Docstoc

Scarica - romafipsasit

Document Sample
Scarica - romafipsasit Powered By Docstoc
					SETTORE TECNICO
Acque Marittime
Circolare n° 60/2010
Prot. n° 3617 – CN/rb                  Roma, 31 marzo 2010


                                       - ATLETI AVENTI DIRITTO
                                       - PRESIDENTI SEZIONI
                                         PROVINCIALE F.I.P.S.A.S.
                                       - SOCIETÀ ORGANIZZATRICE
                                       - COMMISSARIO TECNICO
                                       --------------------------------------------
                                       - GIUDICE DI GARA
                                       --------------------------------------------
                                       - LORO SEDI



   Oggetto: Club Azzurro di Surf Casting 2009 - 22/25 Aprile 2010 – Recanati (ME)



      Con la presente si trasmette il Regolamento Particolare del Club Azzurro di Surf
Casting 2009.


      Nell’augurare alla manifestazione il massimo successo, si coglie l’occasione per
porgere cordiali saluti.




                                                Il Segretario Generale FIPSAS
                                                    Pasqualino Zuccarello
C.I.P.S.                           C.O.N.I.                   C.M.A.S.
       FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE
                       Viale Tiziano, 70 - 00196 ROMA
                          Settore Acque Marittime

                         CLUB AZZURRO DI SURFCASTING 2009

                      REGOLAMENTO PARTICOLARE
                         22/25 Aprile 2010 – Recanati (ME)


Art. 1 - DENOMINAZIONE - La Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee
indice ed organizza nei giorni 22 – 25 aprile 2010 a Recanati (ME) il Club Azzurro di Surf
Casting valido per la Selezione della Squadra Nazionale 2010 in tre giornate di gara nelle
quali saranno complessivamente disputate 5 prove.

Art. 2 - ORGANIZZAZIONE - Per l’organizzazione la Federazione si avvale della
collaborazione della Sezione Provinciale di Messina..
Compete alla Società organizzatrice richiedere ed ottenere le autorizzazioni necessarie
per lo svolgimento della gara. La FIPSAS è sollevata da ogni qualsiasi responsabilità
organizzativa. La manifestazione è retta dalla Circolare Normativa dell’anno in corso e dal
presente Regolamento Particolare.
Tutti i partecipanti, per effetto della loro iscrizione, dichiarano di conoscere ed accettare le
norme contenute nelle Carte Federali sopracitate.

Art. 3 - PARTECIPANTI - Alla gara sono ammessi fino ad un massimo di 30 concorrenti così
determinati:
      06 atleti dalla Squadra Nazionale 2009;
      24 atleti provenienti dal Campionato Italiano Seniores 2009.

Nei casi di non adesione, impossibilità a partecipare (anche di Atleti della Nazionale) o
acquisizione di duplice diritto, verrà operato il recupero dalle classifiche del Campionato
Italiano Seniores 2009. A questo scopo, gli atleti che nella classifica del Campionato
suddetto seguono gli aventi diritto (vedi elenco allegato) potranno avanzare richiesta per
un eventuale ripescaggio inviando il modulo di iscrizione entro il termine indicato. Non è
consentito il ripescaggio nei cinque giorni antecedenti la manifestazione.
Gli atleti componenti la Squadra Nazionale 2009, pur essendo ammessi di diritto,
dovranno comunque provvedere all’inoltro del modulo d’iscrizione secondo le modalità
previste.
Tutti i concorrenti devono essere tesserati alla FIPSAS ed iscritti a Società affiliate alla
stessa. I concorrenti devono avere la Tessera Federale e la Tessera Atleta valide per
l'anno in corso da presentare a richiesta degli Ufficiali di gara. E' fatto divieto ai
tesserati di pubblicizzare l'immagine di Associazioni non riconosciute dal CONI ed è in
ogni caso vietato, senza la preventiva autorizzazione della FIPSAS, indossare divise o
mostrare quant'altro riflettente la suddetta immagine.

Art. 4 - CAMPO DI GARA - La manifestazione si svolgerà sulle spiagge del litorale di
Recanati.
La dislocazione del campo principale e di riserva sarà comunicata dalla Società
organizzatrice al momento del raduno.
Sui campi gara previsti per le cinque prove i concorrenti saranno distribuiti in due settori da
15 concorrenti ciascuno. Il sorteggio, prova dopo prova, sarà effettuato dal singolo
concorrente, in presenza di tutti gli altri concorrenti, tramite estrazione completamente
casuale da un bussolotto che ne determinerà la posizione sul campo gara e quindi nel
relativo settore.

Art. 5 - ISCRIZIONI - Le iscrizioni, da compilarsi sul modulo specifico, dovranno pervenire,
tramite la Sezione Provinciale di appartenenza, alla Federazione Italiana Pesca Sportiva e
Attività Subacquee - Settore Acque Marittime – Viale Tiziano 70 – 00196 Roma, ENTRO E
NON OLTRE IL 10 APRILE 2010.
Copia del modulo di iscrizione e il contributo di partecipazione fissato in Euro 90,00
(novanta/00 per acquisto esche), da accreditare su c/c postale o bancario intestato alla
Società organizzatrice, dovranno direttamente pervenire alla Società organizzatrice
stessa. La mancata partecipazione alla manifestazione, quale che sia il motivo, non darà
diritto al rimborso del contributo versato.
NON VERRANNO ACCETTATE ISCRIZIONI ESEGUITE CON ALTRE MODALITA'
OPPURE INVIATE OLTRE IL PREDETTO TERMINE. LE ISCRIZIONI SI INTENDONO
VALIDE SOLO DOPO AVER EFFETTUATO IL VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI
ISCRIZIONE.

