La magia del vino by nyb13813

VIEWS: 197 PAGES: 48

									La magia del vino
  Quando la Natura sceglie un luogo e lo racconta dentro un bicchiere




                                                                        

Quando si racconta una storia come questa, non si corre il rischio di
annoiare. Perché la trama del racconto è proprio come il territorio che ci
accingiamo a descrivere. È ricco di spunti, di riferimenti, di situazioni in-
teressanti e di colpi di scena. Andare in Trentino, infatti, non significa solo
e semplicemente andare in montagna, ma avere la possibilità di scoprire
una cultura attraverso il verde dei vigneti e la magica essenza di quanto,
grazie al lavoro dell’uomo, essi producono. Nessun’altra zona vitivinicola
al mondo può usufruire di una simile varietà ambientale. Alte vette, grandi
pascoli, ma anche ampie vallate e terrazze baciate dal sole. Sono queste
incredibili caratteristiche, unite alla tradizione e alla cultura di un popolo,
che permettono ai Vini Trentini di eccellere oggi in Italia e nel mondo. Vini
portatori di Storia e di Cultura, muti testimoni della memoria dei luoghi da
cui provengono. Con un carattere che li rende diversi e unici. Capaci di
raccontare una storia dall’interno di un bicchiere.




www.trentino.to                                                               
La Natu
è di cas
Accanto alle montagne, ai ghiacciai
eterni e alle guglie dolomitiche si
stendono vigneti, frutteti e rigogliosi
spazi verdi.
Il territorio del vino racconta se stesso
attraverso la sua natura, i colori,
i diversi climi, l’ospitalità e la cordialità
della propria gente.



ura
 sa
      
Non solo montagne Andare in Trentino non significa solo e
semplicemente andare in montagna. Ecco perché questo rac-
conto non parlerà, per una volta, di rocce, di torrenti, di laghi
e di coltri bianche, ma descriverà la bellezza di un altro colo-
re: il verde, marchio e sintesi di un territorio straordinario. Chi
potrebbe immaginare, infatti, un luogo che racchiuda in sé una
simile varietà di bellezze naturali, un vero e proprio museo a cielo
aperto nelle cui sale il visitatore può aggirarsi curioso e toccare
con mano i segni di una civiltà antica immersi nella dolcezza di
un territorio tutto da scoprire. Così, da lassù, dai pascoli più alti
scendiamo a valle, in compagnia dello scrosciare di un ruscello,
e ci adagiamo laddove, come un sipario, il verde si apre e ci
presenta la sua protagonista: la vite.




                                                                        La vite, la protagonista Come ogni protagonista princi-
                                                                        pale, anche la vite ha bisogno di abiti sontuosi ed eleganti
                                                                        per poter esercitare la propria Arte sublime. Ecco allora il
                                                                        Trentino. Nessun’altra zona d’Italia è, infatti, in grado di
                                                                        fornirle un guardaroba tanto assortito e di qualità. La vite,
                                                                        che qui si coltiva da migliaia di anni, è ormai una compo-
                                                                        nente essenziale del paesaggio, posata in valle e grintosa
                                                                       sugli scoscesi pendii.
Sorvolando la terra trentina Raccontare il Trentino
attraverso il verde dei suoi vigneti significa compiere un
viaggio a volo d’uccello che parte dalle morbide colline
della Valle dei Laghi, attraversa le prosperose coltivazio-
ni della Valle dell’Adige, va zigzagando da un castello
all’altro della Vallagarina, poi improvvisamente sale su,
si impenna e poi, volgendosi verso il basso, permette di
ammirare la magnificenza della Piana Rotaliana.
Ma il viaggio non si conclude qui. C’è ancora spazio per
un ultimo colpo d’ala che ci introduce ai boschi di Fae-
do e ai magnifici giardini vitati della Valle di Cembra.




                                                              La pergola Pendii collinari che scendono dolcemente verso
                                                              valle, curvando un poco, attraversati dalle linee geometriche e
                                                              lineari della “pergola”. Un gioco di tessiture che disegna il ter-
                                                              ritorio e lo caratterizza assegnandogli una specificità unica. Era
                                                              la “pergola” la forma di allevamento della vite che già gli antichi
                                                              scrittori latini consigliavano per regioni come il Trentino, dove la
                                                              pioggia e soprattutto il vento non perdono mai l’occasione di
                                                              mettere alla prova le coltivazioni.




                                                                                                                                
    Diversi climi, diversi vini Vigneti a settanta e a ottocento metri sul livello
    del mare. Dalle sponde del Lago di Garda alle terrazze della Valle di Cembra.
    Nessun’altra zona vitivinicola al mondo può usufruire di una simile varietà
    ambientale. Il racconto del Vino Trentino passa attraverso l’incredibile varietà
    delle sue situazioni climatiche. Stiamo parlando di una terra preziosa che
    racchiude in sé il clima mediterraneo del Garda, quello subcontinentale della
    Valle dei Laghi, il prealpino-continentale della Valle dell’Adige che, ricordia-
    molo, accoglie in sé circa i tre quarti dell’intera superficie viticola trentina.
    È proprio grazie a questi fattori e alla notevole escursione termica che in
    Trentino è possibile coltivare molte tipologie di uva che, attraverso il mestiere
    antico dell’uomo, danno origine a vini molto diversi tra loro.





                                                                A ciascuno il suo Senza nulla togliere alle minori, bisogna
                                                                dire che esistono oggi in Trentino alcune zone viticole dominanti,
                                                                ognuna associabile ad una caratteristica climatica, temporale o
                                                                umana. Poiché da sempre sono il clima e il tempo i giudici di un
                                                                buon prodotto vinicolo, ecco che parlando del Vino Santo non
                                                                possiamo non fare riferimento all’Ora, il vento del Garda che sof-
                                                                fiando combatte l’umidità. Il Marzemino della Vallagarina, invece,
                                                                potremmo pensarlo come prodotto dei terreni basaltici e di origi-
                                                                ne vulcanica, così diffusi in quella zona. È racchiusa fra le sponde
                                                                dei fiumi Adige e Noce la Piana Rotaliana, il terreno alluvionale
                                                                che dà origine al Teroldego: quindi l’acqua in questo caso è l’ele-
                                                                mento predominante. Il Müller Thurgau, invece, è allevato con
                                                                tenacia sui pendii della Valle di Cembra; le sue radici affondano
                                                                nel terreno alla ricerca di acqua, lambendo le rosse rocce del
                                                                porfido. Infine, ultimo in ordine di elenco ma certamente primo
                                                                per prestigio, il Trento D.O.C. metodo classico, un vino che porta
                                                                il nome del luogo in cui viene prodotto e che è il frutto dell’uso
Vino come tradizione Non è un mistero di come il vino           paziente e ragionato del tempo.
sia il risultato del felice e duraturo connubio tra natura e
uomo. A nulla servirebbero, infatti, un terreno e un clima
ideali se non ci fosse la sapiente mano dell’agricoltore a
dirigere prudentemente il disegno della natura. La col-
tura della vite in Trentino è praticata da duemila anni e
per la gente essa è entrata a far parte della tradizione, ha
caratterizzato l’arte, gli usi e i costumi, ha influenzato la
cultura del vivere. Sono sorte così aziende agricole, vini-
cole, cooperative, spumantistiche e distillerie che grazie
al lavoro, alle conoscenze e alla professionalità dei propri
viticoltori hanno contribuito ad accrescere la qualità dei
vini prodotti.
                                                                                                                                  
storia
e cuLtu

ura
 Una storia che affonda le proprie radici
 nell’antichità, ed è testimoniata da
 numerosi reperti archeologici rinvenuti.
 Dalle viticolture retiche, attraverso
 il Concilio di Trento, per giungere
 alla moderna Cooperazione, quindi
 al formidabile apporto dell’Istituto
 Agrario di San Michele all’Adige.


