RELAZIONI E BILANCIO al 31 DICEMBRE 2006

Document Sample
RELAZIONI E BILANCIO al 31 DICEMBRE 2006 Powered By Docstoc
					RELAZIONI E BILANCIO
 al 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                         EUTELIA S.p.A.




                                    ORGANI SOCIALI
Consiglio di Amministrazione
Il mandato scade con l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2008

Angiolo Landi – Presidente                                            (Amministratore esecutivo)
Raimondo Landi – Vice Presidente                                      (Amministratore esecutivo)
Samuele Landi – Amministratore Delegato                               (Amministratore esecutivo)
Isacco Landi – Amministratore Delegato                                (Amministratore esecutivo)
Marco Mariotti                                                         (Amministratore esecutivo)
Walter Giacomini                                                      (Amministratore esecutivo)
Maurizio Bartolomei Corsi
Luigi Minischetti
Felice Marano
Maurizio Sorini
Roberto Rondoni (a) (b) (c)                                        (Amministratore indipendente)
Giuseppe Maranghi (a) (b) (c)                                      (Amministratore indipendente)
Marco Rigotti (a) (b) (c)                                          (Amministratore indipendente)
Relativamente alle deleghe conferite agli amministratori esecutivi si rinvia alla relazione annuale sulla Corporate
Governance.
(a) Membro del Comitato per il Controllo Interno e per la Corporate Governance
(b) Membro del Comitato per la Remunerazione
(c) Membro del Comitato per le Proposte di Nomina


Collegio Sindacale
Il mandato scade con l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2008
Franco Pardini                                                      Sindaco effettivo (Presidente)
Azelio Senserini                                                   Sindaco effettivo
Maurizio Buscaini                                                  Sindaco effettivo
Enrico Martucci                                                    Sindaco supplente
Rossana Fucini                                                     Sindaco supplente


Società di revisione
Deloitte&Touche S.p.A.


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                                      2
                                                             EUTELIA S.p.A.




EUTELIA S.p.A.
Capitale Sociale Euro 34.017.380
Registro Imprese di Arezzo, P.IVA e C.F.: 12787150155




ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE


SEDE LEGALE E DIREZIONE GENERALE

       AREZZO – VIA P. CALAMANDREI, 173




SEDI OPERATIVE

      PREGNANA MILANESE (MI) – VIA LABORATORI OLIVETTI ,79
      ROMA – VIA G.V. BONA, 67
      TORINO – C.SO SVIZZERA, 185
      BRESCIA – VIA L. ABBIATI, 14
      PADOVA – VIA G. LONGHIN, 61
      BOLOGNA – VIA S. QUASIMODO, 46
      FIRENZE – VIA XX SETTEMBRE, 106
      PERUGIA – VIA CAMPO DI MARTE, 13
      NAPOLI – CENTRO DIREZIONALE ISOLA F10, 61


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                        3
                                                                                                         EUTELIA S.p.A.




                                                INDICE
           −    Bilancio individuale al 31 dicembre 2006
                Relazione sulla Gestione
                Premessa ……………………………………………………………………………………….. 6
           1.   Andamento del mercato ICT (Information and Communications Technology)…..…… 8
           2.   Contesto operativo …………………………………………………………………………… .9
           3.   Andamento della gestione…………………………………………………………………….11
           4.   Rapporti con Imprese Controllate, Collegate e Correlate……………………………... 16
           5.   Altre informazioni …………………………………………………………………………… 20
           6.   Corporate Governance ……………………………………………………………….…..… 22
           7.   Trattamento di informazioni riservate ……………………………………………….…… 23
           8.   Compensi agli amministratori, sindaci e direttori generali …………………………… 23
           9.   Partecipazioni detenute direttamente o indirettamente dagli amministratori, sindaci
                e direttori generali …………………………………………………………………………… 24
           10. Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio……………………………….. 25
           11. Evoluzione prevedibile della gestione ……………………………………………………. 25
           12. Proposta di copertura della perdita….…………………………………………………… 26
                Bilancio e Note esplicative
           13. Conto Economico ………………………………………………………………..…….…… 29
           14. Stato Patrimoniale………………………………………………………………… ……… .30
           15. Prospetto variazioni patrimonio netto …. ……………………………………………....32
           16. Rendiconto Finanziario…………………………………………………………………… 33
           17. Note esplicative……………………………………………………………………………....34

           - Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2006
                Relazione sulla Gestione
                Premessa …………………………………………………………………………………….… 71
           18. Area di consolidamento – Dati essenziali società controllate……………………….…. 72
           19. Andamento della gestione…………………………………………………………………….74
                Bilancio e Note esplicative
           20. Conto Economico……………………………………………………………………… …… .80
           21. Stato Patrimoniale…………………………………………………………………..…. …… 81
           22. Prospetto delle variazioni di Patrimonio Netto ……………………… ………………… 83
           23. Rendiconto Finanziario      … … … … … … … …………… …………………… ……… 84
           24. Note esplicative:…..…………………………………………… ………….…………………85
                Allegati
           25. Allegato 1 – Confronto con bilancio individuale proforma 2005 ……………… …..124
           26. Allegato 2- Confronto con bilancio consolidato proforma 2005……………………….127
           27. Allegato IAS –Impatti alla transizione ai principi contabili internazionali (IFRS)… 130




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                                    4
                                                      EUTELIA S.p.A.




                                             _______

                                    Bilancio individuale
                                    al 31 Dicembre 2006

                                               ____




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                 5
                                                                                         EUTELIA S.p.A.




                     Relazione sulla gestione
Premessa


Signori Azionisti,
Eutelia S.p.A. opera nel settore delle Telecomunicazioni quale operatore di telefonia fissa
nell’intero territorio nazionale, nei segmenti Residenziale, Business e Carriers offrendo servizi
Voce, Dati ed Internet sia direttamente (Retail) che indirettamente (Wholesale).
La società, quotata alla Borsa Italiana, si posiziona tra i principali operatori italiani di
telecomunicazioni sia per estensione di rete proprietaria, sia per ricavi.

Ad oggi                         ha ottenuto il rilascio della “Certificazione CSQ”, settore EA/31b, a
fronte della comprovata corrispondenza del proprio Sistema Qualità ai requisiti espressi dalla
Norma UNI EN ISO 9001:2000, e della “Certificazione CSQ – DATA”, in conformità a quanto
espresso dalla Norma ISO 27001 (ex BS 7799 - 2:2002) in relazione al proprio Sistema di Gestione
della Sicurezza delle Informazioni.

A marzo 2006, in funzione dell’obiettivo di acquisire quote di traffico internazionale, è stato
concluso un accordo commerciale di interconnessione con l’Operatore pubblico del Marocco
“Itissalat Al Maghrib”.

Nel mese di giugno 2006 Eunics S.p.A., la società che deriva dalla ridenominazione della
Creditmatica S.p.A., ha acquisito il ramo d’azienda operativo (assets industriali, contratti
commerciali, dipendenti, società partecipate) della Getronics Solutions Italia S.p.A., operante nel
settore della ICT (Information & Communication Technology).
                      è partecipata al 35% da Eutelia ed al 65% da Finanziaria Italiana S.p.A..

In data 13 luglio 2006, Eutelia ha definito con la società Finanziaria Italiana S.p.A. un contratto di
opzione, a favore di Eutelia medesima, per l’acquisto della totalità delle azioni di Eunics SpA, da
esercitarsi nell’esercizio 2008.
Il progetto industriale di Eunics è basato sulla valorizzazione delle professionalità e del know-how
delle persone di Getronics, per creare una sinergia di offerta con Eutelia in grado di incrementare da
subito le potenzialità di successo sui clienti finali.
Attraverso tale collegata si prevede, infatti, di poter sviluppare in tempi rapidi un approccio
commerciale congiunto e sinergico per offrire al mercato business, esteso anche al segmento delle
piccole e medie aziende, un servizio a 360 gradi in grado di coprire tutte le esigenze del cliente:
dalla semplice connettività, alla progettazione di soluzioni network ad alta complessità fino
all’outsourcing completo di tutti i servizi di ICT (Information & Communication Technology)
propri del cliente.

In considerazione di quanto sopra, ed anche nell’ambito di una più generale riorganizzazione delle
attività aziendali che vedono la focalizzazione nei servizi cosiddetti wholesale di alcuni settori di
business, nel corso dell’esercizio, la Società ha concluso un accordo per affidare alla società
Voiceplus S.r.l. la gestione delle numerazioni non geografiche. L’operazione non ha determinato
impatti significativi sui margini del settore di business.


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                    6
                                                                                            EUTELIA S.p.A.




Nel corso del primo semestre la società è giunta alla chiusura di tutti i contenziosi sorti a seguito
della mancata integrazione con Tecnosistemi S.p.A., con il conseguente recupero di parte dei crediti
vantati nei confronti di Meliorbanca S.p.A. Per la valorizzazione degli effetti economici di tale
transazione si rimanda alle note esplicative.

Nel mese di luglio, nell’ambito di un riassetto delle attività connesse ai contenuti internet, Eutelia
ha ceduto la partecipazione del 75% detenuta nella Intelia S.p.A. alla propria controllata One Italia
S.p.A. (ex Contelia S.r.l.), determinando anche una modifica dell’area di consolidamento.
Il 4 ottobre 2006, peraltro, è stata deliberata la fusione per incorporazione di Intelia S.p.A. in One
Italia S.p.A.

In data 5 ottobre 2006, Eutelia ha siglato un accordo con Warner Home Video, divisione di Warner
Bros Entertainment Italia Spa, per offrire in vendita una lista selezionata di film da scaricare sul pc
in modo permanente. Tale servizio di “Download-to-Own” permette al consumatore di acquistare,
scaricando sul proprio pc, una copia legale del film che preferisce, con la possibilità di visione
illimitata sullo stesso supporto. Tutti i film sono “copy protected” attraverso il software di Digital
Rights Management (DRM) della Microsoft.

Il 24 ottobre 2006 è stato perfezionato il conferimento alla controllata One Italia S.p.A. del portale
Leonardo.it (portale multiservizi che propone contenuti e servizi informativi; attualmente tra i primi
15 portali italiani per visitatori unici).
Tale operazione si inserisce nell’ambito del progetto avviato dalla società e finalizzato alla
riorganizzazione all’interno di One Italia S.p.A. delle proprie attività di sviluppo e fornitura di
contenuti.
Si rimanda alle note esplicative per la quantificazione degli effetti economici di tale transazione.

A dicembre                           entra nel consorzio Electronet, costituito per l’assegnazione di
una licenza di operatore fisso in Arabia Saudita.


Durante il mese di dicembre 2006                 , società collegata, ha perfezionato l’acquisto del
100% di Bull Italia S.p.A., società operante nel settore IT e fornitrice di prodotti e servizi alle
grandi aziende ed alla pubblica amministrazione. Le due società hanno già deliberato di procedere
alla fusione per incorporazione nel corso del mese di febbraio 2007, fusione che sarà efficace
presumibilmente nel corso del mese di aprile 2007.

Eutelia, in data 27 dicembre 2006, ha acquisito l’immobile sede della filiale romana e della
principale centrale telefonica della stessa società. L’acquisto dell’immobile, avvenuto ad un prezzo
di 19,5 milioni di euro oltre i.v.a., è stato finanziato in parte utilizzando liquidità disponibile ed in
parte attraverso l’accensione di un mutuo quindicennale per i cui dettagli numerici si rimanda a
quanto riportato nelle note al Bilancio.

Il presente Bilancio, che viene sottoposto alla Vs. approvazione, è relativo all’esercizio 01 gennaio
2006 – 31 dicembre 2006.

Il Bilancio è espresso in Euro in quanto valuta utilizzata per la quasi totalità delle operazioni poste
in essere; la presentazione degli importi è arrotondata alle migliaia di Euro e comunque, ove
diversamente, specificato.


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                       7
                                                                                           EUTELIA S.p.A.



Gli schemi di Bilancio e le note esplicative presentano il confronto con il bilancio al 31 dicembre
2005 composto di un solo semestre (1/7/2005-31/12/2005) dato che la società all’epoca chiudeva
l’esercizio contabile al 30 giugno. La decisione di modificare la data di chiusura dell’esercizio
sociale dal 30 giugno al 31 dicembre è risultata opportuna anche in considerazione del fatto che
l’attività non ha caratteristiche stagionali che giustifichino l’esercizio sociale non coincidente con
l’anno solare.

Per completezza e per rendere maggiormente omogenea la lettura e la confrontabilità dei dati, viene
acclusa (ALLEGATO 1) al presente Bilancio una situazione contabile pro forma al 31 dicembre
2005 (12 mesi) composta dal semestre 1/7/2005-31/12/2005 e dal semestre chiuso al 30 giugno
2005, che si ricorda, riguardava i dati della nuova realtà venutasi a definire dopo la fusione (gennaio
2005) avendola opportunamente depurata dei sei mesi 01/07/2004-31/12/2004 della sola NTS ante
fusione con Eutelia. Conseguentemente i dati posti a confronto risultano comparabili ed il loro
raffronto viene esposto nelle tabelle della presente relazione sulla gestione.


1) ANDAMENTO DEL MERCATO ICT (INFORMATION AND COMMUNICATIONS
TECHNOLOGY) NEL 2006

I primi dati relativi all’esercizio 2006 mostrano come il settore dell’ICT (Information and
Communications Technology) in Italia continui la sua crescita, mettendo a segno un incremento
intorno al 2%.
La crescita è stata trainata dal mercato Consumer cresciuto dell’8,8% rispetto all’anno precedente,
mentre continua la ristrettezza negli investimenti innovativi da parte della Pubblica
Amministrazione.
In questo scenario di crescita, purtroppo si deve constatare che il divario tra i dati italiani e quelli
internazionali resta troppo ampio, così come rimane profondo il gap nella capacità di produzione di
nuove tecnologie e se non interverranno fattori in grado di imprimere una decisiva sterzata, l’Italia è
destinata a diventare sempre più un paese di consumatori di innovazione tecnologica generata
altrove.

Il comparto delle telecomunicazioni (apparati, terminali e servizi per reti fisse e mobili) ha generato
in Italia, nel corso del 2006, un giro di affari di 44.040 milioni di euro, in aumento del 2,1% rispetto
al 2005 che aveva fatto registrare una crescita del 3%. E’ stato quindi registrato un lieve
rallentamento della crescita, che disallinea il nostro paese rispetto al resto dell’Europa che fa
segnare una crescita del 3,7%.
Più in particolare, le telecomunicazioni mobili hanno generato una domanda complessiva
(infrastrutture, apparati, terminali e servizi) di 23.642 milioni di euro, in crescita del 4,5% (+3,6%
nel 2005); le fisse sono scese di poco a 20.398 milioni di euro (-0,4%).
Le linee mobili sono ancora cresciute, risultando ben 81,9 milioni (+13,4%), soprattutto per effetto
di formule a scheda incorporate nelle promozioni di nuovi cellulari.
Gli utenti attivi hanno raggiunto la soglia dei 45 milioni. L’incremento del parco utenti si combina
poi con un incremento del traffico unitario del 5,1% (fra voce, SMS, MMS e altri servizi a valore
aggiunto).
Sul fronte delle telecomunicazioni fisse sono risultate in calo le componenti più mature - voce
(9.490 milioni, -4,6%) e trasmissione dati (1330 milioni, - 3,6%) - mentre sono cresciute le
componenti legate ai servizi a valore aggiunto (2.920, +6,4%) e alle connessioni Internet (2570
milioni, +7,5%). Quanto a queste ultime, è positivo l’incremento del numero di accessi ad alta
velocità, con il raggiungimento di 8,2 milioni d’accessi in modalità xDSL (+26,5%) e di 324 mila
su fibra ottica (+8%).


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                      8
                                                                                            EUTELIA S.p.A.



2) CONTESTO OPERATIVO

2.1 Mercati di riferimento e principali servizi

La società opera principalmente in tre macro-aree di clientela:

       Mercato Aziende: dal Libero Professionista alla Corporation (Microbusiness, SME, Top) con
       servizi Voce, Dati, Internet e Web;
       Mercati Verticali e Wholesale: Carrier Nazionali ed Internazionali, Reseller, Service
       Provider (ISP/ASP/VISP), con servizi Voce, Dati, Internet, di Trasporto, Infrastrutture e
       Telehouse;
       Mercato Residenziale: Servizi Voce, Dati ed Internet offerti direttamente ed attraverso i
       resellers su tutto il territorio nazionale.

2.1.1 Il Mercato Aziende

- Housing: è la soluzione “chiavi in mano” per coloro che richiedano di collocare gli
equipaggiamenti tecnici all'interno dei siti Eutelia, in spazi tecnologici adeguatamente attrezzati,
sicuri ed affidabili.
- Hosting: è la soluzione per coloro che necessitano di server attrezzati sui quali collocare le proprie
applicazioni web e di un collegamento ad alta velocità alla rete Internet.
- Eutelia UNICA: è l’offerta integrata di telefonia ed accesso ad Internet che permette di sostituire il
precedente Operatore ed eliminare il canone. Il servizio permette di mantenere il proprio numero
telefonico, ed inoltre consente di navigare con connessione ADSL a banda larga; ha una velocità di
download fino a 2,5Mbit/s, ha spazio per caselle di posta fino a 900 Mbyte e dà la possibilità di
configurare tutti gli indirizzi e-mail necessari.
- Eutelia Chiama Aziende: è il servizio voce destinato ad Aziende e professionisti, che permette di
effettuare chiamate, con tariffe tra le migliori sul mercato, sia sulle direttrici nazionali (comprese
quelle mobili) sia su quelle internazionali.
- Eutelia IpCall Aziende: è un servizio innovativo di telefonia, basato sul trasporto della voce
tramite il protocollo IP, che offre la stessa qualità della telefonia tradizionale a condizioni
particolarmente vantaggiose. E’ possibile inoltre utilizzare l’accesso Internet a banda larga anche
ricevere ed effettuare chiamate verso tutte le destinazioni;
- Distanza Zero: è il servizio voce completo per Aziende e professionisti che hanno almeno 3 linee
telefoniche. Offre inoltre la possibilità di navigare in Internet da linea analogica o ISDN.
- Eutelia ADSL Business: è la soluzione professionale e completa di accesso ad Internet a banda
larga, con prestazioni superiori, in termini di velocità e qualità.
- Eutelia New Powered: è la soluzione integrata di servizi fonia, accesso professionale ad Internet e
servizi a valore aggiunto come la posta elettronica, il Fax virtuale e Security Scanner (monitoraggio
centralizzato della rete e dei server aziendali per testarne il livello di aggiornamento e sicurezza). In
un unico pacchetto vengono forniti i servizi Distanza Zero, Eutelia ADSL Business, Fax virtuale,
Spazio Web e Posta Professionale.
- Eutelia Vol@ Business: è la soluzione integrata di telefonia ed accesso ad Internet a banda larga
che permette l’eliminazione del canone mensile;

2.1.2 I Mercati Verticali e Wholesale

- Code Sharing: è il servizio di fonia con accesso tramite il codice di carrier Selection di Eutelia,
destinato ad aziende che rivendono traffico telefonico senza possedere alcuna infrastruttura
(switchless Reseller).


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                       9
                                                                                            EUTELIA S.p.A.



- Code Hosting: è la soluzione che Eutelia offre agli operatori, in possesso di licenza e codice di
carrier Selection, che non vogliono affrontare costosi investimenti infrastrutturali, per proporsi alla
propria clientela come operatori a tutti gli effetti senza tuttavia possedere una propria infrastruttura
di rete.
- VoIP Reseller: è il servizio destinato ai posti telefonici pubblici (Phone Shop) che permette di
effettuare chiamate internazionali ed intercontinentali a costi estremamente vantaggiosi in quanto
utilizza il protocollo VoIP.
- Wholesale 700-702: sono servizi rivolti agli ISP (Internet Service Provider), Carrier nazionali e
locali, che intendono acquisire il servizio di raccolta traffico internet mediante connessione
telefonica dial up (PSTN/ISDN), per distribuirlo ai propri clienti finali.
- Broadband Services: è una famiglia di servizi di trasporto dati in tecnologia xDSL (Digital
Subscriber Line) rivolti agli Internet Service Provider, ai Carrier nazionali e locali, per la fornitura
di servizi Dati e/o Internet al pubblico, consentendo di offrire ai propri clienti l’accesso ad Internet
ed alle risorse disponibili in rete oppure la realizzazione di architetture VPN, Intranet o Extranet
distribuite.
- Bandwidth: è la soluzione “chiavi in mano” per il trasporto dati, voce e immagini che fornisce
collegamenti trasmissivi dedicati in tecnologia SDH con capacità pari a 2, 34, 45, 155, 622 Mbit/s e
2,5 Gbit/s, in area metropolitana e nazionale.
- Dark Fiber: è il servizio di fornitura e manutenzione di coppie di fibra ottica “spenta” G655 lungo
la rete Eutelia per i Carrier che vogliano dotarsi di una propria infrastruttura di rete.


2.1.3 Il Mercato Residenziale

- Eutelia Chiama: è il servizio voce destinato ai clienti residenziali ed ai professionisti, che permette
di effettuare chiamate, con tariffe tra le migliori sul mercato, sia sulle direttrici nazionali (comprese
quelle mobili) sia su quelle internazionali.
Il servizio prevede anche l’accesso ad internet veloce tramite la linea telefonica, sia analogica che
ISDN.
- Eutelia IpCall privati: è un servizio innovativo di telefonia, basato sul trasporto della voce tramite
il protocollo IP, che offre la stessa qualità della telefonia tradizionale a condizioni particolarmente
vantaggiose. E’ possibile inoltre utilizzare l’accesso Internet a banda larga anche ricevere ed
effettuare chiamate verso tutte le destinazioni senza la necessità di mantenere acceso il proprio PC;
- Eutelia Vol@: è la soluzione integrata di telefonia ed accesso ad Internet a banda larga.
- Eutelia NetBox: fornisce lo strumento per affacciarsi per la prima volta ad Internet in maniera
molto semplice, utilizzando il televisore anziché un Personal Computer;
- Ricarica Eutelia/Edicard/CallPlus: sono carte prepagate ricaricabili, con notevoli risparmi rispetto
alle telefonate tradizionali, che offrono la possibilità di utilizzare il credito acquisito per servizi di
fonia, dati e a valore aggiunto. Sono utilizzabili sia da telefono fisso, pubblico che mobile e sono
reperibili in oltre 18.000 punti vendita in Italia;


2.1.4 Progetto speciale: SKYPHO

                        è il network che permette di parlare gratuitamente in tutto il mondo
                        attraverso la connessione ad Internet. Attivando un account si ottiene un
                        numero telefonico raggiungibile da qualsiasi altro telefono. Le chiamate
                        tra numeri del network sono gratuite, mentre le altre usufruiscono di
                        tariffe molto vantaggiose.
Skypho utilizza tecnologia aperta basata su protocollo Session Initial Protocol (SIP), rendendo il
network compatibile con la quasi totalità dei telefoni, centralini ed apparati VoIP di qualsiasi marca.

RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                     10
                                                                                            EUTELIA S.p.A.



Skypho è anche un nuovissimo servizio di accesso ad Internet a larga banda, per navigare a
condizioni vantaggiose in tutte le aree, anche nelle zone non coperte da ADSL, con velocità fino a
10Mb/S.
Skypho offre inoltre funzioni e sconti speciali, specifici per i Phone Shop che intendono utilizzare il
VoIP per fornire il servizio di telefonia pubblica dai propri locali.



3) ANDAMENTO DELLA GESTIONE

3.1 Cenni Generali


I dati del Bilancio mostrano che la rotta tracciata dal piano industriale redatto nell’aprile 2006 è
stata percorsa e soprattutto che la società è ben equipaggiata per percorrerla su quanto stabilito:
Eutelia si posiziona nel 2006 come un operatore di telecomunicazioni perfettamente integrato lungo
la catena del valore, con una dotazione di oltre 10.000 Km di rete in fibra ottica, 3,7 milioni di linee
potenziali per l’accesso all’ultimo miglio, oltre 176 mila clienti in accesso diretto ed in VOIP ed un
presidio commerciale a 360 gradi su tutti i principali segmenti di clientela e di business: corporate,
piccole e medie aziende, famiglie, carte prepagate internazionali, clienti ISP e tutti i mercati
wholesale, dai grandi carrier internazionali ai reseller regionali in Italia.

                  Il 2006 è stato anche l’anno in cui è partito il progetto di copertura wireless
                  tramite tecnologia Wi-Fi, progetto che ha visto concretizzare il raggiungimento di
                  circa 600 account a dicembre 2006.
                  Gli investimenti effettuati al riguardo sono in gran parte relativi all’acquisto di
                  apparati e all’ampliamento di infrastrutture di rete per sostenere i piani di sviluppo
                  e di crescita dei nuovi servizi a banda larga. Il lancio dell’innovativo servizio
                  “Skypho Wi-FI”, banda larga senza fili per PMI e privati, permette all’utente di
             telefonare e collegarsi ad internet con un’unica connessione wireless.

Sempre nell’area Retail è proseguita l’apertura degli Eutelia Point, innovativi internet point e phone
center gestiti direttamente da Eutelia, permettendo così l’estensione a tutte le principali città italiane
l’esperienza maturata e consolidata con successo nel corso del 2005 nella città di Arezzo. Al
31/12/2006 il numero degli Eutelia Point attivi risulta essere pari a 22.

Per consolidare la presenza nel segmento di mercato Business, Eutelia, nel corso del secondo
semestre 2006, ha lanciato un'innovativa soluzione integrata rivolta prevalentemente alle PMI.
Il nuovo prodotto "Eutelia Vol@ Business"
offre un servizio di telefonia unitamente ad
un accesso a larga banda in modo tale da
offrire al cliente l'opportunità di avere un
unico interlocutore per tutte le esigenze di
comunicazione.
L'offerta è pensata per rispondere alle differenti realtà imprenditoriali presenti sul mercato ed è per
questo che è prevista una vasta gamma di profili differenti in termini di linee e servizi offerti.

L’impegno, costante, è proseguito nelle attività programmate, quali lo sviluppo ed il rafforzamento
della posizione raggiunta nei mercati rappresentativi e di proprio interesse. Particolare attenzione
viene data alla ricerca di una maggiore marginalità dei servizi offerti, senza impattare sul prezzo
finale per i clienti.

RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                      11
                                                                                              EUTELIA S.p.A.



3.2 L’andamento del fatturato ed il risultato economico


Nell’esercizio appena concluso il valore della produzione ammonta ad Euro 430,5 milioni, a fronte
di Euro 478,6 milioni realizzato da Eutelia nell’esercizio precedente (dati pro-forma).
L’andamento dei ricavi dell’anno 2006 mostra una flessione rispetto ai livelli raggiunti lo scorso
esercizio, da attribuirsi principalmente alla riduzione di alcune tariffe ed all’azione di repricing
intrapresa nei confronti dei principali carrier, mirata al miglioramento dei margini.
In netta diminuzione risultano i principali costi della produzione, che fanno registrare nel loro
complesso una flessione di circa 13 punti percentuali.
La gestione finanziaria, caratterizzata dall’accensione di un mutuo quindicennale per l’acquisto
dell’immobile sede della filiale romana, fa registrare un risultato negativo per circa Euro 22 milioni.
Il risultato economico, negativo per Euro 8,7 milioni, è influenzato per Euro 48 milioni da
ammortamenti e svalutazioni.


I flussi di cassa operativi risultano positivi per Euro 39,3 milioni.


(Importi in Euro/000)
                                                   31-dic-06            31-dic-05*          Differenza

Utile (Perdita)                                             (8.745)            (21.632)              12.887

Ammortamenti e Svalutazioni                                 48.028               62.643             (14.615)

Totale cash flow                                            39.283               41.011              (1.728)
* I dati esposti sono dati annuali pro forma




3.3 Informazioni per settore di attività e per area geografica



I ricavi delle vendite e prestazioni possono essere suddivisi nelle seguenti categorie:

                                                                                     31/12/2006
Vendite Retail                                                                                      183.287
Vendite Wholesale                                                                                   228.807
Altri non allocati                                                                                   18.425
TOTALE                                                                                              430.519



La ripartizione dei ricavi per area di business evidenzia come il segmento Retail incida per il 43%
dei ricavi mentre il segmento Wholesale per il 53%, il restante 4% si riferisce a ricavi non allocati.
Il settore Retail è l’area di business incentrata sull’offerta di servizi voce, dati ed internet, in accesso
diretto (ULL e VoIP) o in accesso indiretto (CPS), a clienti business e consumer. I volumi del
settore risultano in lieve decremento rispetto all’esercizio precedente.

RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                         12
                                                                                            EUTELIA S.p.A.




Il settore Wholesale si caratterizza per quattro tipologie di clienti/servizi:
             a) carriers - transito e terminazione di traffico internazionale;
             b) reseller/ISP - offerta di fonia, internet ed outsourcing di servizi di rete per reseller,
                 operatori locali, ISP e phone center;
             c) infrastrutture - offerta di banda e fibra ottica;
             d) il settore Premium, che concerne l’offerta di servizi di fonia a valore aggiunto
                 rivolti a centri servizi e call centers.
I volumi del settore risultano in lieve incremento rispetto all’esercizio precedente.

Commercialmente è continuata l’espansione in atto sul mercato Retail che ha portato la customer
base a dicembre 2006 a raggiungere le 300 mila unità (+13 % nell’ultimo trimestre), così suddivisa:

-    123 mila clienti in modalità “carrier-pre-selection”
-    179 mila linee e clienti in accesso diretto e Voip


L’attività della Società viene svolta principalmente sul mercato italiano. In particolare, i ricavi
risultano così ripartiti:



                               RICAVI PER AREA GEOGRAFICA



                                         Estero
                                          7%




                                                          Italia
                                                          93%




                                              Italia   Estero




L’attività estera viene effettuata prevalentemente nei paesi della Comunità Europea. Si evidenzia la
presenza in Romania, tramite società collegata, in qualità di operatore con licenza nazionale di
telefonia fissa.




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                     13
                                                                                                                            EUTELIA S.p.A.



3.4 I costi


I costi per servizi sono suddivisibili secondo questo dettaglio:

COSTI OPERATIVI                                                        31/12/2006                  31/12/2005*             VARIAZIONE
Costi per acquisti                                                                    1.040                         780                  260
Per servizi                                                                         354.726                      404.017             (48.791)
Per il personale                                                                     24.743                       29.010              (4.267)
Altri costi operativi                                                                 3.102                        4.128              (1.026)
Ammortamento immobilizzazioni immateriali                                            14.774                       32.456             (17.682)
Ammortamento immobilizzazioni materiali                                              30.991                       29.430               1.561
Accantonamenti, ripristini e svalutazioni attività non correnti                       2.263                         756                1.507
TOTALE                                                                              431.639                      500.577             (68.438)
* I dati esposti sono dati annuali pro forma

Anche per l’esercizio 2006 il decremento più significativo riguarda la voce dei servizi telefonici, ed
in particolare l’interconnessione passiva verso gli altri operatori telefonici, conseguenza diretta
dell’azione di repricing intrapresa nei confronti dei principali carrier mirata al miglioramento dei
margini, che ha prodotto una conseguente riduzione anche dei ricavi.

Relativamente ai costi per godimento beni di terzi si evidenzia che gli stessi sono in linea con quelli
sostenuti nell’esercizio precedente:


                                                                                              Variazione (in valore
                                                      31-dic-06           31-dic-05*                assoluto)              Variazione %
GODIMENTO BENI DI TERZI                                       10.192               10.963                       (771)                 -7,04%
* I dati esposti sono dati annuali pro forma

La voce comprende i contratti di affitto degli uffici e dei locali ospitanti gli impianti tecnologici e i
canoni di affitto fibra ottica.

Per quanto riguarda il costo del personale dipendente si registra una flessione, derivante dalla
diminuzione sia del numero di dipendenti a seguito di una riorganizzazione all’interno del gruppo
sia del costo medio per dipendente.


                                                                                              Variazione (in valore
                                                      31-dic-06           31-dic-05*                assoluto)              Variazione %
SPESE PERSONALE DIPENDENTE                                    24.743               29.011                     (4.268)               -14,71%
* I dati esposti sono dati annuali pro forma



3.5 Il margine operativo lordo (Mol – Ebitda) e il margine operativo (Ebit) 2006

L’EBITDA risulta, nel corso dell’esercizio, pari al 10,89 % dei ricavi complessivi, contro
un’incidenza del 8,34% al 31 dicembre 2005.


Si riportano di seguito i dati dell’esercizio al 31 dicembre 2006, confrontati con i dati al 31
dicembre 2005:


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                                                        14
                                                                                                       EUTELIA S.p.A.




Importi in euro /milioni                                                  31-dic-06                31-dic-05*
Ricavi                                                                      430,5                     478,6

Margine lordo ind.le –MOL – EBITDA                                          46,9                      39,9
% sui ricavi                                                               10,89%                    8,34%

Margine operativo – EBIT                                                     -1,1                     -22,0
% sui ricavi                                                               -0,26%                    -4,60%

Risultato ante imposte                                                       -2,5                     -24,3
% sui ricavi                                                               -0,58%                    -5,08%

Imposte                                                                      -6,2                      2,7
% sui ricavi                                                               -1,44%                    0,56%

Risutato netto                                                               -8,7                     -21,6
% sui ricavi                                                               -2,02%                    -4,51%
* I dati esposti sono dati annuali pro forma


In aggiunta agli indicatori finanziari convenzionali previsti dagli IFRS, viene utilizzato l’indicatore EBITDA
(o Margine Operativo Lordo), già utilizzato da Eutelia come financial target nelle proprie presentazioni,
calcolato come segue:

         EBITDA = EBIT (Risultato Operativo) +/- Svalutazione (Ripristino di valore) di Attività non Correnti
         +/- Minusvalenze (Plusvalenze) da realizzo di Attività non Correnti + Ammortamenti/Accantonamenti


La politica della società, rivolta ad un’attenta selezione degli operatori, facendo particolare
attenzione ai margini ed alla solvibilità dei clienti, mentre da un lato ha fatto registrare un contenuto
calo del fatturato, dall’altro ha permesso di raggiungere una migliore marginalità rispetto
all’esercizio precedente.
Rispetto al piano industriale, rileviamo che nell’esercizio i ricavi risultano sostanzialmente in linea
con le aspettative, mentre i margini operativi risultano inferiori alle attese.




3.6 Gli investimenti


Gli investimenti dell’esercizio, ammontano complessivamente a circa 62.478 migliaia di Euro e
sono imputabili a:

                                                                         31-dic-06                 31-dic-05

Immobilizzazioni immateriali                                                         21.791                     56.413

Immobilizzazioni materiali                                                           27.781                     14.767

Immobilizzazioni finanziarie                                                         12.906                      1.359
                                                                                     62.478                     72.539

RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                                  15
                                                                                                     EUTELIA S.p.A.




L’incremento delle immobilizzazioni immateriali deriva quasi interamente dall’acquisizione di
diritti pluriennali di utilizzo su infrastrutture di terzi (IRU).
Gli investimenti in immobilizzazioni materiali sono relativi all’ampliamento delle infrastrutture di
rete installate sul territorio nazionale, al fine di estendere e potenziare i servizi della Società offerti
alla clientela e di sostenere il crescente aumento dei minuti di traffico. All’interno delle
immobilizzazioni materiali si registra un significativo incremento ascrivibile all’acquisto
dell’immobile di Roma.
L’incremento delle immobilizzazioni finanziarie deriva principalmente dall’aumento della
partecipazione in One Italia S.p.A (ex Contelia Srl) e dall’acquisto del 35% di Eunics S.p.A.


3.7 La posizione finanziaria netta

L’indebitamento finanziario netto, alla fine dell’esercizio, risulta pari ad Euro 22.802 migliaia ed è
composto come segue:

   (Importi in Euro/000)                                                  31-dic-06             31-dic-05
                                                             Euro/000    Eutelia SpA           Eutelia SpA

  Componenti attive


  Crediti finanziari a breve termine                                      3.038                 5.830
  Investimenti finanziari a breve                                         1.278                 1.581
  Disponibilità liquide                                                  16.685                 9.551
  Depositi - mercato monetario                                           10.453                12.651
                                              Totale componenti attive                31.454                29.613


  Componenti passive


  Debiti finanziari a medio lungo termine                                         (16.416)              (18.586)
  Debiti finanziari a breve termine                                               (37.840)              (22.646)
                                            Totale componenti passive             (54.256)              (41.232)
  Posizione finanziaria netta IAS                                                 (22.802)              (11.619)


Il peggioramento della posizione finanziaria netta è riconducibile esclusivamente all’accensione del
mutuo per 15,6 milioni di euro, finalizzato all’acquisto dell’immobile di Roma.



4) RAPPORTI CON IMPRESE CONTROLLATE/COLLEGATE/CORRELATE



Lo sviluppo dell’attività aziendale è realizzato anche attraverso la partecipazione in aziende attive
localmente in ambito nazionale ed internazionale.
Con riferimento all’articolo 2428 del Codice Civile ed al principio contabile internazionale numero
24 si precisano i rapporti con le società controllate, collegate e correlate.




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                                     16
                                                                                            EUTELIA S.p.A.




4.1 Società Controllate
1) Acamtel S.p.A., Capitale Sociale Euro 4.500.000 – partecipazione societaria pari al 50%.


                      Trattasi di una citynet, partecipata per la restante quota dal Gruppo Acam
                      (tramite la controllata Safe Plant S.p.A.), che opera in qualità di operatore
                      telefonico per La Spezia e provincia.
Il risultato al 31 dicembre 2006 è positivo per Euro 131.535.
I rapporti intercorsi con la capogruppo si riferiscono alla totale gestione di quest’ultima del parco
clienti, compreso la trasmissione del traffico, la fatturazione e l’incasso.

2) Molisecom S.p.A., Capitale Sociale Euro 1.200.000 - partecipazione societaria pari al 90%.
                    è stata costituita in data 10 giugno 2004 ed ha come oggetto sociale la gestione,
fornitura, manutenzione ed installazione di impianti di telecomunicazione e la gestione e fornitura
di servizi di telecomunicazione, focalizzata nella regione Molise.
Il risultato al 31 dicembre 2006 è positivo per Euro 29.506.
La società è soggetta a direzione e coordinamento da parte di Eutelia.
I rapporti intercorsi con la capogruppo si riferiscono alla costruzione della infrastruttura di rete nella
regione Molise.
3) One Italia S.p.A., Capitale Sociale Euro 16.876.000 - partecipazione societaria pari al 53,8%.


                    Il 31 gennaio 2007 ha cambiato denominazione e ragione sociale da Contelia S.r.l.
                    a One Italia S.p.A.; ha sede nel comune di Roma.
                    E’ la risultante della aggregazione di più società, Intelia S.p.A., Sunlight S.r.l. ed
                    Imnoko S.r.l..
Le diverse operazioni incorse, tra le quali il conferimento del portale Leonardo, si inseriscono
nell’ambito del progetto avviato dalla società e finalizzato alla riorganizzazione delle proprie
attività di sviluppo e fornitura di contenuti.
Il risultato al 31 dicembre 2006 è positivo per Euro 392.215.
La società è soggetta a direzione e coordinamento da parte di Eutelia.
I rapporti intercorsi si riferiscono all’impiego di personale della capogruppo nello sviluppo dei
progetti aziendali.

4) Eutelia Kyiv S.r.l. (si riporta la denominazione italiana di società a responsabilità limitata),
Capitale Sociale Euro 50.000 - partecipazione societaria pari al 70%.
Eutelia Kyiv viene costituita il 14 giugno 2005, l’attività della società è volta alla penetrazione nel
territorio ucraino al fine di promuovere l’interconnessione diretta.
Il risultato al 31 dicembre 2006 è negativo per Euro 2.460.




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                      17
                                                                                            EUTELIA S.p.A.



4.2 Società Collegate


1) Amtel S.p.A., Capitale Sociale Euro 3.100.000 – partecipazione societaria pari al 39%.

Trattasi di Citynet partecipata per la restante quota da AMGA S.p.A. di Legnano. Opera in qualità
di operatore telefonico per la zona dell’alto milanese comprendente diversi comuni della provincia
nord-occidentale di Milano, tra cui Legnano, Saronno, Magenta e Abbiategrasso.
Con la società sono intercorsi normali rapporti di natura commerciale nel settore della telefonia.

2) Plug It International S.r.l., Capitale Sociale Lei (valuta rumena) 2.000.000 – partecipazione
societaria pari al 40%.

Opera in Romania nel settore della gestione di Call Center per conto terzi ed è titolare di licenza
nazionale per la telefonia fissa per tale paese.
La società fornisce supporto telefonico (call center) anche alla clientela della capogruppo.

3) Giary Group Sud S.r.l., Capitale Sociale Euro 1.942.000- partecipazione societaria pari al 24%.

Opera nel territorio nazionale nel settore della gestione di Call Center per conto terzi.
La società fornisce supporto telefonico (call center) anche alla clientela della capogruppo.


4) Eunics S.p.A., Capitale sociale Euro 7.000.000 – partecipazione societaria pari al 35%.

La società, che deriva dalla ridenominazione della Creditmatica S.p.A., nel mese di giugno 2006 ha
acquisito il ramo d’azienda operativo (assets industriali, contratti commerciali, dipendenti, società
partecipate) della Getronics Solutions Italia S.p.A.

                si colloca come uno dei principali player presenti sul mercato italiano, nella fornitura
di servizi di outsourcing e soluzioni di system integration per le grandi aziende e per la pubblica
amministrazione centrale e locale. Nel mese di dicembre 2006 ha perfezionato l’acquisto del 100%
di Bull Italia S.p.A., società conosciuta nel settore IT e fornitrice di prodotti e servizi alle grandi
aziende ed alla pubblica amministrazione.

Tra le società collegate figurano, inoltre, anche le società Andaro S.r.l., 69 Pass S.r.l in liquidazione,
Pentacom Servizi 2005 S.r.l., Europmi S.p.A. e Web Appalti S.p.A.
L’attività delle società è legata al settore delle telecomunicazioni; l’unica che si differenzia è
Europmi S.p.A. che si propone come società per lo sviluppo delle piccole e medie imprese
nell’Italia Nord-Occidentale.
I rapporti intercorsi si riferiscono esclusivamente alla normale fornitura di servizi di
telecomunicazioni.

4.3 Società Correlate


Il Consiglio di Amministrazione ha provveduto ad approvare le linee guida in materia di operazioni
con parti correlate, intendendosi per tali quelle richiamate dallo IAS 24. In particolare, il Consiglio
ha distinto le operazioni ordinarie non sottoposte alla preventiva approvazione del Consiglio, le
operazioni sottoposte alla preventiva approvazione del Consiglio, le operazioni poste in essere tra

RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                     18
                                                                                             EUTELIA S.p.A.



società controllate e parti correlate, e le operazioni rilevanti che sono in ogni caso sottoposte
all’approvazione del Consiglio.
Per ulteriori riferimenti, si rinvia alla relazione annuale sulla Corporate Governance.

