Addizionale comunale Irpef l'acconto è nel cedolino di marzo by welikeike

VIEWS: 20 PAGES: 2

									      CONTRIBUTI E IRPEF
      CONTRIBUTI E IRPEF                                                                                  Guida al Lavoro
                                                                                                          Guida al Lavoro
      Articoli
      Articoli                                                                                                      IL SOLE 24 ORE
                                                                                                                   IL SOLE 24 ORE




                          Addizionale comunale Irpef:
                          l’acconto è nel cedolino di marzo
                          Matteo Ferraris Responsabile dei servizi fiscali di Unindustria Alessandria


                          Scaduti il 15 febbraio i termini per l’approvazione      q in caso di pubblicazione successiva al predetto
                          delle delibere, i sostituti possono calcolare l’addi­    termine del 15 febbraio, nella misura vigente nel­
                          zionale comunale all’Irpef in acconto                    l’anno precedente.
                                                                                   Relativamente ai redditi di lavoro dipendente e ai
                                                                                   redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente,
                          La Finanziaria 2007 (commi 142 e 143) ha modi­           l’acconto è determinato dai sostituti d’imposta.
                          ficato in modo importante la normativa relativa          I sostituti d’imposta possono, pertanto, procedere
                          alle addizionali comunali all’Irpef e, conseguente­      con il calcolo del nuovo importo e per procedere
                          mente, le relative procedure. Le innovazioni sono        con il nuovo adempimento dovranno seguire la
                          tre e agiscono, oltre che sul riferimento per l’indi­    seguente procedura:
                                                                                   1) il sostituto deve verificare se il domicilio fiscale
                          viduazione dell’ente destinatario e sulle modalità
                                                                                   del dipendente/collaboratore al 1° gennaio 2007
                          di versamento, anche sull’introduzione di un ac­
                                                                                   è modificato
                          conto. In particolare, attraverso variazioni all’art.
                                                                                   2) il sostituto deve verificare se il Comune in cui il
                          1 Dlgs n. 360/1998 (istituzione addizionale co­          dipendente/collaboratore ha il domicilio fiscale ha
                          munale Irpef) sono fissati i seguenti concetti:          variato l’aliquota 2007 rispetto all’anno precedente
                          1. secondo la regola generale l’addizionale è dovuta     a. in caso di avvenuta variazione con pubblicazione
                          al Comune nel quale il contribuente ha il domicilio      della delibera entro il 15.2.2007, il calcolo dell’ac­
                          fiscale. Cambia, però, il riferimento temporale che      conto è fatto adottando l’aliquota valida per il 2007;
                          viene anticipato alla data del 1° gennaio dell’anno      b. in caso di mancata variazione ovvero di varia­
                          cui si riferisce l’addizionale stessa. Si rammenta che   zione intervenuta con pubblicazione della delibe­
                          l’art. 58 del Dpr n. 600/1973 disciplina in modo         ra dopo il 15 febbraio 2007, il calcolo dell’accon­
                          particolare le variazioni del domicilio fiscale dispo­   to è fatto adottando l’aliquota valida per il 2006.
                          nendone l’efficacia dal 60° giorno successivo alla va­
                          riazione anagrafica;                                     Nota bene: la Finanziaria ha consentito ai Comu­
                          2. con il comma 143 della Finanziaria 2007 si            ni di incrementare l’addizionale comunale all’Ir­
                          dispone che, a decorrere dall’anno d’imposta             pef fino a un massimo dello 0,8% consentendo,
                          2007, il versamento dell’addizionale comunale            peraltro, ai Comuni la facoltà di introdurre una
                          all’Irpef sia effettuato direttamente ai Comuni di       soglia di esenzione in ragione del possesso di spe­
                          riferimento, attraverso apposito codice tributo as­      cifici requisiti reddituali.
                          segnato a ciascun Comune. A tal fine sarà fissato
                          un apposito regolamento con decreto del Ministro         Sostituti: trattenuta e versamento
                          dell’economia e delle finanze, da adottarsi entro        L’acconto è trattenuto dai sostituti d’imposta in un
                          centottanta giorni.                                      numero massimo di nove rate mensili, effettuate a
                          Un’ulteriore innovazione ha riflessi operativi in        partire dal mese di marzo.
                          questi giorni. Il versamento dell’addizionale co­        Il saldo dell’addizionale dovuta è determinato all’atto
                          munale, infatti, è innovativamente stabilitoin ac­       delle operazioni di conguaglio e il relativo importo è
                          conto e a saldo, con termine di scadenza generale        trattenuto in un numero massimo di undici rate, a
N. 9 - 23 febbraio 2007




                          coincidente con il saldo dell’imposta sul reddito        partire dal periodo di paga successivo a quello in cui
                          delle persone fisiche. L’acconto viene fissato nella     le stesse sono effettuate e non oltre quello relativa­
                          misura del 30% dell’addizionale determinata sul­         mente al quale le ritenute sono versate nel mese di
                          l’imponibile per l’anno precedente adottando le          dicembre. In caso di cessazione del rapporto di lavoro
                          seguenti aliquote alternative:                           l’addizionale residua dovuta è prelevata in unica solu­
                          q nella misura deliberata per l’anno di riferimen­       zione.
                          to qualora la pubblicazione della delibera sia effet­    L’importo da trattenere e quello trattenuto sono in­
                          tuata non oltre il 15 febbraio del medesimo anno         dicati nella certificazione unica dei redditi di lavoro
                          ovvero                                                   dipendente (Cud 2007, nuovo punto 7­bis).
58
         Guida al Lavoro                                                                     CONTRIBUTI E IRPEF
         IL SOLE 24 ORE                                                                                   Articoli




                                              Esemplificazione
  Mese anno                         Operazione                               Importi trattenuti dal sostituto
                                                                                        d’imposta
Gennaio 2007 1. Conguaglio                                             -
              2. Determinazione addizionale 2006
              3. Determinazione acconto 2007                           Es: 900
Febbraio 2007 Trattenuta (in noni)
              1. Rata addizionale 2006                                 100
              2. Rata acconto                                          -
                                                                       Es. aliquota invariata: 30% di 900: 270
Marzo             Trattenuta (in noni)
                  3. Rata addizionale 2006                             100
                  4. Rata acconto                                       30
Aprile            Trattenuta (in noni)
                  5. Rata addizionale. 2006                            100
                  6. Rata acconto                                       30
Maggio            Trattenuta (in noni)
                  7. Rata addizionale 2006                             100
                  8. Rata acconto                                       30
Giugno            Trattenuta (in noni)
                  9. Rata addizionale 2006                             100
                  10. Rata acconto                                      30
Luglio            Cessazione del rapporto
                  1. Conguaglio di fine rapporto                       -
                  2. Determinazione rate residue addizionale 2006      Trattenuta residua [900 – 100 x 5] = 400
                                                                                                                   N. 9 - 23 febbraio 2007




                  3. Determinazione addizionale 2007 calcolata su      Trattenuta residua
                  redditi fino a luglio 2007: 500 (a dedurre acconti   [500 – 30 x 4] = 380
                  già trattenuti)

Addizionale comunale e regionale:                        particolare in essi il termine di riferimento temporale
difformità                                               della determinazione del requisito utile all’imputa­
Si precisa come non siano variati gli aspetti procedi­   zione delle somme (domicilio fiscale) è mantenuto al
mentali dell’addizionale regionale contenuti nei         31 dicembre di ogni anno e non sono introdotti
commi 4 e 5 dell’art. 50 Dlgs n. 446/1997. In            sistemi di versamento modulati in acconto e saldo.
                                                                                                                   59

								
To top