Docstoc

la magiadella luce

Document Sample
la magiadella luce Powered By Docstoc
					ADVERTISING

la magia della luce a 2 passi dal lago
La magia della luce, nelle sue mille sfaccettature. L’arte del vetro, dei cristalli, dell’illuminazione. Il tutto in un contesto unico, a due passi dal lago, in una piazzetta ferma nel tempo che riconcilia con il bello. Siamo a Cernobbio, a pochi metri dalla chiesa e dalle acque del Lario. Lì, gioiello incastonato in un altro gioiello, piazza Castello, si nasconde l’esposizione di Meda Immagine, che dopo il negozio storico nel Milanese ha deciso di puntare sul Lago di Como per diffondere le proprie opere di luce. La ricerca costante del particolare, l’accuratezza e la cura della forma, l’attenzione nella progettazione, fanno delle opere di illuminazione esposte dei pezzi assolutamente unici. A disposizione degli occhi che sanno apprezzare, non lavori qualunque, bensì provenienti dalle case più prestigiose del mondo, Lalique, Baccarat e Barovier per citare le stelle, ma anche Flos, Fontana, Louis Pulsen, Oluce. «Opere per persone con gusto spiccato – sottolinea orgogliosamente il titolare, Luciano Martinoli – per chi sa apprezzare il pregio dell’arte applicato all’illuminazione». Il sogno di Meda Immagine? Arredare le dimore più prestigiose del centro storico del capoluogo lariano, ma anche le ville del lago e tutte quelle aree che abbisognano della luce per accrescere ulteriormente la loro già naturale bellezza. Stati Uniti, Australia, Russia, e ovviamente Italia, hanno già volto lo sguardo all’azienda milanese che ora, come detto, approda anche sul Lario. «Abbiamo in esposizione i cristalli più famosi al mondo – conclude Martinoli – Opere di arte antica, ma anche contemporanea, tutte ovviamente di un livello e di una qualità elevatissimi». Per questo Meda Immagine, per farsi conoscere ancora di più in provincia, si è avvicinata al mondo del golf, sponsorizzando due tornei al Golf Club Villa d’Este e al Golf Club Carimate. E per questo, a breve, offrirà ai propri clienti anche una selezionatissima esposizione di arredamento. Quest’ultimo ulteriore sforzo per dare un’idea di ambientazione per l’illuminazione proposta e, perché no, stuzzicare ulteriormente la fantasia degli amanti del bello con la magia della luce. The magic of light, in its thousands of scintillating facets. Glass, crystal, illumination – as art. All this under one umbrella, at a short walk from the lake, in a little square where time has stood still as we find reconciliation with things of beauty... We’re in Cernobbio just a few metres away from the church and the waters of the Lario. In that very spot, like a gem set in another gem, is Piazza Castello where lurks the Meda Immagine Exhibition, which after its historic shop in the Milan area has set its sights on Lake Como to promote its lighting creations. The constant search for detail, the precision and concern with form, and care when designing all combine to make the works of illumination being showcased absolutely unique articles. Those with an eye for quality will not be fobbed off with mediocre workmanship, but will be able to choose from some of the most prestigious names in the world: Lalique, Baccarat and Barovier to mention the stars, but also Flos, Fontana, Louis Pulsen and Oluce. “Things for people with refined taste”, stresses the owner Luciano Martinoli with pride, “who appreciate the true value of art applied to illumination”. And Meda Immagine’s dream? To furnish the most prestigious houses in the Lariano capital’s historic centre, but also villas on the lake and in all those areas that need light to further enhance their existing natural beauty. The United States, Australia, Russia and of course Italy have already had their eye on the Milanese Company which is now, as we’ve mentioned, setting foot on Lake Como’s shores too. “We’re showcasing the most famous crystals in the world”, concludes Martinoli. “Ancient works of art, but modern ones too; and all of them obviously of a very high quality”. In order to give its image a higher provincial profile Meda Immagine has become involved in the world of golf by sponsoring two tournaments at Villa d’Este Golf Club and Carimate Golf Club. And for this reason it will shortly offer its customers a carefully selected furnishing exhibition as well. This latest extra endevour will provide ideas regarding the right sort of environment for a certain type of lighting, and – who knows – take lovers of things of beauty on even higher flights of fancy through the magic of light!

