La gioia by Brudythebrady

VIEWS: 2 PAGES: 7

									                       LA GIO IA!
                Un sentimento che va sparendo...




La gioia - Un sentimanto che va sparendo -"        1
La gioia il mondo in cui viviamo:

Davanti a noi, purtroppo, abbiamo un triste dipinto; il sentimento della gioia sta sparendo.
Questo perchè il mondo, la società ed i modi di vivere delle persone, stanno facendo
allontanare questo sentimento così unico e bello.

Viviamo una vita di controtendenza contro noi stessi. Cerchiamo la pace e la gioia facendo il
contrario di ciò che può darcela. Crediamo nella libertà, ma diventiamo schiavi di vizi;
crediamo nella pace, ma facciamo guerre per averla; crediamo nella gioia, ma i nostri pensieri
e le nostre energie si spendono per cose che poi non danno gioia, ma solo tristezza.

Noi uomini, abbiamo allontanato la gioia dalle nostre vite, facendoci diventare un ammasso di
persone senza più interessi genuini, senza la voglia di ridere, di gioire, di essere appagati.
Eppure continuiamo a ricercare ed inseguire questa “chimera”; e così finiamo per creare una
vita che in realtà è solo vuota, inutile e non appagante, finendo per pensare e provare tutto:
lavoriamo per avere più soldi (forse sarà questo a darci la felicità), proviamo e cambiamo
nuovi amori (qualcuna di queste mi renderà felice) , “wow una nuova macchina”...anche
questo non mi rende felice...ecc. Ecc.

La felicità è lo stato d'animo (emozione) positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri
desideri[1].

Chi di noi non ha mai voluto avere questo appagamento totale dei nostri senti? Chi non
vorrebbe vivere una vita di gioia, dove tutto il nostro essere, e tutta la nostra vita è bella ed
appagante?




La gioia - Un sentimanto che va sparendo -"                                                         2
La gioia etimologia:

La Parola “gioia” deriva dai termini: gaudio o anche giuoco che hanno significato di:
allegrezza, contentezza, felicità, da qui la parola “felicità” (connessa a gioia) deriva da:
l'etimologia fa derivare felicità da: felicitas, deriv. felix-icis, "felice", la cui radice "fe-" significa
abbondanza, ricchezza, prosperità.

Quindi riassumendo, la parola gioia (o felicità) hanno significato di abbondanza,
prosperità, contentezza.



La gioia e l’uomo:

Le sue caratteristiche sono variabili secondo l'entità che la prova (per esempio: serenità,
appagamento, eccitazione, ottimismo, distanza da qualsiasi bisogno, ecc.). Quando è
presente associa la percezione di essere eterna al timore che essa finisca.

L'uomo fin dalla sua comparsa ricerca questo stato di benessere. La felicità è
quell'insieme di emozioni e sensazioni del corpo e dell'intelletto che procurano
benessere e gioia in un momento più o meno lungo della nostra vita.



“Qualcuno scrisse a motivo della gioia:

 « Nessuno lontano dalla verità può dirsi felice. » (seneca)”




La gioia - Un sentimanto che va sparendo -"                                                                   3
Come, dove e perchè?

Ultimamente un noto cantante italiano: Neffa, scrivendo una canzone sulla gioia disse:

“non lo sai che quando sorridi è un attimo, e così i pensieri più tristi svaniscono...”

Ma dopo aver detto tutte queste cose sulla gioia, dopo aver visto che l’uomo non ha più
questo sentimento, ma continua a cercarlo nei modi più disparati, chiediamoci: potrà mai
l’uomo tornare ad avere questo senso di appagatezza, di gioia e di felicità nella propria vita?
Come può l’uomo moderno essere gioioso?

...io una risposta ce l’avrei:

Secondo la Bibbia, un modo per avere una vita di gioia e felicità esiste, e infatti il termine
“gioia o felicità” (o sinonimi) sono presenti tantissime volte lungo tutto l’arco del racconto
biblico. Sono poi sopratutto i “Salmi” a descrivere questo stato. Noi non andremo a leggerli
tutti, poichè sono veramente tantissimi i riferimenti alla gioia lungo i 150 salmi che abbiamo
nelle nostre Bibbie, ma questo deve farci pensare, perchè la maggior parte dei canti che noi
abbiamo nella Bibbia ( i salmi) sono stati scritti lungo periodi di pellegrinaggio del popolo di
Israele, o nei momenti più brutti della vita di alcune persone o del popolo stesso. Quindi già
all’epoca biblica il sentimento della gioia si era perso, e i figli di Dio scrivevano di
esso, cercandolo e pregando Dio stesso che facesse tornare il popolo a gioire.

