Documents
Resources
Learning Center
Upload
Plans & pricing Sign in
Sign Out

OCCIDENTE - N°13 (Anno V)

VIEWS: 5 PAGES: 4

Agenzia di informazione diretta da Guido VirziBisettimanale di formazione e controinformazione.

More Info
									   Immigrati e reati: la Kyenge tenta di nascondere la luce del sole (Pag. 3)




  / informazioni - commenti- opinioni –immagini /
  “Il nostro posto è all’aria aperta, sotto la notte limpida, arma al braccio e nel cielo le
  stelle. Che continuino gli altri nei loro festini. Noi, fuori, in vigilanza attenta, fervida e
  sicura,già presentiamo l’alba nell’allegria dei nostri cuori” –Josè Antonio De Rivera-
                           n° 13
  Palermo------------------n° 13 (Anno V) ---------22 Giugno 2013                                  Le “larghe intese” in soldoni, in
                                                                                                   “pratica” ? Mica parliamo solo di
                                                                                                   “ideologie”. Anticaglia. Roba per la
                                                                                                   vetrina degli allocchi. Si gioca sulle
                                                                                                   nomine nei Grandi Enti, in tutto il
                                                                                                   parastato. Ecco perché, nonostante la
                                                                                                   condanna finale pronta per il
                                                                                                   Cavaliere …”tutto tiene” e “tira”. Le
                                                                                                   Ragioni Supreme ce le illustra con
                                                                                                   immane nonchalance il “Foglio” di
                                                                                                   Ferrara, anche con innegabile
                                                                                                   schiettezza :Eni ed Enel, scadenza dei
                                                                                                   vertici al 2014, restano con i capi
                                                                                                   nominati dal Cav., graditi a sinistra.
                                                                                                   Finmeccanica in regime di rinnovo
                                                                                                   trasversale, con un occhio al Pd.
                                                                                                   Questa è la partita in atto delle
                                                                                                   nomine. Nel contesto delle larghe
                                                                                                   intese i partiti uniti nell’allenza
                                                                                                   governativa, Pd e Pdl, hanno usato il
                                                                                                   voto parlamentare per assicurare ai
                                                                                                   manager loro graditi un posto nelle
                                                                                                   principali società a partecipazione
                                                                                                   pubblica, oggetto di una mozione
                                                                                                   sulla “trasparenza delle nomine” in
                                                                                                   Senato, isolando il movimento
                                                                                                   montiano di Scelta civica. Ed era
                                                                                                   tutto lì il “discorso”. La Grande
                                                                                                   Greppia, l’immenso truogolo, la
                                                                                                   vecchissima scontatissima
                                                                                                   lottizzazione. La Regola Suprema del
                                                                                                   manuale Cencelli che permette di
*NESSUNO verrà mai a raccontarci se nel chiuso di una qualsiasi stanza del                         tenere insieme, come si diceva un
Quirinale Napolitano, Berlusconi e Letta abbiano anche solo accennato ad un                        tempo, “il diavolo e l’acqua santa”.
qualsiasi rapporto tra nascita e primi mesi delle Larghe Intese e situazione                       Di tutto questo “il Giornale” non
processuale del Cavaliere. Sicuro è però che tutta l’Italia ci ha pensato e ne ha parlato          scrive nulla : preferisce dedicare i
in tutti i bar dello Stivale come di “cosa scontata”, di “patto infame” e sottaciuto.              suoi titoloni alla Fine di Berlusconi
Viene in mente Andreotti che disse “a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si                   annunziata dall’ultimo
azzecca”; e, d’altra parte Sigmund Freud ci ha ricordato che “Scherzando, si può dire              pronunciamento della Consulta:
di tutto, anche la verità.”. E tuttavia, scherzando scherzando, Berlusconi                         niente “legittimo impedimento”,
praticamente si trova di fronte all’ultimo atto. E adesso Sallusti sul “Giornale” scrive           valida la condanna in primo grado ed
esplicitamente ”Occhio a non andare a braccetto con chi ti sta uccidendo”, una frase               in appello per la frode fiscale operata
che, forse, come ammonimento, avrebbe dovuto esser reiterata al Cavaliere, subito                  da Mediaset (condanna a quattro
dopo le elezioni, quando immediatamente si attestò sulla linea della Grande                        anni di detenzione ed a cinque di
Coalizione con il PD “mezzo vincitore”. Con un ragionamento tutto basato sui numeri                interdizione dai pubblici uffici per il
e per niente sulla “politica” come la ricordavano e la pensavamo noi e tanti altri                 Cavaliere); un iter che si concluderà
Italiani. Una “linea” che ci apparve, senza esitazioni di sorta, incomprensibile,                  in autunno con la sentenza della
illogica, perdente, di mera sottomissione, di Resa. Fu allora che, anche in noi si                 Cassazione. Che sarà quella che
insinuò il tarlo del sospetto. C’era di mezzo QUALCOSA che era extra-politico, che                 potrebbe determinare l’immediata
nessuno tentava di spiegare (nemmeno con la teoria del “salviamo il salvabile”,                    perdita per Berlusconi dello status di
atteso che il PdL ha ceduto al PD tutte le più alte cariche dello Stato senza fiatare) e           parlamentare e, di fatto, la fine della
che nessuno si azzardava nemmeno a nominare. Ci voleva l’Incombenza della Fine                     sua ventennale carriera politica.”Il
perché il Cavaliere sbottasse a nove colonne “Io ho garantito la Stabilità. Farmi                  Giornale” parla solo di questa
questo è stato una vigliaccata”, confermando così una sua “legittima attesa”per una                Apocalisse evidenziando la “lealtà”
sorta di “moratoria” giudiziaria dato che, in tutto e per tutto, aveva spianato la strada          di Silvio con questo Governo,
                                                                                                   parlando di “odio”. Quello di un
ai post-komunisti con una brutalità che non avrebbero accettato delle truppe
                                                                                                   Nemico, però, con cui non s’è
mercenarie. E ammettendo , quindi Lui stesso la Connessione tra i due piani. Forse
                                                                                                   disdegnato di “andare a merenda”.
discussa, concordata o forse no, ma, probabilmente, incautamente data per scontata.
                                                                                       Nelle 206
                                                                          carceri italiane ci sono
                                                                         65.886 detenuti (tra loro                     Mirate alla
                                                                             23 mila stranieri e                       testa ed a
                                                                             24.342 in attesa di
                                                                         giudizio) a fronte di una                       destra,
                                                                         capienza di 46.945 posti                       FUOCO !
                                                                            e il piano di edilizia
                                                                          penitenziaria garantirà
                                                                         solo 4.000 posti in più a
                                                                         fine 2013. Dunque che si
                                                                          fa? Amnistia o indulto.
                                                                          Troppo comodo. Specie
                                                                             come “soluzione”
                                                                         proposta da una signora
                                                                           che era Ministro alla
                                                                         Giustizia con il Governo
                                                                            Monti e che non può
                                                                             certo adesso dirsi
                                                                              “sconcertata” ed
                                                                         allarmata per un’edilizia
                 NESSUNA INVASIONE                                         carceraria ferma che
                                                                              competeva a Lei
             E’ MAI STATA UNA RISORSA                                        rimettere in moto.