                                            
     La storia parte da lontano Il vino in Trentino arriva          Ma un vino resta solo un’onesta bevanda se non ha
     grazie agli Etruschi che importano i principi della viticol-   la notorietà e quindi la possibilità di essere apprezzato
     tura dall’antica Grecia. A tale epoca vengono fatti risalire   anche al di fuori degli stretti confini provinciali. È gra-
     importanti reperti archeologici quali la celebre “Situla di    zie alle cronache di Michelangelo Mariani riguardanti il
     Cembra”, un recipiente in bronzo fabbricato nel corso del      Concilio di Trento che la notorietà dei Vini Trentini si
     IV secolo a.C. usato per contenere vino da offrire agli Dei,   diffonde un po’ dovunque. Sino a raggiungere, secoli
     che porta incisa un’invocazione a “Lavisio, giovane Dio        più tardi, l’apice della celebre citazione mozartiana nel
     del Vino”.                                                     “Don Giovanni”.
     Le numerose citazioni del “vino retico” nella letteratura      Ma ogni storia ha i suoi momenti felici e quelli tristi.
     latina dimostrano che già in epoca romana in Trentino è        Anche per la viticoltura trentina a partire della fine del
     presente una produzione di vino “retico”, bevanda nobile,      XVIII secolo arriva un periodo buio: le devastazioni
     spesso versata nei calici degli imperatori.                    napoleoniche, l’inondazione del fiume Adige, l’emigra-
     La presenza dei romani stimolerà inoltre il perfezionamen-     zione, le malattie della vite, la prima guerra mondiale.
     to delle tecniche di coltivazione e di lavorazione del vino,   Occorreva rialzarsi e rilanciare la coltivazione della vite
     portando la viticoltura a divenire una importante attività     e, quindi, la produzione del vino. Ecco allora che la na-
     economica che ben presto caratterizzerà il territorio.         scita dell’Istituto Agrario di San Michele, vero punto di
     Nei secoli successivi si affineranno le tecniche, si impor-    forza della ricerca enologica, tutore supremo del patri-
     teranno nuovi vitigni e si comincerà a dare un’identità ai     monio vinicolo, pare proprio l’inizio di un nuovo cammi-
     prodotti della terra trentina, nomi che riemergono dalla       no verso l’eccellenza della viticoltura trentina.
     notte dei tempi, avvolti nel loro fascino, e ancora oggi
     sono a noi familiari: Teroldego e Marzemino.




0
                                                                      C come Cooperazione Il movimento cooperativo, a
                                                                      partire dalla fine dell’Ottocento, ha avuto un’importanza
                                                                      decisiva per lo sviluppo di tutto il Trentino, in particolare
                                                                      dell’agricoltura e, quindi, del settore vitivinicolo. Le can-
                                                                      tine cooperative agricole hanno permesso ai produttori
                                                                      locali di affrontare la concorrenza nazionale ed interna-
                                                                      zionale e di mantenere dei prezzi equi, evitando la crisi
                                                                      in cui versa il settore del vino in altre regioni. Tra i marchi
                                                                      presenti a livello internazionale vi sono, già da tempo, tre
                                                                      grandi poli cooperativi trentini: Cavit, Mezzacorona e La
                                                                      Vis. Aziende che rappresentano uno dei migliori distretti
                                                                      produttivi vitivinicoli d’Italia, con una presenza costante
                                                                      sul mercato mondiale e un invidiabile dinamismo.




L’Università del Vino “Un Istituto Agrario che promuova il
miglioramento delle condizioni dell’agricoltura?” Quando nel
febbraio  l’Impero austroungarico decide di concedere alla
regione tirolese la facoltà di proporre e approvare leggi in mate-
ria di agricoltura, sono in molti ad esultare, quasi presagissero
l’importanza che un tale Istituto acquisirà negli anni a venire. Un
centro di ricerca e didattica all’avanguardia nel campo della vi-
ticoltura e dell’enologia. Ogni anno centinaia di studenti escono
da questa scuola con un bagaglio prezioso di esperienze e di
formazione pronto a ricadere sul territorio, ma anche in ambito
nazionale ed internazionale.




                                                                                                                                  
     Bollicine, bollicine, bollicine La storia del blasonato Trento D.O.C. metodo classi-
     co coincide in larga parte con quella del suo inventore e padre: Giulio Ferrari. Fu sua,
     infatti, la geniale intuizione di trasferire in Trentino la tradizione francese del metodo
     classico. Ma non si trattò solo di un’imitazione. Si puntò subito tutto sulla qualità e si
     investì ogni risorsa nell’idea di uno spumante che racchiudesse in sé l’anima della ci-
     viltà alpina, le caratteristiche della gente di montagna, gli umori dei boschi e delle vette
     dolomitiche e in più imprigionasse sotto vetro quella gioia di vivere a cui da sempre
     inneggia tale bevanda. Il primo spumante in Italia (e il secondo al mondo) a vedersi
     assegnare la Denominazione d’Origine Controllata.





                                                                 Dalle geometrie dell’alambicco A questo punto il nostro rac-
                                                                 conto non può non dare un’occhiata a quanto avviene alle vinacce
                                                                 una volta esaurito il loro compito principale: quello di “fare il vino”.
                                                                 È vero. Tacere della Trentino Grappa sarebbe una grave mancanza.
                                                                 E se si parla di grappa è d’obbligo qui narrare del misterioso rito
                                                                 della distillazione, autentico emblema della fatica e del carattere te-
                                                                 nace delle genti di montagna. Tanto è vero che in dialetto trentino
                                                                 il verbo “lambicàr” racchiude in sé due significati complementari:
                                                                 distillare e far fatica.
                                                                 Ma più che un distillato la Trentino Grappa è una cultura, un agglo-
                                                                 merato di esperienze, un libro pieno di nomi e cognomi, di aneddoti
                                                                 legati alla clandestinità di un’arte proibita, eppure talmente abbrac-
                                                                 ciata al ciclo della vite che il “lambicàr” diviene ogni volta un atto
                                                                 liberatorio, il coronamento di un cammino iniziato in precedenza
                                                                 con la vendemmia.
                                                                 Il nettare che fuoriesce dalle astruse geometrie dell’alambicco è
                                                                 una gioia dei sensi. A cominciare dagli occhi che accarezzano la
                                                                 limpidezza e le trasparenze della Trentino Grappa, passando per
                                                                 le delicate fragranze e i sentori appena accennati che solleticano
                                                                 l’olfatto, quindi l’arrivo al palato ove le sensazioni intuite col naso
Una coperta, molti tessuti Il Trentino è terra di                trovano una sicura conferma, ampliandosi e strutturandosi in un
castelli, di alte cime, di laghi, di colline, di frutteti e di   gusto deciso e ricco di personalità.
vigneti. Un territorio fortemente frammentato dove è
impossibile immaginare grandi estensioni uniformi: la
stragrande maggioranza dei terreni non supera l’ettaro
e presenta caratteristiche geologiche molto diverse tra
loro. Un luogo in cui la vigna è parte integrante della
cultura e della tradizione. Sorvolandolo con un aereo, il
Trentino appare così un multiforme e colorato mosaico
che si esprime attraverso le diverse tonalità del verde,
come una grande coperta cucita con tessuti di colore
differente che disegna le valli e addolcisce generosa-
mente i pendii.




