IL ROTARY IN ALBANIA by dxu18403

VIEWS: 0 PAGES: 24

									                      Periodico Mensile fondato da Ennio Vincenti – Autoriz. Tribunale di Teramo N. 364 del 27/10/1994 – Abbonamento
                                                                                                                        .
                      annuo euro 6,00 da versare all’Editore incaricato sul conto corrente postale n. 41965435 – C.M.P di Ascoli Piceno
                      CPO – Stampa Linea Grafica snc Centobuchi AP – Editore Rotary International rappresentante Luciani Pierini
                      Governatore Distretto 2090 – C.so Matteotti 119 - 61032 Fano – Direttore Responsabile Giuseppe Ferruccio Squarcia




                                                                                                                                              N° 92
                      – Direttore di testata Luciani Pierini – Redazione via delle Rose, 6 - 63100 Ascoli Piceno – Tel. 0736 342668 Fax




                                                                                                                                             Anno XII
                      0735 701966 - E-Mail: squarcia@email.it - Pubblicazione non in vendita ma distribuita ai soci dei Rotary Club.




                                                                                                                                          dicembre 2006
                                                                                                                                                ROTARY
                                                                                                                                            PER LA CULTURA
                                                                                                                                               RYLA 2006




www.rotary2090.info
                                                                                                                                            IL ROTARY
                                                                                                                                           IN ALBANIA
    2
ET
ET
        E
S
S




   TE MBR
   TE MBR
                                      APPUNTAMENTI DISTRETTUALI



           2090    Rotary                                     LUCIANO PIERINI
                                                           GOVERNATORE 2006 – 2007
                                                                          Rotary club di Fano

  Dicembre 2006                                             Abitazione via Fanella 169 - 61032 Fano
                                                            Tel . 0721 862380 cellulare 335 6327346
  SOMMARIO                                                   E mail: pierinim2@geompierini.191.it

                                                                     Segreteria Distrettuale
  4                                                            Corso Matteotti 119 - 61032 Fano
                                                            Tel . 0721 828256 - Fax 0721 835391
                                                       pierinim2@geompierini.191.it - ingpierini@tin.it
  Lettera del Governatore
                                                                    conto corrente bancario
                                                          c/c 30000007 ABI 6145 CAB 24310 CIN F
  5                                                     intestato a Rotary International Distretto 2090
                                                               cassa di Risparmio di Fano S.p.A
  Raduno Cavalieri Rotariani                                piazza XX settembre 61032 Fano (PU)

  8
  Rotary Foundation
                                                      APPUNTAMENTI DISTRETTUALI
                                        28 gennaio              Pescara          Seminario sviluppo ed effettivo

  17                                    17 febbraio             Fabriano         Forum su “mobilità globale,
                                                                                 strumenti e servizi per le aree marginali”

  Interclub                             3 marzo                 Chieti           Forum su “Programmi ed organizzazioni
                                                                                 della Sanità regionale”
  18                                    11 marzo                Osimo            S.I.P.E. 2007-2008
                                        17 marzo                Ancona           Forum “competitività piccole imprese”
  Dai Club                              23 – 24 marzo           Roma             Manifestazione dei 10 distretti italiani
                                                                                 “acqua sorgente di vita”
                                        31 marzo - 1 aprile Isernia              Premio internazionale di archeologia

  Nella foto:
                                                                                 “I sanniti“
  uno scorcio di Greggio che ospita     14 – 15 aprile          Termoli          XXX edizione premio D’Andrea
  il presepe ideato nel 1223
                                                                                 “solidarietà umana”
  da San Francesco d’Assisi
                                        28 aprile               Avezzano         Forum “ infanzia ed adolescenza nei
                                                                                 e con i mass media”
                                        5 maggio                Fano             Forum su “ le biotecnologie”
COMITATO PER LA STAMPA                  26 maggio               Arcevia          Premio Mannucci
ROTARIANA E REDAZIONE
                                        Fine maggio – inizio giugno              Campus Abruzzo e campus marche
DEL GIORNALE DISTRETTUALE
                                        1-9 giugno              Fano             Mostra itinerante sul Rotary
Presidente                              8-9 giugno              Fano             Congresso Distrettuale
Ennio Vincenti                          17-21 giugno            Salt Lake City Convention Internationale
Dir. Resp.                              30 giugno - 1 luglio Teramo              XXIII Assemblea Distrettuale 2007-2008
Ferruccio G. Squarcia
Componenti
Luciano Pierini, Antonio Guarino,
Massimo Massi Benedetti, Mauro
                                                           NUOVO PRESTIGIOSO INCARICO
Bignami, Angelo Buonumori, Renato       Il Presidente 2007 – 2008 del Rotary International Wilfrid J.Wilkinson , con lettera perso-
Lalli, Alessandro Paganucci,            nale, ha confermato per l’anno 2007/2008 il PDG Mario Giannola responsabile regionale
Bernardo Razzotti, Berardo Zocaro,      Zona 12 per il Mantenimento, sviluppo dell’effettivo, espansione. Giannola è stato , in conse-
                                        guenza della nomina , convocato ad Evanston dal 24 al 28 febbraio 2007 per l’obbligatorio
Redazione: Via delle Rose, 6            Seminar Training. Congratulazioni per il prestigioso incarico ed auguri di buon lavoro da
63100 Ascoli Piceno                     “Rotary 2090” !
Fax 0735 701966
E-mail: squarcia@email.it

                                                            3
                                                        ET
                                                                  E
                                                      SD




                                                                   R
                                                        I C T E M BE
                                                            EMBR
                                          LETTERA DEL GOVERNATORE
                                                                                                             Shume te dashur,
                                                                                                             Kemi arritur thuajse ne mesin e vitit tone Rotarian,
                                                                                                             ne dhjetor, qe eshte nje muaj I jashtezakonshem per
                                                                                                             shume arsye.
                                                                                                             Rotary Nderkombetar ia dedikon ate familjes, e une
                                                                                                             do te thoja asaj rotariane, qe eshte zgjeruar per
                                                                                                             kenaqesine e madhe te te gjitheve ne.
                                                                                                             Do te kthehem per nje moment, tek ajo qe perfaqeson
                                                                                                             muaji Dhjetor per shume aspekte permbyllese si dhe
                                                                                                             ne pritje te nje viti te ri qe troket!
                                                                                                             Te gjithe ndiejme kete periudhe te veçante dhe bejme
                                                                                                             shume reflektime.
                                                                                                             Sipermarresit per aktivitetet e tyre, burrat dhe grate
                                                                                                             te perfshire ne profesionet e tyre shohin sot nje te
                                                                                                             ardhme te ndryshme, me komplekse e qe nuk varet
                                                                                                             vetem prej tyre.
                                                                                                             Te moshuarit urojne shendetin e mire, femijet presin
                                                                                                             dhuratat e tyre dhe sebashku me ngrohtesine qe iu
                                                                                                             detyrohemi, mendojme ne çdo pjese te botes, per fes-
                                                                                                             ten me te rendesishme, ate te Krishtlindjes.
                                                                                                             Keshtu nje kohe festimesh, shpresash per paqe kudo
                                                                                                             ne bote, per permiresimin e jetes te shume njerezve qe
                                                                                                             kane rreth vetes kushte shume te veshtira e per te
                                                                                                             cilet realiteti eshte i tille qe i detyron te mos shohin
                                                                                                             te ardhme.
                                                       DICEMBRE 2006                                         Por, per ne rotarianet dhe rotarianet mbetet angazhi-
                                                                                                             mi per te ndikuar dhe per te permiresuar kete gjend-
                                                                                                             je.
Carissimi,                                                                                                   Familja e Rotary-t eshte e para per ne, ajo me te
siamo giunti a metà del nostro anno rotariano,         “Il Rotary infonde speranza”.                         cilen ndajne idealet tona te “Sherbimit” e qe na
a dicembre, che è un mese straordinario per            La nostra Famiglia, secondo gli insegnamenti          mbeshtet ne jeten e perditshme duke na dhene
moltissimi aspetti.                                    del nostro Presidente William Bill Boyd, si           pelqimin e duhur dhe, mund te themi, qe suksesi I
Il Rotary International lo dedica alla Famiglia        amplia e questo deve renderci orgogliosi, per-        projekteve tona varet nga kjo mbeshtetje.
ed io direi a quella rotariana che si è ampliata,      chè ne fanno parte l’Interact, il Rotaract che sta    Por, nese objektivat tane I drejtohen komunitetit, per
con grande soddisfazione di noi tutti.                 crescendo in maniera straordinaria nel nostro         te bere boten me te mire, jemi ne perputhje me ate qe
                                                                                                             Past Presidenti Nderkombetar filipinasi M.A.T.
Torno, per un momento, a ciò che rappresenta           Distretto, le amiche dell’Inner Whell, i giovani
                                                                                                             Caparas na ka mesuar ne vitin 1998:
dicembre per i tanti aspetti di consuntivo ed          che sono stati e sono i nostri borsisti, ovvero gli   “Rotary ngjall shprese”
anche di attesa per un nuovo anno, che si affac-       Ambasciatori della Pace.                              Famija jone, sipas mesimeve te presidentit tone
cia!                                                   Sono parimenti considerati, i giovani professio-      William Bill Boyd, zgjerohet dhe kjo duhet te na beje
Tutti sentiamo questo periodo particolare e si         nisti che hanno vissuto il G.S.E., i partecipanti     te ndihemi krenare, sepse bejne pjese ne te Interact,
fanno tante riflessioni.                               del nostro R.Y.L.A. e coloro che hanno trovato        Rotaract qe ne distriktin tone po rriten ne menyre te
Gli imprenditori sulle loro attività, gli uomini e     nel Rotary, tante significative esperienze.           jashtezakonshme, miket e Inner Whell-it, te rinjte qe
le donne impegnati nelle professioni, vedono           Noi portiamo loro lo spirito del servire rotaria-     kane qene dhe jane studentet tane, Ambasadore te
                                                                                                             paqes.
oggi un futuro diverso, più complesso e così           no.
                                                                                                             Konsiderohen njelloj te rinjte profesioniste qe kane
anche chi opera alle dipendenze.                       In una Famiglia, dice William Bill Boyd, nes-         perjetuar pervojen e grupeve te Shkembimit te
Gli anziani auspicano buona salute, i bambini          sun componente è più o meno importante di un          Experiences, pjesemarresit ne R.Y.L.A. dhe ata qe
attendono i loro regali ed insieme, con l’affetto      altro e questo vale anche nella Famiglia del          kane gjetur tek rotary shume pervoja domethenese.
che gli dobbiamo, pensiamo in ogni parte del           Rotary.                                               Ne u percojme atyre frymen e shpirtit e sherbimit
mondo, alla più importante festa, quella del           Stiamo infatti operando per raggiungere gli           Rotarian.
Natale.                                                stessi obiettivi ed è piacevole quando lavoriamo      Ne nje familje, thote William Bill Boyd, asnje anetar
Quindi un tempo di celebrazioni, di speranze           uno a fianco dell’altro, con i nostri amici e con     nuk eshte me shume apo me pak I rendesishem se nje
                                                                                                             tjeter dhe kjo vlen edhe per Famijlen e Rotary-t.
per la Pace ovunque, per un miglioramento              le nostre famiglie.
                                                                                                             Jeni ne fakt, duke punuar per te arritur te njejtat
della vita di tanti, che hanno intorno a se con-       Pensando che fu la paura della solitudine, ad         objektiva dhe eshte kenaqesi kur punojme perkrah
dizioni                                                ispirare Paul Harris verso la nostra struttura,       njeri-tjetrit me miqte tane dhe me familjet tona.
molto difficili e la cui realtà è tale, da non vole-   creando questo forte legame che si basa sull’a-       Duke menduar se ishte frika ndaj vetmise qe
re guardare, a volte, oltre.                           micizia, dobbiamo essergli grati e continuare,        frymezoi Paul Harris dejt ketij organizimi, duke kri-
A noi rotariani e rotariane quindi, l’impegno di       migliorando le nostre attività con a fianco que-      juar kete lidhje te forte qe bazohet mbi miqesine,
agire per incidere e migliorare queste situazio-       sta grande Famiglia che il Rotary ha creato e         duhet ti jemi mirenjohes Atij e te vazhdojme duke
ni.                                                    che ci deve rendere convinti, nel farne parte.        permiresuar veprimtarine tone perkrah kesaj famil-
                                                                                                             jeje te madhe qe Rotary ka krijuar e qe ne duhet te
La Famiglia del Rotary è la nostra in primo            Parte attiva, intendo, come spesso e nelle tante
                                                                                                             jemi te bindur qe jemi pjese e saj. Pjese aktive, dua te
luogo, quella con la quale condividiamo gli            serate nelle quali ci siamo incontrarti, Vi ho        them, sic u kam nxitur shpesh te jeni gjate mbrem-
ideali del nostro “Servire” e che ci sostiene,         stimolato a fare.                                     jeve te shumta ku jemi takuar.
nella quotidianità, dandoci il giusto consenso e,      Continuerò a farlo, ma intanto auguri sinceri         Une do te vazhdoj ta bej, dhe nderkohe percjell
possiamo dire, che il successo dei nostri proget-      miei e di Graziella a Voi tutti ed ai Vostri cari,    urimet me te sinqerta te miat dhe te Gracieles per Ju
ti, dipende da questo supporto.                        per un sereno Natale e per un Buon Anno.              te gjithe dhe per te dashurit Tuaj, per nje Krishtlindje
Ma se i nostri obiettivi sono rivolti alle comu-                                                             te qete dhe nje Vit te Ri te gezuar.
nità, per rendere il mondo migliore, siamo in
sintonia con quanto un P.P.I. il filippino M.A.T.
Caparas, ci ha insegnato dal 1998:

