Docstoc

programma15514

Document Sample
programma15514 Powered By Docstoc
					                       Dipartimento di Farmacologia e Anestesiologia
                          Clinica di Anestesia e Medicina Intensiva
                    Universita' degli Studi di Padova - Direttore Prof. C.Ori


                             LE INFEZIONI IN TERAPIA INTENSIVA
                                       CORSO FULL

Evento Formativo previsto per il giorno, sabato 17 Novembre 2007, dalle ore 9,00 alle ore
19,45 per un totale di 8,30 ore di Formazione, a Padova presso la sede dell’Unità di
Simulazione Avanzata, Dipartimento di Farmacologia ed Anestesia, Clinica di Anestesia e
Medicina Intensiva, Università degli Studi di Padova, via Cesare Battisti, 267.

OBIETTIVO NAZIONALE /REGIONALE
L’evento risponde all’obiettivo nazionale /regionale della Commissione Continua in Medicina:
“Sistemi di valutazione, verifica e miglioramento degli interventi preventivi diagnostici, clinici e
terapeutici e di misurazione dell’efficacia, compresi i sistemi di valutazione, verifica e
miglioramento dell’efficienza ed appropriatezza delle prestazioni nei livelli di assistenza”.

PRESENTAZIONE DEL CORSO
Suddivisione discenti (n° 12)
Due gruppi da sei persone.
Ulteriore suddivisione in due sottogruppi da tre persone.
Ogni scenario viene vissuto da 3 discenti e osservato mediante maxischermo dagli altri 3; con
inversione di posizione e debriefing collettivo finale.
In contemporanea, il secondo sottogruppo do 6 persone viene diviso in 2 gruppi da 3 persone
ognuno, destinato alle esercitazioni in due sale rianimazione diverse.

INTRODUZIONE AL CORSO
Nel corso degli anni si è reso sempre più evidente il problema delle infezioni nosocomiali e
delle resistenze batteriche agli antibiotici, con gravi ripercussioni sulla salute dei pazienti e sulla
spesa sanitaria. Le Terapie Intensive rappresentano l’ambiente in cui il problema assume il
maggior peso, sia in termini di spesa farmaceutica per paziente, sia per la sopravvivenza dei
pazienti. Il problema può essere affrontato solo mettendo in atto tutti i provvedimenti
comportamentali atti a prevenire la trasmissione da paziente a paziente delle infezioni ed
adottando protocolli terapeutici appropriati per l’epidemiologia delle Terapie Intensive, con una
rigorosa sorveglianza delle resistenze agli antibiotici. Lo scopo del corso è quello di aggiornare
i partecipanti sugli aspetti teorici e soprattutto sugli aspetti pratici della terapia antibatterica ed
antifungina in Terapia Intensiva. Una serie di lezioni frontali introduce ai problemi clinici più
rilevanti. Il Corso si sviluppa poi attraverso una serie di scenari di realtà virtuale realizzati con
manichino HPS (Human Patient Simulator by METI), un simulatore in scala 1:1 dotato di un
software altamente sofisticato e versatile che rispecchia in maniera realistica le risposte
dell’organismo umano agli interventi terapeutici effettuati. L’utilizzo della simulazione avanzata
consente di affrontare in prima persona in modo realistico situazioni cliniche gravi dipendenti
da patologie infettive, quali quelle che si riscontrano in Terapia Intensiva. La simulazione
avanzata è affiancata da esercitazioni al letto del malato nelle Terapie Intensive dell’Istituto di
Anestesia e Rianimazione. Una seduta finale di debriefing collettivo consente ai partecipanti di

                                                                                                     1
confrontarsi sulle attività pratiche effettuate durante il Corso.

RAZIONALE SCIENTIFICO
Le infezioni gravi, le infezioni nosocomiali, le resistenze antibiotiche costituiscono un grave
problema che richiede strategie di prevenzione e trattamento comuni in ambiente ospedaliero e
intensivistico. La prevenzione e l’analisi dell’epidemiologia in terapia intensiva, la sorveglianza
delle resistenze agli antibiotici, l’eleborazione di protocolli terapeutici appropriati rappresentano
provvedimenti irrinunciabili per poter controllare il fenomeno, razionalizzare il trattamento e
migliorare la prognosi.

DESTINATARI DEL CORSO
Il corso è stato progettato per un piccolo gruppo di 12 partecipanti laureati in medicina e
chirurgia e in possesso del diploma di specializzazione in anestesia e rianimazione, al fine di
facilitare i discenti nella partecipazione ed osservazione diretta di casi clinici in sala operatoria e
di far acquisire, di conseguenza, non solo conoscenze teoriche, ma soprattutto abilità manuali,
tecniche e pratiche.

OBIETTIVI DEL CORSO
Aggiornare i partecipanti sulle infezioni gravi, sul loro tempestivo riconoscimento e adeguato
trattamento

METODOLOGIE DIDATTICHE
Per quanto riguarda la parte teorica, il corso sarà condotto con il supporto di slides che
presenteranno dei casi clinici come flash di stimolo per coinvolgere i discenti. Inoltre la parte
pratica si baserà sulla esecuzione da parte di tutti i partecipanti di attività pratiche o tecniche
su manichino e in sala di rianimazione su paziente.

MATERIALE DIDATTICO
Durante il Corso verranno consegnate ai partecipanti delle brochure che descrivono le varie
tipologie di maschera e le relative modalità di utilizzo sul paziente.
Inoltre a fine Corso verrà consegnata ad ogni partecipante una dispensa relativa alle relazioni
presentate durante il Corso.

ATTIVITA’ DI VERIFICA
Al termine del Corso verrà consegnato il questionario di verifica del’apprendimento              e del
gradimento del Corso.

PROGRAMMA DEL CORSO
Sabato 17 novembre 2007
Ore dalle 9.00 alle 19.45
Ore dalle 8.30 alle 9.00
Iscrizione dei partecipanti e consegna del materiale didattico.
Ore dalle 9.00 alle 11.45
SESSIONE 1
Titolo: I principali tipi di infezioni
Obiettivi educativi
1) Fare acquisire conoscenze teoriche e aggiornamenti sulle principali infezioni
2) Fare acquisire competenze per l’analisi e la risoluzione dei problemi relativi alle infezioni
Ore dalle 9.00 alle 9.25
Titolo I nuovi antibiotici