The Magic of Lights at a stone’s throw from the Lake

80

81

EVENTI

progetto di qualità

salone del mobile 2007
il

The 2007 Salons: a quality project
82 83

Il nuovo quartiere Fiera Milano a Rho torna a essere la capitale mondiale del mobile e dell’arredamento dal 18 al 23 aprile 2007 per l’annuale appuntamento con i Saloni, marchio di qualità per antonomasia nel campo del settore sistema casa-arredo. Particolarmente ricco il calendario di eventi collaterali, che spaziano dalla luce all’arte per conferire un marcato valore aggiunto all’ampia offerta commerciale. La 46ª edizione del Salone Internazionale del Mobile, unitamente a Euroluce, al Salone Internazionale del Complemento d’Arredo e al SaloneSatellite, ha toccato lo scorso anno le 223mila presenze internazionali. Alla base di tale successo vi è il grande impegno da parte delle aziende partecipanti nella ricerca della qualità delle proposte, dal prodotto, all’immagine, al servizio verso la clientela. La richiesta del mercato infatti va sempre più polarizzandosi verso prodotti di alto livello qualitativo e in questo settore è la Brianza a fare la parte del leone. Sono importantissimi i numeri dei Saloni 2007: 2mila gli espositori, di cui 245 esteri provenienti da 30 Paesi, che scendono in campo distribuiti su oltre 200mila metri quadrati netti espositivi. Il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo presentano un’ampia varietà di prodotti che vanno dai più innovativi pezzi di design alle migliori riproduzioni degli stili d’epoca, frutto dell’abilità industriale dei più importanti produttori del mondo, dei designer più creativi e della più abile maestria artigiana. Dal pezzo singolo ai coordinati, dagli accessori ai componibili, dal classico al moderno, dall’etnico al design, al fusion. Alle due manifestazioni a cadenza annuale si affianca la 24ª edizione della biennale Euroluce, il Salone Internazionale dell’Illuminazione, che si conferma vetrina unica di riferimento internazionale dell’intero sistema luce. Nel SaloneSatellite alla sua 10ª edizione espongono le loro creazioni 500 giovani designer, di cui 368 esteri da 37 Paesi. L ’appuntamento culturale dei Saloni è ospitato quest’anno da Palazzo Reale di Milano. L ’evento, intitolato “Camera con vista - Arte e interni in Italia 1900-2000”, propone una mostra di grande rilevanza dedicata alla metafora della casa e del vivere. Insieme con le opere dei più celebri artisti vivrà un’importante selezione di mobili che da Bugatti giunge al grande design. Completano

The new Milan Fair area in Rho will once more become the world furniture and decor capital from the 18th to the 23rd April 2007 for the annual appointment with the Salons, the antonomastic hallmark of quality in the home furnishing sector. There’s also an especially packed agenda of sideevents, ranging from light to art aimed at enhancing the wide choice of product lines on offer. The 46th edition of the International Furniture Salon, together with Euroluce, the International Furnishing Accessories Salon and SaloneSatellite last year welcomed 223,000 international visitors. Such success is the result of a great degree of commitment on the part of participating companies to product-line quality, from the products themselves to brand image, and to customer service. There is in fact more and more demand for the high quality end of the market which the Brianza area has cornered. Some vital Salon 2007 statistics: there will be 2,000 exhibitors altogether, including 245 from 30 foreign countries, showcasing articles over 200,000 sq mts of effective exhibition space. The International Furniture Salon and the the International Furnishing Accesssories Salon will be showcasing a wide variety of lines ranging from more contemporary design products to the finest reproductions of period styles – all the result of the manufacturing skill of leading world producers, highly creative designers and the finest craftsmanship: from single items to complementary ones, from accessories to modular units, from the classic to the modern, from ethnic to design items and fusion. The two annual events will also be encompassing the 24th edition of the biennial Euroluce, the International Lighting Salon, which confirms its status as the only international reference showcase for comprehensive lighting systems. The 10th edition of the SaloneSatellite will give 500 young people (including 368 foreigners from 37 countries) the chance to showcase their creations.

84

85

il percorso oggetti, musiche, abiti e fotografie. La mostra è aperta al pubblico dal 18 aprile al 1° luglio. I NUMERI DEI SALONI 2007 Dove: Nuovo Quartiere Fiera Milano, Rho Data: 18-23 aprile 2007 Orari: dalle 9.30 alle 18.30. Ingresso riservato agli operatori del settore. Domenica 22 aprile ingresso per il pubblico Salone Internazionale del Mobile 46ª edizione nazionale – 29ª internazionale Salone Internazionale del Complemento d’Arredo 21ª edizione Totale espositori: 2.448 (di cui 613 esteri) Superficie netta espositiva: 205.217 metri quadrati Superficie lorda espositiva: 342mila metri quadrati SaloneSatellite - 10ª edizione Aperto al pubblico tutti i giorni della manifestazione dalle 10 alle 19.30 Presenze: 160 stand ove espongono 500 designer e studenti neolaureandi di 23 scuole internazionali di design (di cui 368 esteri da 37 Paesi) Superficie netta espositiva: 5.200 metri quadrati Euroluce - Salone Internazionale dell’illuminazione 24ª edizione Espositori: 541 (di cui 170 esteri da 22 Paesi) Padiglioni: 14, 16, 18, 20, 22, 24 Superficie netta espositiva: 50mila metri quadrati Elenco espositori e info: www.cosmit.it