                                                        -di Luigi Cardarelli-
                            Esplode il caldo opprimente dell'estate, intanto che i
                                are
grillini s'azzuffano per valutare se si deve andare al mare in autobus o con la
motocicletta.Beppe Grillo la sua fatal missione l'ha compiuta. Quella di rinsaldare
la maggioranza per davvero. Scrivevo appena un anno fa, che Lui era l'uomo che
doveva far finta di cambiar le cose affinchè non arrivasse qualcuno che le
trasformasse seriamente. Si direbbe una " bufala". La sua ridicola e farlocca
armata Brancaleone       dopo    averlo  sconsacrato,    è    divenuta     soltanto   un
                                                                   utilizzare all'uopo in
grosso serbatoio di riserva del pd:uno strapuntino a gratis, da utilizz
    p                         cia
casi d'emergenza.Una minaccia latente non di certo per il sistema o la casta o contro
                             te,ma
il brigantaggio del politicante,ma solamente per lo spento e logorato pdl. Al punto tale
che Silvio Berlusconi ogni giorno vieppiù blinda ed omaggia questo esecutivo come
fosse suo, fatto assieme a coloro che per 20 anni circa sono stati presentati nelle vesti
di persecutori e demoni. Guardando di qua e di là in ogni zona del paese,nessuno
riesce a distinguere bene se esista una reale opposizione a codesto governo Letta-
maio.Magari fra tre mesi a settembre spunterà Casini, o forse il nipote di De
Mita.Non si può escludere a priori un ritorno di Veltroni ma neanche un Napolitano
tris!La gente onesta se non si suicida, è impegnata strenuamente con le notti magiche
del calcio. Quindi non resterebbe meravigliata affatto se Matteo Renzi divenisse il                   La vicenda dei Marò ancora in
nuovo capo della destra e Brunetta Renato il feroce pasdaran della sinistra. Così                     India dimostra che gli Italiani
c'erano un tempo le vacanze, adesso cacchio le fanno esclusivamente loro. Gli eletti.                     hanno una parola sola:
Nella spasmodica attesa dell'erede al trono di Albione, passeremo le poche ferie
sconsolati chiedendoci beoti con chi andrà a cena in agosto Matteo il Magnifico.
Allora, con Luxuria o con la D'Urso? Nel mentre la Concia poverina s'è placidamente
sistemata a Mediaset.Gay-paga



