Docstoc

elvox_manuale_automazioni

Document Sample
elvox_manuale_automazioni Powered By Docstoc
					Manuale per l’uso, l’installazione e la manutenzione impianti di Automazioni




                      Scelta automatica
                                                           INDICE
                                                                                               Pagina
GUIDA ALLA SICUREZZA                                                                           2
FASCICOLO TECNICO (Fac-simile)                                                                 7

INFORMAZIONI PER L’INSTALLATORE (Tabella diagnosi dei guasti)                                  24
CENTRALINE ELETTRONICHE SERIE EC                                                               26

ATTUATORI PER CANCELLI AD ANTE SCORREVOLI SERIE ES                                             33
ATTUATORE PER CANCELLI AD ANTE BATTENTI SERIE EA                                               49
ATTUATORI A BRACCIO ARTICOLATO PER CANCELLO AD ANTE BATTENTI SERIE ZA                          52

ATTUATORI INTERRATI PER CANCELLI AD ANTE BATTENTI SERIE ZI                                     55

INSTALLAZIONE BATTENTI MECCANICI PER CANCELLI AD ANTE
(Elettroserratura ART. ZD04, chiavistello ART. ZD06, elettroserratura ART. ZD14)               59
ATTUATORI PER PORTE BASCULANTI A CONTRAPPESI SERIE EB                                          62

ATTUATORI PER PORTONI SEZIONALI E E BASCULANTI A MOLLE O CONTRAPPESI SERIE ZN                  69
BARRIERE AUTOMATIZZATE SERIE ZBR                                                               84

PALETTO MOBILE DI SOSTEGNO SBARRA Art. ZBRM                                                    89
BARRIERE AUTOMATIZZATE STRADALI SERIE ZBN                                                      90
KIT MOLLA DI BILANCIAMENTO ART. ZBNM                                                           94

MOTORIDUTTORI PER SERRANDE SERIE ZP                                                            95

CENTRALINA DI COMANDO PER SERRANDE ART. ZPC1                                                   100

CENTRALINA DI COMANDO SUPPLEMENTARE PER SERRANDE ART. ZPC2                                     102

BLINDINO METALLICO PER SERRANDE ART. ZPB1                                                      104
MOTORIDUTTORI PER TAPPARELLE E TENDE DA SOLE SERIE ZV                                          105

CENTRALINA DI COMANDO PER TAPPARELLE ART. ZVC1                                                 107

MODULI RADIO A 1 O 4 CANALI CON O SENZA RICEVITORE                                             110
RICEVITORE A 4 CANALI ROLLING CODE 433 MHz                                                     112

LAMPEGGIANTI SERIE EL                                                                          116

ANTENNE SERIE EL                                                                               117

RADIOCOMANDI SERIE ET                                                                          117
RADIOCOMANDI ROLLING-CODE ETR1                                                                 118
FOTOCELLULE SERIE EF                                                                           119

SELETTORI A CHIAVE SERIE ED                                                                    125
TASTIERA DI COMANDO DIGITALE ART. ZD08                                                         128
CENTRALINA DI COMANDO ART. ZD12/C                                                              134

SELETTORE A CHIAVE MAGNETICA ART. ZD12/L E CHIAVE CODIFICATA ART. ZD13                         135
LETTORE DI PROSSIMITÀ ART. ZD16 TRASPONDER PASSIVO ART. ZD17 E BADGE DI PROSSIMITÀ ART. ZD18   136
RILEVATORE MAGNETICO ART. ZR01 E SPIRA MAGNETICA ART. ZRS1                                     137

SEMAFORO A DUE LUCI (ROSSO-VERDE) ART. ZSEM                                                    140
CENTRALINA GESTIONE 2 SEMAFORI ART. ZSC1                                                       141
KIT FOTOVOLTAICO SERIE EKF                                                                     145

COSTE MECCANICHE SERIE ZX                                                                      146
SCHEMI IMPIANTO                                                                                148

SCHEMI DI COLLEGAMENTO                                                                         170


                                                                                                        1
                                                  GUIDA ALLA SICUREZZA
    APPENDICE DI MASSIMO INTERESSE PER L'INSTALLATORE DELL'AUTOMAZIONE ELVOX
    Direttive vigenti
    Bassa tensione: 73/23/CE, 93/68/CE
    Compatibilità elettromagnetica: 89/336/CE, 92/31/CE, 93/68/CE
    R&TTE: 99/5/CE
    Macchine: 98/37/CE, 98/79/CE
    Prodotti da costruzione: 86/106/CE, 93/68/CE

    Lo scopo delle nuove Norme Europee per le chiusure automatizzate è quello di definire:
    1. il livello minimo delle caratteristiche tecniche, costruttive ed operative.
    2. i relativi metodi di prova dei dispositivi che compongono il prodotto finito, il sistema di controllo e di protezione contro gli even-
        tuali infortuni inerenti all'uso normale delle diverse tipologie di chiusure automatiche.
    Dal 1° Maggio 2001 l'Ente normativo Italiano UNI ha ritirato la norma Italiana UNI 8612 che è sostituita dalle norme europee, ela-
    borate in recepimento alla Direttiva Materiali da Costruzione, UNI EN 13241-1, UNI EN 12604, UNI EN 12605, UNI EN 12445, UNI
    EN 12453 e UNI EN 12978.
    La valutazione di conformità "obbligatoria" di una chiusura automatica deve essere conforme alle prescrizioni di tali norme e deve
    essere disponibile una documentazione tecnica che "testimoni" le attività svolte (rapporto per prove e verifiche, fascicolo tecnico,
    istruzioni ecc…)

    IMPORTANTE: quanto segue non deve essere considerato sostitutivo alle norme in oggetto; in ogni caso bisogna far riferimento e
    consultare le norme in vigore e i loro aggiornamenti.

    RESPONSABILITÀ
    La legge stabilisce che "responsabile " della sicurezza della chiusura automatizzata è colui che provvede alla sua "messa in servi-
    zio".

    L'installatore ha la piena responsabilità su:
    1. esecuzione dell'impianto a regola d'arte (Legge 46/90, art 7).
    2. utilizzo di materiali conformi.
    3. consegna al cliente dei documenti contenenti:
        - le istruzioni di funzionamento e le avvertenze per l'uso sicuro dell'impianto,
        - le istruzioni di manutenzione ordinaria,
        - la Dichiarazione di conformità,
        - il registro della manutenzione e prove.

    OBBLIGHI DI LEGGE
    La Commissione dell' Unione Europea ha stabilito che TUTTE le CHIUSURE AUTOMATIZZATE (porte, cancelli motorizzati e
    similari) rientrano nel campo di applicazione della DIRETTIVA MACCHINE. Di conseguenza l'aggiunta dell'automazione in una
    chiusura manuale nuova la rende macchina e chi effettua la trasformazione deve rispondere alle prescrizioni della Direttiva
    Macchine (DM, 89/392/CEE - recepita tramite il DPR n. 459 del 24/07/96).


    La direttiva macchine stabilisce che l'installatore dell’automazione di una porta o un cancello ha gli stessi obblighi del
    costruttore di una macchina, ossia deve:




          Predisporre il fascicolo tecnico (da conservare per 10 anni                 Redigere la relativa          Apporre sulla porta
          e disponibile per l’ispezione delle autorità)                               DICHIARAZIONE CE              motorizzata la
                                                                                      DI CONFORMITA’                MARCATURA CE




                               Progetto       Progetto         Verbale di
       Analisi dei rischi
                              meccanico       elettrico      collaudo finale




    Le macchine messe in servizio prima dell’entrata in vigore della Direttiva Macchine sono escluse dall'obbligo di conformità, ma modi-
    fiche significative che ne cambiano la configurazione (ad esempio sostituzione della motorizzazione, aggiunta delle fotocellule, di un
    radiocomando ecc..) o adeguamenti per manutenzione le fanno rientrare nel campo di applicazione della Direttiva.




2
                                            GUIDA ALLA SICUREZZA
ASPETTI DI SICUREZZA
La norma UNI EN 12453 è la "norma quadro" per gli aspetti di sicurezza del settore automazioni. Dal principio che ogni chiusura
automatizzata è a tutti gli effetti UNA MACCHINA, la norma affronta il problema della sicurezza con l’analisi dei rischi. Occorre met-
tere in atto misure affinché le situazioni pericolose siano eliminate o neutralizzate, grazie all'uso di dispositivi di sicurezza.

Tipologie di pericolo presenti in una chiusura automatizzata
o       Schiacciamento;
o       Cesoiamento;
o       Convogliamento;
o       Urto;
o       Sollevamento di persone;
o       Pericoli legati all'automazione;
o       Pericoli provocati da guasti nei dispositivi di sicurezza;
o       Pericoli presenti durante la movimentazione manuale dell'anta;
o       Pericoli d'intrappolamento;
o       Pericoli di superamento dei limiti di corsa dell'anta.



                                Alcuni esempi di rischi dinamici schematizzati




              Urto       Schiacciamento   Cesoiamento         Incuneamento            Convogliamento                Taglio

                                     Alcuni esempi di rischi dinamici - pratici




        Proiezioni di elementi compressi e caricati                Uncinamento              Schiacciamento fra superfici non parallele




                Sollevamento                          Convogliamento / Urto                            Cesoiamento


                                                                                                                                         3
                                                   GUIDA ALLA SICUREZZA
    LIVELLO MINIMO DI PROTEZIONE
    La norma UNI EN 12453 prescrive le misure di sicurezza da adottare per ridurre al massimo il livello di rischio.
    Il livello minimo di protezione prescritto dalla norma, per il bordo principale di chiusura, in funzione del tipo di comando e della tipo-
    logia d’uso della chiusura, è riassunto nella seguente tabella:

                                                          USO DELLA CHIUSURA
      Tipologia dei           Gruppo 1                               Gruppo 2                                   Gruppo 3
      comandi di attivazione Persone informate (uso in area privata) Persone informate (uso in area pubblica)   Persone non informate (Uso illimitato)
      Comando a                                A                                      B                                Non è possibile
      uomo presente
      Comando a distanza                 C oppure E                              C oppure E                             C e D oppure E
      e chiusura in vista
      (es. infrarosso)
      Comando a distanza                 C oppure E                            C e D oppure E                           C e D oppure E
      e chiusura non in vista
      (es. onde radio)
      Comando automatico               C e D oppure E                          C e D oppure E                           C e D oppure E
      (es. comando di chiu-
      sura temporizzata)

    Come si vede dalla tabella, le persone sono suddivise in tre gruppi, in relazione al tipo di uso che viene fatto della chiusura auto-
    matizzata:
    Gruppo 1: Solo un limitato numero di persone è autorizzato all’uso, e la chiusura non è in un’area pubblica. Un esempio di que-
    sto tipo sono i cancelli all’interno delle aziende, i cui fruitori sono solo i dipendenti o una parte di loro i quali sono stati adeguata-
    mente informati.
    Gruppo 2: Solo un limitato numero di persone è autorizzato all’uso, ma in questo caso la chiusura non è in un’area pubblica. Un
    esempio può essere un cancello aziendale che accede alla pubblica via, e che può essere utilizzato solo dai dipendenti.
    Gruppo 3: Qulasiasi persona può utilizzare la chiusura automatizzata, che quindi è situata sul suolo pubblico. Ad esempio la porta
    di accesso di un supermercato o di un ufficio, o di un ospedale.

    Le lettere A,B,C,D,E indicano il tipo di protezione che deve essere adottato nelle diverse situazioni:
    - Protezione A. La chiusura viene attiva tramite un pulsante di comando con la persona presente, cioè ad azione mantenuta.
    - Protezione B. La chiusura viene attiva tramite un comando con la persona presente, attraverso un selettore a chiave o simi-
      le, per impedirne l’utilizzo a persone non autorizzate.
    - Protezione C. Limitazione delle forze dell’anta della porta o cancello. Cioè la forza di impatto deve rientrare in una curva sta-
      bilita dalla normativa, nel caso il cancello colpisca un ostacolo.
    - Protezione D. Dispositivi, come le fotocellule, atte a rilevare la presenza di persone od ostacoli. Possono essere attivi su un
      solo lato o su entrambi i lati della porta o cancello.
    - Protezione E. Dispositivi sensibili, come le pedane o le barriere immateriali, atti a rilevare la presenza di una persona, ed instal-
      lati in modo che questa non possa in alcun modo essere urtata dall’anta in movimento. Questi dispositivi devono essere attivi
      in tutta la “zona pericolosa” del cancello. Per “zona pericolosa” la direttiva macchine intende una qualsiasi zona all’interno e/o
      in prossimità di una macchina in cui la presenza di una persona esposta costituisca un rischio per la sicurezza e la salute di
      detta persona.
      N.B. La norma stabilisce che l’area di pericolo si estende in altezza fino a 2,5 m.
      La protezione con sola fotocellula non è più ammessa in nessuna situazione.


    LIMITAZIONE DELLE FORZE
    La limitazione delle forze di apertura e chiusura dell’anta è un aspetto caratteristico della norma UNI EN 12453.
    Per soddisfare il requisito di limitazione delle forze, è necessario misurare il profilo di forza sulla chiusura completa dell’automazio-
    ne, utilizzando uno specifico strumento composto da due facce circolari metalliche parallele di diametro 80 mm e separate da una
    molla di costante elastica 500 N/mm.

    I parametri significativi sono quattro
    1. La forza dinamica Fd.
       Corrisponde al valore massimo misurato nel periodo di tempo Td.
    2. Il tempo dinamico Td.
       Tempo di 0,75 a partire dall’istante iniziale in cui l’urto raggiunge 150N.
    3. La forza statica Fs.
       Forza presente dopo Td e fino a 5 secondi dall’instante dell’urto; non deve superare i 150N.
    4. La forza finale Fe.
       Forza che permane dopo 5 secondi dall’istante dell’urto; non deve superare i 25N.




4
                                       GUIDA ALLA SICUREZZA
La Norma indica, per ogni tipologia di chiusura, i punti nei quali va effettuata la misura.
Per garantire la sicurezza contro i pericoli di schiacciamento con il metodo di limitazione delle forze, è necessario ottenere un valo-
re di forza nei limiti stabiliti.

Nella tabella sono illustrati i valori massimi della forza dinamica (10N corrispondono a circa 1 Kg).


                                              Forze Dinamiche (Fd) massime
  Azionamento                  Tra i bordi di chiusura e bordi opposti                     Tra aree piane con superficie > 0,1 m2
                               In varchi da 50 ÷ 500 (mm) In varchi da > 500 (mm)          con lati di lunghezza > 100 mm
  Chiusure a
  movimento orizzontale
  (es. scorrevoli)                        400N                        1400N                                   1400N
  Chiusure rotanti
  su asse perpendicolare
  al pavimento
  (es. a battente)                        400N                        1400N                                   1400N
  Chiusure rotanti
  a movimento verticale
  (es. sezionali)                         400N                         400N                                   1400N
  Chiusure rotanti su
  asse orizzontale
  (es. barriere, basculanti)              400N                         400N                                   1400N



Per misurare le forze dinamiche si suggerisce di utilizzare un sensore all’interno dell’automazione oppure un profilo sensibile alla
pressione, montato sul bordo dell’anta.

ASPETTI MECCANICI
La norma UNI EN 12604 "Aspetti meccanici delle chiusure automatizzate" definisce i requisiti meccanici per le chiusure. Il requisito
di base è garantire un uso ed un funzionamento sicuro e privo di problemi. Le chiusure devono resistere a forze statiche e dinami-
che tipiche del loro utilizzo. Va tenuto conto anche della fatica meccanica, dell'usura e della corrosione.

Caratteristiche costruttive del cancello
1. I materiali impiegati nella costruzione della rete a pannelli devono essere preferibilmente di tipo metallico. È vietato l'uso di mate-
   riali fragili. Il vetro deve essere di sicurezza. Le superfici trasparenti nelle ante devono essere almeno di classe1 (norma di rife-
   rimento pr EN 12600) e non devono avere parti aguzze o taglienti in caso di rottura (EN 129), oppure devono essere infrangibi-
   li. Le superfici trasparenti devono essere colorate o avere marcature di sicurezza sufficienti per essere viste.
2. La superficie delle ante deve essere liscia o con sporgenza massima di 3 mm smussata o arrotondate almeno fino all'altezza di
   2,5 m dal suolo.
3. Le ante devono essere protette contro la caduta in caso di sganciamento accidentale della guida.
4. Le ruote di scorrimento delle ante, devono essere protette contro il deragliamento.
5. I contrappesi devono essere alloggiati e protetti all’interno di resistenti coperture fino a 5m di altezza. I contrappesi devono esse-
   re fissati in modo sicuro ai supporti. Ciascuna corda deve essere fissata individualmente al contrappeso. I contrappesi non devo-
   no essere fissati ad aste o leve con rivetti. La caduta dei contrappesi non deve creare pericoli. I contrappesi in conglomerato
   cementizio devono essere armati.




                                                                                                                                             5
                                             GUIDA ALLA SICUREZZA

    MANUTENZIONE
    Per garantire l’efficienza e la sicurezza di una chiusura automatizzata è importante effettuarne periodicamente la manutenzione.
    Un contratto di manutenzione deve indicare chiaramente:
    1. i contenuti degli interventi di manutenzione, ordinaria e straordinaria;
    2. la periodicità della manutenzione;
    3. quali operazioni verranno effettuate in occasione degli interventi di manutenzione.

    Le attività di manutenzione, riparazione e sostituzione devono essere effettuate da personale qualificato. Le sostituzioni devono
    essere fatte utilizzando ricambi originali.

    IMPORTANTE
    Per garantire l’efficienza del prodotto è indispensabile che personale professionalmente competente effettuino la manutenzione nei
    tempi prestabiliti dall’installatore, dal produttore e della legislazione vigente.
    Gli interventi d’installazione, manutenzione, riparazione e pulizia devono essere documentati. Tale documentazione deve essere
    conservata dall’utilizzatore, a disposizione del personale competente preposto.

    ROTTAMAZIONE - SMALTIMENTO
    Allorché si decida di non utilizzare più gli attuatori o l'intera automazione, si consiglia di rimuoverla e riciclarla in accordo con le nor-
    mative in materia.



    IL FASCICOLO TECNICO
    Lo scopo del fascicolo tecnico illustrato di seguito è aiutare l'installatore nell'applicazione delle nuove DIRETTIVE & NORME EURO-
    PEE e in particolare delle norme sulla sicurezza EN12453 ed EN 12445.

    Il fascicolo tecnico della porta o del cancello automatizzato, che l'installatore deve compilare e conservare (per 10 anni), deve con-
    tenere le seguenti informazioni:

    1.       I dati identificativi:
         -   dell'installatore;
         -   della tipologia di automazione;
         -   del committente;
         -   dell'ubicazione/cantiere in cui l’automazione è installata;
         -   del produttore/fornitore della chiusura;
         -   del produttore dell'automazione.

    2. Il disegno elettrico e meccanico della chiusura automatizzata, con la lista dei componenti.

    3. L'analisi dei rischi presenti nella chiusura automatizzata e la descrizione delle soluzioni adottate.




6
                    FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

Fascicolo tecnico di porte e cancelli motorizzati ai sensi della Direttiva Macchine Europea
98/37/CE (89/392 e successivi emendamenti).

Inserire i dati personali dell’installatore
Installatore

Ragione sociale
Via
Città
CAP                                               Prov.
Tel.                                              Fax
P. iva / C.F.
CCIAA

Contratto N.°

Scegliere la denominazione ed il tipo della porta motorizzata

Denominazione della porta motorizzata
[]   cancello a battente
[]   cancello scorrevole orizzontale
[]   basculante
[]   barriera
[]   serranda
[]   porta flessibile ad avvolgimento verticale
[]   altro (specificare) ___________________

Specificare l’articolo dell’automazione

Tipo


Inserire il numero di serie o matricola della porta motorizzata.

Numero di serie o matricola


Inserire i dati personali del committente, dell’ubicazione, del produttore della chiusura, del pro-
duttore dell’automazione.

Nome Committente

Ragione sociale
Via
Città
CAP                                               Prov.
Tel.                                              Fax
P. iva / C.F.




                                                                                                      7
                              FASCICOLO TECNICO (Fac simile)
    Ubicazione Prodotto installato

    Installato presso
    Ragione sociale
    Via
    Città
    CAP                                   Prov.
    Tel                                   Fax
    Installato al piano n.°
    Responsabile
    Via
    Città
    CAP                                   Prov.
    Tel                                   Fax
    P. iva / C.F.



    Produttore/fornitore della chiusura

    Ragione sociale
    Indirizzo
    Nome del modello                                    Anno di fabbr.
    Tipologia chiusura
    Ante mobili, peso totale                            Numero ante



    Produttore della automazione

    Ragione sociale
    Indirizzo
    Nome del modello                              Anno di fabbr.
    Tipo di energia                               Tensione
    Potenza totale                                Tolleranza




8
                         FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

           DISEGNO ELETTRICO DI MASSIMA RELATIVO ALL’IMPIANTO REALIZZATO:
                CANCELLO SCORREVOLE AD 1 ANTA CON MOTORE A LATO
Uso residenziale fino a 600 Kg
Schema impianto base




Distinta impianto

 Riferimento        Articolo   Descrizione                                     Quantita
 al disegno


       1             ES07      Attuatore scorrevole                               1
       2             EL09      Lampeggiante con antenna e ricevitore 433 MHz      1
       3             ET03      Radiocomando a 2 canali                            2
       4            EF04/S     Coppia fotocellule da esterno parete               1
       5             EDE4      Selettore chiave da esterno parete                 1
       9             ZX64      Cavo (4 x 0,5 mm2)                                 -
      10             ZE08      Cremagliera in plastica                            -
      11             ZBA1      Batteria tampone 12V 7Ah                           1
      12             ZX01      Costa meccanica                                    1
      13             ZX16      Contropiastra di ancoraggio                        1




                                                                                          9
                                  FASCICOLO TECNICO (Fac simile)
               DISEGNO ELETTRICO DI MASSIMA RELATIVO ALL’IMPIANTO REALIZZATO:
                         CANCELLO A 2 ANTE CON 2 MOTORI INTERRATI

     Uso residenziale con due ante fino a 2 m (max. 200Kg) cadauna

     Schema impianto




     Distinta impianto

     Riferimento     Articolo   Descrizione                                                                  Quantita
     al disegno


           1          EI20      Attuatore interrato                                                             2
           2          EL09      Lampeggiante con ricevitore 433 MHz e antenna                                   1
           3          ET03      Radiocomando a 433 MHz                                                          2
           4         EF04/S     Coppia fotocellule da esterno parete                                            1
           5          EDE4      Selettore chiave da esterno parete                                              1
           7          EC33      Centralina di comando senza pulsantiera                                         1
           8          ZX29      Matassa da 10m di cavo per cablaggio automazioni (2 x 2 mm2 + 3 x 0,5 mm2)      1
           9          ZX64      Cavo (4 x 0,5 mm2)                                                              1
          11          ZBA1      Batteria tampone 12V 7Ah                                                        1
          14          ZD04      Elettroserratura 12V c.c.                                                       1
          15          ZD06      Chiavistello di bloccaggio                                                      1
          16          ZX41      Cassa fondazione                                                                2
          17          ZDA7      Sblocco manuale con chiave                                                      2




10
                            FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

    Indicare le zone di pericolo presente con il relativo numero.
           Fig. 1A CANCELLO SCORREVOLE AD 1 ANTA CON MOTORE A LATO

                                                                          C




                                               A


               1, 2, 5

                          3, 4, 6                               3, 4, 6



                                               A




1   - Urto                          A= metri
2   - Schiacciamento                G= metri
3   - Convogliamento                B= metri
4   - Incuneamento
5   - Trascinamento
6   - Cesoiamento




                                                                              11
                                FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

         Indicare le zone di pericolo presente con il relativo numero.

                               CANCELLO A 2 ANTE CON 2 MOTORI A PAVIMENTO




                                                        A




                         B                              A                    C
                     1, 2, 5                                                 1, 2, 5
                                                      1, 2, 6
                                     2                                   2




     1   - Urto                          A= metri
     2   - Schiacciamento                G= metri
     3   - Convogliamento                B= metri
     4   - Incuneamento                  C= metri
     5   - Trascinamento
     6   - Cesoiamento




12
                       FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

   Compilare la lista dei componenti   installati specificando: modello, tipo, numero di serie ecc.
   Lista componenti installati
   N.°     Componente installato       Codice identificativo                        Produttore
   1       Fotocellula 1
   2       Fotocellula 2
   3       Fotocellula 3
   4       Fotocellula 4
   5       Centralina comando
   6       Chiave elettronica fissa
   7       Chiave a radiocomando
   8       Automazione
   9       Segnalatore acustico
   10      Segnalatore luminoso
   11      Blocco elettromagnetico
   12      Elettroserratura
   13      Selettore a chiave
   14      Antenna
   15      Radioricevente
   16      Bordo paracolpi
   17      Pulsante di emergenza
   18      Pulsante di comando
   19      Spia di cancello aperto
   20
   21
           Sensori                     Funzione
   1       Bordo sensibile 1           [] comando
                                       [] sicurezza
   2       Bordo sensibile 2           [] comando
                                       [] sicurezza
   3       Bordo sensibile 3           [] comando
                                       [] sicurezza
   4       Bordo sensibile 4           [] comando
                                       [] sicurezza
   5       Sensore a pedana 1          [] comando
                                       [] sicurezza
   6       Sensore a pedana 2          [] comando
                                       [] sicurezza
   7       Sensore                     [] comando
                                       [] sicurezza
   8       Sensore                     [] comando
                                       [] sicurezza
   9       Sensore                     [] comando
                                       [] sicurezza
Nota: indicare le funzioni dei sensori: x comando, x sicurezza, ecc...
- Ad essa vanno allegate le dichiarazioni di conformità dei componenti e accessori utilizzati nella rea-
  lizzazione della chiusura automatizzata.
  Le caratteristiche tecniche e le indicazioni per l’installazione di tali prodotti sono documentate nei
  rispettivi manuali di installazione e di utilizzo.




                                                                                                       13
                            FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

     ANALISI DEI RISCHI

     (L'analisi dei rischi consiste nel prendere in esame i pericoli che si possono presentare nella chiu-
     sura automatizzata o da automatizzare e per ciascuno di essi il responsabile deve indicare nel
     fascicolo tecnico le soluzioni che si sono adottate per eliminarli o per ridurne la pericolosità.
     I possibili rischi che si possono presentare in una chiusura automatizzata e le possibili soluzioni da
     adottare per eliminare o ridurre la pericolosità sono riportati nella schede allegate).

       Barrare i rischi presenti nell'impianto realizzato e barrare le relative soluzioni adottate.

       Segnalare nella colonna "soluzioni adottate in base ai rischi" le lettere relative alla sicurezza
       applicata.

       Inserire le eventuali osservazioni aggiuntive nell'apposito spazio a fondo lista.

       Barrare le eventuali “norme” considerate.




14
                                 FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

Tipologia dei rischi                   Criteri di valutazione e soluzioni adottate
(Barrare i rischi considerati)         (Barrare la casella corrispondente alla soluzione adottata)

Rischi meccanici strutturali e di usura

[ ] perdita di stabilità            [ ] Verificata la solidità della struttura presente, utilizzati materiali
                                    ed eseguiti fissaggi adeguati.

[ ] caduta parti                    [ ] Eseguiti gli opportuni interventi e regolazioni per impedire la
                                    caduta delle ante.

[ ] inciampo                        [ ] Verificato che le soglie presenti superiori a 4 mm (ad esempio
                                    la guida scorrimento cancello) siano oportunamente modellate ed
                                    evidenziate.

[ ] scivolosità                     [ ] Verificato che sulla soglia non siano presenti superfici scivolo
                                    se o che possano diventare tali in caso di pioggia.

[ ] guide catene e funi             [ ] Verificata la presenza e l'efficacia di un sistema anti-caduta
di sollevamento                     della parti mobili.

                                    [ ] Installati e verificati adeguati finecorsa.

                                    [ ] Sono state fornite le necessarie istruzioni di manutenzione.

Rischi meccanici dovuti al movimento della chiusura

[ ] Gli elementi mobili sono         [ ] La regolazione della velocità dell'anta può essere fatta
dotati di adeguate protezioni        solamente da personale specializzato operando sulla centralina
rispondenti alle norme vigenti       di comando.
ed installate in conformità alle
istruzioni del costruttore.

[ ] Il cancello è dotato di un       [ ] L'apertura è stata collaudata per verificare che non siano
dispositivo di sblocco per           presenti errori di montaggio.
consentire l'azionamento
manuale

[ ] Sono fornite adeguate
istruzioni per
l'effettuazione dello sblocco.




                                                                                                                15
                                        FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

     Rischi presenti                                                      Soluzioni adottate in base ai rischi
     A) urto / schiacciamento           B) taglio

     C) sollevamento                    D) convogliamento/
                                        incuneamento

     E) cesolamento                     F) uncinamento

     Soluzioni applicabili

     1) comando a uomo                  8) barriere multiplexate
     presente                           (disp. di protezione)

     2) bordi sensibili                 9) segnalazine acustica
     (disp. di protezione)

     3) fotocellule (disp.              10) segnalazione acustica
     di rilev. presenza)

     4) franchi di sicurezza            11) segnaletica

     5) limitazione della forza         12) segregazione (tramite
     (disp. di protezione)              coperture o profili in gomma

     6) modellazione                    13) rete di protezione
     delle superfici                    a maglie (20x20 mm)

     7) pedane                          14) altro


     Rischi elettrici

     [ ] contatti diretti e indiretti                [ ] Utilizzati componenti marcati CE ai sensi della Direttiva
                                                     Bassa Tensione (73/23/CE)
     [ ] dispersione dell'energia elettrica          [ ] Eseguiti i collegamenti elettrici e il collegamento alla
                                                     rete in osservanza alle norme vigenti e in accordo alle
                                                     istruzioni del costruttore della motorizzazione.

     Rischi di compatibilità elettromagnetica

     [ ] emissione di campi elettrici,               [ ] Utilizzati radiocomandi omologati o conformi alla
     magnetici ed elettromagnetici                   Direttiva R&TTE (99/5/CE) e a frequenze ammesse dalla
                                                     specifica legislazione vigente.

                                                     [ ] Utilizzati componenti marcati CE ai sensi della Direttiva
                                                     EMC (89/336/CE).




16
                             FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

Sicurezza ed affidabilità dell'attuatore e dei dispositivi di comando

[ ] condizioni di sicurezza in caso      [ ] Utilizzati dispositivi di comando, di azionamento e di
di avaria e in mancanza di               sicurezza adeguati all'uso e rispondenti alle norme vigenti.
alimentazione
                                         [ ] Installato dispositivo di comando dotato di batterie
                                         tampone e rispondente alle norme vigenti.

                                         [ ] Installazione eseguita osservando le prescrizioni
                                         contenute nei manuali di installazione

[ ] errori di montaggio e coerenza       [ ] Verificata la coerenza del comando in relazione al
dei comandi                              movimento della chiusura e alle istruzioni fornite dal
                                         costruttore.

[ ] dispositivi di comando               [ ] Installato il dispositivo di arresto e/o di apertura
                                         d'emergenza (che non deve introdurre rischi aggiuntivi).

                                         [ ] Dispositivi di comando sono stati installati in posizione
                                         facilmente accessibile e ben visibile.

[ ] misurare le forze della chiusura     [ ] Effettuare le misure mediante l'apposito strumento
sul bordo principale                     indicato dalla norma UNI EN 12445 nei punti da essa stabiliti.

[ ] dispositivi di protezione (in nessuna [ ] Utilizzato un dispositivo rilevatore di presenza
circostanza può esserci contatto          rispondente alla norma UNI EN12978.
tra la chiusura e le persone)

[ ] dispositivi di rilevazione presenza [ ] Effettuate le verifiche per la rilevazione di presenza, in
                                        accordo alla norma UNI EN 12445.

Rischi legati ai materiali e sostanze trattate, usate o bruciate dalla macchina

[ ] fluidi                               [ ] verifica che non vi sia generazione di pericolo e
                                         dispersione nell'ambiente dei fluidi impiegati.

[ ] temperature elevate                  [ ] verifica che non si raggiungano temperature elevate da
                                         parte dei materiali in uso

[ ] incendio                             [ ] verifica che i materiali utilizati non inneschino incendio

[ ] esplosione                           [ ] verifica della non presenza di gas infiammabili

[ ] rumore                               [ ] verifica che non si generino rumori pericolosi

[ ] vibrazione                           [ ] verifica che non si producano vibrazioni pericolose

[ ] altro




                                                                                                          17
                             FASCICOLO TECNICO (Fac simile)
     Lista norme applicabili
     [] EN 292-1        Concetti fondamentali, principi generali di progettazione, terminologia, metodologia di base.
     [] EN 292-2        Concetti fondamentali, principi generali di progettazione, specifiche e principi tecnici.
     [] EN 294          Distanze di sicurezza per gli arti superiori.
     [] EN 349          Spazi minimi per evitare lo schiacciamento di parti del corpo.
     [] EN 1051         Valutazione dei rischi.
     [] EN 60204-1      Sicurezza del macchinario - equipaggiamento elettrico delle macchine, regole generali.
     [] EN 50081-1      Compatibilità elettromagnetica - norma generica di emissione.
                        Classe della norma: domestico, commerciale ed industriale leggero.
     [] EN 50082-1      Compatibilità elettromagnetica - norma generica di immunità.
                        Classe della norma: domestico, commerciale ed industriale leggero.
     [] UNI EN 12453 Cancelli e porte industriali, commerciali e residenziali.
                        Sicurezza nell'uso delle porte motorizzate - requisiti e classificazione.
     [] UNI EN 12445 Cancelli e porte industriali, commerciali e residenziali.
                        Sicurezza nell'uso delle porte motorizzate - metodi di prova.
     [] UNI EN 12604 Cancelli e porte industriali, commerciali e residenziali.
                        Aspetti meccanici - requisiti e classificazione.
     [] UNI EN 12605 Cancelli e porte industriali, commerciali e residenziali.
                        Aspetti meccanici - metodi di prova.
     [] EN 12635        Cancelli e porte industriali, commerciali e residenziali.
                        Procedura per una installazione ed uso sicuro.
     [] prEN 12650-1 Accessori per serramenti - porte pedonali motorizzate.
                        Parte 1: requisiti del prodotto e metodi di prova.
     [] prEN 12650-2 Accessori per serramenti - porte pedonali motorizzate.
                        Parte 2: sicurezza delle porte pedonali motorizzate.
     [] UNI EN 12978 Sensori, Requisiti, Classi e Metodi di prova.
     [] UNI EN 13241-1 Norma di prodotto. Chiusure industriali, commerciali, per garage e cancelli.
                        Parte 1: prodotti senza prestazioni di resistenza al fuoco o di controllo del fumo.
     [] CEI EN 60335-1 Sicurezza degli Apparecchi di uso domestico e similare.
                        Parte 1: norme generali.
     [] IEC60335-2-97 Safety of household and similar electrical appliances - Part 2-97: particular requirement for
                        driver for rolling shutters awnings, blinds and similar equipment.
     [] CEI 64-8        Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000V in corrente
                        alternata e a 1500V in corrente continua.
     [] UNI EN 954-1 Punti concernenti la sicurezza di sistemi di controllo - punto 1: principi generali di progetto.
     [] IEC 60335-2-103 Prescrizioni particolari per automatismi per porte, cancelli e finestre.
     [] IEC 60335-2-95 Household and similar appliances - Safety - Part 2-95: Particular requirements for drives for
                        vertically moving garage doors for residential use.
     [] ___________________________________________________________________________________
     [] ___________________________________________________________________________________
     [] ___________________________________________________________________________________
     [] ___________________________________________________________________________________
     [] ___________________________________________________________________________________




18
                       FASCICOLO TECNICO (Fac simile)
Dichiarazioni di Conformità:
Compilare e firmare la “dichiarazione di conformità CE”
                                     Dichiarazione di conformità CE


Il sottoscritto_____________________________
Ragione sociale______________________________
Indirizzo____________________________________________________________________


                                   Dichiara che il prodotto installato,
modello_____________________________________________________________________
tipo________________________________________________________________________
matricola____________________________________________________________________
contratto____________________________________________________________________
luogo di installazione___________________________________________________________
è conforme alle seguenti Direttive Europee:
[] Direttiva Macchine 89/392/CE e successive modifiche
[] Direttiva EMC 89/336/CE e successive modifiche
[] Direttiva Bassa Tensione 73/23/CE e successive modifiche;
ed inoltre dichiara che sono state applicate le seguenti (parti/clausole) norme armonizzate:
[] __________________________________________________________________________
[] __________________________________________________________________________
[] __________________________________________________________________________
[]__________________________________________________________________________
Luogo____________________________________                             Data_________________________
Firma del Legale Rappresentante________________________________________________

(Avvertenze - La presente Dichiarazione di Conformità ha validità:
1. per quanto riguarda l'impianto in oggetto e per come eseguito dal Dichiarante;
2. eventuali modifiche dell'impianto ricadono nella Dichiarazione in oggetto se e solo se autorizzate e controfirma-
   te dal Dichiarante;
3. le modifiche, riparazioni e le manutenzioni devono essere eseguite da personale qualificato ed autorizzato. Le
   sostituzioni utilizzano ricambi originali o equivalenti.
4. l'impianto è mantenuto secondo le prescrizioni di Legge e comunque non meno di un controllo all'anno.




                                                                                                                       19
                            FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

     Marcatura CE

     La marcatura CE della chiusura automatizzata deve riportare, in modo leggibile e indelebile, le
     seguenti indicazioni.

     1. i dati del responsabile della sua messa in funzione, installatore e/o manutentore, per la sua
        reperibilità.
     2. il tipo di chiusura (scorrevole, battente….) ed il modello e numero di serie dell'automazione.
     3. l'anno di installazione (inteso come messa in servizio )
     4. le caratteristiche della chiusura, quali il peso delle ante e le dimensioni.
     5. la marcatura CE.

          Compilare i dati della targhetta dell'automazione:


              Responsabilie della messa in funzione:

              Indirizzo installatore:

              Tel:

              Modello automazione:

              Numero di serie:

              Anno d'installazione:

              Dimensioni (LxH):

              Peso parti mobili:




                                                        ATTENZIONE!
                                                         CANCELLO
                                                        AUTOMATICO
                                                          DITTA INSTALLATRICE:




                                                 R
                                                          Modello automazione:
                                                          Numero di serie:
                                                          Anno d'installazione:
                                                          Dimensioni (LxH):
                              AUTOMAZIONI                 Peso anta (Kg):




20
                        FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

Verbale collaudo finale
Compilare il verbale di collaudo finale: inserire i dati e la firma richiesta

N. fase  Descrizione della fase                                                           N/R     OK    OPZ
1        Controllo visivo
2        Controllo ruote scorrimento
3        Controllo rulli di guida
4        Controllo cerniere
5        Controllo cremagliera
6        Controllo protezione al cesoiamento
7        Controllo di protezione allo schiacciamento
8        Controllo protezione al convogliamento
9        Controllo stabilità ante
10       Controllo intervento fotocellule
11       Controllo intervento coste sensibili
12       Controllo intervento limitatore di coppia
13       Controllo lampeggiante
14       Controllo prelampeggio
15       Controllo funzionamento comandi
16       Controllo ricevente radio
17       Controllo programmazione radiocomandi
18       Controllo collegamento antenna
19       Controllo posizione segnaletica
20       Controllo continuità del circuito di protezione equipotenziale
21       Prova di resistenza all'isolamento
22       Prova di tensione
23       Richieste del committente verificate in base al foglio di ordinazione
24       Ritocchi di vernice eseguiti
25       Condotte di alimentazione eseguite a regola d'arte
26       Verifica presenza rumori anomali e loro eliminazione
27       Movimentazione regolare
28       Impianto contrassegnato con targa installatore
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
N/R = non richiesto;     OK = fatto;    OPZ = opzionale

Data del collaudo           Firma dell'installatore                             Firma del Committente




                                                                                                              21
                             FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

     Verbale collaudo finale

     UTILIZZATORE            [] Verbale di collaudo                     [] Manuale di manutenzione
     o chi ne fa le veci     [] Dichiarazione CE di Conformità          [] Registro di manutenzione
     Documenti forniti       [] Manuale di istruzione ed avvertimenti
     Data del collaudo       Firma dell'installatore                    Firma dell’utilizzatore


     COMMITTENTE             [] Verbale di collaudo                     [] Manuale di manutenzione
     o chi ne fa le veci     [] Dichiarazione CE di Conformità          [] Registro di manutenzione
     Documenti forniti       [] Manuale di istruzione ed avvertimenti
     Data del collaudo       Firma dell'installatore                    Firma del Committente



     Lista dei manuali

          Compilare la lista dei manuali ed archiviare la prima pagina di ciascun manuale.

     N.°                              Titolo del manuale                                Edizione/data
     1
     2
     3
     4
     5
     6
     7
     8
     9
     10




22
                   FASCICOLO TECNICO (Fac simile)

     Registro di manutenzione
     Compilare il Registro di Manutenzione

N.      DATA INTERVENTO                                                                                 O P S            Firma
               (installazione, avviamento, regolazioni, verifica delle sicurezze, sostituzioni, ecc.)           Installatore   Cliente
1



2



3



4



5



6



7



8



9



10



11



12



O = ordinaria; P = programmata; S = straordinaria.




                                                                                                                                         23
                                        INFORMAZIONI PER L’INSTALLATORE
     BASSA TENSIONE, UNA SOLUZIONE DI ALTA TECNOLOGIA.
     Sicurezza Totale: l’impiego di motori in bassa tensione, alimentati a 12 V. c.c., elimina qualsiasi rischio di scariche elettriche o di
     accidentale elettrificazione della struttura.

     Funzione Anti Black out: l’innovazione è ottenuta con l’impiego di motori alimentati in bassa tensione (12 Volt) con batteria tam-
     pone. Un dispositivo elettronico assicura la perfetta ricarica della batteria ed il funzionamento immediato in caso di mancanza della
     tensione di rete (230 Volt).

     Frenatura intelligente: uno speciale dispositivo elettronico controlla la frenatura ed il rallentamento della porta o del cancello prima
     del suo arresto, per assicurare un funzionamento perfetto anche nella fase di chiusura.

     Frizione elettronica: se nel raggio d’azione del movimento della automazione si interpone un qualsiasi ostacolo, un dispositivo elet-
     tronico blocca l’automazione al primo accenno di attrito anomalo e ne inverte o arresta il moto.

     CONTENUTO DELL’IMBALLO
     Gli attuatori non richiedono precauzioni particolari nel trasporto.
     L’imballo è costituito da una scatola di cartone e il materiale deve essere immagazzinato in un luogo asciutto al riparo dalle intem-
     perie.
     All’atto d’acquisto assicurarsi che il prodotto sia provvisto di targa con le caratteristiche tecniche. Nel caso in cui tale targa non fosse
     presente, avvertire immediatamente il costruttore e/o il rivenditore.
     Gli apparecchi sprovvisti di targhetta non devono assolutamente essere usati, pena la decadenza di ogni responsabilità da parte del
     costruttore. Prodotti sprovvisti di targhetta devono essere ritenuti anonimi e potenzialmente pericolosi.
       AVVERTENZE PER L'INSTALLATORE
     - Leggere attentamente le avvertenze contenute nel presente documento in quanto forniscono importanti indicazioni riguardanti la
       sicurezza di installazione, d'uso e di manutenzione.
     - Dopo aver tolto l'imballaggio assicurarsi dell'integrità dell'apparecchio. Gli elementi dell'imballaggio (sacchetti di plastica, polistiro-
       lo espanso, ecc.) non devono essere lasciati alla portata dei bambini in quanto potenziali fonti di pericolo. L'esecuzione del-
       l'impianto deve essere rispondente alle norme CEI vigenti.
     - È necessario prevedere a monte dell'alimentazione un appropriato interruttore di tipo bipolare con separazione tra i contatti di
       almeno 3mm.
     - Prima di collegare l'apparecchio accertarsi che i dati di targa siano rispondenti a quelli della rete di distribuzione.
     - Questo apparecchio dovrà essere destinato solo all'uso per il quale è stato espressamente concepito, e cioè per sistemi di cito-
       fonia. Ogni altro uso è da considerarsi improprio e quindi pericoloso. Il costruttore non può essere considerato responsabile per
       eventuali danni derivanti da usi impropri, erronei ed irragionevoli.
     - Prima di effettuare qualsiasi operazione di pulizia o di manutenzione, disinserire l'apparecchio dalla rete di alimentazione elettrica, spe-
       gnendo l'interruttore dell'impianto.
     - In caso di guasto e/o di cattivo funzionamento dell'apparecchio, togliere l'alimentazione mediante l'interruttore e non manometter-
       lo. Per l'eventuale riparazione rivolgersi solamente ad un centro di assistenza tecnica autorizzato dal costruttore. Il mancato ri-
       spetto di quanto sopra può compromettere la sicurezza dell'apparecchio.
     - Non ostruire le aperture o fessure di ventilazione o di smaltimento calore e non esporre l’apparecchio a stillicidio o spruzzi d’acqua.
     - L'installatore deve assicurarsi che le informazioni per l'utente siano presenti sugli apparecchi derivati.
     - Tutti gli apparecchi costituenti l'impianto devono essere destinati esclusivamente all'uso per cui sono stati concepiti.
     - Questo documento dovrà sempre rimanere allegato alla documentazione dell'impianto.

     Direttiva 2002/96/CE (WEEE, RAEE).
     Il simbolo del cestino barrato riportato sull’apparecchio indica che il prodotto, alla fine della propria vita utile, dovendo essere tratta-
     to separatamente dai rifiuti domestici, deve essere conferito in un centro di raccolta differenziata per apparecchiature elettriche ed
     elettroniche oppure riconsegnato al rivenditore al momento dell’acquisto di una nuova apparecchiatura equivalente.

     L’utente è responsabile del conferimento dell’apparecchio a fine vita alle appropriate strutture di raccolta. L’adeguata raccolta diffe-
     renziata per l’avvio successivo dell’apparecchio dismesso al riciclaggio, al trattamento e allo smaltimento ambientalmente compati-
     bile contribuisce ad evitare possibili effetti negativi sull’ambiente e sulla salute e favorisce il riciclo dei materiali di cui è composto il
     prodotto. Per informazioni più dettagliate inerenti i sistemi di raccolta disponibili, rivolgersi al servizio locale di smaltimento rifiuti, o
     al negozio in cui è stato effettuato l’acquisto.

     Rischi legati alle sostanze considerate pericolose (WEEE).
     Secondo la nuova Direttiva WEEE sostanze che da tempo sono utilizzate comunemente su apparecchi elettrici ed elettronici sono
     considerate sostanze pericolose per le persone e l’ambiente. L’adeguata raccolta differenziata per l’avvio successivo dell’apparec-
     chio dismesso al riciclaggio, al trattamento e allo smaltimento ambientalmente compatibile contribuisce ad evitare possibili effetti
     negativi sull’ambiente e sulla salute e favorisce il riciclo dei materiali di cui è composto il prodotto.




