DOCUMENTO DI AGGIORNAMENTO ALLA DICHIARAZIONE AMBIENTALE by nyb13813

VIEWS: 22 PAGES: 47

									Aggiornamento alla DA e alla AAI                           Formula Servizi Soc. Coop.




       DOCUMENTO DI AGGIORNAMENTO
                  ALLA
        DICHIARAZIONE AMBIENTALE
           Secondo il Regolamento Comunitario 761/2001 – EMAS
      (così come modificato dal Regolamento Comunitario n° 196/2006)




                           Dati aggiornati al 31/12/2008


              FORMULA SERVIZI Soc. Coop.
                                   VIA MONTEVERDI, 31
                                    47100 FORLÌ (FC)


                                        Emissione: marzo 2009 – Revisione 1




Revisione 1 – marzo 2009                                               pag. 1 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                            Formula Servizi Soc. Coop.


SOMMARIO
1     INTRODUZIONE ........................................................................................... 3
2     DATI GENERALI ........................................................................................... 5

    2.1     Dati dell’azienda....................................................................................... 5

    2.2     Informazioni sulla struttura organizzativa (dati al 31/12/2008) ...................... 7

    2.3     Informazioni sulla struttura del Consorzio Formula ....................................... 8

    2.4     Obiettivi di miglioramento e programmi ambientali....................................... 9

    2.5     Prescrizioni legali ed altre........................................................................ 15

    2.6     Comunicazione ambientale ...................................................................... 16
3     INQUADRAMENTO SOCIO TERRITORIALE .................................................. 18
4     OGGETTO DELL'ANALISI E INDIVIDUAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI ..
      .................................................................................................................. 19

    4.1     Materie prime ........................................................................................ 21

    4.2     Materie ausiliarie.................................................................................... 21
5     ANALISI E VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI............................. 23

    5.1     Risorse energetiche ................................................................................ 24

    5.2     Risorse idriche ....................................................................................... 27

    5.3     Scarichi idrici ......................................................................................... 33

    5.4     Rifiuti prodotti........................................................................................ 34

    5.5     Emissioni in atmosfera ............................................................................ 38

    5.6     Sostanze pericolose ................................................................................ 42
6     VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI DIRETTI................................ 43
7     VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI INDIRETTI ............................ 44
8     CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE................................................................. 45
9     GLOSSARIO................................................................................................ 46
10 DICHIARAZIONE DI APPROVAZIONE ......................................................... 47




Revisione 1 – marzo 2009                                                                                    pag. 2 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                          Formula Servizi Soc. Coop.




1       INTRODUZIONE

Il presente documento contiene l’aggiornamento dei livelli di valutazione degli aspetti
ambientali di Formula Servizi sulla base dei dati definitivi per l’anno 2008.
Tale valutazione, condotta con la stessa metodologia utilizzata e descritta nella
Dichiarazione Ambientale convalidata per l’anno 2006, consente di valutare anche la
coerenza degli obiettivi di miglioramento ambientali stabiliti da Formula Servizi e di
verificare lo stato di attuazione delle azioni intraprese per il loro raggiungimento, al fine
di consentire la dimostrazione dell'adeguatezza del sistema implementato e di far
emergere eventuali modifiche da adottare. Le modifiche alla normativa ambientale
applicabile e le variazioni nell’erogazione dei servizi che possono dare origine a nuovi
adempimenti sono prese in considerazione nell’ambito della conformità normativa.
Il presente documento di aggiornamento mette a confronto, ove disponili, i dati e gli
indicatori ambientali elaborati nel periodo 2002-2008.
L’aggiornamento dell’Analisi Ambientale Iniziale fornisce i dati necessari alla revisione
della Dichiarazione Ambientale; il presente documento costituisce sia l’aggiornamento
della Dichiarazione Ambientale, sia l’aggiornamento dell’Analisi Ambientale Iniziale.
Per una puntuale descrizione delle fasi di processo primario e di supporto si rimanda alla
Dichiarazione Ambientale convalidata per l’anno 2006; di seguito si riporta una sintetica
descrizione dei servizi erogati.


Formula Servizi Soc. Coop. si occupa della progettazione e della erogazione dei servizi di
pulizia, di logistica, alla persona e alberghieri; in particolare:
√ Servizi di pulizia in ambienti civili pubblici e privati: attività di pulizia uffici, spogliatoi,
    servizi igienici, ambienti scolastici;
√ Servizi di pulizia in ambienti sanitari-assistenziali: attività di pulizia stanze di
    degenza, ambulatori, sale operatorie, spazi comuni in strutture sanitarie-assistenziali;
√ Servizi di pulizia in Strutture industriali alimentari: attività di pulizia delle aree
    produttive;
√ Servizi di pulizia in strutture industriali: attività di pulizia delle aree produttive:
    raccolta rifiuti, pulizia pavimentazioni;
√ Servizi di pulizia in depositi automezzi trasporti rifiuti: attività di pulizia dell’interno
    degli automezzi che effettuano la raccolta rifiuti;
√ Servizi di pulizia in area urbana: attività di pulizia delle parti esterne dei cassonetti,
    delle pavimentazioni e degli arredi urbani;
√ Servizi di logistica industriale all’interno di una azienda meccanica (Trasmital):
  L’attività consiste in:
           o area accettazione. attività di scarico e smistamento/conferimento al
              magazzino o all’area produzione dei semilavorati o di prodotti finiti da altri
              stabilimenti;


Revisione 1 – marzo 2009                                                               pag. 3 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                          Formula Servizi Soc. Coop.


               o   area spedizioni. attività di imballaggio del prodotto finito, in casse di legno
                   o su pallet con copertura in termoretraibile. Il prodotto imballato viene poi
                   movimentato e caricato sui mezzi di trasporto;
               o   lavaggio. Lavaggio con appositi impianti dei pezzi semilavorati o finiti, per
                   eliminare residui di sostanze utilizzate nelle lavorazioni precedenti e
                   consentire i passaggi successivi;
               o   verniciatura. Attività di verniciatura del prodotto finito, effettuata in
                   apposite cabine;
√ Servizi di logistica in strutture ospedaliere: Logistica integrata ai servizi sanitari in
    strutture ospedaliere: trasporto di pazienti, pasti, farmaci, materiale economale,
    rifiuti;
√ Servizi di logistica in area urbana: Trasporto pasti mense scolastiche;
√ Servizi alla persona in strutture dedicate o al domicilio degli assistiti: Servizi di
    assistenza di base svolti a domicilio o in strutture socio assistenziali: assistenza
    nell’alzata dal letto , nell’igiene personale, preparazione di pasti, somministrazione di
    pasti, accompagnamento in passeggiate all’esterno, coinvolgimento dei pazienti in
    attività di gruppo (ludiche o di socializzazione), ecc.;
√ Servizi alla persona in Centro Riabilitativo: Servizi socio-riabilitativi svolti presso
    strutture dedicate: coinvolgimento dei pazienti nelle attività di gestione del centro
    (piccoli lavori domestici), in attività ricreative e di socializzazione, esecuzione di
    piccoli lavori (giardinaggio, lavorazione carta, disegno, redazione giornalino, cucina,
    ecc…);
√ Servizi alberghieri in cucine e mense per comunità: Attività di preparazione e
    distribuzione dei pasti. Attività di distribuzione dei pasti all’interno di mense
    scolastiche;
√ Servizi alberghieri in comunità socio-assistenziali: Attività di lavaggio, asciugatura e
    stiratura della biancheria delle persone ospitate nelle strutture socio-assistenziali.
    Attività di portierato sulle 24 ore.
Tali servizi vengono erogati sempre presso la sede del Cliente, ad eccezione di uno dei
servizi riabilitativi, il quale è svolto presso la Comunità Le Radici, che è a diretta gestione
di Formula Servizi.
Formula Servizi opera principalmente sui territori delle province di Forlì-Cesena, Rimini,
Pesaro, L’Aquila, Roma, Potenza.




Revisione 1 – marzo 2009                                                               pag. 4 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                 Formula Servizi Soc. Coop.




2        DATI GENERALI

2.1      Dati dell’azienda

                      Azienda      Formula Servizi Società Cooperativa

      Sede Legale e operativa      Forlì

                     Indirizzo     Via Monteverdi n.31

                      Telefono     0543/474811

                           Fax     0543/474899

             Indirizzo e_mail      info@formulaservizi.it
                                   Progettazione ed erogazione dei seguenti servizi:
                                   -    servizi di pulizia;

 Oggetto della registrazione
                                   -    servizi di logistica;
                                   -    servizi alla persona;
                                   -    servizi alberghieri.
                                   Tali servizi sono svolti nei cantieri di proprietà dei clienti
                                   81.2         (Servizi di pulizia: attività principale)
                                   81.29        (Pulizia delle aree pubbliche, decontaminazione e disinquinamento
                                                dell’ambiente
                                   82.99.9      (Attività di logistica aziendale)
                                   49.41        Trasporto di merci su strada)
                                   96.09        (Altri servizi alle famiglie)
                                   87.90        (Assistenza sociale)
                 Codici ISTAT      81.29.1      (Servizi di disinfestazione: attività non svolta)
          dell’organizzazione      43.22.0      (Installazione di impianti idraulico-sanitari: attività non svolta)
                                   46.74.2      (Commercio all’ingrosso di apparecchi e accessori per impianti idraulici e di
                                                riscaldamento: attività non svolta)
                                   63.11.1      (Elaborazione elettronica dei dati: attività non svolta)
                                   91.01.0      (Attività di biblioteche e archivi attività non svolta)
                                   49.39.0      (Altri trasporti terrestri, regolari, di passeggeri: attività non
                                                svolta)
                                   53.20.0      (Attività dei corrieri postali diversi da quelli delle poste nazionali:
                                                attività non svolta)
                                   81.2    (74.70)       (attività di pulizia: attività principale)
                                   81.29   (90.03)       (altre attività di pulizia)
                   Codici NACE
                                   82.99   (74.87)       (Altri servizi di supporto alle imprese nc.a.)
      delle attività oggetto di
                                   49.41   (60.24)       (Trasporto di merci su strada)
                 registrazione
                                   96.09   (93.05)       (Altre attività di servizi personali n.c.a.)
                                   87.90   (85.3)        (Altre attività di assistenza residenziale)
                                   2002:   €   26.893.420
                                   2003:   €   27.427.233
                                   2004:   €   30.345.000
                     Fatturato     2005:   €   33.096.198
                                   2006:   €   39.246.165
                                   2007:   €   44.424.160
                                   2008:   €   47.726.000 *
           Descrizione ultima      Lavori effettuati tra dicembre 2008 e febbraio 2009 per miglioramento
                     modifica      energetico della sede legale e operativa.
* dato stimato in quanto bilancio non ancora chiuso




Revisione 1 – marzo 2009                                                                                          pag. 5 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                     Formula Servizi Soc. Coop.




Formula Servizi, oltre alla sede legale e operativa di via Monteverdi 31 a Forlì, ha anche
le seguenti unità locali:

-   Forlì, via Mattei 1 (sede di Trasmital);

-   Riccione (RN), via Del Lavoro 4;

-   Riccione, via Emilia 22/2 (dal 01/03/2007, solo magazzino attrezzature);

-   San Savino di Monte Colombo (RN), via Castello 52 (Sede Comunità Le Radici);

-   Potenza, via Vaccaro (Palazzo Giuffreda);

-   Roma, Via Cilicia 51: sede attiva da ottobre 2006.

Le sedi di Riccione, Potenza e Roma sono solamente uffici, utilizzati come punti di
appoggio (telefono, collegamento a internet, etc.) per la gestione delle attività svolte nel
territorio.

Il Centro Del Bianco (San Clemente – RN) non è una unità locale in quanto deriva da una
gara di appalto.




Revisione 1 – marzo 2009                                                          pag. 6 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                     Formula Servizi Soc. Coop.


