Docstoc

Itinerario Benedizioni Famiglie 2010

Document Sample
Itinerario Benedizioni Famiglie 2010 Powered By Docstoc
					Gennaio 2010

Foglio di collegamento della Comunità Parrocchiale del Centro Storico di Lucca CALENDARIO DELLA VISITA E DELLA BENEDIZIONE ALLE FAMIGLIE

UN CANTIERE APERTO A TUTTI
Sommario

Un saluto e un augurio di pace a tutti voi! 2 2 3 3 4 7 6 Come avviene in ogni famiglia, anche in una parrocchia occorre sempre rimettersi in gioco, i programmi vanno ogni giorno rivisitati e corretti, si pensa al futuro mentre si sta ancora lavorando sul presente… insomma siamo un po’ come un “cantiere di lavoro” nel quale regna una apparente confusione che è però finalizzata ad un progetto vantaggioso per tutti. Soprattutto resta importante un fatto: imparare a collaborare e quindi a far circolare il più possibile le notizie, mettersi in relazione e

Una Comunità ospitale Fare spazio per ricevere Benedetti da Dio per benedire Dio La benedizione delle famiglie Itinerario della benedizione delle Insieme per cercare.. Incontri per le famiglie

comprendere che, come in un cantiere di lavoro, si riuscirà a far qualcosa di bello e di positivo se ciascuno porta avanti la s u a p a r t e d i responsabilità, si sente coinvolto nel progetto e non resta “affacciato alla finestra” solo a guardare o, peggio, pronto a criticare e a seminare zizzania. La nostra Comunità parrocchiale ha bisogno di tutti: dei grandi e dei piccini, degli adulti e dei giovani… di chi lavorava e si impegnava negli anni passati e di chi si affaccia ora, desideroso di far qualcosa di bello assieme.

Costruire la “casa comune” dove chi cresce possa “imparare la Vita” Questo foglio di collegamento pensiamo possa costituire un’occasione di comunicazione per mettere in atto tutte le connessioni possibili che aiutino a formarci come “comunità” senza restare ad un “agglomerato” di persone; permettano di vivere da cristiani con la

DA PAGINA 3 A PAGINA 6

PROGRAMMA
DETTAGGLIATO DELLA

Tre preti e un diacono per un servizio alla città
Siamo stati chiamati a guidare e a coordinare la Comunità Cristiana del Centro Storico di Lucca. Ci poniamo al servizio del Popolo di Dio, desiderosi di collaborazione e di sostegno perché il lavoro che svolgiamo sia proficuo. Ecco chi siamo. Don Agostino Banducci, prete dal 1969, dopo diverse parrocchie approdato a Lucca e parroco della Comunità del Centro Storico affiancato da alcuni collaboratori: don Claudio Francesconi, presbitero dal 1995 ed economo diocesano oltreché al servizio della comunità di Lucca; don Lucio Malanca, ordinato nel 1997, unisce al servizio pastorale il compito di segretario arcivescovile; infine don Emanuele Rosi diacono dal 7

VISITA
E DELLA

BENEDIZI ONE
ALLE

FAMIGLIE

Pagina 2

Numero unico

ESSERE COMUNITA’ OSPITALE: SOGNO DA FAR DIVENIRE REALTA’
Ci piace sognare una comunità di persone dunque che sanno ospitare e si lasciano ospitare, che sanno accogliersi e si lasciano accogliere. A noi cristiani oggi non basta più una generica spiritualità in cui ciascuno agisce singolarmente, forte del suo impegno e delle sue qualità. C’è bisogno di unire le forze, accogliere le differenze, riconoscere le complementarietà, sostenerci vicendevolmente per compiere il cammino incontro al Signore. Cominciare a far questo, se pensiamo bene, vuol dire vivere l’ospitalità. Infatti il forestiero, il viandante proveniente da lontano, è sempre straniero. Diverso per modi di pensare e di vivere, destabilizzante nei confronti di chi è da sempre residente. Porta costumi, cultura e notizie che possono turbare o incidere negativamente nel tessuto sociale che lo accoglie. Ma è altrettanto vero che l’ospite straniero è sempre anche un dono per chi lo accoglie. Apre orizzonti nuovi, incammina su strade vitalizzanti, arricchisce con una cultura diversa. In lui si riconosce la visita del divino: è questo ciò che gli antichi avevano scoperto . I greci

Vivere l’ospitalità e l’accoglienza è uno dei modi più significativi per incarnare l’Evangelo.

