Docstoc

OCCIDENTE - N° 10 (Anno V)

Document Sample
OCCIDENTE - N° 10 (Anno V) Powered By Docstoc
					 Promettono Riforme, assumono Saggi, ma in realtà non fanno NULLA (Pag. 3)

     a




  / informazioni - commenti- opinioni –immagini /
  “Il nostro posto è all’aria aperta, sotto la notte limpida, arma al braccio e nel cielo le
  stelle. Che continuino gli altri nei loro festini. Noi, fuori, in vigilanza attenta, fervida e
  sicura,già presentiamo l’alba nell’allegria dei nostri cuori” –Josè Antonio De Rivera-
                           n° 10
  Palermo------------------n° 10 (Anno V) ----------8 Giugno 2013                                  Già adesso la Repubblica italiana
                                                                                                   accetta, ogni anno, circa 40.000
                                                                                                   richieste di cittadinanza da parte di
                                                                                                   cittadini stranieri. Tenendo conto che
                                                                                                   questo ritmo s’è stabilizzato dal 2008,
                                                                                                   è facile dedurre che nel 2018 avremo
                                                                                                   creato,con la carta bollata, un altro
                                                                                                   mezzo milione di “italiani” dalle
                                                                                                   origini etniche, culturali e religiose
                                                                                                   diversissime. Il che non è poco ed è
                                                                                                   già sufficiente ad alimentare
                                                                                                   discussioni infinite e stucchevoli sul
                                                                                                   “multiculturalismo” che stiamo
                                                                                                   attenti, sia chiaro, a predicare agli
                                                                                                   Italiani e non già ai “nuovi arrivati”
                                                                                                   che restano tra noi e mantengono
                                                                                                   intatte, dai raccoglitori d’olive fino ai
                                                                                                   ministri, intatte le loro convinzioni e
                                                                                                   le loro fedi su materie che poi,
                                                                                                   fatalmente, hanno un loro impatto
                                                                                                   socio-ambientale evidentissimo. Se la
                                                                                                   donna che mostra il volto è una
                                                                                                   peccatrice, se la persona d’un’altra
                                                                                                   religione resta un “infedele, se
                                                                                                   permane la certezza interiore sulla
                                                                                                   validità della poligamia e tutto ciò
                                                                                                   viene predicato e praticato e certa
                                                                                                   politica ci va magari pure in brodo di
                                                                                                   giuggiole per apparire “avanzata”, è
                                                                                                   normale che prima o poi questo
                                                                                                   arrivi a generare violenza contro un
                                                                                                   ambiente, che, per quanto
                                                                                                   “ospitante”, viene intimamente
                                                                                                   rifiutato e disprezzato. Il che non è ,
*C’era una volta una categoria che in Italia riusciva spesso a riemergere tra le                   purtroppo, previsione, ma riassunto
cronache dell’ordinario grigiore : si chiamava “Italianità” e, anche “per abbandono”               liofilizzato di mille e mille episodi di
essa era retaggio della Destra, istituzionale e non. Poi la cinta muraria esterna crollò           cronaca che appare in malafede non
di botto e quella “categoria” è uscita dal dibattito politico. Le “destrine” se ne sono            voler mettere in fila per trarne delle
ricordate, anche loro, molto poco. Se la caduta delle destre istituzionali dipende in              conclusioni. A meno che non si
larga parte dal fatto che, sequestrate dai loro piccoli cacicchi vanitosi e imbelli, non           riconosca che Noi Italiani davvero si
erano più “di destra” in senso tradizionale da circa vent’anni, il “sonno” delle destre            debba prender lezioni da Stranieri,
radicali extraparlamentari trova una sua ragione nella quasi totale assenza di                     per quanto gallonati, in relazione al
leadership carismatiche e messaggi “nazionali”auscultabili all’esterno della                       concetto di nazionalità e, più
claustrofobica catacomba auto-gestita da esse stesse edificata.. Così, n questa                    specificatamente di Cittadinanza
congiuntura il brodo di coltura antisistemico italiano è stato fecondato dalla proposta            italiana. Un concetto che, dalle parti
millenaristico-settaria che il comico Beppe Grillo ha condiviso con il guru dell’e-                nostre era nitido, chiarissimo già dai
commerce Gianroberto Casaleggio. Un lavoro scientifico, il loro, che per la verità è               primi pronunciamenti nella Storia
cominciato da diversi anni e che si è talmente rafforzato da attirare come un magnete              della Civiltà giuridica di Roma.
perfino le limature di ferro dello scontento estremista, sia di destra sia di sinistra. Un         Diritti e Doveri. Lecito ed
evento non del tutto razionale e che denunciava un Vuoto culturale abilmente imposto               illecito.”Una d’arme, di lingua e
da Fini specie dalla fase cosiddetta “matura” di Alleanza Nazionale. Tale Vuoto                    d’altare”. Civis romanus sum. Altro
culturale, divenuto politico non è passato inosservato alle teste d’uovo della Sinistra            che quattro colpi di pagaia e un po’
che adesso, infatti, anche con la scelta di testimonials subito illuminatissimi, come la           di Kinder fetta al latte. Altro che
Kyenge, la Boldrini, la Idem , sul Principio Nazionale, da sempre inviso a tutto                   Tutsi e Watutsi…Possiamo esser
l’antifascismo, stanno iniziando le Manovre per l’Affondo finale : niente reato di                 decaduti, magari non facciamo più
clandestinità, Ius Soli, cittadinanza breve, aperture culturali (e finanziarie )ad ogni            paura a nessuno. Ma che Chiunque ci
livello. E le difese, le reazioni si vede, sono deboli, distratte, inefficaci. Servirebbe un       pensi 4 volte, prima di tentare lezioni
Fronte Largo. Ma non si intravede una sola buona ragione per la quale le destrine                  di Civismo a noi, indegni figli di
possano, adesso, in un colpo solo, porre rimedio agli errori di tanti, troppi anni.                Cesare Augusto Cicerone..
                                                       Disastro sociale in peggioramento, tasse
   E’ tutta un’altra cosa pagare le tasse ad
            un’a cosa                                identiche…ma, fateci caso, non strepita più
   un Governo PD, NOSTRO !                             nessuno…Ognuno ha avuto la sua parte.




