Docstoc

NORMATIVA RC PROFESSIONALE

Document Sample
NORMATIVA RC PROFESSIONALE Powered By Docstoc
					     ASSICURAZIONI GENERALI                                  c)   le Società, le quali siano qualificabili come
NORMATIVA RC PROFESSIONALE (ed. 10/96)                            controllanti, controllate o collegate ai sensi
ARCHITETTO, GEOMETRA, INGEGNERE,                                  dell’art. 2359 Codice Civile.
GEOLOGO
                                                             L’assicurazione non vale altresì:
CONDIZIONI PARTICOLARI                                       d) se i professionisti di cui l’Assicurato si avvale non
Art. 1 – Oggetto dell’Assicurazione                              sono iscritti ai relativi albi professionali;
La Società Assicurazioni Generali si obbliga a tenere        e) se i lavori progettati e/o diretti non rientrano nelle
indenne l’Assicurato di quanto questi sia tenuto a               competenze professionali stabilite dalla legge e/o
pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge,         dai regolamenti;
a titolo di risarcimento (capitali, interesse e spese):      f) se i lavoro sono eseguito da Imprese di cui
                                                                 l’Assicurato, gli amministratori o i suoi legali
A.    per danni cagionati a terzi per morte, lesioni             rappresentanti siano soci a responsabilità
      personali e distruzione o deterioramento di beni           illimitata;
      fisicamente individuati (escluse le opere              g) per le pretese avanzate dai committenti in
      progettate e/o dirette):                                   relazione a violazioni di norme, regolamenti e
B. per i danni subiti dalle opere progettate e/o dirette         prescrizioni edilizie;
      e derivanti dalla loro rovina totale o parziale;       h) per i danni derivanti da obbligazioni
in conseguenza di errori commessi dall’Assicurato in             volontariamente assunte dall’Assicurato e non
relazione alla sua attività di progettazione e/o direzione       direttamente derivanti dalle legge;
dei lavori delle opere descritte in polizza.                 i) per i danni derivanti da furto ed a cose altrui
                                                                 derivanti da incendio dell’Assicurato o da lui
La Società è altresì obbligata per quanto l’Assicurato           detenute;
sia tenuto a pagare per errori commessi dai suoi             j) per i danni da impiego di veicoli, nonché da
dipendenti nello svolgimento delle mansioni loro                 navigazione di natanti ed imbarcazioni a motore e
affidate.                                                        da impiego di aeromobili;
                                                             k) per i danni a cose che l’Assicurato abbia in
Resta inoltre fra le parti convenuto che la presente             consegna o custodia o detenga a qualsiasi titolo, ad
assicurazione comprende anche:                                   eccezione di quanto previsto dall’art. 1 – Oggetto
                                                                 dell’assicurazione;
C.   nell’ambito del massimale di polizza e fino a           l) per i danni derivanti da sviluppo – comunque
     concorrenza di un importo pari al 10% del                   insorto, controllato o meno – di energia nucleare o
     massimale stesso, i danni derivanti da interruzioni         di radioattività;
     o sospensioni totali o parziali, di attività            m) per i danni di qualsiasi natura e da qualunque
     imprenditoriali, professionali e di lavoro                  causa determinati, conseguenti a: inquinamento
     autonomo, purchè conseguenti a sinistro                     dell’atmosfera, esalazioni fumogene o gassose;
     indennizzabile a termini di polizza.                        inquinamento, infiltrazione, contaminazione di
D.   nell’ambito del massimale di polizza e fino a               acque,      terreni     o      colture,   interruzione,
     concorrenza di un importo pari al 20% del                   impoverimento o deviazione di sorgenti o corsi di
     massimale stesso, i pregiudizi sofferti dal                 acqua, alterazione od impoverimento di falde
     committente in dipendenza di gravi difetti                  acquifere, giacimenti minerali ed in genere di
     riscontrati nelle opere progettate e/o dirette,             quanto trovasi nel sottosuolo suscettibile di
     sopravvenuti dopo l’ultimazione che rendono                 sfruttamento.
     inidonea la costruzione all’uso alla quale è
     destinata, escluso, comunque, ogni costo per            Art. 3 – Inizio e termine della garanzia
     eventuali migliorie.                                    La garanzia opera per danni conseguenti ad errori
                                                             commessi durante il periodo di efficacia della polizza,
Art. 2 – Delimitazione dell’assicurazione –                  ovvero anche precedentemente alla sua data di
Esclusioni                                                   decorrenza a condizione che l’opera per la quale
Non sono considerati terzi:                                  l’Assicurato ha eseguito la sua prestazione non sia stata
a) i soci illimitatamente responsabili, il legale            ancora iniziata, purchè il danno si sia verificato prima
    rappresentante, l’amministratore e le persone che        della cessazione del contratto e sia stato denunciato,
    si trovino con essi e col professionista progettista     fermo il disposto dell’art. 11 (denuncia dei sinistri) al
    e/o direttore dei lavoro nei rapporti di coniuge,        più tardi entro sei mesi dalla cessazione del contratto.
    genitore, figlio nonché di qualsiasi altro parente od
    affine convivente;                                       Art. 4 – Limiti di risarcimento
b) le persone che, essendo, in rapporto di dipendenza        Il massimale indicato in polizza rappresenta il massimo
    con l’assicurato, subiscano il danno in                  esborso della Società per sinistro e per più danni
    conseguenza delle mansioni cui sono adibite;             verificatisi in uno stesso periodo annuo di
                                                             assicurazione o, per le polizze di durata inferiore
                                                             all’anno, nell’intero periodo di assicurazione.
Art. 5 – Scoperto obbligatorio
Fermo che la Società non risponde oltre il massimale
pattuito, si conviene fra le parti che resta a carico
dell’Assicurato il 10% dell’importo di ciascun sinistro
con i seguenti minimi:
- di Lit. 1.000.000,        nei soli riguardi delle
garanzie previste per il risarcimento dei danni di cui
alla lettera A) e C) dell’art. 1 “Oggetto
dell’Assicurazione”;
- di Lit. 10.000.000, nei riguardi delle garanzie
     previste per i danni di cui alla lettera B) e D) dello
     stesso art. 1 “Oggetto dell’Assicurazione”.

