S I L - SAFETY INTEGRITY LEVEL by klutzfu58

VIEWS: 0 PAGES: 3

									                                                               Federazione delle Associazioni Nazionali
Associazione italiana costruttori valvole e rubinetteria       dell'Industria Meccanica Varia ed Affine




                              CORSO DI FORMAZIONE
    S I L - SAFETY INTEGRITY LEVEL
                     giovedì 19 e 26 febbraio 2009
    presso Federazione ANIMA - MILANO - Via A. Scarsellini 13

                                     PRESENTAZION E
La necessità di migliorare l’affidabilità, la tolleranza ai guasti e la standardizzazione delle
performance dei sistemi strumentali di sicurezza, ha portato allo svilupparsi del concetto stesso
di SIL, acronimo di Safety Integrity Level, che rappresenta il grado di riduzione di rischio
associabile ad una funzione strumentale di sicurezza (leggi blocco, interblocco, logica,
logica permissiva) attuata da un sistema strumentale di sicurezza (SIS) previsto su un dato
processo.
Il SIL nasce dalla necessità invalsa nell'industria di processo (oil & gas, raffinazione, chimica,
carta & cartiere, centrali non-nucleari) e nei relativi fornitori di strumentazione di misura in
campo, risolutori logici (PLC, relè, ASIC, etc.) e di elementi finali in campo (valvole, attuatori,
posizionatori, contatori, sezionatori, etc.), di una rappresentazione immediata di uno tra i
principali requisiti della normativa europea di riferimento (EN IEC 61508 "Functional Safety of
electrical/electronic/programmable electronic safety-related systems ed EN IEC 61511
"Functional safety: safety instrumented systems for the process industry sector", recepite in
Italia come CEI EN 61508 e CEI EN 61511).
Questo, come pure tutti gli altri requisiti imposti dalla normativa di riferimento, è indicativo
dell’importanza che la tematica riveste presso sia i produttori che gli utilizzatori dei SIS. La
sicurezza è infatti uno degli obiettivi nel mondo industriale e necessita di essere
perseguita dalla fase iniziale della progettazione, attraverso la implementazione, la verifica e la
validazione, il commissioning e lo start-up, l'esercizio, la manutenzione e il testing, la gestione
della configurazione e delle eventuali modifiche, l’auditing e le ispezioni, sino alla dismissione
stessa dei SIS. Ogni azienda che a vario titolo entra nel ciclo di vita dei SIS deve quindi essere
in grado di dimostrare il pieno rispetto di tutti i requisiti applicabili della normativa di
riferimento, inclusa l'attuazione di un sistema di gestione della sicurezza funzionale, per
poter affermare la conformità dei propri prodotti e servizi.
Per quanto attiene ai sistemi strumentali di sicurezza adibiti per fermate di processo, fermate di
emergenza, allarmi critici e generali d'impianto, logiche permissive, rivelazione e soppressione
F&G, BMS, gestione turbine e compressori, ferma restando la piena conformità alla norme
europee EN IEC 61508 ed EN IEC 61511, di recente per i vari componenti dei SIS, oltre al
parametro affidabilistico rappresentato dal SIL incomincia a diffondersi presso gli utilizzatori il
requisito di basso rateo di guasto spurio, allo scopo di aumentare di pari passo affidabilità e
disponibilità di processo con un forte ritorno sulla riduzione dei premi assicurativi dato
l'abbassamento di rischi, sia per la sicurezza che per le perdite di produzione e danni alle
apparecchiature.
Il corso di formazione, che comprende due giornate, si propone di compiere un itinerario
completo sui requisiti della normativa di riferimento dei SIS di cui il SIL è il più importante ma
non unico aspetto: la prima giornata, aperta a tutti, illustrerà i concetti di base, consentendo di
acquisire una visione generale dell’argomento; la seconda giornata, dedicata prevalentemente
ai produttori di valvole e attuatori industriali ed ai loro utilizzatori, si concentrerà sulle
peculiarità di questi elementi cosiddetti finali dei SIS, ma primi per importanza, anche
attraverso l'impiego di esempi pratici, calando i concetti generali della sicurezza funzionale nelle
specificità del settore.



