Docstoc

MQ - Manuale di Qualità

Document Sample
MQ - Manuale di Qualità Powered By Docstoc
					                           Manuale della Qualità




          Documento a distribuzione controllata

2a Edizione
Rev. 06 - del 28/07/2006

                                        Firma
Redazione AQ
                                        Firma
Approvazione DA
                                                  Manuale della Qualità

                                                            Indice
 Riferimento                                          Titolo                              Pagina Pagine        Rev.

Pres. Azienda   Presentazione dell’Azienda e descrizione dei processi                       1        2         01

Sezione 1       Scopo e campo di applicazione                                               1        1         01

Sezione 2       Riferimenti normativi                                                       1        1         01

Sezione 3       Definizioni e acronimi                                                      1        1         00

Sezione 4       Sistema di Gestione per la Qualità                                          1        7         07

Paragrafo 4.1   Requisiti generali                                                          1        -          -
Paragrafo 4.2   Requisiti relativi alla documentazione                                      1        -          -
Sezione 5       Responsabilità della direzione                                              1       15         04

Paragrafo 5.1   Impegno della direzione                                                     1        -          -

Paragrafo 5.2   Attenzione focalizzata al cliente                                           1        -          -

Paragrafo 5.3   Politica per la Qualità                                                     1        -          -
Paragrafo 5.4   Pianificazione                                                              6        -          -
Paragrafo 5.5   Responsabilità, autorità e comunicazione                                    7        -          -

Paragrafo 5.6   Riesame da parte della direzione                                           15        -          -

Sezione 6       Gestione delle risorse                                                      1        2         00

Paragrafo 6.1   Messa a disposizione delle risorse                                          1        -          -
Paragrafo 6.2   Risorse umane                                                               1        -          -
Paragrafo 6.3   Infrastrutture                                                              1        -          -

Paragrafo 6.4   Ambiente di lavoro                                                          2        -          -

Sezione 7       Realizzazione del prodotto                                                  1        6         02

Paragrafo 7.1   Pianificazione della realizzazione del prodotto                             1        -          -
Paragrafo 7.2   Processi relativi al cliente                                                1        -          -
Paragrafo 7.3   Progettazione e sviluppo                                                    2        -          -

Paragrafo 7.4   Approvvigionamento                                                          2        -          -

Paragrafo 7.5   Produzione ed erogazione di servizi                                         3        -          -

Paragrafo 7.6   Tenuta sotto controllo dei dispositivi di monitoraggio e di misurazione     5        -          -
Sezione 8       Misurazioni, analisi e miglioramento                                        1        3         02
Paragrafo 8.1   Generalità                                                                  1        -          -

Paragrafo 8.2   Monitoraggi e misurazioni                                                   1        -          -

Paragrafo 8.3   Tenuta sotto controllo dei prodotti non conformi                            2        -          -

Paragrafo 8.4   Analisi dei dati                                                            3        -          -
Paragrafo 8.5   Miglioramento                                                               3        -          -
Sezione 9       Gestione del marchio dell’organismo di certificazione                       1        1         00
 L’indice è stato predisposto seguendo le sezioni e i paragrafi della norma di riferimento, e pertanto non è
 necessaria la tabella di corrispondenza (ad esclusione della sezione 9).
  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data            Redazione AQ            Approvazione DA
    Indice        07          1          1        28/07/2006
                                                  Manuale della Qualità

     PRESENTAZIONE DELL’AZIENDA
     La SIL.MAC. nasce nel 1971 a Silla - Gaggio Montano (Bologna) con lo scopo di costruire macchine per
     conto terzi; prima principalmente nel settore meccanotessile e poi in quello delle macchine automatiche per
     l'imballaggio. Attualmente opera in moderni locali e l’attività consiste nella gestione completa di commesse
     fornendo ai Clienti il prodotto assemblato.
     Dispone di Personale specializzato per la costruzione (in serie limitate da 1/50 esemplari) di prodotti
     meccanici complessi e di precisione.

     La produzione si sviluppa nei seguenti reparti:

     1. Materie Prime – Taglio mediante segatrici a nastro sia a controllo numerico che manuali.

     2. Carpenteria – Saldatura Tig e filo.

     3. Macchine Utensili – per le seguenti lavorazioni ad asportazione di truciolo:
         Tornitura
         Fresatura
         Alesatura
         Foratura
         Stozzatura
         Rettifica
        Il parco macchine è di due tipi: tradizionali (visualizzate o con posizionatore) o a C.N.C. (controllo
        numerico continuo). Quelle a controllo numerico, gestite da programmi realizzati mediante CAD/CAM,
        sono di due categorie: versatili ad elevata precisione o centri di lavoro veloci per produzioni di serie.

     4. Aggiustaggio – Micropallinatura – Raddrizzatura – Sbavatura e Marcatura.

     5. Collaudo – dotato di strumenti ad alta precisione e in grado di stampare i risultati di collaudo per
        l’eventuale certificazione di prodotto.

     6. Magazzino – ad elevata informatizzazione, attrezzato con carrello magazziniere.

     7. Montaggio.

     Le operazioni di verniciatura sono svolte all’esterno mentre gli impianti elettrici sono cablati internamente da
     un’Azienda collegata. La movimentazione delle merci avviene mediante l’utilizzo di muletti e carriponte
     mentre, per i trasporti, l’Azienda dispone di un autocarro centinato e due furgoni.

     La gestione contabile e della produzione è effettuata con programmi software dedicati ed appositamente
     adeguati e, mediante una rete di terminali per la lettura di codici a barre, sono rilevati i tempi
     (conseguentemente i costi) e lo stato d’avanzamento durante il processo produttivo.
     La SIL.MAC. dispone delle tecnologie per la divulgazione e la gestione dei dati di produzione tramite Internet
     ed ha creato un sito FTP nel quale può riversare dati gestionali specificatamente richiesti dal Cliente
     fornendogli la possibilità di consultare, attraverso la rete, lo stato d’avanzamento e la gestione dei prodotti
     commissionati.
     L’Azienda è in grado, mediante Internet, di ricevere e trasmettere immagini, disegni tecnici e programmi CAM
     eseguiti con diversi applicativi CAD; dispone di varie periferiche di stampa (formato massimo A0) per l’utilizzo
     della documentazione tecnica.
     Per accompagnare il proprio sviluppo la SIL.MAC. opera con un sistema di qualità conforme alle norme UNI
     EN ISO 9001:2000.
  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data             Redazione AQ               Approvazione DA
Pres. Azienda     01          1          2        21/01/2004
                                                     Manuale della Qualità

     DESCRIZIONE DEI PROCESSI
                        Processi principali                               Processi di supporto

                       Riesame del Contratto –
                           Ordine Cliente
                                                                              Gestione Sistema
                                                                                Informativo
                     Pianificazione dell’Ordine -
                         Determinazione dei
                      fabbisogni e delle risorse                              Gestione Risorse


                         Approvvigionamenti
                                                                            Valutazione Fornitori


                   Particolari a                           Immagazz.
                   disegno finiti                         materie prime   Gestione Non Conformità



                            Semilavorati              Commerciali           Gestione Strumenti di
                                                      da lavorare                  Misura



                    Collaudo                       Collaudo                Gestione Manutenzione



                                                       Lavorazioni        Verifiche Ispettive interne
                                                       meccaniche
                                                    interne – esterne

                                                                             Azioni Correttive -
                                                                                Preventive
                                                        Collaudo


                                                                             Gestione Reclami e
  Immagazzinamento                    Immagazzinamento                      Soddisfazione Cliente
 prodotti commerciali                   particolari finiti


                                                                               Analisi dei Dati
                               Montaggio


                                                                          Riesame della Direzione al
                                  Imballaggio e Spedizione                Sistema di Gestione per la
                                                                                   Qualità


                              Fatturazione



  Riferimento   Revisione Pagina n.    di Pagine        Data
Pres. Azienda     01          2           2         21/01/2004
                                                 Manuale della Qualità

1.    SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

      Il Manuale della Qualità detta le linee guida del sistema organizzativo - gestionale dell’Azienda, in modo
      tale da garantire che il prodotto fornito sia di piena soddisfazione per i Clienti.

      In questo Manuale sono indicati compiti e responsabilità di coloro che sono coinvolti nel Sistema di
      Gestione per la Qualità (SGQ).

      La qualità è ottenuta seguendo un sistema di controllo durante il processo di produzione mediante l'utilizzo
      di metodologie produttive, l'impiego di Personale addestrato e Fornitori idonei.

      La funzione Assicurazione Qualità è responsabile per il controllo di tutte le attività del Sistema di Gestione
      per la Qualità, e per la gestione o l’aggiornamento periodico del presente Manuale, che deve essere
      distribuito in modo controllato (escluso l’uso commerciale), distruggendo le copie non più valide.

      Il presente Manuale è redatto in conformità alla Norma UNI EN ISO 9001:2000 ad esclusione dei punti
      relativi a processi non applicati dall’Azienda:

      -    7.3      “Progettazione e Sviluppo”
      -    7.5.3    “Identificazione e rintracciabilità”, limitatamente alla “rintracciabilità”

      E’ diviso in sezioni e paragrafi ognuno dei quali ha una tabella contenente indici di revisione, data, firme di
      redazione e approvazione.

      Nell’indice sono riportate le indicazioni relative alle revisioni di ogni sezione e paragrafo.

      L’aggiornamento deve tenere conto di:

      -    Variazioni nei compiti e nei ruoli del Personale.
      -    Modifiche ad alcune attività in funzione delle variazioni delle procedure.
      -    Modifica della Politica di Qualità in funzione degli obiettivi da perseguire.

      Il Manuale della Qualità è revisionato totalmente, con conseguente emissione di una nuova edizione, nel
      caso di modifiche o variazioni sostanziali.




 Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data                   Redazione AQ                Approvazione DA
 Sezione 1         01        1          1        01/07/2003
                                                    Manuale della Qualità

2.       RIFERIMENTI NORMATIVI

     Le norme di riferimento per la gestione del Sistema Qualità e l’esecuzione delle attività sono:

              UNI EN ISO 9000:2000 – Sistemi di Gestione per la Qualità (Fondamenti e terminologia)

              UNI EN ISO 9001:2000 – Sistemi di Gestione per la Qualità (Requisiti)

              UNI EN ISO 9004:2000 – Sistemi di Gestione per la Qualità (Linee guida per il miglioramento
               delle prestazioni)

              D.Lgs 626/94 (e successive modificazioni) – Sicurezza sui luoghi di lavoro

     L’Azienda non è soggetta ad altre normative.




