Root Entry_10_ by hcj

VIEWS: 7 PAGES: 11

									                                     Charitas - ASP: servizi assistenziali per disabili
                                     Azienda Pubblica di Servizi alla Persona
                                     Strada Panni, 199 - 41100 Modena
                                     CF 80009750367
                                     P.IVA 02008920361
                                      tel. 059 399.911 - fax 059 399.902
                                      e-mail direzione@il-charitas.it www.il-charitas.it




                    Affidamento pluriennale del servizio assicurativo
                                  per Charitas ASP

                                       DISCIPLINARE DI GARA



                                              PARTE PRIMA
1. STAZIONE APPALTANTE: “Charitas – ASP: servizi assistenziali per disabili”, Strada Panni n. 199 -
   41125 MODENA (MO)           (tel. 059- 399911 - fax. 059- 399902 - sito internet www.il-charitas.it).
2. PROCEDURA DI GARA: procedura aperta ai sensi deII’art. 55 del D.Lgs n° 163/2006 in esecuzione
   alla determinazione n.6 del 28/12/2009;
3. LUOGO, DESCRIZIONE, IMPORTO COMPLESSIVO DEI SERVIZI, ONERI PER LA SICUREZZA E
   MODALITA’                 DI              PAGAMENTO                 DELLE                PRESTAZIONI:
   3.1 Charitas ASP – c.f.: 80009750367 ;
   3.2 descrizione: servizi assicurativi a favore di Charitas ASP.
        Stipula di polizze di durata pari ad anni tre naturali e consecutivi, con effetto dalle ore 24 del
        18.02.2010 e scadenza alle ore 24 del 18.02.2013, per le Assicurazioni suddivise nei seguenti
        lotti:

       LOTTO 1) – CIG: 04182151EF - Garanzie:
       Incendio, furto e danni elettronici a beni immobili e mobili di proprietà dell’Ente
       La fornitura dei servizi assicurativi del lotto 1) viene considerata unica ed inscindibile agli effetti del
       presente regolamento e della successiva gestione contrattuale con l’impresa aggiudicataria.
       Pertanto, non è consentito alla Compagnia aggiudicataria recedere da un contratto riguardante un
       singolo rischio e/o contratto del lotto: la disdetta di un contratto secondo le modalità previste nei
       capitolati specifici comporta la disdetta dei contratti dell’intero lotto.

       LOTTO 2) – CIG: 04182151EF - Garanzie:
       responsabilità civile verso terzi e prestatori di lavoro (RCT-RCO)
       La fornitura dei servizi assicurativi del lotto 2) viene considerata unica ed inscindibile agli effetti del
       presente regolamento e della successiva gestione contrattuale con l’impresa aggiudicataria.

       LOTTO 3) – CIG: 04182151EF - Garanzie:
       infortuni per soggetti diversi
       La fornitura dei servizi assicurativi del lotto 3) viene considerata unica ed inscindibile agli effetti del
       presente regolamento e della successiva gestione contrattuale con l’impresa aggiudicataria.

       LOTTO 4) – CIG: 04182151EF - Garanzie:
       danni accidentali, incendio furto e eventi speciali a veicoli non di proprietà dell’Ente,
       utilizzati da Amministratori, Direttore generale e Dipendenti per ragioni di servizio in
       missioni autorizzate.
       La fornitura dei servizi assicurativi del lotto 4) viene considerata unica ed inscindibile agli effetti del
       presente regolamento e della successiva gestione contrattuale con l’impresa aggiudicataria.




                                                       1
   LOTTO 5) – CIG: 04182151EF - Garanzie:
   responsabilità civile auto (RCA), garanzie accessorie, tutela legale, auto rischi diversi.
   La fornitura dei servizi assicurativi del lotto 5) viene considerata unica ed inscindibile agli effetti
   del presente regolamento e della successiva gestione contrattuale con l’impresa aggiudicataria.

   LOTTO 6) – CIG: 04182151EF - Garanzie:
   tutela legale per Amministratori, Direttore generale e Dipendenti
   La fornitura dei servizi assicurativi del lotto 6) viene considerata unica ed inscindibile agli effetti del
   presente regolamento e della successiva gestione contrattuale con l’impresa aggiudicataria.

   LOTTO 7) – CIG: 04182151EF - Garanzie:
   responsabilità civile patrimoniale.
   La fornitura dei servizi assicurativi del lotto 7) viene considerata unica ed inscindibile agli effetti del
   presente regolamento e della successiva gestione contrattuale con l’impresa aggiudicataria.

   - Per tutti i lotti, le Condizioni di Assicurazione sono quelle indicate nei relativi Capitolati Speciali
   d’Oneri e del presente disciplinare di gara.

3.3 - importo complessivo dell’appalto riferito al periodo:
    Per il Lotto 1:
    L’importo annuale complessivo del lotto a base d’asta è fissato in € 4.500,00 comprensivo di
    oneri e tasse.
    L’importo per il periodo 18.02.2010 – 18.02.2013 complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
    € 13.500,00 comprensivo di oneri e tasse.

