Docstoc

Food Thermometer, Italian

Document Sample
Food Thermometer, Italian Powered By Docstoc
					                                         Foglio dati relativo
                            all’utilizzo di un termometro per alimenti

Per garantire che gli alimenti siano stati correttamente cucinati il Codice per i generi alimentari richiede agli stabilimenti
alimentari di avere sempre a disposizione alcuni tipi di dispositivi per la misurazione della temperatura degli alimenti. Un
termometro per alimenti viene utilizzato per misurare la temperatura interna degli alimenti al fine di garantire il
raggiungimento di una temperatura sicura e l’avvenuta distruzione dei batteri nocivi quali la Salmonella e Escherichia coli
O157:H7. È necessario usare il termometro per alimenti ogniqualvolta si preparano hamburger, pollame, arrosti, costolette,
uova al tegame, polpettoni di carne ed altri piatti composti.

                                               Tipi di termometro per alimenti

Esistono numerosi tipi di termometro per alimenti adatti all’uso, i più comuni sono i termometri digitali e a quadrante con
asta di metallo. Tutti i termometri per alimenti devono essere in grado di misurare le temperature comprese tra -18°C e
104°C (±1°C) (0°F - 220°F (±2ºF)).

I termometri digitali (o “termistori”), disponibili presso molti negozi di cucine o drogherie, sono dotati di un pannello di
lettura digitale sulla parte superiore della lunga asta di metallo. I termometri digitali sono alimentati a batteria ed è
necessario accenderli e spegnerli. La temperatura interna dell’alimento da verificare viene rilevata in circa 5 secondi. Per
controllare la temperatura di cottura finale è necessario inserire i termometri digitali nel cibo alla fine del tempo di cottura. Il
sensore è stato collocato sulla punta della sonda in modo da renderlo ideale per la misurazione delle temperature in alimenti
sottili quali hamburger e petti di pollo. I termometri digitali non sono resistenti al calore del forno e non devono mai essere
immersi nell’acqua.

I termometri a quadrante sono anche disponibili presso la maggior parte dei rivenditori di cucine e drogherie. I termometri a
quadrante presentano una gamma di temperature indicate in un quadrante circolare sulla parte superiore della lunga asta di
metallo. I termometri a quadrante grande sono resistenti al calore del forno e sono adatti per gli arrosti grandi e per tutto il
pollame. I termometri con quadrante piccolo a lettura istantanea non sono stati studiati per stare in un forno ma vengono
utilizzati per alimenti con reazione alla tocca nel corso ed alla fine del tempo di cottura. I termometri rilevano la temperatura
interna dell’alimento lungo l’asta, dalla punta fino a circa 5 cm oltre l’asta. La temperatura indicata nel quadrante
rappresenta una media delle temperature registrate lungo l’area di rilevamento.

                                           Come usare un termometro per alimenti

Per misurare in modo corretto la temperatura interna degli alimenti da cucinare, è necessario inserire i termometri per
alimenti all’interno del prodotto da controllare.

    •    Nel caso dei termometri a quadrante l’asta deve essere inserita all’interno dell’alimento o con un’angolazione di
         circa 5 cm all’interno della parte più spessa dell’alimento senza portarlo a contatto con ossa o grasso. La
         temperatura deve essere registrata entro 15 secondi. Nel caso di alimenti sottili, quali hamburger, petti di pollo o
         costolette di maiale, potrebbe risultare necessario inserire il termometro di lato.

    •    Le aste dei termometri digitali devono essere inserite per circa 12 mm o meno verso il centro della parte più doppia
         dell’alimento o con un’angolazione di 12 mm senza portarle a contatto con ossa o grasso. Dovranno trascorrere 5
         secondi per ottenere la registrazione della temperatura. I termometri digitali sono ideali nel caso di hamburger
         sottili, petti di pollo e piccoli pezzi di carne o pollame.

Nota bene: I termometri con quadrante a lettura istantanea ed i termometri digitali sono stati studiati per consentire una
lettura rapida e non devono essere inseriti negli alimenti durante la cottura. Tutti i termometri devono essere tarati
periodicamente per una maggiore precisione attenendosi alle indicazioni fornite dal fabbricante.


  Per maggiori informazioni circa il funzionamento di uno stabilimento alimentare
                       contattare l’ufficio sanitario locale.

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Stats:
views:41
posted:2/12/2010
language:Italian
pages:1
Description: RFSC, Foreign Language Fact Sheets, Proper Cooling, Proper Handwashing, Safecooking, Three Compartment Sinks, Temperatures, Thermometer, Bosnian, Chinese Simple, Chinese Traditional, English, French, German, Greek, Italian, Japanese, Korean, Laotian, Russian, Vietnamese