pace-guerra

Document Sample
pace-guerra Powered By Docstoc
					                                           La guerra nella narrativa                                    1: Le guerre nella storia

                                           La poesia e la guerra                                        2: La prima guerra mondiale
FOTO: W.E. Smit
           D. Mec Cullin                                                                                3: La seconda guerra mondiale
Altri fotografi
Foto campi concentramento                                                                               4: Le guerre oggi:
                                                           ITALIAN                                            Vietnam
ARTE: “ Guarnica” Picasso                                                             STORIA                  Cambogia
                                     IMMAGIN               O
                                                                                                               Iraq
                                     E                                                                         Ex Jugoslavia



                        GEOGRAFI                        GUERRA                            STUDI                   Monarchia
Germania                A                                                                                         Repubblica
                                                                                          SOCIALI                 Dittatura
Giappone
USA
Polonia
Russia                                                                                     SCIENZE
Vietnam
Cambogia
                                                RELIGIONE
Iraq                                                                                                            Energia nucleare
                                                                                                                Bomba atomica
Ex Jugoslavia
                            MUSICA                                                   INGLESE


                                               IL RUOLO DELLA CHIESA NEI
                                               VARI CONFLITTI                                  TRUDUZIONE DELLA CANZONE:
                                                                                                     Blowing in the wind
                                               La preghiera per la vita di Madre Teresa
  Auswith
                                               di Calcutta
  Dio è morto                                  Gli uomini di pace.
  C’era un ragazzo che come me….

  La guerra di Piero


                                                                                                                          HP
PRIMITIVI
Combattevano per
difendersi e per conquistare
nuovi territori


                                   CIVILTA‟
                                  FLUVIALI
                                 Combattevano per il
                               territorio e per ottenere
                                 schiavi e ricchezze


ROMANI
Anche in questo caso le
guerre avvenivano per
ottenere nuovi territori,
ricchezze e schiavi
                                                        BARBARI
                                             Le invasioni avvennero per conquistare
                                            ricchezze e devastarono e territori su cui
                                                           passarono


COMUNI
Combatterono per difendersi dagli
invasori



                                                       CROCIATE
                                             I crociati combatterono per liberare il
                                                  Santo Sepolcro dagli infedeli


GUERRE DI RELIGIONE
(guerra dei 30 anni)
Gli scontri dipendevano dalle lotte tra i
protestanti e i cattolici, in seguito si
aggiunsero rivalità dinastiche

                                                                             2
RIVOLUZIONE AMERICANA
Le decisioni di Parigi suscitarono grande
entusiasmo e speranze delle 13 colonie. Erano
sicure che l’Inghilterra, a fianco della quale
avevano validamente combattuto contro il
comune nemico, riconoscesse le loro
aspirazioni a una maggiore indipendenza
economica e i loro diritti di espandersi
liberamente nei territori tolti alla Francia.
Accadde invece il contrario. Il governo inglese,
trovatosi padrone di un così immenso impero
coloniale, non tenne alcun conto delle legittime
aspirazioni delle colonie e mirò subito ad
inquadrarle in un organico sistema di
amministrazione      imperiale     direttamente
controllato da Londra. Il primo malcontento
fu causato da una decisione di Londra che
limitava le iniziative e le speculazioni dei
coloni in una parte dell’ex territorio Francese,
assegnato, come una specie di riserva, alle
tribù indiane.                                     geografia
                    GEORGE WASHIGTON




Chi è                  Cosa ha fatto      Cosa fondò



E’ un generale
delle truppe                               Fondò gli
Inglesi, che dopo       Gorge W. andò a    Stati Uniti
un po’ di tempo         combattere         d’America
diventò il primo        contro
presidente degli        l’Inghilterra
Stati Uniti



                                              2
L’ ILLUMINISMO E LA RIVOLUZIONE
FRANCESE
La rivoluzione Francese scoppiò a causa delle idee Illuministe che proclamavano
la libertà al contrario delle idee del clero e della nobiltà, che erano
- il potere era dato da Dio
-tutti gli uomini erano diversi e non avevano gli stessi diritti né davanti a Dio né
davanti al re
-gli uomini erano tutti diversi.
Invece le idee illuministe erano:
-tutti gli uomini erano uguali davanti a Dio e al re
-ogni uomo era libero e poteva esprimere le proprie idee
-tutti gli uomini avevano gli stessi diritti
-il re non aveva alcun potere
I TRE STATI
Primo stato : era composto dalla nobiltà Francese
Secondo stato : era composto dall’ alto clero Francese
Terzo stato : era composto dal popolo Francese
Il primo e secondo stato sopprimevano il terzo stato che era molto ignorante perché
non sapeva leggere né scrivere.
 Grazie alla Borghesia e agli illuministi che erano molto più intelligenti
istruirono un po’ il popolo che capì di poter dettare le regole ma il re per sicurezza
convocò:

L’ASSEMBLEA DEGLI STATI GENERALI.


 Durante l’assemblea non si riuscì a trovare un accordo, così il terzo stato assalì la
Bastiglia, la prigione dei politici, e la distrusse.
In questo periodo “volarono” molte teste di politici, che provarono a scappare
all’estero, ma nulla da fare, vennero tutti uccisi con la ghigliottina compresi Luigi
XVI e sua moglie Antonietta.




                                                                                2
INDIPENDENZA, GUERRE: guerre combattute nel XIX secolo del regno d‟Italia posta sotto la dominazione austriaca.
PRIMA GUERRA D‟INDIPENDENZA:
L‟occasione che portò allo scoppio della prima guerra d‟indipendenza fu l‟insurrezione esplosa a Milano, il 18 marzo
1848.
Si concluse il 22 dello stesso mese, passata alla storia col nome di”cinque” giornate di Milano.
L‟esito vittorioso della rivolta non rappresentava una soluzione definitiva: maresciallo J.Radetzky, comandante delle
truppe imperiali nel regno lombardo-veneto,era stato, si, cacciato,ma si preparava a ritornare con forze maggiori.
Per questo i milanesi si erano rivolti a Carlo Alberto di Savoia, re di Sardegna, per chiedere il suo intervento.
I primi scontri favorevoli ai piemontesi, si ebbero all‟inizio di aprile (Goito, Valleggio, Monzamembrano).
Intanto accorrevano dagli altri Stati Italiani gruppi di volontari e successivamente anche le parti di soldati regolari, inviati in
aiuto da Carlo Alberto dal gran Duca di Toscana che nel primo tempo coinvolse tutti.
Carlo Alberto aveva lasciato passare giorni preziosi,permettendo di lasciar passare giorni molto preziosi, a Radetzky di ricevere
rinforzi.
SECONDA GUERRA D‟INDIPENDENZA:
Dopo un decennio di preparazioni, culminato
 nel 1858 nell‟alleanza difensiva con
l‟imperatore francese Napoleone III
si verificò l‟attacco il 26 aprile il 1559
dopo aver inutilmente inviato un ultimatum
a Vittorio Emanuele II.
Al comando del maresciallo Ferencz Gyulai
l‟esercito austriaco penetrò in territori
piemontesi il 29 aprile.
LA TERZA GUERRA D‟INDIPENDENZA:
Si svolse nell‟estate del 1866 per conquistare
il veneto.Invece nel 1866 scoppiarono le guerre contro l‟Austria e la Prussia e l‟Italia entrò in guerra il
20 giugno.
L‟Italia subì uno scacco cocente anche sul mare dove c‟era la flotta italiana al comando di Carlo Pellion di Persano.
L‟onore delle armi italiane fu salvato da Garibaldi che il 21 luglio aprì la strada verso Trento.                                     2
                 LENIN




CHI ERA         COSA HA       IN COSA CREDEVA
                 FATTO
 ERA UN      HA INIZIATO LA
 DITATTORE   RIVOLUZIONE
                              NELLE IDEE
             DI OTTOBRE E
                              DI MARX.
             FEBBRAIO.




                                    La rivoluzione russa iniziò nel 1917
                                    Il termine rivoluzione ci fa pensare
                                    esattamente a due momenti della
                                    rivoluzione cioè febbraio e ottobre.
                                    Nella prima guerra mondiale Lenin
                                    diede l‟ordine di ritirarsi per dedicare
                                    più energia alla rivoluzione.
                                                                     geografia
                                                    2
                                             LE ORIGINI

Mai nella sua millenaria storia l’Europa aveva raggiunto un così alto grado di benessere e di civiltà come
all’inizio del secolo xx.
Alle nuove generazioni essa offriva una solida economia, basi sociali e in progressivo e rapido sviluppo,
sempre più autorevoli istituzioni rappresentative.
La scienza aveva aperto nuovi e imprevedibili orizzonti: la luce elettrica, il riscaldamento a buon mercato, il
telegrafo, il telefono e il cinematografo.
Alla ferrovia si erano aggiunti mezzi di trasporto:la bicicletta, l’automobile e l’aereoplano. La cultura si era
diffusa potentemente ad opera sia della stampa giornalistica, capillare e da buon mercato sia della
concorrenza editoriale e sia infine dello spettacolo sempre più accessibile alle masse.
                             La guerra aerea
Durante la prima guerra mondiale gli aeroplani furono usati per la prima volta in modo organico come mezzo
bellico.
Celebri tra gli altri il tedesco Manfred Von Richthofen che conseguì 80 vittorie; il francese Renè Fonck con
75 vittorie; l’inglese Edward Mannock con 73 vittorie, l’italiano Francesco Baracca con 34 vittorie.
Le questioni politiche erano state risolte brillantemente. Un intero continente era spartito senza troppe
difficoltà e senza provocare guerre.
Esistevano naturalmente tanti e tanti motivi di attrito: la Francia pensava con insistenza all’Alsazia e la
Lorena; la Germania non era soddisfatta del proprio dominio coloniale; la Russia sognava il Bosforo e i
Dardanelli.




