Docstoc

4.1 premessa

Document Sample
4.1 premessa Powered By Docstoc
					AREA ASSETTO DEL TERRITORIO

Provincia di Napoli

Direzione Sistema Informativo Territoriale BANDO P059/07

GARA TELEMATICA IN ECONOMIA PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA DI STORAGE AREA NETWORK (SAN).

CAPITOLATO SPECIALE

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 1 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

INDICE
1. 2. 3. 4. DEFINIZIONI ..........................................................................................................................................4 DISCIPLINA NORMATIVA DELL’APPALTO ....................................................................................................4 OGGETTO DELLA FORNITURA ...................................................................................................................4 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA .............................................................................................................5 4.1 Premessa..................................................................................................................................... 5 4.2 Requisiti minimi della fornitura ................................................................................................... 5 4.3 Descrizione dei servizi accessori ................................................................................................. 5 VALORE E DURATA DEL CONTRATTO .........................................................................................................6 CORRISPETTIVI ......................................................................................................................................6 MODALITÀ DI FORNITURA E TEMPI DI CONSEGNA ......................................................................................7 CONDIZIONI DELLA FORNITURA. ..............................................................................................................7 COLLAUDO .............................................................................................................................................8 FATTURAZIONE E PAGAMENTI ..................................................................................................................8 PENALI ..................................................................................................................................................9 ESECUZIONE IN DANNO......................................................................................................................... 10 MODALITÀ DI REALIZZAZIONE ............................................................................................................... 10 OBBLIGAZIONI DEL FORNITORE ............................................................................................................. 10 OBBLIGAZIONI DERIVANTI DAL RAPPORTO DI LAVORO ............................................................................. 11 GARANZIA DEI PRODOTTI ...................................................................................................................... 11 REQUISITI DI CONFORMITÀ ................................................................................................................... 12 PROPRIETÀ DEI PRODOTTI ..................................................................................................................... 12 BREVETTI INDUSTRIALI E DIRITTI D’AUTORE ........................................................................................... 13 OBBLIGHI DI RISERVATEZZA.................................................................................................................. 13 TRATTAMENTO DEI DATI ........................................................................................................................ 14 ANTICIPO DI FORNITURA ....................................................................................................................... 14 DANNI E RESPONSABILITÀ ..................................................................................................................... 15

5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. 18. 19. 20. 21. 22. 23.

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 2 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

24. 25. 26. 27. 28. 29. 30.

DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO E CESSIONE DEL CREDITO ........................................................... 15 SUBAPPALTO ........................................................................................................................................ 15 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO .............................................................................................................. 15 RECESSO ............................................................................................................................................. 16 CONTROVERSIE .................................................................................................................................... 17 ALLEGATO A - INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA DELLA DIRSIT ................................................................. 17 ALLEGATO B – CARATTERISTICHE MINIME DELLA SAN .............................................................................. 19

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 3 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

1.

Definizioni

Nell’ambito del presente Capitolato si intende per:

 Amministrazione/Committente: l’Amministrazione Provinciale di Napoli;  DIRSIT: la Direzione Sistema Informativo Territoriale dell’Amministrazione Provinciale di
Napoli;

 Fornitore: l’impresa, o il raggruppamento di imprese, risultato aggiudicatario;  Parti: Fornitore e Amministrazione/Committente;  Fornitura: Fornitura ed installazione di un sistema di storage area network (SAN)
2. Disciplina normativa dell’appalto

L’appalto è soggetto alle norme e condizioni previste dal d.lgs.n.163/06, dalle disposizioni previste dal presente Capitolato Speciale, dal Disciplinare, dalla lettera di invito oltre che, per quanto non regolato dalle clausole e disposizioni suddette, dalle norme del Codice Civile e dalle altre disposizioni di legge nazionali vigenti in materia di contratti di diritto privato, nonché dalle leggi nazionali e comunitarie vigenti nella materia oggetto dell’Appalto. Nell’esecuzione contrattuale il Fornitore è tenuto a rispettare tutte le disposizioni vigenti in materia, anche se emanate successivamente alla partecipazione alla gara. In caso di conflitto tra le previsioni dei diversi atti di gara, la prevalenza sarà stabilita rispettando le seguente gerarchia: 1. 2. Disciplinare di gara; Capitolato Speciale.

3.

Oggetto della Fornitura

L'appalto ha per oggetto la fornitura ed installazione di un sistema di Storage Area Network (SAN) per la Direzione Sistema Informativo Territoriale della Provincia di Napoli costituito dai seguenti componenti:     n. 1 Sottosistema di Storage n. 1 Switch fiber channel n. 2 Schede di interfaccia per server n. 1 Software di gestione

Le caratteristiche minime della SAN e dei suoi componenti sono riportate nell’allegato B. Il Fornitore dovrà garantire la piena integrazione e funzionalità delle componenti fornite, sia fra loro sia rispetto all’infrastruttura tecnologica della DIRSIT, illustrata nell’allegato A. Per “fornitura di software” si intende la fornitura del prodotto software, compresi eventuali supporti di memorizzazione, la relativa licenza d’uso perpetua, con disponibilità degli eventuali aggiornamenti per almeno un anno.
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 4 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

Il Fornitore avrà cura di includere nella fornitura anche ulteriori componenti hardware e software le quali, ancorché non indicate nel presente articolo, fossero indispensabili per la piena operatività della SAN. Il Fornitore avrà cura di includere nella fornitura tutti gli accessori, sia hardware sia software, necessari alla piena operatività della SAN, tra i quali si citano, a titolo esemplificativo e non esaustivo: cavi di collegamento/cavi FC, cavi di alimentazione, kit di installazione in rack. Il Fornitore avrà cura di installare tutte le componenti hardware e software offerte in modo da consegnare il sistema in piena operatività. Nell’ambito della fornitura dovranno essere connessi alla SAN, ed opportunamente configurati, i n. 2 server SUN Microsystem Fire V40z (SRV 1 e SRV 2). I componenti forniti dovranno essere di tipo “montabili in rack” ed spesa del Fornitore, nell’armadio rack presente presso la DIRSIT. Sono inclusi nella fornitura i servizi accessori di cui al successivo art. 4.3. alloggiati, a cura e

4.