Art. 6 - OPERAZIONI PRELIMINARI - Il giorno 22 Aprile alle ore 17.30 tutti i partecipanti
dovranno trovarsi a disposizione della Direzione di Gara presso la Società organizzatrice
dove verranno diramate le ultime istruzioni e dove verranno effettuate le operazioni
preliminari che consisteranno:
    nella verifica della posizione federale dei partecipanti;
    nella consegna del materiale di gara.
Saranno considerati assenti i concorrenti che non si presenteranno all’ora suddetta
o che non abbiano provveduto a preannunciare il ritardato arrivo, anche a mezzo
telefono o fax.

Art. 7 - RADUNO - Tutti i concorrenti dovranno trovarsi a disposizione del Direttore di
Gara nei giorni previsti per lo svolgimento delle prove presso il luogo ed agli orari che
saranno comunicati dalla Società organizzatrice.
Gli atleti assenti e non giustificati al momento dei raduni saranno esclusi dal Club Azzurro.
In caso di condizioni meteo-marine avverse, l’orario per il raduno dei concorrenti potrà
subire rinvii. La comunicazione dovrà avvenire mediante avviso scritto e affisso nel luogo
del raduno da parte del Direttore di Gara. La comunicazione dovrà contenere la nuova
località di raduno, il giorno e l’ora. La stessa, dal momento della sua affissione, diventerà
parte integrante del Regolamento, che tutti i partecipanti per effetto della loro iscrizione
sono tenuti a conoscere ed osservare.

Art. 8 - INIZIO E TERMINE DELLA GARA - Premesso che ogni gara ha inizio al momento
fissato per il raduno dei concorrenti e termina dopo la cerimonia di premiazione, il segnale
d’inizio e di termine delle singole prove sarà dato mediante segnalazione acustica, a cura
del Direttore di Gara o di Ispettori da questo indicati.
La gara si svolgerà in cinque prove:
      22 aprile        1a prova di pesca della durata di 4 ore con inizio 1 ora e mezzo
                       prima del tramonto. L’esca, fornita dall’organizzazione in sacchetti
                       anonimi, comprenderà 2 scatole di arenicola, 2 di coreano, due
                       sardine.
     23 aprile        2a prova di pesca della durata di 3 ore con inizio orientativo in
                      corrispondenza      del   sorgere     del  sole.    L’esca,   fornita
                      dall’organizzazione in sacchetti anonimi, comprenderà 2 scatole di
                      arenicola, 2 di coreano, due sardine.
      23 aprile       3a prova di pesca della durata di 4 ore con inizio mezzora prima del
                      tramonto. L’esca, fornita dall’organizzazione in sacchetti anonimi,
                      comprenderà 6 sardine, gamberi, calamaro.
      24 aprile       4a prova di pesca della durata di 3 ore con inizio orientativo in
                      corrispondenza      del   sorgere     del  sole.    L’esca,   fornita
                      dall’organizzazione in sacchetti anonimi, comprenderà 2 scatole di
                      arenicola, 2 di coreano, due sardine.
      24 aprile       5a prova di pesca della durata di 4 ore con inizio 1 ora e mezzo
                      prima del tramonto. L’esca, fornita dall’organizzazione in sacchetti
                      anonimi, comprenderà 2 scatole di arenicola, 2 di coreano, due
                      sardine.
In base all’esito della 3a prova, qualora il pescato dovesse risultare soddisfacente in
termini di numero di catture, il Commissario Tecnico potrà decidere di cambiare nella 5a
prova la dotazione di esche consegnando ai concorrenti la stessa tipologia di esche della
3 a prova.

Art. 9 - VALIDITA' DELLA MANIFESTAZIONE - La manifestazione si svolgerà in cinque
prove come descritto nel precedente articolo. Al termine di ogni prova saranno effettuate le
operazioni di pesatura del pescato e redatte le classifiche.
Nel caso che, per sopravvenute condizioni meteo-marine avverse, venisse posta in
pericolo l’incolumità dei concorrenti o compromessa la regolarità della gara, il Giudice di
Gara decreterà la conclusione anticipata della prova. Se la prova ha avuto regolare
svolgimento per almeno la metà del tempo stabilito sarà ritenuta valida a tutti gli effetti e le
classifiche redatte regolarmente.
In caso di improvvisi temporali è opportuno sospendere momentaneamente la gara (stand
by) con il ritiro immediato delle lenze dall’acqua, al fine di evitare il contatto con le
attrezzature da pesca. Nel caso di sospensione della gara, la stessa potrà riprendere dopo
che il temporale è passato; il tempo perduto potrà essere recuperato ad insindacabile
giudizio del Giudice di Gara. Durante questa fase i concorrenti non possono, ovviamente,
avvicinarsi alle attrezzature da pesca.
Spetta al Giudice di Gara la decisione insindacabile della sospensione, del rinvio o della
riduzione dei tempi di gara.
In caso di interruzione della competizione, questa sarà ritenuta valida se sono state
disputate almeno due prove.