24
                                 INFORMAZIONI PER L’INSTALLATORE

 Tabella diagnosi di possibili inconvenienti (per automazioni serie EA-EI-ZA-ZI e EB)
 Possibili inconvenienti                    Cause                                          Rimedi
 L'automazione non funziona                 Alimentazione di rete assente                  Controllare l'interruttore
                                            Fusibili di alimentazione bruciati             Sostituire i fusibili bruciati con
                                                                                           altri dello stesso valore.
                                            Comandi inefficaci                             Controllare i radiocomandi e
                                                                                           selettori.
                                            Batteria difettosa                             Controllo lo stato batteria con il
                                                                                           lampeggiante.
                                            Le fotocellule o il                            Controllare il funzionamento
                                            dispositivo di sicurezza si attivano.          o l'allineamento delle fotocellule o
                                                                                           del dispositivo di sicurezza.
 Il radiocomando non funziona               I codici tra radiocomando e ricevitore         Eseguire la procedura di
                                            sono errati                                    acquisizione del codice radio.
                                            Batteria scarica                               Sostituire la batteria.
                                            Ricevitore difettoso                           Verificare nel morsetto (+, -)
                                                                                           la tensione di circa 8,6V.
 Il lampeggiante non funziona               Lampadina bruciata                             Sostituire la lampadina
                                                                                           oppure rimane sempre acceso.
                                                                                           ( 5 W E14 14 V)
                                            Scheda danneggiata                             Sostituire la scheda elettronica.
 L'automazione non apre ma                  Sono invertiti i cavi di                       Invertire la morsettiera
 chiude                                     collegamento dei motori                        del quadro elettronico oppure la
                                                                                           polarità dei cavi di alimentazione
                                                                                           dei motori.
 L'automazione non si chiude                Le fotocellule o il                            Controllare il funzionamento e
                                            dispositivo di sicurezza si attivano.          l'allineamento delle fotocellule
                                                                                           o del dispositivo di sicurezza.
 L'automazione inizia il moto               La frizione elettronica è impostata ad         Diminuire il livello di
 ma poi inverte il senso di marcia          un livello di sensibilità troppo elevato       sensibilità della frizione.
                                            Encoder difettoso.                             Sostituire la scheda
                                                                                           Encoder (R311).
 Il cancello si muove a scatti              Installazione non corretta della               Rispettare lo spazio di
 (per scorrevoli)                           cremagliera                                    2 mm tra pignone e la
                                                                                           cremagliera.

- Per la tabella diagnosi di possibili inconvenienti, per l’automazione scorrevole, vedere pag. 46.

- Per la tabella diagnosi di possibili inconvenienti, per i basculanti serie ZN, vedere pag. 83.




                                                                                                                                  25
                                                     CENTRALINE SERIE EC

                                     CENTRALINE ELETTRONICHE DI COMANDO
                                                                  serie EC
     PRESENTAZIONE
     Centralina elettronica di comando automazioni con box di materiale plastico da esterno
     parete, da incasso o fissaggio a muro con apposita staffa, fornita di serie.
     Disponibile nelle versioni completa di pulsantiera oppure senza pulsantiera.
     Con scheda elettronica senza ricevitore radio da abbinare ai lampeggianti serie EL.
     Tutti i box sono predisposti per l'alloggiamento della batteria tampone art. ZBA1 (opzionale).

         Articolo senza            Scheda di
             ricevitore            comando              Pulsantiera
                                  1 o 2 motori
             EC31                      SI                    SI
             EC33                      SI                    NO



                                      DIMENSIONI D' INGOMBRO
                                             Mod. EC


                                                                          mm




                                                                                      mm
                             mm




                                                                  mm
                                          mm
                                                                                 Fig. 1/EC

     INSTALLAZIONE MECCANICA
     Per una perfetta installazione è consigliabile fissare il box in materiale plastico della centralina in un luogo sicuro e al riparo dagli
     agenti atmosferici. È opportuno installare le centraline con pulsantiera in luoghi non accessibili ai bambini.
     Il box in materiale plastico può essere installato da esterno parete o da incasso. Nelle installazioni da incasso la cornice del box
     dovrà appoggiarsi alla superficie del muro per assicurare la perfetta apertura della porta della centralina (vedi Fig. 2A/EC).
     Utilizzare la staffa fornita di serie per installare la centralina da esterno parete.
     Per fissare la centralina alla staffa si dovrà aprire la centralina, togliere il supporto plastico sul quale è fissata la scheda (vedi Fig.
     2B/EC), inserire il box sulla staffa e fissarlo tramite la vite fornita con la staffa.
       DIMENSIONI FORO PARETE PER
           INCASSO CENTRALINA
          250
          237




                       185
                                           0
                                         12




                                                                                                                                Fig. 2B/EC
                                                                                  Fig. 2A/EC

26
                                    CENTRALINE SERIE EC
INSTALLAZIONE ELETTRICA
Il box di comando è alimentato a 230V c.a., ed è protetto in ingresso con fusibile
di 4A. Tutti i carichi ed i comandi sono alimentati in 12V c.c. tramite un trasforma-
tore di sicurezza in doppio isolamento (EN61558) e sono protetti con un fusibile di
3,15A (F2).
- La posa in opera, i collegamento elettrici e le regolazioni devono essere effet-
   tuati a “Regola d’arte”. Assicurarsi che i dati di targa siano rispondenti a quelli                                                              B
   della rete elettrica e accertarsi che la sezione dei cavi di collegamento sia
   idonea ai carichi applicati.
- Prevedere sulla rete di alimentazione una protezione per sovratensioni, un inter-
   ruttore/sezionatore e/o differenziale adeguati al prodotto e in conformità alle nor-
   mative vigenti.
Il circuito elettrico a bassa tensione e le strutture metalliche ad esso connesse
NON DEVONO ESSERE COLLEGATE A TERRA in quanto si tratta di alimen-
tazione SELV. (Vedi noma IEC 60364-4-41 standard, parte 411.1.4.1).

Cablaggio
Consigliamo l'uso del cavo Elvox Art. ZX23 o ZX67 per il cablaggio del motore e
dell'encoder:
A. Due conduttori, rosso e nero, per il motore (morsetti "APM1"-"CHM1" o                    B- Viti da svitare per accedere alla
     "APM2"-"CHM2").                                                                        morsettiera di collegamento 230V c.a.
B. Un conduttore, marrone, per il positivo dell’alimentazione encoder (morsetto
     "+ENC").                                                                                                                      Fig. 3/EC
C. Un conduttore, blu, per il negativo dell’alimentazione encoder (morsetto "-
     ENC").
D. Un conduttore, bianco, per il segnale dell’ encoder (morsetti "ENC 1" - "ENC
     2").                                                                                                       Fusibile 4A
In alternativa al cavo Elvox cod. ZX23 o ZX67, utilizzare i seguenti tre cavi (vedi
Fig. 4/EC): due conduttori con sezione minima 2,5 mm2 (A) per il collegamento dei              Non utilizzato                  Non utilizzato
motori e tre conduttori con sezione minima 0,5 mm2 (B-C-D) per il collegamento
dell'encoder.
Per cablaggi con lunghezza superiore a 15 metri usare i conduttori A (rosso-nero)
di sezione 2x4 mm2, e B,C,D (marrone. blu, bianco) di sezione 3x1 mm2                                                            Fig. 3A/EC

Svitare le viti B di Fig. 3/EC e collegare ai morsetti di Fig.3A/EC i conduttori di linea
230 V.                                                                                      Coll. motori                  Coll. encoder
                                                                                            2 x 2,5 mm2                       3 x 0,5 mm2
SCHEDA ELETTRONICA SERIE ZC
Regolazione della scheda elettronica di comando                                                A     A                         B      C         D
La scheda elettronica è stata realizzata con elevati standard qualitativi e adotta un
sistema di cablaggio con morsettiere estraibili, permettendo di separare l’alta ten-
sione in modo facile e sicuro. Grazie ad un microprocessore, la scheda ha le
seguenti caratteristiche:
- sicurezza totale,
- frizione elettronica,
- frenatura intelligente,
- anti blak out,
- lampeggio intelligente,                                                                                                            Fig. 4/EC
- autoapprendimento dell’apertura,
- autoapprendimento del codice radiocomando (40 codici 1° e 3° canale e 20, 2°
   e 4° canale)

Specifiche di progetto e dettagli di funzionamento generale
Le automazioni ELVOX sono alimentate in bassa tensione a 12V c.c. Il controllo del movimento del cancello è gestito con un
ENCODER installato in ogni motorizzazione. L’intero sistema è conforme alle prescrizioni delle Direttive sulla compatibilità elettro-
magnetica e la marcatura CE. Il funzionamento dell’automazione è selezionabile con microinterruttori.
In particolare, è possibile cambiare i tempi di apertura e chiusura di ciascuna anta del cancello e la loro sincronizzazione.
Per garantire il massimo livello di sicurezza, la frizione elettronica antischiacciamento è gestita dal microprocessore con 4 soglie di
sensibilità ed è in grado di bloccare il movimento anche nel caso di convogliamento non rilevato dai sistemi di protezione (fotocel-
lule, costa pneumatica, ecc.).
Due microinterruttori permettono di regolare il tempo di rallentamento e di frenatura.
Nella scheda di comando è già alloggiato un relè per il controllo della seconda automazione, che potrà essere collegata successi-
vamente. Un circuito caricabatterie a bordo della scheda mantiene la batteria sempre pronta all’uso.

Funzionamento del lampeggiante
Il funzionamento del lampeggiante è gestito dal microprocessore, con i seguenti criteri:
- prelampeggio di 1,5 s in apertura,
- lampeggio normale con cancello in movimento,
- prelampeggio di 3 s in chiusura,
- sempre acceso, quando il cancello è aperto ed è inserita la chiusura automatica,
- sempre spento, quando il cancello è chiuso oppure è aperto e non è inserita la chiusura automatica.

A cancello aperto, un lampeggio avverte che è stato attivato un dispositivo di protezione (fotocellule, costa pneumatica, ecc) e, di
conseguenza, ci sono oggetti o persone in situazione di pericolo perchè situati all’interno del raggio d’azione dell’automazione.


                                                                                                                                                        27
                                                                                                                                   CENTRALINE SERIE EC
                                                                                                                                                                                                                   F1-                                                           Fusibile motori 16A




                                                                                                            ALIMENTAZIONE V C.A.
                                                                                                                                   DAL TRASFORMATORE
                                                                                                                                                                                                                   F2-                                                           Fusibile accessori 3,15A




                                                                                                                                                           ES. FOTOCELLULE
                                                                              ALIMENTAZIONE




                                                                                                                                                           ALIMENTAZIONE
                                                                                                                                                           ACCESSORI
                                                                                              BATTERIA
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Pulsante per la memorizzazio-
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              ne del codice radio
                                                                                                                                                                                                  LED ON


                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Dip Switch ad 1 via per la
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              memorizzazione del codice
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              radio e i tempi di lavoro.




                                                                                                                                                       F2
     Ponticello reset


                                                                                                                                                                             F1




                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           Fig. 6/EC
                                                                                                                                   +                     -                   +     -
                                                                                                                                                                    SIG. 1




                                                                                                                                                                                               SIG. 2




                                                                                                                                                       ENC                       ENC
                                                                                                                                                        M1                        M2
                                                                                                                                                                                                                                                                                        COMUNE 1




                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              RICEVITORE
                                                                                                                                                                                                        COMUNE 1




                                                                                                                                                                                                                                                                                                   N.C. STOP
                                                                                                                                                                                                                                                                                                               N.C. FOTOCELLULA
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             STOP PARZIALE
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  “FOTOCELLULA IN APERTURA”
                                                                                                                                                                                                                   N.A. APRE/CHIUDE
                                                                                                                                                                                                                                      N.A. APRE CARRAIO
                                                                                                                                                                                                                                                          N.A. APRE PEDONALE
                                                                                                                                                                                                                                                                               CHIUDE
                                                                    APERTO MAX 2 W 12V
                                                                                                                COMUNE 2

                                                                                                   DI CORTESIA MAX 5W 12V
                           MOTORE 1


                                      MOTORE 2




                                                                                                                                                       ENCODER M1




                                                                                                                                                                                  ENCODER M2
                                                 ELETTROSERRATURA


                                                                     SECONDO CANALE




                                                                                                   LAMPEGGIANTE O LUCE
                                                                     CONTATTO N.A.

                                                                    SPIA CANCELLO




                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              CAVO




     DESCRIZIONE MORSETTI DELLA CENTRALINA
                    - Morsetto N.1 APM1, morsetto N.2 CHM1. Morsetti per l’alimentazione del motore N.1, che in apertura apre per primo.

                    - Morsetto N.3 APM2, morsetto N.4 CHM2. Morsetti per l’alimentazione del motore N.2, che in chiusura chiude per primo.

                    - Morsetto N.5 SERR, morsetto N.9 COM2. Morsetti per il comando dell’elettroserratura a 12Vc.c.

                    - Morsetto N. 6 2CAN, morsetto N. 7 2CAN. Morsetti con contatto N.A. da 10 A 250 Volt. Il contatto N.A. è controllato dal
                      secondo e il quarto canale del radiocomando.

                    - Morsetto N. 8 SPAP, morsetto N. 9 COM2. Morsetti per lampada a 14 V c.c. max 2W, che resta accesa per tutto il
                      tempo in cui il cancello è aperto.

                    - Morsetto N.10 LAMP, morsetto N.9 COM2. Morsetti per il lampeggiante o per la luce di cortesia a 12V. c.c. max 5W.


                    - +ENC morsetto N.11, - ENC morsetto N.12. Morsetti di alimentazione dell’encoder del motore N. 1.

                    - Morsetto N. 13 ENC1. Segnale relativo all’encoder del Motore N. 1

                    - Morsetto N.14 +ENC, morsetto N.15 -ENC. Morsetti di alimentazione dell’encoder relativo del motore N.2

                    - Morsetto N. 16 ENC2. Segnale dell’encoder del Motore N. 2


28
                                                 CENTRALINE SERIE EC

               - Morsetto N.18 APCH, morsetto N. 17 COM1. Contatto N.A. (normalmente aperto). Il contatto chiuso sul COM1
                 esegue: con il dip N.10 in OFF, un impulso Apre un impulso Chiude; con il dip N.10 in On , un impulso Apre un
                 impulso Stop, un impulso Chiude.

               - Morsetto N.19 ACAR, morsetto N.17 COM1. Contatto N.A (normalmente aperto). Il contatto chiuso sul COM1 apre
                 entrambe le ante.

               - Morsetto N.20 APED, morsetto N.17 COM1. Contatto N.A. (normalmente aperto). Il contatto chiuso sul COM1 apre
                 solamente un’anta per automazioni a due ante e apre il cancello del 30% per automazioni scorrevoli ad un motore.

               - Morsetto N. 21 CHIU, morsetto N. 17 COM1. Contatto N.A. (normalmente aperto), il contatto chiuso sul COM1 chiude il
                 cancello.

               - Morsetto N. 23 STOP, morsetto N. 22 COM1. Contatto N.C. (normalmente chiuso). L'apertura del contatto blocca
                 l’automazione e disabilita il tempo di chiusura automatico.

               - Morsetto N. 24 FCEL, morsetto N. 22 COM1. Contatto fotocellule N.C. (normalmente chiuso). L'apertura del contat-
                 to blocca l’automazione e inverte la marcia. Se la chiusura automatica è inserita questa non viene disabilitata.

               - Morsetto N. 25 ST.PA., morsetto N. 22 COM1 È attivo solo con cancello in fase di apertura. L'apertura del contatto
                 blocca immediatamente il moto. Appena il contatto di sicurezza è ripristinato il cancello continua la manovra di aper-
                 tura senza disabilitare la chiusura automatica nel caso essa sia inserita.


               - Morsetto N. 26 GND, morsetto N. 27 SIG. Segnale dell’antenna.
                 (-,+) Morsetti per il collegamento del ricevitore, cavo 2x0,5 mm2.

               - Morsetto N. 28 +BAT. Morsetto positivo di collegamento della batteria.

               - Morsetto N. 29 -BAT. Morsetto negativo di collegamento della batteria.

               - Morsetto N. 30 VAC ˜. Morsetto per il collegamento del cavo di bassa tensione proveniente dal trasformatore.

               - Morsetto N. 31 VAC ˜. Morsetto per il collegamento del cavo di bassa tensione proveniente dal trasformatore.

               - Morsetto N.32 +12V. Morsetto positivo per l’alimentazione degli accessori quali Fotocellule ecc.. La portata massi-
                 ma è di 0,5 A.

               - Morsetto N.33 -12V. Morsetto negativo per l’alimentazione degli accessori quali Fotocellule ecc...

Per attivare l’intervento delle fotocellule sia in apertura sia in chiusura, inserire il collegamento del contatto N.C. delle fotocellule tra
COM1 morsetto N.22 e FCEL morsetto N. 24 ed inserire un ponticello tra il morsetto N. 24 ed il morsetto N. 25.



DIAGNOSI DEL CABLAGGIO DELL’IMPIANTO:
Il quadro elettronico è gestito da un’unità a microprocessore ed è dotato di diagnosi visiva a Led per controllare lo stato degli ingres-
si e delle uscite della centralina.
1. Il Led rosso ON (Fig. 6/EC), posizionato nella parte superiore della scheda, indica la presenza della tensione di rete, e quindi,
    deve essere sempre acceso.
2. I led verdi, posizionati sopra alla morsettiera, nella parte inferiore destra della scheda, indicano gli ingressi N.C. (normalmente
    chiuso come fotocellule, fotocellula in apertura, Stop.....) e devono quindi essere accesi.
3. I led rossi posizionati sopra alla morsettiera, nella parte inferiore destra della sche-
   da indicano gli ingressi normalmente aperti e devono essere spenti. Si accendono
   solo nel momento in cui si aziona il comando corrispondente.
4. Il lampeggiante indica lo stato di carica della batteria: il lampeggio normale, in fase
   di apertura e chiusura, indica che la batteria è carica; se ogni tre lampeggi si ferma
   indica che la batteria si sta scaricando.

Nelle versioni dotate di pulsantiera, il comando di STOP si trova già predisposto con
ponticello sulla morsettiera della scheda della pulsantiera (A di fig. 8/EC).                                                   Fig. 8/EC


Gli eventuali pulsanti ausiliari di STOP dovranno essere collegati in serie al morset-
to, eliminando il ponticello (fig. 9/EC). I pulsanti ausiliari di STOP dovranno essere
pulsanti normalmente chiusi.

Il morsetto contrassegnato con AP/CH è utilizzabile per il controllo di una eventuale
seconda automazione. In tal caso collegare rispettivamente i morsetti "COM1" e
"AP/CH" ai morsetti n°17 e n°18 della seconda scheda automazione.                                                               Fig. 9/EC

                                                                                                                                                29
                                                                       CENTRALINE SERIE EC
     Regolazione della scheda elettronica di comando (Microprocessore V.1.26)


                                                                     SW1



     Dip 1 e Dip 2: Sensibilità frizione elettronica (4 livelli)

      Livello Sens.     Dip 1   Dip 2 Potenza               Frizione         Cancelli               Dip N. Funzione del Dip     Inserito ON                        Inserito OFF
                                                                                                    7      Chiusura             Chiusura Automatica Inserita       Chiusura Automatica non
      1                 OFF     OFF       Minima            Massima       Leggeri                          Automatica                                              inserita
      2                 ON      OFF       Media-minina      Media-massima
      3                 OFF     ON        Media-massima     Media-minina                            8      Funzione             Accetta solo il comando Apre       Funzionamento normale
      4                 ON      ON        Massima           Minima        Pesanti                          Passo Passo          sino ad apertura totale, in        come da settaggio Dip 10
                                                                                                           (condominiale)       chiusura con un nuovo comando
                                                                                                                                inverte la marcia della corsa
     Dip 3 e Dip 4 ritardo ante 4 livelli (riferiti all’Apre totale memorizzato dall’encoder)
                                                                                                    9      Colpo D’ Ariete      Con impulso di Apertura l’anta       Con impulso di Apertura
      Livello ritardo     Dip 3      Dip 4     Ritardo           % R. Ap.       % R. Ch.                                        M1 chiude per 1,5 Sec. per lo        esegue il comando
                                                                                                                                sgancio dell’elettroserratura
                                                                                                                                per poi eseguire l’apertura.
      1                   OFF        OFF       Minimo         2,34                 4,7                                          In fase di chiusura la tensione nel-
      2                   OFF        ON        Medio-minino   4,7                  9,4                                          la seconda anta dopo la chiusura
      3                   ON         OFF       Medio-massimo  9,4                 18,8                                          della prima, aumenta per chiudere
      4                   ON         ON        Massimo       18,8                 37,5                                          l’elettroserratura.

                                                                                                    10     Apre/Stop/Chiude     Un impulso Apre, un impulso        Un impulso Apre
     Dip 5 e 6 Inizio rallentamento 4 livelli (riferito all’Apre totale memorizzato dall’encoder)          Apre/Chiude          Stop e uno Chiude                  Un impulso Chiude
      Livello rallentamento       Dip 5      Dip 6    % Apertura Rallentamento
                                                                                                    11     Funzionamento ad     Funzionamento a 2 Motori           Funzionamento 1 motore
                                                                                                           1 o 2 Motori
      1                            OFF       OFF         100%          Nullo (massima velocità)
      2                            OFF       ON           85%          Minimo                       12     Luce di cortesia o   Si inserisce il funzionamento luce Si inserisce il
      3                            ON        OFF          50%          Medio                               Lampeggiante         di cortesia temporizzata a 2,5 min. funzionamento
      4                            ON        ON            0%          Massimo (tutta la corsa)            (segnalazione        dall’ultima manovra eseguita        Lampeggiante
                                                                                                           batteria scarica)

     ESEMPIO DI REGOLAZIONE DEI PARAMETRI
     Automazione Attuatore Interrato EI20 (ZI26) - ZI27
     Parametro                                     Dip 1 Dip 2 Dip 3                      Dip 4      Dip 5        Dip 6
     Sensibilità Frizione elettronica              ON     ON   ———                        ———        ———          ———
     Ritardi Ante                                  ——— ———- OFF                            ON        ———          ———
     Inizio Rallentamento                          ——— ———- ———                           ———        OFF          ON

     DIP12 - OFF                Inserito come uscita Lampeggiante Intelligente
     DIP11 - ON                 Inserito come funzionamento 2 Motori

      Automazione Attuatore esterno EA25 - EA50 - ZA30
     Parametro                        Dip 1 Dip 2     Dip 3       Dip 4                              Dip 5        Dip 6
     Sensibilità Frizione elettronica OFF       ON    ——— ———                                        ———          ———
     Ritardi Ante                     ——— ———- OFF                 ON                                ———          ———
     Inizio Rallentamento             ——— ———- ——— ———                                               OFF          ON
      DIP12 - OFF        Inserito come uscita Lampeggiante Intelligente
      DIP11 - ON         Inserito come funzionamento 2 Motori

      Automazione per barriere stradali serie ZBR - ZBN
     Parametro                        Dip 1 Dip 2     Dip 3     Dip 4    Dip 5      Dip 6
     Sensibilità Frizione elettronica ON      OFF     ——— ——— ——— ———
     Ritardi Ante                     ——— ———- OFF              OFF      ——— ———
     Inizio Rallentamento             ——— ———- ——— ———                    OFF       ON
      DIP 3 - DIP 4 Non attivi (Microprocessore V.126/SF versione senza sfasamento)
      DIP12 - OFF Inserito come uscita Lampeggiante Intelligente
      DIP11 - OFF Inserito come funzionamento 1 Motore
      N.B. Essendo utilizzato un solo motore i cavi di collegamento del motoriduttore vanno inseriti sui morsetti MOT 1 e l’ingresso del-
      l’encoder su ENC 1

     Automazione per anta Basculante EB10
     Parametro                        Dip 1 Dip 2 Dip 3                                    Dip 4        Dip 5     Dip 6
     Sensibilità Frizione elettronica ON    OFF   ———                                      ———          ———       ———
     Ritardi Ante                     ——— ———- OFF                                         OFF          ———       ———
     Inizio Rallentamento             ——— ———- ———                                         ———          OFF       OFF
     DIP12 - ON Inserito come uscita Luce di Cortesia Temporizzata 2,5 Min. dall’ultima manovra
     DIP11 - OFF Inserito come funzionamento 1 Motore
     N.B. Essendo utilizzato un solo motore i cavi di collegamento del motoriduttore vanno inseriti sui morsetti MOT 1 e l’ingresso del-
     l’encoder su ENC 1

30
                                                CENTRALINE SERIE EC

PROGRAMMAZIONE DEL RADIOCOMANDO
(Programmazione del 1° - 2° - 3° - 4° canale)

Le schede Art. ZC24 sono senza ricevitore radio. Il ricevitore si trova all’interno del
lampeggiante o dell’antenna (serie EL). Per programmare il codice radio bisogna col-
legare la ricevente del lampeggiante o un antenna.

PROGRAMMAZIONE DEL 1° E 2° CANALE
1. Inserire in "MEMO" il JMP1 della centralina di comando Elvox, si accenderà il                             Fig. 10A/EC
   lampeggiante dopo circa 1 sec.
2. Aprire il coperchio e disporre i contatti del dip switch a piacimento (Fig. 10A/EC
   e Fig. 10B/EC).
3. Mantenere premuto il pulsante PS1 della centralina di comando e contempora-
   neamente premere il pulsante del radiocomando finchè il lampeggiante si sarà
   spento e successivamente riacceso; il codice è stato ora memorizzato.
   I pulsanti sinistri del radiocomando (1° e 3° canale) attivano direttamente l’au-
   tomazione. I pulsanti destri (2° e 4° canale) attivano il relè del 2 canale (morset-
   to 6 - 7 della scheda elettronica).
4. Rilasciare il pulsante del radiocomando.
5. Rilasciare il pulsante PS1.
6. Nel caso in cui si voglia attivare i restanti pulsanti ripetere l'operazione dal punto                  Fig. 10B/EC
   2. Questa procedura andrà effettuata per ogni pulsante.
7. Riporre in "OFF" il JMP1 della centralina di comando Elvox.
                                                                                                            Inserire JMP1
SOSTITUZIONE DELLA BATTERIA DEL RADIOCOMANDO                                                                in    "MEMO"
Aprire il coperchio. Sostituire la batteria assicurandosi che i contatti del portabatteria                  per cancellare
siano puliti. Utilizzare batterie del tipo 23A, 12V c.c.                                                    i codici radio.

                                                                                                               Fig. 11/EC
CANCELLAZIONE DEI CODICI RADIO
                                                                                                            Fig. 12/EC
1. Spostare il ponticello JMP1 in posizione "MEMO" (Fig. 11/EC).
2. Spostare in OFF tutti i 12 dipswitch della centralina (avendo prima l'accortezza di
   annotare in un foglio di carta la loro posizione iniziale, Fig. 12/EC).
3. Premere il pulsante PS1 e, tenendolo premuto, effettuare un reset cortocircuitan-
   do, per un istante, il connettore RESET (come illustato in Fig. 13/EC).
4. Il lampeggiante funzionerà per circa 10 secondi, durante i quali è necessario
   mantenere premuto il pulsante PS1.
5. Allo scadere dei 10 secondi tutti i codici memorizzati saranno cancellati e il lam-
   peggiante si spegne.
6. Rilasciare il pulsante PS1, posizionare in OFF JMP1 (Fig. 14/EC) e riposizionare
   i DIP SWITCH della scheda elettronica nella loro posizione iniziale.

Dopo aver eseguito queste operazioni è possibile memorizzare i nuovi codici radio
                                                                                             Fig. 13/EC
disponendo i contatti del DIP SWITCH del radiocomando a piacimento.

                                                                                                            Inserire      il
                                                                                                            JMP1 in "OFF"
                                                                                                            dopo aver ese-
                                                                                                            guito la can-
                                                                                                            cellazione dei
                                                                                                            codici radio.

                                                                                                          Fig. 14/EC




                                                                                                                               31
                                    CENTRALINE ELETTRONICHE SERIE EC

     MEMORIZZAZIONE DEI TEMPI DI LAVORO
     Battuta Apertura e chiusura + Tempo chiusura automatica

     serie EC
     Prima di eseguire l'operazione di memorizzazione dell’apertura lasciare le ante aperte con piccolo sfasamento tra l'anta 2 e l'anta 1. Lo
     sfasamento dovrà essere effettuato sbloccando manualmente i motori, con le ante in posizione come da Fig. 15/EC (per lo sblocco vedere
     le istruzioni relative all'attuatore utilizzato).




                                                                     Fermobattuta

                                                  M1         ANTA 1            ANTA 2             M2



                                                        Ante sfasate con ritardo tra M1 e M2
                                                                                            Fig. 15/EC



     In chiusura ed apertura è consigliabile inserire sulla battuta del cancello un tappo di plastica dello spessore di 2-3 cm, per ridurre
     l’impatto dell’anta sul fermo.

     1. Spostare il JMP 1 in posizione programmazione "MEMO". In tale posizione il lampeggiante si accende.
     2. Premere il pulsante Apre/Chiude o il pulsante radiocomando e verificare che le ante si muovano in chiusura. Se una delle ante
        invece di chiudere si apre, bloccare la programmazione e invertire i cavi di collegamento del motore.
     3. Dopo due secondi dalla chiusura le ante inizieranno la manovra di apertura. Attendere l’apertura completa.
     4. Da quando i motori si sono fermati in Apre Totale inizia la memorizzazione del tempo di chiusura automatica. Trascorso il tempo
        desiderato, ripremere il pulsante Apre/Chiude o il pulsante del radiocomando ed attendere la chiusura completa (la chiusura au-
        tomatica può essere abilitata con il DIP 7, ON = inserita).
     5. Spostare in "OFF" il JMP1. Il lampeggiante si spegne. La programmazione è terminata .
     6. In fase di programmazione se il cancello è pesante accompagnarlo manualmente, per tutta la corsa, senza attraversare la foto-
        cellula.
     7. Il cancello è programmato per fermarsi automaticamente alcuni centimentri prima dell’apertura completa, per evitare l’impatto
        dell’anta sul fermo.




     Barriere serie ZBR - ZBN
     1. Bloccare il motore con la sbarra leggermente aperta.
     2. Spostare il JMP 1 in posizione programmazione "MEMO". Il lampeggiante si accende.
     3. Tramite il comando Apre/chiude (selettore) o il radiocomando si da il comando per chiudere la sbarra.
        La sbarra si chiude e dopo 2 secondi inizierà la manovra di Apertura Totale.
        Se la sbarra invece di chiudere si apre; bloccare la programmazione e invertire i cavi di collegamento del motore.
     4. Quando la sbarra raggiunge il punto di massima apertura inizia la memorizzazione del tempo di chiusura automatica. Trascorso
        il tempo desiderato chiudere la sbarra con il comando Apre/Chiude o il radiocomando.
     5. Spostare in "OFF" il JMP1. Il lampeggiante si spegne. La programmazione è terminata.

     APERTURA PEDONALE
     Per ottenere tramite l’utilizzo del 2° (o 4°) canale del radiocomando, solo l’apertura di un anta, nel caso l’automazione fosse a due
     ante, oppure l’apertura del 30% dell’apertura totale per automazioni ad un’anta (per es. scorrevole ad un motore), collegare nella
     scheda di comando il contatto N.A. del secondo canale (morsetto n°7) con l’ingresso N.A. APED (morsetto n° 20) e il comune 2°
     canale (morsetto n°6) con il comune accessori (morsetto n° 17).




                                                                                                                 Fig. 16/EC



32
                                         ATTUATORI SERIE ES

                       ATTUATORI PER CANCELLI AD ANTE SCORREVOLI
                                                             serie ES
Presentazione generale
Gli attuatori scorrevoli Art. ES07, ES08 e ES11 sono adatti ad ante di peso massimo fino a 600 Kg. Gli attuatori scorrevoli Art. ES09,
ES10 e ES12 sono adatti ad ante di peso massimo 1000 Kg.
L’attuatore è costituito da un motore in bassa tensione a 12 Vc.c. e un gruppo riduttore contenuti in una fusione stagna d’alluminio.
Tutti gli attuatori della serie ES sono predisposti per l'alloggiamento della batteria tampone art. ZBA1 (opzionale).

 Articolo senza    Motore per      Motore per       Centralina di   Centralina di Trasformatore
   ricevitore       anta con        anta con         comando         comando      potenza VA
      radio       peso massimo    peso massimo        2 Mot.          1 Mot.
                     600Kg           1000Kg
     ES07              SI              NO               NO                SI           150
     ES08              SI              NO               SI                NO           220
     ES09              NO              SI               NO                SI           150
     ES10              NO              SI               SI                NO           220
     ES11              SI              NO               NO                NO            -
     ES12              NO              SI               NO                NO            -

                    CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA
                                  ES07-ES08-ES11                ES09-ES10-ES12
Alimentazione Rete                230 Vac (+6%, -10%)           230 Vac (+6%, -10%)
Alimentazione scheda (EC25)       13-15 Vc.a.                   13-15 Vc.a.
Alimentazione motore              12 Vc.c.                      12 Vc.c.
Potenza Max Motore                40 Watt                       40 Watt
Temperatura di servizio           -20°C ÷ 55°C                  -20°C ÷ 55°C
Velocità Max Motore               1300 RPM                      1300 RPM
Velocità Cancello                 10 m/min                      7,5 m/min
Velocità Riduttore                42 RPM                        31,5 RPM
Pignone cremagliera               4                             4
Grado di protezione               IP45                          IP45
Peso Max. Cancello                600 Kg                        1000 Kg

                                              DIMENSIONI D'INGOMBRO Serie ES

                                                                                                         L'attuatore è fornito singolar-
                                                                                                         mente o con altri componenti in
                                                                                                         confezioni kit.
                                              270




                        308                                         188           37         Fig. 1/ES

Ancoraggio motoriduttore
1. Togliere il tappo della serratura (Fig. 1A/ES) ed inserire la chiave (Fig. 1B/ES). Togliere il blocco della serratura.
2. Togliere il coperchio di plastica premendo leggermente nei due lati (Fig. 1C/ES).
3. Posizionare il motoriduttore rispettando le misure indicate nella Fig. 3/ES. Per ancoraggio al suolo del motoriduttore si può uti-
   lizare la contropiastra, Art. ZX16, oppure utilizzare tasselli di fissaggio M8x120mm.




                                 Fig. 1A/ES                                    Fig. 1B/ES                                  Fig. 1C/ES

                                                                                                                                        33
                                            ATTUATORI SERIE ES
     INSTALLAZIONE MECCANICA
     Prima di procedere al montaggio verificare che:
     1. le ruote del cancello siano montate in posizione tale da dare stabilità al cancello e
        che siano in buono stato ed efficienti (vedi tabella).
     2. la rotaia sia libera, diritta e pulita in tutta la sua lunghezza con battute d’arresto ob-
        bligatorie sia in apertura, sia in chiusura.
     3. la guida superiore sia in asse con la rotaia, i pattini siano integri e lubrificati e con
        un gioco di circa 1 mm per parte, per facilitare lo scorrimento dell’anta.
     4. gli spazi tra le parti mobili e le parti fisse del cancello siano di entità prevista dalle
        norme nazionali o comunque siano ricondotti ai canoni di sicurezza applicando un
        adeguato sistema di protezione.
     Preparazione del sito                                                                           A = anta
     Individuato il luogo dove installare il motoriduttore (che può essere alla destra o alla        B = fissaggio
     sinistra del cancello), è possibile utilizzare la contropiastra in due modi:                    C = base calcestruzzo
     1) Muratura della piastra                                                                       D = attuatore
                                                                                                     E = guaina passacavi.           Fig. 2A/ES
     2) Fissaggio nel suolo tramite 4 tasselli (non in dotazione)
     N.B. La contropiastra deve essere murata o fissata seguendo scrupolosamente le
     misure indicate in Fig. 3/ES per garantire il corretto ingranamento tra il pignone del          A = rotaia
     motoriduttore e la cremagliera.                                                                 B = anta
                                                                                                     C = cremagliera
                                                                                                     D = asse di riferimento
     Muratura della piastra                                                                          E = parte fissa
     a. Piegare le 3 zanche Fig. 4/ES                                                                F = foro per i cavi
     b. Posizionare la contropiastra in modo che la zanca centrale sia verso il pignone              G = fori fissaggio al suolo
        del motoriduttore (quindi verso la cremagliera) Fig. 5/ES particolare A.
     c. Inserire le due viti, M8x30, in dotazione nei fori quadrati della piastra e fissarle tra-
        mite i dadi in modo da incastrarle nel quadro, Fig. 4/ES particolare C.
     d. Utilizzare dei tubi flessibili, necessari per il passaggio dei cavi di collegamento
        (accessori - alimentazione elettrica).
        Passare i tubi flessibili tra i due fori, Fig. 5/ES particolare B.
        I tubi devono uscire circa 5 cm dai fori della piastra.
     e. Murare perfettamente in piano la contropiastra.
                                                                                                                                    Fig. 2B/ES

     Fissaggio con tasselli
     Preparare una suoletta piana di tenace calcestruzzo di area suffi-
     ciente a coprire la contropiastra.                                            A = staffa art. ZX16
     N.B. Si consiglia di realizzare una suoletta che sporga di qualche            B = cremagliera art. ZE03 - ZE07 - ZE08
     centimetro dal livello del suolo per evitare che il motoriduttore sia         C = cancello scorrevole
     interessato dal ristagno o dal deflusso di acqua piovana.                     D = ruota
     - Seguire il punto c e d.                                                     E = livello terreno
     - Fissare la contropiastra con 4 tasselli da fondazione,                                                 B
                                                                                                                           C
         M8x120mm Fig. 5/ES particolare D non in dotazione, e stringe-
         re le viti utilizzando le rondelle.
         (i tasselli permettono la regolazione della piastra in altezza).

     Fissaggio del motoriduttore                                                                                               62mm (ZE03-ZE08)
     - Predisporre i cavi                                                                                                      98mm (ZE07)
                                                                                      A
     - Posizionare il motoriduttore rispettando le misure indicate nella
        Fig. 3/ES. Appoggiare il motoriduttore sulla contropiastra in                                        40
                                                                                                                           D
        modo che le viti, M8x30, entrino nei due fori di fissaggio della                                                   E
        fusione e fissare i dadi preceduti da una rondella piana ed una
        dentata, vedi Fig. 5/ES particolare E.                                                                                     Fig. 3/ES


                                                                                                                       C


                                                                                                                                               D
     Contropiastra ZX16                                            E                                   A

      Fig. 4/ES                                                                                        B




                                                                                                                           D

                                                                                                           Fig. 5/ES

34
                                                ATTUATORI SERIE ES
Sistemazione della cremagliera
1. Chiudere completamente il cancello.
2. Deve esserci uno spazio di 2mm tra pignone e cremagliera su tutta la lunghezza del cancello (Fig. 6A/ES).
   Per fare ciò posizionare gli spessori (in dotazione) come mostra la Fig. 6A/ES.
   Questa operazione è molto importante per il funzionamento e la durata del motoriduttore. È opportuno infatti che il carico del cancel-
   lo non gravi sul pignone perchè potrebbe danneggiare l’automazione.
3. Sbloccare il motoriduttore tirando verso destra la leva di sblocco meccanico (Fig. 7/ES).

  2 mm ottenuti al termine della regolazione




                                 Fig. 6A/ES        Staffe spessori               Fig. 6B/ES                                         Fig. 7/ES
4. Appoggiare la cremagliera sul pignone in modo che, una volta fissata, la sua estremità coincida con la fine dell’anta del cancello (Fig.
   8/ES).
   Segnare la posizione dei fori.
5. Far scorrere il cancello in tutta le sua lunghezza ripetendo il procedimento per trovare i punti di fissaggio o di saldatura.
6. Per l’utilizzo della cremagliera in nylon, art. ZE03, ZE08 (Fig. 9A), predisporre fori di diametro 5.25mm nel cancello, e fissare la cremagli-
   ra con viti autofilettanti di 6,3 mm di diametro (fornite con la cremagliera).
   Per l’utilizzo della cremagliera in acciaio zincato, art ZE07 (Fig. 9B), saldare gli attacchi e fissare la cremagliera con le viti M8, (fornite
   con la cremagliera) con la rondella.
7. Fissata la cremagliera, allentare le viti che fissano l’attuatore e togliere gli spessori.
8. Riposizionare il gruppo del motoriduttore in modo che il pignone sia sormontato esattamente dalla cremagliera, come in Fig. 6A/ES.


                                                         Cremagliera Art. ZE03, ZE08                     Cremagliera Art. ZE07




                                    Fig. 8/ES                                     Fig. 9A/ES                                       Fig. 9B/ES


Installazione dei battenti meccanici
In corrispondenza delle posizioni di apertura e chiusura del cancello scorrevole bisogna sistemare i battenti meccanici che siano in
grado di arrestare il movimento del cancello sia in apertura (Fig. 10/ES) sia in chiusura (Fig. 10A/ES). Seguire comunque i consigli
delle varie norme e direttive a riguardo.


                                                                                               FORCELLA




                                                                                                VISTA FRONTALE
                                                                                                FERMO BATTUTA
                                                                         TAPPO                  CANCELLO




                                                                                                        Fig. 10A/ES
                                                      Fig. 10/ES

                                                                                                                                                     35
                                             ATTUATORI SERIE ES
     INSTALLAZIONE ELETTRICA
     Ciascun dispositivo deve essere installato a regola d’arte, seguendo le istruzioni allegate e soprattutto fare eseguire la messa in
     opera da personale qualificato Elvox rispettando la normativa vigente in ciascun paese.
     Collegamenti elettrici: Seguire le istruzioni allegate per il collegamento dei cavi della scheda elettronica di comando; si ricorda che:
     1 - La centralina di comando viene alimentata da un trasformatore di sicurezza.
         Per collegare l’alimentazione all’automazione svitare le 4 viti e togliere il coperchio (Fig. 11A/ES), entrare con il cavo RETE
         230Vc.a. come da punto A Fig. 11B/ES e collegarlo nella morsettiera come nella Fig. 11C/ES.
     N.B.: Il circuito elettrico alimentato a bassa tensione e le strutture metalliche ad esso connesse NON DEVONO ESSERE
     COLLEGATE A TERRA in quanto si tratta di alimentazione SELV. (Vedi noma CEI 64-8 parte 411.1.4.1).
     2 - La sezione consigliata dei cavi di rete per il collegamento dell'automazione è di 1,5 mm2.
     3. L’impianto di messa a terra del cancello deve essere conforme alle norme vigenti. La casa costruttrice declina ogni responsabi-
         lità per danni derivanti da eventuali negligenze in materia.
     4. In accordo con la normativa europea in materia di sicurezza si consiglia di inserire un interruttore bipolare esterno per poter
         togliere l’alimentazione in caso di manutenzione del cancello e di scollegare il morsetto delle alimentazioni della scheda.

                                                                                                               Fusibile 4A


                                                A




                                                                                                                                           Trasformatore
                                                                                                Rete
                                                                                                                             Fig. 11C/ES
                               Fig. 11A/ES                                      Fig. 11B/ES
     SCHEDA ELETTRONICA EC25 (scorrevoli art. ES07 e art. ES09)
     Per gli scorrevoli Art. ES08 e Art. ES10 seguire le istruzioni della pag.27.
     La scheda elettronica, Art. EC25, è adatta per il comando di un attuatore per cancelli scorrevoli, serie ES, con motore in corrente
     continua a 12 Volt. Si tratta di una scheda con elevati standard qualitativi, dotata di un sistema di controllo del movimento del can-
     cello tramite un ENCODER per garantire la conformità alle prescrizioni delle direttive sulla compatibilità elettromagnetica, la marca-
     tura CE e le normative vigenti per la sicurezza. Il raggiungimento dell’apertura/chiusura del cancello avviene attraverso rallentamen-
     to dell’anta, nel suo movimento viene costantamente monitorata la velocità ed il consumo amperometrico del motore, ed in caso di
     ostacolo avviene l’inversione del moto.
     Caratteristiche tecniche della scheda:
     Alimentazione rete scheda in B.T. : 13÷15 Va.c. (tramite trasformatore)
     Frequenza                         : 50 – 60 Hz
     Alimentazione batteria            : 10,8 ÷ 13,2 Vcc (capacità maggiore uguale a 7 Ah)
     Corrente Max morsetti, +12V -12V : 500 mA
     Potenza Max. morsetti, +AUX -AUX: 1 W (12 Vcc)
     Potenza Max. spia, SPAP           : 3 W (12 Vcc)
     Potenza Max. lampeggiante, LAMP : 5 W (12 Vcc)
     Temperatura di esercizio          : -20 ÷ +55 °C
     1. SPECIFICHE DI PROGETTO E DETTAGLI DI FUNZIONAMENTO GENERALE
     L’alimentazione della scheda in bassa tensione, 12 Volt corrente alternata, avviene tramite un trasformatore di sicurezza di poten-
     za adeguata a supportare la richiesta di energia del motore e degli accessori. Eseguiti i collegamenti un suono avverte dell’avvenu-
     ta alimentazione della scheda. In caso di mancata tensione di rete la scheda può essere allimentata tramite una batteria a tampo-
     ne (opzionale), 12V 7Ah. Tutti gli attuatori scorrevoli, serie ES, sono predisposti per l’alloggiamento della battera tampone, art.
     ZBA1. La regolazione della scheda avviene tramite 6 dip-switch e 3 potenziometri presenti sulla scheda (vedi tabelle per la decri-
     zione). I parametri di funzionamento sono impostati in laboratorio, (valori di Default) in fase di collaudo della scheda. I valori di
     Defualt possono essere personalizzati tramite un palmare portatile, art. 950B, oppure tramite l’utilizzo di un PC.
     1.1. FUNZIONAMENTO NORMALE
     Determinato il settaggio dei dip–switch, ad automazione ferma e chiusa un comando fa iniziare la marcia in apertura finché non si
     percorre lo spazio preprogrammato indicato dal numero di impulsi forniti dall’encoder. La stessa operazione viene eseguita nell’ope-
     razione di chiusura ma dopo la fine degli impulsi il motore continua a spingere alla velocità minima fino a trovare il fine corsa per
     essere sicuri che l’automazione sia completamente chiusa.
     1.2. FOTOCELLULE
     Durante l’apertura l’intervento delle fotocellule non provoca alcuna alterazione del moto se non collegate in modo diverso (morset-
     to STOP e morsetto STPA), mentre in chiusura ne provoca l’inversione fino alla completa apertura, per poi completare la chiusura
     dopo il tempo di pausa, se previsto.
     1.3. APERTURA PEDONALE
     Impostata (valore di default) al 30% della totale apertura.
     1.4. FRIZIONE ELETTRONICA
     Il potenziometro FRIZ. determina la sensibilità della frizione elettronica, cioè l’intensità della forza che l’automazione trova in oppo-
     sizione al suo moto e che determina il blocco della corsa. Fino al superamento di questa soglia il motore continua a spingere per
     cercare di superare l’ostacolo trovato. In caso di blocco l’anta inverte il moto per circa 10 cm.
     1.5. PRESENZA DI UN OSTACOLO INSORMONTABILE
     Se durante un’apertura o chiusura l’automazione trova un’ostacolo insormontabile (numero di impulsi dell’encoder sempre uguale)
     prima del fine corsa, l’automazione si ferma, inverte il senso di marcia per 1/10 dello spazio percorso fino a quel momento e poi
     riprende il moto originario. Se ritrova lo stesso ostacolo allora retrocede come in precedenza e poi si ferma definitivamente aspet-
     tando un nuovo comando da parte dell’utente. Il nuovo comando fa invertire il moto (se stava aprendo chiude e viceversa) a meno
     che non ci sia stata una interruzione di tensione. In questo caso il comando provoca sempre l’apertura totale fino ad arrivare a fine
     corsa per poi comportarsi come selezionato con i dip switch.
     1.6 LED DI SEGNALAZIONE (VERIFICHE PRINCIPALI)
     Dopo lo START della scheda, trascorsi 15’, il led verde (MEMO) e arancio (RESET) danno delle indicazioni del corretto funziona-
     mento della scheda. Il led arancio deve lampeggiare con cadenza di circa 1/2 secondo acceso e 1/2 secondo spento.
     Il led verde deve essere sempre spento tranne brevissimi lampeggi. In caso di malfunzionamento il led arancio cambia la cadenza
     di lampeggio ed il led verde può rimanere sempre acceso.

36
                                           ATTUATORI SERIE ES
N.B. In caso di assorbimenti di corrente elevati, vicini al valore di protezione di corrente, lampeggiano contemporaneamente il led verde
(MEMO) e arancio (RESET). Per un corretto funzionamento della scheda di comando si consiglia di verificare la meccanica del cancello.
In caso di blocco dell’automazione per frizione o per ostacolo, dopo circa 7 minuti la scheda tenta di chiudere l’automazione.

