicurezza ed igiene del
         lavoro
      2. Comprensione delle modalità di integrazione della sicurezza nell’organizzazione aziendale
      3. Conoscenza delle procedure di sicurezza relative al proprio ruolo lavorativo e partecipativo
      4. Conoscenza delle tecniche di base per gestire incidenti
      5. capacità di osservare e comprendere situazioni di pericolo
      6. capacità di segnalare il pericolo
STRUMENTI E MODALITA’ DI VERIFICA (intermedia del grado di apprendimento delle competenze acquisite)
      Valutazione dell’apporto individuale durante una esercitazione di gruppo su casi pratici
      Somministrazione di un Questionario



              MODULO N.3 : “Introduzione alle tecnologie informatiche”

TIPOLOGIA DELL’AREA DI COMPETENZA
      Competenza di base
DURATA (distinguendo teoria e pratica)
      10 ore di cui 5 teoria e 5 pratica
DESTINATARI
      Allievi invalidi del lavoro
OBIETTIVI DIDATTICI
         Acquisire la conoscenza dell’architettura funzionale del personal computer
         Acquisire la conoscenza e le capacità d’impiego di Windows 2000
CONTENUTI
         L’hardware e il software
         Rudimenti di gestione di un sistema informativo
         Collegamenti tra un elaboratore e periferiche di input/output
         Concetto di sistema operativo
         Files e directories
         Windows 2000
METODOLOGIE DIDATTICHE
          Lezioni in laboratorio corredate da esercitazione
          Studio di casi con assistenza
          Lezioni frontali
COMPETENZE MATURATE ALLA FINE DEL MODULO
      1. Conoscenza strutturale di un personal computer
      2. Conoscenza della terminologia informatica di base
      3. Operare in modo corretto con i software applicativi per la realizzazione e gestione di prodotti
         testuali

                                                                                                           12
STRUMENTI E MODALITA’ DI VERIFICA (intermedia del grado di apprendimento delle competenze acquisite)
      Prove scritte e/o pratiche




         MODULO N.4 : “L’azione e la comunicazione in ambito lavorativo”

TIPOLOGIA DELL’AREA DI COMPETENZA
      Competenza Trasversale
DURATA (distinguendo teoria e pratica)
      10 ore di cui 5 teoria e 5 pratica
DESTINATARI
      Allievi invalidi del lavoro
OBIETTIVI DIDATTICI
      L’AZIONE LINGUISTICA
       “Fare” con le parole”
       Conoscere e riconoscere gli scopi del discorso
       Distinguere gli aspetti della situazione comunicativa
      LA COMUNICAZIONE E I SEGNI PER COMUNICARE
       Identificare gli elementi della comunicazione
       Riconoscere i segni della comunicazione
       Conoscere le caratteristiche del codice lingua
CONTENUTI
      L’AZIONE LINGUISTICA
       Azioni esplicite, implicite, mascherate: affermare, negare, promettere, chiedere, informare, lodare,
         ecc
       Gli scopi del discorso
       La situazione comunicativa: luogo, momento, rapporto tra interlocutori, conoscenze, argomento
      LA COMUNICAZIONE E I SEGNI PER COMUNICARE
       Gli elementi della comunicazione: emittente, ricevente, referente, codice, canale, contesto
       I geni: significato e significante
       Le caratteristiche della lingua: arbitrarietà, economicità, potenza,
      LA COMUNICAZIONE IN AZIENDA
       Le relazioni complementari e simmetriche
       I conflitti
       Comunicazione efficace

METODOLOGIE DIDATTICHE
          Lezioni in laboratorio corredate da esercitazione
          Studio di casi con assistenza
          Lezioni frontali
COMPETENZE MATURATE ALLA FINE DEL MODULO
      In una comunicazione:
      1. Saper scegliere espressioni e tono di voce
      2. Saper scegliere il registro corretto
      3. Saper mantenere il contatto comunicativo
STRUMENTI E MODALITA’ DI VERIFICA (intermedia del grado di apprendimento delle competenze acquisite)
      Test strutturati, semistrutturati. Dialoghi, giochi di ruolo, simulazioni di situazioni comunicative reali