 Riferimento      Revisione Pagina n.   di Pagine      Data            Redazione AQ              Approvazione DA
 Sezione 2          01          1          1        01/07/2003
                                                    Manuale della Qualità

3.      DEFINIZIONI E ACRONIMI

           Sigla                                               Descrizione

         AC                                          Area Commerciale
         AM                                            Amministrazione
         AP                                Acquisti - Programmazione
         AQ                                        Assicurazione Qualità
         CD                                        Collaudo Dimensionale
         DA                                         Direzione Aziendale
         MA                                                   Magazzino
                                                              Montaggio
         MO                                         (Operatore di Montaggio)
         OP                                   Operatore di Produzione
         PR                                              Produzione
                                                    Sistema Informatico
         SI                                        (Centro Elaborazione Dati)


     Per le principali definizioni dei termini utilizzati nelle documentazioni del Sistema di Gestione per la Qualità si
     fa riferimento alla norma ISO 9000:2000.




 Riferimento     Revisione Pagina n.   di Pagine       Data               Redazione AQ               Approvazione DA
 Sezione 3         00          1          1         01/04/2003
                                                 Manuale della Qualità

4.    SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA’

4.1 REQUISITI GENERALI
      Il Sistema di Gestione per la Qualità è definito, per le principali attività svolte dall’Azienda, attraverso
      Procedure Gestionali e Tecniche. Tali procedure definiscono le modalità operative, i compiti, le
      responsabilità ed il flusso dei documenti in esse richiamati.


4.2 REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE

4.2.1 Generalità
          La struttura gerarchica della documentazione del Sistema di Gestione per la Qualità è così composta:




                                                        MQ
                                                      Manuale
                                                      Qualità


                                                 Procedure Gestionali


                                         Procedure Tecniche e Istruzioni



                                 Moduli e documenti di registrazione qualità


          Detta struttura, come da piramide sopra riportata, si articola su più livelli:

          1° Livello - Manuale della Qualità costituente la linea guida interna (cosa fa l'Azienda - come è
                       strutturata).

          2° Livello - Procedure Gestionali che governano tutti i processi Aziendali (chi fa e come si fa).

          3° Livello - Procedure Tecniche e Istruzioni Operative

          4° Livello - Modulistica e Documenti di registrazione che definiscono nei dettagli alcune attività
                       e documentano i controlli eseguiti.

 Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data                 Redazione AQ          Approvazione DA
 Sezione 4        06         1          7        26/09/2005
                                                 Manuale della Qualità

          Le procedure gestionali o tecniche sono rese disponibili agli utilizzatori nelle forme più appropriate alle
          prassi ed alle attività svolte (supporti cartacei o presentazioni informatiche). Sono predisposte in forma
          descrittiva con informazioni e schemi illustrativi per un facile utilizzo.
          Informazioni più specifiche vengono trasmesse al Personale mediante “Istruzioni Operative" che
          definiscono in dettaglio alcune modalità di supporto, o a corredo, delle procedure.


4.2.2 Manuale della Qualità
          La funzione del Manuale, nei confronti del personale dell'Azienda, è quello di precisare la politica
          adottata dalla Direzione, di trasmettere informazioni di carattere organizzativo, di delineare i criteri
          gestionali e di fornire le basi per la comprensione del Sistema di Gestione per la Qualità.
          Esso serve (in sede di valutazione dei Fornitori) ai Clienti ed agli Organismi di Certificazione in quanto
          dimostra la capacità organizzativa e gestionale dell'Azienda, ed offre la possibilità di riscontrare
          preventivamente che tutti gli aspetti della norma sono trattati attentamente.


4.2.3 Tenuta sotto controllo dei documenti
          L’Azienda ha predisposto procedure per la gestione dei documenti utilizzati, evitando che documenti
          superati o non più idonei siano usati per svolgere attività Aziendali.
          Tutti i documenti, quali Manuale della Qualità, procedure e documenti di Registrazione della Qualità,
          utilizzati dall’Azienda, sono sottoposti a controllo al fine di verificare l’adeguatezza di tutti i dati in essi
          contenuti.
          Ogni documento deve contenere i seguenti dati: titolo, identificazione, revisione e deve essere corredato
          dai necessari visti di approvazione.
          Le modifiche ad un documento approvato (variazioni, anche solo parziali, del contenuto) possono essere
          richieste da chiunque ne veda la necessità. Devono essere eseguite dal responsabile all’emissione e
          approvate dalla Direzione Aziendale.
          La gestione della documentazione garantisce una corretta applicazione della procedura di riferimento
          mentre l’archiviazione ne permette la conservazione.
          All’interno dell’Azienda è prevista la distribuzione controllata per il Manuale e le Procedure del Sistema
          mentre è in forma libera per la modulistica.
          Sono definiti i criteri di gestione dei documenti di origine esterna (norme, disegni, ecc) e precisate le
          modalità di trasmissione all’esterno di documentazione creata internamente.
          Sono individuati i tempi di conservazione dei documenti superati nel modo seguente:
           Se di tipo legale (D.D.T. Fatture ecc.) sono rispettati i tempi dettati dalle leggi vigenti poi eliminati.
           Se di tipo a distribuzione controllata sono conservati soltanto gli originali (con la scritta “annullato”, e
               per il tempo previsto dalle procedure di riferimento) mentre le copie sono eliminate.
           Se di tipo a distribuzione libera, quando superati, sono eliminati.
          L’Azienda, per una corretta gestione dei documenti utilizzati, si avvale, e mantiene aggiornato, un
          apposito elenco “documenti validi” ove sono riportati gli estremi degli stessi.
          Le procedure di riferimento riportano in dettaglio le modalità operative per le attività descritte.
          Di seguito sono riprodotti gli elenchi (con indicata l’edizione e l’eventuale revisione) di procedure e
          documenti utilizzati in Azienda:

          1.   Elenco   Procedure Gestionali
          2.   Elenco   Procedure Tecniche
          3.   Elenco   Istruzioni Operative
          4.   Elenco   di tutti i Documenti utilizzati

          Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 10, PG 12 e PT 02.
 Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine       Data
 Sezione 4        00          2         7        01/04/2003
                                                Manuale della Qualità

 4.2.3.1              Elenco Procedure Gestionali

      Proc.                                Titolo            Stato        Aree coinvolte
                                                                       Commerciale
                                                             Ed. 3
    PG 01                       Riesame del Contratto
                                                             Rev. 4
                                                                       Acquisti
                                                             Ed. 2
    PG 02                        Approvvigionamenti
                                                             Rev. 5
                                                                       Produzione
                                                             Ed. 3
    PG 03                        Processo Produttivo
                                                             Rev. 7
                                                                       Produzione
                                                             Ed. 3
    PG 04               Strumenti di Misura e Collaudo
                                                             Rev. 2
                                                                       Collaudo Dimensionale


                                                                       Collaudo Dimensionale
                                                             Ed. 2
                                                                       Assicurazione Qualità
    PG 05                           Non Conformità
                                                             Rev. 4
                                                                       Direzione Aziendale
                                                             Ed. 3
                                                                       Assicurazione Qualità
    PG 06                Azioni Preventive e Correttive
                                                             Rev. 3
                                                                       Produzione
                     Immagazzinamento movimentazione         Ed. 2
    PG 07                  imballo e consegna                Rev. 7
                                                                       Magazzino


                                                                       Direzione Aziendale
                                                             Ed. 2
                                                                       Assicurazione Qualità
    PG 08                Addestramento e Formazione
                                                             Rev. 5
                                                                       Assicurazione Qualità
                                                             Ed. 2
                                                                       Centro Elaborazione Dati
    PG 09                           Analisi dei Dati
                                                             Rev. 1
                                                                       Assicurazione Qualità
                   Documenti del Sistema di Gestione per     Ed. 3
    PG 10                       la Qualità                   Rev. 3

                          Verifiche Ispettive interne                  Assicurazione Qualità
                                                             Ed. 3
                                                                       Direzione Aziendale
    PG 11            Riesami al Sistema di Gestione per la
                                                             Rev. 2    Gruppo Ispettivo
                                    Qualità
                                                                       Centro Elaborazione Dati
                                                             Ed. 3
    PG 12                       Sistema Informativo
                                                             Rev. 0
                                                                       Direzione Aziendale
                       Gestione Reclami e Soddisfazione      Ed. 1
    PG 13                           Cliente                  Rev. 3
                                                                       Assicurazione Qualità




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine       Data
Sezione 4       06          3          7        28/07/2006
                                                 Manuale della Qualità



 4.2.3.2               Elenco Procedure Tecniche

      Proc.                                 Titolo                Stato        Aree coinvolte
                                                                  Ed. 3     Tutte
    PT 01                    Iter gestionale documenti
                                                                  Rev. 0

                                                                  Ed. 3     Amministrazione
    PT 02                     Archiviazione documenti
                                                                  Rev. 4

                                                                  Ed. 1     Produzione
    PT 03               Organizzazione della Produzione
                                                                  Rev. 4

                                                                  Ed. 1     Produzione
    PT 04                             Manutenzione
                                                                  Rev. 4




 4.2.3.3               Elenco Istruzioni Operative

       Istr.                                Titolo                 Stato       Aree coinvolte
                                                                  Ed. 1     Sistema Informatico
                                  Piano di Emergenza
    IO 01                    (PG 12 – Sistema Informativo)        Rev. 2
                    Controllo interno e Verifica di efficienza Ed. 2        Collaudo Dimensionale
    IO 02                  degli Strumenti di Misura
                                                                  Rev. 0
                       (PG 04 – Strumenti di Misura e Collaudo)
                                                                  Ed. 2     Produzione (Operatori di
                                 Lavorazioni Meccaniche
    IO 03                    (PG 03 – Processo Produttivo)        Rev. 3
                                                                              Produzione)


                                                                  Ed. 2     Produzione (Operatori di
                                        Montaggio
    IO 04                    (PG 03 – Processo Produttivo)        Rev. 3
                                                                              Montaggio)


                                       Carpenteria                Ed. 1     Produzione (Operatori di
                                                                              Produzione)
    IO 05                      (Saldatura e Smerigliatura)
                             (PG 03 – Processo Produttivo)        Rev. 2

                                                                  Ed. 1     Collaudo Dimensionale
                              Controllo delle Saldature
    IO 06                    (PG 02 – Approvvigionamenti)         Rev. 1




Riferimento    Revisione Pagina n.   di Pagine       Data
Sezione 4        06          4          7        28/07/2006
                                                Manuale della Qualità