                                                                                                                                      
appass
aLLa vit
L’attesa è terminata: con
la vendemmia il vignaiolo celebra
la sua festa e vede finalmente
concretizzato il suo lavoro.
Uomo e natura si parlano
in una lingua antica, l’unica che
la terra trentina pretende ed è in
grado di capire: quella del lavoro
manuale, dell’antico faticare che
è passione, tenacia e orgoglio.

sioNati
 te
          
     Il riposo della vigna Immaginiamo un vigneto dormiente, disteso sotto
     una coltre bianca, nelle corte giornate d’inverno. L’ultima vendemmia si è
     conclusa già da un po’ ed è ancora troppo presto per la potatura. È il tempo
     di mezzo. I tralci spogli accolgono i candidi fiocchi di neve e sembrano atten-
     dere qualcosa o qualcuno. Probabilmente recuperano le energie spese nella
     produzione dell’atteso frutto: quintali e quintali di uva ora trasformata nell’in-
     quieto mosto, a sua volta in attesa di divenire qualcos’altro. È il ciclo del vino.
     Ma la vigna è ora immobile nell’inverno trentino, come una macchina che ha
     appena terminato una corsa e ora ha bisogno di un’accurata revisione.





                                                               La cura e la perizia Ma eccolo che già ritorna il vignaiolo, mu-
                                                               nito di forbici, roncola e tanta tanta passione. Fa ancora freddo,
                                                               certo, ma è già ora di rimettersi al lavoro. Saluta la propria vigna
                                                               come si saluta un amico e comincia l’opera. Elimina sapiente-
                                                               mente i tralci che hanno fruttificato, sceglie i tralci che produr-
                                                               ranno nell’annata in corso, e individua con perizia le gemme che
                                                               daranno vita ai tralci nell’anno successivo. In Trentino, il mestiere
                                                               del vino è un’Arte fatta di conoscenze antiche che si tramandano
                                                               e si conservano integre nel tempo.




Il vignaiolo si racconta Ma la vera storia del vignaiolo è
forse quella che nessuno conoscerà mai per intero. Sono
spesso storie di uomini che hanno dedicato la propria esi-
stenza alla cura dei frutti della terra senza che nessuno si
sia interessato abbastanza a loro. Tuttavia quando il vino
prodotto ha un’identità, come nel caso trentino, ecco che
anche il vignaiolo, come per incanto, ridiventa il protago-
nista di una storia da raccontare. Il portavoce di un mon-
do rurale ancora attaccato ai valori di un tempo.

                                                                                                                                 
Viva la vendemmia La vendemmia è il momento più gioioso del processo produttivo
del vino, una festa del lavoro, ma è pure il più delicato. È dall’epoca della vendem-
mia che dipenderanno, infatti, alcune caratteristiche qualitative del vino. Insomma, né
troppo presto né troppo tardi. Gli acini andranno colti quando gli zuccheri saranno al
loro livello ottimale, il che dipende anche da fattori ambientali. Per questo in Trentino
la vendemmia avviene in tempi diversi a seconda della zona e del tipo di uva. Si parte
dallo Chardonnay, materia prima di lusso per gli straordinari spumanti, e si chiude con
la Nosiola che darà vita al prezioso Vino Santo.





                                                              La memoria di una civiltà Il segreto di una produzione di qualità
                                                              sta spesso nel coniugare nella giusta misura tradizione ed innova-
                                                              zione. Mettere a frutto nel presente, alla luce delle preziose scoper-
                                                              te della ricerca vitivinicola ed enologica, gli insegnamenti ed il ca-
                                                              rattere caparbio che sono stati tramandati per generazioni. Ma non
                                                              si quantifica solo in termini di economicità il lavoro di un contadino,
                                                              perché prendendosi cura della propria vigna ecco che egli diventa
                                                              simbolicamente anche tutore del territorio, della sua conservazione,
                                                              della memoria di una civiltà. Perché il vino buono si fa in vigna, non
                                                              lo si può inventare altrove.




Le mani, l’unica macchina           Amore per la propria
terra e rispetto della tradizione: ecco quali sono gli ele-
menti che sostengono il vignaiolo nell’arte del suo lavo-
ro. Da sempre, in Trentino la vendemmia viene praticata
a mano, con pazienza e spirito di sacrificio. Sarebbe
impensabile infatti qualsiasi altro tipo di lavorazione
in un territorio sovente impervio e colmo di asperità.
Pensiamo ad esempio a certi arditi vigneti della Val di
Cembra, ove i pendii e le scalinate di porfido infisso nei
muretti a secco non sono risalibili con mezzi meccani-
ci e perfino il trasporto dell’uva avviene sulla schiena
del vignaiolo, nel caratteristico “congial”. L’uva raccolta
dalle mani sapienti del contadino arriverà così integra
in cantina, scrigno inviolato pronto a divenire un vino
di qualità.                                                                                                                       
L’arte d
iL viNo
Una vera e propria vocazione
vinicola quella trentina, che
trova la sua realizzazione in un
alto numero di storiche cantine,
guidate da appassionati, prima
che da esperti del settore.
Una ricchezza enologica data
dalla particolare configurazione
geografica e dalla brillante
intraprendenza dei singoli e delle
cooperative.
0
di fare

      
Benvenuta, signora! Raccolta in piccole casse per scongiu-
rare lo schiacciamento degli acini, l’uva proveniente dal vigneto
viene accolta nella cantina come un ospite di molto riguardo che
ama la precisione, una dama abitudinaria, dato che le sue visite
avvengono a scadenze regolari, esattamente una volta all’anno.
È nella cantina che l’uva verrà analizzata, lavorata, pigiata e quindi
trasformata in vino. Ma la cantina trentina è qualcosa di più di una
efficiente struttura produttiva. La competenza e la passione di chi
vi lavora ben si combina con la bellezza dei luoghi e si adopera
per tramandare un’avvincente storia lunga di centinaia di anni.




                                                                         Alla ricerca del terreno giusto Il viticoltore trentino
                                                                         è stato in passato, e lo è tutt’ora, un cercatore. Come
                                                                         un attento collezionista, che con una lente esamina nuo-
                                                                         vi francobolli da aggiungere alla sua collezione, così, nel
                                                                         corso dei secoli, i nostri viticoltori hanno cercato i terreni
                                                                         vocati, anche quelli più piccoli, e li hanno strappati alla
                                                                         montagna, anche nelle zone più impervie laddove più in-
                                                                       tenso è l’abbraccio dei raggi solari.
Cantine, volto di una storia In pochi altri luoghi
come in Trentino visitare una cantina vuol dire com-
piere un viaggio culturale nel passato o compiere
un’ardita spedizione nel nostro futuro prossimo. Ca-
stelli, antichi palazzi, preziosi masi ristrutturati accan-
to a strutture modernissime e all’avanguardia: si può
dire che da queste parti la scelta dei luoghi da adibire
a cantina non è casuale, ma ha una logica precisa.
Quella di dare un volto alla Storia e alla tradizione di
un popolo lì dove l’arte, quella vitivinicola, si esercita
con lo stesso spirito di un secolo fa e, parallelamente,
proiettare il tutto nel futuro.




                                                              Vini autoctoni e rappresentativi Il Trentino è una terra di gran-
                                                              di vini, anche perché è una terra di grandi e nobili vitigni. Tre
                                                              sono quelli che la tradizione popolare del luogo ama considerare
                                                              autoctoni: il Nosiola, il Teroldego e il Marzemino. Ognuno espres-
                                                              sione di un particolare territorio e della cultura di un popolo. Ac-
                                                              canto ad essi, quei vitigni che, pur non essendo autoctoni, qui si
                                                              sono adattati splendidamente: il Müller Thurgau e lo Chardonnay
                                                              che si sublima nel Trento D.O.C.




                                                                                                                               
     Se il Vino diventa Arte Le cantine sono la casa del vino, il focolare che
     accoglie ed ospita il prezioso frutto dopo la vendemmia e gli presta ogni
     cura e attenzione. Per questo nulla viene lasciato al caso in questi veri e pro-
     pri templi della vinificazione. I controlli sono rigidi, i tempi rispettati in pieno,
     l’igiene è superlativa. In tanto amore per il proprio lavoro, ecco che il lavoro
     stesso si fa misteriosamente cultura. Cresce la voglia di condividere col mon-
     do esterno – con l’ospite o con la gente del posto – certe sottili sensazioni
     che si insinuano sotto pelle, mentre il mosto fermenta. Come il sospetto che
     in quel castello, maso o moderna industria si stia compiendo una specie di
     miracolo. Il vino si fa Arte e con le altre arti vuole celebrare il proprio trionfo.
     Così le cantine smettono le vesti rigide della fabbrica e diventano teatri a cielo
     aperto, ospitando concerti, spettacoli di prosa, letture, convegni.





