OCCIDENTE - N°14 (Anno V) by mirco911

VIEWS: 6 PAGES: 4

Agenzia di informazione diretta da Guido Virzi.
Bisettimanale di formazione e controinformazione

More Info
									  Anche in un’Italia nel Caos permane un gran Bisogno di Identità (Pag. 2)
                                                                                                                    “Ogni essere
                                                                                                                     umano ha il
                                                                                                                  diritto ad un po’
                                                                                                                   di Spionaggio”




                   commenti-
  / informazioni - commenti opinioni –immagini /
  “Il nostro posto è all’aria aperta, sotto la notte limpida, arma al braccio e nel cielo le
  stelle. Che continuino gli altri nei loro festini. Noi, fuori, in vigilanza attenta, fervida e
  sicura,già presentiamo l’alba nell’allegria dei nostri cuori” –Josè Antonio De Rivera-
                           n°14
  Palermo------------------n°14 (Anno V) ---------27 Giugno 2013                                   A proposito della condanna di
                                                                                                                        caso-Ruby,
                                                                                                   Berlusconi per il caso
                                                                                                   Francesco Storace, nel sito ufficiale
                                                                                                   de “la Destra ha scritto:
                                                                 Eccoli gli Orchi di Beferor,       ”La
                                                                                                    ” domanda che viene e’ se si puo’
                                                                                                   spazzare via cosi’ un leader che
                                                                 vengono per violare le            comunque e’ stato vent’anni
                                                                 nostre case. Non abbiate          protagonista del nostro paese e
                                                                 pietà per loro perché essi        conosciuto in tutto il mondo. E’
                                                                 non ne avranno per voi.           anche l’immagine dell’Italia che
                                                                                                   viene messa alla berlina dai giudici
                                                                                                   milanesi.
                                                                                                   milanesi.”
                                                                                                            esitazioni
                                                                                                   Senza esitazio e non per mero
                                                                                                   spirito di polemica, noi gli
                                                                                                   rispondiamo tranquillamente di SI’.
                                                                                                   Perchè non parliamo certo di un
                                                                                                   fulmine a ciel sereno. Perché
                                                                                                   parliamo di un uomo che, a certi
                                                                                                   livelli, è stato “chiacchierato” anche
                                                                                                   nei suoi momenti di maggiore fulgore
                                                                                                   e potere. E di un uomo che ha
                                                                                                   segnato la politica italiana non solo
                                                                                                   da vent’anni , ma da un po’ di più
                                                                                                   perché era notoria da sempre la sua
                                                                                                   amicizia e la sua vicinanza a Craxi ed
                                                                                                   a quel centrosinistra che iniziò a
                                                                                                   fargli le leggi su misura (ancora non
                                                                                                   si diceva “ad personam!) in favore
                                                                                                   della sua rete di emittenze televisiva e
                                                                                                   le delibere comunali di Milano che
                                                                                                   consentirono i miracoli edilizi delle
                                                                                                   città
                                                                                                   città-giardino per VIP del Cavaliere.
*L’Italia vive immersa in una specie di unico, continuo “Porta a Porta”,con lo Stivale             Può cadere sì per motivi giudiziari
ridotto a plastico nello studio di Vespa, un gruppo di “esperti” telegenici a far finta di         un uomo politico. In Italia è accaduto
                                                                            calore
discettare sul suo futuro, con grande gravità e talora con gran passione e calo ed un              mille volte : il Cavaliere non è certo il
nominato “moderatore” a ricordare ciclicamente a tutti che, in fin dei conti, si è lì              primo e non sarà l’ultimo a scivolare
solo per fare un po’ di show ed avvincere il pubblico. Cosa che, a quanto pare, in base            su una bu buccia di banana, magari non
agli ascolti ha funzionato finora e continua a rendere bene. Ed esattamen questo, al
                                                                 esattamente                       del tutto attinente con la politica, ma
momento, è il riassunto delle condanne a Berlusconi seguite dal pubblico delle                     certamente confinante con quella
tifoserie con un trasporto paragonabile alla partita Spagna
                                                        Spagna-Italia in Confederation             ebbrezza del Potere che spesso tenta i
Cup. Con Berlusconi, “colonna” d’un Governo a guida PD, che viene invitato al                      personaggi di rapida ascesa che ad
Quirinale dall’arbitro Napolitano per avere rassicurazioni che l’Esecutivo NON cadrà
  uirinale                                                                                         un certo punto si sentono protetti,
per questo, perché questo è il limite invalicabile delle Guerre Pacioccone, che                    blindati dalla loro posizione che
nessuno deve farsi veramente male, altrimenti “il Paese rischia” e”l’Europa si                     spesso non usano per dare fulgidi
preoccupa” e magari le Borse rientrano in fibrillazione e qualcuno si rimette a                                                 fornire
                                                                                                   esempi di civismo, ma per fornir ,
speculare con lo Spread. QUESTO rimane alla fine ‘una democrazia consociativa,                     incautamente (va detto!), esibizioni di
questo c’è al terminal delle Larghe Intese. I veri grandi,temi politici che escono dal                              che
                                                                                                   dubbio gusto ch ben più duramente
dibattito, espulsi di colpo dalla percezione collettiva, rimossi ed il Bel Paese, con
                        olpo                                                                       verrebbero contestate a normali
argomenti da sala d’attesa, a dividersi, daccapo,tra salmodianti difensori d’ufficio               cittadini che non avessero accesso ai
improvvisati (“non ci sono prove! Ma dove andremo a finire”) e finti Robespierre da                migliori studi legali d’Italia. Per
capannello che invocano il colpo di grazia e prevedono già una nuova “fuga ad                                   domanda
                                                                                                   questo la domand iniziale a noi
Hammamet”. Con argomenti risibili e squallidi dall’uno e dall’altro lato come se                   viene di capovolgerla .E’ normale che
questo fosse il nodo centrale di una Apocalisse tutta italiana. Il gran finale d’un bel            una intera cordata politica si lasci
drammone greco con sangue da tutte le parti. Quando invece appare chiaro, al di là
                                       e                                                           rappresentare da un uomo così
dei nebbiogeni mediatici, che l’Italia sta perdendo la sua vera partita storica nella e            pieno di debolezze umane da farne
                                                                                                   addirittura una discutibile
                                                                              sistemico-
con la sua assoluta incapacità complessiva di “rivedere” la sua macchina sistemico
                                                                                                   “bandiera” parapara-goliardica a livello
                                         a
istituzionale che ormai fa acqua da tutte le parti e che non riesce, pur con
                                                                                                                                  lasciarsi
                                                                                                   internazionale ? E’normale lasciar
maggioranze sulla carta impressionanti, a produrre neppure le correzioni minime
                                                                                                   guidare da un Generale tanto pieno
che sarebbero indispensabili non per un rally, ma perfino per la routine della
                                                                                                   di punti deboli e “varchi”
normale guida cittadina. E tutto questo non ha nulla a che vedere col futuro del Pdl o
                                                                                                   perfettamente noti al Nemico ?
col ventilato subentro di Marina Berlusconi alla sua guida. Gossip da barberia.
                                                                            DDL Disoccupazione giovanile
    Sto qua democraticamente a segnalavve una                          : Gli sgravi per i neo-assunti
    orrida, spaventosissima Pagina di scarafaggi                       verranno corrisposti sotto forma
    nazzisti che offendono la Libertà de noantri e                     di incentivo fiscale fino a 650 euro
    che ddovete fa morì.. Partiggianamente Vostro….                    al mese per giovane lavoratore
                                                                       assunto. Cosa accadrà con questo
                                                                       decreto è presto detto. Visto che
                                                                       l’economia è in continuo tracollo,
                                                                       per usufruire di questi sgravi,
                                                                       verranno licenziati italiani, magari
                                                                       padri di famiglia, e assunti giovani
                                                                       virgulti appena sbarcati a
                                                                       Lampedusa. D’altra parte un
                                                                       decreto mirato a giovani tra i 18
                                                                       ed i29 anni NON-DIPLOMATI e
                                                                       che vivono da soli o con persone
                                                                       a carico non è certo il fotokit del
                                                                       giovane disoccupato italiano                Botte democratiche : PER TUTTI
                                                                       medio. Ma di “Qualcun Altro” !
                INDIGNADOS
                INDIGNADOS                                             Magari di qualche Kyenge-boy !