Descrizione della fornitura

4.1 Premessa

La DIRSIT intende potenziare la propria struttura tecnologica tramite la realizzazione di una Storage Area Network (SAN). I sistemi della SAN dovranno essere connessi in rete con connessi oni in fibra ottica e protocollo Fiber Channel tramite dispositivi fabric-switch. I sistemi acquisiti dovranno inserirsi nel contesto della struttura tecnologica presente presso la DIRSIT, il cui stato attuale ed evoluzione sono illustrati nell’allegato A. Il sistema fornito dovrà essere caratterizzato da massima affidabilità, espandibilità e compatibilità con la struttura esistente. Il presente capitolato esprime i requisiti minimi inderogabili da considerare come base per la formulazione dell’offerta tecnica proposta.
4.2 Requisiti minimi della fornitura

Vedasi Allegato B – Caratteristiche minime della SAN
4.3 Descrizione dei servizi accessori

I servizi accessori hanno lo scopo di trasferire al personale (max. 3 persone) della DIRSIT le conoscenze necessarie all’utilizzo delle apparecchiature, affiancare tale personale nel periodo iniziale di utilizzo ed assistere tale personale nella risoluzione di eventuali problemi legati all’utilizzo, al tuning del sistema ed alle modalità di configurazione. I servizi accessori consistono nell’erogazione di n. 80 ore/uomo per le finalità suindicate. Tali servizi dovranno essere forniti da un sistemista “senior” con esperienza relativa alla problematica oggetto della fornitura.
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 5 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

Tali attività saranno svolte, anche in periodi frazionati di non meno di 4 ore, entro la durata contrattuale della fornitura, su richiesta dell’Amministrazione. Le modalità di erogazione saranno di volta in volta concordate fra il Fornitore e l’Amministrazione. Tutti i servizi suindicati saranno svolti da tecnici specializzati del Fornitore presso i locali della DIRSIT. Il Fornitore dovrà avvalersi solo ed esclusivamente del personale i cui curricula sono presentati in sede di offerta, salvo espressa autorizzazione dell’Amministrazione. Il Fornitore assume l'obbligo di fornire i suindicati servizi nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, escluse le festività infrasettimanali, nel corso delle seguenti fasce orarie: lunedì/mercoledì/venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00 martedì/giovedì dalle ore 9.00 alle ore 17.00

5.

Valore e durata del contratto

Il valore del contratto è stimato in complessivi 29500,00 (ventinovemilacinquecento euro) iva esclusa. Nell’importo indicato si intendono compresi tutti gli oneri relativi all’esecuzione del presente contratto. L’importo complessivo dell’appalto è pari a quello offerto in gara dall’aggiudicatario. Tale importo è comprensivo di ogni onere accessorio, quali indennità di trasferta, rimborso spese viaggi o altro. La durata del presente contratto è di un anno, a decorrere dalla data di sottoscrizione della lettera-contratto.

6.

Corrispettivi

Il corrispettivo della fornitura è pari al prezzo offerto in gara dalla ditta aggiudicataria. Nel corrispettivo così calcolato si intendono compresi tutti gli oneri relativi all’esecuzione del presente contratto, tutto incluso e nulla escluso. Tutti gli obblighi ed oneri derivanti al Fornitore dall’esecuzione del Contratto e dall’osservanza di leggi e regolamenti, nonché dalle disposizioni emanate o che venissero emanate dalle competenti autorità, sono compresi nel corrispettivo contrattuale. I corrispettivi contrattuali sono stati determinati a proprio rischio dal Fornitore in base ai propri calcoli, alle proprie indagini, alle proprie stime, e sono, pertanto, fissi ed invariabili indipendentemente da qualsiasi imprevisto o eventualità, facendosi carico il Fornitore di ogni relativo rischio e/o alea. Il Fornitore non potrà vantare diritto ad altri compensi, ovvero ad adeguamenti, revisioni o aumenti dei corrispettivi come sopra indicati. I corrispettivi sono da intendersi al netto di IVA.
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 6 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

7.

Modalità di fornitura e tempi di consegna

La consegna ed installazione dei prodotti oggetto dell’appalto dovrà completarsi nell’arco temporale di 45 giorni naturali, successivi e continui, a partire dalla data di stipula della lettera contratto presso gli uffici della DIRSIT siti in Napoli - via Don Bosco 4/f, 5° Piano ala D. L’Amministrazione si riserva la facoltà, in seguito all’aggiudicazione definitiva, di ordinare la fornitura anche prima della stipulazione del contratto; in tal caso, l’aggiudicatario sarà tenuto a dare esecuzione al contratto agli stessi patti e condizioni così come risultanti dal presente capitolato e dalla propria offerta ed il termine di 45 giorni naturali decorrerà dalla data dell’anticipo di fornitura.

8.

Condizioni della fornitura.