                                                             I riti del Trento D.O.C. La fretta è cattiva consigliera, spe-
                                                             cie quando si parla di vino. Così la pazienza e il tempo sono gli
                                                             elementi fondamentali per un attento viticoltore, soprattutto se
                                                             parliamo di “Trento”, la cui produzione è frutto di oculate scelte
                                                             e di metodi che davvero nulla lasciano al caso. Cuvée, Tirage,
                                                             Remuage, Dégorgement sono gli eleganti termini di un rito pro-
                                                             duttivo che grazie alla sua lentezza e precisione assume quasi
                                                             i crismi della sacralità. Così, quando stappiamo una bottiglia di
                                                             “Trento” tutti gli anni di lavoro certosino, la perizia e i segreti di
                                                             grandi maestri spumantisti li vediamo in quell’allegro ed elegante
                                                             sgorgare di bollicine.




Innovazione e ricerca Laddove nasce il vino – si di-
ceva – nulla viene lasciato al caso o intentato. Anche per
questo motivo le cantine trentine non si preoccupano solo
di salvaguardare le tradizione, ma investono saggiamente
nell’innovazione e nella ricerca, con un occhio al mercato
ed uno ai mutevoli gusti dei consumatori. Sempre nel sol-
co della propria Storia e di cultura della civiltà alpina.
                                                                                                                                
degust
iNcoNtr
Bere sano, ma soprattutto
in maniera intelligente. Una cultura
che partendo dal passato, diventa
un auspicio per il futuro.
La straordinaria natura della terra
e della gente trentina si riflette
nella varietà e nella genuinità
della proposta.
Il Trentino, terra di incontri.

tare e
 rarsi
         
Bere il territorio La straordinaria natura di questa terra si ri-
flette nella quantità e, soprattutto, nella qualità dei suoi vini. Sec-
chi, frizzanti, corposi, sanguigni, amabili: tutte caratteristiche che
provengono dall’unicità di questa provincia, dalla sua molteplice
conformazione fisica e climatica. Una calligrafia gustativa, un ca-
rattere impossibile da confondere quello di questi vini. Sin da
quando i mosti si tuffano nei tini, si fanno nettare e, infine, si mo-
strano al mondo dietro a delicati vetri, pronti ad essere degustati.
Sgorgano, alfine, donando al bevitore una vastità di sensazioni,
profumi, immagini che sono quelle della terra trentina. Le vallate,
i laghi, il vento, le cime, i silenzi, la Storia vengono conserva-
ti dal vino, che non se le scorda le sue origini, ma osa e ama
tramandarle attraverso l’ebbrezza e il piacere di un imperdibile
bicchiere.




                                                                          Degustare e incontrarsi Degustare è da sempre sino-
                                                                          nimo di incontro. E quale luogo meglio del Trentino può
                                                                          prestarsi a queste due azioni complementari? Non è que-
                                                                          sta terra da sempre una terra di passaggio, dall’Italia al-
                                                                          l’area mitteleuropea, dove le genti transitano e si mesco-
                                                                          lano tra loro, confrontandosi, dibattendo, scambiandosi il
                                                                          meglio delle rispettive conoscenze?

L’ospite è il benvenuto Madre Natura ha plasmato il Trentino
assegnandogli una curiosa forma, come di farfalla o aquila che
vanitosamente dispiega due ali divise dalla valle dell’Adige. Ter-
ra incontaminata, non toccata ancor dallo sfrenato e avvilente
turismo di massa, tanto che ancora oggi chiama “ospiti” coloro
che decidono di visitarla. E qual è il gesto simbolico che meglio
incarna l’ospitalità? Offrire un bicchiere di ottimo vino trentino,
naturalmente.




Il vino ci racconta Da queste parti, l’ospite che ha deciso di
trascorrere una vacanza diversa ha la possibilità di sperimentare
su di sé, suoi propri sensi ed emozioni l’ebbrezza di scoprire un
territorio, capire il carattere della sua gente, attraverso il vino.




                                                                 
     A tavola! A tavola! Una cultura, quella del bere sano, che è tutt’uno con
     la storia della terra trentina. Sono centinaia i riti, le consuetudini e le usanze
     popolari trentine che contemplano la presenza di un buon bicchiere di vino,
     segno che questo prodotto della terra è da sempre un tutt’uno con la tra-
     dizione del luogo che lo produce. Segni antichi avvolti in un alone di mistica
     semplicità che conservano ancora oggi immutato il loro fascino e che è pos-
     sibile ritrovare a tavola. I piatti tradizionali della cucina tipica trentina, sapori
     semplici e decisi, ben si sposano con i “loro” vini, in un susseguirsi di riusciti
     abbinamenti. Si parte dall’antipasto accompagnato dall’elegante “Trento” e,
     passando dai secondi annaffiati da dell’ottimo Teroldego o Marzemino, si
     giunge alla dolcezza del Vino Santo. Prima di chiudere il pasto coll’imman-
     cabile Trentino Grappa.




0
                                                                Mostre del vino Quando si possiede qualcosa di prezioso si
                                                                provano gioia e soddisfazione. Ma sarebbe egoistico non con-
                                                                dividere tali sentimenti e discuterli con chi ci sta vicino. Questo
                                                                il senso di tutte le mostre del vino che annualmente si svolgono
                                                                in Trentino. Dalla storica “Mostra Vini del Trentino” la cui prima
                                                                edizione risale al , alle più recenti mostre di Müller Thurgau,
                                                                Vino Santo e Nosiola, Merlot e Teroldego rotaliano. Occasioni di
                                                                incontro scientifico, ma anche di convivio per onorare un prodot-
                                                                to illustre di questa civiltà alpina.




Una tradizione popolare Conoscere e riconoscere nel
vino i segni di un’identità, magari attraverso l’allegria di
una festa popolare. Gli ospiti del Trentino non hanno che
da scegliere in un ricchissimo calendario di manifestazioni
ispirate al vino di qualità e alla cultura del bere in ma-
niera intelligente. La Strada del Vino e dei Sapori della
Vallagarina, ad esempio, un percorso goloso attraverso
la natura della zona del Marzemino. E poi ancora “Avio
e dintorni” con la giocosa contesa tra le “Città del Vino”
d’Italia, il “Settembre Rotaliano” di Mezzocorona con l’in-
teressante esposizione dedicata al Teroldego e, ultima ma
non ultima, la tradizionale Festa dell’Uva di Verla di Giovo,
un vero e proprio imperdibile carnevale d’autunno.
                                                                                                                                
passer


reLLa

        
     Trento D.O.C.
     Lo spumante trentino è ottenuto attraverso il metodo classi-
     co della rifermentazione in bottiglia. Al vino base tranquillo,
     ottenuto principalmente con uve Chardonnay, vengono ag-
     giunti zuccheri e lieviti selezionati. Il vino, così imbottigliato,
     inizia una seconda fermentazione, a cui segue il riposo sui
     lieviti, che dura almeno quindici mesi, trentasei nella riserva,
     l’eliminazione dei residui, la dosatura e la tappatura finale. A
     conferma della sua indiscussa qualità, nel  lo spumante
     trentino ha ottenuto il riconoscimento della D.O.C. “Trento”,
     la prima nel suo genere in ambito nazionale.
     Pregevole come aperitivo, ottimo su antipasti e piatti delicati
     a base di pesce; nel tipo riserva accompagna superbamente
     tutto il pasto.