Art. 10 - PREDE VALIDE - Il riconoscimento di specie dubbie e la misurazione dei pesci
sono responsabilità dell’Atleta.
Ai fini della classifica sono considerati validi i pesci di mare catturabili con le tecniche
consentite dalle norme di gara, nel rispetto della misura minima e comunque nel rispetto
delle vigenti disposizioni di legge relative alle misure minime. Al raduno sarà consegnata
la tabella delle misure minime di legge. Il controllo della misura dei pesci sarà effettuato
al momento della pesatura dei medesimi. All’atto della misurazione non è ammessa
alcuna tolleranza. Nel caso che le prede abbiano una misura inferiore alla misura minima
prescritta, non saranno quindi conteggiate. Non si procederà alla retrocessione del
concorrente se, al momento della cattura, l’Ufficiale di settore ha verificato che la preda
rientrava nei limiti stabiliti dal presente regolamento (ad es. se una specie ha una misura
minima di 15 cm e al momento della cattura un pesce misura 15,2 cm, l’Ufficiale di settore
verifica tale misura e la riporta sul cartellino. Se al momento della pesatura misura 14,9
cm, il concorrente non sarà retrocesso, ma la preda non sarà conteggiata).
Ai fini della classifica non sono validi molluschi, crostacei, cefalopodi, sarde ed acciughe.

Art. 11 - CONDOTTA DI GARA - Tutti i partecipanti sono tenuti al rispetto del presente
Regolamento e della Circolare Normativa 2010. In particolare sono tenuti ad osservare le
seguenti disposizioni:
     a)   tenere un contegno corretto nei confronti degli Ufficiali di gara e di tutti gli
          incaricati dall’Organizzazione;
     b)   sottoporsi, se richiesto, ad un controllo prima dell'inizio della gara ed a eventuali
          successivi accertamenti da parte degli Ufficiali di gara;
     c)   operare con la canna nello spazio compreso tra il picchetto indicante il proprio
          numero di postazione ed il successivo. La canna deve essere posizionata a non
          meno di 5 metri dai due picchetti che delimitano la propria postazione. Lo
          spazio tra due picchetti deve essere di minimo 20 metri. Il concorrente deve
          operare nel posto assegnato, come indicato al successivo punto "Q". L'azione
          di pesca può essere esplicata esclusivamente nello spazio assegnato senza
          entrare in acqua. Non deve essere invaso lo spazio assegnato a posti contigui
          anche se casualmente liberi, né a spazi neutri. Nel caso che il pesce allamato
          richieda l'invasione dello spazio contiguo, la relativa azione di pesca deve
          essere favorita dai concorrenti dei posti vicini, anche con il ritiro delle proprie
          attrezzature. E' consentito l'uso del raffio per il ricupero delle prede allamate,
          anche a piede bagnato. Nel caso di necessità, per l'uso del raffio può essere
          richiesta la collaborazione del solo Ufficiale di settore. L'uso del raffio è
          consentito in forma strettamente personale esclusivamente per il recupero delle
          prede allamate; il raffio non potrà essere dato né ricevuto in prestito;
     d)   dopo il segnale d’inizio gara e fino al termine della stessa e la consegna del
          sacchetto con il pescato, il concorrente non può ricevere né prestare aiuto
          (salvo quanto prima indicato), avvicinarsi ad altri concorrenti o estranei, né da
          questi farsi avvicinare. Il concorrente, che per qualunque motivo deve
          allontanarsi dal proprio posto, deve preavvertire il proprio Ufficiale lasciandogli
          pescato, contenitore ed attrezzatura e dovrà interrompere l'azione di pesca con
          il ritiro delle canne dall'acqua;
     e)   a fine gara o singola prova, ogni concorrente resta fermo al proprio posto
          nell’attesa dell'Ufficiale incaricato al ritiro del pescato. Firma poi il cartellino a
          convalida delle prede. E' fatto obbligo di consegnare il sacchetto anche se
          vuoto o in caso di abbandono prima della fine della gara. Non ottemperando
          alle predette disposizioni il concorrente sarà considerato assente;
     f)   gli accompagnatori ed i rappresentanti di Società, eventualmente ammessi,
          devono tenere un contegno corretto nei riguardi degli Ufficiali di Gara e dei
          concorrenti;
     g)   il pescato può essere conservato in un contenitore con acqua, ma consegnato
          nel sacchetto asciutto e pulito. Tale sacchetto sarà fornito dall'Organizzazione;
     h)   durante l'azione di pesca è consentito usare una sola canna della lunghezza
          massima di metri 5 (cinque). Sulla canna si possono montare al massimo tre
          ami. Ogni concorrente può avere un numero illimitato di canne di riserva. Alle
          eventuali canne di riserva non possono essere collegati terminali o piombi,
          quindi possono avere il solo aggancio per il trave terminale. E' consentita la
          riserva di calamenti o travi terminali innescati;
     i)   non è ammessa alcuna forma di pasturazione né l'utilizzo di sostanze chimiche.
          E’ consentito l’eventuale uso di qualunque materiale, anche fluorescente o
           fosforescente, purché lo stesso sia inserito sul bracciolo e non sull’amo (N.B. Il
           materiale inserito sul bracciolo può anche “toccare” l’amo purché non sia
           inserito sullo stesso);
     j)    non è consentito posizionare alcun tipo di galleggiante sui braccioli che
           scorrono sul trave o sul trave stesso. E’ invece consentito posizionare
           galleggianti sui braccioli purché gli stessi siano bloccati tra due nodi o perline o
           simili, distanti tra loro pochi mm. Tali galleggianti non possono comunque
           essere di dimensioni tali da annullare il peso e la funzione del piombo;
     k)    la misura dell'amo è libera; gli stessi possono essere di qualunque colorazione;
     l)    al segnale di fine gara le lenze devono essere immediatamente recuperate con
           continuità. Al segnale di fine gara eventuale pesce allamato ancora in acqua
           non è valido;
     m)    le esche sono quelle fornite a ciascun concorrente dall’organizzazione. Non
           sono consentite altre esche;
     n)    durante le ore notturne il concorrente deve essere munito di sorgente luminosa
           il cui fascio non può essere indirizzato sui concorrenti vicini o in direzione del
           mare. Coloro che, per motivi diversi, si potranno trovare in difficoltà,
           lampeggeranno ripetutamente verso l’Ufficiale di settore, che tempestivamente
           accorrerà in soccorso;
     o)    in caso di variazione della marea è consentito uno spostamento parallelo dei
           posti di gara in relazione al bagnasciuga;
     p)    la piombatura minima è 50 grammi. Il peso del piombo dovrà essere adeguato,
           nei limiti del possibile, alle condizioni meteo-marine al fine di evitare l’invasione
           della postazione laterale. Non è consentito l'uso di bombarde o simili, nè l’uso di
           temolini;
     q)    è assolutamente vietato il lancio pendolare;
     r)    ogni cattura deve essere segnalata immediatamente all'Ufficiale di Settore
           o al concorrente più vicino in caso di assenza dell'Ufficiale. Tale atto è
           obbligatorio anche se non esclude eventuali reclami. Sul cartellino personale
           del concorrente deve riportarsi, a cura dell’Ufficiale di Settore, il tipo e la misura
           della preda oltre alla convalida dello stesso con la firma;
     s)    non è consentito recuperare il pesce autosganciatosi in aria e ricadente in
           acqua.