2.2     Informazioni sulla struttura organizzativa (dati al 31/12/2008)

                Numero del personale operante       1703

                               Numero di Operai     1647

                            Numero di Impiegati     44

                                   Numero Quadri    9

                             Numero di Dirigenti    3

                                   Numero di Soci   908

                           Numero di Dipendenti     795

       Numero del personale operante a tempo
                                                    848
                                        pieno

      Numero del personale operante part-time       855

         Numero del personale operante in Job
                                                    4
                                     Sharing
       Numero del personale operante a tempo
                                                    1673
                               indeterminato
       Numero del personale operante a tempo
                                                    30
                                 determinato
           Numero del personale con contratto
                                                    28
                                   interinale

               Tipico orario di lavoro impiegati    8.30 - 12.30 / 13.30 - 17.30

                                                    Il lavoro per gli operai è variabili in relazione al tipo di
                   Tipico orario di lavoro operai   servizio a cui sono assegnati (turno giornaliero,
                                                    rotazione sulle 24 h, alternanza mattino/pomeriggio)

                Numero di settimane lavorative      52

                             Periodo di chiusura    Nessuno


Nel grafico 2.2.1 è riportato l’andamento del numero dei soci e dipendenti.


        1800                                                       1676        1703
                                                         1590
        1600
                      1291          1358    1415
        1400
              1225
        1200
        1000                                                                      908
                                                           892         964
         800 762     706             684      743
                                                           698         712        795
         600          585            674      672
              463                                                                            Soci
         400
         200                                                                                 Dipendenti
           0                                                                                 Totale
           2002    2003            2004    2005         2006      2007        2008

                  Grafico 2.2.1 – Numero soci – dipendenti nel periodo 2002 – 2008
Dal grafico precedente emerge un costante aumento del numero degli addetti (sia dei
dipendenti, sia dei soci) in linea con l’incremento del fatturato aziendale; nel corso del
2008 si è verificata una inversione rapporto soci-dipendenti, situazione che consente di
rimanere cooperativa a mutualità prevalente.




Revisione 1 – marzo 2009                                                                            pag. 7 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                            Formula Servizi Soc. Coop.


2.3        Informazioni sulla struttura del Consorzio Formula
Nell’anno 2001, per meglio formalizzare le strategie e le decisioni comuni tra due
Cooperative (Formula Servizi e Coop 29 Giugno), è stato creata “FORMULA CONSORZIO”,
quale testa pensante delle strategie ove convergono i progetti, le decisioni e gli
investimenti comuni per meglio dotare le aziende di:

-     sistemi informativi e informatici (utilizzo di programmi che sfruttano un linguaggio
      comune)

-     sistemi di gestione e controllo amministrativo (elaborazione di prospetti, dati e
      cedolini paga per il Gruppo)

-     consulenza tecnica (organizzazione e controllo dei cantieri)

-     fonte di energia sostenibile (distribuzione di carburante biodiesel)

-     strumenti per la tutela dei lavoratori (erogazione di servizi di medicina del lavoro).

Il Consorzio, attraverso le cooperative trainanti, sta operando in maniera graduale per far
sì che tutte le aziende evolvano in un contesto di gruppo omogeneo per quanto concerne
gli obiettivi strategico-operativi e la gamma dei servizi offerti sul mercato.
Nel grafico seguente è mostrato l’elenco delle società aderenti al Consorzio al
31/12/2008 e la relativa quota percentuale.

                                                           Manutencoop Formula
       Allexpo Srl   Risorse Engineering 29 Giugno Servizi
                                              0,39%              Pomezia
         1,56%             0,39%
                                                                  0,39%
       Formula Sociale
            1,56%                                                          Provincia di Forlì-
                                                                                Cesena
            CAD                                                                 0,39%
           1,95%
      Consorzio Nazionale
            Servizi
            3,91%


      Consorzio Formula
          Ambiente
           9,38%


      Coop 29 Giugno                                                             Formula Servizi
         19,53%                                                                     60,55%




                     Grafico 2.3.1 – Assetto societario di Formula Consorzio al 31/12/2008




Revisione 1 – marzo 2009                                                                                 pag. 8 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                           Formula Servizi Soc. Coop.




2.4      Obiettivi di miglioramento e programmi ambientali

Nel corso del 2008 sono state intraprese una serie di iniziative di miglioramento
ambientale che hanno riguardato i seguenti temi:

•     Sostituzione di stampanti laser a colori con stampanti con inchiostro solido
      (contenente pigmenti alimentari inerti su una base di cera), che non emettono polveri
      dannose, non producono rifiuti (non ci sono contenitori dell’inchiostro) e consumano
      meno energia elettrica (funzionando a temperature più basse rispetto alle stampanti
      standard);

•     Ottimizzazione dei server, con riduzione del numero di computer sempre accesi e
      quindi minor consumo di energia elettrica;

•     Aumento dell’utilizzo di carta riciclata con certificazione FSC;

•     Miglioramento dell’efficienza energetica della sede di Forlì (per la parte di immobile
      costruita negli anni 80), attraverso:

             o     Applicazione    del   cappotto   termico   e   sostituzione   serramenti      con
                   retrocamera ad elevata prestazione energetica e fattore di trasmissione
                   solare inferiore a 0,7 (interventi realizzati a dicembre 2008);

             o     Sostituzione della vetrata della parte nuova dello stabile, con serramenti
                   con retrocamera ad elevata prestazione energetica (intervento pianificato
                   nel 2009);

             o     Realizzazione di aperture per favorire l’illuminazione naturale dei corridoi
                   (intervento pianificato nel 2010);

•     Studio di fattibilità per il posizionamento in via sperimentale di 2 pale eoliche
      (diametro del rotore 1,8 metri) sul tetto della sede di Forlì per l’accumulo di energia
      da utilizzare per l’illuminazione notturna del perimetro attraverso n. 12 fari a basso
      consumo (42 W) (il posizionamento è previsto nel corso del 2009);

•     Donazione all’USL di Cesena di 9 Fiat Panda a metano per l’assistenza domiciliare;

•     Rinnovo del parco mezzi (vedere paragrafo Emissioni in atmosfera) con standard
      emissivi migliori;

•     Estensione all’Ospedale Bufalini di Cesena del sistema di distribuzione detergenti che
      consente la riduzione della produzione di imballaggi;

•     Estensione dell’uso della microfibra ai servizi di pulizie civili;




Revisione 1 – marzo 2009                                                                pag. 9 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                     Formula Servizi Soc. Coop.


•   Valutata l’esigenza da parte dei lavoratori di seguire corsi di informatica; nel 2009 si
    progetteranno e realizzeranno tali corsi che dovrebbero migliorare la comunicazione
    con il personale stesso, attraverso un maggior ricorso all’informatica (email, sito,
    newsletter, etc.) con conseguente riduzione dell’uso di carta.



Nelle tabelle seguenti sono riportati, in sintesi, gli obiettivi di miglioramento, le azioni
individuate riguardanti gli aspetti ambientali diretti e indiretti e lo stato di avanzamento
al 31/12/2008.




Revisione 1 – marzo 2009                                                         pag. 10 di 47
    Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                                                                    Formula Servizi Soc. Coop.




    ASPETTO AMBIENTALE DIRETTO: Risorsa idrica

            OBIETTIVO: riduzione della risorsa idrica utilizzata nei cantieri
            OBIETTIVO SPECIFICO: riduzione del 2% dei consumi idrici associati al lavaggio pannetti impiegati nelle strutture sanitarie                             TERMINE:
OBIETTIVI




                                  (si considerano solamente le strutture in cui si sta erogando il servizio al 30/06/2006)                                       settembre 2009
                                   •     Determinazione degli standard di pulizia ottenibili con l’introduzione della metodologia a secco

              TRAGUARDI:           •     Individuazione delle tipologia dei locali in cui è applicabile

                                   •     Applicabilità economica della metodologia

                                                                                                                                          Risorse
                      Azioni da intraprendere:                      Responsabile                           Risultato                                    Inizio              Fine
                                                                                                                                         (o mezzi)

                                                                    Ilaria Melandri        Standard di pulizia ottenibili con la
            Sperimentazione della nuova metodologia di
PROGRAMMI




                                                                    Cappelli Mauro         metodologia a secco e confronto con i         5 gg/uomo   Gennaio 2006       Dicembre 2006
            pulizia a secco proposta dal fornitore ECOSI’
                                                                 Massimiliano Mazzotti     requisiti richiesti dal cliente

            Analisi dei cantieri/locali in cui sarà possibile                              Individuazione dei cantieri in cui è                        Gennaio
                                                                     Silvano Babbi                                                       4 gg/uomo                      Dicembre 2007
            applicare tale metodologia                                                     applicabile la metodologia                                   2007
                                                                    Silvano Babbi
            Analisi economica dell’applicabilità della                                                                                                 Gennaio              Giugno
                                                                    Cappelli Mauro         Applicabilità economica della metodologia     4 gg/uomo
            metodologia                                                                                                                                 2008                 2008
                                                                 Massimiliano Mazzotti
            Eventuale applicazione della metodologia                      RdD              Attività di pulizia con metodologia a secco   2 gg/uomo        /                    /
                                             Tabella 2.4.1 – Obiettivo di miglioramento e programma ambientale per il periodo 2006 - 2009

    Per quanto riguarda la sperimentazione della nuova metodologia di pulizia a secco proposta dal fornitore ECOSÌ, già al 31/12/2006 era
    stato visto che il risultato è positivo in termini qualitativi, ma sembrava non economicamente sostenibile in tutte le situazioni. Nel 2007
    sono proseguite tali valutazioni ed è emerso che i costi di tale metodologia non ne permettono un uso esteso. L’applicazione di tale
    metodologia è attualmente riservata ai servizi nei luoghi in cui è necessario l’uso di materiali usa e getta (reparti di malattie infettive,
    locali dedicati alla preparazione dei chemioterapici, o luoghi con presenza di microrganismi che il cliente ritiene particolarmente pericolosi
    dal punto di vista epidemiologico) per permettere la massima riduzione della contaminazione tra gli ambienti. L’obiettivo non è raggiunto
    in quanto nei cantieri oggetto dell’analisi l’applicazione di tale metodologia, che ha consentito comunque l’eliminazione dell’uso di acqua
    per il lavaggio e la diluizione dei detergenti che sono utilizzati puri, è stata possibile solo in locali con superfici inferiori al 2% del totale. La
    limitazione dell’uso di tale metodologia ai servizi sopra elencati è dovuta sia all’aumento dei rifiuti prodotti (il pannetto è usa e getta), sia
    alla insostenibilità economica per un uso estensivo. Nel corso del 2009 si provvederà all’individuazione di un ulteriore obiettivo relativo
    all’uso delle risorse idriche.
    Nel corso del 2008 è stato anche avviato uno studio di fattibilità, con il fornitore di prodotti e attrezzature per l’igiene (È COSÌ Srl) sul
    recupero dell’acqua del risciacquo finale delle lavatrici da utilizzare per il lavaggio del carico successivo.

    Revisione 1 – marzo 2009                                                                                                                                          pag. 11 di 47
            Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                                                                     Formula Servizi Soc. Coop.




