Elettrodomestici fuga all'estero. Indesit resiste

Document Sample
Elettrodomestici fuga all'estero. Indesit resiste Powered By Docstoc
					L’ECO DI BERGAMO                                                                                                                                                                                                                                                                              SABATO 3 DICEMBRE 2005        29

                                                                                                 Economia
Elettrodomestici: fuga all’estero. Indesit resiste
         Il caso Donora-Candy è lo specchio di un settore in difficoltà che sceglie la delocalizzazione come strategia
            Nicola Alberta (Fim): sì a un mix equilibrato con innovazione in Italia, no alla transumanza industriale
    Un nuovo assetto indu- presenza sul suo territorio
striale: è quanto cerca di dei nomi più significativi
individuare, in questi me- del settore: da Indesit a
si, l’articolato mondo delle Candy, da Antonio Merlo-
imprese meccaniche spe- ni a Iar Siltal a Whirpool,
                                                                      Fumagalli conferma al prefetto la chiusura
cializzate nella produzione Electrolux, Ocean-Brand                   Silvano Fumagalli, amministra-                                                           nistra della provincia di Bergamo
di elettrodomestici. E che Fagor.                                 tore delegato della Candy, ha con-                                                           propongono che le istituzioni loca-
ha nella vicenda Donora il                                        fermato al prefetto di Bergamo Co-                Lunedì sera a Romano                       li realizzino subito un patto d’azio-
caso più drammatico per I numeri della crisi                      no Federico che non ci sono alter-                 l’assemblea pubblica                      ne per il rilancio produttivo del ter-
l’area bergamasca.                                                native alla chiusura per la Dono-                convocata dal sindacato.                    ritorio». Viene chiesto quindi l’av-
   Una fase evolutiva im-         Il settore mostra però se-      ra di Cortenuova. Nell’incontro con                                                          vio di procedure per promuovere
portante, quella del setto- gni d’affanno. Sono quat-             Fumagalli il prefetto ha espresso                 I Ds chiedono un patto                     a Cortenuova un progetto concer-
re degli elettrodomestici, tordici le aziende che la              le sue preoccupazioni per le situa-              d’azione tra le istituzioni                 tato di reinsediamento produttivo
che si sta giocando utiliz- Fim rileva in crisi (il 19%           zioni dei lavoratorii, aggiungendo                                                           di altre aziende, o nell’area Candy
zando innovazione e delo- del settore): 5.673 addetti             quella, «altrettanto forte», per la ri-             locali per il rilancio                   o nell’area di sviluppo industria-
calizzazione attraverso mix coinvolti (il 39% degli oc-           caduta che la decisione di chiude-               produttivo di Cortenuova                    le sovralocale già prevista dal Pia-
operativi strategici simili, cupati del settore) di cui           re entro giugno lo stabilimento                                                              no territoriale di coordinamento
ma assolutamente diversi. 1.600 (l’11% del settore) a             «possa determinare sulla sicurez-                                                            provinciale.
Soprattutto per gli effetti rischio licenziamento. De-            za e sull’ordinato vivere civile».           cratici di Sinistra, e il capogruppo                «Si tratta - concludono i Ds - di
dell’impatto che tali stra- stinati a salire oltre quota             «Nonostante la esplicita e preci-         Ds in Consiglio provinciale Filippo             definire un progetto di nuovo di-
tegie hanno sui poli indu- 1.800 con l’annunciata                 sa richiesta del prefetto Federico           Simonetti. «Se la proprietà sfug-               stretto produttivo nelle aree a ciò
striali italiani dal punto di chiusura della Donora di            di valutare ogni spazio possibile            ge alle proprie responsabilità ver-             già destinate, con l’impegno delle
vista produttivo-occupa- Cortenuova.                              per poter riaprire un tavolo di in-          so il territorio che l’ha ospitata e la         istituzioni pubbliche, comunale,
zionale.                                                          contro ove esaminare eventuali vie           popolazione che l’ha sostenuta,                 provinciale, regionale e nazionale,
   E che propongono due I nuovi assetti                           per scongiurare la chiusura dello            portando altrove il guadagno co-                alla costruzione di un pacchetto di
modelli comportamentali                                           stabilimento, il dottor Fumagalli            sì accumulato e lasciando qui so-               agevolazioni fiscali, rapido poten-
differenti: l’uno di «transu-     All’interno di un merca-        riconfermato la determinazione già           lo fabbricati abbandonati, le isti-             ziamento delle infrastrutture, for-
manza industriale» con la to che risente in maniera               assunta, escludendo ogni possibi-            tuzioni possono intervenire con                 nitura di servizi efficaci di ausilio
delocalizzazione nei Paesi significativa del rallenta-            lità di dialogo - informa una nota           uno sforzo di efficienza che sappia             all’innovazione, progetto e finan-
dell’Est Europa delle atti- mento dei consumi (l’Anie             della Prefettura -. Al prefetto Cono         superare i limiti e le conflittualità           ziamento delle urbanizzazioni, so-
vità produttive mantenen- - Associazione nazionale                Federico, esprimendo vivo ramma-             locali e proponga un rinnovato de-              stegno ai servizi locali».