The venue for the Salons’ date with culture this year will be the Royal Palace in Milan. The event entitled ‘Room with a view – Art and decor in Italy 1900-2000’ will consist of a highly relevant exhibition with a metaphorical slant on the home and living.Together with the works of top artists there will be a significant selection of furniture at grand design from Bugatti. And to round off the visit there will be objects, music, garments and photographs. The exhibition is open to the public 18th April - 1st July. SOME SALON 2007 STATISTICS Where: New Milan Fair Area, Rho When: 18th - 23rd April 2007 Open: 9.30am - 6.30pm. Admission restricted to trade operators only. Sunday 22nd April admission open to general public too International Furniture Salon 46th national - 29th international edition International Furnishing Accessories Salon 21st edition Total exhibitors: 2,448 (including 613 from abroad) Net exhibition area: 205,217 sq mts Gross exhibition area: 342,000 sq mts Salone Satellite - 10th edition Open to the public for the whole duration of the event 10am - 7.30pm Exhibitors: 160 stands with 500 designers and graduates from 23 international design schools (including 368 from 37 foreign countries) Net exhibition area: 5,200 sq mts Euroluce - International Lighting Salon - 24th edition Exhibitors: 541 (including 170 from 22 foreign countries) Pavilions: 14, 16, 18, 20, 22, 24 Net exhibition area: 50,000 sq mts List of exhibitors and info: www.cosmit.it

86

87

TERRITORIO

amici di
Foto di Sergio Baricci
Some of the “Friends of Como” at Tempio Voltiano

COMO
The first five years of a man’s life are said to be the most important for his development, so five years for a business or an association can already be considered an achievement. The Friends of Como’s first merit star has been a whole row of successes and attained objectives. They’re solid, dynamic and united, and can see high-profile projects and events through in the spheres of sport and social and cultural activities. These are ad hoc events: cultural festivals, exhibitions, reviews, sports and solidarity events, communications’ projects, shows and innovative proposals, which have galvanized the town and the local area, and have contributed to spreading the name and enhancing the image of Como both nationally and internationally. Friends of Como’s main aim was and is that of reinstating patronage on the Lario. From October 2001 to today Friends of Como have contributed to the implementation of over 50 different schemes by investing 650 thousand euros. The team boast 70 companies who are already leading players in the local and world economy, but who wish to go on promoting the area as well as boost, stimulate and defend the initiative and creativity of what is ‘Made in Como’. Regarding the defence of Como’s creativity, Friends of Como via the acquisition of pages in newspapers took a stand with an open letter of response to the economics paper ‘Il Sole - 24 Ore’ which had published extracts of a league table which showed the Como business world slipping right down the charts with respect to the national scene. “In common with the rest of Italy”, says the missive addressed to Sole’s editor-in-chief Ferruccio De Bortoli, “Como has also been subject to our Country’s difficult economic climate: but with typical passionate determination our bold, far-sighted entrepreneurs and craftsmen have had the wherewithal to adopt new approaches sometimes even involving total transformation. All this (dear Editor), in an unassuming, almost completely silent way, because Como businessmen in keeping with the character of folk in this area, are traditionally used to operating silently keeping a low-key profile – which is nothing to do with cowering or scant creativity”. “Friends of Como”, the letter goes on, “contributes to the Lario economy with a total turnover of 3 billion euros a year with a guaranteed workforce requirement of about 6000. Friends of Como has always – and never more so than today – given expression to its own creativity via the tutelage and promotion of

5 anni di successi

Alcuni degli “Amici di Como” davanti al Tempio Voltiano

Si dice che i primi cinque anni di vita siano i più importanti per lo sviluppo di un uomo. Cinque anni per un’impresa o per un’associazione possono già rappresentare un traguardo. Per gli Amici di Como il primo lustro è stato un susseguirsi di successi e di obiettivi raggiunti. Un gruppo solido, dinamico e unito, capace di sostenere progetti e manifestazioni importanti in ambito sportivo, sociale e culturale. Una serie di eventi creati ad hoc: festival culturali, mostre, rassegne, eventi sportivi e di solidarietà, progetti di comunicazione, manifestazioni e proposte innovative che hanno catalizzato l’attenzione sulla città e sul territorio, contribuendo a diffondere il nome e l’immagine di Como in Italia e non solo. Amici di Como è stata, ed è, una realtà il cui obiettivo primario è riproporre il mecenatismo sul Lario. Dall’ottobre 2001 a oggi gli Amici di Como hanno contribuito a realizzare oltre 50 iniziative per un investimento pari a 650mila euro. Il team è ora forte di 70 aziende, già protagoniste dell’economia locale e mondiale, ma che vogliono continuare a promuovere il territorio e a incrementare, stimolare e difendere le iniziative e la creatività tipica del made in Como. Proprio in tema di difesa della creatività comasca, gli Amici di Como, attraverso l’acquisto di pagine su quotidiani,