Sono a carico del Fornitore, intendendosi remunerati con il corrispettivo contrattuale, tutti gli oneri e rischi relativi alla prestazione oggetto del Contratto, nonché ogni attività, fornitura e relativi oneri che si rendessero necessari per l’espletamento della fornitura o, comunque necessari per un corretto e completo adempimento delle obbligazioni previste. Il Fornitore si obbliga ad eseguire tutte le prestazioni nel rispetto delle norme vigenti e secondo le condizioni, le modalità, i termini e le prescrizioni contenute nel presente capitolato. La fornitura dovrà necessariamente essere conforme alle specifiche indicate nel presente capitolato. Il Fornitore si obbliga ad osservare, nell’esecuzione delle prestazioni contrattuali, tutte le norme e tutte le prescrizioni tecniche, di sicurezza e di protezione dei lavoratori in vigore, nonché quelle che dovessero essere emanate. Gli eventuali maggiori oneri derivanti dalla necessità di osservare le norme e le prescrizioni di cui sopra, anche se entrate in vigore successivamente alla sottoscrizione del contratto ( o della lettera – contratto), resteranno ad esclusivo carico del Fornitore, intendendosi in ogni caso remunerati con il corrispettivo contrattuale e il Fornitore non potrà, pertanto, avanzare pretesa di compensi, a tal titolo, nei confronti dell’Amministrazione assumendosene ogni relativa alea. Il Fornitore si impegna espressamente a manlevare e tenere indenne l’Amministrazione da tutte le conseguenze derivanti dalla eventuale inosservanza delle norme e prescrizioni tecniche, di sicurezza, di igiene e sanitarie vigenti. Il Fornitore si obbliga a consentire all’Amministrazione, per quanto di propria competenza, di procedere, in qualsiasi momento e anche senza preavviso, alle verifiche della piena e corretta esecuzione delle prestazioni oggetto degli ordinativi di fornitura, nonché a prestare la propria collaborazione per consentire lo svolgimento di tali verifiche. Il Fornitore si obbliga, infine, a dare immediata comunicazione all’Amministrazione di ogni circostanza che abbia influenza sull’esecuzione dell’attività di cui al presente appalto ed agli ordinativi di fornitura.

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 7 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

9.

Collaudo

Il collaudo è inteso a verificare, per il sistema fornito, che sia conforme alle caratteristiche tecniche offerte e comunque non inferiori a quelle descritte e che sia in grado di svolgere le funzioni richieste. Il collaudo sarà effettuato dal Responsabile Tecnico dell’Amministrazione contestualmente alla consegna, all’installazione ed alla messa in funzione. Il collaudo avverrà alla presenza di incaricati del Fornitore che debbono controfirmare il relativo processo verbale. Qualora il sistema non superi le prescritte prove funzionali e diagnostiche, le operazioni di collaudo sono ripetute, alle stesse condizioni e modalità, con eventuali oneri a carico dell’impresa, entro 20 giorni. L’aggiudicatario, nel corso dell’esecuzione dell’appalto, ha l'obbligo di accettare, alle condizioni tutte del contratto che verrà stipulato, comprese quelle economiche, un aumento o una diminuzione dell’importo aggiudicato, fino alla concorrenza di un quinto (1/5) del valore iniziale dello stesso.

10. Fatturazione e pagamenti
Il pagamento dell’importo di ciascuna fattura, al netto di eventuali penali che dovessero essere comminate, avverrà con determinazione dirigenziale della DIRSIT, entro 90 giorni dal ricevimento della fattura, la cui data sarà comprovata dalla registrazione al Protocollo Generale. I pagamenti saranno effettuati nel modo seguente:   80% dell’importo di aggiudicazione dell’appalto successivamente al collaudo con esito positivo di cui all’art. 9, relativamente alle componenti della fornitura di cui all’art. 4.2; 20% al termine della regolare esecuzione dei servizi accessori di cui all’art. 4.3. irregolarità riscontrata nella qualità o quantità della fornitura, nonché Qualsiasi

nell’emissione della fattura interromperà il termine indicato. Il pagamento dei corrispettivi è subordinato all’acquisizione della documentazione di regolarità contributiva e retributiva, rilasciata dagli enti competenti. Il Fornitore è responsabile dell’esatto adempimento delle obbligazioni nascenti dal contratto. Si obbliga, inoltre, all’esecuzione dei servizi previsti dal presente capitolato a perfetta regola d’arte, nel rispetto di tutte le disposizioni di legge, di regolamenti concernenti la fornitura stessa nonché di quelle previste nel presente capitolato e negli atti di gara. Tutte le penalità che il Fornitore dovrà corrispondere saranno compensate con qualsiasi credito la stessa vanti nei confronti dell’Amministrazione. Resta tuttavia espressamente inteso che in nessun caso, ivi compreso il caso di ritardi nei pagamenti dei corrispettivi dovuti, il Fornitore potrà sospendere la fornitura e la prestazione
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 8 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

dei servizi e, comunque, delle attività previste nel Contratto; qualora il Fornitore si rendesse inadempiente a tale obbligo, il Contratto potrà essere risolto di diritto mediante semplice ed unilaterale dichiarazione da comunicarsi con lettera raccomandata A/R, dall’Amministrazione.