                                                                               4
                                                                          ET
                                                                                     E
                                                                        SD




                                                                                     R
                                                                          I C T E M BE
                                                                              EMBR
                                                ATTIVITA’ DISTRETTUALE


                                                   RYLA 2006
                                                           Iris ÇIÇO




                                            la mia presenza qui: il Dr. Roberto

E
       un grande onore per me essere                                                     ne con la Grecia e la Macedonia. Ora
       qui questa sera e condividere        Barbieri e tutto lo staff RYLA.              che i confini si sono aperti in Europa,
       questa manifestazione dello spiri-   Il mio nome è Iris ÇIÇO e vengo              abbiamo bisogno di conoscerci e farsi
to rotariano… e non solo.                   dall’Albania. Ringrazio per la possibilità   conoscere sempre di più.
E con grande umiltà e rispetto che rin-     che mi e stata data di rappresentare il      La mia presenza al corso R.Y.L.A. mi ha
grazio coloro che hanno reso possibile      Rotary Club di Korça, una città al confi-    trasmesso tante bellissime emozioni, mi
                                                                                         ha dato nuove prospettive, ma soprat-
                                                                                         tutto mi ha educata a dare il giusto valo-
                                                                                         re agli eventi. L’autostima, per me, vuole
                                                                                         dire “essere qui in questo momento e
                                                                                         cercare di essere al altezza”. Dentro di
                                                                                         me io ho la certezza che ognuno di noi
                                                                                         ha bisogno di crescere e di costruire
                                                                                         intorno a sé i giusti valori.
                                                                                         Ma, come diceva Miguel Servantes:
                                                                                         “Non c’è niente di più difficile che cono-
                                                                                         scere se stesso”.
                                                                                         Partecipando a questo corso sono riu-
                                                                                         scita a capire la vera bellezza di noi stes-
                                                                                         si, proprio nel essere imperfetti, ma con
                                                                                         incredibile unicità.
                                                                                         Una bellissima cosa che il RYLA e i
                                                                                         RYLIANI mi hanno insegnato è: “Vivere
                                                                                         la propria vita e non lasciarsi vivere, ma
Te nderuar Zonja dhe                        mone e me shume.                             rispettando prima noi stessi e i diritti e
                                            Prania ime ne RYLA me ka transmet-           le liberta degli altri”.
Zoterinj, mirembrema                                                                     Grazie!
Eshte nje nder i madh per mua te jem        uar shume emocione te bukura, me ka
ketu sonte dhe te ndaj me ju kete man-      dhene perspektiva te reja, por mbi te
ifestim te shpirtit Rotarian … dhe jo       gjitha me ka bere t’i jap vleren e duhur
vetem.                                      ngjarjeve.
Me perulje dhe respect falenderoj ata       Vetevleresimi per mua do te thote te
qe bene te mundur pranine time ketu:        jesh ketu ne keto momente e te per-          sone, pikerisht ne te qenit jo te perso-
Dr.Roberto BARBIERI-n dhe te gjithe         piqesh te jesh ne lartesine e duhur.         sur, por me veçanti te pabesueshme.
stafin e R.Y.L.A.-s. Une quhem Iris         Brenda meje une kam bindjen se secili        Nje gje e bukur qe RYLA dhe pjese-
ÇIÇo dhe vij nga Shqiperia.                 nga ne ka nevoje te rritet e te nderto-      marresit e saj me mesuan eshte: “Te
Falenderoj per mundesine qe me eshte        je rreth vetes vlerat e duhura.              jetosh jeten tende dhe mos lejosh te ta
dhene per te perfaqesuar Klubin             Por, siç thoshte Miguel SERVANTES:           jetojne ate”, popoesia
Rotarian te Korçes, nje qytet ne kufij      “Nuk ka asgje me te veshtire se te njo-      r duke respektuar me pare vetveten
me Greqine dhe Maqedonine. Tani qe          hesh vetveten”.                              dhe lirite e te drejtat e te tjereve.
kufijte ne Europe jane hapur, kemi          Pjesemarrja ne kete kurs me beri te          Falemnderit!
nevoje te njihemi dhe te njohim gjith-      kuptoj bukurine e vertete te vetes


                                                                5
                                                            ET
                                                                      E
                                                          SD




                                                                       R
                                                            I C T E M BE
                                                                EMBR
ATTIVITA’ DISTRETTUALE




           6
       ET
                 E
      SD




                  R
       I C T E M BE
           EMBR
  ROTARY INTERNATIONAL


ROTARY & POESIA




            7
        ET
                  E
       SD




                   R
        I C T E M BE
            EMBR
                                                       ATTIVITA’ DISTRETTUALE


                                      ROTARY PER LA CULTURA
                                                              Giorgio Rossi PDG



S
      i tratta di un Programma Distrettuale
      nato nell’ormai abbastanza lontano
      1993, a lato ed in aggiunta al grande
Progetto 3-H “Vita per l’Albania” attraverso
il quale, con il supporto della Fondazione
Rotary (300.000 dollari) e con il contributo
di tutti i Rotariani italiani (800.000 dollari),
per tre anni tutti i neonati albanesi sono
stati vaccinati contro l’epatite virale B a cura
e spese del Rotary. In quegli anni la precaria
situazione dell’Albania aveva creato un
grande afflato umanitario verso quel popolo
sfortunato per cui, sollecitato da più parti,      del Programma 61 studenti e attualmente la       Giovanni Gara, prezioso referente del pro-
all’Assemblea Distrettuale tenutasi ad Ascoli      quota da versare per ogni studente, in rela-     getto e dei rapporti con i club albanesi,
Piceno il 6 giugno 1993, proposi di porre in       zione alle mutate condizioni di vita, è stata    riassume le linee guida del progetto.
atto un’azione a sostegno dei giovani visti        naturalmente adeguata e fissata nella
come gli artefici di un futuro migliore per il     somma di 210 euro. Fin dall’inizio l’organiz-    Il Progetto si propone di aiutare in Albania
loro Paese. Venne creata nel Club di Tirana        zazione pratica del Programma (corrispon-        gli studenti albanesi meritevoli, non residen-
una apposita Commissione preposta alla             denza con i Club e con l’Albania, raccolta       ti a Tirana, che frequentano il Politecnico o
scelta degli studenti dell’Università e del        delle quote, consegna dei contributi, ecc.,      l’Università. Gli studenti vengono scelti da
Politecnico di Tirana meritevoli di essere         ecc.) è stata condotta dall’amico Giovanni       una commissione del Rotary Club di Tirana.
oggetto del Programma. Per la “adozione”           Gara che tuttora, con encomiabile entusia-       I fondi per questa iniziativa vengono dati dai
degli studenti, se così vogliamo chiamarla,        smo, segue fattivamente l’operazione ed al       singoli rotariani o dai club del Distretto, che
su indicazione della Commissione, venne            quale si deve fare riferimento per partecipa-    adottano, ognuno, uno o più studenti. Questo
stabilita in 150 dollari la somma necessaria       re attivamente. Il contributo viene conse-       progetto è iniziato nel 93/94, ed allora gli
per uno studente per sostenere le spese            gnato ogni anno a Tirana dal Governatore         studenti furono 21, e ad ognuno fu dato un
necessarie per un anno scolastico, compren-        nelle mani dei giovani appositamente riuni-      contributo di 150 dollari. Nel 94/95 furono
dendo in tale cifra le spese per testi, tasse,     ti a cura dei rotariani albanesi. Oltre alla     22, Nel 95/96 furono 65,e il contributo salì
vitto, alloggio a Tirana, ecc., ecc..              prima consegna, fatta naturalmente da me         a 200 dollari, ed uno studente fu adottato per
Si trattava di una somma per noi italiani          stesso, ho partecipato molte volte alla con-     la prima volta dal club di Tirana. Nel 96-97
veramente ridotta, che dava l’idea del teno-       segna dei contributi, cerimonia che ha sem-      furono ancora 65. Nell’anno 97-98 gli stu-
re di vita allora vigente in Albania e che         pre generato in tutti i presenti una fortissi-   denti scelti furono 80 ed 8 di questi sono stati
colpì fortemente il nostro immaginario col-        ma commozione nel vedere quanta gratitu-         adottati dai rotariani di Tirana. Nell’anno
lettivo. Il primo anno furono “adottati” 21        dine i giovani cercano di esprimere con i        98-99 sono state consegnate 25 borse di stu-
studenti, ma il Programma venne man mano           loro sguardi lucidi e con il loro impreciso      dio di cui 4 sono state sponsorizzate dal club
riscuotendo un crescente consenso, tanto           italiano (ho visto qualche italiano allonta-     di Tirana. Nell’anno 1999-2000 sono state
che già due anni dopo si giunse a 51 stu-          narsi con le lacrime agli occhi!). Mi fa per-    consegnate borse di studio pari a £.
denti. Negli anni a seguire, il consenso è poi     ciò molto piacere poter parlare ancora oggi      20.400.000, e sono state sponsorizzate in
cresciuto arrivando a numeri consistenti di        di questo Programma come di una cosa             gran parte dal Distretto con il contributo del
studenti che hanno beneficiato del                 attuale e condivisa che mi auguro possa          Fondo del Governatore Serafini, dal R.C.
Programma e che, attraverso il contatto            continuare a lungo con rinnovato successo,       Altavallesina, e dal R.C. di Tirana. Nell’anno
venutosi a creare, hanno mantenuto una             per il bene dei giovani albanesi e per la gra-   2000-2001 sono state consegnate 41 borse di
proficua corrispondenza con i benefattori.         tificazione di quanti credono negli ideali       studio di cui alcune sponsorizzate dai soci
Nello scorso anno rotariano hanno fruito           propugnati dal Rotary.                           del R.C. di Tirana. Nell’anno 2001-2002 le
                                                                                                    borse di studio sono state ben 100 (cento) di
                                                                                                    cui cinque sponsorizzate dal R.C. di Tirana.
                                                                                                    Nell’anno 2002-2003 sono state consegnate
                                                                                                    38 borse di studio di cui due del R.C. di
                                                                                                    Tirana. Nell’anno 2003-2004 le borse di stu-
                                                                                                    dio consegnate sono state 108. Nell’anno
                                                                                                    2004-2005 sono state consegnate 104 borse
                                                                                                    di studio e 67 borse nell’anno 2005-2006. I
                                                                                                    Rotary club o i singoli soci rotariani che
                                                                                                    vogliono partecipare a questo progetto deb-
                                                                                                    bono versare la quota di una borsa di studio
                                                                                                    pari a 210 (duecentodieci euro) a: BANCA
                                                                                                    DELLE MARCHE Agenzia di Arcevia —
                                                                                                    C/C 841 - ABI 6055- - CAB 37230- BBAN
                                                                                                    A 06055 37230 000000000841 -