Segreteria Organizzativa:
AVR Associazione Italiana Costruttori Valvole e Rubinetteria
presso Federazione ANIMA
Via A. Scarsellini 13 - 20161 Milano
Tel. 02 45418.571 - Fax 02 45418.703
avr@anima-it.com - www.associazioneavr.it
                                                                  Federazione delle Associazioni Nazionali
Associazione italiana costruttori valvole e rubinetteria          dell'Industria Meccanica Varia ed Affine




                         CORSO DI FORMAZIONE SIL
                       Il corso di formazione SIL sarà tenuto dal
        Dr. Ch.E. P. Fanelli (Accredited Functional Safety Expert, TÜV Rheinland FS
         Consulting Expert, Process Industry Safety and F&G Consulting Expert)



                        Programma del 19 febbraio 2009
10:00     REGISTRAZIONE PARTECIPANTI
10:30     Introduzione generale al SIL
          Definizione degli acronimi utilizzati
          Generalità sulle norme CEI EN 61508 e CEI EN 61511: struttura delle
          norme e differenze applicative
          Sistema di gestione della sicurezza funzionale
          Ciclo di vita dei sistemi strumentali di sicurezza
          Cenni sulle metodologie di analisi rischi
12:30     PRANZO
14:00     Allocazione delle funzioni di sicurezza e delle funzioni strumentali di sicurezza (SIF)
          Metodi e criteri per la assegnazione del SIL (Safety Integrity Level) delle SIF
          Specifica dei Requisiti di Sicurezza (SRS) delle SIF
15:15     COFFEE BREAK
15:30     Requisiti architetturali delle SIF in relazione al livello del SIL richiesto
          Verifica del SIL
          Valutazione della Sicurezza Funzionale (FSA)
16:30     Esercitazione sulla assegnazione del SIL
          Esercitazione sulla verifica del SIL
17:00     CHIUSURA LAVORI



                        Programma del 26 febbraio 2009
10:00     REGISTRAZIONE PARTECIPANTI
10:30     Riepilogo dei concetti generali di SIL
          Analisi SIL di una valvola ed attuatore con illustrazione di un esempio pratico
          Esame dettagliato di una Analisi FMEA di valvola + attuatore con illustrazione di un
          esempio pratico
          Partial Stroke Testing (PST) con illustrazione di un esempio pratico
12:30     PRANZO
14:00     Procedura tipica di certificazione di conformità allo standard internazionale IEC 61508
          per componentistica SIF nuova
          Requisiti IEC 61511 per attestazione di "Prior Use" per componentistica SIF non
          nuova, già utilizzata nell'Industria di Processo
17:00     CHIUSURA LAVORI
                                                                      Federazione delle Associazioni Nazionali
Associazione italiana costruttori valvole e rubinetteria              dell'Industria Meccanica Varia ed Affine




                                    Scheda di iscrizione
                        CORSO DI FORMAZIONE SIL
                          giovedì 19 e 26 febbraio 2009

Azienda
Partecipante 1 (Nome/Cognome)
Qualifica
Partecipante 2 (Nome/Cognome)
Qualifica
Partecipante 3 (Nome/Cognome)
Qualifica
Indirizzo (via, cap, città, provincia)


tel.                                                fax
e-mail                                              www
partita IVA                                         codice fiscale

Socio ANIMA                           SI            NO

Ai sensi del D. Lgs. 196/03 i dati personali contenuti nella presente scheda saranno trattati per fini attinenti
alla partecipazione al corso e per la promozione di iniziative di ANIMA e delle associazioni ad essa federate.

Quote di partecipazione
•       € 175,00 + IVA 20% per partecipante di azienda associata ANIMA
•       € 75,00 + IVA 20% per ogni ulteriore partecipante

•       € 275,00 + IVA 20% per partecipante di aziende non associate
•       € 75,00 + IVA 20% per ogni ulteriore partecipante

La quota comprende: documentazione, attestato di partecipazione, coffee break e pranzi.


Modalità di pagamento
Il versamento della quota di iscrizione pari a € ____________(IVA compresa) è
stato effettuato tramite bonifico bancario in data ______________ a:
A.S.A. Srl - Azienda Servizi ANIMA - Via Scarsellini 13 - 20161 Milano
P.IVA/C.F. 04795510157 - Banca: Intesa San Paolo SpA
Ag. 2110 - Milano - IBAN IT 53 J 03069 09468 101900134406
Causale: AVR/Corso SIL/”Cognome partecipante”

L’eventuale disdetta dovrà pervenire alla Segreteria AVR entro venerdì 13/2/2009.
In tal caso la quota sarà rimborsata. Dopo tale data non è previsto alcun rimborso,
ma è ammessa la sostituzione del partecipante iscritto con un altro della stessa
azienda.
Ai fini della fatturazione è vincolante l’iscrizione e non il pagamento.
ANIMA/AVR si riserva di poter annullare il corso in qualsiasi momento, restituendo
interamente quanto già versato dai partecipanti.

Data                                           Firma

								
To top