Un viaggio in mare Uomo e ambiente

Document Sample
Un viaggio in mare Uomo e ambiente Powered By Docstoc
					MODULO “MARE NOSTRUM”

      Un viaggio in mare
      Uomo e ambiente

Genitori ed alunni delle scuole medie
del territorio hanno partecipato ad una
giornata dedicata all’Orientamento
presso l’Istituto Superiore di Bacoli.
L’accoglienza è stata affidata agli
alunni delle classi II D e II L del liceo
scientifico che hanno condotto gli
“aspiranti liceali” nei vari laboratori
dell’Istituto ed hanno mostrato lavori
svolti nell’ambito dei percorsi di
approfondimento del Progetto Scuole
Aperte.
I lavori sono stati coordinati dalle
proff.sse Matilde Iaccarino,Funzione
Strumentale        per l’Orientamento,
Giovanna Russo,Funzione Strumentale
per i Rapporti con Istituzioni ed Enti
esterni
Giornata di Orientamento e Presentazione dei
Lavori di Scuole Aperte




Laboratorio multimediale                       LABORATORIO “MARE NOSTRUM:CROCE E DELIZIA”
Note del percorso di approfondimento “ Uomo – Ambiente”
«Nessun golfo al mondo è splendido come quello di Baia» scriveva Orazio nel I
secolo a.C., quando quella piccola insenatura con sorgenti d´acqua calda e vapori
solforosi ospitava grandiose ville "di delizia" per la villeggiatura degli imperatori.
   Sotto il mare strade, ville, impianti termali e portuali e opere d'arte, nonostante i disastri
naturali e i saccheggi secolari. I ruderi numerosi, disseminati lungo le strade o nelle
campagne , che spariscono nel mare, rappresentano i tasselli di un mosaico d'enigmi mai
risolti e che impegnano l'esperienza di tanti archeologi, ambiziosi di dare un nome a quei
resti di una città, che fu magnifica e famosa, movimentata e sfolgorante di marmi.
   Negli ultimi cinque decenni i tesori sommersi sono stati purtroppo vittima dell'archeologia
abusiva e soprattutto delle ancore pesanti delle navi ormeggiate nel porto. Così è stata
distrutta una parte delle colonne, dei muri e dei mosaici. I resti tuttavia sono ancora
interessantissimi e unici per l'intero Mediterraneo.
Alunni delle classi I D e II D del liceo scientifico




Note del percorso di approfondimento “Un viaggio in mare”

IL MITO
Nell’Odissea il mare è un luogo di caos che impedisce a Ulisse di tornare a casa; esso
conta solo come accumulo di tappe, di divagazioni, di enorme pericolo, di naufragi
continui.
 Il mare è lo spazio aperto delle sue avventure, il grande specchio della sua disperazione.
Dal mare vengono tutti i pericoli, ma anche tutte le possibilità di conoscenza.
Esso è terribile, ma al tempo stesso meraviglioso, poiché insidia la vita ma nello stesso
momento la può rimettere in gioco. Il mare rimescola le carte della vita, le confonde, ma
consente anche nuove e ricche combinazioni.
 Il lungo viaggio di Ulisse è il viaggio dell'Occidente, il suo irrequieto peregrinare attraverso
il tempo e lo spazio ai confini della vita e della morte.
Per Ulisse il mare è l’orizzonte, la voglia di conoscenza, la voglia di viaggiare,di andare, di
conoscere e soprattutto la voglia di sapere.
Alunni della classe II L del liceo scientifico