            ASPETTO AMBIENTALE DIRETTO: Risorse Energetiche

             OBIETTIVO: utilizzo di risorse energetiche rinnovabili

             OBIETTIVO SPECIFICO: aumento del 10% dell’utilizzo delle risorse energetiche rinnovabili nel triennio 2006 – 2009 rispetto alle                                   TERMINE:
OBIETTIVI




             risorse energetiche totali                                                                                                                                     Dicembre 2009
                TRAGUARDI:         •    RE (2009)/RE (2005)=1,1
                                   •    Consumo di risorse rinnovabili 2009 (trasformato in T.E.P.) della sede di Forlì

                INDICATORI:        •    Consumo totale risorse energetiche 2005 (trasformato in T.E.P.) della sede di Forlì
                                   •    RE = (Consumo di risorse energetiche rinnovabili)/(Consumo totale di risorse energetiche)            RE (2005) = 26,8%

                                                                                                                                               Risorse
                             Azioni da intraprendere                      Responsabile                        Risultato                                           Inizio              Fine
                                                                                                                                              (o mezzi)

             Monitoraggio del consumo del carburante per                                    Dati sul consumo di diesel e biodiesel                                 ogni             Dicembre
                                                                          Ilaria Melandri                                                      1 g/uomo
             l’autotrazione                                                                 sostenuti nel corso del 2006                                           mese               2009
             Monitoraggio dell’energia elettrica prodotta dall’impianto                     Dati sul quantitativo di energia elettrica                            Giugno            Dicembre
                                                                          Ilaria Melandri                                                     0,2 g/uomo
             fotovoltaico                                                                   prodotta dall’impianto                                                 2006               2009
PROGRAMMI




             Analisi dei dati derivanti dal monitoraggio del consumo                                                                                              Gennaio           Dicembre
                                                                                            Correlazione dei consumi di carburante per
             del carburante per autotrazione (consumo per tipologia       Ilaria Melandri                                                      6 g/uomo
                                                                                            autotrazione con le cause di consumi                                   2007               2009
             di risorsa, consumo per dipendenti, km percorsi)
                                                                                            Azioni di miglioramento per la gestione del                          Febbraio           Dicembre
             Individuazione delle azioni di miglioramento per ridurre i
                                                                          Ilaria Melandri   carburante di autotrazione finalizzata al          5 g/uomo
             consumi di carburante derivante da fonti non rinnovabili                                                                                             2008                2009
                                                                                            raggiungimento del traguardo
             Eventuale formazione e sensibilizzazione del personale
                                                                                            Personale formato sulle responsabilità del                                              Dicembre
             operante sul proprio ruolo nel perseguire l’obiettivo
                                                                          Ilaria Melandri   proprio comportamento nei confronti                1 g/uomo              /
             specifico in funzione del monitoraggio dei consumi di                                                                                                                    2009
                                                                                            dell’obiettivo specifico
             carburante per autotrazione
                                                                                                                                                                                    Dicembre
             Analisi di mercato di nuovi fornitori di biodiesel           Ilaria Melandri   Individuazione di nuovi fornitori di biodiesel     1 g/uomo      Giugno 2006
                                                                                                                                                                                      2008
                                               Tabella 2.4.2 – Obiettivo di miglioramento e programma ambientale per il periodo 2006 - 2009

            Il monitoraggio dei consumi di carburante prosegue regolarmente e i dati sono riportati nel presente rapporto. L’impianto fotovoltaico è
            entrato in funzione il 28/07/2006 e, fino al 02/01/2009, ha prodotto 52.376 KWh (pari a 13,094 TEP). Le azioni di miglioramento per
            ridurre i consumi sono state incentrate ancora sul rinnovo del parco mezzi, attraverso anche l’aumento dei mezzi funzionanti a metano,
            come riportato nei capitoli seguenti. Indagini di mercato hanno evidenziato la difficoltà nel reperire altri fornitori di biodiesel, in quanto in
            non sono presenti in zona altri impianti di produzione. Da luglio 2008 a gennaio 2009 è stato pressoché irreperibile il biodiesel sul
            mercato. Solamente a partire da febbraio 2009 è disponibile il biodiesel presso il fornitore storico. L’obiettivo previsto al termine del 2009
            è RE (2009)=29,48%. Il valore raggiunto al termine del 2008 è stato pari a RE(2008)=5,8%. L’obiettivo non è al momento raggiungibile

            Revisione 1 – marzo 2009                                                                                                                                          pag. 12 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                                         Formula Servizi Soc. Coop.




in quanto a partire dal 2006 sono state contabilizzate nelle risorse energetiche anche le utenze di due nuove strutture residenziali
(Comunità Le Radici e Centro Del Bianco) che hanno determinato un notevole incremento sia del metano da riscaldamento, sia
dell’energia elettrica. Nel 2005, inoltre, il biodiesel era utilizzato puro, mentre ad oggi quello reperibile sul mercato e idoneo ad un utilizzo
per il rifornimento dei mezzi è una miscela al 25% di olio di colza. Nonostante, pertanto, l’installazione dell’impianto fotovoltaico,
l’obiettivo non sarà raggiungibile a seguito del cambiamento delle condizioni iniziali.
Al termine del 2008 è stata effettuata una prima valutazione (tramite acquisizione di preventivi) per l’acquisto di energia elettrica da
fornitori che ne certificano la provenienza da fonti rinnovabili. Tale soluzione potrebbe consentire nel 2009 di arrivare all’obiettivo, senza
però considerare le 2 strutture residenziali. Nel corso del 2009 si provvederà a rimodulare il presente obiettivo, proprio in funzione di
queste considerazioni.




Revisione 1 – marzo 2009                                                                                                             pag. 13 di 47
            Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                                                                        Formula Servizi Soc. Coop.




            ASPETTO AMBIENTALE INDIRETTO:                 Rifiuti

               OBIETTIVO: Miglioramento del grado di controllo gestionale della produzione rifiuti
OBIETTIVI




               OBIETTIVO SPECIFICO: sensibilizzazione delle imprese in ATI per l’attuazione di politiche ambientali volte alla riduzione                                        TERMINE:
                                          della produzione rifiuti (differenziale 2009 = 1)                                                                                  Dicembre 2009
                     TRAGUARDI:             •     Riduzione del differenziale* per ogni azione di miglioramento prevista (differenziale 2005 = 2)



                 Soggetto terzo                                                                                                               Risorse
                                          Attività           Azioni da intraprendere             Resp.               Risultato                                      Inizio              Termine
                  interessato                                                                                                                (o mezzi)

                                                                                                             Documento di
PROGRAMMI




                                                        Creazione di una informativa, sulle
                                                                                                 Ilaria      sensibilizzazione nella            5 gg.               Giugno              Dicembre
                                          Servizi di    corrette modalità di gestione dei
                  Imprese in ATI                                                                             gestione dei rifiuti
                                           pulizia      rifiuti derivanti dall’attività di      Melandri                                        uomo                 2006                 2008
                                                                                                             derivanti dall’attività di
                                                        pulizia.
                                                                                                             cantiere
                                                        In sede di assegnazione del                          Informazione alle
                                          Servizi di    contratto o del rinnovo con le           Ilaria      aziende in ATI delle               5 gg                                    Dicembre
                  Imprese in ATI                                                                                                                                 Giugno 2007
                                           pulizia      imprese in ATI consegna                 Melandri     modalità di gestione dei           uomo                                      2009
                                                        dell’informativa.                                    rifiuti
                                                Tabella 2.4.3 – Obiettivo di miglioramento e programma ambientale per il periodo 2006 - 2009
            * Differenziale del livello di controllo = differenza tra grado di controllo potenziale e grado di controllo attuale (Differenziale 2005 relativo a produzione rifiuti nelle ATI = 2)

            In merito alla informativa sulle corrette modalità di gestione dei rifiuti derivanti dall’attività di pulizia, a giugno 2006 è stato realizzato un
            documento di sensibilizzazione nella gestione dei rifiuti derivanti dall’attività di cantiere; tale documento è stato fino ad ora distribuito
            solamente al personale interno. Al 31/12/2008 non si è ancora provveduto alla distribuzione anche al personale di altre aziende che
            lavorano nei cantieri in cui è presente il personale di Formula Servizi: tale azione è prevista per il 2009. Nello stesso 2009 il modello di
            contratto di subappalto sarà integrato con un allegato relativo alla gestione ambientale dei cantieri di lavoro, che comprenderà anche le
            tematiche relative ai rifiuti.
            Nel 2008 è stata effettuata una comunicazione interna sulla corretta gestione dei rifiuti prodotti negli uffici.
            Nel corso del 2008 è stato anche avviato uno studio di fattibilità, con il fornitore di prodotti e attrezzature per l’igiene (È COSÌ Srl) sul
            recupero della plastica degli imballaggi: questa azione, nel caso si riesca a procedere nello sviluppo applicativo, si ripercuoterà anche
            sull’imprese che lavorano in ATI per Formula Servizi, in quanto contrattualmente devono utilizzare i prodotti dello stesso fornitore.




            Revisione 1 – marzo 2009                                                                                                                                               pag. 14 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                     Formula Servizi Soc. Coop.


2.5      Prescrizioni legali ed altre
Il Sistema di Gestione Ambientale deve garantire il mantenimento della conformità
normativa ambientale applicabile alle attività e servizi svolti da Formula Servizi. A tale
scopo è stato realizzato il Registro delle Normative e Adempimenti in cui sono riportati i
principali adempimenti applicabili all’azienda.
Al fine di mantenere aggiornato il registro, periodicamente il responsabile verifica la
nuova normativa ambientale applicabile attraverso l’utilizzo di una banca dati on-line, in
modo da assicurarsi sempre i testi vigenti delle normative; inoltre si avvale del servizio
dello Sportello Ambiente di Legacoop (FC) nonché di abbonamenti a riviste di settore.
L’attività di verifica e di aggiornamento del Registro delle Normative ed Adempimenti è
registrata periodicamente su documenti di sistema.
In tabella seguente sono riportate le principali autorizzazione di carattere ambientale in
possesso di Formula Servizi.

           Descrizione                                                                  Data           Data
                                                   Ente              Riferimento
          Autorizzazione                                                              emissione      scadenza
 Scarichi acque reflue industriali in                                P.G. 51259/05
                                        Comune di Forlì                               14/09/2006    13/09/2010
 pubblica fognatura                                                    Atto n. 875
 Distributore di gasolio e serbatoio                                     PROT.
 da 5 mc (Esercizio in carico a         Comune di Forlì                               07/11/1997          -
 Formula Consorzio dal luglio 2002)                                  N. 38445/2926

 Certificato Prevenzione Incendi        Comando Provinciale dei        PRATICA
                                                                                      26/03/2008    25/03/2011
 sede legale e operativa di Forlì       Vigili del Fuoco di Forlì      N° 31739
 Certificato Prevenzione Incendi
                                        Comando Provinciale dei        PRATICA
 Sede Centro Del Bianco (San                                                          25/02/2009    26/01/2015
                                        Vigili del Fuoco di Rimini      N° 553
 Clemente – RN)
                  Tabella 2.5.1 – Principali autorizzazioni ambientali di Formula Servizi




Revisione 1 – marzo 2009                                                                          pag. 15 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                          Formula Servizi Soc. Coop.


2.6       Comunicazione ambientale
Oltre alla pubblicazione sul proprio sito www.formulaservizi.it della Dichiarazione
Ambientale        convalidata      e   successivi   aggiornamenti,   Formula   Servizi     provvede
periodicamente a effettuare comunicazioni sia interne sia esterne in merito a materie e
temi di particolare interesse dal punto di vista ambientale.
La comunicazione ambientale avviene principalmente tramite:
•     pubblicazione di articoli su:
              o   giornalino interno “Formula Servizi Informa” (diffuso a tutti i lavoratori)
              o   quotidiani e periodici locali
              o   sito aziendale
•     conferenze stampa
•     servizi televisivi
•     informativa puntuale a clienti.


Nel corso del 2008, in particolare, sono state intraprese le seguenti iniziative di
comunicazione ambientale:
      1. distribuzione di n. 7000 copie (distribuite ai lavoratori e presso tutti gli uffici dei
          clienti) del Calendario 2008 di Formula Servizi, dedicato ai miglioramenti degli
          aspetti ambientali cui Formula Servizi si è impegnata negli anni precedenti;
      2. Comunicazione su riviste e giornali locali del Premio Impresa Ambiente (primo
          trimestre);
      3. pubblicazione del giornalino “Formula Servizi Informa” (marzo) in cui sono stati
          trattati i seguenti argomenti: raggiungimento registrazione EMAS, diffusione del
          Premio Impresa Ambiente;
      4. diffusione di una informativa (aprile) al personale del Comune di Forlì in merito ai
          vantaggi ambientali dell’uso della microfibra e successiva somministrazione di un
          questionario (settembre) al personale stesso;
      5. pubblicazione del Bilancio di sostenibilità del 2007 (maggio) e relativa conferenza
          stampa (luglio), in cui sono stati messi in evidenza alcuni dei principali risultati
          ambientali del 2007;
      6. pubblicazione del giornalino “Formula Servizi Informa” (settembre), in cui è stata
          presentata tutta la Politica Aziendale approvata, comprendente anche la parte
          relativa all’impegno ambientale;
      7. partecipazione a Ecomondo (novembre), all’interno di un’area gestita da Legacoop
          (Cooperambiente) in cui erano presenti le cooperative che si sono distinte per
          buone prassi ambientali relative a comportamenti e servizi erogati;
      8. partecipazione a Matching 2008 (novembre), presso la Fiera di Milano, per la
          promozione dei servizi, aventi specifiche caratteristiche di rispetto dell’ambiente;



Revisione 1 – marzo 2009                                                                 pag. 16 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                              Formula Servizi Soc. Coop.