2. DIAGNOSI DEL CABLAGGIO DELL’IMPIANTO
La scheda elettronica è gestita da un’unità a microprocessore ed è dotata di diagnosi visiva a Led per controllare lo stato degli
ingressi e delle uscite della centralina.
Alimentare la scheda elettronica verificando la corretta alimentazione dell’ingresso, (avvolgimento primario) e dell’uscita, (avvolgi-
mento secondario), del trasformatore. Quindi una tensione di rete 230 Vca e sui morsetti 29-30 della scheda sia presente una ten-
sione di 13÷15Vc.a. Non appena la scheda è alimentata una segnalazione acustica indica l’avvenuta alimentazione.
- il led ROSSO, RETE, posizionato nella parte superiore della scheda, indica la presenza della tensione di rete, e quindi, deve esse-
   re accesso nel caso di alimentazione con tensione di rete e risulta spento nel caso di funzionamento con la batteria tampone
   (opzionale).
- I 3 led VERDI, posizionati sopra alla morsettiera, nella parte inferiore destra della scheda, indicano gli ingressi N.C. (normalmen-
   te chiusi come fotocellule, fotocellula in apertura, Stop….).
- I 4 led ROSSI, posizionati sopra alla morsettiera, nella parte inferiore destra della scheda, indicano gli ingressi N.A. (normalmen-
   te aperti).
Verificare che i led verdi, relativi agli ingressi N.C., siano accessi (quindi tutte le sicurezze attive) e che i led rossi, relativi ad ingres-
 si N.A., siano spenti (quindi nessun comando presente). Se questo non avviene controllare i collegamenti e l’efficienza dei vari
 dispositivi.

3. PROGRAMMAZIONE TEMPI DI LAVORO: APERTURA E TEMPO CHIUSURA AUTOMATICA
Questa operazione è necessaria per il corretto funzionamento dell’automazione. Si tratta di programmare lo spazio da percorrere
quantificandolo in numero di impulsi dati dall’encoder posizionato sul motore. Si effettua una chiusura ed una apertura dell’automa-
zione. Lo spazio percorso viene poi memorizzato nel microcontrollore della scheda.
Prima di eseguire l’operazione di memorizzazione dell’apertura bisogna verificare se il movimento avviene nella direzione corretta.
Sbloccare manualmente il motore e posizionare l’anta a metà della corsa, terminato il posizionamento ribloccare il motore.

Per entrare in programmazione:


1. Premere per qualche secondo e successiva-
   mente rilasciare il tasto RESET.
2. Attendere l’inizio della segnalazione acustica
   (durata della segnalazione acustica 5s)
3. Durante la segnalazione acustica premere e
   tenere premuto il tasto MEMO fino all’accen-
   sione del led ARANCIONE
4. Appena si accende il led ARANCIONE rila-
   sciare il tasto MEMO.
5. Il led ARANCIONE si spegne e il led VERDE
   inizia a lampeggiare, indicando che la sche-
   da è in programmazione.




Inizio memorizzazione della corsa:
- Premere di nuovo il tasto MEMO della scheda per iniziare la corsa, il motore parte e chiude l’anta (in caso che l’anta si apre inve-
  ce di chiudere bisogna invertire i cavi di alimentazione del motore e ripetere la procedura). In chiusura totale dell’anta Il motore si
  ferma ed inverte il moto automaticamente aprendo l’anta. Attendere l’ apertura completa.
- Premere il tasto MEMO quando l’anta raggiunge la posizione di apertura desiderata. A questo punto si attende il tempo di pausa,
  tempo di chiusura automatica, dell’automazione.
- Premere il tasto MEMO dopo il tempo desiderato per la chiusura automatica, l’anta si chiude alla velocità V.RAL. In caso l’auto-
  mazione non riesca a chiudere, posizionare il trimmer dellla V.RAL. al massimo. Terminata la programmazione riportare il trimmer
  alla velocità desiderata. A questo punto la scheda ha memorizzato la corsa di apertura,di chiusura ed il tempo di pausa. Se tutto
  è andato a buon fine il led verde (MEMO) si spegne.

4.       RADIOCOMANDI
La centralina accetta e memorizza fino a 250 codici radio a 10 bit diversi fra loro. Quando la memoria è esaurita il tentativo di memo-
rizzare un nuovo codice dà vita ad una segnalazione acustica ed il led arancione (RESET), all’inserimento del nuovo codice resta
acceso. Aprire il coperchio del radiocomando e dispore i contatti dei 10 dip-switch a piacimento (fig. 10A, fig. 10B).




4.1.     PROGRAMMAZIONE CODICI RADIO
Per entrare in programmazione assicurarsi che i 3 led verdi delle sicurezze siano accesi e seguire la procedura qui descritta:

                                                                                                                                                   37
                                                    ATTUATORI SERIE ES
     - Premere il tasto RESET, posizionato
       nella parte superiore destra della sche-
       da. Una segnalazione acustica avverte
       l’inizio della fase di programmazione;




     - Tenere premuto, il tasto MEMO, si
       accende il led verde (MEMO).

     - Rilasciare il tasto MEMO




     - Premere il pulsante del radiocomando relativo al canale che si vuole memorizzare. Il buon fine
       dell’operazione viene segnalato dal led verde (MEMO) che fa un lampeggio e poi rimane acce-
       so. Inserisco un altro codice diverso dai precedenti il led verde (MEMO) fa un altro lampeggio
       e rimane acceso. Alla fine della programmazione si attende circa 10” finchè il led verde
       (MEMO) fa due lampeggi e si spegne per segnalare che è terminata la procedura di program-
       mazione dei radiocomandi.

     4.2.      CANCELLAZIONE DI TUTTI I CODICI RADIO
     Questa procedura permette la cancellazione di tutti i codici memorizzati. La cancellazione del singolo codice non è permessa.
     Per cancellate TUTTI i codici radio memmorizzati si procede come di seguito indicato:
     - Premere il tasto RESET, posizionato nella parte superiore destra della scheda. Una segnalazione acustica averte l’inizio della fase
       di cancellazione.
     - Premere il tasto MEMO e tenere premuto finchè si accende il led verde (MEMO)
     - Lasciare e Ripremere il tasto MEMO finchè si riaccende il led verde (MEMO) lampeggiante.
     - Lasciare, di nuovo, e Ripremere il tasto MEMO finchè il led verde lampeggia più velocemente. In questo momento i codici radio
       vengono tutti cancellati ed il led verde (MEMO) si spegne.
     Per interrompere la procedura di cancellazione si preme il tasto RESET prima della fine del processo.

     5. REGOLAZIONI SULLA SCHEDA

     5.1. DIP SWITCH
     Ci sono 6 Dip-Switch che regolano il funzionamento basilare della scheda. I valori dei dip-switch vengono letti quando la scheda
     viene alimentata, oppure premendo il tasto RESET della scheda.

                  Dip 1                             Dip 2                          % apertura                         Rallentamento
                  OFF                               OFF                               85                                   Nullo
                  OFF                                ON                               70                                  Minimo
                   ON                               OFF                               50                                  Medio
                   ON                                ON                               20                                 Massimo
                                   Dip 3                                                        Chiusura automatica
                                   OFF                                                               non inserita
                                    ON                                                                 Inserita

                                   Dip 4                                                       Funzione Condominiale

                                    OFF                                                      Funz. Normale come da dip 5

                                    ON                                    Sino ad apertura totale accetta solo il comando apre, in chiusura un
                                                                                     nuovo comando inverte la marcia della corsa

                                   Dip 5                                                         Apre / Stop / Chiude
                                    OFF                                                      Un impulso Apre, uno Chiude
                                    ON                                                 Un impulso Apre, uno Stop e uno Chiude


                                   Dip 6                                                        Annulla prelampeggio
                                    OFF                                  N. 2 prelampeggi prima di aprire e N.3 prelampeggi prima di chiudere
                                    ON                                        Inizia il movimento con il primo lampeggio del lampeggiante

 NOTA: con il dip 4 in ON e il dip 5 in ON in apertura accetta solo il comando apre. Con automazione tutta aperta o in chiusura
 accetta il comando STOP.
38
                                                                                ATTUATORI SERIE ES

5.2.         SETTAGGIO PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO CONSIGLIATO

Parametro                                           DIP 1                     DIP 2        DIP 3              DIP 4     DIP 5        DIP 6
Inizio Rallentamento                                OFF                        OFF
Chiusura automatica                                                                        ON
Funzione Condominiale                                                                                         ON
Apre/Stop/Chiude                                                                                                        OFF
Prelampeggio                                                                                                                         OFF

5.3. POTENZIOMETRI
I tre potenziometri impostano la velocità minima, la velocità massima e la frizione elettronica della scheda (valori di Default). I valori
vengono letti quando la scheda è alimentata, oppure premendo il tasto RESET della scheda.

                   Potenziometro                                                           Regolazione Minima (-)                                          Regolazione Massima (+)
                         FRIZ.                                                         Maggiore sensibilità agli ostacoli                                Minore sensibilità agli ostacoli
                       V. RALL.                                                        Mimima velocità in rallentamento                               Massima velocità in rallentamento
                       V. MAX.                                                             Mimima velocità di corsa                                         Massima velocità di corsa

I potenziometri sono regolati in laboratorio in fase di collaudo:

             FRIZ.                                                                                            V.RALL.                                                                 V. MAX.
         +                                                                                                +                                                                          +



Minima sensibilità agli ostacoli                                                           Media velocità in rallentamento                                                   Massima velocità di corsa
     (massima forza)

6. DESCRIZIONE MORSETTI DELLA CENTRALINA


                              Alimentazione             Alimentazione    PLUG         LED                               Potenziometri           Led RESET                      Pulsanti per la memorizzazione
                                 12Vc.a.                   12Vc.c.    Connessione alimentazione                          regolazione
                                                                                                                                                                               corsa e codici radio
                                                                         950B          rete                               parametri


                                       2A                                                                                                                                       Led MEMO

                                       15A
                                                                                                                                                                                Dip Switch impostazione
                                                                                                                                                                                parametri
                                       15A
                                                                                SIGN




                                                                                       -   +
                                      2° canale                   (+)   (-)
                                 M                              Alimentazione
                                                  (+)     (-)                    Encoder                                                                    (-)   (+)
                                                                accessori                      Segnalazioni               Comandi - sicurezze
                           Alimentazione          17 Vc.c.                       motore                                                                    Collegamento
                           motore                   1W                                                                                                    ricevitore radio
                                                                                                                                                  Collegamento
 Fusibili (automotive):                                                                                                                                PC
 F1: 2A       Fusibile protezione accessori
 F2: 15A      Fusibile protezione batteria
 F3: 15A      Fusibile protezione rete
 ATTENZIONE: nel caso non si utilizzi uno degli ingressi normalmente chiusi (N.C.) inserire un ponticello tra il COM 1 ed il morsetto stesso.

                                                                                                                                                                                                           39
                                                       ATTUATORI SERIE ES

     6.1.     APM1 - CHM1
     Morsetti per alimentazione del motore.
     6.2       2CAN - 2CAN
     Morsetti con contatto N.A., relè 12V, 3A. Si attiva col la programmazione e la trasmisione del secondo o quarto tasto del radiocoman-
     do, relativi al 2° e 4° canale (valore di Default), e rimane attivato per circa 3” (valore di Default) dall’ultimo comando. Per modificare
     tale funzionamento, per esempio attivazione con il primo canale, utilizzare il programmatore Art. 950B per variare i parametri di
     Default.
     6.3      +AUX - AUX
     Morsetti che, quando attivati, portano una tensione di circa 17Vcc. Collegati alla bobina di un relè 12Vc.c. (Potenza massima:1W)
     possono pilotare un carico opzionale. L’attivazione avviene quando l’automazione è a cancello aperto e rimane attiva fino alla chiu-
     sura dello stesso. Tramite l’impostazioni dei parametri si può modificare il funzionamento.
     6.4.     +12V - -12V
     Morsetti per l’alimentazione degli accessori (fotocellule), max. 0,5A.
     6.5.     +ENC / –ENC / SIGN
     Morsetti dove si collega l’encoder motore. +ENC, positivo alimentazione (conduttore marrone), -ENC, negativo alimentazione (con-
     duttore blu), SIGN segnale (conduttore bianco).
     6.6.      SPAP
     Morsetto per una spia indicazione cancello aperto. Si collega tra il morsetto SPAP ed il morsetto COM2. La massima potenza utiliz-
     zabile è di 3W. Ad automazione chiusa la spia è spenta, quando l’automazione apre la spia lampeggia ad una certa frequenza, quan-
     do l’automazione è aperta la spia è accesa fissa e quando l’automazione chiude la spia lampeggia ad una frequenza maggiore di
     quella in fase di apertura. Se il cancello si blocca (intervento della frizione, controllo corrente, sicurezze ecc.) in posizione che non
     sia di riposo (cancello chiuso), la spia rimane accesa fissa.
     6.7.     LAMP
     Morsetto per il lampeggiante. Si collega tra il morsetto LAMP ed il morsetto COM2. La potenza massima consentita è di 5W. Se il
     cancello è in movimento il lampeggiante lampeggia, se il cancello è tutto aperto in attesa di richiudere, chiusura automatica, il lam-
     peggiante rimane acceso fisso. Se la chiusura automatica è disabilitata a cancello aperto il lampeggiante si spegne. Se il cancello è
     tutto aperto e si attivano le fotocellule il lampeggiante lampeggia. Se il cancello è parzialmente aperto o completamente aperto e
     sono aperti i contatti STOP, ST.PA o FCEL il lampeggiante lampeggia e la SPAP è accesa fissa, ed il cancello non accetta alcun
     comando. A cancello completamente aperto attivando il contatto di STOP il lampeggiante si spegne ed il cancello rimane aperto.
     6.8.      APCH
     Ingresso N.A.: Morsetto per attivare l’apertura o chiusura dell’automazione tramite pulsante o selettore collegato al morsetto COM1.
     Il suo funzionamento dipende dalla posizione del Dip 5: Dip 5 in ON comando Apre/Stop/Chiude, Dip 5 in OFF comando Apre/Chiude.
     6.9.      ACAR
     Ingresso N.A.: Morsetto per attivare l’apertura totale del cancello tramite pulsante o selettore collegato al morsetto COM1, si attiva
     con cancello chiuso. Ad apertura totale il cancello si ferma e rimane aperto in attesa di un nuovo comando (radiocomando, pulsan-
     te o selettore, ecc.).
     6.10.    APED
     Ingresso N.A.: Morsetto per l’apertura pedonale del cancello, collegato al morsetto COM1 apre del 30% della sua corsa normale
     (valore di Default). Ad apertura avvenuta si ferma e rimane aperta in attesa di nuovo comando (radiocomando, pulsante o selettore,
     ecc.). Con la chiusura automatica attiva il cancello richiude dopo il tempo di pausa impostato. Se durante la chiusura si interrompe
     la corsa con le fotocellule il cancello riapre nella posizione di apertura pedonale. Se in chiusura si dà un comando di apertura nor-
     male (pulsante, selettore o Radiocomando) il cancello esegue l’apertura totale.
     6.11.     CHIU
     Ingresso N.A.: Morsetto per attivare la chiusura dell’automazione tramite pulsante o selettore collegato al morsetto COM1, si attiva con can-
     cello aperto.
     6.12.    STOP
     Ingresso N.C., collegato al morsetto COM1. Agisce sia in apertura che in chiusura, quando si apre l’automazione si blocca (o rima-
     ne sempre chiusa o sempre aperta) e si disabilita anche il tempo di chiusura automatica. Quando il contatto STOP si ripristina, ad
     un nuovo comando, l’automazione inverte il moto (chiude se stava aprendo, apre se stava chiudendo) e ripristina la chiusura auto-
     matica per il comando successivo, se impostata.
     6.13.     FCEL
     Ingresso N.C., collegato al morsetto COM1. Morsetto dove viene collegato il contatto normalmente chiuso delle fotocellule. Le foto-
     cellule agiscono solamente nella fase di chiusura del cancello. Se il cancello stava chiudendo, l’attivazione delle fotocellule (apertu-
     ra del contatto verso COM1) fa riaprire completamente il cancello. Ripristinato il contatto FCEL, ad un comando di chiusura il can-
     cello riprende a chiudere. In fase d’intervento delle fotocellule e quindi dell’inversione della corsa del cancello, se è attivo anche il
     contatto ST.PA il cancello si blocca in attesa che si ripristini il contatto ST.PA per continuare l’inversione di corsa e quindi ad aprire.
     6.14.    ST.PA
     Ingresso STOP PARZIALE N.C., collegato al morsetto COM1. Si comporta come le fotocellule ma solamente in apertura. Se il con-
     tatto normalmente chiuso tra i morsetti ST.PA e COM1 si interrompe l’automazione si blocca. Quando si ripristina il contatto l’auto-
     mazione riprende il moto di apertura senza disabilitare la chiusura automatica se impostata. In questa situazione il lampeggiante lam-
     peggia se il contatto rimane aperto e la SPAP rimane accesa fissa. Se viene dato un comando il cancello chiude a meno che non
     sia impostata la funzione condominiale. In questo caso solo il comando CHIUDI fa chiudere l’automazione. Ad automazione chiusa
     anche se il contatto ST.PA è aperto il lampeggiante e la SPAP sono spenti. Ad un comando di apertura il lampeggiante lampeggia e
     la SPAP rimane accesa fissa.
     6.15.    TXRX - -GND
     Morsetti per connessione PC.
     6.16.     –GND - +ANT
     Morsetti per il collegamento del ricevitore radio.
     6.17.    BAT + - BAT-
     Morsetti per il collegamento della batteria.
     6.18.    VAC1 – VAC2
     Morsetti per il collegamento dei cavi di bassa tensione, 13÷15 Volt, del trasformatore.

40
                                              ATTUATORI SERIE ES
7.       DESCRIZIONE FUNZIONI DELLA CENTRALINA
7.1.      FUNZIONAMENTO DELLA BATTERIA
Nella scheda è presente un sensore che misura la tensione Vcc raddrizzata dopo il ponte a diodi della scheda. In questo modo si
distingue il funzionamento a tensione di rete oppure in batteria.
Nel funzionamento con la batteria se la scheda rileva una tensione Vcc<10Volt invia una segnalazione acustica, tramite il buzzer,
ed il lampeggiante rimane sempre acceso, fisso, durante la corsa del cancello. In queste condizioni la scheda garantisce il funzio-
namento ancora per qualche manovra di apertura/chiusura. Al ritorno della tensione di rete il circuito carica-batteria incorporato nella
scheda ricarica la batteria ed il lampeggiante riprende il suo funzionamento normale, quindi a lampeggiare, ed il buzzer smette di
suonare. Se la batteria risulta completamente scarica Vcc<5Volt, quindi in corto, il relè del circuito carica batteria si apre automati-
camente. In questo caso il lampeggiante rimane sempre fisso durante la corsa del cancello anche nel funzionamento con tensione
di rete. Per ripristinare le condizioni iniziali bisogna sostituire la batteria.
7.2.     MISURA DELLA CORRENTE
La scheda misura la corrente di assorbimento del motore tramite un circuito di adattamento e convertitore A/D del micro. In fase di
collaudo, in laboratorio, viene impostata la corrente massima di funzionamento in 8,5A (valore di Default).

7.3.      VERIFICA FUNZIONAMENTO DELLE FOTOCELLULE
Se il test delle fotocellule è abilitato, periodicamente la scheda ne interrompe l’alimentazione (morsetti +12 -12) per valutare se in
questa condizione il contatto delle fotocellule, normalmente chiuso, si apre. Se non si apre significa che le fotocellule sono guaste.
In tal caso viene mandata una segnalazione via seriale ad un PC o al 950B. Il test avviene solamente se l’automazione è a riposo
(cancello chiuso).

7.4.      MANUTENZIONE (SERVICE)
La scheda come parte elettronica, non necessita di alcuna manutenzione particolare. E’ provvista di un sistema automatico di con-
teggio della durata di funzionamento dell’automazione e del numero di manovre complete effettuate in modo da indicare al cliente
finale la neccessità di manutenzione di tutta l’automazione.
In fase di collaudo, in laboratorio, viene disabilitata la funzione di Service (valore di Default), se attivata, superate le 20.000 mano-
vre complete viene segnalata, tramite il suono di un buzzer che emette un suono ripetuto continuativo fino alla disattivazione da
parte dell’installatore, la necessità di eseguire la manutenzione ordinaria dell’automazione. Eseguita la manutenzione si possono
impostare i valori di service al periodo successivo (Esempio: da 20.000 a 40.000).
Verificare e controllare comunque periodicamente, almeno una volta all’anno, le regolazioni dei parametri eseguiti con i trimmer (fri-
zione, velocità e rallentamento), la corretta efficienza dei dispositivi di sicurezza ed il corretto funzionamento del lampeggiante.
8.         STRUMENTI DI ANALISI
Tutti i parametri e le regolazioni della schede possono essere visualizzati e/o modificati tramite l’uso di strumenti esterni quali il pro-
grammatore, Art. 950B, o di software di analisi da PC sotto Windows denominato “Analyzer”. In modalità lettura messaggi, si pos-
sono analizzare tutti gli eventi e/o le segnalazioni di errore in tempo reale. Mediante il programma Analyzer (fornito con l’interfaccia
Art. 6952/A) è possibile bloccare, modificare e salvare tutti i parametri della scheda (impostazione dip-switch, codici radiocomando,
impostazione potenzionetri ecc.). Una volta salvati, in un FILE, si possono utilizzare in altre installazioni. Per aggiornamento del pro-
gramma consultare il sito www.elvox.com nella sezione download.

9.       CORRISPONDENZA TRA LA SCHEDA EC25 E LA SCHEDA ZC25
Di seguito vengono riportate le corrispondenze dei morsetti tra la scheda per automazioni attuale e qualla precedente.
                                             NUOVA (EC25)              PRECEDENTE     (ZC25)
                                             1      APM1               2               CHM1
                                             2      CHM1               1               APM1
                                             3      2CAN               6               2CAN
ATTENZIONE!!                                 4      2CAN               7               2CAN
La polarità, nel collegamento SPAP-          5      +AUX               9               -
COM2, tra la scheda EC25 e ZC25 risul-       6      -AUX               5               -
ta invertita, (EC25:SPAP- COM2+,             7      +12                32              +12V
ZC25: SPAP + COM2-)                          8      -12                33              -12V
                                             9      SIGN               13              ENC1
                                             10     -ENC               12              -ENC
                                             11     +ENC               11              +ENC
                                             12     SPAP               8               SPAP
                                             13     LAMP               10              LAMP
                                             14     COM2 (+)
                                             15     COM1 (-)           17             COM1 (+)
                                             16     APCH               18             APCH
                                             17     ACAR               19             ACAR
                                             18     APED               20             APED
                                             19     CHIU               21             CHIU
                                             20     COM1 (-)           22             COM1 (+)
                                             21     STOP               23             STOP
                                             22     FCEL               24             FCEL
                                             23     STPA               25             FCOS
                                             24     TXRX
                                             25     -GND               26              GND
                                             26     +ANT               27               SIG
                                             27     BAT+               28              +BAT
                                             28     BAT-               29              -BAT
                                             29     VAC1               30              VAC
                                             30     VAC2               31              VAC
                                                                       3               APM2
                                                                       4               CHM2
                                                                       14              +ENC
                                                                       15              -ENC
                                                                       16              ENC2
                                                                       9               COM2
                                                                       8               SERR.

                                                                                                                                              41
                                                           ATTUATORI SERIE ES
     PROGRAMMATORE 950B PER SCHEDA AUTOMAZIONI

     GENERALITA’:
     Il programmatore 950B è uno strumento indispensabile all’installatore per la gestione e personalizzazione dei parametri delle nuove
     schede elettroniche serie EC.

     1.       ACCENSIONE E MODALITA’ DI ALIMENTAZIONE
     L’accensione avviene tramite Plug Telefonico. Collegando il programmatore 950B, tramite opportuno cordone di collegamento, alla
     presa plug della scheda dopo alcuni istanti verrà visualizzato sul display la scritta :

                                                    ELVOX 950B                  PRG
                                                    << PLUG >>

     2.        SELEZIONE MENU’ PROGRAMMAZIONE

     Con il tasto       del programmatore selezionare il menù di programmazione:

                                                    PROGRAM. PARAM.



     e confermare successivamente con il tasto             : tale operazione porta la scheda nello stato di programmazione, la successiva pres-

     sione del tasto       conferma lo start alla procedura di programmazione parametri con la scritta sul display del programmatore:


                                                    PROGRAM
                                                    [Pgm. Tecnica                     ]
     3.       PARAMETRI
     Per selezionare e modificare i parametri relativi alle modalità di funzionamento della scheda basterà con successive pressioni del

     tasto       o       scorrere la lista dei parametri e con la tastiera numerica impostare il valore voluto secondo gli intervalli dei valori
     significativi riportati in seguito.

     Prima di visualizzare i parametri il programmatore chiede la “Password”:

                                                   Password
                                                   00000000


     Nella prima accensione scrivere il valore di Default “00000123” e premere il tasto                  per confermare il valore scritto.
     Di seguito si visualizza la scritta “Cambia Password” con il valore di Default:


                                                   Cambia Password
                                                   00000123

     In questo punto si può confermare il valore di Default premendo il tasto                 oppure personalizzarlo.


     Premendo successivamente il tasto              o       si conferma il valore scritto e si passa automaticamente al parametro successivo.
     Per uscire dalla modalità di programmazione parametri premere il tasto                  e successivamente scollegare il programmatore dalla
     scheda.

     La seguente tabella elenca tutti i vari parametri utili per il funzionamento dell’automazione settabili solo col programmatore.


                                              0 = FUNZIONE DISABILITATA
                                              1 = FUNZIONE ABILITATA




42
                                            ATTUATORI SERIE ES

   Parametro                      Descrizione                     Valore di Default     Valore Minimo         Valore Massimo


   Password            Numero riservato per entrare in                  123                    1                    9999
                                programmazione
  Numero Cicli           Visualizza il n. di azionamenti                  /                    0                      /
                                dell’automazione
   Ore di vita       Indica il n. di ore di vita della scheda             /                    0                      /
                                     accesa
 Ore di Lavoro      Indica il n. di ore della scheda quando               /                    0                      /
                                 non è a riposo
 Numero Reset       Visualizza il n. di volte che la scheda               /                    0                      /
                      si è spenta e poi si è riaccesa per
                    qualsiasi motivo (mancanza di tensio-
                     ne di rete e della batteria, pressione
                    del tasto RESET, estrazione dei mor-
                      setti di alimentazione, rottura di un
                                   fusibile,…)
Numero Blocchi      Indica il n. di volte che l’automazione               /                    0                      /
                                  si è arrestata
N.imp enc open       Visualizza il n. di impulsi che ha con-              /                    1                      /
                    teggiato l’encoder in programmazione
                             della corsa in apertura

N.imp enc close      Visualizza il n. di impulsi che ha con-              /                    1                      /
                    teggiato l’encoder in programmazione
                             della corsa in chiusura

 Tempo Pausa          Pausa tra l’apertura e la chiusura in              1                 0 (1=10”)             255=2550”
                    funz. Automatico. (il valore è in secon-
                    di moltiplicato 10. Es. il valore 60 indi-
                               ca 600”=10minuti)

 Lingua Inglese     Imposta la lingua utilizzata per le scrit-           0                0 (italiano)           1 (inglese)
                    te
Partenza Veloce     In fase d’apertura l’anta parte velocemente          1                     0                      1
 Ritardo impatto    Definisce il tempo per fermare l’auto-               40                    2                     255
                    mazione in caso di ostacolo presente
                                   (100=1”)
Blocco Trimmer       Permette di bloccare i valori dei trim-             0                     0             1 (Trimmer bloccati)
                            mer e dei dip-switch
% Rallentamento     Indica la % di corsa per cui l’automa-              85%           0% (Rallenta subito)          100%
                    zione inizia a rallentare in apertura e
                                  in chiusura
 Abilita frizione   Permette di disabilitare completamen-                1                     0                      1
                                te la frizione
Velocità massima     Definisce la percentuale di velocità                 /                  30%                    95%
                     che raggiunge il cancello durante la
                                    corsa
Velocità minima      Definisce la percentuale di velocità                 /                  10%                    80%
                     che raggiunge il cancello durante la
                         fase di partenza e di arrivo
 Valore Frizione     Definisce il tempo che intercorre tra                /                   15                     140
                    un impulso di encoder ed il successivo
 Corrente Max        Indica il valore della corrente oltre il         85 (8,5A)             10 (1A)                90 (9A)
                     quale la scheda va in protezione di
                                    corrente


 Vel su blocco I    Definisce la % di velocità dell’automa-             60%                  10%                    80%
                    zione in caso di protezione di corrente
 Impulsi uguali     Indica di considerare il n. di impulsi in            1                     0                      1
                     apertura e chiusura uguali (anche se
                    da programmazione risultano diversi)

Ritardo ostacolo    Definisce il tempo per fermare l’auto-               30                    2                     255
                    mazione in caso di rallentamento oltre
                         il valore di frizione (100=1”)



                                                                                                                                    43
                                                            ATTUATORI SERIE ES

             Parametro                          Descrizione                    Valore di Default   Valore Minimo   Valore Massimo


             Controllo K                       Non Utilizzato                          -                 -               -

           Ton mis frizione        Tempo di ritardo in partenza per atti-             5                 1               255
                                  vare il controllo della corrente (10=1”)


              Abil blocco           Definisce se è abilitato il controllo             1                 0                1
                                   con l’encoder per fermare l’automa-
                                                  zione

            T interv.protezi       Definisce il tempo di ritardo dopo la              20                1               255
                                     partenza dell’automazione per cui
                                   intervengono le protezioni date dal-
                                   l’encoder e dalla misura di corrente
                                                   (10=1”)
           Abilita corrente        Indica se è abiliatato il controllo della          1                 0                1
                                               corrente max

           Abilita rimbalzo        Indica se alla fine della chiusura l’au-            1                0                1
                                     tomazione deve tornare indietro di
                                                  circa 1cm

             Abilita Radio         Abilitazione codici da radiocomando                1                 0                1

            Abilita Debug          Abilita la segnalazione real-time via              0                 0                1
                                         seriale del funzionamento

            Ap Pedonale             Percentuale di apertura pedonale                  30                10              100


               AUX 1_2             Con il comando di apertura si attiva-              0                 0                1
                                      no i morsetti AUX 1_2 per 5”

           Tempo Serrattura         Tempo di attivazione morsetti AUX                 5”                1               255
                                                   1_2
            Valore 2CAN            Si attivano i morsetti da radiocomando:            0                 0                3
                                          Valore 0    2° e 4° canale
                                            Valore 1      1° canale
                                         Valore 2      1° e 3° canale
                                            Valore 3      3° canale
          Tempo attiv.2CAN          Imposta il tempo di attivazione del               3                 1               255
                                            morsetto (in sec)

           Abilita Ch autom        Abilita la richiusura automatica dopo              0                 0                1
                                                   il T pausa

          Abilita Condomin           Abilita la funzione condominiale                 0                 0                1


           Abilita Passo P.        Abilita la funzione APRI STOP CHIU-                0                 0                1
                                                      DI
                Abilita            Abilita i prelampeggi prima di iniziare             1                0                1
                                                un movimento

     Abilita lo STPA temporizzato Dopo il ripristino del contatto STPA il             0                 0                1
                                  cancello prosegue l’apertura dopo il
                                  tempo di ritardo impostato nel para-
                                            metro successivo

          Temporizz. STPA           Tempo di ritardo all’attivazione del-            20”                1”              255”
                                       l’apertura dopo uno STPA




44
                                                       ATTUATORI SERIE ES

        Parametro                         Descrizione                   Valore di Default   Valore Minimo   Valore Massimo


 Tempo dopo I_eccessiva       Tempo di ritardo dopo il quale viene           5 (0,5”)          1 (0.1”)         50 (5”)
                                 rivalutato il livello di corrente

Abilita encoder in chiusura      Se posto a 1 questo parametro                  0                 0               1
                               anche in chiusura vengono conteg-
                              giati gli impulsi dell’encoder senza la
                                        ricerca del fine corsa


       Agg. Encoder            Indica un tempo per cui terminati gli            -                 -                -
                              impulsi dell’encoder in chiusura l’au-
                                 tomazione rimane ancora attiva


      Abilita Service         Se impostato a 1 quando il n. azio-               0                 0               1
                              namenti o il tempo di lavoro supera-
                              no i valori impostati il buzzer emette
                                       un suono di avviso


       Ore Service            Ore di lavoro dell’automazione dopo              60                 0              255
                              le quali il buzzer emette il suono di
                                        avviso se abilitato


   Azionamento Service        Numero di azionamenti completi del-        20 (in migliaia)         0              255
                               l’automazione prima che il buzzer
                                 indichi la necessità del Service


    Funzione orologio         Se abilitata, a cancello tutto aperto-            0                 0               1
                                con le fotocellule disattivate (ad
                               esempio mediante un orologio) il
                                 lampeggiante rimane spento.
                              Quando le fotocellule si riabilitano,
                              con la chiusura automatica inserita,
                                    l’automazione richiude.

      Abilita tentativi       Se posto a 1, su blocco dell’encoder              0                 0               1
                              l’automazione torna indietro del 10%
                                 della corsa effettuata e poi riprova
                              nuovamente ad avanzare. Se ritrova
                               l’ostacolo ritorna indietro la seconda
                                        volta e poi si blocca
   Abil. Test Fotocellule      Se abilitato, periodicamente toglie              0                 0               1
                              alimentazione alle fotocellule (+12 –
                               12) e valuta se l’ingresso FCEL si
                               disabilita. In caso di guasto manda
                                un segnale al sistema di Analisi.
 Tempo inversione dopo la Una volta abilitato, indica il tempo di              15                 0              255
         chiusura              “rimbalzo” dell’automazione dopo
                                     una chiusura (in 1/10”)

% di errore ammesso per la Indica la % di corsa per cui l’auto-                 5                 1               30
     corsa in chiusura        mazione in chiusura si ferma senza
                                               fare
                               i tentativi perchè si ritiene che sia
                               arrivata al blocco di fine chiusura
 Abilitazione lettura codici Se abilitato vengono letti i codici pro-           0                 0               1
       Rolling code           venienti dal ricevitore di tipo Rolling
                               code e viene esclusa la lettura dei
                                   radiomandi a DIP-SWITCH

Abilitazione test sicurezza Abilita una serie di test supplementa-              -                 -                -
                                          ri sul sotfware

    Abilitazione chisura         Se abilitato rende la chiusura                 0                 0               1
   automatica su APED          automatica su APED indipendente




                                                                                                                             45
                                         ATTUATORI SERIE ES
     TABELLA DIAGNOSI DI POSSIBILI INCONVENIENTI DELLE AUTOMAZIONI SCORREVOLI
                        CON SCHEDA DI COMANDO A 1 MOTORE
       POSSIBILI INCONVENIENTI                              CAUSE                                    VERIFICHE / RIMEDI
        L’automazione non funziona.             Alimentazione di rete assente.              Controllare l’interruttore alimentazione
                                                                                                         trasformatore.
                                               Fusibili di alimentazione bruciati.         Sostituire i fusibili con altri dello stesso
                                                                                                             valore.
                                                   Comandi non funzionanti.                Controllare i radiocomandi e selettori o
                                                                                                            pulsanti.
                                               Dispositivi di protezione attivati.        Verificare che le sicurezze non siano tutte
                                                                                         attive (3 led verdi accesi). Controllare il fun-
                                                                                         zionamento o l’allineamento delle fotocellule
                                                                                         e i collegamenti dei dispositivi di protezione.

     Non si programma il radiocomando.          Dispositivi di protezione attivi.        Verificare che le sicurezze siano tutte attive
                                                                                         (3 led verdi accesi). Controllare il funziona-
                                                                                          mento o l’allineamento delle fotocellule e i
                                                                                          collegamenti dei dispositivi di protezione.
                                              Collegamenti con polarità invertita.        Verificare il collegamento e la polarità dei
                                                                                          collegamenti tra scheda radio e scheda di
                                                                                                            comando.
                                                       Batteria scarica.                             Sostituire la batteria.

                                             Scheda o ricevitore non funzionano             Verificare la tensione tra i morsetti 25(-
                                                       correttamente                      GND) e 26(+ANT): deve essere V>10Vdc.
                                                                                           Se la tensione tra i morsetti è più bassa
                                                                                            togliere il conduttore dal morsetto 26 e
                                                                                           misurare la tensione a vuoto. Se non c’è
                                                                                         tensione sostituire la scheda elettronica. Se
                                                                                           la tensione è di 12V sostituire la scheda
                                                                                                            ricevente.

                                           La codifica del radiocomando non è stata       Eseguire la procedura di acquisizione del
                                                    eseguita correttamente.                     codice radio (vedi istruzioni)
       Il radiocomando non funziona.          I codici del radiocomando e quelli          Eseguire la procedura di acquisizione del
                                            memorizzati nella scheda sono diversi.             codice radio (vedi istruzioni).

                                                       Batteria Scarica.                    Sostituire la batteria ( tipo 23AE 12V).

                                           Il ricevitore non funziona correttamente.        Verificare la tensione tra i morsetti 25(-
                                                                                          GND) e 26(+ANT): deve essere V>10Vdc.
                                                                                           Se la tensione tra i morsetti è più bassa
                                                                                          togliere il cavo dal morsetto 26 e misurare
                                                                                         la tensione sui morsetti a vuoto. Se non c’è
                                                                                         tensione sostituire la scheda elettronica. Se
                                                                                           la tensione è di 12V sostituire la scheda
                                                                                                            ricevente.

        Non si programma la corsa          Dispositivi di protezione o comandi attivi.   Verificare che i 3 led verdi, relativi alle pro-
            dell’automazione.                                                             tezioni, siano accesi e i 4 led rossi, dei
                                                                                                      comandi, spenti .
                                               Velocità di rallentamento bassa.           La programmazione della corsa si effettua
                                                                                              alla velocità di rallentamento (Vrall).
                                                                                           Verificare che il trimmer della relativo alla
                                                                                                   Vrall sia impostato a metà.
                                                                                         Se il cancello si blocca durante la program-
                                                                                          mazione bisogna aumentare la velocità di
                                                                                           rallentamento (Vrall) e la frizione (FRIZ),
                                                                                                  ruotando i trimmer verso il +.
                                                                                         In caso non si riesca comunque a program-
                                                                                          mare eseguire la corsa di prova impostata
                                                                                           in laboratorio: togliere alimentazione alla
                                                                                            scheda, ridarla e premere il tastino sulla
                                                                                          scheda MEMO. L’automazione deve aprire
                                                                                           e compiere la corsa impostata. Il lampeg-
                                                                                             giante e la SPAP devono lampeggiare.
                                                                                                 Rivolgersi all’assistenza clienti.
                                           Assorbimento motore superiore al limite        Misurare tramite un tester, in modalità cor-
                                                  impostato in laboratorio.               rente continua, l’assorbimento del motore:
                                                                                                 deve essere minore di 8,5A.
                                                                                          Se supera i 4A, verificare la corsa del can-
                                                                                         cello ed eliminare eventuali attriti meccanici.

46
                                            ATTUATORI SERIE ES

       POSSIBILI INCONVENIENTI                                  CAUSE                                    VERIFICHE / RIMEDI


 In fase di programmazione l’automazione       Sono invertiti i cavi alimentazione motore.    Invertire la polarità dei conduttori Rosso e
          non apre ma chiude.                                                                            Nero (morsetto 1 e 2).


  L’automazione si blocca quando inizia a         Struttura meccanica del cancello con       Verificare la struttura meccanica del cancel-
                rallentare.                                    problemi.                       lo (lo scorrimento a motore sbloccato, il
                                                                                                      buono stato della rotaia, …).

                                                    Velocità di rallentamento bassa.            Aumentare la Velocità di rallentamento
                                                                                             (Vrall). In caso si sia in possesso del palma-
                                                                                             re o del PC aumentare il valore del parame-
                                                                                                          tro: “Ritardo impatto”.



Il lampeggiante rimane fisso anche durante                  Batteria scarica.                Verificare la carica della batteria e ripristina-
     la corsa ed il buzzer suona sempre.                                                                  re la tensione di rete.

                                                      Scheda in modalità Service.              Per verificare se la scheda è in Service è
                                                                                               necessario connettersi alla scheda con il
                                                                                             palmare o PC. In questo caso verificare se il
                                                                                                parametro “Abilita service” sia attivo. In
                                                                                             caso di service attivo portare avanti la pros-
                                                                                              sima scadenza (Es. “ore lavoro service” da
                                                                                              60 a 120 oppure “cicli service” da 20 a 40).
                                                                                                    Rivolgersi all’assistenza clienti.


Il lampeggiante non funziona oppure rimane                Lampadina bruciata.                 Sostituire la lampadina (tipo E14 14V 3C
             sempre accesso.                                                                                      5W).


                                                 La scheda non funziona correttamente.             Sostituire la scheda elettronica.




L’automazione fa solo un piccolo movimento Alimentazione Encoder bassa o il circuito Verificare se c’è alimentazione, tra i morsetti
              e poi si ferma.                   Encoder motore non funziona          10 e 11, in fase di partenza dell’automazio-
                                                       correttamente.                    ne: la tensione deve essere di +12V.
                                                                                     Verificare che il led rosso “ENC” si accenda
                                                                                     per il tempo di movimento dell’automazione.
                                                                                     Analizzare con il PC le indicazioni di funzio-
                                                                                                 namento della scheda.
                                                                                                   Sostituire l’encoder.
                                                                                             Rivolgersi all’assistenza clienti.

 Il ricevitore radio interno alla scheda non   Ponticello “ANTENNA” tagliato o mancante.       Verificare il ponticello “ANTENNA” della
                 funziona.                                                                                scheda elettronica.


                                                Il ricevitore non funziona correttamente.          Sostituire la scheda elettronica.
                                                                                                    Rivolgersi all’assistenza clienti.

   Non funziona il collegamento col PC.          Ponticello “GEN.I” tagliato o mancante.     Verificare che il ponte “GEN.I” della scheda
                                                                                                               elettronica.
                                                                                                    Rivolgersi all’assistenza clienti.




       Il cancello si muove a scatti.          Installazione non corretta della cremagliera. Rispettare lo spazio di 2 mm tra pignone e
                                                                                                             la cremagliera.




                                                                                                                                            47
                                                        ATTUATORI SERIE ES

     SBLOCCO MANUALE
     In caso di mancata alimentazione di rete, la batteria tampone garantisce, per un periodo limitato, il funzionamento dell'automazione.
     In caso di batteria scarica o mancante, sbloccare manualmente il motore aprendo il coperchio con l’apposita chiave (vedi Fig. 1A/ES,
     1B/ES, 1C/ES) e ruotare la leva dello sblocco di 180° in senso antiorario (Fig. 7/ES). Richiudere il coperchio.
     La scheda elettronica provvederà a ricaricare la batteria tampone appena sarà ripristinata l’alimentazione.

     MANUTENZIONE
     Si raccomanda di far effettuare da personale qualificato un controllo annuale del funzionamento generale dell'automazione e dei dis-
     positivi di sicurezza.
     Prima di effettuare una qualsiasi operazione di pulizia o di manutenzione dell’automazione togliere la tensione di alimentazione agen-
     do sull’apposito interruttore magnetotermico a monte del trasformatore e scollegare la batteria tampone.
     Se l'alimentazione deve essere presente per verifiche di funzionamento, si raccomanda di disabilitare ogni dispositivo di comando
     (radiocomandi, pulsantiere ecc.) ad eccezione del dispositivo usato dall' addetto alla manutenzione.

     Manutenzione ordinaria
     Le seguenti operazioni devono essere fatte quando se ne avverte la necessità e obbligatoriamente almeno ogni 12 mesi.

     Cancello
     Lubrificare (con oliatore) le ruote di scorrimento del cancello e i pattini della guida superiore. Verificare il fissaggio della cremagliera
     e la sua pulizia da sporcizia e incostrazioni. Pulire la rotaia di scorrimento.

     Impianto di Automazione
     Verificare il funzionamento dei dispositivi di protezione (fotocellule, coste meccaniche ecc…). Verificare lo stato di carica della bat-
     teria con un multimetro (tester) anche se il lampeggiante segnala, in caso di mancanza di corrente, lo stato della batteria (vedi istru-
     zioni centralina). In caso di sostituzione della batteria utilizzare un prodotto originale e ricliclare il materiale sostituito secondo la nor-
     mativa vigente.
     Cambiare la batteria, in ogni caso, ogni 2 anni.

     Manutenzione straordinaria
     Non sono previste operazioni di manutenzione straordinaria. Tuttavia se dovessero rendersi necessari interventi su parti meccani-
     che, si raccomanda di rimuovere l'attuatore per consentire la riparazione da parte del personale autorizzato.




48
                                        ATTUATORI SERIE EA

                         ATTUATORI PER CANCELLI AD ANTE BATTENTI
                                                   Art. EA25 - EA50
Presentazione generale
Attuatore elettromeccanico irreversibile a fissaggio esterno, per cancelli ad anta battente di lunghezza fino a 2,50 m (EA25) o 3,50
m (EA50).
Il gruppo riduttore, a doppio rinvio, è contenuto in una cassa d’alluminio pressofuso perfettamente sigillato in bagno di grasso spe-
ciale autolivellante.
Lo sblocco meccanico è accessibile mediante l’apposita chiave. La vite di scorrimento è protetta in tutta la sua escursione.
L'attuatore è fornito singolarmente o con altri componenti in confezioni kit.




                                               CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA
                                                               Mod. EA25        Mod. EA50
                                    Alimentazione motore         12 V c.c.       12 V c.c.
                                    Potenza Max Motore           30 Watt         30 Watt
                                    Corsa Max Utile               29 cm           41 cm
                                    Lunghezza Max Anta            2,5 m           3,5 m
                                    Temperatura di servizio   -20°C ÷+55°C    -20°C ÷+55 °C
                                    Velocità Max Motore         1100 RPM        1100 RPM
                                    Tempo Apertura a 90 °        10 Sec.         10 Sec.
                                    Peso massimo anta            400 Kg.         300 Kg.



                                                      DIMENSIONI D' INGOMBRO

                                                                Mod. EA25
                                   mm




                                                 mm                                                             18   mm
                         mm                                             785   mm

                                                                Mod. EA50
                              mm




                                              mm                                                                      mm

                        mm                                            mm




                                                                                                                                        49
                                          ATTUATORI SERIE EA
     INSTALLAZIONE MECCANICA
     Gli attuatori sono fissati da un lato al cancello e dall’altro ad una flangia solidale al pilastro di sostegno del cancello. Scegliere la
     posizione degli attuatori e stabilire quindi l’angolo di apertura delle ante. A tal scopo si considerino i valori riportati in tabella 1 prima
     di procedere all'installazione.

     Osservazioni:
     1. I dati in tabella si apllicano quando l’attuatore è in posizione di massima estensione e il cancello è chiuso. In tali condizioni si ha
        la massima efficienza di funzionamento.
     2. I dati B in tabella sono valori massimi. Il cancello può funzionare anche con valori di B minori. Il funzionamento non è garantito
        per valori di B maggiori.
     3. Per valori di A minori del valore in tabella, il cancello non apre dell’angolo voluto.
     4. Si consiglia:
        per aperture a 90° scegliere valori di A prossimi al minimo riportato in tabella.                    Angolo di apertura 90°
        per aperture a 120° scegliere valori di A prossimi al massimo riportato in tabella.                          EA 25            EA 50

                                                                                                           A (mm)                       B (mm)         B (mm)

                                                                                                                70                       200            200
                                                                 Angolo di apertura 120°
                                                                                                                80                       180            200
                                                                         EA 25           EA 50
                                                                                                               100                       160            200
                                                         A (mm)         B (mm)          B (mm)
                                C
                                                                                                               120                       150            200
                                                           100             70              70
                                                                                                               140                       130            200
                                                           120             80              80
                                        Fig. 2/EA          140            100             120              C (mm)                         1020          1300
                                                                                                        Tab. 1
     Ancoraggio dell’attuatore:
     1. Fissare la staffa di supporto motore (Kit art. ZX04) sulla parte interna del pilastro che sostiene il cancello. Se il pilastro è metal-
        lico, effettuare una robusta saldatura (Fig. 3B/EA).
        La flangia ausiliaria può essere montata sulla staffa del pilastro in 3 diverse posizioni (Fig. 5/EA), permettendo ad esempio di fis-
        sare la staffa lontano dagli spigoli del pilastro e lasciando immutato il valore di A di tabella 1.
     2. Saldare elettricamente la seconda staffa al cancello, rispettando la misura C (Fig. 2/EA).
     3. Avvitare l’attuatore alle flange di supporto (Fig. 6/EA e Fig. 7/EA).




