Docstoc

Criteri di calcolo

Document Sample
Criteri di calcolo Powered By Docstoc
					                           Comune            di       Provaglio d’iseo

      VERSAMENTO DELLA TASSA AUTOMOBILISTICA (BOLLO VEICOLI)


DOVE?
Il pagamento può essere effettuato presso:
le delegazioni ACI;
i tabaccai autorizzati e connessi con le linee di Lottomatica;
Istituti bancari;
agenzie di pratiche auto;
gli Uffici Postali, con versamento sul c/c 2238 intestato alla Regione Lombardia e con l'apposito bollettino in
distribuzione presso gli sportelli;
Telebollo: è attiva la riscossione del bollo auto tramite telefono con pagamento con carta di credito;
Bollonet: è attiva la riscossione del bollo auto su internet con pagamento con carta di credito.

COME?
Le tariffe dal 1° gennaio 1998, sono corrisposte sulla base della potenza effettiva e non più in relazione ai cavalli
fiscali, possono subire variazioni in base alla tipologia del veicolo. La Regione Lombardia ha comunque adottato,
per autovetture, veicoli ad uso promiscuo, autobus, autoveicoli ad uso speciale e motocicli, la Tariffa NAZIONALE
qui indicata:
Autovetture ed autoveicoli uso promiscuo persone e cose
- ad ogni KW Euro 2,58 per 12 Mensilità
- ad ogni CV Euro 1,90 per 12 Mensilita
Motocicli superiori a 11 KW
- ad ogni Kw Euro 19,11 + 0,88 per 12 Mensilità
- ad ogni CV Euro 19,11 + 0,65 per 12 Mensilità
Esempio: Autovettura uso privato, alimentazione benzina, potenza effettiva 33 KW: Euro 2,58 * 33 = Euro 85,14.
(se motocicli aggiungere l’addizionale)




Come si può vedere nella figura, il numero dei kilowatt è riportato sulla pagina 2 della Carta di circolazione
all'interno del riquadro "MOTORE" a fianco della scritta "pot. max Kw".
Qualora manchi l'indicazione del numero di Kw, la tassa dovrà essere versata in relazione alla potenza massima
espressa in Cv, indicata sulla Carta di circolazione.

Attenzione:
il numero relativo al KW può contenere una virgola: in tal caso non si devono considerare le cifre decimali.
Esempio:se il numero dei KW è 47,80 l'importo va corrisposto per 47 KW.
l'importo della tassa automobilistica corrisposta non può essere inferiore a 19,11 Euro.
Per gli autocarri
con peso complessivo inferiore a 12 tonnellate, la tassa è versata in base alla portata.

Per gli autoveicoli adibiti al trasporto pesante
la tassa è in base al peso complessivo, al numero degli assi e al tipo di sospensione dell'asse motore: se questo è
di tipo idropneumatico o equivalente (dato indicato sulla carta di circolazione) l'imprto deve essere ridotto del 20%.

Per i quadricicli leggeri (Minicar)
con cilindrata pari o inferiore a 50 cc; o potenza massima pari o inferiore a 4 KW, se posti in circolazione, la tassa
ha decorrenza Gen/Dic. ed è dovuta, secondo la Legge finanziaria per il 2003, in € 50,00.

Ciclomotori o motocicli fino a 11Kw
La tassa è fissa in € 19,11 e corrisposta per 12 mesi

Si ricorda che
non è più dovuto il canone autoradio;
non è più obbligo esporre o avere con sé il contrassegno (con eccezione per i ciclomotori);
non è più dovuto il bollo sulla patente.
Inoltre…
1.per i veicoli ad uso promiscuo alimentati a GPL o metano non è più prevista la tassa speciale;
2.per veicoli ad uso promiscuo con motore diesel conforme alla direttiva CEE 91/441 (rilevabile dalla Carta di
circolazione), non si deve pagare la soprattassa di alimentazione.

QUANDO?
Importante: Le tariffe da versare sono a scadenza annuale. Se il pagamento è inferiore a 12 mensilità, il calcolo
degli importi è eseguito in base a tariffe diverse e in questo caso si consiglia di recarsi presso le delegazioni ACI o
le tabaccherie abilitate alla riscossione, che effettueranno direttamente il calcolo dell'importo.
La tassa automobilistica va pagata nel corso del mese successivo alla scadenza dell'ultimo bollo pagato, come
evidenziato nella tabella:

DAL        AL                 TERMINI DI PAGAMENTO
02 gen - 31 gen = Tutti i veicoli con data di scadenza in Dicembre
01 feb - 28 feb = Tutti i veicoli con data di scadenza in Gennaio
02 mag - 03 giu = Tutti i veicoli con data di scadenza in Aprile
03 giu - 30 giu = Tutti gli autocarri, autobus, autocarri speciali con scadenza in Maggio
01 ago - 01 set = Tutti i veicoli con data di scadenza in Luglio
01 set - 30 set = Tutti i veicoli con data di scadenza in Agosto
01 ott - 31 ott = Tutti i veicoli con data di scadenza in Settembre

Se l'ultimo giorno utile per effettuare il pagamento cade di sabato o di giorno festivo, il termine ultimo slitta al giorno
feriale immediatamente successivo.