Andiamo ora ad analizzare il sentimento della “gioia” come viene descritto dalla BIbbia:




La gioia - Un sentimanto che va sparendo -"                                                        4
- Come “non” si crea la gioia:

La gioia non si crea attraverso le opere che si fanno (Luca 10:19-20)

La gioia non si crea attraverso le opere, ne tanto meno attraverso ciò “che Dio ci ha
dato”, non sono i soldi, i Doni spirituali, il lavoro, i talenti o tante altre cose a creare
la “vera gioia”.




- Come si crea la vera gioia:

La gioia nel conoscere Gesù (Matteo 2:9-10 / Luca 19:6)

La gioia nel conoscere Dio (1 Samuele 4:5)

Il frutto dello Spriito (Galati 5:22 / Romani 14:17)

Si gioisce nella conversione e x le conversioni (Luca 15:7)

Sembra difficile a dirsi, ma pensiamo ad una cosa: quanto eravamo felici e gioiosi
quando ci siamo convertiti, quando abbiamo conosciuto Gesù e Dio, o quando si è
convertito un nostro amico/parente? La gioia viene in noi attraverso l’opera dello
Spirito Santo che con il “frutto dello Spirito” spande in noi questo sentimento perso
dal peccato dell’uomo. E noi ora possiamo gioire perchè siamo entrati (o sono
entrati altri) nella famiglia celeste.




La gioia - Un sentimanto che va sparendo -"                                                    5
- Come si “aumenta” la gioia:

Non è proprio giusto parlare di “mezzi” che aumentano la nostra gioia, ma
comunque possiamo dire che la Bibbia ci parla di mezzi che possono renderci più
felici e gioiosi; tra queste abbiamo il servizio, la chiesa, il matrimonio che sono tutte
istituzioni create da Dio stesso per il bene della sua creatura, incredibile vero? Dio
crea ogni cosa per il bene dell’uomo, e le sue creazioni non posso che portare gioia
nell’essere umano.

Servire con gioia (Romani 12:8 / 1 Corinzi 9:17)

La gioia si completa con i fratelli (Giovanni 15:11 / Atti 21:17 / Tessalonicesi
2:17-20 / Filippesi 2:2)

La gioia nel Signore (salmo 33:3 / salmo 119:47 / 1 cronache 16:27 / salmo
4:7 / Filippesi 4:4)

Il matrimonio creato da Dio porta gioia (Proverbi 5:18)

Si aumenta superando le prove e tentazioni (Giacomo 1:2)




- “Quando” sarà completa la nostra gioia:

La gioia sarà perfetta in cielo (Colossesi 1:5 / 1pietro 1:4-6)

Arrivando alla conclusione del nostro viaggio lungo la strada della gioia non
possiamo che finire in bellezza sapendo che Dio ha preparato per noi un posto dove
la nostra gioia sarà finalmente completa al 100%. Senza più problemi, peccati o
altre preoccupazioni che possono toglierci questa pace, Dio ha riservato per noi un
mondo di gioia.


La gioia - Un sentimanto che va sparendo -"                                                 6
                                         Conclusione.

Voglio comunque ricordare che, finchè saremo su questa terra, legati a questo corpo mortale
(chi mi libererà da questo corpo di morte? Lamentava Paolo) la nostra gioia sarà sempre
vacillante, avremo alti e bassi. Ma possiamo essere certi di una cosa, Dio crea gioia e da
gioia a chi vuole avvicinarsi a Lui, abbiamo visto molti esempi anche di modi per aumentare
la nostra gioia qui sulla terra, sapendo, e consolandoci a vicenda che un giorno saremo felici
per l’eternità.

Amen.s




La gioia - Un sentimanto che va sparendo -"                                                   7

								
To top