L’INOSSERVANZA DELLE NORME PARTICOLARI SOPRA INDICATE COMPORTERA’
AUTOMATICAMENTE LA SQUALIFICA DEL CONCORRENTE PER LA PROVA IN
CORSO CON CONSEGUENTE PENALIZZAZIONE.

Art. 12 - PULIZIA DEL CAMPO DI GARA - Durante e/o al termine della manifestazione i
concorrenti hanno l’obbligo di non abbandonare sul posto di gara, o gettare in acqua, rifiuti
di qualsiasi genere e natura. Le spiagge devono essere lasciate pulite da rifiuti di
qualsiasi genere.
La Società organizzatrice è tenuta a fornire idonei contenitori per la raccolta finale di tutti i
rifiuti che dovranno essere successivamente trasportati al più vicino posto di raccolta di
Nettezza Urbana.
E' FATTO OBBLIGO DI RISPETTARE E TUTELARE LA NATURA, NONCHÉ DI
DENUNCIARE EVENTUALI COMPORTAMENTI SCORRETTI DA PARTE DEI
CONCORRENTI O DI ALTRE PERSONE AVENTI ATTINENZA CON LA GARA.
Eventuali infrazioni comporteranno la penalizzazione del concorrente.
Art.13 - OPERAZIONI DI PESATURA - Le notizie riguardanti il luogo delle operazioni di
pesatura saranno comunicate ed affisse al raduno dei concorrenti. A tali operazioni, da
compiersi a cura del Direttore di Gara o da personale da questi incaricato, assisteranno il
Giudice di Gara e le rappresentanze dei concorrenti. Il pescato, esaurita quest’operazione
ed esauriti i termini per eventuali reclami, è destinato in beneficenza, salvo diversa
prescrizione della Capitaneria. La pesatura sarà effettuata al netto del sacchetto fornito
dall'Organizzazione.

Art.14 - SISTEMA DI PUNTEGGIO E CLASSIFICHE – Nella prima, seconda, quarta e
quinta prova a tutte le prede valide sarà attribuito un punto a grammo; nella terza prova
(ed eventualmente anche nella quinta se verrà usata la stessa tipologia di esche impiegata
nella terza) oltre che un punto a grammo verranno assegnati anche 100 punti a ciascuna
preda valida. In tutte le prove alle prede eccedenti i 1000 g verranno assegnati al
massimo 1000 punti, più gli eventuali 100 punti a pesce.
La classifica di settore sarà determinata dal punteggio conseguito da ogni concorrente. A
parità di punteggio prevarrà il maggior numero di prede ed in caso di ulteriore parità si
assegnerà la media delle penalità.
La classifica finale sarà ottenuta sommando i cinque piazzamenti effettivi conseguiti dai
partecipanti nelle cinque prove previste. Risulterà vincitore il concorrente che avrà ottenuto
la minor somma di piazzamenti così determinata. In caso di parità prevarranno dapprima
il/i migliore/i piazzamento/i effettivo/i conseguito/i nelle prove considerate, poi la maggior
somma di punteggi effettivi conseguiti nelle prove considerate ed infine il numero delle
prede.