                                                                                                     2
Docente Antonella Dal Palù
Sostituto F.Baratto
Metodo didattico A2
Il docente attraverso una lezione introduttiva ed un breve dibattito con i partecipanti, descrive
l’argomento inerente al titolo
Tempo dedicato
25 minuti
Ore dalle 9.25 alle 9.50
Titolo La sepsi addominale
 Scale di valutazione dolore e sedazione
Docente Francesco De Marchi
Sostituto P. Persona
Metodo didattico A2
Il docente attraverso una lezione introduttiva ed un breve dibattito con i partecipanti, descrive
l’argomento inerente al titolo
Tempo dedicato
25 minuti
Ore dalle 9.50 alle 10.15
Titolo Le polmoniti
 Docente Dr. Fabio Baratto
Sostituto C. Ori
Metodo didattico A2
Il docente attraverso una lezione introduttiva ed un breve dibattito con i partecipanti, descrive
l’argomento inerente al titolo
Tempo dedicato
25 minuti
Ore dalle 10.15 alle 10.40
Titolo Le VAP
Docente Maurizio Furnari
Sostituto A. Dal Palù
Metodo didattico A2
Il docente attraverso una lezione introduttiva ed un breve dibattito con i partecipanti, descrive
l’argomento inerente al titolo
Tempo dedicato
25 minuti
Ore dalle 10.40 alle 11.05
Titolo Le infezioni catetere correlate
Docente Flavio Michielan
Sostituto S. Lago
Metodo didattico A2
Il docente attraverso una lezione introduttiva ed un breve dibattito con i partecipanti, descrive
l’argomento inerente al titolo
Tempo dedicato
25 minuti
Ore dalle 11.05 alle 11.30
Titolo Le infezioni fungine
Docente Paolo Feltracco
Sostituto M. Micaglio
Metodo didattico A2
Il docente attraverso una lezione introduttiva ed un breve dibattito con i partecipanti, descrive
l’argomento inerente al titolo
                                                                                                    3
Tempo dedicato
25 minuti
Ore dalle 11.30 alle 11.45
Titolo Introduzione al simulatore
Docente Carlo Ori
Sostituto U. Freo
Metodo didattico B1
Presentazione del manichino e dimostrazione tecnica sulle potenzialità di simulazione
fisiologica
Tempo dedicato
15 minuti
Ore dalle 11.45 alle 18.30
SESSIONE 2
Titolo Il paziente con infezione
Obiettivi educativi
1) Fare acquisire abilità manuali, tecniche e pratiche sul trattamento delle infezioni
2) Fare acquisire capacità relazionali e comunicative nell’ambito della gestione del paziente in
    terapia intensiva.
I DODICI PARTECIPANTI AL CORSO VENGONO DIVISI IN QUATTRO GRUPPI DA TRE
PERSONE OGNUNO ED IN SESSIONI CONTEMPORANEE SVOLGERANNO LE
MEDESIME ATTIVITÀ PRATICHE ANCHE SE DI CONTENUTO DIVERSO A DUE A DUE. DI
SEGUITO VENGONO DESCRITTE LE ATTIVITA’ CHE OGNI SINGOLO GRUPPO
ESEGUIRA’, IN MOMENTI DIVERSI, A SEGUIRE UNA TABELLA DESCRITTIVA CON I
VARI ORARI.
ATTIVITA’ 1
Titolo Polmonite da legionella
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti simulano su un manichino, la somministrazione
del farmaco e controllano i vari parametri che possono alterarsi, in uno scenario come quello
descritto nel titolo, quali l’insufficienza respiratoria, l’insufficienza cardiaca, ecc.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 2
Titolo Polmonite da legionella
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico B1
Proiezione in diretta del filmato che descrive la simulazione sul manichino da parte di uno dei
gruppi.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 3
Titolo Sepsi addominale
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti simulano su un manichino, la somministrazione
del farmaco e controllano i vari parametri che possono alterarsi, in uno scenario come quello
descritto nel titolo, quali l’insufficienza respiratoria, l’insufficienza cardiaca, ecc.
                                                                                              4
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 4
Titolo Sepsi addominale
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico B1
Proiezione in diretta del filmato che descrive la simulazione sul manichino da parte di uno dei
gruppi.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 5
Titolo Aspergillosi pomonare
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti simulano su un manichino, la somministrazione
del farmaco e controllano i vari parametri che possono alterarsi, in uno scenario come quello
descritto nel titolo, quali l’insufficienza respiratoria, l’insufficienza cardiaca, ecc.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 6
Titolo Aspergillosi pomonare
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico B1
Proiezione in diretta del filmato che descrive la simulazione sul manichino da parte di uno dei
gruppi.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 7
Titolo Gangrena di Fournier
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti simulano su un manichino, la somministrazione
del farmaco e controllano i vari parametri che possono alterarsi, in uno scenario come quello
descritto nel titolo, quali l’insufficienza respiratoria, l’insufficienza cardiaca, ecc.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 8
Titolo Gangrena di Fournier
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico B1
Proiezione in diretta del filmato che descrive la simulazione sul manichino da parte di uno dei
gruppi.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 9
Titolo Simulazione del trattamento delle infenzioni
                                                                                             5
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico B2
Due gruppi si confrontano sull’esperienza pratica effettuata sul manichino evidenziando
difficoltà e problematiche.
Tempo dedicato
15 minuti
ATTIVITA’10
Titolo Polmonite da legionella su paziente in terapia intensiva
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti visitano una sala di terapia intensiva dell’Azienda
Ospedaliera di Padova, valutano le condizioni del paziente, lo visitano, discutono sulla diagnosi
e formulano ipotesi di terapia.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’11
Titolo Sepsi addominale su paziente in terapia intensiva
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti visitano una sala di terapia intensiva dell’Azienda
Ospedaliera di Padova, valutano le condizioni del paziente, lo visitano, discutono sulla diagnosi
e formulano ipotesi di terapia.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’12
Titolo Aspergillosi polmonare su paziente in terapia intensiva
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti visitano una sala di terapia intensiva dell’Azienda
Ospedaliera di Padova, valutano le condizioni del paziente, lo visitano, discutono sulla diagnosi
e formulano ipotesi di terapia.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’13
Titolo Gangrena di Fournier su paziente in terapia intensiva
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico C1
Con l’aiuto diretto del docente, i partecipanti visitano una sala di terapia intensiva dell’Azienda
Ospedaliera di Padova, valutano le condizioni del paziente, lo visitano, discutono sulla diagnosi
e formulano ipotesi di terapia.
Tempo dedicato
30 minuti
ATTIVITA’ 14
Titolo Le infezioni in terapia intensiva
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
                                                                                                 6
Metodo didattico B2
Due gruppi si confrontano sull’esperienza pratica effettuata su un paziente in terapia intensiva,
evidenziando difficoltà e problematiche.
Tempo dedicato
15 minuti
                         GRUPPO 1             GRUPPO 2             GRUPPO 3           GRUPPO 4
   13,00-13,30           ATTIVITA 1           ATTIVITA 2          ATTIVITA 10        ATTIVITA 11
   13,30-14,00           ATTIVITA 3           ATTIVITA 4          ATTIVITA 11        ATTIVITA 10
   14,00-14,30           ATTIVITA 6           ATTIVITA 5          ATTIVITA 12        ATTIVITA 13
   14,30-15,00           ATTIVITA 8           ATTIVITA 7          ATTIVITA 13        ATTIVITA 12
   15,00-15,15           ATTIVITA 9           ATTIVITA 9          ATTIVITA 14        ATTIVITA 14
   15,15-15,45             PAUSA                 PAUSA              PAUSA               PAUSA
   15,45-16,15          ATTIVITA 10           ATTIVITA 11         ATTIVITA 1          ATTIVITA 2
   16,15-16,45          ATTIVITA 11           ATTIVITA 10         ATTIVITA 3          ATTIVITA 4
   16,45-17,15          ATTIVITA 12           ATTIVITA 13         ATTIVITA 6          ATTIVITA 5
   17,15-17,45          ATTIVITA 13           ATTIVITA 12         ATTIVITA 8          ATTIVITA 7
   17,45-18,00          ATTIVITA 14           ATTIVITA 14         ATTIVITA 9          ATTIVITA 9
   18,00-18,30             PAUSA                 PAUSA              PAUSA               PAUSA
Ore dalle 18,30 alle 19.45
SESSIONE 3
Titolo Il paziente settico e politraumatizzato
Obiettivi educativi
1) Fare acquisire competenze per l’analisi e la risoluzione dei problemi nei vari contesti di uso
   dell’analgosedazione
2) Fare acquisire capacità relazionali e comunicative nell’ambito della gestione del paziente in
   terapia intensiva o in situazione di emergenza
Ore dalle 18,30 alle 19,30
Titolo Le infezioni in terapia intensiva
Docente M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Sostituto M. Meroni, F. Baratto, U. Freo, A. Dal Palù
Metodo didattico B2
Tutti i partecipanti che erano stati divisi in 4 gruppi si confrontano sull’esperienza pratica
effettuata sul manichino e sul paziente in terapia intensiva, evidenziando difficoltà e
problematiche.
Tempo dedicato
60 minuti
Ore dalle 19.30 alle 19.45
Titolo Questionario di gradimento
Docente G. Armellin, F. Baratto, M. Micaglio, M. Meroni
Sostituto M. Meroni, M. Micaglio, F. Baratto, G. Armellin
Metodo didattico A2
I partecipanti compilano il questionario di apprendimento e di gradimento relativo alla giornata
di Corso.
Tempo dedicato
15 minuti

DIRETTORE DEL CORSO
Prof. Carlo Ori, Direttore della struttura complessa “Istituto di Anestesiologia e Rianimazione”
presso l’Azienda Ospedaliera di Padova

RESPONSABILE SCIENTIFICO
                                                                                                   7
Dott. Muzio Meroni, Dirigente Medico Istituto di Anestesia e Rianimazione, Azienda
Ospedaliera-Università di Padova

RELATORI
Prof. Carlo Ori:   Direttore U.O.C. Istituto di Anestesia e Rianimazione, Azienda
Ospedaliera-Università di Padova
Dr. Fabio Baratto: Dirigente Medico Istituto di Anestesia e Rianimazione, Azienda
Opsedaliera-Università di Padova
Dr. Antonella Dal Palù: Dirigente Medico Istituto di Anestesia e Rianimazione, Azienda
Opsedaliera-Università di Padova
Dr. Francesco De Marchi:         Direttore S.O.C. Chirurgia Oncologica Generale, Centro di
Riferimento Oncologico, Aviano (PN)
Dr. Paolo Feltracco:      Dirigente Medico Istituto di Anestesia e Rianimazione, Azienda
Opsedaliera-Università di Padova
Dr. Maurizio Furnari:     Dirigente Medico Istituto di Anestesia e Rianimazione, Azienda
Opsedaliera-Università di Padova
Dr. Flavio Michielan:     Dirigente Medico Istituto di Anestesia e Rianimazione, Azienda
Opsedaliera-Università di Padova


CURRICULA DEI DOCENTI


                                                                                       CURRICULUM VITAE

Muzio MERONI

nato il 22.5.1951
a Induno Olona (VA)

   Dirigente medico di 1° livello dell’Azienda Ospedaliera di Padova, in servizio presso Dipartimento di
    Farmacologia ed Anestesiologia “E. Meneghetti” dell’Università di Padova, U.O.C. Istituto di Anestesiologia
    e Rianimazione
   Responsabile Unità Operativa Semplice di Terapia Intensiva Polivalente dall’anno 2001



TITOLI DI STUDIO
   Laurea in Medicina e Chirurgia, 29.11.79, c/o Università di Padova
   Diploma di Specialista in Anestesia e Rianimazione, 19.7.82, c/o Università di Padova