do (ma non sempre) in Ita- che riunisce le industrie              rico, non è restato altro che pren-          stino produttivo per la zona - si leg-              Intanto lunedì alle 21 all’Orato-
lia la «testa» dei gruppi; il degli elettrodomestici - sti-       dere atto delle dichiarazioni del            ge nel comunicato dei Ds -. In que-             rio San Filippo Neri in via XXV Set-
secondo di mantenimento ma una crescita della do-                 dottor Fumagalli».                           sta situazione critica, esempio di              tembre a Romano si terrà la prean-
in Italia, con                                 manda nei             Sulla vicenda Donora sono in-             quanto può analogamente accade-                 nunciata assemblea pubblica de-
contestuale                                    mercati del-       tervenuti anche Maurizio Martina,            re domani in altri contesti del no-             dicata alla questione Donora, or-
valorizzazio-        «Il modello che il        l’Unione eu-       segretario provinciale dei Demo-             stro territorio, i Democratici di Si-           ganizzata dai sindacati.
ne, delle at-                                                                                                                                                                                                 L’interno della Indesit di Brembate Sopra: polo del gruppo per le lavatrici a carica dall’alto
tività pro-
                  sindacato promuove è ropea 2,1%
                                               tata al
                                                       limi-

duttive ad         la salvaguardia delle       nel triennio                                                                                                                                                                                     ne gamme valorizzando in                             di contenuto. Anche per-
alto valore
aggiunto
                    nostre imprese e dei       2005-2007,                                       I NUMERI DELL'INDUSTRIA DEGLI ELETTRODOMESTICI                                                                                                  ambito internazionale il                             ché se molto devono fare

trasferendo        nostri lavoratori sotto contro il più
                                               2,9% del
                                                                                                                                                                                                                                                polo produttivo e di ricer-
                                                                                                                                                                                                                                                ca di Varese. E questo, in
                                                                                                                                                                                                                                                                                                     gli imprenditori, dal can-
                                                                                                                                                                                                                                                                                                     to suo il sindacato ha già
nei mercati        lo slogan "Think and 2004) l’in-                          Il settore in Italia                                                 Distribuzione territoriale delle industrie                   L'industria europea              Italia, lo fa una multinazio-                        dato dimostrazione di con-
emergenti              make in Italy"»         dustria ita-           Addetti diretti                             circa 50.000              Piemonte                 5%                                 Italia                            36%   nale straniera...».                                  creta lungimiranza: gli ac-
solo le pro-                                   liana si tro-          Indotto                                    circa 150.000              Lombardia                        38%                        Germania                  19%              Dall’altra parte del fiu-                         cordi integrativi, per esem-
duzioni di                                     va di fronte           Fatturato globale                 circa 9 – 9,5 miliardi              Veneto                     12%                              Europa dell'Est        10%              me, invece, «realtà come                             pio, si basano «su indica-
basso profilo economico. all’ennesima fase di svolta.                 Export                            circa 5,5 – 6 miliardi                                                                          Spagna                 9%               Candy ed Electrolux, che                             tori di efficienza produtti-
                                                                      Import                                                                Trentino Alto Adige      2%                                 Gran Bretagna
                                                                                                        circa 1 – 1,5 miliardi                                                                                                7%
                               Negli anni ’50 il settore si è                                                                                                                                                                                   in questo frangente non ve-                          va in senso lato e non solo
                                                                                                                                 Regione




                                                                      Attivo bilancia comm.                   circa 5 miliardi              Friuli Venezia Giulia    3%                                 Francia              6%
Settore rilevante              retto con la leadership tec-           Consumo apparente                       circa 4 miliardi              Emilia Romagna              13%                             Turchia              6%                 dono altra soluzione che                             di produttività» e qualità in