 La curva ascendente del benessere e della civiltà fu inaspettatamente troncata da un delitto. Il 28 giugno
1914 l’arciduca Francesco Ferdinando erede al trono Austriaco fu ucciso a Sarajevo da Gavrilo Princip.

                                                                                         geografia
                                La guerra sui mari

La prima guerra mondiale ha dato luogo a pochi scontri navali di importanza risolutiva. Nel novembre
l’ammiragliato inglese inviò nell’Atlantico meridionale 2 incrociatori da battaglia col compito di
intercettare, insieme ad altre unità già dislocate in quel settore, la squadra tedesca che il 2 dello
stesso mese fu affondata



                                                                                             2
          Hitler
             Hitler è capo nazionalsocialista ed è stato eletto
Chi è         nel parlamento della repubblica tedesca e
             prese il potere nel 1933

Dove è         È nato a Braunau ( Austria
nato           Superiore) nel 1889 e morto a
               Berlino nel 1945

Cosa ha           Hitler eliminò tanti ebrei mettendoli nei campi di sterminio
fatto


Cosa           Creò una politica, come quella di Mussolini,di intolleranza verso tutti
               coloro che non erano considerati “PURI” e in modo particolare contro gli
creò           Ebrei



                                                                          geografia   italiano
                                                           2
                              FASCISMO




                          MUSSOLINI



                                                        Mussolini partecipò
Mussolini era un grande                                 alla seconda guerra
signore che si mise                                     mondiale
contro l‟America con
l‟aiuto di Hitler




                          Il fascismo cadde nel
                          1943 grazie alle truppe
                          anglo americane
                                                                      immagine
                                                    2
                                                       I 1946 finì la guerra con il lancio
                                                       della bomba atomica.
Si creò un governo       Fu una guerra                  Il presidente Americano diede
comunista grazie a       con molti morti               inizio alla guerra civile. Ci
Lenin,si formò un        e molte                       furono delle conseguenze :
parlamento.              conquiste e fu                1950-1953 guerra di Corea
Ci fu la guerra civile   un grande                      1953 : morte di Stalin
in Spagna però vinse     periodo di                     1961: venne costruito il muro di
Franco con l‟aiuto di    tensione                      Berlino
Hitler e Mussolini                                     11962: crisi di Cuba
                                                       11963: prende Aliola coesistenza
                                                       pacifica.




                                     2     geografia                   immagine      scienze
L’Iraq è delimitato a nord                          Il paese ha una
dalla Turchia, a est         In Iraq la religione
                             più diffusa è quella   popolazione di circa
dall’Iran, a sud                                    19.435.000 abitanti.
dall’Arabia e a ovest        musulmana.
dalla Giordania.             (95%)




                                                         Le risorse
La sua capitale                                          minerarie sono
è Baghdad                                                petrolio e uranio e
                                                         altri minerali
                                                         pregiati.




                                                    L’Iraq si regge su una
                                                    costituzione.
 In Iraq ci sono le                                 L’organo legislativo è
 palme, i datteri che                               l’assemblea nazionale
 crescono lungo i                                   che è costituita da 250
 fiumi; in Iraq vivono                              membri eletti per un
 anche rettili e rapaci.                            periodo di 4 anni.


                                                          2                geografia
Le guerre dell’ Ex Jungoslavia iniziarono nel 1997
La prima nazione a rendersi indipendente fu la Slovenia.
Nello stesso anno divenne indipendente anche in Croazia.
In Croazia c’erano molti serbi che volevano formare una nazione, allora si
scatenarono guerre che duravano fino all’anno successivo con l’intervento
degli Stati Uniti e dei loro alleati, tra cui l’Italia. Nel frattempo anche la Bosnia
era in guerra per liberarsi della ex Jungoslavia, dopo anni di guerra riuscì a
farlo.




                                                                                   geografia
                                                                      2
LA CAMBOGIA
L’unico dato certo che gli archeologi sono riusciti a stabilire sulla
preistoria della Cambogia è che, prima del 1000 a.C., gli abitanti di
queste terre si nutrirono di pesce e riso.
Nel 1969, gli Stati Uniti bombardarono a tappeto alcuni campi base
della Cambogia che, presumibilmente, ospitavano guerriglieri
comunisti, uccidendo così migliaia di civili e coinvolgendo il paese
nel conflitto con il Vietnam.
Per i successivi 4 anni, sotto la guida Pol Pot, si procedette
all’eliminazione sistematica di due milioni di cambogiani nel
tentativo di trasformare la Cambogia in una cooperativa agraria, di
stampo maoista, dominata dalla classe agricola.
La valuta dell’abolita moneta, i servizi postali bloccati, la
popolazione considerata una forza lavoro d’operai resi schiavi: il
paese cadde in uno stato di quasi assoluto isolamento.



                                                   2         immagine   geografia
                 Vietnam


 Cos’è                 La guerra             La popolazione
 successo              che c’è               nel momento di
                       stata                 guerra




                 C’è stata una guerra
Nel Vietnam ci   tra gli Stati Uniti e
fu una guerra    Francia
iniziata nel
1955 e durata
cinque anni di
interminabili
giorni




                                         2                immagine   geografia
                                           La guerra è insopportabile:
                                           ti vuole uccidere,
                                           ti vuole massacrare.
                                           Nessuno può fermare la guerra,
                                           nessuno che io sappia!
                                           La guerra ti può uccidere con tutte
                                           la sua forza:
                                           Ha un dolore molto brutto:
Quando penso alla guerra la immagino       non c’è serenità nelle facce delle
fatta:                                     persone;
di spari,                                  non c’è sorriso sulle facce dei
di aerei                                   bambini
di carri armati                            ma si vede solo sangue
di bambini e genitori che scappano         si sentono solo spari e……..la
spaventati                                 colpa è solo della GUERRA
Ma perché dovremmo trovarci in questa      Allora SMETTIAMOLA di fare
dannata guerra?           SIMONE           questa dannata guerra e iniziamo
                                           la PACE
                                                                   ENXHI



Perché gli uomini non amano la          La guerra non si deve fare
pace e vogliono sempre la                               perché:
guerra??                                tutti noi siamo contrari
Perché bisogna uccidere e vedere        tutti noi amiamo il silenzio delle armi
tanta tristezza e sofferenza nello      tutti noi vorremmo suonassero le campane
sguardo degli uomini?                   invece degli spari
Cerchiamo di volerci bene e non         I bambini nascono e muoiono e
lottiamo sempre.                        voi…………..
             BASTA !!!!!                continuate a sparare
Gettiamo le armi e diamoci la           MA CHI VE LO FA FARE???!!!!
mano!                                                                  NINO
                       FABIANO
    In questo giorno mi                                        Io penso che,nella
    ha colpito il numero                                       stage delle Torri
    dei morti:                                                 Gemelle, molte
    immenso!!!                                                 persone morte fossero
    Io penso che                                               innocenti
    questo disastro                                            perché non
    rimarrà nella storia                                       c’entravano niente in
    ma soprattutto nel                                         quella orrenda storia
    cuore di tutti noi                                                DANIELA
             NIKI




In questo periodo
succedono tanti              Quando sono crollate le Torri Gemelle, e l’ho
avvenimenti di terrorismo    sentito al telegiornale, mi è cominciato a battere
che prima non                fortissimo il cuore, anzi superfortissimo;
succedevano come la
                             avevo gli occhi pieni di lacrime che non
strage delle Torri Gemelle
in America.                  cadevano.
Speriamo che tutti questi    Ero piena di tristezza, tutto il mondo era triste
atti di terrorismo non       e……………., sconvolta mi chiedevo, anzi
succedano mai più e che      facevo un paragone:
le guerre finiscano          DIO E’ MORTO PER SALVARCI
                MATTIA M
                             MA PERCHE’ I TERRORISTI MUOIONO PER
                             UCCIDERCI ????
                                                        LAURA
                                                                                           L’attentato di Nassirya mi ha
                                                                                           addolorato tanto. In questi giorni si è
                                                                                           parlato dei caduti come degli eroi:
                                                                                                           E LO SONO !!!!
                                                                                           Vorrei alzare la voce e gridare in
                                                                                           coro:
                                                                                                           CORAGGIO !
                                                                                                                        NELLO