Trentino D.O.C. Nosiola
È il vino ottenuto con le uve dell’omonimo vitigno
di origine locale. La coltivazione della Nosiola è
diffusa negli ambienti collinari - Valle dei Laghi e
Valle di Cembra - dove riesce ad esprimere al
meglio le sue doti di semplicità e immediatezza.
Il Nosiola è sicuramente il vino più caratteristico
di questa provincia, un tempo utilizzato come
“vino da messa”.
Particolarmente adatto con i piatti di pesce la-
custre, in particolare con il persico impanato e
con la trota alla brace.




                                                       Trentino D.O.C. Müller Thurgau
                                                       È un vino che nasce dall’omonimo vitigno, otte-
                                                       nuto nel  dal ricercatore svizzero Hermann
                                                       Müller di Thurgau, incrociando le varietà Riesling
                                                       renano con Chasselas. In Trentino questa varietà
                                                       ha trovato l’habitat ideale in alta collina, soprat-
                                                       tutto su terreni porfirici, dove riesce ad esaltare il
                                                       particolare aroma che lo contraddistingue.
                                                       Ottimo aperitivo, adatto per primi piatti con sal-
                                                       se a base di molluschi e con pesce cotto alla
                                                       brace.




                                                                                                          
     Trentino D.O.C. Marzemino
     Il Marzemino gentile, vitigno autoctono,
     ha trovato l’habitat ideale sui terreni ba-
     saltici del basso Trentino. Ricordato nel
     “Don Giovanni” di Mozart, è il vino tipico
     della Vallagarina in cui armonizzano in
     modo suggestivo la gentilezza del profu-
     mo ed il gusto armonico.
     Ideale con salumi caldi, piatti a base di
     funghi, carni bianche e rosse e pollame
     nobile.





Teroldego rotaliano D.O.C.
Vitigno autoctono per eccellenza, rappresenta un esempio
significativo della stretta interdipendenza tra vitigno e terri-
torio; infatti, solo nel Campo rotaliano il Teroldego esprime
al meglio le sue potenzialità, dando prodotti robusti come
quelli che il Mariani, cronista del Concilio di Trento, definì
“vini muti che fan parlare”. A ragione, considerato il princi-
pe dei vini trentini.
Da giovane si accompagna bene a soufflé di formaggi e
a piatti di mezzo. Ottimo con la carne salada, selvaggina,
formaggi a pasta dura stagionati, se invecchiato.




                                                             
     Trentino D.O.C. Vino santo
     L’antica lavorazione di questo vino, tipico della Valle
     dei Laghi, prevede, dopo un’accurata scelta delle
     uve Nosiola, un lungo appassimento sui graticci,
     l’infavatura degli acini ad opera della muffa nobile
     (Botrytis cinerea) e la pigiatura durante la settimana
     Santa (da cui il nome). L’invecchiamento, di almeno
      anni, avviene in piccole botti di rovere.
     Considerato da sempre nella tradizione popolare
     come vino dalle proprietà terapeutiche (corroboran-
     te) è particolarmente indicato per accompagnare i
     dessert a base di mandorle e il tipico zelten. Insupe-
     rabile abbinato ai formaggi erborinati.





Trentino Grappa
Nasce dalla distillazione della vinaccia fre-
sca e morbida di uve pregiate. Il particolare
sistema di distillazione impiegato, il metodo
artigianale “Tullio Zadra” (discontinuo, a ba-
gnomaria), consente di ottenere grappe dal
gusto fine e dagli aromi eleganti.
Insuperabile sulle creme di gelato, digestivo,
corroborante da fine pasto.

                                                 
     Zona del
     Trento D.O.C.




0
                Istituto Agr.
                S.Michele a/A




Zona del
Trento D.O.C.


                                Zona del
                                Trento D.O.C.




                                            Zona del
                                            Trento D.O.C.




                Zona del
                Trento D.O.C.


                                                            
produttori
Abate Nero                                Betta Luigino Az. Agr.                     Cantina La Vis e Valle di Cembra
Sponda Trentina,  0 Gardolo         Via IV Novembre,  0 Mezzocorona      Via del Carmine,  0 Lavis
Tel 0  Fax 0            Tel 0 00                            Tel 0  0 0
spumante@abatenero.it www.abatenero.it                                               cantina@la-vis.com www.la-vis.com
                                          Bolognani Az. Vin.
Accademia del Vino Cadelaghet Az. Vin.    Via Stazione,  0 Lavis               Cantina Le Meridiane
Via Roma,  0 Civezzano              Tel 0  0 0                Via E. Fermi,  00 Trento
Tel 0 0 Fax 0 0           dibolog@tin.it www.bolognani.com           Tel 0 0 0 
info@accademiadelvino.it                                                             lemeridiane@tin.it
www.accademiadelvino.it                   Bongiovanni Az. Agr.
                                          Fraz. Sabbionara - Via Sant’Antonio,     Cantina Mori Colli Zugna
Agraria Riva del Garda                    0 Avio                                 Via del Garda,  0 Mori
Via Lutti, 0 0 Riva del Garda        Tel 0  Fax 0 0            Tel 0  Fax 0 0
Tel 0  Fax 0 00           lorenzo@aziendaagricolabongiovanni.com     csmori@pop.ftcoop.it
agraria.riva@libero.it                    www.aziendaagricolabongiovanni.com
                                                                                     Cantina Rotaliana di Mezzolombardo
Angeli Dist.                              Borgo dei Posseri Az. Agr                  Via Trento, /B 0 Mezzolombardo
Via Capitelli,  0 Dro               Loc. Pozzo Basso 0 Ala                 Tel 0 000 Fax 0 0
Tel 0 00 Fax 0            Cell  00 Tel 0            info@cantinarotaliana.it
                                          info@borgodeiposseri.com                   www.cantinarotaliana.it
Armani A. Az. Vin.
Via Verdi,  00 Chizzola di Ala        Borgo Vecchio Dist.                        Cantina Sociale di Ala
Tel 0 0 Fax 0            Via Barricata, /a 00 Ospedaletto      Viale Bolzano, 0 0 Ala
info@albinoarmani.com                     Tel Fax 0 0000                        Tel 0  Fax 0 
                                                                                     cantala@tin.it
Arnoldi Dist.                             Boroni Giovanni Dist.
Via Trento,  0 Cles                Fraz. Borzago /A 0 Spiazzo Rendena   Cantina Sociale Roveré della Luna
Tel 0 0 Fax 0            Tel 0 0 Fax 0 00            Via IV Novembre,  00 Roveré della Luna
info@arnoldigrappe.com                    info@distilleriagenziana.it                Tel 0 0 Fax 0 0
                                          www.distilleriagenziana.it                 cs.rovere@tin.it
Antica Erboristeria dott. Cappelletti
Viale Europa,  00 Aldeno              Bresciani Ernesto Dist.                    Cantina La Vis e Valle di Cembra
Tel 0 00 Fax 0            Loc. Fontanelle 00 Tenno                Viale  Novembre,  0 Cembra
info@cappellettinovasalus.it              Tel 0 0 Fax 0 0            Tel 0 000 Fax 0 
                                                                                     cantinacembra@ikonart.it www.la-vis.com
Bailoni Dist.                             Brugnara Az. Agr.
Via Crucis,  0 Vigolo Vattaro        Loc. Sponda Trentina,  0 Gardolo     Campo Maseri di Villa de Varda
Tel 0  Fax 0            Tel 0  Fax 0             Via Rotaliana, /A 0 Mezzolombardo
                                          az.brugnara.ca@virgilio.it                 Tel 0 0 Fax 0 000
Bailoni Giovanni Az. Vin.                                                            info@villadevarda.com
Via delle Masere, /a 00 Ravina        Cadevita Dist.
Tel 0 . Fax 0 0          Viale Europa,  00 Aldeno               Casa Girelli
bailoni@tecnotn.it                        Tel 0 00 Fax 0             Viale Verona,  00 Trento
                                          info@cappellettinovasalus.it               Tel 0 000 Fax 0 0
Balter Az. Agr.                                                                      export@girelli.it
Via Vallunga II,  0 Rovereto        Campostrini F.lli Az. Vin.
Tel 0 00 Fax 0 0           Via al Ponte,  0 Sabbionara d’Avio     Casa Tait
balter.nicola@virgilio.it                 Tel 0 0 Fax 0             Via Rotaliana, /A 0 Mezzolombardo
                                          campovini@tin.it                           Tel 0 00 Fax 0 000
Barone de Cles Az. Agr.                                                              info@casatait.com
Via Mazzini,  0 Mezzolombardo       Cantina Aldeno Società Cooperativa
Tel 0 00 Fax 0 00           Via Roma,  00 Aldeno                  Cantine Monfort Srl
baronedecles@tin.it www.baronedecles.it   Tel 0  Fax 0             Via Carlo Sette  0 Lavis
                                          vinicola.aldeno@dnet.it                    Tel 0  Fax 0 0
Baroni a Prato Az. Agr.                                                              info@casatamonfort.it
Fraz. Piazzo,  0 Segonzano          Cantina d’Isera
Tel 0  Fax 0            Via al Ponte,  00 Isera                Castel Noarna Az. Agr.
paoloaprato@inwind.it                     Tel 0  Fax 0             Via Castelnuovo,  00 Noarna
                                          info@cantinaisera.it www.cantinaisera.it   Tel 0  Fax 0 
Battistotti Riccardo Az. Vin.                                                        info@castelnoarna.com www.castelnoarna.it
Via  Novembre,  00 Nomi             Cantina di Nomi
Tel 0  Fax 0 0           Via Roma,  00 Nomi                     Cavit S.r.l.
mail@battistotti.com                      Tel 0  Fax 0             Via del Ponte,  00 Ravina
                                          cantinanomi@tin.it                         Tel 0  Fax 0 00
Bellaveder Az. Agr.                                                                  cavit@cavit.it www.cavit.it
Maso Belvedere 00 Faedo                Cantina Toblino
Tel 0 0 Fax 0            Via Longa,  00 Sarche                  Cesarini Sforza Spumanti
info@bellaveder.it www.bellaveder.it      Tel 0  Fax 0 0            Via Stella,  00 Ravina
                                          toblino@tin.it www.toblino.it              Tel 0 00 Fax 0 
                                                                                     info@cesarinisforza.com
                                                                                     www.cesarinisforza.com




