Filosofia creatività e fantasia by hqk11552

VIEWS: 0 PAGES: 12

									     Filosofia, creatività e fantasia
Progetto realizzato dalle classi quinte del corso integrativo
del Liceo Artistico di Trapani con la guida del Prof . Reina e
con la multimediale collaborazione dell’alunno Stanislao
Savalli.
Obiettivo fondamentale del progetto è la creazione di un
ipertesto che conduce al ragionamento filosofico
attraverso delle mappe concettuali elaborate dagli stessi
studenti utilizzando anche il disegno e la musica.


Disegni realizzati da: Enza Ciulla, Annamaria Impiccichè, Francesca
Accardi, Valentina Oddo, Sabrina Milana, Valentina Vario, Giuselea
Angelo, Daniela Fardella, Laura Lipari, Paola Piacentino
Testi di Gabriella Messina
      Nascita della
       filosofia
Com’è nata, e dove, la Filosofia?
E’ la domanda di partenza, alla
quale, diversi filosofi tentarono di
rispondere.
La filosofia nasce con le scuole
presocratiche che apparvero nel
corso del VI secolo A.C., prima in
alcune colonie greche dell’Asia
Minore, della Magna Grecia       e
poi ad Atene.
    La scuola di
      Mileto
La prima scuola, in ordine di
tempo, fiorì a Mileto, colonia
greca dell’Asia Minore,
all’inizio del VI secolo.
Il primo maestro fu Talete,
seguito da Anassimandro e
Anassimene.
La caratteristica di questa
scuola fu la ricerca di un
principio Archè in grado di
spiegare la natura Physis e la
vita.
La scuola pitagorica
  La scuola di Pitagora
  Sorta nella Magna Grecia,
  quasi contemporaneamente alla
  scuola di Mileto, la scuola
  pitagorica basava le sue teorie
  sul numero e sulla misura. Il
  fondatore fu Pitagora e i
  successivi maestri, quali
  Archita, Filolao, Eurito diedero
  vita ad una setta che per un
  certo tempo si impadronì del
  potere politico in varie città.
                              Il fondatore di questa scuola, situata
                              sulla costa della Campania fu per alcuni,
La scuola                     Senofane, per altri Parmenide, seguito
                              da Zenone e Melisso.

 di Elea                      La loro caratteristica principale fu
                              quella di porre il problema dell’essere in
                              contrapposizione al divenire.

                              Parmenide

                                   L’essere

                                         è
                                                 Esclude il non
                                    E’
                                conosciuto             essere
            E’ un principio
                                     dalla
             immateriale
                                   ragione
Eraclito di Efeso
Eraclito sosteneva la tesi
contraria a quella della
scuola di Elea, “tutto
scorre e tutto diviene” era
il suo motto ( non potrai
bagnarti due volte nella
stessa acqua dello stesso
fiume). L’essere è un
perenne ciclo di mutamenti,
non privi, però di una loro
ragione ( logos ) e armonia.
S
O   S
F   O
I   F
S   I
T   S
I   T
    I
                     Platone             Iperuranio
Metempsicosi


                       Idea

                     Intellegibile,
                     Oggetto del
                                              Reminiscenza
                         Puro
                       Pensiero
     Immateriale                        Causa, essenza e
                                           modello
    Incorruttibile
                                      degli oggetti materiali
                                            e sensibili
“L’esistenzialismo   Jean Paul Sartre    “L’uomo sarà
       è un                             quello che avrà
   umanismo”                             progettato di
                                            essere”



   “L’esistenza                           “L’uomo è
      precede                           libero, l’uomo
    l’essenza”                             è libertà”



                                           “L’uomo
                                        impegna con
 “L’uomo non                             la sua scelta
 è altro che ciò                           l’umanità
    che si fa”                               intera”
                 Fine
            Fine
          Fine

   Fine
 Fine
Fine

								
To top