                                                                                               Come fiori spezzati
                                                                                               siete tornati,
                                                                                               il vostro sangue avete
La guerra di Nassirya non è giusta ma                                                          lasciato
io ammiro tanto i militari perché sono                                                         farà germogliare fiori nuovi
morti per una giusta causa !                                                                   in segno di PACE
                            SILVIA F.                                                                          VALENTINA



Io sono dispiaciuto per i caduti
di Nassirya e spero che la
guerra finisca subito. Vorrei che        Io penso che per la morte di questi diciannove ragazzi è come se fosse morta tutta
i terroristi non attaccassero ma         l’Italia.
sembra non abbiano intenzione            E questi ragazzi non sono morti invano !!! Grazie a questi eroi in Iraq,
di farlo.                                Palestina………. nel mondo ci sarà la pace.
I carabinieri, i soldati e i civili      Questi ragazzi rimarranno per sempre nei nostri cuori come traccia indelebile che per
che hanno perso la vita, io li           l’eternità non andrà più via; perché per la pace loro hanno dato la vita.
ringrazio                                Cosa che penso nessun altro avrebbe avuto il coraggio di fare.
                                                                                                 LUCA
KEVIN
Oh pace, oh pace,
sei bella come l’estate.
Oh guerra, oh guerra
sei la cosa più brutta della terra
Quanti morti nelle Torri Gemelle!
Quanti nella strage di Nassirya!
La pace è bella,
se la pace c’è                                                             Pace nei paesi .
il mondo più felice è                        La pace è una cosa            Pace nelle città.
                     GIUSEPPE                bella, ma quando c’è la       Pace in Asia, in Africa.
                                                                           Ci deve essere amore e molta
                                             guerra la pace non
                                                                           felicità
                                             esiste più.                   Tutti gli uomini e le donne si    Noi ragazzi amiamo un mondo in
                                             Ci sono solo molti morti,     devono volere bene.               pace e speriamo che la guerra
                                             tanti dei quali nel           Non ci devono più essere stragi   finisca presto e che la parola
                                             tentativo di portare la       di poveri e innocenti esseri      “GUERRA” sparisca da ogni
                                             pace: questo mi               viventi.                          vocabolario lasciandoci, così,
                                                                                                             solo la parola
                                             provoca molto                 Ci deve essere amore
                                                                                                                “PACE”
                                             dispiacere                    fra i bianchi e i neri,                   ELISA
                                                          MATTIA B         fra i ricchi e i poveri,
                                                                           fra gli ammalati e i deboli,
                                                                           perché in questo mondo
                                                                                                             La pace dovrebbe essere in
                                                                           che Dio ha creato non esiste      tutto il mondo:
                                                                           solo la parola: “ GUERRA” ma      come facciamo a vivere senza
                                                                           anche la                          la pace????
                                                                                       “PACE”                La pace deve vincere contro la
                                                                            Perciò io dico: STOP ALLA        guerra, la pace deve trionfare!!
Pace, pace, perché anche voi non fate pace?                                GUERRA                                       FRANCESKO
Pace, pace, perché anche voi non parlate insieme a                                               SILVIA T
noi!! Se non parlate è perché avete vergogna,
 ma vergogna è solamente far del male !!!
                                                               La guerra crudele ci ha spezzato
Noi vogliamo parlare e lo faremo, a qualunque
costo!!!!!                                                     il cuore, ormai.
Perché guerra è guerra                                         Il pensiero che degli uomini
Perché pace è voler aiutare gli altri, stare insieme agli      siano morti mi fa diventare triste.
altri.                                                         Ma noi stiamo costruendo dei
                   PATRIZIA
                                                               mattoni e questi mattoni sono la
   2           religione                                       pace giusta per tutti noi.
                                                                            PAMELA
                           popolo


                              elezioni
                 governo                    magistratura




                              parlamento
       ieri                                            oggi



Statuto Albertino                                 costituzione
                              Promulga le
                              leggi


Camera formata dai                             È la legge
cittadini benestanti.                          fondamentale di uno
Lo Stato Albertino                             Stato. Vi sono indicati i
lasciava tutto il potere                       principi che regolano i
al re e assegnava alle                         rapporti tra cittadini e
camere e al senato solo                        tra cittadini e Stato e i
una parte del potere.                          diritti e i doveri più
Lo Statuto era moderno                         importanti.
per quei tempi.                                               2
              La casa pubblica = stato
              Forme di governo in
              cui le più alte cariche
REPUBBLICHE   dello stato sono
              elettive e il potere è
              esercitato dal popolo o
                                                          COSTITUZIONE
              direttamente a mezzo
              ai Delegati.

              Insieme di stati in cui
              ciascuno fa le proprie
FEDERAZIONE   leggi
              Ma tutti sono retti da
              una costituzione
              comunale.




                   USA                                       ITALIA
                   - tutti gli uomini sono creati
                                                             Il principale compito
                   uguali
                                                             del parlamento in
                   Gli uomini sono dotati di
                                                             origine fu
                   stessi diritti,la felicità,la vita e
                                                             controllare e limitare
                   la libertà.
                                                             il potere del re con
                   Ogni volta che un governo
                                                             le leggi scritte
                   nega questi diritti
                                                             raccolte in una
                   Il popolo può cambiarlo
                                                             costituzione
                                                                   2
                  ORDINE POLITICO DI UNO STATO IN
 MONARCHIA        CUI L’AUTORITA’ SOVRANA E’ NELLE              IL RE COMANDAVA AL POPOLO
                  MANI DI UNO SOLO                              FACEVA LE LEGGI E IMPONEVA
                                                                LE TASSE




  MONARCHIA           POTERE LIMITATO DA UNA            IL PARLAMENTO FECE LA
  PARLAMENTARE        COSTITUZIONE QUINDI DAL           COSTITUZIONE CHE IMPEDIVA AL
                      PARLAMENTO                        RE DI FARE DELLE LEGGI CHE
                                                        SOPPRIMEVANO IL POPOLO




                 GOVERNO
                 POPOLARE                                    630
                 LO STATO LA CUI          PARLAMENTO         DEPUTATI           ELETTO DAL
DEMOCRAZIA
                 SOVRANITA’ E’                                                  POPOLO
                 ASSEGNATA AL
                 POPOLO CHE LA             GOVERNO              315
                 ESERCITA PER                                   SENATORI
                 MEZZO DEI SUOI
                 RAPRESENTANTI               MAGISTRATURA




                                                                           2
                              TITOLO CHE AVEVA
 ZAR         SOVRANO
                              L’IMPERATORE DI
             ASSOLUTO
                              RUSSIA E BULGARIA



                                  COLUI CHE HA
                                  PIENI POTERI SENZA
                   POTERE
DITTATORE          ASSOLUTO
                                  BISOGNO DI
                                  RENDER CONTO A
                                  NESSUNO




PRESIDENTE      COMANDA IL       COLUI CHE E’ IL
                POPOLO E IL      CAPO DI
                PARLAMENTO.      UN’ASSEMBLEA



                                        2          immagine
                               SEGNO MATERIALE
                               CHE SI DA IN UNA
                               ASSEMBLEA PER
                               APPROVARE UGUALE
                               VOTO.




    SUFFRAGGIO


                                          CAMERA DEPUTATI

                        SUFFRAGGIO
                        UNIVERSALE
                                                                PARLAMENTO


                                          CAMERA SENATORI
   FEMMINISMO



                                                            LEGGI PER TUTTI


TEORIA CHE TENDE
ALL’UGUAGLIANZA
GIURIDICA, POLITICO E
SOCIALE DI UNA DONNA
RISPETTO ALL’UOMO.



                                                                2
                                                 Il re è affiancato da un
              Parlamentare
Monarchia                                        parlamento. I suoi poteri e le sue
                                                 decisioni sono limitate


                                                         Tutti i poteri erano esercitati dal
                 Assoluta                                re senza limite che il suo arbitrio




Dittatura          Regola assoluta sotto il controllo
                   di una persona




             La cosa pubblica =
             stato                                      Governo
Repubblica   forze del governo in cui le                Parlamento            Presidente
             alte cariche dello stato
             sono elettive e il potere è                Magistratura
             esercitato dal popolo.

