Istituto Di Microbiologia E Immunologia Veterinaria by keara

VIEWS: 356 PAGES: 9

									                                Istituto Di Microbiologia E Immunologia Veterinaria



  Indirizzo: via Celoria 10 - Milano
  Telefono: 02.23.61.521
  Fax: 02.23.62.775
  E-Mail: giorgio.poli@unimi.it
  Direttore: PROF. GIORGIO POLI
  Macro-Settore: Scienze Veterinarie
  Area di afferenza 1: Scienze Veterinarie


                   1. Organico assegnato e altri collaboratori alla ricerca afferenti alla struttura

1.1 Personale docente

Professori di I fascia a tempo pieno
  Poli Giorgio                    tel.   02 2361521      Giorgio.Poli@unimi.it

Professori di II fascia a tempo pieno
  Caldora Carla                   tel.   02/2363544
  Ponti Wilma                      "     02 2361521      Wilma.Ponti@unimi.it
  Zanella Antonio                  "     02/2363544      antonio.zanella@unimi.it

Ricercatori universitari, assistenti di ruolo e assimilati a tempo pieno, assegnisti
  Dall'Ara Paola Emanuela          tel. 02 2361521         Paola.Dall'Ara@unimi.it
  Turin Lauretta                    "     02 2361521       Lauretta.Turin@unimi.it

1.2 Personale tecnico - amministrativo

Personale amministrativo-contabile e tecnici di qualifica uguale o superiore al VII livello
  Cocilovo Alessandra          tel. 02 2361521          Alessandra.Cocilovo@unimi.it
  Martino Piera Anna            "      02/2363544       piera.martino@unimi.it

Personale amministrativo-contabile e tecnici di qualifica uguale o inferiore al VI livello
  Dagrada Massimo              tel. 02/2361521          massimo.dagrada@unimi.it
  Gilardoni Domenico            "      02/2363544       domenico.gilardoni@unimi.it
  Rancati Barbara               "      02/2363544       barbara.rancati@unimi.it
  Tarussello Carla              "      02 2363544       carla.tarussello@unimi.it

1.3 Dottorandi, specializzandi e borsisti

Dottorandi attivi, nell'anno, presso la struttura
  Carcassola Gabriella            tel. 02/2361521        gabriella.carcassola@unimi.it
  Giannino Maria Laura             "     02/2361521      maria.giannino@unimi.it
  Pasotto Daniela                  "     02/2361521
  Pollera Claudia                  "     02/2361521      claudia.pollera@unimi.it
  Riva Federica                    "     02/2361521
                                                           Organico

Personale docente
No. Professori I fascia a tempo pieno                                                                                     1
No. Professori I fascia a tempo definito                                                                                  0
No. Professori II fascia a tempo pieno                                                                                    3
No. Professori II fascia a tempo definito                                                                                 0
No. Ricercatori universitari, assistenti di ruolo e assimilati a tempo pieno, assegnisti                                  2
No. Ricercatori universitari, assistenti di ruolo e assimilati a tempo definito                                           0
Personale tecnico-amministrativo
No. Personale amministrativo-contabile e tecnici di qualifica uguale o superiore al VII Livello                           2
No. Altri collaboratori di ricerca con contratti di collaborazione coordinata e continuativa                              0
No. Personale amministrativo-contabile e tecnici di qualifica uguale o inferiore al VI Livello                            4
Dottorandi, specializzandi e borsisti
No. Dottorandi attivi, nell'anno, presso la struttura                                                                     5
No. Borsisti di Training and Mobility of Research della C.E. e No. borsisti post-dottorato attivi, nell'anno, presso la
                                                                                                                          0
struttura
No. Altri borsisti con laurea e specializzandi attivi, nell'anno, presso la struttura                                     0


                                              2. Dati economico finanziari

2.1 Finanziamenti per la ricerca
Finanziamento complessivo per progetti di Ricerca da fondi di Ateneo                       35.119.000
Finanziamento complessivo da fondi MURST                                                    8.865.000
Finanziamento complessivo da contributi CNR                                                         0
Finanziamento complessivo da altri organismi pubblici nazionali e da contratti
                                                                                                      0
CNR
Finanziamento complessivo da altri organismi privati e imprese nazionali                              0
Finanziamento complessivo da Commissione Europea                                                      0
Finanziamento complessivo da altri organismi pubblici internazionali                                  0
Finanziamento complessivo da altri organismi privati e imprese internazionali                         0

Totale                                                                                     43.984.000

2.2 Dati relativi alle spese per la ricerca
                                                                                              Somme                Somme
                                                                                               pagate           impegnate
Spese annuali complessive della struttura                                                 185.799.000          265.923.000
Spese annuali della struttura esclusivamente per ricerca                                  125.321.000          190.596.000

2.3 Attrezzature scientifiche e materiale bibliotecario
Spesa totale annuale per attrezzature scientifiche                                           3.027.000
Spesa totale annuale per materiale bibliotecario                                             1.076.000

2.4 Finanziamenti per ricerca gestiti sul bilancio di altri enti e resi disponibili per la struttura
Finanziamenti complessivi messi a disposizione da enti pubblici nazionali                           0
Altri finanziamenti                                                                                 0
                         3. Progetti di ricerca in corso presso la struttura, finanziati da enti esterni