   4.2.3.4            Elenco Documenti utilizzati

    PROC.
                  Mod.                                          Documento
    DI RIF.
     PG 01      PG 01.01        CONFERMA D'ORDINE CLIENTE
                                ORDINE DEL CLIENTE
                                LISTINO PREZZI DI VENDITA
     PG 02                      RICHIESTA D’OFFERTA
                                OFFERTA RICEVUTA DA FORNITORI
                                CONFERMA D’ORDINE FORNITORE
                PG 02.01        ORDINE D'ACQUISTO
                                DDT - A CLIENTE: VENDITA – RESO LAVORATO - RESO DA CONTO DEPOSITO –
                PG 02.02
                                RESO RIPARATO O SOSTITUITO IN GARANZIA
                                DDT - A FORNITORE: CONTO LAVORO - RESO DA RIPARARE O SOSTITUIRE IN
                PG 02.03
                                GARANZIA
                                DDT - A FORNITORE: CONTO LAVORO - RESO DA RIPARARE O SOSTITUIRE IN
                PG 02.04
                                GARANZIA (ARTICOLI RAGGRUPPATI)
                                DDT - RESO DA PRESTITO D'USO O VISIONE – INVIO PER PRESTITO D'USO O
                PG 02.05
                                VISIONE
                PG 02.06        SCHEDA FORNITORE
                PG 02.07        RAPPORTO DI CONTROLLO DELLE SALDATURE
                                LISTINO FORNITORI
     PG 03                      DISTINTA BASE (DA CLIENTE)
                                DISEGNO TECNICO (DA CLIENTE)
                                SCHEDA MACCHINA (DA CLIENTE)
                PG 03.01        CICLO LAVORAZIONE PIANIFICATA
                PG 03.02        LISTA DI PRELIEVO
                PG 03.03        ELENCO DEI GRUPPI COMPONENTI LA MATRICOLA
                PG 03.04        CICLO LAVORAZIONE DI MODIFICA
                PG 03.05        CARTELLINO MONTAGGIO
                PG 03.06        LISTA SOSTITUZIONE DISEGNI
                PG 03.07        RICHIESTA SOSTITUZIONE DISEGNI
                PG 03.08        FATTURA
                PG 03.09        RAPPORTO DI MONTAGGIO
     PG 04      PG 04.01        SCHEDA GESTIONE STRUMENTI DI MISURA
                PG 04.02        SCHEDA AVVISO SCADENZE
     PG 05      PG 05.01        SCHEDA DI NON CONFORMITA'


Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 4       04          5          7        28/07/2006
                                                Manuale della Qualità

   4.2.3.4            Elenco Documenti utilizzati (segue)

    PROC.
                  Mod.                                           Documento
    DI RIF.
     PG 06      PG 06.01        MODULO GESTIONE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE
     PG 07      PG 07.01        SCHEDA DI REGISTRAZIONE PER RICEVIMENTO DI MATERIALE A COMPLETAMENTO
                PG 07.02        CODIFICA MATERIA PRIMA
     PG 08      PG 08.01        SCHEDA PERSONALE
                PG 08.02        PIANO ANNUALE FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO
                PG 08.03        ATTESTATO DI FORMAZIONE INTERNA
                PG 08.04        VERBALE DI RIUNIONE
                PG 08.05        SCHEDA SVOLGIMENTO CORSO INTERNO
                                ATTESTATO DI FORMAZIONE PRESSO ENTE ESTERNO
     PG 09      PG 09.01        STATISTICHE NON CONFORMITA’
                PG 09.02        FOGLIO DI ANALISI
     PG 10      PG 10.01        LISTA DISTRIBUZIONE CONTROLLATA
                PG 10.02        TABELLA DI RACCOLTA E GESTIONE DOCUMENTI VALIDI DEL SISTEMA QUALITA’
                PG 10.03        SITO INTERNET
     PG 11      PG 11.01        PIANO ANNUALE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE
                PG 11.02        LISTA DI VERIFICA ISPETTIVA
                PG 11.03        RAPPORTO DI VERIFICA ISPETTIVA
                PG 11.04        MODULO DI RIESAME DELLA DIREZIONE
     PG 12      PG 12.01        INVENTARIO SISTEMA INFORMATICO
     PG 13      PG 13.01        SCHEDA RECLAMO RICEVUTO
                PG 13.02        RAPPORTO SULLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE
      PT 04     PT 04.01        SCHEDA PARCO MACCHINE UTENSILI
                PT 04.02        SCHEDA MANUTENZIONE
                PT 04.03        SCHEDA GESTIONE AUTOMEZZI
                PT 04.04        SCHEDA ATTREZZATURE
                PT 04.05        SCHEDA IMPIANTI




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 4       04          6          7        28/07/2006
                                                  Manuale della Qualità


4.2.4 Tenuta sotto controllo delle registrazioni
           L’Azienda ha definito le modalità gestionali ed operative di tutti i documenti utili a registrare e
           dimostrare le attività inerenti al Sistema Qualità.
           Tali modalità sono predisposte e applicate a tutta la documentazione (un elenco ne definisce:
           identificazione, classificazione e validità) ritenuta essenziale per una gestione conforme ai requisiti della
           norma.
           Sono definite le responsabilità, e la relativa registrazione, per quelle attività controllate di:
           preparazione, compilazione, approvazione, emissione, distribuzione, archiviazione, conservazione e
           revisione dei documenti inerenti al Sistema Qualità.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 10, PG 12, e PT 02.




  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 4         00         7          7        01/04/2003
                                                 Manuale della Qualità

5.    RESPONSABILITA’ DELLA DIREZIONE

5.1 IMPEGNO DELLA DIREZIONE

      La Direzione attraverso la Politica della Qualità, definisce gli obiettivi e le linee guida generali
      dell’Azienda e si impegna a perseguire il mantenimento e il miglioramento del Sistema di Gestione per la
      Qualità attraverso:

      -   l’impiego di risorse adeguate;
      -   la diffusione all’interno dell’Azienda della Politica della Qualità;
      -   la formazione di tutto il personale al SGQ;
      -   la sensibilizzazione dei dipendenti verso le esigenze dei Clienti;
      -   la monitorizzazione del livello di soddisfazione del cliente;
      -   l’effettuazione, periodica, del riesame al SGQ.



5.2 ATTENZIONE FOCALIZZATA AL CLIENTE
      L’Azienda, svolgendo attività di produzione per conto terzi, applica un sistema di comunicazione assidua e
      diretta con il Cliente e tutte le sue funzioni, da parte sia della Direzione che del Personale (Responsabili ed
      Operatori interessati).
      Questo permette di effettuare una continua verifica del soddisfacimento delle esigenze del Cliente, basato,
      quindi, non solamente sulla rilevazione delle non conformità, ma anche sul monitoraggio dell’attività svolta.



5.3 POLITICA PER LA QUALITA’
      (Certificazione UNI EN ISO 9001:2000 - TÜV n° 50 100 3407)

      La Direzione Aziendale considera il proprio “Sistema Qualità” fondamentale per mantenere il
      posizionamento sul mercato e la funzione di Capo Commessa.

      Non è possibile garantire la “Qualità del Prodotto” se non si applica una qualità nel sistema
      di produrre e di gestire l’Azienda.

      Applicando tale sistema la SIL.MAC. S.r.l. vuole migliorarsi continuamente, darsi una
      buon'organizzazione interna del lavoro, accrescere l’efficienza ed ottimizzare tutta la gestione nel suo
      insieme. Ciò per consentire di definire sempre meglio compiti e ruoli al fine di delegare, ridurre i costi e
      controllare le difettosità. Compito della Direzione è cercare di acquisire lavori adatti, decidere come e
      dove conviene realizzarli ma, per questo genere di lavoro, l’attenzione principale deve essere rivolta alle
      risorse umane.

      La costruzione, non in serie, di macchine automatiche è un lavoro d'elevata complessità ove servono
      precisione, metodo e senso pratico per contenere costi e tempi di consegna. Per questo motivo serve
      “fare squadra” facendo sì che ogn’uno sia impegnato sulla soluzione dei problemi (e non per cercare di
      scaricare colpe ad altri) perché, ogni errore, è un errore di tutti. Migliorare significa porsi degli
      obiettivi e perseguirli coinvolgendo e ricercando il consenso di tutti coloro che operano in, e per l’Azienda.
      Il mercato impone un costante aggiornamento tecnologico, la ricerca di Fornitori adeguati, lo sviluppo dei
      mezzi informatici per gestire e comunicare, il controllo economico e la formazione del Personale perché,
      solo con la capacità, si può lavorare in qualità.
 Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data                  Redazione AQ            Approvazione DA
 Sezione 5        00         1         15        20/12/2004
                                                   Manuale della Qualità

     Ottenuta la certificazione abbiamo avviato la parte più impegnativa; il mantenimento ed il miglioramento
     continuo del sistema. I costi sostenuti fino ad oggi devono tramutarsi in un investimento e non rimanere
     un puro e semplice onere, anche perché l’organismo di certificazione tornerà per verificare il buon
     funzionamento del sistema. Se falliamo si vanificano tutti gli sforzi fatti e si può incorrere nel ritiro della
     certificazione da parte dell’ente.

     La strategia, per il futuro, è accrescere la competitività ed individuare metodi trainanti per lo
     sviluppo. Promuovere l’uso delle comunicazioni telematiche per sviluppare l’integrazione a
     rete fra le imprese (Clienti e Fornitori) che, come noi, compongono la stessa filiera
     produttiva.

     Gli scenari nazionale e internazionale, in questo ultimo periodo, hanno subìto trasformazioni tali da
     obbligare le imprese a modificare, in modo sostanziale, le proprie politiche di sviluppo.

     Le cause di queste trasformazioni sono:

             il rapporto euro-dollaro,
             la concorrenza di paesi con situazioni economiche più vantaggiose,
             il costo della manodopera,
             la disponibilità delle materie prime,
             gli sconvolgimenti della finanza mondiale,

     le quali hanno prodotto effetti come:

             il calo importante di vendite causato dalla perdita di competitività,
             la compressione dei prezzi di vendita,

     e che hanno obbligato le imprese ad una fase di analisi e verifica delle proprie strategie per non rischiare
     di

         non poter più fare investimenti significativi,
         non innovare,
         non formare il personale,
         perdere posti di lavoro,


     Le problematiche da affrontare, quindi, sono legate ai seguenti aspetti.

     1.       I Clienti chiedono: tempi brevi, prezzi contenuti, qualità e flessibilità.

     2.       I Fornitori di lavorazioni, nella nostra area geografica, sono in calo sia numerico sia qualitativo per
              mancanza di manodopera qualificata o per la mancata trasmissione d’impresa e, pertanto, i costi
              sono alti e con prospettive in aumento.

     3.       I Trasporti per causa delle pessime condizioni di viabilità, sono un costo fisso elevato che tende a
              crescere.

     4.       La Formazione, degli Operatori, è costosa e di difficile attuazione sia per il grado di specificità che
              per la disponibilità e l’impegno umano.