                                                                             2
                  RELIGIONI              MONETA          POPOLAZIONE




     Le religioni del               La moneta del             Il Giappone è
     Giappone sono                  Giappone è lo             composto da
     scintoista e buddista.         yen                       123921000
                                                              abitanti




La capitale del Giappone è Tokio.
Il Giappone è bagnato: dall’oceano atlantico e il mar delle Filippine.
Il monte più alto del Giappone è il Fuji yama.
                                                 Pronti si parte!!!!!!!!!
Eccoci sopra il Giappone.
Ill Giappone è uno stato insulare dall’Asia; la sua capitale è Tokio; si parla la lingua giapponese.
Professano la religione Scintoista e Buddista, hanno lo Yen che è una moneta.
Il Giappone si estende sulla maggior parte dell’arcipelago giapponese, nell’Oceano Pacifico Nord
Occidentale al largo delle coste della Cina e della Corea.
CE’ una Monarchia Costituzionale ed ereditaria e ha una funzione predominante nell’ambito dei poteri
statali, conferita alle 2 camere:
- Camera della Dieta
- Camera dei consiglieri.
LL’imperatore è solo un simbolo del popolo. Il diritto di voto spetta a tutti i cittadini, uomini e donne
che abbiano compiuto i 20 anni di età. La struttura del paese è formata da 44 prefetture, 2 prefetture
urbane, e una metropoli.
Nel Giappone il clima varia da parte a parte. Ha un clima subtropicale, ha un inverno freddo e piovoso. La foresta subtropicale
è come quella Sinica caratterizzata da alberi sempreverdi.
Adesso siamo sopra Tokio la prima città del mondo per popolamento: sentite che puzza!! C’è il primo complesso industriale della
terra per numero e varietà di attività, Tokio è la capitale del Giappone.
Il centro storico è il Palazzo Imperiale con il suo parco, cintato da un muro e da un fossato; attraversato da ponti di pietra e
ferro. A Sud del palazzo c’è la sede dei ministeri delle Ambasciate e delle università, mentre verso Est si trova
“MARUNOUCHI”, il centro degli affari, dove sono localizzate banche, agenzie, società e uffici.
Tokio vanta teatri, musei, centri di ricerca case editrici, reti televisive; wow!!!!!!! sono bellissime. Vi sono pubblicati i maggiori
giornali del paese come l’Asami, il Japan time scritto in lingua inglese.
Cari signori purtroppo il nostro viaggio è quasi finito; però rimane un po’ di tempo per parlarvi del Fuji Yama. Il Fuji Yama è la
più alta vetta dell’arcipelago giapponese. La sua cima è ricoperta di neve, è ritenuta sacra ed è nota fin dall’antichità dei
pellegrinaggi




                                                                                                  2                    storia
                                         i confini

                               Uno dei confini segue il
                               tracciato della linea
                               Curzon


                                                     MONTI
                               pianure


                                         commercio           Le colline del sud sud-ovest
La Polonia COMPRENDE MOLTE
PIANURE VASTE, CHE RICOPRONO                                 occupano una fascia di 200 km,
QUASI TUTTA LA Polonia .                                     che separa dalle grandi
                                                             pianure



                      Numerose miniere producono carbone e molti altri
                      metalli e giacimenti, tra cui il rame, lo zinco e
                      l’argento.
                      Alcune miniere sono ormai esaurite sono dei musei



                                                                          2            storia
Per fare un bel viaggio in Russia occorre il passaporto,vestiti pesanti per il freddo, cappello……….. e molte
altre cose.
Siamo appena saliti sull‟aereo. Adesso stiamo atterrando all‟aeroporto della Russia. Da qui arriviamo al
nostro albergo.
Appena entrati sistemiamo tutto: i vestiti negli armadi e tutto il resto.
I gentilissimi padroni dell‟albergo ci prestano un piccolo aereo con il quale possiamo sorvolare parte della
Russia europea.
Oggi allora trascorreremo il giorno sorvolando la Russia europea.
Ci vedete? Siamo qui nel cielo a volare con il nuovo aereo.
Da qui in alto si vede Mosca, la capitale della Russia, è una città molto grande con tradizioni storiche e
culturali.
Da qui si vede anche la vegetazione della Russia: tundra- taiga-steppa.
 I fiumi della Russia europea sono il Volga-il Lena-Dvina- Pecora
Le montagne della Russia sono il Narodnaya, il kamcatka, il kliucevskaia.
Da questo viaggio abbiamo capito che la Russia è il continente più vasto del mondo.




                                                                                    2               storia
      LA CAPITALE DEL                LA MONETA                       IN VIETNAM SI
      VIETNAM E’                     CHE SI USA IN                   PARLA UNA LINGUA
      HANOI                          VIETNAM E’ IL                   DETTA VIETNAMITA.
                                     DONG.




LA POPOLAZIONE                                                         IN VIETNAM CI
DEL VIETNAM E’                                                         SONO MOLTE
DI 69.339.000
ABITANTI
                                   VIETNAM                             RELIGIONI;
                                                                       BUDDHISTA,
                                                                       TAOISTA,
                                                                       CONFUCIANESIMO
                                                                       CATTOLICA

                             IL VIETNAM HA UNA SUPERFICIE
                             DI 331.109 KMQ

Questo Stato, in passato, è stato colonizzato dai francesi. Il Vietnam è molto
montuoso con 2.000 km di costa; la popolazione è formata da contadini che
coltivano canna da zucchero, mais, manioca, patate dolci, banane e specialmente
caffè e tabacco. I minerali che ci sono in questo continente sono: rame, stagno,
fosfati , zinco, e c‟è il carbone. In questo paese è sviluppata l‟industria. In Vietnam
ci sono foreste di legno pregiato: ebano, mogano e tea.              2               storia
Tre amici di nome: Nino, Enxhi e Mattia vogliono fare un viaggio in America. Vanno in
agenzia e chiedono tre biglietti che costano 15 euro l’uno, prenotano la partenza per il 20
dicembre.
Vanno in questura a fare i passaporti il primo dicembre, e li ritirano il 6 dicembre.
L’unica difficoltà è stato nel fare i bagagli perché non sapevano il clima che avrebbero trovato. Il
giorno dopo i tre amici vanno di nuovo nell’agenzia di viaggio a chiedere dei cataloghi
sull’America per informarsi di più su ciò che avrebbero visto. Dato che i tre amici hanno
risparmiato in tutto 4900euro decidono di cambiarli in dollari Americani e quindi si recano in
banca
Per farsi cambiare i loro euro con i dollari Americani; quei 4900 euro sono diventati 5000$. Quel
giorno è arrivato e loro erano molto eccitati. Partirono all’una.
 Scesi dall’aereo, per andare a S.Francisco presero il pullman per raggiungere l’hotel New Port:
 un 6 stelle!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 Entrati , andarono alla segreteria per farsi dare 3 camere vicine.
 La mattina seguente Enxhi e Mattia e Nino andarono a far colazione. Si recarono, quindi, in città
 a vedere se potevano acquistare un ricordo:
 Nino comprò un orologio appena messo in commercio; Enxhi un vestito elegante e Mattia dei
 jeans nuovi. La sera tornarono in albergo a dormire.

 Il primo gennaio partirono con l’aereo per raggiungere Washinton.
 Sorvolano zone ricche di industrie come la Ford, la Coca Cola, la Boeing, la I.B.M, la
Kodak .
 Attorno ai grandi laghi videro grandi coltivazioni di cereali, mentre più a sud coltivazioni di
tabacco, ortaggi e frutta.
Notarono anche grandi praterie con bovini allevati allo stato brado.
 In albergo era tutto occupato quindi andarono all’ipermercato e comprarono una tenda di 5 mq e
3 sacchi a pelo. Mattia, visto che aveva freddo, si è comprato un piumone. Il due gennaio
andarono dal presidente Bush, per una visita ufficiale e dopo ripartirono per l’Italia.
L’aereo sorvolò i grandi fiumi : Missouri, Mississippi, Hudsan, Colorado ; e i grandi laghi come
il Michigan
Durante il viaggio ci furono degli imprevisti per delle turbolenze che facevano sbattere l’aereo
e i passeggeri di qua e di là, ma per fortuna riuscirono ad atterrare sani e salvi.




                                                                                          storia
                                                                                 2
 I CONFINI:
La Cambogia ( Preah Reach Ana Pak Kampuchea), è uno stato del sud-est asiatico circondato a
nord-est dal Laos e a est del sud-est dal Vietnam a sud-ovest dal golfo di Siam e a ovest dalla
Thaillandia.
Il paese ha una superficie di 181035kq ed un‟ estensione costiera di 443kq,
La sua città maggiore, anche la sua capitale, è Phihom Pehn.
IL TERRITORIO:
 Il territorio cambogiano è caratterizzato da una vasta pianura di origine meridionale
corrispondente al bacino del fiume Mekong che scorre in direzione nord-sud e il Mokle che
versano le loro acque nel lago Tonle Sa. Nella stagione secca raggiunge una superficie di 260 mq,
e può raggiungere i 10.000 kq, nella stagione delle piogge.
In questo periodo il Mekong inonda anche molti dei territori che attraversa.
La pianura, che si estende nell‟area centrale del paese, è delimitato a est da un altopiano collinare
a sud- ovest dai monti Tordomani, che formano una barriera lungo la costa del paese, e a nord-
ovest della cartina dei Drangrek.