                               nologica; negli anni ’70, do-                                                                                Toscana                  3%                                 Altri                 7%                buttare a mare i rapporti                            senso lato (prodotto e ser-
   Sono due modelli indu- po la saturazione del mer-                         Aziende che esportano per area                                 Marche                     7%                                                                       consolidati, cercando di in-                         vizio al cliente); «vivace è



                                                                                                                                                                                                                                        Fonte: Fim-Cisl Lombardia
striali a confronto, sui qua- cato, si è rilanciato grazie                                                                                  Abruzzo                  3%                                                                         seguire la politica dei bas-                         stata la contrattazione su-
li lo stesso sindacato ha al design; negli anni ’80-’90               Europa occidentale                                   95%              Altri                       14%                                    Mercati                          si costi all’estero. Ciò sen-                        gli orari» che ha consenti-
preso posizione. Come la ha tenuto rispetto all’im-                   Europa orientale                               67%                    Totale                                       100%                                                   za porsi alcun problema di                           to di «fronteggiare la stagio-
Fim-Cisl Lombardia che ha patto delle operazioni di                   Asia/Africa                            37,7%                          Italia del Nord                         76,4%
                                                                                                                                                                                                        Industrie                               contestualizzazione dei ri-                          nalità di alcuni prodotti e
recentemente analizzato lo concentrazione dato che                                                                                                                                                      che esportano               87%         svolti delle loro scelte sia                         l’andamento ciclico di al-
                                                                      FarEast                               32,8%                           Centro                       16,7%
stato dell’arte di un setto- nell’ultimo decennio i gran-             Sudamerica                           31,1%                            Italia del Sud            6,9%
                                                                                                                                                                                                        Industrie                               sul territorio locale, sia sul-                      tri».
re rilevante per il nostro di produttori in Europa so-                Usa/Canada                           29,5%                                                                                        che non esportano 13%                   le prospettive che comun-                               Un modo costruttivo per
                                                                                                                                            Totale                                       100%
tessuto industriale. Basti no scesi da 45 a 9. Oggi,                                                                                                                                                                                            que queste scelte avranno                            sostenere la contrarietà ri-
pensare che sono circa 50 con la palese globalizzazio-                    Il settore in Lombardia                                                                                                                                               anche in futuro».                                    spetto «alla linea dell’im-
mila gli addetti diretti del- ne dei mercati, oltre alla                                      Il settore                       I numeri della crisi                         Cig ordinaria          Cig straordinaria              Mobilità         Per il numero uno della                           prenditoria senza fabbrica;
l’industria italiana degli strada dell’innovazione l’in-                                                                                                  Esuberi                                                                               Fim-Cisl Lombardia, «c’è                             del prevalere della rendi-
                                                                    Territorio           Aziende      Addetti          Aziende   Addetti coinvolti      denunciati      Aziende     Lavoratori    Aziende Lavoratori        Aziende Lavoratori
elettrodomestici, con circa dustria punta al processo                                                                                                                                                                                           modo e modo di fare l’im-                            ta sull’impegno industria-
150 mila occupati nell’in- di delocalizzazione. Un pro-             BERGAMO                 8         1.335               1           446                  185             2           40            1         446              -          -    prenditore: c’è chi investe                          le; alla transumanza indu-
dotto, e che il fatturato del cesso, quest’ultimo, che              BRIANZA                 9          2.880              -              -                   -             1           45            -            -             -           -   in ricerca e qualità e chi, al                       striale». Per Nicola Alberta,
«sistema» si attesta sui 9,5 corre sul filo del rasoio: da          LEGNANO/MAG.            7          1.514              1            540                 390             2          563            1           98             -           -   contrario, corre dietro ai                           infatti, è inaccettabile la
miliardi di euro, con circa una parte la delocalizzazio-            VARESE                 16          4.118              3          3.501                 677             -            -            1         1.300            3         457   Paesi a più basso costo:                             politica del «mordi e fuggi»,