Gli antichi on conoscevano l' "ultimo degli uomini". L'uomo era sempre il primo, cioè divino.

I Presbiteri del Centro Storico don Agostino, don Claudio e don Lucio assieme al Diacono don Emanuele e all’ Arcivescovo mons. Italo Castellani per l’omaggio alla “Madonna dello Stellare” il giorno 8 dicembre 2009

Fare spazio per ricevere il Dono
L’ospitalità cristiana è dono da accogliere e da condividere. Queste sono le caratteristiche di UNA PARROCCHIA, CHE SI FA COMUNITA’ OSPITALE. La preghiera è mezzo per educarsi all’accoglienza In primo luogo essa è capace di accogliere senza paura l’Altro, il Signore Gesù, Colui che si propone come dono, riempie l’esistenza e permette di illuminare di speranza il quotidiano troppe volte grigio e affannoso. Contemporaneamente essa è tesa ad incontrare gli uomini e le donne del nostro tempo per accogliere e riconoscere le loro qualità, confrontarsi sulle loro aspettative e, soprattutto - carica della Speranza ricevuta dall’Ospite divino, desiderosa di condividere con tutti l’incontro gioioso che la rende nuova. Maria, la Madre del

Numero unico

Pagina 3

LA BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE: Bene-detti da Dio per Bene-dire tutti
Incontrarvi nelle vostre famiglie per la benedizione annuale, è per noi Presbiteri del Centro Storico un motivo di gioia. In questo anno 2010, io, don Agostino assieme a don Lucio, riprenderemo a percorrere le vie di Lucca, a salire e scendere le scale per incontravi di persona. Qualche volta ci accompagnerà in questa visita anche don Emanuele il nuovo diacono che svolge il suo ministero con noi dal 7 dicembre scorso. Tutto questo aiuta a conoscerci meglio, per costruire familiarità e amicizia fra noi; nello stesso tempo costituisce una occasione per riconoscere Dio fonte di ogni benedizione e degno di lode. Con il gesto della "BENEDIZIONE" infatti, la Chiesa "chiama gli uomini a lodare Dio, li invita a chiedere la sua protezione, li esorta a meritare, con la santità di vita, la sua misericordia e innalza preghiere per ottenere i benefici divini in modo che le sue invocazioni ottengano l'effetto sperato"Tutti noi sappiamo quanto sia necessario in questi tempi saper riconoscere Dio presente nella nostra vita. Dalla venuta di Gesù viviamo nella "pienezza del tempo"; eppure ci stringono le nostre personali preoccupazioni ed ansietà; la situazione del nostro Paese è ingarbugliata e nebulosa e le guerre tuttora in corso nel mondo rendono precaria la situazione di molti paesi. Il gesto della Benedizione ci ricorda che Dio non ci abbandona. Ogni giorno è una occasione nuova per vivere l'incontro con il Signore che "visita il suo popolo" e non cessa di "donarci il suo Spirito" che testimonia al nostro cuore che "siamo realmente figli di Dio". E, pur nelle tortuosità della vita e nella apparente indifferenza a cui purtroppo ci si abitua, dobbiamo essere sicuri che non mancheranno mai coloro che sono pronti ad abbandonare le cose vecchie per seguire il Gesù, il Cristo e, come gli apostoli, "vedere dove Lui abita". Ciascuno di noi è chiamato ad essere una di queste persone disponibili a lasciarsi coinvolgere dalla potenza dello Spirito Santo. Lo scorso anno abbiamo molto apprezzato l’accoglienza che quasi dovunque vi è stata nei nostri confronti. Con la visita nelle vostre famiglie riproponiamo la nostra vicinanza di presbiteri accanto a voi, desiderosi di poter condividere con il maggior numero possibile di persone non solo le ansie, ma anche le gioie e

La chiesa di S. Tommaso restaurata per accogliere i ragazzi della catechesi

Ci incontriamo per costruire familiarità e amicizia nel Nome di Dio fonte di ogni Benedizione e degno di Lode