Nessuno


                  4. Elenco delle iniziative scientifiche organizzate e gestite nell'ambito della struttura
               (congressi, convegni, cicli di conferenze e/o seminari, workshop, mostre ed altre iniziative)

1. Congressi, Convegni, Conferenze, Workshops ................................................................................................ 1
La Scuola di Specializzazione in Scienza e Medicina degli Animali di Laboratorio, che ha direzione e sede
organizzativa presso l’Istituto di Microbiologia e Immunologia Veterinaria, ha organizzato il Convegno “Stato
dell’arte delle biotecnologie applicate alla sperimentazione animale”, Gargnano del Garda (BS), 27-28 giugno
2000. Tale iniziativa rientra nella tradizione della Scuola che ogni anno, a chiusura dei corsi, organizza un convegno
su una problematica legata alla sperimentazione animale.




                      5. Direzione di riviste, collane o rilevanti opere collettive a carattere scientifico
                                          che fanno capo a docenti della struttura;
                          partecipazioni a comitati scientifici responsabili di iniziative editoriali

Il Prof. Giorgio Poli è Direttore scientifico della rivista SUMMA, mensile di formazione veterinaria edito da Point
Vétérinaire Italie.




                                                    6. Risultati dell'attività di ricerca

Riassunto

Macro-Settore Scienze Mediche
 Articoli su altre riviste o su atti di convegni con referee              1

Macro-Settore Scienze Veterinarie
 Abstract su Current Contents                                             4
 Articoli su altre riviste o su atti di convegni con referee              23
 Articoli su riviste scientifiche ISI                                     1
 Capitoli di libro                                                        1
 Comunicazioni a congressi pubblicate sugli atti                          2


 Elenco

 Riviste
-Carcassola Gabriella; IBR e vaccini tra passato e futuro; La Settimana Veterinaria; 2000; Point Vétérinaire Italie,
 Milano; pagg. 510-511.
-Dall'Ara Paola Emanuela, Cigognini E., Fabbrini F.; Le piodermiti ricorrenti del cane; Obiettivi e documenti
 veterinari; 2000; pagg. 5-13.
-Dall'Ara Paola Emanuela, Pratelli A., Greco G., Engels M., Tempesta M., Buonavoglia C.; Restriction endonuclease
 analysis of the genome of two Italian caprine herpesvirus 1 strains; Archives of virology; 2000; pagg. 845-851.
-Dall'Ara Paola Emanuela; Trasmissione della BSE all'uomo: una prova schiacciante?; Praxis veterinaria; 2000; pagg.
 8-9.
-Dusinsky Roman, Ponti Wilma, Bardotti Massimiliano; Decreased expression of L Selectin (CD62L) on lymphocytes
 in enzootic bovine leukemia; Journal of Veterinary Medicine; 2000; Blackwell Wissenschafts-Verlag, Berlin; pagg.
 127-132.
-Lauzi Stefania, Pasotto Daniela, Amadori Massimo, Archetti I.L., Poli Giorgio, Bonizzi Luigi; Evaluation of the
 specificity of the gamma-interferon test in Italian bovine tuberculosis-free herds; The Veterinary journal; 2000; pagg.
 17-24.
-Martino Piera Anna, Iacchia G.; Il rischio biologico da dermatofitosi; Rivista di coniglicoltura; 2000; pagg. 57-63.
-Martino Piera Anna; Indagini microbiologiche in corso di BRD; Obiettivi e Documenti Veterinari; 2000; pagg. 29-32.
-Martino Piera Anna, Dall'Ara Paola Emanuela, Poli Giorgio, Dimor A.; Isolamento e valutazione della sensibilità agli
 antibiotici di ceppi batterici isolati nel cane da tamponi cutanei, tamponi auricolari e campioni di urina; Selezione
 veterinaria; 2000; pagg. S403-S407.
-Martino Piera Anna, Bignami Guido Maria, Faravelli Grazia, Poli Giorgio; Malattia da graffio del gatto (Cat Scratch
 Disease): indagine preliminare; Selezione veterinaria; 2000; pagg. S195-S199.
-Martino Piera Anna; Principali microrganismi isolati nel cane da tamponi auricolari, tamponi cutanei e campioni di
 urina e loro sensibilità agli antibiotici; Praxis veterinaria; 2000; pagg. 21-25.
-Poli Giorgio, Zanella Antonio, Dall'Ara Paola Emanuela, Bonizzi Luigi; Immunologia aviaria: il vecchio e il nuovo;
 Selezione veterinaria; 2000; pagg. 535-560.
-Ponti Wilma; Alcune malattie virali di interesse veterinario: puntualizzazioni e aggiornamenti; La Settimana
 Veterinaria; 2000; Le Point Veterinaire Italie SRL, Milano; pagg. 3.
-Ponti Wilma, Coppi Paola, Chiodini Guendalina, Dusinsky Roman, Bardotti Massimiliano; L-selectin (CD62L)
 expression on leukocytes of bovine leukemia virus infected cattle.; SISVet annual meetings selected abstracts; 2000;
 Le Point Veterinaire Italie SRL, Milano; pagg. 126.
-Turin Lauretta, Riva Federica, Galbiati C., Cainelli T.; Fast, simple and highly sensitive double-rounded polymerase
 chain reaction assay to detect medically relevant fungi in dermatological specimens; Eur. J. Clin. Invest.; 2000; pagg.
 511-518.
-Zanella Antonio, Dall'Ara Paola Emanuela, Martino Piera Anna; Avian influenza epidemic serovar H7N1 in Italy;
 Zootecnica international; 2000; pagg. 54-60.
-Zanella Antonio, Dall'Ara Paola Emanuela, Marchi R.; Malattia di Marek: valore diagnostico e prognostico del test di
 agar-gel diffusione con le piume; Selezione veterinaria; 2000; pagg. S217-S224.
-Zanella Antonio, Alborali Loris, Candotti Paolo, Guadagnini Pierfilippo, Stonfer M., Martino Piera Anna, Bardotti M.;
 Severe Escherichia coli O111 septicaemia and polyserositis in hens at the start of lay; Avian pathology; 2000; pagg.
 311-317.