    9. Presentazione del servizio di pulizia di superfici e arredi urbani con sola acqua a
        tutti i comuni della Romagna, tramite informativa e successiva pubblicazione su
        Periodico Econerre (novembre);
    10. Conferenza stampa sull’avvenuta donazione, da parte di Formula Servizi all’USL di
        Cesena, di 9 Fiat Panda a metano e relativi servizi su giornali e televisioni locali
        (dicembre)
    11. pubblicazione del giornalino “Formula Servizi Informa” (dicembre), in cui sono
        stati presentati i risultati dell’indagine presso il personale del Comune di Forlì, è
        stato    pubblicato    un   articolo   relativo   alla   tecnologia   pulita   connessa     alle
        attrezzature informatiche e sono stati presentati gli interventi già fatti e previsti
        per gli anni a seguire, relativi alla sede di Forlì, volti al risparmio energetico.




Revisione 1 – marzo 2009                                                                  pag. 17 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                      Formula Servizi Soc. Coop.




3       INQUADRAMENTO SOCIO TERRITORIALE


Rispetto a quanto indicato nella Dichiarazione Ambientale approvata non ci sono state
sostanziali variazioni. Di conseguenza non ci sono state modifiche, rispetto al 2006 e al
2007, ai valori assegnati alle schede della sensibilità socio territoriale (Sst) compilate per
il 2008.




Revisione 1 – marzo 2009                                                          pag. 18 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                        Formula Servizi Soc. Coop.




4       OGGETTO DELL'ANALISI E INDIVIDUAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI

Il campo di applicazione non è variato.

Nei grafici seguenti si riportano la forza lavoro, il numero di ore lavorate, il numero dei
cantieri, nel corso del periodo 2002 –2008.




    1.600
                                                                              1.363                             Numero
    1.400                                                      1.277                                            addetti servizi
                                                1.253                                       1.252
            1.168       1.168       1.198
                                                                                                                di pulizia
    1.200

    1.000                                                                                                       Numero addetti
                                                                                                                servizi di
      800                                                                                                       logistica

      600                                                                                                       Numero addetti
                                                                                                                servizi
      400                                                                                                       alberghieri
                                                                                                  222
                                                      135           138             176 175     202
      200                                94                                 102
                48 28        5426                       27             27             27           27           Numero addetti
                                           28
                                                                                                                servizi alla
        0
                                                                                                                persona
                2002         2003      2004          2005         2006              2007       2008


Grafico 4.1 – Confronto tra il numero degli addetti assegnati ai diversi servizi nel periodo 2002-2008




    3.000.000
                                                                                                                       Numero ore di
                                                                                                   2.477.042           lavoro servizi
    2.500.000                                                                                                          di pulizia e
                                                                                     1.849.005                         servizi
                                                                    1.774.068
                                                                                                                       alberghieri
    2.000.000
                                       1.713.669     1.722.280
                1.565.8771.591.038                                                                                     Numero ore di
    1.500.000                                                                                                          lavoro servizi di
                                                                                                                       logistica

    1.000.000

                                                                             227.248        265.091      357.337       Numero ore di
     500.000                                                                                              239.869
                                              121.706        157.599                          197.787                  lavoro servizi
                    85.682      96.940                                            180.516
                                                                                                                       alla persona
            0
                    2002        2003          2004           2005            2006           2007         2008

 Grafico 4.2 – Confronto tra il numero di ore lavoro annue nei diversi servizi nel periodo 2002-2008




Revisione 1 – marzo 2009                                                                                             pag. 19 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                       Formula Servizi Soc. Coop.




   1200                                   1.136        1.131
                                                                    1.016                      Numero
                      927        974                                           985
                                                                                               cantieri servizi
   1000
                                                                                               di pulizia
           729
     800                                                                                       Numero cantieri
                                                                                               servizi di
     600                                                                                       logistica


                                                                                               Numero cantieri
     400
                                                                                               servizi
                                                                                               alberghieri
     200
                            49       49           49       49            49       49
                 50     9          10        10           10           11 18                   Numero cantieri
             9                                                  6                11 18
                                                                                               servizi alla
       0
                                                                                               persona
             2002      2003        2004     2005         2006         2007      2008


      Grafico 4.3 – Confronto tra il numero di cantieri nei diversi servizi nel periodo 2002-2008




Di seguito è riportato il grafico della suddivisione percentuale del numero degli addetti
assegnati ai servizi svolti dalla cooperativa al 31/12/2008.
E’ evidente come il numero degli addetti assegnati ai servizi di pulizia continui ad
assorbire la quota maggiore della forza lavoro di Formula Servizi con una percentuale
pari al 73,5% del totale addetti.




                                                                                Addetti servizi di
                            13,0%                                               pulizia
                  1,6%
              11,9%                                                             Addetti servizi di
                                                                                logistica

                                                                                Addetti servizi
                                                                                alberghieri
                                                                    73,5%
                                                                                Addetti servizi alla
                                                                                persona



             Grafico 4.4 – Ripartizione percentuale numero degli addetti per l’anno 2008




Revisione 1 – marzo 2009                                                                               pag. 20 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                             Formula Servizi Soc. Coop.




4.1      Materie prime

L’azienda, svolgendo attività di servizi, non ha materie prime oggetto di lavorazione.


4.2      Materie ausiliarie

Per materie ausiliarie si intendono tutti i prodotti necessari ad effettuare le attività di
servizio svolte dall’azienda.
A partire da giugno 2007 è stato stabilito un accordo con il fornitore unico di prodotti chimici
per la gestione, presso lo stesso, del magazzino dei prodotti utilizzati da Formula Servizi; in
tal modo il deposito dei prodotti chimici presso la sede è stato ampiamente ridotto.
Per quanto riguarda le tipologie di materie ausiliarie utilizzate (detergenti, attrezzatura
monouso e materiali di consumo) non ci sono state variazioni sostanziali rispetto agli
precedenti.

Per quanto riguarda la carta utilizzata, nel 2008, oltre a carta intestata e buste, sono state
acquistate 1445 risme di carta, di cui 745 di carta riciclata; nel corso dell’anno, infatti, è
stato sperimentato l’utilizzo di carta bianca riciclata per la stampa di tutti i documenti
interni. Visto che il risultato è stato soddisfacente, si è deciso di utilizzare esclusivamente
questo tipo di carta, costituita all’80% da cellulosa riciclata post-consumer e per il 20% di
fibra vergine proveniente da foreste gestite in modo corretto e sostenibile (carta certificata
FSC).
Nella tabella seguente è riportato il dettaglio completo della sola carta riciclata utilizzata,
suddivisa in funzione delle tipologie di utilizzo. Per la carta normale non è stato possibile
effettuare una contabilizzazione puntuale dei consumi.

                                                                         n° pezzi      n° pezzi      Kg            Kg
                              Tipologia
                                                                          2007          2008        2007          2008

  Fogli carta intestata riciclata                                           23000        16800          115        100,80
  Buste riciclate 11x23                                                     24500        43000             98       96,75
  Buste riciclate 24x18                                                       4500           0*        31,5                0
  Buste avana 4400                                                            4400           0*         110                0
  Cartoni marroni per magazzino                                                100          0**            23              0
  Cartoni per pacco di natale grande                                           650          851       175,5         765,9
  Cartoni per pacco medio                                                        65          60        15,6              36
  Riciclo carta per biglietti di natale                                       2500          ***        62,5                0
  Calendari                                                                   7000        8.500         490          1020
  1° uscita giornalino: Natale 07                                             1200              -      87,6
  Bilancio di Sostenibilità                                                               2.000                       402
  4 uscite giornalino (n°3 da 16 pagine e n° 1 da 11 pagine)                              5.800                    412,20
  Risme carta riciclata                                                                     745                   1.862,5

                                                                                       TOTALE       1208,7        2.676,7
  * non sono state ordinate, ma si stanno utilizzando quelle ordinate lo scorso anno
  **non si acquistano più, ma si riutilizzano i cartoni dei fornitori
  *** per il 2008 è stata scelta un’altra tipologia di Biglietti Natalizi

                                       Tabella 4.2.1 – Consumi di carta riciclata


Revisione 1 – marzo 2009                                                                                   pag. 21 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                        Formula Servizi Soc. Coop.



Nella tabella precedente sono riportati i dati della carta riciclata utilizzata a partire dal 2007,
in quanto in precedenza tali consumi non venivano contabilizzati.
L’incremento dell’uso della carta riciclata nel 2008 (+121,5% rispetto al 2007) è dovuto al
progressivo aumento dell’utilizzo della stessa a discapito della carta normale.




Revisione 1 – marzo 2009                                                            pag. 22 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                        Formula Servizi Soc. Coop.



5       ANALISI E VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI

L’analisi e la valutazione degli aspetti ambientali individuati, condotta nei paragrafi che
seguono, è stata suddivisa in relazione al grado di controllo che l’organizzazione è in grado
di esercitare sugli aspetti precedentemente individuati. In particolare gli aspetti ambientali
sono stati suddivisi in:

-   aspetti ambientali diretti, quando l’organizzazione è l’unico soggetto che interviene
    nell’aspetto ambientale e pertanto ne ha il controllo gestionale - operativo totale;

-   aspetti ambientali indiretti, quando l’organizzazione condivide l’aspetto ambientale
    con almeno un altro soggetto e conseguentemente non ne ha il controllo gestionale –
    operativo totale;

In relazione a queste tipologie di aspetto ambientale sono state applicate due metodologie
di valutazione differenti per determinare la significatività degli aspetti stessi.



Tali valutazioni, i cui risultati sono riportati nel presente rapporto, sono eseguite
annualmente, utilizzando i dati sempre aggiornati all’ultimo anno di riferimento: in tal modo,
è possibile verificare le variazioni che si possono presentare in seguito a modifiche
strutturali/impiantistiche o gestionali così come quelle intervenute nell’ambiente esterno e
che influenzano l’attività svolta, rispetto all’anno precedente.



Qualora nel 2008, per un determinato aspetto ambientale, non si siano verificate delle
variazioni rispetto a quanto riportato in Dichiarazione Ambientale relativa al 2006 e
successivo aggiornamento del 2007, la descrizione di tale aspetto viene omessa. In
particolare, per le immissioni di rumore è riportata solamente la variazione introdotta nel
gennaio 2008 dalla variante al piano di zonizzazione acustica del Comune di Forlì.




Revisione 1 – marzo 2009                                                             pag. 23 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                          Formula Servizi Soc. Coop.




5.1          Risorse energetiche

Nella tabella seguente sono riportati i consumi totali relativi al periodo 2002 –2008 in
tonnellate equivalenti di petrolio (T.E.P.).

  Tipo di                                     Consumi annui T.E.P.                                      Destinazione
   fonte                                                                                                   d’uso
                  2002         2003        2004       2005           2006       2007          2008

                                                                                                         Illuminazione
   Energia                                                                                               e impianti
                   62,157      46,963      31,235      32,700        55,091      50,302        49,174
   elettrica                                                                                             tecnici sedi
                                                                                                         operative

      Diesel       31,670      24,620      21,822      21,112        42,681      46,815        50,990    Autotrazione

  Biodiesel        30,390      23,270      30,975      26,702         7,296       7,366         4,350    Autotrazione

      Benzina            -            -           -          -        0,217       0,815         5,573    Autotrazione

  Metano per
                         -            -           -          -        0,710       4,548         7,441    Autotrazione
 autotrazione

       GPL               -            -           -          -              -     1,283         1,234    Autotrazione

  Metano per                                                                                             Riscaldamento
                   19,532      20,319      21,055      19,240        51,799      49,149        50,578
riscaldamento                                                                                            sedi locali

      Totale      143,749    115,172      102,337     99,754     157,794        160,278      169,340

                             Tabella 5.1.1 – Consumo risorse energetiche in T.E.P.