                                           L’INCIUCIO NUOCE AL PDL
                                     Allarme rosso per il Pdl: è sorpasso, il Pd è davanti.
                                     Questo è quanto rileva l'istituto Tecnè nell'ultimo
                                     sondaggio realizzato per Sky Tg24. I democratici si
                                     attestano al 29,2%, confermando il trend positivo
                                     registrato nelle ultime sei settimane. Per gli azzurri,
                                     invece, una leggera flessione: perdono lo 0,2%, restando
                                                  al29
                                     comunque al per cento. Lo scarto tra Pd e Pdl, insomma,
                                     sarebbe ridottissimo. Per quel che riguarda le coalizioni, il
                                     centrosinistra grazie a una crescita dell'1,7% supera il
   m                                 centrodestra, in calo dello 0,5 per cento (entrambe le
                                     coalizioni, comunque, risultano in netta crescita rispetto
                                     alle politiche di febbraio). Chi invece continua a perdere
                                     consenso è il Movimento 5 Stelle, che registra un calo
                                     ulteriore: ora i grillini vengono dati al 16,9%, e rispetto al
Italia in pace.Finalmente un         voto di febbraio hanno perso 9 punti percentuali. Questi
                                     numeri (che NON sono “opinioni”!) testimoniano che
      Governo STABILE.
                                     l’elettorato moderato non gradisce affatto “l’ibrido
MEGLIO ANCORA, IMMOBILE              connubio” proprio col “Nemico” di ieri e, perciò, “molla”.
                                                                                    Anche nel 2006
                                                                       furono fornite cifre proprio
                                                                       spaventose, Ministro della
                                                                       Giustizia Clemente Mastella,
                                                                       per giustificare un Indulto
                                                                       generalizzato presentato come
                                                                       “evento del tutto eccezionale”
                                                                       (al solito!) per giustificare
                                                                       una specie di LIBERITUTTI
                                                                       che salvò anche molti “colletti
 S’è visto mai un                                                      bianchi”. Anche stavolta il
 Governo che                                                           Cavaliere potrebbe esserne
 milita dalla parte                                                    miracolato : la sua condanna
 dei delinquenti ?                                                     è a “soli” 4 anni e l’Indulto
                                                                       cancellerebbe anche le “pene
                                                                       accessorie”, cioè l’interdizione
                                                                       dai    pubblici      uffici.   Il
                                                                       provvedimento, però, entrerà
                                                                       nell’Agone politico, perché
                    DA PATRIA DEL DIRITTO                              per “passare” avrà bisogno
                                                                       della maggioranza dei due
                    A PAESE DEL DELITTO ?                              terzi    dei     parlamentari.
                                                                       Dunque, a meno che non salti
                  SIETE UNA MANICA DI PAZZI                            tutto, Governo in primis, di
                                                                       QUESTO e su questo PD e
SABOTATORI PARACADUTATI DA UN AEREO NEMICO                             PDL dovranno “trattare”.


                                           La Kyenge ormai è scaduta al livello infimo dei
                                                            agit-prop PD di periferia
                                                proclami da agit


                                             Niente “relazione” tra Immigrati
                                             e tasso di criminalità in Italia. !
                                             Ma come si può mai sostenere ?
                                                   L’ineffabile
                                                 *L’ineffabile Ministro Kyenge scambia la sua
(teoricamente) “alta” funzione di componente del Governo con quella di deputata e propagandista
del PD e delle sue associazioni parallele pro-     -immigrati. Così incautamente, s’è avventurata
pubblicamente a dichiarare che “NON C’E’ RELAZIONE TRA IMMIGRAZIONE E NUMERO
DI REATI”. Una uscitadi basso profilo, quantomeno “leggera” e raffazzonata perché la realtà che
appare dall'ultimo "Rapporto sulla criminalità" rilasciato dal ministero dell'Interno è
abbastanza preoccupante. Si legge nel documento: "C'è una tendenza alla crescita della percentuale
di stranieri sul totale dei denunciati come presunti autori reati. Una crescita d’altronde prevedibile
sulla base del forte aumento degli stranieri in percentuale alla popolazione".