hanno preso posizione, con una lettera aperta di risposta al giornale economico “Il Sole - 24 Ore” che riportava stralci di una classifica che vedeva l’imprenditoria comasca perdere notevoli posizioni rispetto al panorama nazionale. “Como, come altre realtà italiane - si legge nel documento indirizzato al direttore del “Sole”, Ferruccio De Bortoli - ha vissuto i momenti di difficoltà del Paese sulla propria pelle: la tenacia e la passione che ci caratterizzano hanno fatto sì che i nostri imprenditori e artigiani, muniti di coraggio e lungimiranza, abbiano saputo rinnovarsi e, in alcuni casi, addirittura reinventarsi. Tutto ciò, egregio Direttore, senza clamore e quasi in sordina, perché l’imprenditore comasco, espressione del carattere della gente di questa terra, è abituato per tradizione a un’operosità silenziosa, poco propenso a una eccessiva pubblicità, ma non per questo avviato sulla strada dell’appiattimento e della scarsa creatività”. “Amici di Como - prosegue la lettera - concorre a muovere l’economia lariana con un fatturato complessivo annuo di 3 miliardi di euro e garantisce impiego a circa 6mila dipendenti. Da sempre, e oggi più che mai, Amici di Como esprime la propria creatività attraverso la tutela e la promozione dei valori della gente lariana e del suo territorio per accrescere l’inestimabile ricchezza socio-culturale delle nuove generazioni, con la

Friends of Como: 5 years of success

88

89

consapevolezza e l’orgoglio d’appartenere a una terra unica”. Nati da un’idea di Daniele Brunati, sin dall’inizio condivisa da altri imprenditori vicini al Consorzio Como Turistica, gli Amici di Como hanno operato e lasciato il proprio segno tangibile in ambiti diversi, dallo sport alla cultura, dall’arte alla solidarietà. «Siamo presenti tanto nello sport quanto nel sociale», osserva il presidente Mario Pittorelli, imprenditore nel settore del trasporto.

La promozione dello sport
Lo sport era stata la prima scommessa degli Amici di Como, con la sponsorizzazione della barca di Daniele Gilardoni, che nel 2001 iniziò un’impareggiabile serie di successi iridati. Il logo degli Amici non è stato abbinato soltanto al canottaggio. Rimanendo nel mondo delle discipline d’acqua, si deve agli Amici di Como anche il ritorno della F1 motonautica sul Lario. Una gara che viene considerata come il Gran Premio di Montecarlo nell’automobilismo, per la sua spettacolare ambientazione in un posto davvero unico. L’associazione è poi sponsor di un meeting internazionale di nuoto che ha visto sfilare a Muggiò campioni iridati e olimpici. Per restare in acqua, l’abbinamento con la squadra della Como Nuoto, che milita in serie A2 di pallanuoto, e quello con la campionessa del mondo di apnea dinamica, Paola Tagliabue. Il ciclismo è un’altra passione degli “Amici”, e anche a loro si deve il ritorno a Como del Giro di Lombardia, una classica del ciclismo mondiale, che ha portato sulle sponde del Lario importanti campioni del presente e del passato. Un impegno di gruppo nello sport che non disincentiva iniziative di alcuni degli associati, che sostengono e vincono nell’hockey (con la squadra Hockey Como) come nella vela, ad esempio, dalle classi olimpiche, alla Rolex Cup con Mintaka di Stefano Polti e il team Joe Fly di Giovanni Maspero per finire all’America’s Cup.

the values of the people of Como and its hinterland, in order to increase the inestimable socio-cultural assets of the younger generation, with an awareness of and pride in belonging to a unique area”. Brainchild of Daniele Brunati and immediately shared by other businessmen close to Como Tourist Board, Friends of Como have operated and left their mark in various spheres from sport to culture, and from art to social solidarity. “We’re as active in the sports sector as we are in that of social commitment”, remarks the president Mario Pittorelli, head of a transport firm.

The promotion of Sport
Sport was Friends of Como’s first venture with their sponsorship of Daniele Gilardoni’s boat, when he began his run of championship wins in 2001. But the Friends’ logo wasn’t just associated with canoeing: remaining in the world of watersport, Friends of Como were also responsible for F1 motorboat racing’s return to Lake Como, with a contest on a par with motor racing’s Montecarlo Grand Prix on account of its unique and spectacular setting. The association also sponsors an international swimming meeting which saw Olympic World Champions competing in Muggiò. And while we’re in the water, there’s its backing of the Como Nuoto team which participates in the A2 Series water polo league, and that of the world underwater swimming champion Paola Tagliabue. The ‘Friends’ also get worked up about cycling; and they were partly responsible for the return to Como of the Tour of Lombardy, that classic of world cycling which has brought top present and past champions onto the banks of the Lario. So it’s group commitment to sport that all members feel involved in, with backing and victories in hockey (with the Como Hockey Team), in sailing from Olympic Classes to the Rolex Cup with Stefano Polti’s Mintaka and Giovanni Maspero’s Joe Fly Team and one final example with the Americas Cup.