*Un'epoca labile e mutante come la nostra, segnata dalla velocità e dalla rapida deperibilità
di tutto, principi, legami e consumi, ha bisogno per contrappeso di punti fermi, di fedeltà che sfidano
la precarietà e il volgere delle mode. Mai come oggi abbiamo bisogno di riscoprire la gioia delle cose
                                                          egge
durevoli. È questo, in fondo, il principio che regge il pensiero tradizionale e che qualcuno lo
                                     la
banalizzi è fatto mortificante della sua intelligenza che non scalfisce la grandezza e il valore di quei
principi. È così difficile accettare che ci sia un pensiero di Destra imperniato sull'identità così co  come
c'è un pensiero progressista fondato sull'emancipazione? La Tradizione è un bisogno fondamentale
dell'animo umano, almeno quanto lo è il movimento. Ogni società necessita di assetti stabili e piani
mutevoli. Il Fascismo, nella storia d’Italia, fu in tal senso l’unico tentativo valiso, completo, cosciente.
Su queste premesse va fondato il discorso sulle identità politiche. Nessuno può ragionevolmente
pensare di imbalsamare destra e sinistra - e magari anche il liberalismo, che non è un'essenza eterna
      na                                                                               all'ingrosso ma sono
ma una categoria storica come le altre. Destra e sinistra si usano solo per capirsi all'ingr
categorie avvilite da un prolungato uso improprio. E tuttavia la politica che non ha contatti con la
storia e la tradizione, con l'etica e i valori, si riduce a quella cosa miserabile che è sotto i nostri occhi.
                                                     iduce                                                       Infatti NESSUNO può lamentarsi e
Se non è animata da passione civile e ideale si riduce a servitù e meschinità, corruzione e affarismo.
La politica ha due compiti fondamentali. Uno è governare un Paese, guidarlo e amministrarlo,
     p                                                                                                                 NESSUNO “solidarizza”
 ffrontare
affrontare i problemi pratici, decidere. Ma c'è pure un altro compito che non è ridicolo o superato,
bensì essenziale: la politica è il luogo in cui le nostre solitudini, le nostre individualità convergono in
uno spazio pubblico e in scelte condivise. Nella politica si esprimono e si rappresentano i valori
pubblici, le visioni comuni e si fonda la concittadinanza. Tutto questo non nasce coi regimi dispotici o
con le ideologie totalitarie, come pensano certi gazzettieri di corte vedute; nasce con la politica, anzi
con il pensiero, nasce con Platone e Aristotele e poi continua nei secoli. Anzi, di più: quel mondo
comune è l'essenza della politica e la base di ogni civiltà.
                                    cato
In quella chiave assume significato il richiamo politico alle I     Identità. Identità aperte e non chiuse,
mobili e non fisse, identità che si rispettino nelle loro differenze e non pretendano d'imporsi l’una
sulle altre. Che le identità siano preziose e non sterili o nocive lo dimostra a contrario la loro assenza
nella nostra politica. Quando non ci sono identità da confrontare, quando non c'è una cultura civica
e una tradizione alle spalle, quando non c'è una civiltà come terreno condiviso, inclusa la civiltà delle
buone maniere, nasce quello schifo di politica e antipolitica da cui tutti stiamo f            fuggendo. Le
differenze non sono più fondate sui contenuti, sulle diverse sensibilità, sulle idee o sui temi concreti
                                               analità                             dividerci
della vita; ma su livori, personalismi, banalità e malaffare. Preferiamo dividerc sullo ius soli
                                                   litica
piuttosto che su Ruby; preferiamo una politica che si differenzi sui contenuti politici e non sui
contenuti delle intercettazioni telefoniche.