ESPERIENZA PROFESSIONALE
Maturata c/o Istituto di Anestesiologia e Rianimazione – Università di Padova, dapprima in
qualità di Specializzando, poi Medico Frequentatore a tempo pieno e, successivamente, in
qualità di Dipendente con rapporto di lavoro a tempo pieno della USL 21, successivamente
Azienda Ospedaliera di Padova
  1980 – 1982      Frequenza Scuola di Specialità
  07.82 – 12.85    Attività presso reparti chirurgici vari
  01.86 – 04.87    Responsabile equipe anestesiologica c/o Div.Neurochirurgia
  05.87 – 12.87    Servizio c/o Unità di Rianimazione e Terapia Intensiva “Giustiniani”
  01.88 – 12.92    Responsabile Unità di Rianimazione e Terapia Intensiva “Giustiniani”
  01.93 – 09.94    Responsabile equipe anestesiologica e Unità Intensiva c/o Pronto Soccorso
                                                                                                             8
   10.94 – 06.98      Responsabile Unità di Rianimazione e Terapia Intensiva “Giustiniani” e TIPO
                       Cl.Chirurgica 4a
   07.98 – tuttora    Responsabile delle Unità di Rianimazione e Terapia Intensiva “Giustiniani” e
                       “Giustiniani 2”, e dell’equipe intensivistica c/o Pronto Soccorso


ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA
 Diploma TPM, Transplant Procurement Management, conseguito al “1° Corso Nazionale per Coordinatori
  alla Donazione e Prelievo di Organi”, 24-27 novembre 1997, Frascati, Roma
 Docente al “1° Corso di Perfezionamento in Scienze dei Trapianti d’Organo – Anno Accademico 1996/97 –
  Università di Padova”, maggio 1997
 Docente al 1° Corso di Perfezionamento Postuniversitario in “Coordinamento delle attività di prelievo e
  trapianto” A.A. 1997-98 – Università di Padova
 Docente al 2° Corso di Perfezionamento Postuniversitario in “Coordinamento delle attività di prelievo e
  trapianto” A.A. 1998-99 – Università di Padova
 Docente al “Corso Introduttivo per Coordinatori alla Donazione e Prelievo di Organi”, 5-6 febbraio 1999,
  Abano Terme
 Docente al Corso di Formazione “L’emergenza intraospedaliera”, Ufficio Formazione Azienda Ospedaliera
  Padova, edizioni Anno 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007
 Docente al Corso di Formazione “La respirazione e l’uso dei ventilatori”, Ufficio Formazione Azienda
  Ospedaliera Padova, Anno 2002
 Docente al corso di Formazione “Donazione e trapianti, aspetti clinici, assistenziali e amministrativi”, Ufficio
  Formazione Azienda Ospedaliera Padova, edizioni Anno 2004, 2005, 2006
 Professore a Contratto per insegnamenti di anestesia e di terapia intensiva c/o le Scuole di Specializzazione
  dell’Università di Padova
                                              Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso                    1986 -
                                              1992
                                                  Chirurgia Generale                             1992 - 1997
                                                  Dermatologia e Venereologia                    1998 - 2007
                                                  Nefrologia                                     2006 - 2007
                                                  Anestesia e Rianimazione                       1990 - 2007
   Assistenza a laureandi e specializzandi nella compilazione delle tesi di laurea e di specialità
   Coautore di 56 pubblicazioni di vari argomenti nel campo dell’anestesia e della terapia intensiva

Padova, 31 gennaio 2007.


CURRICULUM FORMATIVO-PROFESSIONALE DEL Dr. BARATTO FABIO

Nato a Montagnana il 17.08.1962.

Iscritto nell'anno accademico 1981-82 alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Padova.

Ha svolto il corso laureandosi il 04.11.1087 con votazione di 110/110 con lode discutendo la tesi: “Problemi
anestesiologici ed intensivo-terapici in chirurgia toracica: 7 anni di esperienze".

Nella seconda sessione dell'anno 1987 ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione medica.

E’ risultato essere tra i vincitori del concorso pubblico per il conseguimento di borse di studio per iscritti alla
scuole di Anestesia e Rianimazione bandito dalla regione Veneto, della durata di tre anni (87-88, 88-89, 89-
90).

Ha conseguito in data 12.07.1990 il titolo di specialista in Anestesia e Rianimazione, riportando la votazione
                                                                                                                 9
di 70/70 e lode e discutendo la tesi: "Potenziali Evocati Motori nel trauma cranico grave".

Dal Dicembre 1987 svolge frequenza continuativa presso l'istituto di Anestesia e Rianimazione dell'O.C. di
Padova.

Assistente ospedaliero di ruolo USL 21 di Padova c/o Istituto di Anestesiologia e Rianimazione, Università
di Padova dall’Ottobre 1993 fino a Gennaio 1997.

Aiuto corresponsabile ospedaliero di ruolo, Azienda Ospedaliera di Padova c/o Istituto di Anestesiologia e
Rianimazione , Università di Padova dal Gennaio 1997 a tutt’ora.

Autore / coautore di 87 pubblicazioni di vari argomenti nel campo della anestesia, terapia intensiva e
algologia.

Relatore a numerosi congressi nazionali ed internazionali.

Attribuzione di funzioni di Professore a contratto per insegnamenti di anestesia e terapia intensiva c/o la
scuola di specializzazione in Anestesiologia e Rianimazione dell’Università di Padova dall’anno accademico
1992-93 a tutt’ora.

Relatore e correlatore con assistenza a laureandi e specializzandi nella compilazione delle tesi di laurea e di
diploma.


Padova giovedì 30 marzo 2006


Fabio Baratto

                                     Dott. Francesco De Marchi
                                         Nato a Feltre (BL) il 1/9/1955
                                       CURRICULUM VITAE

INFORMAZIONI PERSONALI
Luogo di nascita : Feltre (BL)
Data di nascita : 1 Settembre 1955
Residenza: Via Falloppio 34, 35121 Padova (PD)
Recapito telefonico: 049-652504.

TITOLI ACCADEMICI E IDONEITÀ’
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova il 02/07/1981
Abilitazione all’esercizio professionale presso l’Università di Padova nella 2° Sessione 1981
Diploma di Specializzazione in Chirurgia Generale presso l’Università’ di Padova il 17.07.1986
Diploma di Specializzazione in "Anestesia e Rianimazione" presso l'Università di Padova, 13/12/2005.

LAVORO E CARRIERA

1979-80 Allievo interno presso l’Istituto di Clinica Chirurgica (Diretto dal Prof P.G. Cevese), servizio di
Chirurgia Toracica (diretta dal Prof. Sartori ).

1981-88 Medico frequentatore e specializzando della Scuola di Chirurgia Generale presso gli Istituti di
      Patologia Chirurgica 3° ed in seguito 1° (Diretti dal Prof. M.Lise)
                                                                                                             1
                                                                                                            10
                                                                                                             0
Dal 1/1/1981 al 1/8/89 Ha svolto servizio di Guardia Medica presso l’USSL n. 1 di Belluno e l'USSL n.
       21 di Padova

Dal 14/8/89 al 31/12/93 Assistente Medico di ruolo presso l’Istituto di Patologia Chirurgica 1, poi
Clinica Chirurgica 2° dell’Università di Padova diretta dal Prof. Mario Lise.

Dal 1989 al 1998 Servizio presso il Pronto Soccorso Chirurgico dell'Azienda Ospedale di Padova.

Dal 30/12/93 al 13/3/94 Primo livello dirigenziale fascia sub B Assistente medico nello stesso incarico
presso l’Istituto di Clinica Chirurgica Generale 2

Dal 14/3/94 al 5/12/96 Primo livello dirigenziale fascia sub A Aiuto Corresponsabile Ospedaliero.

Dal 6/12/96 al 30/7/99 Dirigente Medico I Livello Aiuto Corresponsabile Ospedaliero.

Dal 31/7/99 al 14/4/2005 Dirigente Medico con rapporto esclusivo, disciplina chirurgia generale tempo
       indeterminato, con rapporto di lavoro tempo Unico.

Dal 14/4/2005 al 31/01/2006 Dirigente medico responsabile dell’Unità di Chirurgia Generale presso la
       Casa di Cura convenzionata – Presidio Ospedaliero “Madonna della Salute” di Porto Viro –
       USSL Adria (RO).
Dal 1/2/2006 ed attualmente Direttore della S.O.C. di Chirurgia Oncologica Generale del Centro di
       Riferimento Oncologico di Aviano (PN).


ATTIVITA’ CLINICA POST-LAUREA

Corso di Aggiornamento in Colo-Proctologia presso l'Istituto di Patologia Chirurgica 1° dell'Università
di Padova 7-11 Aprile 1986.

Visitor presso il “Gastric and Mixed Tumour Service” del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di
New York per la chirurgia del cancro del pancreas, del melanoma cutaneo e dei sarcomi dei tessuti molli
dal 6/1/ al 18/2/1986 .

Corso di Chirurgia laparoscopica avanzata presso la Free University - Hopital Saint Pierre di Brussel
(Belgio) 1994

Corso di Perfezionamento Post-laurea di “Chirurgia delle ernie inguinali” presso la Divisione di
Chirurgia geriatrica dell'Università di Padova, 20-23 Febbraio 1995.