Art. 6 – Responsabilità solidale
Indipendentemente dall’eventuale sussistenza, a
termini di legge, del vincolo di solidarietà con altre
persone fisiche o giuridiche in relazione alla
determinazione del fatto dannoso, la presente copertura
riguarda la sola quota di responsabilità dell’Assicurato.

Art. 7 – Regolazione del premio
Il premio viene commisurato sugli onorari introitati
dall’Assicurato per prestazioni inerenti la propria
attività. Viene corrisposto in via provvisoria nella
misura indicata in polizza ed è soggetto a regolazione
annuale ai sensi dell’art. 6 delle condizioni generali di
assicurazione.

Art. 8 – Norme incompatibili
Gli artt. 1, 2 e 3 delle condizioni generali allegate sono
abrogati.

Descrizione dell’attività dedotta in contratto
L’assicurazione è prestata per la responsabilità civile
derivante all’Assicurato nella sua qualità di esercente la
libera professione di:
ARCHITETTO
GEOMETRA
INGEGNERE
(*) barrare con una “X” la voce interessata
con studio sito in ………………………………………
via ……………………………………………………...

L’attività dell’Assicurato si riferisce alla:
PROGETTAZIONE
DIREZIONE
COLLAUDO
(*) barrare con una “X” la voce interessata
dei lavori di costruzioni rurali, industriali, civili,
artistiche e decorative, impianti di servizi generali
interni a stabilimenti od a costruzioni civili, impianti
per la distribuzione delle acque, fognature urbane, il
cui valore unitario non superi L. 5 miliardi.
CONDIZIONE AGGIUNTIVA 1
(tale condizione è valida solo se viene espressamente
richiamata)

ESTENSIONE            A      TUTTA        L’ATTIVITA’
PROFESSIONALE
Ad integrazione di quanto risulta dai precedenti
documenti contrattuali, resta tra le parti convenuto che
la garanzia si intende estesa ai pregiudizi patrimoniali
cagionati a terzi in relazione ad errori
involontariamente commessi dall’Assicurato durante lo
svolgimento di tutte le mansioni professionali
consentitegli dalla legge oltre a quelle di progettista e/o
direttore dei lavori e/o collaudatore.
Tale estensione di garanzia è prestata fino a
concorrenza di L. 25 milioni per sinistro con il limite di
L. 50 milioni per anno assicurativo e con uno scoperto
pari a 1/10 dell’importo di ogni sinistro, con il minimo
assoluto di L. 500.000.
Fermo il resto.

CONDIZIONE AGGIUNTIVA D.LGS. 494/96
L’assicurazione vale altresì per la Responsabilità Civile
derivante all’Assicurato in relazione all’espletamento
di prestazioni rientranti nel campo di applicazione del
D.Lgs. 494/1996. Relativamente agli infortuni sul
lavoro, l’estensione di garanzia in termini esplica
efficacia sempreché siano conseguenti ad eventi dai
quali siano derivati in capo al danneggiato la morte o
lesioni personali gravi o gravissime così come previste
dall’art. 583 del C.P.

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:9
posted:10/1/2010
language:Italian
pages:3