                                                                                                In realtà, il
                                                                                    pacchetto del Governo
                                                                                          su rinvio-Iva e
                                                                                    occupazione giovanile è
                                                                                         una grandissima
                                                                                       fregatura per tutti i
                                                                                     contribuenti: il rinvio
                                                                                       dell’aumento di un
                                                                                       punto dell’Iva sarà,
                                                                                      infatti, coperto dalla
     m                                                                                 tassa sulle sigarette
                                                                                        elettroniche e dal
                                                                                      rincaro sugli acconti
                                                                                     fiscali di Irpef, Ires e
                                                                                     Irap. Una batosta che
                                                                                      la Cgia di Mestre ha
                                                                                    quantificato intorno ai
                                                                                      2,6 miliardi di euro.
                                                                                       Insomma, altro che
                                                                                     sforbiciata alle tasse.
                                                                             Sarebbero ben 545 i
                                                                        miliardi di euro di tributi non
                                                                        riscossi da Equitalia. Il suo
                                                                        terrorismo tributario non ha
                                                                        risparmiato nessun cittadino,
                                                                        o quasi. Nessun comune
                                                                        cittadino può, infatti, avere
                                                                        privilegi nei confronti di fisco
                                                                        e tasse,     a meno che non
                                                                        appartenga ai giusti ambienti,
                                                                        ai salotti importanti. La
                                                                        Federcontibuenti è convinta, e
                                                                        lo denuncia che esista una lista
                                                                        di nomi di coloro che non
                                                                        hanno versato quei 545
                                                                        miliardi di euro. E che quella
                                                                        lista sarà coperta dal Segreto
                                                                        di Stato perchè in essa sono
                                                                        nascosti nomi importanti,
                                                                        altisonanti. Se Equitalia, con il
                                                                        potere immenso che ha, non
                                                                        ha potuto recuperare questa
                                                                        sommaè stato perchè qualcosa
                                                                        o qualcuno lo ha impedito.