Di seguito si indicano le cariche ricoperte da ciascun consigliere in imprese controllate, collegate e
correlate:
Angiolo Landi: Vice Presidente della Finanziaria Italiana S.p.A.
Raimondo Landi: Consigliere della One Italia S.p.A., Presidente della Amtel S.p.A., consigliere
della Finanziaria Italiana S.p.A., Amministratore Unico della MS-Multiservice E. E. S.r.l.,
Vicepresidente della Biosparkle S.p.A., Presidente della Eunics S.p.A.e della Bull Italia S.p.A.
Samuele Landi: Consigliere della Amtel S.p.A., Presidente della Biosparkle S.p.A.,
Amministratore Delegato della Eunics S.p.A. e della Bull Italia S.p.A.
Isacco Landi: Amministratore Delegato della Acamtel S.p.A., Amministratore Delegato della
Molisecom S.p.A., Vicepresidente della Eunics S.p.A. e della Bull Italia S.p.A.
Walter Giacomini: Consigliere della One Italia S.p.A.
Maurizio Bartolomei Corsi: Sindaco della Finanziaria Italiana S.p.A.
Felice Marano: Presidente della Molisecom S.p.A., Consigliere della Eunics S.p.A. e della Bull
Italia S.p.A.
Roberto Rondoni: Sindaco effettivo della Finanziaria Italiana S.p.A., Sindaco effettivo della Eunics
S.p.A. e della Bull Italia S.p.A.

Per quanto concerne le cariche ricoperte da ciascun consigliere e sindaco in altre società quotate in
mercati regolamentati, anche esteri, si precisa quanto segue:
Azelio Senserini: Sindaco effettivo della Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio S.c.r.l.
Marco Rigotti: sindaco effettivo della IT Holding S.p.A. e presidente del collegio sindacale della
Eurofly S.p.A.


Di seguito si indica il prospetto dei crediti e debiti al 31 dicembre 2006 e dei costi e ricavi dell’anno
2006 in società controllate, collegate e correlate:
                                                         CREDITI       DEBITI       RICAVI       COSTI
Società controllate
                                          Commerciali      3.168.217    5.811.294    3.166.061    4.061.094
Acamtel Spa                               Finanziari         193.406            0            0            0
                                          Totale           3.361.623    5.811.294    1.583.030    2.030.547
                                          Commerciali      2.218.942      616.512      645.321      843.184
One Italia Spa (ex-Contelia Srl)          Finanziari               0            0            0            0
                                          Totale           2.218.942      616.512      645.321      843.184
                                          Commerciali      2.471.426            0       42.481            0
Molisecom Spa                             Finanziari          30.240            0            0            0
                                          Totale           2.501.666            0       42.481            0
Società collegate
                                          Commerciali        229.307     909.884     2.180.244    2.596.534
Amtel Spa                                 Finanziari         801.733           0             0            0
                                          Totale           1.031.040     909.884        19.931       24.733
                                          Commerciali         84.761      40.625       248.222      884.814
Eunics Spa (ex-Creditmatica Spa)          Finanziari               0           0             0            0
                                          Totale              84.761      40.625       248.222      884.814
                                          Commerciali        144.000     260.651       138.260      397.441
Giary Group Sud Srl                       Finanziari       1.318.000           0             0            0
                                          Totale           1.462.000     260.651       138.260      397.441
Plug it International Srl                 Commerciali         40.447      43.880       103.958      628.190
                                          Finanziari          16.533           0           630            0


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                         19
                                                                                           EUTELIA S.p.A.


                                                Totale         56.980    43.880      104.588      628.190
                                                Commerciali   113.159         0       28.347            0
Web Appalti Spa                                 Finanziari    380.000         0            0            0
                                                Totale        493.159         0       28.347            0
Altre imprese
                                                Commerciali         0    18.000       15.066       15.000
Consorzio Topix                                 Finanziari          0         0            0            0
                                                Totale              0    18.000       15.066       15.000
                                                Commerciali         0         0        1.842            0
Europmi Srl                                     Finanziari          0         0            0            0
                                                Totale              0         0        1.842            0
                                                Commerciali         0     7.500            0       40.050
Mix Srl                                         Finanziari          0         0            0            0
                                                Totale              0     7.500            0       40.050
                                                Commerciali    39.852         0        1.795      299.000
Biosparkle Spa (ex-Plug it Cable Srl)           Finanziari          0         0            0            0
                                                Totale         39.852         0        1.795      299.000
                                                Commerciali         0    47.796       18.452       65.881
Skydive Tortuga Srl                             Finanziari          0         0            0            0
                                                Totale              0    47.796       18.452       65.881
                                                Commerciali    66.453         0           0            0
Unify Media Group Srl                           Finanziari         0          0           0            0
                                                Totale         66.453         0           0            0
Società correlate
                                                Commerciali   490.319    32.439      204.929    3.611.069
Finanziaria Italiana Spa                        Finanziari          0         0            0            0
                                                Totale        490.319    32.439      204.929    3.611.069
                                                Commerciali         0         0            0       72.000
MS-Multiservice Electronic Equipment Srl        Finanziari          0         0            0            0
                                                Totale              0         0            0       72.000


I rapporti sia di tipo commerciale sia di tipo finanziario intercorsi con società controllate, collegate
e correlate rientrano nella normale operatività aziendale e sono stati posti in essere a normali
condizioni di mercato e nell’interesse della società.

In particolare, si evidenzia che costi e ricavi sono riferibili perlopiù a prestazioni di servizi di
telecomunicazioni. Si evidenziano, inoltre, costi per Euro 2.046 migliaia relativi a canoni di
locazione finanziaria e per Euro 1.543 migliaia relativi a provvigioni per intermediazione di prodotti
di telecomunicazione, entrambi nei confronti della correlata Finanziaria Italiana S.p.A.

Non si segnalano operazioni atipiche.



5) ALTRE INFORMAZIONI


5.1 Ricerca e Sviluppo
Nel corso del 2006 Eutelia ha svolto attività di sviluppo nel settore dell’information technology e
della tecnologia Wi-Fi, sostenendo i seguenti costi e/o investimenti:
Costo del Personale                Euro    64.980
Consulenze Esterne                 Euro 169.999
Investimenti                       Euro    86.083


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                     20
                                                                                          EUTELIA S.p.A.



5.2 Sedi Secondarie della Società
Ai sensi dell’articolo 2428 Codice Civile IV Comma si segnala di non aver istituito sedi secondarie
della società.

5.3 Azioni proprie e azioni/quote di società controllanti
Ai sensi dell’articolo 2428 Codice Civile II Comma si segnala che la società detiene numero
264.019 azioni proprie.

5.4 Codice Unico della Privacy

A seguito dell'introduzione del nuovo codice unico della privacy, in vigore dal 01 gennaio 2004 in
seguito all'approvazione del Dlgs 196/2003, il Consiglio di Amministrazione ha provveduto entro i
termini di Legge a nominare il responsabile del trattamento dei dati personali e/o sensibili ed alla
stesura del documento programmatico della sicurezza (DPS).

5.5 Piani di Stock Option

La società non ha adottato e non ha in essere nell’esercizio piani di stock option.

5.6 Verifica fiscale

La società nel corso dell’anno 2006 ha subito una verifica da parte della Direzione Regionale
Toscana dell’Agenzia delle Entrate relativamente all’esercizio 2002 per quanto riguarda
l’incorporata Edisontel e all’esercizio 2003 per l’incorporata Plug It.
Al termine della verifica, nel mese di dicembre 2006, l’Agenzia delle Entrate ha notificato alla
società i relativi processi verbali di constatazione (PVC) evidenziando una serie di rilievi
concernenti sia le imposte dirette che quelle indirette.
La società preso atto dei rilievi mossi, ritenendoli per la maggior parte infondati, anche in
considerazione della rilevanza degli importi, ha conferito mandato ad un primario studio legale-
tributario al fine di valutare passività potenziali e supportare la società in una eventuale fase di
contenzioso, pur non scartando l’ipotesi di valutare la possibilità di presentare istanza di concordato
con adesione.
La relazione dello studio ha evidenziato un rischio massimo probabile per la società di circa euro 4
milioni, pertanto prudenzialmente si è proceduto ad integrare il fondo rischi contenziosi tributari
fino a tale ammontare.

5.7 Contenziosi attivi

Si segnala che la società ha in corso una serie di contenziosi attivi rilevanti, principalmente nei
confronti di Telecom Italia.
Le principali cause riguardano:
    - accertamento di credito per interessi di mora e penali dovute a ritardato pagamento di fatture
       di interconnessione;
    - risarcimento dei danni derivanti dall'indebito e abusivo distacco di clienti acquistati da
       Eutelia da altro operatore telefonico;
    - risarcimento dei danni derivanti dalla indebita e abusiva cessazione o mancata attivazione
       delle linee Adsl richieste dai clienti di Eutelia;
    - risarcimento dei danni derivanti da abuso di posizione dominante, concernente l'offerta agli
       utenti di servizi voce, in violazione delle norme sulla concorrenza che regolano il mercato
       delle telecomunicazioni;

RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                    21
                                                                                           EUTELIA S.p.A.



   -   risarcimento dei danni derivanti dall'applicazione dall’anno 2001 di tariffe di terminazione a
       prezzi maggiori rispetto a quelli praticati su canali alternativi non resi disponibili a Eutelia.

Le cause, tutte di recente instaurazione, sono nella fase introduttiva e pertanto non è ancora
possibile stimare una tempistica di risoluzione, ne ipotizzarne l’esito.

5.8 Adeguamento alla Legge 262/2005

In merito all’introduzione delle nuove “Disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei
mercati finanziari”, la Società sta ponendo in essere tutte le azioni per adeguarsi a quanto richiesto
dalla normativa.


6) CORPORATE GOVERNANCE

Nel rinviare alla relazione annuale sulla Corporate Governance, di seguito si evidenziano i comitati
costituiti all’interno del Consiglio di Amministrazione:

6.1 Comitato per il controlli interno e per la Corporate Governance

Il Comitato per il Controllo Interno e per la Corporate Governance, composto da amministratori
indipendenti, ha funzioni consultive e propositive. Assiste il Consiglio di Amministrazione
nell’espletamento dei compiti allo stesso spettanti in materia di sistema di controllo interno e studia
e propone al Consiglio il periodico aggiornamento delle line guida in materia di corporate
governance.

Il Comitato per il Controllo Interno e per la Corporate Governance è cosi composto:
Marco Rigotti (Presidente)
Giuseppe Maranghi
Roberto Rondoni

6.2 Comitato per la remunerazione

Il Comitato per la Remunerazione, composto da amministratori indipendenti, ha funzioni consultive
e proposite nei confronti del Consiglio in materia di remunerazione degli amministratori, e degli
amministratori delegati in particolare, e di remunerazione dei dirigenti con responsabilità
strategiche

Il Comitato per la Remunerazione è cosi composto:
Marco Rigotti (Presidente)
Giuseppe Maranghi
Roberto Rondoni

6.3 Comitato per le proposte di nomina

Il Comitato ha funzioni consultive e propositive. In particolare, propone al Consiglio di
Amministrazione i candidati alla carica di amministratore nel caso previsto dall’art. 2386, primo
comma, cod. civ., qualora occorra sostituire un amministratore indipendente; indica all’Assemblea
dei soci candidati alla carica di amministratore indipendente da sottoporre all’assemblea della
Società, tenendo conto di eventuali segnalazioni pervenute dagli azionisti.


RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                    22
                                                                                       EUTELIA S.p.A.



Il Comitato per le Proposte di Nomina è cosi composto:
Marco Rigotti (Presidente)
Giuseppe Maranghi
Roberto Rondoni


7) TRATTAMENTO DI INFORMAZIONI RISERVATE

La Società ha adottato un regolamento interno per la gestione e il trattamento delle informazioni
riservate e per la comunicazione all’esterno di documenti e di informazioni riguardanti Eutelia e le
società da essa controllate, con particolare riferimento alle informazioni “price sensitive” di cui
all’art. 114, comma 1 del D.Lgs. 58/1998.




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                23
                                                                                                              EUTELIA S.p.A.



8) COMPENSO AGLI AMMINISTRATORI E SINDACI

Di seguito si evidenziano i compensi corrisposti agli amministratori e sindaci della società
relativamente all’ esercizio 2006:

Soggetto                                      Descrizione carica                                Compensi
Nome e Cognome                     Carica           Periodo in       Scadenza       Emolumenti carica        Altri compensi,
                                  ricoperta           carica        della carica                            bonus e incentivi
CONSIGLIO DI                                                                                    Euro                    Euro
AMMINISTRAZIONE
Angiolo Landi                  Presidente              29/04/2006 App.Bilancio al               60.000                  68.400
                                                                  31/12/08

Raimondo Landi                 Vice Presidente         29/04/2006 App.Bilancio al               50.000                 120.000
                                                                  31/12/08

Samuele Landi                  Amministratore          29/04/2006 App.Bilancio al               50.000                 120.000
                               Delegato                           31/12/08

Isacco Landi                   Amministratore          29/04/2006 App.Bilancio al               50.000                 120.000
                               Delegato                           31/12/08

Marco Mariotti                 Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               20.000                  72.000
                               Delegato                           31/12/08

Walter Giacomini               Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               20.000                 231.600
                               Delegato                           31/12/08

Maurizio Bartolomei Corsi      Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               20.000                          0
                                                                  31/12/08

Luigi Minischetti              Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               20.000                          0
                                                                  31/12/08

Felice Marano                  Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               20.000                 106.839
                                                                  31/12/08

Maurizio Sorini                Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               20.000                 226.250
                                                                  31/12/08

Roberto Rondoni                Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               40.000                          0
                                                                  31/12/08

Giuseppe Maranghi              Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               40.000                          0
                                                                  31/12/08

Marco Rigotti                  Consigliere             29/04/2006 App.Bilancio al               40.000                          0
                                                                  31/12/08

DIRETTORI GENERALI
Giovanni Umberto De Stefano    Direttore Generale      24/02/2005                                       0              254.835


COLLEGIO SINDACALE
Franco Pardini                 Presidente              29/04/2006 App.Bilancio al               60.000
                                                                  31/12/08
Maurizio Buscaini              Sindaco Effettivo       29/04/2006 App.Bilancio al               40.000
                                                                  31/12/08

Azelio Senserini               Sindaco Effettivo       29/04/2006 App.Bilancio al               40.000
                                                                  31/12/08




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                                         24
                                                                                                           EUTELIA S.p.A.



9) PARTECIPAZIONI DETENUTE DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE DAGLI
AMMINISTRATORI, DAI SINDACI E DIRETTORI GENERALI

Di seguito si evidenziano le partecipazioni detenute direttamente o indirettamente dagli
amministratori, sindaci e direttori generali della società:

Nome e Cognome                         Società       Numero azioni         Numero          Numero        Numero azioni
                                     partecipata      possedute al          azioni          azioni        possedute al
                                                       01.01.06*          acquistate       vendute         31.12.06*
CONSIGLIO DI
AMMINISTRAZIONE
Angiolo Landi                       Eutelia S.p.A.            1.188.566          1.400               0           1.189.966


Raimondo Landi                      Eutelia S.p.A.             513.274                 0             0            513.274


Samuele Landi                       Eutelia S.p.A.             508.167                 0             0            508.167


Isacco Landi                        Eutelia S.p.A.             706.553                 0             0            706.553


Marco Mariotti                      Eutelia S.p.A.              23.000                 0        3.000              20.000


Walter Giacomini                    Eutelia S.p.A.            1.196.800                0             0           1.196.800


Maurizio Bartolomei Corsi           Eutelia S.p.A.             717.637                 0             0            717.637


Luigi Minischetti                   Eutelia S.p.A.                   0                 0             0                   0


Felice Marano                       Eutelia S.p.A.              10.666                 0             0             10.666


Maurizio Sorini                     Eutelia S.p.A.               1.493                 0             0              1.493


Roberto Rondoni                     Eutelia S.p.A.              37.938                 0             0             37.938


Giuseppe Maranghi                   Eutelia S.p.A.              21.728                 0             0             21.728




DIRETTORI GENERALI
Giovanni Umberto De Stefano         Eutelia S.p.A.              41.679           2.000               0             43.679




COLLEGIO SINDACALE
Franco Pardini                      Eutelia S.p.A.                   0                 0             0                   0


Maurizio Buscaini                   Eutelia S.p.A.                   0                 0             0                   0


Azelio Senserini                    Eutelia S.p.A.              35.272           3.000               0             38.272



*direttamente o tramite collegate




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                                     25
                                                                                            EUTELIA S.p.A.




10) FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO

                       , in data 25 gennaio 2007, ha ridimensionato la quota di partecipazione nelle
società controllate One Italia S.p.A (ex Contelia S.r.l.) arrivando a possederne il 45,49% ed Eutelia
Kyiv, cedendone il 35%.
Ciò ha determinato l’uscita dall’area di consolidamento di entrambe le società.

Il 25 febbraio 2007 la Società ha definito un accordo con il Consorzio Kosmocell per acquisire il
10% del capitale sociale del nuovo operatore che lo stesso consorzio sta costituendo al fine di
ottenere la licenza di operatore mobile GSM per il Kosovo.

Nei primi mesi del 2007 sono state poste le basi per il pieno inizio dell’operatività del Consorzio
Electronet, che è stata prevista per il primo semestre 2007.

Si evidenzia, inoltre, che è in corso una modifica al dominio di certificazione ISO 27001, con
l'intento, per l'anno 2007, di restringerlo alle sole attività in gestione alla struttura Affari Legali -
Rapporti con l'Autorità Giudiziaria, attività concernenti le intercettezioni telefoniche e i rapporti con
le Magistrature.

11) EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

A livello di sviluppo del business, Eutelia prevede di proseguire nel corso del 2007 con la strategia
di integrazione ICT, finalizzata a realizzare una sinergia commerciale e tecnologica con l'offerta di

servizi IT proposta dalla partecipata                  .
Grazie alla partecipazione in Eunics, Eutelia è infatti diventato il primo operatore in grado di offrire
un portafoglio integrato e completo di soluzioni ICT ai propri clienti industriali e alla pubblica
amministrazione, ed è l’unico player ad aver integrato 2 anime tecnologiche assolutamente
complementari: le telecomunicazioni e l’information technology, con l’obiettivo di ricostruire le
chiare sinergie esistenti a livello di progettazione, sviluppo, delivery e outsourcing di reti e sistemi.


Verrà consolidata, inoltre, la strategia di sviluppo estero - che vede Eutelia attivamente impegnata
nell'ottenimento di licenze di operatore di telecomunicazioni in paesi emergenti - intrapresa prima
con la partecipazione al consorzio Electronet per l’ottenimento di una licenza di operatore di rete
fissa in Arabia Saudita e poi con l’ingresso nel consorzio Kosmocell, vincitore della seconda
licenza di telefonia mobile GSM nel Kosovo.
Sempre in funzione dell’obiettivo di acquisire quote di traffico internazionale, l’accordo
commerciale di interconnessione con l’Operatore pubblico del Marocco “Itissalat Al Maghrib”, che,
nella parte iniziale, prevedeva uno scambio di traffico telefonico tra i due Paesi, successivamente,
potrà portare anche allo sviluppo di prodotti co-branded.
La strategia di sviluppo internazionale è finalizzata a valorizzare su mercati in forte espansione sia
le capacità di system integration, acquisite da Eutelia attraverso la partecipata Eunics, sia
l’importante posizione di Carrier’s Carrier, raggiunta dalla stessa Eutelia grazie all’esperienza ed
al successo dei propri servizi di telefonia internazionale.
Eutelia, infatti, è ad oggi uno dei principali player su questo segmento potendo vantare
un’interconnessione con almeno cinquanta carriers internazionali e potendo offrire i suoi servizi di
telecomunicazioni su piazze mondiali quali Londra, New York, Francoforte, Bucarest, Budapest,

RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                      26
                                                                                         EUTELIA S.p.A.



Praga, Sofia, Vienna, Kyiv, che la Società raggiunge e serve direttamente con centrali telefoniche e
capacità di trasporto proprietarie.

Sul fronte del mercato retail nazionale, se il 2006 ha visto partire il progetto di copertura wireless
tramite tecnologia Wi-Fi (che porterà la banda larga su 250 aree urbane ad oggi non coperte da
alcun servizio ADSL, per un potenziale di 500.000 clienti raggiungibili), il 2007 vedrà fornire su
queste aree un servizio innovativo che non solo è alternativo e completamente svincolato
dall’incumbent ma che risulta anche più ricco di quello attualmente offerto da tutti i concorrenti,
offrendo ai clienti connessioni a banda larga con velocità di navigazione anche superiori ai 4 Mbits
laddove oggi l’unica connessione disponibile è il dial-up. Questo progetto entrerà a pieno regime
entro la metà del 2007 e consentirà un significativo incremento del margine operativo lordo del
segmento retail, con una stima di 75.000 nuovi clienti.

                          prevede di partecipare alla gara di assegnazione delle licenze Wi-Max
(Worldwide Interoperability for Microwave Access) attesa per il 2007.
Già nello scorso dicembre si era concretizzato l’accordo tra il Ministero della Difesa e quello delle
Comunicazioni per la cessione di 100 MHz di frequenza di tale tecnologia.
Il Wi-Max non sostituisce il Wi-Fi, ma ne costituisce il complemento.
Tale servizio potrà così essere avviato per un più rapido sviluppo della diffusione della banda larga
sul territorio, soprattutto nelle aree ove è più complessa la realizzazione di nuove infrastrutture.
L’eventuale conquista di una quota delle frequenze Wi-Max consentirà alla Società di implementare
il business VOIP.


12) PROPOSTA DI COPERTURA DELLA PERDITA

L’esercizio al 31/12/2006 chiude con una perdita netta pari ad Euro 8.745 migliaia che si propone di
ripianare totalmente tramite utilizzo, per pari importo, della riserva da sovrapprezzo azioni.


Arezzo, 24 marzo 2007                                   Per il Consiglio di Amministrazione
                                                                    Il Presidente
                                                                   Angiolo Landi




RELAZIONI E BILANCIO 31 DICEMBRE 2006
                                                                                                   27
                 Eutelia S.p.A.
       Bilancio al 31 dicembre 2006




           PARTE B.1 – Conto Economico

           PARTE B.2 – Stato Patrimoniale

PARTE B.3 – Prospetto Variazioni del Patrimonio Netto

        PARTE B.4 – Rendiconto finanziario

            PARTE B.5 – Note esplicative
B.1 Conto Economico al 31/12/2006
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea ed alla Delibera Consob n. 15519 del 27 luglio
2006.

Euro/1000
       CONTO ECONOMICO                                                                   31/12/2006             31/12/2005
 Fonte
   1   Ricavi                                                                                     400.030                221.032
  14                                                        di cui con parti correlate                205                  2.912
   1   Altri proventi                                                                              30.489                 16.454
  14                                                        di cui con parti correlate                760                      0
  15                                                    di cui proventi non ricorrenti             10.700                  1.190
       TOTALE RICAVI E PROVENTI OPERATIVI                                                         430.519                237.485

   2   Costi per acquisti                                                                           1.040                    382
   2   Costi per servizi                                                                          354.726                192.671
  14                                                        di cui con parti correlate              3.683                  2.604
  15                                                       di cui oneri non ricorrenti              3.594                      0
   2   Costi per il personale                                                                      24.743                 13.628
   2   Altri costi operativi                                                                        3.102                  2.605
   2   Ammortamenti immateriali                                                                    14.774                 15.363
   2   Ammortamenti materiali                                                                      30.991                 16.058
   2   Accantonamenti e ripristini/svalutazioni attività non correnti                               2.263                    568

       RISULTATO OPERATIVO (EBIT)                                                                     (1.120)                (3.791)

       Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al patrimonio netto                               0                     65
   3   Proventi finanziari                                                                               929                    314
   4   Oneri finanziari                                                                                2.333                  1.110

       RISULTATO ANTE IMPOSTE DELLE ATTIVITA'                                                         (2.524)                (4.652)

   5   Imposte                                                                                        (6.221)                 1.364

       RISULTATO NETTO ATTIVITA' CONTINUATIVE                                                         (8.745)                (3.288)




B.2 Stato Patrimoniale al 31/12/2006

RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                         29
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea ed alla Delibera Consob n. 15519 del 27 luglio
2006.

 Fonte
   6   Attività non correnti                                                             31/12/2006            31/12/2005

        Attività immateriali:
        Attività immateriali a vita definita                                                      102.047               107.950
        Altre                                                                                         264                    87
        totale                                                                                    102.311               108.037

        Attività materiali:
        Terreni, impianti, macchinari, attrezzature di proprietà                                  205.726               209.818
        Altre                                                                                      11.919                10.499
        totale                                                                                    217.645               220.317

        Altre attività non correnti:
        Partecipazioni                                                                                17.217                 4.311
        Titoli finanziari                                                                                681                   681
        Imposte anticipate                                                                            44.760                45.520
        Altre                                                                                            616                   659
        totale                                                                                        63.274                51.171

        TOTALE ATTIVITA' NON CORRENTI                                                             383.230               379.526



   7    Attività correnti

        Crediti commerciali ed altri crediti                                                      174.825               187.903
  14                                                        di cui con parti correlate                490                 3.275
        Attività finanziarie                                                                          597                   577
        Rimanenze                                                                                     532                     0
        Disponibilità liquide e mezzi equivalenti                                                  25.453                22.202
        Altre                                                                                       2.481                 2.359

        TOTALE ATTIVITA' CORRENTI                                                                 203.888               213.040



        TOTALE ATTIVITA'                                                                          587.118               592.566




   8    Patrimonio netto e passività                                                     31/12/2006            31/12/2005




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                        30
       Capitale                                                             34.017     34.017
       Riserva di sovrapprezzo delle azioni                                158.133    161.677
       Azioni Proprie                                                       (1.685)      (344)
       Altre riserve                                                       101.334    100.648
       Riserva IAS                                                            2.933        783
       utile (perdita) portata a nuovo                                          112          0
       utili (perdite) d'esercizio                                          (8.745)    (3.288)


       TOTALE PATRIMONIO NETTO                                             286.099    293.494



   9   Passività non correnti

       Fondi rischi ed oneri                                                19.088     14.430
       Trattamento fine rapporto                                             3.620      3.654
       Obbligazioni convertibili                                                 0     16.043
       Prestiti e finanziamenti                                             16.415      2.543
       Altre                                                               101.766     87.212



       TOTALE PASSIVITA' NON CORRENTI                                      140.888    123.881



  10   Passività correnti

       Debiti commerciali e altri debiti                                   116.373    144.365
                                              di cui con parti correlate        32      1.842
       Scoperti bancari e Finanziamenti                                     21.082     22.646
       Obbligazioni convertibili                                            16.758          0
       Debiti tributari                                                      1.647      3.447
       Altre                                                                 4.270      4.732

       TOTALE PASSIVITA' CORRENTI                                          160.130    175.191



       TOTALE PASSIVITA'                                                   301.019    299.072
       TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'                                587.118    592.566




B.3 Prospetto delle variazioni di patrimonio netto


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                   31
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea

                                         Capitale      Riserva sovrappr.    Altre riserve   Utile (perdita)   Totale
                                                            Azioni


Saldo al 01/07/05                             34.017             181.724         100.963            -19.723      296.981
Destinazione perdita                                             -19.723                             19.723              0
Riclassifica riserva azioni proprie                                                                                      0
Effetto valutaz. Immob. Fair Value                                                                                       0
Altre variazioni                                                    -324              124                              -200
Risultato al 31/12/2005                                                                              -3.288       -3.288
Totale al 31/12/2005                          34.017             161.677         101.087             -3.288      293.493

Saldo al 01/01/06                             34.017             161.677         101.087             -3.288      293.493
Destinazione perdita                                               -3.288                             3.288              0
Riclassifica riserva azioni proprie                                                -1.341                         -1.341
Effetto valutaz. Immob. Fair Value                                                  2.150                          2.150
Altre variazioni                                                    -256              798                              542
Risultato al 31/12/2006                                                                              -8.745       -8.745
Totale al 31/12/2006                          34.017             158.133         102.694             -8.745      286.099




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                 32
B.4 Rendiconto finanziario
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea


                                                                                    31-dic-06     31-dic-05

A CASSA E MEZZI EQUIVALENTI INIZIALI                                                       -444         2.476

Utile (Perdita) ante imposte                                                             -2.524        -4.652
Ammortamenti                                                                             45.765        31.422
Variazione netta altri fondi e altre attività fiscali nette                               2.097        16.194
Variazione netta del fondo trattamento di fine rapporto                                     -34           273
Oneri finanziari, netti                                                                   2.333         1.110

                                                                                         47.637        44.347
(Incremento) Decremento dei crediti commerciali e di altri crediti del circolante        12.956        -8.969
(Incremento) Decremento delle rimanenze                                                    -532             0
Incremento (Decremento) dei debiti verso fornitori e altri debiti correnti              -13.901        -8.076
(incremento) Decremento delle attività finanziarie correnti                                 -20           -10
Disponibilità generate (assorbite) dall' attività                                        46.140        27.293

Oneri finanziari netti corrisposti                                                       -1.302           761
imposte di competenza                                                                    -6.221         1.364
Imposte sul reddito corrisposte                                                               0             0
B. FLUSSO MONETARIO DA (PER) ATTIVITA' DI ESERCIZIO                                      38.617        29.417

Investimenti netti in immobilizzazioni:
Immateriali                                                                              -9.107       -15.878
Materiali                                                                               -25.106       -10.610
Finanziarie                                                                             -12.906          -822
C. FLUSSO MONETARIO DA (PER) ATTIVITA' D' INVESTIMENTO                                  -47.119       -27.310

Accensione (Rimborso) netti di debiti finanziari a medio/lungo termine                   14.587         -4.484
altre variazioni della posizione finanziaria                                             -1.031            -20
Acquisto azioni proprie                                                                  -1.341           -323
destinazione utile/perdita esercizio precedente                                           3.288              0
altre variazioni patrimonio netto                                                        -2.186           -200
D. FLUSSO DI CASSA DA (PER) ATTIVITA' FINANZIARIE                                        13.317         -5.027

E. FLUSSO MONETARIO DEL PERIODO (B+C+D)                                                   4.815         -2.920

A CASSA E MEZZI EQUIVALENTI FINALI                                                        4.371          -444




B.5 Note esplicative

RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                    33
(valori in migliaia di Euro)




            Notizie sulla società

Eutelia S.p.A. è una società quotata alla Borsa Italiana appartenente al settore delle
Telecomunicazioni quale operatore di telefonia fissa nell’intero territorio nazionale, nei segmenti
Residenziale, Business e Carriers offrendo servizi Voce, Dati ed Internet sia direttamente (Retail)
che indirettamente (Wholesale). Gli indirizzi della sede legale e delle località in cui sono condotte
le principali attività sono indicati nell’introduzione del fascicolo di Bilancio. Le principali attività
della Società sono descritte nella relazione sulla gestione cui si rimanda.


Le presenti note, relative al periodo 1 gennaio 2006 – 31 dicembre 2006, sono espresse in euro in
quanto questa è la valuta mediante la quale sono condotte la quasi totalità delle operazioni.


Gli schemi di Bilancio e le note esplicative presentano il confronto con il Bilancio al 31 dicembre
2005 relativo al semestre 1/7/2005-31/12/2005, in quanto nel corso dell’esercizio 2005 la società ha
modificato la data di riferimento del proprio bilancio passando dal 30 giugno al 31 dicembre dato
che la società all’epoca, e per l’ultima volta, chiudeva l’esercizio contabile al 30 giugno. La
decisione di modificare la data di chiusura dell’esercizio sociale è risultata opportuna anche in
considerazione del fatto che l’attività non ha caratteristiche stagionali che giustifichino l’esercizio
sociale non coincidente con l’anno solare.
Pertanto il raffronto tra gli schemi di Bilancio e delle relative note esplicative risulta non del tutto
omogeneo, essendo il 31/12/2006 un esercizio di 12 mesi, mentre quello del 31/12/2005 di soli sei
mesi.

Per completezza e per rendere maggiormente omogenea la lettura e la confrontabilità dei dati, viene
acclusa (ALLEGATO 1) al presente Bilancio una situazione contabile pro forma al 31 dicembre
2005 (12 mesi) composta dal semestre 1/7/2005-31/12/2005 e dal semestre chiuso al 30 giugno
2005, che si ricorda, riguardava i dati della nuova realtà venutasi a definire dopo la fusione
(gennaio 2005) avendola opportunamente depurata dei sei mesi 01/07/2004-31/12/2004 della sola
NTS ante fusione con Eutelia.

Il Bilancio è assoggettato a revisione contabile da parte della Deloitte & Touche S.p.A. in base
all’incarico conferito dall’Assemblea del 15 ottobre 2005.


CONFORMITA’ AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

Il Bilancio al 31 dicembre 2006 è stato predisposto in conformità ai Principi Contabili
Internazionali (“IFRS”) emessi dall’International Accounting Standards Board (“IASB”) e adottati
dall’Unione Europea. Per IFRS si intendono anche tutti i principi contabili internazionali rivisti
(“IAS”), tutte le interpretazioni dell’International Financial Reporting Interpretations Committee
(“IFRIC”), precedentemente denominate Standing Interpretations Committee (“SIC”).
Il Bilancio al 31 dicembre 2006, redatto in conformità agli IFRS, è stato altresì predisposto in
applicazione dei requisiti contenuti nei provvedimenti Consob emanati nel corso del 2006,
applicabili a tutti i soggetti tenuti alla redazione di bilanci IFRS. In particolare la Delibera Consob


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                              34
n. 15519 del 27 luglio 2006 (attuativa dell’art. 9, comma 3, del D.Lgs. n. 38/2005) concernente la
definizione degli schemi di bilancio e la Comunicazione Consob n. 6064293 del 28 luglio 2006 in
merito alla individuazione delle informazioni da fornire nelle note al bilancio e nella relazione sulla
gestione.

Come noto, l’Unione Europea ha identificato nei principi emanati dallo IASB (i principi IFRS) il
corpo normativo di riferimento verso cui far convergere i criteri di redazione dei bilanci delle
imprese residenti negli stati membri. Il legislatore nazionale, recependo il regolamento comunitario
1606/02, ha obbligato tutte le società i cui titoli sono negoziati in mercati regolamentati ad adottare
gli IFRS, consentendone l’adozione facoltativa da parte di tutte le altre società (ad eccezione di
quelle che possono redigere il Bilancio in forma abbreviata ai sensi dell'articolo 2435-bis del codice
civile).

Alla data di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione del presente Bilancio, i
principi contabili emanati dallo IASB, ma non ancora applicabili sono i seguenti:
    •   IFRS 7: “Strumenti finanziari e informazioni integrative”, che richiede di integrare le
        informazioni relative alla natura e all’entità dei rischi derivanti dagli strumenti finanziari.
    •   IFRS 8: “Segmenti operativi”, che sostituisce lo IAS 14 in tema di segmenti operativi.
    •   IFRIC 11: “IFRS 2 - Pagamenti basati sulle azioni”, che disciplina il trattamento contabile
        dei pagamenti basati su azioni nei bilanci separati delle società appartenenti al Gruppo.
    •   IFRIC 12: “Contratti di servizi in concessione”, che regolamenta il trattamento contabile
        degli investimenti correlati ai servizi di concessione.


L’adozione futura di questi principi non avrà impatti significativi sulla posizione finanziaria,
patrimoniale ed economica della società.



CONTENUTO E FORMA DEI PROSPETTI CONTABILI
Il Bilancio è costituito dallo Stato Patrimoniale, dal Conto Economico, dal Prospetto delle
variazioni del Patrimonio Netto, dal Rendiconto Finanziario e dalle presenti note esplicative ed
integrative.

Relativamente alla forma dei prospetti contabili la Società ha adottato le seguenti tipologie di
schemi contabili:
• Stato Patrimoniale
Lo stato patrimoniale viene presentato a sezioni contrapposte con separata indicazione delle
Attività, Passività e Patrimonio Netto.
A loro volta le Attività e le Passività vengono esposte nel Bilancio sulla base delle loro
classificazioni come correnti e non correnti.
• Conto Economico
Il conto economico viene presentato nella sua classificazione per natura. Viene evidenziato
l’aggregato Risultato Operativo che include tutte le componenti di reddito e di costo,
indipendentemente dalla loro ripetitività o estraneità alla gestione caratteristica, fatta eccezione per
le componenti della gestione finanziaria iscritte tra Risultato Operativo e Risultato prima delle
imposte. Le informazioni comparative si riferiscono all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2005 (6
mesi) e pertanto risultano non del tutto comparabili.


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                              35
• Rendiconto Finanziario
Il Rendiconto Finanziario viene presentato suddiviso per aree di formazione dei flussi di cassa. Il
prospetto del Rendiconto Finanziario adottato da Eutelia è stato redatto applicando il metodo
indiretto. Le disponibilità liquide e i mezzi equivalenti inclusi nel rendiconto finanziario
comprendono i saldi patrimoniali di tale voce alla data di riferimento. I flussi finanziari in valuta
estera sono stati convertiti al cambio medio del periodo. I proventi e i costi relativi a interessi,
dividendi ricevuti e imposte sul reddito sono inclusi nei flussi finanziari generati dalla gestione
operativa.
• Variazione Patrimonio Netto
Viene presentato il prospetto delle variazioni di patrimonio netto così come richiesto dai principi
contabili internazionali, con evidenza separata del risultato d’esercizio e di ogni ricavo, provento,
onere e spesa non transitati a conto economico, ma imputati direttamente a patrimonio netto sulla
base di specifici principi contabili IAS/IFRS.

Si precisa, infine, che con riferimento alla Delibera Consob n. 15519 del 27 luglio 2006 in merito
agli schemi di bilancio, sono stati inseriti specifici schemi di conto economico e stato patrimoniale
con evidenza dei rapporti significativi con parti correlate ed eventi ed operazioni significative e non
ricorrenti.




Adozione di nuovi principi contabili
Nel corso dell’esercizio la società ha adottato, a livello individuale, gli International Financial
Reporting Standards (IFRS) emanati dallo IASB, gli aggiornamenti dei principi preesistenti (IAS)
ed i documenti emanati dall’International Financial Reporting Interpretation Committee (Ifric)
ritenuti applicabili alle operazioni poste in essere dalla società a partire dall’esercizio in corso.
Al fine di esplicitare gli impatti della transizione ai Principi Contabili Internazionali (IFRS) viene
allegato (ALLEGATO IAS) al presente Bilancio un documento che evidenzia la riconciliazione del
risultato d’esercizio e del patrimonio netto secondo i precedenti principi (principi contabili italiani)
ed il risultato d’esercizio ed il patrimonio netto secondo gli IFRS per i precedenti periodi presentati
ai fini comparativi come richiesto dall’IFRS 1- Prima adozione degli IFRS.




Sommario dei principi contabili più significativi

Principi generali

Il Bilancio è stato redatto sulla base del principio del costo storico, ad eccezione della categoria dei
terreni e fabbricati e degli strumenti finanziari che sono stati valutati al fair value. I principali
principi contabili adottati sono esposti qui di seguito.


ATTIVITA’ NON CORRENTI




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                              36
Attività Immateriali a vita definita

In questa categoria è incluso il valore attribuibile ad attività immateriali a vita utile definita. Tali
attività sono composte da know- how acquisito nel corso di esercizi precedenti ed avente vita utile
di 5 anni. L’attività in questione, a cadenza annuale, viene sottoposta a test di impairment per
verificare l’eventuale perdita di valore.
Nella categoria sono contenuti anche diritti di attraversamento pluriennale di rete non di proprietà
che sono rilevati al costo di acquisto e sono ammortizzati lungo la durata del contratto stesso.


Altre immobilizzazioni immateriali

Le altre attività immateriali acquistate o prodotte internamente sono iscritte all’attivo, secondo
quanto disposto dallo IAS 38 – Attività immateriali, quando è probabile che l’uso dell’attività
genererà benefici economici futuri e quando il costo dell’attività può essere determinato in modo
attendibile.
Tali attività sono valutate al costo di acquisto o di produzione ed ammortizzate a quote costanti
lungo la loro vita utile stimata.

Aggregazioni di imprese

Il costo dell’acquisizione è determinato dalla sommatoria dei valori correnti, alla data di
ottenimento del controllo delle attività date, delle passività sostenute o assunte, e degli strumenti
finanziari emessi in cambio del controllo dell’impresa acquisita, più i costi direttamente attribuibili
all’aggregazione.

Le attività, le passività e le passività potenziali identificabili dell’impresa acquisita che rispettano le
condizioni per l’iscrizione secondo Ifrs 3 sono rilevate ai loro valori correnti alla data di
acquisizione, ad eccezione delle attività non correnti (o gruppi in dismissione) che sono classificate
come detenute per la vendita in accordo con l’Ifrs 5, le quali sono iscritte e valutate a valori correnti
meno i costi di vendita.

Terreni, fabbricati, impianti, macchinari e attrezzature di proprietà

Gli impianti, i macchinari e gli altri beni, utilizzati per la fornitura di beni e servizi o per scopi
amministrativi sono iscritti in Bilancio al costo di acquisto o di produzione, dedotti i successivi
ammortamenti e le eventuali svalutazioni per perdite di valore.

La società ha ritenuto opportuno variare il principio di valutazione della categoria terreni e
fabbricati, passando dal metodo del costo storico a quello del fair value secondo quanto previsto
dallo IAS 16.

Le ragioni del cambiamento del criterio di valutazione della categoria dei terreni e fabbricati è
riconducibile ad una migliore e più veritiera rappresentazione del patrimonio immobiliare della
società non più rappresentato dal criterio del costo storico.

I criteri e le assunzioni per la determinazione del fair value si sono basati su perizie effettuate da
professionisti indipendenti.




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                 37
Al 31/12/2005 la categoria presentava un immobile, sito in Arezzo, che ha evidenziato un valore di
libro pari al valore corrente.
La categoria presentava inoltre un immobile, sito in Roma, ed acquistato nel corso del dicembre
2006, il cui valore di perizia è risultato superiore al valore di acquisto.
Con l’applicazione del fair value la società, per la categoria indicata, non rileverà più gli
ammortamenti, ma alla fine di ogni esercizio procederà all’aggiornamento del valore corrente.