Sopra, la barca “+39” e a destra “Mascalzone Latino” in azione. Sotto i campioni di pattinaggio Barbara Fusar Poli e Maurizio Margaglio sulla pista della “Città dei Balocchi” Above, the “+39” boat and right “Mascalzone Latino” in action. Below the ice skating champions Barbara Fusar Poli and Maurizio Margaglio at “Como Città dei Balocchi”

Gli “Amici” in Coppa America
Proprio la regina delle competizioni, la Formula 1 del mare, vede in questa primavera a Valencia, con i match races della preliminare Luis Vuitton Cup, spiccare tre importanti aziende lariane. Ha scelto “+39” l’amministratore delegato della TRE-P&TRE-Più, Silvio Santambrogio. Ha voluto che le sue creazioni, le porte, il top dell’arredamento mondiale, fossero parte integrante della club house del team di Cesare Pasotti, Luca Devoti e Roberto Ferrarese: 500 metri quadrati di alluminio, titanio e vetri di pregio. TRE-P&TRE-Più è diventata così official team supplier di “+39”. Da una barca italiana all’altra è impossibile non notare sulla chiglia di “Mascalzone Latino” il marchio “BigMat”. Al gruppo “BigMat” aderisce un’importante realtà comasca del settore dell’edilizia, la Bpcom srl. Con sedi a Casnate, Lurate Caccivio e Cantù, Bpcom nasce dall’esperienza ultraventennale dell’ingenger Paolo Beneggi, già titolare delle aziende L’Edilizia, Edilrent e Arival. Beneggi, con il gruppo “BigMat”, è official partner di “Mascalzone Latino” Capitalia Team, per tutto il Challenger 2007. Appassionato del volo e della vela, non poteva mancare all’America’s Cup il presidente degli Amici di Como, Mario Pittorelli, legato addirittura a tutte le barche in competizione. La sua Bianchi Group è trasportatore ufficiale e sponsor della Harken, l’azienda leader mondiale per le attrezzature di coperta di altissimo livello.

The “Friends” in the Americas Cup
This spring in Valencia with the Luis Vuitton Cup match-race preliminaries that queen of competitions, the Formula 1 of the Sea, will see three leading Como companies highlighted. ‘+39’ has been chosen by TREP&TRE-Più’s managing director Silvio Santambrogio. He wanted his top world furnishing door creations to be an integral part of the club house of the Cesare Pasotti, Luca Devoti and Roberto Ferrarese team: 500 square metres of aluminium, titanium and high-quality glass. TRE-P&TRE-Più thus became the official team supplier to ‘+39’. From one Italian boat to another it’s impossible not to notice the tradename ‘BigMat’ on Mascalzone Latino’s keel. A leading firm of building contractors has joined the ‘BigMat’ group called Bpcom srl. With branches in Casnate, Lurate, Caccivio and Cantù, Bpcom was born from over 20 years’ experience of the engineer Paolo Benneggi, already owner of the firms Edilizia, Edilrent and Arival. Beneggi together with the ‘BigMat’ group is Capitalia Team Mascalzone Latino’s official partner for the whole of the Challenger 2007 event. Flying and sailing freak, Friends of Como president Mario Pittorelli (who’s in fact linked with all the boats in the competition) just wasn’t going to miss the Americas Cup. His Bianchi Group is official transporter and sponsor of Harken, the leading world company for top-quality on-deck equipment.

La salvaguardia dell’arte
Non solo sport per gli Amici di Como, da sempre impegnati anche a sostegno dell’arte. L’associazione ha riscritto in cinque anni lo stesso significato di essere mecenate finanziando iniziative caratteristiche e innovative senza mai aspettarsi un ritorno personale, ma sempre in un’ottica di portare beneficio ai comaschi, al territorio e a chi viene a visitarlo. Un impegno nel tempo che ha sempre riguardato anche l’arte, a livello di associazione e di singola impresa. Due esempi raccontano meglio il rapporto tra gli Amici e l’arte. Nel 2004 gli studi e il restauro de “La Sacra Famiglia” di Lipomo, dipinto di

Safeguarding art
Friends of Como are not just concerned about sport, but have always been patrons of art too. Within the space of five years the association has redefined the meaning of patronage by financing typical or innovative projects, never expecting anything in return but with a view to benefiting the citizens of Como, its area and visitors to it. A commitment over time that has always entailed art at either association level or that of individual initiative. Two examples will give you a better idea of Friends’

90

91

scuola leonardesca, di grande valore, come ha sottolineato l’esperta di fama Pinin Brambilla Barcilon, già autrice del recupero del “Cenacolo” di Leonardo da Vinci. Attualissimo e fondamentale anche il sostegno di quattro soci degli Amici di Como: il Credito Valtellinese, la Château d’Ax, la Poliform e l’Unione Industriali di Como alla nuova grande mostra di Villa Olmo “Impressionisti, Simbolisti e Avanguardie”, così come per le due precedenti mostre. Recentissimo anche un incontro ideale tra mecenati di oggi e di ieri. Gli Amici di Como insieme con le istituzioni comasche, la Curia di Como e le principali associazioni, sono stati invitati a far parte del Comitato d’Onore delle celebrazioni per il IV centenario della morte del cardinale comasco Tolomeo Gallio avvenuta nel 1607. L’invito è stato per l’associazione motivo di grande soddisfazione, consapevole dell’importanza che il cardinale ebbe per la città e per il suo patrimonio artistico e culturale. Fu infatti grazie al suo elevato dinamismo intellettuale e alla sua passione per l’arte se Como oggi può vantare dimore dal grande valore artistico, scrigni secolari di storia e arte. Per il calendario completo delle celebrazioni si può visitare il sito www.tolomeogallio.net