                                              Ciclicamente qualche Amico sollecita
                                           “OCCIDENTE” a muoversi anche a livello di
                                         territorio, lanciando iniziative, “organizzando”,




                                           NO, “Occidente” non può e non deve convertirsi in “altro”.
Deve tenere la barra diritta sul suo scopo originario, fondante. Noi nasciamo come Agenzia-Mail.
Un bollettino. Un grido in una notte silente.
                                                  ritrovarsi. UNA "VOCE". Una "testatina". Noi
Un bollettino che invitava la gente di Destra a ritro
eravamo e restiamo per l'Unità .
                   mmo
Ci contraddiremmo se dessimo vita ad un ennesimo movimentino ridicolo, asfittico e velleitario.
                                                                                      Partito
Sui badi : Noi si proviene dalla Militanza Assoluta. In nome di ciò siamo per un Parti degno di
questo nome. E siamo , a morire, contro i partitucoli settari della Diaspora cui NON diamo
accoglienza e che nemmeno citiamo perchè li consideriamo il MORBO che ci ha divorati.
Se predichi una cosa, NON PUOI praticare il contrario.
                 ifendere
Preferiamo difendere Idee, Concetti, Princìpi, invitare al ragionamento, ricordare la Sintesi del
Fascismo, invitare alla resistenza sulle Linee di Vetta. Ricordare le lezioni dei nostri grandi
pensatori e dottrinari, APPLICANDO IL TUTTO ALLA REALTA'.
                    sere
Rifiutiamo di essere velleitari e ridicoli. E contestiamo che andare allo sbaraglio, alla cieca o girare
in fondo ad una bottiglia sia "Agire comunque" e “meglio di niente”….
Meglio fare i suggeritori. Gli stimolatori. Le vedette. I correttori di bozze.
D'altro canto non c'è Rivoluzione senza chiarezza d'idee sugli obiettivi.
Tutti i grandi Movimenti sono nati da SCRITTI. Da fiumi di parole divenuti Sintesi.
E la Destra è andata in tilt perchè non leggeva più. Si limitava a distribuire volantini....sempre più
            ti.....Convinta
vaghi, stinti.....Convinta di "fare"......Ed invece era divenuta..."altra cosa".
Giusto, però anche SPECIFICARE che noi NON facciamo i pessimisti, nè abbiamo in scarsa
considerazione I TENTATIVI GENEROSI di "far cose pratiche". NON teorizziamo il "distacco"
dalla Politica. Tutt'altro.
Facciamo solo rilevare la differenziata "funzione" di "Occidente".
NON compete a noi assumere l'iniziativa, il "fare".
Noi pensiamo però che chiunque voglia "fare" debba muoversi senza confusioni di bandiere,di
                         dine.
ideali, di parole d'ordine. Senza “semplificazioni”banalizzanti e “andanti”.
E che nessuno sia sfiorato dall'idea che lo "scrivere" ed il mettere parole e concetti in fila logica sia
un modo di "chiamarsi fuori".
ASSOLUTAMENTE NO. Noi CI SIAMO e ci vogliamo essere : portando p               però il nostro contributo
di idee e adempiendo alla FUNZIONE che, a nostro avviso, è stata il vero punto debole della Destra
della Diaspora : QUELLA DEL PENSARE CON CALMA E COERENZA, QUELLA DEL FARE
                                                   ella
ANALISI STRATEGICHE E TATTICHE. Quella del Valutare senza la smania del facile consenso.
Venuto meno il Centro di Gravità naturale (il partito), purtroppo, s'è verificata LA FUGA NELLO
SLOGAN "FACILE" (tipo il genericissimo "andare avanti"...fino al taglio delle Radici) oppure nel
mero estremismo più verboso che verbale ("basta parole, ora i fatti" ?!) che tuttavia, al di là delle
vanterie, "fatti" non ne ha prodotti proprio NESSUNO (ed è stato meglio così).
Noi crediamo invece nella Diritta Via. Stiamo attenti alla rotta.
                                            o
Questo non è "starsene fuori". E' l'esatto contrario : è IL PRESIDIARE LA PIU' IMPORTANTE
DELLE POSTAZIONI, è il dar corpo alla più importante delle funzioni, sia per una flotta, che per
un Esercito o un movimento "in fieri".
                                                                                    Il ministro Kyenge ,
                                                                           non si accontenta d’aver
                                                                           ereditato dalla Idem la delega
                                                                           alle Politiche Giovanili       :
                                                                           cerca nuove bandiere e nuove
                                                                           minoranze        da     eccitare
                                                                           ;rivolgendosi ai rom          di
                                                                           Torino, infatti, ha precisato
                                                                           che sta al loro fianco, quasi
                                                                           come       fosse    un      loro
                                                                           "protettore". La Kyenge si
                                                                           identifica con la minoranza e
                                                                           afferma: "Gli attacchi che ho
                                                                           ricevuto non erano alla
                                                                           ministra, erano al diverso. Gli
                                                                           insulti riguardavano tutti noi.
                                                                           Per questo - secondo il buon
                                                                           ministro - ci deve essere una
                                                                           risposta      di    tutta     la
                                                                           comunita'". Sembra un invito
                                                                           alla rivolta .La Kyenge
                    C’è un limite alle sfide al buonsenso
                                                                           dunque ha trovato un altro
                                                                           cavallo di battaglia, un’altra
                                                                           “causa”: i Rom. Vengono
                                                                           prima le loro esigenze che
                                                                           quelle degli italiani. Abbiamo
      abba                                                                 proprio l’acqua in casa.