L’ammortamento delle altre categorie di immobilizzazioni materiali, viene determinato, a quote
costanti, sul costo dei beni al netto dei relativi valori residui, in funzione della loro stimata vita utile
applicando le seguenti aliquote percentuali:

macchinari elettronici ed elaboratori                 20%
centrali telefoniche                                  12%
macchinari industriali per cablaggio                  25%
impianti                                              15%
impianti specifici (telefonici)                       12%
mobili e arredi                                       12%
telefoni cellulari                                    20%
automezzi, ciclomotori                                25%
insegne                                               20%
aeromobili                                            14%
rete aerea in fibra ottica                             6%
rete a terra in fibra ottica                           4%

Le attività detenute in seguito a contratti di locazione finanziaria sono ammortizzate in base alla
loro stimata vita utile come per le attività detenute in proprietà oppure, se inferiore, in base ai
termini di scadenza dei contratti di locazione.
Gli utili derivanti da cessioni o dismissioni di cespiti sono determinati come differenza fra il ricavo
di vendita e il valore netto contabile dell’attività e sono imputati al conto economico dell’esercizio.

Leasing

I contratti di locazione sono classificati come locazioni finanziarie ogniqualvolta i termini del
contratto sono tali da trasferire sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà al locatario.
Tutte le altre locazioni sono considerate operative.
Le attività oggetto di contratti di locazione finanziaria sono rilevate come attività della società al
loro fair value alla data di stipulazione del contratto, oppure, se inferiore, al valore attuale dei
pagamenti minimi dovuti per il leasing. La corrispondente passività verso il locatore è inclusa nello
stato patrimoniale come passività per locazioni finanziarie. I pagamenti per i canoni di locazione
sono suddivisi fra quota capitale e quota interessi in modo da raggiungere un tasso di interesse
costante sulla passività residua. Gli oneri finanziari sono direttamente imputati al conto economico
dell’esercizio, a meno che essi non siano attribuibili a specifiche attività, nel qual caso essi sono
capitalizzati in accordo con le politiche generali della società sugli oneri finanziari.
I costi per canoni di locazione derivanti da locazioni operative sono iscritti a quote costanti in base
alla durata del contratto.




Perdite di valore (“impairment”)


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                  38
Ad ogni data di Bilancio, la società rivede il valore contabile delle proprie attività materiali e
immateriali per determinare se vi siano indicazioni che queste attività abbiano subito riduzioni di
valore. Qualora queste indicazioni esistano, viene stimato l’ammontare recuperabile di tale attività
per determinare l’eventuale importo della svalutazione. Dove non sia possibile stimare il valore
recuperabile di un’attività individualmente, la società effettua la stima del valore recuperabile
dell’unità generatrice di flussi finanziari a cui l’attività appartiene.
Le attività immateriali a vita utile indefinita costituite dall’avviamento, vengono verificate
annualmente e ogni qualvolta vi è un’indicazione di una possibile perdita di valore al fine di
determinare una eventuale svalutazione.
L’ammontare recuperabile è il maggiore fra il fair value al netto dei costi di vendita e il valore
d’uso. Nella determinazione del valore d’uso, i flussi di cassa futuri stimati sono scontati al loro
valore attuale utilizzando un tasso al lordo delle imposte che riflette le valutazioni correnti di
mercato del valore del denaro e dei rischi specifici dell’attività.
Se l’ammontare recuperabile di un' attività (o di una unità generatrice di flussi finanziari) è stimato
essere inferiore rispetto al relativo valore contabile, esso è ridotto al minor valore recuperabile. Una
perdita di valore è rilevata nel conto economico immediatamente.
Quando una svalutazione non ha più ragione di essere mantenuta, il valore contabile dell’attività ad
eccezione dell’avviamento, è incrementato al nuovo valore derivante dalla stima del suo valore
recuperabile, ma non oltre il valore netto di carico che l’attività avrebbe avuto se non fosse stata
effettuata la svalutazione per perdita di valore. Il ripristino del valore è imputato al conto
economico immediatamente.


Partecipazioni in imprese controllate e collegate

Le partecipazioni in imprese controllate e collegate sono iscritte al costo rettificato in presenza di
perdite di valore.
La differenza positiva, emergente all’atto dell’acquisto, tra il costo di acquisizione e la quota di
patrimonio netto a valori correnti della partecipata di competenza della società è, pertanto, inclusa
nel valore di carico della partecipazione.
Le partecipazioni in imprese controllate e collegate sono sottoposte ogni anno, o se necessario più
frequentemente, a verifica circa eventuali perdite di valore. Qualora esistano evidenze che tali
partecipazioni abbiano subito una perdita di valore, la stessa è rilevata nel conto economico come
svalutazione. Nel caso l’eventuale quota di pertinenza della società delle perdite della partecipata
ecceda il valore contabile della partecipazione, e la società abbia l’obbligo di risponderne, si
procede ad azzerare il valore della partecipazione e la quota delle ulteriori perdite è rilevata come
fondo nel passivo. Qualora, successivamente, la perdita di valore venga meno o si riduca, è rilevato
a conto economico un ripristino di valore nei limiti del costo.

Titoli Finanziari

I titoli finanziari iscritti in bilancio sono valutati in accordo con quanto previsto dal principio
contabile IAS 39. In particolare, le attività finanziarie sono rilevate ed eliminate dal bilancio sulla
base della data di negoziazione e sono inizialmente valutate al costo, inclusivo degli oneri
direttamente connessi con l’acquisizione.
Alle date di bilancio successive, le attività finanziarie che la Società ha l’intenzione e la capacità di
detenere fino alla scadenza sono rilevate al costo ammortizzato secondo il metodo del tasso di
interesse effettivo, al netto delle svalutazioni effettuate per riflettere le perdite di valore

ATTIVITA’ CORRENTI


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                               39
Crediti commerciali

I crediti commerciali sono rilevati al valore nominale ridotto da una appropriata svalutazione per
riflettere la stima delle perdite su crediti. Tale fondo è calcolato sulla base delle valutazioni di
recupero effettuate mediante analisi delle singole posizioni e della rischiosità complessiva del
monte crediti tenendo conto delle garanzie e delle coperture assicurative esistenti.
I crediti con scadenza superiore ad un anno, infruttiferi o che maturano interessi inferiori al
mercato, sono attualizzati utilizzando i tassi di mercato.


Attività finanziarie

Le attività finanziarie sono rilevate ed eliminate dal Bilancio sulla base della data di negoziazione e
sono inizialmente valutate al costo, inclusivo degli oneri direttamente connessi all’acquisizione.
Alle date di Bilancio successive, le attività finanziarie che la società ha l’intenzione e la capacità di
detenere fino alla scadenza sono rilevate al costo ammortizzato secondo il metodo del tasso
d’interesse effettivo, al netto delle svalutazioni effettuate per riflettere le perdite di valore.
Le attività finanziarie diverse da quelle detenute fino alla scadenza sono classificate come detenute
per la negoziazione o disponibili per la vendita, e sono valutate ad ogni periodo al fair value.
Quando le attività finanziarie sono detenute per la negoziazione, gli utili e le perdite derivanti dalle
variazioni nel fair value sono imputati al conto economico del periodo; per le attività finanziarie
disponibili per la vendita, gli utili e le perdite derivanti dalle variazioni nel fair value sono imputati
direttamente al patrimonio netto fintanto che esse sono cedute o abbiano subito una perdita di
valore; in quel momento, gli utili o le perdite complessivi precedentemente rilevati nel patrimonio
netto sono imputati al conto economico del periodo.


Rimanenze

Le rimanenze sono valutate al minor valore fra il costo e valore netto di realizzo. Il costo è calcolato
utilizzando il metodo del costo specifico. Il valore netto di realizzo rappresenta il prezzo di vendita
stimato al netto dei costi stimati necessari per realizzare la vendita.


Cassa e mezzi equivalenti
La voce relativa a cassa e mezzi equivalenti include cassa e conti correnti bancari e depositi
rimborsabili a domanda, che sono prontamente convertibili in cassa e sono soggetti ad un rischio
non significativo di variazione di valore.


PASSIVITÀ FINANZIARIE E STRUMENTI RAPPRESENTATIVI DI PATRIMONIO
NETTO

Le passività finanziarie e gli strumenti rappresentativi di patrimonio netto emessi dalla Società
sono classificati secondo la sostanza degli accordi contrattuali che li hanno generati e in accordo
con le rispettive definizioni di passività e di strumenti rappresentativi di patrimonio netto. Questi
ultimi sono definiti come quei contratti che danno diritto a beneficiare degli interessi residui
nelle attività del gruppo dopo aver dedotto le sue passività. I principi contabili adottati per
specifiche passività finanziarie e strumenti di patrimonio netto sono indicati nel prosieguo.




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                  40
PASSIVITA’ NON CORRENTI

Fondi rischi e oneri

I fondi per rischi ed oneri sono stanziati per coprire perdite e debiti, di esistenza certa o probabile,
dei quali tuttavia alla chiusura del periodo non erano determinabili l’ammontare o la data di
sopravvenienza. Gli stanziamenti sono rilevati nello stato patrimoniale solo quando esiste una
obbligazione legale o implicita che determini l’impiego di risorse atte a produrre benefici
economici per l’adempimento della stessa e se ne possa determinare una stima attendibile
dell’ammontare. Nel caso in cui l’effetto sia rilevante, gli accantonamenti sono calcolati
attualizzando i flussi finanziari futuri stimati ad un tasso di attualizzazione stimato al lordo delle
imposte tale da riflettere le valutazioni correnti di mercato del valore attuale del denaro e dei rischi
specifici connessi alla passività.

Trattamento di fine rapporto

Con l’adozione degli IFRS, il TFR è considerato un’obbligazione a benefici definiti da
contabilizzare secondo lo IAS 19 (Benefici a dipendenti), e si basa, tra l’altro, sulla vita lavorativa
dei dipendenti e sulla remunerazione percepita dal dipendente nel corso di un predeterminato
periodo di servizio. Il TFR viene determinato da attuari indipendenti utilizzando il “metodo della
proiezione unitaria del credito”(Projected Unit Credit Method).
Il Gruppo ha deciso, sia in sede di prima adozione degli IFRS, che negli esercizi a regime, di
iscrivere tutti gli utili e le perdite attuariali cumulati. I costi relativi all’incremento del valore
attuale dell’obbligazione per il TFR, derivanti dall’avvicinarsi del pagamento dei benefici, sono
inclusi tra i costi del personale.

Obbligazioni Convertibili

Le obbligazioni convertibili sono strumenti finanziari composti da una componente di passività e da
una componente di patrimonio netto. Alla data di emissione, il fair value della componente di
passività è stimato utilizzando il tasso di interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari
non convertibili. La differenza fra l’importo netto ricavato dall’emissione e il fair value assegnato
alla componente di passività, che rappresenta l’opzione implicita di convertire le obbligazioni in
azioni della società, è inclusa nel patrimonio come riserva di capitale.
I costi di emissione sono suddivisi fra la componente di passività e la componente di patrimonio
netto in base al loro rispettivo valore contabile alla data di emissione. La parte relativa al
patrimonio netto è posta direttamente a riduzione dello stesso.
Gli interessi passivi relativi alla componente di passività sono calcolati utilizzando il tasso
d’interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari non convertibili. La differenza fra questo
ammontare e l’interesse effettivamente pagato è contabilizzata ad incremento del valore contabile
delle obbligazioni convertibili.




PASSIVITA’ CORRENTI

Debiti commerciali

I debiti commerciali sono rilevati al valore nominale.


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                41
Prestiti bancari

I prestiti bancari fruttiferi e gli scoperti bancari sono rilevati in base agli importi incassati, al netto
dei costi correlati all’operazione e successivamente valutati al costo ammortizzato, utilizzando il
metodo del tasso d’interesse effettivo.

Criteri di conversione delle poste in valuta

I crediti ed i debiti espressi originariamente in valuta estera sono convertiti in euro ai cambi della
data di effettuazione delle operazioni che li hanno originati. Le differenze cambio realizzate in
occasione dell'incasso dei crediti e del pagamento dei debiti in valuta estera sono iscritte al conto
economico.
I ricavi ed i proventi, i costi e gli oneri relativi ad operazioni in valuta sono iscritti al cambio
corrente alla data nella quale la relativa operazione è compiuta.
A fine esercizio le attività e le passività espresse in valuta estera, ad eccezione delle
immobilizzazioni, sono iscritte al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell’esercizio ed i
relativi utili e perdite su cambi sono imputati al conto economico.


Riconoscimento dei ricavi

I ricavi ed i proventi sono iscritti al netto di resi, sconti, abbuoni, premi, nonché delle imposte
direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi. In particolare:
• i ricavi per vendite di prodotti, quali apparecchi telefonici, router, web-cam, ecc. sono
   riconosciuti al momento del trasferimento della proprietà, che normalmente si identifica con la
   consegna o la spedizione dei beni;
• i ricavi per prestazioni di servizi sono riconosciuti sulla base della maturazione del servizio, in
   accordo con i relativi contratti e tenuto conto della competenza economica e temporale;
• i ricavi derivanti dalla cessione di diritti di utilizzo di infrastrutture di proprietà (Indefeasable
   Right of Use), sono iscritti a conto economico per competenza tenuto conto della durata
   contrattuale del diritto ceduto, senza tenere conto della possibilità di eventuali rinnovi;
• i ricavi dalla vendita di traffico, inclusi i ricavi per interconnessione, sono iscritti a conto
   economico in base all’effettiva misurazione degli stessi determinata per competenza temporale;
• i ricavi derivanti dalla vendita di traffico pre-pagato, inclusi quelli derivanti dalla vendita di carte
   telefoniche o altri mezzi tecnici simili (PIN), sono iscritti a conto economico solamente al
   momento dell’effettivo utilizzo conteggiato in funzione della competenza temporale;
• i ricavi rappresentati da canoni periodici sono iscritti tenendo conto della competenza
   economica;
• i proventi e gli oneri di natura finanziaria vengono riconosciuti in base alla competenza
   temporale;
• i contributi in conto capitale sono contabilizzati al momento dell’incasso o, se precedente,
   all’atto del ricevimento della formale delibera di pagamento. Sono iscritti nella voce “Risconti
   passivi” dello Stato patrimoniale e accreditati al Conto economico in proporzione
   all’ammortamento delle attività cui si riferiscono;
• i dividendi sono rilevati quando si stabilisce il diritto degli azionisti a riceverne il pagamento;
• gli interessi attivi sono rilevati in applicazione del principio della competenza temporale, sulla
   base dell’importo finanziato e del tasso di interesse effettivo applicabile, che rappresenta il tasso




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                 42
   che sconta gli incassi futuri stimati lungo la vita attesa dell’attività finanziaria per riportarli al
   valore di carico contabile dell’attività stessa.

Accantonamenti

Gli accantonamenti sono iscritti in Bilancio quando la società ha un’obbligazione attuale quale
risultato di un evento passato ed è probabile cha sarà richiesto di adempiere all’obbligazione. Gli
accantonamenti sono stanziati sulla base della miglior stima della Direzione dei costi richiesti per
adempiere all’obbligazione alla data di Bilancio e sono attualizzati, quando l’effetto è significativo.

Imposte
Le imposte dell’esercizio rappresentano la somma delle imposte correnti, anticipate e differite.
Le imposte correnti sono basate sul risultato imponibile dell’esercizio. Il reddito imponibile
differisce dal risultato riportato nel conto economico, poiché esclude componenti positivi e negativi
che saranno tassabili o deducibili in altri esercizi ed esclude inoltre voci che non saranno mai
tassabili o deducibili. Le passività per imposte correnti sono calcolate utilizzando le aliquote vigenti
alla data del Bilancio.
Le imposte differite sono le imposte che ci si aspetta di pagare o di recuperare sulle differenze
temporanee fra il valore contabile delle attività e delle passività di Bilancio e il corrispondente
valore fiscale, contabilizzate secondo il metodo delle passività. Le passività fiscali differite sono
generalmente rilevate per tutte le differenze temporanee imponibili, mentre le attività fiscali
differite sono rilevate nella misura in cui si ritenga probabile che vi saranno risultati fiscali
imponibili in futuro che consentiranno l’utilizzo delle differenze temporanee deducibili. Tali attività
e passività non sono rilevate se le differenze temporanee derivano da avviamento o dall’iscrizione
iniziale (non in operazioni di aggregazioni di imprese) di altre attività o passività in operazioni che
non hanno influenza né sul risultato contabile né sul risultato imponibile.
Le passività fiscali differite sono rilevate sulle differenze temporanee imponibili relative a
partecipazioni in imprese controllate, collegate e a controllo congiunto, ad eccezione dei casi in cui
la società sia in grado di controllare l’annullamento di tali differenze temporanee e sia probabile che
queste ultime non si annulleranno nel prevedibile futuro.
Il valore di carico delle attività fiscali differite è rivisto ad ogni data di Bilancio e ridotto nella
misura in cui sia più probabile l’esistenza di sufficienti redditi imponibili tali da consentire in tutto
o in parte il recupero di tali attività.
Le imposte differite sono calcolate in base all’aliquota fiscale che ci si aspetta sarà in vigore al
momento del realizzo dell’attività o dell’estinzione delle passività. Le imposte differite sono
imputate direttamente al conto economico, ad eccezione di quelle relative a voci rilevate
direttamente a patrimonio netto, nel qual caso anche le relative imposte differite sono anch’esse
imputate al patrimonio netto.
Le attività e le passività fiscali differite sono compensate quando vi è un diritto legale a compensare
le imposte correnti attive e passive e quando si riferiscono ad imposte dovute alla medesima
autorità fiscale e la società intende liquidare le attività e le passività fiscali correnti su base netta.

Utile per azione
L’utile base per azione è calcolato dividendo l’utile o la perdita attribuibile agli azionisti per la
media ponderata delle azioni ordinarie in circolazione durante il periodo. L’utile diluito per azione è
calcolato dividendo l’utile o la perdita attribuibile agli azionisti per la media ponderata delle azioni
in circolazione, tenendo conto degli effetti di tutte le potenziali azioni ordinarie con effetto diluito
(ad esempio, i piani di stock option ai dipendenti e i prestiti obbligazionari convertibili).

Rapporti con società consociate e correlate



RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                43
I rapporti con entità consociate e correlate sono esposti nella nota integrativa, che si intende qui
richiamata.


Principali fattori di incertezza nell’effettuazione delle stime
La redazione del bilancio e delle relative note in applicazione degli IFRS richiede da parte della
Direzione l’effettuazione di stime e di assunzioni che hanno effetto sui valori delle attività e delle
passività di bilancio e sull’informativa relativa ad attività e passività potenziali alla data di bilancio.
Le stime e le assunzioni utilizzate sono basate sull’esperienza e su altri fattori considerati rilevanti.
I risultati che si consuntiveranno potrebbero, pertanto, differire da tali stime. Le stime sono
utilizzate per valutare le attività materiali, immateriali e partecipazioni sottoposte ad impairment
test come sopra descritto oltre che per rilevare gli accantonamenti per rischi su crediti, svalutazioni
di attivo, benefici ai dipendenti, imposte, altri accantonamenti e fondi. Le stime e le assunzioni sono
riviste periodicamente e gli effetti di ogni variazione sono riflesse immediatamente a conto
economico.



Conto Economico

Informazioni per settori di attività ed aree geografiche

Settori di attività

                        è attualmente organizzata in due divisioni operative, che costituiscono le basi
su cui vengono riportate le informazioni di settore secondo lo schema primario. Le principali
attività sono le seguenti:
- vendita di servizi di telefonia Retail, che raggruppa l’offerta di servizi voce, dati ed internet, in
accesso diretto (ULL) o in interconnessione (CPS), a clienti business e consumer;
- vendita di servizi di telefonia Wholesale, caratterizzata da quattro tipologie di clienti/servizi;
Carriers - transito e terminazione di traffico internazionale; Reseller/ISP - offerta di fonia, internet
ed outsourcing di servizi di rete per reseller, operatori locali, ISP e phone center; Infrastrutture -
offerta di banda e fibra ottica; il settore Premium, che concerne l’offerta di servizi di fonia a valore
aggiunto rivolti a centri servizi e call centers.

L’informativa di settore relativa a queste attività è presentata nelle tabelle che seguono:

31 DICEMBRE 2006                                                 Retail            Wholesale       Gruppo

Ricavi
Ricavi dalle vendite e prestazioni                                   174.513             225.517      400.030
Atri ricavi e proventi                                                 8.774               3.290       12.064
Totale Ricavi                                                        183.287             228.807      412.094

Risultato di settore                                                      30.334          20.722       51.056

Ricavi dalle vendite e prestazioni non allocati                                                             0
Atri ricavi e proventi non allocati                                                                    18.426



RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                      44
Costi non allocati                                                                         (70.602)

Risultato operativo                                                                         (1.120)

Proventi finanziari                                                                             929
Oneri finanziari                                                                            (2.333)

Risultato ante imposte                                                                      (2.524)

Imposte                                                                                     (6.221)

Risultato netto                                                                             (8.745)

Altre informazioni                                  Retail            Wholesale         Gruppo

Incrementi immobilizzazioni                                  13.792          13.947         27.739
Ammortamenti immateriali e materiali                         19.141          17.339         36.480

Incrementi immobilizzazioni non allocate                                                    21.833
Ammortamenti immateriali e materiali non allocate                                            9.285

STATO PATRIMONIALE

Attività
Attività di settore                                      288.554            211.787        500.341
Partecipazioni in collegate                                  549                  0            549
Partecipazioni non allocate                                                                  3.199
Attività non allocate                                                                       83.029

Totale attività                                                                            587.118

Passività
Passività di settore                                         80.921          67.621        148.542
Passività non allocate                                                                     438.576

Totale passività                                                                           587.118

31 DICEMBRE 2005                                    Retail            Wholesale         Gruppo

Ricavi
Ricavi dalle vendite e prestazioni                       98.360             122.672        221.032
Atri ricavi e proventi                                    5.089                  14          5.103
Totale Ricavi                                           103.449             122.686        226.135

Risultato di settore                                         10.869               511       11.380

Atri ricavi e proventi non allocati                                                          11.350
Costi non allocati                                                                         (26.521)

Risultato operativo                                                                         (3.791)

Proventi finanziari                                                                             314
Oneri finanziari                                                                            (1.175)




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                           45
Risultato ante imposte                                                                                            (4.652)

Imposte                                                                                                             1.364

Risultato netto                                                                                                  (3.288)
Altre informazioni                                                 Retail             Wholesale              Gruppo



Incrementi immobilizzazioni                                                 12.322               11.707            24.029
Ammortamenti immateriali e materiali                                        14.056               13.354            27.410

Incrementi immobilizzazioni non allocate                                                                            1.968
Ammortamenti immateriali e materiali non allocate                                                                   4.012

STATO PATRIMONIALE

Attività
Attività di settore                                                     283.734                 202.671          486.405
Partecipazioni in collegate                                                 545                       0              545
Partecipazioni non allocate                                                                                        3.766
Attività non allocate                                                                                            101.850
Totale attività consolidate                                                                                      592.566

Passività
Passività di settore                                                        96.022               89.547          185.569
Passività non allocate                                                                                           406.997
Totale passività consolidate                                                                                     592.566



Settori geografici

Di seguito riportiamo un’analisi del valore contabile delle attività di settore, degli incrementi delle
immobilizzazioni materiali ed immateriali analizzati in base alle aree geografiche in cui sono
localizzate.

Le attività della società sono dislocate principalmente in Italia, la tabella seguente fornisce
un’analisi delle vendite nei vari mercati geografici:


RICAVI PER AREA GEOGRAFICA                          Esercizio chiuso al 31/12/2006         Esercizio chiuso al 31/12/2005


ITALIA                                                                           400.383                         180.489
ESTERO                                                                            30.136                          56.996
TOTALE RICAVI                                                                    430.519                         237.485




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                               46
                               RICAVI PER AREA GEOGRAFICA




                                     7%


                                                                                 ITALIA
                                                                                 ESTERO


                                                 93%




 INVESTIMENTI                                                                       31/12/2006
Immobilizzazioni immateriali                                                                      21.791
Immobilizzazioni materiali                                                                        27.781
Immobilizzazioni finanziarie                                                                      12.906
TOTALE                                                                                            62.478




                                Investimenti per area geografica




                               17%


                                                                                   Italia
                                                                                   Estero


                                                          83%




Gli investimenti del periodo, così come nell’esercizio precedente, sono stati effettuati in Italia ad
eccezione di un IRU da 10.000 migliaia di euro che copre una parte dell’Europa dell’Est.




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                              47
1. Ricavi

L’analisi dei ricavi conseguiti da                        durante l’anno 2006 è così sintetizzabile:

Descrizione                                                 Saldo al 31/12/2006         Saldo al 31/12/2005

Ricavi vendite e prestazioni                                                400.030                     221.032
Variazione delle rimanenze di prodotti                                            532                          0
Altri ricavi e proventi                                                      29.957                      16.453
TOTALE                                                                      430.519                     237.485

L'andamento, nel corso del 2006, dei ricavi ordinari ha risentito, nel confronto con l'intero 2005, di
una flessione marginale determinata principalmente dalla forte pressione tariffaria che ha
contraddistinto il mercato della fonia e della banda larga. Oltre a questo fattore di mercato, ha
influito negativamente lo storno di circa 7,4 milioni di euro di ricavi, contabilizzati nel corso del
2006, da servizi di "reverse" nei confronti di Telecom Italia. Lo storno è avvenuto a seguito di un
accordo più ampio intervenuto con lo stesso gruppo Telecom Italia nel mese di novembre 2006, che
ha portato fra l'altro all'incasso da parte di Eutelia di circa 6 milioni di euro relativi a crediti
pregressi.

La voce altri ricavi e proventi è composta principalmente dai proventi per assistenza tecnica e
manutenzioni, dalle locazioni attive, dai proventi per assistenza software e dalla vendita di merci
per un totale di Euro 6.535 migliaia, e da proventi straordinari per un ammontare di Euro 23.422
migliaia. Tale voce è riconducibile per Euro 10.700 migliaia all’incasso di un credito
precedentemente svalutato per effetto di un accordo stragiudiziale realizzato a fine giugno e
formalizzato nelle settimane successive. Il residuo dei proventi straordinari è relativo allo stralcio di
debiti derivanti da accordi con i fornitori ed alle fatturazioni emesse nel periodo di competenza
degli esercizi precedenti, precedentemente non determinabili.

All’interno della medesima voce è contabilizzato anche l’effetto economico risultante dal
conferimento del portale Leonardo.it alla controllata One Italia S.p.A (ex Contelia S.r.l.).
La plusvalenza da conferimento del portale ammonta ad Euro 1.364 migliaia ed è stata per 603
migliaia imputata a patrimonio netto in considerazione del fatto che la società ha ceduto quote di
partecipazione in One Italia a parti correlate per lo stesso importo.

Si rimanda al paragrafo “operazioni con parti correlate” per visualizzare l’incidenza dell’operazione
appena descritta.


2. Costi operativi
I costi operativi si suddividono nel modo seguente:


COSTI OPERATIVI                                             Saldo al 31/12/2006         Saldo al 31/12/2005
Costi per acquisti                                                            1.040                           382
Per servizi                                                                 354.726                     192.671
Per il personale                                                             24.743                      13.628
Altri costi operativi                                                         3.102                       2.605
Ammortamenti immobilizzazioni immateriali                                    14.774                      15.363



RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                        48
Ammortamenti immobilizzazioni materiali                                                 30.991                       16.058
Acaantonamenti e ripristini/svalut. attività non correnti                                2.263                         568
TOTALE                                                                                 431.639                      241.275

Di seguito illustriamo il dettaglio delle voci più significative.

Costi per servizi

COSTI PER SERVIZI                                                         31/12/2006                   31/12/2005
Servizi telefonia                                                                      285.600                      156.353
Servizi commerciali e pubblicitari                                                      29.763                       10.938
Servizi amministrativi e generali                                                       19.241                        9.393
Godimento beni di terzi                                                                 10.192                        5.487
Altro                                                                                    9.930                       10.500
TOTALE                                                                                 354.726                      192.671

Tra i servizi telefonici sono compresi i costi di interconnessione per l’accesso alla rete di altri
operatori ed i costi di rivendita dei prodotti VAS di rete intelligente.
Nei servizi amministrativi e generali sono ricompresi i compensi spettanti al consiglio di
amministrazione per Euro 450 migliaia ed i compensi spettanti al collegio sindacale per Euro 140
migliaia.
Rispetto all’esercizio chiuso il 31 dicembre 2005, il decremento più significativo riguarda la voce
dei servizi telefonici, ed in particolare l’interconnessione passiva verso gli altri operatori telefonici,
conseguenza diretta dell’azione di repricing intrapresa nei confronti dei principali carrier mirata al
miglioramento dei margini, che ha prodotto una conseguente riduzione anche dei ricavi.
I costi per servizi includono Euro 3.594 migliaia relativi agli oneri connessi alla chiusura del
contenzioso con Meliorbanca relativo alla mancata integrazione con la società Tecnosistemi che ha
permesso il recupero di crediti precedentemente svalutati, ricompresi tra gli altri ricavi e proventi,
nonché oneri di natura straordinaria e di competenza degli esercizi precedenti per Euro 5.502
migliaia.

Costi per il personale

I costi per il personale comprendono l’intera spesa per il personale dipendente ivi compresi i
miglioramenti di merito, passaggi di categoria e scatti di contingenza.


Nel corrente anno il numero dei dipendenti è variato come segue:

                                                            31/12/2006           31/12/2005                Media
Dirigenti                                                                 24                      22                    23
Impiegati                                                                385                     461                   423
Operai                                                                    66                      41                    54
Totale                                                                   475                     524                   500



Il decremento è riconducibile alla riorganizzazione della forza lavoro all’interno del gruppo, che ha
visto il passaggio di alcuni dipendenti alla controllata One Italia S.p.A.


Altri costi operativi


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                 49
La voce ammonta ad Euro 3.102 migliaia ed è principalmente composta dai contributi su servizi di
telefonia per Euro 1.415 migliaia, che si riferiscono al rinnovo delle licenze annuali per le risorse di
numerazioni, geografiche e non geografiche, ed all’utilizzo delle frequenze delle tratte radio
rilasciate dal Ministero delle Telecomunicazioni, da penalità contrattuali passive per Euro 265
migliaia e tasse per concessioni governative per Euro 119 migliaia, 235 migliaia di euro per spese
societarie, ammontano, inoltre, a circa 237 migliaia di euro le tasse ed i contributi vari.

Ammortamenti

Di seguito si fornisce la suddivisione di detta voce:

AMMORTAMENTI                                                                          31/12/2006          31/12/2005
Ammortamento immobilizzazioni immateriali                                                      14.774                15.363
Ammortamento immobilizzazioni materiali                                                        30.991                16.058
                                                                          TOTALE               45.765                31.421

Il valore degli ammortamenti relativo alle immobilizzazioni immateriali ha subito una riduzione
rispetto all’anno precedente di Euro 10.000 migliaia, in seguito alla scadenza di un contratto IRU
triennale relativo a tratte nazionali del valore originario di Euro 30.000 migliaia. L’esercizio 2006
ha beneficiato anche di minori costi dovuti al completamento dell’ammortamento di una parte
consistente dei software attualmente in uso.

Per dettagli più specifici sulla ripartizione degli ammortamenti si rimanda alle sezione relativa alle
immobilizzazioni.

Accantonamenti e svalutazioni

Tali voce ammontano complessivamente ad Euro 2.263 migliaia; si riferiscono per Euro 103
migliaia all’accantonamento al fondo indennità suppletiva di clientela, è stato, inoltre, effettuata una
svalutazione di circa Euro 55 migliaia per adeguare il valore della partecipazione nella Europmi al
valore di cessione, avvenuta nei primi mesi del 2007.
Negli altri accantonamenti è compreso il valore stanziato per far fronte al rischio generato dalla
verifica fiscale, esposta e commentata nella relazione sulla gestione individuale a cui rimandiamo.
Relativamente ai crediti, la società, dopo un’attenta analisi degli stessi, non ha ritenuto necessario
procedere ad alcuna svalutazione.

ACCANTONAMENTI                                                                31/12/2006                31/12/2005



Accantonamenti per svalutazioni crediti compresi nell'attivo circolante                       5                         553
Accantonamenti per svalutazioni partecipazioni                                               79                           0
Altri accantonamenti                                                                       2.179                         11
Totale                                                                                     2.263                        568




3. Proventi da attività di investimento

RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                 50
PROVENTI FINANZIARI                                                            31/12/2006                 31/12/2005
Interessi attivi                                                                             907                           303
Altro                                                                                         22                            11
TOTALE PROVENTI FINANZIARI                                                                   929                           314



4. Oneri finanziari
ONERI FINANZIARI                                                               31/12/2006                 31/12/2005
Interessi su scoperti bancari e prestiti                                                    1.294                          500
Interessi su debiti per locazioni finanziarie                                                316                           151
Oneri finanziari da prestito obbligazionario                                                 715                           349
Oneri finanziari altri                                                                         8                           110
TOTALE ONERI FINANZIARI                                                                     2.333                       1.110




5. Imposte sul reddito
IMPOSTE SUL REDDITO                                                                          31/12/2006       31/12/2005
Imposte correnti                                                                                       683                 461
Imposte differite                                                                                    5.216             (1.825)
IMPOSTE E TASSE DELL'ESERCIZIO                                                                       5.899             (1.364)



La riconciliazione tra l’onere fiscale iscritto in Bilancio consolidato e l’onere fiscale teorico,
determinato sulla base delle aliquote fiscali teoriche vigenti in Italia, è la seguente:

        Imposte sul reddito teoriche                                              -

        Effetto fiscale differenze permanenti                                   301
        Utilizzo perdite fiscali                                          -     196
        Imposte anticipate                                                      736
        Imposte differite                                                     4.676
        Imposta sul reddito iscritte in bilancio, esclusa Irap                5.517
        IRAP                                                                    704

        Imposte sul reddito iscritte in bilancio (correnti e differite)       6.221


Ai fini di una migliore comprensione della riconciliazione tra l’onere fiscale iscritto in Bilancio e
l’onere fiscale teorico, non si tiene conto dell’IRAP in quanto, essendo questa un’imposta con una
base imponibile diversa dall’utile ante imposte, genererebbe degli effetti distorsivi tra un esercizio
ed un altro. Pertanto le imposte teoriche sono state determinate applicando solo l’aliquota fiscale
vigente in Italia (IRES pari al 33% nel 2006) al risultato ante imposte.




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                    51
Stato Patrimoniale

6. Attività non correnti
Attività immateriali a vita definita

Le attività immateriali hanno vita utile definita e pertanto sono ammortizzate in base alla durata
della stessa.

                 Descrizione                        Valore al      Incrementi       Decrementi          Ammortamenti       Valore al
                                                   31/12/2005     dell'esercizio   dell'Esercizio       dell'Esercizio    31/12/2006
Diritti di brevetto ind. e diritti, utiliz.opere
d'ingegno                                                 2.381              731                    0           (1.688)           1.424
Concessioni, licenze, marchi                            75.387            21.712                0               (6.346)          90.753
Altre                                                   29.930                 0         (13.336)               (6.724)           9.870
TOTALE                                                 107.698            22.443         (13.336)              (14.758)         102.047


La voce “diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere d’ingegno” comprende
prevalentemente licenze software di proprietà o di uso.

La voce “concessioni, licenze, marchi” comprende, per Euro 90.036 migliaia, i Diritti IRU, che
rappresentano il diritto irrevocabile di concessione per l’utilizzo pluriennale delle infrastrutture di
terzi operatori. Tali costi sono ammortizzati lungo la durata dei rispettivi contratti che hanno una
durata variabile fino a 25 anni.
La voce include, inoltre, il costo sostenuto per il rilascio delle licenze di telefonia vocale, pari a
Euro 754 migliaia.
L’incremento del periodo della voce concessioni licenze e marchi, pari ad euro 21.712 migliaia, si
riferisce per euro 10.000 migliaia all’acquisto di diritti d’uso irrevocabili (IRU), relativi a varie
tratte ubicate su territorio internazionale, e per euro 11.712 migliaia all’acquisto di diritti d’uso
irrevocabili (IRU), relativi a varie tratte ubicate su territorio nazionale.
Il decremento di euro 13,3 milioni è interamente imputabile al conferimento del Portale Leonardo.it
alla controllata One Italia S.p.A., che costituiva gran parte della voce know-how e sviluppo
prodotti, derivante dall’allocazione del disavanzo di fusione emergente dall’incorporazione di New
Dial e di Voiceplus Italia avvenute nel precedente esercizio. L’operazione è il risultato di una
riorganizzazione delle attività all’interno del gruppo.
Il valore residuo della voce deriva sostanzialmente dal know-how relativo ai prodotti quali gli SMS
premium e l’ADSL VoIP, e viene ammortizzato in cinque anni. Tale periodo viene ritenuto
rappresentativo della vita utile dello stesso in considerazione della sua natura, da attribuirsi al
maggior prezzo pagato rispetto al patrimonio netto delle società acquisite. Tale maggior valore è
collegato ai prodotti innovativi sopra indicati, le cui relative tecnologie ed il software sono da
attribuirsi al personale di tali società.
La sussistenza dei presupposti per l’iscrizione delle attività immateriali è stata verificata attraverso
la determinazione del valore in uso. Le principali assunzioni utilizzate nella determinazione del
valore in uso delle cash-generating unit sono relative al tasso di sconto e al tasso di crescita. In
particolare, la società ha adottato tassi di sconto che riflettono le correnti valutazioni di mercato del
costo del denaro e tengono conto del rischio specifico attribuibile alla medesima Eutelia. Le



RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                                 52
previsioni di flussi di cassa operativi derivano da quelle insite nei più recenti budget e piani
predisposti per i prossimi tre anni.
L’impairment test effettuato al 31 dicembre 2006 ha confermato che per i valori espressi nel
Bilancio non vi è nessuna necessità di apportare variazioni.
Tale verifica verrà effettuata almeno una volta all’anno, se non ci saranno indicatori tali da
richiedere una verifica più frequente.
Nella tabella seguente riportiamo il valore lordo delle immobilizzazioni immateriali al 31 dicembre
2006 ed i relativi ammortamenti accumulati:


                          Descrizione                                Costi Storici al          Fondo ammort. al           Netto Contabile al
                                                                      31/12/2006                 31/12/2006                  31/12/2006

Diritti di brevetto ind. e diritti, utiliz.opere d'ingegno
                                                                                    23.329                  (21.905)                     1.424
Concessioni, licenze, marchi                                                    146.190                     (55.437)                    90.753
Altre immateriali a vita definita                                                18.549                      (8.679)                    9.870
Totale                                                                          188.068                     (86.021)                  102.047



Attività immateriali altre

La voce “attività immateriali altre” include le immobilizzazioni in corso e oneri pluriennali, come
dettagliato nella sottostante tabella:

                Descrizione                       Valore al        Incrementi del       Decrementi del   Ammortamenti           Valore al
                                                 31/12/2005           periodo              periodo        del periodo          30/06/2006
Immobilizzazioni in corso                                    18                     0                0                   0                     18
Altre                                                        321                    0                0                 (75)                 246
TOTALE                                                       339                    0                0                 (75)                 264



Attività materiali

Si evidenzia che nel corso del periodo ed in esercizi precedenti non sono state effettuate
rivalutazioni e svalutazioni delle immobilizzazioni materiali.
Nella tabella sotto indicata sono riportati i dettagli dei valori netti, dell’ammortamento, e tutte le
variazioni intervenute nel periodo.




Variazione dei valori netti


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                                      53
                  Descrizione          Valore al        Incrementi           Decrementi          Ammortamenti       Valore al
                                      31/12/2005       dell'esercizio       dell'Esercizio       dell'Esercizio    31/12/2006
Terreni e fabbricati
Terreni                                       473               4.367                        0                0            4.840
Immobili                                     1.543             17.466                        0                0           19.009
Beni in Leasing - Ias 17                      331                       0                    0              (11)                320
Totale terreni e fabbricati                  2.347             21.833                        0              (11)          24.169
Impianti e macchinari
Macch.Elet-Elaboratori                       9.579              1.172                  (67)              (3.750)           6.934
Centrali telefoniche                        25.586                 88               (2.792)              (4.665)          18.217
Macch.industr.specifici                      1.289                      1                    0             (272)           1.018
Impianti per infras.rete                    56.689              2.661                  (24)             (11.517)          47.809
Rete a terra in fibra ottica                93.432                 87                        0           (4.539)          88.980
Rete aerea in fibra ottica                  18.764                      5                    0           (1.537)          17.232
Telefoni pubblici                             144                       0                    0             (102)                 42
Beni in Leasing - Ias 17                     1.987                540                 (381)                (818)           1.328
Totale impianti e macch                   207.470               4.554               (3.264)             (27.200)         181.560
Altri beni
Mobili e arredi                              1.946                 34                        0             (495)           1.485
Autoveic. da trasporto                        151                  76                        0              (68)                159
Altri mezzi da trasporto                     1.403                476                        0             (298)           1.581
Telefoni cellulari                             25                       5                    0              (16)                 14
Altri beni materiali                               9               23                        0               (5)                 27
Insegne                                            1                    0                    0               (1)                  0
Migliorie su beni di terzi                   3.501                127                        0           (1.992)           1.636
Beni in Leasing - Ias 17                     2.231                787                        0             (905)           2.113
Totale altri beni                            9.267              1.528                        0           (3.780)           7.015
Immobilizzazioni materiali in corso          1.234              3.670                        0                 0           4.904
TOTALE                                    220.318              31.585               (3.264)             (30.991)         217.648



Gli investimenti effettuati nel corso del periodo, in particolare, riguardano:
Immobili: si tratta di immobile situato nel comune di Roma dove hanno sede in nostri uffici ed il
CED;
Macchinari Elettronici ed Elaboratori: si riferisce a materiale utilizzato sia nelle sedi della società
che lungo tutta la rete dislocata sul territorio;
Centrali telefoniche: trattasi dell’acquisto di centrali telefoniche per il potenziamento e
l’allargamento della rete nel territorio nazionale;
Impianti per infrastrutture di rete: si riferisce a costi sostenuti per la costruzione della rete in fibra
ottica, sia aerea che a terra, per apparati di commutazione e trasmissione, per sistemi di gestione
delle reti e per impianti tecnologici dislocati sul territorio. Sono incluse anche le smart boxes e gli
apparati casa cliente.
 Si rendono inoltre note le seguenti informazioni:
a. la non esistenza di restrizioni sulla titolarità e proprietà di immobili, impianti e macchinari
   impegnati a garanzia di passività;
b. l’ammontare dei costi di ripristino inclusi nel valore di carico relativi a elementi di immobili,
   impianti e macchinari in corso di costruzione è pari ad Euro 167 migliaia;
c. il valore degli ordini emessi per l’acquisto di immobili, impianti e macchinari o altri beni è pari
   ad Euro 691 migliaia.