IL CLIMA:
Il clima è tropicale monsonico ha una temperatura media di circa 26.7°C. La stagione delle
piogge dura metà aprile e metà ottobre.

L‟ ECONOMIA:
L‟economia cambogiana è molto sviluppata. Durante la prima guerra per la conquista dei diritti
civili tra il 1970 e il 1980 la popolazione cambogiana era ampiamente autosufficiente nel cibo.
Nel 1978 in Cambogia ci fu una grande carestia che provocò una grande crisi.
LA POPOLAZIONE:
La popolazione della Cambogia è di 12.775.324 abitanti nel 2002.
Circa il 93% della popolazione che si concentra nell‟84% delle aree agricole
CITTA‟ PRINCIPALI:
La capitale Phenom Penh ( 429000 abitanti nel 1995), è situata alla confluenza dei fiumi Mekong
e Tonle Sap.
Altri centri urbani di rilievo sono Battambang, Kompong.
               L‟AGRICOLTURA:
Il 75% della popolazione attiva trova occupazione nel settore agricolo, che produce prelevamente
RISO (coltura che occupa circa l‟80% delle terre arabili).
Discreta è inoltre la produzione di MAIS, MANIOCA, FAGIOLI DI SOIA, SESAMO, CANNA
DA ZUCCHERO, TABACCO
               L‟INDUSTRIA:
Il settore industriale ha subito notevoli danni a causa dei conflitti degli anni settanta ed è stato
solo parzialmente riattivato.
All‟inizio degli anni novanta venivano prodotti per lo più cemento e gomma lavorata.
               LA PESCA:
La pesca, soprattutto di carpe e pesci persici riveste la notevole importanza economica per la
Cambogia.

                                                                                             storia
                                                                              2
La Germania presenta un territorio di forma abbastanza simile a un rettangolo :
si allunga dal Bassopiano Germanico.
La Germania confina:
    A nord con il Mar Baltico
    A Sud con la Repubblica Ceca e la Svizzera
    A Est con la Polonia
    A Ovest con il Belgio e la Francia
   LLe pianure settentrionali occupano una vasta distesa caratterizzata da zone ad un intenso
   sfruttamento agricolo alternate a boschi: paludi prosciugate e bonificate. Verso sud si
   raggiungono antichi monti erosi dal tempo:Francone , Boema di Turingera Franconia e i
   monti metalliferi. Ancora più a sud si incontra l‟altopiano Bavarese che si innalza nella
   famosa Selva Nera. Purtroppo queste foreste sono malate a causa delle piogge acide.




                                                                                           storia
                                          Fiumi
In Germania ci sono tanti fiumi come:
l‟Oder, l‟Elba, il Weser e il Regno.
Nascono a sud e sfociano nella parte settentrionale.

                     In Germania c’è …
Il Danubio percorre trasversalmente le regioni meridionali



POPOLAZIONE : 82012000
REPUBBLICA : REPUBBLICA FEDERALE
MONETA : EURO
CAPITALE : BERLINO
LINGUA : TEDESCA
RELIGIONE : CATTOLICA

                    PIATTO                             TIPICO
La birra, chiara o scura è la bevanda più famosa.
I primi piatti comuni sono :il minestrone di verdura, zuppa di fagioli e la minestra di coda di
bue.
                                                                            2               storia
Abbiamo a disposizione: Germania, Vietnam, Giappone, Cambogia, Stati Uniti, Iraq,
Polonia, Jugoslavia, Russia!
Quello che vi proponiamo è l‟Iraq.
Ecco un'illustrazione di dove si trova l‟Iraq e alcuni paesi da visitare:
Potete partire il giorno 4 agosto e tornare il 14. Il costo di 10 giorni è 3000 dinari iracheni,
compreso aereo e soggiorno.
 TTerritorio
                           La posizione e confini!
 IIl territorio del paese può essere diviso in tre regioni:
 -La selezione più a nord; montuosa, ospita il Keli haji ed è alto 3600m.
 -La zona nord- ovest è occupata dalla così detta Al-Jazia (l‟isola),una vasta pianura
 d'origine sedimentaria.




- L‟estrema porzione sud orientale,dal golfo persico.

                                           Clima
Il clima ha inverni miti ed estati calde.
Perciò le consigliamo di portare vestiti leggeri ma in caso di piogge o venti portare
-giubbetto
-ombrello portatile.
 Flora e fauna
 La vegetazione dell‟Iraq è limitata: ci sono palme,datteri che crescono lungo i
 fiumi.
 La fauna selvatica è formata da gazzelle,antilopi,leoni,lupi…..


Lingue e religioni
La lingua ufficiale è l‟arabo mentre il curdo e altri dialetti sono diffusi.
Il 95% degli iracheni è musulmano.


Agricoltura e pesca
L‟Iraq è un paese principalmente agricolo coltivano grano,orzo e riso.
L‟allevamento è molto importante per le tribù nomadi e la pesca ha scarso rilievo se
non per le popolazioni che vivono lungo i corsi d‟acqua



                                                                               storia
                                                                       2
Il litorale del Montenegro è caratterizzato da coste alte e frastagliate, incise da profonde
insenature come le spettacolari Bocche di Catarro.
La costa si abbassa a sud fino a prendere spiagge sabbiose.

In prossimità della fascia costiera il clima e la vegetazione sono di tipo mediterraneo; nelle
pianure settentrionali il clima è continentale, con inverni rigidi, estati calde e abbondanti
precipitazioni; sui rilievi è di tipo alpino, con precipitazioni nevose




   La federazione Iugoslava è una repubblica federale comprende le repubbliche di Serbia e
            Montenegro, entrambe dotate di propri organi legislativi ed esecutivi.
    Il Montenegro è attraversato da spinte indipendentiste da parte di una larga fetta di
                                         popolazione.
             Il governo federale deve avere la fiducia del parlamento, è formato
                  dalla camera dei cittadini e della camera delle repubbliche
 I Serbi rappresentano poco più del 60% della popolazione.
Le minoranze etniche sono concentrate in alcune aree.
Gli albanesi in Kosovo, i Magiari e i Croati in Vojvodina, i Montenegrini nel
Montenegro; altre etnie rappresentate nella federazione Iugoslava sono quelle
Romena, Slovacca, Macedone, Bulgara,Rutena,Turca.
La popolazione è distribuita in maniera squilibrata sul territorio: in Kosovo la
densità abitata è piuttosto alta, a fronte di una scarsa urbanizzazione; le pianure
settentrionali ospitano le maggiori concentrazioni urbane mentre il Montenegro è
prevalentemente rurale e la densità non raggiunge i 50 abitanti per Kmq.

                                                     La lingua ufficiale è il Serbo-Croato,
                                                     appartenente al ceppo Slavo e scritta in
                                                     caratteri cirillici.
                                                     In Kosovo l’ idioma più diffuso è
                                                     l’albanese.
                                                     La religione principale è quella
Gli aventi Bellici degli anni 90          hanno      Ortodossa, mentre le minoranze albanesi
allontanato i turisti dal Paese, che può             sono mussulmane.
contare tuttavia su un’ampia varietà di
paesaggi naturali.
Fra    gli altri monumenti, la cattedrale del
XIX secolo, il castello di Dedinje e il Palazzo
Reale.
Più volte distrutta nel corso dei secoli, nel
1999 la capitale Iugoslava ha subito pesanti
danni     alle   infrastrutture   causati    da
bombardamenti aerei dalla NATO.
                                                                                      2         storia
ENERGIA SOLARE
L‟energia solare è pulita e viene
                                                    ENERGIA MUSCOLARE
sfruttata dall‟uomo attraverso i
                                                    L‟energia muscolare è prodotta
PANNELLI SOLARI
                                                    da noi attraverso i muscoli ; è
                                                    un‟energia primitiva.
  ENERGIA EOLICA
  L‟energia eolica viene prodotta
  dal vento.Nei luoghi ventosi
  vengono costruite centrali
  dotate di grandi eliche e, anche,
  pulita.


                                       ENERGIA A COMBUSTIONE
                                      I combustibili che bruciano come
                                      energia termica. I più importanti
                                      sono : carbone, petrolio ………
ENERGIA IDRICA                                       ENERGIA
L‟energia idrica è la forza                          GEOTERMICA
dell‟acqua che risale                                L‟energia geotermica si
all‟antichità attraverso
controlli idroelettrici che ci
                                                     produce sfruttando
forniscono la luce.                                  l‟acqua del sottosuolo
                                                     trasformata in vapore
                  ENERGIA NUCLEARE                   dall‟alta pressione del
 Forma di energia posseduta dagli atomi che          sottosuolo.
 compongono la materia. Le centrali nucleari
 trasformano il calore in una particolare reazione
 detta FISSIONE




                                                                  2
Denominazione generica di ordigni in cui l‟energia esplosiva è di natura nucleare,
derivante dalla fissione di nuclei pesanti come plutonio e uranio, o dalla fusione di nuclei
leggeri come idrogeno ed elio, anche con produzione di elevate quantità di neutroni.Gli
effetti immediati delle bombe atomiche sono meccanici, termici e radioattivi.Gli effetti
residui sono dovuti al bombardamento di materie altrimenti non radioattivo e alla
ricaduta di materiale radioattivo proiettato in quota.La prima bomba atomica
sperimentata fu fatta esplodere ad Alamogordo, negli U.S.A. il 16.7.1945; le successive,
operative,a Hiroshima e Nagasaki.