                                                                                                                         11
                                                                                                   11




                                                                                                                                   69
                                                                                                                              35




                                                                                                                                                              38
                                                                                                   11




                                                                                                                                                  44
                                                                                                          25        25
                                                                                                                                                  74
                                                                                                               70
                                 Fig. 3A/EA                                        Fig. 3B/EA                                                    Fig. 4/EA




                                         Fig. 5/EA                                          Fig. 6/EA                                             Fig. 7/EA

     Installazione battenti meccanici.
     Per l’installazione di battenti meccanici vedi Pag. 59.

50
                                                    ATTUATORI SERIE EA
INSTALLAZIONE ELETTRICA
1. Per collegare l’alimentazione al motore, svitare le 2 viti e togliere il coperchio (Vedi A della Fig. 8/EA).




                                                                                 Fig. 8/EA


2. Collegare i fili secondo le indicazioni riportate sulla morsettiera del motore (vedi Fig. 9/EA) e sulla scheda elettronica (vedi Fig. 6/EC, pag. 28).

                                                                                 Alimentazione motore:




                                                                     ENC1/ENC2
                                                    MARRONE
                                                                                 1-3 rosso,




                                                                     BIANCO
                                                                                 2-4 nero
                                          CHIUDE




                                                              BLU
                                                                                 Alimentazione encoder:
                                 APRE




                                                                                 11-14 marrone,
                                                    +         -     ENCODER      12-15 blu
                    Mot. 1       1        2         11        12       13        Segnale encoder:
                    Mot. 2       3        4         14        15       16        13-16 bianco
                                                                                                                        Fig. 9/EA

3. Nel caso non si utilizzi il cavo ELVOX per l’alimentazione del motore si consiglia un cavo di sezione 2,5 mm2 per il motore e di
   sezione 0,5 mm2 per l’encoder (per distanze sino a 15 mt). Per cablaggi con lunghezza superiore i 15 m usare per il collega-
   mento del motore la sezione 2x4 mm2, e per l’encoder la sezione 3x1 mm2.
4. Scegliere percorsi brevi per i collegamenti.
Sblocco manuale
In caso di mancata alimentazione di rete, la batteria tampone assicura per un peri-
odo limitato di tempo il funzionamento dell'automazione. In caso di batteria scari-
ca o mancante, sbloccare manualmente l'attuatore aprendo il coperchio con l’ap-
posita chiave e ruotando la leva dello sblocco di mezzo giro in senso orario (vedi
Fig. 10/EA). Rimontare il coperchio e fissarlo con la chiave.
Appena sarà ripristinata l'alimentazione la scheda elettronica provvederà a ricari-
care la batteria tampone.




                                                                                                                                          Fig. 10/EA

MANUTENZIONE
Prima di effettuare una qualsiasi operazione di pulizia o di manutenzione del motore, togliere la tensione agendo sull’apposito interruttore
magnetotermico collegato a monte della centralina e scollegare la batteria tampone.
Se l'alimentazione deve essere presente per verifiche di funzionamento, si raccomanda di disabilitare ogni dispositivo di comando (radio-
comandi, pulsantiere ecc.) ad eccezione del dispositivo usato dall' addetto alla manutenzione.
Manutenzione ordinaria
Ciascuna delle seguenti operazioni deve essere eseguita quando se ne avverte la necessità e obbligatoriamente almeno ogni 12 mesi.
Cancello:
Lubrificare (con oliatore) i cardini del cancello.
Verificare che i cardini del cancello, siano rigorosamente in bolla.
Motore:
Oliare (con oliatore) la vite senza fine dell'attuatore posta nella parte inferiore (fig .11/EA).
Non oliare lo stelo esterno, perché ciò favorirebbe il deposito di polvere e l'abrasione della superficie.
Manutenzione straordinaria
Non sono previste operazioni di manutenzione straordinaria. Tuttavia se dovessero rendersi necessari interventi su parti meccaniche, si
raccomanda di rimuovere l'attuatore per consentire la riparazione da parte del personale autorizzato.




                                                                                                  Fig. 11/EA

                                                                                                                                                           51
                                                     ATTUATORI SERIE ZA

           ATTUATORI A BRACCIO ARTICOLATO PER CANCELLO AD ANTE BATTENTI
                                                              Art. ZA30
     PRESENTAZIONE

     Presentazione generale
     Attuatore elettromeccanico irreversibile a fissaggio esterno
     con sblocco manuale, per cancelli ad anta battente ad uso
     residenziale di lunghezza massima 3 m (300Kg), adatto per
     motorizzare ad ante in presenza di pilastri di grandi dimen-
     sioni.
     Il gruppo riduttore é contenuto in un coperchio in ABS di
     grosso spessore e di ridottissimo ingombro.
     Lo sblocco meccanico è accessibile mediante apposita chi-
     ave personalizzata.
     Questi attuatori sono stati concepiti privilegiando la facilità
     d’installazione e la robustezza dei materiali impiegati.




                         CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA
                                                                            Mod. ZA30
     Tensione di alimentazione motore                                        12 V c.c.
     Corrente assorbita (a vuoto)                                              0,5 A
     Velocità motore                                                         1300 rpm
     Temperatura d’esercizio                                               -20°C ÷ 55°C
     Potenza motore                                                            45 W
     Grado di protezione                                                        IP43
     Ciclo di lavoro                                                         Intensivo
     Peso massimo anta (lunghezza anta 1,8 mt):                               400 Kg
     Lunghezza massima per anta (peso massimo 300 Kg):                           3m
     Angolo massimo di apertura:                                                140°
     Peso:                                                                     11 Kg
                                                     DIMENSIONI D' INGOMBRO
                                                               Mod. ZA30




                                                                                               190mm




                                                              350 mm


                           A              C



                    B
                                                                       Dimensioni:
                                                                       A= Minimo 110 mm
     160




                                                                       B= Da 0 a 370 mm
                                                         0




                                                                       C= Da 440 a 460 mm
                                                       40




                            350                                                  Fig. 1/ZA30


52
                                                ATTUATORI SERIE ZA
INSTALLAZIONE MECCANICA
1. Fissare la staffa di supporto del brac-                                  Cerniera
   cio articolato sulla parte interna del-                                                                                  Anta
   l’anta, come indicato in Fig. 2/ZA30.             Pilastro


                                                                                                 Staffa

2. Fissare la piastra-base del motore al
   muro in posizione orizzontale, ad una                              440÷460 mm                                        Fig. 2/ZA30
   distanza minima di 150 mm dal pavi-
   mento e a 27 mm dal lato tra la parte
   inferiore della piastra - base e il lato
   superiore della staffa di supporto del
   braccio articolato (Fig. 2A/ZA30).



3. Fissare il motore alla piastra con le
   due viti M6x120.
N.B.La morsettiera va sempre rivolta
   verso l’esterno del pilastro.
4. Inserire il braccio dritto nell’albero del
   motore e fissarlo con la vite M6x45
   fornita.




                                                                                                          27 mm
5. Unire il braccio dritto a quello curvo e
   fissarli con la vite M8x20.
6. Collegare il braccio curvo alla staffa di
   supporto che si trova nel cancello
   mediante la vite M12x50 e il dado Fig.                                      150 mm
   3A/ZA30.
                                                                                                                      Fig. 2A/ZA30




                                                                                          Vite




                                                                                               Dado

                                                                                                                  Fig. 3A




                                                                                                                              Fig. 3B




                                                            Installazione sinistra
  Installazione destra




                                                                             Fig. 4                                           Fig. 4A
N.B. Per l’installazione destra, il motore deve essere posizionato come nella figura 4/ZA30.

Installazione battenti meccanici
Per l’installazione di battenti meccanici vedi Pag. 59.

                                                                                                                                        53
                                                       ATTUATORI SERIE ZA


                     Encoder
                     (marrone-blu-bianco)




                     Alimentazione
                     motore
                     (rosso-nero)



                                                                                                                         Fig. 5/ZA30



     INSTALLAZIONE ELETTRICA
     1. Per il collegamento dell’alimentazione accedere alla
        morsettiera rimuovendo prima lo sblocco a serratura e
        successivamente il coperchio (vedi fig.6/ZA30).
     2. Collegare i fili seguendo le indicazioni riportate sulla
        morsettiera del motore (vedi fig.5/ZA30) e sulla scheda
        elettronica (vedi fig.6, pag. 28).
     3. Nel caso che non si utilizzi il cavo Elvox per l’alimen-
        tazione del motore si consiglia una sezione del cavo di 2,5
        mm2 e di 0,5 mm2 per l’encoder
        (per distanze fino a 15 m
        Per cablaggi con lunghezza superiore i 15 m usare per il
        collegamento del motore la sezione 2x4 mm2 e per l’en-
        coder la sezione 3x1 mm2.
     4. Scegliere percorsi brevi per i collegamenti.
                                                                                                                         Fig. 6/ZA30
     Sblocco manuale
     In caso di mancanza dall’alimentazione di rete, la batteria tampone garantisce per un periodo limitato il funzionamento dell'au-
     tomazione. In caso di batteria scarica o mancante, sbloccare manualmente l'attuatore aprendo il coperchio con l’apposita la chi-
     ave e svitando la ruota di sblocco (vedi Fig. 6/ZA30 e 7/ZA30).
     Una volta ripristinata l'alimentazione la scheda elettronica provvederà a ricaricare la batteria tampone.

     MANUTENZIONE
     Prima di effettuare una qualsiasi operazione di pulizia o di
     manutenzione del motore togliere la tensione agendo sull’ap-
     posito interruttore magnetotermico collegato a monte della
     centralina, e scollegare la batteria tampone. Se l'alimen-
     tazione deve essere presente per verifiche di funzionamento,
     si raccomanda di controllare o disabilitare ogni dispositivo di
     comando (radiocomandi, pulsantiere ecc.), ad eccezione del
     dispositivo usato dall' addetto alla manutenzione.

     Manutenzione ordinaria
     Ciascuna delle seguenti operazioni deve essere fatta quando
     se ne avverte la necessità e obbligatoriamente ogni anno.

     Cancello:
     Lubrificare (con oliatore) i cardini del cancello.                  Sblocco
     Verificare che i cardini del cancello siano rigorosamente in        manuale
     bolla.

     Manutenzione straordinaria
     Non sono preventivabili operazioni di manutenzione straordi-
     naria. Tuttavia se dovessero rendersi necessari interventi su
     parti meccaniche si raccomanda di rimuovere l'attuatore per
     consentire la riparazione da parte del personale autorizzato.                                                   Fig. 7/ZA30


54
                                    ATTUATORI SERIE ZI

                ATTUATORI INTERRATI PER CANCELLI AD ANTE BATTENTI
                                                    Art. EI20 - ZI27
Presentazione generale
Gli attuatori interrati ZI sono adatti per cancello a battente con ante fino 1,6 m (senza elettroserratura) ed ante oltre 1,6 m (con elet-
troserratura). Ogni attuatore si compone di un motore in bassa tensione a 12V c.c. e di un gruppo riduttore racchiuso in una cassa
completamente stagna d’alluminio di grosso spessore ma di ridottissimo ingombro esterno, tale da agevolarne l’installazione.
Ogni attuatore interrato si integra perfettamente ai canoni estetici di ogni cancello senza alterarne l’aspetto.

L'attuatore è fornito singolarmente o abbinato con altri articoli in kit.
L'attuatore va installato con la cassa di fondazione Art. ZX41 in alluminio, fornita separatamente.
                                                     DIMENSIONI D' INGOMBRO


                                                                                         Mod. ZX41
                          Mod. ZI27




                                                                                    73


                                                                              86                      55            138
                                                                                                               5
                                                                                                             55
                                                                                    17
                                                                                      4


                                   Mod. EI20
                                                                                          Mod. ZX41
                          147
                    97




                                                        36
                                                          5




                                                                                    73


                                                                               86                     55             138
                                                                                                                5
                                                                                                              55
                                                                                     17                       Fig. 1/ZI
                                                                                       4


Gli attuatori elettromeccanici interrati serie ZI sono adatti ad ogni tipo di cancello ad ante, con le seguenti limitazioni:
1. La lunghezza massima per anta non deve superare i 2 m per EI20 e 3 m per ZI27.
2. Il peso per ogni anta non deve superare i 200 Kg per EI20 e i 300 Kg per ZI27.
3. La cassa di fondazione deve essere rigorosamente in bolla sui 4 lati.
4. L'albero del motoriduttore deve essere assolutamente in asse con il cardine del cancello.
5. Il cardine del cancello deve essere in bolla, ovvero l'anta bloccata o priva di automazione, in qualsiasi punto delle sua corsa non
   deve ne aprirsi ne chiudersi autonomamente.
   Nel caso in cui non siano rispettati i punti di cui sopra ELVOX declina ogni responsabilità per malfunzionamento o rotture e la ga-
   ranzia decade.
                                           CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA
                                                                              Mod. EI20        Mod. ZI27
                  Alimentazione motore                                        12 V c.c.        12 V c.c.
                  Corrente assorbita (a vuoto)                                0,3 A            0,5 A
                  Potenza Max Motore                                          30 Watt          40 Watt
                  Temperatura di servizio                                     -20°C ÷ 55°C     -20°C ÷ 55°C
                  Velocità Max Motore                                         1000 giri/min    1200 giri/min
                  Grado di protezione                                         IP67             IP67
                  Peso massimo anta (lunghezza anta 2m)                       200 Kg (2 m)     300 Kg (1,8 m)
                  Lunghezza massima per anta (peso massimo 200 Kg)            2m               3 m (200 Kg.)
                  Angolo massimo di apertura                                  360°             360°
                  Peso                                                        8 Kg             10,7 Kg

                                                                                                                                             55
                                                   ATTUATORI SERIE ZI

     INSTALLAZIONE MECCANICA
                                                                                                    MIN. 73 mm
     Installare gli attuatori interrati EI20 e ZI27 in asse con il cardine del cancello.

     Installazione in asse:
     Vedi anche fig. 2/ZI dove:
     A = anta
     B = sblocco manuale con chiave art. ZDA7 (EI20) e ZDB7 (ZI27)
          o sblocco manuale a leva, art. EDI1, (solo per via EI20)
     C = ingresso cavi
     D = drenaggio
     E = ghiaia
     F = cassa di fondazione art. ZX41

     Fase preparatoria:
     1. Rimuovere l’anta del cancello.
     2. Posizionare la staffa dello sblocco Art. ZDA7 o ZDB7 sullo spigolo inferiore
        dell’anta e saldarla. Togliere lo sblocco in fase di saldatura
     3. Ripetere le stesse operazioni anche per una eventuale seconda anta.                           F               E- Ghiaia per recu-
                                                                                                                      pero acqua piovana
     CASSETTA DI FONDAZIONE PER ATTUATORI ZI: ZX41
     Prima di inserire lo sblocco Art. ZDA7, EDI1 o
     ZDB7 sulla bronzina, ingrassare abbondante-
     mente sia la bronzina (n.1 Fig.3/ZI) sia la ghiera
     di scorrimento (n.2 Fig.3/ZI)
     Si consiglia di eseguire periodicamente l’ingras-
     saggio esterno dei suddetti particolari, almeno
     ogni 3 mesi.
     Prima d’inserire il motore allo sblocco (n°5 Fig.
     3/ZI) ingrassare abbondantemente il perno del
     motore.
     Materiali preparatori all' installazione dei attuatori ZI          Dimensioni                        D- Tubo di drenaggio da colle-
     Posizione        Descrizione                                                                         gare allo scarico acque piovane
                                                                        A         555 mm
     1                  Bronzina                                                                C-
                                                                        B         174 mm
     2                  Ghiera centrale                                                         Tubo ingresso                   Fig. 2/ZI
                                                                        C         134 mm        cavi
     3                  Cassa                                           D         86 mm
     4                  Coperchio                                       E         73 mm
     5                  Sblocco                                         F         55 mm
     48mm (ZDA7 - ZDB7),                                                                           450mm (ZDA7 - ZDB7), 240mm (EDI1)
     36mm (EDI1)

                                                                                           25
                                                       50




                                                                                                          Fig. 3/ZI



56
                                   ATTUATORI SERIE ZI

Installazione della ghiera centrale con fermo staffa.
A seconda dell’installazione della cassa di fondazione Art. ZX41 si possono avere 4 possibilità di fermo staffa nel caso di sblocco
manuale (vedi figura 4/ZI).
                                  Cancello                                Cancello



              ZX41                                                                                ZX41




              ZX41                 Cancello                                Cancello               ZX41




                                                                                                                 Fig. 4/ZI

Preparazione del sito                                               Collocazione dell’anta
1. Scavare nel terreno vicino al pilastro di sostegno del can-      Rimettere l’anta in posizione verticale avendo cura che il perno
   cello una nicchia di volume sufficiente a contenere la cassa     del motoriduttore sia ben collocato entro la borchia saldata alla
   di fondazione (Art. ZX41).                                       staffa di supporto e che il perno sia ben in asse con il cardine
2. Creare una cospicua base di calcestruzzo sul fondo della         superiore del cancello.
   nicchia.
3. Posizionare la cassa di fondazione in modo che sia in asse
                                                                    Il tubo di drenaggio D di Fig.2/ZI deve essere privo di detriti inter-
   con il cardine superiore.
4. Posizionare una guaina per il cavo di alimentazione e un         namente per permettere una veloce uscita dell’acqua di ristagno.
   tubo per il drenaggio (particolari C e D Fig. 2/ZI).             Un importante accorgimento è quello di ricoprire il tubo in tutta la
5. Ricoprire con calcestruzzo tutta la cavità libera intorno alla   sua lunghezza con della ghiaia che permetta il deflusso dell’ac-
   cassa fino al livello del terreno.                               qua e che impedisca al terreno di otturare il tubo drenante.
6. Lasciare asciugare la gettata fino alla presa completa del
   calcestruzzo.
7. Ripetere i punti dal 1 al 6 anche per una eventuale secon-
   da anta.
8. Inserire l'attuatore.

Installazione battenti meccanici
Per l’installazione di battenti meccanici vedi Pag. 59.

Installazione elettrica
1. Inserito l’attuatore allo sblocco eseguire i collegamenti seguendo le operazioni di Fig. 5/ZI e lo schema della sceda elettronica
(vedi fig. 6, pag 28).

ZI27



                                                                                                                             Fig. 5/ZI


                                                                     Cavo
EI20                                                                 2x2 +
                                                                     3x0,5 mm2


                                                                    Cavo
                                                                                Scatola di
                                                                    2x2 +
                                                                    3x0,5 mm 2 derivazione
                                                                                   (IP 68)


                                                                                                                                         57
                                          ATTUATORI SERIE ZI
     2. Collegare i fili seguendo le indicazioni                        COLLEGAMENTI:                              Alimentazione motore:
        riportate della tabella:                                                                                   1-3 rosso,
                                                                                                                   2-4 nero

                                                                                                                   Alimentazione encoder:
                                                                                                                   11-14 marrone,
                                                                                                                   12-15 blu

                                                               Alimentazione: Rosso - nero                         Segnale encoder:
                                                               Encoder: Marrone-Blu-Bianco                         13-16 bianco

     3. Nel caso non si utilizzi il cavo ELVOX per l’alimentazione del motore si consiglia di adottare un cavo di sezione 2,5 mm2 per il
        motore e 0,5 mm2 per l’encoder (distanze sino a 15mt).
        Per cablaggi con lunghezza superiore ai 15 m usare per il collegamento del motore un cavo di sezione 2x4 mm2, e per l’en-
        coder 3x1 mm2.
     4. Scegliere percorsi brevi per i collegamenti.

 Sblocco manuale (ZDA7 - ZDB7)                                            Sblocco manuale (EDI1 per EI20)
    In caso di mancata alimentazione di rete, la batteria tampone            In caso di mancata alimentazione di rete, la batteria tampone
    garantisce, per un periodo limitato di tempo, il funzionamen-            garantisce, per un periodo limitato di tempo, il funzionamen-
    to dell'automazione. In caso di batteria scarica o mancante,             to dell'automazione. In caso di batteria scarica o mancante,
    sbloccare manualmente l'attuatore utilizzando la chiave per-             sbloccare manualmente l'attuatore utilizzando la leva person-
    sonalizzata.                                                             alizzata.
 1. Aprire lo sportello in plastica.                                      1. Togliere il tappo in plastica
 2. Inserire l’apposita chiave e ruotarla di 1/4 di giro.                 2. Inserire l’apposita leva e ruotarla di 90° finchè si libera l’anta
 3. Spostare la leva (Fig. 6).                                            3. L’anta è sbloccata e con una lieve pressione si apre.
 4. L’anta è sbloccata e con una lieve pressione si apre.                 4. Togliere la leva e rimettere il tappo.
 5. Riportare la chiave nella posizione iniziale (girando di 1/4 di       5. Ripetere i punti dal 1 al 4 anche per la eventuale seconda
    giro).                                                                   anta.
 6. Togliere la chiave e chiudere lo sportello.
 7. Ripetere i punti dal 1 al 5 anche per la eventuale seconda
    anta.




                                                                                                 Fig. 7
          Fig. 6




 MANUTENZIONE
     Se l’alimentazione deve essere presente per verifiche di funzionamento, si raccomanda di disabilitare ogni dispositivo di comando
     (radiocomandi, pulsantiere ecc.) ad eccezione del dispositivo usato dall’addetto alla manutenzione.

     MANUTENZIONE ORDINARIA
     Ciascuna delle seguenti operazioni deve essere eseguita quando necessario ed obbligatoriamente almeno ogni 12 mesi.

     CANCELLO
     Lubrificare (con oliatore) i cardini del cancello.
     Controllare i cardini del cancello che devono essere in bolla con l’albero del motoriduttore.

     MOTORE - CASSA DI FONDAZIONE
     Lubrificare (con oliatore) i cardini del cancello.
     Controllare se la cassa di fondazione è in bolla sui 4 lati con il cardine superiore del cancello.
     Controllare il tubo di drenaggio che deve essere pulito per lo scarico d’acqua piovana.

     MANUTENZIONE STRAORDINARIA
     Non sono previste operazioni di manutenzione straordinaria. Tuttavia se dovessero rendersi necessari interventi di una certa impor-
     tanza su parti meccaniche, si raccomanda la rimozione dell’attuatore per consentire la riparazione presso un punto assistenza.

58
                                       BATTENTI MECCANICI
INSTALLAZIONE DEI BATTENTI MECCANICI PER CANCELLI AD ANTE
In corrispondenza delle posizioni di apertura e chiusura delle ante, si consiglia di sistemare battenti meccanici che siano in grado
di arrestare il movimento del cancello sia in apertura sia in chiusura.
Seguire comunque i consigli delle norme e direttive al riguardo.
Nel caso di ante di dimensioni oltre 1,6 m si suggerisce l'uso del chiavistello a gomito Art. ZD06, e dell’elettroserratura, Art. ZD04,
oppure dell’elettroserratura verticale Art. ZD14.




                                            CHIAVISTELLO A GOMITO
                                                         Art. ZD06
Molla di richiamo in acciaio inox con ghiera di regolazione.
Applicazione destra - sinistra.
Fissaggio a vite sul battente.




                                                                                                                                          59
                                                    BATTENTI MECCANICI

                     ELETTROSERRATURA "MULTIPLA" PER PORTA E CANCELLO
                                                           Art. ZD04
     CARATTERISTICHE GENERALI
     Elettroserratura per porta e cancello
     con cilindro fisso. Ambidestra.
     Entrata unica regolabile da 50 a 70
     mm. Incontro regolabile in altezza.
     Interassi dei fori di fissaggio unificati.

     CARATTERISTICHE TECNICHE
     - Scatola in acciaio
     - Scrocco autobloccante in ottone
     - Alimentazione: 12V                                                                                         104
     - Confezione: scatola di 1 serratura
     - Peso lordo 1.400 gr.
     - Finitura: zincata
     - Dimensioni ZD04:

     INSTALLAZIONE
     Per rendere l’elettroserratura sinistra
     è sufficiente:
     1. Estrarre la maniglietta A e la piastra
        interna B (Fig.1/ZD04).


     2. Estrarre la vite C e inserirla nel foro
        D (Fig. 2/ZD04).
                                                                                              Fig.1/ZD04
     3. Reinserire la maniglietta A sul lato
        opposto della scatola e reinserire la
        piastra B ruotata di 180°.

     REGOLAZIONE DELL'ENTRATA
     Per regolare l’entrata è sufficiente al-
     lentare le viti F-F1, far scorrere il cilin-
     dro lungo l’asola e bloccarlo nella
     posizione voluta (Fig. 2/ZD04).
                                                                                           Fig.1/ZD04

     REGOLAZIONE DELL'INCONTRO
     Se il cancello o la porta si assestano è
     sufficiente spostare in alto o in basso
     la piastra G agendo sulle viti H-H,
     (Fig. 3/ZD04).


     MONTAGGIO DEL CILINDRO
     Dopo le regolazioni montare il cilindro
     (Fig. 4/ZD04).
                                                           Fig.4/ZD04                              Piastra da appoggiare
                                                                                                   all'interno della scatola
                                                                                                                Fig.4/ZD04



     COLLEGAMENTI                                       Morsettiera della scheda Art. ZC
     1. Effettuare i collegamenti al corpo
        dell’elettroserratura tenendo i fili
        più corti possibile.
     2. Collegare i conduttori nella scheda
        elettronica (Art. ZC); morsetto per
        l'attuazione dell'elettroserratura a
        12V c.c. (SERR morsetto n°5 e
        COM2 mors n°9).


                                                    Elettroserratura 12V



60
                                                 BATTENTI MECCANICI

ELETTROSERRATURA “VERTICALE”
    PER PORTA E CANCELLO
                                                                         Fig. 1
                    Art. ZD14
CARATTERISTICHE GENERALI
Elettroserratura a catenaccio rotante per porte e cancelli. Le
sue dimensioni ridotte consentono un’applicazione ideale su
montanti stretti. Versione unica con entrata da 70mm.
N.B. Non si consiglia l’uso in presenza di chiudiporta.
L’apertura avviene quando contemporaneamente all’impulso
elettrico viene esercitata una pressione maanuale o automat-
ica. Funziona con cilindro a profilo europeo:
Art. ZD14/M, Mezzo cilindro
Art. ZD14/I, Cilindro intero
                                                                              Art. ZD14/M            Art. ZD14/I
CARATTERISTICHE TECNICHE
- Scatola in acciaio
- Alimentazione: 12V-15VA
- Finitura: zincata
- Corredata di incontro a terra
- Dimensioni mm: 67x124 (Fig. 1)
                                                                             Morsettiera della scheda Art. ZC
COLLEGAMENTI
1. Effettuare i collegamenti al corpo dell’elettroserratura
   tenendo i fili più corti possibile.
2. Collegare i conduttori nella scheda elettronica (Art. ZC);
   morsetto per l'attuazione dell'elettroserratura a 12V c.c.
   (SERR morsetto n°5 e COM2 mors n°9).




                                                                          Elettroserratura 12V
INSTALLAZIONE MECCANICA

                                                                      SCHEMA PER COLLEGARE I
                           ESTERNO                  INTERNO           FILI DI LINEA ALLA SERRATURA




                                                                                      SCHEMA PER APPLICARE IL
                                                                                      CILINDRO DA INFILARE




INCONTRO A TERRA      Fig. 1

INSTALLAZIONE
VERTICALE
                               SPAZIO CORRETTO




                                                                                                                   61
                                             ATTUATORI SERIE EB
              ATTUATORI PER PORTE BASCULANTI A CONTRAPPESI
                                                      Art. EB10
     Presentazione generale
     L'attuatore elettromeccanico Art. EB10 è adatto a tutti i tipi di aperture basculanti con superficie massima di 10
     m2 e peso massimo 200Kg. Per superfici superiori ai 10m2 e peso massimo di 300Kg utilizzare 2 motori in cop-
     pia. Il meccanismo si compone di un motore in bassa tensione a 12 V c.c. in corrente continua e di un gruppo
     riduttore alloggiato in una cassa completamente stagna d’alluminio di ridotto ingombro.
     L’attuatore vanta un funzionamento silenzioso e lineare che rende l’uso sicuro e gradevole anche grazie alla luce
     di cortesia con spegnimento temporizzato (2 min. dall’ultima manovra). Gli attuatori sono stati concepiti privilegian-
     do la facilità d'installazione e la robustezza dei materiali impiegati .
     L'attuatore è fornito singolarmente o abbinato con altri articoli in confezioni kit.
                        CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA
                                                                                                 DIMENSIONI D'INGOMBRO Mod. EB10
                                                                Mod. EB10
                       Alimentazione                             12 V c.c.
                       Potenza Max Motore                        45 Watt
                       Temperatura di servizio                -20°C ÷ +55°C
                       Velocità nominale motore                 1100 RPM
                       Superficie massima basculante              10 m2
                       Peso massimo porta basculante              200 Kg
                                                                                                     mm
     Ribilanciamento del portone basculante
     In alcuni casi l’inserimento dell’automazione su di un portone basculante necessita
     di una regolazione dei suoi contrappesi. Per garantire una maggiore durata del mo-
     tore ed una minore sollecitazione meccanica si raccomanda di ritarare la bilanciatu-
     ra (1) aggiungendo altri contrappesi in modo da garantire un assetto in equilibrio in
     qualsiasi posizione.                                                                                                            mm
                                                                                                                     mm
     Installazione dei battenti meccanici
     In corrispondenza delle posizioni di chiusura del portone basculante, si consiglia di                                     Fig. 1/EB
     sistemare dei tappi di plastica che siano in grado di attutire l'impatto dell'anta sul
     telaio.


     (1) - Per bilanciare il basculante (o i motori installati) togliere i contrappesi,
     posizionare il portone ad un’altezza di 1500 mm e misurare (tramite bilancia) la forza
     necessaria per tenerlo in equilibrio. Misurata la forza si calcola il peso dei contrappe-
     si.
     Per esempio: se il peso risulta di 30 Kg bisogna inserire 2 pesi di 15 Kg per parte.

     INSTALLAZIONE MECCANICA
     Il motoriduttore per basculanti, EB10, può essere installato in due differenti modi:
     A. Unico motore centrale: se il basculante non supera 10 m2 (max 200 Kg) di su-                                           Fig. 2/EB
         perficie totale.
     B. Coppia di motori laterali: quando la superficie totale del basculante supera 10 m2
        (max 300 Kg).                                                                                  15÷20 mm                15÷20 mm
     Per basculanti con porta utilizzare il kit di sicurezza Art. ZN26.


     Installazione di un unico motore centrale
     Oltre al motoriduttore EB10 sono necessari i seguenti accessori Fig. 2/EB:
                                                                                                   Telaio
     A longherone                                                                                   porta
     B squadrette attacco braccio telescopico
     C squadrette di supporto                                                                    Cassonetto
     E asse di trasmissione con borchia saldata                                                  contrappesi

     F3 coppia di bracci telescopici diritti o in altenativa
     F4 coppia di bracci telescopici curvi
     Normalmente si utilizzano bracci telescopici diritti F3. Quando però la distanza fra il
     bordo del cassonetto dei contrappesi ed il bordo esterno del basculante è minore di                                  mm
     15 ÷ 20 mm (Vedi Fig. 3/EB), è necessario ricorrere ai bracci curvi F4 (che non con-
     sentono l’incrocio fra braccio telescopico e braccio della basculante).
     Questi accessori sono forniti in kit (vedi pagina successiva).



                                                                                                                               Fig. 3/EB

62
                               ATTUATORI SERIE EB

Art. ZX10                            Art. ZX13                                               Art. ZX14
Kit bracci curvi montaggio centrale. Kit bracci dritti montaggio laterale.                   Kit bracci dritti montaggio centrale.
                                                    LONGHERONI                                LONGHERONE
                           BRACCI                                               BRACCI
                            CURVI                                                                          STAFFE               BRACCI
                                                                             TEL. DRITTI                                     TEL. DRITTI
                                                                                                    TUBI



                  STAFFE


 SQUADRETTE
 DI SUPPORTO                                                                 STAFFE


                                                                                                           GUIDE




Art. ZX15                                      Art. ZX27
Kit bracci curvi montaggio laterale.           Kit centrale per bracci curvi
                                               (da abbinare al kit Art. ZX10)
                              BRACCI                         LONGHERONE
                           CURVI CON
                            BOCCOLA
                                                                    TUBI


                STAFFE




Ancoraggio del longherone
Fissare il longherone con viti o rivetti:
1. Sistemare il longherone appena sulla sinistra o sulla destra della maniglia della serratura in modo da non intralciare lo sblocco.
2. Fissare le viti o i rivetti sul telaio o sulle barre trasversali del basculante.

Installazione del motoriduttore
1. Individuare la posizione del motoriduttore sul longherone rispettando le quote di Fig. 4/EB.
2. Inserire le 2 viti prigionieri e serrare in modo solidale (vedi Fig. 5/EB).




                                                                                   Sblocco
                                                                                   manuale

                                                                                                             A




                                               Fig. 4/EB                                                         Fig. 5/EB




                                                                                                                                        63
                                         ATTUATORI SERIE EB

     Installazione degli assi di trasmissione
     1. Effettuare le misurazioni (L1 e L2 di Fig 6/EB) tra l’albero del motoriduttore (vedi Fig. 3/EB, particolare A) e il braccio telescopico
          dritto o curvo (Fig. 6/EB).




     Braccio telescopico                                                                                                   Braccio telescopico
     ZX14-ZX10                                                                                                             ZX14-ZX10


                                                   L2                                           L1




                                                  C                                             C

                                                              Squadretta reggi tubo


            Cassonetto                                                                                                     Cassonetto
                                          Telaio porta                                      Telaio porta                   contrappesi
            contrappesi

                                                                                                                                 Fig. 6/EB

     2. A queste misure aggiungere una quota fissa di 25 mm. Bloccare l’innesto riduttore e tagliare gli assi di trasmissione ad una
        lunghezza (Fig. 7/EB, 8/EB) di
                                                           D1= L1+25mm
                                                           D2= L2+25mm




                                                                                                                  Fig. 8/EB


                                                         Fig. 7/EB



     3. Fissare gli assi sull’albero del motoriduttore avvitando i relativi grani.
     4. Infilare le squadrette di supporto (vedi Fig. 6/EB, part. C) negli assi e segnare la posizione dove dovranno essere fissate. Curare
        in particolare l’allineamento con l’asse e verificare la robustezza della posizione scelta.
     5. Togliere gli assi ed effettuare i fori sull’anta.
     6. Fissare le squadrette con viti autofilettanti (rivetti) adeguate.




64
                                     ATTUATORI SERIE EB
Montaggio dei bracci telescopici
1. Se la porta basculante non è predisposta per l’attacco del braccio telescopico, occorre fissare le apposite squadrette (Vedi B di
   Fig.2/EB), rispettando le quote di Fig. 9/EB.




                                                      Braccio
                                                  telescopico

                                                     Braccio
                                                    esistente




                                                                             Fig. 9/EB



2. I bracci telescopici sono normalmente più lunghi del necessario, questo per permetterne l’installazione in basculanti di diverse
   grandezze. Per accorciarli si devono eseguire le seguenti operazioni:
A. Portare il basculante in posizione di totale apertura (Vedi Fig. 10/EB), che corrisponde alla posizione di massima compressione
   del braccio telescopico.
B. In questa posizione tagliare entrambe le componenti del braccio telescopico rispettando le dimensioni di Fig. 7/EB.
C. Smussare gli spigoli interni ed esterni dei bracci in corrispondenza dei tagli effettuati.




                                              :                                                   :
                                                                                :
                                 :




                                                                                                 Fig. 10/EB



3. Inserire i perni dei bracci telescopici negli assi di trasmissione attraverso il foro delle squadrette di supporto (vedi Fig. 11/EB).
4. Fissare la parte tubolare del braccio telescopico alla squadretta B, (vedi Fig. 2/EB e Fig 11/EB) con il bullone fornito nel kit.
5. Assicurare che il basculante sia ben chiuso e che i bracci siano ben allineati. Saldare i perni dei due bracci agli assi di trasmis-
   sione (Vedi Fig. 12/EB).




                                          B




                                        Fig. 11/EB                                                                  Fig. 12/EB



                                                                                                                                           65
                                        ATTUATORI SERIE EB

     INSTALLAZIONE IN UN BASCULANTE CON PORTA PEDONALE
     Per basculanti di superficie non superiore a 10m2 (max. 200Kg) con posta pedonale è possibile installare il motoriduttore Art. EB10,
     in posizione centrale utilizzando solo un asse di trasmissione e il relativo braccio telescopico (Fig. 13/EB).
     Seguire le istruzioni per l’installazione di un motore centrale tenendo presente che il longherone centrale (part. A, fig. 2/EB) va sem-
     pre posizionato dal lato della maniglia di sblocco, dove c’è la porta.
     Per questo tipo d’installazione è fondamentale una buona predisposizione meccanica del basculante, quindi apertura e chiusura
     senza attriti e bilanciamento del portone con contrappesi (vedi pag. 4/EB).




      Kit sicurezza                                                                                                            Braccio
      Art. ZN26                                                                                                                telescopico
                                                                                                                               ZX14-ZX10

                                                                     Maniglia

      Porta pedonale


          Maniglia




                                                                                                                               Fig. 13/EB


                                                                                                                             Cassonetto
                                                                                               Telaio porta
                                                                                                                             contrappesi


     Se nella porta manca il dispositivo di sicurezza, installare il dispositivo di sicurezza ELVOX Art. ZN26.

     Il dispositivo (L) per la porta pedonale deve essere collegato ad un contatto NC di sicurezza della scheda elettronica di comando serie
     ZC.
     Aprire il coperchio del dispositivo e collegare il contatto NO (NC con porta chiusa) al morsetto “COM 1” 22 e “FCOS” 25 della sche-
     da di comando (vedi Fig. 13A/EB).




     A-   COMUNE 1
     B-   N.A. APRE/CHIUDE
     C-   N.A. APRE CARRAIO
     D-   N.A. APRE PEDONALE
     E-   CHIUDE
     F-   COMUNE 1
     G-   N.C. STOP
     H-   N.C. FOTOCELLULA                                                      A B C D E         F G H I
     I-   N.C. FOTOCOSTA
                                                                                                                   Fig. 13A/EB




                                                                                                     L




66
                                           ATTUATORI SERIE EB
INSTALLAZIONE DELLO SBLOCCO MANUALE ESTERNO Art. ZD05 - ZD09
È possibile inserire uno sblocco sulla maniglia utilizzando il kit Elvox art. ZD05 o art.
ZD09 (vedi Fig. 14/EB e 15/EB). È comunque sempre possibile accedere allo sbloc-                                                 ZD05
co manuale del riduttore.                                                                                                                            ZD09
Prima di installare lo sblocco togliere l’asta di rinvio del portone.



INSTALLAZIONE DI DUE MOTORI LATERALI
Con i due attuatori Art. EB10 utilizzare gli accessori di pagina 61 (kit Art. ZX13 o Art.
ZX15). Si suggerisce di utilizzare i bracci telescopici dritti. Quando, però, la distan-
za fra il bordo del cassonetto dei contrappesi ed il bordo esterno del basculante è
minore di 15 ÷ 20 mm (Vedi Fig. 16/EB), è necessario ricorrere ai bracci curvi F1 per
evitare l’incrocio fra braccio telescopico e braccio della basculante.

Procedura per l’installazione dei motori
1. Fissare i longheroni con i rivetti                                                                                                            Fig. 14/EB
2. Fissare la parte tubolare del braccio telescopico alla squadretta B (vedi Fig. 2),
   con il bullone fornito nel Kit, rispettando le misure, Fig. 11/EB-12/EB.
3. Sistemare il longherone in modo che il braccio telescopico possa essere innes-
   tato direttamente sulla borchia del pignone di trasmissione
4. Fissare i rivetti sul telaio o sulle barre trasversali o su parti portanti del bascu-
                                                                                                                          Cavo
   lante.
5. I bracci telescopici sono normalmente più lunghi del necessario per permetter-
   ne l’installazione su basculanti di varie grandezze.
   Per accorciare i bracci telescopici:
A. Posizionare il basculante alla massima apertura (Vedi Fig. 10/EB), che corri-
   sponde alla massima compressione del braccio telescopico.                                                                               Vite registro
                                                                                                                                           tensione cavo
B. Tagliare entrambe gli elementi del braccio telescopico, assicurando la distanza                                        Morsetto
   minima di 2÷3 cm illustrata in Fig. 10/EB.                                                                             fermacavo
C. Smussare gli spigoli interni ed esterni dei bracci, in corrispondenza dei tagli
   appena effettuati.
6. Inserire l’albero di trasmissione del motoriduttore nella borchia del braccio tele-                                                        Fissaggio
                                                                                                                                              staffa e
   scopico e avvitare il relativo grano.                                                                                                      serratura

Installazione dello sblocco manuale esterno:
Ripetere le operazioni descritte nell’installazione del motore singolo e collegare gli
sblocchi alla maniglia (vedi Fig. 14/EB-15/EB).
                                                                                                                           Serratura            Maniglia
                                                                                                                           portone              portone

                                                                                                                                                  Fig. 15/EB

INSTALLAZIONE ELETTRICA
1. Per accedere alla morsettiera del motore rimuovere il coperchio della luce di cortesia con una semplice pressione. Collegare i
   fili seguendo le indicazioni riportate sulla morsettiera (vedi Fig. 17/EB), è lo schema della scheda elettronica vedi fig. 6, pag. 28.


            Alimentazione motore (rosso nero)
                        MARRONE




                                                                           CORTESIA
               CHIUDE




                                                                           ARANCIO




                                                                                                                                      mm                   mm
                                                   BIANCO


                                                                  GRIGIO
                                            ENC1


                                                            COM
     APRE




                                     BLU




                                                                           LUCE




      MOT. 1                      ENCODER                   LC-LAMP                         Fig. 17/EB

                Encoder (marrone - blu - bianco)                                      Luce di cortesia (grigio arancio)

2. La sezione consigliata dei cavi è 2,5 mm2 per il collegamento del motore e 0,5
   mm2 per l’encoder (per distanza massima di 15 m)

Per cablaggi con lunghezza superiore ai 15 metri usare cavi di sezione 3x1 mm2per
il collegamento del motore.                                                                                                                      Fig. 16/EB

3. Per il collegamenti scegliere percorsi brevi.

Per l’installazione con 2 motori, i cavi del secondo motore devono essere collegati in
parallelo nei morsetti del Motore 1 (MOT 1). Collegare il solo encoder del motore n. 1.


                                                                                                                                                                67
                                       ATTUATORI SERIE ZB
     Sblocco manuale
     In caso di mancata alimentazione di rete la batteria tampone garantisce una sufficiente autonomia per diverse aperture.
     Se il vostro impianto è sprovvisto di batteria tampone, il motore può essere sbloccato manualmente girando in senso orario il perno
     situato a sinistra del motore (Fig. 5/EB).


     MANUTENZIONE
     Prima di eseguire la manutenzione del motore togliere la tensione di alimentazione agendo sull’apposito interruttore magnetotermi-
     co, collegato a monte della centralina e scollegare la batteria tampone. Se l’alimentazione deve essere presente per verifiche di fun-
     zionamento, si raccomanda di disabiliatare ogni dispositivo di comando (radiocomandi, pulsantiere ecc.), ad eccezione del disposi-
     tivo usato dall’addetto della manutenzione.

     Manutenzione ordinaria
     Ciascuna delle seguenti operazioni deve essere fatta quando necessario ed obbligatoriamente almeno ogni 12 mesi.

     Portone: Lubrificare (con oliatore) le slitte ed i cardini del portone (vedi Fig. 18/EB punti A e B).

     Manutenzione straordinaria
     Non sono previste operazioni di manutenzione straordinaria.
     Tuttavia se dovessero essere necessari interventi nelle parti meccaniche del motore, si raccomanda di rimuovere l’attuatore per con-
     sentire la riparazione da personale autorizzato.




                                                                                   Fig. 18/EB




68
                                     ATTUATORI SERIE ZN
                                KIT COMPLETO PER PORTONI SEZIONALI
                                                           Art. ZKN1
              KIT COMPLETO PER BASCULANTI A MOLLE O CONTRAPPESI
                                                           Art. ZKN2
ATTUATORI PER PORTONI SEZIONALI E E
BASCULANTI A MOLLE O CONTRAPPESI
ZN10

Presentazione generale
L'attuatore elettromeccanico ZN10 è adatto
per portoni sezionali, basculanti a molle e                                                     R




basculanti a contrappesi. Grazie alla sua
forza di trazone e di chiusura di 650N, è adat-
to per aprire e chiudere senza problemi por-
toni di superficie massima 10 m2. Questa
serie di attuatori è stata concepita privilegian-
do la facilità d’installazione e la robustezza
dei materiali impiegati.                                                                                                            R




L’attuatore ZN10 si integra perfettamente ai canoni estetici di ogni portone bascu-
lante senza alterarne sostanzialmente l’aspetto. Il funzionamento è silenzioso e
molto lineare che rende l’uso sicuro e gradevole anche grazie alla luce di cortesia
con spegnimento temporizzato, dopo 3 minuti.
                                                                                                    DIMENSIONI D' INGOMBRO
Sicurezza totale
L’impiego di motori di bassa tensione (12V) elimina qualsiasi rischio di scariche elet-
triche o d’accidentale elettrificazione della struttura.                                                      Mod. ZN10
                                                                                            - Attuatore elettromeccanico:
Frizione elettronica
Se nel raggio d’azione del movimento della automazione si interpone un qualsiasi
ostacolo, un dispositivo elettronico blocca l’automazione al primo accenno di attrito
anomalo e lo retrocede di circa 10 cm.

Facile installazione
Installazione elettrica è facilitata grazie alla centralina di comando separata, ottimale
per la revisione e il montaggio.
La centralina, oltre ad avere l’illuminazione automatica (all’azionamento del motore),
                                                                                                                              0
ha di serie un pulsante per l’apertura e chiusura della porta. La mancanza della “testa
di comando” all’estremità terminale del meccanismo e quindi la lunghezza complessi-            11                           27
va inferiore di 310 mm che ne deriva, rappresentano un grosso vantaggio in caso di               6
spazio disponibile limitato.
                                                                                            - Centralina di comando:
Massima affidabilità
                                                                                                                0
Con il nuovo principio di funzionamento con motore mobile su catena fissa in un                               14
binario, l’automazione oltre ad essere silenziosa è di lunga durata.


Mod. ZN20
                                                                                                                              135




- Guide a C a giunzione:
                                                                                                       270




- Lunghezza totale: 3230 mm
- Dimensioni dell’imballaggio:
Unità motore ZN10: 160x160x800 mm
Unità guide: 160x55x1600 mm                00
                                         26 0                                       00                       80           5
                                           50        25
                                                       0                          16                                    12
                                                 0
                                               25

                                                           35 75



                                          00
           30                           16
                70                                                                                                            120




                                                                                                                                        69
                                     ATTUATORI SERIE ZN
     CONTENUTO DELL’ IMBALLO
     L’attuatore ZN10 può essere trasportato facilmente.
     Nella versione standard l’attuatore deve essere abbinato alla guida di 2600 mm (corsa utile del motore) art. ZN20. Gli imballaggi
     sono costituiti da scatole in cartone. Esse devono stare in un luogo asciutto al riparo dalle intemperie.