          RIFLESSIONE
* MINI-RIFLESSIONE : fino a tre mesi fa Facebook era tutta un'esplosione di post ferocissimi di
PROTESTA.
                                                              tutti
Tutti specialisti di Tasse, di Banche, di Debito Pubblico, tu espertissimi di Spread, di target, di
PIL, di percentuali di tasse in tutta Europa. Tutti a denunciare il Governo Monti come
SANGUISUGA e nemico delle famiglie italiane, dei loro risparmi, dei loro figli "derubati del
futuro".
OGGI siamo governati dalla STESSA, IDENTICA MAGGIORANZA.
Con "dentro" pure Monti. Solo che, al posto del fantoccio Monti, c'è il bilderberghiano Letta ed il
vice glielo ha passato direttamente il Cavaliere dal suo Vivaio. Un Angelo d'uomo !
NON CI HANNO LEVATO UNA SOLA TASSA.
             o,
Al momento, hanno solo posticipato a settembre il pagamento dell'IMU (tranne che per un 15% di
"nemici")..
Però NESSUNO PARLA PIU' DI IVA, DI TASSE e di Italiani socialmente massacrati.massacrati..
Nessuno pubblica più Tabelle parametriche sul Costo della Vita.
                A
Nessuno URLA più alla Rivolta....I grillisti si son beccati i loro bei voti e fanno gli onorevoli.
I Leghisti hanno la Lombardia e degli "altri" se ne fottono e scrivono che "adesso le cose vanno nel
verso giusto".
La fanteria rossa è al Potere e se lo sta pappando tutto , sta silenziando pure il caso-Montepaschi, ed
i Cavalleggeri azzurri si sono accontentati di stargli accanto pur di non affondare e si dichiarano
"orgogliosi" di questo Governo che non è altro che LA BRUTTA COPIA DI QUELLO DI MONTI
                    imenti
con tutti provvedimenti di Monti ancora in piedi , dal Redditometro all'aumento dell'IVA.
                                                           nozze-gay, di gay che lo fanno al balcone, di
"LORO" si divertono a farci parlare di Omosessuali, di nozze
"profughi" da accogliere con fronde d'alloro e case popolari costruite ad hoc dai "loro" amici
costruttori...dato che il mercato è fermo poichè Italiani NON NE NASCONO PIU' e quasi nessuno
s'imbarca più in mutui insostenibili.
LORO ci prendono in giro.Ed in giro, anche su FB, ci sono I LORO IMPIEGATI che hanno
                            oluzionari"
dismesso i panni dei "rivoluzionari" ed oggi si occupano di semafori, di villette, di casi pietosi di
     p
cronaca e di gossip sessuali .PER DISTRARCI.Per farci pensare che adesso "è tutta un'altra
suonata".Peccato, perchè noi non cogliamo note diverse e migliori.
Anzi solo il lugubre tono di falsità delle loro dichiarazioni "antifasciste", qualche noticina acuta e
stonata, addirittura di "trionfo" ed uno strano tonfo che assomiglia in tutto e per tutto allo
                                                                          convincere. Noi NON siamo
schiantarsi sull'asfalto d'una cagata di cavallo. Noi non ci lasciamo convince
soddisfatti. Noi NON abbiamo "zii" al potere. Nè interessi commerciali da definire “libertà” …
Noi abbiamo ancora...ideuzze. Compresa quella di un Grande Cambiamento che veda finalmente
tutta la loro malarazza ...nella polvere.