                                                                        8
                                                                    ET
                                                                              E
                                                                  SD




                                                                               R
                                                                    I C T E M BE
                                                                        EMBR
                                           ROTARIANI IN PRIMO PIANO


                                    ROTARY & SALUTE
                                                      Berardo Zocaro


                                           fronte alla stranezza di certe forme      serie di altri fattori che prescindono

I
    l Distretto 2090 si interessa ad
    una recente scoperta dell’odonto-      di infezione e di gengiviti, ma           dalla osservazione puramente scien-
    stomatologo Gino Galiffa “Anni         soprattutto di fronte ad alcuni pro-      tifica dei fenomeni. In America, ho
ed anni di dubbi, di ricerche, di rac-     blemi di cui ero io stesso vittima,       spesso riflettuto sul valore delle
colta dati, di esami su centinaia di       impiantai una sorta di banca-dati,        ricerche m équipes per la soluzione
pazienti nel mio studio dentistico, e      per mettere in relazione l’entità e la    di problemi anche apparentemente
poi... la conclusione improvvisa;          natura dei malori, con l’età con 1’       semplici, come 1’operazione ad una
una scoperta quasi sensazionale con        incidenza dei caratteri ereditari, con    comune appendicite, o alla cura di
lo sviluppo di una conseguente tera-       le abitudini alimentari, con l’igiene     una banale infezione...problemi
pia a costo zero per i pazienti, basa-     per arrivare poi ali analisi delle abi-   attorno al quale studiano oltre che il
ta sul riequilibrio di una posizione       tudini di vita...voglio dire in dipen-    chirurgo, anche lo psicologo, il
sbagliata del corpo, specie durante il     denza del tipo di lavoro, della seden-    medico generale, il dietologo....
sonno...”                                  tarietà, del riposo. Passo breve per      Alla luce di queste considerazioni,
Si è conclusa cosi la relazione, duran-    arrivare alla considerazione degli        più che la scoperta di una terapia, la
te una conviviale rotariana, di Gino       atteggiamenti muscolari del viso e        sua è stata la conclusione di una sene
Salvatore Galiffa specialista in           della bocca specie in presenza di         di analisi sui segni, sulle cause della
Odontostomatologia,           Otorino-     anomalie nei fenomeni respiratori, il     malattia.
laringoiatria ed in Patologia cervice-     che mi ha spinto a chiedermi a quali      Si, forse è andata proprio così. Dal
facciale di fronte ad un pubblico,         pressioni fossero sottoposti i musco-     momento che ho cominciato ad ana-
dapprima incredulo ed incuriosito e        li della faccia non solo durante il       lizzare la casistica (su cui ho impo-
poi, via, via, sempre più attento e par-   giorno ma anche durante le ore della      stato tutte le mie prime pubblicazio-
tecipe. Al punto che la discussione        notte...                                  ni) e ad interrogare i pazienti, specie
che ha fatto seguito all’intervento è      Quindi il suo lavoro consisteva oltre     quelli più difficili, fin dall’inizio
andata avanti per ore animata da           che nell’analisi delle malformazioni      della mia attività. Esattamente nel
proiezioni dimostrative, e da testimo-     per la ricerca delle soluzioni al pro-    1961.
nianze dirette di pazienti salvati         blema, anche nella ricerca delle cause    Una teoria, quindi, che consiste....
anche in extremis da sicuri ed inevi-      a monte del problema stesso.              Nell’ attribuire alle abitudini sba-
tabili malanni alla bocca, ai denti ed     Certo. Spesso un medico si trova ad       gliate durante il giorno, come
alle gengive. Al termine della conver-     affrontare un problema cercando           sprofondarsi in poltrona con la testa
sazione, abbiamo sintetizzato il pen-      soluzioni solo con i mezzi cimici di      piegata da un lato, lavorare con il
siero del famoso specialista racco-        cui dispone grazie alla competenza        viso troppo piegato in avanti o leg-
gliendo le conclusioni in una sche-        specialistica. Ma non dimentichia-        gere tenendo una mano sotto il
matica intervista                          mo che le soluzioni possono essere        mento; o a quelle durante la notte,
Raccolta dati, ed esami sui pazienti...,   facilitate anche con l’apporto di altre   come dormire a pancia in giù o di
in che senso ed in quale misura?           componenti...la psicologia la natura,     fianco con il viso piegato da una
Tormentato da dubbi continui, di           le conoscenze pregresse, ed una           parte, sono spesso le prime cause di




                                                             9
                                                         ET
                                                                   E
                                                        SD




                                                                    R
                                                         I C T E M BE
                                                             EMBR
                                            ROTARIANI IN PRIMO PIANO
mal di denti, di cefalee, ronzii alle       convinti. Poi, non avere fretta ed        ne che credono che questa sia la
orecchie e soprattutto della piorrea.       avere pazienza. Nel consigliare cen-      direzione giusta, bisogna avere il
In questi casi il peso del corpo grava      tinaia di pazienti sotto osservazio-      coraggio di portare avanti le proprie
su un lato della mandibola, compri-         ne, ho tenuto presente tanti fattori,     convinzioni e di non arrendersi mai.
me l’apparato muscolo-scheletrico           tenendo soprattutto conto di risvol-      Finora ho moltiplicato i miei inter-
della testa e del viso e finisce con l’o-   ti umani, psicologicamente legati         venti, sollecitato da richieste sem-
stacolare anche la circolazione san-        alla loro vita, alla loro professione,    pre più mirate e continuerò su que-
guigna con danni ai denti, alle gen-        ai riti del lavoro e degli orari, ai      sta linea con un continuo contatto
give, alle articolazione della mascel-      momenti particolari, come quelli          soprattutto coi giovani. Mi permetto
la e ai muscoli masticatori. Anche le       della menopausa nelle donne. Mi           di ricordare, soprattutto ai miei col-
orecchie possono risentirne con             rendo conto che la difficoltà consi-      leghi, che la documentazione e gli
disturbi dell’ equilibrio perché l’e-       ste proprio in questo: non si tratta      sviluppi dei mie studi sono ampia-
stremo articolare della mandibola va        di ordinare un farmaco e nemmeno          mente illustrati nel sito Internet
a comprimere l’orecchio interno; e          far ricorso ad apparecchiature più o      www.galiffa.it.
poi, altri dolori, cervicali, ad esem-      meno sofisticate.                         II Rotary se non erro, le ha spesso
pio e al trigemino. Un po’ come             Strana considerazione per una “sco-       messo a disposizione la sua “palestra”
quelle posizioni innaturali delle           perta”, continuiamo a chiamarla così,     comunicativa dimostrando lungimi-
gambe che provocano formicolii e            che non può essere sostenuta da           ranza e sensibilità nei confronti di
perdita di sensibilità: in quei casi c’è    prove concrete, da brevettature…          tanti problemi legati alla cultura ed
compressione dei muscoli, rallenta-         Le prove sono centinaia... tutte cata-    alla scienza.
mento circolatorio, minore ossige-          logate in dichiarazioni spontanee         Devo effettivamente ammetterlo.
nazione ...                                 dei pazienti accuratamente riportate      Cosa che ha fatto anche la scuola,
Ha parlato anche di piorrea, malattia       nelle mie pubblicazioni e nelle mie       riconoscendo il grande valore della
che ha certamente origini un po’            relazioni anche scientifiche Ho           educazione sanitaria in un mondo
diverse.                                    recentemente dato alle stampe un          così esposto a pericoli di ogni gene-
No. Dovremo scendere sui particola-         volume, Occlusione armonica e             re. In molti Istituti del territorio, ho
ri per spiegare le cause della pior-        benessere peicofìcico, nel quale          tenuto numerose lezioni in tal senso
rea. Dovremo considerare i movi-            accanto ai supporti scientifici della     a docenti ed alunni; ed alcuni Club
menti inconsci della deglutizione,          mia ricerca, figurano concreti aspet-     Rotary del Distretto 2090.
un fenomeno che mette in moto fre-          ti della terapia, e poi, testimonianze,   Il Rotary di Teramo, in particolare
quentissimi meccanismi, ogni 3 o 4          riscontri diretti, prospettive.           aveva più volte sollecitato i miei
minuti giorno e notte. La deglutizio-       Quali reazioni da parte del mondo         interventi diretti o indiretti, ponen-
ne attiva una sorta di ginnastica           comune e di quello scientifico?           dosi, in tal caso, come anello di con-
spontanea dei muscoli della bocca e         Curiosità ed estremo interesse nel        giunzione tra la scuola ufficiale ed il
fa circolare il sangue con maggiore         primo; lo ha dimostrato la stampa         territorio, e, l’attuale Presidente
forza- in questo processo le gengive        anche a livello nazionale, vedi .1 set-   Goffredo Magnanimi mi ha già con-
vengono irrorate e tonificate, come         timanale “OGGI” (n.35 del 30 ago-         tattato per un incontro che vorrebbe
sottoposte ad una sorta di benefico         sto 2006) con un lungo articolo a         organizzare con docenti e Presidi
massaggio; in definitiva, le gengive        firma di Emanuela Dini,; vedi l’arti-     delle scuole secondarie, allo scopo
specie se troppo “deboli” in presen-        colo Postura e Salute di Gianluca         di arricchire le programmazioni
za di piorrea si rinforzano, arginan-       Grossi (su “LIBERO” n. 228 del 22         disciplinari dei loro Istituti con
do anche il rischio dei denti “balle-       settembre 2006) e numerosi altri          spazi educativi riservati alla preven-
rini”. Ora, perché questo massaggio         interventi su quotidiani come “II         zione di alcune malattie.
porti i suoi benefici effetti, occorre      Tempo”; nonché le migliala di             Al termine del colloquio abbiamo
che la deglutizione non incontri            telefonate ricevute da ogni parte         augurato al Dr. Galiffa un sempre più
ostacoli ed avvenga nelle migliori          d’Italia.                                 proficuo sviluppo delle sue ricerche
condizioni; in altre parole, occorre        Prudente riserbo, nel secondo: non        prese in una loro determinata dimen-
mantenere tutta la dentatura nel giu-       mi aspettavo di meglio per un pro-        sione potrebbero finire, al limite, per
sto assetto libera da pesi e compres-       blema che stava facendo già tanto         provocare la limitazione di certe pre-
sioni esterne, specie nelle ore not-        rumore e prospettato, del resto, a        stazioni specialistiche...
turne. Dormendo sulla schiena si            costo “zero” per ogni possibile tera-     Ed io spero, ci ha risposto con la sua
assume una posizione che lascia             pia.                                      abituale bonaria ironia, che tutti
libera la bocca, non si creano pesi         Vede sviluppi positivi per la sua teo-    prendano nella giusta dimensione
sulle mascelle, ne scompensi e squi-        ria, ed in quale direzione?               questo augurio; ma bisogna anche
libri all’apparato muscolo-scheletri-       Il mondo scientifico oggi, pone in        ammettere che a molti, purtroppo,
co della testa.                             grosso risalto il valore della educa-     potrebbe anche suonare come una
Ma modificare delle abitudini, specie       zione e della prevenzione in ogni         sottile e malcelata provocazione.
se mantenute per lungo tempo, non è         genere di “male”, e nella maggior
cosa facile.                                parte dei casi i successi sono
Non lo è. Il primo passo è essere           immancabili. Finché esistono perso-