Corso di Chirurgia laparoscopica di base c/o Istituto di Ricerca Contro Il Cancro Chirurgia dell'Apparato
Digestivo dell' Università di Strasburgo 8-13/5/1995.

Visitor presso il Centro di chirurgia laparoscopica avanzata presso il Dipartimento di Chirurgia
Digestiva dell'Hopital Saint-Pierre di Bruxelles 29/01-9/2/1996.

Visitor presso il Trauma Center dell’Università del Sud-California (Lac-Usc) di Los Angeles dal
20/9/1999 al 11/10/1999

Visitor presso il Dipartimento di Chirurgia dell’esofago dell'Università del Sud California ( Lac-Usc) di
Los Angeles per 15 gg nell'Ottobre 2000.
                                                                                                         1
                                                                                                        11
                                                                                                         1
Corso di Perfezionamento Post-laurea di "Chirurgia Laparoscopica Avanzata" presso l'Ospedale Civile di
Castelfranco Veneto (TV) 12-16 Marzo 2001

Corso Perfezionamento Post-laurea di “Chirurgia della tiroide e delle paratiroidi” presso la Clinica
Chirurgica 3 dell'Università di Padova, 25-29 Marzo 2002.

Attività chirurgica generale presso Ospedale “Ilaria Alpi” dell’organizzazione umanitaria “Emergency”
in Battambang, Cambogia nel periodo Marzo-Maggio 2004.

Attività di Chirurgia del Trauma - Chirurgia di Guerra presso l’Ospedale dell’organizzazione umanitaria
“Emergency” in Kabul – Afghanistan nel periodo Gennaio- Aprile 2005.




                                                                                                        1
                                                                                                       12
                                                                                                        2
ATTIVITA’ DIDATTICA

Professore a contratto di "Tecniche Chirurgiche" nella 1° Scuola di Chirurgia Generale (2° anno ) dal
1992 al 1997.
Professore a contratto di "Anatomia Chirurgica e Tecniche Chirurgiche" al 3° anno e di "Trattamento
acuto del Politraumatizzato" al 4° anno della Scuola di Specializzazione di Chirurgia Generale ad
indirizzo d'Urgenza dell'Università di Padova dal 1997 al 2005.
Professore a contratto per l'insegnamento di "chirurgia d'urgenza e trattamento d'urgenza del
politraumatizzato" nella Scuola di Medicina d'Urgenza dell'università di Padova dal 2000 al 2005.
Professore a contratto per l'insegnamento di " Aggiornamenti di Chirurgia Generale e delle Specialità
Chirurgiche" nella Scuola per "Dirigenti e Docenti di Scienze Infermieristiche" dell'Università di Padova
dal 1992 al 2003.
Istruttore e Direttore corsi per il Triveneto dell'ATLS (Advanced Trauma Life Support) (Capitolo
dell’American College of Surgeons), corso per medici dell'area Emergenza-Rianimazione-Pronto
Soccorso per la valutazione e trattamento immediato del traumatizzato grave.

INTERESSI DI RICERCA

Chirurgia oncologica dei tumori solidi, in particolare di stomaco, colon-retto, pancreas ed esofago.

Chirurgia d'urgenza ed in particolare del politraumatizzato.

Rianimazione/cure intensive del post-operatorio.

Chirurgia mini-invasiva

Chirurgia bariatrica



PARTECIPAZIONE A CORSI DI PERFEZIONAMENTO E CONGRESSI

Ha partecipato a 30 Congressi/Giornate di Aggiornamento, 10 in qualità di Relatore.
Ha partecipato a 18 Corsi ATLS in qualità di Direttore e/o Istruttore di corso.

PUBBLICAZIONI

Autore o co-Autore di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali di cui 38 articoli
in extenso, 24 abstracts, 33 lavori presentati a Congressi nazionali ed Internazionali, 5 capitoli di volume.
                                                   LAVORI IN RIVISTE

   1.   Zavagno G; Cagol PP; Buzzatti A; De Marchi F.
        Il feocromocitoma non ipertensivo. Descrizione di due casi clinici.
        Chir Italiana 1982; 34;1402-1416.

   2.   Cagol PP; Da Pian PP; Zavagno G; De Marchi F; Miotto D.
        Prognostic value of hepatic tumor vascularity.
        J Exp Clin Cancer Res 1982; 1;169-174.

   3.   Cagol P.P., Buzzatti A., Andriulo B., De Marchi F., Mastrangelo G., Pennelli N.
        The incidence of primary malignant tumours of the liver in the province of Padua, 1974-80.
        J Exp Clin Cancer Res 1982; 1;83-88.

                                                                                                           1
                                                                                                          13
                                                                                                           3
1.   De Marchi F; Nitti D; Serafini F; Zane D; Bassetto P; Rossi CR; Favretti F.
     Occlusione del tenue da ernia mesocolica destra. Descrizione di un caso e revisione della letteratura.
     Chir Triveneta 1985; 25;3: 336-338.

2.   Favretti F; Nitti D; Rossi CR; De Marchi F; Inehlmen EA; Enzi G; Lise M.
     La gastroplastica verticale nel trattamento dell'obesità grave. Risultati preliminiri.
     Giornale Chirurgia 1986; 7;10: 1190-1192.

3.   De Marchi F; Da Pian PP; Marchet A; Nitti D; Pucciarelli S; Di Mario F; Farinati F; Zane D; Lise M. Polipi dello
     stomaco: problemi di diagnosi e trattamento.
     Chir Triveneta 1987; 27;2: 164-165.

4.   Zavagno G; Nitti D; Marchet A; Moschin N; Belluco C; De Marchi F; Serafini F; Lise M.
     Significance of serum ferritin in patients with gastric cancer and colo-rectal cancer.
     Eur J Cancer Clin Oncol 1987; 23;7: 1077-1078.

5.   Zavagno G; Nitti D; Segato G; Moschin N; De Marchi F; Lise M.
     La linfadenectomia nel cancro gastrico. La nostra esperienza su 102 casi consecutivi.
     Acta Chir Ital 1988; 44;4: 827-830.

6.   Romano M, Casacci F, De Marchi F, Pacei T, Esteve A, Lomuscio G, Mennini T,
     Salmona M.
      Effects of aspartame and carbohydrate administration on human and rat plasma
     large neutral amino acid levels and rat brain amino acid and monoamine levels.
     J Nutr. 1989 Jan;119(1):75-81.


7.   Pucciarelli S, Toppan P, Chemello F, Da Pian P, De Marchi F, Lise M.
     La terapia chirurgica delle enteriti attiniche croniche.
     Acta Chir Ital 1992, 48, 562-565.
     0001-5466 - #.

8.   Lise M, Favretti F, Enzi G, Segato G, Belluco C, De Marchi F.
     L'approccio chirurgico all'obesità grave.
     Polso 1992, 8, 16-22.

9.   Zanella A, Favretti F, Marchet A, De Marchi F, Nitti D, Lise M.
     Indicazioni alla terapia chirurgica delle metastasi polmonari.
     Chirurgia 1992, 5, 586-588.

10. Favretti F, De Marchi F, Segato G, Zanella A, Lise M.
    Gli interventi restrittivi gastrici.
    Bollettino UICO 1992, 1, 1-3.

11. Favretti F, Enzi G, Pizzirani E, Segato G, Belluco C, Pigato P, Busetto L, De Marchi F, Lise M.
    Adjustable silicone gastric banding (ASGB): the Italian experience.
    Obes Surg 1993, 3, 53-56.
    0960-8923 - #.

12. Zanella A, De Marchi F, Marchet A, Toppan P, Nitti D.
    Il nodulo polmonare solitario: approccio diagnostico e terapeutico.
    Acta Chir Ital 1993, 49, 55-57.
    0001-5466 - #.

13. Rossi CR, Nitti D, Foletto M, Alessio S, Seno A, Segato G, Mancino G, De Marchi F, Ninfo V, Lise M.
    Management of primary sarcomas of the retroperitoneum.
    Eur J Surg Oncol 1993, 19, 355-360.
    0748-7983 - #.

14. De Marchi F, Belluco C, Zanella A, Taboga L, Nitti D, Lise M.
    Effetti del drenaggio biliare preoperatorio (DBP) nel paziente con ittero neoplastico sottoposto a

                                                                                                                         1
                                                                                                                        14
                                                                                                                         4
    duodenocefalopancreasectomia.
    Chirurgia 1993, 6, 366-369.

15. Zanella A, Marchet A, De Marchi F, Vecchiato A, Nitti D.
    Metastasi pancreatica tardiva da carcinoma renale.
    Chirurgia 1994, 7, 232-233.

16. Lise M, De Marchi F.
    Un nodo risolutore.
    Ricerca Roche 1994, 4, 48-49.

17. Lise M, Favretti F, Belluco C, Segato G, De Marchi F, Foletto M, Enzi G, Busetto L.
    Stoma adjustable silicone gastric banding: results in 111 consecutive patients.
    Obes Surg 1994, 4, 274-278.
    0960-8923 - 0,073.