Vivere insieme la Benedizione
La visita del sacerdote che si snoda su due itinerari giornalieri con inizio ambedue alle ore 14,30 , vuole essere un momento di incontro e di preghiera: chiediamo perciò che, per quanto è possibile, siano presenti il maggior numero di familiari. Negli

anni scorsi molti hanno espresso la loro vicinanza alla parrocchia con un’offerta, un gesto importante, segno di partecipazione alla vita e alle esigenze della comunità cristiana. Le offerte raccolte in quest’anno saranno finalizzate a coprire i

debiti incontrati per il restauro della CASA S. TOMMASO, la struttura per la catechesi unitaria dei ragazzi recentemente inaugurata. I genitori e i ragazzi che la frequentano comprendono bene la sua importanza. Ringraziamo fin d’ora chi ci darà una mano a

22 Novembre 2009: Inaugurazione della CASA S. TOMMASO

Pagina 4

Numero unico

DIARIO E ITINERARIO PER LA VISITA E LA BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE 18 gennaio – 04 maggio 2010
Ogni giorno vengono percorsi due itinerari. Alle ore 14,30 i sacerdoti iniziano ciascuno un itinerario e proseguono fino al termine di esso, quasi sempre oltre le ore 18,30. Se qualcuno ha necessità di cambiare il giorno o l’orario, se vi è qualche dimenticanza da parte nostra, si può comunicare al 0583 53576 o al 340 4605529. Al termine della settimana le famiglie delle zone interessate, anche coloro non hanno potuto incontrare il sacerdote, sono invitate ad un incontro di preghiera e di confronto nei luoghi che sono indicati.
Giovedì 28/01 1° itinerario Via del Fosso numeri pari dal 162 all’88 Giovedì 28/01 2° itinerario Via della Quarquonia dal n. 3 al n. 34

Venerdì 29/01 ore 21,00 nei locali di S. Pietro Somaldi: incontro con le famiglie

2. ZONA S. FRANCESCO/PORTA ELISA
FEBBRAIO
Lunedì 01/02 1° itinerario P.za S. Francesco dal n. 1 al n. 17, poi dal n. 21 al n. 48. Lunedì 01/02 2° itinerario Via S. Chiara, numeri pari e dispari dall’inizio alla fine Martedì 02/02 1° itinerario Via del Fosso numeri dispari da 219 a 129 (da via M. Rosi allo Stellare) Martedì 02/02 2° itinerario Via del Fosso numeri pari dal 82 al 34, Vicolo Alessi. Mercoledì 03/02 1° itinerario Via del Bastardo, Via di Mezzo, Via Chiusa. Mercoledì 03/02 2° itinerario Via dei Filatori, Via Brunero Paoli. Giovedì 04/02 1° itinerario Via S. Croce numeri dispari dal n° 119 al 73; numeri pari dal n° 92 al 70 Giovedì 04/02 2° itinerario Via del Fosso numeri dispari dall’inizio al 127

1. ZONA BORGHI / BACCHETTONI
GENNAIO Lunedì 18/01 1° itinerario Via S. Leonardo (numeri pari), Via Buiamonti. Lunedì 18/01 2° itinerario Via S. Leonardo (numeri dispari), Vicolo dello Strinatoio, Via delle Stallette, Via del Gonfalone. Martedì 19/01 1° itinerario Via M. Rosi (già Via dei Borghi) numeri dispari dal 1 al 37. Martedì 19/01 2° itinerario Via M. Rosi (già Via dei Borghi) numeri dispari dal 101 al 39. Mercoledì 20/01 1° itinerario Via M. Rosi (già Via dei Borghi) numeri pari dal 2 al 72, Vicolo del Capraio. Mercoledì 20/01 2° itinerario Via M. Rosi (già Via dei Borghi) numeri pari dal 132 al 74. Giovedì 21/01 1° itinerario Piazza Santa Maria dal n. 2 al n. 15; Via Fillungo (da p.za S. Maria a Porta di Borghi, n° 220-228), Vicolo del Geppone; via dei Fossi dal n° 182 al n° 164. Giovedì 22/01 2° itinerario Via dei Bacchettoni dal n. 7 al n. 29, Via delle Palme, Piazzale Varanini.