 Contributi in Volume (anche Curatele e Editor)
-Poli Giorgio, Dall'Ara Paola Emanuela; Biotecnologie innovative, scienza del futuro; Biotecnologie, profili scientifici e
 giuridico-sociali; 2000; Giuffrè Editore; 43-58.

 Relazioni ai Congressi/Abstract
-Carcassola Gabriella, Galli Andrea, Pacciarini M., Bongioni G.; Estrazione del DNA del virus della rinotracheite
 infettiva del bovino (BHV-1) da seme bovino infettato sperimentalmente e suo rilevamento mediante PCR; LIV
 Convegno SISVet; Atti LIV Convegno SISVet; 2000; Riva del Garda (TN); pagg. 161.
-Dall'Ara Paola Emanuela, Martino Piera Anna, Carcassola Gabriella, Cocilovo Alessandra, Cama M.; Autovaccines in
 the treatment of canine pyoderma:preliminary evaluation of efficacy; SISVET; SISVET annual meeting selected
 abstracts; 2000; Montecatini Terme (PT); Point Vétérinaire Italie, Milano; pagg. 129.
-Fulgenzi A., Ponti Wilma, Corsi Massimiliano, Cavani S.; I livelli di radicali liberi plasmatici inducono apoptosi nei
 linfociti di bambini con trisomia 21; 32° Congresso SIBioc; Biochimica Clinica; 2000; Rimini; 324.
-Giannino Maria Laura, De Marta P., Randi E.; Analysis of genetic variability in some populations of chough
 (Pyrrhocorax pyrrhocorax) by mithocondrial DNA sequences; 4ç Congresso Nazionale Biotecnologie; CNB4; 2000;
 Torino; CIB; pagg. 103.
-Martino Piera Anna, Zanella Antonio, Lumina B.; Induzione in vitro di antibiotico-resistenza in Mycoplasma bovis e
 Mycoplasma agalactiae; LIV Convegno Nazionale SISVet; Atti LIV Convegno SISVet; 2000; Riva del Garda (TN);
 pagg. 193-194.
-Paltrinieri Saverio, Ponti Wilma, Comazzi Stefano, Moore P.F., Di Mauro F.; Flow cytometric analysis of circulating
 lymphocyte subsets in cats with spontaneous feline infectious peritonitis; 2nd annual scientific meeting ESVCP; 2000;
 Tolosa.
-Pollera Claudia, Ricci A., Minorello C., Milazzo M., Moro D., Tolin C.; Metodi di indagine epidemiologica
 sull'antibiotico-resistenza di ceppi di Salmonella spp. isolati nel Veneto; Malattie infettive dell'Arco Alpino; Atti 5°
 Convegno Internazionale; 2000; Siusi allo Sciliar (BZ); pagg. 23-24.
-Ponti Wilma, Comazzi Stefano, Paltrinieri Saverio, Bardotti Massimiliano, Di Mauro Francesca; Alterazioni
 linfocitarie in casi di peritonite infettiva felina; LIVConvegno Nazionale SISVet; Atti LIVConvegno Nazionale
 Società Italiana delle Scienze Veterinarie; 2000; Riva del Garda; Grafiche Scudieri, Mesina; pagg. 181-182.
-Ponti Wilma, Paltrinieri Saverio, Comazzi Stefano, Poli Giorgio, Bardotti Massimiliano; Changes in blood lymphocyte
 subsets in feline peritonitis (FIP)-affected and FIP-exposed cats: flow cytometry analysis; Veterinary Virology in the
 New Millenniu; Proc. of the 5th International Congress of the European Society for Veterinary Virology (ESVV);
 2000; Brescia; Emiliana Brocchi, Antonio Lavazza, Ist. Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia, Brescia; pagg.
 279-280.
-Riva Federica, Turin Lauretta, Bonizzi Luigi, Albanese G., Poli A.; Double-rounded PCR to detect medically relevant
 fungi in dermatological human and veterinary specimens; San Francisco 2000; 58th Annual Meeting of the American
 Academy of Dermatology; 2000; San Francisco; pagg. 325.
-Riva Federica, Turin Lauretta, Poli Giorgio, Albanese G., Poli A.; Double-rounded PCR to detect medically relevant
 fungi in dermatological human and veterinary specimens; 14th Isham 2000 Arhentina; Abstract's book; 2000; Buenos
 Aires (Argentina); pagg. 89.
-Riva Federica, Turin Lauretta, Poli A., Mengoni A.; Doubled-rounded PCR to detect fungi in dermatological
 specimens; SISVet; SISVET annual meeting selected abstracts; 2000; Montecatini Terme (PT); Point Vétérinaire
 Italie, Milano; pagg. 136.
-Zanella Antonio, Martino Piera Anna, Stonfer M., Moreno Martin A., Zanardi G.; Avian influenza due to serovar
 H7N1 in light layers in Italy; 49° World Poultry Disease Conference; Proc. 49° WPDC; 2000; Sacramento (USA);
 pagg. 116-119.