   Per il Lotto 2:
   L’importo annuale complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 9.500,00 comprensivo di oneri e tasse.
   L’importo per il periodo 18.02.2010 – 18.02.2013 complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 28.500,00 comprensivo di oneri e tasse.

   Per il Lotto 3:
   L’importo annuale complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 1.300,00 comprensivo di oneri e tasse.
   L’importo per il periodo 18.02.2010 – 18.02.2013 complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 3.900,00 comprensivo di oneri e tasse.

   Per il Lotto 4:
   L’importo annuale complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 1.200,00 comprensivo di oneri e tasse.
   L’importo per il periodo 18.02.2010 – 18.02.2013 complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 3.600,00 comprensivo di oneri e tasse.

   Per il Lotto 5:
   L’importo annuale complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 5.000,00 comprensivo di oneri e tasse.
   L’importo per il periodo 18.02.2010 – 18.02.2013 complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 15.000,00 comprensivo di oneri e tasse.

   Per il Lotto 6:
   L’importo annuale complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 4.500,00 comprensivo di oneri e tasse.
   L’importo per il periodo 18.02.2010 – 18.02.2013 complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
   € 13.500,00 comprensivo di oneri e tasse.




                                                   2
        Per il Lotto 7:
        L’importo annuale complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
        € 4.500,00 comprensivo di oneri e tasse.
        L’importo per il periodo 18.02.2010 – 18.02.2013 complessivo del lotto a base d’asta è fissato in
        € 13.500,00 comprensivo di oneri e tasse.

4. TERMINE Dl DURATA: mesi 36 (trentasei) decorrenti dalle ore 24 del 18.02.2010 fino alle ore 24 del
   18.02.2013, fatto salvo quanto di seguito specificato.
   Nelle more della stipula del contratto, l’appaltatore dovrà assicurare l’esecuzione in via d’urgenza e
   quindi garantire la copertura assicurativa a partire dalle ore 24 del 18-02-2010.
   Il contratto può essere prorogato, per una volta sola, entro la data di scadenza, per ulteriori tre anni
   salvo non sussistano situazioni di esclusione dalle pubbliche gare oppure motivi che non garantiscano
   all’Ente la buona esecuzione del servizio.

5. DOCUMENTAZIONE: è costituita dai seguenti documenti, che possono essere visionati e scaricati
   dal sito internet di Charitas ASP: www.il-charitas.it :
   - il presente disciplinare di gara, contenente le norme integrative del bando relative alle modalità
        di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai
        documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto;
   - i capitolati speciali d’oneri, per singoli rischi,
   - la scheda rischio e situazione sinistri;
   - il modello di autodichiarazione
   - le schede per la compilazione dell’offerta per ciascun singolo lotto
   Si precisa altresì che, tutti i giorni dalle 8.30 alle 13, possono essere acquisite eventuali informazioni
   di carattere tecnico previo contatto telefonico al seguente numero: tel. n. 059 399911. Ulteriori
   informazioni possono altresì essere richieste al Broker di cui al punto 15 lettera s).
6. TERMINE,           INDIRIZZO       Dl    RICEZIONE,        MODALITA’        Dl    PRESENTAZIONE          E
   DATA Dl APERTURA DELLE OFFERTE:
   6.1 Termine ricezione offerte: ore 12:00 deI giorno 2 febbraio 2010;
   6.2 indirizzo: Charitas ASP– Strada Panni n. 199 – 41125 – Modena (MO);
   6.3 modalità: secondo quanto previsto nella PARTE SECONDA del presente disciplinare;
   6.4 apertura offerte: presso la sede della ASP – Ufficio di Presidenza alle ore 9,30 del giorno
   - 4 febbraio 2010.
   Si precisa che la data di apertura delle offerte in caso di sopravvenute esigenze può essere rinviata,
   previa comunicazione alle ditte interessate.
7. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE: chiunque può presenziare allo
   svolgimento della gara ma soltanto i titolari o i rappresentanti legali delle ditte partecipanti o persone
   da essi delegati potranno effettuare dichiarazioni a verbale;
8. CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata:
   a) da una cauzione provvisoria pari al 2% (due per cento) dell’importo presunto dei premi dei lotti
        per i quali il soggetto intende partecipare, costituita alternativamente:
         a versamento in contanti o in titoli del debito pubblico presso UNICREDIT BANCA SPA,
             P.zza Grande, 40 - 41121 Modena, Tesoriere dell’Ente,
             (IBAN IT 37 D 02008 12930 000000504417) a titolo di pegno a favore dell’Istituto;
         mediante fideiussione bancaria;
         mediante polizza assicurativa fidejussoria;
         mediante polizza rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui
             all’art. 107 del D. Lgs. 01.09.1993 n. 385.
        La fideiussione bancaria o polizza fidejussoria assicurativa dovrà prevedere espressamente la
        rinuncia a beneficio della preventiva escussione ed il pagamento entro 15 (quindici) giorni a
        semplice richiesta scritta del beneficiario.