11. Penali
L’Amministrazione ha la facoltà di applicare, in sede di pagamento delle fatture a saldo, le penalità per inadempimenti contrattuali secondo le regole seguenti. Per ogni giorno lavorativo di ritardata esecuzione della consegna, installazione del server e prima configurazione del sistema, non imputabile all’Amministrazione ovvero a forza maggiore o caso fortuito, rispetto ai termini massimi stabiliti nel paragrafo “Tempi di consegna” del presente Capitolato, è fissata una penale pari al 0,002% del corrispettivo dell’ordine oggetto di inadempimento, fatto salvo il risarcimento del maggior danno; il mancato intervento di assistenza in garanzia comporterà una penale pari € 100,00 per ogni giorno di ritardo. E’ prevista inoltre una penale giornaliera pari al 0,005% nel caso in cui, a seguito di collaudo negativo, il materiale da sostituire non venga consegnato entro 15 giorni naturali e consecutivi. Deve considerarsi ritardo anche il caso in cui il Fornitore non consegni i materiali sussidiari e accessori allo svolgimento della fornitura indicati nel Capitolato. Il limite massimo delle penali applicabili è pari al 10% del valore del presente contratto: ove le penali raggiungano tale ammontare l’Amministrazione avrà facoltà di risolvere il contratto. Gli eventuali inadempimenti contrattuali che daranno luogo all’applicazione delle penali di cui al precedente paragrafo verranno contestati per iscritto al Fornitore dall’Ente; l’Aggiudicatario dovrà comunicare in ogni caso le proprie deduzioni all’Ente nel termine massimo di n. 5 (cinque) giorni dalla stessa contestazione. Qualora dette deduzioni non siano accoglibili a giudizio dall’Ente, ovvero non vi sia stata risposta o la stessa non sia giunta nel termine indicato, saranno applicate al Fornitore le penali come sopra indicate a decorrere dall’inizio dell’inadempimento. Il Fornitore è responsabile anche per gli eventuali inadempimenti (totali o parziali) dovuti a soggetti terzi coinvolti dallo stesso Fornitore nell’esecuzione dell’appalto. L’Amministrazione potrà compensare i crediti derivanti dall’applicazione delle penali di cui al presente articolo con quanto dovuto al Fornitore a qualsiasi titolo, ovvero avvalersi della garanzia ove prevista o delle eventuali altre garanzie rilasciate dal Fornitore senza bisogno di diffida, ulteriore accertamento o procedimento giudiziario. La richiesta e/o il pagamento delle penali di cui al presente articolo non esonera in nessun caso il Fornitore dall’adempimento dell’obbligazione per la quale si è reso inadempiente e che ha fatto sorgere l’obbligo di pagamento della medesima penale.

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 9 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

Il Fornitore prende atto che l’applicazione delle penali previste dal presente articolo non preclude il diritto dell’Amministrazione a richiedere il risarcimento degli eventuali maggior danni.

12. Esecuzione in danno
Nel caso in cui il Fornitore non provveda agli interventi richiesti nei termini e con le modalità di cui ai precedenti articoli, l'Amministrazione potrà procedere ad affidare gli interventi ad altra Ditta con spesa a carico del Fornitore. La spesa relativa sarà liquidata dall'Amministrazione e successivamente detratta dall'importo dovuto al Fornitore all'atto del primo pagamento utile o anche dalla garanzia definitiva.

13. Modalità di realizzazione
Al fine di seguire, controllare e coordinare le attività di realizzazione della fornitura, prima dell'inizio delle attività, il legale rappresentante del fornitore nominerà, dandone comunicazione scritta all'Amministrazione, un responsabile operativo, il quale avrà specifico mandato di rappresentare ed impegnare il fornitore per tutte le attività inerenti la fornitura. Parimenti l'Amministrazione nominerà, dandone comunicazione scritta al fornitore, un responsabile tecnico con il compito di vigilare sulle attività del fornitore nell’ambito delle rispettive competenze e collaborare con lui per la migliore riuscita della fornitura. Il responsabile operativo sarà l’unico interlocutore e referente del responsabile tecnico ogni qualvolta si presentino problemi relativi alla presente fornitura. Ciascuna delle parti potrà sostituire il proprio mandatario, dandone comunicazione scritta all'altra parte, senza potere, per questo, invocare una sospensione dei termini per la fornitura. Il Fornitore avrà cura di comunicare per iscritto il nome, il recapito telefonico e di posta elettronica del proprio Responsabile della fornitura; analogamente farà l'Amministrazione.

14. Obbligazioni del fornitore
Il Fornitore si impegna, oltre a quanto già previsto nel presente capitol ato, anche a:  effettuare la fornitura impiegando, a propria cura e spese, tutte le strutture ed il personale necessario per la realizzazione degli stessi secondo quanto precisato nel presente capitolato;  predisporre tutti gli strumenti e le metodologie, comprensivi della relativa documentazione, atti a garantire elevati livelli di servizio, ivi compresi quelli relativi alla sicurezza e riservatezza (manuali operativi interni e sistemi di sicurezza gestione dati);  nell’adempimento delle proprie prestazioni ed obbligazioni osservare tutte le indicazioni operative, di indirizzo e di controllo che a tale scopo saranno predisposte e comunicate dall’Amministrazione;
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 10 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007



comunicare

tempestivamente all’Amministrazione le eventuali variazioni della propria

struttura organizzativa coinvolta nell’esecuzione dell’appalto, indicando analiticamente le variazioni intervenute ed i nominativi dei nuovi responsabili;  mettere a disposizione e garantire il corretto funzionamento dei recapiti fax, telefono ed e-mail utilizzati per l’invio di tutte le comunicazioni relative all’affidamento.

15. Obbligazioni derivanti dal rapporto di lavoro
Il Fornitore si obbliga ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti derivanti da disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro, previdenza e disciplina infortunistica, assumendo a proprio carico tutti gli oneri relativi. Il Fornitore si obbliga altresì ad applicare, nei confronti dei propri dipendenti occupati nelle attività contrattuali, le condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili, alla data della stipulazione del contratto, alla categoria e nelle località di svolgimento delle attività, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni. Il Fornitore si obbliga altresì, fatto in ogni caso salvo il trattamento di miglior favore per il dipendente, a continuare ad applicare i suindicati contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione. Gli obblighi relativi ai contratti collettivi nazionali di lavoro di cui ai commi precedenti vincolano Il Fornitore anche nel caso in cui questo non aderisca alle associ azioni stipulanti o receda da esse per tutto il periodo di validità del contratto. Il Fornitore si obbliga a di rispondere dell’osservanza di quanto sopra previsto da parte degli eventuali subappaltatori, subaffidatari o ditte in ogni forma di sub-contrattazione nei confronti dei propri dipendenti, per le prestazioni rese nell’ambito del subappalto loro affidato.

