Report sul lavoro parasubordinato in Emilia Romagna by g766hd

VIEWS: 11 PAGES: 11

									Il lavoro parasubordinato in Emilia-Romagna: una fotografia tramite le
                        banche dati dell’INPS

Indice

     Premessa
1.   L’ Osservatorio sui lavoratori parasubordinati dell’INPS
2.   Alcuni dati quantitativi sugli iscritti
3.   I contribuenti della gestione separata dell’INPS
4.   I collaboratori senza altra occupazione o reddito
5.   I collaboratori con più redditi da lavoro
6.   I collaboratori con redditi da pensione
7.   I contribuenti professionisti
8.   Una visione d’insieme


Premessa
In seguito alla recente divulgazione, da parte dell’INPS, del Rapporto sul “Lavoro parasubordinato” che
sistematizza e presenta i dati più significativi sui lavoratori parasubordinati iscritti alla gestione separata,
corredati di un ampio set di indicatori statistici sia a scala nazionale che regionale, appare d i rilevante
interesse approfondire l’analisi di tali indicatori relativamente ai lavoratori iscritti ed operanti in Emilia-
Romagna.
La gestione previdenziale separata, istituita con la legge di riforma del sistema pensionistico del 1995
(legge Dini), che per la prima volta ha sottoposto a vincolo di contribuzione previdenziale i lavoratori
autonomi esercitanti attività professionale o di collaborazione, ha favorito l’implementazione di data base
amministrativi che consentono di approssimarsi con più precisione alla conoscenza di un segmento del
mercato del lavoro che appare tutt’oggi poco noto.
La diffusione di queste nuove informazioni statistiche offre, infatti, un contributo decisivo alla
rilevazione e classificazione dei lavoratori parasubordinati, che costituiscono un universo alquanto
complesso e differenziato comprendente soggetti molto distanti tra loro per tipologie di lavoro e
redditi. In particolare sono ricompresi nella medesima gestione separata lavoratori autonomi come i
professionisti e gli amministratori di società, lavoratori che percepiscono almeno un altro reddito da
lavoro o da pensione e un’area di collaboratori per così dire “puri”, che vivono del reddito delle sole
collaborazioni, esposti a significativi rischi di precarietà e assenza di tutele.


1.       L’ Osservatorio sui lavoratori parasubordinati dell’INPS
Nell’estate 2006 l’INPS ha diffuso una serie di informazioni statistiche aggiornate al 2004 in merito agli
iscritti e ai contribuenti alla gestione separata, disponibili nella sezione “Osservatorio sui lavoratori
parasubordinati” del suo sito web.
In passato l’Istituto aveva diffuso soltanto informazioni parziali relative agli iscritti, mentre per la prima
volta ha presentato i dati relativi ai contribuenti, ovvero gli iscritti che hanno effettivamente versato
contributi e che pertanto possono essere considerati a pieno titolo dei parasubordinati “attivi”.
Quest’ultima distinzione appare di rilevante importanza se si considera che tale modalità di lavoro
presenta spesso caratteristiche di saltuarietà e intermittenza; non esistendo inoltre un obbligo di
cancellazione da parte del lavoratore nel caso di temporanea o prolungata inattività, l’insieme degli
iscritti risulta tendenzialmente maggiore dell’insieme dei contribuenti. Alla luce di queste considerazioni
il focus dell’analisi che qui si propone è rappresentato dai contribuenti, che sono a loro volta distinti in

                                                                                                              1
due gruppi: i collaboratori ed i professionisti. Tale distinzione corrisponde a distinti archivi
amministrativi dell’INPS, contrassegnati dalle diverse aliquote contributive e dalle diverse modalità di
versamento. Qualora i versamenti contributivi siano effettuati dal lavoratore stesso, seguendo il
meccanismo degli acconti e dei saldi negli stessi termini previsti dall’IRPEF, questi viene classificato
come “professionista”. Se invece il versamento dei contributi è effettuato dal committente (persona
fisica o soggetto giuridico), il lavoratore viene classificato come “collaboratore” 1.


2.         Alcuni dati quantitativi sugli iscritti
Alla fine del 2004 i lavoratori emiliano-romagnoli che hanno presentato almeno una domanda di
iscrizione alla gestione separata ammontano in complesso a 316.699, circa il 17% degli occupati totali in
regione (nel 2004) e il 9% del complesso dei lavoratori iscritti a livello nazionale ( TAV. 1).


TAV. 1 – Iscritti alla gestione separata per genere e anno (presenza nell’anno) e tipologia di iscrizione.
Emilia-Romagna e Italia

                                                  Emilia-Romagna                                                      Italia
                                    2000        2001      2002          2003      2004        2000           2001          2002        2003        2004

Maschi
Collaboratori                    96.321     103.991     118.873      140.992   161.457     908.262   1.007.936      1.148.118     1.355.012   1.594.640
Collaboratori/Professionisti      2.684       3.029       3.485        4.333     5.678      23.703      28.084         32.219        38.907      50.616
Professionisti                   10.832      11.172      11.640       12.391    12.852     117.405     123.059        128.803       134.439     139.680
Totale maschi                   109.837     118.192     133.998      157.716   179.987   1.049.370   1.159.079      1.309.140     1.528.358   1.784.936

Femmine
Collaboratori                    66.393      73.787         88.155   108.762   126.269    803.226     912.111       1.046.685     1.257.526   1.486.840
Collaboratori/Professionisti      1.441       1.632          1.920     2.464     3.318     13.566      16.391          18.821        22.693      30.021
Professionisti                    5.505       5.788          6.108     6.715     7.125     55.279      58.801          62.780        66.609      71.542
Totale femmine                   73.339      81.207         96.183   117.941   136.712    872.071     987.303       1.128.286     1.346.828   1.588.403