Quella stessa informe materia da cui è nata così male.



   SIAMO SOTTO ASSEDIO;                                                   I primi due deputati hanno
                                                                     lasciato Grillo. Sono tarantini :
RITROVIAMOCI ATTORNO A CIO’                                        "Ciò che voglia il M5s per l'Ilva di
      CHE PUO’ UNIRCI                                                Taranto ancora ad oggi non si è
                                                                    capito forse perchè a distanza di
                                                                   quasi quattro anni dalla nascita del
                                                                       M5s ancora non esiste una
                                                                     posizione ufficiale sul problema      Chi di aborto ferisce…
                                                                     Ilva. Nei giorni scorsi Grillo ha
                                                                       dichiarato che "vuole i dazi
                                                                       doganali per contrastare la
                                                                    concorrenza della produzione di
                                                                       acciaio". Ma non c'è solo la
                                                                    questione Ilva. "Ad aggravare il
                                                                   nostro malessere - in questi mesi ci
                                                                    sono state alcune decisioni calate
                                                                       dall'alto che di fatto hanno
     m                                                             spezzato quel legame di fiducia che
                                                                      ci legava ad un sogno oramai
                                                                         trasformatosi in altro. Il
                                                                    Movimento ha rappresentato un
                                                                   sogno; mentre l'istituzione in cui si
                                               La Nazione non        è trasformato è a nostro avviso
                                                  si discute          incapace di sopravvivere alla
                                                                   disorganizzazione imperante al suo
                                                                      interno”. E…avanti gli altri !
                                                                       Oggi, lo scenario è inquietante:
                                                                       non si vede altro che una classe
                                                                        politica impegnata a blandire
                                                                    l’elettorato, carezzarlo per il verso
                                                                      giusto, comprenderlo, lisciarlo,
                                                                     giustificarlo, sino a fargli credere
                                                                      - complici certi talkshow - che la
                                                                         vita gliela debbano risolvere
                                                                    interamente i politici. Ma i politici
                                                                     non sono pedagoghi, e gli elettori
                                                                         non sono bambini. Il grande
                                                                      equivoco del populismo tuttavia
                                                                         può solo peggiorare, da noi.
                                                                     Grillo, poi, ha abbassato di molto
                                                                       l’asticella: e gli altri inseguono.
                                                                        Cominciamo a parlare di leggi
                                                                       fantasma, mesi prima in Tv e le
                                                                     emendiamo a parole ancor prima
                                                                         che siano formalizzate. Poi il
                                                                     Disegno di legge viene depositato
                                                                      davvero e “giace”; e nessuno ne
                                                                     parla più. Perché non è più “una
                                                                     novità”…Siamo una democrazia
                                                                      del Gossip, Loquace e immobile.