                                                                                      2        storia
                                                                                               Ero un frate francescano, fondai
          Avvocato in Africa mi
                                                                                               centri di cultura e giornali in Cina
       dedicai alla lotta pacifica
                                                                                               e India. Ritornato in Polonia fui
       caratterizzata dalla NON
                                                                                               deportato ad Auschwitz e mi
             VIOLENZA. Fui
                                                                                               offrii volontario per essere
      incarcerato ma ho portato
                                                                                               giustiziato al posto di un padre di
        l’India all’indipendenza
                                                                                               famiglia che doveva essere
      senza ODIO E VIOLENZA
                                                                                               ucciso con altri 12 deportati per
                                                                                               vendicare la fuga di un detenuto




   GANDHI 1869/1948                                                                  KOLBE 1894/1941
   L’amore è più forte                                                               Nessuno ha un amore più grande di
   dell’odio                                                                         colui che offre la sua vita per salvare
                                                                                     gli altri


                                     Ero suora a Calcutta
                                     ed insegnavo alle            Ero cresciuto in un
                                     ragazze delle famiglie     ambiente reso cupo dal
                                     benestanti. Lasciai il    razzismo e dal desiderio
                                     convento per                    di ottenere un
                                     dedicarmi alle            RICONOSCIMENTO dei
                                     molteplici persone che       diritti civili dei negri
                                     morivano lungo le        Applicai lo stesso principio
                                     strade di fame e di         della non violenza di
                                     lebbra                     Gandhi e di Malcom X



                                                                          M.L. King 1929/1968
                                                                          Io posso morire, ma se morirò nella lotta vorrei che si
MADRE TERESA DI CALCUTTA 1910/1997                                        potesse dire di me che sono morto perché gli uomini
Su tutti i malati c’è il volto di Cristo                                  fossero liberi
                                       È il Papa dal 22/ott/78
                                       Sono frequentemente                   Papa tra il 1958 e il 1963
                                      intervenuto per tentare                        ho avuto un
                                          di riappacificare i                atteggiamento di apertura
                                         popoli in guerra in                 verso tutte le confessioni
                                       questi periodi di forte                    e le mie capacità
                                        tensione tra i popoli                     diplomatiche mi
                                                                              portarono ad essere un
                                                                               personaggio influente
                                                                                     sulla scena
                                                                                   internazionale,
                                                                                soprattutto durante le
                                                                                  Seconda Guerra
                                                                                      Mondiale


Karol Wojtyla (Papa Giovanni Paolo II )                                                               Angelo Roncalli (Papa Giovanni XXIII)
Non abbiate paura: aprite, anzi
spalancate le porte a Cristo e alla pace
                                                                     Pace come superamento della guerra
                                                                        Pace come sviluppo tra i popoli
                                                                    Pace come abbattimento delle divisioni
                                                                             Pace come solidarietà
                                                                    Pace come cooperazione tra le nazioni
                                                                    Pace come frutto della ricerca interiore
                                                                       Pace come contemplazione di Dio
                                                                             Pace come fratellanza
                                                                        Pace come dialogo tra i cristiani
                                                                     Pace come dono “DIO DELLA PACE”
                                                                      Pace come collaborazione con Dio
                                                                         Pace come armonia tra amici
                                                                         Pace come serenità in famiglia
                                                                        Pace come dialogo tra le nazioni
                                                                              Pace come speranza
                                                            Pace come attesa fiduciosa del “PRINCIPE DELLA PACE”



                 Nelson Mandela
                                                                                                                            2
   La vita è un’opportunità, coglila.
    La vita è bellezza, ammirala.
  La vita è beatitudine, assaporala.
    La vita è un dovere, compilo.
La vita è un sogno, fanne una realtà.
    La vita è una sfida, affrontala.
      La vita è un gioco, giocalo.
   La vita è preziosa, abbine cura.
La vita è una ricchezza, conservala.
       La vita è amore, godine.
    La vita è un mistero, scoprilo.
 La vita è una promessa, adempila.
     La vita è tristezza, superala.
      La vita è un inno, cantalo.
    La vita è una lotta, accettala.
  La vita è un’avventura, rischiala.
      La vita è felicità, meritala.
        La vita è vita, difendila.
             Madre Teresa di Calcutta



                                            storia   italiano
                                        2
Sbarco: gruppo d‟assalto navale
americano compiuto nel pacifico
meridionale

1943




                                  storia
                                                        Bimbo giapponese trovato dai marines




 Civili giapponesi in fuga, madre e figlio escono dalla
 caverna in cui si erano rifugiati dopo l‟uccisione di Saipan.




La guerra è una cosa molto grave come si vede in queste immagini, bambini, anche di pochi giorni, vengono abbandonati e
lasciati morire per la strada e alcuni più fortunati vengono salvati dai marines americani.
MA QUESTE IMMAGINI COLPISCONO NEL PROFONDO DEL CUORE E CI FANNO CAPIRE LE ATROCITA‟
DELLA GUERRA!!!!!
                                                                                                     2
                 Fotografo di guerra:




                                        CAPPELLANO MEDICO

                                 Capellano americano porta in salvo una vecchia vietnamita.
                                              (Vietnam 1968)




        UFFICIALE MEDICO

Ufficiale ricompone un soldato morto.
           (Biafra 1969)
                                                         SOLDATI ISRAELIANI

                                                        S.I. sotto il fuoco d‟artiglieria durante
                                                        la presa della citta‟ vecchia
                                                                               (Gerusalemme 1967)




 MARINES CON GRANATA
M. americano mentre tira una granata
            (Vietnam 1968)



Guerra guerra sempre guerra. Sui telegiornali si parla solo di guerra, chissà se un giorno nel mondo ci sarà la
pace; al telegiornale non si parlerà più di guerra e non più di gente che muore.
La guerra è brutta, persone che scappano per non morire, e la prova sono le immagini che ogni giorno
vediamo e le ansie che ogni giorno viviamo.
                                                                                                         storia
                                                                                       2
                                          Soldato
                                          nordvietnamita
                                          ucciso
                                          (Vietnam 1968)


Bambino di 9 anni
vittima del NAPAL.
(Cambogia 1976)



                     Soldato cambogiano
Soldati Khmer        ferito
Rossi
                     (Phion Penh 1976)
(Cambogia 1970)
      Truppe britanniche a
      Londonderry
        (Irlanda del nord 1970)




La guerra è un evento bruttissimo
La guerra non bisognerebbe mai iniziarla
Nella guerra o uccidi o ti uccidono
Ovunque c’è guerra c’è odio
Se il mondo provasse a fare la pace
Si cancellerebbe tutta la crudeltà e l’odio
Perché nel mondo siamo tutti uguali………
NOI VOGLIAMO LA PACE !!!!!!!!!!
                                                  storia
                                              2
                MATHAUSEN
                Austria




BERGEN BELSEN
Germania



                            italiano
                                          Camerata



                    Camera a gas
Forno crematoio
                     La sola vista di
                     queste immagini ci
                     fa inorridire!

                                               Fossa comune




                                                              storia
                  Deportati                          2
Picasso: protesta sdegnate contro la violenza, la distruzione e la guerra.
Pablo Picasso, testimonia la partecipazione appassionata dell’artista alla sofferenza umana e il
suo giudizio morale sulla violenza sanguinaria.
La grande tela è stata ispirata da un terribile evento bellico: la distruzione indiscriminata, durante
la guerra civile spagnola, della omonima cittadina basca opera di aerei tedeschi.
La sua opera è una protesta sdegnata contro la violenza, contro la distruzione,contro la guerra in
generale; può essere riferita al conflitto spagnolo, come a qualsiasi altro, precedenti o futuro,
antico o moderno.




                                                                                         2    Studi sociali
Sui quaderni di scolaro
Sui miei banchi e gli alberi
Sulla sabbia sulla neve….
Scrivo il tuo nome…
Su ogni pagina che ho letto
Su ogni pagina che e‟ bianca
Su ogni sasso carta o cenere
Scrivo il tuo nome…
Sopra il lume che s‟accende
Sopra il lume che si spegne
Su le mie case raccolte
Scrivo il tuo nome…
E in virtu‟ d‟una parola
Ricomincia la mia vita
Sono nato per conoscerti
Per chiamarti liberta‟
Paul Eluard
                               2
Sul muro c’era scritto col gesso:
VOGLIAMO LA GUERRA.
Chi l’ha scritto
è già caduto
la guerra che verrà
non è la prima.
Prima ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ultima
C’erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame.
Fra i vincitori
faceva la fame
la povera gente
 egualmente.