Totale
Collaboratori                   162.714     177.778     207.028      249.754   287.726   1.711.488   1.920.047      2.194.803     2.612.538   3.081.480
Collaboratori/Professionisti      4.125       4.661       5.405        6.797     8.996      37.269      44.475         51.040        61.600      80.637
Professionisti                   16.337      16.960      17.748       19.106    19.977     172.684     181.860        191.583       201.048     211.222
Totale                          183.176     199.399     230.181      275.657   316.699   1.921.441   2.146.382      2.437.426     2.875.186   3.373.339

Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati




Tra il 2000 e il 2004 si evidenzia un consistente aumento nel numero delle iscrizioni alla gestione
separata sia in regione Emilia-Romagna, dove si registra una crescita percentuale per l’intero
quinquennio del 73%, sia a livello nazionale dove l’incremento raggiunge il 75%. Ad una analisi di
genere emerge come siano soprattutto le lavoratrici in entrambi gli scenari a registrare un incremento
percentuale maggiore che supera addirittura l’80%, anche se nel complesso le iscrizioni sono state
effettuate più da maschi (60%) che da femmine.
La maggior parte delle iscrizioni sia in Emilia-Romagna che in Italia riguarda i collaboratori (90%),
soltanto il 10% è rappresentato, infatti, da lavoratori autonomi professionisti. Esiste un terzo gruppo
residuale di coloro i quali hanno effettuato una doppia iscrizione sia in qualità di collaboratore che di
professionista (circa il 3%).




1
  Secondo quanto precisato dall’INPS attualmente sono classificati come collaboratori: i collaboratori coordinati e
continuativi (con o senza progetto), gli autonomi occasionali, gli associati in partecipazione, gli incaricati delle vendite
a domicilio.



                                                                                                                                                      2
3.         I contribuenti della gestione separata dell’INPS
 I contribuenti nel 2004 in Emilia-Romagna ammontano a circa 176.000. Per la maggior parte (88%)
sono lavoratori titolari di un rapporto di collaborazione mentre minima è la quota (12%) di
professionisti. Costituiscono il 9,5% dell’intera occupazione regionale. Sono più numerosi gli uomini
rispetto alle donne, sia in valore assoluto che relativo.
I collaboratori presenti nell’archivio INPS risultano in valore assoluto oltre 156.000. Tale categoria
comprende sia i 95.000 collaboratori che svolgono questa attività in maniera esclusiva e che hanno
conosciuto negli ultimi anni consistenti incrementi della loro aliquota contributiva, passata dal 14% nel
2003 al 17,80% nel 2004, sia i quasi 43.000 collaboratori che svolgono anche altre attività, la cui
aliquota contributiva si è mantenuta stabile nel tempo e coincide con il 10%, sia i 18.000 collaboratori
titolari di pensione, la cui aliquota contributiva è passata dal 10% nel 2000 al 15% nel 2004.
I professionisti ammontano invece a 19.528 soggetti che in gran parte svolgono tale attività a titolo
principale (76%); una quota residuale è costituita dai professionisti che esercitano anche un altro lavoro.
Tra il 2000 e il 2004 il rapporto tra contribuenti ed iscritti alla gestione separata dell’INPS si riduce
progressivamente sia in Emilia-Romagna che a livello nazionale ( TAV. 2). I dati evidenziano a tal
proposito una flessione dei contribuenti di circa 11 punti percentuali (dal 67% degli iscritti nel 2000 al
56% nel 2004). Quest’ultimo trend si registra anche a livello nazionale in misura ancora più accentuata (-
14%). Le ragioni di tale flessione potrebbero essere ricondotte ad una serie di fattori, tra i quali si
collocano la prima applicazione della legge 30/2003, che ha trasformato le collaborazioni coordinate e
continuative in collaborazioni a progetto, avvenuta contestualmente all’innalzamento delle aliquote
contributive per le prestazioni lavorative rese dai collaboratori senz’altra occupazione, passate dal 14%
al 17,80%, cui si aggiunge ancora l’esenzione dall’obbligo contributivo per alcune tipologie di lavoratori
parasubordinati (quali i venditori porta a porta e i lavoratori autonomi occasionali) in presenza di un
reddito annuo inferiore ai 5.000 euro. A tutto ciò si sommano gli effetti sull’occupazione dovuti ai primi
segnali di rallentamento del ciclo economico. I dati Istat evidenziano a tal proposito un calo degli
occupati in Emilia-Romagna tra il 2003 e il 2004 di circa 24.000 soggetti e un lieve incremento del tasso
di disoccupazione passato dal 3,1% nel 2003 al 3,7% nel 2004.


TAV. 2 - Iscritti e contribuenti alla Gestione separata per genere e anno (presenza nell'anno)
Emilia-Romagna e Italia

                                        Iscritti                               Contribuenti totali                         Inc. %
                            Maschi      Femmine               Totale      Maschi     Femmine             Totale   Maschi    Femmine   Totale

Emilia-Romagna
2000                      109.837         73.339            183.176      78.678         44.797        123.475      71,6        61,1    67,4
2001                      118.192         81.207            199.399      87.629         52.409        140.038      74,1        64,5    70,2
2002                      133.998         96.183            230.181      99.932         64.851        164.783      74,6        67,4    71,6
2003                      157.716        117.941            275.657     109.387         72.406        181.793      69,4        61,4    65,9
2004                      179.987        136.712            316.699     107.614         68.471        176.085      59,8        50,1    55,6

Italia
2000                    1.049.370        872.071       1.921.441         757.616       506.019       1.263.635     72,2        58,0    65,8
2001                    1.159.079        987.303       2.146.382         825.686       576.644       1.402.330     71,2        58,4    65,3
2002                    1.309.140      1.128.286       2.437.426         953.571       707.313       1.660.884     72,8        62,7    68,1
2003                    1.528.358      1.346.828       2.875.186       1.039.932       788.838       1.828.770     68,0        58,6    63,6
2004                    1.784.936      1.588.403       3.373.339       1.022.887       724.648       1.747.535     57,3        45,6    51,8

Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati



4.         I collaboratori senza altra occupazione o reddito
I lavoratori parasubordinati che vivono di sole collaborazioni rappresentano il 60% dell’universo dei
collaboratori iscritti alla gestione separata e ammontano nel 2004 a 95.061 soggetti; coloro che la
svolgono contestualmente con altre attività lavorative rappresentano il 27% e ammontano a 42.849
lavoratori ed infine i collaboratori che risultano al contempo titolari di pensione incidono p er il 12%
assommando 18.647 soggetti. Anche a livello nazionale riscontriamo una forte prevalenza dei

                                                                                                                                           3
collaboratori “puri”(70%) che ammontano a circa 1.078.000 lavoratori, una quota più ridotta è
rappresentata dai collaboratori con altre attività (22%) circa 334.000 soggetti, infine i collaboratori
pensionati rappresentano una esigua minoranza (9%) coinvolgendo circa 135.000 soggetti ( TAV. 3).


TAV. 3 - Professionisti e Collaboratori contribuenti secondo le aliquote per anno e sesso.
Emilia-Romagna e Italia

                                                                         2000                2001               2002                2003                 2004

Emilia-Romagna
Totale Collaboratori                                                107.151             122.914             147.466             163.954               156.557
di cui:
- a titolo principale (a)                                             62.219              74.819              93.359            104.366                95.061
- con altro lavoro (b)                                                                                                           42.623                42.849
                                                                      44.932              48.095              54.107
- pensionati (c )                                                                                                                16.965                18.647

Totale Professionisti                                                 16.324              17.124              17.317              17.839               19.528
di cui:
- a titolo principale (d)                                                n.d.             12.696              12.711              13.451               14.789
- con altro lavoro                                                       n.d.              4.428               4.606               4.388                4.739

Italia
Totale Collaboratori                                              1.091.159           1.224.378           1.481.004           1.645.660           1.548.920
di cui:
- a titolo principale (a)                                           732.020             848.234           1.059.233           1.189.138           1.078.889
- con altro lavoro (b)                                                                                                          335.652             334.401
                                                                    359.139             376.144             421.771
- pensionati (c )                                                                                                               120.870             135.630

Totale Professionisti                                               172.476             177.952             179.880             183.110               198.615
di cui:
- a titolo principale (d)                                                n.d.           127.366             127.271             133.053               146.365
- con altro lavoro                                                       n.d.            50.586              52.609              50.057                52.250

(a) Le aliquote applicate ai collaboratori a titolo principale sono state del 13% nel 2000 e 2001, del 14% nel 2002 e 2003 e del 17,80% nel 2004.
(b) Le aliquote applicate ai collaboratori con altro lavoro sono state del 10% dal 2000 al 2004.
(c) Le aliquote applicate ai collaboratori titolari di pensione diretta sono state del 10% dal 2000 al 2002, del 12,5% nel 2003 e del 15% nel 2004.
(d) Professionisti con versamento dell’aliquota maggiorata dello 0,5% applicata in caso di attività a titolo principale.
Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati




Tra il 2000 e il 2003 i collaboratori puri, percettori di un unico reddito, aumentano considerevolmente
sia in Emilia-Romagna (+70%) sia in Italia (+62%), mentre nel 2004, secondo un trend generalizzato, si
verifica un’inversione di tendenza, con una flessione di 9 punti percentuali in territorio emiliano -
romagnolo - dove diminuiscono di circa 9.000 unità - e di 14 punti percentuali a livello nazionale, con
una riduzione di 110.000 unità ( TAV. 4). In Emilia-Romagna si ha un vero e proprio ridimensionamento
dei rapporti di collaborazione attivati dai più giovani, poiché interessa quasi il 16% delle posizioni
contributive dei soggetti under 30 registrate nel 2003. Un tale calo delle collaborazioni attivate dalle
imprese con i giovani pone dei problemi di lettura ed interpretazione. Accanto alla contrazione di 10
punti percentuali dell’occupazione giovanile, che si ha nel 2004 a causa della stagnazione economica, ha
giocato di certo la riforma avviata dalla Legge 30/2003 che ha posto nuovi vincoli ai rapporti di
collaborazione e nel contempo ha istituito nuove forme contrattuali per favorire l’inserimento
lavorativo di giovani, quali il nuovo contratto apprendistato, che infatti accresce il suo peso.
Un dato in controtendenza è l’ incremento, seppure limitato, del numero di collaboratori anziani, già
titolari di pensione, aumentati negli stessi anni di circa 1.600 unità nella regione e di quasi 15.000 a
livello nazionale.




                                                                                                                                                                4
   TAV. 4 -Collaboratori "puri". Contribuenti per classe di età e genere



                                                                                                                           Variazioni %
   Emilia-Romagna                                2003                                        2004
                                                                                                                           2004/2003
                                    Maschi        Femmine          Totale     Maschi         Femmine              Totale


   <25                               5.573           7.111        12.684      4.159             5.422             9.581            -24%
   25-29                            10.092          13.021        23.113      8.847            11.719            20.566            -11%
   30-39                            17.117          17.746        34.863     16.103            16.661            32.764             -6%
   40-49                            10.827           8.624        19.451     10.399             8.075            18.474             -5%
   50-59                             6.916           4.037        10.953      6.623             3.793            10.416             -5%
   60+                               2.437             865         3.302      2.341               919             3.260             -1%
   Totale                           52.962          51.404       104.366     48.472            46.589            95.061             -9%