                                                     3
          Nel caso di presentazione di polizza rilasciata da intermediario finanziario, dovrà essere allegata
          copia autenticata dell’autorizzazione del Ministero del Bilancio e della Programmazione
          Economica.
    b) dichiarazione di un istituto bancario, oppure di una compagnia di assicurazione o di un
          intermediario finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D. Lgs. 01.09.1993 n.
          385 contenente l’impegno a rilasciare, (art. 75 D. Lgs n° 163/2006), in caso di aggiudicazione
          dell’appalto, a richiesta del concorrente, una fideiussione o polizza relativa alla cauzione definitiva,
          prevista dall’art. 113 del D. Lgs n° 163 del 12.04.2006.
    In caso di raggruppamento temporaneo, costituito o da costituirsi la cauzione provvisoria deve
    contenere, a pena di esclusione, I’indicazione espressa da parte del fideiussore dei nominativi (oltre
    che del capogruppo o del soggetto individuato come futuro capogruppo), anche degli altri componenti
    il raggruppamento.
9. FINANZIAMENTO: il finanziamento della spesa necessaria per l’espletamento del servizio avverrà
    tramite l'utilizzo di fondi propri dell’Ente.
10. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
    Concorrenti di cui all’art. 34 del D. Lgs n° 163 del 12.04.2006, singoli o riuniti o consorziati ai sensi
    degli articoli 35, 36 e 37 del medesimo D. Lgs 163/2006, ovvero concorrenti che intendano riunirsi o
    consorziarsi ai sensi degli artt. 37, comma 8 e 253 comma 9 del D. Lgs 163/2006, nonché concorrenti
    con sede in Stati membri dell’Unione Europea alle condizioni agli artt. 38, 39, 44 e 47 del D. Lgs n°
    163/2006, in possesso delle autorizzazioni previste dalll’art. 13 del D.Lgs. 209/2005 relative
    all’esercizio dei rami assicurativi oggetto del presente appalto
11. CONDIZIONI MINIME Dl CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE PER LA
    PARTECIPAZIONE:
     (caso di concorrente stabilito in Italia):
    Il concorrente deve possedere i seguenti requisiti:
   a. importo di raccolta premi, al netto di oneri e tasse, nei rami oggetto dell’appalto, nel triennio 2006
         – 2007 – 2008 non inferiore a 50.000.000,00, da comprovare mediante presentazione di bilanci;
   b. numero di Enti pubblici annoverati tra i propri clienti nel triennio 2006 – 2007 – 2008 non inferiore
         a 10, da comprovare mediante elenco dettagliato indicante l’oggetto del contratto, l’importo dei
         relativi premi introitati, la denominazione del contraente pubblico e l’anno di stipula del contratto;
     (caso        di    concorrente       stabilito    in     altri   stati  aderenti      all’Unione    Europea)
    i concorrenti devono possedere i requisiti previsti, da dimostrare in base alla documentazione prodotta
    secondo                le            norme             vigenti          nei           rispettivi         paesi;
    Nel caso di concorrente che intende avvalersi dei requisiti di altro soggetto ai sensi dell’articolo 49 del
    D.Lgs n° 163 /2006 (avvalimento), i requisiti devono essere comprovati producendo all’uopo la
    documentazione atta a dimostrare tutto quanto indicato nell’articolo 49 del D.Lgs n° 163/2006
12. TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA: 180 (centottanta) giorni dalla data di cui al punto 6.1 del
    presente disciplinare;
    L’impresa aggiudicataria si obbliga, ai sensi dell’art. 11 del D. Lgs n° 163/2006, a consentire il
    differimento del suddetto termine per almeno ulteriori 90 (novanta) giorni per motivi sopravvenuti
    soggetti a valutazione insindacabile dell’Istituto.
13. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: prezzo più basso, di cui all’art. 82 del D.Lgs. 163/2006 valutato sul
    ribasso percentuale offerto secondo le schede allegate. L’esclusione automatica delle offerte anomale
    verrà effettuata ai sensi dell’art. 86 comma 1 ed eventualmente commi 3 e 4 del D.Lgs. 163/2006.
14. VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante;
15. ALTRE INFORMAZIONI:
    a) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui:
         all’articolo 38 del D. Lgs n° 163/2006;
         che      si    avvalgono       dei    piani     di    emersione     di     cui    all’art. 1-bis    della
          legge       18.10.2001,      n°    383,     come       sostituito  dall’art.   1,      comma    2,   del
          D. L. 25 settembre 2002, n° 210, convertito con modificazioni in legge
          n°266 del 22.11.2002;