     Gli obiettivi da perseguire sono:

Riferimento      Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5           01         2         15        20/12/2004
                                                     Manuale della Qualità

     1.       Migliorare la struttura organizzativa interna cercando di fare ciò che serve, in modo pratico ed
              efficiente, attraverso la pianificazione e l’applicazione rigorosa delle procedure predisposte.

     2.       Migliorare la qualità del prodotto mediante l’applicazione delle procedure tecniche finalizzate ad
              impedire difettosità.

     3.       Aumentare la flessibilità creando le condizioni affinché il Personale, a seconda delle esigenze,
              possa essere spostato da un reparto ad un’altro e che, comunque, abbia le competenze per
              diversificare il proprio lavoro. Cambio di macchina utensile senza restare, per troppo tempo, adibiti
              ad una macchina in particolare o capacità di assemblare qualsiasi prodotto evitando competenze
              esclusive su articoli specifici.

     4.       Migliorare l’aspetto economico puntando su:

              Investimenti strumentali utili a ridurre i tempi di produzione e ad aumentare la flessibilità.
              Dobbiamo avere macchine utensili disponibili per casi di necessità (realizzare particolari urgenti
              senza dover interrompere lavorazioni in corso) o per occupare personale libero dalle mansioni che
              svolge normalmente.

              Riduzione dei costi di produzione cercando di migliorare alcuni aspetti:

              a)    Mettere a confronto i prezzi (d’acquisto e per lavorazioni esterne) per contenere i costi ed
                    individuare il giusto Fornitore.

              b)    Controllare tempi e metodi per individuare il giusto modo di produrre.

              c)    Indicare sui cicli i tempi occorrenti per ogni singola operazione; stimati o i più bassi ottenuti in
                    precedenza al fine migliorarli o almeno mantenerli.

              d)    Creare più efficienza nella gestione del magazzino, movimentazione e trasporto delle merci.

              e)    Riduzione dei tempi non imputabili a prodotti.

              f)    Semplificare l’amministrazione (rientri – chiusura di costi e prezzi - fatturazione - registrazione
                    valori ecc.).

              Contenimento degli sprechi coinvolgendo tutti per migliorare quelle procedure che creano troppa
              burocrazia o aggravio di costi. L’obiettivo principale deve essere posto sulle perdite di tempo in
              quanto rappresentano il costo maggiore e meno controllabile (vedi tempi non imputati al prodotto o
              non conformità); esistono poi, da contenere, sprechi di materiali, utensileria o energia. Per questo
              serve una gestione attenta, un controllo efficace, ma soprattutto creare più sensibilità al Personale
              partendo da coloro che ricoprono ruoli di responsabilità; ai quali compete dare l’esempio.

     5.       Aumentare i volumi cercando di diversificare la clientela e acquisire sempre più fiducia presso
              Clienti e Fornitori e valorizzare il Personale interno.

     Per ottenere questo dobbiamo farci carico dei problemi organizzativi e gestionali della produzione che
     gravano sul Cliente semplificando, contemporaneamente, il lavoro ai nostri Fornitori.
     Realizziamo articoli pronti per essere collocati sul mercato e dobbiamo fare in modo che il Cliente non
     abbia l’onere di produrre, ma che dedichi le sue risorse alla parte commerciale ed alla progettazione.


Riferimento        Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5            01          3         15        20/12/2004
                                                   Manuale della Qualità

     Il Fornitore, facendoci carico noi di eseguire varie operazioni (trasporti – fornitura di materiali - collaudi
     ecc.) e tutta la parte gestionale, potrà dedicarsi al miglioramento ed allo sviluppo della sua
     specializzazione riducendo i propri costi.
     Questa politica necessita di una particolare attenzione nella creazione di programmi specifici e, mediante
     l’utilizzo delle reti informatiche, serve incentivare lo scambio e l’accesso ai dati (disegni – listini –
     programmi cad/cam ecc.).
     L’obiettivo è fidelizzare i Fornitori favorendo loro opportunità di crescita o di far nascere attività nuove
     perché, disponendo di una buona capacità nel “fare” (anche soltanto per una singola fase produttiva) si
     può essere impresa con limitati mezzi finanziari.
     L’aggiornamento tecnico e la necessità di lavorare in stretta collaborazione riteniamo siano fondamentali
     per tutti e, per questo, intendiamo investire per sviluppare la qualità dei rapporti utilizzando le nuove
     tecnologie. Tecnologie che permettano di utilizzare dati certi in qualsiasi momento mediante la messa in
     rete o la trasmissione via internet di disegni o distinte aggiornate, sagome o programmi CAD/CAM per
     controlli numerici, foto, ordini, comunicazioni, eccetera.
     Successivamente, come già in atto con alcuni Clienti, vorremmo estendere ad altri, Fornitori compresi,
     sistemi personalizzati (accessibili esclusivamente dagli interessati mediante password) che permettano di
     lavorare assieme sulla stessa base dati. Pensiamo alla gestione degli ordini o delle lavorazioni (situazione,
     stato d’avanzamento, solleciti e termini di consegna), listino prezzi, dati contabili o relativi al fatturato.
     Per accrescere la capacità produttiva interna è stato risolto il problema spazio, ma necessita trovare mano
     d’opera disponibile a “lavorare” ed organizzare meglio flussi e controlli.

     Aumentare i volumi significa effettuare un’economia di scala sui costi fissi di gestione e
     trasporti.


     L’azienda intende impegnare e pianificare risorse per:

     1.       Sviluppo della funzione Assicurazione Qualità coordinata dal responsabile con il compito di
              garantire che il sistema sia applicato correttamente in accordo alla normativa UNI EN 9001:2000
              ed alle procedure Aziendali per fornire il prodotto come richiesto dal Cliente. Il responsabile
              “Assicurazione Qualità”, affinché possa svolgere bene le sue funzioni, deve vivere la quotidianità
              dei problemi altrimenti rischiamo di non coinvolgere tutto il Personale, restare troppo sul teorico e
              creare incomprensioni. Non era possibile realizzare il lavoro svolto senza l’accorpamento in un’unica
              figura le responsabilità in merito a “Sistema Informatico” e “Assicurazione Qualità”, ma ora,
              che il sistema funziona è il momento di sdoppiare le due cose. Con l’applicazione delle normative
              “Vision 2000” dovremo rivedere il sistema nel suo insieme e, per questo, il responsabile
              “Assicurazione Qualità” deve essere un responsabile a tutti gli effetti; oltre a conoscere il lavoro
              deve possedere senso pratico, capacità di comunicazione e saper coinvolgere gli altri. Individuata la
              persona giusta dovremo formarla allo scopo; ritagliare i tempi necessari affinché possa svolgere
              correttamente questa funzione garantendogli l’assistenza piena del responsabile per il “Sistema
              Informatico” al fine di ottimizzare sia la raccolta sia l’elaborazione dei dati.

     2.       Riorganizzazione e potenziamento di un sistema informatico efficiente per la conduzione
              Aziendale nell’ottica del “Sistema Qualità” finalizzato a controllare e snellire il processo gestionale
              ottimizzando la raccolta e l’elaborazione dei dati.
              E’ un aspetto fondamentale in una fase in cui l’azienda, nella necessità di gestire un volume sempre
              maggiore e di una tipologia più complessa di informazioni e dati, richiede una maggiore efficienza,
              capacità, efficacia nella produzione di dati precisi, e garanzia di sicurezza degli stessi.
              L’Azienda ha la necessità di possedere un “Controllo di Gestione” pratico e di facile
              interpretazione; semplice da aggiornare (con prelievo automatico dei dati da elaborare) e veloce da
              consultare. Per disporre di dati attendibili e riferimenti chiari bisogna che il sistema informatico sia in

Riferimento      Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5           01         4         15        20/12/2004
                                                     Manuale della Qualità

                grado di produrre inventari strumentali corretti ed aggiornati. Tale sistema deve essere mantenuto in
                grado di garantire la massima affidabilità e sicurezza.

       3.       Pianificazione corsi di formazione (interni o esterni) mirati ad acquisire specifiche conoscenze.
                Formare il Personale tramite corsi significa trasmettere tecniche nuove, nozioni di sicurezza, tutela
                ambientale e, comunque, aumentare la cultura individuale. Scopo principale, per la sopravvivenza
                stessa dell’Azienda, è quello di insegnare il mestiere ai giovani e, per fare questo, non esistono
                scuole o docenti in grado di trasmettere manualità e capacità d’esecuzione, perciò è indispensabile
                (sopportando costi altissimi) un affiancamento continuo con Personale specializzato e capace
                presente in Azienda. Gli errori o le perdite di tempo si verificano di solito per scarsa volontà o per
                mancanza d’attenzione. Per motivare e migliorare il proprio Personale l’Azienda dovrà fornire
                un’attenta e costante formazione, curare il collocamento, la qualità dei rapporti ed il grado di
                soddisfazione di ciascuno sempre nell’ottica di costruire e non per distruggere.

                Investire in conoscenza distingue mentre, investire in beni strumentali, omologa.

       4.       Conseguimento di un miglioramento tecnologico delle macchine, attrezzature e strumenti di
                controllo per avere qualità creando redditività.

       5.       Sostegno finanziario al programma d'investimenti mediante:

                 Riduzione dell’esposizione economica relativamente alle giacenze di magazzino.
                 Reperimento di finanziamenti a lungo termine.
                 Riduzione delle consulenze esterne.


       La Direzione Aziendale intende, attraverso un riesame annuale della “Politica della Qualità”,
       effettuare un’analisi del miglioramento valutando gli obbiettivi raggiunti, quelli nuovi o quelli ancora da
       perseguire, verificando l’adeguatezza delle procedure e che queste siano comprese, attuate e sostenute
       da tutti.

       Questa politica è stata divulgata a tutte le maestranze mediante riunione interna e affissione
       in bacheca.




5.4 PIANIFICAZIONE

5.4.1 Obiettivi per la Qualità
            Gli obiettivi sono definiti annualmente dalla Direzione e tengono conto della Politica della Qualità, del
            Riesame della Direzione al SGQ e delle esigenze Aziendali.


5.4.2 Pianificazione del Sistema di Gestione per la Qualità
            Per "pianificazione" si intendono quelle attività utili a predisporre gli strumenti, le risorse, i documenti
            ecc., finalizzate al perseguimento degli obiettivi della Qualità, nel rispetto dei requisiti della norma.


  Riferimento      Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 5            00         5         15        20/12/2004
                                                Manuale della Qualità

         I requisiti sono soddisfatti dalle seguenti attività:

          Predisposizione e attuazione d'idonee procedure, facenti parte integrante del Sistema di Gestione
           per la Qualità descritto dal presente Manuale.
          Approccio per processi, dall’attività commerciale fino alla realizzazione e consegna del prodotto
           finale.
          Attività continua di formazione e aggiornamento del Personale impiegato per l’esecuzione di attività
           di rilievo.
          Identificazione delle verifiche e dei controlli nelle varie fasi del processo;
          Identificazione, e utilizzo, di documenti per la Registrazione della Qualità.