18. Zanella A, Favretti F, De Marchi F, Nitti D.
    Terapia chirurgica delle metastasi polmonari da carcinoma colo-rettale.
    Chirurgia 1994, 3, 124-126.

19. Zanella A, Marchet A, Favretti F, De Marchi F, Nitti D.
    Validità del trattamento chirurgico nel carcinoma polmonare non a piccole cellule con invasione dei linfonodi
    medistinici (N2).
    Chirurgia 1994, 7, 25-27.

20. Favretti F., Belluco C., Segato G., De Marchi F., Busetto L., Enzi G., Lise M
    Bendaggio gastrico regolabile: nostra esperienza su 111 casi consecutivi.
    Chirurgia Triveneta, Vol 34 (1):6-9. 1994.

21. Favretti F, Cadiere GB, Segato G, Bruyns J, De Marchi F, Himpens J, Belluco C, Lise M.
    Laparoscopic placement of adjustable silicone gastric banding: early experience.
    Obes Surg 1995, 5, 71-73.
    0960-8923 - 0,139.

22. Favretti F, Cadiere GB, Segato G, Bruyns J, De Marchi F, Himpens J, Foletto M, Lise M.
    Laparoscopic adjustable silicone gastric banding: techniques and results.
    Obes Surg 1995, 5, 364-371.
    0960-8923 - 0,139.

23. Busetto L, Valente P, Pisent C, Segato G, De Marchi F, Lise M, Enzi G.
    Eating pattern in the first year following adjustable silicone gastric banding (ASGB) for morbid obesity.
    Int J Obesity 1996, 20, 539-546.
    0307-0565 - 1,759.

24. Favretti F, Cadiere GB, Segato G, Himpens J, Busetto L, De Marchi F, Vertruyen M, Enzi G, De Luca M, Lise M.
    Laparoscopic adjustable silicone gastric banding (Lap-Band): how to avoid complications.
    Obes Surg 1997, 7, 352-358.
    0960-8923 - 0,716.

25. Busetto L, Pisent C, Segato G, De Marchi F, Favretti F, Lise M, Enzi G.
    The influence of a new timing strategy of band adjustment of the vomiting frequency and the food comsumption of
    obese women operated with laparoscopic adjustable silicone gastric banding (LAP-BAND).
    Obes Surg 1997, 7, 505-512.
    0960-8923 - 0,716.

26. Favretti F, Cadiere GB, Segato G, Busetto L, Loffredo A, Vertruyen M, Enzi G, Caniato D, De Marchi F, Lise M.
    Bariatric analysis and reporting outcome system (BAROS) applied to laparoscopic gastric banding patients.
    Obes Surg 1998, 8, 500-504.
    0960-8923 - 1,360.

27. Busetto L, Pisent C, Rinaldi D, Longhin PL, Segato G, De Marchi F, Foletto M, Favretti F, Lise M, Enzi G.
    Variation in lipid levels in morbidly obese patients operated with the LAP-BAND adjustable gastric banding system:

                                                                                                                     1
                                                                                                                    15
                                                                                                                     5
         effects of different level of weight loss.
         Obes Surg 2000, 10, 569-577.
         0960-8923 - 1,464.

     28. Busetto L, Segato G, De Marchi F, Foletto M, De Luca M, Caniato D, Favretti F, Lise M, Enzi G.
         Outcome predictors in morbidly obese recipients af an adjustable gastric band.
         Obes Surg 2002, 12, 83-92.
         0960-8923 - 2,356.

     29. Busetto L, Tregnaghi A, De Marchi F, Segato G, Foletto M, Sergi G, Favretti F, Lise M, Enzi G.
         Liver volume and visceral obesity in women with hepatic steatosis gastric banding.
         Obes Res 2002, 10, 408-411.
         1071-7323 - 3,025.

     30. Favretti F, Segato G, De Marchi F, De Luca M, Lise M, Cadiere GB, Himpens J, Capelluto E, Gaudissart Q.
         An adjustable silicone gastric band for laparoscopic treatment of morbid obesity. Technique and results.
         Surg Technol Int 2002, 10, 109-114.

     31. Favretti F, Cadiere GB, Segato G, Himpens J, De Luca M, Busetto L, De Marchi F, Foletto M, Caniato D, Lise M,
         Enzi G.
         Laparoscopic banding: selection and technique in 830 patients.
         Obes Surg 2002, 12, 385-390.

     32. Favretti F, Segato G, De Marchi F, De Luca M, Lise M, Cadiere GB, Himpens J, Cappelluto E, Gaudissart Q.
         An adjustable silicone gastric band for laparoscopic treatment of morbid obesity. Techniques and results.
         Surg Technol Int 2002, 10, 109-114.

     33. Pomerri F., De Marchi F., Barbiero G., Di Maggio A., Zavarella C.: “Radiology for laparoscopic adjustable gastric
         banding: a simplified follow-up examination method”. Obesity Surgery, 13, 901-908. 2003

     34. Busetto L, Segato G, De Marchi F, Foletto M, De Luca M, Favretti F, Enzi G.
         Postoperative management of laparoscopic gastric banding.
         Obes Surg. 2003 Feb;13(1):121-7.

     35. Foletto M, De Marchi F, Bernante P, Busetto L, Pomerri F.
         Late gastric pouch necrosis after Lap-Band, treated by an individualized
         conservative approach.
         Obes Surg. 2005 Nov-Dec;15(10):1487-90.

     36. Busetto L, Segato G, De Luca M, De Marchi F, Foletto M, Vianello M, Valeri
         M, Favretti F, Enzi G.
         Weight loss and postoperative complications in morbidly obese patients with
         binge eating disorder treated by laparoscopic adjustable gastric banding.
         Obes Surg. 2005 Feb;15(2):195-201.

     37. Busetto L, Sergi G, Enzi G, Segato G, De Marchi F, Foletto M, De Luca M,
         Pigozzo S, Favretti F.
         Short-term effects of weight loss on the cardiovascular risk factors in
         morbidly obese patients.
         Obes Res. 2004 Aug;12(8):1256-63.

     38. Castaldi F., Marino M., Beneduce L., Bellico C., De Marchi F., Mammano E., Nitti D., Lise M., Fassina G.
         Detection of circulating CEA-IgM complexes in early stage colorectal cancer.
         Int J Biol Markers. 2005 Oct-Dec;20(4):204-8.


                                                PRESENTAZIONE A CONGRESSI


1.       Lise M; De Marchi F; Nitti D; Favretti F.
         Il trattamento chirurgico del carcinoma gastrico antrale.
         I Giornata Ascolana di Chirurgia Oncologica "Il Cancro Gastrico".

                                                                                                                              1
                                                                                                                             16
                                                                                                                              6
      Ascoli Piceno 9/11/1985; 79-84.

2.    Lise M; Favretti F; Nitti D; Cagol PP; Zavagno G; Ishaq-Waris K; Rossi CR; De Marchi F.
      Attuali orientamenti nella diagnostica precoce del carcinoma dello stomaco.
      II Congresso Congiunto SIPAD-AICEB.
      Padova 18-20/4/1985; 165-6.

3.    Lise M; De Marchi F; Nitti D; Rossi CR; Favretti F.
      Il trattamento dei sarcomi delle parti molli.
      IX Congresso Nazionale SICO.
      Santa Margherita di Pula 25-28/9/1985; 25-34.

4.    Rossi CR; De Marchi F; Nitti D; Favretti F; Alessio S; Segato G; Marchet A; Lise M.
      Il ruolo della relaparatomia nella strategia terapeutica dei pazienti con tumori gastrointestinali.
      IX Congresso Nazionale SICO.
      Santa Margherita di Pula 25-28/9/1985; 151-4.

5.    Marchet A; Nitti D; De Marchi F; Serafini F; Farinati F; Zavagno G; Cardin F; Lise M.
      La displasia gastrica in pazienti operati per carcinoma gastrico in fase early.
      X Congresso Nazionale SICO.
      Cefalù 24-27/9/1986; 69-73.

6.    Zavagno G; Nitti D; De Marchi F; Vecchiato A; Rossi CR; Lise M.
      Fattori di rischio di ripresa di malattia dopo chirurgia radicale per carcinoma gastrico.
      X Congresso Nazionale SICO.
      Cefalù 24-27/9/1986; 91-5.

7.    De Marchi F; Nitti D; Rossi CR; Stocco N; Zavagno G; Zane D; Favretti F; Lise M.
      Trattamento chirurgico delle recidive dei sarcomi dei tessuti molli.
      X Congresso Nazionale SICO.
      Cefalù 24-27/9/1986; 777-82.

8.    Rossi CR; Vanzelli M; De Marchi F; Nitti D; Caldironi MW; Martello T; Serafini FM; Lise M.
      Stadiazione preoperatoria dei pazienti con melanoma cutaneo.
      X Congresso Nazionale SICO.
      Cefalù 24-27/9/1986; 789-93.

9.    Zavagno G; Nitti D; De Marchi F; Marchet A; Moschin N; Lise M.
      Comportamento della ferritinemia in pazienti portatori di carcinoma dello stomaco e del colon-retto.
      I Congresso Nazionale SIFIPAC.
      Padova 13-15/11/1986; 244-6.