                                                        4
b) si procederà all’aggiudicazione, sempre che l’offerta risulti conveniente o idonea, ai sensi di
   quanto         stabilito     dall’art.      81,     comma         3       deI       D.       Lgs       n°
   163/2006;
c) si procederà all’aggiudicazione anche nel caso pervenga una sola offerta, purché valida e
   giudicata congrua;
d) in caso di offerte uguali si procederà per sorteggio;
e) l’aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura e nei modi previsti dall’articolo 113,
   commi 1 e 2 deI D. Lgs n° 163/2006;
f) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o
   corredati di traduzione giurata;
g) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora
   espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;
h) gli eventuali subappalti saranno disciplinati dall’art. 118 del D.Lgs n° 163/2006;
i) i pagamenti relativi alle prestazioni svolte dal subappaltatore verranno effettuati dall’aggiudicatario
   che è obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia
   delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute a garanzie effettuate;
j) la stazione appaltante si riserva la facoltà di applicare le disposizioni di cui all’articolo 140 del D.
   Lgs n° 163/2006;
k) è esclusa la competenza arbitrale;
l) si avverte, infine, che le dichiarazioni attestanti il possesso di stati tatti e qualità dichiarati dai
   concorrenti, saranno sottoposte a verifica mediante l’acquisizione d’ufficio dei certificati e
   mediante i riscontri al Registro delle Imprese Vigilate.
m) i concorrenti possono essere costituiti anche in forma di associazione mista;
n) nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 34 comma 1, lettere d), e), f) del D. Lgs n°
   163/2006 i requisiti di cui al punto 10 del presente disciplinare devono essere posseduti, nella
   misura del 60% dalla Capogruppo e del 40% dalle mandanti;
o) le Associazioni temporanee e i consorzi ordinari di cui all’art. 34 lettere d) ed e), di tipo orizzontale
   ai sensi dell’art. 37 del D. Lgs n° 163/2006, sono tenuti a dichiarare espressamente, A PENA DI
   ESCLUSIONE DALLA GARA, le rispettive percentuali di servizi, corrispondenti alle quote di
   partecipazione al raggruppamento, che saranno eseguite da ciascuna delle imprese riunite o
   consorziate, in conformità all’art. 37, comma 13, D. Lgs n° 163/2006; ai sensi delle stesse
   disposizioni, i requisiti di qualificazione economico-finanziari e tecnico-organizzativi dichiarati da
   ciascuna impresa dovranno essere sufficienti, per la rispettiva quota di prestazioni;
p) coassicurazione: In caso di offerte presentate in coassicurazione, l’Impresa individuata quale
   delegataria che risulterà aggiudicataria per un lotto o per più lotti, si assumerà in via esclusiva
   ogni e qualsiasi onere relativo all'intrattenimento dei rapporti contrattuali con l’Ente.
   L’impresa delegataria non potrà assumere quota di rischio inferiore al 50%.
   Resta vigente il vincolo di solidarietà tra le compagnie presenti nel riparto di coassicurazione, in
   deroga all’art. 1911 del Codice Civile. Resta convenuto che l’Ente potrà agire giudizialmente ed
   extragiudizialmente nei confronti di una o più coassicuratrici, obbligate solidalmente fra loro per
   l'esecuzione del contratto di assicurazione.
q) ai sensi dell’art. 37, comma 7 del D. Lgs n° 163 del 12.04.2006, è fatto divieto ai concorrenti di
   partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di
   concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora partecipi alla gara
   medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti. I consorzi di cui all’art. 34,
   comma 1, lettere b) e c) sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il
   consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla
   medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio che il consorziato. E’
   inoltre vietata, ai sensi dell’art. 36,comma 5, del D. LGS n° 163 del 12.04.2006, la partecipazione
   alla medesima procedura di affidamento del consorzio stabile che partecipi in nome e per conto
   proprio e dei consorziati. Ai sensi dell’art. 37 comma 9 del D. LGS n° 163 del 12.04.2006 è vietata
   qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari
   dei concorrenti rispetto a quella risultante dall’impegno presentato in sede di offerta;




                                                   5
    r)   ai sensi dell’art. 34 comma 2 del D. Lgs n° 163/2006 non possono partecipare alla medesima
         gara concorrenti che si trovano fra loro in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359
         del codice civile.
    s)   Le stazioni appaltanti escludono altresì dalla gara i concorrenti per i quali accertano che le relative
         offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di elementi univoci.
    t)   Broker: l’Ente dichiara di aver conferito mandato di brokeraggio assicurativo alla Società
         UNICONSULT S.r.l. – Via dell’Arcoveggio 70 – 40129 – Bologna, iscritta al R.U.I. con numero
         B000014386.
         Al broker spettano le commissioni nella misura del:
         12% per i lotti 1), 2), 3), 6),
         5 % per il lotti 4) e 5),
         15% per il lotto 7)
         La Società UNICONSULT S.r.l. è a disposizione delle Società Assicuratrici per fornire le
         informazioni tecniche sui rischi ai seguenti recapiti: tel: 051-6381315 fax: 051-6381351 e-
         mail: f.galli@uniconsultbo.it – Rif. Fabio Galli.
    u)   Rapporti con l’Ente – gestione dei sinistri: l’aggiudicatario dovrà garantire una rete efficiente
         per la gestione e la liquidazione dei sinistri e la trattazione delle pratiche con la migliore tecnica
         liquidativa.
         Dopo ogni denuncia di sinistro, l’aggiudicatario si impegna a fornire all’Ente, anche tramite il
         broker, entro 5 (CINQUE) giorni dal ricevimento della denuncia, il numero di pratica assegnata,
         l’ispettorato di competenza ed, eventualmente, il nominativo del perito incaricato.
         L’aggiudicatario dovrà inoltre segnalare all’Ente, anche tramite il broker, eventuali irregolarità
         amministrative, o altre circostanze che possano pregiudicare l’operatività della polizza interessata.
         Relativamente ai sinistri ove è prevista la gestione delle vertenze di danno in sede giudiziale,
         l’aggiudicatario si impegna a fornire all’Ente, anche tramite il Broker, il nominativo del legale
         incaricato in tempo utile per permettere all’Istituto di redigere i relativi atti deliberativi e, comunque,
         almeno 30 (TRENTA) giorni prima della data fissata per l’udienza.
         Relativamente ai sinistri di responsabilità civile verso terzi (LOTTO 2), l’aggiudicatario si impegna
         a gestire anche quelli in cui l’ammontare della richiesta è inferiore all’importo della franchigia ed a
         risarcire ai terzi danneggiati il danno intero, al lordo della franchigia.
         Periodicamente, con cadenza semestrale, di ciascuna annualità assicurativa, l’aggiudicatario si
         impegna a fornire a ciascun Ente, anche tramite il broker, l’elenco dei sinistri relativi a ciascun
         contratto assicurativo aggiudicato, riportando le seguenti informazioni:
         N. sinistri aperti
         N. sinistri riservati ed ammontare delle riserve
         N. sinistri liquidati ed ammontare delle liquidazioni
         N. sinistri senza seguito
    v)   per quanto non previsto nel presente disciplinare di gara si rinvia alla normativa vigente in materia
         di appalti di servizi, a quanto stabilito nel bando di gara, nel capitolato speciale di appalto.
    w)   Organismo responsabile delle procedure di ricorso: Tribunale Amministrativo Regionale
         dell’Emilia Romagna. Il ricorso avverso il presente bando deve essere notificato
         all’Amministrazione aggiudicatrice entro i termini di cui all’art. 21 della L. 1034/1971 e s.m.i. Si
         applicano altresì le norme della parte IV (dall’art. 239 a 246) del D.Lgs. 163/2006
    x)   responsabile del procedimento: Dott Gabriele Benatti - tel: 059 399911;

