Ccnl Ceramica (Confindustria) il Fondo Foncer by welikeike

VIEWS: 287 PAGES: 3

									                             Guida al Lavoro                                      PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR
                             IL SOLE 24 ORE                                                               Tabelle



Ccnl Ceramica (Confindustria):
il Fondo Foncer
Giovanni Munarini Consulente presso Bruni, Marino & C. Srl



 Foncer è il Fondo pensione complementare per i lavoratori dipendenti del settore ceramico e dei materiali
 refrattari.


                              Sede legale: Via Mazzini n. 329, 41049 Sassuolo (MO)
 Recapiti




                              Telefono: 0536-980420
   utili




                              Fax: 0536-980421
                              E-mail: info@foncer.it
                              Sito web: www.foncer.it


                              Possono iscriversi a Foncer i dipendenti (operai, qualifiche speciali, impiegati e quadri)
 possono iscriversi




                              di aziende e di cooperative di produzione e lavoro, con rapporto di lavoro a tempo
                              indeterminato, non in prova, cui si applica il Ccnl dell’industria delle piastrelle di ceramica
   Soggetti che




                              e di materiali refrattari.
                              Oltre ai dipendenti con contratto a tempo indeterminato, possono aderire al Fondo
                              anche i lavoratori (non in prova) con contratto di formazione e lavoro, contratto di
                              apprendistato e contratto a tempo determinato, di durata continuativa superiore a sei
                              mesi.
                              Possono inoltre aderire i dipendenti delle associazioni sindacali dei lavoratori e dei datori
                              di lavoro, firmatarie del Ccnl di cui sopra.


                               L’adesione a Foncer può avvenire o in modo espresso, compilando cioè il modulo di
      Modalità di adesione




                               adesione, che può essere reperito nel sito del Fondo, e la cui compilazione deve essere
                               preceduta dalla consegna dello Statuto e della Nota informativa, ovvero tramite silenzio
                               - assenso: se il dipendente di un’azienda che applica il Ccnl di cui sopra non comunica
                               in modo espresso al datore di lavoro di voler conservare il proprio trattamento di fine
                               rapporto (e, evidentemente, se non decide di aderire ad una forma di previdenza
                               complementare firmando il relativo modulo di adesione) entro il 30 giugno 2007 (o entro
                               6 mesi dall’assunzione, se successiva al 1° gennaio 2007) il Tfr viene versato a Foncer,
                               e determina l’iscrizione automatica del dipendente al Fondo.
                               All’atto dell’adesione è dovuta una quota una tantum di 16 euro, di cui 4 euro a carico
                               dell’aderente e 12 euro a carico dell’azienda.


                              Foncer è finanziato tramite:

                                                      1,40% della retribuzione utile ai fini del calcolo Tfr; in base
      Contribuzione




                                                                                                                                N. 24 - 8 giugno 2007




                                                      all’ultimo rinnovo contrattuale, a partire dal 1° gennaio 2008
                                 Contributo azienda
                                                      l’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro verrà però
                                                      portata all’1,60%.
                                Contributo lavoratore 1,40% della retribuzione utile ai fini del calcolo Tfr.
                                                      A scelta del dipendente: 33%, 66% o 100%, (per gli assunti
                                         Tfr          entro il 28/04/93); 100% della quota maturata nell’anno (per i
                                                      lavoratori di prima occupazione successiva al 28.4.1993).

                                                                                                                                15
     PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR                                                                             Guida al Lavoro
     Tabelle                                                                                                             IL SOLE 24 ORE




                                           I contributi sono versati con periodicità mensile a decorrere dal primo mese successivo
                                           all’adesione. In caso di adesione tramite silenzio – assenso, viene versato in ogni caso il
                                           100% del Tfr; il dipendente non è invece tenuto al versamento del contributo a proprio
                                           carico (a meno che non chieda esplicitamente di iniziare a versarlo); tuttavia, al mancato
                                           versamento del contributo da parte del lavoratore corrisponde il mancato versamento
                                           del contributo a carico dell’azienda.