10.   Lise M; de Marchi F; Pregnolato P; Fassina AS.
      Trattamento chirurgico dei tumori retroperitoneali.
      XI Congresso Nazionale SICO.
      Genova 5-8/12/1987; 347-354.

11.   Lise M; Nitti D; De Marchi F; Zane D; Marchet A.
      Il cancro dello stomaco nell'anziano.
      Convegno "L'anziano e il Cancro".
      Padova 16/5/1987; 29-35.

12.   Lise M; Nitti D; Zavagno G; De Marchi F; Marchet A; Belluco C; Fiorentino M; Guimaraes Dos Santos J; Buyse M;
      Duez N.
      Chemioterapia adiuvante con FAM2 nel carcinoma gastrico resecabile: studio clinico controllato dell'EORTC
      Gastrointestinal Tract Cancer Cooperative Group.
      1st International Course "Oncologic Surgery and Perioperative Management".
      Roma 8-9/12/1988; 397-400.

13.   Belluco C; Marchet A; Pomerri F; De Marchi F; Zangrande P; Nitti D; Lise M.
      Valutazione radiologica dell'integrità anastomotica dopo intervento chirurgico sul grosso intestino.
      II Congresso Nazionale della Federazione Italiana di Colonproctolgia.

                                                                                                                  1
                                                                                                                 17
                                                                                                                  7
      Padova 29/9-1/10/1988; 239-43.

14.   Marchet A; Zilio P; Zane D; Kalamian H; De Marchi F; Nitti D; Lise M.
      Il cancro del colon-retto in pazienti di età avanzata.
      II Congresso Nazionale della Federazione Italiana di Colonproctolgia.
      Padova 29/9-1/10/1988; 267-73.

15.   Lise M; De Marchi F; Ishaq-Waris K; Orsini C.
      Metastasi ai linfonodi ascellari quale primo segno di malattia.
      91° Congresso SIC.
      Roma 30/9-4/10/1989; 59-62.

16.   Favretti F; Segato G; De Marchi F; Zavagno G; Nitti D; Lise M.
      L'utilizzazione della suturatrice lineare TA-90-B in chirurgia bariatrica.
      X Congresso SIPAD "Aggiornamenti in Patologia dell'Apparato Digerente".
      Folgaria 2-4/3/1989; 933-5.

17.   Favretti F; Pucciarelli S; Segato G; Toppan P; De Marchi F; Zanella A; Nitti D; Lise M.
      Vagotomia superselettiva e piloroplastica nel trattamento dell'ulcera duodenale stenosante.
      XI Congresso Nazionale SIPAD.
      Trieste 2-5/5/1990; 1075-8.

18.   Favretti F; Bertazzo S; De Marchi F; Banzato O; Lise M.
      Indagine sull'attività chirurgica svolta in alcuni programmi di cooperazione sanitaria italiana nei paesi in via di
      sviluppo.
      92° Congresso SIC.
      Roma 21-25/10/1990; Atti (I): 343-5.

19.   Favretti F; Segato G; De Marchi F; Pucciarelli S; Nitti D; Lise M.
      Malfunzionamento delle suturatrici lineari come causa di fistola gastro-gastrica nella gastroplastica verticale.
      II Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana di Viscero-Sintesi.
      Ischia 13-15/5/1990; Giornale di Chirurgia 1991; 12(3): 157-8.

20.   Rossi CR; De Marchi F; Segato G; Alessio S; Foletto M; Irsara S; Mancino G; Vecchiato A; Martello T; Fornasiero
      A; Ghiotto C; Sotti G; Lise M.
      Sarcomi delle parti molli: esperienza su 92 casi.
      II Giornata Nazionale su "I tumori Muscoloscheletrici".
      Milano 5/4/1990; Argomenti di Oncologia 1990; 11(4): 409-13.

21.   De Marchi F; Pucciarelli S; Da Pian PP; Zavagno G; Belluco C; Nitti D; Lise M.
      Tumori periampollari. La nostra esperienza.
      XV Congresso Nazionale SICO.
      Padova 7-9/10/1991; Atti (II): 179-83.

22.   Favretti F; Zanella A; De Marchi F; Marchet A; Braccio F; Orsini C; Valzani C; Nitti D; Lise M.
      Stadiazione non invasiva (TAC) della malattia N2 nel carcinoma polmonare non a piccole cellule.
      XV Congresso Nazionale SICO.
      Padova 7-9/10/1991; Atti (II): 287-90.

23.   Zanella A; Favretti F; Marchet A; De Marchi F; Zilio P; Nitti D; Lise M.
      Terapia chirurgica delle metastasi polmonari.
      XV Congresso Nazionale SICO.
      Padova 7-9/10/1991; Atti (II): 299-302.

24.   Favretti F; Segato G; Zanella A; Marchet A; De Marchi F; Nitti D; Lise M.
      Caratteristiche tecniche del bendaggio gastrico regolabile (BGR).
      XVI Congresso Nazionale SIRC.
      Trieste 9-11/5/1991; 53-54.

25.   Favretti F; De Marchi F; Segato G; Zanella A; Lise M.
      Gli interventi restrittivi gastrici.
      I Congresso Nazionale GICO.

                                                                                                                             1
                                                                                                                            18
                                                                                                                             8
          1991;
 26.      Lise M; Da Pian PP; Pilati PL; Balduino M; Osti E; Zucchella M; De Marchi F.
          Il trattamento chirurgico degli angiomi epatici.
          Congresso Italo-Sovietico della Società Triveneta di Chirurgia.
          Treviso 26-27/4/1991; Acta Chirurgica Italica 48(3): 462-6.

 27.      Lise M; Favretti F; Enzi G; Segato G; Belluco C; Busetto L; De Marchi F.
          Bendaggio gastrico regolabile: esperienza personale su 85 casi.
          UICO, XII Congresso Nazionale.
          Verona 12-15/4/1992; Atti: 662-666.

 28.      Zavagno G; Azzolin A; Nitti D; Meggiolaro F; De Marchi F; Lise M.
          Il follow-up nelle pazienti operate per carcinoma della mammella.
          SICO, XVII Congresso Nazionale.
          Napoli 19-23/9/93; Atti (II): 535-539.

 29.      *Zanella A., De Marchi F., Mainente P., Nitti D., Lise M.
          Resezione di metastasi polmonari da carcinoma colo-rettale.
          SICO, XVII Congresso Nazionale.
          Napoli 19-23/9/93; Atti (I): 217-220.

 30.      Da Pian PP; Balduino M; De Marchi F; Pilati Pl.
          Gastrostomia laparoscopica.
          Convegno "Tecniche di nutrizione enterale e loro gestione".
          Padova 1/10/93; Atti: 21-22.

 31.      Lise M., Favretti F., De Marchi F., Segato G., Enzi G., Busetto L.
          Bendaggio gastrico regolabile. Esperienza di 5 anni.
          IV Congresso Nazionale GICO. Ancona 10 Maggio 1996.

 32.      Favretti F., Segato G., De Marchi F., Busetto L., Enzi G., Lise M.
          Chirurgia restrittiva gastrica e malassorbitiva: Quali i criteri di scelta?
          IV Congresso Nazionale GICO. Ancona 10 Maggio 1996.

33.       Favretti F; Cadiere GB; Segato G; Himpens J; Busetto L; De Marchi F; Vertruyen M; Enzi G; Lise M. Laparoscopic
          adjustable silicone gastric banding (LAP-BAND): how to avoid complications.
          XVII Congresso Nazionale SIEC.
          Firenze 18-20/10/1997; 275-279.


                                                            ABSTRACTS

      1) Cagol PP; Buzzatti A; Andriulo B; De Marchi F; Mastrangelo C; Lise M.
          Indagine epidemiologica descrittiva sui tumori maligni primitivi del fegato e delle vie biliari nella provincia di
          Padova.
          Incontri di Oncologia APSIT, Chianciano Terme 1981, Riassunti delle Comunicazioni: 2.

      2) Cagol PP; Buzzatti A; Andriulo B; De Marchi F; Mastrangelo C; Lise M.
          Valore prognostico della vascolarizzazione delle neoplasie epatiche in trattamento loco-regionale.
          Incontri di Oncologia APSIT, Chianciano Terme 1981, Riassunti delle Comunicazioni: 28.

      3) Lise M; Cagol PP; Andriulo B; Buzzatti A; Da Pian PP; De Marchi F; Mastrangelo G.
          Incidence of cancer of the rectum in the province of Padua.
          7th Annual Meeting of the European Society of Medical Oncology, Lausanne 1981, Book of Conference.

      4) Zavagno G; Cagol PP; Da Pian PP; Pucciarelli S; De Marchi F.
          Le complicanze dei trattamenti loco-regionali delle neoplasie epatiche inoperabili.
          Medicina Domani, Genova '82 "Tumori del Colon-Retto e Fegato Metastatico".
          Genova 1981, Abstract Book: 253.

      5) Cagol PP; Da Pian PP; Buzzatti A; Zavagno G; De Marchi F; Nitti D; Lise M.
          Loco-regional treatments for diffuse colo-rectal liver metastases.