6 miliardi derivanti dall’ex- ne è un’opportunità per lo            ALTRE PROV.            35          4.681              9          1.186                 355             4           76            2          710             8         176   magari andando in Repub-                             con aziende e grandi grup-
                                                                    Totale                 75         14.528             14          5.673                 1607            9          724            5         2.554           11         633
port. Sono numeri da «po- sviluppo dell’impresa in un                                                                                                                                                                                           blica Ceca e pagando i la-                           pi «al costante inseguimen-
tenza» continentale. E co- processo evolutivo avanza-                                                                                                                                                                                           voratori locali ancor meno                           to della catena del valore
sì è tuttora, visto che l’I- to che punti ad una ridefi-        Paesi dell’Est dove si evi- ce di rigenerarsi per poter ne dei prodotti, affidabilità specifico fare industria de- Whirpool, in presenza di rispetto alla media stessa                                                               con le ristrutturazioni, le
talia in questo settore van- nizione dei ruoli produtti-        denzia oggi il vantaggio dei mantenere la leadership e sostenibilità degli stessi, gli elettrodomestici, è an- un mercato che evolve si è di quei luoghi».                                                                           chiusure, le delocalizzazio-
ta la leadership europea vi e strategici delle fabbri-          minori costi.                          europea in questo settore, quanto in formazione e va- cora possibile: anche in deciso di valorizzare i rap-                                                                                   ni, ovvero spostando capi-
con una quota di produzio- che italiane sia in termi-                                                  pensando ad estendere la lorizzazione delle professio- Lombardia. Gli esempi? Ci porti consolidati e creati Le strategie Fim                                                                  tali dove i profitti son più
ne continentale nel setto- ne di produzione sia di ri-          Gli scenari                            presenza all’est, non solo nalità e delle competenze sono e sono attuali.                                    nel tempo. Anche dal pun-                                                        remunerativi». Lasciando,
re dei «grandi apparecchi» cerca e innovazione. Dal-                                                   in funzione di risparmio dei lavoratori».                                   «Indesit - indica Nicola to di vista sindacale. Inde-           E allora, in questo con-                          di conseguenza, «sul terri-
pari al 36%.                   l’altra la delocalizzazione è       Questo è un equilibrio sui costi, ma come strate-                                                            Alberta - cresce in presen- sit, per esempio, ad Alba- testo delicato, la scelta del-                                torio tutti i problemi della
   In questo contesto la vista come mera strategia              che la Fim-Cisl ha indica- gia di una solida interna- «Buona» impresa                                           za e prospettive». A Brem- cina ha riconvertito i suoi la Fim e del sindacato in                                     deindustrializzazione e del-
Lombardia rappresenta il di difesa rispetto agli attac-         to come assolutamente de- zionalizzazione». Per far
cuore pulsante dell’intero chi della concorrenza in-            licato. «La nostra industria, questo è necessario «ripen-
                                                                                                                                                                                               ad esempio, il
                                                                                                                                           «Cattiva» impresa bate Sopra,fa capo a Vitto- impianti specializzandoli generale è quella disul loro
                                                                                                                                                                                gruppo che                          sulle produzioni del setto- re gli imprenditori
                                                                                                                                                                                                                                                                        «sfida-                      la disoccupazione». Per la
                                                                                                                                                                                                                                                                                                     Fim, in pratica, lo slogan -
settore nazionale. Qui c’è ternazionale con una ride-           quella insediata nei nostri sare e rilanciare qualità e                       Politiche importanti e rio Merloni ha deciso di re "cottura". Con Whirpool, terreno: richiamando l’im-                                                 che ha ancora valore - de-
la più alta concentrazione finizione delle basi su cui          territori - sostiene Nicola composizione degli investi- impegnative, ma che se concentrare il suo polo eu- invece, pur in presenza di presa al vero ruolo che                                                                        ve essere «Think and make
di industrie: 75 aziende (il poggia il modello di strut-        Alberta, segretario regio- menti: quanto in ricerca adottate e gestite in manie- ropeo per la produzione di piani di riduzione di orga- questa ha rispetto al terri-                                                                 in Italy»: progettare e pro-
38% nazionale) con oltre tura industriale: la «testa»           nale della Fim-Cisl Lom- sui materiali e sulle solu- ra corretta dimostrano che lavatrici a carica dall’alto. nici sul settore frigo si è torio in cui è insediata».                                                                 durre in Italia.