Numeri da paura - Insomma al viminale sanno bene che gli immigrati autori di reati sono sempre
                                                      omicidio,
di più. Per quanto riguarda ad esempio il tentato omicid su 100 denunciati per il reato, nel 1988,
6 erano immigrati. Ma nel 2006 ad esempio la quota sale vertiginosamente a            a31. Per quanto
riguarda invece l'omicidio consumato, nel 1988 solo 5 immigrati su 100 denunciati erano accusati
del reato. Nel 2006 invece la percentuale sale al 32 %. Insomma ora gli stranieri accusati di
omicidio sono uno su tre denunciati.
Le cifre del rapporto - "Gli stranieri costituiscono il 51% dei denunciati per rapina in abitazione
                                             ati
o furto in abitazione, e il 45% dei denunciati per rapina in pubblica via, il 19% per le estorsioni, il
29% per le truffe e le frodi informatiche.Intorno ad un terzo dei denunciati troviamo gran parte dei
reati violenti", prosegue il rapporto.
Violenza fisica - Ma è sui reati contro la persona che la percentuale tocca vette preoccupanti:
"La quota di stranieri qui va dal 39% dei denunciati per violenze sessuali al 36% per gli omicidi
consumati e al 31% per quelli tentati, al 27% dei denunciati per il reato di les   lesioni dolose". C'è
un'altra nota dolente di cui la Kyenge dovrebbe tener conto. Il 74 per cento degli stranieri
denunciati per omicidio è senza permesso di soggiorno. Ma non finisce qui perchè anche il 62 per
                                                 nieri
cento dei denunciati per lesioni e il 61 di stranieri denunciati per rissa è senza per messo. Prima di
dire che non c'è relazione tra immigrazione e reati bisognerebbe guardare i numeri. Basta poco.



       NAPOLITANO ALLERTA I PREFETTI e lo fa il giorno dopo l'insediamento della
  Commissione dei Saggi e nel giorno in cui il Senato dà il via libera al "Comitato dei
 40". Non si sa mai. I partiti fanno melina e Napolitano incalza :”Al bando, dunque, i
meschini e convulsi calcoli di convenienze", piu piuttosto "Il governo operi serenamente
e il Parlamento faccia costruttivamente e con lungimiranza la sua decisiva parte". Ma
  Napolitano fa anche un richiamo ai prefetti, affinché prestino attenzione all'ordine
      pubblico (ma come ! Non va tutto per il meglio ? difendendo lo Stato "dalla
                                                       ?),                                                  Mangia o
 esasperazione estremistica e dalla violenza eversiva" frutto del drammatico acuirsi                         chiamo
della crisi economica. "Oggi alle difficoltà per molti aspetti drammatiche di imprese                      la Kyenge!
                                                       affrontare
   e mondo del lavoro si accompagnano tensioni da affrontar con forte attitudine al
   confronto e all'ascolto", aggiunge pensando ai recenti fatti di cronaca. Il ''disagio
 sociale", infatti, deve essere il "fronte principale per tutti''. E, stranamente, vedi un
                                                          “calcoli
           po’, lo dice ai Prefetti….mica ai politici dei “calcol meschini”….
                                                                                       Il Governo Letta è
                                                                                andato al suo primo voto
                                                                                        di fiducia sul
                                                                                      provvedimento
                                                                                  “emergenze”. Ed alla
                                                                                 Camera subito s’è perso
                                                                                per strada ben 70 dei voti
                                                                                 “teorici”. Un plotone di
                                                                                   Franchi Tiratori coi
                                                                                 fiocchi. Decisamente ed
                                                                                oggettivamente NON è un
                                                                                      buon Inizio. La
                                                                                maggioranza di Monti fu
                                                                                sempre più coesa. Queste
                                                                                 “Larghe Intese” si vede
                                                                                    che non sono state
                      COME SI PUO’ SOSTENERE QUESTO IN UNA                        abbastanza larghe per
                    NAZIONE DA CUI EMIGRANO OGNI ANNO 80.000
                                                                               tutti. Qualcuno non è stato
                    CITTADINI CHE NON TROVANO OCCUPAZIONE ?
                                                                                 accontentato. Capita in
                      LA BOLDRIINIICONTRO GLIIIITALIIANII,,
                      LA BOLDR N CONTRO GL TAL AN                              politica. E capita anche in
                                                                                   montagna : le frane
                      GLIIIITALIIANIICONTRO LA BOLDRIINII
                                            LA
                       GL TAL AN CONTRO L BOLDR N                                cominciano sempre così.