Il calcolo del biodiesel è avvenuto considerando che quello utilizzato è puro al 25% (olio
di colza); il restante 75% è costituito da gasolio e tale quantitativo è stato sommato al
restante diesel utilizzato.
Nel computo dei TEP di energia elettrica si è considerata quella proveniente dalla rete
(contabilizzata tramite fatture); l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico
(attraverso i dati registrati nel computer usato per il monitoraggio) viene immessa
direttamente in rete.
L’incremento dei TEP consumati nel 2008 (+5,7% rispetto al 2007) è imputabile
principalmente all’aumento dei consumi di benzina e di metano per autotrazione; in
particolare l’aumento del consumo di benzina è dovuto a un mezzo acquistato ad aprile
2008, nel quale è stato possibile installare l’impianto a GPL solamente alla fine dell’anno.
È rimasto sostanzialmente stabile il consumo totale di litri di gasolio e biodiesel (dai
62422,46 litri del 2007 ai 63092,23 litri nel 2008), ma a, causa della difficoltà nel
reperire biodiesel nel corso del 2008, è aumentata l’incidenza del gasolio a discapito
proprio del biodiesel.




Revisione 1– marzo 2009                                                                                 pag. 24 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                    Formula Servizi Soc. Coop.



Nel grafico seguente è mostrata la ripartizione percentuale (rispetto ai T.E.P.) delle fonti
energetiche utilizzate nel 2008.

                                                     Ripartizione % TEP 2008

                                    M etano per
                                  riscaldamento                                 Energia elettrica
                                        30%                                          29%




                             GP L
                              1%
                     M etano per
                     auto trazio ne     Benzina
                          4%              3%                               Diesel
                                                  B io diesel               30%
                                                      3%

                           Grafico 5.1.1 – Ripartizione percentuale dei T.E.P. 2008



Nel 2006, analizzando i valori in TEP, i carburanti incidevano per il 32,26 % sul totale
delle risorse energetiche; nel 2007 tale percentuale è salita al 37,95%, mentre
l’incidenza dei carburanti nel 2008 è stata del 41,09%. Tale progressivo incremento è
connesso all’aumento delle attività aziendali, come evidenziato dall’aumento del
fatturato.



             80,0%
                              67,74%
             70,0%
                                                                62,05%
                                                                         58,91%
             60,0%

             50,0%                                                                                    carburanti

             40,0%
                                                                37,95%         41,09%                 altri risorse
             30,0%                                                                                    energetiche
                                 32,26%
             20,0%

             10,0%

             0,0%
                               2006                       2007             2008

     Grafico 5.1.2 – Ripartizione della percentuale dei T.E.P. totali tra uso carburanti e altri usi



L’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico, costituito da 120 moduli fotovoltaici
in silicio cristallino di potenzialità pari a 19,2 KWp, è stata pari a:
√ 8.521 kWh (pari a 2,130 TEP), nel periodo dal 28 luglio 2006 al 31 dicembre 2006;
√ 22.022 kWh (pari a 5,506 TEP), nel periodo dal 28 luglio 2006 al 23 luglio 2007;
√ 22.114 kWh (pari a 5,529 TEP), nel periodo dal 01 gennaio 2007 al 02 gennaio 2008;
√ 21.741 kWh (pari a 5,435 TEP), nel periodo dal 02 gennaio 2008 al 31 dicembre
    2008.


Revisione 1– marzo 2009                                                                                            pag. 25 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                        Formula Servizi Soc. Coop.


Questi dati mostrano che la produzione dell’impianto è in linea con i 22.000 KWh annui
attesi.
Nel 2008, la produzione di 21.741 kWh (pari a 5,435 TEP) con i pannelli fotovoltaici ha
permesso di non immettere in atmosfera circa 11.544 kg di CO2.
Dall’avvio del funzionamento dell’impianto a tutto il 2008, il risparmio totale di CO2 è
stimato in 27.812 kg (che equivale a circa la CO2 assorbita da 5,5 ettari di bosco).


Il livello finale di rilevanza dell’aspetto è stato determinato considerando la quantità di
energia consumata complessivamente e la qualità delle fonti energetiche dal punto di
vista ambientale, intesa come rilasci nell’ambiente.
Il livello di rilevanza calcolato è determinato in funzione dei TEP totali consumati
dall’azienda e della ripartizione percentuale tra le diverse risorse energetiche utilizzate; in
particolare, per questo secondo aspetto, è stata considerata la quota di energia elettrica
prodotta dall’impianto fotovoltaico, nell’ambito delle energie alternative, come parte di
quella effettivamente utilizzata dall’azienda.
Il livello di rilevanza calcolato per il 2008 è rimasto invariato rispetto al 2007.




Revisione 1– marzo 2009                                                               pag. 26 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                          Formula Servizi Soc. Coop.




5.2        Risorse idriche

Il consumo di risorse idriche è:

•     stimato per quanto riguarda quello relativo alle attività svolte in cantiere (come
      indicato nella Dichiarazione Ambientale approvata per l’anno 2006)

•     reale per quanto riguarda quello relativo alle sedi.



Nella tabella seguente è riportato il quadro riassuntivo dei consumi idrici stimati (in mc)
nei cantieri nel periodo 2002 – 2008.
    Consumo idrico nei
                               2002           2003       2004          2005           2006       2007           2008
         cantieri
            Totale (mc)       27.122         24.309     23.708        25.056          25.021    25.173         27.833
                   Tabella 5.2.1 – Consumo totale (stimato) di risorse idriche nei cantieri



L’incremento verificatosi nel 2008 rispetto al 2007 (+ 10,6%) è dipeso in modo principale
dall’aumento dei consumi per la diluizione dei detergenti (conseguenti all’incremento di
circa il 40 % delle ore di lavoro nei servizi di pulizia e alberghieri e quindi delle superfici
pulite) e per il lavaggio dei pannetti in microfibra (per l’aumento del 3,5 % delle superfici
pulite con microfibra).


Il grafico seguente mostra nel dettaglio l’andamento dei consumi idrici stimati (in mc)
suddiviso nelle diverse attività svolte da Formula Servizi nei cantieri di lavoro, relativo al
periodo 2002 – 2008.

        16.000
                                                                              14.331             Lavaggio
        14.000                                                                                   pannetti in
                                                                 12.937                          microfibra
                    11.870 11.870              11.493 11.418
        12.000
                                      9.722                                                      Lavaggio
        10.000                                                                                   camion
                    8.910 8.727                                                                  compattatori
                                                             8.112            8.011
      MC




           8.000                        7.738
                                                     7.253              6.745                    Lavaggio
           6.000                                                                                 strutture
                   3.455   3.455    3.455 3.455          3.389 3.389          3.389              industriali
           4.000                                                                                 alimentari
                   1.934 1.934        1.934    1.934     2.102       2.102    2.102              Consumo idrico
           2.000
                                                                                                 associato alla
                                                                                                 diluizione dei
              0                                                                                  detergenti
                   2002     2003      2004      2005     2006        2007      2008


      Grafico 5.2.1 – Andamento dei consumi idrici (stimati) nei cantieri nel periodo 2002 – 2008




Revisione 1– marzo 2009                                                                                 pag. 27 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                               Formula Servizi Soc. Coop.


A partire dal 2007 è stata raffinata la metodologia di calcolo dei consumi idrici associati
all’uso della microfibra e diluizione dei detergenti, attraverso il calcolo delle superfici dei
cantieri in cui si utilizza il sistema a microfibra.


In particolare si riporta nella tabella seguente la stima del risparmio conseguito di acqua
e di prodotti in tutti i luoghi (294.237,28 mq indicativi, dislocati presso 23 presidi
ospedalieri /AUSL/strutture) in cui nel 2008 è stato utilizzato il sistema con microfibra,
confrontandolo rispetto al metodo tradizionale, ipoteticamente utilizzato negli stessi
luoghi.


                                                        Acqua                   Prodotto
                                                    (litri/anno)              (litri/anno)
          METODO TRADIZIONALE (2008)                39.336.357,36                  293.749,31
           SISTEMA MICROFIBRA (2008)                 8.010.988,15                   38.147,50
          RISPARMI ANNUALI (2008)                 31.325.369,21                  255.601,81

                   Tabella n° 5.2.2 – Confronto fra metodo tradizionale e microfibra



Dal grafico sottostante, in cui è riportata la ripartizione percentuale del consumo idrico
relativo al 2008, emerge che le attività più significative dal punto di vista del consumo
idrico sono relative a:

-   diluizione dei detergenti

-   lavaggio dei pannetti in microfibra

che rappresentano circa l’80% dei consumi di acqua nei cantieri.




                                                                Lavaggio pannetti in
                                                                microfibra
                                                     29%
                                                                Lavaggio camion compattatori


                                                                Lavaggio strutture industriali
           51%                                                  alimentari

                                                       12%      Consumo idrico associato alla
                                           8%                   diluizione dei detergenti




           Grafico 5.2.2 – Ripartizione percentuale dei consumi idrici nei cantieri nel 2008




Revisione 1– marzo 2009                                                                     pag. 28 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                          Formula Servizi Soc. Coop.


A partire dal 2008, il servizio di pulizia con microfibra è stato esteso anche a un cantiere
di pulizie civili (presso il Municipio di Forlì), mentre negli anni precedenti era stata prima
sperimentata e poi attuata solo presso le strutture sanitarie-assistenziali.
In occasione dell’estensione dell’uso della microfibra nelle pulizie del Comune di Forlì, il
settore produzione ha deciso di informare l’intera struttura comunale in merito alle
caratteristiche principali e ai vantaggi ambientali di tale metodo di pulizia. Il piano di
informazione si è concluso con la somministrazione allo stesso personale comunale di un
questionario chiamato “La parola agli utilizzatori del servizio”, costituito da 7 quesiti, a
cui ha risposto il 33% degli intervistati.
Il grafico mostra l’elevata percezione positiva da parte degli utenti per quanto riguarda il
quesito ambientale (“Cosa ne pensa della scelta di utilizzare per la pulizia una
metodologia che prevede l’uso di microfibre pre-impregnate che consentono un risparmio
di acqua e detergente?”), attraverso la ripartizione percentuale dei valori ottenuti.


                                    10%
                               3%



                                                                      Positivo
                                                                      Negativo
                                                                      Nessuna risposta




                                                 87%


Grafico n° 5.2.3 – Andamento percentuale delle risposte al quesito ambientale (presso il Comune di
                                              Forlì)




Revisione 1– marzo 2009                                                               pag. 29 di 47
      Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                        Formula Servizi Soc. Coop.


      Per quanto riguarda gli indicatori di prestazione in tabella seguente è riportato l’indicatore
      di prestazione del consumo di risorse idriche associato alla diluizione dei detergenti.

    Indicatori di
  consumo risorse             2002                 2003              2004             2005             2006             2007           2008
      idriche
   Consumo associato
    alla diluizione dei       8.910                8.727             9.722            11.493          11.418           12.937         14.331
      detergenti (mc)
  N° Addetti servizi di
                              1.106                1.168             1.198            1.253            1.277            1.363          1.252
               pulizia
I1 - Indicatore risorse
 idriche associato alla
                                  8,1               7,5              8,1               9,2              8,9              9,5           11,4
          diluizione dei
             detergenti
   Fatturato settore di
                            24.197.277           25.237.218       28.119.482     29.123.259          36.223.248      39.616.468     42.370.090
                 igiene
I2 - Indicatore risorse
   idriche associato al      2.715,7             2.891,9          2.892,4         2.534,0             3.172,5         3.062,3         2.956,5
    fatturato di igiene
                 Tabella 5.2.4 – Indicatori di risorse idriche associato alla diluizione dei detergenti

      Di seguito si riportano i grafici che visualizzano l’andamento degli indicatori I1 e I2.