     Contenuto dell’articolo ZN10 (Fig. A/ZN).
     - N. 1 centralina di comando con scheda elettronica e ricevitore 433 MHz
     - N. 1 attuatore elettromeccanico
     - N. 1 asta longitudinale e angolo della ferratura della porta.
     - N. 1 staffa frontale per il sostegno della guida
     - N. 1 staffa per la sospensione in soffitto della guida
     - N. 1 manuale d’istruzioni
     - N. 2 radiocomandi Art. ET03
     Contenuto dell’articolo ZN20 (Fig. A/ZN).
     - N. 2 guide a C da 1600 mm
     - N. 2 fine corsa scorrevoli
     - N. 1 catena con canale catena
     - N. 1 componente ad innesto con cavo per i collegamenti nella centralina (6900 mm)
     - N. 1 giunzione per le due guide a C
     - N. 1 staffa per la sospensione in soffitto
     - N. 1 sacchetto con materiale per il montaggio.




                                                                                      Fig. A/ZN

     Materiale di montaggio in sacchetto (Fig. B/ZN)
     - N. 4 viti per legno 8x60
     - N. 4 tasselli S10
     - N. 5 rosette 8.4
     - N. 2 viti per legno 4x50
     - N. 2 tasselli S6
     - N. 5 viti esagonali per lamiera 6,5 x 19
     - N. 1 perno, lungo 10x35                                                             Fig. B/ZN
     - N. 1 perno, corto 10x25
     - N. 2 sicurezze di fissaggio
     - N. 1 dado M8 autobloccante
     - N. 1 molla di sospensione
     - N. 1 perno di fissaggio M8x110
     - N. 1 giunzione per catena a 2 componenti

     N.B. Il kit ZKN2 oltre all’Art. ZN10-ZN20 contiene anche l’Art. ZN21 (braccio curvo)

     CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA ZN10
     Alimentazione centralina            230 (-10% +6%) Va.c.
     Frequenza nominale                  50-60 Hz
     Motore                              12V d.c.
     Corrente nominale                   0,7 A
     Potenza motore                      150 W
     Coppia max.                         650 N
     Forza di trazione nominale          195 N
     Velocità massima                    180 mm/s
     Potenza assorbita in stand-by       ~2N
     Rumorosità relativa (solo motore)   < 75 DBA
     Temperatura d’esercizio:            -20°C ÷+55°C
     Grado di protezione:                IP40
     Ciclo di lavoro:                    15%
     Superficie massima della porta      10m2 altezza massima portone (versione standard) 2600 mm
     Ricevitore radio                    433 MHz
     Luce di cortesia                    SI (lampadina 24 V, 21 W)
     Peso                                16 Kg
     Corsa utile                         versione standard 2600 mm

     Per portoni di altezza superiore a 2600 mm è necessario aggiungere una prolunga Art. ZN22 di 1600mm (corsa utile 4.200 mm).


70
                           ATTUATORI SERIE ZN
INSTALLAZIONE MECCANICA
                                                                N.B.       Scegliere la variante di montaggio desiderata.
                                                                           Nel caso B modificare l’alimentazione della cate-
                                                                           na.




                           Fig. 1)   Allentare il fine corsa (1) della prima guida, “guida finale “ e spostarlo in direzione della
                                     freccia. Aprire la catena (2) di 180°




              Fig. 1/ZN


                           Fig. 2)   Sbloccare il motore (1) tirando lo sblocco manuale (N). Inserire la catena (2) nel
                                     motore in modo che ingrani il pignone (3).




               Fig. 2/ZN



                           Fig. 3)   Inserire il motore (1) nella “guida” (2).




              Fig. 3/ZN




                                                                                                                                     71
                              ATTUATORI SERIE ZN
                              Fig. 4)   Inserire la giunzione (2) delle due guide (1). Avvicinare le guide fino all’arresto e bloccag-
                                        gio.




                 Fig. 4/ZN


                                                                Fig. 5/AC-6/AC-7/AC
                                                                Nell’installazione variante A/C, inserire la staffetta di fissaggio (a)
                                                                nella catena e ruotare di 90° (b). Inserire la testata terminale (5)
                                                                alla guida (c), e la rondella (4) con la molla (3) sul perno di tirag-
                                                                gio (2). Avvitare il perno nella staffetta di fissaggio (1). Tendere la
                                                                catena sino al contrassegno (freccia).
                                                                Attenzione! Non tendere la catena dalla parte dell’alimentazione
                                                                essendo pretensionata in laboratorio.


                                                Fig. 5/AC




                                                Fig. 7/AC
     Fig. 6/AC
                                                                Fig.
                                                                5/AB-5/BB-6/B-7/B
                                                                Nell’installazione variante B, invertire la testata dell’alimen-
                                                                tazione.
                                                                Inserire la staffetta di fissaggio (a) nella catena e ruotare di 90°
                                                                (b).
                                                                Inserire la testata terminale (6) nella guida (c) e la rondella (5) con
                                                                la molla (4) sul perno di tiraggio (3). Avvitare il perno nella staffet-
                                             Fig. 5/AB          ta di fissaggio (1).
                                                                Tendere la catena sino al contrassegno (freccia).
                                                                Attenzione!! Non tendere la catena dalla parte dell’alimentatore
                                                                essendo pretensionata in laboratorio.




                                                Fig. 5/BB




                   Fig. 6/B                     Fig. 7/B


72
                          ATTUATORI SERIE ZN
                                                       Fig. 8
                                                       Posizionare come in figura la staffa per il fissaggio della guida al
                                                       soffitto.




                             Fig. 8/ZN

                                                       Fig. 9
                                                       Inserire la staffa di fissaggio (1) sulla guida (2).




                                                       Fig. 10
                                                       Fissare la staffa, angolo guida (2) con la vite (1) e il dado (3) sul
                                                       terminale (4).



Fig. 9/ZN                                Fig. 10/ZN


                                                       Fig. 11
                                                       Determinare il punto di apertura massima della porta (THP): il
                                                       soffitto deve trovarsi sopra tale punto ed ad una distanza minima
                                                       di 35 mm.
                                                       La distanza tra il punto di apertura massima della porta e la parte
                                                       inferiore della guida deve essere compresa tra min 5 mm e max
                                                       65 mm, mentre il braccio di spinta deve avere un’angolatura di
                                                       max 30°




                                          Fig. 11/ZN
                                                       Fig. 12
                                                       La guida può essere fissata sia all’architrave (A) sia al soffitto (B)
    A          B




             Fig. 12/ZN



                                                       Fig. 13
              C                                        Misurare il centro della porta (C) e contrassegnare il punto sulla
                                                       porta, sull’architrave e sul soffitto.




            Fig. 13/ZN




                                                                                                                           73
                                    ATTUATORI SERIE ZN

                                    Fig. 14) Praticare due fori (D) da ø 10 sull’architrave o sul soffitto a 74 mm a destra e a sinistra
                                             dal centro della porta (C).




         Fig. 14/ZN
                        D



                                    Fig. 15) Aprire la porta e riportare il centro della porta sul soffitto (E).
             E




                  Fig. 15/ZN




                                                                          Fig. 16
                                                                          Inserire i tasselli sia nell’architrave (V) e sollevare la guida (2).
                                                                          Fissare le staffe della guida (3) con due viti (4) utilizzando le
                                                                          rondelle (5). Alzare l’automazione (2).




                               Fig. 16/ZN




                                                                          Fig. 17
                                                                          Sollevare la guida (3) e allineare la staffa per sospensione sul
                                                                          soffitto. La posizione deve trovarsi nella zona B. Dove B è da
                                                                          0 a 600mm. Praticare due fori da ø10x65 mm e inserire due
                                                                          tasselli S10 (1) e fissare bene le due viti 8x60 (2) utilizzando
                                                                          le due rondelle (2).




     Fig. 17/ZN


                                   Fig. 18 Fissare (3) l’angolo della ferratura della porta (1) all’asta longitudinale rispetto al motore.
                                           Sbloccare il motore tirando lo sblocco manuale (N).




     Fig. 18/ZN



74
                                     ATTUATORI SERIE ZN
                                    Fig. 19 Spostare completamente in avanti (3) il motore (1) con l’asta. Allineare e fissare l’angolo
                                            della ferratura della porta (5) al centro del portone praticando quattro fori da ø5mm.
                                            Regolare il fine corsa (4) spostandolo completamente verso il motore.




                     Fig. 19/ZN


                                                                   Fig. 20    Spostare il fine corsa (1) fino al punto (2) cioè completa-
                                                                              mente indietro. Aprire la porta (3) manualmente e lateral-
                                                                              mente una volta aperta si può regolare il fine corsa d’aper-
                                                                              tura.
                                                                              N.B. Se la porta sezionale non chiude totalmente utilizzare
                                                                              la staffa regolabile Art. ZN27.




                                           max 30°

                                                Fig. 20/ZN




Sblocco di emergenza.
- Tirare una volta verso il basso la leva rossa nel motore (N) in tal modo il motore si sblocca e si può aprire la porta manualmente
   (vedi figura 19).
- Per installare lo sblocco manuale all’interno della porta è necessario fissarlo tramite l’apposita staffa nella maniglia del portone
   e bloccarlo con il morsetto fermacavo, (Art. ZN24), posizionando il cavo al posto della leva rossa dello sblocco motore.
- Se l’ambiente chiuso dalla porta basculante non è raggiungibile dall’interno e si vuole sbloccare manualmente l’automazione,
   bisogna inserire uno sblocco esterno sulla maniglia utilizzando il kit Elvox art. ZN23.


Funzionamento dello sblocco esterno Art. ZN23
Con l’art. ZN23 la porta basculante può essere aperta manualmente anche dall’ester-
no. Inserire nel cilindro 2 (Fig. a) la chiave 1(A), girarla in senso orario e estrarla con
il cilindro della serratura (B). Il cordoncino 6 sbloccherà il motore.

Montaggio dello sblocco esterno
A seconda del tipo di porta basculante scegliere una soluzione di montaggio della
chiave indicata in fig. b.

Forare (diam20mm) per inserire il cilindro della serratura 2 (fig.c) a circa 60 cm di dis-
tanza dal bordo superiore della porta basculante.                                                                                  Fig. a
Se necessario, allargare dall’interno il foro per la boccola filettata 3 (diam23mm) vedi
fig.c, e procedere al montaggio.
Per le porte in lamiera eseguire, 4 fori diam 4 mm, (vedi fig. b lett. F) per la rondella
(sulla circonferenza da 26 mm).
Annodare il cordoncino 6 (fig.c ) sull’anello 7 (fig.c) del cilindro della serratura.
Annodare l’altro estremo del cordoncino al tirante a fune di sblocco motore 8 (fig.a.)

Il cordoncino non deve essere teso.




                                                                                                                                             75
                                          ATTUATORI SERIE ZN




                                                                         Fig. b                                                  Fig. c



     Installazione della staffa regolabile per porta sezionale Art. ZN27
     Rimuovere la lamiera a U della staffa dopo aver sfilato le due viti e fissarla sulla staffa della porta sezionale come da figura.
     Fig. 21/ZN: Regolare la staffa in funzione della lunghezza A. Fissare la staffa con 2 viti B e avvitarla alla sezione superiore del can-
                 cello X. Infilare il boomerang C nell'asta longitudinale D (profilo a U) e collegarlo mediante 2 viti M10x25 e i dadi.
     Fig. 22/ZN: Accorciare, se necessario, l'asta longitudinale e collegarla direttamente alla staffa della porta sezionale.




                                                Fig. 21/ZN                                                         Fig. 22/ZN




76
                                ATTUATORI SERIE ZN

ISTRUZIONI DEL BRACCIO CURVO
Per il cassetto di bilanciamento dei basculanti a contrappesi tagliare, se necessario, 3-8 Kg circa, in funzione del peso della porta.
Per il cassetto di bilanciamento dei basculanti a molle allentare, se necessario, la molla di 3-5 cm circa, in funzione del peso della
porta.

Montaggio
1. Rimuovere la leva di bloccaggio della porta (1). Determinare il punto di apertura massima del basculante. Posizionare la guida
   a 10-12 mm sopra la porta.
2. Posizionare la curva (2) in verticale e centralmente rispetto alla porta, a filo col bordo superiore del basculante (3). Sugli ango-
   lari di sostegno (4) della curva posizionare i fori in modo da consentire un fissaggio stabile sull’intelaiatura (5) della porta.
3. Avvitare la curva all’intelaiatura del basculante. Installare uno sblocco di emergenza (6) e spostarlo in modo da tenere l’estremità
   del braccio curvo (12) sul foro del blocco motore. Rispettare la quota di 50 mm circa (vedi disegno).
   All’occorrenza, dopo aver sfilato le viti (7) e sbloccato la pista distanziale (9), modificare la lunghezza (8).
   Non collegare il braccio curvo al motore.
4. Spostare indietro il motore verso la parte finale della guida.
5. Aprire il basculante manualmente. Spingere indietro il braccio curvo.
6. Togliere il dado di bloccaggio (10) della guida al soffitto. Spostare la guida ad un’altezza tale (vedi freccia) che il foro del motore
   (11) venga a coincidere con il foro del braccio curvo. Collagare il braccio curvo al motore. Eseguire la regolazione di potenza e
   di percorso conformemente alle istruzioni di montaggio.




                                                                                                                                             77
                                         ATTUATORI SERIE ZN

     INSTALLAZIONE ELETTRICA
 Collegamenti elettrici:
 Si ricorda che:
 1. Il filo di alimentazione alla rete (220 Volt) in dotazione non deve
     essere ne accorciato, ne allungato.
 2. In accordo con la normativa europea in materia di sicurezza, si
     consiglia di inserire un interruttore bipolare esterno per poter
     togliere l’alimentazione in caso di manutenzione del basculante.
 3. Tutti gli apparecchi collegati esternamente devono avere i contat-
     ti dell’alimentazione isolati secondo IEC 364-4041 (paragrafo
     411.1.3.1).
 4. I componenti attivi (componenti alimentati) non devono essere
     collegati a terra oppure ad altri componenti attivi e circuiti.                                                             Fig. 24/ZN
                                                                                                 Fig. 23/ZN
 5. Per la posa dei fili di apparecchi esterni osservare la norma IEC
     364-4-41 (paragrafo 411.1.3.2).
 6. Affiggere cartelli facilmente leggibili che informano della presenza
     dell’apertura motorizzata.
 Fig. 23/ZN Installare il box con la centralina di comando preferibil-
                 mente vicino alla porta di uscita del garage, in modo da
                 utilizzare una presa già esistente.
                 Tale presa deve essere installata ad una altezza minima
                 del pavimento di 1,6 metri.
                 Il cavo che collega la centralina e la guida a C ha una
                 lunghezza massima di 6900 mm, non prolungarla!
 Fig. 24/ZN Per collegare il cavo nella centralina si deve svitare la
                 vite (1) e rimuovere il coperchio della luce di cortesia (2)
                                                                                                Fig. 25/ZN                       Fig. 26/ZN
                 del box.Non alimentare ancora la centralina.
 Fig. 25/ZN Estrarre verso l’alto la scheda elettronica (1) e staccarla
                 dalla morsettiera (2).
                 Collegare alla morsettiera i due conduttori del cavo ali-
                 mentazione motore: il conduttore con il numero 3 al
                 morsetto 3 e quello con il numero 4 al morsetto 4.
 Fig. 26/ZN Fissare bene il cavo di alimentazione sul lato posteriore
                del box.
 Fig. 27/ZN Contrassegnare orizzontalmente sul muro i punti di fis-
                saggio con una distanza di 110 mm Praticare due fori
                (ø6x40 mm di profondità). Fissare il box con due viti 4 x
                50 (3) al muro utilizzando i tasselli S6 (2).

     Programmazione dei radiocomandi                                                           Fig. 27/ZN                         Fig. 28/ZN
     Non modificare la lunghezza del cavo dell’antenna!
     Rimuovere la fascietta intorno al cavo rosso dell’antenna spingendolo verso l’alto (7) attraverso la parete posteriore del box estrar-
     lo e fissarlo (Fig. 28).
     Memorizzazione codice radiocomando
     Premere e tenere premuto il tasto presente nella scheda per almeno tre secondi finchè non si accende il led. A questo punto rilas-
     ciare il tasto ed inviare un codice da un radiocomando. Se l’operazione va a buon fine il led si spegnerà.
     Cancellazione di tutti i codici in memoria
     Premere e tenere premuto il tasto presente nella scheda per almeno tre secondi finchè non si accende il led. Rilasciare il tasto e premer-
     lo nuovamente. Il led comincerà a lampeggiare. Ripremere e tenere premuto il tasto per almeno tre secondi finchè non ci sarà un lampeg-
     gio con una frequenza maggiore ed infine il led si spegnerà.
     N.B. La scheda, con il ricevitore a 433 MHz, è in grado di memorizzare fino a 30 codici di radiocomandi diversi.

     MESSA IN FUNZIONE
     Regolazione della forza
     La forza necessaria per aprire la porta è memorizzata automaticamente nella scheda elettronica durante la fase d’apprendimento
     delle prime due aperture. In tale operazione la luce di cortesia (2), lampeggia. Alimentare la centralina di comando premendo il pul-
     sante rosso (6) fig.26/ZN. Aprire e chiudere la porta per due volte. I valori massimi della forza di apertura sono memorizzati dal micro-
     processore e il termine dell’operazione è segnalato dalla lampadina (2) che rimane accesa. Quando la regolazione è stata comple-
     tata è possibile azionare l’automazione con il radiocomando oppure con il pulsante rosso (6).

     Cancellazione dei valori di forza
     1. Togliere l’alimentazione della centralina.
     2. Rimuovere la vite e togliere il coperchio della luce di cortesia del box.
     3. Tenere premuto per 3 secondi il tasto di funzionamento (3) T1 finchè la lampadina (2) lampeggia, lasciare il tasto T1. I valori della
        forza sono stati cancellati.

     Rimemorizzazione della forza
     1. Quando la lampadina (2) lampeggia si deve proseguire alla memorizzazione dei valori della forza. Premere una volta il pulsante
        (6) del box, la porta si apre senza fermarsi fino al fine corsa.
        Una volta ferma premere di nuovo il pulsante (6) e la porta si chiude. Fino alla chiusura totale.
     2. Premere un’altra volta il pulsante (6). La porta si apre fino all’apertura totale.
     3. I valori della forza sia per l’apertura, sia per la chiusura sono stati letti e la lampadina (2) rimane fissa.
     4. Una volta regolata la forza fissare il coperchio della luce di cortesia nel box.

78
                                ATTUATORI SERIE ZN
CENTRALINA DI COMANDO
VAC                                                                Descrizione dei morsetti della centralina.

VAC
        ]   Ingresso alimentazione dal traformatore


COM
AP/CH   ]   Contatto aperto per eventuale comando esterno.

                                                                                                                       8 interruttori DIL

        ]   Alimentazione guida a C




                                                                                                                           Modulo ricezione radio
Morsetto:
1-2) collegamento di sicurezza (LS o DW)
     1: segnale     2: massa
3-4) uscita +24V, max. 1A, alimentazione ad es. di una
     fotocellula
     3: +24V        4: massa                                                                                       Fusibile a filo sottile
5-6) Collegamento lampeggiatore 24V, max 1A
                                                                                                         Morsetti accessori
Fusibile:
1 fusibile 1AT/250V; 5x20 mm
uscita 24V

IMPOSTAZIONI DEGLI SWITCH
Switch Posizione Funzione/Reazione
Reazione a sicurezza collegata su ingresso 1+2 della morsettiera accessori durante l’apertura (es. interruzione fotocellula).
1         OFF         nessuna reazione in apertura
          ON          arresto in apertura
Funzionamento dell’ingresso 1+2 della morsettiera accessori
2         OFF         ingresso per sicurezza NC (es. fotocellula)
          ON          ingresso per 2° attuatore NA (es. apertura parziale)
Reazione a sicurezza collegata su ingresso 1+2 della morsettiera acessori durante la chiusura (es. interruzione fotocellula)
3         OFF         inversione parziale in chiusura
          ON          inversione completa in chiusura (riapertura)
Funzionamento dell’uscita 5+6, per lampeggiante, della morsettiera accessori
4         OFF         impulso di lampeggio per lampeggiante
          ON          segnalatore di stato della porta
                      - acceso fisso a porta aperta
                      - spento a porta chiusa
5         OFF         prelampeggio disattivato
          ON          prelampeggio di 3 secondi
Backjump (solo in chiusura)
Per ridurre la sollecitazione sulla meccanica della porta e dell’automazione, in fase di chiusura totale l’automazione si muove breve-
mente nella direzione di apertura.
6         OFF         disattivato
          ON          attivo
Chiusura automatica
7         OFF         disattivata
          ON          chiusura automatica a 1 minuto (se 8 OFF)
8
(se 7 ON) OFF         chiusura automatica a 1 minuto
          ON          chiusura automatica dopo 5 secondi
                      dall’interruzione della fotocellula
La funzione di chiusura automatica disattiva, qunado il basculante è aperto, il comando di chiusura tramite radiocomando o pul-
sante

                                                 Morsettiera di innesto della scheda
                                                 Morsetti 1÷2: trasformatore
                                                 Morsetto 3: guida con sezione a C
                                                 Morsetto 4: catena
                                                 Morsetti 5÷6:
                                                 collegamento pulsante a muro.




                                                                    Collegamento della fotocellula
                                                                    Morsetti 1÷2 collegamento di sicurezza, solo se Switch 2 OFF
                                                                    Morsetto 3÷4 collegamento 24V max 0,1A
                                                                                 morsetto 3: 24V/DC
                                                                                 morsetto 4: massa




                                                                                                                                                    79
                                           ATTUATORI SERIE ZN
                                                                             Collegamento del lampeggiante
                                                                             Morsetti 5÷6. Collegamento 24V DC (max 34V) non regolato,
                                                                             max 1A




                                                                           Come pulire la catena e la guida
                                                                           Se la catena (7) o la guida (8) sono molto sporche, pulirle con un
                                                                           panno.
                                                                           Ogni anno lubrificare leggermente la catena con olio conduttivo.
                                                                           Non utilizzare grasso. Utilizzare solo olio conduttivo.




                                                                           Come sostituire i fusibili della centralina
                                                                           - Estrarre la spina elettrica dalla presa di corrente.
                                                                           - Svitare la vite (1).
                                                                           - Rimuovere la calotta trasparente (2).
                                                                           - Sfilare la scheda di controllo (3).
                                                                           - Sostituire il fusibile difettoso. Tutti i fusibili sono di 1A ritardati.




                                           Come sostituire la lampadina della centralina
                                           - Estrarre la spina elettrica dalla presa di corrente.
                                           - Svitare la vite (1).
                                           - Rimuovere la calotta trasparente (2).
                                           - Ruotare la lampadina (3) verso sinistra e rimuoverla.
                                           - Inserire la nuova lampadina (24V, 21W, tipo BA 15s) e routarla verso destra fino al punto di
                                             arresto.



                                                                                                              1- Fusibile per collegamento lam-
                                                                                                                 peggiante, morsetti 5÷6, 1A ad
                                                                                                                 azione ritardata
                                                                                                     1




     MANUTENZIONE
     Prima di effettuare una qualsiasi operazione di pulizia o di manutenzione del motore togliere la tensione agendo sull’apposito inter-
     ruttore magnetotermico a monte della centralina e scollegare la batteria tampone.
     Nel caso in cui l’alimentazione deve essere presente per verifiche di funzionamento, si raccomanda di disabilitare ogni dispositivo di
     comando (radiocomandi, pulsantiere ecc.) ed eccezione del dispostivo usato dell’addetto alla manutenzione. In generale l’attuatore
     elettromeccanico ZN10 necessita di poca manutenzione, tuttavia il buon funzionamento dipende anche dallo stato del portone.
     La manutenzione sia ordinaria, sia straordinaria deve essere eseguita da un tecnico specializzato.
     Manutenzione ordinaria:
     Ciascuna delle seguenti operazioni deve essere fatta quando se ne avverte la necessità e obbligatoriamente ogni 12 mesi:
     - Se la catena è molto sporca pulirla con un panno.
     - Lubrificare la guida con olio “conduttivo”.
     - Controllare che tutte le viti siano ben fissate e se necessario, avvitarle nuovamente.
     - Controllare la compensazione della molla e la meccanica della porta basculante.
     Impianto di automazione
     Verifica funzionamento dispositivi di sicurezza (fotocellule, costa pneumatica ecc..) con tempi e modi descritti dal costruttore (vedi istruzioni
     della sicurezza).
     Manutenzione straordinaria
     Non sono previste operazioni di manutenzione straordinaria. Tuttavia se dovessero rendersi necessari interventi di una certa impor-
     tanza su parti meccaniche, si raccomanda la rimozione dell’attuatore per consentirne la riparazione da parte del personale autoriz-
     zato.

80
                               ATTUATORI SERIE ZN

                                          KIT SICUREZZA PER PORTA PEDONALE
                                                            Art. ZN26
Per evitare l’intrappolamento tra porta basculante e porta pedonale, è necessario installare un microinterruttore in modo che l’au-
tomazione non entri in funzione quando la porta pedonale è aperta.

CARATTERISTICHE TECNICHE
- Contatti microswitch: NO-NC c.a. 230V
- Grado di protezione: IP66

INSTALLAZIONE
1. Rimuovere il coperchio del motore.
2. Applicare un foro di 98 ÷ 100 mm, e inserire il cavo fornito in dotazione (vedi Fig. 29/ZN)
3. Rimuovere il connettore due attacco faston n° 5 (vedi Fig. 30/ZN), collegare il dispositivo (A) tra il connettore 5a e l’attacco n°5.
   Per isolare il collegamento nell’attacco Faston e nel connettore, utilizzare la guaina in dotazione con il cavo.
4. Reinserire il coperchio del motore.
5. Togliendo la vite e il coperchio dispositivo (A), collegare i due conduttori nel contatto NO (NC con porta chiusa).




                                                                                                                 Fig. 29/ZN




                                                                                           Fig. 30/ZN




                                                                                                                                           81
                                       ATTUATORI SERIE ZN

                                     KIT BATTERIE TAMPONE PER AUTOMAZIONE SERIE ZN
                                                                  Art. ZNB1
     Dimensioni (mm)




                                                                                            61



                                           11
                                             5




                                                                                                                       67
                                                                                                       134


     CARATTERISTICHE GENERALI
     Kit batteria tampone, Art. ZNB1, per automazione per portoni sezionali e basculanti a molle o contrappesi serie ZN.
     In caso di mancata alimentazione di rete la batteria tampone garantisce una sufficiente autonomia dell’automazione.
     In caso di batteria scarica il motore può essere sbloccato manualmente tirando la leva rossa verso il basso.

     CARATTERISTICHE TECNICHE
     Tensione di carica: 26,6 Vc.c.
     Corrente di carica: 120mA
     Tipo batteria: 2x12V 3,2Ah
     Tempo di ricarica a Temp 20°C: 24h (in stand by)
                                    16h (in uso ciclico)
     Temperatura di funzionamento:  0°÷40°C



     INSTALLAZIONE
     1. Togliere l’alimentazione di rete
     2. Effettuare i collegamenti con la scheda elettronica di comando come indicato nella Fig. 31/ZN.

     Verificare lo stato di carica della batteria, ogni 6 mesi, con un multimetro (Tester). Per ottenere le massime prestazioni della batte-
     ria effettuare tre cicli di carica/scarica.

     In caso di sostituzione utilizzare batterie originali e riciclare le altre secondo la normativa vigente (a cura di personale specializza-
     to). Si consiglia in ogni caso di sostituire le batterie ogni 24 mesi.

                                              Carica Batteria Art. ZNB1
                                                      MR2   MR1   MR3

                                                  -     +   Vac   Vac


                                                                                                 Trasformatore
                                1
                                2
                                3
                                4
                                5
                                6




                                                                             24V c.a.
                                                                                                                            Rete
            Scheda automazione serie ZN                                                                                     230V ~




                                                                                        +


                                                                                        -

                                                                                             Batteria 2X12V
                                                                                        +


                                                                                        -
                                                                                                                   Fig. 31/ZN



82
                                          ATTUATORI SERIE ZN
VERIFICHE PERIODICHE
Verificare il corretto funzionamento dei dispositivi di sicurezza periodicamente e comunque ogni 12 mesi. Verificare ad intervalli mensili
il corretto funzionamento dei dispositivi di sicurezza sensibili alla pressione (ad es. costa di sicurezza).
Verifica                  Reazione                si/no    Possibile causa                    Intervento
Disinserimento            Quando incontra         si       - Il disinserimento della forza - Lasciare invariate tutte le impostazioni.
della forza               l’oggetto     l’au-                funziona senza limitazioni.
Fermare la porta con      tomazione inverte       no       - La porta non è regolata corre- - Regolare la porta rivolgersi a persone qualificate.
un oggetto di altezza     il movimento.                      tamente.
pari a 50 mm in fase
di chiusura della
porta.

                                                           - Lo sblocco di emergenza fun-
Sblocco di emer-          La porta si deve        si         ziona correttamente.
genza                     aprire/chiudere                  - Lo sblocco di emergenza è - Riparare lo sblocco di emergenza
Procedere     come        manualmente con         no         difettoso.                   - Effettuare una verifica della porta, v. istruzioni
descritto nel para-       facilità (la porta è             - La porta è inzastrara.         di manutenzione della porta.
grafo “Sblocco di         bilanciata).
emergenza”.
Costa di sicurezza,       Reazione della          si       - La costa di sicurezza fun-
se installata             porta come da                      ziona correttamente.
Aprire/chiudere   la      impostazione            no       - Rottura cavo, morsetto allen- - Verificare il cablaggio, serrare nuovamente i morsetti.
porta azionando con-      dello switch 1, 2,                 tato.                         - Riposizionare lo switch.
temporaneamente la        o 3.                             - Switch spostato.              - Disattivare l’impianto ed escluderne la riatti-
costa.                                                     - Costa difettosa.                vazione. Rivolgersi all’assistenza clienti.
Fotocellula,       se     Reazione della          si       - La fotocellula funziona corret-
installata                porta come da                      tamente.
Aprire chiudere la        impostazione            no       - Rottura cavo, morsetto allentato        - Verfificare il cablaggio, serrare nuovamente i
porta interrompendo       dello switch 1, 2,               - Switch spostato.                          morsetti.
contemporanea-            o 3.                             - Fotocellula sporca.                     - Riposizionare lo switch.
mente la fotocellula.                                      - Fotocellula spostata (suppor-           - Pulire la fotocellula.
                                                             to incurvato).                          - Riposizionare la fotocellula.
                                                           - Fotocellula difettosa.                  - Disattivare l’impianto ed escluderne la riatti-
                                                                                                       vazione. Rivolgersi all’assistenza clienti.

  INCONVENIENTI CAUSE RIMEDI - TABELLA DIAGNOSI DI GUASTI FREQUENTI
  I guasti dell’attuatore della porta da garage possono essere eleiminati seguendo la tabella. Se non riuscite a risolvere il problema,
  rivolgeteVi al Vostro rivenditore specializzato.
  Possibili inconvenienti                              Cause                                               Rimedi
  Non si può muovere la porta ne man-                                                                      - Attivare lo sblocco di emergenza (N) e
  ualmente ne elettricamente                                                                                 aprire la porta manualmente.
                                                                                                             Vedi paragrafo “Sblocco di emergen-
                                                                                                             za”.


  L’automazione non funziona ed è senza                - Non vi è tensione                                 - Controllare con un altro attrezzo elettri-
  illuminazione.                                                                                             co, per es. con un tester .
                                                       - È scattato il fusibile per il circuito di         - Sostituire il fusibile.
                                                         corrente del garage.

  L'automazione non funziona quando si                 - Batteria del radiocomando esaurita.               - Sostituire la batteria.
  una il radiocomando.
                                                       - La codifica del radiocomando non è                - Codificare il radiocomando. Vedi para-
                                                         stata eseguita correttamente.                       grafo “Come programmare il radiocoman-
                                                                                                             do”.

  La porta si ferma durante la chiusura,               - Risposta del disinserimento di forza              - Rimuovere l’ostacolo aprire completa-
  torna indietro di 10 cm circa e si ferma.              a causa di un ostacolo.                             mente la porta.
                                                       - Finecorsa mal regolato.
                                                                                                           - Registrare nuovamente il finecorsa.

  La porta si ferma durante l’apertura                 - Risposta del disinserimento di forza              - Rimuovere l’ostacolo chiudere completa-
                                                         a causa di un ostacolo.                             mente la porta.
                                                       - Fine corsa mal regolato.                          - Registrare nuovamente il finecorsa.


  La porta può essere usata solo sino a                - Risposta del disinserimento di forza              - Rimuovere l’ostacolo. Quindi portare la
  quando si tiene premuto il pulsante e l’illu-          a causa di un ostacolo.                             porta in posizione finale, l’azionatore fun-
  minazione interna lampeggia                                                                                ziona come al solito.

  Nessuna illuminazione durante             la         - Lampadina bruciata.                               - Sostituire la lampadina.
  chiusura e l’apertura della porta.

  La velocità cambia in fase di apertura o             - L’automazione si avvia lentamente                 - Rallentamento del tutto normale.
  di chiusura.                                           e poi accelera.
                                                       - La guida della catena è sporca.                   - Pulire la guida e lubrificarla nuovamente.
                                                       - La guida della catena è stata lubri-              - Pulire la guida e lubrificarla nuovamente.
                                                         ficata con olio non adatto.
                                                       - Catena non correttamente tesa.                    - Tendere la catena.
                                                                                                                                                            83
                         BARRIERE SERIE ZBR IN KIT

                   BARRIERA AUTOMATIZZATA CON ASTA CENTRALE
                            Art. ZBR1, Art. ZBR2, Art. ZBR7



                     R




     Articolo   Lunghezza asta             Descrizione

     ZBR1       3,20 m in 2 moduli         Kit per barriera con asta comprensiva di centralina elettronica di
                                           comando bicanale, coppia di fotocellule, colonna di sostegno
                                           sbarra e lampeggiante con antenna e ricevitore radio a 433MHz.

     ZBR2       6,40 m in 4 moduli         Kit per barriera con asta comprensiva di centralina elettronica di
                                           comando bicanale, coppia di fotocellule, colonna di sostegno
                                           sbarra e lampeggiante con antenna e ricevitore radio a 433MHz.

     ZBR7       4,80 m in 3 moduli         Kit per barriera con asta comprensiva di centralina elettronica di
                                           comando bicanale, coppia di fotocellule, colonna di sostegno
                                           sbarra e lampeggiante con antenna e ricevitore radio a 433MHz.




84
                             BARRIERE SERIE ZBR
                              DISEGNO INDICATIVO ESPLOSO DELLA BARRIERA




             Particolare A




                                                                                   R




                                                                          Circuito ricevitore



LUNGHEZZA DELLE SBARRE:

Art. ZBR1   cm 320                                                         Fig. 1/ZBR
Art. ZBR7   cm 480
Art. ZBR2   cm 640




                                                                                                85
                                                    BARRIERE SERIE ZBR
     Caratteristiche generali
     Barriere automatizzate in kit con asta centrale di 3,20, 4,80 e 6,40 metri.
     Le barriere dispongono di attuatore irreversibile con motore a 12V cc. centralina elettronica di comando bicanale, costa switch di
     sicurezza, fotocellule, lampeggiante con antenna, ricevitore radio a 433 MHz e dispositivo anti black-out. La batteria art. ZBA1 è
     opzionale. L’asta è costituita da moduli componibili di 1,60 metri. In particolare le aste sono composte di 2 moduli per art. ZBR1, 3
     moduli per art. ZBR7 e 4 moduli per art. ZBR2 per facilitare il trasporto.

     Contenuto dell’imballo
     Per aprire l’imballo del kit barriera, aprire il coperchio del corpo macchina ruotando la chiave in senso orario (Fig. 2A/ZBR e 2B/ZBR).
     togliere il cofano tirando verso l’alto.




                                                       Fig. 2A/ZBR                                                Fig. 2B/ZBR
     I componenti del kit sono:
     braccio destro e sinistro, colonnina, fotocellula trasmittente da fissare sulla colonnina, fotocellula ricevente da fissare sul mobile,
     lampeggiante con ricevitore radio da 433 MHz, cavo 4x0,5 mm2 di collegamento lampeggiante e la scheda ricevitore, adesivi
     rifrangenti da applicare alla sbarra, scatola forcella e scatola viti.
     - La scatola forcella contiene: n°1 forcella, n°1 tappo in gomma
     - La scatola viti-accessori contiene: n°2 viti autoforanti per il fissaggio della forcella, n°2 viti M8+rondelle e dadi per il fissaggio del
     profilo con costa switch, n°2 tappi copriviti ad incastro, n°8 viti di fissaggio dei bracci con relative rondelle elastiche, n°1 cablaggio
     costa switch con tappo e pressacavo.


                                                       CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA
                                                              Mod. ZBR1                 Mod. ZBR2                    Mod. ZBR7
                     Alimentazione (+6% -10%) (Vca)           230                       230                          230
                     Frequenza (Hz)                           50÷60                     50÷60                        50÷60
                     Potenza massima (VA)                     220                       220                          220
                     Alimentazione motore (Vcc)               12                        12                           12
                     Potenza nominale motore (W)              45                        45                           45
                     Giri motore (RPM)                        1100                      1100                         1100
                     Lunghezza asta (m)                       3,20                      6,40                         4,80
                     Temperatura di funzionamento (°C)        -20÷55                    -20÷55                       -20÷55
                     Tempo di apertura (sec)                  7÷10                      7÷10                         7÷10
                     Dimensioni LxHxP                         3805x1295x290             7005x1295x290                5405x1295x290

     Assicurarsi all’atto dell’acquisto che il prodotto abbia la targa con le caratteristiche tecniche.

     DIMENSIONI D’INGOMBRO
     DIMA DI POSIZIONAMENTO SERIE ZBR
                            H = 1015 mm
                            * = MISURE DI MASSIMA                                          ZBR1 = 3360 mm
                                                                                           ZBR7 = 4960 mm
                                            425 * mm                                       ZBR2 = 6560 mm
      320 * mm
                 260 * mm




                                                                                                                                       EE05




                                                                                  IL PALETTO DI APPOGGIO DOVRA’ ESSERE INSTALLA-
                                                                     Fig. 1/ZBR   TO IN POSIZIONE CENTRALE RISPETTO AL MOBILE.


86
                                  BARRIERE SERIE ZBR
INSTALLAZIONE MECCANICA
1. Dopo aver eseguito la predisposizione dei cavi (vedi Pag. 28, Fig. 6/EC), fissare al pavimento il corpo macchina con i tasselli o
   con la piastra di fissaggio ELVOX Art. ZX30 (Fig. 3A/ZBR, 3B/ZBR.




                 Fig. 3A/ZBR



                                                                                                             Fig. 3B/ZBR

2. Fissare il braccio reggisbarra in posizione verticale con i bulloni, le relative rondelle e i tappi (vedi particolare A, Fig. 1/ZBR) tenen-
   do il lembo largo nella posizione superiore (Fig. 4/ZBR).
3. Coprire i bulloni con i tappi in dotazione.




2

                                    A                                                               Motore


                                                                                                                            Spina



                                                                                                                                    Tirante

      Fig. 4/ZBR                                                                                         Fig. 5/ZBR

4.  Inserire il 1° elemento della sbarra nell’apposita sede.
5.  Forare il primo elemento della sbarra (diametro del foro 8 mm) e fissarlo al reggisbarra.
6.  Agire sullo sblocco meccanico (Fig. 5/ZBR) per posizionare la sbarra orizzontalmente.
7.  Togliere le viti ed inserire il 2° elemento della sbarra.
    Allentare leggermente le viti di fissaggio ed estrarre la costa switch fino a scoprire le sedi per le viti di fissaggio della giunta.
    Fissare le viti, quindi riportare la costa switch nella posizione originale agganciando il jack di collegamento della costa prece-
    dente. Fissare la costa switch e chiudere i copriforo.
8. Ripetere l’operazione del punto 7 fino al completamento della sbarra.
9. Inserire il pressacavo nell’apposita sede (Fig. 4/ZBR particolare A). Collegare il cavo della costa switch al motore.
10. Posizionare la colonnina per il supporto della sbarra (Fig. 1/ZBR) e fissarla al terreno adeguatamente. Ripristinare quindi il bloc-
    co meccanico (operazione inversa del punto 6).
11. Tarare la molla di compensazione. L’asta deve rimanere ferma a 45° circa, quando il motore è sbloccato.
La taratura delle molle è già stata predisposta in laboratorio.
INSTALLAZIONE ELETTRICA
La centralina di comando è alimentata a 230V c.a., ed è protetta con fusibili di 4 A. Tutti i dispositivi sono alimentati in bassa ten-
sione 12V c.c., con un trasformatore di sicurezza in doppio isolamento (EN 61558) e sono protetti con fusibili di 3,15A (F2).
1. La posa in opera, i collegamenti elettrici e le regolazioni devono essere effettuati a “Regola d’arte”. Assicurarsi che la tensione di
   rete sia quella indicata nei dati di targa e accertarsi che la sezione dei cavi di collegamento sia idonea ai carichi applicati.
2. Prevedere sulla linea di alimentazione una protezione per sovratensioni, un interruttore/sezionatore e/o differenziale adeguati al
   prodotto e in conformità alle normative vigenti.




                                                                                                                                                 87
                                          BARRIERE SERIE ZBR
     PROGRAMMAZIONE DELLA CENTRALINA DI COMANDO
     Per la programmazione della scheda elettronica vedi la sezione riguardante la centralina EC, pag. 26.
     La scheda elettronica di comando è fornita già programmata.

     ACCESSORI - COLLEGAMENTI
     Per il montaggio del lampeggiante (con ricevitore radio) inserire il cavo 4x0,5mm2 nel foro del coperchio (vedi Fig. 6/ZBR, partico-
     lare A).
     Inserire il pressacavo nell’apposita sede (Fig.
     6/ZBR particolare B).
     Collegare il connettore della costa switch nell’ap-
     posito morsetto a 2 poli situato nella parte superiore
     del motore.
     Per i collegamenti del lampeggiante, fotocellule e il
     selettore a chiave, vedi la sezione riguardante gli
     accessori.


                                                                                       4x0,5 mm 2
                                                                                 A

                                                                                                                                 B




                                                                                                                               Fig. 6/ZBR




     SBLOCCO MANUALE
     In caso di mancanza alimentazione di rete, la batteria tampone garantisce, per un periodo limitato, il funzionamento dell’au-
     tomazione.
     In caso di batteria scarica o mancante, sbloccare manualmente il motore, girando in senso orario il volantino a sinistra del motore.
     Un dispositivo a bordo della scheda elettronica provvederà a ricaricare la batteria tampone quando sarà ripristinata l’alimentazione.

     MANUTENZIONE
     1. Si raccomanda di controllare annualmente il funzionamento generale dell’automazione e dei dispositivi di sicurezza.
     2. Prima di effettuare una qualsiasi operazione di pulizia o di manutenzione dell’automazione, togliere la tensione agendo sull’ap-
        posito interruttore magnetotermico collegato a monte del trasformatore e scollegare la batteria tampone.
        Quando è necessario alimentare l’automazione per verifiche di funzionamento, si raccomanda di controllare o disabilitare ogni
        dispositivo di comando (radiocomandi, puldantiere ecc,) ad eccezione del dispositivo usato dall’addetto alla manutenzione.




88
                                    BARRIERE SERIE Art. ZBR

                       PALETTO MOBILE DI SOSTEGNO DELLA SBARRA
                                                        Art. ZBRM
Il paletto mobile per il sostegno della sbarra deve essere fissato con i cavetti inseriti negli 8 fori di diametro 4 mm (particolare A).
Il paletto è regolabile in altezza, per mezzo di una vite nel tappo d’appoggio.
N.B. Il paletto non deve essere utilizzato con l’Art. ZBR2 (6,4m).




                             R




                                                                                             A




                                                                                                         Fig. 1




                                                                                                                                           89
                                                    BARRIERE SERIE ZBN

                                                     BARRIERE STRADALI

                                                              SERIE ZBN




     CARATTERISTICHE GENERALI
     Art. ZBNC, Corpo Barriera elettromeccanica stradale irreversibile con motore a 12 Vc.c. e centralina di comando senza ricevitore
     radio.
     Abbinata alle aste serie ZBNA è adatta per il controllo del passaggio di veicoli.
     Il corpo barriera è equipaggiato di:
     - Mobile barriera e sportello in lamiera verniciata.
     - Coperchio barriera in lamiera verniciata.
     - Coperchio porta asta in lamiera verniciata.
     - Motore in bassa tensione, 12 Volt corrente continua, con ingranaggi rachiusi in due fusioni di alluminio pressofuso e lubrificati con
         grasso permanente.
     - Sblocco manuale in plastica.
     - Flangia porta asta e bilanciere in acciaio zincato.
     - Centralina elettronica con scheda per il comando di 1 o 2 motori (nel caso di due barriere abbinate).

     CARATTERISTICHE TECNICHE
     Alimentazione                        Vac               230
     Frequenza                            Hz                50/60
     Potenza Trasformatore                VA                220
     Alimentazione Motore                 Vcc               12
     Potenza Nominale Motore              W                 45
     Tempo di Apertura a 90°              Sec               3/6 (regolabile)
     Temperatura di funzionamento         °C                -20/+55
     Grado di Protezione                  IP                45
     Dimensioni Corpo Barriera            mm                1045x350x230 (hxlxp)


     IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA
     L’installatore, costruttore della motorizzazione, ha l’obbligo di verificare le seguenti condizioni di sicurezza:
     1. L’asta nel suo movimento non deve urtare contro nessun ostacolo.
     2. L’impianto motorizzato sia principalmente adibito al passaggio di vetture. Nel caso di passaggio di pedoni proteggere eventuali
        zone di schiacciamento, cesoiamento, convogliamento e di pericolo in genere con l’utilizzo di dispositivi di sicurezza conformi le
        normative e direttive in vigore.
     3. I comandi di azionamento della barriera devono essere posti in vista e non entro il raggio di azione.




90
                                                  BARRIERE SERIE ZBN

INSTALLAZIONE MECCANICA CORPO BARRIERA (Fig. 1, 2, 3)
1. Per accedere nella parte interna del corpo barriera occorre aprire il coperchio utilizzando la chiave personalizzata data in dota-
   zione. Inserire la chiave nella serratura e ruotare di 90° in senso antiorario. Con una leggera pressione verso l’alto togliere il coper-
   chio.
   ATTENZIONE! Il coperchio nella parte posteriore ha due perni d’incastro con il mobile della barriera quindi eseguire con cautela
   il sollevamento di esso.
2. Eseguita la predisposizione per il passaggio dei cavi fissare il corpo barriera utilizzando 4 tasselli o la piastra di ancoraggio ELVOX
   art. ZX31.
   Nel caso d’utilizzo della piastra, art. ZX31, predisporne una piazzola di cemento ed annegare le zanche ad essa saldate. La pia-
   stra deve essere assolutamente in bolla ed i tubi passacavi all’interno del foro centrale. Fissare il corpo barriera utilizzando i 4
   dadi in dotazione con la piastra.
   In ogni caso assicurarsi della robustezza e la stabilità del fissaggio.
1. Apertura corpo barriera

                                         Fig. 1




2. Esploso barriera




                                                                               Fig. 2



                                                                                                                                               91
                                                      BARRIERE SERIE ZBN

     3. Le barriere vengono di serie fornite SINISTRE, (le barriere ZBNC/V, vengono fornite DESTRE).
        Per barriera sinistra s’intende il corpo barriera installato a sinistra, vista lato ispensionabile, con la direzione dell’asta verso destra.
        Il bilanciere, fine corsa, è regolato in fabbrica in modo da ottenere un’apertura a 90° circa. Se si desidera variare la posizione di
        apertura/chiusura agire sulle due viti, M12, per dare una nuova battuta all’asta. La flangia porta asta è predisposta per essere
        inserita nell’albero del motore in posizione orizzontale con la parte terminale verso destra, vista lato esterno.




                                                                                                             Fig. 3




     INSTALLAZIONE DELLA FLANGIA PORTA ASTA (Fig. 4)
     1. Per facilitare l’inserimento della flangia porta asta, nell’albero del motore, allentare le 4 viti che fissano il motore al corpo barriera.
     2. Inserire la flangia porta asta in posizione verticale con la parte finale verso destra, vista lato esterno, con i fori quadrati nella parte
        superiore. Fissarla al albero motore con la vite, M6x60, in dotazione.