         Non sono previsti Piani della Qualità perché non vengono realizzati prodotti speciali per i quali
         servirebbero specifiche commesse gestite in modo diverso (risorse, strumenti, attrezzature,
         responsabilità, documentazione ecc.).




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5        01         6         15        20/12/2004
                                                     Manuale della Qualità

5.5 RESPONSABILITA’, AUTORITA’ E COMUNICAZIONE
      La struttura organizzativa dell’Azienda è rappresentata graficamente dall’organigramma seguente.




                                                               DA
                                                   DIREZIONE AZIENDALE                     SERVIZIO PREVENZIONE
                                                  Amm. Del. MASINI Orlando                       E PROTEZIONE

                                                                                              Resp. MASINI Orlando


                AQ                                                                                    SI
  ASSICURAZIONE QUALITA’                                                                      SISTEMA INFORMATICO

      Resp. BRIZZI Guido                                                                       Resp. BRIZZI Guido



               AM                             AP                             AC                            PR
  AMMINISTRAZIONE                   ACQUISTI-PROGRAM.               AREA COMMERCIALE                PRODUZIONE
 Resp. MASINI Orlando               Resp. MASINI Orlando            Resp. MASINI Orlando        Resp. MASINI Orlando


          delegati                         delegati                       delegati                     delegato
     MORI Antonella                     CATANI Patrizia                MORI Antonella               TONIELLI Luca
     CATANI Patrizia                    MORI Antonella                CATANI Patrizia




                           CD                           OP                        MA                       MO
                       COLLAUDO                                              MAGAZZINO               (MONTAGGIO)
                     DIMENSIONALE                 OPERATORE DI                                       OPERATORE DI
                    Resp. PIANELLI D.              PRODUZIONE             Resp. TONIELLI L.           MONTAGGIO




     FORNITORI
       ESTERNI




 Riferimento    Revisione Pagina n.   di Pagine         Data
 Sezione 5           01         7        15         20/12/2004
                                                  Manuale della Qualità


5.5.1      Responsabilità e autorità
           Tutti i processi aventi influenza sulla qualità sono governati da procedure che definiscono le
           responsabilità nell’ambito del processo descritto.
           Con riferimento alle procedure gestionali, di seguito sono riportate le attività svolte dalle funzioni
           coinvolte e distinte per:

               compiti (C)             = di chi esegue o collabora
               responsabilità (R)      = di chi dirige od è responsabile




     5.5.1.1         PG 01 – Riesame del Contratto

                                                                                             Assegnazioni
                                              Attività
                                                                                              AC      AP
      Gestione della trattativa preliminare con i Clienti                                      R
      Riesame dell’ordine con timbro e visto                                                   R
      Aggiornamento dei prezzi a listino                                                       R
      Memorizzazione nel sistema informatico dell’ordine                                                R
      Pianificazione produttiva dell’ordine (per i gruppi)                                              R
      Pianificazione produttiva dell’ordine (per i componenti)                                          R
      Gestione modifiche agli ordini                                                                    R


     5.5.1.2           PG 02 – Approvvigionamento

                                                                                         Assegnazioni
                                           Attività
                                                                                        AP MA CD
      Trattative con nuovi Fornitori                                                     R
      Richiesta d’offerta (lettera – fax – e-mail)                                       R
      Verifica delle offerte ricevute                                                    R
      Emissione ordini d’acquisto (PG 02.01)                                             R
      Emissione D.D.T. per C/L (PG 02.03 e PG 02.04)                                     R
      Definizione contratti con società di servizi                                       R
      Controllo in accettazione materiale acquistato                                            R
      Controllo in accettazione delle saldature come da Istruzione Operativa
      (IO 06)                                                                                          R
      Gestione non conformità in accettazione                                                          R
      Valutazione e giudizio dei Fornitori mediante compilazione, e aggiornamento
                                                                                         R
      scheda PG 02.06 ed elenco Fornitori qualificati
      Eventuali visite valutative presso i Fornitori                                     R


  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine        Data
 Sezione 5        01          8         15        20/12/2004
                                                Manuale della Qualità


   5.5.1.3             PG 03 – Processo Produttivo

                                                                                 Assegnazioni
                            Attività
                                                                    AM PR OP AP CD                  MA
    Gestione delle anagrafiche (Prodotti - distinte base -
                                                                                          R
    commesse).
    Gestione della documentazione tecnica.                                                R
    Gestione del piano produttivo.                                           R            C
    Preparazione e lancio di cicli per lavorazione.                          R            C
    Redazione del ciclo di lavorazione.                                      R            C
    Lavorazioni - controlli e registrazioni.                                         R
    Collaudo finale.                                                                            R
    Gestione della consuntivazione economica delle lavorazioni.                           R
    Presa in carico e verifica delle schede macchina.                        R            C
    Preparazione e lancio Cicli di montaggio, Lista di prelievo e
                                                                             R            C
    Cartellino montaggio.
    Gestione modifiche in pianificazione ed in corso d’opera.                R            C
    Compilazione Elenco dei gruppi componenti la matricola
                                                                                                        R
    (PG 03.03).
    Gestione disegni e modifiche.                                                         R
    Gestione Istruzioni Operative (IO 03 – IO 04 – IO 05).                   R
    Valorizzazione finale articoli prodotti                                  R
    Fatturazione                                                      R
    Gestione documentazione sulla sicurezza                                               R




   5.5.1.4             PG 04 - Strumenti di Misura e Collaudo

                                                                                         Assegnazioni
                                         Attività
                                                                                         CD PR AM
    Inserimento e variazione dati relativi agli strumenti di misura e collaudo in
                                                                                         R
    scheda PG 04.01 .
    Trasmissione a CD fotocopia fattura d’acquisto o D.D.T. di vendita per
                                                                                                        R
    aggiornamento PG 04.01.
    Stampa periodica della scheda PG 04.02 .                                             R
    Registrazione operazioni di taratura e controllo su scheda PG 04.01 .                R
    Gestione Istruzioni Operative (IO 02).                                               R
    Decisioni in merito a utilizzo o meno degli strumenti, eventuali interventi di
                                                                                         R      R
    riparazione, declassamento o eliminazione.




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5         00        9         15        20/12/2004
                                                Manuale della Qualità


   5.5.1.5           PG 05 - Non Conformità

                                                                          Assegnazioni
                                Attività
                                                                      CD DA   PR      AQ      AP
    Gestione Scheda Non Conformità (PG 05.01)                         R
    Gestione del recupero                                                       R
    Gestione dello scarto                                             R
    Accettazione finale del recupero                                  R
    Gestione del rapporto con Clienti – Fornitori ed Operatori        R
    Gestione variazioni di quantità – note sul ciclo – emissione di
                                                                                               R
    D.D.T. – comunicazioni – addebiti ecc.
    Analisi Schede Non Conformità e valutazione eventuali azioni
                                                                          R
    correttive o preventive
    Gestione azioni correttive o preventive conseguenti alle non
                                                                                          R
    conformità




   5.5.1.6           PG 06 - Azioni Correttive e Preventive

                                                                                    Assegnazioni
                                           Attività
                                                                                    DA        AQ
    Compilazione della sezione “B” (PG 06.01)                                                 R
    Compilazione della sezione “C” (PG 06.01)                                         R
    Trasmissione copia PG 06.01 al responsabile dell’attuazione                               R
    Compilazione della sezione “D” (PG 06.01)                                                 R
    Registrazione e archiviazione del modulo (PG 06.01)                                       R




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5       00         10         15        20/12/2004
                                                Manuale della Qualità


   5.5.1.7           PG 07 – Immagazzinamento - movimentazione - imballo e
                     consegna

                                                                                      Assegnazioni
                                      Attività                                    MA       AP      CD
    Codifica dei siti di stoccaggio                                               R
    Stoccaggio e identificazione dei prodotti                                     R
    Verifica dello stato di conservazione dei prodotti                            R
    Controlli in accettazione                                                     R
    Prelievi e consegna dei prodotti                                              R
    Movimentazione interna                                                        R
    Ottimizzazione degli spazi                                                    R
    Gestione dei documenti                                                                 R
    Imballo delle macchine gruppi e inserimenti dotazioni corredo                 R
    Carico e scarico dei materiali                                                R
    Controlli in spedizione                                                       R
    Carico (informatico) a magazzino quantità totali o a saldo                    R
    Carico (informatico) a magazzino quantità parziali                                               R
    Gestione Codifica Materia Prima (PG 07.02)                                    R
    Gestione e stoccaggio prodotti a rischio chimico e formazione all’uso degli
                                                                                  R
    utilizzatori
    Aggiornamento e archiviazione Schede di sicurezza (prodotti a rischio
                                                                                           R
    chimico) e Scheda di valutazione rischio chimico




   5.5.1.8           PG 08 - Addestramento e Formazione

                                                                                       Assegnazioni
                                         Attività
                                                                                      AQ DA AM
    Predisposizione piani di formazione                                                R
    Approvazione piani di formazione                                                           R
    Svolgimento del piano formativo e organizzazione dei corsi                         R              C
    Gestione dei documenti attestanti l’esecuzione dei corsi                                          R
    Esecuzione corsi interni e relativi alla qualità                                   R
    Gestione Scheda personale (PG 08.01)                                                              R
    Valutazione efficacia attività formativa                                                   R




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5       00         11         15        20/12/2004
                                                Manuale della Qualità


   5.5.1.9           PG 09 - Analisi dei dati

                                                                              Assegnazioni
                                         Attività
                                                                             AQ DA AM
    Raccolta dati                                                              R             C
    Analisi dei dati e valutazione di azioni conseguenti                             R




   5.5.1.10          PG 10 - Documenti del Sistema di Gestione per la Qualità

                                                                            Assegnazioni
                                    Attività
                                                                        AQ DA AM           SI
    Verifica dei documenti                                              R
    Approvazione dei documenti                                                 R
    Emissione dei documenti validi                                      R
    Gestione informatica dei documenti (G-O-R) e della modulistica      R
    Distribuzione in copia dei documenti in modalità Libera (L)         R
    Distribuzione in copia dei documenti in modalità Controllata (C)    R            C
    Distribuzione dei documenti in modalità Informatica (I)             R
    Gestione della revisione dei documenti (G-O-R)                      R            C
    Archiviazione dei documenti originali (G-O-R)                                    R
    Gestione ed archiviazione dei documenti superati (G-O-R)                         R
    Gestione dei contenuti del sito Internet                            R
    Gestione tecnica, pubblicazione e archiviazione del sito Internet                        R
    Gestione ed aggiornamento tabella PG 10.02                                       R
    Gestione documenti di origine esterna                                            R
    Verifica che i documenti utilizzati siano in ultima revisione       R