Comporranno la Squadra Nazionale Surf Casting Seniores 2010:

     - i primi tre Atleti classificati della classifica finale del Club Azzurro 2009;
     - i rimanenti, fino al raggiungimento del numero massimo di 6, scelti dal
       Commissario Tecnico tra gli Atleti classificati nei primi 10 posti del Club Azzurro
       2009.

Gli atleti facenti parte del Club Azzurro 2009 acquisiranno il diritto a partecipare al
Campionato Italiano Seniores di Surf Casting 2010.

Art. 16 – RECLAMI - Ogni concorrente ha facoltà di proporre reclamo ai sensi delle
disposizioni contenute nella Circolare Normativa dell’anno in corso.
          Non sono ammessi reclami concernenti la misurazione ed il peso del pescato.
          I reclami devono essere presentati in forma scritta, debitamente motivati e con
           contestuale versamento della somma stabilita dalla Circolare Normativa per il
           rimborso delle spese di giudizio.
          I reclami contro la condotta di gara degli altri concorrenti debbono essere
           notificati al Direttore di Gara e presentati per iscritto al medesimo entro 30
           minuti dal termine della gara.
          I reclami avverso l’operato del Giudice di Gara o degli altri Ufficiali di Gara
           debbono essere preannunciati per iscritto al Giudice di Gara stesso entro 60
           minuti dal termine della gara e fatti pervenire per scritto, entro 7 giorni
           accompagnati dalla tassa per spese di giudizio, al Coordinatore territorialmente
           competente dei Giudici di Gara.
          Ogni concorrente che si faccia autore di un reclamo deve provarne il
           fondamento; deve inoltre essere sempre sentito dal Giudice di Gara.
          I reclami avverso il punteggio, la classifica o eventuali errori di trascrizione
           debbono essere presentati per iscritto al Giudice di Gara entro 30 minuti
           dall’esposizione della classifica relativa.
          I reclami sono decisi, seduta stante, dal Giudice di Gara, dopo aver esperito la
           necessaria fase istruttoria.

Art. 17 – UFFICIALI DI GARA - Sono Ufficiali di Gara:

         Giudice di Gara:         DA DESIGNARE
         Direttore di Gara:       SALVATORE    FINOCCHIARO
         Segretario di Gara:      ENRICO       BONI

Art. 18 - RESPONSABILITA’ - I partecipanti hanno l’obbligo di adottare tutti quegli
accorgimenti atti ad evitare danni alle persone e alle cose. L’autorità marittima, la FIPSAS,
i Delegati Provinciali, la Società Organizzatrice, gli Ufficiali di Gara e gli Ispettori sono
esonerati da ogni responsabilità per danni o incidenti di qualsiasi genere che, per effetto
della gara, possano derivare alle persone o alle cose attinenti alla gara o a terzi.

Art. 19 – NORMA DI RINVIO - Per quanto non espressamente previsto dal presente
Regolamento Particolare, si applicano le disposizioni contenute nella Circolare Normativa
dell’anno in corso.

Si ricorda che con il tesseramento e/o rinnovo vengono accettate le Norme Sportive
Antidoping attuative del Programma Mondiale Antidoping WADA.
La normativa Antidoping è visionabile sia sul sito FIPSAS (www.fipsas.it ) che sul
sito CONI (www.coni.it) ai link antidoping.
             PROGRAMMA              MANIFESTAZIONE

Giovedì 22 aprile 2010
Ore 08,00/10,00     Accreditamento
Ore 11,00     Sfilata e presentazione dei partecipanti
Ore 12,30     Pranzo
Ore 16.30     Sorteggio postazioni 1 a prova
Ore 17,00     Accesso alle postazioni di gara
Ore 18,00     Inizio 1a prova
Ore 22.00     Fine 1a prova
Ore 23,00     Cena, pesatura ed esposizione classifica 1 a prova
Venerdì 23 aprile 2010
Ore 06,00    Sorteggio postazioni 2 a prova
Ore 06,30    Accesso alle postazioni di gara
Ore 07,30    inizio 2 a prova
Ore 10,30    fine 2 a prova
Ore 13,00    Pranzo, pesatura ed esposizione classifica 2 a prova
Ore 16.30    Sorteggio 3 a prova
Ore 17,00    Accesso alle postazioni di gara
Ore 18,00    Inizio 3a prova
Ore 22.00    Fine 3a prova
Ore 23,00    Cena, pesatura ed esposizione classifica 3 a prova
Sabato 24 aprile 2010
Ore 06,00    Sorteggio postazioni 4a prova
Ore 06,30    Accesso alle postazioni di gara
Ore 07,30    inizio 4 a prova
Ore 10,30    fine 4 a prova
Ore 13,00    Pranzo, pesatura ed esposizione classifica 4 a prova
Ore 16.30    Sorteggio ed esposizione postazioni 5 a prova
Ore 17,00    Accesso alle postazioni di gara
Ore 18,00    Inizio 5a prova
Ore 22.00    Fine 5a prova
Ore 23,00    Cena, pesatura ed esposizione classifica 5 a prova e classifiche finali.
Ore 24,00    Cerimonia di Premiazione
Domenica 25 aprile 2010
Ore 08,30   Colazione
Ore …….     Partenza
                                                  ALLEGATO A