Cesconi Az. Agr.                              Dom Pier Az. Agr.                             G. Bertagnolli Dist.
Via Marconi,  0 Pressano                Via Indipendenza,  00 Roveré della Luna   Via del Teroldego, / 0 Mezzocorona
Tel 0 0 Fax 0                Tel 0 0 Fax 0 0               Tel 0 000 Fax 0 00
cesconi@cr-surfing.net                                                                      info@bertagnolli.it www.bertagnolli.it
                                              Donati Marco Az. Agr.
Collini Riccardo Az. Vin.                     Via C. Battisti,  0 Mezzocorona         Gaierhof Az. Vin.
Fraz. Mortaso - Via Municipio,              Cell  0 Tel 0 0              Via IV Novembre,  00 Roveré della Luna
0 Spiazzo                                 Fax 0 00                               Tel 0  Fax 0 
Tel 0 00 Fax 0 00               donatimarcovini@libero.it                     informazioni@gaierhof.com
                                                                                            www.gaierhof.com
Concilio                                      Dorigati Az. Vin.
Zona Industriale,  00 Volano              Via Dante,  0 Mezzocorona                Giori Distillati Trentini
Tel 0 000 Fax 0 0               Tel 0 0 Fax 0 00               Via Nazionale,  00 Volano
concilio@concilio.it www.concilio.it          vini@dorigati.it www.dorigati.it              Tel 0  Fax 0 0
                                                                                            mail@gioridistillati.it www.gioridistillati.it
Conti Bossi Fedrigotti Az. Agr.               Endrizzi
Via Unione,  0 Rovereto                 Loc. Masetto,  00 San Michele a/A         Gorga Renzo Az. Agr.
Tel 0 0 Fax 0                Tel 0 0 Fax 0 00               Via del Parco,  0 Folgaria
info@fedrigotti.it www.fedrigotti.it          info@endrizzi.it www.endrizzi.com             Tel 0  Fax 0 0
                                                                                            gorga.lezzi.vini@dnet.it www.enter.it/gorga
Conti Wallenburg S.r.l.                       Endrizzi Elio Az. Agr.
Via Bassano,  00 Martignano               Via Rotaliana, 0 0 Mezzocorona           Grigoletti Bruno Az. Agr.
Tel 0  Fax 0                 Tel 0 00 Fax 0 00               Via Garibaldi,  00 Nomi
info@vinimontresor.it                                                                       Tel 0  Fax 0 
                                              Faesi Giuseppe Dist.                          info@grigoletti.com www.grigoletti.com
Cristoforetti Gianbattista Az. Agr.           Loc. Vela,  00 Trento
Via Castelbarco,  0 Sabbionara d’Avio   Tel 0  Fax 0                Gruppo Mezzacorona
Tel 0 0 Fax 0 0                                                             Via del Teroldego,  0 Mezzocorona
vinicristoforetti@interfree.it                Vignaiolo Fanti Giuseppe Az. Agr.             Tel 0  Fax 0 0
                                              Piazza Croce,  0 Pressano                elenapasquazzo@mezzacorona.com
Crucolo                                       Tel 0 00 Fax 0 00               www.gruppomezzacorona.it
Loc. Lagarine, 0 00 Scurelle             vignaiolo@virgilio.it
Tel 0 0 Fax 0 00                                                             Istituto Agrario di San Michele a/A
info@crucolo.it www.crucolo.it                Fedrizzi Cipriano Az. Agr.                    Via E. Mach,  00 San Michele a/A
                                              Via IV Novembre,  0 Mezzolombardo        Tel 0  Fax 0 
Dallavalle - Rossi D’Aanaunia Dist.           Tel 0 0 Fax 0 0               cantina@ismaa.it www.iamaa.it
Via Conti Arsio,  0 Revò
Tel 0  Fax 0                Fedrizzi Elio Dist.                           La Cadalora Az. Agr.
info@distilleriedallavalle.it                 Fraz. Toss 00 Toss di Ton                  Loc. Santa Margherita - Via Trento, 
                                              Tel 0  Fax 0                00 Ala
Dalpass Ivo Dist.                             distilleria.fedrizzi@tiscali.it               Tel 0  Fax 0 0
Castelletto di Ton,  00 Ton                                                             lacadalora@vivacity.it www.italywines.com
Tel 0 000 Fax 0 0               Ferrari F.lli Lunelli
                                              Via del Ponte di Ravina,  00 Trento      La Casa del Picchio verde
Dalzocchio Elisabetta Az. Agr.                Tel 0  Fax 0 00               Baldessari Marco
Via Vallunga II, 0 0 Rovereto            f.delvai@cantineferrari.it                    Via Pinara,  00 Povo
Tel 0 0 Fax 0                www.ferrarispumante.it                        Tel 0 00 Fax 0 00
e.dalzocchio@tin.it www.dalzocchio.com                                                      elisa_baldessari@yahoo.it
                                              Fontana Graziano Az. Agr.
De Tarczal Az. Agr.                           Via Case Sparse,  00 Faedo                La Vigne Az. Agr.
Via G.B. Miori,  00 Marano d’Isera        Tel 0 000 Fax 0                Loc. La Vigne,  00 Isera
Tel 0 0 Fax 0 00                                                             Tel 0  Cell  
tarczal@tin.it www.detarczal.com              Foradori Az. Agr.
                                              Via D. Chiesa,  0 Mezzolombardo          Le Fontanelle Az. Agr.
Devescovi-Ulzbach Az.Agr.                     Tel 0 00 Fax 0 0               Fraz. Cologna - Piazza San Zenone, /b
Piazza Garibaldi,  0 Mezzocorona        foradori@interline.it                         00 Tenno
Tel 0 0 Fax 0 0               www.elisabettaforadori.com                    Tel 0 0 Fax 0 0
info@devescoviulzbach.it                                                                    lefontanelle@yahoo.it
                                              Frasnelli - Sartori Az. Agr.
Devigili Elio Az. Agr.                        Via Roma,  00 San Michele a/A           Letrari Az. Agr.
Maso Belvedere 0 Pressano                 Tel 0 0 Fax 0 0               Via Monte Baldo, / 0 Rovereto
Tel 0 0                               flavia.sartori@virgilio.it                    Tel 0 000 Fax 0 0
cantinadevigili@hotmail.com                                                                 info@letrari.it www.letrari.it
                                              Fugatti Gemmo Az. Agr.
Distillerie Trentine                          Via La Ca’,  00 Borghetto a/A            Letrari S.a.s.
Loc. Pineta,  0 mezzocorona              Tel 0 00 Fax 0                Via Monte Baldo, / 0 Rovereto
Tel 0  Fax 0 0               teclasu@tin.it                                Tel 0 000 Fax 0 0
info@distillerietrentine.it                                                                 info@letrari.com www.letrari.com