                                   I1 - Indicatore risorse idriche associato alla diluizione dei detergenti
                 12,0

                 11,0

                 10,0
                                                                                                           I1 - Indicatore
                  9,0                                                                                      risorse idriche
                                                                                                           associato alla
                  8,0
                                                                                                           diluizione dei
                  7,0                                                                                      detergenti

                  6,0

                  5,0
                           2002         2003     2004      2005      2006      2007     2008


                                                 Grafico 5.2.4 – Andamento indicatore I1



                                     I2 - Indicatore risorse idriche associato al fatturato di igiene

                  3400,0

                  3200,0

                  3000,0                                                                                         I2 - Indicatore
                                                                                                                 risorse idriche
                  2800,0
                                                                                                                 associato al
                  2600,0                                                                                         fatturato di
                                                                                                                 igiene
                  2400,0

                  2200,0

                  2000,0
                             2002         2003      2004      2005      2006     2007         2008


                                                 Grafico 5.2.5 – Andamento indicatore I2



      Revisione 1– marzo 2009                                                                                                pag. 30 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                             Formula Servizi Soc. Coop.




L’indicatore I1, che rappresenta il consumo idrico in metri cubi per ogni addetto
assegnato ai servizi di pulizia e che viene calcolato in funzione della diluizione dei
detergenti acquistati nell’anno per lo svolgimento di tali servizi, nel 2008 è aumentato del
16,7 % rispetto al 2007.


L’indicatore I2, che rappresenta invece il fatturato associato ai servizi di pulizia per ogni
mc di acqua consumato è rimasto pressoché stabile (-3,6%) rispetto al 2007, in quanto
non sono state apportate modifiche sostanziali nell’erogazione del servizio in relazione
alle caratteristiche e all’uso dei detergenti.


Le variazioni di tali indicatori sono dipese sia dall’aumento dell’efficienza del personale
che lavora in cantiere (con aumento delle rese in termini di superficie pulita da ogni
addetto)    e   sia   dall’incremento   degli    acquisti   di   prodotto   nel   2008,    a   seguito
dell’esaurimento delle scorte dei prodotti degli anni precedenti (conseguenza della
minimizzazione dei magazzini esistenti). L’incremento del valore dell’indicatore I1 è
ritenuto positivo in quanto evidenzia l’ottimizzazione del servizio.




Revisione 1– marzo 2009                                                                   pag. 31 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                            Formula Servizi Soc. Coop.


Nella sede di Forlì e nelle altre sedi i consumi di acqua sono relativi a lavaggio automezzi
(a Forlì è l’unica sede in cui è presente tale attività), servizi igienici e pulizia sedi; nella
tabella seguente sono riportati i consumi relativi alle sedi nel periodo di riferimento.
                         2002           2003          2004        2005               2006         2007           2008
Sede operativa
                          mc             mc            mc          mc                 mc           mc             mc
             Forlì           852             914         748         1077              1081              856          659

           Rimini            101             102         111            138              98              43             -

      Potenza*                    2            2             2           2                  2               2           2

       Riccione                   -            -             -            -             148              30            26

      Le Radici                   -            -             -            -            2184             1698         1687

        Centro
   Fondazione                     -            -             -            -            2762             2193         2497
    Del Bianco
 Centro Diurno                                                                                                        521
                                  -            -             -            -                 -               -
       Misano

           Totale            955         1.018          816         1.217             6.275         4.822           5.392
* dato stimato in funzione dell’attività (solo un ufficio) e delle sole 2 persone che lo frequentano
                         Tabella 5.2.5 – Consumo risorse idriche nelle sedi operative



          3000
                                                                                                Forlì

          2500
                                                                                                Rimini

          2000
                                                                                                Potenza*
     MC




          1500                                                                                  Riccione


          1000                                                                                  Le Radici


          500                                                                                   Centro Fondazione
                                                                                                Del Bianco

                                                                                                Centro Diurno
            0
                                                                                                Misano
                  2002     2003       2004     2005     2006     2007         2008

                 Grafico 5.2.6 – Andamento consumi (in mc) di acqua nelle sedi 2002-2008

La sensibilizzazione verso le tematiche ambientali, anche nell’ambito delle assemblee dei
soci e incontri con il personale, ha portato, nel corso del 2008, ad una ulteriore, rispetto
al 2007, riduzione generale del consumo di risorse idriche nelle singole sedi, ad
esclusione del Centro Fondazione Del Bianco, nel quale sono aumentati gli utenti nel
corso del 2008.

La valutazione della rilevanza non ha subito variazioni sostanziali rispetto al 2007.




Revisione 1– marzo 2009                                                                                     pag. 32 di 47
           Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                        Formula Servizi Soc. Coop.




           5.3     Scarichi idrici

           Le tipologie di scarico, sia presso i cantieri sia presso le sedi, sono rimaste invariate
           rispetto a quanto indicato in Dichiarazione Ambientale per l’anno 2006 e successivo
           aggiornamento del 2007.

           Per quando riguarda l’attività di monitoraggio delle acque di scarico della sede di via
           Monteverdi a Forlì (le uniche considerate acque reflue industriali), si riportano nelle
           tabelle seguenti i dati relativi alle analisi in uscita dal depuratore o dal distributore e in
           uscita dalla rete delle acque nere (punto di scarico autorizzato).
                    VALORI     RISULTATO      RISULTATO          RISULTATO      RISULTATO      RISULTATO          RISULTATO          RISULTATO        RISULTATO
                   Regolam.     ANALISI *       ANALISI            ANALISI        ANALISI       ANALISI *          ANALISI            ANALISI         ANALISI *
  PARAMETRI                    18/04/2006     12/12/2006         12/12/2006     07/05/2007     07/09/2007                                              02/10/08
                   comunale                                                                                        01/07/08          01/07/08
  ANALIZZATI
                   fognatura     (mg/L)           (mg/L)           (mg/L)         (mg/L)           (mg/L)             (mg/L)            (mg/L)            (mg/L)
                    (mg/L)     (depuratore)   (scarico finale)   (depuratore)   (depuratore)   (scarico finale)   (scarico finale)   (distributore)   (scarico finale)

Solidi sospesi
                     200          14,0             62,0             14,0           31,4             3,0                42,6              26,0               15
totali
Tensioattivi
                      4            0,7            <0,2              <0,2            2,1             0,2                3,5               1,3               2,5
totali
BOD5                 250            7               20              <0,1           19,3              22                6,7               34,8               31
COD                  500           17               63               23             57               32                19,8             104,2               84
Grassi e oli
animali e             40            /              1,8              <0,5          <0,01               /              < 0,01            < 0,01                /
vegetali
Idrocarburi
totali I.R/Oli        10           2,0            0,873              <1            0,59            <0,5                0,06            < 0,01              0,7
minerali I.R

Fosforo totale        10            -                -                -              -                -                4,64              0,12              1,9

           * analisi effettuate da Hera (gestore rete fognaria)
                                                  Tabella 5.3.1 – Analisi acque di scarico

           Anche nel 2008 tutte le analisi effettuate, sia internamente sia dal gestore della rete
           fognaria, hanno evidenziato il rispetto di tutti i limiti previsti per lo scarico. Per quanto
           riguarda i tensioattivi, in una analisi è emerso un parametro inferiore, ma vicino al limite;
           il valore nell’analisi successiva ha evidenziato un ritorno a valori ampiamente inferiori,
           per cui si è deciso di non intraprendere azioni in merito.


           Nel 2008, il volume degli scarichi industriali associati a tale sede è stato pari a 111 m3,
           dato effettivo ricavato dal misuratore di volume posizionato presso il punto di scarico.


           La valutazione della rilevanza non ha subito variazioni rispetto al 2007.




           Revisione 1– marzo 2009                                                                                                   pag. 33 di 47
 Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                           Formula Servizi Soc. Coop.




 5.4         Rifiuti prodotti

 I principali rifiuti prodotti nei cantieri di lavoro sono classificabili, secondo la normativa
 vigente, come rifiuti assimilati agli urbani; tali rifiuti sono conferiti nei più vicini punti di
 raccolta predisposti dal relativo gestore del servizio; non essendo possibile determinarne
 in maniera puntuale la reale produzione, per poterne stimare il quantitativo annuo sono
 stati considerati tutti i quantitativi di prodotti acquistati nel periodo 2002 – 2008 e il
 relativo peso delle confezioni/unità.
 In tabella seguente sono riportati i quantitativi stimati.
                                2002         2003               2004       2005     2006           2007            2008
       Tipologia
                                (kg)         (kg)               (kg)       (kg)     (kg)           (kg)            (kg)
Confezioni           in
                                 11.085      11.132             12.224     13.821    14.809        15.429            16.802
polietilene PE
Garze di pulizia                  2.899       2.800              1.337      2.872     3.501         3.471             3.655

Panni per la pulizia              6.430       7.990              5.164      3.857     7.402         7.958             7.905

Spugne                              208            169            239         235          263        255              280

               Totale           19.593      21.312          18.964         17.913   25.975        27.113           28.642
                          Tabella 5.4.1 –Stima dei quantitativi di rifiuti solidi urbani prodotti

 L’incremento del 5,6%, rispetto al 2007, di tali rifiuti è correlato all’aumento delle ore
 complessive di lavoro (circa il 40 % in più) e quindi delle relative superfici pulite.


 Nel grafico seguente è riportato l’andamento dei quantitativi di rifiuti solidi urbani
 prodotti durante l’attività di pulizia.

            18.000
            16.000
                                                                                                    Confezioni in
            14.000                                                                                  polietilene PE
            12.000
                                                                                                    Garze di pulizia
            10.000
       Kg




             8.000
                                                                                                    Panni per la
             6.000                                                                                  pulizia
             4.000
                                                                                                    Spugne
             2.000
                 0
                        2002      2003      2004         2005       2006     2007   2008


   Grafico 5.4.1 – Andamento dei quantitativi di rifiuti solidi urbani prodotti nel periodo 2002 – 2008



 Nel grafico seguente è riportata la ripartizione percentuale dei rifiuti solidi urbani
 derivanti dai servizi di pulizia nel 2008. Come evidenziato nel grafico, le confezioni in PE
 assorbono la quota maggiore dei quantitativi RSU (oltre il 58% di tali rifiuti).




 Revisione 1– marzo 2009                                                                                  pag. 34 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                 Formula Servizi Soc. Coop.




                                                                              Confezioni in
                                                                              polietilene PE
                                   0,98%
          27,60%                                                              Garze di pulizia



                                                                              Panni per la pulizia

                                                                 58,66%
                                                                              Spugne
          12,76%




         Grafico 5.4.2 – Ripartizione dei quantitativi di rifiuti solidi urbani prodotti nel 2008



Nel corso del 2005 è stato effettuato uno studio di fattibilità, con il coinvolgimento del
fornitore, per l’introduzione di confezione da 200 litri nei cantieri più grandi con lo scopo
di riutilizzare completamente tali confezione attraverso il loro riempimento uno volta
esaurite; tale studio, completato positivamente ad ottobre 2006, è stato seguito dal
posizionamento di tali confezioni nel cantiere dell’ospedale Nuovo Morgagni Pierantoni di
Forlì; anche in tutto il 2007 tale sistema è rimasto attivo ed è continuato per tutto il
2008. Per tale cantiere, in tabella seguente, è riportato l’elenco dei detergenti per i quali
sono stati installati i contenitori da 200 litri e il relativo quantitativo di rifiuti che
conseguentemente non si è prodotto nel corso del 2008. Tale sistema durante il 2008 è
stato esteso anche all’Ospedale di Fermo.

Per il cantiere Trasmital i rifiuti prodotti nelle aree di lavoro di Formula Servizi derivano
principalmente      dalla   manutenzione       degli    impianti    effettuata     dal   cliente     e,   in
second’ordine, dagli imballaggi di semilavorati e prodotti finiti. Tutti i rifiuti sono conferiti
negli appositi contenitori secondo le procedure del Sistema di Gestione Ambientale di
Trasmital. Sia Formula Servizi sia Trasmital verificano periodicamente il rispetto di
quanto previsto nelle procedure.