          C.I.P.S.                                   C.O.N.I.                                   C.M.A.S.
             FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA’ SUBACQUEE
                             Viale Tiziano 70 – 00196 Roma
                                SETTORE TECNICO - ACQUE MARITTIME
                         CLUB AZZURRO SENIORES DI SURF CASTING 2009
                                        Recanati 22/25 Aprile 2010


MODULO DI ISCRIZIONE:                          chiedo l’iscrizione

                                               chiedo l’eventuale ripescaggio

(da inviare alla Sede Centrale entro il 10 aprile 2010 tramite l’Associazione Provinciale FIPSAS di
competenza)

Il sottoscritto ______________________________________ nato a ________________________________
il ___________domiciliato a __________________________________________Prov. ____ cap _________
Via/Piazza ____________________________________________ N° ____ Telefono __________________
e-mail _________________________________ iscritto alla Società ________________________________
con sede in __________________________________________________ Prov. ______ cap ___________
Via/Piazza _____________________________________ N° _________in possesso della Tessera Federale
n.___________ con scadenza il ___________ e della Tessera Atleta n. __________, conferma la propria
partecipazione al Club Azzurro 2009 di Surf Casting Seniores che si effettuerà secondo le norme indicate
nel Programma della Manifestazione.
Dichiara che il contributo di iscrizione, fissato per ognuno in EURO 90,00, sarà versato, secondo le modalità
indicate in calce.
Dichiara inoltre di sollevare da ogni e qualsiasi responsabilità inerente la sua eventuale partecipazione alla
gara la FIPSAS, gli Ufficiali di Gara e gli Organizzatori tutti della manifestazione.

Data _________________                    Firma dell’Atleta _________________________________
(EVENTUALI RINUNCE VANNO OBBLIGATORIAMENTE COMUNICATE ALLA SEGRETERIA ACQUE
MARITTIME mare@fipsas.it)
Il sottoscritto, nella qualità di Presidente della Società, dichiara che l’atleta è in possesso di valido certificato
attestante lo stato di “Buona Salute” (DM 28/02/93) depositato agli atti della Società medesima.

        Il Presidente della Società                             Timbro Delegato Provinciale FIPSAS

________________________________                            __________________________________

Compilare in modo esatto e leggibile in ogni sua parte il presente modulo ed inviarlo, tramite il
Presidente Provinciale competente, alla FIPSAS Settore Mare - Viale Tiziano, 70 - 00196 ROMA – Tel.
06/36858256 – Fax 06/36858366 - e-mail: mare@fipsas.it entro il 10 APRILE 2010. Copia dello stesso,
unitamente al versamento dovranno essere inoltre inviati alla Società Organizzatrice entro la
data stabilita. Non VERRANNO prese in considerazione le iscrizioni che non perverranno tramite
la Sezione Provinciale di competenza e senza il contributo previsto (allegare copia Bonifico
Bancario – Vaglia postale – Assegno Bancario.
                                        ALLEGATO B

       C.I.P.S.                            C.O.N.I.                      C.M.A.S.
           FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA’ SUBACQUEE
                           Viale Tiziano 70 – 00196 Roma
                          SETTORE TECNICO - ACQUE MARITTIME

                     CLUB AZZURRO SENIORES DI SURF CASTING 2009
                                  Recanati 22/25 Aprile 2010
                                  ELENCO AVENTI DIRITTO
DA SQUADRA NAZIONALE SURFCASTING 2009
 BONIFAZI           FRANCESCO         MC
 BRUNDO             FRANCESCO         SR
 CRISANTE           LUCA              CH
 PETRETTI           DANIELE           LU
 SASSO              DAVIDE            TA
 UCCI               EUGENIO           PU


DA CLASSIFICA FINALE CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE 2009

1    CH    Feliziani Luigi                 Aternum Pescara
2    RM    Kauffman Gianluca               Team Azzorre
3    CT    Contarino Giuseppe              Surf Competition
4    FG    Benefico Fabrizio               Lenza Oro San Severo
5    MS    Romeo Paolo                     Surf casting Carrara
6    CS    Guido Stefano                   Brutia Team Maver
7    CA    Meloni Michael                  Hippocampus Club
8    RM    Bianco Dario                    Surf Casting Roma
9    AG    Giglione Francesco              Club Sportivo Subacqueo
10   PA    Savona Sandro                   Pol. La Torre
11   CT    Di Bella Francesco              Surf Competition
12   RC    Augimeri Alberto                Mediterranea Surf casting
13   MS    Faraggi Tiziano                 Life Style
14   CH    Ronca Gianluca                  Beachman Club Adriatico
15   AP    Secchiaroli Lorenzo             San Benedetto
16   PA    Alesi Giuseppe                  Pol. La Torre
17   SP    Gesindelli Gianpiero            Surf Casting Marinella
18   CS    Fortino Matteo                  Brutia Team Maver
19   BR    Tavola Alessandro               Salento due Mari
20   AN    Gobbi Sauro                     All Sport Fishing Club
21   RM    Younes Jaber                    Harn Surf Casting il Grongo
22   SV    Fasolo Davis                    Circolo Nautico Finale
23   CA    Schiavoni Mauro                 Hippocampus Club
24    LI   Moscardini Lorenzo              Hobby Center
                             ALLEGATO C