     7. Centri di ricerca con sede nel dipartimento o istituto, consorzi per la ricerca cui partecipa la struttura

L’Istituto di Microbiologia e Immunologia Veterinaria partecipa al Consorzio Interuniversitario per le
Biotecnologie (CIB). Tale Consorzio, costituito nel 1987, ha il compito di fornire supporti organizzativi, tecnici e
finanziari agli Atenei consorziati e rappresenta uno strumento di coordinamento del sistema universitario nazionale
con altri Enti di ricerca, aziende od organizzazioni nazionali e internazionali che promuovono la ricerca
biotecnologica.


                       8. Partecipazione dei componenti della struttura ad organi di governo,
                              coordinamento, gestione, ecc. della facoltà e/o dell'ateneo

•   Consiglio di Amministrazione (membro: Prof. Poli)
•   Consiglio di Facoltà (membri: Prof. Poli, Prof. Zanella, Prof.ssa Ponti, Prof.ssa Caldora)
•   Consiglio di Corso di Laurea in Medicina Veterinaria (membri: Prof. Poli, Prof. Zanella, Prof.ssa Ponti,
    Dr.ssa Dall’Ara)
•   Consiglio di Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali (membri: Prof.ssa Caldora e
    Prof. Poli in supplenza della Prof.ssa Caldora [assente per malattia])
•   Consiglio di Corso di Laurea in Biotecnologie, indirizzo veterinario (membri: Prof.ssa Ponti, Dr.ssa
    Dall’Ara, Dr.ssa Turin)
•   Scuola di Specializzazione in “Scienza e Medicina degli Animali da Laboratorio” (Direttore: Prof. Poli;
    tutor: Dr.ssa Cocilovo)
•   Scuola Specializzazione in “Patologia e Clinica degli Animali d’Affezione” (membri del consiglio: Prof. Poli,
    Prof.ssa Ponti, Dr.ssa Dall’Ara)
•   Scuola Specializzazione in “Etologia applicata e benessere degli animali di interesse zootecnico e degli
    animali da affezione” (membro del consiglio: Prof. Poli)
•   Scuola Specializzazione in “Sanità Pubblica Veterinaria” (membro del consiglio: Prof. Poli)
•   Scuola Specializzazione in “Miglioramento Genetico degli Animali Domestici” (membro del consiglio: Prof.
    Poli)
•   Dottorato di Ricerca in “Biotecnologie Applicate alle Scienze Veterinarie e Zootecniche” (Coordinatore:
    Prof. Poli; membri del consiglio: Prof.ssa Ponti, Prof.ssa Caldora, Dr.ssa Dall’Ara)
•   Dottorato di Ricerca in “Patologia Comparata degli Animali Domestici e Selvatici” (membro del consiglio:
    Prof. Zanella)


                                               9. Dati di contesto didattico

No. totale insegnamenti tenuti da docenti afferenti alla struttura    9
No. insegnamenti corsi di laurea                                      8
No. insegnamenti corsi di diploma universitario                       1
No. insegnamenti corsi di scuole di specializzazione                  0
No. insegnamenti corsi di scuole di perfezionamento                   0
No. insegnamenti corsi di dottorati                                   0
No. insegnamenti corsi di scuole post-laurea                          0
No. corsi di aggiornamento                                            0
No. totale esami tenuti da docenti afferenti alla struttura         371
No. esami profitto corsi di laurea                                  360
No. esami profitto corsi di diploma universitario                    11
No. esami profitto scuole di specializzazione                         0
No. esami profitto scuole di perfezionamento                          0
No. tesi di laurea                                                   12
No. tesine di diploma                                                 0
No. tesi di specialità                                                1
No. dottorati di ricerca con sede amministrativa presso la struttura 1
No. dottorati di ricerca con sede amministrativa esterna              0
No. dottori di ricerca che hanno conseguito il titolo                 0
No. di tirocinanti                                                    1
No. programmi di tutoraggio                                           0
No. professori a contratto, lettori e docenti di corsi di sostegno    4