16. CORRISPETTIVI:
    Il pagamento dei premi avverrà in forma anticipata secondo le modalità previste nei capitolati specifici
    dei singoli lotti.




                                                         6
                                            PARTE SECONDA
1. Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte

I plichi contenenti l’offerta e le documentazioni, pena l’esclusione dalla gara, devono pervenire, a mezzo
raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine
perentorio ed all’indirizzo di cui al punto 6 PARTE PRIMA del disciplinare di gara; è altresì facoltà dei
concorrenti la consegna a mano dei plichi a Charitas ASP, Ufficio Protocollo, sito in Strada Panni, 199 –
41125 – Modena (MO). In tal caso verrà apposto timbro di accusa ricevuta su fotocopia del frontespizio
del plico contenente l’offerta da produrre a cura del concorrente.
Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio dei mittenti.
A PENA DI ESCLUSIONE, i plichi devono essere idoneamente sigillati, controfirmati su tutti i lembi di
chiusura, e devono recare all’esterno - oltre all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello stesso il
numero di telefono e di fax - le indicazioni relative all’oggetto, al giorno e all’ora dell’espletamento della
gara.
I plichi devono contenere al loro interno due o più buste, a loro volta sigillate e controfirmate su tutti i lembi
di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente:
“A - Documentazione”;
“B - Offerta economica”;

Nella busta “A” (con indicato all’esterno l’oggetto della gara), devono essere contenuti, A PENA Dl
ESCLUSIONE, i seguenti documenti:

1) domanda di partecipazione alla gara, in bollo, di cui all’art. 73 c. 2 del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163
   e s. m. comprendente una o più dichiarazioni sostitutive ai sensi degli artt. 43, 46, 47, 71 del D.P.R.
   n. 445/2000 e dell’art 74 c. 6 del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s. m., ovvero, per i concorrenti non
   residenti in Italia, documentazione idonea equivalente secondo la legislazione dello stato di
   appartenenza, redatta preferibilmente secondo lo schema allegato quale parte integrante e
   sostanziale al presente documento, firmata dal legale rappresentante ed autenticata ai sensi di legge
   oppure allegando fotocopia non autenticata del documento di identità.
   Le dichiarazioni di cui al punto 4 lettere b), c) e m) e al punto 5 del modello di autocertificazione
   allegato dovranno essere sottoscritte, come precisato in calce alla stessa, da tutti i soggetti
   previsti dall’art. 38 c. 1, lettere b) e c), del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s. m.
   Nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o associate, o da riunirsi o da associarsi, la
   medesima istanza-dichiarazione deve essere prodotta o sottoscritta da ciascun concorrente che
   costituisce, o che costituirà, l’associazione o il consorzio o il GEIE. L’istanza-dichiarazione può essere
   sottoscritta anche da procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.
2) quietanza del versamento oppure fideiussione bancaria oppure polizza assicurativa oppure polizza
   rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui all’articolo 107 del decreto
   legislativo 1 settembre 1993, n. 385, (predisposto sulla base dei criteri stabiliti dal DM 13 Maggio 1996
   del Ministero del Tesoro modificato dal Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze n° 104702
   del 14.11.2003), in originale relativa alla cauzione provvisoria di cui al punto 8 PARTE PRIMA del
   presente disciplinare, valida per almeno centottanta giorni successivi al termine di cui al punto 6.1 del
   medesimo bando;
3) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia di assicurazione, di cui al punto 8
   lettera b) del presente bando (da farsi anche in caso di cauzione costituita mediante versamento in
   contanti o in titoli del debito pubblico) contenente l’impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione
   dell’appalto, a richiesta del concorrente, una fideiussione bancaria ovvero una polizza assicurativa
   fideiussoria, relativa alla cauzione definitiva, in favore della stazione appaltante;