                                                              10
                                                          ET
                                                                    E
                                                         SD




                                                                     R
                                                          I C T E M BE
                                                              EMBR
 ET
           E
SD




            R
 I C T E M BE
     EMBR
                                              ROTARY & TRADIZIONE


                        CERIMONIE ED ANNIVERSARI
                                             PDG Alberto Breccia Fratadocchi




E
        ’ una bella usanza nei nostri       sociale del Rotary attraverso l’opera       della nuova Regione Molise anche in
        Club celebrare le date impor-       dei Rotariani. I Rotariani sono profes-     consenso politico. Questo prova che
        tanti con Seminari, Incontri,       sionisti, soprattutto i Medici, i           attraverso di lui il Rotary fu presente
Premiazioni e Conviviali e stampare         Docenti, i Politici, che sono quelli che    nella organizzazione della nuova
soprattutto per gli Anniversari della       vivono più a contatto con la Società,       Regione e di seguito, quale Presidente
fondazione Volumi molto ricercati.          con i Giovani, con i bisogni più assil-     del Club di Isernia alla vigilia della
Sfogliando questi volumi, ne ho una         lanti della popolazione e in questa         costituzione della Provincia, il suo
trentina alcuni dei quali molto belli, e    loro funzione sono i più conosciuti e       spirito di servizio sociale e civile non
guardando le foto inserite nel testo, si    rappresentano l’eccellenza della            può non aver contribuito a gettare le
nota che la loro stragrande maggio-         nostra struttura. Chiaramente non           fondamenta di quella nuova organiz-
ranza, oltre l’80 % delle fotografie,       vanno dimenticati tutti gli altri che       zazione territoriale.
sono dedicate alle Conviviali solenni.      hanno avuto una carriera eccellente e       E’ rimasto qualcosa della sua memoria
Questo aspetto esteriore avalla pur-        che hanno dato parte della loro atti-       nel Volume sul Cinquantenario del
troppo la vetera convinzione popolare       vità alle esigenze dei Cittadini.           Club di Isernia?
che le riunioni rotariane servono per       Un secondo esempio che vorrei ricor-        I Rotariani hanno nel cuore il ricordo
fare lauti pasti.                           dare riguarda il Molise. Ho una parti-      del loro passato, organizziamo la tra-
In questa maniera passano in secondo        colare attrazione verso il Molise, che a    dizione del Giorno del Ricordo e tra-
grado o nell’oblio le azioni umanitarie     parte le bellezze naturali e la cortesia    sformiamo questi gloriosi esempi di
o culturali o sociali sia locali che        della Popolazione, potrebbe rappre-         civiche virtù in una documentazione
internazionali svolte dai Club e la loro    sentare una sistema modello di              scritta che rimanga anche come
incidenza sulla Società locale e mon-       Società (in questo caso Regione)            memoria per tutta la popolazione
diale. Ma soprattutto, e mi si conceda      nuova e di contemporanea formazio-          almeno del Territorio dove il suo pre-
un forte richiamo a questo aspetto,         ne Rotariana. La Regione è nata nel         sente ed il suo futuro affondano le
non si ricordano le azioni dei singoli      1963, prima con una sola Provincia,         proprie radici.
Rotariani nella loro Professione specie     Campobasso, poi nel 1970 con la
se sono stati fondatori dei Club ed in      creazione della Provincia di Isernia.
questa loro veste hanno una anzianità       I Club di Campobasso e di Isernia
invidiabile di azioni svolte con assolu-    sono nati nel 1956. Che ruolo hanno
ta abnegazione in favore della Società.     svolto i due Club per la costituzione
Sarebbe necessario o quanto meno            e lo sviluppo dei servizi sociale e della
opportuno che ogni Club dedichi un          attività professionale della Regione e
giorno del suo anno Rotariano alla          delle due Province? Quale ruolo i fon-
“Giornata del Ricordo”, accomunan-          datori dei due Club hanno avuto nella
do le attività professionali, sociali ed    Società nascente molisana?
umanitarie dei Soci, a cominciare dai       Non ho avuto il volume del
Soci fondatori, evidenziando le fasi di     Cinquantenario di Isernia. Il Club di
quelle loro attività anche con foto e       Isernia ha ora un eminente cittadino,
con le attività sociali di tutto il Club,   che ha dato e sta dando moltissimo al
con pubblicazioni illustri quanto i         Club ed al Rotary Distrettuale, il Prof.
Volumi sugli anniversari di fondazio-       Giuseppe De Marco. La sua azione
ne.                                         nella Scuola e nell’Arte ossia nella vita
Io vorrei portare alcuni esempi fra         della Città sarà perennemente ricono-
tutti i Club del Distretto, che fra l’al-   sciuta. Come lo terrà presente il                CONGRATULAZIONI
tro non sono riuscito ad aggiornare in      Rotary di Isernia?                           Il Past president del Rotary Club di
occasione del Centenario del Rotary.        Mi pongo questa domanda perché               Teramo Mario De Bonis ha ricevuto la
In questo anno si celebrerà , o si è        ricordo un fondatore del Club di             rosa d’argento, ambito riconoscimento
celebrato ma non mi risulta, il 70°         Isernia , il Dott. Orazio Trivellino, un     che il comune di Roseto gli ha attribuito
anniversario della nascita del più anti-    protagonista storico della vita di           per i suoi meriti di cittadino, rotariano
co Club del nostro attuale Distretto,       Isernia. Quello che mi impressionò           ed uomo di cultura.
quello di Perugia. Quale migliore           nella mia visita di Governatore ad           Il riconoscimento è stato attribuito nel
occasione per celebrare a livello di        Isernia nel 1999, fu il grande consen-       corso di una solenne cerimonia – nella
                                            so che aveva tra la gente che lui aveva      sede comunale – per l’inaugurazione
Club e di Distretto i fondatori, viven-
                                                                                         dell’anno accademico dell’Università
ti e defunti, di tutti Club e le loro       sempre soccorso come chirurgo e
                                                                                         della Terza età con la prolusione sul
principali azioni, per dimostrare alle      come medico di famiglia.
                                                                                         tema “la attualità della poesia napoleta-
loro Città, ai Territori di appartenenza    Consenso che si trasformò in un certo
                                                                                         na di Eduardo De Filippo”.
ed alle Regioni del Distretto l’ impatto    periodo della sua vita nei primi anni


                                                               12
                                                           ET
                                                                     E
                                                          SD




                                                                      R
                                                           I C T E M BE
                                                               EMBR
                                                ATTIVITA’ DISTRETTUALE


                        ALBANIA: LA BORSA DI STUDIO
                                                          di Roberto Crisci




L
       a Chirurgia Toracica fa parte delle     oggi la prima causa di morte per patologia     dell'Assessorato alla Sanità della Regione
       cosiddette “alte specialità” mediche,   neoplastica nel sesso maschile e la secon-     Abruzzo. Per tale iniziativa il Governo
       cioè specialità che richiedono          da, dopo il tumore della mammella, nel         Albanese ed in particolare il Ministero
attrezzature dedicate, ma, soprattutto,        sesso femminile.In considerazione del          della Salute, hanno ringraziato ufficial-
personale Medico adeguatamente prepara-        fatto che la Chirurgia Toracica è una bran-    mente il Governatore Luciano Pierini e
to. Le patologie di competenza di tale spe-    ca specialistica non ancora ben sviluppata     tutto il distretto 2090.Del tutto recente-
cialità sono tutte le patologie malformati-    in Albania, a fronte di indubbie “esigenze”    mente è stato sottoposto per opportuna
ve, acquisite e neoformate del torace e        cliniche del territorio, il R.C. Teramo Est    valutazione il CV di un giovane Medico
degli organi in esso contenuti. In partico-    ha offerto, in collaborazione con la           albanese, che ha manifestato interesse e
lare la patologia polmonare rappresenta il     Facoltà di Medicina e Chirurgia                motivazioni       nel   conseguire      tale
campo di interesse più importante.             dell'Università de L'Aquila, la possibilità    Specializzazione. Si prevede dunque, com-
Patologia polmonare che nei Paesi              per un giovane Medico Albanese di conse-       patibilmente con i tempi di bando da parte
Occidentali ha quasi del tutto cessato di      guire la Specializzazione in Chirurgia         nel nostro MIUR, che in primavera prossi-
essere rappresentata da patologie infettive,   Toracica al termine di un corso di 5 anni.     ma il giovane Medico albanese potrà ini-
quali la Tbc, per essere purtroppo domi-       Tale specializzazione, che si avvarrà di       ziare il suo corso di specializzazione in
nata dalla patologia neoplastica ed, in pri-   una borsa, si svolgerà presso la Cattedra      Italia.In considerazione inoltre delle
mis, dal cancro del polmone! Tale rappor-      ed U.O. di Chirurgia Toracica                  necessità cliniche esistenti in Albania, il
to è in realtà ancora diverso nei Paesi non    dell'Ospedale Civile di Teramo, conven-        Prof. Crisci ha anche comunicato la pro-
ancora del tutto occidentalizzati, quale       zionato con l'Università de L'Aquila, il cui   pria disponibilità per eventuali interventi,
appunto può essere ritenuta l'Albania,         Direttore, Prof. Roberto Crisci, Professore    nel campo della Chirurgia Toracica, da
dove dunque gli Specialisti di Chirurgia       Ordinario di Chirurgia Toracica, è appun-      espletare direttamente sul territorio
Toracica possono rappresentare un vali-        to per l'anno rotariano 2006/07 Presidente     Albanese in accordo e su richiesta natural-
dissimo elemento di cura sia della persi-      del R.C. Teramo Est. La borsa prevede un       mente del Governo di tale Paese.
stente Tbc sia combattere in modo effica-      impegno economico complessivo per i 5
ce il cancro del polmone, che rappresenta      anni di euro 72.000,00, con il sostegno




                                                                E
                                                                          E
                                                            S