Più precisamente:
1. N° totale insegnamenti (annuali o annualità equivalenti) per corsi di laurea, diploma universitario e scuola
    di specializzazione dell'Ateneo, tenuti da docenti afferenti alla struttura ...................................................... 9
Corso di laurea in Medicina Veterinaria
                “Microbiologia, Immunologia e Virologia Veterinaria” (II anno, Prof. Poli)
                “Immunologia speciale e metodologie applicate allo studio dell’immunità alle malattie infettive
                   degli animali da reddito” (V anno, Prof. Poli)
                “Virologia veterinaria e microbiologia applicata alle produzioni animali” (V anno, Prof.ssa Ponti
                “Batteriologia speciale e metodologie applicate allo studio delle malattie infettive batteriche degli
                   animali da reddito (V anno, Prof. Zanella)
Corso di laurea in Scienza e Tecnologia delle Produzioni Animali (STPA)
                “Microbiologia generale e applicata” (III anno, Prof. Poli)
Corso di laurea in Biotecnologie, indirizzo Veterinario
                “Microbiologia Veterinaria” (III anno, Prof.ssa Ponti)
                “Immunologia Veterinaria” (III anno, Dr.ssa Dall’Ara)
                “Metodologie e biotecnologie applicate alla microbiologia” (III anno, Prof. Bonizzi, docente
                   esterno afferente al nostro Istituto)
Diploma Universitario in Produzioni Animali
                “Microbiologia applicata” (II anno, Prof. Bonizzi, docente esterno afferente al nostro Istituto)
2. N° totale esami registrati (annuali o annualità equivalenti) per i suddetti insegnamenti ........................... 371
Corso di laurea in Medicina Veterinaria
                “Microbiologia, Immunologia e Virologia Veterinaria” (H06-H03-H01) ................................. 227
                “Virologia (H01) ............................................................................................................................ 3
                “Microbiologia e Virologia (3 moduli: Microbiologia, Immunologia e Virologia) (H06) ............. 2
                “Biochimica applicata, genetica dei microrganismi e biotecnologie” (H03) ................................. 6
Corso di laurea in Scienza e Tecnologia delle Produzioni Animali (STPA)
                “Microbiologia generale e applicata” (H07-H04-H02) ................................................................ 64
Corso di laurea in Biotecnologie, indirizzo Veterinario
                “Microbiologia Veterinaria” (F29) ............................................................................................... 25
                “Immunologia Veterinaria” (F29) ................................................................................................ 12
                “Metodologie e biotecnologie applicate alla microbiologia” (F29) ............................................. 21
Diploma Universitario in Produzioni Animali
                “Microbiologia applicata” (H05).................................................................................................. 11
3. N° tesi di laurea discusse nell'anno, di cui sono relatori i docenti afferenti alla struttura ........................... 12
      1.  “Septicemic cutaneous ulcerative disease” (SCUD) nei testudinati: principali specie microbiche coinvolte e
          loro sensibilità agli antibiotici (relatore Prof. Poli; correlatore Dr.ssa Martino)
     2. Malattia da graffio del gatto: ricerca di anticorpi specifici per Bartonella henselae in un campione di gatti
          domestici (relatore Prof. Poli; correlatore Dr.ssa Martino)
     3. Infezioni cutanee, auricolari e urinarie nel cane: tipizzazione dei ceppi batterici isolati e loro sensibilità agli
          antibiotici (relatore Prof. Poli; correlatore Dr.ssa Martino)
     4. Microrganismi più frequentemente isolati da casi clinici nel gatto nell’ultimo triennio e valutazione della
          loro antibiotico-resistenza (relatore Prof. Poli; correlatore Dr.ssa Martino)
     5. Induzione di antibiotico-resistenza in Mycoplasma bovis e Mycoplasma agalactiae (relatore Prof. Zanella;
          correlatore Dr.ssa Martino)
     6. Encefalopatie spongiformi trasmissibili: caratterizzazione della PrP res, in un modello sperimentale,
          mediante Western blotting (relatore Prof. Poli; correlatore Dr.ssa Carcassola)
     7. Messa a punto di una procedura di PCR per rilevare dermatofiti di interesse veterinario (relatore Prof.
          Poli; correlatore Dr.ssa Turin)
     8. Le principali infezioni batteriche nell’allevamento dei salmonidi: proposte di intervento (relatore Prof.
          Poli; correlatore Prof. Bonizzi)
     9. Valutazione dell’efficacia degli autovaccini nel trattamento delle piodermiti ricorrenti del cane (relatore
          Dr.ssa Dall’Ara)
     10. Tubercolosi bovina: l’approccio diagnostico si conferma inapplicabile (relatore Dr.ssa Dall’Ara)
     11. Il sistema immunitario dei pesci: similitudini e diversità con i vertebrati più evoluti (relatore Dr.ssa
          Dall’Ara)
     12. Isoeritrolisi neonatale nel cavallo, eritroblastosi fetale nell’uomo: due nomi diversi per un’unica entità
          patologica immunomediata (relatore Dr.ssa Dall’Ara)
4. N° tesi di diploma discusse nell'anno, di cui sono relatori i docenti afferenti alla struttura .......................... 0
5. N° tesi di specialità discusse nell'anno, di cui sono relatori i docenti afferenti alla struttura ........................ 1
     1. Studio dell’organizzazione di uno stabulario a seguito di un caso di alopecia (relatore Prof. Poli;
          correlatore Prof. Bonizzi))
6. N° dottorati di ricerca con sede amministrativa presso la struttura ................................................................ 1
     1. Dottorato di Ricerca in “Biotecnologie applicate alle scienze veterinarie e zootecniche”
7. N° dottori di ricerca che hanno svolto la propria attività presso la struttura conseguendo il titolo di dottore,
    nell'anno 2000 ...................................................................................................................................................... 0
8. N° dottorati di ricerca afferenti ad altra sede amministrativa ......................................................................... 0
9. N° professori a contratto, lettori e docenti di corsi di sostegno ......................................................................... 4
     1. Dr. Alberto Nava: “Good Laboratory Practices e applicazioni pratiche nella conduzione della
          sperimentazione animale”. Cicli di lezioni alla Scuola di Specializzazione in “Scienza e Medicina degli
          Animali da Laboratorio”, anno accademico 1999/2000
     2. Dr. Ennio Cavalletti: “Tecnologia di ambienti e strutture di stabulazione e loro sanitizzazione”. Cicli di
          lezioni alla Scuola di Specializzazione in “Scienza e Medicina degli Animali da Laboratorio”, anno
          accademico 1999/2000
     3. Dr.ssa Patrizia Costa: “Animal care: gestione della sperimentazione animale secondo le normative e le
          linee guida nazionali e internazionali”. Cicli di lezioni alla Scuola di Specializzazione in “Scienza e
          Medicina degli Animali da Laboratorio”, anno accademico 1999/2000
     4. Dr. Giacomo Matteucci: “Tecniche di allevamento e stabulazione dei primati e loro utilizzo nella
          sperimentazione animale”. Cicli di lezioni alla Scuola di Specializzazione in “Scienza e Medicina degli
          Animali da Laboratorio”, anno accademico 1999/2000