4)    (nel caso di associazione o di consorzio o GEIE già costituito): mandato collettivo irrevocabile con
     rappresentanza conferito alla mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero
     l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio o GEIE;




                                                        7
5) (nel caso di associazione o di consorzio) autocertificazione relativa ai mandanti o ai consorziati,
     indicati come esecutori delle prestazioni, redatta analogamente a quella di cui al precedente punto 1)
     e allegata al presente bando.
La documentazione sopra citata, differenziata per ciascuna forma di partecipazione (impresa singola, ATI,
consorzio) è richiesta PENA L’ESCLUSIONE.
6) Bilanci, attestanti la raccolta premi, al netto di oneri e tasse, non inferiore a € 50.000.000,00 nel
     triennio 2006-2007-2008;
7) Elenco dettagliato di almeno n. 10 Enti pubblici con i quali sono stati sottoscritti contratti assicurativi
     nel triennio 2006-2007-2008, indicante la denominazione di ciascun contraente pubblico.
Avvalimento Nel caso in cui il concorrente, singolo o consorziato o raggruppato, intenda soddisfare la
richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico, organizzativo
avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto deve produrre, a pena di esclusione, nella busta A, quanto
segue:
     a) una sua dichiarazione, verificabile ai sensi dell’articolo 48 del D.Lgs. n. 163/2006, attestante
          l’avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei
          requisiti stessi e dell’impresa ausiliaria;
     b) una sua dichiarazione circa il possesso da parte del concorrente medesimo dei requisiti generali di
          cui all’articolo 38 del D.Lgs. n. 163/2006;
     c) una dichiarazione sottoscritta da parte dell’impresa ausiliaria attestante il possesso da parte di
          quest’ultima dei requisiti generali di cui all’articolo 38 del D.Lgs n. 163/2006;
     d) una dichiarazione sottoscritta dall’impresa ausiliaria con cui quest’ultima si obbliga verso il
          concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata dell’appalto
          le risorse necessarie di cui è carente il concorrente;
     e) una dichiarazione sottoscritta dall’impresa ausiliaria con cui questa attesta che non partecipa alla
          gara in proprio o associata o consorziata ai sensi dell’articolo 34 del D.Lgs. n. 163/2006 né si trova
          in una situazione di controllo di cui all’articolo 34 del D.Lgs. n. 163/2006 né si trova in una situazione
          di controllo di cui all’articolo 34, comma 2, dello stesso decreto con una delle altre imprese che
          partecipano alla gara;
     f) il contratto, in originale o copia autentica, in virtù del quale l’impresa ausiliaria si obbliga nei confronti
          del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la
          durata dell’appalto;
     g) nel caso di avvalimento nei confronti di un’impresa che appartiene al medesimo gruppo in luogo del
          contratto di cui al punto precedente l’impresa concorrente può presentare una dichiarazione
          sostitutiva attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo, dal quale discendono i
          medesimi obblighi previsti dall’articolo 49, c. 5, del D.Lgs. n. 163/2006;
Il concorrente e l’impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante in
relazione alle prestazioni oggetto del contratto.
Non è consentito, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente,
e che partecipino sia l’impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti.

Nella/e busta/e B – “Offerta Economica per il lotto ……” (con indicazione all’esterno del lotto a cui
si partecipa), devono essere contenuti, A PENA DI ESCLUSIONE, i seguenti documenti:

dichiarazione per singolo lotto, del massimo ribasso percentuale, del valore assoluto dell’offerta,
annuale e per il periodo complessivo, nonché degli elementi per la determinazione del premio,
redatta preferibilmente secondo gli schemi di offerta allegati, sottoscritta dal legale rappresentante del
concorrente, o da suo procuratore; in caso di offerte presentate in coassicurazione, ovvero qualora il
concorrente sia costituito da associazione temporanea, o consorzio o GEIE non ancora costituiti l’offerta
deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno il concorrente. In particolare:




                                                          8
   per il lotto 1 – Garanzia incendio ed eventi complementari beni immobili e mobili di proprietà
    dell’Ente, esclusi gli eventi catastrofali - Furto e rapina beni mobili – Danni alle
    apparecchiature elettroniche, l’offerta dovrà riportare:
    1. il ribasso percentuale sull’importo complessivo del premio posto a base d’asta per il periodo di
        gara;
    2. l’importo in valore assoluto dell’offerta, sia annuale che per il periodo assicurativo dell’appalto;
    3. l’esplicitazione dei tassi annui lordi da applicare sulle partite assicurate di ogni singolo rischio.

