Docstoc

Città di Stoccolma

Document Sample
Città di Stoccolma Powered By Docstoc
					Città di Stoccolma
Amministrazione per l’Integrazione


Un breve quadro sulla situazione svedese
Il Ministero dell’Immigrazione è la principale autorità di governo che si occupa di chi
cerca asilo in Svezia. I singoli comuni sono responsabili dell’accoglienza dei profughi,
una volta che questi hanno ottenuto il permesso di soggiorno, tipo di attività che viene
sovvenzionato dal Governo.

A coloro che arrivano in Svezia cercando asilo, inizialmente viene offerto un posto
provvisorio in un campo di accoglienza.
Sempre più immigrati scelgono però di cercare un alloggio in modo autonomo. Coloro
che riescono a trovare una sistemazione in Svezia senza l’aiuto delle autorità
governative, ottengono un aiuto economico da parte del Ministero dell’Immigrazione in
modo di riuscire a sostenere le spese di sostentamento. A volte essi ottengono anche un
prestito per l’acquisto dei mobili e per altre spese.
La città di Stoccolma attrae un numero sempre maggiore di profughi che sono alla
ricerca di un alloggio mentre aspettano il permesso di soggiorno. Questa è la principale
ragione per cui il numero di profughi presenti a Stoccolma sta aumentando.

L’Ufficio Immigrazione offre ai profughi che hanno ottenuto il permesso di soggiorno
un programma inteso a facilitare la loro integrazione nel paese.
Le grandi città della Svezia, inclusa Stoccolma, non sono mai realmente al corrente del
numero di profughi che dovranno accogliere. Ciò dipende da quante persone arrivano in
Svezia in cerca di asilo, da quanti di loro decidono di stabilirsi a Stoccolma mentre
aspettano il permesso di soggiorno e da quanti di loro riescono ad ottenerlo.

Di conseguenza il Dipartimento di Stoccolma lavora in stretta collaborazione col
Ministero dell’Immigrazione cercando di fare delle previsioni approssimative sul
numero di profughi che arriveranno a Stoccolma nel breve termine allo scopo di
organizzare centri di accoglienza, personale specializzato e alloggi disponibili.


L’Amministrazione              per      l’Integrazione         della      Città      di
Stoccolma

L’Amministrazione per l’Integrazione si occupa delle attività promosse dalla città nel
campo dell’integrazione, della diversità e della democrazia. Tra i compiti di questa
Amministrazione è prevista anche l’organizzazione annuale del Premio per
l’Integrazione della città, in occasione del quale l’Amministrazione si occupa della
cerimonia, dei partecipanti e di designare i vincitori. L’Amministrazione coordina le
attività che riguardano il piano di Sviluppo Urbano e si occupa dei fondi distribuiti ad
associazioni e a progetti di integrazione.

Il Dipartimento Amministrativo si occupa della Segreteria del Comitato,
dell’amministrazione del personale e delle finanze, degli edifici e degli acquisti.
Il Dipartimento Ufficio Immigrazione
L’Ufficio Immigrazione si occupa del programma di accoglienza e di integrazione
previsto per tutti i profughi che giungono a Stoccolma. Ai profughi viene offerto un
programma introduttivo che può durare dai 18 ai 24 mesi. Tale programma include studi
sociali, corsi di lingua svedese, formazione sul mercato del lavoro e un sostegno
individuale. Il programma è organizzato in collaborazione con l’Amministrazione
addetta all’Istruzione e con l’Ufficio di Collocamento. Lo scopo del programma è
aumentare il numero di autorizzazioni concesse ai profughi per entrare a far parte della
comunità svedese. Il programma introduttivo che viene offerto prevede dalle 6 alle 8 ore
al giorno di corso. L’organizzazione del programma viene stabilita in accordo con ogni
profugo. Durante questo periodo, a tutti i profughi che non riescono a provvedere al
proprio sostentamento viene offerta un’indennità temporanea che include anche una
quota per l’affitto.

Il Dipartimento si occupa anche dell’organizzazione di corsi propedeutici alla scuola,
indirizzati ai figli dei profughi. Tali corsi si svolgono durante il periodo del programma
introduttivo, in modo da permettere agli adulti di poter partecipare a tale programma. Al
momento abbiamo accordi con alcuni consigli di amministrazione che stanno
organizzando 3 centri di accoglienza per i figli dei rifugiati.

Il Dipartimento lavora in stretta collaborazione con altre organizzazioni e compagnie
che provvedono anch’esse a programmi introduttivi e lavorano in accordo con
l’Amministrazione.

Il Dipartimento si occupa inoltre di questioni che riguardano il problema dell’alloggio
dei profughi. L’Amministrazione ha stipulato un accordo con la Fondazione Comunale
Stiftelsen Hotellhem la quale si preoccupa di trovare un alloggio temporaneo per le
famiglie dei profughi che arrivano a Stoccolma e non riescono a provvedere al proprio
sostentamento. Lavoriamo in stretta collaborazione con la Fondazione in modo da
preparare il numero di alloggi necessario.