                                                Un PDL mai come adesso “gassoso”, sembra
                                             bloccato, appeso al filo d’una eventuale condanna
                                                finale per il Cavaliere : il “resto” non esiste!

     abba
                                                                                                     Moscioni



                                                   Non sono cattivi, sono , perfino appesi ad un filo,
proprio stupidi. Incassano un disastro elettorale completo e cosa fanno? Innanzi tutto giurano fedeltà
al governo Alfetta che ha rotto i maroni a tutta Italia, che non ha combinato nulla, che continua a fare
la somma di suicidi per disperazione economica. Poi, con calma, si rendono conto di essere stati
spazzati via da tutte le grandi e medie città d'Italia e, con altra calma, ipotizzano di cambi  cambiare la
struttura del partito. Di tutto il centrodestra. Come se il problema fondamentale non fosse la
mancanza di idee, di uomini, di classe dirigente, di radicamento sul territorio. No, per loro il
problema è la collocazione della sede. E' la scelta tra p    partito liquido e partito gassoso, ossia tra la          OH SIGNORE !
diarrea ed una flatulenza. E poi tremano visibilmente; ma non per le sorti dell’Italia dei poveracci                  ARISA FUORI
“normali”, ma per i pencolanti destini penali del Cavaliere, minacciando “sfracelli”, tutti                          DA X FACTOR!
immancabilmente “calmierati” dal buon Alfano. Ma se il Pdl dell'eterno Berlu pensa di trasformarsi                     MA IN CHE
in un partito in stile Usa (dove la scarsa affluenza elettorale è la prassi) cosa sarà mai di un Pdl                 RAZZA D’ITALIA
liquido-gassoso, magari addirittura brutalmente privato del suo top
         gassoso,                                                         top-manager? Farà convention,                VIVIAMO ?
protesterà davanti alla Cassazione, alla Corte Europea, si confronterà con il web, poi scoprirà che il
popolo pidiellino non vuole il governo Alfetta e allora cosa farà il partito? Ignorerà le indicazioni e
proseguirà a sostenere un governo di inetti nella speranza che salvino Berlu dai magistrati. Liquido o
gassoso, non cambia nulla. Intanto il Pd, dilaniato e privo di un collante ideologico, conquista tutto il
piatto. Perché rinnega il Pci, ma del Pci (e pure della Dc) prosegue la politica fatta di assunzioni di
amici e parenti, non solo in ambito pubblico, ma anche nelle aziende private dei propri sostenitori.
Non è liquido, il Pd. E mette in campo le cooperative che ottengono appalti e gestiscono supermercati
dove far lavorare chi poi voterà. Qualcuno ha forse mai impedito al liquido Pdl di assumere con
intelligenza nei supermercati dei propri sostenitori? Il Pd occupa gli assessorati alla Cultura, e
garantisce finanziamenti e lavoro a chi è allineato. Che si tratti di musicisti o di pittori, di scrittori o
                                                                                   discoteche
ballerini. Il gassoso Pdl sceglie i propri assessori alla Cultura sulla base delle discotech frequentate. Il
Pd, non-gassoso, favorisce la carriera di giornalisti di area, perché più fan carriera e più sono
                           gassoso,
d'aiuto. Il Pdl, liquido-gassoso, assume i disoccupati che costano meno ed evita in ogni modo di
sostenere i giornalisti d'area.
Perché, magari, si trasformano in politici che fanno concorrenza interna. I risultati si sono visti. Ed i       SVUOTACARCERII
                                                                                                                SVUOTACARCER
                                         i.
voti si sono liquefatti o sono evaporati. Perché il partito "americano" che piace a Capezzone, avrà la
percentuale di votanti tipica degli Usa, dunque molto bassa. Mentre il partito pesante del Pd avrà il
                                                                                          italiano
suo zoccolo duro di elettori che andranno a votare a prescindere. E se l'elettorato italia diserta le
urne, a disertare sono soprattutto quelli che non si sentono legati al partito Usa e getta.



                                                                            Coi soldi della Formazione
                                                                            Professionale, in Sicilia, c’è

                                                                  scappato pure un assegno da 3.000 euro
                                                                                                                     …se serve a riportare un
                                                                  per Sara Tommasi. Ma non per un
                                                                                                                      po’ di calma in Italia…
                                                                  spettacolo o una “promozione”. Giusto
                                                                  per “una prestazione di diversa natura”.
                                                                  Privata. Ma non fatelo sapere in giro.
                                                                  Perché a questo punto tutti vorrebbero
                                                                  arruolarsi nell’Esercito del Male. Meglio
IL GOVERNO VA VERSO UNA VERA AMNISTIA                             non fargli troppa pubblicità esplicita.

								
To top