Studenti di Torregaveta ambasciatori dei siti reali by rockstarhigh

VIEWS: 19 PAGES: 1

									IL MATTINO 04/05/2009

Studenti di Torregaveta ambasciatori dei siti reali

PATRIZIA CAPUANO Bacoli. «Ambasciatori dei siti reali». Il prestigioso riconoscimento è stato
assegnato, nella Sala della Loggia del Maschio Angioino, ai ragazzi dell’istituto superiore di
Torregaveta che hanno preso parte al progetto pilota «Scuole in rete. Insieme per i siti reali»
nell’ambito del programma regionale «Scuole Aperte». A ricevere una medaglia d’argento e la
nomina del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, altri tre istituti scelti con un concorso
di idee dall’associazione «Siti Reali–Residenze borboniche»: l’Istituto tecnico commerciale di
Sparanise in provincia di Caserta, l’Istituto professionale Giovanni Caselli di Napoli e l’Itis Adriano
Tilgher di Ercolano. «Il piano si è proposto di coinvolgere gli studenti nella realizzazione di una
rete territoriale permanente – affermano le insegnanti referenti Giovanna Russo e Olga Schiano Lo
Moriello - lo scopo è quello di compiere attività dedicate al patrimonio culturale dei siti reali e volte
allo sviluppo del territorio, con unocchio particolare per la storia dei Campi Flegrei». Gli studenti
avranno il compito di promuovere i beni monumentali attraverso iniziative culturali e, soprattutto,
grazie ad un piano di tutela e valorizzazione della rete di siti borbonici, soprattutto quelli che si
trovano nelle province di Napoli e Caserta. A Bacoli, il progetto dell’Istituto superiore con la
preside Patrizia Iaccarino si pone nell’ottica di salvaguardia del complesso vanvitelliano del Fusaro,
dove è in fase di conclusione un intervento di restauro da dieci milioni di euro con fondi
Programma operativo regionale (Por) 2000-2006, che prevede anche la costruzione a cura della
Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici di una pista ciclabile lungo il perimetro del
lago Fusaro per un costo di cinque milioni di euro. Intanto, il programma di tutela delle residenze
borboniche intrapreso dalle scuole è nato nell'ambito delle attività del Distretto culturale dei Siti
Reali, grazie al sostegno dell'assessorato regionale alla Formazione, Istruzione e Lavoro. Ed è stato
realizzato con il patrocinio di ministero Istruzione, università e ricerca - direzione regionale
Campania, ministero per i Beni e le attività culturali, Provincia, Città di Caserta, Ercolano, Bacoli e
Portici, Azienda napoletana mobilità (Anm), Circumvesuviana e consolato generale del Venezuela a
Napoli.

								
To top