                                    Campo di concentramento di
                                    MATHAUSEN
                                                      2          immagine
Superstite da un campo di sterminio per cittadini ebrei in territorio tedesco, lo scrittore rievoca in un suo libro le dolorose vicissitudini degli
internati. Questa è la dedica del libro.


Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici :


considerate se questo è un uomo

che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un si o per un no.

Considerate se questa è una donna

Senza capelli e senza nome senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e il freddo il grembo
Come una rana d‟inverno.

Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa, andando per via,
caricandovi e alzandovi; ripetetele ai vostri figli.

Primo Levi.                                                                                                            2
 sette figli ed otto col padre
 Come poteva vivere una madre dopo che le erano stati strappati i suoi sette figli, trucidati dall’odio?
 Quando la sera tornava dai campi
 il suo sorriso attendeva sull’uscio
 per annunciare che il desco era pronto.
 Ma quando in un unico sparo
 caddero in sette dinanzi a quel muro
 la madre disse:
 “non vi rimprovero o figli
 d’avermi dato tanto dolore
 l’avete fatto per un’ idea
 perché mai più nel mondo altre madri
 debbano soffrire la stessa mia pena.
 Ma che ci faccio qui sulla soglia
 se più la sera non tornerete
 il padre è forte e rincuora i nipoti
 dopo un raccolto ne viene un altro
 ma io sono soltanto una mamma
 o figli cari….
 vengo con voi.”




Piero Colamandrei
(epigrafe dettata per il busto di Genoveffa Lecconi, madre dei sette fratelli cervi, morta di
dolore per la loro fucilazione).
                                                                                                     2
FRATELLI:
Di che reggimento siete fratelli?
Parola tremante nella notte
Foglia appena nata
Nell‟aria spasimante
Involontaria rivolta
dell‟uomo presente alla sua
fragilità
Fratelli

                                    SOLDATI:
                                    Si sta come
                                    d‟autunno
                                    sugli alberi
                                    le foglie




                                                   2
PREMORIA

CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO :
LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE,
PREPARARE LA TAVOLA
A MEZZOGIORNO

                   CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE:
                   CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE,
                   AVERE SOGNI DA SOGNARE,
                   ORECCHIE PER NON SENTIRE

CI SONO COSE DA NON FARE MAI,
NE‟ DI GIORNO, NE‟ DI NOTTE,
NE‟ PER MARE, NE‟ PER TERRA:
PER ESEMPIO “ LA GUERRA”
                     GIANNI RODARI




                                                        religione
                                                    2
Della guerra e della pace
Ti prego puoi scacciare la guerra
più pace sarà, più gente vivrà.
Con la guerra nessuno sarà contento
Se almeno hanno sentimenti
Con la pace invece saranno contenti
Perché tutti sono liberi di movimento.
 E ora la guerra è come se ti si staccasse il cuore
Con la mente e il dolore
La pace è come l’armonia
Che ti lascia vivere in un mondo di fantasia
La guerra invece ti prende e ti porta via.
                                              Alunna della
                                              5°C
                                                 2
La casa di Anne Frank
L’ edificio può essere visitato seguendo un percorso fisso.
Prinsengracht 265 era un vero nascondiglio in cui Anne Frank trascorse 25 mesi e scrisse il suo diario.
Alla fine del percorso si trova il bar e il negozio del museo.
L’edificio in Prinsengracht 263 era il nascondiglio dei clandestini.
Era una casa che si affacciava sul canale.
Dopo l’arresto il rifugio dei clandestini è stato svuotato dagli invasori, esso è rimasto nel suo stato originale.
Nel 1998 hanno avuto luogo i lavori per la ricostruzione della casa che si affaccia sul canale, ricostruzione avvenuta
sulla base dei disegni tecnici.
Anne Frank nacque nel 1929 nella città tedesca di Francoforte. Nel 1933 il partito nazionalsocialista di Hitler venne
al potere la famiglia Frank che decise di trasferirsi ad Amsterdam dove furono al sicuro fino al 1940.
“La guerra finirà e noi potremmo essere umani e non solo ebrei” scriveva nel suo diario
 Per gli estranei è forse un po’ difficile da capire, per questo lo spiegheremo dettagliatamente.
Magazzino e macinatoio delle spezie
“Di giorno dobbiamo camminare in punta di piedi e parlare sottovoce”
Gli oggetti raccolti in questa zona ricordano la clandestinità :qui si trovano le
due ditte di Otto Frank.
La Opekta produceva gelatine per marmellate.
La Gies & Co faceva speciali misti per le spezie.


                                                                        Lo studio
                                                  “I nostri benefattori ci hanno trascinato fino a qui.
                                  Mai abbiamo sentito una parola sul peso che noi certamente rappresentiamo per loro.
                                   Margot ed io abbiamo scelto l’ ufficio che da sulla strada per guardare: il sabato
                                                         pomeriggio li vengono chiuse le tende.
                                     Ci laviamo dunque al buio, mentre quella che non è di turno sta a spiare da uno
                                              spiraglio delle tende, per vedere che razza di gente passa.”




                                             Il deposito
              “Innumerevoli amici e conoscenti sono in viaggio verso una metà terribile.
                         Sera dopo sera passano le auto militari verdi o grigie.
                      Nessuno può sfuggire al proprio destino senza nascondersi.
 Nella vetrina vari oggetti che testimoniano l’intensificarsi della persecuzione degli ebrei nei paesi
                                                   bassi:
una stella di David, che dal 3 maggio 1942 gli ebrei furono obbligati a portare il modo che fosse ben
                       visibile. Un cartello con la scritta “proibito per gli ebrei”.
                        Il pianerottolo con l’armadio girevole
“Il nostro alloggio segreto adesso è diventato un vero e proprio nascondiglio. Il signor Kugler pensava
                fosse meglio sistemare un armadio davanti alla porta del nostro rifugio.”
L’alloggio segreto
La stanza di Otto, Edith e Margot Frank
 “Papà siede sul bordo del letto sconquassato e cigolante.
 La mamma mi ha dato il suo libro di preghiere per evitare discussioni.
I compiti di Margot Frank li spediamo per farli correggere da un’ insegnante.”




                                                    La stanza di Anne Frank e Fritz Pfeffer
                                                    “La nostra stanza era spoglia, ma grazie a papà che ha messo
                                                    cartoline, fotografie ecc; adesso è tutto più allegro.”
                                                              Il soggiorno dei clandestini e la stanza
                                                              da letto di Hermann e
                                                              Auguste Van Pels.

“Con scarsi mezzi i clandestini riescono a preparare un vero e proprio
banchetto.
Con il passare del tempo però diventa sempre più difficoltoso rifornirsi di
cibo .
La signora Auguste Van Pels faceva cento cose contemporaneamente
L’ olandese e faceva le faccende di casa.
Hermann Van Pels ha lavorato nel settore della carne, preparava vari tipi
insaccati.”
La soffitta della casa che si affaccia sul canale
“La radio Inglese parla di camere a gas, forse è il metodo di sterminio più rapido.”




L’arresto
4 agosto 1944. I clandestini dell’alloggio segreto sono stati traditi. Nessuno sa
da chi!
La deportazione
La lista di trasporto dello ottantatreesimo ed ultimo convoglio da Westerbork
perAschwitz il 3 settembre1944.Il treno trasportava 1019 persone: 498 uomini
442 Donne 79 bambini.
All’arrivo 549 di loro vennero immediatamente uccisi nelle camere a gas.




