“L'ALBERO DELLA VITA”

Document Sample
“L'ALBERO DELLA VITA” Powered By Docstoc
					                             “L’ALBERO DELLA VITA”
                      al Circolo Didattico "Don Lorenzo Milani”
VILLA LITERNO (Caserta). Nella sala
convegni del Circolo Didattico “Don
Lorenzo Milani” è stato presentato, il 20
novembre, il progetto “Scuole Aperte”,
promosso dalla Direzione Didattica in
partenariato con il Comune di Villa
Literno e il Consorzio Agape, che
riunisce        quattro     cooperative             sociali:
Mediterraneo, Eco, Arkimedia e Punto
H.      Hanno        introdotto         i       lavori     la
coordinatrice              del       Progetto,           ins.
Franca          Pirozzi      e       Nicola         Griffo,
anch’egli docente della scuola, ma
presente al convegno anche nella veste
di assessore alla Pubblica Istruzione e
di moderatore del convegno. Davanti ad
una      platea      composta           da        bambini,
genitori,           nonni,             rappresentanti
istituzionali e delle forze dell’ordine,
(presenti in platea il Comandante della                         Porticato della scuola primaria “Gianni Rodari” : bambini in festa; in primo
                                                                piano, campeggia il banner di “ScuoleAperte”
locale      Stazione             dei            Carabinieri
Giovanni          Russo          e     della        Polizia
Municipale         Tammaro             Ucciero),           il
dirigente scolastico Dott. Pasquale di
Pasqua ha illustrato gli obiettivi e le
linee guida del progetto che, nel Circolo
Didattico “Don Lorenzo Milani, abbina
allo slogan regionale (“scuole aperte,
aperte      a     tutti,    aperte          a    tutto”)   il
riferimento all’Albero della vita, inserito
anche nel logo. L’immagine simbolica
dell’albero della vita (che si intravvede
da una porta aperta, come nel logo
della     meritoria         iniziativa          regionale)
scelta      per       rappresentare                l’azione
sinergica dei soggetti in rete, suggerisce
-come ha chiarito il dirigente scolastico
Pasquale di Pasqua- il senso del potere
potenziale contenuto nel piccolo seme,
che, quale emblema di vita, se nutrito
può trasformarsi in una frondosa pianta,
fare fiori e donare frutti.
L’albero racconta, infine, con il suo
costante attraversare le stagioni, il
significato evolutivo e germinale del
cambiamento, quale valore fondante di
tutti i processi di crescita umana,
culturale    e    civile    che       una    scuola
“aperta” è in grado di motivare e
favorire.
Fino a Giugno, saranno attivati 7 moduli
(Metamorphosis,        Teatro,         Mediazione
Culturale, Mi ritorni in mente, Con…tatto
a scuola, Trinity, Costruiamo la pigotta)
durante i quali, nelle ore pomeridiane,
alunni e genitori sono chiamati a
partecipare,      come          ha   spiegato     la
rappresentante Agape, Prof. ssa Sofia
Flauto.
La scelta del 20 novembre per la
presentazione del progetto non è stata
casuale.         Da    Gaetano              Rivezzi,
responsabile provinciale del progetto
Unicef “Ospedali amici dei bambini”, è
stata, infatti, sottolineato che la data
scelta coincide con la ricorrenza della
Giornata mondiale dell’Infanzia; per
questo ha ringraziato la suola, anche
per aver voluto, peraltro, abbinare uno
dei moduli (“Costruiamo la Pigotta”) ai
progetti Unicef.
Sono        seguiti,       in        chiusura,     i
ringraziamenti del dirigente scolastico al
personale della scuola e alle docenti
dello Staff e un simpatico e significativo
canto dei bambini della scuola primaria,
sulle note della famosa canzone “Non
siamo soli”, di Eros Ramazzotti e Ricky
Martin, mentre sullo schermo scorreva il               “L’Albero della Vita” in “SCUOLEAPERTE” : il logo adottato
                                                       dalla scuola
testo del brano musicale.