L’assemblea con il sorriso
Amici di Como, per festeggiare il 5° anno dell’associazione, ha deciso di riportare a Como, in occasione dell’assemblea annuale, il prossimo 7 maggio e in replica l’8, lo spettacolo “Pover Crist Superstar”, della storica compagnia “I Legnanesi”. Due esibizioni, nella prestigiosa cornice del Teatro Sociale di Como, della compagnia di 46 elementi nata da un’idea dello storico fondatore del gruppo Felice Musazzi e di Antonio Provasio, che oggi è regista e attore nei panni della celebre Teresa, mentre la altrettanto nota Mabilia è interpretata da Enrico Dalceri e il ruolo del bistrattato Giovanni è affidato a Luigi Campisi. I “Legnanesi”, con il loro repertorio tutto in dialetto lombardo, ricco di battute irresistibili, in città mancavano da tre anni. Non solo sorrisi per gli Amici di Como, infatti parte dei proventi della serata verranno devoluti a due associazioni: Como Cuore Onlus e Croce Azzurra. Questo originale connubio è in linea con la filosofia degli Amici di Como, da sempre attenti alla promozione e valorizzazione delle tradizioni del territorio e alla solidarietà.

special relationship with art. In 2004 ‘La Sacra Famiglia’ in Lipomo was studied and restored; this picture of the Leonardo school was of considerable value as was stressed by acclaimed expert Pinin Brambilla Barcilon, who’d previously restored Leonardo da Vinci’s Last Supper. Highly topical and of fundamental importance too is the support being given by four Friends of Como members: Credito Valtellinese, Château d’Ax, Poliform and Unione Industriali di Como, to the big Villa Olmo exhibition Impressionists, Symbolists and the Avant-garde movement’, as happened at the last two editions. Very recently there was also an ideal encounter between the patrons of today and yesterday. Friends of Como together with various local bodies, the Curia of Como and leading associations, have been invited to be on the Committee of Honour for the 4th Centenary Celebrations of the death of the Como cardinal in 1607. Aware of Cardinal Gallio’s impact on the town and its artistic and cultural heritage, the Association was very pleased to be invited. It was in fact thanks to his dynamic intellect and his passionate love of art that Como today boasts homes of great artistic worth, real centuries-old treasure chests of history and art. To see the full programme of celebrations visit the site: www.tolomeogallio.net

A meeting with a smile
To celebrate their 5th anniversary, on the occasion of the AGM the Friends of Como have decided to bring back the show ‘Poor Christ Superstar’ (on 7th May with a repeat performance on the 8th), by the legendary repertory company ‘I Legnanesi’. The two shows will be put on in the prestigious setting of Como’s Teatro Sociale by a cast of 46; the story was the brainchild of the group’s historic founder Felice Musazzi and Antonio Provasio who both directs and plays the part of the famous Teresa, whereas the equally renowned Mabilia is interpreted by Enrico Dalceri, and the role of the bullied Giovanni is entrusted to Luigi Campisi. ‘I Legnanesi’ with their repertoire in Lombard dialect full of sure-fire one-liners have been out of town for three years. And it won’t just be Friends of Como smiling: some of the box-office takings are going to be donated to two associations: Como Cuore Onlus and Croce Azzurra. This original link-up is in keeping with the philosophy of Friends of Como who have always strived to promote and raise the profile of the area’s traditions, and support social solidarity.

Il futuro dell’associazione
«Abbiamo allo studio altri progetti da sostenere», prosegue il presidente di Amici di Como che non può nascondere un pizzico di più che meritato orgoglio. Sì, perché le aziende dell’associazione, se da un lato sono il motore dell’economia lariana, dall’altro, con le iniziative promosse, spingono il turismo e l’immagine di Como e del suo territorio sempre più in alto in ogni ambito. Il team degli Amici di Como è già in fermento per proporre ai cittadini, ai turisti, agli ospiti due importanti appuntamenti per la prossima estate mentre per il prossimo inverno si sosterrà, orgogliosi di essere il major sponsor, la manifestazione natalizia “Como Città dei Balocchi” che con l’edizione 2007 festeggerà 14 anni di successi. Nell’ultima edizione i “Balocchi” di Como hanno fatto registrare oltre mezzo milione di presenze nell’arco del mese di attrazioni, il 20% in più rispetto all’anno scorso, con 50mila persone soltanto per la notte di Capodanno, un appuntamento suggestivo e unico grazie ai fuochi d’artificio nel primo bacino a tempo di musica. Un altro evento degli Amici di Como che si è trasformato in un marchio per Como. Una manifestazione che permette di far vivere un Natale da favola ai bambini e, perché no, anche ai grandi. Nelle ultime edizioni una spettacolare e suggestiva pista di pattinaggio consentiva a tutti di divertirsi e di godere di spettacoli con i campioni di pattinaggio di figura e con quelli dell’hockey. E poi la ruota panoramica, la Giostra del Settecento e il Battello delle Fiabe a fare da contorno a un evento che richiama davvero tanti spettatori. Prosegue così la storia di un gruppo di aziende e associazioni che amano Como e la sua terra, decise a sostenere eventi che portino lustro e ne promuovano l’immagine.