                                                  Araba fenice, parlano della riforma
                                                elettorale (a vuoto) lasciandoci credere
                                                 che sia davvero la Riforma dello Stato


                                                 IN PRATICA….LANA
                                                  CAPRINA E SESSO
   .                                           DEGLI ANGELI A GO-GO !
*Tanto tuonò che…spiovve. Dopo svariati mesi di annunci, contatti e sollecitazioni del Quirinale,
“centrodestra” (senza più “destra”) e centrosinistra hanno raggiunto uno storico accordo: c'è da
fare la riforma elettorale. Sul come restano divisi, ma sono dettagli, intanto ci spariamo una bella
commissione... Un passo avanti davvero epocale. A cavallo tra Porcellum e Mattarellum…
Quand'eravamo ragazzi si parlava di riforma istituzionale, il presidenzialismo passò da Pacciardi
ad Almirante, poi a Craxi, a Segni e a Miglio. Diventammo adulti e si continuò a parlare di riforma
istituzionale, ci fu pure un cambio di Repubblica, i presidenzialisti andarono al governo ma la
riforma non si fece. Uno dei più grandi misteri di questa Italietta di bidonatori e bidonati cronici. .
Pensate che ora si farà? Chi ci può credere a qualcosa di veramente diverso da un Pasticcium ?
Manderanno a chiamare un’altra cinquantina di “Sapienti” coi biglietti da vista d’un metro
quadrato ? Un’altra manica di boiardi che stileranno un rapporto minuzioso per elencare tutte le
soluzioni possibili e con qualche riscontro ?
Non è per fare i catastrofisti , ma temiamo che proseguirà la tradizione abortista in auge da
decenni. Non è più tempo di “bicamerali”. Sarebbe tempo di chiamare pompieri e Genio Civile, visti
gli scricchiolii del Sistema. Certo, il presidenzialismo non è il toccasana dei nostri guai, ma una
svolta ci vuole per garantire governabilità, decisione e governi di legislatura, separando la
rappresentanza dall'esecutivo. Si può trovare un'intesa tra presidenzialisti e parlamentaristi?
È difficile, ma se provaste a spostare l'elezione diretta sul capo del governo, lasciando al capo dello
Stato il ruolo di garante eletto dal Parlamento? Era l'ipotesi Segni (un sindaco per l'Italia) e fu
bocciata con la stupida osservazione che si usava solo in Israele.
Se è solo per questo, l'attuale nostro sistema politico non è adottato nemmeno dai Buruburu.
Un premier eletto dal popolo, pure in doppio turno, e un presidente della Repubblica eletto dal
Parlamento sarebbe un compromesso salomonico di alto profilo. Due capi d'estrazione diversa per
un sistema bilanciato. Il che, però, diciamocelo, non significa nulla se, a seguire, non si rinnova, in
parallelo, tutta la Struttura dello Stato attuale, lento, arcaico, auto-referenziale, tenuto in ostaggio
da partiti irresponsabili che impongono ai cittadini i loro uomini d’Apparato.
                                                                   E' indiscutibile che esportiamo
                                                             Laureati e che lasciamo arrivare
                                                             prevalentemente manodopera poco
                                                             qualificata (o per nulla qualificata)
                                                             con problemi, in primis, di lingua.
                                                             In tutto ciò VA EVIDENZIATO IL
                                                             PUNTO        FONDAMENTALE             :
                                                             Ci sono degli Italiani che LI
                                                             MANDANO A CHIAMARE, perchè
                                                             gli servono. C'è chi tratta IL LORO
                                                             NUMERO col Governo. C'è chi ne
                                                             trae GUADAGNO SUPPLETIVO
                                                             perchè i neo-immigrati "sono di
                                                             bocca buona" e "non sanno di
                                                             diritti". Gli dai un alloggio vicino
              I Cinesi fanno soldi illeciti,                 alla fabbrica o al campo e sono
           gli Italiani falliscono e chiudono                "contenti". Così, di fatto, tolgono
                                                             SALARI       EQUI      agli   Italiani.      Decisamente non siamo abili
                                                             Ma sono "CERTI ITALIANI" che li                 negli scambi culturali
                E com’è che arrivano ad uscire da            vogliono qui APPOSTA per toglier
                   una Nazione dove lo Stato ti              voci alle loro spese. Non è TUTTO
                controlla pure il numero dei figli ?         Lavoro Nero. Magari è in
                  CI TOCCA SOCCOMBERE                        regola...Solo con qualche piccola
                                                             dimenticanza. Solo NeoCapitalismo
  abba           PURE ALLA MAFIA CINESE ?                    straccione e lui sì ANTINAZIONALE.