Revisione 1– marzo 2009                                                                        pag. 35 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                                 Formula Servizi Soc. Coop.



Il quantitativo e la tipologia dei rifiuti speciali prodotti nelle sedi nel periodo 2004 – 2008,
sono riportati di seguito.
                                                           Quantità (Kg)                             Destinazione   Origine del
         Tipologia               CER
                                         2004       2005       2006           2007        2008          2008          rifiuto

 Rifiuti prodotti da                                                                                                Manutenzion
 processi termici non          100199           /   2.320             /              /           /         -        e impianto
 specificati altrimenti                                                                                             termico

 Emulsione oleosa o            120109                                                                               Pulizia delle
 soluzione non contente                         /          /          /          800             /         -        parti esterne
 alogeni                         *                                                                                  del serbatoio

                                                                                                                    Rifiuti da
                               120301                                                                               processi di
 Soluzioni acquose di
 lavaggio
                                                /   5.000             /              /           /         -        sgrassatura
                                 *                                                                                  ad acqua e
                                                                                                                    vapore
                                                                                                                    Rifiuti
 Imballaggi in materiali                                                                                            derivanti da
 misti
                               150106     1430             /          /              /           /         -        pulizia di
                                                                                                                    immobile
                                                                                                                    Rifiuti di
 Ferro e acciaio               170405       210            /          /              /           /         -        costruzione e
                                                                                                                    demolizione

 Rifiuti misti dell'attività                                                                                        Rifiuti
 di costruzione e                                                                                                   derivanti da
 demolizione, diversi da                                                                                            lavori di
 quelli di cui alle voci
                               170904     3.430            /          /              /           /         -        ristrutturazio
 170901, 170902 e                                                                                                   ne di
                                                                                                                    immobile
 170903
 Rifiuti che devono
 essere raccolti e smaltiti    180103                                                                               Attività di
 applicando precauzioni                         /          /       12             13          38          D         assistenza
 particolari per evitare         *                                                                                  alla persona
 infezioni

 Rifiuti dell'eliminazione                                                                                          Prodotto in
 della sabbia
                               190802                                                        180          D         sede a Forlì

 Rifiuti prodotti dal                                                                                               Manutenzion
 trattamento delle acque       190814           /     347        138                 /           /         -        e impianto di
 reflue                                                                                                             depurazione

                                                                                                                    Manutenzion
 Carbone attivo esaurito       190904           /     175             /          137             /         -        e impianto di
                                                                                                                    depurazione

 Apparecchiature               200135                                                                               Prodotto in
 elettroniche per cessata                       /          /          /              /       360          R         sede a Forlì
 attività                        *
 Fanghi di serbatoi settici    200304     4.500            /    2.010        11.080        7.390          D         Rifiuti urbani


                               Totale    9.570      7.842      2.160        12.030        7.968

* pericoloso                                                              Destinazione:   R = recupero         D = smaltimento
                                Tabella 5.4.2 – Quantitativo di rifiuti speciali prodotti

La tipologia dei rifiuti prodotti e il loro quantitativo dipende principalmente dall’attività di
manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti tecnologici presenti all’interno della
sede di Forlì. In particolare la produzione di fanghi derivanti dalla pulizia dei serbatoi
settici è quella che incide maggiormente sulla produzione totale dei rifiuti speciali (92,7%
nel 2008).


La raccolta differenziata della carta all’interno degli uffici della sede principale è stata di
2875 kg di carta: tale valore è ricavato dalle registrazioni effettuate da parte del
personale che effettua lo svuotamento dei cestini e bidoni per la carta.




Revisione 1– marzo 2009                                                                                         pag. 36 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                      Formula Servizi Soc. Coop.


A partire da maggio 2007 è stata istituita una convenzione per la raccolta delle cartucce
delle stampanti; essendo rifiuti assimilati agli urbani, la contabilizzazione dei rifiuti
prodotti è ricavata solamente da registrazioni interne.
Nel 2007 sono stati prodotti 42 kg di cartucce esaurite, mentre nel 2008 tale valore è
stato pari a 31 kg. Nel corso del 2008 sono state infatti installate n° 2 stampanti laser a
colori con inchiostro solido: questo ha consentito di ridurre, rispetto al 2007, la
produzione di cartucce esauste, in quanto tale tipo di inchiostro è in cubetti solidi che non
necessitano di cartuccia.


La valutazione della rilevanza non ha subito variazioni sostanziali rispetto al 2007.




Revisione 1– marzo 2009                                                           pag. 37 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                           Formula Servizi Soc. Coop.




5.5     Emissioni in atmosfera

Il parco automezzi al 31/12/2008 è costituito da 50 automezzi.
Nella tabella seguente è riportato l’elenco degli automezzi in uso nella cooperativa al
31/12/2008, con relativo standard emissivo. Nella colonna carburante è specificato il tipo
di alimentazione prevalente durante il normale utilizzo.


                      MODELLO                  N° mezzi      CARBURANTE         EURO
           IVECO EUROCARGO                        1            Biodiesel          5
           FIAT NUOVA PANDA                       1             Metano            4
           SKODA OCTAVIA                          1              GPL              4
           AUDI A6                                1              GPL              4
           FIAT DUCATO                            3            Biodiesel          4
           FIAT DOBLO’                            5            Biodiesel          4
           FIAT MULTIPLA                          1             Metano            4
           IVECO DAILY                            1            Biodiesel          4
           FIAT SCUDO FURGONATO                   2            Biodiesel          4
           OPEL ZAFIRA                            1             Metano            4
           FIAT NUOVA PANDA VAN                   2             Metano            4
           FIAT NUOVA PANDA                       3             Metano            4
           FIAT MULTIPLA                          2             Metano            4
           FIAT CROMA                             1              GPL              4
           FIAT DUCATO                            3            Biodiesel          4
           FIAT DUCATO MAXI 7posti                1            Biodiesel          4
           FIAT PUNTO VAN 1300                    1            Biodiesel          4
           FIAT IVECO 65C15                       1            Biodiesel          4
           FIAT SCUDO PANORAMA (8 posti)          1            Biodiesel          4
           RENAULT CLIO 1500                      1            Biodiesel          4
           LANCIA MUSA                            1            Biodiesel          4
           PEGEOUT 407                            1            Biodiesel          4
           FIAT DOBLO' CARGO                      1             Diesel            4
           FIAT DOBLO'                            1             Diesel            4
           FIAT NUOVA PANDA                       2             Diesel            4
           FIAT DUCATO                            1             Diesel            4
           FIAT NUOVA PANDA 1300                  1             Diesel            4
           OPEL ZAFIRA                            1            Biodiesel          4
           FIAT CROMA                             1             Diesel            4
           LANCIA PHEDRA con FAP                  1            Biodiesel          3
           RENAULT TRAFFIC                        1            Biodiesel          3
           FIAT DAILY 35 C 15                     1             Diesel            3
           FIAT DUCATO                            1             Diesel            3
           FIAT DOBLO' CARGO                      1             Diesel            3
           RENAULT TRAFFIC                        1            Biodiesel          2
           FIAT PALIO                             1             Diesel            2

                                   Tabella 5.5.1   Elenco automezzi




Revisione 1– marzo 2009                                                                pag. 38 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                            Formula Servizi Soc. Coop.


Considerando gli standard emissivi degli automezzi e le tipologie di carburante impiegato,
la situazione è riportata nei grafici seguenti.


                               Ripartizione in classi euro (2008)


                                                0%
                                          4%
                                                      2%
                                    10%

                                                                       Euro 5
                                                                       Euro 4
                                                                       Euro 3
                                                                       Euro 2
                                                                       Euro 1



                                                            84%


        Grafico 5.5.1 – Ripartizione percentuale degli standard emissivi del parco automezzi




                          Ripartizione mezzi per tipologia di carburante
                                           6%


                                   20%
                                                                                Biodiesel
                                                                                Diesel
                                                              52%               Metano
                                                                                GPL

                                    22%




         Grafico 5.5.2 – Ripartizione percentuale del parco automezzi per tipo di carburante




Revisione 1– marzo 2009                                                                  pag. 39 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                Formula Servizi Soc. Coop.



Nel grafico seguente è evidenziato l’incremento negli anni dei veicoli di classe Euro 4, a
discapito di veicoli di classi peggiori. Nel corso del 2008 il parco mezzi è stato integrato
con un mezzo Euro 5.


             45
             40
             35
             30
                                                                                         Euro 5
             25                                                                          Euro 4
             20                                                                          Euro 3
             15                                                                          Euro 2

             10
              5
              0
                      2005            2006           2007           2008


            Grafico 5.5.3 – Andamento del numero di mezzi in funzione della classe Euro




Nella sede di Forlì le emissioni in atmosfera sono riconducibili alla caldaia destinata al
riscaldamento dei locali. Tale caldaia, a condensazione, della potenza di 215 Kw, è stata
installata nel 2004.
In tabella seguente sono riportati gli esiti annuali dei controlli dei fumi.


                                                                Rend.       Valore min.
     Sedi            O2              CO           CO2                                        Temp. Fumi
                                                                Comb.        di legge
    2004            4,0 %          17(ppm)         9%            98%          88,66 %              70°C

    2005            4,4 %          20(ppm)        9,2%           98%          88,66 %              61°C

    2006            2,4 %          33(ppm)       10,4%           98%          88,66 %              50°C

    2007            5,0 %          1 (ppm)        8,9%          97,4%         88,66 %             59,7°C

    2008            2,3 %          0 (ppm)       10,4%          95,6%         88,66 %             101,7 °C

                    Tabella 5.5.2 – Analisi dei fumi della caldaia della sede di Forlì



I dati evidenziano una sostanziale uniformità dei parametri misurati: in particolare il
rendimento della caldaia, costante nel tempo, e la bassa temperatura dei fumi in uscita
ne testimoniano il buon funzionamento.




Revisione 1– marzo 2009                                                                       pag. 40 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                   Formula Servizi Soc. Coop.


Il valore della rilevanza per il 2008 è rimasto stabile rispetto al 2007; nel 2008,
comunque i veicoli conformi a standard emissivi Euro 3 o superiori sono ulteriormente
aumentati (96% del parco mezzi).
Questo miglioramento del parco mezzi è conseguenza della politica aziendale, volta al
costante ammodernamento dello stesso, attraverso la sostituzione dei mezzi più vecchi
con nuovi mezzi, scegliendo tra quelli aventi i migliori standard emissivi disponibili sul
mercato e funzionanti con carburanti meno inquinanti (rispetto al 2007 c’è stato un
incremento del 2% dei mezzi a metano, del 4 % dei mezzi a GPL, del 5% dei mezzi a
biodiesel, a discapito dei mezzi a gasolio, in calo del 11%)




Revisione 1– marzo 2009                                                        pag. 41 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                        Formula Servizi Soc. Coop.




5.6     Sostanze pericolose

Nel corso del 2007 sono state ridotte le scorte dei prodotti detergenti a magazzino presso
la sede; nel 2008 si è perfezionato un accordo con il fornitore unico dei prodotti per le
pulizie al fine di ridurre al minimo le scorte presso la stessa sede, grazie alla possibilità di
un rapido approvvigionamento presso il fornitore stesso. Questa riduzione delle scorte è
stata decisa al fine di ridurre i rischi di inquinamento ambientale conseguenti a eventuali
situazioni di emergenza nei magazzini stessi.


La valutazione della rilevanza non ha subito variazioni sostanziali rispetto al 2007.




Revisione 1– marzo 2009                                                             pag. 42 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                    Formula Servizi Soc. Coop.




6       VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI DIRETTI

La scelta del livello di significatività è stata fatta considerando la media aritmetica tra i
livelli di priorità di tutti gli aspetti ambientali con esclusione del valore minimo.
In tabella seguente è riportato un quadro riassuntivo degli aspetti ambientali relazionati
al livello di significatività calcolato.