                                                                                                               13
            MODULO N.5 : Il sistema azienda ed organizzazione del lavoro"

TIPOLOGIA DELL’AREA DI COMPETENZA
      Competenza trasversale
DURATA (distinguendo teoria e pratica)
      10 ore di cui 5 teoria e 5 pratica
DESTINATARI
      Allievi invalidi del lavoro
OBIETTIVI DIDATTICI
      Conoscere il sistema azienda e le sue logiche
      Conoscere le strutture gerarchiche
      Conoscere l'organizzazione del lavoro in azienda (input-output)
      Conoscere la basi per l'organizzazione scientifica del lavoro in azienda
CONTENUTI
      Il sistema azienda e la sua struttura
      Il sistema lavorativo
      L'organizzazione del lavoro: temp i e modalità operative
METODOLOGIE DIDATTICHE
           Lezioni in laboratorio corredate da esercitazione
           Studio di casi con assistenza
           Lezioni frontali
COMPETENZE MATURATE ALLA FINE DEL MODULO
      Saper individuare il tipo di azienda di riferimento
      Saper individuare il proprio stile di lavoro
      Saper integrare il proprio stile con quello dell'azienda
STRUMENTI E MODALITA’ DI VERIFICA (intermedia del grado di apprendimento delle competenze acquisite)
      Test strutturati, semistrutturati. Dialoghi, giochi di ruolo, simulazioni di situazioni comunicative reali




FASE III°

D.1 Intervento formativo specialistico per la qualifica
D.1.1 L’intervento è di:
        Qualificazione
        Riqualificazione

D.2    Destinatari dell’inte rvento formativo

                          Disoccupati Invalidi del lavoro


D.2.2 Requisiti di accesso



                                                                                                               14
     Invalidi del Lavoro iscritti nelle liste del collocamento mirato ai sensi della Legge n. 68/99.


D.2.3 Modalità di reclutamento ed orientame nto dei partecipanti
         Indicare le modalità di pubblicizzazione dell’intervento e le eventuali azioni per un reclutamento mirato.
         Descrivere le modalità di informazione ed orientamento dei potenziali partecipanti su contenuti e finalità del
         corso (preselezioni, workshop informativi, mailing, ecc.)

Come C 2.3

D.2.3.1 Procedura di individuazione dell'Ente gestore l'inte rvento formativo
        L'Equipe di I° livello dopo aver definito l'ambito professionale di riferimento o la figura
specifica (con specifica qualifica) da formare individua su base territoriale tre a genzie formative
accreditate presso l'Inail a cui affidare il bando per progettare l'intervento. Al termine della
scadenza di presentazione i progetti formativi pervenuti vengono valutati dall'Equipe di I° livello e
viene stilata una graduatoria secondo una griglia di valutazione condivisa. Il progetto prescelto
come ottimale in termini di congruità, affidabilità ed economicità viene inviato all'esame
dell'Equipe di II° livello che avendo dato il placet invia tutto alla Direzione Centrale di Roma per
l'approvazione definitiva. A seguito della comunicazione scritta di Roma il progetto passa alla fase
operativa con il contatto diretto con l'agenzia formativa tramite l'Equipe di I° livello e la stipula di
una convenzione inerente l'intervento.

D.2.4 Modalità di acce rtamento delle conoscenze, competenze ed abilità di base dei
partecipanti
          Test
          Elaborati scritti
          Prove attitudinali di base
          Colloqui attitudinali e motivazionali

         Descrizione sintetica della prova

         Prova pratica e teorica relativamente ad alcune conoscenze di base per impostare in modo
         corretto e personalizzato l'intervento.

D.3      Denominazione della figura professionale o insieme di attività cui sono riconducibili le
         competenze oggetto di apprendime nto dell’intervento formativo

         La figura professionale verrà individuata in base ai repertori curati dall'Isfol.