                                                                                                                                1
                                                                                                                               19
                                                                                                                                9
    EORTC Symposium on "Treatment of Advanced Gastrointestinal Cancer".
    Padova 1983, Abstracts: 17.

6) Cagol PP; Miotto D; Da Pian PP; Talenti E; De Marchi F; Del Maschio A; Buzzatti A; Dodi G; Muzzio PC.
    Portal vascularity of hepatic metastases: the implications of locoregional treatment.
    18th Congress of the European Society for Surgical Research.
    Athens 1983, European Jourmal of Surgical Research; 15: 102-103.

7) Favretti F; Nitti D; De Marchi F; Rossi CR; Inehgmen EA; Enzi G; Lise M.
    La gastroplastica verticale nel trattamento dell'obesità grave. Risultati preliminari.
    XI Congresso SIRC, Como 1985, 144.

8) Zavagno G; Nitti D; De Marchi F; Marchet A; Moschin N; Lise M.
    Comportamento della ferritinemia in pazienti portatori di carcinoma dello stomaco e del colon-retto.
    I Congresso Nazionale SIFIPAC, Padova 1986, 177.

9) Rossi CR; De Marchi F; Nitti D; Caldironi MW; Vanzelli M; Serafini F; Lise M.
    Preoperative staging in patients with cutaneous melanoma.
    Cloister Seminar of the European School of Oncology on "Malignant Melanoma: Open Problems".
    Milano 1986.

10) Favretti F; Segato G; Pizzirani E; De Marchi F; Pigato P; Zanella A; Nitti D; Lise M.
    Chirurgia non invasiva per l'obesità patologica.
    XI Settimana Italiana di Dietologia, Merano 1991.

11) Lise M; Enzi G; Favretti F; Busetto S; De Marchi F; Carraro R; Segato G; Zanella A.
    Il bendaggio gastrico regolabile (BGR): chirurgia non invasiva per l'obesità patologica.
    I Congresso Nazionale GICO, Palermo 1991.

12) De Marchi F; Segato G; Favretti F; Pizzirani E; Zanella A; Pigato P; Lise M.
    Risultati a distanza della gastroplastica verticale secondo Mason (VBG) nel trattamento dell'obesità grave.
    I Congresso Nazionale GICO, Palermo 1991, 110.

13) Pucciarelli S; Favretti F; Pirillo A; De Marchi F; Segato G; Pizzirani E; Lise M.
    Ruolo dell'endoscopia nel monitoraggio di pazienti sottoposti a gastroplastica verticale secondo Mason.
    I Congresso Nazionale GICO, Palermo 1991, 111.

14) Segato G; Favretti F; De Marchi F; Zanella A; Marchet A; Nitti D; Lise M.
    Bendaggio gastrico regolabile: chirurgia non invasiva per l'obesità patologiche.
    Giornate Medico-Chirurgiche Internazionali, Torino 1991, 215.

15) Favretti F; Segato G; Zanella A; marchet A; De Marchi F; Nitti D; Lise M.
    Caratteristiche tecniche del bendaggio gastrico regolabile (B.G.R.).
    XVI Congresso Nazionale SIRC, Trieste 1991, 307.

16) Belluco C; De Marchi F; Zanella A; Da Pian PP; Nitti D; Lise M.
    Value of preoperative biliary decompression (PDB) with obstructive neoplastic jaundice.
    3rd IGSC Joint Meeting of Surgeons and Gastroenterologists, Padova 1992, 238.

17) Favretti F; Enzi G; Pizzirani E; Segato G; Belluco C; Pigato P; Busetto L; De Marchi F; Lise M.
    Adjustable silicone gastric banding (ASGB): the italian experience.
    9th Annual Meeting of the American Society for Bariatric Surgery, New Orleans 1992.
    Obes Surg; 2(3): 131.

18) Favretti F; Enzi G; Segato G; Belluco C; Foletto M; Busetto L; De Marchi F; Lise M.
    Adjustable silicone gastric banding (ASGB): a 4-year experience.
    35° Tagung der Osterreichischen Gesellschaft fur Chirurgie, Salzburg 1994.
    Acta Chirurgica Austriaca; 26(S107): 56.

19) Lise M; Cadiere GB; Favretti F; Bruyns J; Belluco C; Himpens J; Segato G; De Marchi F; Foletto M.
    Laparoscopic application of adjustable silicone gastric banding. How to do it. (Videotape).
    35° Tagung der Osterreichischen Gesellschaft fur Chirurgie, Salzburg 1994.

                                                                                                                   2
                                                                                                                  20
                                                                                                                   0
       Acta Chirurgica Austriaca; 26(S107): 61.

   20) Lise M; De Marchi F; Nitti D; Marchet A.
       Il trattamento radicale del carcinoma gastrico nel vecchio.
       VIII Congresso Nazionale SICG, Torino 1994, 266.

   21) Lise M; Favretti F; Segato G; De Marchi F; Foletto M; Busetto L; Enzi G.
       Adjustable silicone gastric banding: a 5 years experience.
       12th Annual Meeting of the American Society for Bariatric Surgery.
       Seattle 1995, Obes Surg; 5(2): 133.

   22) Favretti F; Cadiere GB; Segato G; Bruyns J; De Marchi F; Himpens J; Foletto M; Lise M.
       Lap-band: technique and results.
       12th Annual Meeting of the American Society for Bariatric Surgery.
       Seattle 1995, Obes Surg; 5(2): 133.

   23) Favretti F; Cadiere GB; Segato G; Bruyns G; De Marchi F; Himpens J; Foletto M; Chelala E; Lise M.
       Insights into the technique of laparoscopic adjustable gastric banding (Lap-Banding).
       9th International Symposium on "Obesity Surgery", Stockolm 1995.
       Obes Surg; 5(3): 244.

   24) Favretti F; Cadiere GB; Segato G; Chelala E; De Marchi F; Bruyns J; Lise M.
       Laparoscopic adjustable gastric banding (Lap-Band): how to avoid complications.
       14th Annual Meeting of the American Society for Bariatric Surgery, Chicago.
       Obes Surg; 7(2): 110.


                                                  CAPITOLI DI VOLUMI


 1) De Marchi F; Zane D.
       Addome acuto.
       In Lise M "Chirurgia in Ambulatorio e Pronto Soccorso", Casa Editrice Ambrosiana, Milano 1988; 393-405.

 2) Fassina A; De Marchi F; Vianello F; Ninfo V.
        Aspetti epidemiologici.
        In Rossi CR; Nitti D; Lise M "Sarcomi delle parti molli", Piccin, Padova 1992; 3-13.

 3) De Marchi F; Rossi CR; Seno A; Martello T.
       Storia naturale.
       In Rossi CR; Nitti D; Lise M "Sarcomi delle parti molli", Piccin, Padova 1992; 15-21.

 4) Favretti F; Enzi G; Segato G; Belluco C; Foletto M; Busetto L; De Marchi F; Lise M.
       Stoma adjustable silicone gastric banding (SASGB). A 4 years experience.
       In Boeckl O; Waclawiczek HW "Standards in der chirurgie", Zuckschwerdt, Monaco 1995; 409-411.

 5) De Marchi F. “Valutazione iniziale in ambiente ospedaliero e selezione dei pazienti”
       in P. Petrin "Il chirurgo Generale di Fronte al Trauma". Pag. 61-98.
       Libreria Cortina Editrice. 2003


       Padova, 17/7/2006                                             Dott. Francesco De Marchi


CURRICULUM VITAE
Paolo Feltracco
Indirizzo: Via Manfredini 1 35100 Padova
    paolofeltracco@inwind.it


                                                                                                                  2
                                                                                                                 21
                                                                                                                  1
            Istituto di Anestesiologia e Rianimazione Università di
Padova
           049 8213090 V. Cesare Battisti 256 35100 Padova
Nascita: 17/3/1955 Fonte (TV)
Titolo di studio: Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Padova     1983
                 Specializzazione in Anestesia e Rianimazione all’Università
                 di Padova                                                    1986
Posizione: professore a contratto nella Scuola di specializzazione di Anestesia e Terapia
Intensiva     dell’Università di Padova; professore a contratto nella Scuola di
Specializzazione in Chirurgia Toracica e Chirurgia Generale di Padova
              Responsabile dell’Unità Semplice di Anestesia e Terapia Intensiva presso la
Cl Chirurgica I e III, e la Div. CH. Toracica dell’Università di Padova
 Responsabile per la parte Anestesiologico-Rianimativa del programma di Trapianto
  di Polmone presso la Chirugia Toracica di Padova                        1995-2006
 Responsabile per la parte Anestesiologica-Rianimativa del programma di Trapianto di
fegato presso la Cl. Chirurgica I dell’Università di Padova         2000-2006