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5       02         12         15        20/12/2004
                                                Manuale della Qualità


   5.5.1.11          PG 11 - Verifiche Ispettive interne – Riesami al Sistema
                     di Gestione per la Qualità

                                                                              Assegnazioni
                                           Attività
                                                                              DA AQ AM
    Predisposizione del Piano Annuale delle Verifiche Ispettive                       R
    Approvazione del Piano Annuale delle Verifiche Ispettive interne          R
    Gestione delle Verifiche Ispettive interne                                        R
    Gestione della documentazione relativa alle Verifiche Ispettive interne           R      C
    Riesame al Sistema di Gestione per la Qualità                             R




   5.5.1.12          PG 12 - Sistema Informativo

                                                                               Assegnazioni
                                           Attività
                                                                                  AM      SI
    Gestione ed archiviazione delle licenze d’uso di software.                            R
    Aggiornamento hardware e software                                                     R
    Gestione sicurezza e riservatezza dei dati                                            R
    Gestione sicurezza per la difesa da virus informatici                                 R
    Rilascio di password personali, formazione e controllo degli utenti.                  R
    Gestione e aggiornamento PG 12.01                                                     R
    Azzeramento annuale contatori                                                         R
    Gestione ricambi e manutenzione hardware.                                             R
    Gestione acquisizione ed elaborazione dei tempi di produzione.                        R
    Salvataggio giornaliero di tutti i dati e conservazione.                      C       R
    Gestione affidabilità ed aggiornamento di tutto il sistema.                           R
    Trasmissione a SI fotocopia fattura d’acquisto o D.D.T. di vendita per
                                                                                  R
    aggiornamento PG 12.01
    Gestione Istruzione Operativa (IO 01).                                                R
    Gestione del flusso delle informazioni.                                               R




Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 5       00         13         15        20/12/2004
                                                  Manuale della Qualità


     5.5.1.13          PG 13 – Gestione Reclami e Soddisfazione Cliente

                                                                                             Assegnazioni
                                             Attività
                                                                                               DA       AQ
      Compilazione della sezione “B” (PG 13.01)                                                 R
      Trasmissione copia PG 13.01, per informazione, al Personale interessato                   R
      Trasmissione copia PG 13.01 ad AQ per l’avviamento di eventuale azione correttiva-
                                                                                                R
      preventiva
      Trasmissione scheda PG 13.01 ad AQ per registrazione e archiviazione                      R
      Compilazione della sezione “C” (PG 13.01)                                                           R
      Registrazione e archiviazione del Reclamo (PG 13.01)                                                R
      Compilazione PG 13.02                                                                     R
      Archiviazione PG 13.02                                                                              R



I dati di cui sopra sono raccolti e riepilogati da Assicurazione Qualità in due elenchi:

1.   Mansionario per procedura

     Matrice dei compiti e delle responsabilità. Contiene l’elenco di tutte le attività da svolgere divise per
     procedura e per funzione.

2.   Mansionario per funzione

     Matrice dei compiti e delle responsabilità. Contiene l’elenco per ogni singola funzione delle attività da
     svolgere. Da questo elenco si estrae la copia per ogni singolo interessato.




5.5.2      Rappresentante della Direzione
           La Direzione Aziendale svolge il ruolo di “Rappresentante della Direzione per la Qualità”.
           La posizione prevede autorità e potere decisionale su tutto lo spettro di attività dell’Azienda.
           Il Rappresentante della Direzione per la Qualità, attraverso il Responsabile Assicurazione Qualità, ha la
           responsabilità di garantire che sia applicato e mantenuto in efficienza il Sistema di Gestione per la
           Qualità, nonché di avviare azioni di miglioramento all’interno dell’Azienda e controllarne l’efficacia.




  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 5        01         14         15        20/12/2004
                                                  Manuale della Qualità

5.5.3      Comunicazione interna
           L’Azienda sviluppa al proprio interno un processo di comunicazione gestita mediante:

               riunioni;
               incontri informali;
               divulgazione di informazioni relative all’assetto organizzativo dell’Azienda e sue modifiche;
               divulgazione di documentazione tecnica o di specifico interesse;
               diffusione di comunicazioni relative ai risultati dell’attività;
               comunicazioni scritte, per inoltro ai singoli interessati, relative ad argomenti di particolare
                importanza;
               impiego della rete Intranet;
               bacheche;
               posta elettronica interna.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 03 e PG 12.




5.6 RIESAME DA PARTE DELLA DIREZIONE

5.6.1      Generalità
           La Direzione Aziendale effettua annualmente un riesame completo del grado di efficienza del Sistema
           di Gestione per la Qualità.



5.6.2      Elementi in ingresso per il riesame

           Il riesame viene svolto sulla base di quanto evidenziato dai documenti di Registrazione della Qualità
           (non conformità di prodotto, verifiche ispettive, azioni correttive e preventive, formazione, ecc.) e dalle
           azioni intraprese, e valutando anche il raggiungimento degli obiettivi precedentemente espressi.




5.6.3      Elementi in uscita dal riesame

           Il riesame permette di valutare ed assumere decisioni in merito a strategie, obiettivi, risorse e tempi di
           realizzazione affinché perseguire un miglioramento continuo del Sistema di Gestione per la Qualità e
           pianificare risorse.


       Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 11.




  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 5         01        15         15        20/12/2004
                                                  Manuale della Qualità

6.     GESTIONE DELLE RISORSE

6.1 MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE

       L’Azienda dispone delle risorse necessarie per attuare e tenere aggiornati i processi del Sistema di
       Gestione per la Qualità al fine di conseguire obiettivi di miglioramento continuo e di soddisfazione delle
       parti interessate.




6.2 RISORSE UMANE

6.2.1      Generalità

           Per le attività lavorative e di controllo l'Azienda si avvale di Personale preparato.
           L’ingresso di nuovi mezzi di produzione prevede anche l’aggiornamento del Personale che li dovrà
           utilizzare e, pertanto, la Direzione, valutate le necessità, pianifica corsi d'addestramento gestiti e
           documentati con apposita procedura.
           Il Personale viene addestrato e responsabilizzato per l’esecuzione dei controlli e la compilazione dei
           documenti di Registrazione della Qualità, sia al ricevimento delle merci sia durante il processo
           produttivo.




6.2.2      Competenza, consapevolezza e addestramento

           La Direzione Aziendale, individuate le necessità formative degli addetti, predispone un Piano di
           addestramento annuale definendo mezzi e risorse adeguate allo svolgimento di tale attività.
           Sono individuati i livelli formativi, strettamente correlati all’inquadramento del personale, e i contenuti, in
           funzione delle capacità e delle mansioni che gli addetti andranno a svolgere.
           Secondo i livelli, la formazione si acquisisce attraverso riunioni, corsi interni o esterni, partecipazione a
           convegni, affiancamento a personale qualificato.
           Le attività di rilievo sono registrate nella scheda personale che l’Azienda ha predisposto per ogni
           addetto. Su detta scheda sono riportate le esperienze professionali precedentemente conseguite, gli
           eventuali curriculum formativi ed i passaggi di categoria.


       Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 08.




6.3 INFRASTRUTTURE

       Per le attività lavorative e di controllo l'Azienda si avvale di attrezzature e mezzi adeguati e mantenuti in
       efficienza, per assicurare la conformità ai requisiti di qualità, alle esigenze personali e alla normativa vigente
       sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, quali:


  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data                 Redazione AQ               Approvazione DA
 Sezione 6         00         1          2        01/04/2003
                                                 Manuale della Qualità


         edifici;
         spazi di lavoro;
         apparecchiature e attrezzature di processo (macchine utensili, hardware e software);
         servizi di supporto (trasporti, manutenzione).

      Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 03, PT 03 e PT 04.




6.4 AMBIENTE DI LAVORO

      In considerazione della rilevanza che può avere sulle prestazioni, l’Azienda pone attenzione nella gestione
      dell’ambiente di lavoro mediante:

       comunicazione efficace;
       assegnazione di mansioni chiare e ben definite;
       coinvolgimento del personale in tutte le attività Aziendali;
       gestione e manutenzione delle infrastrutture e dei mezzi;
       formazione e informazione dei dipendenti sulla sicurezza e sull’impiego dei dispositivi personali di
        protezione;
       impiego di tecnologie informatiche per facilitare le attività di produzione;
       coinvolgimento del personale nei processi di miglioramento;
       coinvolgimento di tutto il personale affinché sia consapevole della rilevanza delle proprie attività e del
        proprio contributo per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dalla Direzione.

      Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 03, PT 04 e Istruzioni Operative.




6.5 INFORMAZIONI

      Tutti i processi decisionali, in Azienda, si basano su “dati di fatto”.
      In tale ottica è garantito un adeguato flusso informativo sia per quanto attiene l’Azienda e i suoi processi
      interni, sia per l’ambiente esterno (Clienti e Fornitori).
      Ciascun Responsabile di funzione gestisce, nell’ambito della propria funzione, le informazioni di proprio
      diretto interesse ed è responsabilizzato nel trasferire alle altre funzioni e alla Direzione le informazioni di
      comune interesse.

      Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 03 e PG 12.




 Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 6       00          2          2        01/04/2003
                                                     Manuale della Qualità

7.     REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO

7.1      PIANIFICAZIONE DELLA REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO

         L’Azienda provvede a pianificare i processi produttivi stabilendo:

               gli obiettivi per la qualità;
               la documentazione e le risorse specifiche per lo svolgimento delle attività lavorative;
               le attività di controllo;
               le registrazioni.

         Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 02, PG 03, PG 05 e PG 07.




7.2      PROCESSI RELATIVI AL CLIENTE


7.2.1        Determinazione dei requisiti relativi al prodotto

             I requisiti relativi al prodotto vengono definiti mediante accordi verbali che intercorrono in fase
             preliminare con i Clienti prima di ricevere l’ordine. I requisiti impliciti sono ovviamente tenuti in
             considerazione anche se non espressi.
             In questa fase sono valutate le possibilità tecniche, le tempistiche e stabilito il metodo con le strutture
             tecniche o produttive del Cliente.
             L’offerta è costituita dai dati divulgati sotto forma di listino relativi a disponibilità e prezzi di vendita per
             articoli precedentemente forniti.

             Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 01.