16. Garanzia dei prodotti
Dalla data del processo verbale di collaudo con esito favorevole, il Fornitore garantisce il buon funzionamento delle apparecchiature e dei programmi forniti, assumendo l'obbligo di sostituirli o ripararli presso le sedi degli uffici dell’Amministrazione, senza alcun addebito. Il periodo di garanzia dei prodotti offerti in gara dovrà essere di durata non inferiore a 24 mesi. Il tempo di ripristino, inteso come intervallo di tempo intercorrente tra la segnalazione del guasto da parte dell’Amministrazione al Fornitore ed il ripristino della disponibilità del sistema, è stabilito in cinque giorni lavorativi. Il periodo di garanzia dovrà essere di durata non inferiore a 24 mesi. Per la gestione della garanzia il fornitore deve comunicare all’Amministrazione il recapito presso il quale poter indirizzare le richieste di intervento. Nel caso in cui, durante il periodo di garanzia, le apparecchiature o loro parti non siano funzionanti per periodi superiori a 12 ore, che sommati superino l’ammontare di 80 ore
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 11 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

lavorative riferite all’orario di lavoro ordinario dell’amministrazione, quest’ultima può chiedere al Fornitore la decorrenza ex novo del periodo di garanzia previsto, a decorrere dalla data di ripristino del regolare funzionamento. Qualora la riparazione non fosse eseguita nel termine sopra indicato, l’Amministrazione ha la facoltà di far eseguire la riparazione ad un terzo addebitando il costo al Fornitore aggiudicataria. Rimane ferma ogni azione di rivalsa per il maggior danno subito. Se le sostituzioni o i rifacimenti compiuti in garanzia dovessero interessare una parte funzionalmente importante della fornitura, avrà inizio, per la parte in oggetto, un nuovo periodo di garanzia. 17. Requisiti di conformità per i prodotti forniti Dovranno essere rispettate tutte le disposizioni attualmente vigenti, ad esempio:   requisiti di ergonomia riportati nella direttiva CEE 90/270; requisiti di sicurezza I.M.Q. (Istituto Marchio di Qualità) e di emissione elettromagnetica FCC (Federal Communications Commission); in alternativa dovranno almeno rispettare analoghi requisiti certificati da altri Enti riconosciuti a livello europeo, nel qual caso la Società dovrà allegare una descrizione delle prove effettuate e dei risultati ottenuti;      norme di sicurezza CEI 74/2 (EN 60950/IEC 950); norme di sicurezza CEI 110/5 (EN 55022 / CISPR 22); cavi UTP rispondenti a ISO/IEC 11801 categoria 5; misure dei parametri elettrici e trasmissivi secondo la norma IEC 1156; guaine secondo norme IEC 332-3 C.

18. Proprietà dei prodotti
Fatto salvo quanto stabilito al successivo comma 2, la Committente acquisisce la titolarità esclusiva dei diritti di proprietà e, quindi, di utilizzazione e sfruttamento economico di tutto quanto realizzato dal Fornitore per conto della Committente in esecuzione della fornitura di cui all’oggetto, dei relativi materiali e documenti creati, inventati, predisposti o realizzati dal Fornitore o dai suoi dipendenti nell’ambito o in occasione dell’esecuzione della presente fornitura. La Committente potrà pertanto, senza alcuna restrizione, utilizzare, pubblicare, diffondere, vendere, duplicare o cedere, anche solo parzialmente, detti materiali ed opere dell’ingegno. I menzionati diritti devono intendersi acquisiti dalla Committente in modo perpetuo, illimitato ed irrevocabile. Restano esclusi dalla titolarità della Committente tutti i marchi eventualmente apposti sui prodotti o comunque su materiale consegnato alla Committente, i diritti di proprietà industriale ed intellettuale su documenti che non siano stati realizzati appositamente per la Committente, in relazione ai quali tuttavia la Committente potrà esercitare in via non esclusiva i diritti di
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 12 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

utilizzazione e sfruttamento di cui al precedente comma 1. Sono inoltre salvi i diritti morali degli autori di opere di ingegno di rivendicarne la paternità o gli altri diritti inalienabili ai sensi di disposizioni inderogabili. Tutti i prodotti e l’ulteriore documentazione creata o predisposta dal Fornitore per conto della Committente nell’esecuzione contrattuale, non potrà essere, in alcun modo, comunicata o diffusa a terzi senza la preventiva approvazione espressa da parte della Committente.

19. Brevetti industriali e diritti d’autore
Il Fornitore assume ogni responsabilità per l’uso di dispositivi, software o per adozione di soluzioni tecniche o di altra natura che violino brevetti (per invenzioni, modelli industriali e marchi e diritti d’autore). Qualora venga da terzi promosso nei confronti dell’Amministrazione un procedimento giudiziario in cui si affermi che una o più delle soluzioni e/o l’uso di esse costituisca violazione di un diritto di proprietà industriale, ovvero analoga violazione sia altrimenti contestata all’Amministrazione, quest’ultima dovrà avvisarne il Fornitore, per iscritto, entro 60 giorni dalla notificazione dell’atto introduttivo dell’azione giudiziaria o dalla notizia della contestazione. Sempre che il termine di cui sopra sia stato osservato, il Fornitore assumerà a sue spese la difesa contro tale azione e terrà a suo carico gli oneri eventualmente conseguiti nei confronti del terzo attore, a condizione che le siano state conferite dall’Amministrazione le più ampie facoltà di condurre la lite a suo esclusivo giudizio e di definirla anche extragi udizialmente. Qualora in un giudizio condotto dal Fornitore, alla luce dei precetti su esposti, sia pronunziata sentenza definitiva (o sia intervenuta transazione od accordo) che inibisca l’uso, da parte dell’Amministrazione, delle apparecchiature o di parti di esse per violazione di brevetto od altro diritto di proprietà industriale di terzi, il Fornitore dovrà, a sua scelta ed a sue spese, alternativamente: a) procurare all’Amministrazione il diritto di continuare ad usare le soluzioni oggetto della sentenza o transazione; b) sostituirle o modificarle così da eliminare l’accertata violazione.