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                          54
Nella tabella seguente riportiamo il valore lordo delle immobilizzazioni materiali al 31 dicembre
2006 ed i relativi fondi ammortamento.

                             Descrizione           Costo   Storico        Fondo Ammortamento     Netto Contabile



Terreni e fabbricati
Terreni                                                        4.840                        0                 4.840
Immobili                                                     19.009                         0                19.009
Beni in Leasing - Ias 17                                         370                      (50)                     320
Totale terreni e fabbricati                                  24.219                       (50)               24.169
Impianti e macchinari                                             0
Macch.Elet-Elaboratori                                       23.513                   (16.578)                6.935
Centrali telefoniche                                         47.734                   (29.517)               18.217
Macch.industr.specifici                                        2.487                   (1.469)                1.018
Impianti per infras.rete                                    131.605                   (83.797)               47.808
Rete a terra in fibra ottica                                113.671                   (24.691)               88.980
Rete aerea in fibra ottica                                   26.788                    (9.556)               17.232
Telefoni pubblici                                                609                     (567)                      42
Beni in Leasing - Ias 17                                       4.288                   (2.960)                1.328
Totale impianti e macch                                     350.695                  (169.135)             181.560
Altri beni                                                        0
Mobili e arredi                                                4.140                   (2.655)                1.485
Autoveic. da trasporto                                           301                     (142)                     159
Altri mezzi da trasporto                                       2.500                     (919)                1.581
Telefoni cellulari                                                   87                   (73)                     14
Altri beni materiali                                                 38                   (11)                      27
Insegne                                                               5                    (5)                      0
Migliorie su beni di terzi                                    13.833                  (12.197)                1.636
Beni in Leasing - Ias 17                                       4.427                   (2.314)                2.113
Totale altri beni                                             25.331                  (18.316)                7.015
Immobilizzazioni materiali in corso                            4.904                         0                4.904
TOTALE                                                      405.149                  (187.501)             217.648


A partire dall’esercizio 2006 la società ha utilizzato il metodo del fair value per valutare l’intera
categoria dei terreni e fabbricati, all’interno della quale sono presenti l’immobile di San Zeno
(Arezzo) valutato 2,1 milioni di cui 0,42 per il terreno su cui insiste il fabbricato e l’immobile di
Roma valutato 21,6 milioni di cui 4,33 per il terreno.
Relativamente alle assunzioni fatte per l’adozione del nuovo criterio si rimanda al paragrafo
“Sommario dei principi contabili più significativi”.

Si segnala, inoltre, che l’effetto dell’utilizzazione del fair value non ha comportato nessuna
variazione rispetto all’anno 2005 in quanto il valore corrente dell’immobile di San Zeno è risultato
in linea con il valore contabile; per l’immobile di Roma, acquistato a fine anno 2006, ha
determinato un incremento del valore della categoria e del patrimonio per circa 2 milioni di Euro.


La ripartizione dei beni in leasing fra le varie categorie è riportata nella seguente tabella:




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                         55
                                Descrizione                                        Costi Storici al               Fondo ammort. al               Netto Contabile al
                                                                                    31/12/2006                      31/12/2006                      31/12/2006

Fabbricati
Immobili                                                                                                370                            (50)                           320
Totale fabbricati                                                                                       370                            (50)                           320
Impianti e macchinari
  Impianti per infrastrutture di rete                                                                 4.288                         (2.960)                        1.328
Totale impianti e macchinari                                                                          4.288                         (2.960)                        1.328
Altri beni
  Mobili e arredi                                                                                       746                           (412)                           334
   Autoveicoli da trasporto                                                                           3.669                         (1.902)                        1.767
Totale altri beni                                                                                     4.415                         (2.314)                        2.101
TOTALE                                                                                                9.073                         (5.234)                        3.749


Altre attività non correnti

Partecipazioni
                                                                          Patrimonio netto al 31 dicembre
Denominazione                  Sede              Capitale      Quota                    06                     Risultato al 31 dicembre 2006      Valore

                                                 Sociale      possesso     (incluso risultato di periodo)                                         carico

                                                 (Fondo                   amm.compl.      amm.pro-quota        amm.compl.     amm.pro-quota

Euro                                            Consortile)                                     (A)                                                 (B)        (A) - (B)

Società controllate:


Acamtel Spa                    La Spezia         4.500.000       50,00%       3.286.589           1.643.295        131.535             65.768      1.646.256        (2.961)
One Italia Spa (ex Contelia
Srl)                           Roma              16.876.000      53,83%      18.809.653          10.125.236        398.364            214.439     10.503.316     (378.080)

Eutelia Kiev                   Kiev (Ucraina)        35.220      70,00%          31.130               21.791        (4.090)            (2.863)        31.555        (9.764)

Intelia Spa (a)

Molisecom Spa                  Isernia            1.200.000      90,00%       1.315.365           1.183.829          29.506            26.555      1.080.000       103.829

                    TOTALE                                                                     12.974.151                                        13.261.127      316.490


(a) partecipazione ceduta il 09,08,2006




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                                                                56
Le partecipazioni in imprese collegate, il cui valore di Bilancio è indicato nella colonna B, si
compongono nel modo seguente:


                                                                               Patrimonio netto al 31 dicembre
Denominazione                     Sede               Capitale       Quota                    05                      Risultato al 31 dicembre 2005        Valore

                                                     Sociale       possesso     (incluso risultato di periodo)                                            carico

                                                     (Fondo                    amm.compl.      amm.pro-quota         amm.compl.       amm.pro-quota

                                                   Consortile)                                       (A)                                                    (B)           (A) - (B)

Società collegate: dati economico-patrimoniali al 31,12,2005


69 Pass Srl                       Roma                   10.200       49,00%           2.283                 1.119          (5.125)           (2.511)             8.133        (7.014)

Amtel Spa                         Legnano (MI)         677.000        39,00%         487.337               190.061         (81.581)          (31.817)       540.669         (350.608)

Andaro Srl                        Parma                  90.000       24,00%          86.888                20.853          (1.859)             (446)        21.600              (747)
Eunics Spa (ex-Creditmatica)
(f)                               Milano             7.000.000        35,00%      18.154.266           6.353.993       11.563.328           4.047.165      2.490.000       3.863.993

Giary Group Sud Srl               Parma              1.942.000        24,00%       1.760.514               422.523      (123.382)            (29.612)       489.600          (67.077)

Pentacom Servizi 2005 Srl (a) Torino                     20.000       20,00%                                                                                      4.000        (4.000)

Plug It International Srl (b)     Bucarest               70.065       40,00%         345.004               138.002         164.962            65.985                29        137.973

Sistel Com Srl (c)                Sofia                    5.145      30,00%                                     0                                    0           1.555        (1.555)
                                  Boario T.
T@cnologica Srl (d)               (BS)                   20.000       20,00%                                                                                      4.000        (4.000)

Web Appalti Spa (e)               Genova               500.000        40,00%         388.842               155.537         (39.622)          (15.849)       188.285          (32.748)

                         TOTALE                                                                      7.282.088                                            3.747.871       3.534.217


(a) costituita il 30,12,2005
(b) il cambio al 31,12,05 nuova lei / euro 0,27073
(c) costituita il 18,01,2006
(d) costituita il 19,12,2005
(e) i dati si riferiscono al Bilancio annuale chiuso al 30,06,05
(f) dati al 31,12,2006




Titoli finanziari

                         31/12/2006                                                31/12/2005                                                VARIAZIONE
                                                          681                                                        681                                                              0

Trattasi di polizze di capitalizzazione per Euro 681 migliaia emesse dalla compagnia Nuova Tirrena
Ass.ni S.p.A., di cui Euro 181 migliaia con scadenza nell’anno 2007 e i restanti Euro 500 migliaia
con scadenza nel 2010. Entrambe le polizze hanno un tasso di rendimento annuo legato ai principali
indici azionari, quella con scadenza nel 2010 ha comunque un tasso di rendimento minimo garantito
del 2%. E’ intenzione della società mantenere tali polizze fino alla scadenza e considerati i
rendimenti, la Direzione ritiene che il valore contabile dei titoli finanziari approssimi il loro fair
value.

Imposte anticipate

Sulla base dei piani industriali approvati dal Consiglio di Amministrazione la Società sarà in grado
di generare redditi imponibili, come già avvenuto nell’esercizio 2006, tali da permettere l’utilizzo
delle imposte anticipate nei prossimi tre esercizi.


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                                                                          57
La valutazione della permanenza di tale probabile realizzo viene effettuata alla fine di ogni
esercizio.
Per la quantificazione della fiscalità differita sono state considerate le aliquote fiscali attualmente in
vigore, in assenza di previsioni di variazioni per gli esercizi futuri.

Alla data del 31 dicembre 2006 le imposte anticipate si compongono nel modo seguente:

                                                                         Ammontare delle       Effetto fiscale
Imposte anticipate:                                                   differenze temporanee    (aliquota 33%)
Situazione al 31.12.2005                                                             138.420                 45.679
- utilizzo nell'esercizio                                                             -2.799                   -924
+ accantonamento nell'esercizio a:
svalutazione su crediti                                                                   16                       5
Totale                                                                               135.637                  44.760

Le differenze temporanee si riferiscono quanto ad euro 100.209 migliaia a perdite fiscalmente
riportabili di precedenti esercizi e per euro 34.777 migliaia a fondi rischi e fondi svalutazione
crediti eccedenti la quota fiscalmente deducibile.
Si segnala inoltre che esistono ulteriori perdite fiscalmente deducibili ammontanti a complessivi
euro 17.349 migliaia sulle quali la società, in base alle attuali valutazioni di ricuperabilità, non ha
ritenuto opportuno calcolarne le relative imposte anticipate.


Attività non correnti altre

Le attività non correnti altre ammontano ad euro 616 migliaia interamente composte da ratei e
risconti attivi aventi durata superiore ai 12 mesi, che si riferiscono a canoni pluriennali per la
manutenzione di alcuni apparati ed infrastrutture di rete.


7. Attività correnti
Crediti commerciali ed altri crediti

I crediti sono iscritti al valore nominale rettificato, per adeguarlo al presunto valore di realizzo,
tramite l’iscrizione di un fondo svalutazione. Tale fondo è calcolato sulla base delle valutazioni di
recupero effettuate mediante analisi delle singole posizioni e della rischiosità complessiva del
monte crediti.
La Direzione ritiene che il valore contabile dei crediti commerciali e degli altri crediti approssimi il
loro fair value.
Figurano in Bilancio per Euro 174.825 migliaia e risultano composti come riportato nella seguente
tabella:

                                                 Saldo al                Saldo al
Descrizione                                                                                     Variazioni
                                                31/12/2006              31/12/2005

Verso clienti                                           162.112                   178.349                    (16.237)
Crediti Tributari                                             1.740                  2.743                    (1.003)
Altri                                                        10.973                  6.811                     4.162


TOTALE                                                  174.825                   187.903                    (13.078)




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                           58
Il rischio sul credito è essenzialmente attribuibile all’ammontare dei crediti commerciali, che sono
esposti in Bilancio al netto di accantonamenti per inesigibilità dei crediti, stimati dal management
della società sulla base dell’esperienza storica e della loro valutazione nell’attuale contesto
economico.


Il fondo svalutazione crediti è stato determinato per adeguare il valore dei crediti a quello di
presunto realizzo; nel corso del periodo ha subito la seguente movimentazione:


                 Saldo al 31/12/2005                                                38.909
                 Utilizzo del periodo                                                (400)
                 Accantonamento del periodo                                             5
                 Saldo al 31/12/2006                                                38.514



I crediti verso altri ammontano ad Euro 10.973 migliaia e sono composti da depositi cauzionali, da
crediti per pignoramento, anticipi a rete vendita ed anticipi a dipendenti.


Attività finanziarie

Ammontano ad Euro 597 migliaia e si riferiscono a titoli obbligazionari emessi dalla correlata
Finanziaria Italiana S.p.A. e da Eunics S.p.A. (ex-Creditmatica) ed il loro rendimento lordo,
pagabile con cedole semestrali posticipate scadenti a giugno e dicembre o marzo e settembre, è pari
al 4%. La scadenza dei suddetti titoli è compresa nel periodo che va dal 2007 fino al 2012.
Ai fini IAS sono state classificate come detenute per la negoziazione e sono state valutate al fair
value, considerato pari al valore di acquisto rettificato per tener conto degli interessi attivi maturati.

Rimanenze

L’ammontare delle rimanenze, pari a Euro 532 migliaia, è composto dalle voci riportate nella
tabella sottostante:


DESCRIZIONE                             31/12/2006                                 31/12/2005

                              Costo    Svalutaz. Valore netto             Costo    Svalutaz. Valore netto
Set Top Box                        648        -648          0                  648        -648          0
E-Commerce e altri beni              4          -4          0                    4          -4          0
Videocassette                      171        -171          0                  171        -171          0
Merchandising                        3          -3          0                    3          -3          0
Gadget                              13         -13          0                   13         -13          0
Prodotti finiti e merci            532           0       532                     0           0          0
TOTALE                            1371       -839        532                   839       -839           0




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                59
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti

Il saldo rappresenta le disponibilità liquide e l’esistenza di numerario e di valori alla data di
chiusura del periodo.

                                                                Saldo al         Saldo al        Variazione
Descrizione
                                                               31/12/2006       31/12/2005
Depositi bancari e postali                                             25.441          22.191            3.250
Denaro e altri valori in cassa                                             12              11                1
TOTALE                                                                 25.453          22.202            3.251

Per ulteriori commenti si rimanda al rendiconto finanziario.

Attività correnti altre

Le attività correnti altre ammontano ad euro 2.481 migliaia interamente composte da ratei e risconti
attivi aventi durata inferiore ai 12 mesi, e si riferiscono principalmente a canoni pluriennali per la
manutenzione di alcuni apparati ed infrastrutture di rete.




8. Patrimonio netto
Il capitale della Società, è costituito da n. 65.418.038 azioni ordinarie da nominali Euro 0,52
cadauna.

CAPITALE SOCIALE                                                          31/12/2006            31/12/2005

Azioni autorizzate:
Azioni ordinarie                                                                 65.418.038         65.418.038
Valore nominale                                                                        0,52               0,52
Capitale Sociale                                                                 34.017.380         34.017.380

Azioni emesse ed interamente versate:
      All'inizio dell'esercizio                                                  65.418.038

     Esercizio di opzioni                                                                0
     Aumento di capitale a pagamento                                                     0

     Alla fine dell'esercizio                                                    65.418.038

Le uniche variazioni rispetto al precedente esercizio riguardano l’incremento netto di azioni proprie
per Euro 1.361 migliaia per un totale di 1.685 migliaia di euro ed il totale ripianamento, mediante
utilizzo della riserva sovrapprezzo azioni, della perdita registrata al 31/12/2005.

Per il dettaglio della movimentazione del patrimonio netto si rimanda alla tabella B.3 all’inizio del
presente documento.

Si fornisce di seguito il prospetto analitico sulla disponibilità delle riserve alla data del 31 dicembre
2006.


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                       60
                                                                   Distribuibili     Disponibili      Vincolate
Sovrapprezzo azioni                                                              0         158.133                0
Avanzo da concambio                                                         95.210               0                0
Avanzo di fusione                                                            5.030               0                0
Riserva IAS FTA                                                                  0               0              783
Altre riserve                                                                    0               0            1.560
TOTALE                                                                     100.240         158.133            2.343

Le azioni proprie possedute sono 264.019

                                                                                                      Val. Carico
                                                           N° azioni Val. Nominale Quota % Cap.Soc.     €/000
Situazione al 01.01.2006                                        44.563      23.173       0,07%                   344
Acquisti                                                       224.456     116.717       0,34%                 1.380
Vendite                                                          -5.000     -2.600      -0,01%                   -39
Situazione al 31.12.2006                                       264.019     137.290      0,40%                  1.685

Le altre riserve includono gli effetti cumulativi delle rettifiche, positive e negative, previste
dall’IFRS 1 per il passaggio agli IAS.

9. Passività non correnti
Fondi rischi ed oneri

Ammontano ad Euro 19.088 migliaia e riguardano principalmente:

    •    Euro 664 migliaia per indennità suppletiva di clientela
    •    Euro 4.379 migliaia per eventuali rischi tributari
    •    Euro 1.524 migliaia per rischi su contenziosi societari
    •    Euro 12.491 migliaia per imposte differite passive

Di seguito si riporta la movimentazione di ogni singolo fondo:

Fondo indennità suppletiva clientela

Il fondo è relativo all’indennità suppletiva di clientela; rappresenta la miglior stima delle risorse
economiche necessarie per eventuali indennità dovute agli agenti in caso di scioglimento del
contratto di agenzia per fatti non imputabili agli stessi.

                           SALDO al 31/12/2005                                         563
                           Incremento per accantonamento                               103
                           Decremento per utilizzo                                      (2)
                           SALDO al 31/12/2006                                         664


Fondo rischi tributari

                           SALDO al 31/12/2005                                        2.587
                           Incremento per accantonamento                              2.057
                           Decremento per utilizzo                                    (265)
                           SALDO al 31/12/2006                                        4.379




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                            61
Il Fondo Rischi per Contenziosi Tributari ammonta per 4.194 migliaia di Euro e rappresenta la
miglior stima degli amministratori in relazione alla potenziale obbligazione tributaria che potrebbe
scaturire dai processi verbali di constatazione (PVC) che l’Agenzia delle Entrate ha notificato alla
società in dicembre 2006. La quota residua, pari ad Euro 185 migliaia è relativa a potenziali
passività rivenienti dall’avviso di accertamento, relativo all’incorporata New Dial, notificato in
data 20/12/2005 avverso il quale la società ha comunque proposto tempestivo ricorso alla
competente Commissione Tributaria.


Fondo rischi su contenziosi societari

                         SALDO al 31/12/2005                                3.490
                         Incremento per accantonamento                          0
                         Decremento per utilizzo                          (1.056)
                         Decrementi altri                                   (910)
                         SALDO al 31/12/2006                                1.524


Il fondo rischi su contenziosi societari risulta composto principalmente da cause con ex-dipendenti
e da richieste danni da clienti. L’utilizzo è determinato dagli importi di soccombenza determinatisi
nei giudizi civili e precedentemente accantonati. La Società non ha ritenuto opportuno dover
accantonare cifre ulteriori, ma ritenendo il fondo più che capiente ha proceduto allo storno
dell’eccedenza individuata attraverso la valutazione dei rischi di soccombenza. Tale importo ha
generato ricavi non ricorrenti di pari valore iscritti tra gli altri proventi.

Fondo imposte differite

                           SALDO al 31/12/2005                            7.759
                           Incremento per accantonamento                  4.732
                           Decremento per utilizzo                            0
                           SALDO al 31/12/2006                           12.491


Il fondo risulta alimentato dalle imposte differite passive generate dalla differenza scaturente
dall’applicazione delle aliquote di ammortamento utilizzate in Bilancio e quelle fiscali utilizzate per
la determinazione del reddito imponibile della Società. Per la quantificazione della fiscalità differita
sono state considerate le aliquote fiscali attualmente in vigore, in assenza di previsioni di variazioni
per gli esercizi futuri.

Trattamento fine rapporto

Il debito è costituito dagli obblighi posti a carico del datore di lavoro dalle leggi e dagli accordi
contrattuali. Si evidenziano le seguenti movimentazioni nel corso del periodo:

                           SALDO al 31/12/2005                            3.654
                           Incremento per accantonamento                  1.113
                           Decremento per utilizzo                      (1.147)
                           SALDO al 31/12/2006                            3.620


Il debito è esposto al netto degli anticipi corrisposti.

Il trattamento di fine rapporto (TFR), in quanto benefit riconosciuto successivamente al rapporto di
lavoro, deve essere considerato come un programma a benefici definiti.


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                              62
L’ammontare del TFR già maturato dovrà essere proiettato al futuro per stimare l’ammontare da
pagare al momento della risoluzione del rapporto di lavoro, ed il valore ottenuto dovrà essere
successivamente attualizzato per tenere conto del tempo che trascorrerà prima dell’effettivo
pagamento. L’effetto di tale attualizzazione sugli accantonamenti del periodo ammonta ad euro 127
migliaia.

Ipotesi attuariali ed economico finanziarie

Data di calcolo                                                                              31/12/2006
Tasso di mortalità                                                                          Tavole IPS55
Tassi di invalidità                                                                       Tavole INPS-2000
Tasso di rotazione del personale                                                               3,00%
Tasso di attualizzazione                                                                       4,00%
Tasso incremento retribuzioni Operai                                                           3,00%
Tasso incremento retribuzioni Impiegati                                                        3,00%
Tasso incremento retribuzioni Quadri                                                           3,00%
Tasso incremento retribuzioni Dirigenti                                                        3,00%
Tasso di anticipazioni                                                                         2,00%
Tasso d'inflazione                                                                             1,50%



Prestiti e finanziamenti

La voce ammonta ad euro 16.415 migliaia e risulta composta dalla parte a medio lungo termine
(oltre l’esercizio successivo) dei due mutui di seguito descritti:

    -   Un mutuo ipotecario sottoscritto con CentroBanca che Eutelia si è accollata nell’acquisto
        dell’immobile sito nel comune di Arezzo. Tale finanziamento è rimborsabile entro 4 anni ed
        al 31 dicembre 2006 il debito residuo ammonta ad euro 879 migliaia di cui euro 654
        migliaia oltre l’esercizio successivo.

Brevemente se ne riportano le caratteristiche:

                   Finanziamento CentroBanca

                   Istituto erogante                                            CentroBanca
                   Importo originario                                         Euro 1.150.000
                   Data stipula                                                  25/07/2005
                   Data scadenza                                                 25/07/2010
                   Tasso                                              euribor 3 mesi + 0,95%
                   Quota rimborsabile a breve termine: Euro/000                          225
                   Quota rimborsabile a lungo termine: Euro/000                          654
                   Garanzie                                       ipoteca sull'immobile


    -   La Società, inoltre, a fine anno ha acceso un mutuo quindicennale di Euro 15,6 milioni con
        Intesa-S.Paolo per l’acquisito dell’immobile sede della filiale romana e della principale
        centrale telefonica della società. L’immobile è valutato 21,6 milioni di euro. Tale
        finanziamento è rimborsabile entro 15 anni ed al 31 dicembre 2006 il debito residuo
        ammonta ad euro 15.600 migliaia di cui euro 14.832 migliaia oltre l’esercizio successivo.
    Brevemente se ne riportano le caratteristiche:




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                       63
                         Finanziamento Banca Intesa

                         Istituto erogante                                             Intesa-S.Paolo
                         Importo originario                                          Euro 15.600.000
                         Data stipula                                                     27/12/2006
                         Data scadenza                                                    31/12/2021
                         Tasso                                                  euribor 6 mesi +0,5%
                         Quota rimborsabile a breve termine: Euro/000                            768
                         Quota rimborsabile a lungo termine: Euro/000                         14.832
                         Garanzie                                         ipoteca sull'immobile


La restante parte è imputabile al debito per i canoni leasing a scadere.

Debiti per leasing finanziari

I contratti di locazione sono classificati come locazioni finanziarie ogniqualvolta i termini del
contratto sono tali da trasferire sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà al locatario.
Tutte le altre locazioni sono considerate operative.
Le attività oggetto di contratti di locazione finanziaria sono rilevate come attività della società al
loro fair value alla data di stipulazione del contratto, oppure, se inferiore, al valore attuale dei
pagamenti minimi dovuti per il leasing. La corrispondente passività verso il locatore è inclusa nello
stato patrimoniale come passività per locazioni finanziarie. I pagamenti per i canoni di locazione
sono suddivisi fra quota capitale e quota interessi in modo da raggiungere un tasso di interesse
costante sulla passività residua. Gli oneri finanziari sono direttamente imputati al conto economico
del periodo.

Figurano in Bilancio per Euro 2.449 migliaia e risultano così composti:

                                                                                   Pagamenti min. dovuti per il leasing
                                                                                    31/12/2006             31/12/2005
Debiti per leasing finanziari:
esigibili entro un anno                                                                           1.726                 2.495
esigibili da 1 a 5 anni                                                                           1.092                 1.936
                                                                                                  2.818                 4.431

Dedotti gli addebiti per oneri finanziari futuri                                                   369                    564


Valore attuale dei debiti per locazioni finanziarie come quota capitale                           2.449                 3.867




                                                                                Valore attuale pagamenti min. dovuti per il
                                                                                                  leasing
                                                                                    31/12/2006              31/12/2005
Debiti per leasing finanziari:
esigibili entro un anno                                                                           1.683                 2.433
esigibili da 1 a 5 anni                                                                           1.065                 1.888

Valore attuale dei debiti per locazioni finanziarie                                               2.748                 4.321




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                    64
Eutelia acquisisce in locazione finanziaria principalmente autoveicoli, apparati ed infrastrutture
telefoniche per il potenziamento della rete nel territorio nazionale, ed impianti per infrastrutture di
rete sia aerea che a terra.
La maggior parte dei contratti di leasing ha una durata di 36 mesi.
Al 31 dicembre 2006, il tasso effettivo di tali contratti era del 9%. I tassi d’interesse sono fissati alla
data di stipulazione del contratto. Tutti i contratti di leasing in essere sono rimborsabili attraverso
un piano a rate costanti e contrattualmente non è prevista alcuna rimodulazione del piano originario.
Tutti i contratti sono denominati nella valuta di conto (euro).
Il fair value dei leasing finanziari contratti, approssima il valore contabile.
I debiti per leasing finanziari sono garantiti al locatore attraverso i diritti sui beni in locazione.


Passività non correnti altre

Ammontano ad Euro 101.766 migliaia e sono riferiti ai ricavi rivenienti dalla concessione a terzi
operatori delle infrastrutture della società (IRU). La metodologia di contabilizzazione seguita per
tali ricavi prevede infatti che gli stessi vengano riconosciuti a conto economico lungo la durata del
contratto. La durata di detti contratti è fino a 25 anni.




10. Passività correnti
Debiti commerciali e altri debiti

I debiti commerciali sono rilevati al valore nominale ed il dettaglio della voce è il seguente:

DEBITI COMMERCIALI ED ALTRI DEBITI                              31/12/2006      31/12/2005     DIFFERENZA


Debiti verso fornitori e fatture da ricevere                           96.562        123.394        (26.832)
Debiti verso altri                                                     19.811         20.971         (1.161)
                                                    TOTALE            116.373        144.365        (27.993)

Sono compresi importi connessi ad acquisti di natura commerciale e altre tipologie di costi.
Il management stima che il valore contabile dei debiti verso fornitori e altri debiti approssimi il loro
fair value. Nella voce debiti verso altri 1.596 migliaia di euro sono dovuti a debiti verso istituti di
previdenza; la voce include inoltre gli acconti versati da clienti per euro 14,1 milioni, la
valorizzazione delle ferie da fruire dai dipendenti al 31 dicembre 2006 per euro 762 migliaia e gli
stipendi relativi al mese di dicembre 2006 che verranno liquidati nel corso del mese successivo.
Infine, concorrono alla formazione del saldo anche i depositi cauzionali ricevuti da clienti pari ed
euro 204 migliaia.


Scoperti e finanziamenti bancari

Il debito verso banche è rappresentato principalmente da un’operazione finanziaria con Unicredit
per Euro 10 milioni, da scoperti di conto corrente per euro 8.570 migliaia, dalla quota a breve dei
mutui sottoscritti per l’acquisto degli immobili (per euro 992 migliaia) e dalla quota a breve dei
debiti finanziari derivanti dall’applicazione dello IAS 17 (per euro 1.520 migliaia).


RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                  65
Obbligazioni convertibili

Le obbligazioni convertibili sono strumenti finanziari composti da una componente di passività e
una componente di patrimonio netto. Alla data di emissione, il fair value della componente di
passività è stimato utilizzando il tasso di interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari
non convertibili. La differenza fra l’importo netto ricavato dall’emissione e il fair value assegnato
alla componente di passività, che rappresenta l’opzione implicita di convertire le obbligazioni in
azioni della società, è inclusa nel patrimonio netto come riserva di capitale.
Gli eventuali costi di emissione sono suddivisi fra la componente di passività e la componente di
patrimonio netto in base al loro rispettivo valore contabile alla data di emissione. La parte relativa
al patrimonio netto è posta direttamente a riduzione dello stesso.

Gli interessi passivi relativi alla componente di passività sono calcolati usando il tasso di interesse
corrente sul mercato per obbligazioni similari non convertibili. La differenza fra questo ammontare
e l’interesse effettivamente pagato è aggiunta al valore contabile delle obbligazioni convertibili.

Il derivato implicito (opzione di conversione in proprie azioni) è, secondo i §§ 29, 30, 31 e 32 dello
IAS 32, uno strumento di equity e tale deve essere classificato al momento dell’emissione.
Pertanto, un’obbligazione convertibile deve essere scorporata in uno strumento di debito
(obbligazione) e uno strumento di equity (iscrizione a Patrimonio netto del valore dell’opzione), e
la determinazione del valore dell’opzione si ricava in base a quanto definito dal §AG31 e dallo Ias
32.

Il valore da contabilizzare a Patrimonio Netto è la differenza tra valore emesso e valore calcolato
secondo quanto detto precedentemente. La riserva di Patrimonio Netto rappresenta i maggiori
interessi che sarebbero stati corrisposti senza la conversione.

In base a IFRS 1 par. 23, il neo utilizzatore non è tenuto a separare le due componenti se la
componente del passivo non è più sussistente prima della data di passaggio agli IFRS.

OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI


Valore nominale del prestito obbligazionario emesso                                              17.000
Componente di patrimonio netto (al netto di imposte differite)                                    (760)
Imposte differite passive                                                                         (198)
Valore al 31/12/2005                                                                             16.042
Interessi contabilizzati                                                                            715


Componente di debito alla data del 31 dicembre 2006                                              16.757



Trattasi del Prestito obbligazionario “Eutelia 2004-2007 Convertibile” deliberato dall’assemblea
straordinaria del 26/06/2004 di Eutelia ante fusione. Il prestito è stato parzialmente convertito nel
mese di maggio 2005 per nominali Euro 17 milioni ad un prezzo di esercizio di Euro 9,375 per
azione. Le caratteristiche del prestito obbligazionario sono le seguenti:




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                             66
Prestito obbligazionario “Eutelia 2004-2007 Convertibile”

Importo originario di emessione: Euro 34.000.000 costituito da numero 6.800 obbligazioni dal
valore nominale di Euro 5.000 cadauna. Periodo di sottoscrizione 10/08/2004 – 31/12/2004.
Scadenza 30/04/2007. Le obbligazioni non fruttano interessi.

Debiti tributari

DEBITI TRIBUTARI                                      31/12/2006        31/12/2005        DIFFERENZA


Ritenute da versare                                            1264               1.157               107
Imposte sul reddito                                              120                301              -181
imposte indirette ex l.289/02                                    263                263                 0
IVA a debito                                                       0              1.726            -1.726
TOTALE                                                         1.647              3.447            -1.800



La ritenute da versare rappresentano il debito verso l’Erario per le trattenute operate quale sostituto
d’imposta e risultano correttamente versate alla scadenza prevista dalle disposizioni normative.
I debiti per imposte su reddito rappresentano i versamenti che dovranno essere effettuati alle
scadenze fiscali.


Altre passività correnti

La voce passività correnti altre è composta da ratei e risconti passivi che ammontano a euro 4.270
migliaia e sono principalmente riferiti ai ricavi rivenienti dalla concessione a terzi operatori delle
infrastrutture della società (IRU) con competenza entro i 12 mesi ed ai loro canoni annuali di
manutenzione. La metodologia di contabilizzazione seguita per tali ricavi prevede infatti che gli
stessi vengano riconosciuti a conto economico lungo la durata del contratto.

11. Garanzie
La società ha prestato fidejussioni rilasciate a terzi principalmente per scavi e posa fibra,
partecipazioni a gare ed appalti e contratti di interconnessione; la composizione è la seguente:


                                                           31 dicembre 2006          31 dicembre 2005


Garanzie ricevute da terzi:
    Banca di Roma                                                          821                       812
    La Fondiaria                                                         3.440                       154
    Sic Assicurazione                                                    2.058                     4.071
    Finanziaria Italiana                                                    26                     1.147
    C.R.T.                                                                                             8
    Liguria Assicurazioni                                                     9                        9
    Nuova Tirrena                                                                                      1
Totale garanzie ricevute da terzi                                        6.354                     6.202

Totale                                                                   6.354                     6.202




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                  67
Le garanzie ricevute da terzi a favore della società riguardano principalmente:
   • per Euro 3,2 milioni, fidejussioni rilasciate da La Fondiaria. I beneficiari di tali garanzie
       sono vari comuni per la concessione per scavi e posa fibra;
   • per Euro 2 milioni, fidejussioni rilasciate da Sic Assicurazioni a garanzia di un rimborso
       IVA;
   • per Euro 0,5 milioni, fidejussioni rilasciate da Banca di Roma a garanzia di una convenzione
       con A.N.A.S. Ente Nazionale per le Strade;
   • per Euro 0,3 milioni, fidejussioni rilasciate da Banca di Roma a garanzia dei rapporti di
       interconnessione.




12. Utili per azione


Il calcolo dell’utile per azione di base e diluito è basato sui seguenti dati:

UTILI PER AZIONE                                                                         31/12/2006           31/12/2005
                                                                                        Valori in euro       Valori in euro
Utili
Utile netto dell'esercizio (euro)                                                              -8.745.000            -3.288.000
Effetto di diluizione derivante da azioni ordinarie potenziali:                                         0                     0
Interessi su azioni convertibili (al netto delle imposte)                                               0                     0
Utile per le finalità di determinazione degli utili per azione diluiti                         -8.745.000            -3.288.000


Numero di azioni
Numero medio ponderato di azioni ordinarie                                                     65.418.038           65.418.038
Effetti di diluizione derivanti da azioni ordinarie potenziali:
opzioni su azioni                                                                                       0                     0
obbligazioni convertibili                                                                       1.813.333             1.813.333

Numero medio ponderato di azioni ordinarie per determinare l'utile per azione diluito          67.231.371           67.231.371


UTILE BASE PER AZIONE                                                                               -0,134                 -0,050
UTILE PER AZIONE DILUITO                                                                            -0,130                 -0,049




13. Informazioni sui rischi finanziari

RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                        68
Gestione Rischi Finanziari

Le attività della società sono esposte ai consueti rischi finanziari: il rischio di mercato (inclusivo del
rischio cambio e del rischio prezzo), il rischio di credito ed il rischio di interesse. La strategia
adottata dalla società in merito alla gestione dei rischi finanziari si basa sulla impossibilità di poter
influenzare i mercati esterni, conseguentemente la strategia adottata si focalizza sul tentativo di
ridurre gli effetti negativi per le performance finanziarie della società stessa.

Rischio di mercato

La società opera perlopiù a livello nazionale oltre che a livello internazionale ed è esposta, anche se
in maniera del tutto marginale, al rischio delle oscillazioni dei cambi originatesi nel mercato delle
valute estere, principalmente dollaro e lira sterlina; la società non pone in essere attività di
copertura specifica di tale rischio.


Rischio di credito

La società non manifesta significative concentrazioni del rischio di credito in quanto la strategia
adottata relativa agli affidamenti concessi ai clienti è basata su un’approfondita selezione del
portafoglio.

Rischio di interesse

La società non ha in essere significative attività finanziarie e la redditività non risulta dipendente
dall’andamento dei tassi di interesse.

Inoltre i tassi di interesse relativi a finanziamenti a medio-lungo termine risultano variabili,
conseguentemente la società non risulta sottoposta al rischio di oscillazione dei tassi.




14. Operazioni con parti correlate



RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                69
Gli effetti sul conto economico e sullo stato patrimoniale della società, per l’esercizio 2006, dei
rapporti intrattenuti con parti correlate, identificate secondo il principio contabile IAS 24, sono
riportati di seguito:


                                                                                             Parti correlate
         Incidenza delle operazioni con parti correlate               Totale *
                                                                                       Valore assoluto       %
    * voci del bilancio Eutelia interessate da operazioni con parti correlate
    a) Incidenza delle operazioni con parti correlate sulle
    voci dello stato patrimoniale
    Crediti commerciali                                                     174.825                490      0,28%
    Attività finanziarie a lungo termine                                      10.503             4.206     40,05%
    Attività finanziarie a breve termine                                           -                 -      0,00%
    Debiti commerciali                                                      116.373                 32      0,03%
    Passività finanziarie a lungo termine                                          -                 -      0,00%
    Passività finanziarie a breve termine                                          -                 -      0,00%

    b) Incidenza delle operazioni con parti correlate sulle
    voci di conto economico
    Ricavi operativi                                                       430.519                 965      0,22%
    Costi di acquisto e prestazioni di servizi                             354.726               3.683      1,04%
    Proventi finanziari                                                          -                   -      0,00%

    c) Incidenza delle operazioni con parti correlate sui
    flussi finanziari
    Ricavi operativi                                                       430.519                760       0,18%
    Costi di acquisto e prestazioni di servizi                                   -                  -       0,00%
    Proventi finanziari                                                          -                  -       0,00%
    Oneri finanziari                                                             -                  -       0,00%



La tabella riporta anche l’incidenza dell’effetto economico dell’operazione risultante dal
conferimento del portale Leonardo.it alla controllata One Italia S.p.A..




15. Eventi ed operazioni significative non ricorrenti



RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                              70
 Ai sensi della Comunicazione Consob del 28 luglio 2006 si precisa che le operazioni significative
 non ricorrenti poste in essere nell’esercizo 2006, dalle quali sono derivati oneri pari a complessivi
 Euro 3.594 migliaia e proventi pari a complessivi Euro 11.461 migliaia, sono risultate le seguenti:
     - transazione Meliorbanca;
     - conferimento portale Leonardo.it.

 Entrambe le operazioni sono già state descritte sia in relazione sulla gestione che nelle note del
 presente documento.


                   Eventi ed operazioni significative non ricorrenti
                                                                         Risultato del       Indebitamento      Flussi Finanziari
                                                    Patrimonio netto
                                                                           periodo          finanziario netto          (*)
                                                      Val ass     %    Val ass      %       Val ass      %      Val ass      %
Valori di bilancio (A)                                286.099           (8.745)              (22.802)              4.815
Effetto transazione Meliorbanca                        (4.459) 1,56%    (4.459)   50,99%      (7.106) 31,16%     (7.106) 147,58%
Effetto conferimento portale Leonardo.it               (1.081) 0,38%      (478)    5,46%      (4.778) 20,95%     (4.778) 99,23%



Totale (B)                                                  (5.540) 1,94%        (4.937) 56,45% (11.884) 52,12% (11.884) 246,81%
Valore figurativo lordo in bilancio (A+B)                  280.559             (13.682)                 (34.686)            (7.069)
(*) i flussi finanziari si riferiscono all'aumento (o diminuzione) nell'esercizio delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti




 16. Posizioni derivanti da operazioni atipiche e/o inusuali
 Nell’ambito di una più generale riorganizzazione delle attività aziendali che vedono la
 focalizzazione nei servizi cosiddetti wholesale di alcuni settori di business, nel corso dell’esercizio,
 la società ha concluso un accordo per affidare alla società Voiceplus S.r.l. la gestione delle
 numerazioni non geografiche.




 17. Posizione finanziaria netta



 RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                                      71
Secondo quanto richiesto dalla comunicazione Consob del 28 luglio 2006 e in conformità con la
Raccomandazione del CESR del 10 febbraio 2005 "Raccomandazioni per l’attuazione uniforme del
regolamento della Commissione Europea sui prospetti informativi”, si segnala che la posizione
finanziaria netta della società al 31 dicembre 2006 è la seguente:


                                                                          31-dic-06             31-dic-05
                                                                         Eutelia SpA           Eutelia SpA
                                                             Euro/000
  Componenti attive


  Crediti finanziari a breve termine                                      3.038                 5.830
  Investimenti finanziari a breve                                         1.278                 1.581
  Disponibilità liquide                                                  16.685                 9.551
  Depositi - mercato monetario                                           10.453                12.651
                                              Totale componenti attive                31.454                29.613


  Componenti passive


  Debiti finanziari a medio lungo termine                                         (16.416)              (18.586)
  Debiti finanziari a breve termine                                               (37.840)              (22.646)
                                            Totale componenti passive             (54.256)              (41.232)
  Posizione finanziaria netta IAS                                                 (22.802)              (11.619)


Il peggioramento della posizione finanziaria netta è riconducibile esclusivamente all’accensione del
mutuo per 15,6 milioni di euro, finalizzato all’acquisto dell’immobile di Roma.




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                               72
              Relazione sulla gestione del Gruppo

Premessa

La presente relazione è stata redatta al fine di commentare i più rilevanti dati patrimoniali ed
economici del Gruppo Eutelia.
Per tutte le altre informazioni (cenni sulla gestione, rapporti con imprese collegate e correlate,
corporate governance, fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio, evoluzione della
gestione)- in considerazione del fatto che la Capogruppo Eutelia rappresenta il fulcro del Gruppo sia
come attività che come effetti contabili- rimandiamo a quanto esposto e riportato nella relazione
sulla gestione individuale.



1) AREA DI CONSOLIDAMENTO




   L’area di consolidamento al 31 dicembre 2006, è così costituita:
   •   la partecipazione detenuta in Acamtel S.p.A. con una quota del 50%, è stata consolidata con
       il metodo proporzionale;
   •   la partecipazione detenuta in One Italia S.p.A (ex Contelia S.r.l.) con una quota del 53,83%,
       è stata consolidata integralmente;
   •   la partecipazione detenuta in Molisecom S.p.A. con una quota del 90%, è stata consolidata
       integralmente;
   •   la partecipazione detenuta in Eutelia Kyiv S.r.l. con una quota del 70%, è stata consolidata
       integralmente.



RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                                         73
1.1 Dati essenziali delle società consolidate

Di seguito riportiamo in forma sintetica i dati di bilancio delle società che rientrano nell’area di
consolidamento.

Acamtel S.p.A.