14.500 addetti. E con la in Italia; le «braccia» nei            bardia -, deve essere capa- zioni, quanto in innovazio- fare industria, e nel caso «Qui, come nel caso di scelto di rilanciare su alcu- Non sfide di principio, ma                                                                            Paolo Perucchini


  Il gruppo Sopaf prepara                                                L’organismo si è costituito due mesi fa. Il coordinatore Giovanbattista Testolin: «Sbagliato continuare su una produzione vecchia di trent’anni»

     l’offerta per la Sadi                                      La Consulta economica della Lega Nord punta il dito contro le Pmi «pigre»
    Sopaf, attraverso l’in-     da Sadi e da Servizi Indu-          Nata poco più di due                                                   re dalle parole ai fatti. La    forbice tra andamento del-                                                               salariali. Si sono spesso        loro». Bacchette magiche
teramente controllata Ida,      striali, la controllata atti-   mesi fa, la Consulta eco-                                                  Consulta economica della        l’economia mondiale e no-          «Le piccole imprese                                   distratte da ciò che conta:      non ci sono. «Riteniamo
ha confermato l’intenzio-       va nelle bonifiche ambien-      nomica della Lega Nord                                                     Lega Nord vuole collabo-        stre Pmi si manterrà, «ci               investono in                                     prodotto, servizio, produt-      comunque - aggiunge Te-
ne del lancio di un’Opa         tali di Green Holding.          bergamasca vuole dare il                                                   rare con le istituzioni, con    troveremo ad affrontare                                                                  tività, qualità, mercati. Do-    stolin - che non sia com-
(Offerta pubblica d’acqui-         Nella sua nota, Sadi         proprio contributo per ca-                                                 proposte di legge e con         gravi problemi sociali».              innovazione un                                     po di che hanno dato la          pito dello Stato fare da
sto) volontaria sulle azio-     spiega che le parti «hanno      pire l’attuale situazione                                                  specifici progetti-pilota con      L’esponente leghista              quarto delle loro                                   colpa della crisi ai "concor-    "carro attrezzi" per quella
ni ordinarie di Sadi al         individuato, sempre in via      dell’economia locale e far                                                 aziende selezionate». Gli       opera quindi una distin-                                                                 renti sleali" cinesi o est eu-   parte di piccole imprese
prezzo unitario di 1,80 eu-     non vincolante, la fusione      crescere il nostro tessuto                                                 interessati possono rivol-      zione netta tra le piccole          omologhe inglesi».                                   ropei, salvo poi magari          che è mentalmente pigra,
ro. L’obiettivo è stato riba-   tra Sadi e Servizi Indu-        produttivo. Il nuovo orga-                                                 gersi a questa e-mail:          imprese «che hanno sapu-           L’obiettivo è aiutare                                 chiudere qui, scaricare          che vorrebbe continuare a
dito in una nota a seguito      striali quale modalità pre-     nismo, per ora, è compo-                                                   «consulta@leganordecono-        to cogliere le sfide e svilup-         le aziende che                                    sulla collettività il costo      fare le cose come ieri an-
di un comunicato emesso         feribile per dare attuazio-     sto da sei persone: Gio-                                                   mia.org».                       pare strategie adeguate al                                                               della cassa integrazione,        che oggi e domani, che
da Sadi, società attiva nel     ne alla suddetta integra-       vanbattista Testolin (coor-                                                   «Dai dati Istat e Camera     nuovo contesto mantenen-             accettano la sfida                                  far produrre in Cina a un        preferisce investire fuori