   per il lotto 2 - Garanzia responsabilità civile verso terzi e prestatori di lavoro (RCT-RCO),
    l’offerta dovrà riportare:
    1. il ribasso percentuale sull’importo complessivo del premio posto a base d’asta per il periodo di
         gara;
    2. l’importo in valore assoluto dell’offerta, sia annuale che per il periodo assicurativo dell’appalto;
    3. l’esplicitazione del tasso annuo lordo, espresso in pro mille, da applicare sull’ammontare
         complessivo di retribuzioni lorde dichiarate.

   per il lotto 3 – Garanzia Infortuni per soggetti diversi, l’offerta dovrà riportare:
    1. il ribasso percentuale sull’importo complessivo del premio posto a base d’asta per il periodo di
        gara;
    2. l’importo in valore assoluto dell’offerta, sia annuale che per il periodo assicurativo dell’appalto;
    3. l’esplicitazione dei premi annui lordi da applicare sulle categorie di soggetti assicurati, in base al
        parametro per il calcolo del premio riportato sulla scheda di offerta (persone assicurate, veicoli,
        chilometri percorsi, ecc.).

   per il lotto 4 – Garanzia danni accidentali ed eventi speciali a veicoli non di proprietà dell’Ente,
    utilizzati da Amministratori, Direttore e Dipendenti per ragioni di servizio in missioni
    autorizzate, l’offerta dovrà riportare:
    1. il ribasso percentuale sull’importo complessivo del premio posto a base d’asta per il periodo di
         gara;
    2. l’importo in valore assoluto dell’offerta, sia annuale che per il periodo assicurativo dell’appalto;
    3. l’esplicitazione del premio annuo lordo da applicare per ciascun chilometro percorso.


       per il Lotto 5 - responsabilità civile auto (RCA), garanzie Accessorie, tutela legale, auto
    rischi diversi l’offerta dovrà riportare:
    1. il ribasso percentuale sull’importo complessivo del premio posto a base d’asta per il periodo di
        gara;
    2. l’importo in valore assoluto dell’offerta, sia annuale che per il periodo assicurativo dell’appalto;
    3. L’esplicitazione del premio annuo lordo per ciascun veicolo assicurato riportato nella scheda di
        offerta, che risulterà comprensivo della tariffa R.C.A., delle garanzie accessorie, della tutela
        giudiziaria per il conducente, e, ove previsto, delle garanzie A.R.D. richieste.
    Si precisa che l’importo a base d’asta relativo al Lotto 5) è stato calcolato sulla base delle classi di
    merito per ciascun veicolo in corso nella annualità in corso, come riportato nella scheda allegata al
    capitolato specifico.
    Pertanto, l’offerta dovrà avvenire sulle classi di merito indicate, mentre in sede di emissione dei singoli
    contratti il premio annuo lordo verrà riparimetrato sulla base delle effettive classi di merito assegnate
    ai veicoli e risultanti dagli attestati di rischio.

   per il lotto 6 – Garanzia tutela giudiziaria Amministratori, Direttore generale e Dipendenti,
    l’offerta dovrà riportare:
    4. il ribasso percentuale sull’importo complessivo del premio posto a base d’asta per il periodo di
         gara;
    5. l’importo in valore assoluto dell’offerta, sia annuale che per il periodo assicurativo dell’appalto;




                                                      9
    6. l’esplicitazione dei premi annui lordi da applicare per ciascun soggetto assicurato alla categoria
       “Amministratori” (Presidente e Consiglieri del Consiglio di Amministrazione) del Direttore generale
       e del tasso annuo lordo da applicare sull’ammontare delle retribuzioni erogate, alla categoria
       “Dipendenti”.

   per il Lotto 7 - Responsabilità civile patrimoniale l’offerta dovrà riportare:
    1. il ribasso percentuale sull’importo complessivo del premio posto a base d’asta per il periodo di
        gara;
    2. l’importo in valore assoluto dell’offerta, sia annuale che per il periodo assicurativo dell’appalto;
    3. L’esplicitazione del premio annuo lordo per ciascuna categoria di soggetti assicurati, con
        riferimento esclusivamente alla copertura della responsabilità civile per colpa lieve, con esplicita
        esclusione della colpa grave e della responsabilità amministrativa e amministrativo-contabile.

L’aggiudicazione avviene in base al ribasso percentuale indicato in lettere. La stazione appaltante,
dopo l’aggiudicazione definitiva e prima della stipulazione del contratto, procede alla verifica dei conteggi.
In caso di discordanza fra il prezzo complessivo risultante da tale verifica e quello dipendente dal ribasso
percentuale offerto tutti i prezzi unitari offerti sono corretti in modo costante in base alla percentuale di
discordanza.
Saranno escluse le offerte nelle quali non sarà stato indicato il ribasso unico percentuale sull'importo a
base d’asta, nonchè quelle condizionate o espresse in modo indeterminato o non sottoscritte. Saranno
escluse inoltre le offerte parziali.