                                                          10. Commento conclusivo del direttore

Principali linee di ricerca svolte nel corso dell’anno 2000 e risultati ottenuti
L’Istituto di Microbiologia e Immunologia Veterinaria ha attivato svariate linee di ricerca in diversi settori
(batteriologia, virologia, agenti infettivi non convenzionali, micologia, immunologia, biologia molecolare e
biotecnologie): alcune di queste sono una continuazione di lavori iniziati negli anni precedenti, mentre altre sono state
attivate di recente.
Da svariati anni l’Istituto si occupa dell’isolamento e valutazione della sensibilità agli antibiotici di ceppi batterici
isolati nel cane da tamponi cutanei, tamponi auricolari e campioni di urina, per avere un quadro sempre aggiornato
della situazione. Studi analoghi sono condotti anche su altri microrganismi, quali salmonelle e pasteurelle in diverse
realtà di campo.
In tale settore grande interesse viene dato alle piodermiti ricorrenti del cane, sostenute prevalentemente da
Staphylococcus intermedius, per le quali è in corso di studio un’immunoterapia con autovaccini, quale ausilio
terapeutico da affiancare alla classica terapia antibiotica: tali patologie rappresentano un problema dermatologico di
notevole rilevanza, soprattutto per la mancanza di trattamenti adeguati, in grado di risolverle: queste forme vengono
infatti trattate principalmente con la somministrazione di diversi antibiotici, ma nella maggior parte dei casi non
guariscono. Si sta quindi valutando l’utilità di un trattamento con autovaccini, allestiti dai batteri patogeni isolati da
ogni singolo individuo e somministrati secondo un protocollo comune, valutandone l’efficacia nel tempo.
L’Istituto si occupa inoltre delle infezioni da micoplasmi in diverse specie animali, con particolare riguardo alle specie
aviarie e ai ruminanti, valutandone l’induzione di antibiotico-resistenza in vitro.
Un altro campo di studio è rivolto alla malattia da graffio del gatto (Cat Scratch Disease), per la quale sono in corso
indagini volte a meglio chiarire la reale diffusione dell’infezione.
Fra le patologie ad eziologia batterica, la tubercolosi bovina rappresenta un problema emergente di sanità pubblica,
anche per la non completa affidabilità dei metodi diagnostici classici. Nell’intento di superare i problemi legati alla
diagnosi di tubercolosi, sono stati studiati alcuni tests complementari alla classica intradermotubercolinizzazione (IDT),
tra cui il test del -interferone, che valuta l’immunità specifica di tipo cellulo-mediato.
Un altro filone di ricerca che interessa le specie avicole riguarda le infezioni da Escherichia coli nel pollo. In particolare
viene studiata la patogenesi di tali infezioni e l’influenza dello stress da entrata in deposizione in ovaiole sulla comparsa
dei processi patologici.
Da alcuni anni l’Istituto si occupa di diverse patologie classiche ed emergenti ad eziologia virale, che vengono
affrontate sia da un punto di vista teorico, per garantire un aggiornamento continuo delle conoscenze relative a diversi
aspetti (es., eziologia, patogenesi), sia pratico, per individuare i migliori approcci diagnostici e le migliori strategie
preventive. Fra queste sono da ricordare due patologie aviarie di notevole interesse, la malattia di Marek e l’influenza
aviare, per le quali vengono condotti studi per meglio chiarire le caratteristiche degli agenti eziologici e per determinare
i possibili metodi diagnostici e profilattici.
Un altro filone di ricerca sempre attuale riguarda lo studio della leucosi enzootica bovina sostenuta dal BLV (Bovine
Leukemia Virus). Le ricerche più recenti sono volte alla caratterizzazione di anticorpi monoclonali specifici per i
linfociti di bovino in animali sani e infetti dal BLV. In particolare, mediante citofluorimetria a due colori è stata
osservata diminuita espressione di L-selectina (CD26L) sui linfociti di animali infetti.
Un interessante e attuale filone di ricerca riguarda le encefalopatie spongiformi trasmissibili da agenti infettivi non
convenzionali (prioni). Le nostre ricerche sono incentrate sullo studio della patogenesi di queste insolite patologie in
modelli sperimentali (topo e criceto), e sulla valutazione in vitro e in vivo delle potenzialità di nuove molecole ad
attività terapeutica e/o preventiva.
In collaborazione con altri Istituti, una linea di ricerca attivata già da tempo riguarda le alterazioni immunitarie che si
possono riscontrare in gatti colpiti da peritonite infettiva felina (FIP), valutate mediante citometria a flusso. È stata
inoltre valutata l’azione di radicali liberi plasmatici sui linfociti di bambini affetti da trisomia 21, sui quali si osserva
marcata apoptosi.
Di recente il nostro Istituto ha attivato un importante filone di ricerca basato sulla messa a punto e sull’applicazione di
tecniche di biologia molecolare. In particolare, sono stati sviluppati metodi per la diagnostica di malattie infettive di
interesse veterinario: fra queste in particolare la rinotracheite infettiva del bovino (IBR), per la quale è stata messa a
punto una metodica di estrazione del DNA virale da seme bovino infettato sperimentalmente e suo rilevamento
mediante PCR, e le dermatomicosi degli animali da compagnia, per le quali è stata validata in via preliminare una
metodica di double-rounded PCR, che permette una diagnosi rapida di infezione. Metodiche analoghe sono state
applicate anche in altri campi.