7.2.2        Riesame dei requisiti relativi al prodotto

             Gli ordini pervengono dai Clienti con l’indicazione della descrizione degli articoli con quantità, prezzo,
             condizioni amministrative e date di consegna.
             In caso di ordini scritti il riesame è documentato mediante visti su di un apposito timbro che viene
             posto sull’ordine stesso.
             Per quanto riguarda ordini verbali viene emessa la conferma d’ordine che, di fatto, costituisce il
             riesame.
             In caso di modifiche il Cliente annulla gli ordini precedenti ed emette ordini nuovi.
             In alternativa a questa procedura può essere emessa una nuova conferma d’ordine.
             Le attività sono gestite informaticamente con la trasmissione all’attenzione delle funzioni coinvolte,
             nelle attività contrattuali, del Cliente.

             Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 01.




  Riferimento      Revisione Pagina n.   di Pagine      Data                  Redazione AQ                Approvazione DA
 Sezione 7            02         1          6        21/01/2004
                                                  Manuale della Qualità

7.2.3      Comunicazione con il Cliente

           L’Azienda è coinvolta in un’attività intensa di comunicazione ed informazione diretta al Cliente.
           Quest’attività continua è la base per instaurare e mantenere una collaborazione attiva alfine di assicurare
           valore aggiunto al processo di produzione nell'ottica del "miglioramento continuo”.
           La comunicazione con il cliente è, di massima, curata dalla Direzione Aziendale mediante incontri
           periodici con i Responsabili del Cliente; ma è curata, anche, dai Responsabili di Funzione e dagli
           Operatori interessati mediante incontri frequenti e contatti telefonici o via e-mail con le funzioni tecniche
           del Cliente.
           L’informazione diretta a potenziali Clienti è curata mediante il sito Internet.



7.3      PROGETTAZIONE E SVILUPPO

         L’Azienda svolgendo attività di produzione conto terzi e, quindi, non attuando processi di progettazione,
         non applica questo processo.



7.4      APPROVVIGIONAMENTO
         L’Azienda tiene sotto controllo il processo di approvvigionamento definendo e applicando condizioni per
         l’acquisto di prodotti conformi ai requisiti o agli standard attesi.


7.4.1      Processo di approvvigionamento
           Le attività riguardano tutte le forme contrattuali, in atto, all’emissione di ordini per
           l’approvvigionamento di tutte le categorie, nonché alla definizione delle relative modalità gestionali
           inerenti al controllo in accettazione delle suddette forniture, alla valutazione e qualifica dei Fornitori.
           L’importanza attribuita ad un prodotto è valutata secondo tempi d’approvvigionamento, reperibilità e
           prezzo.
           Le modalità sono relative alle categorie o alla criticità attribuita a prodotti o servizi acquistati: materie
           prime, articoli commerciali, particolari a disegno, conto lavoro, particolari forniti dal Cliente, servizi o
           altri.

           Nella necessità di approvvigionarsi di nuovi articoli (o di ricercare Fornitori alternativi) si avvia un
           contatto preliminare con l’eventuale nuovo Fornitore ove vengono valutate le capacità tecniche e
           produttive, in relazione all’importanza attribuita al prodotto o al lavoro da commissionare.
           Effettuate le prime valutazioni viene deciso se inviare (a mezzo lettera - fax – e-mail) una richiesta
           d’offerta (con allegato l’eventuale disegno). In essa sono riportati tutti i dati relativi al prodotto,
           quantità e i termini di consegna.
           L’offerta ricevuta viene esaminata in tutti i suoi aspetti per definire se il Fornitore può essere idoneo ad
           effettuare la fornitura.

           L’ordine viene emesso in seguito ad una pianificazione che definisce i fabbisogni per commessa o per
           scorta minima.
           Sull’ordine, che viene trasmesso ai Fornitori, sono riportati i dati per individuare l’articolo (allegando
           l’eventuale disegno), la quantità richiesta, i tempi di consegna, il prezzo (ricavato dallo storico, da
           listino o eventuale offerta), condizioni di pagamento, aspetti amministrativi ed eventuale richiesta di
           certificazione.
  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 7         00         2          6        01/04/2003
                                                  Manuale della Qualità


           Per articoli particolari, che vengono ordinati al Cliente stesso, viene precisato anche l’eventuale numero
           di commessa, matricola, ordine o dati che identificano il prodotto finale cui sono destinati.
           Per i servizi viene stipulato un contratto fra le parti definendo oggetto e condizioni.

           Per la valutazione dei Fornitori sono stabiliti precisi criteri in relazione ai prodotti o ai servizi acquistati,
           alla loro criticità ed ai metodi di controllo in accettazione.
           Tali criteri sono definiti considerando le tipologie dei prodotti ed in base a parametri di giudizio relativi
           all’idoneità delle forniture, ai prezzi, al rispetto delle consegne, alla potenzialità produttiva, alla
           flessibilità, al servizio ed all’eventuale certificazione del Fornitore.
           Tutti i Fornitori sono presenti in un elenco informatico dal quale si genera un apposito “Elenco Fornitori
           qualificati”, ove è contenuta e conservata una scheda (aggiornata periodicamente per ogni Fornitore
           qualificato) che consente di accedere alle informazioni ed alle valutazioni espresse.


7.4.2      Informazioni per l’approvvigionamento
           Le informazioni necessarie per l’approvvigionamento sono fornite dai requisiti indicati dal Cliente sui
           disegni tecnici.


7.4.3      Verifica dei prodotti approvvigionati
           In accettazione vengono effettuati controlli per verificare che i documenti che accompagnano i prodotti
           in entrata corrispondano con i dati riportati sull’ordine ed all’eventuale certificazione; poi viene
           controllata la merce per aspetto visivo, quantità, qualità e, per gli articoli a disegno, è previsto il
           collaudo dimensionale.

           Attualmente non sono previste verifiche o controlli sul prodotto presso il Fornitore, sia dell’Azienda che
           del Cliente.


         Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 02.




7.5      PRODUZIONE ED EROGAZIONE DI SERVIZI


7.5.1      Tenuta sotto controllo delle attività di produzione e di
           erogazione di servizi

           A disposizione degli addetti sono predisposti i seguenti documenti:

               Cicli di lavorazione nei quali sono indicate la commessa d’appartenenza, il codice dell’articolo, la
                descrizione del particolare, la data di consegna, la quantità e le fasi di lavorazione.
               Disegni dei componenti meccanici.
               Distinte base ovvero elenchi di componenti commerciali o di produzione necessari alla realizzazione
                di gruppi o di macchine complete.

  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 7         01         3          6        01/07/2003
                                                  Manuale della Qualità

           In funzione di previsioni o di nuovi ordinativi viene effettuata, mediante il sistema informatico, la
           pianificazione della produzione definendo commesse, quantità e scadenze degli articoli da acquistare o
           da produrre. Il sistema calcola, in relazione alle nuove esigenze, i fabbisogni totali ed il lotto di
           convenienza considerando: giacenze di magazzino, impegni esistenti, produzione in corso od ordinativi
           precedentemente emessi.

           Mediante l’utilizzo dei documenti predisposti, è emesso l’ordine o si effettua il lancio in produzione con
           conseguente consegna ad Operatori o Fornitori dei disegni e dei relativi cicli produttivi, con indicate le
           fasi per l’esecuzione.

           I prodotti ricevuti da Fornitori o da Clienti vengono sempre controllati mentre gli Operatori, per le
           lavorazioni eseguite all’interno, sono responsabili del lavoro eseguito e, pertanto, effettuano controlli
           intermedi durante il processo. Il controllo finale è a cura del responsabile di Collaudo.
           Le formalizzazioni e relative registrazioni avvengono su appositi documenti con l’evidenza di eventuali
           non conformità che vengono gestite di conseguenza.

           Il sistema informatico soddisfa la normativa per quanto riguarda la gestione della documentazione
           tecnica interna o fornita dal Cliente ed inoltre, mediante l’utilizzo di codici a barre, effettua la
           registrazione delle attività, il rilevamento dello stato d’avanzamento, i tempi impiegati e,
           conseguentemente, la determinazione dei costi.

           Altra attività legata al processo produttivo è la manutenzione delle attrezzature utilizzate. Con lo scopo
           di ridurre problematiche o non conformità e mantenere la massima efficienza possibile l’Azienda ha
           predisposto un’apposita Procedura Tecnica (PT 04) che definisce oggetto, modalità e responsabilità per
           la programmazione, il controllo e la registrazione degli interventi ordinari e straordinari.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 03, PT 03 e PT 04.



7.5.2      Validazione dei processi di produzione e di erogazione di servizi

           Tutti i prodotti sono realizzati con i requisiti specificati dal Cliente nei disegni tecnici. Per quanto
           riguarda le saldature i Clienti non ne richiedono alcuna qualifica. L’Azienda dispone di un’istruzione
           operativa per il controllo delle saldature.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 02.



7.5.3      Identificazione e rintracciabilità

           Per l’identificazione del prodotto durante tutto il processo produttivo sono state predisposte (al fine di
           gestire ed illustrare le modalità operative) le seguenti Procedure Gestionali e Tecniche: PG 03
           “Processo produttivo”, PT 03 “Organizzazione della Produzione”, PG 07 “Immagazzinamento
           movimentazione imballo e consegna”.

           L’attività di rintracciabilità del prodotto non viene applicata, perchè non è richiesta dai Clienti.




  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 7         01         4          6        21/01/2004
                                                  Manuale della Qualità

7.5.4      Proprietà del Cliente

           La gestione del prodotto fornito dal Cliente viene effettuato con modalità descritte nelle procedure PG
           02, PG 05 e PG 07.

           Per quanto riguarda la proprietà intellettuale, l’Azienda, allo scopo di tutelare gli interessi dei Clienti e
           conseguentemente i propri, garantisce di non diffondere dati tecnici ricevuti da altri senza esserne,
           almeno verbalmente, autorizzata. La Direzione Aziendale ha informato il proprio Personale dell’assoluto
           divieto a divulgare ad altri foto particolari, complessivi di macchine o di gruppi meccanici redatti da
           altre aziende. Previa iniziale autorizzazione, e mantenendo l’intestazione originale, l’Azienda trasferisce
           ai propri Fornitori soltanto copie di disegni relativi a singoli particolari con la raccomandazione di
           evitarne la diffusione senza permesso.



7.5.5      Conservazione dei prodotti

           L’Azienda attua processi di movimentazione, imballaggio, immagazzinamento,               conservazione e
           consegna dei prodotti assicurando una corretta gestione fisica, l’integrità e il corretto utilizzo da parte
           degli addetti. Tali attività sono applicate a tutti gli articoli gestiti.