   Italia
   <25                             71.145          94.631        165.776      54.501          74.183        128.684                -22%
   25-29                          106.427         142.428        248.855      92.442         127.432        219.874                -12%
   30-39                          183.197         206.478        389.675    173.574          191.358        364.932                 -6%
   40-49                          113.124         105.964        219.088    111.656           98.212        209.868                 -4%
   50-59                           72.232          51.353        123.585     69.984           45.283        115.267                 -7%
   60+                             29.575          12.584         42.159     28.818           11.446         40.264                 -4%
   Totale                         575.700         613.438      1.189.138    530.975          547.914      1.078.889                 -9%

   Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati


Se si osservano alcuni indicatori demografici relativi al genere e alle classi d’età di questi lavoratori
emerge come i maschi siano nel complesso più numerosi, anche se il divario di genere va
assottigliandosi negli anni per effetto di un aumento delle lavoratrici (+60%).
Ad un’analisi del profilo per età emerge con evidenza che la fascia più numerosa in Emilia-Romagna,
così come in Italia, è quella dei trentenni (30,5%) anche se risulta rilevante l’apporto dei giovani tra i
venticinque e i ventinove anni (22%) e dei quarantenni (20%). Le collaboratrici superano i colleghi
maschi nelle classi d’età più giovani fino ai trenta anni; nella fascia d’età più numerosa dai trenta ai
quaranta anni si registra invece una sostanziale parità fra i generi, mentre nelle classi più adulte
prevalgono gli uomini.
Complessivamente i collaboratori puri rappresentano il 5,1% del totale delle persone occupate in
Emilia-Romagna nel 2004. Se gli uomini e le donne, in valore assoluto, sono pressoché in pari numero,
la probabilità di lavorare soltanto in posizione parasubordinata, senza altra occupazione o reddito, è più
elevata, in quasi tutte le fasce d’età, per il genere femminile (5,8% a fronte del 4,6% per gli uomini). Ed
è tanto più alta se si è una giovane donna con meno di trenta anni - in tal caso la probabilità raddoppia -
mentre tende poi a ridursi fortemente dopo i quaranta anni ( TAV. 5).


TAV. 5 – Collaboratori "puri". Incidenza sul complesso degli occupati per classe d'età e genere nel 2004 in Emilia -Romagna.
Valori percentuali



                                                                            Maschi              Femmine                   Totale
Classe d'età


<25                                                                                    5,9                10,1                     7,7
25-29                                                                                  7,7                12,0                     9,7
30-39                                                                                  4,9                 6,2                     5,5
40-49                                                                                  3,6                 3,6                     3,6
50-59                                                                                  3,7                 2,7                     3,3
60+                                                                                    3,9                 4,9                     4,1
Totale                                                                                 4,6                 5,8                     5,1


Fonte: Elaborazioni su dati Inps e Istat

                                                                                                                                    5
Dall’esame del tipo di attività svolta da tali collaboratori emerge che una quota rilevante di essi è
impegnata nelle attività “tradizionali” ovvero tipiche, in quanto richiamate espressamente nel TUIR, il
Testo unico delle imposte sui redditi1. Si tratta di quasi un 30% di amministratori, sindaci o revisori di
società. I consulenti aziendali, informatici, amministrativo-contabili incidono invece per il 10% del
complesso e i dottori di ricerca per il 5%. Raggruppamenti significativi, seppure più ridotti, sono
costituiti dai docenti della formazione, dagli operatori dei call center addetti ai sondaggi di opinione o al
marketing di prodotti o servizi, dagli addetti all’igiene e alla salute della persona ed infine ai trasporti e
spedizioni .
La stragrande maggioranza dei collaboratori puri, circa 87.000 (90%) lavora per una sola impresa,
mentre 7.000 (7%) risultano avere due committenti e soltanto un migliaio è impegnato con tre o più
committenti. Tra questi ultimi, troviamo di frequente i docenti del sistema della formazione
professionale, gli animatori turistici e gli operatori finanziari ( TAV. 6).


Tav. 6 Collaboratori "puri" per tipo di attività e numero di committenti
in Emilia - Romagna ed Italia

                                                                         Emilia-Romagna                                 Italia
                                                                 1              2       3+     Totale         1         2            3+       Totale

Amministratore, sindaco di società, ecc.                    22.762        1.908        449    25.119    235.034   17.112          3.528     255.674
Amministratore di condominio                                    48            3          3        54      1.438      200            120       1.758
Collaboratore di giornali, riviste, ecc.                     1.167           59          6     1.232     12.421      863            108      13.392
Partecipante a collegi e commissioni                           208           26          2       236      3.404      283             58       3.745
Dottorato di ricerca                                         4.002          391         40     4.433     10.200      826             87      11.113
Consulente aziendale                                         3.893          371         55     4.319     54.385    4.514            680      59.579
Consulente fiscale                                             111            8          1       120      1.376       70             17       1.463
Consulente amministrativo, contabile                         2.315          198         38     2.551     28.133    2.027            317      30.477
Consulente informatico                                       1.642          131         21     1.794     20.107    1.640            165      21.912
Consulente finanziario                                          99            9   .              108      1.302       97             12       1.411
Consulente in campo immobiliare                                412           25          2       439      6.003      380             43       6.426
Consulente in campo assicurativo                               154           11          1       166      2.466      136             13       2.615
Docente di formazione, istruttore, ecc.                      3.419          496        103     4.018     47.190    5.021            820      53.031
Operatore recupero crediti, intermediazione, ecc.               81           16          1        98      3.925      267             24       4.216
Traduttore                                                     202           11          2       215      2.057      227             36       2.320
Operatore di trasporti, spedizioni, ecc.                       502           24          3       529      6.236      245             22       6.503
Animatore turistico e di intrattenimento                        19            2          2        23      1.435       86             16       1.537
Spedizioniere doganale                                           1   .            .                1        102        6              1         109
Consulente d'estetica                                          347           17          1       365      3.068      165             10       3.243
Collaboratore per mostre, mercati, ecc.                        604           47          8       659      7.558      496             71       8.125
Operatore nel settore dell'igiene e della salute, ecc.       1.400           96         12     1.508     12.972      797             86      13.855
Esecutore di sondaggi d'opinione, marketing, ecc.            1.555          140         27     1.722     33.547    3.180            859      37.586
Socio lavoratore di cooperativa                              1.203           41          3     1.247     40.439    1.478            100      42.017
Operatore nel settore della moda                               482           43          5       530      3.424      248             27       3.699
Operatore manutenzione piante e giardini                        76            4          1        81      1.196       37              9       1.242
Enti locali (D.M. 25.05.2001)                                   42            6          3        51        667       63             12         742
Vendite a domicilio                                            253           13   .              266      5.785      134              8       5.927
Associati in partecipazione                                    603           81          14      698      4.723      399             69       5.191
Altro                                                       39.166        2.902         411   42.479    447.912   28.200          3.869     479.981
Totale                                                      86.768        7.079       1.214   95.061    998.505   69.197         11.187   1.078.889

Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati




Il reddito imponibile medio della totalità dei collaboratori in Emilia-Romagna nel 2004 è di 16.437 euro
rispetto ai 14.282 del livello nazionale, ma le lavoratrici anche qui percepiscono una retribuzione media
inferiore a quella degli uomini: 11.064 euro contro 19.904 (a livello nazionale rispettivamente 9.147 per
le retribuzioni femminili e 18.045 per quelle maschili) ( TAV. 10). I compensi lordi variano poi
notevolmente a seconda dell’età: minimi per i giovani con meno di 25 anni (4.609 euro), crescono
costantemente fin oltre i cinquanta anni raggiungendo la cifra di quasi 23.000 euro in media. La
variabilità dei redditi è infatti molto elevata: se il 30% di tutti i collaboratori percepisce un reddito

1
 Rientrano nei rapporti tipici di collaborazione: gli amministratori, i sindaci e i revisori di società, associazioni di altri enti; i
collaboratori a giornali, riviste, enciclopedie e simili, tranne i casi in cui si rientri nel diritto d’autore; i partecipanti a colleghi e
commissioni con l’esclusione dei dipendenti pubblici che vi partecipano in qualità di rappresentanti istituzionali.

                                                                                                                                                      6
inferiore a 5.000 euro, oltre l’80% guadagna fino a 25.000 euro, l’11% si colloca tra i 25.000 e i 50.000
euro, mentre una quota residuale del 7% guadagna più di 50.000 euro.
I redditi medi dei soli collaboratori puri, privi di altre entrate monetarie, sono leggermene più contenuti
per le donne, abbassandosi fino al 10.235 euro, mentre aumentano fino a 20.793 euro per gli uomini.
Sono poi notevolmente diversificati in base ai ruoli professionali, oscillando in un range variabile dalla
soglia minima di 5.172 euro percepiti dai soci di cooperative al limite massimo di 30.130 euro degli
amministratori, sindaci di società e revisori.
Gli amministratori risultano avere i redditi più elevati, per il 20% percepiscono infatti più di 50.000 euro
all’anno. Sono seguiti dai consulenti che nelle fasce più alte di reddito sono il 6% mentre l’11%
guadagna tra i 25.000 e i 50.000 e oltre il 30% si colloca tra i 10.000 e i 25.000 euro. I lavoratori
impegnati in attività di dottorato di ricerca per oltre il 60% percepiscono un reddito compreso tra
10.000 e 25.00 euro. Tra i collaboratori che più di frequente presentano i redditi più bassi al di sotto dei
5000 euro si rilevano i collaboratori di giornali e riviste, gli associati in partecipazione, i docenti della
formazione, i soci di cooperativa, i traduttori, gli animatori turistici, gli operatori della salute, gli
esecutori di sondaggi d’opinione ( TAV. 6).


Ad una analisi delle classi di reddito distinta per genere emerge un addensamento delle retribuzioni nella
fascia compresa tra i 500 e i 5000 euro ed un altro rilevante addensamento nella fascia compresa t ra i
10.000 e i 25.000 euro sia per gli uomini che per le donne. Presumibilmente questi due scaglioni
corrispondono a due distinti aggregati: il primo relativo a rapporti di collaborazione saltuari, di breve
durata e/o ad orario ridotto, il secondo riferito a rapporti di collaborazione a tempo pieno e di lunga
durata. Nel primo raggruppamento ci sono molte donne sia in Emilia-Romagna che in Italia (il 37%
del complesso delle collaboratrici in Emilia-Romagna e il 44% a livello nazionale). Nel secondo invece
la presenza delle donne è meno cospicua, interessando il 26% delle collaboratrici in Emilia-Romagna e
il 20% in Italia. Nelle fasce di reddito più elevate, oltre i 25.000 euro, la presenza femminile si riduce
progressivamente sino ad incidere soltanto per poco più del 10% dell’universo dei collaboratori che
percepiscono dai 50.000 euro in su. Quest’ultimi redditi risultano essere appannaggio esclusivo degli
amministratori per oltre 70%, una quota limitata (pari all’8%) è propria dei consulenti.