The future of the association
“We’re looking at other schemes to back”, adds the Friends of Como president who can’t conceal a hint of well-deserved pride. Yes indeed, because the Association’s companies not only drive the local economy, but also promote tourism and the image of Como and the surrounding area to an ever higher level in all fields.The Friends of Como team is already brewing up a couple of important treats for citizens, holiday-makers and guests this summer; next winter on the other hand they’ll be backing – in the proud role of main sponsor – the Christmas event ‘Como Città dei Balocchi’ which with the 2007 edition will be celebrating 14 years of success. In its last edition Balocchi di Como had over half a million visitors in the course of a month’s attractions (20% more compared with last year), and 50,000 people alone on New Year’s Eve which was both evocative and unique thanks to the fireworks in the first basin going off in time to music. So another Friends of Como event which has become a sort of trademark for Como; a Christmas fairy tale enjoyed by children and adults alike. The last couple of editions have included a spectacularly pretty ice rink, meaning fun for everyone and enjoying shows with figure skating and ice hockey champions. Then there was a Big Wheel, an 18th Century Merry-go-round and a Fairy Story Boat all adding to a well-attended spectator event. So the story goes on of a group of companies and associations who love Como and its hinterland, a group determined to back events bringing a sparkle to and enhancing the image of our area.

Sopra, la locandina e un momento dello spettacolo dei Legnanesi. A destra, la pista del ghiaccio in piazza Cavour Above, the poster and a scene of Legnanesi show. Right, the ice rink in piazza Cavour

92

93

SPORT
Si chiama “Keeler” 28, ed è un mostro. Ma di bellezza, velocità e tecnologia. È la nuova scommessa di Stefano Polti, velista comasco già sul tetto del mondo della vela grazie allo Swan 45 “Mintaka” e ora pronto, insieme con l’inseparabile amico e pluricampione Roberto Spata, a gettarsi in una nuova scommessa: la realizzazione di un nuovo prototipo di barca, più veloce e spettacolare che mai, per fondare entro un anno una vera e propria classe agonistica di riferimento. «La nuova barca rappresenta la realizzazione di un sogno – dice il 31enne velista comasco – È un 28 piedi (8,56 metri, ndr) che può arrivare alle prestazioni di un 40 piedi e può accogliere un equipaggio di cinque persone. La vera particolarità è la chiglia basculante, di solito impiegata su barche adatte a regate oceaniche e non per brevi tragitti con virate frequenti». Il nuovo gioiello di casa Polti, nato da un progetto dei due ingegneri aeronautici comaschi Luca Pusterla e Massimo Molteni e poi realizzato a Bergamo, ha già avuto anche il battesimo d’acqua, a Domaso. «I primi risultati sono stati sorprendenti – dice Polti con chiara soddisfazione - nonostante i test estremi a cui abbiamo sottoposto la barca. E poi “Keeler 28” sembra davvero velocissima, raggiunge i 25 nodi». Un fulmine, tanto che Polti si spinge a dire che «forse abbiamo aperto la strada a un MotoGp della vela, anzi a un VelaGp, viste le prestazioni della barca. Sarebbe bellissimo – aggiunge il velista comasco – perché il nostro obiettivo era proprio quello di creare qualcosa di altamente spettacolare, per avvicinare la gente a questo sport bellissimo». Il primo obiettivo, dunque, è stato centrato. Ora ne seguiranno altri. «Vorremmo creare una vera e propria categoria agonista di riferimento, e servono almeno 8 barche identiche – dice Polti – Siamo ottimisti perché abbiamo già ricevuto molte richieste da armatori professionisti e non, e almeno un paio di ordini. Intanto, nel mese di aprile mostreremo “Keeler 28” a Domaso, in occasione della tappa degli H22. Ma poi la metteremo alla prova alle MilleVele di Genova, al Trofeo Pirelli di Santa Margherita, sul Garda e alla Barcolana di Trieste. E nel 2008, speriamo di avere creato la classe».