C.I.P.S.                       C.O.N.I.                       C.M.A.S.
     FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA’ SUBACQUEE
                     Viale Tiziano 70 – 00196 Roma
                 SETTORE TECNICO - ACQUE MARITTIME
                 CLUB AZZURRO DI SURF CASTING 2009
                      Recanati 22/25 Aprile 2010




       ELENCO AVENTI DIRITTO ALL’EVENTUALE RIPESCAGGIO


1    SA    Ramaschiello Giovanni              C.P.S. Barracuda
2    MC     Giuggioloni Matteo                  Golden Fish
3    CL       Zagarini Antonio                 Casting Team
4    RM       Ardizzone Nello             Team il Gran Pescatore
5    AP     Passucci Antonello                 San Benedetto
6    CA      Curreli Alessandro               C.N. Karel Triana
7    SS       Bonomo Martino                     Larus Club
8    PA    Miserendino Riccardo                Gente di Mare
9    SR        Lupo Giovanni                   Noto Barocca
10   LT        Dattolo Angelo               Latina Casting Club
11   GR       Reali Tommaso               C.P.S. San Rocco Stonfo
12   LT       Manias Fabrizio               Latina Casting Club
13   RM        Teresi Simone                    Team Roses
14   NU       Corrias Pierluigi             Fishing Team 2007
15   PA      Di Fiore Salvatore              Pescamania Team
16   LT       Scungio Mauro                 Latina Casting Club
17   NU      Cadeddu Gonario                        Orani
18   GR       Presenti Claudio             Grifone Fishing Team
19   RM         Solito Fabio                   Team Azzorre
20   CL      Trainito Crocifisso               Casting Team
21   CS         Filice Sante                 Brutia Team Maver
                    NOTIZIE UTILI FORNITE DA FIPSAS MESSINA
                         CLUB AZZURRO SENIORES
SOCIETA’ ORGANIZZATRICE: Sezione Provinciale FIPSAS Messina - Via del mare 25,
Saponara Marittima Tel/Fax 090 334082
Web site www.fipsasmessina.it - E- Mail: messina @fipsas.it
Cell: Presidente 333 3218721
Cell: Res. Settore mare 347 0620567
Cell: Segr. 338 5709097

DESCRIZIONE CAMPO DI GARA: Spiaggia a granulometria media –Fondale medio alto.
Prede di fondo prevalenti: mormore, saraghi, spigole, pagelli, triglie, scorfani, tracine,
gronghi e pesci piatti
Prede di superficie prevalenti: boghe, occhiate, aguglie, lecce,

CAMPO DI RISERVA: Letojanni

OPERAZIONI PRELIMINARI: I sorteggi per la composizione dei settori verranno effettuati
Presso Villaggio Artemide – Via Porticato – Giardini Naxos
RADUNO DEI CONCORRENTI: ORE 6:00 c/o Villaggio Artemide– Via Porticato – G.N.
PESATURA: Villaggio Artemide
CLASSIFICHE E PREMIAZIONI: C/o Villaggio Artemide.

DIRETTORE DI GARA: Sig. Salvatore Finocchiaro
SEGRETARIO DI GARA: Sig. Enrico Boni

OSPEDALE O PRONTO SOCCORSO PIU’ VICINI:
AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE SIRINA” 1KM DAL CAMPO GARA

NEGOZIO DI RIFERIMENTO:
Sport mare Grasso Sebastiano – Via Ustica N° 30 Tel 0942
Il Negozio solo per le gare Federali Praticherà Sconti sulla fornitura delle esche
STRUTTURE ALBERGHIERE CONVENZIONATE :
Villaggio Artemide - Via Porticato; 98035 Giardini Naxos - Tel: +39/0942 576086–
Fax.+39/0942576263–www.villaggioartemide.com e-mail:info@villaggioartemide.com
CONDIZIONI DI ACCOMODAMENTO: Pensione completa in camera doppia/ tripla a
persona al giorno con posto auto riservato/custodito € 85,00

Le tariffe visto il periodo sono valide per un minimo garantito di 30 pax.


PREMI AGGIUNTIVI:
eventuali premi aggiuntivi verranno comunicati al raduno
FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E
ATTIVITA’ SUBACQUEE
                                 (F. I. P. S. A. S.)




         REGOLAMENTO DELLE SQUADRE
                NAZIONALI




Approvato dal Consiglio Federale in data 12.12.2009 con deliberazione n. 338
ART. 1 - Definizione di Atleta "Nazionale" e di Atleta “Azzurro"

       Sono qualificati “Nazionali” gli Atleti componenti le Squadre Nazionali che prendono parte ad incontri
internazionali ufficiali.
       Gli Atleti componenti i Club Azzurri sono invece qualificati "Azzurri".
       E’ inibito il riconoscimento del ruolo di Atleta Azzurro e Nazionale a colui che ha nuociuto gravemente
all’immagine della Federazione ricevendone sanzione disciplinare superiore a dodici mesi
       Per la stagione agonistica in corso è altresì inibito il riconoscimento del ruolo di Atleta Azzurro e
Nazionale a colui che ha subito sanzioni per doping anche inferiori ai 12 mesi.