Tav. 7 Collaboratori "puri" per tipo di attività e classi di reddito nel 2004 in Emilia-Romagna

                                                            0-500 500-5.000     5.000-    10.000-   25.000-   50.000-   75.000
                                                                                10.000     25000     50.000    75.000

Amministratore                                                249    3.072      2.892      7.513     6.470    2.557     2.420
Consulente                                                    221    2.841      1.982      3.152     1.083      282       270
Dottorato di ricerca                                           52      890        624      2.775        86        6         -
Collaboratore di giornali, riviste, ecc.                      421      442        130        180        43       11         5
Docente di formazione, istruttore, ecc.                       268    1.913        821        897        91       19         9
Spedizioni                                                     44      170        132        150        27        5         2
Moda/consulente d'estetica                                     30      340        211        194        75       23        22
Enti locali (D.M. 25.05.2001)                                   3       13         12         19         4        -         -
Vendite a domicilio                                            22      107         51         70        13        2         1
Associati in partecipazione                                   194      187        104        161        34       10         8
Socio lavoratore di cooperativa                               114      657        304        160        12        -         -
Traduttore                                                     21       96         37         39        14        6         2
Animatore turistico e di intrattenimento                        -       13          3          4         1        1         1
Collaboratore per mostre, mercati, ecc.                        43      294        139        138        32        6         7
Operatore nel settore dell'igiene e della salute, ecc.        141      804        272        244        40        4         3
Esecutore di sondaggi d'opinione, marketing, ecc.             219      751        266        359        88       20        19
Operatore manutenzione piante e giardini                        6       32         21         15         2        1         4
Altro                                                       3.228   17.292      8.546     10.117     2.289      535       472
TOTALE                                                      5.276   29.914     16.547     26.187    10.404    3.488     3.245
Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati




                                                                                                                                7
5.       I collaboratori con più redditi da lavoro
I collaboratori contribuenti che svolgono anche altre attività lavorative ammontano in Emilia-Romagna
nel 2004 a 42.849 soggetti. Tali collaborazioni sono svolte in prevalenza da maschi adulti che incidono
per oltre il 70% ed hanno un’età oltre i trenta anni.
Sia in Emilia-Romagna che in Italia le donne contano solo per un quarto di tali posizioni contributive.
Tra il 2003 e il 2004 si riscontra un calo delle collaborazioni a titolo concorrente soprattutto tra i più
giovani, in particolare tra le donne. Un dato in controtendenza è invece l’aumento nell’ultimo anno dei
collaboratori maschi adulti ( TAV. 8).
L’analisi delle tipologie di attività mette in luce una forte prevalenza degli amministratori, sindaci e
revisori di società in cui si concentrano oltre il 60% dei collaboratori doppiolavoristi. Raggruppamenti
meno significativi riguardano i consulenti aziendali, i dottori di ricerca, i docenti della formazione
professionale.
La quasi totalità di tali collaboratori presenta un unico committente secondo una tendenza rispecchiata
anche a livello nazionale. Il reddito medio si aggira sui 17.000 euro annui a fronte di una elevata
variabilità che caratterizza i diversi ruoli professionali, in un range che oscilla dalla soglia minima di 1.135
euro percepiti dai soci di cooperative al limite massimo di quasi 20.000 euro degli amministratori,
sindaci di società e revisori.


Tav. 8 Collaboratori contribuenti con altro lavoro per classe d'età anno e sesso

                                             2003                                     2004
                               Maschi         Femmine         Totale       Maschi      Femmine           Totale

Emilia-Romagna
<25                               386             353           739          334           250            584
25-29                           1.776           1.206         2.982        1.549         1.080          2.629
30-39                           8.361           4.108        12.469        8.391         3.927         12.318
40-49                           9.899           3.467        13.366       10.592         3.680         14.272
50-59                           7.885           1.990         9.875        8.238         2.048         10.286
60+                             2.721             471         3.192        2.364           396          2.760
Totale                         31.028          11.595        42.623       31.468        11.381         42.849

Italia
<25                             3.318           2.844         6.162        2.448         1.735          4.183
25-29                          12.731           9.645        22.376       11.312         7.392         18.704
30-39                          63.965          32.865        96.830       64.862        29.608         94.470
40-49                          75.857          26.484       102.341       82.396        26.049        108.445
50-59                          61.574          15.311        76.885       65.004        15.108         80.112
60+                            26.384           4.674        31.058       24.496         3.991         28.487
Totale                        243.829          91.823       335.652      250.518        83.883        334.401

Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati



6.       I collaboratori con redditi da pensione
I collaboratori titolari di pensione in Emilia-Romagna nel 2004 risultano circa 19.000, dove
rappresentano l’11% del complesso dei collaboratori iscritti all’INPS. Questi a differenza delle altre
tipologie di collaboratori hanno conosciuto un aumento percentuale del 10% tra il 2003 e il 2004, in
particolare sono cresciuti di circa 1.600 unità nella regione in esame e di quasi 15.000 a livello nazionale.
Tali collaborazioni sono svolte in prevalenza da maschi, (73% del complesso), per lo più over
sessantenni. La quasi totalità di tali collaboratori ha un unico committente secondo una tendenza
manifestata anche a livello nazionale.
Per quanto attiene le attività lavorative principali, un posto di rilievo è occupato dagli amministratori e
sindaci di società, che ne raggruppano circa il 40%, seguiti dai consulenti aziendali e contabili con il
                                                                                                                8
15%. Per i pensionati, il reddito medio derivante dalle collaborazioni è di circa 19.000 euro, più alto sia
di quello dei collaboratori puri (15.600 euro) che dei doppiolavoristi (17.000 euro) e con una forte
oscillazione tra il minimo percepito dai venditori a domicilio, che ammonta a 5.000 circa, e il massimo
di 32.000 euro dei consulenti finanziari.
Circa l’80% del complesso dei redditi percepiti da tali collaboratori è compresa tra i 500 e i 25.000 euro,
anche a livello nazionale è possibile riscontrare una analoga concentrazione.