20. Obblighi di riservatezza
Il Fornitore ha l’obbligo di mantenere riservati i dati e le informazioni, ivi comprese quelle che transitano per le apparecchiature di elaborazione dati, di cui venga in possesso e, comunque, a conoscenza, di non divulgarli in alcun modo e in qualsiasi forma e di non farne oggetto di utilizzazione a qualsiasi titolo per scopi diversi da quelli strettamente necessari all’esecuzione del Contratto. L’obbligo di cui al precedente comma sussiste, altresì, relativamente a tutto il materiale originario o predisposto in esecuzione del presente Contratto. L’obbligo di cui al comma 1 non concerne i dati che siano o divengano di pubblico dominio.
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 13 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

Il Fornitore è responsabile per l’esatta osservanza da parte dei propri dipendenti, consulenti e collaboratori, nonché di subappaltatori e dei dipendenti, consulenti e collaboratori di questi ultimi, degli obblighi di segretezza anzidetti. In caso di inosservanza degli obblighi di riservatezza, l’Amministrazione ha la facoltà di dichiarare risolto di diritto il presente Contratto, fermo restando che il Fornitore sarà tenuto a risarcire tutti i danni che dovessero derivare alla stessa. Il Fornitore potrà citare i termini essenziali del presente Contratto, nei casi in cui fosse condizione necessaria per la partecipazione del Fornitore stesso a gare e appalti. Il Fornitore si impegna, altresì, a rispettare quanto previsto dal D.Lgs 196/2003 in materia di trattamento dei dati personali.

21. Trattamento dei dati
Per la esecuzione della fornitura descritta dal presente capitolato, con riferimento ai dati ed alle informazioni fornite dal Fornitore alla Committente, anche sotto forma documentale, e che rientrano nell’ambito di applicazione del d.lgs.n.196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), si precisa quanto segue:  Finalità del trattamento: In relazione alle finalità del trattamento dei dati forniti si

precisa che: - i dati comunicati vengono acquisiti ai fini della esecuzione delle prestazioni disciplinate nel presente capitolato e, in particolare, ai fini della esecuzione delle prestazioni contrattuali nonché in adempimento di precisi obblighi di legge, compresi gli adempimenti contabili ed il pagamento del corrispettivo contrattuale;   Dati sensibili: I dati forniti dal Fornitore non rientrano tra i dati classificabili come Modalità del trattamento dei dati: Il trattamento dei dati verrà effettuato in modo da “sensibili”; garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere attuato mediante strumenti manuali, informatici e telematici idonei a memorizzarli, gestirli e trasmetterli. Tali dati potranno essere anche abbinati a quelli di altri soggetti in base a criteri qualitativi, quantitativi e temporali di volta in volta individuati.  alla Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati: I dati potranno essere formazione svolte dall’Ufficio, Dipartimento della Funzione Pubblica, Ministero comunicati a: soggetti esterni, nell’ambito dello svolgimento delle funzioni e i compiti attinenti dell’Economia e delle Finanze, altri concorrenti che facciano richiesta di accesso ai documenti di gara nei limiti consentiti ai sensi della Legge n. 241/1990, consiglieri provinciali;  Diritti del Fornitore: Relativamente ai suddetti dati, al Fornitore, in qualità di interessato, vengono riconosciuti i diritti di cui al citato decreto legislativo. Acquisite le suddette informazioni con la sottoscrizione del contratto ed eventualmente nella fase di esecuzione dello stesso, egli acconsente espressamente al trattamento dei dati personali secondo le modalità indicate precedentemente.
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 14 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007



Si precisa, altresì, che la Committente dovrà utilizzare tutti i dati di cui verrà a

conoscenza per soli fini istituzionali, assicurando la protezione e la riservatezza delle informazioni secondo la vigente normativa.

22. Anticipo di fornitura
L’Amministrazione si riserva la facoltà, in seguito all’aggiudicazione definitiva, di ordinare la fornitura anche prima della stipula del contratto; in tal caso, il Fornitore sarà tenuto a dare esecuzione al contratto agli stessi patti e condizioni così come risultanti dal presente capitol ato e dalla propria offerta.

23. Danni e responsabilità
Il Fornitore solleva la Committente da ogni eventuale responsabilità penale e civile verso terzi comunque connessa alla realizzazione ed all’esercizio delle attività affidate. Nessun ulteriore onere potrà dunque derivare a carico dell’Amministrazione, oltre al pagamento del corrispettivo contrattuale. Il Fornitore è responsabile dei danni derivanti e/o connessi all’esecuzione della presente fornitura. Il Fornitore è responsabile dei danni di qualsiasi natura, materiali o immateriali, diretti o indiretti, che dovessero essere causati da parte dei propri dipendenti, consulenti o collaboratori nonché da parte dei dipendenti, consulenti o collaboratori di questi ultimi, alla Committente ed al suo personale, ai suoi beni mobili e immobili, anche condotti in locazione, nonché ai terzi, ivi incluso il caso in cui tali danni derivino da informazioni inesatte o false colposamente fornite dal Fornitore nell’ambito dell’erogazione dei servizi di cui all’oggetto.