Sede Legale: La Spezia
Capitale Sociale: euro 4.500.000
Percentuale di partecipazione Eutelia: 50 %                   Euro/1000                 Euro/1000
                                                            31/12/2006                31/12/2005

totale immobilizzazioni                                              411                         273
attivo circolante                                                  7.095                       8.431
patrimonio netto                                                   3.287                       3.155
debiti verso banche                                                    0                           0

ricavi della produzione                                            4.068                       5.111
utile (perdita) operativo netto                                      226                         291
costo del personale                                                  289                         293
risultato d'esercizio netto                                          132                         118


Eutelia Kyiv Srl

Sede Legale: Kyiv (Ucraina)
Capitale Sociale: euro 50.000
Percentuale di partecipazione Eutelia: 70 %                   Euro/1000                 Euro/1000
                                                            31/12/2006                31/12/2005

totale immobilizzazioni                                                0                             0
attivo circolante                                                     31                             5
patrimonio netto                                                      31                             5
debiti verso banche                                                    0                             0

ricavi della produzione                                               66                              0
utile (perdita) operativo netto                                         4                           (2)
costo del personale                                                   20                              0
risultato d'esercizio netto                                           (2)                           (2)



One Italia S.p.A. (ex Contelia S.r.l.)

Sede Legale: Roma
Capitale Sociale: euro 16.876.000
Percentuale di partecipazione Eutelia: 53,83 %                Euro/1000                 Euro/1000
                                                            31/12/2006                31/12/2005

totale immobilizzazioni                                           18.296                         210
attivo circolante                                                  9.713                       5.108
patrimonio netto                                                  18.804                         170
debiti verso banche                                                    0                           0

ricavi della produzione                                           18.347                       8.390
utile (perdita) operativo netto                                    1.792                         315
costo del personale                                                3.570                         238
risultato d'esercizio netto                                          392                         152


RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                                          74
Molisecom S.p.A.

Sede Legale: Isernia
Capitale Sociale: euro 1.200.000
Percentuale di partecipazione Eutelia: 90 %    Euro/1000     Euro/1000
                                              31/12/2006    31/12/2005

totale immobilizzazioni                             2.667           3.042
attivo circolante                                   1.323             868
patrimonio netto                                    1.315           1.286
debiti verso banche                                     0               0

ricavi della produzione                               726                250
utile (perdita) operativo netto                       124                131
costo del personale                                    73                  0
risultato d'esercizio netto                            30                106




RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                75
2) ANDAMENTO DELLA GESTIONE

2.1 L’andamento dei ricavi, il risultato economico ed i principali indici


Nel corso dell’esercizio 2006, i ricavi di Gruppo hanno raggiunto Euro 446,6 milioni, con un
EBITDA che raggiunge circa 50 milioni di Euro sostanzialmente in linea con il dato del primo
semestre, dove si era attestato a 26,6 milioni di Euro.

L’andamento dei ricavi nel secondo semestre 2006 mostra una contenuta flessione, da attribuirsi
principalmente alla riduzione di alcune tariffe, nonché all’azione di repricing intrapresa nei
confronti dei principali carrier mirata al miglioramento dei margini.

Il risultato netto di Gruppo si attesta ad Euro 337 migliaia, ascrivibile in parte all’applicazione del
metodo del patrimonio netto nella valutazione delle società collegate.

Il risultato di terzi ammonta ad Euro 203 migliaia.

I flussi di cassa risultano positivi per Euro 48,5 milioni.

(in migliaia di euro)                                   31-dic-06              31-dic-05*            Differenza

Utile (Perdita)                                                       337               (22.465)                 1.338

Ammortamenti e Svalutazioni                                         48.144                63.770                (8.028)

Totale cash flow                                                    48.481                41.305                (6.690)
* I dati esposti sono dati annuali pro forma

In aggiunta agli indicatori finanziari convenzionali previsti dagli IFRS, viene utilizzato l’indicatore EBITDA
(o Margine Operativo Lordo), già utilizzato da Eutelia come financial target nelle proprie presentazioni,
calcolato come segue:

         EBITDA = EBIT (Risultato Operativo) +/- Svalutazione (Ripristino di valore) di Attività non Correnti
         +/- Minusvalenze (Plusvalenze) da realizzo di Attività non Correnti + Ammortamenti/Accantonamenti

2.2 I ricavi

I ricavi delle vendite e delle prestazioni possono essere suddivisi nelle seguenti categorie in base
alla loro tipologia:
                                                                                                   31/12/2006
Vendite Retail                                                                                              191.000
Vendite Wholesale                                                                                           236.435
Altri non allocati                                                                                            19.161
TOTALE                                                                                                      446.596

La ripartizione dei ricavi per area di business evidenzia come il segmento Retail incida per il 43%
dei ricavi, mentre il segmento Wholesale per il 53%. Gli “altri ricavi non allocati” incidono per il
4% e si riferiscono principalmente a proventi non caratteristici (affitti, manutenzioni, recupero
spese) e sopravvenienze per crediti precedentemente svalutati.


RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                                                          76
Il settore Retail è l’area di business incentrata sull’offerta di servizi voce, dati ed internet, in accesso
diretto (ULL) o in interconnessione (CPS), a clienti business e consumer.

Il settore Wholesale si caratterizza per quattro tipologie di clienti/servizi:
             a) carriers - transito e terminazione di traffico internazionale;
             b) reseller/ISP - offerta di fonia, internet ed outsourcing di servizi di rete per reseller,
                  operatori locali, ISP e phone center;
             c) infrastrutture - offerta di banda e fibra ottica;
             d) il settore Premium, che concerne l’offerta di servizi di fonia a valore aggiunto rivolti
                  a centri servizi e call centers.

L’attività della Gruppo è svolta principalmente sul mercato italiano. In particolare, i ricavi risultano
così ripartiti:

                                           RICAVI PER AREA GEOGRAFICA


                                                        Estero
                                                         7%




                                                                        Italia
                                                                        93%


                                                             Italia   Estero

L’attività estera viene effettuata prevalentemente nei paesi della Comunità Europea. Si evidenzia la
presenza in Romania, tramite società collegata, in qualità di operatore con licenza nazionale di
telefonia fissa.

2.3 I costi operativi
I costi per servizi sono suddivisibili secondo questo dettaglio:
COSTI OPERATIVI                                                                31/12/2006      31/12/2005*     VARIAZIONE
Costi per acquisti                                                                     1.918           1.286              632
Per servizi                                                                          362.273         404.849         (42.576)
Per il personale                                                                      28.497          31.291          (2.794)
Altri costi operativi                                                                  3.228           4.706          (1.478)
Ammortamento immobilizzazioni immateriali                                             16.394          31.985         (15.591)
Ammortamento immobilizzazioni materiali                                               31.548          30.624              924
Accantonamenti, ripristini e svalutazioni attività non correnti                        2.270           1.602              668
TOTALE                                                                               446.128         506.343         (60.215)
* I dati esposti sono dati annuali pro forma


Il decremento più significativo riguarda la voce dei servizi telefonici, ed in particolare
l’interconnessione passiva verso gli altri operatori telefonici, conseguenza diretta dell’azione di
repricing intrapresa nei confronti dei principali carrier mirata al miglioramento dei margini, che ha
prodotto una conseguente riduzione anche dei ricavi.
Il costo per il personale dipendente, pari a Euro 28.497 migliaia, registra una flessione rispetto
all’esercizio precedente, derivante principalmente alla diminuzione del costo medio per dipendente
ed alla riorganizzazione del personale all’interno della struttura.

RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                                                                  77
2.4 Gli investimenti
Gli investimenti ammontano complessivamente a 57.488 migliaia di Euro e sono derivati da:
 INVESTIMENTI                                                                                     31/12/2006
Immobilizzazioni immateriali                                                                                         26.267
Immobilizzazioni materiali                                                                                           28.713
Immobilizzazioni finanziarie                                                                                          2.508
TOTALE                                                                                                               57.488


Gli investimenti in immobilizzazioni immateriali riguardano principalmente l’acquisizione di diritti
                   pluriennali di utilizzo su infrastrutture di terzi (IRU).
                   Gli investimenti in immobilizzazioni materiali sono relativi all’ampliamento
                   delle infrastrutture di rete installate sul territorio nazionale, al fine di estendere e
                   potenziare i servizi del Gruppo offerti alla clientela, in particolare per il progetto
                   Wi-Fi, l’innovativo servizio a banda larga basato su tecnologia wireless, che la
                   società prevede di offrire su 250 bacini urbani nell’arco dei prossimi esercizi.
                   All’interno delle immobilizzazioni materiali si registra un significativo
                   incremento ascrivibile all’acquisto dell’immobile di Roma.

L’incremento delle immobilizzazioni finanziarie deriva dall’acquisto del 35% della società Eunics
S.p.A., che nel mese di giugno 2006 ha acquisito il ramo d’azienda operativo (assets industriali,
contratti commerciali, dipendenti, società partecipate) della Getronics Solutions Italia S.p.A.,
operante nel settore della ICT (Information & Communication Technology).



2.5 La Posizione Finanziaria Netta

La posizione finanziaria netta, alla fine dell’esercizio 2006, risulta negativa per Euro 20.236
migliaia ed è composta come segue:

                                                                             31-dic-06               31-dic-05
                                                              Euro/000    Gruppo Eutelia          Gruppo Eutelia
  Componenti attive


  Crediti finanziari a breve termine                                        3.038                   5.830
  Crediti finanziari a medio lungo termine                                        -                       -
  Investimenti finanziari a breve                                           1.284                     681
  Disponibilità liquide                                                                  30.343                  23.110


                                               Totale componenti attive                  34.665                  29.621


  Componenti passive


  Debiti finanziari a medio lungo termine                                             (16.457)                (18.588)
  Debiti finanziari a breve termine                                                   (38.444)                (20.634)


                                             Totale componenti passive                (54.901)                (39.222)


  Posizione finanziaria netta IAS                                                     (20.236)                   (9.601)




RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                                                                 78
 Il peggioramento della posizione finanziaria netta è riconducibile esclusivamente all’accensione del
 mutuo per 15,6 milioni di euro, finalizzato all’acquisto dell’immobile di Roma.

 2.6 Raccordo risultato d’esercizio tra Bilancio individuale e consolidato


RACCORDO TRA RISULTATO BILANCIO DELLA CAPOGRUPPO E BILANCIO CONSOLIDATO

Euro/000

A) Risultato netto di esercizio della Capogruppo                             -8.745

B) Risultati di esercizio delle controllate                                   485

ACAMTEL                                                                        66
MOLISECOM spa                                                                  30
ONE ITALIA                                                                    392
EUTELIA KYIV                                                                   -2



C) Impatto IAS 19- TFR                                                        36

D) Contabilizzazione leasing in base alla metodologia finanziaria             -11

E) Effetto elisione operazione con parti correlate                           -382

F) Valutazione partecipazione Eunics valutata a PN                           8.955



G) Utile di esercizio del Gruppo                                              337




H) Quote di utile/perdita di spettanza di terzi                               184

ACAMTEL
MOLISECOM spa                                                                  3
ONE ITALIA                                                                    182
EUTELIA KYIV                                                                   -1

I) Contabilizzazione leasing in base alla metodologia finanziaria             19
di spettanza di terzi



L) Risultato attribuibile a terzi                                             203




  RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                                       79
2.7 Raccordo Patrimonio Netto tra Bilancio individuale e consolidato



      RACCORDO TRA PN DELLA CAPOGRUPPO E PN CONSOLIDATO

      Euro/000

      A) Patrimonio netto della Capogruppo                                286.099

      B) Risultati di esercizio delle controllate                          485

      ACAMTEL                                                               66
      MOLISECOM spa                                                         30
      ONE ITALIA                                                           392
      EUTELIA KYIV                                                          -2



      C) Impatto IAS 19- TFR                                               100

      D) Contabilizzazione leasing in base alla metodologia finanziaria    -420

      E) Effetto elisione operazione con parti correlate                  -1.364

      F) Valutazione partecipazione Eunics valutata a PN                   8.955

      G) Variazioni delle riserve per effetto del consolidamento           -817

      H) PN del Gruppo                                                    293.037




RELAZIONE 31 DICEMBRE 2006                                                          80
                Gruppo Eutelia
Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2006




           PARTE B.1 – Conto Economico

           PARTE B.2 – Stato Patrimoniale

PARTE B.3 – Prospetto Variazioni del Patrimonio Netto

        PARTE B.4 – Rendiconto finanziario

           PARTE B.5 – Note Esplicative
B.1 Conto Economico Consolidato al 31/12/2006
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea ed alla Delibera Consob n. 15519 del 27 luglio
2006.

Euro/1000
       CONTO ECONOMICO                                                                   31/12/2006             31/12/2005
 Fonte
   1   Ricavi                                                                                     415.226                223.508
  15                                                        di cui con parti correlate                205                  2.912
   1   Altri proventi                                                                              31.370                 15.073
  16                                                    di cui proventi non ricorrenti             10.700                      0
       TOTALE RICAVI E PROVENTI OPERATIVI                                                         446.596                238.581

   2   Costi per acquisti                                                                           1.918                    880
   2   Costi per servizi                                                                          362.273                192.600
  15                                                        di cui con parti correlate              3.683                  2.604
  16                                                       di cui oneri non ricorrenti              3.594                      0
   2   Costi per il personale                                                                      28.497                 14.446
   2   Altri costi operativi                                                                        3.228                  2.614
   2   Ammortamenti immateriali                                                                    16.394                 15.414
   2   Ammortamenti materiali                                                                      31.548                 16.211
   2   Accantonamenti e ripristini/svalutazioni attività non correnti                               2.270                    696

       RISULTATO OPERATIVO (EBIT)                                                                        469                 (4.280)

   3   Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al patrimonio netto                           8.876                    645
   4   Proventi finanziari                                                                               947                    552
   5   Oneri finanziari                                                                                2.349                  1.112

       RISULTATO ANTE IMPOSTE DELLE ATTIVITA'                                                          7.943                 (5.485)

   6   Imposte                                                                                        (7.606)                 1.577

       RISULTATO NETTO ATTIVITA' CONTINUATIVE                                                            337                 (3.908)

       Risultato attribuibile a terzi                                                                    203                      4

       RISULTATO NETTO ATTRIBUIBILE AL GRUPPO                                                            134                 (3.912)




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                                    82
B.2 Stato Patrimoniale Consolidato al 31/12/2006
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea ed alla Delibera Consob n. 15519 del 27 luglio
2006.

Euro/1000
 Fonte
   7   Attività non correnti                                                            31/12/2006            31/12/2005

       Attività immateriali:
       Attività immateriali a vita definita                                                      114.739               107.677
       Altre                                                                                       3.338                   241
       totale                                                                                    118.078               107.918

       Attività materiali:
       Terreni, impianti, macchinari, attrezzature di proprietà                                  208.829               213.139
       Altre                                                                                      12.077                10.602
       totale                                                                                    220.906               223.741

       Altre attività non correnti:
       Partecipazioni                                                                                12.631                 1.168
       Titoli finanziari                                                                                686                   681
       Imposte anticipate                                                                            44.876                45.679
       Altre                                                                                            616                   659
       Ratei e Risconti                                                                                   -                     -
       totale                                                                                        58.809                48.187

       TOTALE ATTIVITA' NON CORRENTI                                                             397.793               379.846



   8   Attività correnti

       Crediti commerciali ed altri crediti                                                      171.323               183.839
  15                                                       di cui con parti correlate                490                 3.275
       Attività finanziarie                                                                          597                   577
       Rimanenze                                                                                     610                   154
       Disponibilità liquide e mezzi equivalenti                                                  28.645                23.110
       Altre                                                                                       2.907                 2.753

       TOTALE ATTIVITA' CORRENTI                                                                 204.083               210.434



       TOTALE ATTIVITA'                                                                          601.876               590.279




   9   Patrimonio netto e passività                                                     31/12/2006            31/12/2005



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                                 83
       Capitale                                                               34.017     34.017
       Riserva di sovrapprezzo delle azioni                                  158.133    162.001
       Azioni Proprie                                                         (1.685)      (344)
       Altre riserve                                                         100.357     10.882
       Riserva di Consolidamento                                                    0          2
       Riserva IAS                                                                154        210
       utile (perdita) portata a nuovo                                          1.926      (141)
       utili (perdite) d'esercizio                                                134    (3.912)

       PATRIMONIO NETTO DI GRUPPO                                            293.037    202.715

       Capitale, riserve e risultato di terzi                                  8.179        334


       TOTALE PATRIMONIO NETTO                                               301.216    203.049



  10   Passività non correnti

       Fondi rischi ed oneri                                                  19.206     14.397
       Trattamento fine rapporto                                               3.854      3.717
       Obbligazioni convertibili                                                   -     16.043
       Prestiti e finanziamenti                                               16.457      2.546
       Altre                                                                 101.766     87.212



       TOTALE PASSIVITA' NON CORRENTI                                        141.283    123.914



  11   Passività correnti

       Debiti commerciali e altri debiti                                     113.965    143.738
  15                                            di cui con parti correlate        32      1.842
       Scoperti bancari e Finanziamenti                                       21.686     20.634
       Obbligazioni convertibili                                              16.758          -
       Debiti tributari                                                        2.521      4.148
       Altre                                                                   4.446      4.795

       TOTALE PASSIVITA' CORRENTI                                            159.377    173.316



       TOTALE PASSIVITA'                                                     300.661    297.230
       TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'                                  601.876    590.280




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                84
B.3 Prospetto delle variazioni di patrimonio netto
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea

                              Capitale       Riserva         Altre riserve    Utile (perdita)   Patrimonio di    Totale
                                            sovrappr.                          consolidato           terzi
                                             Azioni

Saldo al 01/07/05                  34.017       181.724            101.203            -19.967              -43      296.934
Destinazione perdita                             -19.723               -244           19.967                               0
Variaz. riserve area di
consolid.ed altre var.                                                 -350                               377             27
Risultato 2005                                                                         -3.912                        -3.912
Totale 31/12/2005                  34.017       162.001            100.609             -3.912             334       293.049
Saldo al 01/01/06                  34.017       162.001            100.609             -3.912             334       293.049
Destinazione perdita                              -3.912                                3.912                              0
Variaz. riserve area di
consolid.ed altre var.                                  44              144                             7.845         8.033
Risultato al 31/12/2006                                                                   134                           134
Totale 31/12/2006                  34.017       158.133            100.753                134           8.179       301.216




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                             85
B.4 Rendiconto finanziario
predisposto in conformità agli IFRS adottati dall’Unione Europea


                                                                                    31-dic-06     31-dic-05

A CASSA E MEZZI EQUIVALENTI INIZIALI                                                      2.476        21.988

Utile (Perdita) ante imposte                                                              7.943        -5.485
Ammortamenti                                                                             47.942        31.625
Variazione netta altri fondi e altre attività fiscali nette                               2.379        16.181
Variazione netta del fondo trattamento di fine rapporto                                     137           306
Oneri finanziari, netti                                                                   2.349        -1.112

                                                                                         60.750        41.515
(Incremento) Decremento dei crediti commerciali e di altri crediti del circolante        12.362        -8.396
(Incremento) Decremento delle rimanenze                                                    -456          -154
Incremento (Decremento) dei debiti verso fornitori e altri debiti correnti              -15.567        -4.478
(incremento) Decremento delle attività finanziarie correnti                                 -20           -10
Disponibilità generate (assorbite) dall' attività                                        57.069        28.477

Oneri finanziari netti corrisposti                                                       -1.634          -763
imposte di competenza                                                                    -7.606             0
Imposte sul reddito corrisposte                                                               0          -477
B. FLUSSO MONETARIO DA (PER) ATTIVITA' DI ESERCIZIO                                      47.829        27.237

Investimenti netti in immobilizzazioni:
Immateriali                                                                             -26.267       -15.746
Materiali                                                                               -28.713       -10.257
Finanziarie                                                                             -11.463        -3.938
C. FLUSSO MONETARIO DA (PER) ATTIVITA' D' INVESTIMENTO                                  -66.443       -29.941

Accensione (Rimborso) netti di debiti finanziari a medio/lungo termine                   14.627       -16.837
altre variazioni della posizione finanziaria                                               -715             0
Acquisto azioni proprie                                                                  -1.341          -344
destinazione utile/perdita esercizio precedente                                           3.911             0
altre variazioni patrimonio netto                                                         6.616           373
D. FLUSSO DI CASSA DA (PER) ATTIVITA' FINANZIARIE                                        23.098       -16.808

E. FLUSSO MONETARIO DEL PERIODO (B+C+D)                                                   4.484       -19.512

A CASSA E MEZZI EQUIVALENTI FINALI                                                        6.959         2.476




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                 86
B.5 Nota esplicativa al bilancio consolidato


(valori in migliaia di Euro)
Notizie sul Gruppo
Il Gruppo Eutelia, la cui capofila Eutelia S.p.A. è quotata alla Borsa Italiana, opera nel settore delle
Telecomunicazioni quale operatore di telefonia fissa nell’intero territorio nazionale, nei segmenti
Residenziale, Business e Carriers offrendo servizi Voce, Dati ed Internet sia direttamente (Retail)
che indirettamente (Wholesale). Gli indirizzi della sede legale e delle località in cui sono condotte
le principali attività del Gruppo sono indicati nell’introduzione del fascicolo di bilancio. Le
principali attività della Società e delle sue controllate (il Gruppo) sono descritte nella relazione sulla
gestione individuale cui si rimanda.
Il presente bilancio, relativo al periodo 1 gennaio 2006 – 31 dicembre 2006, è espresso in euro in
quanto questa è la valuta mediante la quale sono condotte la quasi totalità delle operazioni del
Gruppo. Le attività estere sono incluse nel bilancio consolidato secondo i principi indicati nelle
note che seguono.

Gli schemi di Bilancio e le note esplicative presentano il confronto con il Bilancio al 31 dicembre
2005 relativo al semestre 1/7/2005-31/12/2005, in quanto nel corso dell’esercizio 2005 la società ha
modificato la data di riferimento del proprio bilancio passando dal 30 giugno al 31 dicembre dato
che la società all’epoca, e per l’ultima volta, chiudeva l’esercizio contabile al 30 giugno. La
decisione di modificare la data di chiusura dell’esercizio sociale è risultata opportuna anche in
considerazione del fatto che l’attività non ha caratteristiche stagionali che giustifichino l’esercizio
sociale non coincidente con l’anno solare.
Pertanto il raffronto tra gli schemi di Bilancio e delle relative note esplicative risulta non del tutto
omogeneo, essendo il 31/12/2006 un esercizio di 12 mesi, mentre quello del 31/12/2005 di soli sei
mesi.

Per completezza e per rendere maggiormente omogenea la lettura e la confrontabilità dei dati, viene
acclusa (ALLEGATO 2) al presente Bilancio una situazione contabile pro forma al 31 dicembre
2005 (12 mesi) composta dal semestre 1/7/2005-31/12/2005 e dal semestre chiuso al 30 giugno
2005, che si ricorda, riguardava i dati della nuova realtà venutasi a definire dopo la fusione
(gennaio 2005) avendola opportunamente depurata dei sei mesi 01/07/2004-31/12/2004 della sola
NTS ante fusione con Eutelia.


Il bilancio è assoggettato a revisione contabile da parte della Deloitte & Touche S.p.A. in base
all’incarico conferito dall’Assemblea del 15 ottobre 2005.

CONFORMITA’ AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

Il bilancio consolidato al 31 dicembre 2006 è stato predisposto in conformità ai Principi Contabili
Internazionali (“IFRS”) emessi dall’International Accounting Standards Board (“IASB”) e adottati
dall’Unione Europea. Per IFRS si intendono anche tutti i principi contabili internazionali rivisti
(“IAS”), tutte le interpretazioni dell’International Financial Reporting Interpretations Committee
(“IFRIC”), precedentemente denominate Standing Interpretations Committee (“SIC”).



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                           87
Il Bilancio al 31 dicembre 2006, redatto in conformità agli IFRS, è stato altresì predisposto in
applicazione dei requisiti contenuti nei provvedimenti Consob emanati nel corso del 2006,
applicabili a tutti i soggetti tenuti alla redazione di bilanci IFRS. In particolare la Delibera Consob
n. 15519 del 27 luglio 2006 (attuativa dell’art. 9, comma 3, del D.Lgs. n. 38/2005) concernente la
definizione degli schemi di bilancio e la Comunicazione Consob n. 6064293 del 28 luglio 2006 in
merito alla individuazione delle informazioni da fornire nelle note al bilancio e nella relazione sulla
gestione.

Come noto l’Unione Europea ha identificato nei principi emanati dallo IASB (i principi IFRS) il
corpo normativo di riferimento verso cui far convergere i criteri di redazione dei bilanci delle
imprese residenti negli stati membri. Il legislatore nazionale, recependo il regolamento comunitario
1606/02, ha obbligato tutte le società i cui titoli sono negoziati in mercati regolamentati ad adottare
gli IFRS, consentendone l’adozione facoltativa da parte di tutte le altre società (ad eccezione di
quelle che possono redigere il bilancio in forma abbreviata ai sensi dell'articolo 2435-bis del codice
civile).

I principi contabili internazionali sono inoltre stati applicati omogeneamente per tutte le società del
Gruppo.

I bilanci delle società controllate, utilizzati per il consolidamento, sono stati opportunamente
modificati e riclassificati, ove necessario, per uniformarli ai principi contabili internazionali ed ai
criteri di classificazione omogenei nell’ambito del Gruppo.
Sono inoltre state incluse nel bilancio consolidato le situazioni patrimoniali ed economiche delle
società controllate relative al periodo 1 gennaio 2006 – 31 dicembre 2006, all’uopo predisposte.


Alla data di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione del presente bilancio, i
principi contabili emanati dallo IASB, ma non ancora applicabili sono i seguenti:
   •   IFRS 7: “Strumenti finanziari e informazioni integrative”, che richiede di integrare le
       informazioni relative alla natura e all’entità dei rischi derivanti dagli strumenti finanziari.
   •   IFRS 8: “Segmenti operativi”, che sostituisce lo IAS 14 in tema di segmenti operativi.
   •   IFRIC 11: “IFRS 2 - Pagamenti basati sulle azioni”, che disciplina il trattamento contabile
       dei pagamenti basati su azioni nei bilanci separati delle società appartenenti al Gruppo.
   •   IFRIC 12: “Contratti di servizi in concessione”, che regolamenta il trattamento contabile
       degli investimenti correlati ai servizi di concessione.

Il Gruppo sta valutando gli impatti che l’adozione futura di questi principi potrebbe avere sulla
posizione finanziaria, patrimoniale ed economica.

CONTENUTO E FORMA DEI PROSPETTI CONTABILI
Il bilancio consolidato è costituito dallo Stato Patrimoniale, dal Conto Economico, dal Prospetto
delle variazioni del Patrimonio Netto, dal Rendiconto Finanziario e dalle presenti note esplicative
ed integrative.

Relativamente alla forma dei prospetti contabili consolidati la Società ha adottato le seguenti
tipologie di schemi contabili:
• Stato Patrimoniale Consolidato


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                        88
Lo stato patrimoniale consolidato viene presentato a sezioni contrapposte con separata indicazione
delle Attività, Passività e Patrimonio Netto.
A loro volta le Attività e le Passività vengono esposte nel bilancio consolidato sulla base delle loro
classificazioni come correnti e non correnti.
• Conto Economico Consolidato
Il conto economico consolidato viene presentato nella sua classificazione per natura. Viene
evidenziato l’aggregato Risultato Operativo che include tutte le componenti di reddito e di costo,
indipendentemente dalla loro ripetitività o estraneità alla gestione caratteristica, fatta eccezione per
le componenti della gestione finanziaria iscritte tra Risultato Operativo e Risultato prima delle
imposte. Le informazioni comparative si riferiscono all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2005.
• Rendiconto Finanziario consolidato
Il Rendiconto Finanziario Consolidato viene presentato suddiviso per aree di formazione dei flussi
di cassa. Il prospetto del Rendiconto Finanziario adottato dal Gruppo Eutelia è stato redatto
applicando il metodo indiretto. Le disponibilità liquide e i mezzi equivalenti inclusi nel rendiconto
finanziario comprendono i saldi patrimoniali di tale voce alla data di riferimento. I flussi finanziari
in valuta estera sono stati convertiti al cambio medio dell’anno. I proventi e i costi relativi a
interessi, dividendi ricevuti e imposte sul reddito sono inclusi nei flussi finanziari generati dalla
gestione operativa.
• Variazione Patrimonio Netto consolidato
Viene presentato il prospetto delle variazioni di patrimonio netto consolidato così come richiesto
dai principi contabili internazionali, con evidenza separata del risultato consolidato dell’esercizio e
di ogni ricavo, provento, onere e spesa non transitati a conto economico, ma imputati direttamente a
patrimonio netto consolidato sulla base di specifici principi contabili IAS/IFRS.

Si precisa, infine, che con riferimento alla Delibera Consob n. 15519 del 27 luglio 2006 in merito
agli schemi di bilancio, sono stati inseriti specifici schemi di conto economico e stato patrimoniale
con evidenza dei rapporti significativi con parti correlate ed eventi ed operazioni significative e non
ricorrenti.


Area di consolidamento
L’area di consolidamento al 31 dicembre 2006, è così costituita:

   •   Acamtel S.p.A., con sede legale in La Spezia, Via Picco, 22, capitale sociale Euro 4.500.000
       controllata al 50%, è stata consolidata con il metodo proporzionale;
   •   One Italia S.p.A (ex Contelia S.r.l.) con sede legale in Roma, via Corcolle, 19, capitale
       sociale Euro 16.876.000, controllata al 53,83%, è stata consolidata integralmente;
   •   Molisecom S.p.A. con sede legale in Isernia, via Casale, capitale sociale Euro 1.200.000,
       controllata al 90%, è stata consolidata integralmente;
   •   Eutelia Kyiv S.r.l. con sede legale in Ucraina, capitale sociale 35.220 euro controllata al
       70%, è stata consolidata integralmente.


Sommario dei principi contabili più significativi
Principi generali
Il bilancio è stato redatto sulla base del principio del costo storico, ad eccezione della categoria dei
terreni e fabbricati e degli strumenti finanziari che sono stati valutati al fair value. I principali
principi contabili adottati sono esposti qui di seguito.


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                         89
Criteri di consolidamento
Il bilancio consolidato include il bilancio della Capogruppo e delle imprese da essa controllate
redatti al 31 dicembre 2006. Si ha il controllo su un’impresa quando la società ha il potere di
determinare le politiche finanziarie e operative di un’impresa in modo tale da ottenere benefici dalla
sua attività.

I risultati economici delle imprese controllate acquisite o cedute nel corso dell’anno 2006 sono
inclusi nel conto economico consolidato dall’effettiva data di acquisizione fino all’effettiva data di
cessione.
Tutte le operazioni significative intercorse fra le imprese del Gruppo e i relativi saldi sono eliminati
nel consolidamento.
La quota di interessenza degli azionisti di minoranza nelle attività nette delle controllate consolidate
è identificata separatamente rispetto al patrimonio netto del Gruppo. Tale interessenza viene
determinata in base alla percentuale da essi detenuta nel fair value delle attività e passività iscritte
alla data dell’acquisizione originaria e nelle variazioni di patrimonio netto dopo tale data.
Successivamente le perdite attribuibili agli azionisti di minoranza eccedenti il patrimonio netto di
loro spettanza sono attribuite al patrimonio netto di Gruppo ad eccezione dei casi in cui le
minoranze abbiano un’obbligazione vincolante e siano in grado di fornire ulteriori investimenti per
coprire le perdite.
I bilanci separati di ciascuna società appartenente al Gruppo vengono preparati nella valuta
dell’ambiente economico primario in cui essa opera (valuta funzionale). Ai fini del bilancio
consolidato, il bilancio di ciascuna entità estera è espresso in Euro, che è la valuta funzionale del
Gruppo e la valuta di presentazione del bilancio consolidato.
Tutte le attività e le passività di imprese estere in moneta diversa dall’euro che rientrano nell’area di
consolidamento sono convertite utilizzando i tassi di cambio in essere alla data di riferimento del
bilancio (metodo dei cambi correnti). Proventi e costi sono convertiti al cambio medio dell’anno. Le
“differenze cambio di conversione” risultanti dall’applicazione di questo metodo sono classificate
come voce di patrimonio netto fino alla cessione della partecipazione. Nella preparazione del
rendiconto finanziario consolidato sono stati utilizzati i tassi medi di cambio per convertire i flussi
di cassa delle imprese controllate estere.
Le “differenze cambio di conversione” risultanti dal raffronto tra il patrimonio netto iniziale
convertito ai cambi correnti e il medesimo convertito ai cambi storici, nonché la differenza tra il
risultato economico espresso a cambi medi e quello espresso ai cambi correnti, sono imputati alla
voce del patrimonio netto “Riserva di traduzione”. In sede di prima adozione degli IFRS le
differenze cumulative di conversione generate dal consolidamento di imprese estere al di fuori
dell’area Euro sono state azzerate come consentito dall’IFRS 1; le plusvalenze o minusvalenze
derivanti dalla successiva dismissione di tali imprese dovranno comprendere solo le differenze di
conversione cumulate generatesi successivamente alla data di transizione.
I tassi di cambio utilizzati per la conversione in Euro delle situazioni economico-patrimoniali delle
società incluse nell’area di consolidamento sono riportati di seguito:

                                         Cambio medio 2006             Cambio puntuale 31.12.2006
Hryvnia (Ucraina)                              6,33                                6,94

Aggregazioni di imprese
L’acquisizione di imprese controllate è contabilizzata secondo il metodo dell’acquisizione. Il costo
dell’acquisizione è determinato dalla sommatoria dei valori correnti, alla data di ottenimento del
controllo delle attività date, delle passività sostenute o assunte, e degli strumenti finanziari emessi
dal gruppo in cambio del controllo dell’impresa acquisita, più i costi direttamente attribuibili
all’aggregazione.



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                         90
Le attività, le passività e le passività potenziali identificabili dell’impresa acquisita che rispettano le
condizioni per l’iscrizione secondo Ifrs 3 sono rilevate ai loro valori correnti alla data di
acquisizione, ad eccezione delle attività non correnti (o gruppi in dismissione) che sono classificate
come detenute per la vendita in accordo con l’Ifrs 5, le quali sono iscritte e valutate a valori correnti
meno i costi di vendita.
L’avviamento derivante dall’acquisizione è iscritto come attività e valutato inizialmente al costo,
rappresentato dall’eccedenza del costo dell’acquisizione rispetto alla quota di Gruppo nei valori
correnti delle attività, passività, e passività potenziali identificabili iscritti.
Se, dopo la rideterminazione di tali valori, la quota di Gruppo nei valori correnti delle attività,
passività e passività potenziali identificabili eccede il costo dell’acquisizione, l’eccedenza viene
iscritta immediatamente a conto economico.
L’interessenza degli azionisti di minoranza nell’impresa acquisita è inizialmente valutata in misura
pari alla loro quota dei valori correnti delle attività, passività e passività potenziali iscritti.



Partecipazioni in imprese collegate
Una collegata è un’impresa nella quale il Gruppo è in grado di esercitare un’influenza notevole, ma
non il controllo né il controllo congiunto, attraverso la partecipazione alle decisioni sulle politiche
finanziarie e operative della partecipata.
I risultati economici e le attività e passività delle imprese collegate sono rilevati nel bilancio
consolidato utilizzando il metodo del patrimonio netto, ad eccezione dei casi in cui sono classificate
come detenute per la vendita.
Secondo tale metodo, le partecipazioni nelle imprese collegate sono rilevate nello stato patrimoniale
al costo, rettificato per le variazioni successive all’acquisizione nelle attività nette delle collegate, al
netto di eventuali perdite di valore delle singole partecipazioni. Le perdite delle collegate eccedenti
la quota di interessenza del Gruppo nelle stesse (inclusive di crediti di medio-lungo termine che, in
sostanza fanno parte dell’investimento netto del Gruppo nella collegata), non sono rilevate, a meno
che il Gruppo non abbia assunto un’obbligazione per la copertura delle stesse. L’eccedenza del
costo di acquisizione rispetto alla percentuale spettante al Gruppo del valore corrente delle attività,
passività e passività potenziali identificabili della collegata alla data di acquisizione è riconosciuto
come avviamento. L’avviamento è incluso nel valore di carico dell’investimento ed è assoggettato a
test di impairment. Il minor valore del costo di acquisizione rispetto alla percentuale di spettanza
del Gruppo del fair value delle attività, passività e passività potenziali identificabili della collegata
alla data di acquisizione è accreditata a conto economico nell’esercizio dell’acquisizione.

Con riferimento alle operazioni intercorse fra un’impresa del Gruppo e una collegata, gli utili e le
perdite non realizzati sono eliminati in misura pari alla percentuale di partecipazione del Gruppo
nella collegata, ad eccezione del caso in cui le perdite non realizzate costituiscano l’evidenza di una
riduzione nel valore dell’attività trasferita.


ATTIVITA’ IMMATERIALI

Avviamento
L’avviamento derivante dall’acquisizione di una controllata o di un’entità a controllo congiunto
rappresenta l’eccedenza del costo di acquisizione rispetto alla percentuale spettante al Gruppo del
fair value delle attività, passività e passività potenziali identificabili della controllata o dell’entità a
controllo congiunto alla data di acquisizione. L’avviamento è rilevato come attività e rivisto




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                            91
annualmente per verificare che non abbia subito perdite di valore. Le perdite di valore sono iscritte
immediatamente a conto economico e non sono successivamente ripristinate.

In caso di cessione di un’impresa controllata o di un’entità a controllo congiunto, l’ammontare non
ancora ammortizzato dell’avviamento ad esse attribuibile è incluso nella determinazione della
plusvalenza o minusvalenza da alienazione.

Gli avviamenti derivanti da acquisizioni effettuate prima della data di transizione agli Ifrs sono
mantenuti ai valori risultanti dall’applicazione dei principi contabili italiani a tale data e sono
periodicamente assoggettati ad impairment test.

Know-how e sviluppo prodotti
In questa categoria sono inclusi il valore attribuibile ad aziende incorporate derivante
sostanzialmente dal know how apportato relativo a nuovi prodotti nell’ambito di operazioni di
business combination contabilizzate con il metodo dell’acquisizione secondo l’IFRS 3. Tali attività
sono considerate attività immateriali a vita utile definita e, pertanto, sono assoggettate ad
ammortamento in un periodo di 5 anni, ritenuto un orizzonte temporale ragionevole, tenuto conto
dei benefici economici futuri derivanti da tali prodotti. Almeno una volta l’anno l’attività viene
sottoposta a test di impairment per verificare l’eventuale perdita di valore.


Altre immobilizzazioni immateriali
Sono rilevate inizialmente al costo di acquisto e sono ammortizzate a quote costanti in base alla
loro vita utile. Si veda poi quanto riportato nelle criterio relativo alle perdite di valore ed
impairment test.


ATTIVITA’ MATERIALI

Terreni, fabbricati, impianti, macchinari e attrezzature di proprietà
Gli impianti, i macchinari e gli altri beni, utilizzati per la fornitura di beni e servizi o per scopi
amministrativi sono iscritti in bilancio al costo di acquisto o di produzione, dedotti i successivi
ammortamenti e le eventuali svalutazioni per perdite di valore.

Il Gruppo ha ritenuto opportuno variare il principio di valutazione della categoria terreni e
fabbricati, passando dal metodo del costo storico a quello del fair value.

Le ragioni del cambiamento del criterio di valutazione della categoria dei terreni e fabbricati è
riconducibile ad una migliore e più veritiera rappresentazione del patrimonio immobiliare della
società non più rappresentato dal criterio del costo storico.

I criteri e le assunzioni per la determinazione del fair value si sono basati su perizie effettuate da
professionisti indipendenti.

Con l’applicazione del fair value il Gruppo, per la categoria indicata, non rileverà più gli
ammortamenti, ma alla fine di ogni esercizio procederà all’aggiornamento del valore corrente.


L’ammortamento viene determinato, a quote costanti, sul costo dei beni al netto dei relativi valori
residui, in funzione della loro stimata vita utile applicando le seguenti aliquote percentuali:




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                       92
macchinari elettronici ed elaboratori                 20%
centrali telefoniche                                  12%
macchinari industriali per cablaggio                  25%
impianti                                              15%
impianti specifici (telefonici)                       12%
mobili e arredi                                       12%
telefoni cellulari                                    20%
automezzi, ciclomotori                                25%
insegne                                               20%
aeromobili                                            14%
Rete aerea in fibra ottica                             6%
Rete a terra in fibra ottica                           4%

I terreni non vengono ammortizzati.
Le attività detenute in seguito a contratti di locazione finanziaria sono ammortizzate in base alla
loro stimata vita utile come per le attività detenute in proprietà oppure, se inferiore, in base ai
termini di scadenza dei contratti di locazione.
Gli utili derivanti da cessioni o dismissioni di cespiti sono determinati come differenza fra il ricavo
di vendita e il valore netto contabile dell’attività e sono imputati al conto economico dell’esercizio.



Leasing
I contratti di locazione sono classificati come locazioni finanziarie ogniqualvolta i termini del
contratto sono tali da trasferire sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà al locatario.
Tutte le altre locazioni sono considerate operative.
Le attività oggetto di contratti di locazione finanziaria sono rilevate come attività del Gruppo al loro
fair value alla data di stipulazione del contratto, oppure, se inferiore, al valore attuale dei pagamenti
minimi dovuti per il leasing. La corrispondente passività verso il locatore è inclusa nello stato
patrimoniale come passività per locazioni finanziarie. I pagamenti per i canoni di locazione sono
suddivisi fra quota capitale e quota interessi in modo da raggiungere un tasso di interesse costante
sulla passività residua. Gli oneri finanziari sono direttamente imputati al conto economico
dell’esercizio, a meno che essi non siano attribuibili a specifiche attività, nel qual caso essi sono
capitalizzati in accordo con le politiche generali del Gruppo sugli oneri finanziari.
I costi per canoni di locazione derivanti da locazioni operative sono iscritti a quote costanti in base
alla durata del contratto.

Perdite di valore (“impairment”)
Ad ogni data di bilancio, il Gruppo rivede il valore contabile delle proprie attività materiali e
immateriali per determinare se vi siano indicazioni che queste attività abbiano subito riduzioni di
valore. Qualora queste indicazioni esistano, viene stimato l’ammontare recuperabile di tal attività
per determinare l’eventuale importo della svalutazione. Dove non sia possibile stimare il valore
recuperabile di un’attività individualmente, il Gruppo effettua la stima del valore recuperabile
dell’unità generatrice di flussi finanziari a cui l’attività appartiene.
Le attività immateriali a vita utile indefinita costituite dall’avviamento, vengono verificate
annualmente e ogniqualvolta vi è un’indicazione di una possibile perdita di valore al fine di
determinare se vi sono perdite di valore.
L’ammontare recuperabile è il maggiore fra il fair value al netto dei costi di vendita e il valore
d’uso. Nella determinazione del valore d’uso, i flussi di cassa futuri stimati sono scontati al loro
valore attuale utilizzando un tasso al lordo delle imposte che riflette le valutazioni correnti di
mercato del valore del denaro e dei rischi specifici dell’attività.