Esperienza professionale come medico specializzando nel gruppo operatorio e Terapia
Intensiva di Cardiochirurgia, e successivamente come assistente e poi aiuto
corresponsabile presso le Cliniche Chirurgiche I e III e presso la Div. Ch. Toracica
dell’Università di Padova, dove lavora tutt’ora.
Varie esperienze presso Istituti Universitari all’estero (Harefield-London, San Francisco
(CA), Houston (TX), St. Louis (MO), Chapel Hill (NC), Okajama (J), ecc. finalizzate allo
sviluppo dell’attività di prelievo e trapianto da cadavere e da vivente.
Interessi: monitoraggio invasivo e non invasivo cardiovascolare e respiratorio durante
chirurgia maggiore e chirurgia di trapianto
Tecniche di anestesia loco-regionale applicate alla chirurgia maggiore in anestesia
generale leggera
Blocchi antalgici “maggiori” per patologia benigna cronica o oncologica
Società scientifiche di appartenenza: Soc. Italiana di Anest. e Terapia Intensiva
(SIAARTI)
European Society of Anesthesiology (ESA)
European Society of Regional Anaesthesia (ESRA)

                                               Paolo Feltracco



   CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DEL DR. FURNARI MAURIZIO



      Nato ad Enna il 16/04/1957
      Consegue la Laurea in Medicina e Chirurgia il 23/07/1985 presso l’Università
       di Padova con votazione 103/110.
                                                                                       2
                                                                                      22
                                                                                       2
   Abilitazione a Bologna anno 1985.
   Specializzazione in Anestesia e Rianimazione presso l’Università di Padova il
    12/07/1988, votazione 70/70 e lode.
   Specializzazione in Farmacologia Clinica presso l’Università di Padova il
    13/07/1992, votazione 70/70.
   Servizio in qualità di medico frequentatore presso l’Istituto di Anestesia e
    Rianimazione dell’ Università di Padova da Gennaio 1986 a Gennaio 1989
   Attività libero professionale come assistente medico in Anestesia e
    Rianimazione presso il Presidio Ospedaliero di Portogruaro. Dal Marzo 1987 al
    marzo 1988.
   Attività libero professionale come assistente medico in Anestesia e
    Rianimazione presso il II° servizio di Anestesia e Rianimazione del Presidio
    Ospedaliero multizonale di Treviso. Da Novembre 1987 a Luglio 1988.
   Corso Quinquennale post specializzazione patrocinato dal F.E.E.A (Fondation
    Europeenne d’Enseignement En Anesthesiologie).
   Assistente medico a tempo pieno dal 16/01/1989 al 31/12/1993 ULSS 15 Di
    Camposampiero. Anestesia e Rianimazione.
   Partecipazione a studi multicentrici patrocinati dal GIVITI (Gruppo italiano
    valutazione interventi in Terapia Intensiva).
   Dal 31/01/1993 a Settembre 1996 Dirigente medico I° livello fascia B ULSS
    15 Di Camposampiero Anestesia e Rianimazione.
   Dal Dicembre 1996 ad Aprile 2001 Dirigente medico I°livello fascia A. ULSS
    15 Di Camposampiero Anestesia e Rianimazione.
   Da Maggio 2001 ad Agosto 2003 Dir. medico I° livello presso il servizio di
    Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale S. Antonio di Padova Ulss n° 16.
   Da Settembre 2003 al Dicembre 2005 ha svolto servizio come dirigente
    Medico I° livello presso le Rianimazioni Istar I ed Istar II afferenti al
    Dipartimento di Anestesia Rianimazione e Farmacologia dell’Università di
    Padova.
   Dal Gennaio 2006 a tuttora presta servizio presso la Clin chir I° - III° e
    Rianimazione TIPO afferente al Dipartimento di Anestesia Rianimazione e
    Farmacologia dell’Università di Padova.
   Professore a contratto 2004-2005-2006 presso il Dipartimento di Anestesia e
    Farmacologia dell’Università di Padova.
   N° 24 articoli, pubblicazioni e relazioni su riviste scientifiche e libri di testo.



    Padova 21 luglio 2006
                                   Maurizio Furnari



                         CURRICULUM VITAE




                                                                                     2
                                                                                    23
                                                                                     3
Flavio Michielan

nato il 28.07.1955
a Quinto di Treviso

Dirigente medico di 1° livello dell’Azienda Ospedaliera di Padova, in servizio presso l’Istituto di
Anestesiologia e Rianimazione dell’Università di Padova.
Dal dicembre 2004 comandato presso la Terapia Intensiva polivalente dell’Ospedale S. Antonio di cui è
responsabile di Unità Operativa Semplice dal 31/01/05




TITOLI DI STUDIO
   Laurea in Medicina e Chirurgia, 08.11.83, c/o Università di Padova
   Esame di Stato per l’Abilitazione all’esercizio della Professione di Medico Chirurgo, c/o l’Università
    di Padova, nella 2a sessione del 1983
   Diploma di Specialista in Anestesiologia e Rianimazione, 22.7.86, c/o Università di Padova.


TITOLI DI CARRIERA
   Iscrizione all’Albo Professionale dei Medici della provincia di Treviso e successivamente di Padova,
    con anzianità dal gennaio 1984
   Frequenza continuativa dal Dicembre 1984 presso il gruppo operatorio e terapia intensiva della
    Clinica Chirurgica 1° dell’Università di PD. Durante tale frequenza ho coordinato lo sviluppo del
    programma per il trapianto di organi (rene, fegato e polmone).
   Assistente Ospedaliero Incaricato, USL 21 Padova, c/o Istituto di Anestesiologia e Rianimazione -
    Università di Padova, dal Settembre 92 fino al Marzo 93
   Assistente Ospedaliero di Ruolo, USL 21 Padova, c/o Istituto di Anestesiologia e Rianimazione -
    Università di Padova, dal Marzo 93 fino al Novembre 96
   Aiuto Corresponsabile Ospedaliero di Ruolo, USL 21 Padova (attuale Azienda Ospedaliera), c/o
    Istituto di Anestesiologia e Rianimazione - Università di Padova, dal Novembre 96 al giugno 2002
   Responsabile di Unità Operativa Semplice “Terapia Intensiva Polivalente” presso OSA ULSS n 16
    Padova dal giugno 2002 a tuttora.


ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA
   Coautore di 50 pubblicazioni di vari argomenti nel campo dell’anestesia e della terapia intensiva
   Attribuzione di Funzioni di Professore a Contratto per insegnamenti di anestesia e di terapia intensiva
    c/o le Scuole di Specializzazione in Anestesia e Rianimazione, in Medicina di Urgenza e Malattie
    Infettive dell’Università di Padova, dall’anno accademico 1990-91 a tuttora
   Assistenza a laureandi e specializzandi nella elaborazione di tesi di laurea e di diploma.


Padova,10. 02. 06
                                                           Michielan Flavio
CARLO ORI


                                                                                                         2
                                                                                                        24
                                                                                                         4
Nato a Venezia il 2/4/1954.

Carriera Accademica:
1972-1978: Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova
1978-1981: Specializzazione in Anestesia e Rianimazione presso l’Università di Padova
1982-1987: Specializzazione in Neurochirurgia presso l’Università di Padova
1981: Assistente Ospedaliero presso l'Istituto di Anestesiologia e Rianimazione dell'Università di Padova
1988: Aiuto Ospedaliero; Dirigente Medico I° Livello ex Aiuto Corresponsabile Ospedaliero ex art. 116
dal 6 Dicembre 1996 al 27 Dicembre 2004
1981-2004: Professore a contratto di Anestesia e Rianimazione presso le Scuole di Specializzazione in
Anestesia e Rianimazione e Neurochirurgia dell’Università di Padova.
1986-1987: Visiting Scientist presso l'Addiction Research Center del National Institute on Drug Abuse di
Baltimora (MD), U.S.A.
1989: Visiting Scientist presso l'Addiction Research Center del National Institute on Drug Abuse di
Baltimora (MD), U.S.A.
1995: Clinical Observer presso i Departments of Neurosurgery and Anesthesiology della Johns Hopkins
University School of Medicine di Baltimora (MD), U.S.A.
2004: dal 28 Dicembre, Professore Straordinario di Anestesiologia e Rianimazione presso la Facoltà di
Medicina e Chirurgia dell’Università di Padova
2005: dal 2 Febbraio, Direttore della Scuola di Specializzazione in Anestesia e Rianimazione
2005: dal 17 Marzo, Direttore della struttura complessa “Istituto di Anestesiologia e Rianimazione”
presso l’Azienda Ospedaliera di Padova



Campi di ricerca
Studio del metabolismo cerebrale regionale mediante tecniche di neuroimaging
Patologie dell’apparato respiratorio
Tecniche di anestesia generale

Premi
1989: vincitore del premio ICI Pharma, SIAARTI ed AAROI per il miglior contributo sul propofol
1998: vincitore del premio Teatini di videolaringoscopia

Memberships:
Affiliate Member dell’American Society of Anesthesiologists
Membro della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva


Pubblicazioni
Autore di oltre 350 pubblicazioni, tra cui
circa 140 abstracts, oltre metà dei quali pubblicati su riviste internazionali e
circa 190 articoli, 71 dei quali citati nella Medline e oltre 30 pubblicati su riviste internazionali con
elevato Impact Factor.
-




                                                                                                             2
                                                                                                            25
                                                                                                             5

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:212
posted:5/10/2010
language:Italian
pages:25