campo delle bonifiche am-       zione». In caso di esito po-    dinatore), il deputato Ser-                                                di commercio - spiega Te-       do il ruolo» e quelle che in-      della globalizzazione                                 decimo del costo e riven-        dall’azienda, o che ha già
bientali, riguardo alla fir-    sitivo delle trattative viene   gio Rossi, il consigliere re-         Giovanbattista Testolin              stolin - emerge che fino al     vece «sembrano non sen-                                                                  dere qui ai prezzi di pri-       deciso che il suo obietti-
ma di una lettera d’inten-      ipotizzato che l’operazio-      gionale Giosuè Frosio, il                                                  1996 la produzione berga-       tire questo privilegio». Ed                                                              ma».                             vo è portare a casa il più
ti non vincolante con           ne di integrazione possa        consigliere comunale di           sentiamo dire che la pro-                masca è cresciuta più ve-       è proprio su queste ultime       sul successo comune e si                                   Per questo la Lega vuo-       possibile prima di chiude-
Green Holding. In questa        avere avvio nel corso del       Bergamo Guglielmo Re-             duzione di ricchezza rista-              locemente del Pil mondia-       che si sofferma Testolin:        continua a fare attività ele-                           le studiare progetti di col-     re».
intesa sono previste trat-      primo semestre del 2006.        dondi, Angela Alborghet-          gna o diminuisce, che per                le; dal 1997 al 2000 è cre-     «Hanno continuato a pun-         mentari, esposte alla con-                              laborazione tra piccole im-         «Le statistiche - conclu-
tative in esclusiva tra Sa-        Sopaf da parte sua ha        ti e Antonio Marforio. Ma,        competere ci vogliono in-                sciuta in media allo stes-      tare sulla produzione che        correnza, cercando solo di                              prese, associazioni e isti-      de Testolin - vedono l’Ita-
di e Green Holding (grup-       confermato l’intenzione di      ovviamente, punta a coin-         novazione, modernizzazio-                so ritmo; e dal 2001 in         trent’anni fa era tutto ma       abbassarne il costo. Han-                               tuzioni: «per aiutare gli im-    lia all’ultimo posto nella
po milanese al quale fan-       dar corso all’offerta volon-    volgere altri addetti ed          ne, coraggio e capacità. Ma              avanti si è aperta una for-     che oggi è solo una parte        no puntato sui bassi costi                              prenditori che accettano         graduatoria dei paesi in-
no capo in Bergamasca la        taria su Sadi anche indi-       esperti del comparto eco-         vediamo anche che solo                   bice tra Pil mondiale che       del valore richiesto dal         invece che sulla qualità to-                            la sfida a seguire dei per-      dustriali. E non è un caso
Noyengineering e la Rea di      pendentemente dall’esito        nomico.                           una parte del sistema eco-               cresce e produzione ber-        mercato. Hanno puntato           tale e sulla professionalità:                           corsi solidi, riducendo i ri-    che le piccole imprese ita-
Dalmine) per valutare la        delle trattative annuncia-         «Da un po’ di anni -           nomico segue queste indi-                gamasca che stagna e de-        sulla precarietà: così si in-    in diverse aree industriali                             schi e trovando nuove vie        liane italiane investano in
fattibilità di un’integrazio-   te da Sadi con Green Hol-       spiega Testolin, 45 anni,         cazioni. Per questo pensia-              cresce».                        veste poco sullo sviluppo        si vedono moltissimi im-                                per crescere e prosperare        innovazione un quarto del-
ne delle attività condotte      ding.                           consulente aziendale -            mo che sia ora di passa-                    Per Testolin, se questa      di competenze elevate e          migrati pagati ai minimi                                assieme a chi lavora con         le loro omologhe inglesi».

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:40
posted:8/26/2011
language:Italian
pages:1