24. Divieto di cessione del contratto e cessione del credito
E’ fatto assoluto divieto al Fornitore di cedere, a qualsiasi titolo, il contratto a pena di nullità della cessione medesima. Il Fornitore può cedere a terzi i crediti derivanti alla stessa dal presente contratto, ma tale cessione è subordinata all’accettazione espressa da parte dell’Ente. La cessione di azienda e gli atti di trasformazione, fusione e scissione relativi al Fornitore non hanno singolarmente effetto nei confronti delle Amministrazioni contraenti fino a che il cessionario, ovvero il soggetto risultante dall’avvenuta trasformazione, fusione o scissione, non abbia comunicato all’ Amministrazione l’avvenuta cessione, e ferma restando la responsabilità solidale della società cedente o scissa. Nei novanta giorni successivi a tale comunicazione l’Amministrazione può opporsi al subentro del nuovo soggetto nella titolarità del contratto, con effetti risolutivi sulla situazione in essere, laddove ritenga che siano venuti meno i requisiti di carattere tecnico e professionale e i requisiti di carattere economico e finanziario presenti in capo all’originaria concessionaria.
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 15 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

In caso di inadempimento da parte del Fornitore degli obblighi di cui al presente articolo, l’Amministrazione, fermo restando il diritto al risarcimento del danno, ha facoltà di dichiarare risolto il contratto.

25. Subappalto
Non è consentito il subappalto.

26. Risoluzione del contratto
In caso di inadempimento del Fornitore anche a uno solo degli obblighi assunti con il presente Contratto che si protragga oltre il termine, non inferiore a 15 (quindici) giorni, che verrà assegnato dall’Amministrazione per porre fine all’inadempimento, la stessa Amministrazione ha la facoltà di considerare risolto il Contratto e di ritenere definitivamente la garanzia, ove essa non sia stata ancora restituita, e/o di applicare una penale equivalente, nonché di procedere nei confronti del Fornitore per il risarcimento del danno. In ogni caso, si conviene che l’ Amministrazione potrà risolvere il contratto di diritto ai sensi dell’art. 1456 cod. civ., previa dichiarazione da comunicarsi al Fornitore con Raccomandata A/R nei seguenti casi: a) fatto salvo quanto previsto dall’art. 71 comma 3 del D.P.R. 445/00, qualora fosse accertata la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni ed atti di notorietà rilasciate dal Fornitore ai sensi e per gli effetti degli artt. 38, 46 e 47 del D.P.R. 445/00, il contratto si intenderà risolto di diritto anche relativamente alle prestazioni già eseguite o in corso di esecuzione; b) quando le penalità raggiungono l’importo del 10% del valore contrattuale; c) qualora gli accertamenti antimafia presso la Prefettura competente risultassero positivi; d) mancato adempimento delle prestazioni contrattuali a perfetta regola d’arte, nel rispetto delle norme vigenti e secondo le condizioni, le modalità, i termini e le prescrizioni contenute nel presente Capitolato; e) mancata reintegrazione della garanzia eventualmente escussa entro il termine di 10 (dieci) giorni dal ricevimento della relativa richiesta da parte dell’Amministrazione; f) azioni giudiziarie intentate da terzi contro l’Amministrazione per fatti o atti compiuti dal Fornitore nell’esecuzione della fornitura; g) in caso di mancato rispetto del Protocollo di Legalità sottoscritto il 01.08.07 tra la Provincia e il Prefetto di Napoli; h) negli altri casi previsti dal presente capitolato. Per quanto non previsto e regolamentato, si applicheranno le disposizioni di cui agli articoli 1453 e seguenti del codice Civile.

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 16 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

27. Recesso
L’Amministrazione ha diritto di recedere unilateralmente dal Contratto, in tutto o in parte, in qualsiasi momento, con un preavviso di almeno n. 30 (trenta) giorni solari, da comunicarsi al Fornitore con lettera raccomandata A/R nei casi di: a) giusta causa; b) mutamenti di carattere organizzativo, quali, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, accorpamento o soppressione o trasferimento di uffici; c) reiterati inadempimenti del Fornitore, anche se non gravi; Si conviene che per giusta causa si intende, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: i) qualora sia stato depositato contro il Fornitore un ricorso ai sensi della legge fallimentare o di altra legge applicabile in materia di procedure concorsuali, che proponga lo scioglimento, la liquidazione, la composizione amichevole, la ristrutturazione dell’indebitamento o il concordato con i creditori, ovvero nel caso in cui venga designato un liquidatore, curatore, custode o soggetto avente simili funzioni, il quale entri in possesso dei beni o venga incaricato della gestione degli affari del Fornitore; ii) qualora il Fornitore perda i requisiti minimi richiesti dalla Lettera d’invito; iii) qualora taluno dei componenti l’organo di amministrazione o l’amministratore delegato o il direttore generale o il responsabile tecnico del Fornitore siano condannati, con sentenza passata in giudicato, per delitti contro la Pubblica Amministrazione, l’ordine pubblico, la fede pubblica o il patrimonio, ovvero siano assoggettati alle misure previste dalla normativa antimafia; iv) ogni altra fattispecie che faccia venire meno il rapporto di fiducia sottostante il presente Contratto. Dalla data di efficacia del recesso, il Fornitore dovrà cessare tutte le prestazioni contrattuali, assicurando che tale cessazione non comporti danno alcuno alla Committente. In caso di recesso dell’Amministrazione il Fornitore ha diritto al pagamento delle prestazioni eseguite, purché correttamente ed a regola d’arte, secondo il corrispettivo e le condizioni contrattuali rinunciando espressamente, ora per allora, a qualsiasi ulteriore eventuale pretesa anche di natura risarcitoria ed a ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso delle spese, anche in deroga a quanto previsto dall’articolo 1671 cod. civ. Nell’arco della durata contrattuale l’aggiudicazione della fornitura non costituisce per il Fornitore diritto di esclusiva per l’erogazione della fornitura oggetto dell’appalto. In particolare, ai sensi della legge 191/2004, qualora Consip S.p.A. stipuli una Convenzione aventi ad oggetto beni o servizi comparabili con quelli oggetto della presente fornitura, ovvero fissi specifici parametri prezzo-qualità per la fornitura oggetto dell’appalto, l’Amministrazione si riserva di aderire a tale Convenzione, ovvero di utilizzare i parametri prezzo-qualità della Consip quale limite di riferimento, salvo che i prezzi e le condizioni praticate dal Fornitore non
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 17 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

risultino inferiori o uguali a quelli contenuti nel listino Consip e sempre che il Fornitore non accetti di effettuare la fornitura ai prezzi e alle condizioni della Convenzione Consip.