D.3.1 L’intervento formativo sarà progettato e strutturato pe r unità di competenze (U.C) e
      unità formative capitalizzabili (U.F.C.)
         (Facendo riferimento al “Documento tecnico sulla progettazione per competenze” reperibile sul sito
         www.provincia.perugia.it/formazione)


D.4      La descrizione delle competenze prese in carico dall’intervento formativo, con
         riferimento alla figura professionale o all’insieme di attività sarà forte mente correlata
         a:



                                                                                                                    15
          A) COMPETENZE TECNICO-PROFESSIONALI, relative ad output legati al settore di
             appartenenza e alle aree di attività processi ad essi connessi;

          B) COMPETENZE TRASVERSALI (di diagnosi, di decisione, di problem solving, ecc): si tratta
             di quelle caratteristiche e modalità di funzionamento individuale che entrano in gioco
             quando un soggetto si «attiva» a fronte di una richiesta dell’ambiente organizzativo e che
             sono essenziali al fine di produrre un comportamento professionale, che trasformi un
             «sapere» in un output/una prestazione lavorativa efficace.


D.4.1 Struttura modulare dell’intervento
          L'intervento formativo verrà organizzato e descritto per moduli specificando: gli obiettivi di apprendimento (di
          conoscenze, di abilità, di comportamenti), i contenuti, la durata in ore, distinguendo tra teoria e pratica, le
          metodologie didattiche e le modalità di verifica intermedia e finale del grado di apprendimento delle
          competenze acquisite.

D.4.2 Stage
          L'attività formativa vedrà la presenza consistente di stage presso aziende di settore per non meno del 30%
          dell'interno percorso formativo. In questa sezione andremo perciò ad indicare le aziende ospitanti, la durata
          e le attività che lo stagista andrà a svolgere, anche in relazione al contesto aziendale e ad eventuali processi di
          sviluppo; specificando gli obiettivi dello stage espressi in termini di competenze, le forme di tutoring, le
          modalità di monitoraggio e verifica dei risultati e allegare le dichiarazioni di disponibilità ad accogliere
          stagisti sottoscritte dal legale rappresentante delle aziende ospitanti.

D.5       Descrizione delle competenze tecnico-professionali prese in carico dall’intervento
          formativo, con riferimento alla figura professionale o insie me di attività di cui al punto
          D.3


                 Atti vità                  Denominazione della competenza             Descrizione della competenza




D.5.1 Tabella di rie pilogo delle unità di competenza

   N.                                        Titolo U.C.                                               Ti pologia
                                                                                              di base
                                                                                              trasversale
      1
                                                                                              tecnico-professionale

                                                                                              di base
   2                                                                                          trasversale


                                                                                                                          16
                                                                                       tecnico-professionale
                                                                                       di base
     3                                                                                 trasversale
                                                                                       tecnico-professionale
                                                                                       di base
     4                                                                                 trasversale
                                                                                       tecnico-professionale
                                                                                       di base
     5                                                                                 trasversale
                                                                                       tecnico-professionale



           D.5.2           Modulo di formalizzazione dell’Unità di Competenza (U.C.)
          Riprodurre un modulo per ogni U.C. della tabella di cui al D.5.1


     N.                                     Titolo U.C.                                      Tipologia
                                                                                     di base
                                                                                     trasversale
                                                                                     tecnico-professionale




                                            PARTE A - COMPETENZE

Il soggetto è in grado di:
1. [attività 1]
2. [attività 2]
3.


1.
Per [riportare attività 1] il soggetto deve sapere come:


2.
Per [riportare attività 2] il soggetto deve sapere come:




                                   PARTE B – DECLINAZIONE DI LIVELLO

Per essere in grado di:
1.        [riportare attività 1]
2.        [riportare attività 2]



                il soggetto deve di mostrare di :                            gli indicatori sono:




                                                                                                                17
1.


2.



D.6 Modulo di formalizzazione dell’Unità Formativa Capitalizzabile (U.F.C.)

     N.         Titolo dell’Unità Formativa Capitalizzabile (U.F.C.)                       Tipologia
                                                                                   di base
                                                                                   trasversale
                                                                                   tecnico-professionale


PARTE PRIMA - “ELEMENTI” OGGETTO DI FORMAZIONE

                                                CONOSCENZE
Per acquisire i saperi necessari per l’esercizio delle competenze dell’U.C. di riferimento il soggetto dovrà
apprendere le seguenti conoscenze :
1. [inserire conoscenza]
2. …

                                           ABILITÀ OPERATIVE
Per acquisire i saperi necessari per l’esercizio delle competenze dell’U.C. di riferimento il soggetto dovrà
apprendere le seguenti abilità operative :
1. [inserire abilità operativa]
2. …