Tav 9 Collaboratori contribuenti pensionati per classe d'età anno e sesso (2003 - 2004)

                                             2003                                         2004
                               Maschi         Femmine         Totale       Maschi          Femmine     Totale

Emilia-Romagna
<25                                 6                2            8            5                4          9
25-29                              15               24           39           15                5         20
30-39                             119               57          176           61               30         91
40-49                             181              114          295          125               65        190
50-59                           4.810            1.297        6.107        4.555            1.313      5.868
60+                             8.723            1.617       10.340       10.459            2.010     12.469
Totale                         13.854            3.111       16.965       15.220            3.427     18.647

Italia
<25                                60              49           109           89               77        166
25-29                             182             150           332          173              154        327
30-39                           1.044             549         1.593          651              382      1.033
40-49                           1.832           1.120         2.952        1.227              695      1.922
50-59                          32.495           8.075        40.570       31.474            7.866     39.340
60+                            63.644          11.670        75.314       78.794           14.048     92.842
Totale                         99.257          21.613       120.870      112.408           23.222    135.630

Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati



7.       I contribuenti professionisti
Con la Riforma Dini del 1995 anche i lavoratori autonomi che esercitano un’attività professionale
abituale sono tenuti al versamento contributivo alla gestione separata istituita presso l’INPS. Di questa
categoria di lavoratori disponiamo tuttavia di una mole di dati meno dettagliata rispetto ai collaboratori
puri, anche ve vi sono alcuni dati significativi.
Alla fine del 2004 in Emilia – Romagna i professionisti contribuenti INPS assommano a 19.528 soggetti
dei quali il 70% impegnati in questa ruolo professionale in maniera esclusiva ( TAV. 11).
In particolare si può rilevare che tali professionisti emiliano-romagnoli sono aumentati tra il 2000 e il
2004 di circa il 20%, anche se nell’ultimo anno in esame si riscontra un incremento inferiore pari al
10%. Si tratta di lavoratori in prevalenza maschi in età adulta compresa tra i trenta e i sessanta anni.
Analizzando il numero dei contribuenti professionisti per classi di importo dei contributi e genere
emerge che i professionisti in Emilia-Romagna presentano una contribuzione media più alta che a
livello nazionale sia nel complesso che distinta per genere; inoltre a livello regionale i professionisti
maschi presentano una contribuzione significativamente più elevata delle colleghe, soprattutto nelle
classi d’età adulte e anziane. Il raggruppamento di contribuzione più numeroso è quello compreso tra i
2.500 e i 5.000 euro.




                                                                                                               9
Tav. 10 Redditi medi dei collaboratori per categoria di attività (2004)

                                                                         Emilia-Romagna                                             Italia
                                                             Collabo-    Collabo- Collabo-ratori    Totale        Collabo-    Collabo-       Collabo-      Totale
                                                           ratori con       ratori        "puri"                ratori con       ratori ratori "puri"
                                                         altro lavoro pensionati                              altro lavoro pensionati
Amministratore, sindaco di società, ecc.                     19.919      24.772        30.130      24.813         20.085      25.243         26.417       23.802
Amministratore di condominio                                  7.386       9.623        13.648      10.056          6.362       7.425          8.543        7.543
Collaboratore di giornali, riviste, ecc.                      3.799      10.803         6.108       5.922          7.416      15.418          7.942        8.265
Partecipante a collegi e commissioni                          3.856      10.880        21.611       8.385          4.613      10.362         13.513        7.597
Dottorato di ricerca                                          6.929       8.050        10.970      10.042          8.167      14.968         10.999       10.587
Consulente aziendale                                         21.653      25.878        18.683      20.867         20.117      26.344         15.686       18.228
Consulente fiscale                                           11.120       9.224        11.035      10.736         12.060      14.499         11.108       11.669
Consulente amministrativo, contabile                         16.242      19.813        12.913      14.242         14.052      20.770         12.223       13.355
Consulente informatico                                       23.413      27.473        14.676      16.309         21.614      26.660         13.271       14.355
Consulente finanziario                                       26.146      32.563        20.338      23.277         18.019      28.062         15.136       17.015
Consulente in campo immobiliare                              23.302      13.414         9.773      11.869         16.892      24.446          7.941        9.214
Consulente in campo assicurativo                             24.219      13.643        11.254      13.838         21.157      20.265         11.612       13.833
Docente di formazione, istruttore, ecc.                       4.907      10.902         7.609       7.222          4.783      10.267          5.978        5.926
Operatore recupero crediti, intermediazione, ecc.            12.622       8.305        10.276      10.564          9.047      16.368          6.988        7.605
Traduttore                                                   20.762      25.673        10.975      12.899         17.327      24.349         11.301       12.693
Operatore di trasporti, spedizioni, ecc.                     13.745       9.179        10.079      10.184         12.593      11.126          9.346        9.779
Animatore turistico e di intrattenimento                     18.279      20.878        14.278      17.131         14.197      17.073          8.710       10.209
Spedizioniere doganale                                              -    20.946        21.869      21.100         20.548      27.995         18.007       19.955
Consulente d'estetica                                         6.462       8.457         6.105       6.197         10.585      10.385          6.057        6.353
Collaboratore per mostre, mercati, ecc.                      16.367      21.856         9.555      11.454         14.925      16.321          6.937        8.102
Operatore nel settore dell'igiene e della salute, ecc.        8.035      13.151         6.359       7.156          9.516      15.056          7.077        7.944
Esecutore di sondaggi d'opinione, marketing, ecc.            24.007      14.134         9.122      10.399         17.285      18.836          5.225        6.009
Socio lavoratore di cooperativa                               1.135       7.469         5.172       4.252          5.380       7.318          4.098        4.176
Operatore nel settore della moda                             35.051      23.370        18.227      20.170         32.191      22.546         14.774       16.369
Operatore manutenzione piante e giardini                     11.824       6.496        12.483      10.266          9.696       7.464          7.512        7.724
Enti locali (D.M. 25.05.2001)                                 6.400      10.735        11.964       9.398          6.578       7.837          7.253        7.086
Vendite a domicilio                                          15.283       5.095         9.867      10.336          7.915      10.943          8.330        8.395
Associati in partecipazione                                  10.362      23.067         9.655      10.925         10.701      17.486          9.090       10.182
Altro                                                        13.204      13.062         9.787      10.664         12.542      13.650          8.246        9.172
Totale                                                       17.087      19.117        15.619      16.437         16.647      19.723         12.865       14.282
Redditi medi dei collaboratori                                    maschi            femmine        totale              maschi              femmine       totale
Totale                                                            19.904                11.064      16.437             18.045               9.147          14.282
Fonte: Ns. elaborazione su dati Inps.