                                                              I CT T E M E R
                                                             D




                                                                  EMBR B
                                              ROTARY INTERNATIONAL


                                                           SIGE
                                                     PDG Mario Giannola




D
       opo l’intervento del PDG              al prossimo Consiglio di Legislazione         programmi.
       Giorgio Rossi, ospitiamo quello       che avrà luogo a Chicago nell’Aprile          - Circa l’Espansione intesa come
       del PDG Mario Giannola che            2007. Ma andiamo per ordine.                  costituzione di nuovi Club, la stessa
racconta l’esperienza dell’Institute di      1) Circa il Mantenimento, Sviluppo            deve avvenire in presenza di condizio-
Amburgo.                                     dell’Effettivo, Espansione mi sono            ni opportune, concrete, verificate, in
                                             rivolto ai Governatori Eletti                 completa armonia con il Club padri-
Essere accolto dall’immagine sorriden-       2007/2008 già affidati alle sapienti          no.
te di Del Piero, Buffon, Cannavaro,          cure del P.D.G. Carlo Michelotti, rap-        Respingere, sempre e comunque, quei
Zambrotta, Camoranesi, Lippi che, in         presentando come l’effettivo, il suo          tentativi di far nascere un Club dalla
una foto di gruppo, ricordavano agli         mantenimento e sviluppo rappresenti           “spaccatura”, dalla incomprensione,
ospiti che il Radisson Hotel, sede           una realtà e, nel contempo, una condi-        dal dissidio, dallo scontro. Totale, una-
dell’Institute, era stato il quartier        zione essenziale per la vita stessa del       nime condivisione riscontrata nella
generale della nostra Nazionale nella        Rotary che, proteso a rispondere alle         ricerca della qualità rotariana nel futu-
fase preliminare del torneo mondiale,        crescenti istanze di un mondo in evo-         ro candidato socio. Indispensabile,
ha costituito un felice e beneauguran-       luzione, oppresso da problematiche di         infine, che ogni Club nomini una
te approccio all’appuntamento rotaria-       ogni genere, deve continuare a raffor-        Commissione per lo sviluppo dell’ef-
no. Anche il personale in “reception”        zarsi per potenziare le sue risorse,          fettivo, costituita da rotariani compe-
ha mostrato un atteggiamento verso           affermare e perseguire le sue finalità.       tenti, esperti, attivi, consapevoli della
gli italiani misto tra una forma di          Esigenza vista dal presidente Boyd            grande responsabilità loro affidata.
rispetto rivolto ai vincitori, e un mal-     non come emergenza, ma sicuramente            Il futuro del Club dipende dal buon
celato compiacimento per il risultato:       come priorità, entrata a pieno titolo         lavoro di questa Commissione.
la sconfitta dei cugini, mai troppo          nel Piano Strategico del R.I., una delle      2) La Famiglia nel Rotary
amati, francesi.                             colonne portanti di quell’edificio che,       L’incontro nella seconda sessione di
Eravamo pure in Germania!                    graficamente noto in tutto il mondo           training intervenuta con le gentili
I compiti che mi erano stati assegnati,      rotariano, rappresenta il nuovo               signore ha trovato nel Manuale di
che mi hanno condotto in Amburgo             impianto direttivo dei Club, al fine di       Procedura una premessa puntuale:
con due giorni in anticipo rispetto          averli efficaci ed efficienti. Nel dibatti-   “nel pianificare le loro attività i Club
all’apertura dell’Institute, assegnati dal   to che è seguito, al quale ho preferito       debbono pensare al coinvolgimento
Convener Horst Heiner Hellge, riguar-        dare ampio spazio, anche perché               dei coniugi e dei famigliari dei soci
davano due sessioni di istruzione, una       costretto dalle raccomandazioni che,          che potrebbero contribuire alla rea-
dedicata ai dieci Governatori eletti         per esperienza acquisita in precedenti        lizzazione degli obiettivi e al raffor-
2007/2008, tutti presenti e tra questi       Institute, sono perentorie, di non par-       zamento dei vincoli di amicizia
Massimo Massi Benedetti, in tema di          lare per più di 8 minuti (sic!), sono         all’interno dei Club”.
“Mantenimento, Sviluppo dell’Ef-             emerse determinazioni e intendimenti          Il ruolo della famiglia quale protagoni-
fettivo, Espansione”, e l’altra, quanto      unanimi che ben possono costituire            sta della vita rotariana appare ancor
mai gradita, alle gentili consorti dei       garanzia per il futuro del Rotary di          più delineato e correlato alle finalità
Governatori, in tema di “famiglia del        Zona 12. Servizio inteso come stru-           del Rotary se ricordiamo il messaggio
Rotary”. Esaurite le due giornate dedi-      mento per raggiungere le finalità della       del Capodanno 1996 di Papa Giovanni
cate ai GETS (Governors Elect                nostra Associazione. Effettivo inteso         Paolo II, allorché veniva individuato
Trainings Seminar) si è inaugurato           come espressione delle più diverse            nella famiglia il segreto della pace tra i
l’Institute con la sessione plenaria,        professionalità. Effettivo inteso, e mi       popoli, in quanto vista come espres-
presente il Presidente Internazionale        ha fatto molto piacere sentirmi condi-        sione allargata della comunità interna-
Bill Boyd. Sono seguiti nelle giornate       viso, come chi effettivamente parteci-        zionale.
di Venerdì e Sabato, numerosi work-          pa con spirito di servizio, aggregazio-       “Vivere la famiglia come testimonian-
shop e gruppi di discussione, tutti pre-     ne, impegno costante gratuito, respon-        za di una quotidiana convivenza per-
ceduti da sessioni plenarie, di volta in     sabile.                                       vasa da un continuo rapporto di reci-
volta presiedute dai vari chairman. Per      Necessità della presenza di rotariani e       procità nell’altruismo, nella stima,
la “Maison d’Italie”, molto apprezzati       non di soci.                                  nella solidarietà, nella responsabilità,
e applauditi gli interventi del RID          Guardare, quindi, alle tante potenzia-        nella condivisione, nell’ascolto, nel
Raffaele Pallotta d’Acquapendente in         lità rappresentate innanzitutto dalle         rispetto, nella creatività.
tema di “Azione Professionale ed Etica       donne nel Rotary, ai tanti giovani che        Vivere la famiglia in questo clima di
nel Rotary” e del P.P.I. Carlo Ravizza       hanno già conosciuto il Rotary attra-         reciproci riconoscimenti significa rea-
che ha presieduto la sessione dedicata       verso la Fondazione e i suoi numerosi         lizzare e rafforzare la cultura di pace


                                                                14
                                                             ET
                                                                       E
                                                           SD




                                                                        R
                                                             I C T E M BE
                                                                 EMBR
                                            ROTARY INTERNATIONAL
e favorire la convivenza pacifica tra i
popoli”.
3) Infine il workshop affidatomi, che                                 GSE 2007
ho moderato, affiancato dal P.D.G.
Piero Mercenaro del Distretto 2060                                      Sandro Foglia
avente ad oggetto: “Assiduità al Club,
partecipazione attiva dei soci”.
Si è, finalmente, affrontata anche la
“vexata quaestio” dell’assenteismo.         Cari amici Rotariani,
E’ immaginabile l’ampio dibattito che       ho il piacere di comunicarvi che si è conclusa la prima fase del
ne è scaturito e queste le considerazio-    G.S.E 2006-2007, fase che prevede l’esame delle domande perve-
ni che i presenti, e tra questi i           nute e l’individuazione di quattro giovani professionisti che il
Governatori Eletti, alcuni Governatori      Rotary manderà, quest’anno, a S.Paolo del Brasile.
in carica e numerosi P.D.G., hanno          Hanno aderito al programma della Rotary foundation i Clubs di:
formulato al termine della discussio-
                                            IESI: ha presentato quattro candidati, Alessandro Coppetti, Sara
ne: il rotariano, socio di un Club, se di
                                            Ferreri, Caterina Chiacchiarini e Francesco Tiberi.
rotariano si tratta, prima di rincorrere
giustificazioni alle proprie assenze o      ANCONA: Francesco Rodighiero.
muovere critiche all’Associazione,          MONTEGRANARO: Cristiana Claretti.
dovrebbe ricordare che il Rotary            CIVITANOVA MARCHE: Daniele Mazzaferro.
un’organizzazione mondiale di perso-        FALCONARA: Deborah Licastro
ne di diverse estrazioni, culture e tra-    TOLENTINO: Eva Bonifazi.
dizioni di paesi con realtà locali molto    VASTO: ha presentato due candidati, Marianna Ciccarone e
diverse, ma che hanno in comune e           Cristiana De Nardellis.
condividono identità, valori, obietti-      AVEZZANO: Paola Barbati.
vi. I valori e l’identità che il Rotary
                                            La Commisione, riunita preliminarmente a Pescara il 23.11 u.s.,
esprime, proprio perchè ne costitui-
                                            ha esaminato tutte le domande pervenute, tenendo in debita con-
scono il fondamento, sono irrinuncia-
bili e non modificabili.                    siderazione, per ogni candidato, il curriculum, l’attività lavorati-
La più alta espressione di questi valori    va, l’età e la residenza; ha inoltre stabilito che, a parità di meriti,
è rappresentata proprio dalla qualità       avrebbe avuto la preferenza chi ha rispettato i termini fissati per
rotariana del socio, da inserire, non       la presentazione delle domande.
appena ammesso, in un continuo pro-         Tenendo presente questi parametri sono stati selezionati, in
cesso di informazione e formazione,         prima istanza, i candidati: Francesco Tiberi, Deborah Licastro,
nel rispetto di un articolo del nostro      Marianna Ciccarone, Paola Barbati, Caterina Chiacchierini, Sara
Manuale di Procedura, raramente             Ferreri, Eva Bonifazi e Daniele Mazzaferro;
ricordato, ma fondamentale perché
                                            Questi sono stati convocati, il 2.12. u.s., a Sulmona, per un col-
disciplina l’appartenenza: il socio, dal
                                            loquio con la Commissione al completo, composta da Sandro
momento in cui è ammesso al Club,
accetta l’osservanza dei principi del       Foglia, Lorenzo Papetti, Giovacchino Minelli, Antonio Strangi,
Rotary ed è vincolato alle regole.          Paolo Rossi e Cosimo Marolla.
Ho ricordato, in conclusione, un edi-       Dopo aver riesaminato tutte le domande e parlato a lungo con i
toriale del 1928 della rivista “Il          candidati presentatisi, la Commissione, all’unanimità, pur rite-
Rotary”, organo ufficiale del Rotary        nendoli idonei e validi tutti, ha selezionato per il G.S.E 2006-
italiano, a firma dell’allora Presidente    2007, i seguenti giovani professionisti:
Ginori Conti: “rilevo, scriveva il          Tiberi Maria Francesco, presentato dal Club di Jesi.
Presidente, come ci siano dei soci i        Licastro Deborah, presentata dal Club di Falconara.
quali, dando prova di somma incom-
                                            Ciccarone Marianna, presentata dal Club di Vasto.
prensione delle finalità rotariane, non
                                            Mazzaferro Daniele, presentato dal Club di Civitanova Marche.
credono di prendere parte, neppure in
minima         misura,      ai     lavori   Ferreri Sara, del Club di Jesi, sarà la prima delle riserve.
dell’Associazione. Se queste persone        Se sarà necessario, altre riserve saranno reperite tra i candidati
si rendono inutili, la loro apparte-        selezionati e non presentatisi.
nenza al Rotary è ugualmente inutile.       Ringrazio sentitamente gli amici della Commissione ed i Clubs
In assenza di una qualche ragione           tutti per la collaborazione datami
plausibile, nessuna indulgenza deve         ed auguro a tutti uno splendido 2007.
essere ammessa, e della loro elimina-
zione, nulla il Rotary avrebbe da per-
dere”.