                                                                                            Fig. 4




92
                                                  BARRIERE SERIE ZBN

INSTALLAZIONE DELL’ASTA (Fig. 5)
1. Montare e fissare l’asta con le viti utilizzando i dadi e le rondelle in dotazione.
2. Sbloccare il motoriduttore ruotando la leva di sblocco in senso antiorario.
3. Portare l’asta in posizione verticale e verificare la regolazione della vite, M12x40, in modo da ottenere l’apertura desiderata.
   N.B. Nel caso in cui l’installazione richieda l’accorciamento dell’asta è opportuno tagliarla nella parte finale e spostare il tappo di
   chiusura.
4. Bloccare il motoriduttore ruotando la leva di sblocco in senso orario.
5. Inserire il coperchio porta asta e fissarlo con le due viti in dotazione.




                                                                                                                                  Fig. 5


SBLOCCO MANUALE (Fig. 6)
Eseguire l’operazione di sblocco solamente a motore fermo.
Per poter accedere allo sblocco manuale è necessario aprire il coperchio e lo sportello della barriera. Per sbloccare il motore agire
sulla leva in plastica e ruotarla in senso antiorario fino a raggiungere la posizione di sblocco.




                                                                                        Fig. 6




           ATTENZIONE! L’asta non è bilanciata, essa dovrà essere accompagnata manualmente.


INVERSIONE DEL SENSO DI APERTURA
Per trasformare la barriera da SINISTRA a DESTRA bisogna:
1. Inserire la flangia porta asta con la parte terminale verso sinistra, vista lato esterno. Per facilitare l’inserimento della flangia allen-
   tare le 4 viti di fissaggio del motore. Fissare la flangia con la vite, M6x60, in dotazione.
2. Sbloccare il motoriduttore ruotando la leva sblocco in senso antiorario.
3. Togliere la vite, M6x20, di fissaggio del bilanciere e ruotarlo di 90°. Fissare il bilanciere al albero motore utilizzando la vite, M6x20,
   in dotazione.
4. Invertire la regolazione delle viti, M12x40, fine corsa e regolarle in modo da ottenere l’apertura/chiusura desiderata.
5. Bloccare il motoriduttore ruotando la leva di sblocco in senso orario.




                                                                                                                                             93
                                               BARRIERE SERIE ZBN

     INSTALLAZIONE ELETTRICA
     La centralina di comando è alimentata a 230V c.a., ed è protetta con fusibili di 4 A. Tutti i dispositivi sono alimentati in bassa ten-
     sione 12V c.c., con un trasformatore di sicurezza in doppio isolamento (EN 61558) e sono protetti con fusibili di 3,15A (F2).
     1. La posa in opera, i collegamenti elettrici e le regolazioni devono essere effettuati a “Regola d’arte”. Assicurarsi che la tensione
        di rete sia quella indicata nei dati di targa e accertarsi che la sezione dei cavi di collegamento sia idonea ai carichi applicati.
     2. Prevedere sulla linea di alimentazione una protezione per sovratensioni, un interruttore/sezionatore e/o differenziale adeguati al
        prodotto e in conformità alle normative vigenti.

     PROGRAMMAZIONE DELLA CENTRALINA DI COMANDO
     Per la programmazione della scheda elettronica vedi la sezione riguardante la centralina EC, pag. 26.
     La scheda elettronica di comando è fornita già programmata.

     MANUTENZIONE
     · Per garantire l'efficienza del prodotto è indispensabile che personale professionalmente competente effettui la manutenzione nei
       tempi prestabiliti dall'installatore, dal produttore e della legislazione vigente.
     · Gli interventi di installazione, manutenzione, riparazione e pulizia devono essere documentati. Tale documentazione deve essere
       conservata dall'utilizzatore, a disposizione del personale competente preposto.
     · Prima di effettuare una qualsiasi operazione di pulizia o di manutenzione disinserire l'apparecchiatura dalla rete staccando la
       spina, o spegnendo l'interruttore dell'impianto, e scollegare la batteria tampone. Nel caso che l'alimentazione dovesse essere pre-
       sente per verifiche di funzionamento, si raccomanda di controllare o disabilitare ogni dispositivo di comando (radiocomandi, pul-
       santiere ecc.) ad eccezione del dispositivo usato dall' addetto alla manutenzione.

     Manutenzione ordinaria
     Ciascuna delle seguenti operazioni deve essere fatta quando se ne avverte la necessità e obbligatoriamente ogni anno.

     Barriera:
     - Pulire e oliare i leverismi
     - Controllare che dadi e viti siano tutti ben avvitati
     - Verificare la funzionalità dello sblocco manuale
     - Verificare la corretta apertura/chiusura ed i rispettivi fine corsa

     Impianto di Automazione:
     - Controllare i collagamenti elettrici e i cavi
     - Verificare il funzionamento dei dispositivi di protezione e sicurezza
     - Verificare lo stato della batteria se presente .
     N.B. Cambiare la batteria, in ogni caso, ogni 2 mesi.

     Manutenzione straordinaria
     Non sono preventivabili operazioni di manutenzione straordinaria. Tuttavia se dovessero rendersi necessari interventi su parti mec-
     caniche si raccomanda di rimuovere l'attuatore per consentire la riparazione da parte del personale autorizzato.

     Art. ZBNM
     KIT MOLLA DI BILANCIAMENTO PER ASTA SERIE ZBNA
     Installazione meccanica della molla
     N.B. L’occhiello inferiore della molla
     deve essere posizionato a 90° rispet-
     to il foro del terminale a snodo.




94
                                                            SERIE ZP

                  AUTOMAZIONE PER SERRANDE AVVOLGIBILI 220 VOLT
                                                           Serie ZP




 Articolo                        Descrizione

 ZP03                            Motoriduttore reversibile per serrande, con albero del diametro di 48/60 mm, capacità sollevamen-
                                 to 170 Kg Scatola portamolla 200/220 mm Alimentazione 230V 450W.

 ZP05                            Motoriduttore reversibile per serrande, con albero del diametro di 48/60 mm, capacità sollevamen-
                                 to 280 Kg Scatola portamolla 200/220 mm Alimentazione 230V 800W.

 ZP06                            Motoriduttore irreversibile per serrande, con albero del diametro di 48/60 mm, capacità sollevamen-
                                 to 280 Kg Scatola portamolla 200/220 mm Alimentazione 230V 800W.

 ZP08                            Motoriduttore reversibile per serrande, con albero del diametro di 48/60 mm, capacità sollevamen-
                                 to 160 Kg Scatola portamolla 200/220 mm Alimentazione 230V 630W.
                                 Con predisposizione per fermo elettromagnatico (Art. ZPX1) e 4m di cavo 4x1,5mm2.

 ZP09                            Motoriduttore irreversibile per serrande con albero del diametro di 48/60 mm, capoversi solleva-
                                 mento 160 Kg, scatola portamolla 200/220 mm. Alimentazione 230V 630W. Con freno elettroma-
                                 gnetico e 4 metri di cavo 4 x 1,5 mm2.


MOTORIDUTTORI PER SERRANDE
Caratteristiche generali
I motoriduttori elettromeccanici per serrande avvolgibili reversibili o irreversibili, dispongono di un dispositivo di fine corsa con memo-
ria meccanica, autoregolante per arrestare la serranda poco prima del fermo meccanico.
Nella versione reversibile la serranda può essere sollevata a mano. Consigliamo pertanto l’utilizzo di serrature di sicurezza.
Nella versione irreversibile, in caso di mancanza di alimentazione, la serranda può essere manovrata manualmente, mediante
rotazione della manopola di sblocco (in dotazione) o con dispositivo di sblocco dall’esterno Art. ZPB1.


                           CARATTERISTICHE TECNICHE DI TARGA
                                           Mod. ZP03         Mod. ZP05/ZP06         Mod. ZP08/ZP09
Alimentazione (+6% -10%) (Vca)             230~              230~                   230~
Motore elettrico (RPM)                     1500              (2) 1500               1400
Potenza motore (W)                         450               800                    630
Temperatura di funzionamento (°C)          -25÷70            -25÷70                 -25÷85
Tempo di sicurezza termica (min)           4                 4                      4
Condensatore (MF)                          18                35                     20
Velocità corona (RPM)                      10                10                     10
Forza di sollevamento (Kg)                 170               280                    160
Albero serranda (mm)                       60/48             60/48                  60/48
Scatola portamolle (mm)                    200/220           200/220                200/220
Peso elettroriduttore (Kg)                 7                 11                     8
Max. altezza serranda (mt)                 9                 9                      6
Max. larghezza serranda (mt)               4,5               4,5                    4,5


Dotazione
Per diametri diversi da 60 e 200mm utilizzare gli adattatori in dotazione.
N.B. ZP03-ZP05-ZP08 versione “R” reversibile (senza freno meccanico).



                                                                                                                                          95
                                                                  SERIE ZP
     INSTALLAZIONE MECCANICA
     MONTAGGIO DEL MOTORIDUTTORE ZP03-ZP05-ZP06
     1. Chiudere completamente la serranda e praticare un foro di diam 11 mm esattamente al centro del suo primo elemento.
     2. Posizionare il motoriduttore come in Fig. 1/ZP rispetto al foro e fissarlo all’albero utilizzando eventualmente gli apposititi gusci di
        riduzione (2) e (3) mediante il morsetto 1.




                                                                                                                                    Fig. 1/ZP

        Avvitare, senza fissare, la vite (2) (il cui dado si trova già inserito nel corpo del motoriduttore) poi le altre tre viti, dopo aver inse-
        rito i rispettivi dadi 3 nelle apposite ferritoie (Fig. 3/ZP).
     3. Controllare che il foro fatto nella serranda sia allineato a quello della corona (Fig. 4/ZP).
     4. Fissare le quattro viti (2) del morsetto e la vite centrale (4); bloccare quest’ultima con l’apposito controdado (3).




        Fig. 2/ZP                                                                   Fig. 3/ZP Fig. 4/ZP

     5. Praticare nell’albero un foro passante di diametro 11 mm, a destra e a distanza di oltre 30 cm dal motoriduttore (Fig. 5/ZP).
     6. (*) Inserire il cavo di sblocco con guaina 14 nel foro retrostante e farlo scorrere all’interno dell’albero (Fig. 5/ZP).
     7. (*) Agganciare il terminale sferico del cavo d’acciaio alla staffa esterna della calotta del motore (Fig. 6/ZP).




                                                                  Fig. 5/ZP                                                            Fig. 6/ZP

96
                                                              SERIE ZP
   All’altra estremità del cavo d’acciao montare la manopola di sblocco come in fig. 7/ZP
8. (*) Sbloccare il motoriduttore mediante la manopla, poi montare la corona sul motoriduttore; avvitare la prima vite (5) con dado
   (3) e ruotare manualmente la corona per avvitare l’altra vite e il rispettivo dado (Fig. 8/ZP).
9. Inserire la vite 6 (o 7) nel foro della serranda e avvitarla nel foro filettato della corona (eventualmente utilizzare il distanziale 9 per
   serrande con scatole portamolle diametro 220 mm) (Fig. 8/ZP).

(*) solo per motori irreversibili (ZP06)


                                                                                                                             Fig. 8/ZP




                                                         Fig. 7/ZP

COLLEGAMENTI ELETTRICI
Inserire il cavo elettrico di alimentazione nel foro anteriore dell’albero (Fig. 5/ZP) e collegarlo ai morsetti del gruppo finecorsa.
Collegare il filo di terra alla linguetta tipo fast-on presente sulla calotta del motore (Fig. 6/ZP).

DISPOSITIVO FINECORSA con memoria meccanica
Il dispositivo brevettato di finecorsa è autoregolante ed è già predisposto per ottenere l’arresto della serranda poco prima del fermo
meccanico.

Regolazione automatica
Con serranda totalmente chiusa, sbloccare il motoriduttore mediante l’apposita manopola e sollevare manualmente la serranda in
posizione di apertura totale. Ribloccare il motoriduttore, poi chiudere elettricamente la serranda. La corsa effettuata resterà così
memorizzata meccanicamente dal dispositivo.

Correzione micrometrica (operazione facoltativa)
Aprire lo sportello a slitta del dispositivo finecorsa (Fig. 9/ZP) e ruotare le rotelle di registro mediante un piccolo cacciavite. Ad ogni
scatto corrisponde una variazione di corsa della serranda di circa un centimetro.
Ruotando verso il segno + aumenterete la corsa
Ruotando verso il segno - diminuirete la corsa
Ciò vale sia per il registro di apertura che per quello di chiusura (quest’ultimo, di norma, non richiede nessuna regolazione).
Attenzione: la serranda non si deve arrestare contro i fermi meccanici, ma prima dell’intervento del finecorsa.

MANOVRA MANUALE - SBLOCCO
I motoriduttori di tipo irreversibile sono dotati di un dispositivo brevettato di freno meccanico integrato nel motore.
In caso di mancanza di corrente, potrete manovrare la serranda manualmente mediante rotazione della manopala di sblocco (Fig.
7/ZP).




                                                                         Fig. 9/ZP




                                                                                                                                                 97
                                                                SERIE ZP

     MONTAGGIO DEL MOTORIDUTTORE ART. ZP08 - ZP09
     1) Eseguire foro diametro 10 mm a 5 cm. dal centro dell’albero della serranda;
     2) Rimuovere la vite T.E. M1 dalla corona delmotoriduttore;
     3) Togliere le due semicorone svitando le dueviti M8 (con chiave esagonale da 6 mm);
     4) Togliere delicatamente evitando piegamenti, la fascia porta rulli in plastica nera;
     5) Separare i due elementi del motoriduttore(corpo superiore e corpo inferiore) agendo sulle quattro viti M8 (con chiave esagona-
         le da 6 mm);
     6) Nel caso in cui l’albero della serranda è inferiore a 60 mm usufruire degli appositi manicotti di riduzione posizionandoli con rife-
         rimento al foro diametro 10 mm effettuato inprecedenza (punto 1);
     7) Accoppiare il corpo inferiore con quellosuperiore tramite le quattro viti M8 tolte inprecedenza;
     8) Avvitare (con chiave da 17 mm) la vite T.E. M1 priva di dado esagonale, e farlo penetrareall’interno dell’ albero della serranda
         nel foro da 10 mm (precedentemente effettuato);
     9) Applicare nell’apposita sede la fascia a rulli;
     10) Applicare le semicorone serrandole conle due viti M8;
     11) Avvitare la vite T.E. M1 con dado in modo di bloccare il motoriduttore sull’albero eserrare il suddetto dado;
     12) Presentare l’ultimo telo della serranda sulla corona ed eseguire sullo stesso un foro diametro 12 mm in corrispondenza del foro-
         filettato M10 posto sulla corona;
     13) Ruotare a mano la corona di 1 giro, 1 giro e mezzo facendo avvicinare il pomello verso il microinterruttore I(discesa). fig. 1
         (deve ruotare liberamente);
     14) Serrare la serranda al motoriduttore mediante vite T.E. M1 con rondella (usandochiave da 17 mm);
     15) Eseguire i collegamenti elettrici descritti in fig. 2 passando il cavo 4x1 mm2 dato in dotazione, all’interno dell’albero della ser-
         randa evitando qualsiasi contatto con le parti ruotanti;
     16) Dopo aver effettuato l’installazione meccanica e i contatti elettrici, procedere con la regolazione dei finecorsa;
     17) Ruotare a mano il pomello di fine corsa fino a sentire il click dello scatto del microinterruttore (regolazione discesa effettuata);
     18) Ruotare l’altro pomello avvicinandolo al microinterruttore II(salita). Date tensione al motoriduttore tramite selettore a chiave
         opulsante per verificare se la serranda salendo va a fermarsi nel punto desiderato. Per aggiustamenti della posizione agire sullo
         stesso pomello operando sempre e solo con i comandi elettrici evitando nel modo più assoluto di agire con sollevamenti manua-
         li;
     19) Nel caso di installazione contraria rispetto alla fig. 1 agire in modo diverso a quanto descritto poiché il microinterruttore. II fer-
         merà la discesa.


                                                                                  VITE M 10 x 22

                                RONDELLA 10x40

                                                                                                           TELO SERRANDA



      FASCIA PERIMETRALE PER Ø 220




                                                                                                                          Fig. 1




                                                            CORONA DA Ø 200 mm




98
                                                                       SERIE ZP
SCHEMA DI MONTAGGIO


                                                                                                             SERRANDA




                                            ASSE CENTRALE SERRANDA




Schema elettrico con comando diretto 230V -50Hz tramite selettore chiave e/o pulsantiera




      FINE                                      MORSETTIERA
      CORSA                                                                                                                                 230V/
                                                                                                                                            50Hz
                                                                                 SELETTORE
                                                                                 A CHIAVE
                                           MORSETTIERA


                                                                                                              a) pulsantiera                Terra
                                                                                                              b) interruttore
                                                                         DEVIATORE



CONDENSATORE                                                             DISPOSITIVO
                                                                         ONNIPOLARE
                                                                                                 Fig. 2



                                                                         LINEA 230V 50HZ



Schema di applicazione del kit elettrofreno (Art. ZPX1)                              Vista esplosa dei componenti del gruppo elettrofreno


                                                  A- Comune
                                                  M- Inversione
                                                  N- Inversione




                                                      Ferodo      Elettrofreno
Ricordarsi di togliere il ponticello
                                       -
prima di applicare l’elettrofreno


                                                   Sblocco manuale    Guaina            Fig. 3




                                                                                                                                                    99
                                                               SERIE ZP

                 CENTRALINA ELETTRONICA PER SERRANDE AVVOLGIBILI
                                                            Art. ZPC1
  Caratteristiche generali
  Centralina di comando, con ricevitore radio a 433 MHz, per serrande avvolgibili di tipo bilanciato, max. capacità di sollevamento
  280Kg, max. altezza serranda 9 mt, max. larghezza 4,5 m.

  Caratteristiche tecniche
  Tensione di alimentazione: 230V +6% -10%
  Frequenza: 50 (60) Hz
  Comandi in bassa tensione: 12V a.c.
  Carico massimo motore: 800W
  Assorbimento massimo: 3,5A
  Temperatrura di funzionamento: -20 ÷ + 55°C
  Fusibili di protezione: 4A AL motore
  Grado di protezione: IP 30
  Dimensioni contenitore (lxhxp): 140x170x58mm

  INSTALLAZIONE MECCANICA
  Il fissaggio della centralina può essere da esterno parete (Fig. 1) o in scato-
  la da incasso, 3 moduli standard.

  INSTALLAZIONE ELETTRICA
  La centralina di comando è alimentata a 230V ed è protetta con un fusibile
  di 4A (F1). Le sicurezze dell’automazione sono alimentate, tramite un trasfor-
  matore, in bassa tensione a 12 Vc.a.

  Importante - Informazioni di sicurezza
  L’apparecchiatura è sprovvista di interruttore di alimentazione. Inserire un
  interruttore di sicurezza tra la linea di alimentazione e l’apparecchiatura in
                                                                                         Fondo della
  conformità alle normative vigenti.                                                     centralina
                                                                                                                               83 mm
  1. La posa in opera, i collegamenti elettrici e le regolazioni devono essere
     effettuati a “Regola d’arte”. Assicurarsi che la tensione di rete sia quella
     dei dati di targa e accertasi che la sezione dei cavi di collegamento sia
                                                                                                                                     Fig. 1
     idonea ai carichi applicati. Nel dubbio rivolgersi a personale qualificato.
     L’interruttore che aziona l’apparecchio deve essere installata in vista ad
     un’altezza non superiore a 1,5 m e lontano da oggetti in movimento.
  2. Non installare il prodotto in ambienti con pericolo di esplosione o distur-
     bati da campi elettromagnetici. La presenza di gas o fumi infiammabili
     costituisce un grave pericolo per la sicurezza.
  3. Assicurarsi che sia presente un dispositivo di sezionamento a monte del-
     l’apparecchio con distanza di apertura tra i contatti di almeno 3mm.

  Specifiche di progetto e dettagli di funzionamento generale- Microprocessore V.1.01
  La centralina funziona con un radiocomando a 433 MHz e con pulsanti collegati ai morsetti. La selezione delle funzioni dell’au-
  tomazione avviene tramite un dip-switch a 2 vie.
  Il motore si blocca con la fotocellula interrotta ed inverte la marcia appena la fotocellula si disattiva e ripristina il contatto chiuso. In
  fase di apertura con la fotocellula interrotta il motore si blocca e continua l’apertura della serranda appena la fotocellula si disattiva
  e ripristina il contatto.
  I comandi APRI/CHIUDI nel modo “UOMO PRESENTE” non risentono dello stato della fotocellula, e possono essere attivati anche
  con la fotocellula interrotta.

  Programmazione dei codici radio:
  Alimentando la centralina si accende il led rosso (DL1) per qualche secondo e poi si spegne.
  La programmazione dei codici dei radiocomandi avviene premendo il pulsante PS1 (max 99codici memorizzabili).
  Il led rosso si accende. Trasmettere il codice da memorizzare. La ricezione del codice è confermata dallo spegnimento e riaccen-
  sione, per circa 2 secondi, del led rosso.

  Cancellazione dei codici dalla memoria:
  La cancellazione dei codici dalla memoria avviene nel seguente modo:
  1) Premere il pulsante rosso (RESET), il led rosso (DL1) si accende.
  2) Prima che il led rosso si spenga premere il pulsante PS1.
  3) Il LED rosso inizia a lampeggiare
  4) Prima che il LED smetta di lampeggiare premere un’altra volta il puldante PS1 e i codici in memoria saranno tutti cancellati.




100
                                                               SERIE ZP
 DESCRIZIONE FUNZIONI (vedi pag.101)
 DL1:        Led rosso, indicazione per la memorizzazione e la cancellazione dei codici radio.
 DL2:        Led verde (Power) indica la presenza della tensione di rete, deve essere quindi sempre acceso.
 PS1:        Pulsante per entrare in programmazione, memorizzare e cancellare i codici radio.
 P1:         Potenziometro per la regolazione del tempo di lavoro della serranda (- sinistra, + destra)
 P2:         Potenziometro per la regolazione del tempo di pausa della serranda (+ sinistra, - destra)
 CN1:        Connettore per l’interfaccia necessaria per il collegamento della scheda ZPC1 con la scheda ZPC2 (scheda di comando
             di altre serrande poste in serie alla principale.
 SW1:        Funzionamento DIP SWITCH (microprocessore V.1.01)

  DIP1         DIP2          Funzionamento                                         Uomo presente
  OFF          OFF           MANUALE                                               SI
  OFF          ON            MANUALE                                               NO
  ON           OFF           AUTOMATICO (Chiusura automatica inserita)             SI
  ON           ON            AUTOMATICO (Chiusura automatica inserita)             NO
 COLLEGAMENTI




                 Rete
                 2x1,5 mm2
                 230V 50Hz
                                                                         2x1           4x1
                                                                         mm2           mm2
                                                                                                2x1,5
                                     3x1,5
                                                                   RG                           mm2
                                     mm2
                                                                   58
                                                                         (Tx)      (Rx)

 Motore
                                                                                                              Pulsantiera ZD03
                                                                                                              (selettore a chiave EDP1 - EDP2)
                                   2x1,5                           Fotocellula EF04/S                         N.B. funzionamento a uomo pre-
                                   mm2                                                                        sente.

          Lampeggiante 230V

Lampeggiante                                                                    ZL43
230V con                EL07

antenna                                                                                      Antenna a 433 MHz
433MHz                  EL07/A               2x1,5 mm2
                                             +RG58

         F N                     MR4: Morsetti per l’alimentazione della scheda 230V a.c. (+6%, -10%) 50 Hz
 MR4                                  F= fase di alimentazione a 230V a.c.
                                      N= neutro di alimentazione a 230V a.c.
        230V                     MR2: Morsetti per il collegamento della serranda.
                                      AP= morsetto di apertura del motore
 MR2                                  CH= morsetto di chiusura del motore
        AP CH C                       C= comune per il motore a 230V
                                 MR1: Morsetto per l’alimentazione del lampeggiante o luce di cortesia, lampada max 40W
                                 C:   Comune connessione lampeggiante.
 MR1                             MR3: Morsetto per il collegamento dell’antenna a 433 MHz.
         C   LAMPADA             12:  Morsetti per il collegamento degli accessori, (fotocellule) alimentazione 12Vac.
                                 F:   Ingresso fotocellule N.C.
 MR3                             SI:  Morsetto da collegare mediante un pulsante o selettore al morsetto CO per l’attivazione del ciclo di
         GN AN                        lavoro APERTURA-PAUSA-CHIUSURA della serranda e con comando differito di circa 2 secondi
                                      per l’attivazione di altre serrande collegate in serie alla principale.
                                 ST:  Morsetto da collegare mediante un pulsante o selettore al morsetto CO per l’attivazione del ciclo di
 MR3                                  lavoro APERTURA-PAUSA-CHIUSURA della serranda nel modo “UOMO PRESENTE”.
         12 12 FT ST ST CO
                                 CO: Comune (comandi, sicurezze).
 Memorizzazione dei tempi di lavoro
 Apertura/chiusura - Tempo chiusura automatica
 1. Prima di eseguire l’operazione di memorizzazione dell’apertura e chiusura,
    chiudere la serranda.
    (Per i motori irreversibili tale operazione sarà effettuata sbloccando manual-             P1= T lavoro      TL, minimo = 12 sec.
    mente il motore. Terminato il posizionamento, ribloccare il motore).                                         TL, 1/2 corsa = 40 sec.
 2. Togliere l’alimentazione della centralina (led verde spento)                                                 TL, massimo = 90 sec.
 3. Regolare il potenziometro (P1), regolare il tempo di lavoro ad un tempo supe-
    riore al tempo necessario per l’apertura totale della serranda (corsa imposta-             P2= T pausa       TP, minimo = 25 sec.
    ta con i fine corsa meccanici).
 4. Posizionare il potenziometro (P2), tempo di pausa, ad un valore desiderato,                                  TP, 1/2 corsa = 80 sec.
    impostando il DIP 1 (SW1) in ON.                                                                             TP, massimo = 100 sec.
 5. Alimentare la centralina e inviare un comando d’apertura con il pulsante o
    con il radiocomando.

                                                                                                                                            101
                                                             SERIE ZP

      CENTRALINA DI COMANDO SUPPLEMENTARE PER SERRANDE AVVOLGIBILI
                                                           Art. ZPC2
  Centralina di comando supplementare per serrande avvolgibili di tipo bilanciato; max capacità di sollevamento 280 Kg., max altezza ser-
  randa 9mt, max larghezza 4,5mt.
  N.B. La centralina supplementare Art. ZPC2, si utilizza, abbinata alla centralina di comando Art. ZPC1, per azionare due motori
  contemporaneamente tramite l’interfaccia per il collegamento delle due centraline.
  Attenzione! l’apparecchiatura è sprovvista di interruttore di alimentazione. Collegare tra la rete e l’apparecchiatura un interruttore
  di sicurezza in conformità delle normative vigenti.



       DESCRIZIONE TECNICA DELLA CENTRALINA

  Tensione di alimentazione: 230V +6% -10% 50-60Hz
  Frequenza: 50 (60) Hz
  Carico massimo motore: 800W
  Assorbimento massimo: 3,5A
  Temperatrura di funzionamento: -20 ÷ + 55°C                                                         11
                                                                                                        5
  Grado di protezione: IP 30
  Dimensioni contenitore (lxhxp): 70x115x50mm

                                                     INSTALLAZIONE MECCANICA
  È possibile fissare la centralina con 2 viti oppure ad una barra DIN (4 moduli).

                                             INSTALLAZIONE ELETTRICA (Collegamenti)

  La centralina supplementare viene alimentata a 230V (led rosso acceso) ed abbinata alla centralina Art. ZPC1 tramite un’interfac-
  cia come riportato nello schema:

  Descrizione morsetti:

  RETE                      N F           Morsetti per l’installazione 230V a.c. F: Fase N: neutro




  AL MOTORE                CH AP C        Morsetti per il collegamento secondo motore
                                          CH: morsetto chiusura motore 2
                                          AP: morsetto apertura motore 2
                                          C: comune



  Alla scheda ZPC1
                           CH AP CO       Morsetto per il collegamento interfaccia
                                          CH: morsetto comando chiusura motore
                                          AP: morsetto comando apertura
                                          CO: comune


  Nota: Per azionare tramite un pulsante o selettore a chiave entrambe le due serrande collegare gli accessori nei morsetti SI e CO
  della scheda ZPC1.




102
                                                                  SERIE ZP


                                                                                                   DL1

                                                                                                   PS1


                                                                                                   SW1

                                                                                                   RESET

                                                                                                   P1



                                                                                                   P2




                                                                                               1




                                                                                                                         3x1.5 mm2

                                                             DL2 (Power)                 CN1


1-   Inserire prima la scheda d’interfaccia nella scheda Art. ZPC1 nel connettore CN1.




                                                                                                         3x1.5 mm2            2x1.5 mm2

                                                                                                           AL MOTORE   230V 50 Hz




                                                                                                                                          103
                                                                 SERIE ZP

                 BLINDINO METALLICO PER SERRANDE
                                          Art. ZPB1
  ISTRUZIONI DI MONTAGGIO
  Introdurre il cavo di sblocco nel foro indicato (1) e attraverso il foro della vite di registro.
  Posizionare la leva di sbloco come in Fig. B e tendere il cavo mentre si serra la vite (2) per bloc-
  carlo. Riaprire la leva in posizione come in Fig.A e ruotare il dado superiore (3) fino a sbloccare
  il motore (controllare manualmente che la corona del motore sia reversibile). Serrare ora il dato
  (4) per bloccare la vite di registro nella posizione voluta (Fig. C). Collegare i cavi elettrici al pul-
  sante e il cavo di terra alla carcassa metallica del blindino (Fig. D). Fissare a muro il blindino
  mediante i tasselli forniti a corredo.

  Per montare lo sportello (Fig. E) inserire il perno fisso nella sua sede, poi inserite la molla (5) e il
  perno (6) nel foro dello sportello. Tenendo premuto il perno collocare lo sportello in sede.

  Per sbloccare il motore, ed azionare manulamente la serranda, aprire lo sportello e ruotare la leva
  di sblocco fino a toccare lo sportello aperto, poi tenendo la leva contro lo sportello, far richiudere
  brevemente per agganciare la leva allo sportello, in posizione stabile (Fig. G).
  Per sganciare la leva è sufficiente fare un breve movimento di riapertura dello sportello.
                                                                                                                                                                                                                          Fig. A




                                                             Fig. C
                                         Fig. B                                                                                                                                                                          Fig. D




                                                        Fig. E
                                                                                                                                                                                                                Fig. G
  LAMPEGGIANTE 220V CON ANTENNA E SUPPORTO A PARETE
  Art. EL07
  LAMPEGGIANTE 220V CON ANTENNA, SCHEDA RADIO E SUPPORTO A PARETE
  Art. EL07/A
                                                                                                                                                                                   R2
                                                                                                                                                                                   R2
                                                                                                        FIDUCIAL2




                                                                                                                          FIDUCIAL2




                                                                                                                                            FORO2




                                                                                                                                                    FORO2
                                                                                                  C1

                                                                                                                    PL1
                                                                                        C2




                                                                                                                                                                                    0 230V
                                                                                                                                                             R1
                                                                                                                                      MD




                                                                                                   R4
                                                                                                                                                                                                          MR1
                                                                                                                                                                      MR1
                                           50




                                                                                             U1




                                                                                                                                                                        ART.EL07
                                                                                                                                                                         ELVOX
                                                                                                                                                            DZ1
                                                                                                   R3




                                                                                                                                           280499
                                                                                                                                           CS2046 R5
                                                                                                                                                              FORO1




                                                                                                                                                                                        FIDUCIAL1
                                                                                                                                                                                   U2




                                                                 56

                     50
                                                                                                                                                                                                    2
                                                                                                                                                    2x1,5 mm                                            RG58

  CARATTERISTICHE TECNICHE:                                                                                                                                                                             CAVO
  - Alimentazione: 220V c.a. proveniente dalla centralina “ZPC1”
  - Antenna incorporata.
  - Scheda radio 433 MHz incorporato da collegare con cavo RG58 alla scheda (solo per Art. EL07/A).
  Collegamento lampeggiante:
  0 al morsetto C della scheda ZPC1
  230V al morsetto LAMPADA della scheda ZPC1.
  Solo per Art. EL07/A
  1: Schermo cavo coassiale RG58, 50 Ohm, al morsetto “GN” della scheda ZPC1                                                          Dimensioni (LxHxP)                                                                   mm
  2: Antenna cavo coassiale RG58, 50 Ohm, al morsetto “AN” della scheda ZPC1                                                          EL07-EL07/A senza staffa:                                                            79x245x139
  Utilizzare lampade con attacco mignon tipo T25 230-240V E14 25W                                                                     EL07-EL07/A con staffa:                                                              79x282x139

104
                                                                SERIE ZV

           MOTORIDUTTORI TUBOLARI PER TAPPARELLE E TENDE DA SOLE
                                                              Serie ZV




Articolo                     Descrizione
ZV01                         Motoriduttore   tubolare   senza manovra di soccorso,    portata massima senza attriti 50 Kg
ZV02                         Motoriduttore   tubolare   senza manovra di soccorso,    portata massima senza attriti 70 Kg
ZV03                         Motoriduttore   tubolare   senza manovra di soccorso,    portata massima senza attriti 90 Kg
ZV04                         Motoriduttore   tubolare   con dispositivo per manovra   di soccorso, portata massima senza      attriti 50 Kg
ZV05                         Motoriduttore   tubolare   con dispositivo per manovra   di soccorso, portata massima senza      attriti 70 Kg
ZV06                         Motoriduttore   tubolare   con dispositivo per manovra   di soccorso, portata massima senza      attriti 90 Kg
ZV07                         Motoriduttore   tubolare   senza manovra di soccorso,    portata massima senza attriti 30 Kg
ZV08                         Motoriduttore   tubolare   con dispositivo per manovra   di soccorso, portata massima senza      attriti 30 Kg
MOTORIDUTTORI PER TAPPARELLE E TENDE DA SOLE
Caratteristiche generali
Motoriduttori elettromeccanici per tapparelle e tende da sole, disponibili in otto versioni a seconda del peso, con o senza dispositi-
vo per soccorso manuale. I motoriduttori sono la sintesi di un processo produttivo tecnologicamente avanzato, realizzati secondo le
direttive dei più prestigiosi marchi di qualità e sono sottoposti a severi collaudi che garantiscono lunga durata nel tempo, massima
sicurezza e affidabilità. La regolazione dei finecorsa avviene manualmente, tramite una chiavetta di corredo, agendo su i due “reg-
istri” posti all’estremità della testata del motore.
INSTALLAZIONE MECCANICA
Prima di procedere al montaggio, è opportuno che l’istallatore qualificato,                                             Adattatore
addetto alla messa in opera, verifichi le seguenti condizioni necessarie ad una
corretta installazione:
1. Assicurarsi che il motoriduttore da utilizzare sia idoneo al sollevamento
    richiesto (vedi tab. 1, 2), eventualmente sostituirlo con uno di portata
    adeguata.                                                                                   Corona
2. Controllare che gli adattatori, “corona conta giri” + “puleggia di traino” siano
    corrispondenti al rullo che si desidera utilizzare. Montare sul motoriduttore               contagiri
    l’adattatore (A) e la corona contagiri (B) e introdurlo nel rullo avvolgitrice (C).

  Evitare di apportare modifiche o utilizzare attrezzi o arnesi che pregiudichi-
  no l’inserimento sul rullo.
  Il motoriduttore è predisposto, di serie, con adattatore per tubo ottagonale da
  60 mm, ed è fornito con un supporto (staffa per muro, Fig. 1/ZV). Per le                                                        Rullo
  tende da sole utilizzare l’adattatore e corona Art. ZXVC, Fig. 2/ZV.                                                            avvolgitore
3. Non fissare viti in corrispondenza del motoriduttore che potrebbero solcare
   o tagliare l’involucro del motore stesso rendendolo inutilizzabile.
4. Prestare attenzione a non forare la corona, che movimenta un sofisticato
   meccanismo che al raggiungimento dei giri pre impostati interrompe la ten-                    Supporto
   sione al motore.
5. Verificare che l’asse motorizzato sia perfettamente allineato al manufatto da
   movimentare. Per piccoli spostamenti potete utilizzare le asole dei supporti,                                                  Tapparella
   appositamente realizzati.
6. Non azionare il motoriduttore prima che sia inserito sull’asse dell’avvolgitore.
   In questo caso il micro di finecorsa non potrà intervenire e rischiate di scot-
   tarvi per le alte temperature che raggiungerà.
                     90 mm




                                                    Fig. 1/ZV                                                 Fig. 2/ZV

            31 mm                                                      SCHEMA REGOLAZIONE FINE CORSA
Per regolare la corsa del motore, agire
sulle viti di registro poste sulla testata                                   Vite di registro fine corsa
del motoriduttore tramite l’apposita
chiave di corredo o di un cacciavite con
impronta a taglio. In senso orario i giri
del motoriduttore aumentano, in senso
antiorario i giri diminuiscono.                         Senso antiorario                                      Senso orario
Nove giri di vite di registro, equivalgono
a un giro intero del motore.                            Senso orario                                       Senso antiorario
                                                                                                                                              105
                                                              SERIE ZV

  INSTALLAZIONE ELETTRICA                                            SCHEMI DI COLLEGAMENTO ELETTRICO
  1. Prima di iniziare l’impianto elettrico
     accertarsi che la tensione di rete                                                                                    Linea
                                                 Interruttore unipolare                            Azzurro
     corrisponda con quelle riportata
     sulla targa del motoriduttore posta
     frontalmente sulla testata.
  2. Se non previsto, installare un inter-
     ruttore di linea per alimentare il
     motoriduttore.
                                                                                                       L1 (fase)
  3. Utilizzare un cavo appropriato alla                                                                                  N (neutro)
     potenza del motore e che non
     deve essere inferiore a mm2 1,5.
  4. Utilizzare esclusivamente deviatori                                                      Messa a terra
     a posizione momentanea, con-
     forme alle normative vigenti.
  5. Evitare categoricamente l’utilizzo
     di deviatori che offrono la possibil-
     ità di azionare contemporanea-                Interruttore bipolare                                                   Linea
     mente i due sensi di marcia. Si
     rischia di bruciare il motore.
  6. Non collegare mai più di un motore                                      Marrone
     ad un singolo interruttore e nep-
     pure un solo motore a più interrut-
     tori.                                                                    Nero
  7. La sicurezza elettrica di questo                                                                    L1 (fase)
     motoriduttore si ha quando è cor-                                                                                    N (neutro)
                                                                             Azzurro
     rettamente collegato ad un effi-
     cace impianto di messa a terra,
     eseguito attenendosi alle norme                                                            Messa a terra
     previste sulla sicurezza.



                                                                                                                            Linea

                                                  Selettore a chiave o a leva                            Azzurro




                                                                                                              L1 (fase)
                                                                                                                                N (neutro)

                                                                           Marrone       Nero
                                                                                                        Messa a terra



  CALCOLO TEORICO DEL MOTORE PER IL SOLLEVAMENTO DELLA TAPPARELLA
  Per determinare il motore più consone al proprio manufatto, bisogna ricavare la quadratura della tapparella e moltiplicare per il
  coeffiente del prospetto in seguito riportato. Il numero che ne verrà, sarà la portata del motoriduttore. Se la misura dovesse essere
  intermedia tra una portata e l’altra del motoriduttore, bisogna utilizzare quella superiore.
  Nel calcolo, attenersi all’altezza della tapparella da motorizzzare. Saranno calcolati gli attriti delle guide e il maggiore peso dovuto
  allo sfasamento dell’asse con la tapparella.
  Altezza tapparella    Plastica     Alluminio   Legno     Acciaio   Tabella 1         Esempio: Per una tapparella in plastica, 2mx2m
  Cm 150                7            7           11        13,5                        = 4m2, si moltiplica per il coefficente 8 e si ottiene
  Cm 200                8            8,5         12        14,8                        4x8=32, quindi si utilizza il motoriduttore con una
  Cm 250                9            9,5         13,5      16,3
                                                                                       portata max. senza attriti di 50 Kg
  Cm 300                10           10,5        15        18


  CALCOLO TEORICO PER LA SCELTA DEL MOTORE A                           Tabella 2                               Sporgenza
  BRACCIA ESTENSIBILE                                                  Larghezza tenda    Cm150     Cm 200     Cm 250      Cm 300      Cm 350
  Tra parentesi, numero braccia estensibili.                           Cm 300             30        30         50          ==          ==
                                                                       Cm 400             30        50         50          50          ==
                                                                       Cm 500             50        50         70          70          70
                                                                       Cm 600             50        70         70          70          70
                                                                       Cm 700             70        70         70          70          90
                                                                       Cm 800             70 (3)    70 (3)     90 (3)      90 (3)      90 (3)
                                                                       Cm 900             90 (4)    90 (4)     90 (4)      90 (3)      90 (3)


106
                                                            SERIE ZV

                          CENTRALINA ELETTRONICA PER TAPPARELLE
                                                          Art. ZVC1
Caratteristiche generali
Centralina di comando con ricevitore radio a 433 MHz, per motori tubolari per tapparelle serie ZV; max. capacità di sollevamento
100Kg (diametro tubo ø60).
Caratteristiche tecniche
Alimentazione: 230Va.c. (+6% -10%)
Frequenza: 50-60 Hz
Carico massimo motore: 345W
Assorbimento massimo motore: 3A
Temperatura di funzionamento: -20 ÷+55°C
Fusibile di protezione: 3,15A AL
Portata rele: 6A 250Vc.a.                                                                                   11
                                                                                                              5
Grado di protezione: IP30
Dimensioni contenitore (lxhxp): 70x115x50 mm (4 moduli DIN)

Specifiche di progetto e dettagli di funzionamento generale
La centralina può essere azionata da un radiocomando a 433MHz oppure da una serie di pulsanti collegati ai morsetti della scheda.
Impostazione dei tempi di lavoro: l’apparecchiatura è fornita con la funzione di sicurezza garantita dalla impostazione dei tempi di
salita e di discesa. Il tempo programmabile è da 1 a 255 secondi.
Funzione Apri/Stop/Chiudi: avviato il motore in una direzione (per esempio Apri), premendo una seconda volta lo stesso pulsante il
motore si ferma (STOP) e con un successivo comando il motore riparte nella stessa direzione. Se in fase di apertura si preme il tasto
opposto (funzione chiudi), il motore si ferma e con un successivo comando, dello stesso tasto, il motore riparte in direzione oppo-
sta (chiudi).
Il contatto SI è un contatto di sicurezza e quindi deve essere sempre N.C. (normalmente chiuso). Se tale contatto viene interrotto il
motore rimane bloccato. Una volta ripristinato il contatto si può azionare l’automazione con un nuovo comado.
Installazione meccanica
È possibile fissare la centralina con 2 viti oppure ad una barra DIN (4 moduli).
Installazione elettrica
La centralina è alimentata a 230V c.a. 50-60 Hz ed è protetta da un fusibile di 3,15A L 250 (F1).

L’apparecchiatura è spovvista di interruttore di alimentazione. Collegare un’interruttore di sicurezza tra la rete e l’apparecchiatura in
conformità alle normative vigenti.

1. La posa in opera, i collegamenti elettrici e le regolazioni devono essere effettuati a “Regola d’arte”, assicurarsi che i dati di targa
   siano rispondenti a quelli della rete elettrica e accettarsi che la sezione dei cavi di collegamento sia idonea ai carichi applicati.
   In caso di dubbio rivolgersi a personale qualificato.
   L’interruttore che aziona l’apparecchio deve essere installato a vista ad un’altezza non superiore a 1,5 m e lontano da oggetti in
   movimento.
2. Non installare il prodotto in ambienti a pericolo di esplosione o disturbati da campi elettromagnetici. La presenza di gas o fumi
   infiammabili costituisce un grave pericolo per la sicurezza.
3. Assicurarsi che sia presente a monte dell’apparecchio un dispositivo di sezionamento con distanza di apertura tra i contatti di
   almeno 3 mm


MR1                Morsetto per l’alimentazione della scheda 230 Va.c.
         PRI       230V = fase di alimentazione
                   0 = neutro di alimentazione

MR2                Morsetto per il collegamento del motore
       AP - CH     AP = morsetto di apertura
                   - = comune
                   CH = morsetto di chiusura

MR3                Morsetto per il collegamento comandi
       TC CM TA    TC = morsetto per la chiusura
                   CM = comune
                   TA = morsetto per l’apertura

MR4                Morsetto accessori
      - AN SI SI   - = morsetto per il collegamento della massa dell’antenna
                   AN = morsetto per il collegamento del segnale dell’antenna 433MHz
                   SI = morsetto di sicurezza, contatto N.C.




                                                                                                                                        107
                                                              SERIE ZV
  COLLEGAMENTI DELLE MORSETTIERE

                                         PRI      APN AP C0 CH CHN        TC CM TA - AN SI SI



                            Rete 2x1,5 mm2
                                                                                          Contatto N.C.
                            230 Va.c. 50-60Hz

                                                                                          RG58
                                                                 3x1,5mm2
                                                3x1,5mm2                                              (ZL43)
                                                                 (ZD03)                               Antenna
                                                                                                      433 MHz
                                                                 Pulsante (uomo presente)
                                       Motore
                                 ZV                                             Motore
                                                                          ZV



  Programmazione del radiocomando
  La programmazione del codice del radiocomando avviene con l’autoapprendimento e si esegue nel seguente modo.

  In fase di programmazione del codice togliere il ponticello (TIME).
  1. Premere il pulsante di programmazione fino a quando si accende il relativo led giallo di programmazione.
  2. Premere il tasto di sinistra del radiocomando e mantenerlo premuto fino a quando il led di programmazione non inizia a lam-
       peggiare. Rilasciare poi il tasto del radiocomando
  3. Attendere lo spegnimento del led di programmazione (~5 sec.)
  A questo punto la centralina è pronta a funzionare. Il tasto di sx attiverà la salita della tapparella, il dx la discesa (per i radiocoman-
  di a 4 tasti è possibile effettuare l’autoapprendimento anche degli altri due tasti).

  Ogni volta che si inserisce un nuovo codice radio si cancella quello precedente.

  IMPOSTAZIONE DEI TEMPI DI SALITA E DISCESA DELLA TAPPARELLA (in funzione di sicurezza):
  Una volta effettuato l’autoapprendimento del codice del radiocomando è necessario programmare i tempi di salita e discesa della
  tapparella.
  L’impostazione del tempo di salita o discesa è utile sia come sicurezza nel caso di non intervento dei “fine-corsa” (rotti o a causa di
  un ostacolo che ne impedisce il raggiungimento), sia per altre particolari necessità (ad esempio per effettuare, alla prima pressione
  del tasto, solo la mezza salita della tapparella).
  È possibile programmare un solo tempo per volta (attenzione i tempi restano in memoria fino a che non vengono cambiati).
  1. Chiudere la tapparella
  2. Inserire il ponticello “TIME”;
  3. premere il pulsante PS1 della scheda ricevente, il led giallo si accende in modo stabile;
  4. premere il tasto del radiocomando relativo all’apertura (chiusura), fare attenzione nella posizione nella posizione dei cavi in AP-
      CH, il led inizia a lampeggiare (1 secondo per ogni lampeggio);
  5. Quando la tapparella raggiunge il fine corsa meccanico si ferma, premere il pulsante PS1 dopo qualche secondo, il led si accen-
      de in modo stabile e dopo si spegne.
  6. Per la programmazione della chiusura seguire le indicazioni dal punto 3;
  7. al termine dell’operazione togliere il ponticello “TIME”.