Tav. 11 I contribuenti professionisti per sesso e classe)

                                               Totale professionisti                                            di cui: a titolo principale
Emilia-Romagna                             Maschi      Femmine                          Totale               Maschi          Femmine                      Totale
classi d'età

<25                                          306                    211                  517                    278                  196                    474
25-29                                      1.164                    854                2.018                  1.040                  776                  1.816
30-39                                      4.009                  2.923                6.932                  3.371                2.580                  5.951
40-49                                      3.287                  1.981                5.268                  2.397                1.655                  4.052
50-59                                      2.312                    852                3.164                  1.374                  590                  1.964
60+                                        1.376                    253                1.629                    434                   98                    532
Totale                                    12.454                  7.074               19.528                  8.894                5.895                 14.789

Italia
<25                                        2.914                  2.146                5.060                  2.675                1.989                  4.664
25-29                                     12.774                  9.905               22.679                 11.347                8.908                 20.255
30-39                                     41.460                 28.898               70.358                 34.104               25.163                 59.267
40-49                                     33.931                 18.108               52.039                 23.014               15.007                 38.021
50-59                                     24.249                  8.010               32.259                 12.656                5.853                 18.509
60+                                       13.658                  2.562               16.220                  4.368                1.281                  5.649
Totale                                   128.986                 69.629              198.615                 88.164               58.201                146.365

Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati




                                                                                                                                                              10
 Tav 12. Contributo medio(in euro) dei professionisti
in Emilia-Romagna e Italia per classi d'età e genere

                  Emilia-Romagna                                   Italia
Classi d'età       maschi    femmine      Totale     Maschi      Femmine Totale

<25                  1.677,88 2.017,73 1.816,58 1.640,48           1.665,94   1.651,28
25-29                2.449,46 2.023,20 2.269,07 2.115,52           1.801,88   1.978,54
30-39                3.440,83 2.686,58 3.122,78 2.968,57           2.258,87   2.677,08
40-49                4.233,95 3.199,81 3.845,07 3.485,93           2.650,07   3.195,07
50-59                4.279,31 3.139,75 3.972,45 3.611,96           2.783,09   3.406,15
60+                  3.784,51 2.411,29 3.571,23 3.521,40           2.516,83   3.362,73
Totale               3.707,81 2.775,00 3.369,90 3.169,68           2.347,12   2.881,31
Fonte: Inps - Osservatorio sui lavoratori parasubordinati


8.     Una visione d’insieme
L’analisi finora condotta consente di delineare una visione d’insieme delle principali caratteristiche che
ha assunto il lavoro parasubordinato in Emilia - Romagna.
I lavoratori parasubordinati iscritti/contribuenti della gestione separata INPS nel 2004 risultano essere
176.000, il 9,5% degli occupati complessivi. Più della metà sono collaboratori “puri” che non
percepiscono altri redditi da lavoro o da pensione, un quarto sono collaboratori con più attività
lavorative, circa il 10% sono pensionati ed altrettanto sono professionisti.
Nella fotografia fornita dall’INPS il lavoratore parasubordinato tipo è prevalentemente maschio adulto
con un’età compresa prevalentemente tra i trenta e quaranta anni. Le lavoratrici incidono per più di un
terzo del totale, una quota leggermente inferiore a quella osservata a livello dell’occupazione
complessiva (43%). Tra i collaboratori puri tuttavia la loro incidenza sale, in modo particolare tra le più
giovani (under 30 ) dove raggiunge quasi il 60% ed i redditi imponibili sono più ridotti. Gli uomini
infatti li troviamo più di frequente tra i percettori di più redditi - da lavoro e/o da pensione - e tra i
professionisti.
Complessivamente i collaboratori puri rappresentano il 5,1% del totale delle persone occupate in
Emilia-Romagna nel 2004.
La stragrande maggioranza dei collaboratori-emiliano romagnoli lavora per una sola impresa (circa
87.000) e percepisce in media circa 15.600 euro a fronte dei 12.800 guadagnati a livello nazionale. Cifre
che si riducono ulteriormente se ci si riferisce soltanto alle lavoratrici che in Emilia-Romagna
guadagnano in media 10.235 euro. Osservando tuttavia gli indicatori di reddito per ruolo professionale
emerge un forte divario tra la soglia minima di 5.000 euro circa percepiti dai soci di cooperative sino al
limite massimo di 30.000 euro degli amministratori, sindaci di società e revisori.
Sotto il profilo quantitativo è possibile delineare quattro macro tipologie di lavoratori che ricadono nella
gestione separata INPS:
- circa 60.000 sono amministratori, sindaci e revisori di società, che svolgono queste attività in
     modo esclusivo oppure concorrente;
- circa 26.000 sono pensionati e lavoratori che integrano il proprio reddito principale con altri
     impegni professionali;
- quasi 20.000 sono professionisti presenti nella gestione separata per assenza di propri Ordini
     professionali;
- quasi 70.000 sono, infine, i collaboratori puri in cui ricadono sia figure professionali di alto profilo
     legate all’università e alla ricerca, all’ambito dello sviluppo tecnologico ed informatico, al sistema
     della formazione professionale, sia figure più tradizionali dell’area della consulenza alle imprese e
     alle persone, sia presumibili “travestimenti” del lavoro dipendente come nel caso degli operatori
     dei call center o di coloro i quali svolgono formalmente un'attività autonoma, ma sono soggetti alle
     regole e condizioni dei subordinati senza tuttavia usufruire delle medesime garanzie normative,
     previdenziali e reddituali.

                                                                                                         11

								
To top