1 Associazione “ILLUSION COMIQUE” per “PROGETTO SCUOLE APERTE

Document Sample
1 Associazione “ILLUSION COMIQUE” per “PROGETTO SCUOLE APERTE Powered By Docstoc
					Associazione“Illusion Comique”
Sede legale Via Bosco di Capodimonte,22
80131 – Napoli
C.F.: 94191970634

 Associazione “ILLUSION COMIQUE” per “PROGETTO SCUOLE APERTE” (2007/2008)

Nell’ambito del progetto “Scuole Aperte” per l’anno scolastico 2007/2008 e nell’ottica di una
sensibilizzazione culturale che tenda a proporre l’espressione teatrale quale centro pulsante e
propositivo di osservazione e confronto in merito a tematiche socialmente rilevanti,
l’associazione “Illusion Comique”, si rende disponibile per un progetto che prevede:

    •   UNA INIZIATIVA LABORATORIALE da strutturare negli spazi della scuola ospitante e
        che sia aperta al territorio nel quale essa opera, e che abbia quindi come destinatari sia gli
        alunni interni alla scuola stessa sia alunni esterni, nonchè loro familiari,
        extracomunitari, disabili, e soggetti a rischio. L’obiettivo fondante di tale laboratorio è
        quello di lavorare per un progetto, la creazione di uno spettacolo teatrale appunto, che
        concretizzi il concetto di accoglienza e di socializzazione, proprio attraverso la cooperazione
        per la creazione di un progetto comune che relazioni diversità’ sociali, culturali e
        generazionali che difficilmente trovano possibilità di confronto reale.

IL LABORATORIO SARÀ ARTICOLATO IN TRE FASI:

    1   Laboratorio espressione teatrale finalizzato alla messinscena di un testo originale composto dagli
        stessi partecipanti-scrittori.
    2   Laboratorio di scrittura- drammaturgia finalizzato alla stesura di un testo originale da mettere in
        scena: i partecipanti al laboratorio saranno protagonisti di tutto l’ iter che porta alla costruzione dello
        spettacolo teatrale a partire dal primo embrione creativo (l’idea testo): I testi teatrali saranno scritti
        dunque all’interno degli stessi laboratori, le tematiche affrontate saranno sensibili alle specificità e
        peculiarità del territorio ospitante ed alle sue esigenze, con particolare attenzione ai temi
        dell’accoglienza e della legalità. I partecipanti, guidati da un tutor, si confronteranno attraverso
        discussioni ed esercitazioni, al fine di isolare una “Idea-Soggetto” che verra quindi poi sviluppata in
        sceneggiatura ed infine corredata da dialoghi per la creazione di uno spettacolo originale .
    3   Realizzazione dello spettacolo derivante dalle attività di cui i punti 1 e 2 cui sia data una
        opportunità di effettiva visibilità sul territorio attraverso: comunicazione dell’iniziativa a reti
        televisive e quotidiani, ad altre scuole del Distretto, distribuzione di locandine e volantini
        informativi, invito esteso ai rappresentanti della Pubblica Amministrazione, Autorità locali, Docenti
        di altre scuole etc.
        Lo spettacolo e le varie fasi della costruzione dello stesso saranno filmate e rese dunque disponibili
        per altre scuole o strutture.

La finalità generale del laboratorio proposto è quella di intraprendere con umiltà una strada di
riflessione sui problemi della comunicazione e sulle preziose valenze del “lavorare insieme”.
Lavorare, pensare, riflettere e produrre per raggiungere obiettivi condivisi nel rispetto delle
specificità e delle diversità: è un’esperienza che introduce i giovani alla vita sociale nei suoi
molteplici aspetti e stimola la convinzione che i buoni risultati sono sempre frutto della
determinazione realizzata di un gruppo di persone coerenti nella loro diversità.
                                                                                                                 1
   •   LA VISIONE DI SPETTACOLI TEATRALI GIÀ IN ESSERE, che trattano tematiche
       sociali della medesima rilevanza sociale.
       La visione di tali spettacoli può essere affiancata alla costruzione del suddetto laboratorio in
       quanto rafforzativo dello stesso: il fine è quello di suscitare l’interesse e la partecipazione e
       di innescare il confronto e il dibattito, nonché di porsi come riferimento per lo spettacolo
       teatrale che i partecipanti stanno costruendo.

GLI SPETTACOLI DI CUI SI PROPONE LA VISIONE ALLE SCUOLE SONO:

   1   “LA CAMORRA SONO IO” di Roberto Russo.
       Teatro nel teatro con doppio finale a sorpresa sul tema dell’illegalità, della connivenza e
       dell’indifferenza della società civile. Il confronto fra due Napoli tanto diverse ma, in fondo,
       anche pericolosamente simili.


   2   “IL GRANDE CIRILLO” di Roberto Russo.
       La grande storia della nascita della Repubblica Napoletana del 1799 vista con gli occhi di
       “poveri cristi”, musicisti che si barcamenano per sopravvivere come vasi di coccio fra vasi
       di ferro.




Per la realizzazione del progetto l’associazione “Illusion Comique” si avvale:

Per il laboratorio teatrale: l’attore-regista Agostino Chiummariello attore professionista dal
1984; collabora in teatro con registi quali: Gleijeses, Santella, Angiulli, Capuano, Cerciello; al
cinema con registi: Capuano, Martone, Sorrentino, Fiume; e coordinatore da quindici anni di
laboratori svolti nelle scuole di ogni ordine e grado.
Contatti: a.chiummariello@inwind.it – cell.3384194487


Per il laboratorio di scrittura drammaturgica: lo scrittore dott. Roberto Russo:
Vincitore di vari e prestigiosi premi nazionali di drammaturgia fra i quali uno bandito dal Piccolo
Teatro di Milano, direttore artistico di networks radiofonici, è attento ai fenomeni sociali e
all’indagine psicologica sui personaggi.
Contatti: robertoscriptor@libero.it - 333 9150484 - www.roberto-russo.com




                                                                                                      2