Venerdì 05/02 ore 21,00 nella chiesa della SS.ma Trinità (Barbantini): incontro con le famiglie

3. ZONA S. NICOLAO /GIARDINO BOTANICO
Lunedì 08/02 1° itinerario Via Elisa, P.za S. Ponziano, Via degli Orti, Via delle Sette Arti, Via S. Micheletto Lunedì 08/02 Via Giardino Botanico 2° itinerario

Venerdì 23/01 ore 21,00 nella chiesa di S. Leonardo in Borghi: incontro con le famiglie
Lunedì 25/01 Via della Zecca 1° itinerario numeri dispari dal 1 al 69

Lunedì 25/01 2° itinerario Via della Zecca numeri pari dal 2 al 78, Piazza della Zecca Martedì 26/01 1° itinerario Via S. Gemma G. numeri dispari dal 1 al 81 Martedì 26/01 2° itinerario Via S. Gemma G. numeri pari dal 4 al 64 Mercoledì 27/01 1° itinerario P.za S. Pietro S. dal n. 3 al n. 15; Via Busdraghi dal 1 al 49 Mercoledì 27/01 2° itinerario Via della Fratta numeri dispari dal 33 al 1, poi numeri pari dal n. 8 al n. 32

Martedì 09/02 1° itinerario Via S. Nicolao dal n° 1 al n°27; dal n° 32 al n° 6 Martedì 09/02 2° itinerario Via S. Nicolao numeri dispari dal n° 29 al n° 61 Mercoledì 10/02 1° itinerario Via S. Nicolao numeri pari e dispari dal n° 79 al n°63 numeri pari dal n° 50 al n° 60 Mercoledì 10/02 2° itinerario Via S. Nicolao numeri pari e dispari dal n° 103 al n° 78

Venerdì 12/02 ore 21,00 nella chiesa di S. Maria Bianca: incontro con le famiglie

Numero unico

Pagina 5

DIARIO E ITINERARIO PER LA VISITA E LA BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Pagina 6

Numero unico

7. ZONA DEL FORO ROMANO S. ALESSANDRO
Giovedì 18/03 1° itinerario via Fillungo numeri pari dal n° 2 all’84 (da Via S. Croce a Via A. Mordini) Giovedì 18/03 2° itinerario Via Fillungo numeri dispari dall’1 al al 109 (da Via S. Croce a Via S. Giorgio)

Piazza della Cervia, Via della Cervia, Vicolo della Cervia, Corte Campana. Martedì 20/04 2° itinerario Via Burlamacchi tutti i numeri dal n° 1 al n° 30 Vicolo Croce di Malta, Vicolo S. Pierino, Corte S. Paolino, Piazza S. Pierino, Via S. Pierino, Mercoledì 21/04 1° itinerario Via S. Paolino numeri pari Mercoledì 21/04 2° itinerario Via S. Paolino numeri dispari Piazza dei Cocomeri Giovedì 22/04 1° itinerario Via del Crocifisso, Via Galli Tassi dall’inizio fino a via S. Giustina (n° 1-59). Giovedì 22/04 Via Vittorio Emanuele 2° itinerario

Giovedì 18/03 ore 21,00 nei locali delle Oblate dello Spirito Santo in piazza S. Agostino: incontro con le famiglie

Pausa Pasquale

1-4 aprile: Pasqua del Signore Gesù, Crocifisso, Morto e Risorto
APRILE Lunedì 12/04 1° itinerario Via Santa Giustina dal n° 1, numeri pari e dispari Lunedì 12/04 2° itinerario Via Roma, Corte Sbarra, Piazza S. Michele, Corte delle Uova, Chiasso Barletti, via S. Lucia Martedì 13/04 1° itinerario Via Buia, Corte Pini, Via Calderia, Corte Portici. Martedì 13/04 2° itinerario Via del Moro, Corte Morovelli, Piazza S. Salvatore, Via Cesare Battisti dall’inizio fino a via S. Giorgio, n° 28 Mercoledì 14/04 1° itinerario Via G. Tassi da via S. Giorgio a via S. Giustina (n° 87-65), Via della Colombaia, Via della Stufa dall’inizio fino a Via S. Giorgio (n° 1-26) Mercoledì 14/04 2° itinerario Piazza S. Maria Corteorlandini, Via S. Maria Corteorlandini, Via del Loreto, Via Tegrimi, Piazza Cittadella, Corte S. Lorenzo, Via di Poggio Giovedì 15/04 1° itinerario Via Burlamacchi dal n° 25 al n° 40 (da via S. Paolino a piazza S. Matteo) Piazza S. Matteo, Vicolo del Fico, Giovedì 15/04 2° itinerario Piazza del Palazzo Dipinto, Via del Toro, Vicolo della Minerva.