                                                                                       2   storia
Ho visto
La gente della mia età andare via
Lungo le strade che non portano mai a niente,
cercare il sogno che conduce alla pazzia
nella ricerca di qualcosa
che non trovano nel mondo che hanno già;
lungo le notti che dal vino son bagnate
dentro le stanze da pastiglie trasformate,
lungo le nuvole di fumo, nel mondo fatto di città,
essere contro ad ingoiare la nostra stanca civiltà
e un Dio che è morto,
ai bordi delle strade Dio è morto,
nelle auto prese a rate Dio è morto
nei miti dell’estate Dio è morto.
Che questa mia generazione ormai non crede
In ciò che spesso han mascherato con la fede,
nei miti eterni della patria o dell’eroe
perché è venuto ormai il momento
di negare tutto ciò che è falsità:
le fedi fatte di abitudine e paura,
una politica che è solo far carriera,
il perbenismo interessato ,la dignità fatta di vuoto,
l’ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col
torto
e un Dio che è morto,
nei campi di sterminio Dio è morto,
coi miti della razza Dio è morto,
con gli odi di partito Dio è morto.
Io penso
Che questa mia generazione è preparata
A un mondo nuovo e ad una speranza appena nata,
ad un futuro che ha già in mano, una rivolta senza armi,
perché noi tutti ormai sappiamo
che se Dio muore è per tre giorni
e poi risorge
in ciò che noi crediamo Dio è risorto,
in ciò che noi vogliamo Dio è risorto,
nel mondo che faremo
Dio è risorto




                                                           2
Sono morto con gli altri cento,sono morto ch’ero bambino
passato per il camino e adesso sono nel vento.
Ad Auschwitz c’era la neve, il fumo saliva lento
nel freddo giorno d’ inverno
e adesso sono nel vento.
Ad Auschwitz tante persone ma un solo grande silenzio
é strano non riesco ancora a sorridere qui nel vento.
Ma ancora tuona il cannone e ancora non è contento
di sangue la bestia umana e ancora ci porta il vento.
Io chiedo quando sarà che l’uomo potrà imparare
a vivere senza ammazzare e il vento si poserà.




                                                        2
            C’ ERA UN RAGAZZO…………
C‟era un ragazzo che come me
amava i Beatles e i Rolling Stones.
Girava il mondo, veniva da
gli Stati Uniti d‟America.

Non era bello ma accanto a sé
aveva mille donne accanto a sè
cantava Help, Ticket to ride
 o Lady Jane o Yesteday.


Cantava viva la libertà           Stop! Coi Rolling Stones!
ma ricevette una lettera          Stop! Coi Beatles stop!
la sua chitarra mi regalò         Gli han detto vai nel Vietnam
fu richiamato in America.         e spara ai Vietcong. Ra ta ta ta ta............
C‟era un ragazzo che come me
amava i Beatles e i Rolling Stones.

Gira il mondo e poi finì
a far la guerra nel Vietnam.


Capelli lunghi non porta più,
non suona la chitarra ma
uno strumento che sempre dà
la stessa nota ra ta ta ta!



Non ha più amici, non ha più fans, Stop! Coi Rolling Stones!
vede la gente cadere giù,          Stop! Coi Beatles stop!
nel suo paese non tornerà,         Nel petto un cuore più non ha,
adesso è morto nel Vietnam         ma due medaglie o tre……. Ra ta ta ta.....
                                                                    2
                                              SPARAGLI PIERO SPARAGLI ORA
DORMI SEPOLTO IN UN CAMPO DI GRANO
                                              E DOPOM UN COLPO SPARAGLI ANCORA
NON E‟ LA ROSA NON E‟ IL TULIPANO
                                              FINO A CHE TU NON LO VEDRAI ESANGUE
CHE TI FAN VEGLIA DALL‟OMBRA DEI FOSSI
                                              CADERE IN TERRA A COPRIRE IL SUO SANGUE.
MA SON MILLE PAPAVERI ROSSI.

                                              E SE GLI SPARO IN FRONTE O NEL CUORE
LUNGO LE SPONDE DEL MIO TORRENTE
                                              SOLTANO IL TEMPO AVRA‟ PER MORIRE
VOGLIO CHE SCEDANO I LUCCI ARGENTATI
                                              MA IL TEMPO E ME RESTERA‟ PER VEDERE
NON PIU‟ I CADAVERI DEI SOLDATI
                                              VEDERE GLI OCCHI DI UN UOMO CHE MUORE.
PORTATI IN BRACCIO DALLA CORRENTE
COSì DICEVI ED ERA D‟INVERNO
                                              CADESTI A TERRA SENZA UN LAMENTO
E COME GLI ALTRI VERSO L‟INFERNO
                                              E TI ACCORGESTI IN UN SOLO MOMENTO
TE NE VAI COME CHI DEVE,
                                              CHE IL TEMPO NON TI SAREBBE BASTATO
IL VENO TI SPUTA IN FACCIA LA NEVE
                                              A CHIEDER PERDONO PER OGNI PECCATO
                                              CADESTI A TERRA SENZA UN LAMENTO
FERMATI PIERO, FERMATI ADESSO
                                              E TI ACCORGESTI IN UN SOLO MOMENTO
LASCIA CHE IL VENTO TI PASSI UN PO‟ ADDOSSO
                                              CHE LA TUA VITA FINIVA QUEL GIORNO
DEI MORTI IN BATTAGLIA TI PORTI LA VOCE,
                                              E NO CI SAREBBE STATO RITORNO.
CHI DIEDE LA VITA EBBE IN CAMBIO UNA CROCE

                                              NINETTA MIA CREPARE DI MAGGIO
MA TU NON LO UDISTI E IL TEMPO PASSAVA
                                              CI VUOLE TANTO TROPPO CORAGGIO
CON LE STAGIONI A PASSO DI JAVA
                                              NINETTA BELLA DIRITTO ALL‟INFERNO
ED ARRIVASTI A VARCAR LA FRONTIERA
                                              AVREI PREFERITO ANDARCI D‟INVERNO
IN UN BEL GIORNO DI PRIMAVERA.
                                              E MENTRE IL GRANO TI STAVA A SENTIRE
E MENTRE MARCIAVI CON L‟ANIMA IN SPALLE
                                              DENTRO LE MANI STRINGEVI IL FUCILE
VEDESTI UN UOMO IN FONDO ALLA VALLE
                                              DENTRO ALLA BOCCA STRINGEVI PAROLE
CHE AVEVA IL TUO STESSO IDENTICO UMORE
                                              TROPPO GELATE PER SCIOGLIERSI AL SOLE.
MA LA DIVISA DI UN ALTRO COLORE

                                              DORMI SEPOLTO IN UN CAMPO DI GRANO
                                              NON E‟ LA ROSA NON E‟ IL TULIPANO
                                              CHE TI FAN VEGLIA DALL‟OMBRA DEI FOSSI
                                              MA SON MILLE PAPAVERI ROSSI.               2
                                             Quante strade
 How many roads
Must a man wolk down                         che un uomo farà
Before you can call hin a man?               e quanto fermarsi potrà?
Yes, „n‟ how many seas
Must a white dove sail                       Quanti mari
Before she sleeps in the sand?               un gabbiano dovrà attraversar
Yes, ‟n‟ how many times
Must the cannon balls fly                    per giungere e per riposar?
Before they „ re for ever banned?            Quando tutta

The answer my friend                         la gente del mondo riavrà
Is blowing in the wind                       per sempre la sua libertà
The answer is blowing in the wind.

                                             Risposta non c‟è
                                             o forse chi lo sa
                                             caduta nel vento sarà
    Yes, ‟n‟ howe many years
    Can a mountain exist
    Before it is washed to the sea?           Quando dal mare
    Yes, ‟n‟ how many years                   un‟onda verrà
    Can some people exist
    Before they‟re allowed to be free?        che i monti lavare potrà?
    Yes, ‟n‟ how many times                   Quante volte
    Can a man turn his head
    And pretend that he just doesn „t see?    un uomo dovrà litigar
                                              sapendo che è inutile odiar?
    The answer my friend
    Is blowing in the wind                    E poi quante
    The answer is blowing in the wind.        persone dovranno morir
                                              perchè siano in troppi a morir?


                                              Risposta non c‟è
                                              o forse chi lo sa
                                              caduta nel vento sarà
                                   Quanti cannoni
Yes, ‟n‟ how many times
Must a man look up                 dovranno sparar
Before he can see the sky?         e quanto la pace verrà?
Yes, ‟n‟ how many ears             Quanti bimbi
Must one many have
                                   innocenti dovranno morir
Before he can hear people cry?
Yes, „n‟ how many deaths           e senza sapere il perchè?
Will it take fill he knows         Quanto giovane
That too many pleople have died?   sangue versato sarà
                                   finchè un‟alba nuova verrà?
The answer my friend
Is blowing in the wind
The answer is blowing in the       Risposta non c‟è
wind.                              o forse chi lo sa
                                   caduta nel vento sarà


                                                                 2
1.    Arnoldi luca      13.    Manenti Pamela
2.    Benaglio Mattia   14.    Mauri Fabiola
3.    Biba Francesko    15.    Merati Mattia
4.    Botti Valentina   16.    Milanesi Nicoletta
5.    Calamita Ilenia   17.    Murati Enxhi
6.    Capetti elisa     18.    Panico Nello
7.    Danelli Daniela   19.    Parraga Kevin
8.    Ferri Patrizia    20.    Recanati Laura
9.    Fortini Silvia    21.    Sangalli Fabiano
10.   Grizzuti Nino     22.    Tadini Silvia
11.   Leali Giuseppe    23.    Venturelli Chiara
12.   Lo Verde Rosa     24.    Viola Simone


COORDINATORI
1. Moroni Angela              Anno Scolastico
2. Viola M.Luisa
                              2003/2004
                              Classe V sez. C

                                                    HP

				
DOCUMENT INFO