                                           L’aderente può chiedere la prestazione pensionistica al momento della maturazione dei
                                           requisiti di accesso alle prestazioni stabiliti nel regime obbligatorio di appartenenza del-
                                           l’aderente (nel caso di lavoratori dipendenti, il riferimento è alla pensione Inps), con almeno
                                           cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari.
                                           L’aderente ha però la facoltà di richiedere che le prestazioni siano erogate con un anticipo
                           Prestazioni




                                           massimo di cinque anni rispetto ai requisiti per l’accesso alle prestazioni nel regime
                                           obbligatorio di appartenenza in caso di cessazione dell’attività lavorativa che comporti
                                           l’inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 48 mesi o in caso di invalidità
                                           permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo.
                                           L’aderente può richiedere che una parte non superiore al 50% del totale del montante
                                           maturato venga erogato come capitale; la parte restante del montante deve essere conver-
                                           tito in rendita periodica. Questa condizione non opera, per cui è possibile percepire l’intera
                                           prestazione in forma di capitale, qualora convertendo il 70% del montante si ottenga una
                                           rendita inferiore al 50% dell’assegno sociale (ossia, per il 2007, a 2.530,84 euro annui).

                                           Dal 1° agosto 2005 gli aderenti a Foncer beneficiano di una copertura assicurativa
                                           accessoria rispetto alle altre prestazioni previste dal Fondo pensione, realizzata tramite
                                           una polizza stipulata con una Compagnia di assicurazioni (Assicurazioni Generali).
                        Prestazioni
                        accessorie




                                           Questa polizza prevede che, in caso di morte o invalidità permanente di almeno i 2/3 che
                                           comporti la cessazione del rapporto di lavoro, il lavoratore o i suoi eredi percepiscano un
                                           importo pari all’8% della retribuzione annua utile al calcolo del Tfr moltiplicato per il
                                           numero di anni mancanti al raggiungimento del 60° anno di età.
                                           La copertura è gratuita per gli aderenti in quanto viene finanziata tramite una parte del
                                           contributo aggiuntivo a carico dell’impresa, pari allo 0,20% della retribuzione utile al
                                           calcolo del Tfr, introdotto dal Ccnl siglato l’8 ottobre 2004.

                                           Anche prima del pensionamento l’aderente può conseguire un’anticipazione della posizione
                                           individuale maturata: 1) in qualsiasi momento, per un importo non superiore al 75%, per
                           Anticipazioni




                                           spese sanitarie conseguenti a situazioni gravissime attinenti a sé, al coniuge o ai figli, per
                                           terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche; 2) decorsi 8
                                           anni di iscrizione, per un importo non superiore al 75%, per l’acquisto della prima casa di
                                           abitazione per sé o per i figli o per la realizzazione, sulla prima casa di abitazione, degli
                                           interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di restauro e di risanamento conservati-
                                           vo, di ristrutturazione edilizia, di cui alle lettere a), b), c) e d) del comma 1, dell’art. 3 del
                                           decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380; 3) decorsi 8 anni di iscrizio-
                                           ne, per un importo non superiore al 30%, per la soddisfazione di ulteriori sue esigenze.

                                           In caso di perdita dei requisiti di partecipazione a Foncer (ossia, quando il dipendente cessa
                                           l’attività presso l’azienda che applica uno dei Ccnl di cui sopra), l’aderente può chiedere di: 1)
                                           trasferire la posizione individuale maturata ad altra forma pensionistica complementare alla
                                           quale acceda in relazione alla nuova attività lavorativa; 2) riscattare il 50% della posizione
                        Trasferimenti
N. 24 - 8 giugno 2007




                                           individuale maturata, in caso di cessazione dell’attività lavorativa che comporti l’inoccupazio-
                          e riscatti




                                           ne per un periodo di tempo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 48 mesi ovvero in caso
                                           di ricorso da parte del datore di lavoro a procedure di mobilità, cassa integrazione guadagni
                                           ordinaria o straordinaria; 3) riscattare l’intera posizione individuale maturata in caso di invali-
                                           dità permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo o a
                                           seguito di cessazione dell’attività lavorativa che comporti l’inoccupazione per un periodo di
                                           tempo superiore a 48 mesi; il riscatto non è tuttavia consentito ove tali eventi si verifichino nel
                                           quinquennio precedente la maturazione dei requisiti di accesso alle prestazioni pensionisti-
                                           che complementari, nel qual caso il dipendente può chiedere la prestazione;
16
             Guida al Lavoro                                                 PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR
             IL SOLE 24 ORE                                                                          Tabelle