                                                          15
                                                       ET
                                                                 E
                                                     SD




                                                                  R
                                                       I C T E M BE
                                                           EMBR
                                              INTERCLUB ROTARIANI


                             I SIGNORI DELL’ANELLO
                                                       Mauro Bignami




“
      Alma Redemptoris Mater quae           amministrativi, valorizzi le poten-
      pérvia coeli porta manes…”,           zialità dell’anello ideale che com-
      cantano i coristi della Schola        prende città e centri abitati dotati di
Gregoriana ‘Verba manent’ diretti           grandi attrattive culturali e ambien-
dal Maestro Franco Radicchia e le           tali. Il progetto era articolato in tre
note volano nel freddo della piccola        interventi, tutti puntualmente rea-
e austera chiesa dell’Eremo di Fonte        lizzati: l’organizzazione di una
Avellana e si rifrangono dalla bianca       Scuola di Canto Gregoriano; l’offer-
pietra ai nostri cuori, raccolti in         ta di cinque pacchetti turistici che
attento, pulsante silenzio, fino            facciano meglio conoscere un entro-
all’applauso esultante tributato ai         terra ancora tutto da scoprire, per-
coristi, al canto, al Maestro, al ritor-    ché non ancora parte di quegli itine-
no dall’esilio del canto gregoriano,        rari e flussi turistici che privilegiano   unire Marche e Umbria, Adriatico e
alle parole che, contrariamente a           mete più facilmente raggiungibili e        Tirreno con il potenziamento di
quanto asserito dal proverbio (verba        pubblicizzate e, infine, la pubblica-      strutture viarie e ferroviarie, per
volant, scripta manent), sono rimaste       zione ‘I Signori dell’anello’.             superare la concorrenza di altre
a ricordarci il loro rituale significati-   Numerose le autorità presenti, sia         regioni più grandi. Benvenute dun-
vo. E’ stato questo l’incipit di una        rotariane che politiche: tra i primi, i    que le comunità che si auto-orga-
intensa mattinata in cui cinque             PDG Antonio Pieretti e Umberto             nizzano, promuovendo progetti
Club (Altavallesina - Grotte                Lenzi e i presidenti di Club Olivio        interregionali a favore del territorio,
Frasassi, Cagli - Terra Catria              Galeazzi, Enzo Calandrini, Fausto          che «le istituzioni sostengono avva-
Nerone, Fabriano, Gualdo Tadino e           Burattini, Ennio Abbati ed Enrico          lendosi di risorse finanziarie euro-
Gubbio) hanno presentato a circa            Passeri; tra i secondi, i presidenti       pee”, ha spiegato Spacca.
300 rotariani il libro ‘I Signori del-      della Provincia di Ancona, Enzo            Una proposta neanche tanto celata a
l’anello (storia, spiritualità, arte,       Giancarli e della Regione Marche           darsi da fare, quella del presidente
natura sulle tracce di Romualdo e di        Gian Mario Spacca, i quali hanno           della Regione Marche, subito colta
altri Santi)’, mettendo sul tavolo i        manifestato apprezzamento per l’i-         dal PDG Lenzi, il quale ha suggerito
risultati di un lavoro durato alcuni        niziativa. Insomma, il Rotary si è         che, per il futuro, i cinque Club
anni e mirato a valorizzare le nume-        presentato come propugnatore di            legati dall’iniziativa prospettino pro-
rose risorse di cui è ricco il territo-     un processo di integrazione di una         getti concreti alla Regione, affinché
rio delle regioni Marche e Umbria.          zona in cui i confini amministrativi       siano finanziati, almeno parzial-
La pubblicazione, curata da                 non sono le frontiere delle comu-          mente. Certamente i Rotary Club
Giambaldo Belardi e Giancarlo               nità, in cui la catena dell’Appennino      dell’Anello «non si fermeranno e,
Sollevanti, è parte integrante dell’o-      non è una divisione, bensì un luogo        anzi, proseguiranno in questo lavo-
monimo progetto ed è incentrata             di incontro, prodromo a un asse            ro con rinnovato impegno», ha assi-
sulla valorizzazione di un’ideale           strategico dello sviluppo di un terri-     curato Domenico Giraldi, traendo le
ellisse territoriale, i cui signori sono    torio che deve avere al centro la per-     conclusioni del convegno.
le     montagne         dell’Appennino      sona e i suoi valori. Quasi come se        Un incontro stimolante, dunque,
umbro-marchigiano: i monti Catria,          la forza innovatrice di San                l’Interclub tra i Rotary club del com-
Nerone, Cucco, Maggio e San                 Romualdo influisse ancora sulle            prensorio appenninico, i quali, va
Vicino. Un percorso spirituale e cul-       persone, facendo «recuperare il sen-       ricordato, si sono attivati fin dal
turale, i cui punti di riferimento          timento profondo dell’autenticità          1995 con la costituzione della Terra
sono i molteplici eremi e abbazie           dell’individuo», ha ricordato nel suo      del Duca, una riproposizione del-
legati alle tracce lasciate da vari         intervento Antonio Pieretti.               l’antico Ducato di Urbino allo scopo
santi, tra i quali Romualdo,                Dal canto suo Gian Mario Spacca,           di rinverdire antichi fasti, ma
Silvestro, Francesco, ma anche una          dopo aver definito la proposta dei         soprattutto ora ancor più concreta-
guida ricca di riferimenti a tradizio-      cinque Rotary Club «interessante,          mente con il progetto della creazio-
ni, prodotti tipici, paesaggi che con-      perché rafforza il dialogo tra Marche      ne di un vero e proprio distretto
notano il territorio anche dal punto        e Umbria e si inserisce all’interno di     turistico-culturale che, coinvolgen-
di vista socioeconomico.                    cambiamenti non solo culturali ma          do soggetti pubblici e privati, si
L’obiettivo è quello di creare un           anche economici dettati da comuni          integri con altri settori per far emer-
distretto culturale-turistico il quale,     esigenze», ha ricordato come si stia-      gere tutte le potenzialità e la ric-
superando i confini territoriali e          no attivando modalità per meglio           chezza insite nel territorio.


                                                              16
                                                           ET
                                                                     E
                                                         SD




                                                                      R
                                                           I C T E M BE
                                                               EMBR
                                                    ATTIVITA’ ROTARIANA


                                                                                                I
                                                                                                    l corso sara’ ospitato dall’ITIS di
                  IN RICORDO DI...                                                                  Torrette di Ancona (Istituto
                                                                                                    Tecnico      Industriale      “Vito
                                                                                                Volterra”), che si può raggiungere
                                                                                                facilmente in auto ed è situato in
                                                                                                Via Esino, 36.
Scritto dall’avv. Giuseppe Bucci, pronunziato dalla figlia Marina, per impedi-                  I corsi avranno inizio alle ore 9,00 e
mento paterno                                                                                   si concluderanno alle ore 17,00 di
                                                                                                ogni giorno con una pausa pranzo
                                                                                                di un’ora.

D
         opo Mario Azzarone, ci ha lasciato
         il nostro caro Antonio Luciani. Sono
         tanti ormai che non ci stanno più
dal tempo della istituzione del Club, tutti                                                             NON
cari, buoni fratelli durante il cammino
dell’esistenza, rotariani di un tempo - mi
sia consentito affermarlo- presenti sem-
                                                                                                      VEDENTI
pre, disponibili anche per gli impegni più
complessi, legati ai principi della nostra
associazione, che sono, in fondo, pressap-
                                                                                                        2007
poco quelli della nostra religione, come                                                                   Franco Baldelli
ho sostenuto in altra occasione di incon-
tro. Ho conosciuto Tonino, ragazzo,                                                             Come è noto ogni club delle Marche
durante la mia giovinezza. Era lontano                                                          può inviare 2 nominativi di ipove-
ormai per me il tempo del collegio “Mario       intensi, con due riunioni mensili, una
                                                                                                denti. Tale numero non è tassativo
Pagano” di Campobasso, privilegio del           riservata ai soli soci, durante la quale il
Molise, cui seguiva il “Cicognini” di           presidente o un socio esponeva un argo-         in quanto si provvederà a compen-
Prato, con il vanto di aver avuto convitto-     mento, che veniva, poi, discusso da tutti o     sare eventuali nomi in più con quel-
re Gabriele D’annunzio giovinetto. Si era       interveniva la lettura di un libro, di una      li mancanti di club che hanno invia-
ai primi di luglio – allora non si andava al    poesia, della vita di un personaggio stori-     to un solo nominativo o non hanno
mare, almeno la gran parte delle famiglie       co, della letteratura o il racconto di un       provveduto ad inviare nomi. Il mas-
non si muoveva per l’immobilismo che            viaggio. Indimenticabile il nostro Tonino,
                                                                                                simo numero di “studenti” e’ fissato
persisteva – ed in quella serata, nel cortile   inteso a dare alla sua presidenza un calo-
del Palazzo Ducale, vi erano incontri di        re, una luce, un’anima e a creare una vera      in 40 per il corso base e 20 per il
scherma: il più atteso, tra Manfredo De         e propria famiglia tra quelli che già si con-   corso avanzato (per coloro che
Gennaro, padre dell’indimenticabile Paola       sideravano fratelli. Un autentico ricordo       hanno già partecipato ad uno dei
ed Aldo Masciotta, di Casacalenda,              questo mio, nessuna esagerazione, siamo         nostri corsi precedenti).
entrambi a me uniti da parentela. Ed            in un Tempio, dopo la santissima Messa,         Ogni club che invia ipovedenti, si
Aldo, dopo qualche anno, doveva parteci-        celebrata, come nei tanti anni passati, nel     dovrà fare carico del loro trasferi-
pare con onore alle Olimpiadi. Con tono         novembre, per i Rotatiani defunti.
gentile, assai timido, Tonino si avvicinò a     Apprendemmo, dopo alcuni anni che lo
                                                                                                mento fino alla scuola e ritorno alle
me e mi chiese un libro, che gli prestai        avevano visto sempre all’erta come              abitazioni o ad altro luogo concor-
volentieri e di cui ragionammo qualche          Preside di Liceo ed orgoglio per noi            dato con loro, e di mandare almeno
giorno dopo: ne ammirai già la cultura,         Larinesi, della sua malattia, purtroppo         un rotariano per ogni ipovedente
conosceva quell’autore, mi pare fosse           grave, di conseguenza non più presente          che faccia da tutor e che possibil-
Gustavo Flaubert, e tanti e tanti altri, da     come prima e ne rimanemmo assai addo-           mente abbia familiarità con l’uso del
destare la mia meraviglia. Per la comune        lorati. Lo ricordai un giorno a tutti voi,
                                                ricordai il viaggio nei luoghi francescani,
                                                                                                computer. Questa e’ una speciale
passione, diventammo buoni amici già da
allora e, sempre a scambiarci libri, a discu-   intorno a Rieti. Lo aveva progettato            occasione per ogni socio di mettere
tere ed anche un poco...ad esaltarci! La        Marina, allora Presidente, e lui ne era         in pratica il vero “SERVICE ROTA-
mamma era una Bizzarro, famiglia assai          stato entusiasta, profondamente religioso       RIANO”!
vicina alla mia, anche per abitazione,          come era. Pregammo Tonino di parlare,           Pertanto, ogni club dovrà inviare
sorella della nostra Iolanda, la vedova del     durante il viaggio, di S. Francesco e lui       tassativamente entro e non oltre il
caro Nicola Soldano, il più simpatico di        propose subito Ornella, l’ottima moglie,
                                                che fu veramente luminosa in quei tre
                                                                                                31 Dicembre 2006 all’indirizzo
tutti i rotariani, cui, ricordo, consegnò il
Paul Harris don Pietro Santoro, il nostro       quarti d’ora che precedettero l’arrivo e che    dello scrivente i nominativi dei can-
vescovo, vero, autentico santo, quando          ci inebriarono durante le varie visite, a       didati, unitamente ad indirizzo,
andammo a fargli visita a San Giovanni          Fonte Colombo, al castello di Rocca             numero di telefono ed indicazione
Rotondo, dove si era ritirato in vecchiaia.     Sinibalda, all’abbazia di Farfa ed a            dell’età’, e il nome del Rotariano-
Quando Tonino entrò nella associazione,         Greccio, dove Francesco fece il primo pre-      Tutor. E’ da indicare anche la perso-
fummo tutti lieti, contenti di avere tra i      sepe. Mi è vivo il ricordo: vidi inginoc-
                                                                                                na di riferimento per ogni club.
soci una persona tanto stimata a Larino,        chiato Tonino, in profonda preghiera a S.
di sì grande cultura, professore nei Licei,     Francesco, nell’angolo dell’eremo dove è        Vi ricordiamo che questa iniziativa
considerato specialmente dai superiori.         custodito il piccolo presepio. S. Francesco     e’ organizzata a livello regionale
Ne fummo orgogliosi, appena cominciaro-         nostro, qui in Convento, siamo tutti a pre-     anche come esperienza e formazio-
no i suoi interventi, profondi per sapere e     garti, volgiti a nostro Signore e pregalo,      ne per quei club che hanno in
sempre venati di ironia o di commozione.        come sai pregare Tu, perché accolga il          animo di ripetere l’esperienza l’anno
Due volte presidente, nel’96 e nel’98; anni     nostro Tonino in Paradiso.
                                                                                                prossimo.