L’organizzazione del programma introduttivo include diversi contatti e collaborazioni
con la Città di Stoccolma, con il Ministero della Salute, il Ministero dell’Immigrazione,
il Ministero dell’Integrazione, i Consigli distrettuali, il Dipartimento addetto agli alloggi
e altre organizzazioni.

Ogni anno arrivano a Stoccolma circa 1700 profughi in possesso del permesso di
soggiorno, ai quali viene offerto il programma introduttivo.



Il programma per l’impiego è nato a Stoccolma nella primavera del 2000. In quel
periodo Stoccolma stava affrontando un cambiamento considerevole del mercato del
lavoro. L’alto tasso di disoccupazione, rilevato per diversi anni nella città, stava
calando, in quanto aumentava in alcuni settori il numero di posti di lavoro, specialmente
nel settore dell’assistenza agli anziani. Contemporaneamente il numero degli immigrati
disoccupati risultava molto alto. Il Dipartimento dell’Integrazione di Stoccolma, in
collaborazione con due Consigli distrettuali e l’Ufficio di Collocamento, ha deciso di
creare un programma che potesse favorire l’integrazione di immigrati disoccupati nel
settore dell’assistenza a domicilio. Il programma venne istituito allo scopo di far fronte
sia ai bisogni degli immigrati sia a quelli del servizio di assistenza degli anziani. Dopo
aver preso accordi con entrambe le parti, il programma è stato varato nel maggio del
2000.

Il programma, aperto a 20 partecipanti per volta, si compone di 3 fasi: introduzione,
tirocinio e valutazione.

L’introduzione consiste in un corso di preparazione al lavoro per la formazione di
abilità specifiche della durata di 4 settimane. Il tirocinio ha una durata di 15 settimane.
Durante questo periodo i partecipanti imparano a svolgere i vari compiti seguendo i loro
insegnanti. La figura dell’assistente al programma si occupa dell’amministrazione in
generale e dei posti di lavoro, è inoltre incaricato di risolvere eventuali problemi che
possono insorgere nei singoli casi.

Era stata prevista una settimana per la valutazione, ma, grazie agli ottimi risultati
ottenuti, questa si è conclusa in un pomeriggio.

Dopo il primo ciclo del Programma per l’Impiego, i risultati mostrano che il 90% dei
partecipanti ha ottenuto un impiego.

In base ai risultati della valutazione, ora stiamo sviluppando il programma su due linee
principali:
● un aumento dei corsi di lingua propedeutici
● programmi formativi mirati per i partecipanti che hanno ottenuto un impiego e che
vorrebbero specializzarsi ulteriormente nel settore dell’assistenza agli anziani.


Dalla data in cui è stato inaugurato il programma, ovvero la primavera del 2000,
abbiamo sviluppato altri progetti orientati verso il mercato del lavoro, sempre con lo
scopo di far fronte ai bisogni degli immigrati.


Per ulteriori informazioni riguardo al Dipartimento dell’Ufficio Immigrazione si
possono contattare i seguenti indirizzi:

Kersti Ruthström
Direttore
Tel. +46 70 46 333 8
Kersti.ruthstrom@integration.stockholm.se

o

Agneta Berner
Responsabile del programma di introduzione
Tel. +46 70 333 03
Agnata.berner@integration.stockholm.se
Per ulteriori informazioni riguardo i programmi di impiego si può contattare il seguente
indirizzo:

Magnus Axell
Responsabile dei programmi
Tel.: +46 70 46 33 273
Magnus.axell@integration.stockholm.se




Altre iniziative
In quest’ultima sezione verranno menzionate altre iniziative dell’Ufficio Immigrazione.
Il programma “Future in the Hotel & Restaurant Business” offre ai profughi e ad
altri nuovi arrivati l’opportunità di una formazione adeguata per un impiego futuro
nell’ambito della ricezione turistica e della ristorazione. In cooperazione con
l’Associazione Svedese degli Imprenditori Etnici, vengono fornite informazioni, nella
loro lingua madre, agli immigrati interessati ad iniziare un’attività in proprio. Un altro
progetto è chiamato “guide per gli immigrati” (si tratta del coinvolgimento di cittadini
interessati che si rendono disponibili ad aiutare gli immigrati fornendo loro tutte le
risposte che questi ultimi necessitano a proposito di questioni pratiche). Infine esiste un
progetto, che nasce dalla carenza di alloggi nella capitale, per mezzo del quale si intende
indurre gli immigrati a scegliere altri comuni di residenza rispetto a Stoccolma che
possano offrire loro la possibilità di entrare a far parte della comunità svedese. A questo
proposito cerchiamo di indirizzare il flusso migratorio verso comuni che presentano un
mercato del lavoro adatto e soddisfacente.


Per ulteriori informazioni riguardo il Ministero Svedese dell’Immigrazione è possibile
consultare il sito
www.migrationsverket.se