                                                                                                                                             
Longariva Az. Agr.                          Maso Speron D’Oro Az. Agr.                   Pisoni Az. Agr.
Via R. Zandonai,  0 Rovereto           Località Gazzi,  00 Marco di Rovereto   Fraz. Pergolese - Via San Siro, /B
Tel 0 00 Fax 0              Tel 0  Fax 0 0              00 Pergolese
info@longariva.it www.longariva.it          info@masosperondoro.it                       Tel 0  Fax 0 
                                            www.masosperondoro.it                        info@pisoni.net www.pisoni.net
Lunelli Mauro Az. Agr.
Via Margon,  00 Ravina                 Maso Trapp Az. Agr.                          Pisoni Dist.
Tel 0  Fax 0 0             Via Castel Beseno,  00 Besenello         Fraz. Pergolese - Via San Siro, /a
info@ferrarispumante.it                     Tel 0 0 Fax 0 0              00 Pergolese
                                            masotrapp@graffiti000.com                   Tel 0 0 Fax 0 
Madonna delle Vittorie Az. Agr.                                                          grapes@tin.it www.pisoni.net
Via Linfano,  0 Arco                  Metius
Tel 0 0 Fax 0 0             Via Romana,  0 Mezzocorona              Pojer & Sandri Az. Agr.
cantina@madonnadellevittorie.it             Tel 0 0 Fax 0 00              Loc. Molini,  00 Faedo
                                            spumante@methius.it  www.methius.it          Tel 0 0 Fax 0 00
Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga Az. Agr.                                                info@pojeresandri.it www.pojeresandri.it
Loc. San Leonardo 00 Borghetto a/A       Michelini Walter Az. Agr.
Tel 0 00 Fax 0 00             Via Monte Pipel,  0 Rovereto           Poli Casimiro Az. Agr.
info@sanleonardo.it www.sanleonardo.it      Tel 0                               Fraz. S. Massenza,  00 S. Massenza
                                                                                         Tel 0 0 Fax 0 0
Martinelli Albino Az. Agr.                  Molino dei Lessi Az. Agr.                    bernardino.poli@inwind.it www.casimiropoli.it
Via Verdi,  0 Chizzola di Ala          Maso Rosabel,  0 Lavis
Tel 0  Fax 0              Tel 0 0 Fax 0 0              Poli Casimiro Dist.
albino.martinelli@tin.it                    enzoce@tin.it                                Fraz. S.Massenza,  00 S. Massenza
                                                                                         Tel 0 0 Fax 0 0
Marzadro Dist.                              Moser Diego & Francesco Az. Agr.             bernardino.poli@inwind.it www.casimiropoli.it
Via per Brancolino, 0 00 Nogaredo       Piazza Soni,  00 Palù di Giovo
Tel 0 0 Fax 0 0             Tel 0 0 Fax 0 0              Poli Francesco Az. Agr.
distilleria@marzadro.it                     info@cantinemoser.com                        Loc. S. Massenza,  00 S. Massenza
                                                                                         Tel 0 0 Fax 0 000
Maso ai Dossi Az. Agr.                      Nailm Az. Agr.                               francescopoli@francescopoli.it
Loc. Ai Dossi,  00 Cimone               Loc. La Vigne 00 Isera                    www.francescopoli.it
Tel 0  Fax 0              Tel 0  Fax 0 0
masoaidossi@interfree.it                    carmen.colo@inwind.it                        Poli Francesco Dist.
                                                                                         Fraz. S. Massenza,  00 S. Massenza
Maso Bastie Az. Agr.                        Nicolodi Alfio Az. Vin.                      Tel 0 0 Fax 0 000
Loc. Bastie,  00 Volano                 Via Carraia,  0 Cembra                 francescopoli@francescopoli.it
Tel 0  Fax 0              Tel 0 00 Fax 0 00              www.francescopoli.it
masobastie@tin.it
                                            Nosio                                        Poli Giovanni Az. Agr.
Maso Bergamini Az. Agr.                     Via del Teroldego,  0 Mezzocorona       Fraz. S. Massenza,  00 S. Massenza
Loc. Bergamini,  00 Cognola             Tel 0 00 Fax 0 0              Tel 0  Fax 0 0
Tel 0 0 Fax 0 0             info@mezzacorona.it                          a.stilla.g@virgilio.it www.poligiovanni.it
masobergamini@tin.it
www.masobergamini.com                       Paolazzi Distillati                          Poli Giovanni Dist.
                                            Via Rododendri,  0 Cavalese             Fraz. S.Massenza,  00 S. Massenza
Maso Cantanghel Az. Agr.                    Tel 0 0 Fax 0 0              Tel 0  Fax 0 0
Via Madonnina,  0 Civezzano           info@paolazzi.com www.paolazzi.com           a.stilla.g@virgilio.it www.poligiovanni.it
Tel 0  Fax 0 
info@masocantanghel.com                     Paolazzi Vittorio Dist.                      Poli Giulio Az. Agr.
www.masocantanghel.com                      Via Vich,  00 Faver                     Via Vezzano,  00 S. Massenza
                                            Tel 0 0 Fax 0 0              Tel 0  Fax 0 0
Maso Furli Az. Agr.                                                                      distpoli@tin.it www.giulioemario.it
Via Furli,  0 Lavis                   Pedrotti Antonio Az. Agr.
Tel 0 0 Fax 0 0             Loc. Isole,  0 Dro                      Poli Mauro Dist.
masofurli@libero.it                         0 00 Fax 0                   Via Vezzano,  00 S. Massenza
                                                                                         Tel 0  Fax 0 0
Maso Martis Az. Agr.                        Pedrotti Gino Az. Agr.                       distpoli@tin.it
Via dell’Albera,  00 Martignano        Fraz. Lago di Cavedine - Via Cavedine
Tel 0 0 Fax 0 0             00 Cavedine                               Poli Valerio Az. Agr.
masomartis@tin.it www.masomartis.it         Tel 0  Fax 0 0              Fraz. S. Massenza, / 00 Vezzano
                                            azagrpedrotti@inwind.it                      Tel 0  Fax 0 
Maso Michei Az. Agr.                                                                     info@valeriopoli.it
Località Michei,  0 Ronchi             Pedrottivini
Tel 0  Fax 0              Via del Lavoro,  00 Nomi                 Pravis Az. Agr.
                                            Tel 0 0 Fax 0 0              Loc. Bioche di Castel Madruzzo 0 Lasino
Maso Poli Az. Agr.                          pevino@tin.it www.pedrottivini.com           Tel 0 0 Fax 0 
Strada del Vino,  0 Pressano                                                       info@pravis.it
Tel 0  Fax 0 .            Pelz & Piffer Az. Agr.
www.masopoli.co                             Viale  Novembre,  0 Cembra            Ravì Az. Vin.
                                            Tel 0 0 Fax 0 0              Via Florida, 0 00 Aldeno
Maso Roveri Az. Agr.                        pelz.piffer@cr-surfing.net                   Tel 0  Fax 0 
Via Masi,  0 Avio                                                                  info@revispumanti.com
0  Fax 0                  Pezzi Fabio Dist.                            www.revispumanti.com
                                            Piazza S. Barbara,  00 Campodenno
Maso Salengo Az. Agr.                       Tel 0 00 Fax 0               Redondel Az. Agr.
Via Zucchelli,  00 Volano               distilleriapezzi@virgilio.it                 Via Roma  0 Mezzolombardo
Tel 0 0 Fax 0                                                           Tel 0 0 Fax 0 0
masosalengo@interfree.it                    Pilzer Dist.                                 info@redondel.it
                                            Via Portegnago,  00 Faver
                                            Tel 0  Fax 0 0
                                            info@pilzer.it