              4) riscattare l’intera posizione individuale maturata applicando la tassazione (più sfavo-
              revole, con applicazione dell’aliquote del 23% invece del 15%) prevista dall’art. 14,
              comma 5, del Dlgs n. 252/2005.
              Anche in costanza dei requisiti di partecipazione al Fondo, il dipendente può chiedere di
              trasferire la propria posizione individuale ad un’altra forma di previdenza complementa-
              re, decorso un periodo minimo di due anni di partecipazione al Fondo.

              Il Fondo prevede due comparti di investimento: Bilanciato e Garanzia.
              Ecco i rendimenti storici di Foncer per il comparto Bilanciato (per il comparto Garanzia
              non sono ancora disponibili rendimenti storici, data la sua recente istituzione):
Rendimenti




                                                          Rendimenti storici
                                              2002 2003 2004 2005 2006
                                              1.89% 5.79% 7.19% 9.60% 3.36%

              (Fonte: sito internet www.foncer.it)

               Per sostenere le spese di funzionamento del Fondo, è dovuta una quota associativa
 Spese




               pari allo 0,12% della retribuzione utile per il calcolo del Tfr e prelevata mensilmente, in
               misura paritetica, dalla contribuzione a carico dell’azienda e del lavoratore.
               Inoltre, in caso di anticipazioni è dovuta una commissione pari a 25 euro, prelevata dalla
               posizione individuale al momento dell’operazione.

                                        Attualmente il patrimonio è investito integralmente su di
               Struttura della gestione una linea bilanciata; a breve dovrebbe però essere disponi-
                                        bile una linea di investimento con garanzia
               Gestore amministrativo Previnet
                                        Per il comparto Bilanciato:
Gestione




                                        - Duemme Sgr
                                        - Pioneer A.M. Sgr
               Gestore finanziario      - Montepaschi A.M. Sgr

                                                  Per il Comparto Garanzia:
                                                   - Eurizon Vita
               Banca depositaria                  Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane
               Aderenti al 31.12.2006             9.496

                                       Le schede dei Fondi pensione già pubblicate
                                         Fondo negoziale                                       Guida al Lavoro
                            Ccnl Telecomunicazioni: il Fondo Telemaco                          n. 9/2007, pag. 14
                    Ccnl Chimica, farmaceutica e settori affini: il Fondo Fonchim              n. 10/2007, pag. 20
                     Ccnl Cartai cartotecnici e Grafici editoriali: il Fondo Byblos            n. 11/2007, pag. 16
                                                                                               n. 12/2007, pag. 20
               Ccnl Metalmeccanici e orafi-argentieri (Confindustria): il Fondo Cometa        e n. 15/2007, pag. 24
                 Ccnl Commercio (Confcommercio), turismo, servizi e settori affini:           n. 13/2007, pag. 17
                                                                                                                      N. 24 - 8 giugno 2007




                                            il Fondo Fon.Te.
                      Ccnl Edili Industria ed Edili Artigianato: il Fondo Prevedi             n. 14/2007, pag. 12
                            Ccnl Dirigenti Confindustria: il Fondo Previndai                  n. 16/2007, pag. 35
                    Ccnl Alimentari (Confindustria) e settori affini: il Fondo Alifond        n. 17/2007, pag. 15
                              Piccole e medie imprese: il Fondo Fondapi                       n. 18/2007, pag. 12
               Ccnl operai, quadri, impiegati agricoli e settori affini: il Fondo Agrifondo   n. 19/2007, pag. 18
                             Cooperative di lavoro: il Fondo Cooperlavoro                     n. 20/2007, pag. 14
              Ccnl Tessili-abbigliamento, Calzature (Confindustria): il Fondo Previmoda       n. 21/2007, pag. 14
              Ccnl Turismo (Confesercenti/Federturismo), Commercio (Confesercenti),
                         Terme, Catene alberghiere: il fondo Marco Polo                       n. 22/2007, pag. 19

                                                                                                                      17

								
To top