ART. 2 - Composizione delle Squadre o Rappresentative Nazionali

      Ogni Squadra o Rappresentativa Nazionale è normalmente costituita:

             a)   dal Rappresentante della Federazione
             b)   dal Responsabile tecnico
             c)   dagli Atleti
             d)   dai Tecnici all'uopo incaricati
             e)   dai Medici
             f)   dagli Ausiliari

nominati dal Consiglio Federale su proposta del Comitato di Settore;

             g) dal Funzionario Delegato della F.I.P.S.A.S.

nominato dal Consiglio Federale.

       La composizione può essere adeguata alle varie esigenze.
       Il Rappresentante della Federazione ha la direzione generale della squadra e la responsabilità della
sua condotta disciplinare per la durata della convocazione, dal momento della sua formazione al momento
del suo scioglimento.
       Tutti i componenti sono tenuti ad eseguire le disposizioni organizzative e comportamentali date dal
Rappresentante della Federazione. Nei casi di mancato rispetto delle disposizioni o di inosservanza di norme
federali, il Rappresentante della Federazione può comminare provvedimenti disciplinari di vario genere, che
possono andare dalla semplice ammonizione all’immediata esclusione dalla Rappresentativa Nazionale. Nei
casi in cui se ne ravvisino gli estremi è inoltre previsto il deferimento al Procuratore federale.
       Il Responsabile tecnico ha la piena conduzione tecnica degli atleti.
       Gli atleti dovranno attenersi alle decisioni o direttive tecniche impartite dal Responsabile tecnico o
dall’eventuale sostituto.
       Il Rappresentante della Federazione ed il Responsabile tecnico sono tenuti ad una relazione scritta
sulla manifestazione cui hanno partecipato.

ART. 3 - Divisa ed attrezzature

       Per la durata della convocazione delle Squadre Nazionali, gli Atleti sono tenuti ad usare
esclusivamente le divise e le tenute sportive fornite dalla F.I.P.S.A.S..
       È proibito indossare la divisa o la tenuta sportiva in occasioni diverse dalle manifestazioni ufficiali.
       Ogni utilizzo particolare della divisa ufficiale deve essere preventivamente autorizzato dalla
Federazione.

Approvato dal Consiglio Federale in data 12.12.2009 con deliberazione n. 338
       Per la durata della convocazione gli Atleti sono obbligatoriamente vincolati ad utilizzare le
attrezzature fornite dalla F.I.P.S.A.S..
       L’uso di tenute sportive o di attrezzature alternative a quelle fornite in dotazione, di uso
personale degli Atleti, e recanti esclusivamente il marchio di fabbrica, nella misura non
eccedente quella stabilita dalle Federazioni Internazionali di cui la F.I.P.S.A.S. è membro, potrà
essere specificamente autorizzato dal Rappresentante della Federazione solo previo rilascio da
parte dello Sponsor tecnico, a richiesta dell'Atleta, di espressa deroga.

ART. 4 - Doveri dei “Nazionali” e degli “Azzurri”

      L’onore di far parte delle Rappresentative Nazionali e del Club Azzurro costituisce il maggior
riconoscimento morale per tutti i loro componenti (atleti, tecnici, accompagnatori, ecc.), i quali sono tenuti al
massimo impegno agonistico e ad una condotta tecnica e morale rigorosa.
      Essi sono pertanto tenuti a partecipare ad ogni convocazione e a prendere parte a qualsiasi
manifestazione indetta con il preciso scopo di formare o preparare la Squadra o la Rappresentativa
Nazionale.

      Ogni assenza dovrà essere giustificata e segnalata con la necessaria tempestività.

      A loro volta, le Società sono tenute a far rispettare ai loro atleti le disposizioni federali e a facilitare il
compito della Federazione e dei Tecnici preposti alle Squadre Nazionali e ai Club Azzurri.

      L’inosservanza degli obblighi del presente Regolamento costituisce mancanza disciplinare
e sarà soggetta alle relative sanzioni.
      La Segreteria Federale provvede alla notifica e/o alla convocazione degli atleti inviando
apposito avviso, con allegato il presente Regolamento.

ART. 5 - Albo dei “Nazionali” e degli “Azzurri”

       A cura della Federazione sono custoditi, presso la Sede Federale, l'Albo degli Atleti Nazionali e l’Albo
degli Atleti Azzurri relativo al quadriennio olimpico in corso.
       Gli Atleti Nazionali hanno diritto di fregiarsi dello scudetto tricolore assegnato dalla Federazione.
       Gli Atleti Azzurri hanno diritto di fregiarsi di uno speciale distintivo assegnato dalla Federazione.

ART. 6 - Pubblicità e sponsorizzazioni

        I diritti di immagine, pubblicitari e di sponsorizzazione in qualsiasi modo connessi all'attività svolta
dalla F.I.P.S.A.S. appartengono alla F.I.P.S.A.S. stessa per cui ne è vietato l'utilizzo, per scopi personali, dagli
Atleti e dai Tecnici.

       Gli Atleti Nazionali accettano che la loro immagine individuale e collettiva possa essere utilizzata dalla
Federazione per scopi pubblicitari e di sponsorizzazione entro i limiti fissati nei singoli contratti in essere. Una
dichiarazione in tal senso sarà sottoscritta da ogni Atleta e Tecnico.

            Cognome Nome                                                              Specialità



      Firma per accettazione
  ________________           ____                                    lì      __________


Approvato dal Consiglio Federale in data 12.12.2009 con deliberazione n. 338

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:45
posted:5/26/2010
language:Italian
pages:16