Associazione “A.C.T.- F.V.G. Codice Deontologico by jkk15250

VIEWS: 71 PAGES: 3

									                                 Associazione “A.C.T.- F.V.G.
     Associazione Consulenti Territoriali Project Manager-Europrogettisti e Fundraiser
                               del Friuli Venezia Giulia “

Codice Deontologico
L’Associazione “A.C.T.- F.V.G. Associazione Consulenti Territoriali Project Manager-
Europrogettisti e Fundraiser del Friuli Venezia Giulia“ ha scelto di dotarsi del presente
Codice per garantire che nell’esercizio della professione venga rispettato un corretto
rapporto verso i committenti, i colleghi e la collettività.
Il presente Codice         fornisce dei riferimenti valoriali sui quali deve fondarsi la vita
associativa e che pertanto dovranno essere conosciuti, assimilati e condivisi tra tutti gli
associati.


Competenze professionali
L’attività professionale        dei soci è volta al reperimento di risorse economiche, per
promuovere lo sviluppo del territorio, del settore pubblico e privato e per la realizzazione di
obiettivi di rilievo sociale.
I servizi degli associati vanno dalla progettazione in ambito locale ed europeo alla
creazione di sinergie nel territorio attivando strumenti di intervento e scambio di risorse e
competenze con le organizzazioni della società civile.
La professione di consulente per la ricerca e gestione di finanziamenti e risorse deve
essere condotta secondo le tecniche e principi delle discipline consolidate di Project
Management e Fund Raising, ed in particolare i servizi professionali degli associati
dovranno garantire di:

             conoscere le metodologie e gli strumenti e le tecniche di lavoro di progettazione
             strategica;
             produrre la documentazione necessaria di competenza o supervisionare quella
             prodotta dai propri collaboratori;
             garantire la qualità dei servizi e la conoscenza di tutte le notizie aggiornate
             necessarie all’esercizio della professione;
             Conoscere il tema dell’accountability, della trasparenza, dell’etica aziendale e
             della responsabilità sociale;
             aderire a tutte le leggi e norme riguardanti la rendicontazione e dimostrare la
             propria dedizione all’accountability e alla trasparenza;
             provvedere alla contabilizzazione in modo chiaro e univoco dei propri servizi e
             tenere una rendicontazione chiara e univoca delle attività commissionate e
             gestite;
                                                  1
                              Associazione “A.C.T.- F.V.G.
     Associazione Consulenti Territoriali Project Manager-Europrogettisti e Fundraiser
                               del Friuli Venezia Giulia “

           condurre la propria attività in conformità con il quadro normativo vigente, sotto il
           profilo fiscale e civilistico, giuridico e della normativa privacy;
           possedere ottime competenze organizzative e metodologiche, un'ottima
           capacità di comunicazione e relazione.



Gli associati sono attivi sui fronti innovativi delle imprese profit e non profit e stimolano
processi creativi per una progettualità condivisa tra gli attori, pubblici e privati, della società
nel rispetto dell’etica e della trasparenza.
Gli associati operano nel territorio, attraverso specifiche modalità:
       studi di fattibilità per lo sviluppo strategico di specifici progetti;
       progettazione, assistenza, coordinamento e diretto intervento per l'implementazione
       di progetti per imprese e organizzazioni non profit del territorio;
       elaborazione di strumenti di rendicontazione e di trasparenza per imprese e
       organizzazioni non profit, enti pubblici;
       elaborazione di piani di comunicazione di specifici progetti;
       studio e progettazione di strategie e strumenti di comunicazione per la veicolazione
       di percorsi di responsabilità sociale e di partnership tra profit e non profit.


Responsabilità verso gli utenti
I servizi professionali degli associati sono rivolti a organizzazioni non profit ed enti pubblici
che operano in ambito culturale, socio-assistenziale e per lo sviluppo del territorio, a
università, istituti di formazione e ricerca, fondazioni bancarie, imprese e fondazioni di
impresa, privati cittadini ed ad imprese con obiettivi strategici innovativi che operano per lo
sviluppo del territorio .
       I soci rispettano le indicazioni strategiche fornite dal committente nel rispetto di
       criteri di integrità, affidabilità finanziaria e trasparenza;
       I soci sono tenuti a rispettare obblighi di riservatezza ed a garantire al cliente
       sicurezza e privacy;
       I soci devono aderire a tutte le leggi e norme riguardanti la rendicontazione, per
       dimostrare la propria dedizione all’accountability e alla trasparenza;
       I soci devono mantenere i contatti e informare gli utenti di riferimento e gli utenti
       finali garantendone il coinvolgimento nelle varie attività;



                                                  2
                                Associazione “A.C.T.- F.V.G.
     Associazione Consulenti Territoriali Project Manager-Europrogettisti e Fundraiser
                               del Friuli Venezia Giulia “

       La remunerazione degli associati deve essere commissionata al grado di
       esperienza e di competenza, nonché all’impegno e al tempo lavorativo richiesto,
       alla complessità delle attività richieste ed al livello di responsabilità gestionale.
       I soci non possono accettare incarichi che non prevedano una retribuzione, ad
       eccezione del caso in cui decidano di prestare al propria opera a titolo di
       volontariato solidale.


Rapporti tra i soci
In ogni fase della ricerca, della progettazione e della consulenza, A.C.T.- F.V.G.
Associazione Consulenti Territoriali Project Manager-Europrogettisti e Fundraiser
del Friuli Venezia Giulia“ valorizza l’intreccio delle competenze dei soci professionisti.

I soci nell’interagire tra loro rispettano i seguenti principi:

       concorrenza leale ed impegno di informazione reciproca nel rispetto degli obblighi
       di riservatezza.
       responsabilità verso i propri interlocutori e verso la collettività in generale;
       dovere di aggiornamento e formazione professionale continua che favorisca
       l’interscambio di conoscenze e di esperienze tra i soci.
       Tutti i conflitti di interesse potenziali o reali devono essere comunicati
       tempestivamente al Consiglio dei Probiviri, affinché nessuno possa trarre vantaggio
       da situazioni oggettivamente distorsive o inique;
       I soci dovranno garantire che i propri dipendenti, associati, contraenti vengano a
       conoscenza del presente Codice.

Le norme deontologiche contenute nel presente codice sono vincolanti per i soci e gli
organi sociali rappresentativi dell’Associazione ne garantiscono l’effettiva adesione e si
obbligano a:

       diffondere e comunicare il codice a tutti i potenziali interessati;
       esaminare gli esposti che denunciano eventuali violazioni al presente Codice.
       sanzionare i comportamenti ritenuti non conformi al presente Codice:

                                                                              Consiglio Direttivo



                                                  3

								
To top