  Con il tasto sinistro del radiocomando si può fare l’apertura con il destro la chiusura della tapparella.
  N.B. Per avere l’apertura e la chiusura tramite il tempo impostato dalla centralina, bisogna regolare i fine corsa meccanici della tap-
       parella ad un tempo maggiore.
  COLLEGAMENTO DI DUE MOTORI CON UN UNICO COMANDO MANUALE

                                    Scheda ZVC1        TC CM TA                TC CM TA     Scheda ZVC1
                                    1° motore                                               2° motore




                                                                       Comando: l’azionamento dei motori si ottiene mantenendo pre-
                                                                       muto il pulsante di comando.
                                                                       N.B. Utilizzare pulsanti a ritorno automatico



108
                                                          SERIE ZV

COLLEGAMENTO PER COMANDO INDIVIDUALE DEI MOTORI OPPURE COMANDO GENERALE SIMULTANEO DI TUTTI I
                                  MOTORI COLLEGATI IN LINEA
Schema unifilare



                                          ZVC1                                     ZVC1
                                                                                                                   ZVC1
                                          1° motore                                2° motore




Comando
generale


                                          Comando                                 Comando                          Comando
                                          1° motore                               2° motore                        3° motore


Attenzione al carico massimo e risultante dalla somma del carico assorbito dei singoli motori.


     Per il collegamento dei primi due motori seguire lo schema (ripetere gli stessi collegamenti per successivi motori).

                                  ZVC1                                             ZVC1
                                  1° motore                  Agli altri            2° motore
                                                             motori
                                   TC CM TA                                        TC CM TA




                                                   D                      D




D- 1N4004
   (diodi in dotazione
   con la centralina)           Comando                 Comando                  Comando
                                1° motore               1° e 2° motore           2° motore




                                                                                                                            109
                                             MODULI RADIO SERIE ZC

                             MODULO A 1 O 4 CANALI PARTI IN COMUNE

  CARATTERISTICHE GENERALI                                                               Dimensioni:
  I moduli con ricevitore (Art. ZC52, ZC48) o senza (Art. ZC62, ZC64) in custodia DIN
  a 4 moduli, offrono un’elevata sicurezza e costanza di funzionamento nelle più sva-
  riate situazioni, quali comando di cancelli automatici, luci perimetrali, sistemi di
  sicurezza, ecc.
  Il modulo deve essere posto in un ambiente protetto dagli agenti atmosferici.

  CARATTERISTICHE TECNICHE
  ALIMENTAZIONE                12÷15V (c.c.-c.a. per Art. ZC48, ZC52 e
                                       c.c. per ZC62, ZC64)
  SENSIBILITA’                 0,5 mV                                                              11
                                                                                                     5
  TEMPERATURA DI FUNZIONAMENTO -20°C ÷60°C
  PORTATA CONTATTO RELE’       1A 24V c.c /120V a.c.

  AVVERTENZE:
  La corretta installazione dell’antenna è fondamentale ai fini della portata:
  1. venga installata in una posizione, la più alta possibile.
  2. venga posta lontana da muri con masse metalliche.
  3. il collegamento deve essere con cavo coassiale (RG58) nel caso di ZC52 o ZC48.
  4. il collegamento deve essere con cavo 3 x 0,5mm2 (max. 10m) nel caso di modulo ZC62 o ZC64.




  MODULO CON RICEVITORE RADIO 433,92 MHz A 1 O 4 CANALI (Art. ZC52 - Art. ZC48)


                                                    INGRESSO ANTENNA ZL43 (con 3 metri di cavo RG58 in dotazione)
                                                    CALZA
             RG58                                   SEGNALE

                                      CODICE PERSONALE DA
                                      RIPORTARE UGUALE AL
                                      CODICE DEL RADIOCO-
                                      MANDO ART. ET03 O ET04.




                                                                                               ZL43 (433 MHz)


      Uscita contatto canale N.A.




110
       SCHEDA DI COLLEGAMENTO DELLA SERIE AMPLIFICATA

MODULO SENZA RICEVITORE A 1 O 4 CANALI (Art. ZC62 - Art. ZC64)


Ingresso cavo 3 x 0,5 mm2
per il collegamento del                 3 x 0.5 mm2               CODICE PERSONALE
ricevitore       posizionato                                      DA       RIPORTARE
all’interno dell’antenna.       -       +                         UGUALE AL CODICE
Art. EL04 a 40 MHz                                                DEL RADIOCOMANDO
Art. EL08 a 433,32 MHz                                            ART. ET03, ART. ET04
Art. EL11 a 868 MHz                                               a 433,92 MHz oppure
                                                                  ART. ET08 a 868,35             EL04 (40 MHz)
                                                                  MHz - ART. ET02 a              EL08 (433 MHz)
                                                                  40,665 MHz
                                                                                                 EL13 (868 MHz)




                               Uscita contatto canale N.A.




Collegamento antenne con ricevitori universali
RICEVITORE UNIVERSALE
A 4 MODULI DIN

Art. ZC62 (ad 1 canale)
Art. ZC64 (ad 4 canali)

                  Contatto/i d’uscita                                                    ANTENNE CON SUPPORTO A
                                                                                         MURO E RICEVITORE RADIO

                                                                                         Art. EL04   (40,665 MHz)
                                                                                         Art. EL08   (433,92 MHz)
                                                                                         Art. EL13   (868,35 MHz)




                                                              2
                                                      3x0,5mm (fino a 10m)
     12Vc.c.




                                                                                                                    111
                                                               SERIE ECR

                RICEVITORE A 4 CANALI ROLLING-CODE ART. ECR1 - 433 MHz
  1. CARATTERISTICHE GENERALI
  L’art ECR1 è una centralina di ricezione (ricevitore/decoder Rolling -Code) per la realizzazione di un sistema di controllo e di coman-
  do per cancelli automatici, luci perimetrali, ecc..
  La centralina Rolling-code decodifica ed accetta un codice criptato trasmesso da uno o più Radiocomandi Rolling-Code, art. ETR1.

  2. CARATTERISTICHE TECNICHE
                  Alimentazione:                                  12V /24 V ac/dc                   Alimentazione selezionabile tramite ponticello
              Frequenza di ricezione:                                433,92 MHz
                 Consumo a riposo                                      20 mA
                 Capacità memoria                                    400 utenti                    Gestione dei codici dei trasmettitori tramite pro-
                                                                                                               grammatore Art.950B.
                  N. relè di uscita                                      4                                    N.A. (normalmente aperti)
                Funzionamento relè                       Monostabile/bistabile/Temporizzato        Tre scale di temporizzazione: sec, min e decine
                                                                                                                      di minuti.
                    Portata relè                                      1A 24V
                   Segnalazioni                                      Led Rossi
           Temperatura di funzionamento                           -20 °C /+ 50 °C
                Grado di protezione                                    IP x4
                    Dimensioni                                    118x87x56 mm
  3. INSTALLAZIONE MECCANICA
  Togliere le viti dalla parte inferiore del ricevitore e togliere il coperchio. Il fissaggio della base del ricevitore può essere effettuata
  direttamente a parete oppure in corrispondenza di una scatola da incasso da tre moduli standard.
  Per l’uso esterno il passaggio dei cavi deve essere effettuato utilizzando, nelle apposite sedi, dei pressatavi tipo PG7.

  4. INSTALLAZIONE ELETTRICA – COLLEGAMENTI
  Uso interno
  L’utilizzo del ricevitore in ambienti chiusi può essere effettuato utilizzando la sua antenna interna, in tal caso verificare che il ponti-
  cello ANT sia inserito;
  Uso esterno
  Nel caso di utilizzo esterno si può utilizzare l’antenna, art. ZL43, accordata a 433 MHz con 3 metri di cavo coassiale, RG58, in
  dotazione. In questo caso bisogna disinserire il ponticello ANT;

  Tipologia di Alimentazione
  Il ricevitore può essere alimentato con quattro differenti alimentazioni (12V ac, 12V dc, 24V ac e 24V dc) :

  -         nel caso di alimentazione a 12V dc verificare che sia inserito il ponticello lato 12dc (di serie impostato in laboratorio);
  -         nel caso di alimentazione a 24V ac/dc o 12V ac verificare che sia inserito il ponticello lato 24/12ac;

  La morsettiera di collegamento del ricevitore all’impianto del sistema è suddivisa in tre sezioni funzionali secondo lo schema della
  morsettiera di seguito riportata:

  -         I sezione:             gruppo morsetti relè (A, B, C e D);
  -         II sezione:            gruppo morsetti d’antenna ( linea antenna e relativo morsetto di terra );
  -         III sezione:           gruppo morsetti di alimentazione e comunicazione seriale:
                                   1) linea di alimentazione a 12 V (ac/dc) morsetti: 12 e morsetto -/~ ;
                                   2) linea di alimentazione a 24V (ac/dc) morsetti: 24 e morsetto -/~ ;
                                   3) linea di comunicazione seriale su morsetto COM con riferimento alla terra del morsetto d’antenna;
                I sezione                 II sezione            III sezione                       I sezione

      A1     A2      B1      B2           A     G         +     12     24         C     C1 C2 D1 D2
                                          N     N         ~                       O
                                          T     A                                 M
  5. FUNZIONAMENTO
  Il ricevitore RollingCode dispone di due pulsanti e cinque led per le operazioni di programmazione ed attivazione delle normali fun-
  zionalità:
  “RST” : Pulsante di RESET del ricevitore e conseguentemente un annullamento di eventuali comandi in corso;
  “LRN” : Pulsante per attivare la procedura di autoapprendimento (LEARNING) di nuovi trasmettitori da memorizzare o per
  selezionare la procedura di cancellazione di tutti i trasmettitori memorizzati nel ricevitore;
                                                                                         Disposizione
  Led   A:            visualizza l’attivazione del contatto relè A                       geometrica dei
  Led   B:            visualizza l’attivazione del contatto relè B                       led sulla scheda         A                     B
  Led   C:            visualizza l’attivazione del contatto relè C
  Led   D:            visualizza l’attivazione del contatto relè D                                                        LRN
  Led   LRN :         visualizza le operazioni effettuate tramite il pulsante LRN,
                      il reset effettuato tramite il pulsante RST e la modalità di
                      programmazione parametri tramite il programmatore 950B;                                     C                     D

112
                                                             SERIE ECR
5.1 Autoapprendimento codici utente
La centralina di ricezione RollingCode, tramite il pulsante “RST”, permette l’attivazione della procedura di autoapprendimento cod-
ici utente: in questo modo risulta in grado di riconoscere solo Radiocomandi RollingCode il cui identificativo (Serial Number) è stato
precedentemente inserito nella tabella di riconoscimento della sua memoria interna. La centralina permette la memorizzazione fino
a 500 utenti .

5.2 Procedura di autoapprendimento del codice trasmesso
- Premere il tasto LRN per qualche istante, in tal caso il led rimane acceso in attesa di ricevere un nuovo codice da parte del primo
o successivo Radiocomando;
- premere il pulsante PLS 1 del radiocomando che si vuole memorizzare nel ricevitore, dopo un breve intervallo di tempo il led LRN
si spegnerà, indicando l’avvenuta memorizzazione del codice del radiocomando.
Se non si effettua alcuna operazione di memorizzazione codice di un radiocomando dopo circa 18 secondi il led LRN si spegne
indicando l’uscita automatica dalla procedura di autoapprendimento.
                                             PLS 2                             PLS 4




                                             PLS 1                             PLS 3


6. Parametri / Configurazione programmabili tramite Programmatore 950B

Per la centralina ricevitore RollingCode è prevista la modalità di programmazione tramite programmatore Art. 950B: risulta possi-
bile aggiornare la modalità di funzionamento dei quattro relè ed eseguire delle operazioni di aggiunta od eliminazione di codici/radio-
comandi.
Parametri programmabili:
- per ogni relè: modalità (bistabile/monostabile), scala di temporizzazione (sec/minuti/decine minuti) e valore di temporizzazione
   del contatto;
- modalità di intervento sul codice trasmettitore;
- locazione fisica su cui effettuare l'operazione (cancellazione, scrittura, ecc.);

6.1 Impostazione funzioni
Inserendo il programmatore ELVOX Art. 950B, tramite l’apposito cavo per la connessione via plug, risulta possibile effettuare la pro-
grammazione dei parametri funzionali dei quattro relè disponibili del ricevitore; possono essere programmati in modo da effettuare
delle attuazioni secondo la corrispondenza scelta tra tasto del radiocomando e relativo relè attivabile del ricevitore.
Nota: dopo l’inserimento del programmatore tramite l’apposito cavo a plug telefonico attendere lo spegnimento del led LRN (circa
cinque sec.) prima di procedere con le operazioni di programmazione.
Collegando il programmatore 950B, tramite opportuno cordone di collegamento, alla presa plug del
ricevitore dopo alcuni istanti verrà visualizzato sul display la scritta:

                                                      ELVOX   950B          PRG
                                                      << PLUG >>

Con il tasto     del programmatore selezionare il menù di programmazione:

                                                      PROGRAM. PARAM.


e confermare successivamente con il tasto            : tale operazione porta la scheda ricevitore nello stato di programmazione (visualiz-
zato da un lampeggio continuo del led LRN ), la successiva pressione del tasto              conferma lo start alla procedura di program-
mazione parametri con la scritta sul display del programmatore:

                                                      Pgm.Tecnica
                                                      ECR1

Per selezionare e modificare i parametri relativi alla password di accesso, alle modalità di attivazione dei quattro relè del ricevitore
(A, B, C e D) o di memorizzazione dei codici dei radiocomandi basterà con successive pressioni del tasto          o       scorrere la
lista dei parametri elencata in precedenza e con la tastiera numerica impostare il valore voluto secondo gli intervalli dei valori sig-
nificativi per i parametri indicati in precedenza e premere successivamente il tasto         o     per confermare il valore scritto e pas-

sare automaticamente al parametro successivo. Per uscire dalla modalità di programmazione parametri premere il tasto               e suc-
cessivamente scollegare il programmatore dalla scheda ricevitore.


                                                                                                                                         113
                                                                    SERIE ECR

  6.2 Parametri di programmazione
  PSW : parametro con valori significativi nell’intervallo (1 : 9999) : visualizza il valore numerico della password di accesso ai para-
        metri del ricevitore (valore di default: 0123);

  SHT : parametro con valori significativi nell’intervallo (0 : 3) permette di variare la corrispondenza tra tasto (PLS) del radiocoman-
        do e relativo relè (REL) attivabile del ricevitore secondo la seguente tabella di corrispondenza:

          Parametro                                                      Relè
            SHT                      A                          B                      C                       D
             0                     PLS 1                    PLS 2                   PLS 3                     PLS 4
             1                     PLS 4                    PLS 1                   PLS 2                     PLS 3
             2                     PLS 3                    PLS 4                   PLS 1                     PLS 2
             3                     PLS 2                    PLS 3                   PLS 4                     PLS 1

  dove PLS x = pulsante x del radiocomando.
  PMA :             parametro relativo alla modalità di funzionamento dell’relè A:
                    PMA = 0             modalità monostabile (valore di default) ;
                    PMA = 1             modalità bistabile [con limite di tempo prefissato = 255* (decina minuti)]
                    PMA = 2             modalità bistabile (senza limite di tempo)

  DTA :                parametro relativo alla dimensione temporale del tempo di attivazione del relè A:
                       DTA = 0             scala temporale di attivazione in secondi (valore di default);
                       DTA = 1             scala temporale di attivazione in minuti ;
                       DTA = 2             scala temporale di attivazione in decine di minuti ;

  VTA :                parametro relativo al valore numerico del tempo di attivazione impostato secondo la scala temporale scelta con il
                       parametro precedente DTA:
                       intervallo valori ( 0 : 255 ), (0 valore di default );

  I tre parametri sopra descritti vengono ripetuti analogamente per gli altri rimanenti relè B, C e D.

  Riassunto dell’Impostazioni di fabbrica (valori di default)

              Relè                                                                  Parametri
                                            PM                           DT                            VT                          SHT
                 A                       PMA = 0                       DTA = 0                      VTA = 0                          0
                 B                       PMB = 0                      DTB = 0                       VTB = 0
                 C                       PMC = 0                      DTC = 0                       VTC = 0
                 D                       PMD = 0                      DTD = 0                       VTD = 0

  Esempio di programmazione parametri relativi ad ogni relè

  Si vuole programmare il relè A con 15 sec di attuazione, il relè B con 5 minuti di attivazione, il relè C con 1h e 30minuti ed infine il relè D in modal-
  ità bistabile. I parametri devono essere impostati come segue:


              Relè                                                                  Parametri
                                            PM                           DT                            VT                          SHT
                 A                       PMA = 0                       DTA = 0                     VTA = 15                          0
                 B                       PMB = 0                      DTB = 1                       VTB = 5
                 C                       PMC = 0                      DTC = 2                       VTC = 9
                 D                       PMD = 1                      DTD = 0                       VTD = 0

  Nota:
  - quando si imposta un relè in modalità bistabile con PMx=1 (con x=A o B o C o D), i parametri DT e VT non sono più significativi (in quanto il relè
    in caso di attivazione verrà disabilitato dopo un tempo limite pari a 255 * (decina di minuti) );
  - nel caso si utilizzi il parametro PMx=2 l’attuatore funziona in modalita bistabile senza limitazioni di tempo: in quest’ultimo caso l’attuatore, se atti-
    vato in precedenza, rimarrà attivo fino a nuova disattivazione da parte dell’utente ottenuta con una successiva pressione del tasto corrispondente
    del trasmettitore.
  - durante la scelta della scala temporale l’errore di precisione risulta pari ad una unità della scala impostata ;
  - durante la procedura di programmazione parametri viene disabilitata la ricezione dal modulo radio: il ripristino delle normali funzionalità del rice-
    vitore si ottiene tramite l’uscita dalla fase di programmazione (tasto di exit:) o allo scadere del tempo di attesa programmazione parametri (circa
    60 sec, ripristinabili ad ogni pressione di un tasto significativo del programmatore);




114
                                                       SERIE ECR

6.3 Gestione codici utente (Radiocomandi) tramite il programmatore 950B
Il ricevitore prevede due ulteriori parametri con i quali effettuare alcune operazioni sui codici dei trasmettitori previsti per il sistema
Rolling Code, la gestione di tali parametri è analoga a quanto descritto per quelli relativi ai quattro relè della centralina di ricezione:

TYP :                  parametro relativo alla tipologia delle operazioni da effettuare sui codici dei radiocomandi da inserire o modificare
                       nella tabella di memoria del ricevitore:
TYP = 0                modalità off (default) : non è attiva alcuna modalità funzionale relativa alla tabella dei codici dei radiocomandi;
TYP = 1                lettura numero totale codici Serial Number ID (SNI) memorizzati nella tabella del ricevitore (valore disponibile nel
                       parametro seguente VAL);
TYP   =   2            lettura posizione in memoria dell’ultimo codice SNI ricevuto (valore disponibile nel parametro seguente VAL);
TYP   =   3            scrittura di un nuovo codice SNI nella locazione in tabella indicata dal parametro VAL;
TYP   =   4            cancellazione di un codice SNI nella locazione in tabella indicata dal parametro VAL;
TYP   =   5            cancellazione di tutti i codici SNI nella tabella del ricevitore;

VAL :         valore in lettura o scrittura a seconda delle impostazioni fissate dal parametro precedente TYP;

1. Lettura posizione in memoria dell’ultimo codice SNI ricevuto (TYP=2):
   la conoscenza della posizione fisica del radiocomando, in memoria del ricevitore, permette la sua eventuale cancellazione.
- Inserire il valore 2 nel parametro TYP;
- Uscire dalla fase di programmazione (tasto di exit: ) senza sconnettere il programmattore;
- Premere uno dei tasti del radiocomando per effettuare la trasmissione;
- Aspettare il completamento dell’attuazione;
- Entrare di nuovo in procedura programmazione parametri, il valore riportato dal parametro VAL contiene il valore della posizione
   in memoria occupata dal radiocomando appena attivato.

2. Scrittura di un nuovo codice SNI (TYP=3):
La procedura di scrittura di un codice SNI sulla memoria del ricevitore avviene utilizzando la stessa modalità indicata nel paragrafo
“Procedura di autoapprendimento del codice trasmesso” solo che l’operazione viene effettuata unicamente nella posizione indica-
ta dal parametro VAL.

3. Cancellazione di un codice SNI (TYP=4):
La procedura di cancellazione di un codice SNI dalla memoria del ricevitore avviene utilizzando la stessa modalità indicata in segui-
to nel paragrafo “Procedura di cancellazione totale dei codici presenti nel ricevitore” solo che l’operazione viene effettuata unica-
mente nella posizione indicata dal parametro VAL .

4. Cancellazione di tutti i codici SNI (TYP=5):
La procedura di cancellazione di tutti i codici SNI dalla memoria del ricevitore avviene utilizzando la stessa modalità indicata in segui-
to nel paragrafo “Procedura di cancellazione totale dei codici presenti nel ricevitore” .

Nota: un esempio pratico dell’utilizzo dei comandi/parametri sopra riportati è la sostituzione di un codice con un altro in una
posizione predefinita, la conoscenza della posizione fisica (TYP = 2) dei trasmettitori da mantenere in memoria (nel caso di un
numero ridotto) permette di localizzare la posizione (numero) del trasmettitore che si vuole togliere dalla memoria del ricevitore (TYP
= 4). Analogamente nella stessa posizione su cui in precedenza è stato cancellato un codice e possibile memorizzare un nuovo
codice differente tramite il comando TYP =3.

6.4 Procedura di cancellazione dei codici presenti nel ricevitore tramite il programmatore 950B
Dopo aver premuto per un istante il tasto RST, attendere lo spegnimento e la successiva riaccensione del led LRN (tempo di accen-
sione circa 5 sec.): durante tale tempo di accensione del led premere il tasto LRN per almeno 5 sec. ed attendere lo spegnimento
del led di programmazione, rilasciare il tasto, a questo punto il led LRN visualizzerà con due rapidi lampeggi l’attivazione della pro-
cedura di cancellazione di uno o tutti i codici dei radiocomandi in memoria del ricevitore RollingCode (la cancellazione verrà effet-
tuata in base al valore scritto in precedenza tramite il programmatore 950B sul parametro TYP: se TYP=4 singolo codice da cancel-
lare in posizione di memoria indicata da VAL o TYP=5 cancellazione di tutti i codici dei radiocomandi in tabella): il ricevitore durante
un tempo indicato da un lampeggio ricorsivo del led di programmazione cancellerà dalla memoria interna il singolo radiocomando o
tutti i radiocomandi in precedenza memorizzati .

6.5 Procedura di ripristino della password al valore di fabbrica tramite il programmatore 950B
Il ricevitore prevede la possibilità di ripristinare il codice di accesso (password) relativo ai parametri funzionali qualora venisse dimen-
ticata o annullata la password precedentemente impostata.
Premere il tasto RST e successivamente con tale tasto premuto premere il tasto LRN, rilasciare il tasto RST mantenendo il tasto
LRN premuto: il led LRN rimane acceso, rilasciare il tasto LRN ed attendere la riaccensione del led LRN; durante tale tempo di
accensione del led premere il tasto LRN per almeno 5 sec. ed attendere lo spegnimento del led, rilasciare il tasto, a questo punto il
led LRN visualizzerà con quattro rapidi lampeggi l’attivazione della procedura di ripristino della password con il valore originario di
laboratorio (valore default).

Nota: se in precedenza il ricevitore aveva la password di default la procedura di ripristino sopra descritta non ha effetto ( in tal caso
non viene visualizzata la segnalazione dei quattro rapidi lampeggi del led LRN).




                                                                                                                                           115
                                  ACCESSORI SERIE EL

  LAMPEGGIANTE CON ANTENNA E RICEVITORE
  Art. EL01 a 40MHz - Art. EL09 a 433MHz - Art.                                 EL11 a 868MHz
  LAMPEGGIANTE CON ANTENNA, RICEVITORE E SUPPORTO A PARETE
  Art. EL02 a 40MHz - Art. EL10 a 433MHz - Art. EL12 a 868MHz


                                      50



                                                       56

                  50



  CARATTERISTICHE TECNICHE:                   Dimensioni (LxHxP) mm           Utilizzare lampade con attacco mignon tipo E14-
  - Alimentazione: 14V c.c. proveniente da    EL01:              79x264x139   14V 5W (3C). La distanza massima di copertura
    centraline serie "EC" oppure da automa-   EL02:              79x301x139   del ricevitore radio in condizioni ottimali è di
    zione scorrevole serie "ES".              EL09:              79x245x139   circa 80m Tale distanza può essere influenzata
  - Antenna incorporata.                      EL10:              79x282x139   da fattori ambientali. La lunghezza del cavo
  - Ricevitore radio 40 MHz, 433 MHz o 868    EL11:              79x154x139   ZX64 deve essere compresa tra i 3 e 15 metri.
    MHz incorporato da collegare con cavo     EL12:              79x191x139   Per avere una migliore ricezione si consiglia di
    3x0,5 mm2 alle schede.                                                    posizionare il lampeggiante (antenna) in una
                                                                              posizione visibile dai punti di comando.

                                                                                             ATTENZIONE!!
                                                                                             Schema di collegamento per
                                                                                             lampeggianti serie EL, con rice-
                                                                                             vente a 3 conduttori, e scheda
                                                                                             di comando art. ZC24 e art.
                                                                                             ZC25
                                                                                             Collegamenti scheda rice-
                                                                                             vente:
                                                                                             - Morsetto (+) con il morset-
                                                                                                to n°27 (+) della scheda.
                                                                                             - Morsetto (-) con il morset-
                                                                                                to (0) della scheda lam-
                                                                                                peggiante.
                                                                                             - Morsetto (V) con il mor-
                                                                                                setto n°32 (+12V) della
                                                                                                scheda.




                                                                                             ATTENZIONE!!
                                                                                             Schema di collegamento per
                                                                                             lampeggianti serie EL, con rice-
                                                                                             vente a 3 conduttori, e scheda
                                                                                             di comando art. EC25.
                                                                                             Collegamenti scheda riceven-
                                                                                             te:
                                                                                             - Morsetto (+) con il morset-
                                                                                                 to n°26 (+ANT) della sche-
                                                                                                 da.
                                                                                             - Morsetto (-) con il morset-
                                                                                                 to n°25 (-GND) della sche-
                                                                                                 da.
                                                                                             - Morsetto (V) con il morset-
                                                                                                 to (14V) della scheda lam-
                                                                                                 peggiante.




116
                                                   ACCESSORI SERIE ET

                                                              ANTENNE
                                                  Art. EL04 - 40 MHz
                                                  Art. EL08 - 433 MHz
                                                  Art. EL13 - 868 MHz
CARATTERISTICHE GENERALI
1. Antenna dotata di ricevitore a 40 MHz, 433 MHz o 868 MHz che permette di migliorare la portata di ricezione.
2. Il collegamento con due fili permette di allontanare l’antenna, dalla centralina di comando, in posizioni più
   favorevoli in modo da ottimizzare la ricezione.
3. La lunghezza del cavo deve essere compresa tra i 3 e i 15 metri.
L’antenna amplicata può essere collegata solo con le nuove schede Art. ZC24 (1 o 2 motori), EC25 (1 motore)
e i moduli 1 (ZC62) o 4 (ZC64) canali.

INSTALLAZIONE
1. Togliere la base dell’antenna.
2. Effettuare i collegamenti al circuito
3. Chiudere la base con le viti e avvitare l’antenna.
4. Fissare il supporto dell’antenna amplificata alla parete applicando dei tasselli.
                       Schema di collegamento per lampeggianti serie EL, con ricevente a 3 condut-
                       tori, e scheda di comando art. ZC24 e art. ZC25
                       Collegamenti scheda ricevente:
                       - Morsetto (+) con il morsetto n°27 (+) della scheda.
                       - Morsetto (-) con il morsetto n°26 (-) della scheda.
                       - Morsetto (V), con il morsetto n°32 (+12V) della scheda.
                        Schema di collegamento per antenne serie EL, con ricevente a 3 conduttori,
                        e scheda di comando art. EC25.
                        Collegamenti scheda ricevente:
                        - Morsetto (+) con il morsetto n°26 (+ANT) della scheda.
                        - Morsetto (-) con il morsetto n°25 (-GND) della scheda.
                        - Morsetto (V), con il morsetto n°7 (+12) della scheda.
                                                          RADIOCOMANDI
                               Art. ET02 (2 canali) 40,665 MHz
                      Art. ET03 (2 canali) - Art. ET04 (4 canali) 433,92 MHz
                               Art. ET08 (4 canali) 868,35 MHz
CARATTERISTICHE
Radiocomando con stabilizzatore di frequenza
SAW Resonator a 2 e 4 canali, con frequenza di
lavoro di 40,665, 433,92 o 868,35 MHz.
Alimentazione a batteria 12 V c.c..
Dimensioni: 77x40x17,5 mm

Programmazione del 1° - 2° - 3° - 4° canale
1. Inserire in "MEMO" il JMP1 della centralina                                                                     Fig. 1/ET
   di comando Elvox. Il lampeggiante si accen-
   derà dopo circa 1 sec (vedi Fig. 1/ET).
2. Aprire il coperchio (Fig. 2/ET) e disporre i
   contatti del dip switch a piacimento (Fig.
   3/ET).
3. Mantenere premuto il pulsante PS1 della
   centralina di comando e contemporanea-
   mente premere il pulsante del radiocomando
   che si vuole attivare finchè il lampeggiante si
   sarà spento e successivamente riacceso.
   Il codice è stato ora memorizzato.                     Fig. 3/ET
4. Rilasciare il pulsante del radiocomando.
5. Rilasciare il pulsante PS1.
6. Nel caso che si voglia attivare i restanti pul-                                                                 Fig. 2/ET
   santi ripetere l'operazione dal punto 2.
   Questa procedura andrà effettuata per ogni
   tasto.
7. Riporre in "OFF" il JMP1 della centralina di
   comando Elvox (vedi Fig. 4/ET).

Sostituzione della batteria del radiocomando
Agire sul coperchio (Fig. 2/ET). Sostituire la bat-
teria assicurandosi che i contatti del portabatte-
ria siano puliti. La batteria da utilizzarsi nei radio-
comandi è del tipo 23A a 12V c.c.                                                                                  Fig. 4/ET

                                                                                                                               117
                                                ACCESSORI SERIE ETR

                                                       RADIOCOMANDI
                                                  Art. ETR1 - 433 MHz
                                   RADIOCOMANDO A 4 CANALI ROLLING CODE




  CARATTERISTICHE TECHNICHE
  Il radiocomando, art. ETR1, trasmette la codifica di sicurezza Rolling sulla frequenza 433,92 MHz.
  Portata 50/100 m
  Alimentazione batteria: 2x3V (CR 2016)
  Dimensioni: 36x64x11,5 (mm)

  SOSTITUZIONE BATTERIA
  Con batteria scarica il led roso inizia a lampeggiare. Per sostituirle togliere la vite di fissaggio (A) ed aprire il coperchio. Rimuovere
  la batteria e sostituirla rispettando la polarità.


                                                              A




118
                                                 ACCESSORI SERIE EF

FOTOCELLULE ALL’INFRAROSSO
Art. EF01   DA INCASSO
Art. EF02                   DA COLONNINA ELVOX
CARATTERISTICHE GENERALI
Fotocellula a raggi infrarossi modulati. Il contenitore esterno ha una ele-
vata resistenza meccanica agli agenti atmosferici. Le sue ridotte dimen-
sioni rendono semplice l'installazione anche in impianti non predisposti
per le fotocellule.
CARATTERISTICHE TECNICHE
PORTATA:           50 m nominali. In presenza di pioggia, nebbia,
                   polvere o per un cattivo allineamento la porta-
                   ta può ridursi del 50 %.
ALIMENTAZIONE      12 V c.c.
PORTATA CONTATTI   1A 24Vc.c./120V c.a.
TEMPERATURA FUNZ.: - 15C° ÷ + 55°C temperatura esterna
ASSORBIMENTO:      3W
DIMENSIONI EF01:   Parte sporgente 78 x 78 x 37
                   Parte incassata ø 60 x 57 vedi fig. 1.
                   Ingombro totale: 78x78x94
DIMENSIONI EF02:   Parte sporgente 78 x 78 x 61
                   Parte incassata ø 60 x 24 vedi fig. 1.
                   Ingombro totale: 78x78x85

                                  mm        mm                      mm
              mm



                                                                                          EF01
                                                                                mm
                          mm
                                                     mm


                            mm
   EF01

                                                                                                  Fig. 2/EF
                                                             mm




                                       mm

                                                                                           EF02
                                                  mm        mm             Fig. 1/EF                  EE01
                EF02                                                                                     o
                                                                                                      EE02
INSTALLAZIONE
1. Separare il contenitore da incasso dal corpo della fotocellula dopo aver tolto il
   coperchio. Togliere il copri fotocellula inserendo e ruotando un cacciavite a
   taglio largo nella fessura ricavata nel lato inferiore del coperchio.
2. Incassare il contenitore della fotocellula e applicare i tasselli al muro come indi-
   cato nella Fig. 2/EF.
3. Effettuare i collegamenti al corpo della fotocellula accorciando i fili alla loro
   lunghezza minima.                                                                               Fig. 3/EF
4. Alimentare la centralina elettronica e controllare che la tensione di alimentazio-
   ne delle fotocellule sia di 12V c.c.
5. Inserire e fissare con le viti in dotazione i corpi fotocellula TX e RX ai conteni-
   tori esterni.

ISTRUZIONI PER IL CENTRAGGIO DEL FASCIO (Fig. 4/EF)
1. Svitare leggermente la vite di fissaggio (vedi figura).
2. Orientare la fotocellula manualmente (vedi figura).
3. Riavvitare la vite di fissaggio.
- Eseguita la taratura della fotocellula controllare il funzionamento interrompen-
   do più volte il fascio. Il led rosso della ricevente si deve accendere ed il relè
   deve commutare. Dopo aver completato il collaudo posizionare il frontalino tra-
   sparente RX e TX.
- Controllare il funzionamento interrompendo più volte il raggio infrarosso.
Per l'installazione della versione per colonnina utilizzare le fotocellule articolo
EF02 (Fig. 3/EF).
Per l'alloggiamento della fotocellula nei muri in calcestruzzo, utilizzare la scatola
Art. ZX26.

                                                                                                               119
                                          ACCESSORI SERIE EF

  ISTRUZIONI PER IL CENTRAGGIO DEL FASCIO E COLLEGAMENTO                             Vite di fissaggio




                                            Particolare per orientamen-
                                            to orizzontale e verticale




                                                                                                               Led taratura su RX
                                                                                                                      Fig. 4/EF
  COLLEGAMENTO DI UNA COPPIA DI FOTOCELLULE




                                                          Alla centralina          1 2 34 5                    1 2

                                                       +12V morsetto N°32


                                                        -12V morsetto N°33


                                         N.C. FOTOCELLULA morsetto N°24

                                                COMUNE 1 morsetto N°22

  COLLEGAMENTO DI DUE COPPIE DI FOTOCELLULE




                                                  Alla centralina
                                                                        1 2 34 5    1 2 34 5             1 2            1 2

                                          +12V morsetto N°32

                                            -12V morsetto N°33

                               N.C. FOTOCELLULA morsetto N°24

                                    COMUNE 1 morsetto N°22




  COLLEGAMENTO DI DUE COPPIE DI FOTOCELLULE
  FOTOCELLULA ESTERNA (1): Funzionamento in chiusura
  FOTOCELLULA INTERNA (2): Funzionamento in apertura/chiusura




                                               Alla centralina
                                                                        1 2 345     1 2 34 5             1 2           1 2

                                           +12V morsetto N°32


                                           -12V morsetto N°33


                                    COMUNE 1 morsetto N°22

                                           MORSETTO N°24


                                            MORSETTO N°25




120
                                                 ACCESSORI SERIE EF

                  FOTOCELLULE DA ESTERNO PARETE O DA COLONNINA
                                Art. EF04/S (VERSIONE CON SINCRONISMO)
FOTOCELLULA DA ESTERNO PARETE O DA COLONNINA
Descrizione
Fotocellula versione sincronizzata da esterno parete o da colonnina per la protezione della corsa di cancelli e accessi automatizza-
ti. Costituita da un ricevitore (RX) e da un trasmettitore (TX) a raggi infrarossi modulati, con tensione di alimentazione e portata sele-
zionabili. Il contenitore esterno ha una elevata resistenza meccanica ed agli agenti atmosferici, e le sue ridotte dimensioni rendono
semplice l’installazione.
N.B. È vietato l’uso per riflessione e l’installazione in superfici non rigide soggette a vibrazioni.
                                                                                                                         (EF04/S)
CARATTERISTICHE TECNICHE
Tecnologia: Interpolazione diretta TX-RX mediante raggio infrarosso modulato ad impulsi.
Alimentazione:
12 Vc.c./c.a. con il ponticello JP12 inserito (limiti 10-18Vc.a.)
24 Vc.c./c.a. senza il ponticello JP12 (limiti 18-32Vc.a.)
Assorbimento massimo:
a 12V: RX 46mA, TX(nom) 65mA, TX (sync) 37 mA
a 24V: RX 55mA, TX(nom) 54mA, TX (sync) 45 mA
Portata relè: 1A a 24Vc.c./120Vc.a.
Tempo di risposta: < 30ms
Angolo di rilevazione:
RX ±20° senza parabola e tubetto di riduzione
     ±5° con tubetto di riduzione
Angolo raggio emesso: TX: ±12°
Temperatura di funzionamento: -20°C ÷ + 55°C
Grado di protezione IP55
Portata massima:
10 m con il ponticello JP1 inserito
15 m senza il ponticello
N.B. La portata si può ridurre in presenza di fenomeni atmosferici: nebbia, pioggia, polvere ecc. e quando viene inserito il tubetto di
riduzione dell’angolo di ricezione.
Dimensioni (LxHxP): 60x89x36 mm

INSTALLAZIONE
Per consentire un perfetto allineamento posizionare il trasmettitore (TX) e il ricevitore (RX) in asse. Per ottenere un funzionamento
ottimale installare il ricevitore (RX) opposto ai raggi del sole o sorgenti luminose.
Inserendo i tubetti di riduzione, nei fotodiodi, al posto delle parabole si può ridurre l’effettivo angolo del raggio a ±5°, evitando così
le interferenze del sole e delle sorgenti luminose.

Da esterno parete
1) Inserire un cacciavite a taglio largo nella fessura ricavata nel lato inferiore del coperchio e con una semplice rotazione togliere il
   coperchio copriviti (Fig. 1 - EF04/S).
2) Togliere le 2 viti di fissaggio e il coperchio copri fotocellula.
3) Fissare il contenitore della fotocellula in parete (Fig. 2 - EF04/S), applicando dei tasselli, cercando di ottenere l’allineamento
   migliore utilizzando le dime di fissaggio.
4) Effettuare i collegamenti al corpo della fotocellula tenendo i fili più corti possibili (Fig. 3 - EF04/S).




                    Fig. 1 - EF04/S                                                                              Fig. 3 - EF04/S




                                                                                                                               60




       Inserire il cacciavite                                      400÷600                                            39 m
                                                                                                                         m
                                                                   mm                                                               mm



                                                         Fig. 2 - EF04/S




                                                                                                                                         121
                                                    ACCESSORI SERIE EF

  Da colonnina
  1) Inserire un cacciavite a taglio largo nella fessura ricavata nel lato inferiore del coperchio e con una semplice rotazione togliere il
     coperchio copriviti (Fig. 1 - EF04/S).
  2) Togliere le 2 viti di fissaggio e il coperchio copri fotocellula.
  3) Togliere il coperchio della colonnina inserendo un cacciavite a taglio largo nella fessura ricavata lateralmente (Fig. 4 - EF04/S)
  4) Sfilare la parte frontale della colonnina (Fig. 5 - EF04/S).
  5) Passare i conduttori utilizzando i due fori laterali del contenitore ed effettuare i collegamenti del corpo della fotocellula tenendo
     i fili più corti possibili (vedi Fig. 6 - EF04/S particolare A).
  6) Posizionare il contenitore della fotocellula in modo da sovrapporre il foro nella vite vedi (Fig. 6 - EF04/S)
     Fissare il contenitore tramite le 3 viti date in dotazione con la colonnina.




                               Fig. 4




                                                                                                                                   A



                                                                                    Fig. 5                                     Fig. 6


  COLLEGAMENTI
  1) Selezionare l’alimentazione della fotocellula agendo sul ponticello JP12V di selezione della tensione.
     La scelta 12/24 Vcc/ca va fatta in base alla tensione disponibile della centralina

      JP 12 con ponticello inserito=Alimentazione 12Vc.c./c.a.
      JP 12 senza il ponticello=Alimentazione 24Vc.c./c.a.

  2) Selezionare la sensibilità del ricevitore (RX).
     Nel caso di distanza tra RX e TX inferiore a 10m lasciare il ponticello JP1 inserito, nel caso di distanza oltre i 10 m e fino 25m
     togliere il ponticello JP1 per aumentare la portata
  3) Nel caso di due trasmettitori (TX) vicini, il raggio di uno potrebbe interferire sull’altro ricevitore non garantendo il corretto funzio-
     namento. Per ovviare questo problema, se disponibile l’alimentazione in corrente alternata, è possibile utilizzare il sistema di sin-
     cronismo che permette di far funzionare alternativamente le due coppie di fotocellule. Per attivare la funzione di sincronismo si
     deve togliere il ponticello, sync, del trasmettitore (TX).

      Ponticello "sync" inserito = funzionamento normale
      Ponticello "sync" non inserito = funzione sincronismo

  4) Eseguire i collegamenti elettrici in base alla funzione richiesta, secondo quanto riportato nelle caratteristiche tecniche, (Fig. 7).
     Il led bicolore presente nel ricevitore consente di ottenere una verifica dell’allineamento corretto tra RX e TX.
     N.B. L’allineamento deve essere particolarmente preciso quando viene inserito il tubicino per la riduzione dell’effetto angolo del raggio
     a ±5°.


      LED             Significato
      Spento          Alimentazione assente
      Rosso           Presenza ostacolo, allineamento errato
      Lampeggiante    Allineamento non perfetto
      Verde           Allineamento ottimale




122
                                 ACCESSORI SERIE EF




                            RX                         TX




   JP 12 (12-24V)                   JP 1 (+15 m)




                                                                           JP 12 (12-24V)



                                                                           “SYNC”




                    +   -               N.A.       +        -
                                        N.C.                    12/24 V.c.c./c.a.
12/24 V.c.c./c.a.
                                        COM
                                                                          Fig. 7




                                                                                            123
                                            ACCESSORI SERIE EF

  COLLEGAMENTO DI DUE COPPIE DI FOTOCELLULE




                     12/24V c.c./c.a.


                        COMUNE

                   CONTATTO N.C.




  COLLEGAMENTO DI DUE COPPIE DI FOTOCELLULE ALLA CENTRALINA
  FOTOCELLULA ESTERNA (1): funzionamento in chiusura FOTOCELLULA INTERNA (2): funzionamento in apertura/chiusura




                    Alla centralina


                         12/24V c.c./c.a.


             ST.PA./FCOS MORSETTO 25

                 FOT MORSETTO N°24

              COMUNE MORSETTO N°22




  COLLEGAMENTO DI DUE COPPIE DI FOTOCELLULE CON FUNZIONE DI SINCRONISMO




                    Alla centralina


                         12/24V c.c./c.a.


             ST.PA./FCOS MORSETTO 25

                 FOT MORSETTO N°24

             COMUNE MORSETTO N°22




124
                                                ACCESSORI SERIE ED

 SELETTORE A CHIAVE DA INCASSO PARETE
                              Art. ED01
SELETTORE A CHIAVE DA COLONNINA ELVOX
                              Art. ED02
ED21, ED31 come ED01,                 ED21 coppia di selettori
                                      con chiavi uguali.
                                      ED31 tris di selettori con
                                      chiavi uguali
ED22, ED32 come ED02,                 ED22 coppia di selettori
                                      con chiavi uguali                   (ED01)          (ED02)
                                      ED32 tris di selettori con
                                      chiavi uguali




CARATTERISTICHE GENERALI
Selettore meccanico a chiave personal-
izzata. Il suo contenitore esterno ha una
elevata resistenza sia meccanica sia agli
agenti atmosferici. Le sue ridotte dimen-
sioni rendono semplice l'installazione in
qualsiasi impianto di automazione.
- Contatti NO-NC con funzione Apre-
   chiude
- Portata contatto relè 0,1 A 250V, 1A
   24Vc.c./125Va.c.
- Dimensioni: tutte le quote riportate
   salvo altra indicazione sono espresse
   in mm



INSTALLAZIONE
1. Incassare il corpo del selettore a chiave ED01
   come in Fig.1/ED.
2. Per l'installazione del selettore a chiave ED02 uti-
   lizzare le colonnine Art. EE02 o EE04.                          ED01
3. Effettuare i collegamenti al corpo del selettore
   tenendo i fili più corti possibile.

COLLEGAMENTI
Scheda elettronica Art. ZC.


   Scheda elettronica Art. ZC
                                                                              Fig. 1/ED


                                                                   ED02




                                                                               EE02
                                                                                  o
                                                                               EE04



   Selettore a chiave
   ED01, ED02
                                                                              Fig. 2/ED


                       STOP     APRE
                                CHIUDE

                                                                                                   125
                                                  ACCESSORI SERIE ED

                  SELETTORE A CHIAVE DA ESTERNO
                      PARETE O DA COLONNINA
                                        Art. EDE4


  Art. EDE5 coppia di selettori con chiavi uguali.
  Art. EDE6 tris di selettori con chiavi uguali.


  CARATTERISTICHE GENERALI                                                                                           (EDE4)
  Selettore meccanico a chiave personalizzata da esterno parete o da colonnina. Il suo
  contenitore esterno ha una elevata resistenza meccanica ed agli agenti atmosferici, e
  le sue ridotte dimensioni rendono semplice l’installazione.
  1. Contatti NO-NC con funzione Apre-chiude
  2. Portata contatto relè 0,1A 250V c.a., 1A 24V c.c./125Va.c.
  3. Dimensioni (lxhxp): 60x89x37 mm




  INSTALLAZIONE
  Da esterno parete.
  1. Inserire un cacciavite a taglio largo nella fessura ricavata nel lato inferiore del cop-
     erchio e con una semplice rotazione togliere il coperchio copriviti (Fig. 1/EDE4)
  2. Togliere le 2 viti di fissaggio e il coperchio copri selettore ruotando la chiave in senso
     orario o antiorario (tirare verso l’esterno).
  3. Fissare il contenitore del selettore in parete (Fig. 2/EDE4) applicando dei tasselli.
  4. Effettuare i collegamenti tenendo i fili più corti possibili (Fig. 3EDE4).




                                                                                                                 A

                                                                                 60
                                                                                 mm                                              60
                                                                                                                                 mm


                                                                         39 m
                                                                             m
                                                                                                            B C B
              Inserire il cacciavite



                                                                                                                39 mm

               Fig. 1/EDE4                                                  Fig. 2/EDE4                                   Fig. 3/EDE4

                                                                                                  A-   sede per centraggio su colonnina
                                                                                                  B-   ingresso cavi fissaggio su colonnina
                                                                                                  C-   Ingresso cavo fissaggio a parete




126
                                                 ACCESSORI SERIE ED




                                                                                                                 Fig. 5/EDE4
                         (EE12-EE14)



Da colonnina
1. Inserire un cacciavite a taglio largo nella fessura
   ricavata nel lato inferiore del coperchio e con una
   semplice rotazione togliere il coperchio copriviti
   (Fig. 1/EDE4).
2. Togliere le 2 viti di fissaggio e il coperchio copri
   fotocellula.
3. Togliere il coperchio della colonnina inserendo un
   cacciavite a taglio largo nella fessura ricavata late-
   ralmente (Fig. 5/EDE4)
4. Sfilare la parte frontale della colonnina.
5. Passare i conduttori utilizzando i due fori laterali
   del contenitore ed effettuare i collegamenti del
   corpo del selettore tenendo i fili più corti possibili
   (vedi Fig. 6/EDE4 particolare A).
6. Posizionare il contenitore della fotocellula in modo                                                                    A
   da sovrapporre il foro nella vite vedi (Fig. 6/EDE4)
   Fissare il contenitore tramite le 3 viti date in dota-
   zione con la colonnina.
   In questa installazione non si deve inserire il                                                                   Fig. 6/EDE4
   coperchio copriviti.