                                                 Italiani “brava gente”, siamo certi che sia
                                                 ancora vero ? O siamo diventati “altro” ?




                                                                                                                             FORSE questa
                                             *Il crescere del turismo di massa e dei voli a basso
                                             costo, rendono alla portata di molti un viaggio verso                            bilancia è da
                                             mete esotiche e lontane dal proprio Paese. Ma non
                                             tutti i viaggiatori hanno intenzioni solo “culturali”.
                                                                                                                      RIEQUILIBRARE
Dall'ultimo rapporto reso noto dall'Ecpat Italia (l’organizzazione che in 70 Paesi del mondo lotta
da sempre contro lo sfruttamento sessuale dei bambini) si viene a scoprire che gli italiani sono ai            ..e che faremo dopo i 35 Saggi ? Un
primi posti come clienti di bambini fatti prostituire in Paesi del Terzo Mondo. Negli ul   ultimi anni,        bel colpo di pistola alla tempia e
dati alla mano, Ecpat denuncia che proprio gli italiani hanno scalato pesantemente i primi posti               tanti saluti a tutti ! Ma che volete ?
di questa terribile "classifica", in Repubblica Dominicana, Colombia, Brasile. "Se prima in
                                       5
alcuni Paesi eravamo fra le prime 4-5 nazionalità, oggi siamo i più presenti in Kenya.
                            econdo
L'identikit del mostro - secondo l'identikit del turista che va in cerca di sesso con minori
                      l'età
realizzato da Ecpat -l'età media si è abbassata (tra i 20 e i 40 anni); i nostri “turisti sessuali”
                               le,
possono essere sposati o single, maschi o femmine (anche se la maggioranza sono maschi), ricchi o
                                                           socio-economico o provenire da un
turisti con budget limitato. Possono avere un alto livello socio
                                                                                          quelli
ambiente svantaggiato. Lo studio distingue i turisti sessuali in tre distinte categorie: quell
occasionali (spesso in quel Paese per lavoro) sono la maggioranza ; poi ci sono i turisti abitudinari
che acquistano residenze che abitano in alcuni periodi dell'anno; e i pedofili, quelli che
partono…”apposta”. Autenti ci Mostri che girano tra noi; cam   camuffati da persone “civili”.
Le ragioni - I motivi che inducono un turista sessuale ad andare alla ricerca di sesso da bambini e
adolescenti per Ecpat sono diversi: tra questi "l'anonimato e l'impunità", ma anche la ricerca di
nuove esperienze: classico di un "consumismo sessuale" ormai al di là di ogni Etica anche laica.




                                                                                                             Sì, è vero,
                                                                                                           NON siamo
                                                                                                          uguali : io sono
                                                                                                           Ministro e tu
                                                                                                             sei solo un
                                                                                                          piccolo italiano
                                                                                                           che borbotta!

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Stats:
views:0
posted:6/24/2013
language:Italian
pages:4
Description: Agenzia di informazione diretta da Guido VirziBisettimanale di formazione e controinformazione.