Venerdì 23/04 ore 21,00 nei locali di piazza S. Pierino 11: incontro con le famiglie

8. ZONA PIAZZA GRANDE CORSO GARIBALDI
Lunedì 26/04 1° itinerario Corte Frediani, Piazza San Romano, Via della Corticella, Corte Petri, Cortile degli Svizzeri, n.1 Lunedì 26/04 2° itinerario Piazza XX Settembre, Corte Paoli, Piazza Napoleone, Via Vittorio Veneto numeri pari e dispari, Via del Sasso, Piazza del Giglio, Corte Nieri. Mercoledì 28/04 1° itinerario Corso Garibaldi numeri dispari dal n° 1 al n° 117 Mercoledì 28/04 Via della Caserma, Via della Mano, Via del Peso, Via Carrara 2° itinerario

Giovedì 29/04 1° itinerario Corso Garibaldi numeri pari dal n° 6 al n° 58 Giovedì 29/04 Via della Polveriera, Via S. Girolamo 2° itinerario

Venerdì 30/04 ore 21,00 nei locali di piazza S. Pierino 11: incontro con le famiglie

9. ZONA PELLERIA/MANIFATTURA
Lunedì 03/05 1° itinerario Via dei Tabacchi, Via San Domenico, Via della Cittadella, Via del Ghironcello, Piazza della Magione Lunedì 03/05 2° itinerario Via Pelleria, Piazzale S. Donato. Martedì 04/05 Via S. Tommaso Martedì 04/05 Via delle Conce 1° itinerario 2° itinerario

Venerdì 16/04 ore 21,00 nella chiesa di S. Michele: incontro con le famiglie
Lunedì 19/04 1° itinerario Via Beccheria, Vicolo della Posta, Vicolo dello Stellino, Corte del Pesce, Via Pescheria, Corte Pozzotorelli, Via Volta Paoli. Lunedì 19/04 2° itinerario Corte dell’Angelo, Piazza S. Giusto, Via Cenami Martedì 20/04 1° itinerario Piazza S. Alessandro, Via S. Alessandro,

Martedì 04/05 ore 21,00 nella chiesa di S. Tommaso: incontro con le famiglie

Numero unico

Pagina 7

INSIEME PER CERCARE “FATTI DI VANGELO”
“Evangelizzare i piccoli e i grandi, facendo perno sugli adulti coinvolgendoli nell’edificazione di una ‘comunità adulta’, e quindi capace davvero di essere a servizio dei piccoli” Sono le parole di mons. Arcivescovo nell’atto di consegnare le “linee pastorali per il 2009-10” che richiamavano all’impegno di formare gli adulti così che possa avvenire una vera “trasmissione della Fede”. La nostra comunità parrocchiale sta cercando, anche se con fatica e non sempre in modo lineare di offrire a genitori e figli la possibilità di crescere nell’essere discepoli di Gesù. Negli anni passati si sono rivelati positivi gli incontri di formazione rivolti ai genitori. Quest’anno li riproponiamo e avranno la cadenza dell’Anno Liturgico. Per i genitori che hanno figli nel gruppo Emmaus gli incontri avranno luogo i lunedì 8 febbraio, 22 marzo e 21 maggio; per i genitori con figli nel gruppo Cafarnao gli incontri sono i martedì 9 febbraio e 23 marzo; per i genitori con i figli nei gruppi Giordano e Nazareth gli incontri saranno i mercoledì 10

Ogni giorno, in famiglia, Dio “prende carne”

Maestro, dove abiti?
L’inaugurazione della CASA S. TOMMASO nel quartiere di Pelleria avvenuta il 22 novembre 2008, è stata senz’altro il segno visibile più importante del cammino che la nostra comunità ha vissuto in questo anno. In quel luogo i nostri bambini e bambine si incontreranno per i momenti di catechesi e di svago assieme ai catechisti e ai loro genitori. Noi adulti come hanno fatto i discepoli nei confronti di Tommaso il giorno della Risurrezione, ai nostri bambini siamo chiamati a testimoniare con le parole e tanto più con i fatti: “Abbiamo visto i l S i g n o r e ! ” Intanto vogliamo ringraziare i catechisti e tutti i genitori che hanno contribuito a sistemare e a rendere accogliente l’ambiente nonché la Fondazione Cassa di Risparmio che con le sue elargizioni ha permesso, negli anni passati, di poter iniziare i restauri. Ora continuiamo l’opera iniziata sia reperendo i fondi necessari, per saldare i debiti, sia

L’Iniziazione cristiana dei fanciulli interpella la responsabilità originaria della famiglia nella trasmissione della fede