                                                                    17
                                                                  E
                                                                            E
                                                              S




                                                                I CT T E M E R
                                                               D




                                                                    EMBR B
                                                 ATTIVITA’ DISTRETTUALE



                                          ITALIA E ALBANIA
                                                        Giorgio Rossi PDG


I
    l 21 novembre scorso è stata inaugu-
    rata a Roma una Mostra storica sulla
    “presenza italiana in Albania nella
prima metà del XX secolo”, organizzata
su iniziativa della Camera dei Deputati e
della Fondazione di solidarietà pro
Balcani e supportata, tra gli altri, dal fat-
tivo contributo del nostro Distretto
2090 del Rotary International.
L'evento è stato organizzato nel com-
plesso di Vicolo Valdina, una stupenda
residenza nei pressi di Montecitorio
dove, nelle varie sale, è stata esposta
un'ampia ed interessantissima serie di
documenti, reperti, fotografie, oggetti
vari, a diretta testimonianza di quanto
sia stato forte e sentito il legame storico
ed istituzionale tra l'Italia e l'Albania
nella prima metà del '900.
La Mostra è stata inaugurata dal
Presidente della Camera dei Deputati            Fausto Bertinotti alla presenza del   Presidente della Repubblica d'Albania
                                                                                      Alfred Moisiu, dell'Ambasciatore d'Italia
                                                                                      a Tirana Attilio Massimo Iannacci e
                                                                                      dell'Ambasciatore d'Albania in Italia
                                                                                      Llesh Kola, oltre che di un foltissimo
                                                                                      numero di Parlamentari e visitatori.
                                                                                      A rappresentare il nostro Distretto, su
                                                                                      delega del Governatore Luciano Pierini,
                                                                                      erano presenti i PDG Giorgio Rossi e
                                                                                      Giorgio      Milletti,    il   Segretario
                                                                                      Distrettuale Roberto Pierini ed il
                                                                                      Tesoriere       Distrettuale      Antimo
                                                                                      Venturelli. A completamento dell'espo-
                                                                                      sizione è stato inoltre stampato un sin-
                                                                                      tetico volume che ricorda la manifesta-
                                                                                      zione ed illustra il tema della mostra
                                                                                      con testi, foto e riproduzioni varie e che
                                                                                      sarà presto distribuito ai Club a cura del
                                                                                      Distretto.




                                                           I C EC T E M BE
                                                                         E
                                                         SD




                                                               IT         R
                                                          D




                                                                  EM E
                                                               E M B RB R
                                                                 DAI CLUB




                             ASSISI: CACCIA E CINOFILIA
                                                                Pio De Giuli


                                                 “Cinegetico” di Senofonte e dei Romani,

S
      ommando         le    passioni      del                                                         tati da 12 Giudici Internazionali che ne
      Presidente Alberto Giuglini (per la        l’Europa Medievale, Moderna e                        hanno giudicato le prove attitudinali
      cinofilia) e dell’avvocato Gino            Contemporanea ) puntualizzando l’e-                  poste in essere con l’intervento di 60
Costanzi (per l’attività venatoria) è            voluzione dei sistemi di caccia: l’arco e            ausiliari di “Ring” attribuendo, al termi-
stato possibile condividere una simpati-         le frecce, la lancia corta, le reti, i lacci, le     ne dei rispettivi percorsi, i punteggi
ca serata dedicata a due argomenti che           trappole, la falconeria, la caccia con il            canonici di “Buono”, “Molto Buono”,
conservano tuttora generalizzato inte-           ghepardo, la balestra (ancora usata dai              “Eccellente”.
resse ma che meritano anche informa-             bracconieri per essere precisa e silenzio-           La presentazione “familiare” del relatore
zioni più precise e corrette ad evitare i        sa), gli archibugi (1650), i fucili.                 ha reso facilmente accessibili anche
pregiudizi e le ingiustificate ostilità che      Durante tutto questo rapido percorso                 alcuni tecnicismi concernenti la postura
talvolta penalizzano la categoria dei            attraverso i secoli sono stati frequenti i           dell’animale, la risposta al comando
“Cacciatori” scesi in Italia da 1.701.853        riferimenti al fedele compagno del cac-              (rigorosamente impartito in lingua tede-
nell’anno 1980 a 791.848 del 2001.               ciatore, costantemente il cane, con un               sca),l’attacco al braccio dei cani da dife-
Il tutto è avvenuto mentre ai numerosi           accenno sommario al suo addestramen-                 sa, l’indifferenza allo sparo, lo “sfonda-
commensali venivano servite autentiche           to volto ad ottimizzare le attitudini delle          mento” per eludere le insidie del vento.
prelibatezze procurate da Gino Costanzi          diverse razze.                                       Ascoltando Giuglini è stato facile intui-
in sue recenti “battute” nei dintorni di         Più diffusamente ne ha parlato il                    re la sua predilezione per i cani da cac-
Assisi ( fagiano, lepre, cinghiale): di          Presidente Alberto Giuglini , elegantis-             cia, profusa in trenta anni di espositore
ogni animale venivano spiegate le carat-         simo in una “mise” appropriata di stile              durante i quali un suo Bracco Italiano –
teristiche anatomiche, le abitudini, la          tirolese, riferendosi alla recente                   “Aristotile” – è divenuto campione
diffusione nel territorio, il sistema di         Esposizione canina realizzata dall’ENCI              nazionale e mondiale. Gli brillavano gli
caccia con tutte le astuzie e gli accorgi-       (Ente Nazionale Cinofilia Italiana, sorto            occhi quando, accompagnati dai suoi
menti utili a garantire il successo dell’a-      nel 1882) nel “Centro Fieristico                     nipoti, si sono affacciati in sala due
zione, i criteri di spartizione della preda      Ludovico Maschiella” di Bastia Umbra                 splendidi esemplari del suo allevamento
tra i vari partecipanti. Veniva evidenzia-       dove nei primi giorni di novembre sono               con lo sguardo proteso senza incertezze
to in particolare – per tenerne conto ai         confluiti da tutta Italia 1864 esemplari             verso il loro “padrone”. Con questa
fini della cattura in una sfida esaltante e      di 240 differenti razze (sulle circa 400             scena senza parole, eppure eloquente di
“cavalleresca” tra l’uomo e l’animale -          riconosciute). Suddivisi nelle tre “cate-            per sé, si è chiusa tra gli applausi una
l’udito eccezionale della lepre e l’olfatto,     gorie” (Cani da compagnia, Cani da                   serata veramente bella ed originale.
altrettanto potente, del cinghiale.              difesa e Cani da caccia) sono stati valu-
Non è mancato un rapido “excursus”
storico, vivacizzato da memorie “perso-
nali” (toccante quella di Gino Costanzi
che ancora bambino riceve dal padre i
primi insegnamenti di arte venatoria e
di “etica del cacciatore”, fondamento di
                                                 AMELIA NARNI: EDICOLE VOTIVE
un sano rapporto con la natura) e dal
                                                                                     Igea Frezza Federici
racconto di esperienze vissute anche in
terre lontane, persino nel Messico sulle

                                                 E
                                                        ’ il titolo del volume pubblicato dal Rotary Club Amelia-Nami, in occasione del cente-
piste del tacchino selvatico. E’stato pos-              nario della fondazione del Rotary, 1905-2005, per far conoscere e valorizzare il territo-
sibile apprendere ad esempio che i cac-                 rio, ricco di testimonianze artistiche e culturali. Il volume presenta una raccolta delle
ciatori hanno un loro Patrono in S.              principali edicole votive della zona Amelia - Nanni. Il termine edicola deriva dal latino aedi-
Uberto di Liegi (651 – 727 d.Ch.), pri-          cula che, nel suo valore etimologico indica il diminutivo di aedes. inteso nel significato di casa
mogenito del duca Bertrando di                   - tempio, o casa di Dio. Nell’antichità il termine indicava una costituzione di piccole dimen-
Aquitania, divenuto conte palatino e poi         sioni, un sacello o una cappella, in cui si potevano riscontrare le caratteristiche frontali di un
convertitosi, durante una battuta di cac-        tempio classico. Nell’accezione corrente l’edicola si configura come una fronte o una facciata
cia, per la visione di un grande cervo           di tempietto, come una nicchia, come una finestra che inquadra una immagine sacra. Lo sche-
sovrastato dalla Croce. Il relatore si è         ma architettonico ha origini remote, ma è stato codificato nell’epoca classica, quando le edi-
soffermato brevemente sulle remote ori-          cole costituivano un elemento importante del culto. Nell’antica Roma le edicole si trovavano
gini dell’arte venatoria fatte risalire all’e-   ai crocicchi delle vie cittadine. Nei primi secoli cristiani si diffuse l’usanza di incidere sui muri
poca preistorica delle glaciazioni desu-         delle case graffiti con il nome della Vergine Maria.
mendo il dato dalle più note incisioni           Testimonianza di una fervida devozione popolare, le 116 edicole censite nel testo sono corre-
rupestri che documentano il cammino              date da immagini. Il prof. Mario Tosti, docente dell’Università di Perugia e presidente dell’
della civiltà umana e, poi, inevitabil-          I.S.U.C., ha presentato, in Amelia, il volume; che offre non solo un contributo alla più pun-
mente a grandi salti, ha percorso le             tuale conoscenza del territorio amerino - narnese, ma rispondendo agli scopi del Rotary, è in
tappe successive ( il mondo mitico dei           grado di offrire alla cittadinanza una significativa fonte per promuovere ulteriori studi sull’ar-
Greci – con la citazione colta del               gomento.