Riserva dell’Elmo Saracini                                Spagnolli Giuseppe Az. Agr.                               Vivallis
Via Dallafior,  00 Povo                              Via Stretta,  00 Aldeno                               Via Valentini,  00 Calliano
Tel 0 0 Fax 0 0                           Tel 0                                            Tel 0  Fax 0 
info@grappesaracini.it                                                                                              info@vivallis.it www.vivallis.it
www.grappesaracini.com                                    Spagnolli Enrico Az. Vin
                                                          Via G.B. Rosina, /A 00 Isera                          Zanini Luigi Az. Agr.
Rizzi Luigino e Claudio Az. Agr.                          Tel 0 00 Fax 0 0                           Via Roma,  0 Mezzolombardo
Via alla Cà,  00 Avio                                enricospagnolli@vinispagnolli.it                          Tel 0 0 Fax 0 0
Tel 0 0 Fax 0 0                           www.vinispagnolli.it                                      info@zaniniluigi.com www.zaniniluigi.com

Rosi Eugenio Az. Agr.                                     Tarter Dist.                                              Zanotelli Elio Az. Agr.
Via Tavernelle, /B 00 Volano                          Via Bolzano,  0 Sorni di Lavis                      Viale  Novembre,  0 Cembra
Tel 0  Fax 0                            Tel 0 0 Fax 0 0                           Tel 0  Fax 0 
tamaramar@virgilio.it                                                                                               aa.zanotelli@inwind.it
                                                          Terrazze della Luna
Rossi Napoleone Az. Vin.                                  Via del Ponte  00 Ravina                             Zeni Dist.
Via  Novembre, /0 00 Verla di Giovo                 Tel 0 0 Fax 0 00                           Via Lungo Adige, 
Tel 0 00 Fax 0 00                           cavit@cavit.it                                            00 Grumo San Michele a/A
                                                                                                                    Tel 0 0 Fax 0 0
S.A.V.                                                    Torboli Vini                                              robezen@tin.it
V.le Trento,  0 Rovereto                            Loc. Fontane 00 Tenno
Tel 0 0 Fax 0 0                           Tel 0 0000 Fax 0 0                           Zeni Giorgio Az. Agr.
vallisagri@sav.it                                         torboli@torboli.it www.cantinenaturali.it                 Via Brennero 00 San Michele a/A
                                                                                                                    Tel 0 00 Fax 0 0
Salizzoni Valter Az. Agr.                                 Tranquillini Amedeo Dist.
Via Valentini,  00 Calliano                          Loc. Noreda,  0 Arco                                 Zeni Roberto Az. Agr.
Tel 0 0 Fax 0 0                           Tel 0 0 Fax 0 0                           Via Stretta,  00 Grumo San Michele a/A
salizzoni@virgilio.it www.trentinocommerce.it             tranquillini.amedeo@tin.it                                Tel 0 0 Fax 0 0
                                                                                                                    robezen@tin.it www.zeni.tn.it
Sandri Arcangelo Az.Agr.                                  Vallarom Az. Agr.
Via Vanegge,  00 Faedo                                Via Masi,  0 Avio                                   Zuccatti Dist.
Tel 0 0 Fax 0 0                           Tel 0  Fax 0 0                           Fraz. Ciago 00 Ciago
sand_arca@libero.it                                       vallarom@libero.it www.vallarom.it                        Tel 0 0 Fax 0 0
                                                                                                                    www.zuccati.com
Sebastiani Enrico Dist.                                   Vettorazzi Dist.
Via Clementi,  0 Lavis                              Corso Centrale,  0 Levico Terme
Tel 0  Fax 0                            Tel 0 0 Fax 0 0
disseba@tin.it www.distilleriasebastiani.it               www.grappevettorazzi.it

Secchi Alessandro Az. Agr.                                Vigneti delle Meridiane
Loc. Coleri, 0 00 Serravalle a/A                      Loc. Casteller,  00 Trento
Tel 0  Fax 0                            Tel 0  Fax 0 
info@secchivini.it www.secchivini.it                      vigneti@vignetimeridiane.it
                                                          www.vignetidellemeridiane.it
Segnana f.lli Lunelli Dist.
Via del Ponte,  00 Ravina                            Vilàr Az. Agr.
Tel 0  0 00                               Via catoni  00 Mattarello
                                                          Tel 0 0 Fax 0 0
Simoncelli Armando Az. Agr.
Loc. Navicello,  0 Rovereto                          Villa Corniole Az. Vin.
Tel 0  Fax 0                            Fraz. Verla 00 Giovo
armando.simoncelli@virgilio.it                            Tel 0 0 Fax 0 
                                                          info@villacorniole.com
Simoni Az. Agr.                                           www.villacorniole.com
P.zza degli Alpini,  00 Palù di Giovo
Tel 0  Fax 0                            Villa della Varda
agritur.simoni@virgilio.it                                Via Rotaliana, /A 0 Mezzolombardo
                                                          Tel 0 0 Fax 0 000
Simoni Claudio Az. Agr..                                  info@campomaseri.com www.villadevarda.it
Loc. Lamar,  0 Gardolo
Tel 0 00 Fax 0                            Villa Piccola Az. Agr.
                                                          Loc. Villa Piccola 00 Faedo
Solemma Az. Agr.                                          Tel 0 00 Fax 0 00
via  Novembre, 0 0 Mezzocorona
www.solemma.it                                            Viticoltori ad Avio
                                                          Via Dante,  0 Avio
                                                          Tel 0 00 0 
                                                          info@viticoltoriinavio.it




Questa pubblicazione è stata edita da Trentino S.p.A. nel mese di marzo 00
Testi: Pino Loperfido
Coordinamento editoriale: Progetto Vino Trentino S.p.A.
Foto: Fotoarchivio Trentino S.p.A., Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento,
Carlo Baroni, Giovanni Cavulli, Giorgio Deflorian, Flavio Faganello, Romano Magrone, Alessio Periotto, Patrizia Pizzini, Gianni Zotta
Grafica: Designfabrik, Rovereto
Stampa: Nuove Arti Grafiche, Trento


                                                                                                                                                               
     treNtiNo s.p.a. società di marketiNg territoriaLe via romagNosi 11 38100 treNto
     iNfo: teL. 0461 219500 fax 0461 219406
     www.treNtiNo.to iNfo@treNtiNo.to progettoviNo@treNtiNo.to






								
To top