                                                                  Livelli
     Aspetto ambientale
                                       RAA                EAA                SST                  PAM
                 Risorse idriche       2,8                1,5                2,5                  10,5
            Risorse energetiche        2,7                1,3                2,0                  7,0

                                      Livello di significatività = 4,8

                        Rumore         1,5                1,7                1,8                  4,6

                 Rifiuti prodotti      2,5                1,3                1,3                  4,2

         Emissioni in atmosfera        1,3                1,5                2,0                  3,9

                 Impatto viario        2,0                1,0                1,8                  3,6

                  Scarichi idrici      1,7                1,1                1,8                  3,4

            Sostanze pericolose        1,0                1,3                1,0                  1,3
                           Tabella 6.1 – Aspetti ambientali diretti significativi



Gli aspetti ambientali diretti con un valore di priorità superiore al livello di significatività
sono presi in considerazione nel sistema di gestione ambientale attraverso la definizione
di obiettivi di miglioramento e programmi ambientali.
In ogni caso tutti gli aspetti ambientali connessi con prescrizioni legali applicabili
all’attività di Formula Servizi sono considerati significativi e sottoposti al controllo
operativo e sorveglianza.


Nel 2008 non si sono verificate variazioni nella significatività degli aspetti ambientali
diretti, rispetto a quanto valutato per il 2007.




Revisione 1– marzo 2009                                                                         pag. 43 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                                             Formula Servizi Soc. Coop.




7        VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI INDIRETTI

Il livello di significatività è determinato in funzione del differenziale del grado di
controllo/influenza, sulla base della tabella seguente.
                             Differenziale                      Valutazione della significatività
                                    <2                                    Non significativo
                                     ≥2                                      Significativo
                   Tabella 7.1 – Livello di significatività degli aspetti ambientali indiretti

Nella tabella seguente è riportato il quadro riassuntivo della significatività degli aspetti
ambientali indiretti per l’anno 2008.

    Soggetto terzo                         Attività                      Aspetti ambientali            Differenziale

                       Servizio di pulizia tradizionale
         ATI                                                           Rifiuti                               2
                       Servizio di pulizia con microfibra

                                            Livello di significatività = 2

                       Servizio   di pulizia tradizionale
                       Servizio   di pulizia con microfibra
        Clienti        Servizio   di pulizia in industrie              Rifiuti                               1
                       Servizio   preparazione pasti e distribuzione
                       Servizio   sporzionamento pasti

                       Magazzino prodotti/attrezzature e deposito      Immissioni di rumore
                                                                                                             1
                       mezzi                                           Emissioni atmosfera
     Consorziate       Rifornimento mezzi                              Sostanze pericolose                   0
                       Lavaggio mezzi e attrezzature                   Risorse idriche                       0
                       Manutenzione mezzi di trasporto/attrezz.        Rifiuti                               0
                       Servizio di pulizia tradizionale
                                                                       Rifiuti                               0
      Fornitori        Servizio di pulizia con microfibra
                       Rifornimento mezzi                              Sostanze pericolose                   0
                       Servizio di pulizia tradizionale
         Soci          Servizio di pulizia con microfibra              Emissioni in atmosfera                0
                       Servizio di pulizia in industrie
     Dipendenti        Emissioni in atmosfera                          Emissioni in atmosfera                0
                        Tabella 7.2 – Significatività degli aspetti ambientali indiretti

Gli aspetti ambientali indiretti con un valore di priorità superiore al livello di significatività
sono presi in considerazione nel sistema di gestione ambientale attraverso la definizione
di obiettivi di miglioramento e programmi ambientali.
Inoltre, in considerazione del controllo che viene effettuato sull’attività di rifornimento
mezzi all’interno della sede di Forlì, si considera significativo l’aspetto ambientale
sostanze pericolose relativamente al rifornimento degli automezzi delle consorziate, ed al
rifornimento del serbatoio interrato da parte dei fornitori. Tali attività sono sottoposte a
controllo operativo da parte di Formula Servizi mediante la redazione di una istruzione
operativa che disciplina le suddette operazioni.

Nel 2008 non si sono verificate variazioni nella significatività degli aspetti ambientali
indiretti, rispetto a quanto valutato per il 2007.



Revisione 1– marzo 2009                                                                                  pag. 44 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                           Formula Servizi Soc. Coop.




8       CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE

Nel presente rapporto sono state riportate le modifiche verificatesi nel corso del 2008,
rispetto a quanto riportato nella Dichiarazione Ambientale relativa all’anno 2006 e
all’aggiornamento del 2007.
In tale aggiornamento, pertanto, sono stati analizzati gli aspetti ambientali, connessi alle
attività svolte da Formula Servizi, e valutata la relativa significatività, evidenziando in
particolar modo quelli che hanno presentato variazioni nel corso del 2008.
L’utilizzo di indicatori ha consentito di mantenere sotto controllo gli elementi critici che
hanno o possono avere impatti ambientali, fornendo, di conseguenza, indicazioni sui
possibili interventi volti alla prevenzione e/o al contenimento degli stessi.
Lo scopo del presente aggiornamento, attraverso l’attribuzione dei valori di rilevanza,
efficienza e sensibilità ad ogni aspetto, è pertanto quello di mantenere costante il
processo di individuazione delle potenziali aree di miglioramento, sulle quali poter agire
nel corso del tempo, in funzione della priorità determinata dai livelli di significatività
calcolati annualmente.
Per l’anno 2008 si evidenzia, in particolare, una sostanziale continuità per quanto
riguarda la significatività degli aspetti ambientali: le risorse idriche e le risorse
energetiche sono quelli diretti significativi, situazione identica a quella del 2007. Analoga
al 2007 è la situazione relativa agli aspetti ambientali indiretti.
Formula Servizi ha pertanto deciso di proseguire nelle azioni di miglioramento relative a
tali aspetti, oltre a tutte le altre iniziative di carattere ambientale.




Revisione 1– marzo 2009                                                                pag. 45 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                       Formula Servizi Soc. Coop.




9       GLOSSARIO

AMBIENTE Contesto nel quale una organizzazione opera, comprendente l'aria, l'acqua,
il terreno, le risorse naturali, la flora, la fauna, gli esseri umani e le loro interrelazioni.
Nota: in questo caso, il contesto si estende dall’interno di una organizzazione al sistema
globale.
ANALISI AMBIENTALE INIZIALE (AAI)                 Esauriente analisi iniziale dei problemi,
dell’impatto e delle prestazioni ambientali connesse con l’attività dell’organizzazione.
ASPETTO AMBIENTALE Elemento              di   un'attività,  prodotto       o  servizio di
un'organizzazione che può interagire con l'ambiente. Nota: un aspetto ambientale
significativo è un aspetto ambientale che ha un impatto significativo sull’ambiente.
DICHIARAZIONE AMBIENTALE (DA)               le informazioni di cui all’allegato III, punto 3.2,
lettere da a) a g) del Reg. EMAS.
EMAS Eco-Management and Audit Scheme (vedi REG. (CE) n° 761/2001 così come
aggiornato dal REG. (CE) N. 196/2006).
IMPATTO AMBIENTALE Qualunque modificazione dell'ambiente, negativa o benefica,
totale o parziale, conseguente ad attività, prodotti o servizi di un'organizzazione.
MIGLIORAMENTO CONTINUO DELLE PRESTAZIONI AMBIENTALI                               Processo di
miglioramento, di anno in anno, dei risultati misurabili del SG relativi alla gestione da
parte dell’organizzazione dei suoi aspetti ambientali significativi in base alla sua politica e
ai suoi obiettivi e target ambientali; questo miglioramento non deve necessariamente
verificarsi simultaneamente in tutti i settori di attività.
OBIETTIVO AMBIENTALE Obiettivo ambientale complessivo, conseguente alla politica
ambientale, che l'organizzazione si prefigge di raggiungere, quantificato per quanto
possibile.
PARTE INTERESSATA            Individuo o gruppo, comprese le autorità, interessato alle o
dalle prestazioni ambientali di una organizzazione.
PRESTAZIONE AMBIENTALE               Risultati della gestione degli aspetti ambientali da
parte dell’organizzazione.
PREVENZIONE DELL’INQUINAMENTO Uso                  di    processi   (procedimenti),  prassi,
materiali o prodotti per evitare, ridurre o tenere sotto controllo l'inquinamento, compresi
il riciclaggio, il trattamento, i cambiamenti di processo, i sistemi di controllo,
l'utilizzazione efficiente delle risorse e la sostituzione di materiali. Nota: i benefici
potenziali della prevenzione dell'inquinamento comprendono la riduzione degli impatti
ambientali negativi, l'incremento dell'efficienza e la riduzione dei costi
SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE (SGA) La parte del sistema di gestione
generale che comprende la struttura organizzativa, le attività di pianificazione, le
responsabilità, le prassi, le procedure, i processi, le risorse per elaborare, mettere in
atto, conseguire, riesaminare e mantenere attiva la politica ambientale.
TRAGUARDO (TARGET) AMBIENTALE Requisito particolareggiato di prestazione,
quantificato per quanto possibile, applicabile all’organizzazione o a parti di essa, che
deriva dagli obiettivi ambientali e deve essere stabilito e raggiunto per conseguire gli
obiettivi medesimo.
TONNELLATA DI PETROLIO EQUIVALENTE (TEP) 1 MWh di en. elettrica (in BT) =              0,25 TEP
                                                    1.000 Nm³ di gas metano      =     0,82 TEP
                                                    1.000 litri di gasolio       =     0,89 TEP
                                                    1.000 litri di biodiesel     =     0,75 TEP
                                                    1.000 litri di benzina       =     0,88 TEP
                                                    1.000 litri di GPL           =     0,57 TEP


Revisione 1– marzo 2009                                                              pag. 46 di 47
Aggiornamento alla DA e alla AAI                                              Formula Servizi Soc. Coop.




10       DICHIARAZIONE DI APPROVAZIONE


      Questo aggiornamento della Dichiarazione Ambientale è costituita da n° 47 pagine

                                    Data di emissione:Marzo 2009

La prossima emissione della dichiarazione ambientale sarà effettuata entro il 2010, salvo
eventi che possono richiederne l’anticipazione. In ogni caso Formula Servizi Soc. Coop.
provvederà alla convalida dell’aggiornamento annuale della presente dichiarazione, fino a
nuova emissione.

La     Dichiarazione   e   i    successivi   aggiornamenti   annuali    possono        essere        richiesti
contattando Formula Servizi con le seguenti modalità:
Indirizzo di posta elettronica: ilaria@formulaservizi.it                                    DIREZIONE GENERALE
                                                                         RINA                   Via Corsica, 12
Recapito postale: Via Monteverdi 31 - 47100 Forlì (FC)                                         16128 GENOVA

Telefono: 0543 – 474858 (Ilaria Melandri)                               CONVALIDA PER CONFORMITA’
                                                                        AL   REGOLAMENTO        CE
                                                                        N°  761/01 del   19.03.2001
CODICI NACE: 81.2          (74.70) (principale)                         ( Accreditamento            IT - V - 0002 )
             81.29         (90.03)
             82.99         (74.87)
             49.41         (60.24)                                       N. _228 _ _ _ _ _ _ _
                                                                              __
             96.09         (93.05)
             87.90         (85.3)                                                  Dr. Roberto Cavanna
                                                                             Direttore Divisione Certificazione
                                                                                          e Servizi

                                                                        ________________________
                                    Il Presidente: Marzocchi Cristina                  RINA S.p.A.

                                                                         Genova, _ 30/04/2009 _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
                                                                                   ______



     Rappresentante della Direzione per il Sistema di Gestione Ambientale: Ilaria Melandri




L’adesione     ad   EMAS,       è   avvenuta    conformemente     al    Regolamento           Comunitario
n° 761/2001 (così come modificato dal Regolamento Comunitario n° 196/2006) e
secondo le indicazioni contenute nella Raccomandazione della Commissione n° 2503 del
07/09/2001.


     Ente Verificatore Ambientale Accreditato: RINA SPA –via Corsica 12 – 16128 Genova
                               Numero Accreditamento EMAS:IT-V-0002




                                Timbro e Firma Verificatore Ambientale



Revisione 1– marzo 2009                                                                        pag. 47 di 47

								
To top