il vento soffia sul

Keeler 28
Polti’s Keeler 28 a wind fast craft
di Emanuele Caso

It’s called ‘Keeler’ 28 and it’s a monster – of beauty, speed and technology. It’s the latest gamble being taken by Stefano Polti, Como businessman and yachtsman already on the crest of the world sailing wave thanks to Swan 45 ‘Mintaka’ and now ready (together with his inseparable friend and repeated champion Roberto Spata) to take up a new challenge: the implementation of a new prototype of a boat which is faster and more spectacular than ever before, and try within the year to provide a real competitive class of reference. “This new boat is a dream come true”, says the 31-year-old Como helmsman. “It’s a 28-foot (8.56 mt, ed) boat which can emulate the performance of a 40-foot craft and can be crewed by 5 people. Its special feature is its slotted keel, normally seen on ocean-racing craft, and not used on short distance races where you’re constantly zigzagging”. The Polti Group’s new gem was the brainchild of two Como aeronautical engineers Luca Pusterla and Massimo Molteni, and was later built in Bergamo. It has already been ‘baptised by immersion’ at Domaso: “The initial outcome was amazing”, says Polti with evident satisfaction, “despite the rigorous tests we put the boat through .’Keeler 28’ looks really fast – it can do 25 knots”. It’s a flash of lightning, so much so that Polti feels prompted to say: “We may have opened up the seaway for a sailing ‘MotoGp’ – in fact a ‘SailingGp’! – considering the boat’s performance. That would be really great (the Como yachtsman adds) because we set out with the aim of creating something highly spectacular to win people over to this fantastic sport”. So their first goal has been reached. Watch this space for others! “We’d like to set up a real competitive category in its own right, so we need at least 8 identical boats”, says Polti. “We’re very hopeful because we’ve already had several requests from professional fitters-out and others, and at least a couple of orders. In the meantime we’ll be showcasing ‘Keeler 28’ at Domaso this spring on occasion of the H22 leg. Then we’ll try it out at the Genova Mille Vele, at the Santa Margherita Pirelli Trophy, on Lake Garda and at the Barcolana in Triest. And by the end of 2008 we hope we’ll have created our own ‘Class’.

94

95

SPORT

La sirena
del
Una campionessa del mondo entra a far parte del team degli “Amici di Como”. Paola Tagliabue, 31 anni, nella stagione agonistica 2007 gareggerà con i colori dell’associazione lariana. Un personaggio di assoluto rilievo, visto che Paola nel 2006 a Tenerife, in Spagna, ha conquistato il titolo di campionessa del mondo di apnea dinamica. Nuotando

Lago
di Massimo Moscardi
sott’acqua ha percorso 157 metri e 77 centimetri, ha vinto il Mondiale e ha ottenuto il record assoluto della specialità. Nel 2007 la Tagliabue punta a concedere il bis. E per aiutarla a raggiungere l’obiettivo, gli “Amici di Como” hanno deciso di appoggiarla concretamente. L’appuntamento con la gara che assegnerà il titolo iridato tra la fine di luglio e l’inizio di agosto è proprio in A world champion joins the ‘Friends of Como’ team. Paola Tagliabue (31) will be competing in the Como association’s colours in the 2007 season of events. Quite a catch after 2006 in Tenerife (Spain) when Paola carried off the world underwater swimming championship, with her 157.77 mt swim she not only won the world title but also broke the record for that event. And in 2007 Tagliabue’s going for the double: to give her a hand ‘Friends of Como’ have decided to help her in a concrete way. The world title event is between the end of July and the beginning of August right here in Italy – in Bari. “I’d like to thank ‘Friends of Como’ for their backing”, said Paola during the press conference

Lake Como’s Mermaid
97

96

Italia, a Bari. «Voglio ringraziare gli “Amici di Como” per aver deciso di appoggiarmi – ha detto Paola durante la conferenza stampa di presentazione dell’accordo – Spero di poter ricambiare la fiducia che mi è stata concessa. Sarà una stagione molto impegnativa e grazie a questo appoggio potrò concentrami esclusivamente sugli obiettivi agonistici». «Paola Tagliabue rappresenta un testimonial ideale – afferma Mario Pittorelli, presidente degli “Amici di Como” – È un personaggio di caratura mondiale, è lariana come noi e può dare un’immagine positiva del nostro territorio. Siamo orgogliosi di vederla con i colori della nostra associazione e speriamo che questo abbinamento porti molte soddisfazioni». Daniele Brunati, coordinatore degli “Amici di Como”, si sofferma sulla vocazione sportiva del sodalizio. «Quella con Paola Tagliabue è l’ultima di una lunga serie di interventi a favore di personaggi e manifestazioni legati al Lario. Ci siamo impegnati in canottaggio, ciclismo, motonautica, calcio, pallanuoto, automobilismo. Ora questo nuovo impegno nell’apnea, uno sport che merita di essere aiutato e che, ci auguriamo, anche grazie a questa partnership potrà avere crescente visibilità».

when the agreement was announced. “I only hope I don’t let them down. It’s going to be a very demanding season, and thanks to this support I’ll be able to focus exclusively on winning...” “Paola is a great figurehead”, is the opinion of ‘Friends of Como’ president Mario Pittorelli. “She’s a leading world celebrity, is from Como like us and can give our area a positive image. We’re proud for her to don our association’s colours; let’s hope our link-up is a real success story”. ‘Friends of Como’ coordinator Daniele Brunati underlines the sporting aspect of the joint operation: “Our support for Paola Tagliabue is the latest in a long series of schemes to back both people and events connected with the Lario, including canoeing, cycling, speedboat racing, football, water polo and motor racing. Underwater swimming deserves help; let’s hope our recent commitment to it through this partnership too will raise its profile”.

Nelle pagine precedenti e a destra, Paola Tagliabue, durante un allenamento in piscina In the previous pages and right, Paola Tagliabue during a training in a swimming pool

98

99


				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:96
posted:12/25/2009
language:Italian
pages:10