                                                                         19
                                                                    IC
                                                                  D




                                                                         EMBRE
                                                         DAI CLUB



    TOLENTINO                                                          KORCIA
           Carla Passacantando



O
         spiti alla cantina “Il Pollenza” del conte
         Aldo Maria Brachetti – Peretti i soci del
         Rotary club di Tolentino. Una visita in
cantina guidata dallo stesso conte e poi tutti al
salone degli assaggi dei vini prodotti dalla canti-
na in contrada Casone. Il conte Brachetti –
Peretti ha illustrato la sua attività di presidente
dell’Api di Falconara da cinquanta anni il prossi-
mo febbraio, di uomo di spicco nel settore petro-
lifero ed energetico che qualche anno ha anche
intrapreso l’attività agricola e vitivinicola riallac-
ciandosi alla tradizione familiare del nonno
Tebaldo. “Sono orgoglioso e felice – ha detto – di
aver speso tutti i soldi a Tolentino per produrre
nelle Marche uno dei vini più importanti d’Italia.
Per assaggiarlo in cantina arrivano degustatori
nazionali ed internazionali”. Riguardo al campo
petrolifero l’imprenditore ha ribadito la volontà
di realizzare due grandi centrali per la produzio-
ne di energia in modo da coprire tutto il fabbiso-
gno delle Marche. “Non capisco - ha aggiunto -
perché la Regione Marche abbia approvato un
piano energetico ambientale regionale che deter-
mini la creazione di piccole centrali che secondo
me non hanno la minima competitività. Mi bat-
terò a sangue per raggiungere i miei scopi come
ho fatto per la produzione dei vini. Il mio inte-                        Il Governatore Pierini ha inaugu-
resse è produrre molto e vendere al più basso                            rato, nella visita al Club, l’impor-
prezzo”. A pensarla diversamente sulla creazione
                                                                         tante monumento al Rotary, collo-
di grandi centrali è il sindaco di Pollenza, Sabrina
Ricciardi, ospite alla conviviale del Rotary club. Il                    cato nel “Parco della gioventù”.
primo cittadino pollentino, oltre a ringraziare il                       La cerimonia, alla presenza delle
conte per aver utilizzato il nome della città per il
                                                                         maggiori autorità, ha visto parte-
suo vino, ha ribadito contrarietà alla centrale tur-
bogas che dovrebbe nascere a San Severino ed                             cipare anche Oretta e Giovanni
alla modifica del Piano energetico ambientale                            Gara, Maria Grazia e Giovanni
regionale. All’incontro ha preso parte anche il
                                                                         Molinari.
sindaco di San Severino Cesare Martini.




                                                               20
                                                          IC
                                                         D




                                                               EMBRE
                                                                  DAI CLUB




 VASTO: INIZIATIVE NEL SEGNO DELL’AMICIZIA
                                                                 Luigi Medea




C
         ontinua con impegno l’attuazio-
         ne del programma, soprattutto
         sul fronte culturale, nel club.
Grazie al Presidente, rag. Antonio
Finarelli e al suo Direttivo, i soci stanno
comprendendo sempre meglio che far
parte del Rotary significa soprattutto
vivere in una vera comunità di amici,
dove si cercano continue motivazioni
per una intensa crescita personale e pro-
fessionale.      Richiamiamo l’attenzione
su quattro importanti iniziative.Innanzi
tutto la coinvolgente Conviviale con
l’intervento del dott. Gianfranco
Marabelli, uno dei più importanti pub-
blicitari italiani, sicuramente il creativo
                                                 Beniamino Di Domenica, Direttore tec-                 Peligna. Sul menu della Conviviale i
italiano più premiato al Festival
                                                 nico ed enologo della Cantina Sociale                 partecipanti hanno letto i versi di
Internazionale della Pubblicità di
                                                 Madonna dei Miracoli di Casalbordino,                 Attilio Mucci, poeta conosciuto in
Cannes che ha svolto il tema sulla
                                                 la qualità di 23 tipi diversi di vino novel-          Abruzzo: “Lu vine de l’Abruzzo è ’na
“Pubblicità”, illustrando la nascita e lo
                                                 lo delle terre di Chieti, delle Colline               maggije / se stì a dijune fa d’aperitive, /
sviluppo della pubblicità in Italia, per
                                                 Frentane, Teatine e Pescaresi, dei Colli              se megne troppe te fa ’lliggirije / e se ti
poi soffermarsi su come si siano evolu-
                                                 Aprutini, del Sangro e della Valle                    siente male t’arebbive”.
te le tecniche di comunicazione pubbli-
citaria e di marketing. Una seconda ini-
ziativa ha portato (il 14 e 15 ottobre) i
soci del club a Bologna per visitare la
storiche magnificenze cittadine ed                            ATESSA: PER L’UNITALSI
incontrare alcuni, fra i tanti, amici rota-
riani bolognesi (i club sono ben dieci!).
L’arch. Sandro Valentini, presidente


                                                 P
incoming, su questo viaggio ha scritto “è               resso il convento di S. Pasquale si è tenu-
stato offerto a noi partecipanti un                     ta la consegna del minibus donato dal
weekend diverso, dimostrando che sol-                   Rotary Club, unitamente al Rotaract,
tanto l’essere insieme costituisce quella        all’UNITALSI di Atessa per il trasporto degli
solida base su cui è possibile costruire         amici diversamente abili del territorio; l’acqui-
tutto”. La terza iniziativa ha vissuto           sto è stato effettuato grazie ai fondi raccolti con
momenti di grande vitalità rotariana (il         il concorso “La più bella cartolina di Natale;
27 ottobre) per la visita a Vasto dell’at-       un concorso che si svolge ogni anno tra le
tuale governatore del Distretto 2090             scuole medie dei paesi e cittadine che circon-
Luciano Pierini, che ha incontrato               dano la valle. Le più belle vengono scelte da
l’Amministrazione Comunale. La quarta            una commissione creata appositamente dal
iniziativa è recente : in amicizia si è          club. I ragazzi che hanno dato vita a questi pic-
                                                 coli capolavori vengono premiati con una borsa
svolto il VII incontro con il Vino novel-
                                                 di studio. I disegni vengono poi rielaborati in
lo presso i Laghi dell’Osento, Contrada
                                                 tipografia ed infine messi in vendita.
Vidorni di Casalbordino. Sono interve-
nuti illustri ospiti rotariani tra cui il past
governor Antonio Guarino e i presiden-
ti dei club di Sulmona Pizzuti , di
Ortona         De Guglielmo, di Atessa
Tommolini, di Larino La Quaglia e il
segretario di Chieti Caputo. Nutrita
soprattutto la presenza di soci e familia-
ri da Sulmona (ben 19) e da Atessa. Tutti
hanno potuto apprezzare, grazie alla
perfetta organizzazione dei soci Pio
Squadrone, Vice presidente del club, e

                                                                         21
                                                                    IC
                                                                  D




                                                                         EMBRE
                                                             DAI CLUB



       SPOLETO: FORMAZIONE PER IL RESTAURO


C
         on questa importante ed articolata     diosità e delle bellezze del complesso, non-   preso la parola hanno avuto espressioni di
         manifestazione — pensata, organiz-     ché delle sue molteplici possibilità per una   compiacimento nei riguardi del Club per
         zata e condotta in stretta collabo-    utilizzazione di “qualità” adeguata. La Sala   avere innescato e organizzato questa
razione con il Comune di Spoleto e la           Ermini di Palazzo Ancaiani, ha ospitato il     importante e significativa manifestazione,
Fondazione Carispo — si è inteso presen-        Convegno vero e proprio, aperto dal            ritenuta fondamentale per dare nozione
tare alla città lo stato dei lavori che, nel    Presidente Valentini, con qualificati inter-   alla città di un’ iniziativa che può definirsi
breve-medio termine, arricchiranno              venti del Sindaco di Spoleto, del socio        epocale per il futuro di Spoleto (recupero
Spoleto di un complesso storico-monu-           Dario Pompili quale Presidente della           del Complesso dell’Anfiteatro Romano).
mentale di eccezionale valore destinato ad      Fondazione Carispo, del Direttore              Hanno fatto seguito: la prolusione del Prof.
ospitare, tra l’altro, un Centro di alta for-   Regionale dei Beni Culturali Vittoria          Ernesto Menestò (che ha presieduto la riu-
mazione integrata per gli operatori del         Garibaldi, del Sovrintendente per i Beni       nione), le relazioni degli Arch. Gori,
restauro.                                       Archeologici dell’Umbria Maria Rosaria         Macchia e Orazi, del Dott. Alessandro
L’iniziativa ha preso l’avvio con la visita     Salvatore, dell’Arcivescovo di Spoleto-        Monti, del Prof. Bruno Toscano, del
guidata al complesso dell’Anfiteatro            Norcia Mons. Riccardo Fontana, di due          Maestro Michelangelo Zurletti e della Prof.
Romano che ha dato modo ai numerosi             esponenti della Giunta Regionale               sa Letizia Pani Ermini.
partecipanti di rendersi conto della gran-      dell’Umbria. Tutte le personalità che hanno


                            LORETO: IL ROTARY E L’ARTE


I
    n una splendida cornice di pubblico,
    nel ritrovato Teatro Comunale, si è
    svolto a Loreto uno spettacolo musi-
cale proposto dal Club di Loreto, dal
Titolo “ Il Rotary e l’arte”. E’ il primo di
una serie di appuntamenti aventi come
oggetto L’Arte, in tutte le sue espressio-
ni. Questo primo appuntamento ha
avuto come tema la musica, in tutte le
sue componenti. Alla presenza di S.E.
l’Arcivescovo      mons. Danzi e del
Sindaco Moreno Pieroni, il presidente
del Club, Aldo Angelico, ha ripercorso
le tappe fondamentali del R.I., le sue
finalità ed i progetti umanitari sostenu-
ti, illustrando,poi, il programma del
Club di Loreto e le iniziative culturali
ed umanitarie in cui è impegnato.
L’evento era finalizzato alle risorse idri-
che ed al progetto “ Durazzo” tanto caro        che hanno deliziato il folto pubblico          accompagnato da Paolo Galassi. Il duo,
al Governatore Liciano Pierini e soste-         con eccezionali brani di musica leggera        eccezionale interprete del Fado, un
nuto dal PDG Umberto Lenzi, presente            La vie en rose” di Edith Piaf, “New york       canto popolare legato a Lisbona e
alla serata.                                    new york” di Liza Minnelli ed infine           Coimbra, tradizionalmente usato per le
La maratona musicale è iniziata con una         “Quello che le donne non dicono” della         serenate rivolte dagli studenti universi-
sublime interpretazione del M:° Ilaria          grande Fiorella Mannoia.                       tari alle proprie innamorate, ha entusia-
Tramannoni al pianoforte, su musiche            Ha trovato spazio anche un’altra arte          smato per la sua capacità di trasmettere
di Chopin e Liszt,seguita dal bel canto         che ha sempre a che fare con la musica,        emozioni sempre nuove e sempre coin-
dei M.i Francesca Carli, soprano e              la danza.                                      volgenti.
Enrico Giovagnoli, tenore, che si sono          Si sono esibiti, in balli classici e latino-   A questa prima edizione de “ Il Rotary e
cimentati in arie celebri tratte dal            americani, Federica e Valentina                L’arte” dedicato alla musica, ne segui-
“Gianni Schicchi”, dalla “Tosca” e dalla        Agostinelli, Simone Pesaresi e Lorenzo         ranno altre che avranno come tema altre
“Traviata”. Dopo un magistrale assolo di        Tarabelli. La serata è stata chiusa da un      espressioni artistiche che andranno dal
Luigino Pallotta alla fisarmonica, è stata      genere musicale davvero straordinario,         teatro alla poesia al cinema, ma sempre
la volta di Eleonora Alessandrini accom-        come straordinario è l’artista che lo pro-     nello spirito rotariano di valorizzare e
pagnata al piano da Francesco Fagotti           pone, Marco Poeta, magistralmente              di ….APRIRE LA VIA ai giovani talenti


                                                                     22
                                                                IC
                                                               D




                                                                     EMBRE
DAI CLUB




      23
 ET
           E
S




      TE M BR
In collaborazione con

								
To top