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                           93
Se l’ammontare recuperabile di un' attività (o di una unità generatrice di flussi finanziari) è stimato
essere inferiore rispetto al relativo valore contabile, esso è ridotto al minor valore recuperabile. Una
perdita di valore è rilevata nel conto economico immediatamente.
Quando una svalutazione non ha più ragione di essere mantenuta, il valore contabile dell’attività ad
eccezione dell’avviamento, è incrementato al nuovo valore derivante dalla stima del suo valore
recuperabile, ma non oltre il valore netto di carico che l’attività avrebbe avuto se non fosse stata
effettuata la svalutazione per perdita di valore. Il ripristino del valore è imputato al conto
economico immediatamente.


Rimanenze
Le rimanenze sono valutate al minor valore fra il costo e valore netto di realizzo. Il costo è calcolato
utilizzando il metodo del costo specifico. Il valore netto di realizzo rappresenta il prezzo di vendita
stimato meno i costi stimati necessari per realizzare la vendita.

Crediti commerciali
I crediti commerciali sono rilevati al valore nominale ridotto da una appropriata svalutazione per
riflettere la stima delle perdite su crediti. Tale fondo è calcolato sulla base delle valutazioni di
recupero effettuate mediante analisi delle singole posizioni e della rischiosità complessiva del
monte crediti tenendo conto delle garanzie e delle coperture assicurative esistenti.
I crediti con scadenza superiore ad un anno, infruttiferi o che maturano interessi inferiori al
mercato, sono attualizzati utilizzando i tassi di mercato.

Attività finanziarie
Le attività finanziarie sono rilevate e stornate dal bilancio sulla base della data di negoziazione e
sono inizialmente valutate al costo, inclusivo degli oneri direttamente connessi all’acquisizione.
Alle date di bilancio successive, le attività finanziarie che il gruppo ha l’intenzione e la capacità di
detenere fino alla scadenza sono rilevate al costo ammortizzato secondo il metodo del tasso
d’interesse effettivo, al netto delle svalutazioni effettuate per riflettere le perdite di valore.
Le attività finanziarie diverse da quelle detenute fino alla scadenza sono classificate come detenute
per la negoziazione o disponibili per la vendita, e sono valutate ad ogni periodo al fair value.
Quando le attività finanziarie sono detenute per la negoziazione, gli utili e le perdite derivanti dalle
variazioni nel fair value sono imputati al conto economico del periodo; per le attività finanziarie
disponibili per la vendita, gli utili e le perdite derivanti dalle variazioni nel fair value sono imputati
direttamente al patrimonio netto fintanto che esse sono cedute o abbiano subito una perdita di
valore; in quel momento, gli utili o le perdite complessivi precedentemente rilevati nel patrimonio
netto sono imputati al conto economico del periodo.

Cassa e mezzi equivalenti
La voce relativa a cassa e mezzi equivalenti include cassa e conti correnti bancari e depositi
rimborsabili a domanda, che sono prontamente convertibili in cassa e sono soggetti ad un rischio
non significativo di variazione di valore.

Benefici ai dipendenti successivi al rapporto di lavoro (Trattamento fine rapporto)
Con l’adozione degli IFRS, il TFR rientra nella tipologia dei piani a benefici definiti, da
contabilizzare secondo lo IAS 19, soggetti a valutazioni di natura attuariale per esprimere il valore
attuale del beneficio, erogabile al termine del rapporto di lavoro, che i dipendenti hanno maturato
alla data di bilancio. Di conseguenza il TFR deve essere ricalcolato applicando il “metodo della
proiezione unitaria del credito” (Projected Unit Credit Method)




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                          94
Il Gruppo ha deciso, sia in sede di prima adozione degli IFRS, che negli esercizi a regime, di
iscrivere tutti gli utili e le perdite attuariali cumulati. I costi relativi all’incremento del valore attuale
dell’obbligazione per il TFR, derivanti dall’avvicinarsi del pagamento dei benefici, sono inclusi tra
i costi del personale.



Prestiti bancari
I prestiti bancari fruttiferi e gli scoperti bancari sono rilevati in base agli importi incassati, al netto
dei costi correlati all’operazione e successivamente valutati al costo ammortizzato, utilizzando il
metodo del tasso d’interesse effettivo.


Obbligazioni convertibili
Le obbligazioni convertibili sono strumenti finanziari composti da una componente di passività e
una componente di patrimonio netto. Alla data di emissione, il fair value della componente di
passività è stimato utilizzando il tasso di interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari
non convertibili. La differenza fra l’importo netto ricavato dall’emissione e il fair value assegnato
alla componente di passività, che rappresenta l’opzione implicita di convertire le obbligazioni in
azioni del Gruppo, è inclusa nel patrimonio come riserva di capitale.
I costi di emissione sono suddivisi fra la componente di passività e la componente di patrimonio
netto in base al loro rispettivo valore contabile alla data di emissione. La parte relativa al
patrimonio netto è posta direttamente a riduzione dello stesso.
Gli interessi passivi relativi alla componente di passività sono calcolati utilizzando il tasso
d’interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari non convertibili. La differenza fra questo
ammontare e l’interesse effettivamente pagato è contabilizzata ad incremento del valore contabile
delle obbligazioni convertibili.

Debiti commerciali
I debiti commerciali sono rilevati al valore nominale.

Criteri di conversione delle poste in valuta
I crediti ed i debiti espressi originariamente in valuta estera sono convertiti in euro ai cambi della
data di effettuazione delle operazioni che li hanno originati. Le differenze cambio realizzate in
occasione dell'incasso dei crediti e del pagamento dei debiti in valuta estera sono iscritte al conto
economico.
I ricavi ed i proventi, i costi e gli oneri relativi ad operazioni in valuta sono iscritti al cambio
corrente alla data nella quale la relativa operazione è compiuta.
A fine esercizio le attività e le passività espresse in valuta estera, ad eccezione delle
immobilizzazioni, sono iscritte al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell’esercizio ed i
relativi utili e perdite su cambi sono imputati al conto economico.

Riconoscimento dei ricavi
I ricavi e i proventi sono iscritti al netto di resi, sconti, abbuoni, premi, nonché delle imposte
direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi. In particolare:
• i ricavi per vendite di prodotti, quali apparecchi telefonici, router, web-cam, ecc. sono
   riconosciuti al momento del trasferimento della proprietà, che normalmente si identifica con la
   consegna o la spedizione dei beni;
• i ricavi per prestazioni di servizi sono riconosciuti sulla base della maturazione del servizio, in
   accordo con i relativi contratti e tenuto conto della competenza economica e temporale;



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                              95
• i ricavi derivanti dalla cessione di diritti di utilizzo di infrastrutture di proprietà (Indefeasable
  Right of Use), sono iscritti a conto economico per competenza tenuto conto della durata
  contrattuale del diritto ceduto, senza tenere conto della possibilità di eventuali rinnovi;
• i ricavi dalla vendita di traffico, inclusi i ricavi per interconnessione, sono iscritti a conto
  economico in base all’effettiva misurazione degli stessi determinata per competenza temporale;
• i ricavi derivanti dalla vendita di traffico pre-pagato, inclusi quelli derivanti dalla vendita di carte
  telefoniche o altri mezzi tecnici simili (PIN), sono iscritti a conto economico solamente al
  momento dell’effettivo utilizzo conteggiato in funzione della competenza temporale;
• i ricavi rappresentati da canoni periodici sono iscritti tenendo conto della competenza
  economica;
• i proventi e gli oneri di natura finanziaria vengono riconosciuti in base alla competenza
  temporale;
• i contributi in conto capitale sono contabilizzati al momento dell’incasso o, se precedente,
  all’atto del ricevimento della formale delibera di pagamento. Sono iscritti nella voce “Risconti
  passivi” dello Stato patrimoniale e accreditati al Conto economico in proporzione
  all’ammortamento delle attività cui si riferiscono;
• i dividendi sono rilevati quando si stabilisce il diritto degli azionisti a riceverne il pagamento;
• gli interessi attivi sono rilevati in applicazione del principio della competenza temporale, sulla
  base dell’importo finanziato e del tasso di interesse effettivo applicabile, che rappresenta il tasso
  che sconta gli incassi futuri stimati lungo la vita attesa dell’attività finanziaria per riportarli al
  valore di carico contabile dell’attività stessa.

Accantonamenti
Gli accantonamenti sono iscritti in bilancio quando il Gruppo ha un’obbligazione attuale quale
risultato di un evento passato ed è probabile cha sarà richiesto di adempiere all’obbligazione. Gli
accantonamenti sono stanziati sulla base della miglior stima della Direzione dei costi richiesti per
adempiere all’obbligazione alla data di bilancio e sono attualizzati, quando l’effetto è significativo.

Imposte
Le imposte dell’esercizio rappresentano la somma delle imposte correnti e differite.
Le imposte correnti sono basate sul risultato imponibile dell’esercizio. Il reddito imponibile
differisce dal risultato riportato nel conto economico, poiché esclude componenti positivi e negativi
che saranno tassabili o deducibili in altri esercizi ed esclude inoltre voci che non saranno mai
tassabili o deducibili. Le passività per imposte correnti sono calcolate utilizzando le aliquote vigenti
alla data del bilancio.
Le imposte differite sono le imposte che ci si aspetta di pagare o di recuperare sulle differenze
temporanee fra il valore contabile delle attività e delle passività di bilancio e il corrispondente
valore fiscale, contabilizzate secondo il metodo delle passività. Le passività fiscali differite sono
generalmente rilevate per tutte le differenze temporanee imponibili, mentre le attività fiscali
differite sono rilevate nella misura in cui si ritenga probabile che vi saranno risultati fiscali
imponibili in futuro che consentiranno l’utilizzo delle differenze temporanee deducibili. Tali attività
e passività non sono rilevate se le differenze temporanee derivano da avviamento o dall’iscrizione
iniziale (non in operazioni di aggregazioni di imprese) di altre attività o passività in operazioni che
non hanno influenza né sul risultato contabile né sul risultato imponibile.
Le passività fiscali differite sono rilevate sulle differenze temporanee imponibili relative a
partecipazioni in imprese controllate, collegate e a controllo congiunto, ad eccezione dei casi in cui
il Gruppo sia in grado di controllare l’annullamento di tali differenze temporanee e sia probabile
che queste ultime non si annulleranno nel prevedibile futuro.
Il valore di carico delle attività fiscali differite è rivisto ad ogni data di bilancio e ridotto nella
misura in cui sia più probabile l’esistenza di sufficienti redditi imponibili tali da consentire in tutto
o in parte il recupero di tali attività.


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                           96
Le imposte differite sono calcolate in base all’aliquota fiscale che ci si aspetta sarà in vigore al
momento del realizzo dell’attività o dell’estinzione delle passività. Le imposte differite sono
imputate direttamente al conto economico, ad eccezione di quelle relative a voci rilevate
direttamente a patrimonio netto, nel qual caso anche le relative imposte differite sono anch’esse
imputate al patrimonio netto.
Le attività e le passività fiscali differite sono compensate quando vi è un diritto legale a compensare
le imposte correnti attive e passive e quando si riferiscono ad imposte dovute alla medesima
autorità fiscale e il Gruppo intende liquidare le attività e le passività fiscali correnti su base netta.

Utile per azione
L’utile base per azione è calcolato dividendo l’utile o la perdita attribuibile agli azionisti della
Capogruppo per la media ponderata delle azioni ordinarie in circolazione durante il periodo. L’utile
diluito per azione è calcolato dividendo l’utile o la perdita attribuibile agli azionisti della
Capogruppo per la media ponderata delle azioni in circolazione, tenendo conto degli effetti di tutte
le potenziali azioni ordinarie con effetto diluito (ad esempio, i piani di stock option ai dipendenti e i
prestiti obbligazionari convertibili).

Principali fattori di incertezza nell’effettuazione delle stime
La redazione del bilancio e delle relative note in applicazione degli IFRS richiede da parte della
direzione l’effettuazione di stime e di assunzioni che hanno effetto sui valori delle attività e delle
passività di bilancio e sull’informativa relativa ad attività e passività potenziali alla data del
bilancio. I risultati a consuntivo potrebbero differire da tali stime. Le stime sono utilizzate per
valutare le attività materiali ed immateriali sottoposte ad impairment test come sopra descritto oltre
che per rilevare gli accantonamenti per rischi su crediti, per obsolescenza di magazzino,
ammortamenti, svalutazioni di attivo, benefici ai dipendenti, imposte. Le stime e le assunzioni sono
riviste periodicamente e gli effetti di ogni variazione sono riflesse immediatamente a conto
economico.

Rapporti con società consociate e correlate
I rapporti con entità consociate e correlate sono esposti nella Relazione sulla Gestione individuale,
che si intende qui richiamata.




Conto Economico
Informazioni per settori di attività ed aree geografiche
Settori di attività
Il Gruppo è attualmente organizzato in due divisioni operative, che costituiscono le basi su cui il
Gruppo riporta le informazioni di settore secondo lo schema primario. Le principali attività sono le
seguenti:
- vendita di servizi di telefonia Retail, che raggruppa l’offerta di servizi voce, dati ed internet, in
accesso diretto (ULL) o in interconnessione (CPS), a clienti business e consumer;
- vendita di servizi di telefonia Wholesale, caratterizzata da quattro tipologie di clienti/servizi;
Carriers - transito e terminazione di traffico internazionale; Reseller/ISP - offerta di fonia, internet
ed outsourcing di servizi di rete per reseller, operatori locali, ISP e phone center; Infrastrutture -
offerta di banda e fibra ottica; il settore Premium, che concerne l’offerta di servizi di fonia a valore
aggiunto rivolti a centri servizi e call centers.



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                          97
L’informativa di settore relativa a queste attività è presentata nelle tabelle che seguono:

31 DICEMBRE 2006                                                        Retail        Wholesale      Gruppo

Ricavi
Ricavi dalle vendite e prestazioni                                          182.226        233.145       415.371
Atri ricavi e proventi                                                        8.774          3.290        12.064
Totale Ricavi                                                               191.000        236.435       427.435

Risultato di settore                                                         31.405         21.781        53.186

Ricavi dalle vendite e prestazioni non allocati                                                                 0
Atri ricavi e proventi non allocati                                                                        19.161
Costi non allocati                                                                                       (71.878)

Risultato operativo                                                                                            469

Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al patrimonio netto                                       8.876
Proventi finanziari                                                                                           947
Oneri finanziari                                                                                          (2.349)

Risultato ante imposte                                                                                        7.943

Imposte                                                                                                   (7.606)

Risultato netto                                                                                                337

Altre informazioni                                                      Retail        Wholesale      Gruppo

Incrementi immobilizzazioni                                                  16.481         16.666        33.147
Ammortamenti immateriali e materiali                                         19.588         19.369        38.957

Incrementi immobilizzazioni non allocate                                                                  21.833
Ammortamenti immateriali e materiali non allocate                                                             8.985

STATO PATRIMONIALE

Attività
Attività di settore                                                         294.199        217.496       511.695
Partecipazioni in collegate                                                     549              0           549
Partecipazioni in collegate non allocate                                                                   3.519
Attività non allocate                                                                                     86.113

Totale attività                                                                                          601.876

Passività
Passività di settore                                                         87.543         74.318       161.861
Passività non allocate                                                                                   440.015

Totale passività                                                                                         601.876

31 DICEMBRE 2005                                                        Retail        Wholesale      Gruppo




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                   98
Ricavi
Ricavi dalle vendite e prestazioni                                          94.343          129.165         223.508
Atri ricavi e proventi                                                       3.709               14           3.723
Totale Ricavi                                                               98.052          129.179         227.231


Risultato di settore                                                        10.621                 23        10.644


Atri ricavi e proventi non allocati                                                                          11.350
Costi comuni non allocati                                                                                    -26.274


Risultato operativo                                                                                              -4.280


Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al PN                         -358                              -358
Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al PN non allocate                                              -287
Proventi finanziari                                                                                                552
Oneri finanziari                                                                                                 -1.112


Risultato ante imposte                                                                                           -5.485


Imposte                                                                                                          1.577


Risultato netto                                                                                                  -3.908

Altre informazioni                                                     Retail          Wholesale        Gruppo


Incrementi immobilizzazioni                                                 14.238           13.663          27.901
Ammortamenti immateriali e materiali                                        15.526           11.578          27.104


Incrementi immobilizzazioni non allocate                                                                         2.395
Ammortamenti immateriali e materiali non allocate                                                                4.521
STATO PATRIMONIALE


Attività
Attività di settore                                                        280.994          207.994         488.988
Partecipazioni in collegate                                                    545                0             545
Partecipazioni non allocate                                                                                        623
Attività non allocate                                                                                       100.123
Totale attività consolidate                                                                                 590.279


Passività
Passività di settore                                                        92.056           94.700         186.756
Passività non allocate                                                                                      403.523
Totale passività consolidate                                                                                590.279



Settori geografici




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                       99
Di seguito riportiamo un’analisi del valore contabile delle attività di settore, degli incrementi delle
immobilizzazioni materiali ed immateriali analizzati in base alle aree geografiche in cui sono
localizzate.

Le attività del gruppo sono dislocate principalmente in Italia, la tabella seguente fornisce un’analisi
delle vendite del gruppo nei vari mercati geografici:

RICAVI PER AREA GEOGRAFICA                                               31/12/2006         31/12/2005


ITALIA                                                                           415.405           193.251
ESTERO                                                                            31.191            45.330
TOTALE RICAVI                                                                    446.596           238.581



                                RICAVI PER AREA GEOGRAFICA




                                     7%


                                                                                 ITALIA
                                                                                 ESTERO


                                                 93%




 INVESTIMENTI                                                                         31/12/2006
Immobilizzazioni immateriali                                                                       26.267
Immobilizzazioni materiali                                                                         28.713
Immobilizzazioni finanziarie                                                                        2.508
TOTALE                                                                                             57.488




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                            100
                                      Investimenti per area geografica




                                     17%


                                                                                      Italia
                                                                                      Estero


                                                           83%




Gli investimenti del periodo, così come nell’esercizio precedente, sono stati effettuati in Italia ad
eccezione di un IRU da 10.000 migliaia di euro che copre una parte dell’Europa dell’Est.




1. Ricavi
L’analisi dei ricavi conseguiti dal Gruppo durante il 2006 è così sintetizzabile:

RICAVI                                                                   31/12/2006            31/12/2005

Attività in funzionamento

Ricavi dalle vendite e prestazioni                                               415.226              223.508
Atri ricavi e proventi                                                            31.370               15.073

Totale                                                                           446.596              238.581



A livello di commento sui principali fattori che hanno determinato l'evoluzione dei ricavi nel corso
del 2006 si rimanda a quanto indicato nelle note esplicative al bilancio individuale della
capogruppo. Si sottolinea, a livello di ricavi consolidati, che il risultato ottenuto di 447 milioni di
Euro è del tutto in linea con le previsioni espresse dal piano industriale 2006-2009, che indicavano
per il 2006 un livello di ricavi atteso pari a 450 milioni di Euro.


La voce altri ricavi e proventi è composta principalmente dai proventi per assistenza tecnica e
manutenzioni, dalle locazioni attive, dai proventi per assistenza software e dalla vendita di merci


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                               101
per un totale di Euro 6.535 migliaia, e da ricavi straordinari per un ammontare di Euro 23.422
migliaia. Tale voce è riconducibile per Euro 10.700 migliaia al ripristino di un credito
precedentemente svalutato per effetto di un accordo stragiudiziale realizzato a fine giugno e
formalizzato nelle settimane successive. Il residuo dei ricavi straordinari è relativo allo stralcio di
debiti derivanti da accordi con i fornitori ed alle fatturazioni concretizzatesi nel periodo con
competenze degli esercizi precedenti, precedentemente non prevedibili.




2. Costi operativi
I costi operativi si suddividono nel modo seguente:

COSTI OPERATIVI                                                         31/12/2006           31/12/2005
Costi per acquisti                                                                   1.918                880
Per servizi                                                                     362.273             192.600
Per il personale                                                                 28.497              14.446
Altri costi operativi                                                                3.228            2.614
Ammortamento immobilizzazioni immateriali                                        16.394              15.414
Ammortamento immobilizzazioni materiali                                          31.548              16.211
Accantonamenti, ripristini e svalutazioni attività non correnti                      2.270                696
TOTALE                                                                          446.128             242.861



Di seguito illustriamo il dettaglio delle voci più significative.

Costi per servizi

COSTI PER SERVIZI
                                                                        31/12/2006           31/12/2005
Servizi telefonia                                                              283.570             156.482
Servizi commerciali e pubblicitari                                              29.831              11.358
Servizi amministrativi e generali                                               27.984               9.523
Godimento beni di terzi                                                         10.440               6.783
Altro                                                                           10.448               8.454
TOTALE                                                                         362.273             192.600

Tra i servizi telefonici sono compresi i costi di interconnessione per l’accesso alla rete di altri
operatori ed i costi di rivendita dei prodotti VAS di rete intelligente.
Sono altresì ricompresi i compensi spettanti al consiglio di amministrazione ed i compensi spettanti
al collegio sindacale.
Il decremento più significativo riguarda la voce dei servizi telefonici, ed in particolare
l’interconnessione passiva verso gli altri operatori telefonici, conseguenza diretta dell’azione di
repricing intrapresa nei confronti dei principali carrier mirata al miglioramento dei margini, che ha
prodotto una conseguente riduzione anche dei ricavi.
I costi per servizi includono Euro 3.594 migliaia relativi agli oneri connessi alla chiusura, da parte
della Capogruppo, del contenzioso con Meliorbanca relativo alla mancata integrazione con la
società Tecnosistemi che ha permesso il recupero di crediti precedentemente svalutati, ricompresi



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                             102
tra gli altri ricavi e proventi, nonché oneri di natura straordinaria e di competenza degli esercizi
precedenti per Euro 5.502 migliaia.




Costi per il personale

I costi per il personale comprendono l’intera spesa per il personale dipendente ivi compresi i
miglioramenti di merito, passaggi di categoria e scatti di contingenza.

Nel corrente esercizio il numero dei dipendenti è variato come segue:

                                                              31/12/2006         31/12/2005          Media
Dirigenti                                                                   25                23                2
Impiegati                                                                487              495                (8)
Operai                                                                      70                41              29
Totale                                                                   582              559                 23


Altri costi operativi

La voce ammonta ad Euro 3.228 migliaia ed è principalmente composta dai contributi su servizi di
telefonia per Euro 1.415 migliaia, che si riferiscono al rinnovo delle licenze annuali per le risorse di
numerazioni, geografiche e non geografiche, ed all’utilizzo delle frequenze delle tratte radio
rilasciate dal Ministero delle Telecomunicazioni, da penalità contrattuali passive per Euro 265
migliaia e tasse per concessioni governative per Euro 119 migliaia, 235 migliaia di euro per spese
societarie, ammontano, inoltre, a circa 237 migliaia di euro le tasse ed i contributi vari.

Ammortamenti

Di seguito si fornisce la suddivisione di detta voce:

AMMORTAMENTI                                                31/12/2006           31/12/2005        VARIAZIONE


Ammortamento immobilizzazioni immateriali                          16.394               15.414              980
Ammortamento immobilizzazioni materiali                            31.548               16.211           15.337

                                               TOTALE              47.942               31.625           16.317

Il valore degli ammortamenti relativo alle immobilizzazioni immateriali ha subito una riduzione
rispetto all’anno precedente di Euro 10.000 migliaia, in seguito alla scadenza di un contratto IRU
triennale relativo a tratte nazionali del valore originario di Euro 30.000 migliaia. L’esercizio 2006
ha beneficiato anche di minori costi dovuti al completamento dell’ammortamento di una parte
consistente dei software attualmente in uso.

Per dettagli più specifici sulla ripartizione degli ammortamenti si rimanda alle sezione relativa alle
immobilizzazioni.


Accantonamenti e svalutazioni


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                103
Tali voce ammontano complessivamente ad Euro 2.270 migliaia; si riferiscono per Euro 103
migliaia all’accantonamento al fondo indennità suppletiva di clientela, è stato, inoltre, effettuata una
svalutazione di circa Euro 55 migliaia per adeguare il valore della partecipazione nella Europmi al
valore di cessione, avvenuta nei primi mesi del 2007.
Negli altri accantonamenti è compreso il valore stanziato per far fronte al rischio generato dalla
verifica fiscale, esposta e commentata nella relazione sulla gestione individuale a cui rimandiamo.


ACCANTONAMENTI                                                            31/12/2006            31/12/2005
Accantonamenti per svalutazioni crediti compresi nell'attivo circolante                   57                 620
Altri accantonamenti                                                                   2.213                  76
TOTALE                                                                                 2.270                 696




3. Proventi da attività di investimento
I proventi iscritti nella voce “Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al patrimonio netto”
ammontano a 8.876 migliaia di Euro e sono ascrivibili perlopiù all'effetto della valutazione
delle partecipazioni collegate valutate secondo il metodo del patrimonio netto.




4. Proventi finanziari

PROVENTI FINANZIARI                                                              31/12/2006     31/12/2005

Interessi attivi                                                                          925                310
Altro                                                                                      22                242

TOTALE PROVENTI FINANZIARI                                                                947                552



5. Oneri finanziari
ONERI FINANZIARI                                                            31/12/2006          31/12/2005

Interessi su scoperti bancari e prestiti                                                1.315                643
Interessi su debiti per locazioni finanziarie                                             319                120
Oneri finanziari da prestito obbligazionario                                              715                349
Oneri finanziari altri                                                                     10                  0
TOTALE ONERI FINANZIARI                                                                 2.349            1.112




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                104
6. Imposte sul reddito
IMPOSTE SUL REDDITO                                                               31/12/2006           31/12/2005


Imposte correnti                                                                               2.020               344
Imposte differite                                                                              5.586            -1.921
IMPOSTE E TASSE DELL'ESERCIZIO                                                                 7.606            -1.577




La riconciliazione tra l’onere fiscale iscritto in bilancio consolidato e l’onere fiscale teorico,
determinato sulla base delle aliquote fiscali teoriche vigenti in Italia, è la seguente:


   Imposte sul reddito teoriche                                            654

   Effetto fiscale differenze permanenti                                  4.946
   Utilizzo perdite fiscali                                          -      203
   Imposte anticipate                                                       725
   Imposte differite                                                      4.991
   Imposta sul reddito iscritte in bilancio, esclusa Irap                11.113
   IRAP                                                                     904

   Imposte sul reddito iscritte in bilancio (correnti e differite)       12.017


Ai fini di una migliore comprensione della riconciliazione tra l’onere fiscale iscritto in bilancio e
l’onere fiscale teorico, non si tiene conto dell’IRAP in quanto, essendo questa un’imposta con una
base imponibile diversa dall’utile ante imposte, genererebbe degli effetti distorsivi tra un esercizio
ed un altro. Pertanto le imposte teoriche sono state determinate applicando solo l’aliquota fiscale
vigente in Italia (IRES pari al 33% nel 2006) al risultato ante imposte.




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                       105
Stato Patrimoniale

7. Attività non correnti

Attività immateriali a vita definita

Le attività immateriali hanno vita utile definita e pertanto sono ammortizzate in base alla durata
della stessa.


                 Descrizione                        Valore al      Incrementi       Decrementi          Ammortamenti       Valore al
                                                   31/12/2005     dell'esercizio   dell'Esercizio       dell'Esercizio    31/12/2006
Diritti di brevetto ind. e diritti, utiliz.opere
d'ingegno                                                 2.381              731                    0           (1.688)           1.424
Concessioni, licenze, marchi                            74.839            22.650                    0           (7.907)          89.582
Altre                                                   30.457                 0                    0           (6.724)          23.733
TOTALE                                                 107.677            23.381                    0          (16.319)         114.739


La voce diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere d’ingegno comprende
prevalentemente licenze software di proprietà o di uso.

La voce concessioni, licenze, marchi comprende, per Euro 90.036 migliaia, i Diritti IRU, che
rappresentano il diritto irrevocabile di concessione per l’utilizzo pluriennale delle infrastrutture di
terzi operatori. Tali costi sono ammortizzati lungo la durata dei rispettivi contratti che hanno una
durata variabile fino a 25 anni.
La voce include, inoltre, il costo sostenuto per il rilascio delle licenze di telefonia vocale, pari a
Euro 754 migliaia.
L’incremento del periodo della voce concessioni licenze e marchi, pari ad euro 21.712 migliaia, si
riferisce per euro 10.000 migliaia all’acquisto di diritti d’uso irrevocabili (IRU), relativi a varie
tratte ubicate su territorio internazionale, e per euro 11.712 migliaia all’acquisto di diritti d’uso
irrevocabili (IRU), relativi a varie tratte ubicate su territorio nazionale.
La voce Know-how e sviluppo prodotti deriva principalmente dall’incorporazione di New Dial e di
Voiceplus Italia avvenute nel precedente esercizio. Il valore attribuibile alle aziende incorporate
deriva sostanzialmente dal know-how apportato relativo a nuovi prodotti quali il portale
Leonardo.it, gli SMS premium e l’ADSL VoIP, il cui valore lordo, pari ad Euro 37.706 migliaia, è
stato ammortizzato per complessivi Euro 14.457 migliaia al 31 dicembre 2006. Il Know-how viene
ammortizzato in cinque anni. Tale periodo viene ritenuto rappresentativo della vita utile dello stesso
in considerazione della sua natura, da attribuirsi al maggior prezzo pagato rispetto al patrimonio
netto delle società acquisite. Tale maggior valore è collegato ai prodotti innovativi sopra indicati, le
cui relative tecnologie ed il software sono da attribuirsi al personale di tali società.


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                                          106
La sussistenza dei presupposti per l’iscrizione delle attività immateriali è stata verificata attraverso
la determinazione del valore in uso. Le principali assunzioni utilizzate nella determinazione del
valore in uso delle cash-generating unit sono relative al tasso di sconto e al tasso di crescita. In
particolare, il Gruppo ha adottato tassi di sconto che riflettono le correnti valutazioni di mercato del
costo del denaro e tengono conto del rischio specifico attribuibile al Gruppo. Le previsioni di flussi
di cassa operativi derivano da quelle insite nei più recenti budget e piani predisposti dal Gruppo per
i prossimi quattro anni.
L’impairment test effettuato al 31 dicembre 2006 ha confermato che per i valori espressi nel
bilancio non vi è nessuna necessità di apportare variazioni.
Tale verifica verrà effettuata almeno una volta all’anno, se non ci saranno indicatori tali da
richiedere una verifica più frequente.


Attività immateriali altre


La voce “attività immateriali altre” include le immobilizzazioni in corso, oneri pluriennali ed il
disavanzo da consolidamento, come dettagliato nella sottostante tabella:

              Descrizione             Valore al    Incrementi del    Decrementi del   Ammortamenti        Valore al
                                     31/12/2005       periodo           periodo        del periodo       31/12/2006
Immobilizzazioni in corso                    182               287            (301)                  0                168
Altre                                         59             3.186                0            (75)              3.170
                            TOTALE           241             3.473            (301)            (75)              3.338



Attività materiali


Si evidenzia che nel corso del periodo ed in esercizi precedenti non sono state effettuate
rivalutazioni e svalutazioni delle immobilizzazioni materiali.
Nella tabella sotto indicata sono riportati i dettagli dei valori netti, dell’ammortamento, e tutte le
variazioni intervenute nel periodo.




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                         107
Variazione dei valori netti
                  Descrizione          Valore al        Incrementi           Decrementi          Ammortamenti       Valore al
                                      31/12/2005       dell'esercizio       dell'Esercizio       dell'Esercizio    31/12/2006
Terreni e fabbricati
Terreni                                       473                4.367                       0                0            4.840
Immobili                                     1.543              17.466                       0                0           19.009
Beni in Leasing - Ias 17                      331                       0                    0              (11)                320
Totale terreni e fabbricati                  2.347              21.833                       0              (11)          24.169
Impianti e macchinari
Macch.Elet-Elaboratori                       9.795               1.172                 (67)              (3.840)           7.060
Centrali telefoniche                       25.586                   88              (2.792)              (4.665)          18.217
Macch.industr.specifici                      1.289                      1                    0            (272)            1.018
Impianti per infras.rete                   59.224                3.484                 (24)             (11.901)          50.783
Rete a terra in fibra ottica               93.432                   87                       0           (4.539)          88.980
Rete aerea in fibra ottica                 18.764                       5                    0           (1.537)          17.232
Telefoni pubblici                             144                       0                    0            (102)                 42
Beni in Leasing - Ias 17                     2.558                      0             (381)                (849)           1.328
Totale impianti e macch                   210.792                4.837              (3.264)             (27.705)         184.660
Altri beni
Mobili e arredi                              1.946                  34                       0            (500)            1.480
Autoveic. da trasporto                        151                   76                       0              (68)                159
Altri mezzi da trasporto                     1.403                 476                       0            (298)            1.581
Telefoni cellulari                             25                       5                    0              (16)                14
Altri beni materiali                           46                   23                       0              (11)                58
Insegne                                            1                    0                    0               (1)                 0
Migliorie su beni di terzi                   3.556                 127                       0           (1.992)           1.691
Beni in Leasing - Ias 17                     2.240                 896                       0             (946)           2.190
Totale altri beni                            9.368               1.637                       0           (3.832)           7.173
Immobilizzazioni materiali in corso          1.234               3.670                       0                 0           4.904
TOTALE                                    223.741               31.977              (3.264)             (31.548)         220.906



Gli investimenti effettuati nel corso del periodo, in particolare, riguardano:
Immobili: si tratta di immobile situato nel comune di Arezzo destinato a magazzino e CED;
Macchinari Elettronici ed Elaboratori: si riferisce a materiale utilizzato sia nelle sedi del Gruppo
che lungo tutta la rete dislocata sul territorio;
Centrali telefoniche: trattasi dell’acquisto di centrali telefoniche per il potenziamento e
l’allargamento della rete nel territorio nazionale;
Impianti per infrastrutture di rete: si riferisce a costi sostenuti per la costruzione della rete in fibra
ottica, sia aerea che a terra, per apparati di commutazione e trasmissione, per sistemi di gestione
delle reti e per impianti tecnologici dislocati sul territorio. Sono incluse anche le smart boxes e gli
apparati casa cliente.
 Si rendono inoltre note le seguenti informazioni:
a. la non esistenza di restrizioni sulla titolarità e proprietà di immobili, impianti e macchinari
   impegnati a garanzia di passività;
b. l’ammontare dei costi di ripristino inclusi nel valore di carico relativi a elementi di immobili,
   impianti e macchinari in corso di costruzione è pari ad Euro 167 migliaia;
c. il valore degli ordini emessi per l’acquisto di immobili, impianti e macchinari o altri beni è pari
   ad Euro 691 migliaia.




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                                   108
Nella tabella seguente riportiamo il valore lordo delle immobilizzazioni materiali al 31 Dicembre
2006 ed i relativi fondi ammortamento.

                             Descrizione           Costo   Storico        Fondo Ammortamento     Netto Contabile



Terreni e fabbricati
Terreni                                                        4.837                        0                 4.837
Immobili                                                     19.012                         0                19.012
Beni in Leasing - Ias 17                                         370                      (50)                     320
Totale terreni e fabbricati                                  24.219                       (50)               24.169
Impianti e macchinari                                             0
Macch.Elet-Elaboratori                                       24.032                   (16.972)                7.060
Centrali telefoniche                                         47.734                   (29.517)               18.217
Macch.industr.specifici                                        2.487                   (1.469)                1.018
Impianti per infras.rete                                    134.789                   (84.006)               50.783
Rete a terra in fibra ottica                                113.671                   (24.691)               88.980
Rete aerea in fibra ottica                                   26.788                    (9.556)               17.232
Telefoni pubblici                                                609                     (567)                      42
Beni in Leasing - Ias 17                                       4.288                   (2.960)                1.328
Totale impianti e macch                                     354.398                  (169.738)             184.660
Altri beni                                                        0
Mobili e arredi                                                4.200                   (2.720)                1.480
Autoveic. da trasporto                                           340                     (181)                     159
Altri mezzi da trasporto                                       2.500                     (919)                1.581
Telefoni cellulari                                                   87                   (73)                     14
Altri beni materiali                                             108                      (50)                      58
Insegne                                                               5                    (5)                      0
Migliorie su beni di terzi                                    13.833                  (12.142)                1.691
Beni in Leasing - Ias 17                                       4.521                   (2.331)                2.190
Totale altri beni                                             25.594                  (18.421)                7.173
Immobilizzazioni materiali in corso                            4.904                         0                4.904
TOTALE                                                      409.115                  (188.209)             220.906


A partire dall’esercizio 2006 il Gruppo ha utilizzato il metodo del fair value per valutare l’intera
categoria dei terreni e fabbricati, all’interno della quale sono presenti l’immobile di San Zeno
(Arezzo) valutato 2,1 milioni di cui 0,42 per il terreno su cui insiste il fabbricato e l’immobile di
Roma valutato 21,6 milioni di cui 4,33 per il terreno.
Relativamente alle assunzioni fatte per l’adozione del nuovo criterio si rimanda al paragrafo
“Sommario dei principi contabili più significativi”.

Si segnala, inoltre, che l’effetto dell’utilizzazione del fair value non ha comportato nessuna
variazione rispetto all’anno 2005 in quanto il valore corrente dell’immobile di San Zeno è risultato
in linea con il valore contabile; per l’immobile di Roma, acquistato a fine anno 2006, ha
determinato un incremento del valore della categoria e del patrimonio per circa 2 milioni di Euro.

La ripartizione dei beni in leasing fra le varie categorie è riportata nella seguente tabella:




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                      109
                                      Descrizione                                               Costi Storici al              Fondo ammort. al              Netto Contabile al
                                                                                                 31/12/2006                     31/12/2006                      3/12/2006
Fabbricati
Immobili                                                                                                              370                          -50                             320
Totale fabbricati                                                                                                     370                          -50                             320
Impianti e macchinari
  Impianti per infrastrutture di rete                                                                             4.288                        -2.960                           1.328
Totale impianti e macchinari                                                                                      4.288                        -2.960                           1.328
Altri beni
  Mobili e arredi                                                                                                   746                          -412                             334
  Autoveicoli da trasporto                                                                                        3.775                        -1.946                           1.829
Totale altri beni                                                                                                 4.521                        -2.358                           2.163
TOTALE                                                                                                            9.179                        -5.368                           3.811


Altre attività non correnti

Le partecipazioni in imprese collegate, il cui valore di acquisizione è indicato nella colonna B, si
compongono nel modo seguente:

(dati in euro)
                                                                                Patrimonio netto al 31 dicembre
Denominazione                     Sede               Capitale        Quota                    05                       Risultato al 31 dicembre 2005        Valore

                                                      Sociale       possesso     (incluso risultato di periodo)                                             carico

                                                      (Fondo                    amm.compl.       amm.pro-quota        amm.compl.        amm.pro-quota

                                                   Consortile)                                        (A)                                                     (B)           (A) - (B)

Società collegate: dati economico-patrimoniali al 31,12,2005


69 Pass Srl                       Roma                     10.200      49,00%           2.283                 1.119           (5.125)           (2.511)             8.133        (7.014)

Amtel Spa                         Legnano (MI)            677.000      39,00%         487.337               190.061          (81.581)          (31.817)       540.669         (350.608)

Andaro Srl                        Parma                    90.000      24,00%          86.888                20.853           (1.859)             (446)        21.600              (747)
Eunics Spa (ex-Creditmatica)
(f)                               Milano             7.000.000         35,00%      18.154.266           6.353.993        11.563.328           4.047.165      2.490.000       3.863.993

Giary Group Sud Srl               Parma               1.942.000        24,00%       1.760.514               422.523         (123.382)          (29.612)       489.600          (67.077)

Pentacom Servizi 2005 Srl (a) Torino                       20.000      20,00%                                                                                       4.000        (4.000)

Plug It International Srl (b)     Bucarest                 70.065      40,00%         345.004               138.002          164.962            65.985                29       137.973

Sistel Com Srl (c)                Sofia           5.145                30,00%                                     0                                     0           1.555        (1.555)
                                  Boario T.
T@cnologica Srl (d)               (BS)                     20.000      20,00%                                                                                       4.000        (4.000)

Web Appalti Spa (e)               Genova                  500.000      40,00%         388.842               155.537          (39.622)          (15.849)       188.285          (32.748)

                         TOTALE                                                                       7.282.088                                             3.747.871       3.534.217


(a) costituita il 30,12,2005
(b) il cambio al 31,12,05 nuova lei / euro 0,27073
(c) costituita il 18,01,2006
(d) costituita il 19,12,2005
(e) i dati si riferiscono al bilancio annuale chiuso al 30,06,05
(f) dati al 31,12,2006




In seguito all’acquisizione del 35% della partecipazione nel capitale sociale di Eunics per un costo
di acquisto pari ad 2.490 migliaia, il Gruppo, in ossequio a quanto previsto dallo Ias 27, ha
proceduto a valutare la suddetta partecipazione secondo “equity method”. Gli effetti economici
della suddetta valutazione sono descritti nel paragrafo 3 del presente documento.


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                                                                                      110
Titoli finanziari

                31/12/2006                      31/12/2005                          VARIAZIONE
                                         686                       681                                          5

Trattasi di polizze di capitalizzazione per Euro 681 migliaia emesse dalla compagnia Nuova Tirrena
Ass.ni S.p.A., di cui Euro 181 migliaia con scadenza nell’anno 2007 e i restanti Euro 500 migliaia
con scadenza nel 2010. Entrambe le polizze hanno un tasso di rendimento annuo legato ai principali
indici azionari, quella con scadenza nel 2010 ha comunque un tasso di rendimento minimo garantito
del 2%. E’ intenzione del Gruppo mantenere tali polizze fino alla scadenza e considerati i
rendimenti, la Direzione ritiene che il valore contabile dei titoli finanziari approssimi il loro fair
value.

Imposte anticipate

Sulla base dei piani industriali approvati dal Consiglio di Amministrazione la Società sarà in grado
di generare redditi imponibili, come già avvenuto nell’esercizio 2006, tali da permettere l’utilizzo
delle imposte anticipate nei prossimi tre esercizi.
La valutazione della permanenza di tale probabile realizzo viene effettuata alla fine di ogni
esercizio.
Per la quantificazione della fiscalità differita sono state considerate le aliquote fiscali attualmente in
vigore, in assenza di previsioni di variazioni per gli esercizi futuri.