Condividere l’amicizia e la fede
Per offrire un sostegno alle famiglie che intendono vivere con maggior profondità l’essere discepoli di Gesù, proponiamo un itinerario di preghie ra e di condivisione. Iniziando da domenica 17 gennaio, una domenica al mese chi lo desidera può incontrarsi nei locali di S. Pierino alle ore 17,30. L’incontro è così str u tt ura to : a s c ol to , condivisione e preghiera a partire da un brano del libro dell’Esodo; partecipazione e animazione della S. Messa celebrata alle ore 19,00 in S. Paolino. Le date degli incontri previsti sono le domeniche seguenti: 17 gennaio, 21 febbraio, 28

La preparazione alla famiglia è occasione di contatto con la comunità

Foglio di collegamento della Comunità Parrocchiale del Centro Storico di Lucca CALENDARIO DELLA VISITA E DELLA BENEDIZIONE ALLE FAMIGLIE

Per prendere accordi circa la preparazione e l’ammissione ai Sacramenti, per richiedere Documenti, per la celebrazione di Sante Messe e informazioni circa la vita comunitaria ci si può rivolgere presso la

CELEBRAZIONE DELLE SS. MESSE NEI GIORNI FESTIVI Vespertine vigiliari: (sabato e vigilie delle feste)
ore 17,30: S. Frediano ore 19,00: Chiesa Cattedrale

Segreteria in Piazza S. Pierino 11
TeleFax.: 0583.53576 E-mail: donago@tin.it

Domenica e Giorni Festivi:
ore 09,00: S. Leonardo in Borghi ore 10,00: S. Pietro Somaldi

ore 11,00: S. Michele in Foro
ore 12,00: S. Frediano ore 18,00: S. Leonardo in Borghi ore 19,00: S. Paolino

Luccaincammino.blogspot.com
Per offerte o donazioni alla parrocchia si può utilizzare il Conto Corrente Bancario intestato a “Parrocchia del Centro Storico” IT96 CIN H Cod. ABI 0600 C.A.B.13701 N° Conto 507850

La S. Messa festiva è celebrata anche:
ore 11,00: Chiesa Cattedrale;
ore 07,00: SS.ma Trinità (Barbantini), ore 07,30: S. Anna (Comboniani), ore 08,30: Benedettine della Zecca, ore 08,30: Visitazione di Maria SS.ma (Visitandine), ore 10,00: S. Maria Corteorlandini (CRMD), ore 18,30: S. Maria Forisportam (CRL)

EGRE TERI

Accoglienza evangelizzatrice
(Nota pastorale dei vescovi Italiani “Il volto missionario delle parrocchie i un mondo che cambia” n°6)

«Cristiani non si
nasce, si diventa», ha scritto Tertulliano. È questa un’affermazione particolarmente attuale, perché non si può più dare per scontato che si sappia chi è Gesù Cristo,che si conosca il Vangelo, che si abbia una qualche esperienza di Chiesa. Vale per fanciulli, ragazzi, giovani e adulti; vale per la nostra gente e, ovviamente, per tanti immigrati, provenienti da altre culture e religioni.
C’è bisogno di un rinnovato primo annuncio della fede

ricade su ogni cristiano, discepolo e quindi testimone di Cristo; tocca in modo particolare le parrocchie. Di primo annuncio vanno innervate tutte le azioni pastorali. Occorre incrementare la dimensione dell’accoglienza, caratteristica di sempre delle nostre parrocchie: tutti devono trovare nella parrocchia una porta aperta nei momenti difficili o gioiosi della vita. L’accoglienza, cordiale e gratuita, è la condizione prima di ogni evangelizzazione.

Su di essa deve innestarsi l’annuncio, fatto di parola amichevole e, in tempi e modi opportuni, di esplicita presentazione di Cristo, Salvatore del mondo. Per l’evangelizzazione è essenziale la comunicazione della fede da credente a credente, da persona a persona. Ricordare a ogni cristiano questo compito e prepararlo ad esso è oggi un dovere primario della parrocchia, in particolare educando all’ascolto della Parola di Dio, con l’assidua lettura della Bibbia nella fede della Chiesa. Non ci stancheremo

C’è bisogno di un rinnovato primo annuncio della fede. È compito della Chiesa in quanto tale, e


				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Stats:
views:107
posted:1/8/2010
language:Italian
pages:8
Description: NUMERO UNICO: Gennaio 2010. Itinerario Benedizioni Famiglie 2010