                                             COMPORTAMENTI
Per acquisire i saperi necessari per l’esercizio delle competenze dell’U.C. di riferimento il soggetto dovrà
apprendere i seguenti comportamenti:
1. [inserire comportamento]
2. …


PARTE SECONDA – PREREQUISITI (Compilazione facoltativa)

                                            Esperienze di lavoro




                                               Titoli di studio





                  Altre U.F.C. necessarie per la formazione della figura professionale
                                  Titolo                                                 Tipologia



                                                                                                               18
                                                                                                                                                                            di base
 1.
                                                                                                                                                                            trasversale
                                                                                                                                                                            tecnico-professionale
                                                                                                                                                                            di base
 2.
                                                                                                                                                                            trasversale
                                                                                                                                                                            tecnico-professionale

PARTE TERZA - CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI


                           Ore apprendi mento                                                        Ore autoapprendi mento                                                      Ore atti vi tà in
                                assistito                                                                 (% da definire)                                                           situazione
                             (% da definire)                                                                                                                                     di l avoro reale
                                                                                                                                                                                 (% da definire)

  Crediti formati vi




                                                                                                                              Lavoro individuale su

                                                                                                                               Lavoro di gruppo su


                                                                                                                                cooperativo on line




                                                                                                                                                                             professionalizzante
                                                                                                                                                                                                                            Totale
                                                                              (altro: specificare)




                                                                                                                                                      (altro: specificare)




                                                                                                                                                                                                     (altro: specificare)
professionali dell’U.C.


                                                                                                       Studio personale




                                                                                                                                 Apprendimento
                                                 FAD sincrono



                                                                                                                                                                                                                             ore
                                                                FAD on line
                                   Laboratorio




                                                                                                                                                                                 conoscitivo
                                                                                                                                                                                 orientativo
    di ri ferimento




                                                                                                                                    compito

                                                                                                                                    compito




                                                                                                                                                                                    Stage

                                                                                                                                                                                    Stage

                                                                                                                                                                                    Stage
                            Aula




        N. credi ti




PARTE QUARTA - MODALITÀ DI VALUTAZIONE
                                                                              obbligatorie
                                                                              Indicazioni




                                                                                                                                                                                                                            Indicazioni
                                                                                                                                                                                                                             opzionali
              Ti pologia delle prove                                                                                                   Articol azione della ti pologia



                                                                                                                                quesiti a scelta mu ltipla
                                                                                                                                quesiti a co mp letamento (con scelta tra
                                                                                                                                 opzioni date)
                       Questionari a risposte
                                                                                                                                quesiti a riemp imento (con scelta tra opzioni
                              chiuse
                                                                                                                                 date)
                                                                                                                                minicasi (con quesiti a scelta mult ipla)
                                                                                                                                quesiti a corrispondenza
                                                                                                                                quesiti a risposte aperte
  Prove scritte                                                                                                                 quesiti a co mp letamento (con formu lazione
                       Questionari a risposte                                                                                    libera)
                              aperte                                                                                            quesiti a riemp imento (con formu lazione
                                                                                                                                 libera)
                                                                                                                                minicasi (con quesiti a risposte aperte)
                                                                                                                                con quesiti a risposta aperta
                          Soluzioni d i casi
                                                                                                                                con quesiti a risposte chiuse
                                                                                                                                Temi
                        Prove “tradizionali”                                                                                    Proble mi
                                                                                                                                Esercizi (es. equazioni ecc.)
                                                                                                                                strutturati
      Prove orali              Colloqui                                                                                         semistrutturati
                                                                                                                                destrutturati


                                                                                                                                                                                                                                     19
                                                       di processo
                   Chek list di osservazione
 Prove pratiche                                        di prodotto
                      Relazioni tecniche
                                                       di processo
  Performance      Chek list di osservazione
                                                       di prodotto
 in simulazi one
                      Relazioni tecniche

D.7    Modalità di certificazione del percorso formativo

               Qualifica professionale attraverso le procedure individuate dalla Provincia per il
             conseguimento del titolo




                                                                                                     20
              Sez. E – Personale per la realizzazione del progetto

FASE I° ORIENTAMENTO INDIVIDUALE


E.1    Processo di dire zione

Responsabile Equipe di I° livello


E.2    Processo di analisi e definizione dei fabbisogni formativi individuali

Assistente socio educativo ,Equipe di I° livello
Orientatori Centro per l'Impiego