                                                                       Ammontare delle Effetto fiscale (aliquota
Imposte anticipate:                                                 differenze temporanee        33%)
Situazione al 31.12.2005                                                          138.420                45.679
- utilizzo nell'esercizio                                                           -2.572                  -849
+ accantonamento nell'esercizio a:
svalutazione su crediti                                                              139                     46
Totale                                                                           135.987                 44.876

Alla data del 31 dicembre 2006 le imposte differite attive si compongono nel modo seguente:

                                                                     Ammontare delle
                                                                        differenze            Effetto fiscale
Descrizione                                                            temporanee            (aliquota 33%)
Imposte anticipate:
F.do svalutazione crediti tassato                                                 30.931                10.207
F.do rischi su contenziosi e tributari                                             3.844                 1.269
Perdite riportabili                                                              101.212                33.400
Totale                                                                           135.987                44.876




Attività non correnti altre


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                               111
Le attività non correnti altre ammontano ad euro 616 migliaia interamente composte da ratei e
risconti attivi aventi durata superiore ai 12 mesi, e si riferiscono a canoni pluriennali per la
manutenzione di alcuni apparati ed infrastrutture di rete.


8. Attività correnti
Crediti commerciali ed altri crediti

I crediti sono iscritti al valore nominale rettificato, per adeguarlo al presunto valore di realizzo,
tramite l’iscrizione di un fondo svalutazione. Tale fondo è calcolato sulla base delle valutazioni di
recupero effettuate mediante analisi delle singole posizioni e della rischiosità complessiva del
monte crediti.
La Direzione ritiene che il valore contabile dei crediti commerciali e degli altri crediti approssimi il
loro fair value.
Figurano in Bilancio per Euro 171.323 migliaia e risultano composti come riportato nella seguente
tabella:

CREDITI COMMERCIALI ED ALTRI CREDITI                        31/12/2006      31/12/2005      DIFFERENZA
                                                                    €'000           €'000
Crediti v/clienti                                                 158.103         173.421         -15.318
Crediti altri                                                      10.989           6.841           1.395
Crediti tributari                                                   2.231           3.577          -1.346


TOTALE                                                            171.323         183.839         -15.269



Il rischio sul credito del Gruppo è essenzialmente attribuibile all’ammontare dei crediti
commerciali, che sono esposti in bilancio al netto di accantonamenti per inesigibilità dei crediti,
stimati dal management del Gruppo sulla base dell’esperienza storica e della loro valutazione
nell’attuale contesto economico. Al fine di rendere i dati omogenei e comparabili alla voce crediti
altri al 31 dicembre 2005 è stato tolto il valore dei ratei e risconti pari ad euro 2.753 migliaia,
riclassificati nelle attività correnti altre.

Il fondo svalutazione crediti è stato determinato per adeguare il valore dei crediti a quello di
presunto realizzo; nel corso del periodo ha subito la seguente movimentazione:

                    Saldo al 31/12/2005                                       -39.045
                    Utilizzo del periodo                                          278
                    Accantonam. del periodo                                      -139
                    Saldo al 31/12/2006                                       -38.906




I crediti verso altri ammontano ad Euro 10.989 migliaia e sono composti da depositi cauzionali, da
crediti per pignoramento, anticipi a rete vendita ed anticipi a dipendenti.


Attività finanziarie



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                        112
Ammontano ad Euro 597 migliaia e si riferiscono a titoli obbligazionari emessi dalla correlata
Finanziaria Italiana S.p.A. e da Eunics S.p.A. (ex Creditmatica) ed il loro rendimento lordo,
pagabile con cedole semestrali posticipate scadenti a giugno e dicembre o marzo e settembre, è pari
al 4%. La scadenza dei suddetti titoli è compresa nel periodo che va dal 2006 fino al 2012.
Ai fini IAS sono state classificate come detenute per la negoziazione e sono state valutate al fair
value, considerato pari al valore di acquisto rettificato per tener conto degli interessi attivi maturati.




Rimanenze

L’ammontare delle rimanenze, pari a Euro 610 migliaia, è composto dalle voci riportate nella
tabella sottostante:


DESCRIZIONE                                   31/12/2006                                     31/12/2005
                                                                 Valore                                          Valore
                                     Costo       Svalutaz.        netto            Costo         Svalutaz.       netto
Set Top Box                                648        (648)             0                  648        (648)             0
E-Commerce e altri beni                      4          (4)             0                    4          (4)             0
Videocassette                              171        (171)             0                  171        (171)             0
Merchandising                                3          (3)             0                    3          (3)             0
Gadget                                      13         (13)             0                   13         (13)             0
Prodotti finiti e merci                    610               0        610                  154               0        154
TOTALE                                    1449        (839)           610                  993        (839)           154




Disponibilità liquide e mezzi equivalenti

Il saldo rappresenta le disponibilità liquide e l’esistenza di numerario e di valori alla data di
chiusura del periodo.

DISPONIBILITA' LIQUIDE                                            31/12/2006        31/12/2005          VARIAZIONE
Depositi bancari e postali                                                28.629            23.095              5.534
Denaro e altri valori in cassa                                                16                15                  1
TOTALE                                                                    28.645            23.110              5.535

Per ulteriori commenti si rimanda all’allegato rendiconto finanziario.

Attività correnti altre

Le attività correnti altre ammontano ad euro 2.907 migliaia interamente composte da ratei e risconti
attivi aventi durata inferiore ai 12 mesi, e si riferiscono principalmente a canoni pluriennali per la
manutenzione di alcuni apparati ed infrastrutture di rete.




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                         113
9. Patrimonio netto
Il capitale della Società, è costituito da n. 65.418.038 azioni ordinarie da nominali Euro 0,52
cadauna.

CAPITALE SOCIALE                                                             31/12/2006         31/12/2005

Azioni autorizzate:
Azioni ordinarie                                                                   65.418.038       65.418.038
Valore nominale                                                                          0,52             0,52
Capitale Sociale                                                                   34.017.380       34.017.380

Azioni emesse ed interamente versate:
      All'inizio dell'esercizio                                                    65.418.038

     Esercizio di opzioni                                                                  0
     Aumento di capitale a pagamento                                                       0

     Alla fine dell'esercizio                                                      65.418.038

Le uniche variazioni rispetto al precedente esercizio riguardano l’incremento netto di azioni proprie
per Euro 1.341 migliaia per un totale di 1.685 migliaia di euro ed il totale ripianamento, mediante
utilizzo della riserva sovrapprezzo azioni, della perdita registrata al 31/12/2005.

Per il dettaglio della movimentazione del patrimonio netto si rimanda alla tabella B.3 all’inzio del
presente documento.


Si fornisce di seguito il prospetto analitico sulla disponibilità delle riserve alla data del 31 dicembre
2006.


                                                           Distribuibili       Disponibili      Vincolate
Sovrapprezzo azioni                                                      0           158.133                   0
Avanzo da concambio                                                 92.639                 0                   0
Avanzo di fusione                                                    5.030                 0                   0
Riserva IAS FTA                                                          0                 0                 154
Altre riserve                                                        1.003                 0                   0
TOTALE                                                              98.672           158.133                 154

Le azioni proprie possedute dalla capogruppo Eutelia S.p.A. sono 264.019

                                                                                                Val. Carico
                                                   N° azioni Val. Nominale Quota % Cap.Soc.       €/000
Situazione al 01.01.2006                                44.563      23.173       0,07%                     344
Acquisti                                               224.456     116.717       0,34%                   1.380
Vendite                                                  -5.000     -2.600      -0,01%                     -39
Situazione al 31.12.2006                               264.019     137.290      0,40%                    1.685




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                114
Le altre riserve includono gli effetti cumulativi delle rettifiche, positive e negative, previste
dall’IFRS 1 per il passaggio agli IAS. Si evidenzia che la movimentazione della riserva IAS di
prima applicazione ha il solo scopo di correggere un’errata classificazione al 31 dicembre 2005.



10. Passività non correnti

Fondi rischi ed oneri

Ammontano ad Euro 19.206 migliaia e riguardano principalmente:

   •   Euro 664 migliaia per indennità suppletiva di clientela
   •   Euro 4.379 migliaia per eventuali rischi tributari
   •   Euro 1.561 migliaia per rischi su contenziosi societari
   •   Euro 12.087 migliaia per imposte differite passive

Di seguito si riporta la movimentazione di ogni singolo fondo:

Fondo indennità suppletiva clientela

Il fondo è relativo all’indennità suppletiva di clientela; rappresenta la miglior stima delle risorse
economiche necessarie per eventuali indennità dovute agli agenti in caso di scioglimento del
contratto di agenzia per fatti non imputabili agli stessi.


                         SALDO al 31.12.2005                               563
                         Incremento per accantonamento                     103
                         Decremento per utilizzo                            (2)
                         SALDO al 31.12.2006                               664



Fondo rischi tributari

                         SALDO al 31.12.2005                              2.587
                         Incremento per accantonamento                    2.057
                         Decremento per utilizzo                           -266
                         SALDO al 31.12.2006                              4.379



Il Fondo Rischi per Contenziosi Tributari ammonta per 4.194 migliaia di Euro e rappresenta la
miglior stima degli amministratori in relazione alla potenziale obbligazione tributaria che potrebbe
scaturire dai processi verbali di constatazione (PVC) che l’Agenzia delle Entrate ha notificato alla
capogruppo in dicembre 2006. La quota residua, pari ad Euro 185 migliaia è relativa a potenziali
passività rivenienti dall’avviso di accertamento, relativo all’incorporata New Dial, notificato in
data 20/12/2005 avverso il quale la società ha comunque proposto tempestivo ricorso alla
competente Commissione Tributaria.

Fondo rischi su contenziosi societari



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                     115
                       SALDO al 31.12.2005                                   3.498
                       Incremento per accantonamento                             0
                       Decremento per utilizzo                              -1.085
                       Decrementi altri                                       -910
                       SALDO al 31.12.2006                                   1.561



Il fondo rischi su contenziosi societari risulta composto principalmente da cause con ex-dipendenti
e da richieste danni da clienti. L’utilizzo è determinato dagli importi di soccombenza determinatisi
nei giudizi civili e precedentemente accantonati. La Società non ha ritenuto opportuno dover
accantonare cifre ulteriori, ma ritenendo il fondo più che capiente ha proceduto allo storno
dell’eccedenza individuata attraverso la valutazione dei rischi di soccombenza.

Fondo imposte differite

                      SALDO al 31.12.2005                                    7.237
                      Incremento per accantonamento                          4.980
                      Rettifiche                                              -130
                      SALDO al 31.12.2006                                   12.087



Il fondo risulta alimentato dalle imposte differite passive generate dalla differenza scaturente
dall’applicazione delle aliquote di ammortamento utilizzate in bilancio e quelle fiscali utilizzate per
la determinazione del reddito imponibile della Società. Per la quantificazione della fiscalità differita
sono state considerate le aliquote fiscali attualmente in vigore, in assenza di previsioni di variazioni
per gli esercizi futuri.




Trattamento fine rapporto

Il debito è costituito secondo gli obblighi posti a carico del datore di lavoro dalle leggi e dagli
accordi contrattuali. Si evidenziano le seguenti movimentazioni nel corso del periodo:

                      SALDO al 31.12.2005                                    3.717
                      Incremento per accantonamento                          1.245
                      Decremento per utilizzo                               -1.108
                      SALDO al 31.12.2006                                    3.854



Il debito è esposto al netto degli anticipi corrisposti.

Il trattamento di fine rapporto (TFR), in quanto benefit riconosciuto successivamente al rapporto di
lavoro, deve essere considerato come un programma a benefici definiti.
L’ammontare del TFR già maturato dovrà essere proiettato al futuro per stimare l’ammontare da
pagare al momento della risoluzione del rapporto di lavoro, ed il valore ottenuto dovrà essere
successivamente attualizzato per tenere conto del tempo che trascorrerà prima dell’effettivo
pagamento. L’effetto di questa attualizzazione sugli accantonamenti del periodo ammonta ad euro
428 migliaia.




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                        116
Ipotesi attuariali ed economico finanziarie

Data di calcolo                                                                              31/12/2006
Tasso di mortalità                                                                          Tavole IPS55
Tassi di invalidità                                                                       Tavole INPS-2000
Tasso di rotazione del personale                                                               3,00%
Tasso di attualizzazione                                                                       4,00%
Tasso incremento retribuzioni Operai                                                           3,00%
Tasso incremento retribuzioni Impiegati                                                        3,00%
Tasso incremento retribuzioni Quadri                                                           3,00%
Tasso incremento retribuzioni Dirigenti                                                        3,00%
Tasso di anticipazioni                                                                         2,00%
Tasso d'inflazione                                                                             1,50%



Prestiti e finanziamenti

La voce ammonta ad euro 16.415 migliaia e risulta composta dalla parte a medio lungo termine
(oltre l’esercizio successivo) dei due mutui di seguito descritti:

    -   Un mutuo ipotecario sottoscritto con CentroBanca che la capogruppo si è accollata
        nell’acquisto dell’immobile sito nel comune di Arezzo. Tale finanziamento è rimborsabile
        entro 4 anni ed al 31 dicembre 2006 il debito residuo ammonta ad euro 879 migliaia di cui
        euro 654 migliaia oltre l’esercizio successivo.


Brevemente se ne riportano le caratteristiche:

                   Finanziamento CentroBanca

                   Istituto erogante                                            CentroBanca
                   Importo originario                                         Euro 1.150.000
                   Data stipula                                                  25/07/2005
                   Data scadenza                                                 25/07/2010
                   Tasso                                              euribor 3 mesi + 0,95%
                   Quota rimborsabile a breve termine: Euro/000                          225
                   Quota rimborsabile a lungo termine: Euro/000                          654
                   Garanzie                                       ipoteca sull'immobile



    -   La capogruppo, inoltre, a fine anno ha acceso un mutuo quindicennale di Euro 15,6 milioni
        con Intesa-S.Paolo per l’acquisito dell’immobile sede della filiale romana e della principale
        centrale telefonica della società. L’immobile è valutato 21,6 milioni di euro. Tale
        finanziamento è rimborsabile entro 15 anni ed al 31 dicembre 2006 il debito residuo
        ammonta ad euro 15.600 migliaia di cui euro 14.832 migliaia oltre l’esercizio successivo.


    Brevemente se ne riportano le caratteristiche:




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                117
                         Finanziamento Banca Intesa

                         Istituto erogante                                             Intesa-S.Paolo
                         Importo originario                                          Euro 15.600.000
                         Data stipula                                                     27/12/2006
                         Data scadenza                                                    31/12/2021
                         Tasso                                                  euribor 6 mesi +0,5%
                         Quota rimborsabile a breve termine: Euro/000                            768
                         Quota rimborsabile a lungo termine: Euro/000                         14.832
                         Garanzie                                         ipoteca sull'immobile


La restante parte è imputabile al debito per i canoni leasing a scadere.


Debiti per leasing finanziari

I contratti di locazione sono classificati come locazioni finanziarie ogniqualvolta i termini del
contratto sono tali da trasferire sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà al locatario.
Tutte le altre locazioni sono considerate operative.
Le attività oggetto di contratti di locazione finanziaria sono rilevate come attività del Gruppo al loro
fair value alla data di stipulazione del contratto, oppure, se inferiore, al valore attuale dei pagamenti
minimi dovuti per il leasing. La corrispondente passività verso il locatore è inclusa nello stato
patrimoniale come passività per locazioni finanziarie. I pagamenti per i canoni di locazione sono
suddivisi fra quota capitale e quota interessi in modo da raggiungere un tasso di interesse costante
sulla passività residua. Gli oneri finanziari sono direttamente imputati al conto economico del
periodo.

Figurano in bilancio per Euro 2.530 migliaia e risultano così composti:

                                                                                    Pagamenti min. dovuti per il leasing
                                                                                    31/12/2006             31/12/2005
Debiti per leasing finanziari:
esigibili entro un anno                                                                         1.768                      2.495
esigibili da 1 a 5 anni                                                                         1.137                      1.936
                                                                                                2.905                      4.431


Dedotti gli addebiti per oneri finanziari futuri                                                  375                       564



Valore attuale dei debiti per locazioni finanziarie come quota capitale                         2.530                      3.867



                                                                                Valore attuale pagamenti min. dovuti per il
                                                                                                  leasing
                                                                                   31/12/2006             31/12/2005
Debiti per leasing finanziari:
esigibili entro un anno                                                                         1.724                      2.433
esigibili da 1 a 5 anni                                                                         1.109                      1.888


Valore attuale dei debiti per locazioni finanziarie                                             2.833                      4.321




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                               118
Il Gruppo acquisisce in locazione finanziaria principalmente autoveicoli, apparati ed infrastrutture
telefoniche per il potenziamento della rete nel territorio nazionale, ed impianti per infrastrutture di
rete sia aerea che a terra.
La maggior parte dei contratti di leasing ha una durata di 36 mesi.
Al 31 dicembre 2006, il tasso effettivo di tali contratti era del 9,00%. I tassi d’interesse sono fissati
alla data di stipulazione del contratto. Tutti i contratti di leasing in essere sono rimborsabili
attraverso un piano a rate costanti e contrattualmente non è prevista alcuna rimodulazione del piano
originario.
Tutti i contratti sono denominati nella valuta di conto (euro).
Il fair value dei leasing finanziari contratti dal Gruppo approssima il valore contabile.
I debiti per leasing finanziari sono garantiti al locatore attraverso i diritti sui beni in locazione.

Passività non correnti altre

Ammontano ad Euro 101.766 migliaia e sono riferiti ai ricavi rivenienti dalla concessione a terzi
operatori delle infrastrutture della società (IRU). La metodologia di contabilizzazione seguita per
tali ricavi prevede infatti che gli stessi vengano riconosciuti a conto economico lungo la durata del
contratto. La durata di detti contratti è fino a 25 anni.




11. Passività correnti
Debiti commerciali e altri debiti

I debiti commerciali sono rilevati al valore nominale ed il dettaglio della voce è il seguente:

DEBITI COMMERCIALI ED ALTRI DEBITI                         31/12/2006       31/12/2005       DIFFERENZA
Debiti verso fornitori e fatture da ricevere                       94.011          136.878            (23)
Debiti verso altri                                                 19.954            6.860             470
TOTALE                                                            113.965          143.738             447

Sono compresi importi connessi ad acquisti di natura commerciale e altre tipologie di costi.
Il management stima che il valore contabile dei debiti verso fornitori e altri debiti approssimi il loro
fair value. Nella voce debiti verso altri 1.596 migliaia di euro sono dovuti a debiti verso istituti di
previdenza; la voce include inoltre gli acconti versati da clienti per euro 14,1 milioni, la
valorizzazione delle ferie da fruire dai dipendenti al 31 dicembre 2006 e gli stipendi relativi al
mese di dicembre 2006 che verranno liquidati nel corso del mese successivo. Infine, concorrono
alla formazione del saldo anche i depositi cauzionali ricevuti da clienti pari ed euro 1.772 migliaia.
Al fine di rendere i dati omogenei e comparabili alla voce debiti verso altri al 31 dicembre 2005 è
stato tolto il valore dei ratei e risconti, riclassificati nelle passività correnti altre.


Scoperti e finanziamenti bancari

Il debito verso banche è rappresentato principalmente da un’operazione finanziaria con Unicredit
per Euro 10 milioni, da scoperti di conto corrente per euro 8.570 migliaia, dalla quota a breve dei
mutui sottoscritti per l’acquisto degli immobili (per euro 992 migliaia) e dalla quota a breve dei
debiti finanziari derivanti dall’applicazione dello IAS 17 (per euro 1.520 migliaia).



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                          119
Obbligazioni convertibili

Le obbligazioni convertibili sono strumenti finanziari composti da una componente di passività e
una componente di patrimonio netto. Alla data di emissione, il fair value della componente di
passività è stimato utilizzando il tasso di interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari
non convertibili. La differenza fra l’importo netto ricavato dall’emissione e il fair value assegnato
alla componente di passività, che rappresenta l’opzione implicita di convertire le obbligazioni in
azioni del Gruppo, è inclusa nel patrimonio netto come riserva di capitale.
Gli eventuali costi di emissione sono suddivisi fra la componente di passività e la componente di
patrimonio netto in base al loro rispettivo valore contabile alla data di emissione. La parte relativa
al patrimonio netto è posta direttamente a riduzione dello stesso.
Gli interessi passivi relativi alla componente di passività sono calcolati usando il tasso di interesse
corrente sul mercato per obbligazioni similari non convertibili. La differenza fra questo ammontare
e l’interesse effettivamente pagato è aggiunta al valore contabile delle obbligazioni convertibili.

Il derivato implicito (opzione di conversione in proprie azioni) è, secondo i §§ 29, 30, 31 e 32 dello
IAS 32, uno strumento di equity e tale deve essere classificato al momento dell’emissione.
Pertanto, un’obbligazione convertibile deve essere scorporata in uno strumento di debito
(obbligazione) e uno strumento di equity (iscrizione a Patrimonio netto del valore dell’opzione), e
la determinazione del valore dell’opzione si ricava in base a quanto definito dal §AG31 e dallo Ias
32.

Il valore da contabilizzare a Patrimonio Netto è la differenza tra valore emesso e valore calcolato
secondo quanto detto precedentemente. La riserva di Patrimonio Netto rappresenta i maggiori
interessi che sarebbero stati corrisposti senza la conversione.

In base a IFRS 1 par. 23, il neo utilizzatore non è tenuto a separare le due componenti se la
componente del passivo non è più sussistente prima della data di passaggio agli IFRS.

OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI


Valore nominale del prestito obbligazionario emesso                                              17.000
Componente di patrimonio netto (al netto di imposte differite)                                    (760)
Imposte differite passive                                                                         (198)
                                                                                                 16.042
Componente di debito alla data di emissione
Interessi contabilizzati                                                                            715
Interessi pagati


Componente di debito alla data del 31 dicembre 2006                                              16.757


Trattasi del Prestito obbligazionario “Eutelia 2004-2007 Convertibile” deliberato dall’assemblea
straordinaria del 26/06/2004 di Eutelia ante fusione. Il prestito è stato parzialmente convertito nel
mese di maggio 2005 per nominali Euro 17 milioni ad un prezzo di esercizio di Euro 9,375 per
azione. Le caratteristiche del prestito obbligazionario sono le seguenti:

Prestito obbligazionario “Eutelia 2004-2007 Convertibile”
Importo emesso Euro 34.000.000 costituito da numero 6.800 obbligazioni dal valore nominale di
Euro 5.000 cadauna. Periodo di sottoscrizione 10/08/2004 – 31/12/2004. Scadenza 30/04/2007. Le
obbligazioni non fruttano interessi.


RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                       120
Debiti tributari


DEBITI TRIBUTARI                                           31/12/2006       31/12/2005      DIFFERENZA


Ritenute da versare                                                1.492            1.209             283
Imposte sul reddito                                                  766              421             345
imposte indirette ex l.289/02                                        263              263               0
IVA a debito                                                           0            2.255          -2.255
TOTALE                                                             2.521            4.148          -1.627




La ritenute da versare rappresentano il debito verso l’Erario per le trattenute operate quale sostituto
d’imposta e risultano correttamente versate alla scadenza prevista dalle disposizioni normative.
I debiti per imposte su reddito rappresentano i versamenti che dovranno essere effettuati alle
scadenze fiscali.

Altre passività correnti

La voce passività correnti altre è composta da ratei e risconti passivi che ammontano a euro 4.446
migliaia e misurano proventi e oneri la cui competenza è anticipata o posticipata rispetto alla
manifestazione numeraria e/o documentale; essi prescindono dalla data di pagamento o riscossione
dei relativi proventi e oneri, comuni a due o più esercizi e ripartibili in ragione del tempo. Sono
principalmente riferiti ai ricavi rivenienti dalla concessione a terzi operatori delle infrastrutture
della
società (IRU) con competenza entro i 12 mesi ed ai loro canoni annuali di manutenzione. La
metodologia di contabilizzazione seguita per tali ricavi prevede infatti che gli stessi vengano
riconosciuti a conto economico lungo la durata del contratto.

12. Garanzie
Il Gruppo ha prestato fidejussioni rilasciate a terzi principalmente per scavi e posa fibra,
partecipazioni a gare ed appalti e contratti di interconnessione; la composizione è la seguente:


                                                           31 dicembre 2006          31 dicembre 2005


Garanzie ricevute da terzi:
    Banca di Roma                                                          1.121                   1.112
    La Fondiaria                                                           3.440                     154
    Sic Assicurazione                                                      2.058                   4.071
    Finanziaria Italiana                                                      29                   1.303
    C.R.T.                                                                     0                       8
    Liguria Assicurazioni                                                      9                       9
    Nuova Tirrena                                                            273                     224
Totale garanzie ricevute da terzi                                          6.930                   6.881

Totale                                                                     6.930                   6.881




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                           121
Le garanzie ricevute da terzi a favore del Gruppo riguardano principalmente:
   • per Euro 3,2 milioni, fidejussioni rilasciate da La Fondiaria. I beneficiari di tali garanzie
       sono vari comuni per la concessione per scavi e posa fibra;
   • per Euro 2 milioni, fidejussioni rilasciate da Sic Assicurazioni a garanzia di un rimborso
       IVA;
   • per Euro 0,5 milioni, fidejussioni rilasciate da Banca di Roma a garanzia di una convenzione
       con A.N.A.S. Ente Nazionale per le Strade;
   • per Euro 0,3 milioni, fidejussioni rilasciate da Banca di Roma a garanzia della realizzazione
       di una rete in fibra;
   • per Euro 0,3 milioni, fidejussioni rilasciate da Banca di Roma a garanzia dei rapporti di
       interconnessione.
   • per Euro 0,273 milioni, fidejussioni rilasciate da Nuova Tirrena a favore del comune di La
       Spezia per la concessione per scavi e posa fibra.




13. Utili per azione
Il calcolo dell’utile per azione di base e diluito è basato sui seguenti dati:

UTILI PER AZIONE                                                                        31/12/2006           31/12/2005


Utili
Utile netto dell'esercizio (euro)                                                              337.000             -3.908.000
Effetto di diluizione derivante da azioni ordinarie potenziali:                                      0                      0
Interessi su azioni convertibili (al netto delle imposte)                                            0                      0
Utile per le finalità di determinazione degli utili per azione diluiti                         337.000             -3.908.000


Numero di azioni
Numero medio ponderato di azioni ordinarie                                                   65.418.038           65.418.038
Effetti di diluizione derivanti da azioni ordinarie potenziali:
opzioni su azioni                                                                                     0                    0
obbligazioni convertibili                                                                     1.813.333            1.813.333
Numero medio ponderato di azioni ordinarie per determinare l'utile per azione diluito        67.231.371           67.231.371


UTILE BASE PER AZIONE                                                                                0,005                -0,060
UTILE PER AZIONE DILUITO                                                                             0,005                -0,058


14. Informazioni sui rischi finanziari
Gestione Rischi Finanziari

Le attività del Gruppo sono esposte ai consueti rischi finanziari: il rischio di mercato (inclusivo del
rischio cambio e del rischio prezzo), il rischio di credito ed il rischio di interesse. La strategia
adottata dal Gruppo in merito alla gestione dei rischi finanziari si basa sulla impossibilità di poter
influenzare i mercati esterni, conseguentemente la strategia adottata si focalizza sul tentativo di
ridurre gli effetti negativi per le performance finanziarie del Gruppo stesso.



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                               122
Rischio di mercato

Il Gruppo opera perlopiù a livello nazionale oltre che a livello internazionale ed è esposta, anche se
in maniera del tutto marginale, al rischio delle oscillazioni dei cambi originatesi nel mercato delle
valute estere, principalmente dollaro e lira sterlina; il Gruppo non pone in essere attività di
copertura specifica di tale rischio.

Rischio di credito

Il Gruppo non manifesta significative concentrazioni del rischio di credito in quanto la strategia
adottata relativa agli affidamenti concessi ai clienti è basata su un’approfondita selezione del
portafoglio.

Rischio di interesse

Il Gruppo non ha in essere significative attività finanziarie e la redditività non risulta dipendente
dall’andamento dei tassi di interesse.

Inoltre i tassi di interesse relativi a finanziamenti a medio-lungo termine risultano variabili,
conseguentemente il Gruppo non risulta sottoposto al rischio di oscillazione dei tassi.

15. Operazioni con parti correlate
Gli effetti sul conto economico e sullo stato patrimoniale del Gruppo, per l’esercizio 2006, dei
rapporti intrattenuti con parti correlate, identificate secondo il principio contabile IAS 24, sono
riportati di seguito:

                                                                                       Parti correlate
       Incidenza delle operazioni con parti correlate               Totale *
                                                                                   Valore assoluto       %
* voci del bilancio interessate da operazioni con parti correlate
a) Incidenza delle operazioni con parti correlate sulle voci
dello stato patrimoniale
Crediti commerciali                                                     174.825              490         0,28%
Attività finanziarie a lungo termine                                                                     0,00%
Attività finanziarie a breve termine                                           -               -         0,00%
Debiti commerciali                                                      116.373               32         0,03%
Passività finanziarie a lungo termine                                         -                -         0,00%
Passività finanziarie a breve termine                                         -                -         0,00%

b) Incidenza delle operazioni con parti correlate sulle voci
di conto economico
Ricavi operativi                                                        430.519               205        0,05%
Costi di acquisto e prestazioni di servizi                              354.726             3.683        1,04%
Proventi finanziari                                                            -                -        0,00%

c) Incidenza delle operazioni con parti correlate sui flussi
finanziari
Ricavi operativi                                                                                         0,00%
Costi di acquisto e prestazioni di servizi                                     -                -        0,00%
Proventi finanziari                                                            -                -        0,00%



RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                              123
  Oneri finanziari                                                                         -                        -             0,00%


  16. Eventi ed operazioni significative non ricorrenti
  Ai sensi della Comunicazione Consob del 28 luglio 2006 si precisa che le operazioni significative
  non ricorrenti poste in essere nell’esercizo 2006, dalle quali sono derivati oneri pari a complessivi
  Euro 3.594 migliaia e proventi pari a complessivi Euro 10.700 migliaia, sono riconducibili alla
  transazione Meliorbanca.
                     Eventi ed operazioni significative non ricorrenti
                                                                                                 Indebitamento          Flussi Finanziari
                                                      Patrimonio netto Risultato del periodo
                                                                                                finanziario netto              (*)
                                                        Val ass     %    Val ass       %        Val ass      %          Val ass     %
Valori di bilancio (A)                                  301.216               134                (20.236)                 4.484
Effetto transazione Meliorbanca                          (4.459) 1,48%    (4.459) 3327,61%        (7.106) 35,12%        (7.106) 158,47%

Totale (B)                                                  (4.459) 1,48%        (4.459) 3327,61%         (7.106) 35,12% (7.106) 158,47%
Valore figurativo lordo in bilancio (A+B)                  296.757               (4.325)                 (27.342)             (2.622)
(*) i flussi finanziari si riferiscono all'aumento (o diminuzione) nell'esercizio delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti




  17. Posizioni derivanti da operazioni atipiche e/o inusuali
  Nell’ambito di una più generale riorganizzazione delle attività aziendali che vedono la
  focalizzazione nei servizi cosiddetti wholesale di alcuni settori di business, nel corso dell’esercizio,
  la capogruppo ha concluso un accordo per affidare alla società Voiceplus S.r.l. la gestione delle
  numerazioni non geografiche.




  RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                                     124
18. Posizione finanziaria netta
Secondo quanto richiesto dalla comunicazione Consob del 28 luglio 2006 e in conformità con la
Raccomandazione del CESR del 10 febbraio 2005 "Raccomandazioni per l’attuazione uniforme del
regolamento della Commissione Europea sui prospetti informativi”, si segnala che la posizione
finanziaria netta del Gruppo al 31 dicembre 2006 è la seguente:

                                                                            31-dic-06              31-dic-05
                                                                          Gruppo Eutelia         Gruppo Eutelia
                                                              Euro/000
  Componenti attive


  Crediti finanziari a breve termine                                        3.038                  5.830
  Crediti finanziari a medio lungo termine                                       -                      -
  Investimenti finanziari a breve                                           1.284                    681
  Disponibilità liquide                                                                 30.343                 23.110


                                               Totale componenti attive                 34.665                 29.621


  Componenti passive


  Debiti finanziari a medio lungo termine                                            (16.457)               (18.588)
  Debiti finanziari a breve termine                                                  (38.444)               (20.634)


                                             Totale componenti passive               (54.901)               (39.222)


  Posizione finanziaria netta IAS                                                    (20.236)                  (9.601)



Il peggioramento della posizione finanziaria netta è riconducibile esclusivamente all’accensione da
parte della capogruppo del mutuo per 15,6 milioni di euro, finalizzato all’acquisto dell’immobile di
Roma.




RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2006                                                                                            125
                                                 Eutelia S.p.A.
                                                       Allegato 1




Per completezza e per maggior comparabilità dell’esposizione, viene allegato al presente Bilancio
una situazione individuale pro-forma al 31 dicembre 2005 (12 mesi), composta dal semestre
1/7/2005-31/12/2005 e dal semestre chiuso al 30 giugno 2005, che si ricorda, riguardava i dati della
nuova realtà venutasi a definire dopo la fusione (gennaio 2005) avendola opportunamente depurata
dei sei mesi 01/07/2004-31/12/2004 della sola NTS ante fusione con Eutelia.


 Conto Economico al 31/12/2006
Euro/1000
                                                                        31/12/2006                31/12/2005
                                                                                               12 mesi Proforma
Ricavi                                                                               400.030                 451.300
Altri proventi                                                                        30.489                  27.264

TOTALE RICAVI E PROVENTI OPERATIVI                                                   430.519                478.563

Costi per acquisti                                                                     1.040                    780
Costi per servizi                                                                    354.726                404.017
Costi per il personale                                                                24.743                 29.010
Altri costi operativi                                                                  3.102                  4.128
Ammortamenti immateriali                                                              14.774                 32.456
Ammortamenti materiali                                                                30.991                 29.430
Accantonamenti e ripristini/svalutazioni attività non correnti                         2.263                    756

RISULTATO OPERATIVO (EBIT)                                                           (1.120)                (22.015)

Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al patrimonio netto                      0                    448
Proventi finanziari                                                                      929                    805
Oneri finanziari                                                                       2.333                  2.627

RISULTATO ANTE IMPOSTE DELLE ATTIVITA'                                               (2.524)                (24.285)

Imposte                                                                              (6.221)                  2.653

RISULTATO NETTO ATTIVITA' CONTINUATIVE                                               (8.745)                (21.632)




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                          126
B.2 Stato Patrimoniale al 31/12/2006
Euro/1000
Attività non correnti                                      31/12/2006            31/12/2005

Attività immateriali:
Attività immateriali a vita definita                                102.047               107.950
Altre                                                                   264                    87
totale                                                              102.311               108.037

Attività materiali:
Terreni, impianti, macchinari, attrezzature di proprietà            205.726               209.818
Altre                                                                11.919                10.499
totale                                                              217.645               220.318

Altre attività non correnti:
Partecipazioni                                                          17.217                 4.311
Titoli finanziari                                                          681                   681
Imposte anticipate                                                      44.760                45.520
Altre                                                                      616                   659
totale                                                                  63.274                51.171

TOTALE ATTIVITA' NON CORRENTI                                       383.230               379.526



Attività correnti

Crediti commerciali ed altri crediti                                174.825               187.903
Attività finanziarie                                                    597                   577
Rimanenze                                                               532                     0
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti                            25.453                22.202
Altre                                                                 2.481                 2.359

TOTALE ATTIVITA' CORRENTI                                           203.888               213.040



TOTALE ATTIVITA'                                                    587.118               592.566




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                          127
Patrimonio netto e passività           31/12/2006          31/12/2005

Capitale                                         34.017              34.017
Riserva di sovrapprezzo delle azioni            158.133             161.677
Azioni Proprie                                   (1.685)               (344)
Altre riserve                                   101.334             100.648
Riserva IAS                                        2.933                 783
utile (perdita) portata a nuovo                      112                   0
utili (perdite) d'esercizio                      (8.745)             (3.288)


TOTALE PATRIMONIO NETTO                         286.099             293.494



Passività non correnti

Fondi rischi ed oneri                            19.088                 14.430
Trattamento fine rapporto                         3.620                  3.654
Obbligazioni convertibili                             0                 16.043
Prestiti e finanziamenti                         16.415                  2.543
Altre                                           101.766                 87.212



TOTALE PASSIVITA' NON CORRENTI                  140.888             123.881



Passività correnti

Debiti commerciali e altri debiti               116.373             144.365
Scoperti bancari e Finanziamenti                 21.082              22.646
Obbligazioni convertibili                        16.758                   0
Debiti tributari                                  1.647               3.447
Altre                                             4.270               4.732

TOTALE PASSIVITA' CORRENTI                      160.130             175.191



TOTALE PASSIVITA'                               301.019             299.072
TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'            587.118             592.566




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                    128
                                             Gruppo Eutelia
                                                       Allegato 2




Per completezza e per maggior comparabilità dell’esposizione, viene allegato al presente Bilancio
una situazione consolidata pro-forma al 31 dicembre 2005 (12 mesi), che per la Capogruppo era
composta dal semestre 1/7/2005-31/12/2005 e dal semestre chiuso al 30 giugno 2005, che si
ricorda, riguardava i dati della nuova realtà venutasi a definire dopo la fusione (gennaio 2005)
avendola opportunamente depurata dei sei mesi 01/07/2004-31/12/2004 della sola NTS ante fusione
con Eutelia.


 Conto Economico al 31/12/2006
Euro/1000
CONTO ECONOMICO                                                         31/12/2006                31/12/2005
                                                                                               12 Mesi Proforma
Ricavi                                                                               415.226                 452.861
Altri proventi                                                                        31.370                  25.904

TOTALE RICAVI E PROVENTI OPERATIVI                                                   446.596                478.765

Costi per acquisti                                                                     1.918                  1.280
Costi per servizi                                                                    362.273                401.815
Costi per il personale                                                                28.497                 30.266
Altri costi operativi                                                                  3.228                  4.662
Ammortamenti immateriali                                                              16.394                 31.985
Ammortamenti materiali                                                                31.548                 30.503
Accantonamenti e ripristini/svalutazioni attività non correnti                         2.270                  1.282

RISULTATO OPERATIVO (EBIT)                                                              469                 (23.028)

Quota dei risultati delle partecipazioni valutate al patrimonio netto                  8.876                    645
Proventi finanziari                                                                      947                  1.110
Oneri finanziari                                                                       2.349                  2.739

RISULTATO ANTE IMPOSTE DELLE ATTIVITA'                                                 7.943                (25.302)

Imposte                                                                              (7.606)                  2.837

RISULTATO NETTO ATTIVITA' CONTINUATIVE                                                  337                 (22.465)

Risultato attribuibile a terzi                                                          203                    (106)

RISULTATO NETTO ATTRIBUIBILE AL GRUPPO                                                  134                 (22.359)




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                                          129
B.2 Stato Patrimoniale al 31/12/2006
Euro/1000
Attività non correnti                                      31/12/2006            31/12/2005

Attività immateriali:
Attività immateriali a vita definita                                114.739               107.677
Altre                                                                 3.338                   241
totale                                                              118.078               107.918

Attività materiali:
Terreni, impianti, macchinari, attrezzature di proprietà            208.829               213.139
Altre                                                                12.077                10.602
totale                                                              220.906               223.741

Altre attività non correnti:
Partecipazioni                                                          12.631                 1.168
Titoli finanziari                                                          686                   681
Imposte anticipate                                                      44.876                45.679
Altre                                                                      616                   659
totale                                                                  58.809                48.187

TOTALE ATTIVITA' NON CORRENTI                                       397.793               379.846



Attività correnti

Crediti commerciali ed altri crediti                                171.323               183.839
Attività finanziarie                                                    597                   577
Rimanenze                                                               610                   154
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti                            28.645                23.110
Altre                                                                 2.907                 2.753

TOTALE ATTIVITA' CORRENTI                                           204.083               210.434



TOTALE ATTIVITA'                                                    601.876               590.279




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                                          130
Patrimonio netto e passività             31/12/2006           31/12/2005

Capitale                                           34.017               34.017
Riserva di sovrapprezzo delle azioni              158.133              162.001
Azioni Proprie                                     (1.685)                (344)
Altre riserve                                     100.357              100.572
Riserva di Consolidamento                                -                    2
Riserva IAS                                            154                  210
utile (perdita) portata a nuovo                      1.926                  173
utili (perdite) d'esercizio                            134              (3.911)

PATRIMONIO NETTO DI GRUPPO                        293.037              292.719

Capitale, riserve e risultato di terzi                8.179                  330


TOTALE PATRIMONIO NETTO                           301.216              293.049



Passività non correnti

Fondi rischi ed oneri                              19.206                  14.397
Trattamento fine rapporto                           3.854                   3.717
Obbligazioni convertibili                               -                  16.043
Prestiti e finanziamenti                           16.457                   2.546
Altre                                             101.766                  87.212



TOTALE PASSIVITA' NON CORRENTI                    141.283              123.914



Passività correnti

Debiti commerciali e altri debiti                 113.965              143.738
Scoperti bancari e Finanziamenti                   21.686               20.634
Obbligazioni convertibili                          16.758                    -
Debiti tributari                                    2.521                4.148
Altre                                               4.446                4.795

TOTALE PASSIVITA' CORRENTI                        159.377              173.316



TOTALE PASSIVITA'                                 300.661              297.230
TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'              601.876              590.280




RELAZIONE ANNUALE 2006                                                       131
                              Allegato IAS




Impatti della transizione ai Principi Contabili
Internazionali (IFRS)
Il Gruppo Eutelia, con l’entrata in vigore del Regolamento Europero n° 1.606 del Luglio 2002, ha
adottato i Principi Contabili Internazionali (IFRS) emessi dall’International Accounting Standards
Board nella preparazione del bilancio consolidato già al 30 giugno 2005. In base alla normativa
nazionale attuativa del suddetto Regolamento, il bilancio d’esercizio della Capogruppo Eutelia
S.p.A. è stato predisposto secondo i suddetti principi a decorrere dall’esercizio 2006 appena
conclusosi. Conseguentemente la Capogruppo Eutelia S.p.A. presenta i dati dell’anno 2006
applicando gli IFRS.

Questo Allegato evidenzia:
   - la riconciliazione del risultato d’esercizio e del patrimonio netto secondo i precedenti
       principi (principi contabili italiani) ed il risultato d’esercizio ed il patrimonio netto secondo
       gli IFRS per i precedenti periodi presentati ai fini comparativi come richiesto dall’IFRS 1-
       Prima adozione degli IFRS ;
   - una descrizione dei Principi adottati dalla società a partire dalla data di passaggio agli
       Ias/Ifrs.