Principali obiettivi per l’anno 2001
L’Istituto di Microbiologia e Immunologia Veterinaria ha previsto per l’anno 2001 di attivare diverse linee di ricerca,
alcune delle quali sono una continuazione di lavori già in atto.
1. Studio delle encefalopatie spongiformi in vitro e in modelli sperimentali (criceto) per la validazione di
    molecole ad attività terapeutica (antiamiloidogenica e amiloidolitica). Gli approcci sperimentali saranno due: a)
    sintesi e valutazione, in vitro e in vivo, di molecole lipofile a bassa o nulla tossicità, tutte derivate dal rosso Congo,
    con potenziale attività terapeutica e/o preventiva sulla produzione o sul deposito di PrP res. Tale attività verrà valutata
    in vitro mediante 3 diverse metodiche: 1) inibizione da parte delle molecole in esame della produzione di PrPres in
    colture cellulari di neuroblastoma persistentemente infette da scrapie; 2) valutazione degli effetti antifibrillogenici
    delle molecole sottoposte a saggio sul peptide sintetico fibrillogenico 106-126 mediante HPLC e microscopia
    elettronica; 3) valutazione, mediante Western blotting, della capacità di tali molecole di revertire la PrP res in PrPsen.
    Le molecole più promettenti saranno quindi saggiate in vivo: criceti infettati sperimentalmente con il ceppo scrapie
    263K saranno inoculati con le molecole a potenziale attività terapeutica per diverse vie (IC, IP, SC e orale) e la loro
     efficacia verrà valutata considerando il periodo di incubazione, la sopravvivenza e le lesioni riscontrate rispetto a
     controlli positivi infettati e non trattati. b) allestimento di un vaccino per la prevenzione delle TSE: sulla base dei
     risultati ottenuti in studi condotti sulla malattia di Alzheimer, nei quali la proteina beta-amiloide inoculata in topi Tg
     è stata in grado di stimolare il sistema immunitario, diversi gruppi di criceti verranno inoculati con diversi peptidi
     omologhi a differenti regioni della PrPres, emulsionati in idoneo adjuvante, e verrà valutata l’eventuale risposta
     immunitaria umorale conseguente all’immunizzazione mediante metodiche immunoenzimatiche.
2.   Valutazione dell’efficacia degli autovaccini nel trattamento nelle piodermiti croniche del cane, con particolare
     riferimento ad alcuni parametri immunitari. Il nostro progetto di ricerca si propone di valutare l’efficacia a lungo
     termine degli autovaccini somministrati a cani con problemi di piodermite ricorrente sostenuta da stafilococchi (che
     rappresentano i principali responsabili di tali patologie) secondo un protocollo standardizzato e allestendo gli
     autovaccini modulando la concentrazione dei germi nelle singole dosi sequenziali. Lo scopo preminente di questa
     ricerca è quello di valutare alcuni parametri immunologici che possano chiarire sia l’eziopatogenesi delle piodermiti
     recidivanti, sia il motivo dell’insuccesso dell’immunoterapia in alcuni individui (es., rapporto T4/T8).
3.   Messa a punto, standardizzazione e applicazione di una tecnica immunoenzimatica (ELISA) per il rilievo
     delle IgAS (immunità mucosale) nell’uomo e negli animali. Spinti dall’interesse di alcuni medici dell’Istituto di
     Pediatria della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano, che hanno la necessità di stabilire la
     quantità di IgAS totali presenti nella saliva di bambini sani o con patologia in atto, è stata attivata questa ricerca, il
     cui scopo è la messa a punto di un’ELISA sandwich per la titolazione delle IgAS totali salivari umane, con la
     finalità futura di poter applicare tale metodica anche in campo veterinario, al fine di poter valutare le reali
     potenzialità difensive presenti a livello di cavo orale.
4.   Studio di alcuni parametri dell’immunità innata e di quella specifica nelle rondini. Già da tempo il nostro
     Istituto si occupa dello studio dei parametri dell’immunità aspecifica, innata (lisozima, complemento,
     immunoglobuline totali, fagocitosi, battericidia) in diverse specie animali, e in particolare nel cane, nel cavallo, nei