28. Controversie
In caso di contestazioni o di impossibilità di accordi tra le parti, il foro competente è quello di Napoli.

29. ALLEGATO A - Infrastruttura tecnologica della DIRSIT

Stato attuale
La sala server della DIRSIT è dedicata in massima parte alla gestione del MapServer e del GeoDatabase. La sala si compone di 5 server:  (SRV 1 e SRV 2) n. 2 server SUN Microsystem Fire V40z con processore AMD Opteron 850 3,40 GHz, 8 GB RAM con 1 disco Ultra320 SCSI da 72GB e 3 dischi Ultra320 SCSI da 136 GB. Sul server sono presenti 4 porte Ethernet GigaBit;  n. 2 server IOMega Nas 400r con processore Pentium 4 3 GHz ,1 GB RAM con 4 dischi SATA 150 da 500 GB RAID 5. Sul server sono presenti 2 porte Ethernet GigaBit.  n. 1 server del Ministero dell’Ambiente Bull Express 5800 con processore Intel Xeon 3,2 GHz 2 GBy RAM con 1 disco Ultra320 SCSI da 72 GB e 1 disco Ultra320 SCSI da 500 GB. Tali server sono allocati all’interno di un armadio Rack da 19” da 42 Unita e profondità 110 cm. Nello stesso rack trovano posti alcuni apparati di rete relativi alla connettività ADSL del ministero e un UPS da 3000VA. Lo spazio utile per ulteriori installazioni nell’armadio è stimato in 12 Unità. Graficamente la situazione è la seguente:

SRV 1

SRV 2

NAS SERVERS

MINAMB SERVER

Evoluzione
La situazione che si vuole raggiungere:
7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc Pag. 18 di 21 Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

SRV 1

SRV 2

NAS SERVERS

MINAMB SERVER

SAN
SWITCH

Attuale
BackUp Disk array

Fornitura Futuro Sviluppo

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 19 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

30. ALLEGATO B – Caratteristiche minime della SAN
Caratteristiche minime della Storage Area Network (SAN) e dei suoi componenti Caratteristiche della SAN La SAN dovrà avere i seguenti requisiti: • Essere di tipo switch-fabric per la connessione in fibra ottica dei server all’unità storage. • Deve poter consentire di creare connessioni multiple concorrenti tra i diversi nodi, con velocità di trasmissione sulla singola connessione di 4Gb/sec. • Deve poter garantire una connettività any-to-any tra i servers e l’unità di storage, permettendo ad ogni server connesso di poter accedere ad un qualsiasi volume logico residente sul sottosistema di storage. La SAN offerta dovrà garantire l’implementazione del Backup centralizzato “Lan free” (backup dei sottosistemi a dischi senza impegnare la rete Lan). Sottosistema di Storage Il Sottosistema di Storage (SS), montabile in rack da 19”, dovrà fornire una capacità complessiva pari a 2,5 TB totale usabile, al netto del RAID5. Tecnologia REAL FULL 4Gb in FRONT END e BACK END. Dovrà avere almeno 1 GB di memoria cache. Dovrà consentire configurazioni RAID di tipo 1, 0 e 5. Nello stesso array devono poter essere utilizzate unità disco di dimensioni differenti. I singoli dischi dovranno essere di capacità non inferiore a 300 GB e velocità di rotazione non inferiore a 10.000 rpm. I singoli dischi dovranno essere di tecnologia almeno Ultra320 SCSI / SATA 150. Dovrà avere almeno n. 2 connessioni Fiber Channel. Il SS dovrà poter essere scalabile ed espandibile “in field”; in particolare dovrà consentire incrementi (rispetto a quanto fornito) della memoria di massa non inferiori al 100 %, al netto del RAID5 (senza la necessità della sostituzione delle meccaniche disco o aggiunte di nuovi frame, cabinet o storage processor). La fornitura del SS dovrà appartenere alla più recente generazione rilasciata e dovrà essere costituita esclusivamente da elementi nuovi di fabbrica. Il SS dovrà essere corredato della relativa manualistica e documentazione tecnica, redatta in lingua italiana, o in subordine in lingua inglese. Sistemi Operativi compatibili: Microsoft Windows Server 2003, Linux. Switch Fiber Channel Lo switch dovrà essere alloggiato all’interno del rack da 19” già presente alla DIRSIT. Minimo 8 porte, espandibile almeno a 16. Velocità di trasferimento NON INFERIORE a 4Gb/sec.

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 20 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007

Lo switch dovrà essere corredato della relativa manualistica e documentazione tecnica, redatta in lingua italiana, o in subordine in lingua inglese. Schede di interfaccia per server Almeno una scheda di interfaccia tipo Fiber Channel, da installare su ciascuno dei n. 2 server SUN Microsystem Fire V40z (SRV 1 e SRV 2), per il collegamento con la SAN. Velocità di trasferimento 4 GBit/sec. Sarà responsabilità del Fornitore garantire la compatibilità delle schede con i server e gli altri componenti della SAN. Software di gestione La fornitura deve includere il software di gestione della SAN, e dei suoi componenti, preferibilmente di tipo Web Based, utilizzabile da un qualsiasi Web Browser. Il software deve essere fornito nell’ultima versione di mercato. Cavi La fornitura dovrà prevedere tutta la cavetteria Fiber Channel per la connessione degli apparati in SAN

7627d0c9-0307-4c5f-be22fdf7e24286af.doc

Pag. 21 di 21

Mod. CSA Rev. 5 del 18.09.2007


				
DOCUMENT INFO