Tale informativa è stata predisposta nell’ambito del processo di conversione agli IFRS e per la
predisposizione del bilancio d’esercizio della Eutelia S.p.A. al 31 dicembre 2006 secondo gli IFRS
così come approvati dalla comunità europea. Include tutti i prospetti, le informazioni comparative e
note esplicative necessari per fornire una rappresentazione completa in conformità agli IFRS, della
situazione finanziaria e del risultato economico della Eutelia S.p.A. al 31 dicembre 2006.

Le rettifiche sono state predisposte in conformità ai principi contabili IAS/IFRS ad oggi in vigore. Il
processo di omologazione da parte della Commissione e l’attività di adeguamento ed interpretativa
degli organismi ufficiali a ciò preposti è tuttora in corso.

Eutelia S.p.A. predispone le relazioni periodiche individuali secondo gli IAS/IFRS, a partire dalla
semestrale del 30 giugno 2006. I dati patrimoniali IAS/IFRS sono stati ottenuti apportando ai dati
consuntivi, redatti secondo le norme di legge italiane, le opportune riclassifiche e rettifiche
IAS/IFRS per rispecchiare le modifiche richieste dai Principi Contabili Internazionali.

A. Prima Applicazione degli IFRS

Lo Stato Patrimoniale di transizione riflette alcune differenze di trattamento rispetto al Bilancio al
30 giugno 2005 redatto in conformità ai Principi Contabili Italiani:

RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                            132
   a) Le attività e passività la cui iscrizione è richiesta dagli IFRS, comprese quelle non previste
      in applicazione dei Principi Contabili Italiani, sono state rilevate e valutate secondo gli
      IFRS.
   b) Tutte le attività e passività la cui iscrizione è richiesta dai Principi Contabili Italiani, ma non
      è consentita dagli IFRS, sono state eliminate.
   c) Le voci che lo richiedevano sono state riclassificate secondo quanto previsto dagli IFRS.

Gli effetti di queste rettifiche sono stati riconosciuti direttamente nel patrimonio netto di apertura
alla data di prima applicazione degli IFRS (1 luglio 2005).

B. Esenzioni facoltative adottate da Eutelia S.p.A.

     •   Aggregazioni di imprese: la società ha scelto di non applicare in modo retrospettivo
         l’IFRS 3 per le operazioni avvenute prima della data di transizione agli IFRS.

C. Sommario dei principi contabili adottati da Eutelia S.p.A.

ATTIVITA’ NON CORRENTI

Attività Immateriali a vita definita

In questa categoria è incluso il valore attribuibile ad attività immateriali a vita utile definita. Tali
attività sono composte da know- how acquisito nel corso di esercizi precedenti ed avente vita utile
di 5 anni. L’attività in questione, a cadenza annuale, viene sottoposta a test di impairment per
verificare l’eventuale perdita di valore.
Nella categoria sono contenuti anche diritti di attraversamento pluriennale di rete non di proprietà
che sono rilevati al costo di acquisto e sono ammortizzati lungo la durata del contratto stesso.


Altre immobilizzazioni immateriali

Le altre attività immateriali acquistate o prodotte internamente sono iscritte all’attivo, secondo
quanto disposto dallo IAS 38 – Attività immateriali, quando è probabile che l’uso dell’attività
genererà benefici economici futuri e quando il costo dell’attività può essere determinato in modo
attendibile.
Tali attività sono valutate al costo di acquisto o di produzione ed ammortizzate a quote costanti
lungo la loro vita utile stimata.

Aggregazioni di imprese

Il costo dell’acquisizione è determinato dalla sommatoria dei valori correnti, alla data di
ottenimento del controllo delle attività date, delle passività sostenute o assunte, e degli strumenti
finanziari emessi in cambio del controllo dell’impresa acquisita, più i costi direttamente attribuibili
all’aggregazione.

Le attività, le passività e le passività potenziali identificabili dell’impresa acquisita che rispettano le
condizioni per l’iscrizione secondo Ifrs 3 sono rilevate ai loro valori correnti alla data di
acquisizione, ad eccezione delle attività non correnti (o gruppi in dismissione) che sono classificate
come detenute per la vendita in accordo con l’Ifrs 5, le quali sono iscritte e valutate a valori correnti
meno i costi di vendita.

RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                              133
Terreni, fabbricati, impianti, macchinari e attrezzature di proprietà

Gli impianti, i macchinari e gli altri beni, utilizzati per la fornitura di beni e servizi o per scopi
amministrativi sono iscritti in Bilancio al costo di acquisto o di produzione, dedotti i successivi
ammortamenti e le eventuali svalutazioni per perdite di valore.

La società ha ritenuto opportuno variare il principio di valutazione della categoria terreni e
fabbricati, passando dal metodo del costo storico a quello del fair value secondo quanto previsto
dallo IAS 16.

Le ragioni del cambiamento del criterio di valutazione della categoria dei terreni e fabbricati è
riconducibile ad una migliore e più veritiera rappresentazione del patrimonio immobiliare della
società non più rappresentato dal criterio del costo storico.

I criteri e le assunzioni per la determinazione del fair value si sono basati su perizie effettuate da
professionisti indipendenti.

Con l’applicazione del fair value la società, per la categoria indicata, non rileverà più gli
ammortamenti, ma alla fine di ogni esercizio procederà all’aggiornamento del valore corrente.


L’ammortamento delle altre categorie di immobilizzazioni materiali, viene determinato, a quote
costanti, sul costo dei beni al netto dei relativi valori residui, in funzione della loro stimata vita utile
applicando le seguenti aliquote percentuali:

macchinari elettronici ed elaboratori                 20%
centrali telefoniche                                  12%
macchinari industriali per cablaggio                  25%
impianti                                              15%
impianti specifici (telefonici)                       12%
mobili e arredi                                       12%
telefoni cellulari                                    20%
automezzi, ciclomotori                                25%
insegne                                               20%
aeromobili                                            14%
rete aerea in fibra ottica                             6%
rete a terra in fibra ottica                           4%

Le attività detenute in seguito a contratti di locazione finanziaria sono ammortizzate in base alla
loro stimata vita utile come per le attività detenute in proprietà oppure, se inferiore, in base ai
termini di scadenza dei contratti di locazione.
Gli utili derivanti da cessioni o dismissioni di cespiti sono determinati come differenza fra il ricavo
di vendita e il valore netto contabile dell’attività e sono imputati al conto economico dell’esercizio.

Leasing

I contratti di locazione sono classificati come locazioni finanziarie ogniqualvolta i termini del
contratto sono tali da trasferire sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà al locatario.
Tutte le altre locazioni sono considerate operative.


RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                               134
Le attività oggetto di contratti di locazione finanziaria sono rilevate come attività della società al
loro fair value alla data di stipulazione del contratto, oppure, se inferiore, al valore attuale dei
pagamenti minimi dovuti per il leasing. La corrispondente passività verso il locatore è inclusa nello
stato patrimoniale come passività per locazioni finanziarie. I pagamenti per i canoni di locazione
sono suddivisi fra quota capitale e quota interessi in modo da raggiungere un tasso di interesse
costante sulla passività residua. Gli oneri finanziari sono direttamente imputati al conto economico
dell’esercizio, a meno che essi non siano attribuibili a specifiche attività, nel qual caso essi sono
capitalizzati in accordo con le politiche generali della società sugli oneri finanziari.
I costi per canoni di locazione derivanti da locazioni operative sono iscritti a quote costanti in base
alla durata del contratto.


Perdite di valore (“impairment”)

Ad ogni data di Bilancio, la società rivede il valore contabile delle proprie attività materiali e
immateriali per determinare se vi siano indicazioni che queste attività abbiano subito riduzioni di
valore. Qualora queste indicazioni esistano, viene stimato l’ammontare recuperabile di tale attività
per determinare l’eventuale importo della svalutazione. Dove non sia possibile stimare il valore
recuperabile di un’attività individualmente, la società effettua la stima del valore recuperabile
dell’unità generatrice di flussi finanziari a cui l’attività appartiene.
Le attività immateriali a vita utile indefinita costituite dall’avviamento, vengono verificate
annualmente e ogni qualvolta vi è un’indicazione di una possibile perdita di valore al fine di
determinare una eventuale svalutazione.
L’ammontare recuperabile è il maggiore fra il fair value al netto dei costi di vendita e il valore
d’uso. Nella determinazione del valore d’uso, i flussi di cassa futuri stimati sono scontati al loro
valore attuale utilizzando un tasso al lordo delle imposte che riflette le valutazioni correnti di
mercato del valore del denaro e dei rischi specifici dell’attività.
Se l’ammontare recuperabile di un' attività (o di una unità generatrice di flussi finanziari) è stimato
essere inferiore rispetto al relativo valore contabile, esso è ridotto al minor valore recuperabile. Una
perdita di valore è rilevata nel conto economico immediatamente.
Quando una svalutazione non ha più ragione di essere mantenuta, il valore contabile dell’attività ad
eccezione dell’avviamento, è incrementato al nuovo valore derivante dalla stima del suo valore
recuperabile, ma non oltre il valore netto di carico che l’attività avrebbe avuto se non fosse stata
effettuata la svalutazione per perdita di valore. Il ripristino del valore è imputato al conto economico
immediatamente.


Partecipazioni in imprese controllate e collegate

Le partecipazioni in imprese controllate e collegate sono iscritte al costo rettificato in presenza di
perdite di valore.
La differenza positiva, emergente all’atto dell’acquisto, tra il costo di acquisizione e la quota di
patrimonio netto a valori correnti della partecipata di competenza della società è, pertanto, inclusa
nel valore di carico della partecipazione.
Le partecipazioni in imprese controllate e collegate sono sottoposte ogni anno, o se necessario più
frequentemente, a verifica circa eventuali perdite di valore. Qualora esistano evidenze che tali
partecipazioni abbiano subito una perdita di valore, la stessa è rilevata nel conto economico come
svalutazione. Nel caso l’eventuale quota di pertinenza della società delle perdite della partecipata
ecceda il valore contabile della partecipazione, e la società abbia l’obbligo di risponderne, si
procede ad azzerare il valore della partecipazione e la quota delle ulteriori perdite è rilevata come


RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                            135
fondo nel passivo. Qualora, successivamente, la perdita di valore venga meno o si riduca, è rilevato
a conto economico un ripristino di valore nei limiti del costo.

Titoli Finanziari

I titoli finanziari iscritti in bilancio sono valutati in accordo con quanto previsto dal principio
contabile IAS 39. In particolare, le attività finanziarie sono rilevate ed eliminate dal bilancio sulla
base della data di negoziazione e sono inizialmente valutate al costo, inclusivo degli oneri
direttamente connessi con l’acquisizione.
Alle date di bilancio successive, le attività finanziarie che la Società ha l’intenzione e la capacità di
detenere fino alla scadenza sono rilevate al costo ammortizzato secondo il metodo del tasso di
interesse effettivo, al netto delle svalutazioni effettuate per riflettere le perdite di valore



ATTIVITA’ CORRENTI

Crediti commerciali

I crediti commerciali sono rilevati al valore nominale ridotto da una appropriata svalutazione per
riflettere la stima delle perdite su crediti. Tale fondo è calcolato sulla base delle valutazioni di
recupero effettuate mediante analisi delle singole posizioni e della rischiosità complessiva del
monte crediti tenendo conto delle garanzie e delle coperture assicurative esistenti.
I crediti con scadenza superiore ad un anno, infruttiferi o che maturano interessi inferiori al
mercato, sono attualizzati utilizzando i tassi di mercato.



Attività finanziarie

Le attività finanziarie sono rilevate ed eliminate dal Bilancio sulla base della data di negoziazione e
sono inizialmente valutate al costo, inclusivo degli oneri direttamente connessi all’acquisizione.
Alle date di Bilancio successive, le attività finanziarie che la società ha l’intenzione e la capacità di
detenere fino alla scadenza sono rilevate al costo ammortizzato secondo il metodo del tasso
d’interesse effettivo, al netto delle svalutazioni effettuate per riflettere le perdite di valore.
Le attività finanziarie diverse da quelle detenute fino alla scadenza sono classificate come detenute
per la negoziazione o disponibili per la vendita, e sono valutate ad ogni periodo al fair value.
Quando le attività finanziarie sono detenute per la negoziazione, gli utili e le perdite derivanti dalle
variazioni nel fair value sono imputati al conto economico del periodo; per le attività finanziarie
disponibili per la vendita, gli utili e le perdite derivanti dalle variazioni nel fair value sono imputati
direttamente al patrimonio netto fintanto che esse sono cedute o abbiano subito una perdita di
valore; in quel momento, gli utili o le perdite complessivi precedentemente rilevati nel patrimonio
netto sono imputati al conto economico del periodo.


Rimanenze

Le rimanenze sono valutate al minor valore fra il costo e valore netto di realizzo. Il costo è calcolato
utilizzando il metodo del costo specifico. Il valore netto di realizzo rappresenta il prezzo di vendita
stimato al netto dei costi stimati necessari per realizzare la vendita.


RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                             136
Cassa e mezzi equivalenti
La voce relativa a cassa e mezzi equivalenti include cassa e conti correnti bancari e depositi
rimborsabili a domanda, che sono prontamente convertibili in cassa e sono soggetti ad un rischio
non significativo di variazione di valore.

PASSIVITÀ FINANZIARIE E STRUMENTI RAPPRESENTATIVI DI PATRIMONIO
NETTO

Le passività finanziarie e gli strumenti rappresentativi di patrimonio netto emessi dalla Società
sono classificati secondo la sostanza degli accordi contrattuali che li hanno generati e in accordo
con le rispettive definizioni di passività e di strumenti rappresentativi di patrimonio netto. Questi
ultimi sono definiti come quei contratti che danno diritto a beneficiare degli interessi residui
nelle attività del gruppo dopo aver dedotto le sue passività. I principi contabili adottati per
specifiche passività finanziarie e strumenti di patrimonio netto sono indicati nel prosieguo.

PASSIVITA’ NON CORRENTI


Fondi rischi e oneri

I fondi per rischi ed oneri sono stanziati per coprire perdite e debiti, di esistenza certa o probabile,
dei quali tuttavia alla chiusura del periodo non erano determinabili l’ammontare o la data di
sopravvenienza. Gli stanziamenti sono rilevati nello stato patrimoniale solo quando esiste una
obbligazione legale o implicita che determini l’impiego di risorse atte a produrre benefici economici
per l’adempimento della stessa e se ne possa determinare una stima attendibile dell’ammontare. Nel
caso in cui l’effetto sia rilevante, gli accantonamenti sono calcolati attualizzando i flussi finanziari
futuri stimati ad un tasso di attualizzazione stimato al lordo delle imposte tale da riflettere le
valutazioni correnti di mercato del valore attuale del denaro e dei rischi specifici connessi alla
passività.

Trattamento di fine rapporto

Con l’adozione degli IFRS, il TFR è considerato un’obbligazione a benefici definiti da
contabilizzare secondo lo IAS 19 (Benefici a dipendenti), e si basa, tra l’altro, sulla vita lavorativa
dei dipendenti e sulla remunerazione percepita dal dipendente nel corso di un predeterminato
periodo di servizio. Il TFR viene determinato da attuari indipendenti utilizzando il “metodo della
proiezione unitaria del credito”(Projected Unit Credit Method).
Il Gruppo ha deciso, sia in sede di prima adozione degli IFRS, che negli esercizi a regime, di
iscrivere tutti gli utili e le perdite attuariali cumulati. I costi relativi all’incremento del valore
attuale dell’obbligazione per il TFR, derivanti dall’avvicinarsi del pagamento dei benefici, sono
inclusi tra i costi del personale.

Obbligazioni Convertibili

Le obbligazioni convertibili sono strumenti finanziari composti da una componente di passività e da
una componente di patrimonio netto. Alla data di emissione, il fair value della componente di
passività è stimato utilizzando il tasso di interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari non
convertibili. La differenza fra l’importo netto ricavato dall’emissione e il fair value assegnato alla
componente di passività, che rappresenta l’opzione implicita di convertire le obbligazioni in azioni
della società, è inclusa nel patrimonio come riserva di capitale.

RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                               137
I costi di emissione sono suddivisi fra la componente di passività e la componente di patrimonio
netto in base al loro rispettivo valore contabile alla data di emissione. La parte relativa al patrimonio
netto è posta direttamente a riduzione dello stesso.
Gli interessi passivi relativi alla componente di passività sono calcolati utilizzando il tasso
d’interesse corrente sul mercato per obbligazioni similari non convertibili. La differenza fra questo
ammontare e l’interesse effettivamente pagato è contabilizzata ad incremento del valore contabile
delle obbligazioni convertibili.

PASSIVITA’ CORRENTI

Debiti commerciali

I debiti commerciali sono rilevati al valore nominale.

Prestiti bancari

I prestiti bancari fruttiferi e gli scoperti bancari sono rilevati in base agli importi incassati, al netto
dei costi correlati all’operazione e successivamente valutati al costo ammortizzato, utilizzando il
metodo del tasso d’interesse effettivo.

Criteri di conversione delle poste in valuta

I crediti ed i debiti espressi originariamente in valuta estera sono convertiti in euro ai cambi della
data di effettuazione delle operazioni che li hanno originati. Le differenze cambio realizzate in
occasione dell'incasso dei crediti e del pagamento dei debiti in valuta estera sono iscritte al conto
economico.
I ricavi ed i proventi, i costi e gli oneri relativi ad operazioni in valuta sono iscritti al cambio
corrente alla data nella quale la relativa operazione è compiuta.
A fine esercizio le attività e le passività espresse in valuta estera, ad eccezione delle
immobilizzazioni, sono iscritte al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell’esercizio ed i
relativi utili e perdite su cambi sono imputati al conto economico.


Riconoscimento dei ricavi

I ricavi ed i proventi sono iscritti al netto di resi, sconti, abbuoni, premi, nonché delle imposte
direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi. In particolare:
• i ricavi per vendite di prodotti, quali apparecchi telefonici, router, web-cam, ecc. sono
   riconosciuti al momento del trasferimento della proprietà, che normalmente si identifica con la
   consegna o la spedizione dei beni;
• i ricavi per prestazioni di servizi sono riconosciuti sulla base della maturazione del servizio, in
   accordo con i relativi contratti e tenuto conto della competenza economica e temporale;
• i ricavi derivanti dalla cessione di diritti di utilizzo di infrastrutture di proprietà (Indefeasable
   Right of Use), sono iscritti a conto economico per competenza tenuto conto della durata
   contrattuale del diritto ceduto, senza tenere conto della possibilità di eventuali rinnovi;
• i ricavi dalla vendita di traffico, inclusi i ricavi per interconnessione, sono iscritti a conto
   economico in base all’effettiva misurazione degli stessi determinata per competenza temporale;
• i ricavi derivanti dalla vendita di traffico pre-pagato, inclusi quelli derivanti dalla vendita di carte
   telefoniche o altri mezzi tecnici simili (PIN), sono iscritti a conto economico solamente al
   momento dell’effettivo utilizzo conteggiato in funzione della competenza temporale;


RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                              138
• i ricavi rappresentati da canoni periodici sono iscritti tenendo conto della competenza
  economica;
• i proventi e gli oneri di natura finanziaria vengono riconosciuti in base alla competenza
  temporale;
• i contributi in conto capitale sono contabilizzati al momento dell’incasso o, se precedente,
  all’atto del ricevimento della formale delibera di pagamento. Sono iscritti nella voce “Risconti
  passivi” dello Stato patrimoniale e accreditati al Conto economico in proporzione
  all’ammortamento delle attività cui si riferiscono;
• i dividendi sono rilevati quando si stabilisce il diritto degli azionisti a riceverne il pagamento;
• gli interessi attivi sono rilevati in applicazione del principio della competenza temporale, sulla
  base dell’importo finanziato e del tasso di interesse effettivo applicabile, che rappresenta il tasso
  che sconta gli incassi futuri stimati lungo la vita attesa dell’attività finanziaria per riportarli al
  valore di carico contabile dell’attività stessa.

Accantonamenti

Gli accantonamenti sono iscritti in Bilancio quando la società ha un’obbligazione attuale quale
risultato di un evento passato ed è probabile cha sarà richiesto di adempiere all’obbligazione. Gli
accantonamenti sono stanziati sulla base della miglior stima della Direzione dei costi richiesti per
adempiere all’obbligazione alla data di Bilancio e sono attualizzati, quando l’effetto è significativo.

Imposte
Le imposte dell’esercizio rappresentano la somma delle imposte correnti, anticipate e differite.
Le imposte correnti sono basate sul risultato imponibile dell’esercizio. Il reddito imponibile
differisce dal risultato riportato nel conto economico, poiché esclude componenti positivi e negativi
che saranno tassabili o deducibili in altri esercizi ed esclude inoltre voci che non saranno mai
tassabili o deducibili. Le passività per imposte correnti sono calcolate utilizzando le aliquote vigenti
alla data del Bilancio.
Le imposte differite sono le imposte che ci si aspetta di pagare o di recuperare sulle differenze
temporanee fra il valore contabile delle attività e delle passività di Bilancio e il corrispondente
valore fiscale, contabilizzate secondo il metodo delle passività. Le passività fiscali differite sono
generalmente rilevate per tutte le differenze temporanee imponibili, mentre le attività fiscali
differite sono rilevate nella misura in cui si ritenga probabile che vi saranno risultati fiscali
imponibili in futuro che consentiranno l’utilizzo delle differenze temporanee deducibili. Tali attività
e passività non sono rilevate se le differenze temporanee derivano da avviamento o dall’iscrizione
iniziale (non in operazioni di aggregazioni di imprese) di altre attività o passività in operazioni che
non hanno influenza né sul risultato contabile né sul risultato imponibile.
Le passività fiscali differite sono rilevate sulle differenze temporanee imponibili relative a
partecipazioni in imprese controllate, collegate e a controllo congiunto, ad eccezione dei casi in cui
la società sia in grado di controllare l’annullamento di tali differenze temporanee e sia probabile che
queste ultime non si annulleranno nel prevedibile futuro.
Il valore di carico delle attività fiscali differite è rivisto ad ogni data di Bilancio e ridotto nella
misura in cui sia più probabile l’esistenza di sufficienti redditi imponibili tali da consentire in tutto o
in parte il recupero di tali attività.
Le imposte differite sono calcolate in base all’aliquota fiscale che ci si aspetta sarà in vigore al
momento del realizzo dell’attività o dell’estinzione delle passività. Le imposte differite sono
imputate direttamente al conto economico, ad eccezione di quelle relative a voci rilevate
direttamente a patrimonio netto, nel qual caso anche le relative imposte differite sono anch’esse
imputate al patrimonio netto.



RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                              139
Le attività e le passività fiscali differite sono compensate quando vi è un diritto legale a compensare
le imposte correnti attive e passive e quando si riferiscono ad imposte dovute alla medesima autorità
fiscale e la società intende liquidare le attività e le passività fiscali correnti su base netta.

Utile per azione
L’utile base per azione è calcolato dividendo l’utile o la perdita attribuibile agli azionisti per la
media ponderata delle azioni ordinarie in circolazione durante il periodo. L’utile diluito per azione è
calcolato dividendo l’utile o la perdita attribuibile agli azionisti per la media ponderata delle azioni
in circolazione, tenendo conto degli effetti di tutte le potenziali azioni ordinarie con effetto diluito
(ad esempio, i piani di stock option ai dipendenti e i prestiti obbligazionari convertibili).

Rapporti con società consociate e correlate
I rapporti con entità consociate e correlate sono esposti nella nota integrativa, che si intende qui
richiamata.

Principali fattori di incertezza nell’effettuazione delle stime
La redazione del bilancio e delle relative note in applicazione degli IFRS richiede da parte della
Direzione l’effettuazione di stime e di assunzioni che hanno effetto sui valori delle attività e delle
passività di bilancio e sull’informativa relativa ad attività e passività potenziali alla data di bilancio.
Le stime e le assunzioni utilizzate sono basate sull’esperienza e su altri fattori considerati rilevanti. I
risultati che si consuntiveranno potrebbero, pertanto, differire da tali stime. Le stime sono utilizzate
per valutare le attività materiali, immateriali e partecipazioni sottoposte ad impairment test come
sopra descritto oltre che per rilevare gli accantonamenti per rischi su crediti, svalutazioni di attivo,
benefici ai dipendenti, imposte, altri accantonamenti e fondi. Le stime e le assunzioni sono riviste
periodicamente e gli effetti di ogni variazione sono riflesse immediatamente a conto economico.


D. Riconciliazione del patrimonio netto al 01 luglio 2005, al 31 dicembre 2005 ed al 31 dicembre
   2006 e del risultato al 31 dicembre 2006

                                                               risultato      patrimonio    risultato      patrimonio    patrimonio
                                                               CE        al   netto    al   CE        al   netto    al   netto    al
                                                               31.12.06       31.12.06      31.12.05       31.12.05      01.07.05




        P.N. e risultato secondo principi contabili
        italiani                                               -8.857         284.460       -3.544         292.713       296.198




adj a   Storno costi impianto e ampliamento                    29             -309          282            -338          -620


adj b   Amortized Cost prestito obbligazionario infruttifero   -479           162           -234           641           875


adj c   Attualizzazione T.F.R secondo Ias 19                   86             531           57             445           388


adj d   Attualizzazione crediti con piano di rientro           13             -64           6              -77           -83


adj e   Storno azioni proprie                                  0              -1.685        20             -324          0


adj f   Applicazione dello IAS 17                              425            816           125            433           223



RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                                                          140
adj g   Fair Value Terreni e Fabbricati                 39       2.189     0        0         0



        Totale rettifiche Ias/Ifrs                      112      1.639     256      780       783



        P. N. e risultato secondo i principi Ias/Ifrs   -8.745   286.099   -3.288   293.493   296.981




Di seguito diamo evidenza degli impatti in modo dettagliato:

E. Descrizione delle rettifiche

    1. Valutazione al fair value dei terreni e fabbricati

Lo IAS 16 consente di utilizzare in alternativa al metodo tradizionale del costo il criterio del fair
value. Questo viene inteso come “il corrispettivo al quale un’attività può essere scambiata in una
libera transazione fra parti consapevoli e disponibili”. Condizione necessaria perché si possa
utilizzare il fai value è che lo stesso sia attendibilmente determinabile. La prima approssimazione
utile del fai value è il valore di mercato. I terreni ed i fabbricati vengono, di prassi, valutati
attraverso la perizia di un professionista indipendente. Criterio utilizzato dalla stessa società.

    2. Costi di impianto

In generale, secondo gli IAS/IFRS, i costi d’impianto e ampliamento sostenuti in relazione ad
operazioni sul capitale sono portati in diretta diminuzione delle riserve di Patrimonio Netto alla data
dell’operazione; gli altri costi d’impianto e ampliamento, non presentando i requisiti per l’iscrizione
nelle immobilizzazioni immateriali, sono stornati.


    3. Prestito obbligazionario convertibile

In base allo IAS 32 un prestito obbligazionario convertibile è uno strumento finanziario composto,
che contiene sia una componente di passività finanziaria sia una componente di patrimonio netto,
come definito dai par. 28-32 e dall’appendice AG 30-35.

Il derivato implicito (opzione di conversione in proprie azioni) è, secondo i §§29, 30,31 e 32 dello
IAS 32, un strumento di equity e tale deve essere classificato al momento dell’emissione.
Pertanto, un’obbligazione convertibile deve essere scorporata in uno strumento di debito
(obbligazione) e uno strumento di equity (iscrizione a Patrimonio netto del valore dell’opzione), e la
determinazione del valore dell’opzione si ricava in base a quanto definito dal §AG31 – e dallo Ias
32.
In particolare, il valore della componente obbligazionaria si ottiene attualizzando i flussi futuri
contrattuali (cedole) al tasso di sconto di mercato, ovvero ad un tasso, vigente al momento della
prima rilevazione, di strumenti comparabili per merito creditizio e termini (scadenza, frequenza
cedole, tipo cedola etc.), senza l’opzione di conversione.

Il valore da contabilizzare a Patrimonio Netto è la differenza tra valore emesso e valore calcolato
secondo quanto detto precedentemente. La riserva di PN rappresenta i maggiori interessi che
sarebbero stati corrisposti senza la conversione.



RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                               141
In base a IFRS 1 par. 23, il neo utilizzatore non è tenuto a separare le due componenti se la
componente del passivo non è più sussistente prima della data di passaggio agli IFRS.

   4. Benefici per i dipendenti

I “post employment benefits” comprendono tutte le remunerazioni corrisposte successivamente
all’interruzione del rapporto di lavoro quali pensioni, altri benefici previdenziali, assicurazioni sulla
vita e assistenza medica, successivi al rapporto di lavoro.
I benefici successivi al rapporto di lavoro si distinguono in:
- programmi a contribuzione definita
- programmi a benefici definiti.
I programmi a contribuzione definita sono piani in base ai quali l’impresa versa dei contributi fissi
ad un’entità distinta (un fondo). La società non ha pertanto alcuna obbligazione legale implicita a
pagare ulteriori contributi se il fondo non dispone di attività sufficienti a pagare tutti i benefici
maturati dai dipendenti. Il costo per l’impresa è rappresentato dai contributi maturati nell’esercizio.
Nei programmi a benefici definiti, l’impresa è obbligata a garantire un determinato livello di
benefici ai dipendenti ed il rischio attuariale e il rischio d’investimento ricadono non sul dipendente,
ma sull’impresa stessa. La contabilizzazione richiede complessi calcoli attuariali per stimare
l’importo che verrà versato ai dipendenti (ed anche il momento di corresponsione).

Secondo quanto disciplinato dallo IAS 19, la contabilizzazione dei programmi a benefici definiti
prevede:
   1. l’utilizzo di un metodo di valutazione dei benefici maturati pro-rata sulla base del periodo di
       servizio svolto (Projected Unit Credit Method) per calcolare l’obbligazione di cui la società
       si farà carico alla cessazione del rapporto di lavoro. E’ necessario il coinvolgimento di un
       attuario che deve calcolare il valore attuale alla data di bilancio dell’obbligazione (present
       value) utilizzando ipotesi attuariali demografiche e finanziarie obiettive e tra loro
       compatibili (sulla base di un tasso di interesse di corporate bonds con scadenze analoghe);
   2. la determinazione del valore corrente (fair value) delle eventuali attività investite a servizio
       del piano;
   3. la determinazione degli utili o perdite attuariali totali che possono essere rilevati
       immediatamente a conto economico o differiti in parte mediante applicazione del “metodo
       del corridoio”;
   4. la determinazione dei costi relativi a prestazioni di lavoro già effettuate nei casi di
       introduzione di un nuovo piano o di modifica di uno esistente;
   5. la determinazione degli utili o delle perdite risultanti dalla riduzione o estinzione di un
       piano.


L’importo da contabilizzare come passività relativa a benefici definiti deve essere pari a:

                  +         Valore attuale dell’obbligazione alla data del bilancio

                  -         Fair value alla data di bilancio delle attività a servizio del piano

                  +         Eventuali utili attuariali non rilevati (se applicato il “metodo del corridoio”)

                  -         Eventuali perdite attuariali non rilevate (se applicato il “metodo del
                            corridoio”)

                  -         Eventuali costi previdenziali relativi a prestazioni di lavoro passate non

RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                                      142
                            ancora rilevate

Il trattamento di fine rapporto (TFR), in quanto benefit riconosciuto successivamente al rapporto di
lavoro, deve essere considerato come un programma a benefici definiti.
L’ammontare del TFR già maturato dovrà essere proiettato al futuro per stimare l’ammontare da
pagare al momento della risoluzione del rapporto di lavoro, ed il valore ottenuto dovrà essere
successivamente attualizzato per tenere conto del tempo che trascorrerà prima dell’effettivo
pagamento.

   5. Attualizzazione dei crediti

Lo IAS 39 prevede che i crediti non a breve termine siano valutati al costo ammortizzato, a meno
che l’effetto dell’attualizzazione sia da ritenersi irrilevante.


Si segnala inoltre che le principali riclassifiche hanno riguardato:

   1. Migliorie su beni di terzi

Le spese sostenute per migliorie su beni di terzi possono essere capitalizzate, solo se sono
soddisfatti i seguenti requisiti stabiliti dallo IAS 38:

- probabilità che confluisca all’impresa un beneficio futuro associato a quel bene oggetto della
miglioria;
- il costo della miglioria possa essere misurato attendibilmente.

Le capitalizzazioni delle “Migliorie su beni di terzi”, classificate tra le “Altre attività immateriali”
nel bilancio secondo i principi contabili italiani, sono state riclassificate nella voce
immobilizzazioni materiali nel bilancio predisposto secondo IFRS.

   2. Ratei e risconti attivi

Tali poste non sono previste in base ai principi Ias/Ifrs e pertanto sono state riclassificate per natura
nella voce “Altri crediti”.

   3. Ratei e risconti passivi

Tali poste non sono previste in base ai principi Ias/Ifrs e pertanto sono state riclassificate per natura
nella voce “Altri debiti”.

   4. Componenti Straordinarie

Secondo gli IAS/IFRS le componenti di natura non possono più essere evidenziate separatamente
nel conto economico, ma devono essere classificate nelle componenti ordinarie.

Al 31 dicembre 2005 gli importi presenti alle voci proventi ed oneri straordinari nel bilancio redatto
secondo i principi contabili italiani, sono stati completamente riclassificati in base alla loro natura.




RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                             143
F. Principali impatti derivanti dall’applicazione degli IAS/IFRS sulla situazione patrimoniale
   separata al 01 luglio 2005

Esponiamo di seguito la struttura assunta dallo Stato Patrimoniale e dal conto economico:
                                                                                  Principi          Effetti    dellaPrincipi
                                                                                  contabili italianiconversione aglicontabili
                       01/07/2005                                                 riclassificati    IAS/IFRS        IAS/IFRS


Attività non correnti


Attività immateriali:
                       Attività immateriali a vita definita                       107.285         -988             106.296
                       Altre                                                      5.376           -4.335           1.040
totale                                                                            112.661         -5.324           107.337


Attività materiali
                       Terreni, impianti, macchinari, attrezzature di proprietà   210.742         5.210            215.952
                       Altre                                                      5.517           4.335            9.852
totale                                                                            216.259         9.546            225.804


Altre attività non correnti
                       Partecipazioni                                             7.478           0                7.478
                       Titoli finanziari                                                   681                     681
                       Imposte anticipate                                         36.561          409              36.970
                       Altre                                                               659                     659




totale                                                                            45.379          409              45.788


TOTALE ATTIVITA' NON CORRENTI                                                     374.298         4.631            378.929



Attività correnti


Crediti commerciali e altri crediti                                               178.473         -124             178.349
Attività finanziarie                                                              567                              567
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti                                         25.110                           25.110
rimanenze                                                                         0                                0
Altre                                                                             3.275                            3.275


totale                                                                            207.424         -124             207.300


TOTALE ATTIVITA' CORRENTI                                                         207.424         -124             207.300


TOTALE ATTIVITA'                                                                  581.723         4.507            586.229




Patrimonio netto e passività


Capitale                                                                          34.017                           34.017
Riserva di sovrapprezzo azioni                                                    181.724                          181.724
Altre riserve                                                                     100.180                          100.180
Riserva di consolidamento                                                         0                                0


RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                                                       144
Azioni Proprie                                                                  0                               0
Riserva IFRS/IAS FTA                                                            0              783              783
Riserva IFRS/IAS                                                                0                               0
utile (perdita) portata a nuovo                                                 0              0                0
utile (perdita) del periodo                                                     -19.723        0                -19.723
utile (perdita di terzi)                                                        0                               0
interessi di minoranza                                                          0                               0


TOTALE PATRIMONIO NETTO                                                         296.198        783              296.982


Passività non correnti


Fondi rischi e oneri                                                            7.107          755              7.862
Trattamento di fine rapporto                                                    3.960          -580             3.381
Obbligazioni convertibili                                                       17.000         -1.306           15.694
Prestiti e finanziamenti                                                        4.744          2.632            7.375
Altre                                                                           70.646                          70.646




TOTALE PASSIVITA' NON CORRENTI                                                  103.457        1.500            104.958


Passività correnti


Debiti commerciali e altri debiti                                               148.115                         148.115
Finanziamenti                                                                   22.522         2.223            24.746
Debiti tributari                                                                2.371                           2.371
altre                                                                           9.059                           9.059


TOTALE PASSIVITA' CORRENTI                                                      182.067        2.223            184.290


TOTALE PASSIVITA'                                                               285.524        3.724            289.248


TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'                                            581.723        4.507            586.229




G. Principali impatti derivanti dall’applicazione degli IAS/IFRS sulla situazione patrimoniale ed
   economica separata al 31 dicembre 2005

Esponiamo di seguito la struttura assunta dallo Stato Patrimoniale:
                                                                                Principi          Effetti    dellaPrincipi
                                                                                contabili italianiconversione aglicontabili
                                                                                riclassificati    IAS/IFRS        IAS/IFRS

                     31/12/2005


Attività non correnti


Attività immateriali:
                     Attività immateriali a vita definita                       107.954         -539             107.415
                     Altre                                                      4.124           -3.501           622
totale                                                                          112.078         -4.040           108.037


Attività materiali
                     Terreni, impianti, macchinari, attrezzature di proprietà   207.500         2.318            209.818


RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                                                  145
                       Altre                4.767          5.732   10.499
totale                                      212.268        8.050   220.318


Altre attività non correnti
                       Partecipazioni       4.311          0       4.311
                       Titoli finanziari             681           681
                       Imposte anticipate   45.282         239     45.520
                       Altre                         659           659




totale                                      50.933         239     51.171


TOTALE ATTIVITA' NON CORRENTI               375.278        4.248   379.526



Attività correnti


Crediti commerciali e altri crediti         188.017        -115    187.903
Attività finanziarie                        901            -324    577
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti   22.202                 22.202
rimanenze                                   0                      0
Altre                                       2.359                  2.359


totale                                      213.478        -438    213.040


TOTALE ATTIVITA' CORRENTI                   213.478        -438    213.040


TOTALE ATTIVITA'                            588.756        3.810   592.566




Patrimonio netto e passività


Capitale                                    34.017                 34.017
Riserva di sovrapprezzo azioni              161.677                161.677
Altre riserve                               324            85      409
Riserva di consolidamento                   100.239                100.239
Azioni Proprie                              0              -344    -344
Riserva IFRS/IAS FTA                        0              783     783
Riserva IFRS/IAS                            0                      0
utile (perdita) portata a nuovo             0              0       0
utile (perdita) del periodo                 -3.544         256     -3.288
utile (perdita di terzi)                    0                      0
interessi di minoranza                      0                      0


TOTALE PATRIMONIO NETTO                     292.713        781     293.494


Passività non correnti


Fondi rischi e oneri                        13.638         792     14.430
Trattamento di fine rapporto                4.318          -665    3.654
Obbligazioni convertibili                   17.000         -957    16.043
Prestiti e finanziamenti                    879            1.664   2.543
Altre                                       87.212                 87.212




RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                    146
TOTALE PASSIVITA' NON CORRENTI                                                                    123.047   834                123.881


Passività correnti


Debiti commerciali e altri debiti                                                                 144.365                      144.365
Finanziamenti                                                                                     20.451    2.195              22.646
Debiti tributari                                                                                  3.447                        3.447
altre                                                                                             4.732                        4.732


TOTALE PASSIVITA' CORRENTI                                                                        172.996   2.195              175.191


TOTALE PASSIVITA'                                                                                 296.043   3.029              299.072


TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'                                                              588.756   3.810              592.566




e dal conto economico


                                                Principi Contabili
                                                Italiani
CATEGORIE IV DIRETTIVA                          Riclassificati     Rettifiche/Riclassifiche   IAS/IFRS
                                                31/12/2005                                    31/12/2005
Dati in €/1000
1. Ricavi      delle    vendite     e   delle
prestazioni                                     221.032                                       221.032         Ricavi
5. a Altri ricavi e proventi                    5.025              11.429                     16.454          Altri proventi

TOTALE    RICAVI          E       PROVENTI                                                                    TOTALE    RICAVI   E
OPERATIVI                                       226.056            11.429                     237.485         PROVENTI OPERATIVI


6. Costi per materie prime, sussidiarie,
di            consumo            merci;
2.Variazioni delle rimanenze di prodotti
in corso su ordinazione                  (382)                                                (382)           Costi per acquisti


7.       Costi       per          servizi;
8.Costi per godimento beni di terzi        (183.467)               (9.204)                    (192.671)       Costi per servizi

9. Costi per il personale                       (13.713)           85                         (13.628)        Costi per il personale

14. Oneri diversi di gestione                   (2.605)                                       (2.605)         Altri costi operativi
10.     a      Ammortamenti             delle
immobilizzazioni immateriali                    (17.085)           1.722                      (15.363)        Ammortamenti immateriali
10.     b      Ammortamenti             delle
immobilizzazioni materiali                      (13.840)           (2.219)                    (16.058)        Ammortamenti materiali



10. d Svalutazioni dei crediti compresi
nell'attivo circolante e delle attività
liquide;
10.c Svalutazioni delle immobilizzazioni                                                                      Accantonamenti               e
immateriali          e         materiali;                                                                     ripristini/svalutazioni
13, altri accantonamenti                  (588)                    20                         (568)           attività non correnti


                                                                                                              Plusvalenze/minusvalenze
20.a                      Plusvalenze;                                                                        da realizzo attività non
21.a Minusvalenze da alienazioni                                                              0               correnti

RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                                                                147
                                                                               RISULTATO
RISULTATO OPERATIVO                            (5.624)    1.833      (3.791)   OPERATIVO

                                                                               Quota dei risultati delle
                                                                               partecipazioni in imprese
                                                                               collegate valutate secondo
                                                                               il metodo del patrimonio
19.a Svalutazioni di partecipazioni            (65)       0          (65)      netto



16.a 4 Altri proventi finanziari; 16.a 1
Altri proventi finanziari da imprese
controllate;        16.d     4     Interessi   e
commissioni da altri, 18.c Rivalutazione
di titoli iscritti nell'attivo circolante;17 bis
Utili su cambi                                   305      10         314       Proventi finanziari


17.d Interessi ed altri oneri finanziari; 17
bis Perdite su cambi                         (610)        (500)      (1.110)   Oneri finanziari
20.b Altri proventi straordinari;              11.429     (11.429)   0
21 c Altri oneri straordinari                  (10.500)   10.500     0
                                                                               RISULTATO              ANTE
                                                                               IMPOSTE               DELLE
                                                                               ATTIVITA'
RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (5.065)                     414        (4.652)   CONTINUATIVE

22.a Imposte                                   1.521      (158)      1.364     Imposte
                                                                               RISULTATO    NETTO
                                                                               ATTIVITA'
UTILE (PERDITA) DELL'ESERCIZIO                 (3.544)    256        (3.288)   CONTINUATIVE




RELAZIONE 2006 - ALLEGATI                                                                              148