     bovini e nei caprini, in condizioni fisiologiche. Tali indagini consentono di stabilire dei ranges di normalità, spesso
     non disponibili in letteratura. In collaborazione con alcuni ricercatori della Facoltà di Scienze Naturali del nostro
     Ateneo abbiamo pensato di applicare le stesse metodiche a una specie selvatica, quale la rondine, al fine di meglio
     chiarire la protezione innata di questi animali e il suo trasferimento alla prole. Parallelamente verrà valutato anche il
     trasferimento di anticorpi specifici anti-NDV da madri immunizzate con un vaccino anti-malattia di Newcastle ai
     pulli.
5.   Studio delle alterazioni fenotipiche dei leucociti del sangue e del latte in capre affette da artrite-encefalite
     (CAE). Tale infezione, sostenuta da un retrovirus, è caratterizzata da sinovite proliferativa cronica, periartrite,
     polmonite e mastite interstiziale e, nei capretti, da leuocoencefalomielite. Il virus è presente nei macrofagi e nelle
     cellule epiteliali della mammella, che pertanto svolgono un ruolo di riserva importante sia per la diffusione del virus
     che per la patogenesi delle alterazioni mammarie. Come altri retrovirus che si replicano attivamente nei macrofagi, il
     CAEV causa disfunzioni del sistema immunitario che sfociano in alterazioni dei rapporti numerici tra le diverse
     popolazioni cellulari e della loro funzionalità. L’obiettivo del progetto di ricerca è quello di valutare, mediante
     immunofluorescenza di membrana in citometria a flusso, la composizione, il grado attivazione delle popolazioni
     leucocitarie del sangue e della mammella, al fine di stabilire una correlazione tra le eventuali alterazioni osservate,
     l'infezione virale e la presenza di infezioni mammarie. Parallelamente, mediante tecniche immunochimiche verrà
     valutata anche l’eventuale infezione di capretti nati da madri infette e tenuti separati a partire dalla nascita.
6.   Studio della risposta immunitaria retrovirus-specifica: modello di SIV (Simian Immunodeficiency Virus). La
     ricerca, svolta in collaborazione con il Department of Molecular Medicine, Ohio State University (Columbus, Ohio.
     USA) prevede l'infezione sperimentale di 28 macachi Rhesus con SIV smH4 e il successivo studio dei parametri
     virologici e immunologici per un periodo di 24 mesi. Il genotipo dell'MHC degli animali verrà determinato mediante
     tecniche molecolari e correlato con la risposta immunitaria specifica nei confronti di singoli epitopi di proteine virali
     immunogene. La carica viremica verrà determinata mediante c-DNA assay e l'infezione produttiva mediante RT
     assay. La risposta immunitaria umorale, trascurabile nei confronti di questo virus, verrà determinata mediante
     tecniche immunochimiche. Centinaia di peptidi corrispondenti a epitopi delle proteine virali verranno sintetizzati e
     utilizzati in CTL assay e in saggi di stimolazione in vitro e valutazione delle citochine prodotte da parte di singole
     cellule CD8+ o CD4+ separate. Infine il quadro immunologico verrà completato mediante tetramer staining e
     citometria multicolore. La risposta immunitaria verrà correlata con il genotipo dell’MHC dell'animale e con la
     progressione della malattia. Successivi sviluppi prevedono la deplezione in vivo delle cellule CD8+ o CD4+
     precedentemente all'infezione per valutare più precisamente il loro ruolo nella protezione specifica nei confronti del
     virus.
7.   Sviluppo di metodi RT-PCR per la rilevazione di tumori solidi nel cane. La ricerca, svolta in collaborazione con
     l'Istituto di Clinica Medica della nostra Facoltà, prevede l'ottimizzazione di metodi RT-PCR (Reverse Transcriptase
     Polymerase Chain Reaction) per la rilevazione dell'espressione di oncogeni e la correlazione della loro espressione
     con lo stadio del tumore. Lo studio prevede l'uso di primers specifici per diversi oncogeni e la verifica
     dell'espressione, in caso di risultato positivo in RT-PCR, mediante Northern blot.

								
To top