ESENZIONI
Auto destinate ai disabili ( Per saperne di più )
Si applica ai veicoli destinati alla mobilità dei cittadini portatori di handicap o invalidi, sia a quelli condotti da disabili
sia se usati per l'accompagnamento degli stessi, e spetta al portatore di handicap/invalido intestatario del
veicolo oppure alla persona intestataria del veicolo che ha suo carico il portatore di handicap/invalido.
L'esenzione è concessa per un solo veicolo e la cui targa deve essere indicata nella domanda di esenzione da
indirizzare alla Regione Lombardia ( Riferimenti normativi )

Veicoli elettrici e alimentati esclusivamente a GPL o gas metano
è prevista l’esenzine dal pagamento delle tasse automobilistiche per cinque anni dalla data di prima
immatricolazione; alla fine di questo periodo, si deve corrispondere una tassa pari ¼ dell'importo previsto per i
corrispondenti veicoli a benzina, mentre per i motocicli ed i ciclomotori va corrisposta interamente la tassa
automobilistica cui sono assoggettati.

Veicoli storici
sono quelli costruiti da oltre trent'anni, se circolanti è dovuta una tassa forfetaria di Euro 25,82 per gli autoveicoli
e di Euro 10,33 per i motoveicoli, viceversa sono esenti , la Regione Lombardia, ha esteso queste agevolazione
anche ai Veicoli ultraventennali intestati a cittadini residenti, La tassa è dovuta per l'intera annualità e in caso
di ritardato pagamento non è sanzionabile, sono esclusi i veicoli ad uso professionale

E SE NON SI PAGA?
Se il pagamento si effettua entro 30 giorni dalla scadenza, vi è un incremento del 3,75% rispetto a quanto dovuto,
più gli interessi legali giornalieri
Dopo il 30° giorno, vi è l’incremento del 6% sulla tassa più gli interessi legali giornalieri
Oltre l’anno dalla scadenza, si versa l’incremento del 30% sulla tassa più gli interessi pari al 2,5% semestrale.
Interessi Legali Giornalieri per ritardi inferiori l’anno
- 0,0096% per il periodo antecedente due anni la scadenza
- 0,0082% per il periodo compreso nell’anno precedente.

E COSA FARE SE...
a) si deve chiedere un rimborso (è riconosciuto per somme superiori a E.10,33 e richiesto entro 3 anni solari
successivi a quello del versamento);
b) si è commesso un errore nel pagamento del bollo
c) si è smarrita o è stato rubata la ricevuta che attesta l'avvenuto versamento del bollo
d) non si è pagato il bollo alla scadenza fissata
e) si è pagato in misura inferiore al dovuto

A tale riguardo occorre predisporre una domanda di rimborso, redatta in carta libera, indirizzata a:

Regione Lombardia
Ufficio Affari Tributari
Via Filzi, 22 - 20124 Milano

per i tributi relativi dal 1999 al 2001, presentandola agli Uffici Provinciali ACI per i tributi decorrenti l'anno 2002.

Ogni domanda dovrà contenere i seguenti dati del richiedente:
nome;
cognome;
residenza;
codice fiscale o partita IVA;
numero di telefono;
indicando anche le modalità con cui si vuole ricevere il rimborso (c/c postale, bancario-ABI e CAB, assegno
circolare non trasferibile con spese a carico del destinatario).

Alla domanda deve essere allegata la documentazione sottospecificata.

a) richiesta rimborso - viene concesso nei seguenti casi:
- se è stato effettuato un doppio pagamento (con la stessa scadenza);
- se è stato effettuato un pagamento in eccesso;
- se è stato effettuato un pagamento non dovuto (es.: a seguito di demolizione, furto, vendita, esenzione, etc.).
in caso di doppio pagamento o pagamento in eccesso:
originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare;
fotocopia della carta di circolazione;
in caso di versamento non dovuto:
originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare;
fotocopia dell'atto (con data antecedente al periodo di copertura del bollo versato) da cui risulti che il pagamento
non è dovuto (es.: denuncia di furto, perdita di possesso presentata al P.R.A., attestato di esenzione rilasciato dal
Ministero delle Finanze, ecc.).

b) errore nel pagamento del bollo - può consistere in :
pagamento del nuovo bollo anticipato rispetto alla scadenza del precedente;
pagamento eseguito a favore di una regione/provincia diversa da quella di residenza;
pagamento con un numero di targa errato;
errata indicazione del codice fiscale, dei dati anagrafici o scadenza dell'anno di riferimento
Nella comunicazione oltre ai dati anagrafici dovrà allegare i seguenti documenti:
fotocopie dei versamenti;
fotocopia del libretto di circolazione.
L'ACI per conto della Regione Lombardia provvederà a comunicare la validità di detto versamento.

c) smarrimento o furto della ricevuta del pagamento eseguito
oltre ai dati fiscali, vaallegata l'eventuale denuncia di furto o smarrimento.

d) ritardo nel pagamento (Vedi Sanzioni)

e) pagamento insufficiente
Occorre effettuare l'integrazione del pagamento sul c/c postale intestato alla regione versando la differenza con la
sanzione prevista più gli interessi legali indicati nella voce “Sanzioni”