           I magazzini ove, secondo il loro utilizzo, sono stoccati i materiali sono suddivisi nelle seguenti aree:
           accettazione, spedizione, magazzino materie prime e magazzino particolari finiti o commerciali.
           Il magazzino materie prime, costituito prevalentemente da barre, è composto di rastrelliere e da
           scaffalature. Le materie prime sono suddivise per tipo e per misura, ed identificate (se trattasi di acciai
           speciali) mediante verniciatura in testa come da apposita tabella appesa in loco.
           Il magazzino particolari finiti o commerciali è composto di cassettiere e da scaffali identificati per singolo
           piano. I particolari sono collocati per posizione (con metodo per facilitare il prelievo) memorizzata nel
           sistema informatico. I cassetti (o i contenitori posti sugli scaffali) riportano il codice, o la misura,
           dell’articolo che contengono.
           Al ricevimento della merce, sono effettuati controlli visivi del materiale che viene identificato ed avviato
           (in funzione del tipo e della provenienza) alle attività di controllo o di collaudo.

           L’assistenza presso il Cliente, dopo la consegna del prodotto finale, non è prevista in quanto non
           richiesta.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 07.



7.6      TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DISPOSITIVI DI
         MONITORAGGIO E DI MISURAZIONE

         L’ Azienda predispone ed attua un processo affinché siano sotto controllo gli strumenti di misura e di
         collaudo ritenuti validi, ed utilizzati, per assicurare la conformità del prodotto ai requisiti concordati.

         L’attività è applicata agli strumenti di misura, appositamente elencati, scelti in modo tale che il loro
         grado di precisione sia compatibile (ed in eccesso) con le misure e le tolleranze previste per il tipo di
         lavoro che viene svolto.
         Gli strumenti utilizzati in Azienda per misure, controlli e collaudi utili a garantire il Sistema Qualità sono
         inseriti in un apposito elenco, codificati e classificati in due tipi:

  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 7         00         5          6        01/04/2003
                                                  Manuale della Qualità


       1.     Tarati e certificati da apposito ente esterno (identificati dal marchio con * asterisco).

       2.     Controllati internamente (identificati dal marchio con ** asterischi).

       La Taratura definisce lo scostamento di misura rispetto ad un campione di riferimento.

       Il Controllo definisce l’efficienza dello strumento (effettuando pure una verifica, rispetto ad un campione
       tarato, che lo scostamento di misura sia contenuto nei limiti di tolleranza predefiniti).

       Il Responsabile, formato allo scopo da Ente certificato, per svolgere l’attività e garantire l’efficienza ed il
       corretto uso degli strumenti è il Collaudatore. Egli, oltre ad effettuare frequenti verifiche di funzionalità,
       prestabilisce un piano di scadenze per:

       1.     Inviare presso un centro SIT gli strumenti che necessitano di taratura e, al rientro, archivia il
              certificato ricevuto, registra l’avvenuta attività e l’esito su apposita scheda informatica.
       2.     Effettuare, in condizioni ed ambiente idoneo, i controlli d'efficienza seguendo la specifica Istruzione
              Operativa che definisce: modalità, limiti di accettabilità e le tabelle UNI di riferimento. Anche per
              questo caso registra l’esito e l’avvenuta attività nella scheda.

       In tutti i casi d'incidente (urti, caduta ecc.) qualsiasi strumento di misura, in base alla sua classificazione,
       deve essere tarato, controllato o verificato a prescindere dalla data pianificata.
       L’esito di tarature o controlli possono determinare il declassamento e, nell’eventualità di
       doverlo escludere dall’elenco degli strumenti validi, verrà identificato dal marchio con ***
       asterischi.

       Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 04.




Riferimento     Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
Sezione 7         00          6          6        01/04/2003
                                                  Manuale della Qualità

8.     MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO

8.1      GENERALITA’
         L’Azienda ha definito un processo di monitoraggio, di misurazione, di analisi e di miglioramento allo
         scopo di assicurare la conformità dei prodotti, la conformità e l’efficacia del sistema di gestione per la
         qualità garantendo la soddisfazione del Cliente.
         Gli strumenti utilizzati sono: i controlli durante il processo di produzione, le verifiche ispettive interne, le
         azioni correttive e preventive, l’analisi dei dati.



8.2       MONITORAGGI E MISURAZIONI

8.2.1      Soddisfazione del Cliente
           L’Azienda opera come se fosse un reparto del Cliente. I contatti assidui da parte della Direzione, dei
           Responsabili di Funzione e degli Operatori, avvengono tramite frequenti incontri, e tramite posta
           elettronica. Queste comunicazioni continue permettono uno scambio efficace di informazioni che
           vengono immediatamente utilizzate dall’Azienda al proprio interno. Lo scambio di informazioni consente
           di percepire in tempo reale la soddisfazione del Cliente e di attivare conseguentemente le azioni
           correttive del caso. Le informazioni vengono registrate su un modulo dedicato.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 13.



8.2.2      Verifiche ispettive interne
           L’Azienda ha predisposto metodologie per verificare periodicamente se il Sistema di Gestione per la
           Qualità è efficace in relazione agli obiettivi stabiliti, e che i dati raccolti siano di utilità per avviare
           azioni di miglioramento.
           Tali metodologie si applicano a tutte le attività del Sistema di Gestione per la Qualità garantendo
           coerenza con la normativa UNI ISO EN 9001:2000, le procedure ed il Manuale della Qualità.

           Le verifiche ispettive interne sono svolte a seguito della predisposizione di un piano annuale, od ogni
           volta che se ne ravveda la necessità in relazione alle problematiche sorte.
           Sono utilizzate specifiche liste di verifica da parte di personale non direttamente responsabile dell’attività
           verificata. A fine verifica viene redatto un rapporto su cui sono documentati i risultati e indicata la
           necessità di avviare azioni correttive.

           Per lo svolgimento delle Verifiche Ispettive, il Personale incaricato è addestrato da ente e consulente
           qualificato.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 11.




  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data                  Redazione AQ              Approvazione DA
 Sezione 8         02         1          3        21/01/2004
                                                  Manuale della Qualità


8.2.3      Monitoraggio e misurazione dei processi
           L’Azienda persegue un processo di monitoraggio e di misurazione del processo mediante il controllo dei
           prodotti durante il processo, la rilevazione e la registrazione delle non conformità di prodotto e di
           sistema, ed il controllo dell’efficienza dei mezzi produttivi.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 02, PG 03, PG 07, PG 04, PG 05, PG 06, PG 09,
           PG 12 e PT 04.



8.2.4      Monitoraggio e misurazione dei prodotti
           L’Azienda persegue un processo di monitoraggio e di misurazione dei prodotti mediante controlli
           durante e alla fine del processo. Effettuati i controlli finali i prodotti vengono consegnati e caricati a
           magazzino; dopo quest’ultima fase del processo è possibile utilizzarli prelevandoli per il montaggio.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alle procedure PG 03, PG 07.



8.3      TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI PRODOTTI NON CONFORMI
         L’Azienda ha predisposto metodologie per il rilevamento e la gestione delle non conformità di prodotto
         emerse nel corso del processo produttivo.

         Tali attività sono applicate durante le fasi del processo produttivo interno ed in occasione delle
         operazioni di controllo in accettazione per prodotti ricevuti da Fornitori o Clienti, e alla fine del processo;
         eventuali segnalazioni o reclami provenienti dai Clienti sono gestite con la procedura PG 13 “Gestione
         Reclami”.

         I controlli ed i collaudi possono evidenziare non conformità sui prodotti in relazione alle loro criticità.

         Il prodotto non conforme è gestito con le modalità previste dalla procedura di riferimento mediante la
         compilazione di un documento informatico (scheda) che contiene: identificazione, provenienza,
         responsabilità e classificazione della gravità. In esso vengono descritti i motivi della non conformità, le
         decisioni per un eventuale recupero e la soluzione amministrativa da adottare. Il prodotto scarto viene
         rottamato (in apposito contenitore per trucioli e rottami situato all’esterno dell’Azienda) dal collaudatore
         mentre per il prodotto recuperabile (o scarto, ma da recuperare per lo stesso lotto) viene separato da
         eventuali articoli conformi e gestito mediante l’impostazione (sul documento stesso) di un ciclo delle
         lavorazioni necessarie al recupero.
         Il documento fornisce indicazioni, definite in base ad urgenze e fabbisogni, in merito ad eventuali:
         variazione di quantità in produzione, lancio di un nuovo ciclo o variazione delle disponibilità di
         magazzino. La scheda viene stampata e, quando serve, allegata al disegno per accompagnare i
         particolari (non conformi da recuperare) fino al collaudo.

         Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 05.




  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 8        01          2          3        01/07/2003
                                                  Manuale della Qualità


8.4      ANALISI DEI DATI
         L’Azienda ha predisposto una procedura per organizzare i dati e le informazioni raccolte, dall’Azienda
         stessa, a scopo di analisi. L’analisi viene effettuata per verificare l’adeguatezza e l’efficacia del Sistema di
         Gestione per la Qualità.

         Le informazioni e i dati sono generati da attività di monitoraggio e misurazione dei processi e riprodotti in
         fogli di analisi attraverso i quali, periodicamente, la Direzione Aziendale valuta eventuali azioni correttive
         possibili a scopo di miglioramento.

         Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 09.




8.5      MIGLIORAMENTO

8.5.1      Miglioramento continuo
           L’Azienda persegue un processo di miglioramento continuo attraverso la Politica della Qualità,
           l’individuazione di obiettivi per la qualità, gli esiti delle azioni correttive e preventive, e delle verifiche
           ispettive interne, e l’analisi dei dati.



8.5.2      Azioni correttive
           L’Azienda ha definito modalità per l’attuazione di azioni correttive mirate ad eliminare cause di non
           conformità esistenti.
           Tali modalità si applicano a prodotti, processi, Sistema Qualità, sicurezza e ambiente.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 06.



8.5.3      Azioni preventive
           L’Azienda ha definito modalità per l’attuazione di azioni preventive mirate ad eliminare cause potenziali
           che potrebbero dare origine a non conformità.
           Tali modalità si applicano a prodotti, processi, Sistema Qualità, sicurezza e ambiente.

           Per maggiori dettagli si fa riferimento alla procedura PG 06.




  Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data
 Sezione 8         01         3          3        21/01/2004
                                                 Manuale della Qualità


9.    GESTIONE DEL MARCHIO DELL’ORGANISMO DI
      CERTIFICAZIONE

      Il responsabile Assicurazione Qualità ha il compito di verificare che il marchio dell’organismo di
      certificazione sia correttamente utilizzato, in accordo a quanto indicato nel regolamento TUV CSQ06.
      Per quanto concerne eventuali modifiche a detto regolamento egli applica le disposizioni indicate nella
      procedura di gestione dei documenti annullando il documento non valido e inserendo nel sistema quella
      valida in ultima revisione.
      Carenze in tal senso vengono gestite come “non conformità di sistema” e trattate in accordo alla procedura
      gestionale PG 06.




 Riferimento   Revisione Pagina n.   di Pagine      Data           Redazione AQ             Approvazione DA
 Sezione 9       00          1          1        01/04/2003

				
DOCUMENT INFO