Altro personale coinvolto:

        Nome e cognome                             Funzione svolta              Ore




E.3    Servizio di counselling

Assistente socio educativo Equipe di I° livello

Altro personale coinvolto:

        Nome e cognome                             Funzione svolta              Ore




E.4    Azione di Bilancio di competenze


Assistente socio educativo Equipe di I° livello
Orientatori Centro per l'impiego

Altro personale coinvolto:

        Nome e cognome                             Funzione svolta              Ore




                                                                                      21
E.5    Processi di monitoraggio delle attività e valutazione dei risultati

Equipe di II° livello

Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                            Funzione svolta              Ore




E




FASE II° FORMAZIONE DI BASE

E.1    Processo di dire zione

Responsabile Equipe di I° livello


E.2    Processo di analisi e definizione dei fabbisogni formativi individuali

Equipe di I° livello
Centro per l'Impiego

Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                            Funzione svolta              Ore




E.3    Processo di Progettazione

Agenzie accreditate Inail

Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                            Funzione svolta              Ore




                                                                                      22
E.4 Processo di individuazione agenzie e valutazione progetti

Equipe di I° livello

E.5 Processo di valutazione progetto e attivazione approvazione centrale

Equipe di II° livello
Direzione Centrale Roma


E.6 Processo di attivazione formale del progetto

Equipe di I° livello
Agenzia accreditata Inail


E.7 Processi economico – amministrativi

Agenzia formativa accreditata Inail

Altro personale coinvolto:

          Nome e cognome                            Funzione svolta                Ore




E.8   Processi di erogazione delle attività
Agenzia formativa accreditata Inail

Coordinatore

Tutor
N. ore di impiego       ____________


Personale docente

        Attività/                                               Contenuti/
                          Fascia       Modulo/UFC                                  Ore
      professione                                         Materia d’insegnamento




E.9     Processi di monitoraggio delle attività e valutazione dei risultati

Equipe di I° livello
Equipe di II° livello


                                                                                         23
Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                            Funzione svolta              Ore




E




FASE III° FORMAZIONE SPECIALISTICA

E.1    Processo di dire zione

Responsabile Equipe di I° livello


E.2    Processo di analisi e definizione dei fabbisogni formativi individuali

Equipe di I° livello
Centro per l'Impiego

Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                            Funzione svolta              Ore




E.3    Processo di Progettazione

Agenzie accreditate Inail

Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                            Funzione svolta              Ore




E.4 Processo di individuazione agenzie e valutazione progetti

Equipe di I° livello



                                                                                      24
E.5 Processo di valutazione progetto e attivazione approvazione centrale

Equipe di II° livello
Direzione Centrale Roma


E.6 Processo di attivazione formale del progetto

Equipe di I° livello
Agenzia accreditata Inail


E.7 Processi economico – amministrativi

Agenzia formativa accreditata Inail

Altro personale coinvolto:

          Nome e cognome                            Funzione svolta                Ore




E.8   Processi di erogazione delle attività
Agenzia formativa accreditata Inail

Coordinatore

Tutor
N. ore di impiego       ____________


Personale docente
        Attività/                                               Contenuti/
                          Fascia       Modulo/UFC                                  Ore
      professione                                         Materia d’insegnamento




E.9     Processi di monitoraggio delle attività e valutazione dei risultati

Equipe di I° livello
Equipe di II° livello




                                                                                         25
Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                                Funzione svolta                         Ore




E




E. 10 Processo di certificazione finale della qualifica professionale raggiunta
(secondo le procedure adottate dalla Provincia)
Equipe di I° e II° livello
Centro per l'Impiego
Agenzia accreditata Inail

Altro personale coinvolto:

         Nome e cognome                                Funzione svolta                         Ore




             Sez. F – Locali, strumenti e attrezzature del progetto


F.1    Locali

Le attività formative verranno realizzate all'interno dei locali indicati dalle agenzie formative
accreditate


F.2    Strume nti e attrezzature per lo svolgimento dell’attività

Tutto il materiale già individuato per le attività formative dalle agenzie e quello specifico per la
formazione specialistica.




                                                                                                       26

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:7
posted:10/3/2011
language:Italian
pages:26