          Questa Kyenge, certamente non rappresentativa della maggioranza degli stranieri in
Italia (che sono prevalentemente dell’Est europeo) parla, da attivista, come se tutti gli immigrati fossero
poi davvero ansiosi di rimanere qui per sempre. Non è così: la maggioranza di loro, dopo aver fatto un
po’ di soldi in Italia, non vede l’ora di tornarsene a casa. Molti degli allievi stranieri che frequentano le
nostre scuole non conoscono neppure la differenza che esiste tra nazionalità e cittadinanza e comunque
                 pano
non si preoccupano minimamente di diventare cittadini italiani, anche perché già ora usufruiscono,
spesso gratis, di un'infinità di servizi. Inoltre ,tranne che nelle Americhe (ma negli Stati Uniti con
alcuni distinguo), lo Ius soli è assente nel resto del pianeta. Persino la Francia, che lo aveva adottato,
alla fine è stata costretta a rivederlo e a modificarne quei punti che più si prestavano ad un uso
strumentale da parte degli immigrati. Si è mai chiesta il ministro per quale motivo nella stragrande
maggioranza degli Stati lo Ius soli è considerato una norma fuori da ogni logica e in contrasto con gli
                                                                                     italiana, non le sembra
interessi nazionali ? E visto che il ministro ormai ha acquisito la cittadinanza itali
che sia doveroso, da parte sua, pensare prima agli Italiani e poi agli immigrati ? La Kyenge (come
d’altronde      ha dichiarato pubblicamente) può anche sentirsi metà congolese e metà italiana;
 però, tenuto conto che ha giurato sulla Costituzione italiana di svolgere la sua attività negli interessi
esclusivi della Nazione, dovrebbe essere più cauta nelle sue affermazioni e, forse, verificare se il suo
modo di pensare coincide con quello degli altri componenti del governo, a partire dal Presidente del
Consiglio, e con i suoi compagni di partito. Quanto alla proposta di cancellare il reato di immigrazione
clandestina, non vale neppure la pena parlarne, visto che -per la sua stessa enormità- non sarà neppure
valutata in sede di Consiglio dei Ministri. Certo è che, da Ministro ancorchè “diversamente italiana”
queste sortite dovrebbe risparmiarcele. Forse Letta non farebbe male a tirarla un po’ per il sarong….




                                                                                 I ripetuti “bannamenti”
                                                                                  e “l’oscuramento” per
                                                                                   due giorni interi della
                                                                                        Pagina FB di
                                                                                     “OCCIDENTE” ci
                                                                                      hanno indotti ad
                                                                                 allargare la nostra linea
                                                                                   di fronte per evitare il
                                                                                     colpo gobbo di un
                                                                                  eventuale azzeramento
                                                                                  improvviso e totale: ci
                                                                                 siamo così attrezzati per
                                                                                 creare UNA SECONDA
                                                                                  PAGINA FACEBOOK
                                                                                  che abbiamo chiamato
                                                                                 “Occidente 2.0”. Essa          O MANTENETE LA
                                                                                     può essere reperita

                   IL SISTEMA DEI PARTITI E’ INGIUSTO
                                                                                  facilmente digitandone
                                                                                  il nome nel box bianco
                                                                                                                PAROLA OPPURE
                IL SISTEMA DEI PARTITI GENERA LE CASTE                             in alto con la dicitura
                                                                                 “Cerca persone”o anche
                                                                                                                VE NE TORNATE
                                                                                    partendo da Google.
                                                                                                                 A CASUCCIA !

								
To top