2. Procedura di aggiudicazione
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara, il giorno fissato al punto
6.4. PARTE PRIMA del presente disciplinare per l’apertura delle offerte, in seduta pubblica, procede alla
verifica della documentazione presentata dai concorrenti nella busta A, provvedendo a:
a) verificare la correttezza formale delle offerte e della documentazione ed in caso negativo ad
     escluderle dalla gara;
b) verificare che non abbiano presentato offerte concorrenti che, in base alla dichiarazione di cui al punto
     1 dell’elenco dei documenti contenuti nella busta A, sono fra di loro in situazione di controllo ed in
     caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;
c) verificare che i consorziati, per conto dei quali i consorzi di cui all’articolo 34, comma 1, lettere b) e c),
     del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s. m hanno indicato che concorrono, o gli associati non abbiano
     presentato offerta in qualsiasi altra forma, ai sensi dell’art. 37 c. 7 del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e
     s.m, ed in caso positivo ad escludere entrambi dalla gara;
d) effettuare eventuali ulteriori verifiche della veridicità delle dichiarazioni, contenute nella busta A,
     attestanti il possesso dei requisiti generali previsti dall’art. 38 del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.;
e) all’esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non risulti confermato il possesso dei requisiti di
     capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa o dei requisiti generali, qualora tali controlli
     siano stati effettuati;
f) alla comunicazione di eventuali esclusioni di cui al punto b), c), d) ed e) agli uffici della stazione
     appaltante cui spetta provvedere all’escussione della cauzione provvisoria, alla segnalazione del fatto
     all’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici, nonché all’eventuale applicazione delle norme vigenti
     in materia di false dichiarazioni, una volta divenuti definitivi gli atti di gara.
g) L’aggiudicatario dovrà:
      - Costituire la cauzione definitiva qualunque sia l’importo di aggiudicazione all’atto della stipulazione
       del contratto nella misura del 10% dell’importo di aggiudicazione del servizio per il periodo di durata
       del contratto; La cauzione definitiva sarà incamerata a titolo di penale e di indennizzo, salvo il
       risarcimento dei maggiori danni.
     - Firmare il contratto nei termini che verranno indicati con comunicazione scritta, con avvertenza che,
     in caso contrario, l'Amministrazione potrà procedere alla risoluzione del contratto, comunque
     formatosi con l'aggiudicazione e all'affidamento al concorrente che segue nella graduatoria.




                                                        10
      - L’impresa è tenuta ad assicurare il servizio anche nelle more di perfezionamento del contratto.
La stazione appaltante procederà all’aggiudicazione ai sensi dell’art. 11 del Dlgs. n. 163/2006, alle
comunicazioni di cui all’art. 79 ed alle verifiche sul contenuto delle dichiarazioni sostitutive in merito al
possesso dei requisiti di cui all’art. 38 del Dlgs. n. 163/2006 a carico dell’aggiudicatario ed eventualmente
di altre imprese.
Qualora l’irregolarità incida sui requisiti di ammissione alla gara si provvederà all’esclusione dell’impresa,
all’incameramento della cauzione provvisoria ed alla rideterminazione della graduatoria con conseguente
nuova aggiudicazione.
L’impresa aggiudicataria dovrà, nel termine che le verrà assegnato dall'Amministrazione, versare le spese
contrattuali e firmare il contratto definitivo d'appalto, pena la revoca dell’affidamento.
La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla
normativa vigente in materia di lotta alla mafia e all’avvenuta efficacia dell’aggiudicazione definitiva.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere alla stazione appaltante la restituzione
della documentazione presentata al fine della partecipazione alla gara.
Sarà obbligo per le ditte partecipanti che vogliono la restituzione della cauzione provvisoria, inserire fra la
documentazione di gara una busta compilata (con affrancatura ed indirizzo completo).
L’esito della aggiudicazione provvisoria e definitiva e quindi consultabile, verrà pubblicato sul sito
INTERNET www. Il-Charitas.it
Non si procederà a dare informazioni telefoniche relative all’esito provvisorio della gara.

(Informativa ai sensi dell’art. 13, del D.Lgs. n.196 del 30.06.2003 recante l’oggetto: “Codice in materia di
protezione dei dati personali”) Si informa che verrà effettuato il trattamento dei dati strettamente necessari
per le operazioni e gli adempimenti connessi ai procedimenti e/o provvedimenti relativi all’espletamento
della procedura di gara di cui al presente bando. Il trattamento dei dati forniti dai concorrenti è finalizzato
all’espletamento di funzioni istituzionali da parte di Charitas ASP, ai sensi dell’art.18 del D.Lgs.
n.196/2003; quindi, per le procedure che qui interessano, non saranno trattati dati “sensibili”.

I dati forniti, nel rispetto dei principi costituzionali della trasparenza e del buon andamento, saranno
utilizzati osservando le modalità e le procedure strettamente necessarie per condurre l’istruttoria
finalizzata all’emanazione del provvedimento finale a cui i concorrenti sono interessati. Il trattamento, la
cui definizione è rilevabile dall’art. 4 comma 1 del D.Lgs. n.196/2003, è realizzato con l’ausilio di strumenti
informatici ed è svolto da personale comunale. Si informa, infine, che il titolare del trattamento dei dati
nonchè responsabile del trattamento è Charitas ASP, nella persona del sottoscrittore del presente
disciplinare.




Modena, 28/12/2009




                                                            Il Responsabile del Procedimento
                                                                  ( Dott. Gabriele Benatti )




                                                      11

								
To top