Collegamenti alla centralina di comando serie ZC
Effettuare i collegamenti come da Fig. 7/EDE4, e riposizionare il frontalino utilizzando le 2 viti di fissaggio ed inserire la mostrina
copriviti.




                                                            PS1         PS2

                                                              MR1     MR1

                                                            NO C NC NC C NO




                      AP/CH Morsetto N°18
                      COM1 Morsetto N°17
                       STOP Morsetto N°23                                          Fig. 7/EDE4

                                                            STOP     APRE/CHIUDE


                                                                                                                                     127
                                                        ACCESSORI SERIE ZD

                             Tastiera di comando digitale (500 utenti)
                                                                Art. ZD08




  1. INFORMAZIONI GENERALI
  L’Art. ZD08 è un’unità di controllo accessi antivandalica a tastiera adatta ad applicazioni esterne. L’unità gestisce fino a 500 utenti tramite l’utilizzo di
  codici numerici a 4 cifre.Tramite questi codici si possono azionare 2 relè (LOCK-AUX).

  2. CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI
  Tensione di funzionamento: 12-24 VAC/DC
  Corrente assorbita: senza termostatazione, 20 mA in standby, 115 mA maxcon retroilluminazione
  con termostatazione a 12Vcc: 520mA in standby – 615 mA max
  con termostatazione a 24Vcc: 350mA in standby – 465 mA max
  Portata relè A (lock): 2A
  Portata relè B (aux): 2A
  Ingressi: REX N.O., contatto pulito, LOCK-AUX: N.O. ed NC contatti puliti
  Temperatura di esercizio: con termostatazione: da –20 °C a 63 °C, senza termostatazione: da 0 °C a 63 °C
  Grado IP: IP 65
  Dimensioni: 120mm x 76mm x 21mm
  Peso: 410 g

  3. INSTALLAZIONE
  Prima di procedere all’installazione, selezionare l’ubicazione per il montaggio della tastiera ZD08. Tale posizione dovrebbe essere ad altezza spalla
  e sullo stesso lato della maniglia della porta. Per il fissaggio forare nei 2 punti indicati con la lettera A , nel caso di una scatola 3 moduli, oppure nei
  4 punti indicati con la lettera B nel caso di una scatola da incasso ø60, Art. ZX26
  Forare in corrispondenza del segno C per il passaggio dei cavi.
  1. Collegare la tastiera seguendo le istruzioni al paragrafo seguente.
  2. Fissare il fondo della tastiera ZD08 nella posizione scelta.
  3. Riposizionare il coperchio della ZD08 sulla tastiera.
  4. Avvitare il coperchio utilizzando la vite di sicurezza e l’apposita chiave ad L fornite nel kit.
                                                                                                                            A
                                                                                                                    B               B

                                                                      ATTENZIONE! NON FORARE
                                                                      Lente del tamper
                                                                                                                          C
  3.1 Collegamenti
  La tastiera è dotata di 1 m di cavo a 10 poli. Per il collegamento della ZD08, pro-
  cedere come segue:                                                                                              B               B
  1. Preparare il cavo della lunghezza richiesta.                                                                         A
  2. Collegare i fili della ZD08 ai dispositivi corrispondenti e coprire ogni connessione.
      Fare riferimento alla tabella colori di collegamento seguente ed agli schemi di col-
      legamento forniti nei paragrafi seguenti
  3. Tagliare e coprire tutti i conduttori non utilizzati.

                                       COLORE CONDUTTORE                  DESCRIZIONE
                                       ROSSO                              + ALIMENTAZIONE
                                       NERO                               - MASSA
                                       VERDE                              CONTATTO PULITO N.O. (REX)
                                                                          Per attivare il relè “A” tramite pulsante
                                       BIANCO                             CONTATTO PULITO N.O. (REX)
                                                                          Per attivare il relè “B” tramite pulsante
                                       VIOLA                              COMUNE (relè A)
                                       GRIGIO                             N.O. (relè A)
                                       MARRONE                            N.C. (relè A)
                                       BLU                                Comune (relè B)
                                       GIALLO                             N.O. (relè B)
                                       ARANCIO                            N.C. (relè B)

128
                                                      ACCESSORI SERIE ZD
4. TIPI DI UTENTE: NORMALE, SICUREZZA E MASTER
L’art. ZD08 accetta fino a 500 utenti e permette l’accesso tramite codici numerici (PIN). Ogni utente può avere un codice primario ed un codice sec-
ondario; a seconda che l’utente abbia solo il primo o entrambi i codici cambia il suo livello di accesso ed il modo in cui l’ZD08 accorda l’accesso nelle
sue tre modalità operative.

Esistono due livelli utente:
Utente Normale
L’utente di tipo Normale possiede solo il codice primario e l’accesso è accordato solo quando l’ZD08 è in modalità di funzionamento Normale o
Bypass.

Utente Sicurezza
Un utente di tipo Sicurezza deve avere entrambi i codici primario e secondario (che non possono essere uguali). L’utente Sicurezza può avere acces-
so quando l’ZD08 è in una qualunque delle tre modalità di funzionamento. Nella modalità Normale l’utente Sicurezza può usare il solo codice primario
per avere accesso; nella modalità Sicurezza l’utente Sicurezza deve usare entrambi i codici (primario e secondario) per avere accesso.


5. MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO                                       Mode                   Door
L’art. ZD08 ha 3 modalità di funzionamento:                              VERDE
1. Modalità Normale
    La modalità Normale è quella di default ed in tale modalità il LED ‘Mode’ è di colore verde. Nella modalità Normale l’accesso rimane chiuso finchè
    non viene presentato un codice primario al controllore.
                                                                  Mode                   Door
2. Modalità Bypass                                                   ARANCIO
   Nella modalità Bypass il LED “Mode” risulta di colore arancione.
   L’accesso dipende da come è programmato il relè “A” elettroserratura, se in modalità Fail Safe o Fail Secure .
- Quando il relè “A” serratura è programmato in modalità Fail Secure, la porta resta chiusa fino a che non viene premuto il tasto del campanello.
- Quando il relè “A” serratura è programmato in modalità Fail Safe, la porta è costantemente aperta.
                                                                  Mode                   Door
3. Modalità Sicurezza
   Nella modalità Sicurezza il LED “Mode” è di colore rosso e            ROSSO
   l’accesso è consentito solo agli utenti Sicurezza.
   L’utente sicurezza deve inserire sia il codice primario che il secondario per avere accesso. Dopo avere inserito il codice primario il LED diventerà
   verde e lampeggiante per 10 sec., durante i quali dovrà essere inserito il codice secondario.




                                                                                                          Mode                  Door
5.1 Cambio delle modalità di funzionamento
                                                                                                                 VERDE
5.1.1 Passaggio da modalità Normale a modalità Sicurezza:
                                                                                                          Mode                  Door
Il codice per il cambio di modalità Normale/Sicurezza, è impostato di fabbrica a 3838.                           ROSSO
1. Inserire le 4 cifre del codice: il LED diventa rosso e lampeggiante.
2. Premere il tasto ”#” per confermare: il LED diventa rosso.                                             Mode                  Door
                                                                                                                 ROSSO



5.1.2 Passaggio da modalità Sicurezza a modalità Normale:                                                 Mode                  Door
                                                                                                                 ROSSO
Il codice per il cambio di modalità Normale/Sicurezza, è impostato di fabbrica a 3838.
1. Inserire le 4 cifre del codice: il LED diventa verde e lampeggiante.                                   Mode                   Door
2. Premere il tasto ”#” per confermare: il LED diventa verde.
Anche l’ingresso ausiliario può essere usato per cambiare la modalità da Normale a                               VERDE
Sicurezza e viceversa (vedi paragrafo 12).                                                                Mode                  Door
                                                                                                                 VERDE



5.1.3 Passaggio da modalità normale a modalità Bypass:                                                    Mode                  Door
                                                                                                                 VERDE
Per l’impostazione del codice Normale/Bypass fare riferimento al paragrafo 13.
1. Inserire le 4 cifre del codice: il LED lampeggia arancione.                                            Mode                   Door
2. Premere il tasto ”#” per confermare: il LED diventa arancione.
                                                                                                                ARANCIO
                                                                                                          Mode                  Door
                                                                                                                ARANCIO



5.1.4 Passaggio da modalità Bypass a modalità normale:                                                    Mode                  Door
Per l’impostazione del codice Normale/Bypass fare riferimento al paragrafo 13.                                  ARANCIO
1. Inserire le 4 cifre del codice: il LED lampeggia verde.
2. Premere il tasto ”#” per confermare l’inserimento del cambio di modalità: il LED è verde.              Mode                  Door
                                                                                                                 VERDE
                                                                                                          Mode                  Door
                                                                                                                 VERDE



                                                                                                                                                       129
                                                         ACCESSORI SERIE ZD

 6. Uscita ed ingresso ausiliari
 L’uscita ed ingresso ausiliari possono essere configurati in diverse combinazioni, per un utilizzo ottimale in diverse applicazioni (vedi paragrafo 14).

 7. Tasto manuale di comando (REX)
 Il tasto REX deve essere posto all’interno del locale che deve essere protetto e viene utilizzato per aprire la porta senza l’uso dei codici numerici; è
 abitualmente posto in un luogo di comodo utilizzo, per esempio a fianco della porta o alla reception. Il comportamento del tasto REX varia a secon-
 da che il relè serratura sia programmato in modalità Fail Safe o Fail Secure.
 1. Modalità Fail Secure: dal momento in cui viene premuto il tasto, la porta resterà aperta fino al termine del tempo rilascio serratura. Dopo questo
      tempo, la porta resterà chiusa anche se il tasto REX non è stato rilasciato.
 2. Modalità Fail Safe: dal momento in cui viene premuto il tasto, la porta resterà aperta finché il tasto REX è rilasciato, più il tempo di rilascio della
      serratura. In questo caso il relè serratura inizierà il conto del tempo della serratura a partire dal momento in cui il tasto REX viene rilasciato.

  Collegamenti:
  - Comando manuale relè “A” (lock):
    Conduttore verde (N.O.)
    Conduttore nero (Massa)
  - Comando manuale relè “B” (aux):
    Conduttore verde (N.O.)
    Conduttore nero (Massa)

  8. PROGRAMMAZIONE DEL ZD08
  La programmazione del ZD08 viene effettuata esclusivamente tramite un sistema a menù gestito dalla tastiera stessa (per accedere alla program-
  mazione vedi paragrafo 8.1). Alcuni codici e parametri sono settati con impostazioni ‘di fabbrica’. La tabella seguente elenca i valori di default, i menù
  di programmazione e i paragrafi in cui questi sono descritti.
 Valori di default   Descrizione del menù                                                      Menù      Par.
 2580                Variazione del ‘ Codice Apertura’                                         1         9
 0852                Variazione del ‘Codice ausiliario’                                        2         10
 1234                Variazione del ‘Codice di programmazione’                                 3         11
 3838                Variazione del codice per la modalità ‘Normale/Sicurezza’                 4         12
                     N/A Variazione del codice per la modalità ‘Normale/Bypass’                5         13
 2004                Definizione degli input / output ausiliari                                6         14
 0004                Variazione del tempo di attivazione del relè serratura                    6         15
                     Inserimento codice utente                                                 7         16
                     Cancellazione codice utente                                               8         17
                     Abilitazione dei codici ai relè serratura e ausiliario                    9         18
                     Inserimento della termostatazione                                         6         19
                     Ripristino impostazioni di fabbrica                                       0         20
 8.1 Entrare in programmazione
 1. Premere il tasto ‘#’ per 2 volte: il LED ‘Mode’ si spegne ed il LED ‘Door’ diventa rosso
 2. Inserire le 4 cifre del codice di programmazione                                                                             Mode                  Door
 3. Se il codice di programmazione è valido il LED ‘Door’ diventa verde e la ZD08 sarà in modalità programmazione.                            ROSSO

 NOTE
 - La ZD08 deve essere in modalità Normale per entrare in modalità programmazione.
 - Il codice di fabbrica per entrare in programmazione è 1234                                                                    1        2       3       4
 - Se il codice non viene digitato entro 5 secondi la ZD08 ritornerà in modalità Normale

 8.2 Uscire dalla programmazione
 1. Premere il tasto ‘#’ per 1 volta: si udirà un beep lungo.                                                                    Mode                  Door
 2. Il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ torna verde, la ZD08 è tornata in modalità Normale                                               VERDE

 NOTE
 - Errori di digitazione durante la programmazione potrebbero fare uscire dalla modalità programmazione
                                                                                                                                 Mode                 Door
 - Se non viene premuto alcun tasto per 60 secondi la ZD08 torna automaticamente alla modalità Normale
                                                                                                                                              VERDE
 9. Impostazione del ‘Codice Apertura’
                                                                                                                                 Mode                 Door
 Il Codice Apertura è utile soprattutto per testare il funzionamento del relè serratura durante l’installazione.
 L’impostazione di fabbrica per questo codice è 2580. Il codice viene automaticamente cancellato al momento dell’inse-               ROSSO VERDE
 rimento del primo codice utente nella memoria, dopodiché sarà possibile inserirne uno nuovo.
 1. Entrare in programmazione (Par. 8.1)
 2. Premere “1” per entrare nel Menù 1: il LED ‘Mode’ diventa rosso                                                              ?        ?       ?       ?
 3. Immettere le 4 cifre del nuovo ‘Codice Apertura’
 4. ZD08 torna in modalità Normale: il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ diventa verde
 NOTE                                                                                                                            Mode                 Door
 - Il Codice Apertura non funziona in modalità Sicurezza                                                                                VERDE
 - L’inserimento di valori non validi fa uscire dalla programmazione
 - L’inserimento del codice 0000 cancella e disattiva il Codice Apertura
                                                                                                                                 Mode                 Door
 10. Impostazione del ‘Codice Ausiliario’                                                                                                     VERDE
 Il Codice Ausiliario viene utilizzato principalmente per testare il funzionamento del relè ausiliario in fase di installazio-
 ne. Il codice è impostato di fabbrica al valore 0852. Viene automaticamente cancellato quando viene inserito il primo           Mode                 Door
 codice utente nella memoria, è possibile quindi inserirne uno nuovo.                                                             ARANCIO     VERDE
 1. Entrare in programmazione
 2. Premere “2” per entrare nel Menù 2: il LED ‘Mode’ diventa arancio.
 3. Immettere le 4 cifre del nuovo ‘Codice Ausiliario’                                                                           ?        ?      ?        ?
 4. ZD08 torna in modalità Normale: il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ diventa verde
 NOTE
 - Questo codice non funziona in modalità Sicurezza e funziona solo quando il ‘Modo Ausiliario’ è 1 o 2                          Mode                 Door
 - L’inserimento del codice 0000 cancella e disattiva il Codice Ausiliario                                                              VERDE

130
                                                      ACCESSORI SERIE ZD

11. Impostazione del ‘Codice di Programmazione’                                                                           Mode                         Door
1. Entrare in programmazione                                                                                                                  VERDE
2. Premere “3” per entrare nel Menù 3: il LED ‘Mode’ diventa verde
                                                                                                                          Mode                         Door
3. Immettere le 4 cifre del nuovo ‘Codice di Programmazione
4. L’ZD08 torna in modalità Normale: il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ diventa verde                                        VERDE      VERDE

NOTE
- Questo codice non può essere cancellato, l’inserimento del valore 0000 non è possibile.                                     ?         ?         ?          ?
                                                                                                                          Mode                         Door
                                                                                                                                     VERDE
12. Impostazione del codice per la modalità ‘Normale / Sicurezza’
1. Entrare in programmazione                                                                                              Mode                         Door
2. Premere “4” per entrare nel Menù                                                                                                           VERDE
4: il LED ‘Mode’ lampeggia rosso
3. Immettere le 4 cifre del nuovo codice                                                                                  Mode                         Door
4. ZD08 torna in modalità                                                                                                          ROSSO VERDE
Normale: il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ diventa verde
NOTE
- Quando il Modo Ausiliario è 1, 2, 3 o 4 l’Input Ausiliario ha la priorità sul codice Normale / Sicurezza                    ?           ?       ?          ?
13. Impostazione del codice per la modalità ‘Normale / Bypass’                                                                                         Door
                                                                                                                          Mode
1. Entrare in programmazione
2. Premere “5” per entrare nel Menù 5: il LED ‘Mode’ lampeggia arancio                                                              VERDE
3. Inserire il codice di 4 cifre (diverso da 0001) per la selezione della modalità bypass. Per disabilitare la modalità
   bypass inserire il codice 0000.
4. ZD08 torna in modalità Normale: il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ diventa verde

14. Definizione degli INPUT / OUTPUT ausiliari
1. Entrare in programmazione                                                                                              Mode                         Door
2. Premere “6” per entrare nel Menù 6: il LED ‘Mode’ lampeggia verde                                                                          VERDE
3. Inserire un codice di 4 cifre costruito come indicato nello schema (vedi tabella della pagina seguente)
4. ZD08 torna in modalità                                                                                                 Mode                         Door
Normale: il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ diventa verde.                                                                   VERDE      VERDE


Aux     Aux Input              Aux Ouput attivato se         Relè         Settaggio Tempi (in secondi)                        2           ?       ?          ?
Mode                                                                      aux
0       REX-2                  Codice valido per REX-2       N.O.         01÷99 Tempo di attivazione relè aux
                                                                          00 Bistabile                               AUX MODE
1       Normale/Sicurezza      Codice valido                 N.O.         01÷99 Tempo di attivazione relè aux
                                                                          00 Bistabile                               Settaggio tempi
2       Normale/Sicurezza      Pulsante ‘Campanello’ (*)     N.O.         01÷99 Tempo di attivazione relè aux
                                                                          00 Bistabile
3       Normale/Sicurezza      Attivazione tamper            N.C.         01÷99 Tempo di attivazione relè aux
                                                                          00 Bistabile
4       Normale/Sicurezza      Derivazione diretta           N.O.         00÷99 Tempo di derivazione
5       Contatto porta         Derivazione                   N.C.         00÷99 Tempo max di derivazione
6       Contatto porta         Manomissione                  N.C.         00÷99 Ritardo per manomissione
7       Contatto porta         La porta non viene richiusa   N.C.         00÷99 Tempo max. porta aperta
                               dopo un tempo max.
8       LED Ctrl -rosso        Codice valido                 N.O.         01÷99 Tempo di attivazione relè aux
                                                                          00 Bistabile
9       LED Ctrl -verde        Codice valido                 N.O.         01÷99 Tempo di attivazione relè aux
                                                                          00 Bistabile
15. Impostazione modalità relè Fail Safe/Fail Secure, e del tempo relè serratura
1. Entrare in programmazione                                                                                          Mode                            Door
2. Premere “6” per entrare nel Menù 6: il LED ‘Mode’ lampeggia verde                                                                        VERDE
3. Costruire il codice seguendo le istruzioni seguenti:                                                               Mode                            Door
Prima cifra:
‘0’ per Fail Secure                                                                                                               VERDE     VERDE
‘1’ per Fail Safe
Seconda cifra: 0
Terza e quarta cifra: tempo relè serratura, da 1 a 99 secondi                                                             ?         ?         ?        ?
Per esempio: 0 0 1 2 significa: modalità Fail Secure con 12 secondi di tempo di rilascio dell’ elettroserratura.

16. Inserimento dei codici primari e secondari
Codici Primari
- I codici primari possono essere inseriti solo nelle locazioni di memoria libere, quelle cioè dove non sono stati precedentemente memorizzati codici pri-
mari
- I codici primari devono essere univoci, non ce ne possono essere due uguali
- I codici primari devono essere differenti da qualunque altro codice del sistema (ad es. Codice Apertura, ecc.)
- Gli utenti che hanno un codice primario possono accedere solo quando il sistema è in modalità Normale
Codici Secondari
- I codici secondari possono essere inseriti solo nelle locazioni di memoria che hanno già un codice primario ma non il secondario
- I codici secondari non devono necessariamente essere univoci, utenti differenti possono avere lo stesso codice secondario
- I codici secondari devono essere diversi da qualunque altro codice del sistema
- Gli utenti che hanno un codice secondario possono accedere qualunque sia la modalità del sistema

                                                                                                                                                                 131
                                                        ACCESSORI SERIE ZD
  Inserimento dei codici
  Ci sono due modi per inserire i codici Primari e Secondari, il metodo Standard ed il metodo a Ricerca.
  A. Il metodo Standard viene usato normalmente quando si conosce la locazione di memoria assegnata all’utente, è possibile inserire sia il codice
  Primario che Secondario (vedi paragrafo seguente)
  B. Il metodo a Ricerca viene usato quando si vuole inserire un codice Secondario di un utente di cui non si conosce la locazione di memoria. Questo
  metodo funziona solamente se il codice primario è già stato inserito

  16.1 Inserimento dei codici primario e secondario con il metodo standard                                                  Mode                        Door
  1. Entrare in programmazione                                                                                                             VERDE
  2. Premere “7” per entrare nel Menù 7: il LED ‘Door’ diventa arancio
  3. Inserire le 3 cifre della locazione di memoria in cui si intende inserire i codici primario e secondario (per esem-    Mode                        Door
     pio la locazione 003 rappresenta l’utente #3)                                                                                        ARANCIO
  - Se la locazione selezionata non ha codice primario il LED ‘Mode’ lampeggia verde, ad indicare che il sistema
     è pronto ad accettare il codice primario
  - Se nella locazione è già presente un codice primario ma non il secondario il LED ‘Mode’ lampeggia rosso, ad                ?       ?            ?
     indicare che il sistema è pronto ad accettare il codice secondario
  - Se la locazione è già piena si udirà un lungo ‘beep’ e la tastiera tornerà in modalità Normale
  4. Inserire le 4 cifre del codice primario o secondario. Se il codice è valido il LED ‘Mode’ smette di lampeggiare
     e la tastiera è pronta per accettare le 3 cifre della prossima locazione di memoria che si vuole programmare.          Mode                        Door
  5. Premendo il tasto ‘#’ si passa direttamente alla locazione successiva. Premendo il tasto ‘#’ per 2 volte si esce
                                                                                                                                   VERDE VERDE
     dalla programmazione.
                                                                                                                            Mode                        Door
                                                                                                                                   ROSSO VERDE



  16.2 Inserimento del codice secondario con il metodo ‘a ricerca’                                                          Mode                        Door
  1. Entrare in programmazione                                                                                                             VERDE
  2. Premere “7” per entrare nel Menù 7: il LED ‘Door’ diventa arancio
  3. Inserire le cifre 0 0 0, il LED ‘Door’ lampeggia arancio: è ora possibile inserire il codice primario dell’utente a    Mode                        Door
     cui si intende assegnare un codice secondario.                                                                               ROSSO    ARANCIO
  4. Inserire le 4 cifre del codice primario: il LED ‘Mode’ lampeggia rosso (se il codice primario non è valido, si udirà
     un lungo ‘beep’ e la ZD08 rimane in attesa di un nuovo codice primario).
  5. Inserire le 4 cifre del codice secondario, se il codice inserito è valido si udiranno 3 ‘beep’ e la ZD08 tornerà in       ?       ?            ?
     modalità Normale (se il codice inserito non risulterà valido si udirà un lungo ‘beep’ e la tastiera rimarrà in atte-
     sa di un codice secondario valido).

  17. Cancellazione dei codici Primario e Secondario                                                                        Mode                        Door
      Anche per la cancellazione dei codici vi sono due metodi, lo Standard e quello ‘a ricerca’. Quando si cancella                          ARANCIO
      una locazione vengono cancellati entrambi i codici.
                                                                                                                            Mode                        Door
                                                                                                                                   ROSSO      ARANCIO



  17.1 Cancellazione dei codici con il metodo Standard                                                                      Mode                        Door
  1. Entrare in programmazione.                                                                                                               ARANCIO
  2. Premere “8” per entrare nel Menù 8: il LED ‘Mode’ diventa rosso.
  3. Inserire le 3 cifre della locazione che si intende cancellare: il LED ‘Mode’ lampeggia rosso ad indicare che           Mode                        Door
     l’ZD08 è in attesa del codice di programmazione per confermare la cancellazione (se la locazione è vuota si                  ROSSO    ARANCIO
     udirà un lungo ‘beep’ e la tastiera tornerà in modalità Normale.
  4. Inserire le 4 cifre del codice di programmazione per confermare la cancellazione: se il codice è valido si udi-
     ranno 3 ‘beep’ e la tastiera tornerà in modalità Normale (se il codice non è valido si udirà un lungo ‘beep’ e la         ?       ?            ?
     tastiera uscirà dalla programmazione).

                                                                                                                            Mode                        Door
                                                                                                                                   ROSSO      ARANCIO


                                                                                                                            Mode                        Door
                                                                                                                                              VERDE
                                                                                                                            Mode                        Door
  17.2 Cancellazione dei codici con il metodo ‘a ricerca’                                                                          ROSSO      ARANCIO
  1. Entrare in programmazione.
  2. Premere “8” per entrare nel Menù 8: il LED ‘Mode’ diventa rosso.
  3. Inserire le 3 cifre 0 0 0 il LED ‘Door’ lampeggia arancio.                                                                   0       0         0
  4. Inserire le 4 cifre del codice Primario dell’utente che si intende cancellare: il LED ‘Mode’ lampeggia rosso (se il
     codice non è valido si udirà un lungo ‘beep’ e il led ‘Mode’ non lampeggerà).
                                                                                                                            Mode                        Door
  5. Inserire le 4 cifre del codice di programmazione per confermare la cancellazione: se il codice è valido si udi-
     ranno 3 ‘beep’ e la tastiera tornerà in modalità Normale (se il codice non è valido si udirà un lungo ‘beep’ e la             ROSSO      ARANCIO
     tastiera uscirà dalla programmazione).
                                                                                                                              ?       ?         ?         ?

                                                                                                                            Mode                        Door
                                                                                                                                   ROSSO      ARANCIO


132
                                                       ACCESSORI SERIE ZD

18. Abilitazione dei codici all’attivazione dei relè elettroserratura e secondario                                         Mode                        Door
Quando viene inserito in memoria un codice primario l’utente relativo,digitandolo, ha la possibilità di far scattare                         VERDE
l’elettroserratura della porta. Il menù 9 permette di variare le autorizzazioni di ogni utente in merito all’attivazione
del relè elettroserratura e del relè ausiliario. Vi sono due metodi per farlo, Standard e ‘a ricerca’.
                                                                                                                           Mode                        Door
                                                                                                                                  VERDE      ARANCIO
18.1 Abilitazione relè con metodo standard
1. Entrare in programmazione.                                                                                                    ?       ?         ?
2. Premere “9” per entrare nel Menù 9: il LED ‘Mode’ diventa verde.
3. Inserire le 3 cifre della locazione di memoria per la quale si vogliono variare le autorizzazioni: il LED ‘Mode’ lam-
   peggia verde.                                                                                                           Mode                        Door
4. Inserire la cifra relativa all’autorizzazione che si vuole assegnare, in particolare:
   "1" autorizza all’attivazione del solo relè elettroserratura                                                                   VERDE      ARANCIO
   "2" autorizza all’attivazione del solo relè ausiliario
   "3" autorizza all’attivazione di entrambi i relè
5. Se il codice è valido il LED ‘Mode’ smette di lampeggiare e ZD09 attende l’inserimento di una nuova locazione
   di memoria da programmare. Premendo il tasto ‘#’ si passa alla locazione successiva, premendolo per 2 volte             Mode                        Door
   si esce dalla programmazione.                                                                                                             VERDE
                                                                                                                           Mode                        Door
18.2 Abilitazione relè con metodo ‘a ricerca’
1. Entrare in programmazione.                                                                                                     VERDE ARANCIO
2. Premere “9” per entrare nel Menù 9: il LED ‘Mode’ diventa verde.
3. Inserire le cifre 0 0 0: il LED ‘Door’ lampeggia arancio.                                                                     0       0         0
4. Inserire le 4 cifre del codice primario dell’utente di cui si vogliono variare le autorizzazioni: il LED ‘Mode’ lam-
   peggia verde.
5. Inserire la cifra relativa all’autorizzazione che si vuole assegnare, in particolare:                                   Mode                        Door
   "1" autorizza all’attivazione del solo relè elettroserratura
   "2" autorizza all’attivazione del solo relè ausiliario                                                                         VERDE      ARANCIO
   "3" autorizza all’attivazione di entrambi i relè
6. Se il codice è valido il LED ‘Mode’ smette di lampeggiare e l’ZD08 attende l’inserimento di una nuova locazio-            ?       ?         ?         ?
   ne di memoria da programmare. Premendo il tasto ‘#’ si passa alla locazione successiva, premendolo per 2
   volte si esce dalla programmazione.
                                                                                                                           Mode                        Door
19. Inserimento e disinserimento della termostatazione
ZD08 incorpora un circuito di termostatazione. Quando è abilitato il circuito interviene quando la temperatura scen-              VERDE      ARANCIO
de intorno ai 3°C - 5°C e rimane attivo finché la temperatura sale fino ai 5°C – 8°C.
Con il circuito abilitato la temperatura minima di esercizio del ZD08 è –20°C, altrimenti è di 0°C; quando la termo-
statazione è attiva è necessaria la presenza di un alimentatore aggiuntivo.                                                Mode                      Door
L’impostazione di fabbrica per il circuito è disabilitata, per variarla:                                                                     VERDE
1. Entrare in programmazione.
2. Premere “6” per entrare nel Menù 6: il LED ‘Mode’ lampeggia verde.                                                      Mode                      Door
3. Inserire le cifre 3 0 0 e la quarta cifra come segue:
                                                                                                                                  VERDE VERDE
“0” per disabilitare il circuito
“1” per abilitarlo

20. In caso di smarrimento del codice di programmazione                                                          3                   0        0         0
NOTA:
ZD08 deve essere in modalità Normale, altrimenti la seguente procedura non può essere applicata. Accertarsi che
il LED ‘Mode’ sia verde prima di procedere.                                                                     Mode             Door
1. Togliere alimentazione
                                                                                                                           VERDE
2. Premere il pulsante REX
3. Ridare alimentazione mantenendo premuto il pulsante REX                                                      Mode             Door
4. Rilasciare il pulsante REX
5. Entro 15 secondi entrare in programmazione premendo 2 volte # (vedi p.to 11), inserire il codice di program-      ROSSO ROSSO
    mazione standard 1 2 3 4
6. Premere 3 per accedere alla funzione di modifica del codice di programmazione
7. Inserire il nuovo codice di programmazione.                                                                   ?     ?     ?     ?
8. L’ZD08 torna in modalità Normale: il LED ‘Door’ si spegne ed il LED ‘Mode’ diventa verde

21. In caso di smarrimento del codice per la modalità Normale / Sicurezza
NOTA:
ZD08 deve essere in modalità Sicurezza, altrimenti la seguente procedura non può essere applicata. Accertarsi
che il LED ‘Mode’ sia rosso prima di procedere.
1. Togliere alimentazione
2. Premere il pulsante REX
3. Ridare alimentazione mantenendo premuto il pulsante REX
4. Rilasciare il pulsante REX
5. Entro 15 secondi digitare il codice di default 3838 per tornare in modalità Normale, nella quale è possibile entra-
   re in modalità Programmazione e inserire un nuovo codice Normal / Secure (vedi par. 12).

22. Ripristino delle impostazioni di fabbrica
Attenzione:
E’ necessario fare molta attenzione prima di usare questo comando perché esso cancella completamente la memoria, compresi i codici utente e
quelli speciali, e riporta tutti i parametri alle impostazioni di fabbrica.
1. Entrare in programmazione
2. Premere “0” per entrare nel Menù 0: entrambi i LED lampeggiano rosso
3. Inserire le 4 cifre del codice di programmazione: se il codice è valido tutta la memoria viene cancellata, si udiranno 3 ‘beep’ ed l’ZD08 torna alla
modalità Normale (se viene inserito un codice non valido si udirà un lungo ‘beep’ e si esce dalla programmazione senza cancellare la memoria.
Nota: in caso di smarrimento del codice di programmazione, seguire la procedura descritta al paragrafo 20 prima di eseguire il ripristino delle impo-
stazioni di fabbrica.

                                                                                                                                                              133
                                                        ACCESSORI SERIE ZD

                              CENTRALINA DI COMANDO 250 UTENTI
                                                       Art. ZD12/C

  1. DESCRIZIONE GENERALE
  L’Art. ZD12/C è un’unità di controllo tipicamente impiegata per garantire l’acceso controllato, tramite il riconoscimento della tessera abilitata, su di
  una porta, un cancello, una automazione etc.. Accetta dati provenienti da un lettore in formato Wiegand. Sebbene di dimensioni estremamente con-
  tenute esso è in grado di comandare direttamente un’elettroserratura, grazie al relè integrato con portata dei contatti di 5A, e gestire una memoria
  interna di 250 diversi codici utente.
                                                                                                                                Connettore per ZD12/P
  2. CARATTERISTICHE TECNICHE - COLLEGAMENTI
  Alimentazione: 12 Vcc/ac
  Assorbimento: Min. 50 mA – Max. 80 mA
  Formato dati in ingresso: Wiegand 26 bit, Wiegand 30 bit, Wiegand 37 bit
  Capacità memoria: 250 utenti
  N. relè di uscita: 1 (Temporizzato a 1s o Bistabile, selezionabile)
  Portata contatti relè: 5 A
  Segnalazioni: LED bicolore (Rosso/Verde)
  Grado di protezione: I.P. 44
  Dimensioni/Peso: 10 x 5.5 x 2.1 cm 62 g

  Morsetto           Descrizione
  1 – GND            GND
  2 – 12VAC/DC       12 Vcc/ac
  3 – NO N.O.        Relè
  4 – COM            Comune Relè
  5 – NC N.C.        Relè
  6 – LDR            Morsetto LED rosso (lettore)
  7 – LDV            Morsetto LED verde (lettore)
  8 – D0             Linea Wiegand DATA0
  9 – D1             Linea Wiegand DATA1

  3. FUNZIONAMENTO
  Il LED bicolore rosso/verde integrato fornisce tutte le segnalazioni necessarie all’individuazione della fase di programmazione in corso e all’atti-
  vazione del relè. I morsetti LDR (LED rosso) e LDV (LED verde) vengono utilizzati come appoggio per poter controllare con una centrale esterna i
  LED di segnalazione del lettore collegato

  4. PROGRAMMAZIONE
     Inserimento codici
  1. Premere il pulsante di programmazione: il LED si accende fisso di colore verde.
  2. Esporre alla serratura/lettore collegata alla centralina la chiave. Ad ogni inserimento il LED verde lampeggia. Attendere che il LED torni verde
     fisso prima di inserire un altro Badge.
  3. Attendere 30s per uscire dalla programmazione oppure premere di nuovo il pulsante. Il LED torna rosso.

      Disabilitazione codici
  1. Premere e tenere premuto il pulsante per 3 s. Il LED lampeggia rosso.
  2. Esporre alla serratura/lettore collegata alla centralina la chiave. Ad ogni disabilitazione il LED rosso lampeggia più velocemente. Attendere che
     il LED torni a lampeggiare lentamente rosso prima di disabilitare un altra chiave.
  3. Il tempo disponibile per la presentazione del badge è 30s per il primo codice e 10s per i successivi. Allo scadere di questo tempo la centralina
     esce automaticamente dalla procedura di disabilitazione. Il LED torna in condizione di stand-by (rosso fisso o verde fisso in base alla modalità
     di funzionamento del relè).

     Cancellazione totale codici
     Eseguire con cautela la seguente operazione. Essa effettua la cancellazione di tutti i dati in memoria. Una volta eseguita la procedura di cancel-
     lazione totale non è possibile recuperare la programmazione.
  1. Premere e tener premuto il pulsante per 3 s. Il LED rosso lampeggia.
  2. Premere di nuovo il pulsante. Il LED rosso lampeggia più velocemente.
  3. Cancellazione Totale eseguita

  5. MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO RELÈ
  1. Premere il pulsante. Il LED commuta da rosso a verde.
  2. Premere e tener premuto il pulsante per 3 secondi. Ogni volta che si ripete questa operazione il relè varia il suo modo di funzionamento tra mono-
     stabile e bistabile segnalandolo con lampeggi del LED: 1 Lampeggio Verde = Monostabile; 2 Lampeggi Verde = Bistabile.

  6. PROGRAMMAZIONE CON ZD12/P (programmatore)
     La centralina è dotata di un connettore per collegare il terminale multifunzione Art. ZD12/P (v. figura). Tramite il programmatore è possibile
     eseguire sulla lista dei codici operazioni di:
  • cancellazione,
  • assegnazione di identificativi,
  • salvataggio su moduli memoria di backup Consultare il manuale d’uso del terminale Art. ZD12/P.

                                CHIAVE MEGNETICA CODIFICA                                                                      Art. ZD13

                                                    Art. ZD13

134
                                                      ACCESSORI SERIE ZD

                          LETTORE A CHIAVE MAGNETICA
                                             Art. ZD12/L
1. DESCRIZIONE GENERALE
Il lettore Art. ZD12/L è un’unità di interfaccia per il controllo accessi. Esso consente la lettura di chiavi Art. ZD13,
ed il loro inserimento in memoria utenti delle centrali di controllo accesso Art. ZD12/C, Art. ZD15/3 ed Art. ZD15/5.
Il lettore Art. ZD12/L non dispone di memoria interna ed il codice utente letto dalla chiave viene inviato alle centrali
di controllo accesso nel formato Wiegand 30. Le linee DATA0 e DATA1sono già dotate di resistenze interne di pull-
up da 560 Ohm.

2. CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI
Alimentazione: 12Vcc
Consumo: 8mA
Grado di isolamento: IP54
Montaggio: Verticale
Segnalazioni: LED rosso (ON/OFF) - LED verde lampeggiante (codice valido)
Temperatura di funzionamento: -15 +55 °C
Peso: 126 g

3. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO
Per eseguire l’installazione occorre fissare il contenitore plastico sulla superfice verticale dove si è deciso di
posizionare il lettore attraverso tappi a pressione o viti autofilettanti (se muro o superfice metallica) in corrispon-
denza delle due asole “A” indicate in figura. 1.
Attraverso il foro “B” (figura 1) eseguire sulla morsettiera J1 i collegamenti evidenziati in figura 2. La morsettiera
J2 serve per collegare un eventuale lettore esterno. Non è necessaria alcuna regolazione.


                                                                 A




                                                             B
                                                                                                       +12        Fig. 2
          Fig. 1                                                                                  GND

                                                                                             DATA 0
                                                                                        DATA 1

COLLEGAMENTO DI DUE LETTORI, Art. ZD12/L, ALLA CENTRALINA DI COMANDO Art. ZD12/C




                                                                                                                           Fig. 3
Alimentazione 12Vc.c.


                                                                                                                                    135
                                                         ACCESSORI SERIE ZD

                                                  LETTORE DI PROSSIMITÀ                                 ART. ZD16
  1. DESCRIZIONE GENERALE
  L’Art. ZD16 è un lettore di prossimità con uscita dati in formato Wiegand o Dataclock. Può essere colle-
  gato sia alle centrali di controllo accessi ELVOX serie ZD, sia ad altre centrali che accettano il formato dai
  dati generato dal lettore. L’Art. ZD16 funziona con i badge e tag di prossimità. L’antenna, come tutti i com-
  ponenti elettronici, è assemblata in un contenitore completamente sigillato e ad alta resistenza agli agen-
  ti atmosferici (IP67). Il lettore è dotato di un LED bicolore rosso/verde e di un buzzer, per la segnalazio-
  ne delle varie fasi di funzionamento. Per l’installazione, montare il lettore e collegare il cavo alla centrale,
  secondo le istruzioni di seguito riportate.

  2. CARATTERISTICHE TECNICHE
  Alimentazione                             12 Vc.c.
  Assorbimento                              20 mA
  Tecnologia di lettura                     prossimità - 125 KHz
  Distanza di lettura                       8 cm
  Segnalazioni                              Led bicolore (rosso/verde), buzzer
  Distanza di collegamento alla centrale    max 100 metri
  Grado di isolamento                       IP 67                                                                                          Fig. 1

  3. COLLEGAMENTI
  ROSSO                                     12 Vc.c.
  GRIGIO o NERO                             GROUND
  VERDE                                     DATA0
  BIANCO                                    DATA1
  ARANCIO                                   Pilotaggio LED rosso
  AZZURRO o BLEU                            Pilotaggio LED verde
  GIALLO                                    WIEGAND FORMAT
  MARRONE                                   MODE
  VIOLA                                     Non usato
  ROSA                                      PRESENZA
  4. FUNZIONAMENTO
  • Alimentare il lettore: il buzzer emette un beep e il LED si accende (rosso).
  • Porre un badge, un tag oppure un trasmettitore a doppia tecnologia dinanzi al lettore: il buzzer suona,
  il led diventa verde e il codice del badge viene
  trasmesso sulle linee DATA0-DATA1. Il LED resta VERDE e la linea PRESENZA (filo ROSA) si porta a
                                                                                                                                Fig. 2                       Fig. 3
  livello basso (0V) finchè il badge rimane nel campo del lettore. Nella situazione di standby lo stato delle
  linea PRESENZA è alto (5V).

  5. FORMATO DEI DATI
  Se l’ingresso MODE (filo MARRONE) è lasciato non connesso o è collegato a 5VDC , il formato dei dati
  in uscita è Wiegand. Se l’ingresso MODE è collegato a GROUND, il formato dei dati in uscita è DataClock.
  In modalità Wiegand (filo MARRONE non connesso o è collegato a 5VDC), se l’ingresso WIEGAND FOR-
  MAT (filo GIALLO) è lasciato non connesso o è collegato a 5VDC, il formato dei dati sulle linee DATA1-
  DATA0 è Wiegand 30 bit. Se l’ingresso WIEGAND FORMAT è collegato a GROUND, il formato dei dati
  sulle linee DATA0-DATA1 è Wiegand 26 bit

         Filo ARANCIO             Filo AZZURRO                 Stato del led
           GROUND                   GROUND                       Spento
                                                                                                                                          Fig. 6
           GROUND             5VDC o non connesso                ROSSO
                                                                                                                       Fig. 5
      5VDC o non connesso           GROUND                       VERDE
  6. PILOTAGGIO DEL LED
  Se I fili ARANCIO e AZZURRO sono lasciati non connessi o collegati a 5VDC lo stato del LED è pilotato
  dal lettore.Se invece uno o entrambi I fili ARANCIO e AZZURRO sono collegati a GROUND, lo stato del
  LED cambia secondo la tabella seguente.

                 ZD16                    ZD15/3/4/5/10      ZD15/3/4/5/10         ZD15/5/10          ZD15/5/10
         ROSSO           +12 Vdc               +12                +12                +12                +12
         NERO            GROUND               GND                GND                 GND                GND
         VERDE            DATA 0              D0.1                D0.2               D0.3               D0.4
        BIANCO            DATA 1              D1.1                D1.2               D1.3               D1.4

  7. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO
  • Per il montaggio del lettore, praticare al supporto due fori da 2.5 mm per le viti di fissaggio e un foro del
  diametro di 6 mm per il passaggio del cavo (fig. 1). Collocare una guarnizione isolante sul bordo del foro.
  Fare passare il cavo d’interfaccia dal lettore alla centrale di controllo accessi e montare il lettore, utilizzan-
  do viti di diametro massimo 3 mm (fig 2).                                                                                                         Fig. 8
  • Applicare il coperchio alla base premendolo fino allo scatto degli agganci (fig. 3).                               Fig. 7
  • Collegare il lettore alla centrale, seguendo le indicazioni riportate nella tabella seguente e nel manuale
  di installazione della centrale. Tenere presente che l'installazione del lettore su superfici metalliche
  potrebbe ridurre la distanza di lettura

                     TRANSPONDER PASSIVO
                                ART. ZD17
  Il trasponder passivo Art. ZD17 è dotato di un codice univoco e può essere utilizzato con tutti i lettori di
  prossimità Elvox. La distanza di lettura è 3-4 cm, a seconda del lettore.
  Utilizzo dell’art. ZD17 come portachiavi
  1. Ruotare la parte plastica del transponder per liberare l’estremità dell’anello (Fig. 5)
  2. Inserire la chiave nell’anello (Fig. 6)
  3. Riportare la parte plastica nella posizione originale, facendo scorrere la chiave nell’anello (Fig. 7)
  Per utilizzare un anello diverso da quello fornito, sfondare il foro predisposto nel transponder (Fig. 8) e
  inserirlo come in Fig. 9.

                 BAGDE DI PROSSIMITÀ:                              ART. ZD18                                                     Fig. 9


136
                                                 ACCESSORI SERIE ZR

                                    RILEVATORE MAGNETICO DI MASSA
                                                           Art. ZR01
                                                    SPIRA MAGNETICA
                                                          Art. ZRS1
DESCRIZIONE GENERALE
I rilevatori elettrornagnetici a zoccolo undecal Art. ZR01 sono, progettati e costruiti
allo scopo di gestire una spira magnetica e per fornire due o più impulsi di comando
ai passaggio di un corpo metallico di discrete dimensioni (veicolo, motocicletta, et..)
sulla stessa spira.

CARATTERISTICHE
-  Connessione di una spira magnetica
-  Semplice gestione delle funzioni tramite dip-switch
-  2 uscite a relè
-  Funzioni selezionabili tramite dip-switch 8 vie binary

CARATTERISTICHE TECNICHE
Alimentazione                            24 - 12 V c.c./a.c.
Consumo                                  20 mA st.by -40 mA max
Spire collegabili                        1
N. uscite                                2
Tipi di uscita                           Impulsiva e/o presenza
Uscita 1 (OUT1)                          Relè - contatto in scambio N.O. / N.C.
                                         Impulso (100 ms.)
Uscita 2 (OUT2)                          Relè - contano in scambio N.O. / N.C.
                                         Impulso 100 ms o presenza
Portata contatti                         0.5A, 24V
Segnalazioni                             LED rosso
Temperatura di funzionamento             -20 / + 55 °C
Grado di protezione                      IP55
Dimensioni/Peso                          88x76s38mrn / 85 gr.
CARATTERISTICHE DELLA SPIRA MAGNETICA (Fig. 1/ZR)
La spira deve essere costituita da filo di rame isolato di sezione minima di 1,5 mm2. Per il collegamento dalla spira al rilevatore è
preferibile usare fili ritorti in rame (almeno 20 torsioni per metro). È sconsigliabile eseguire giunzioni nei fili della spira e del cavo
ritorto. Nel caso in cui ciò fosse indispensabile, le giunzioni dovrebbero essere saldate e racchiuse in un'apposita scatola stagna di
connessione per assicurare il buon funzionamento del rilevatore. Nel caso in cui i fili utilizzati per il cavo ritorto siano particolarmente
lunghi o si trovino in prossimità di altri cavi elettrici, è consigliabile provvedere alla schermatura di detti fili. La messa a terra dello
schermo deve essere eseguita solo all'estremità del rilevatore. Fatta eccezione per condizioni particolari, le spire di rilevazione
devono presentare forma rettangolare. In fase di installazione i lati più lunghi devono essere disposti ad angolo retto nella direzione
del movimento del veicolo. La distanza ideale tra questi lati è di 1 metro. La lunghezza della spira viene determinata in funzione
della larghezza della superficie stradale che si intende monitorare. È consigliabile che la spira disti al massimo 300 mm in riferimen-
to ad ogni estremità della superficie stradale. Le spire che presentano un perimetro superiore a 10 m vengono solitamente instal-
late utilizzando due avvolgimenti di filo, mentre le spire con perimetro inferiore a 10 m richiedono tre o più avvolgimenti.
Per le spire con perimetro inferiore a 6 m sono infine necessari quattro avvolgimenti.
Allo scopo di limitare l'effetto diafonico è consigliabile predisporre le spire adiacenti In modo tale che presentino alterna-
tivamente tre o quattro avvolgimenti di filo.
Tutti i componenti permanenti della spira devono essere fissati alla superficie stradale eseguendo apposite scanalature mediante
utensili da taglio per muratura o simili. All'interno degli angoli del circuito occorre praticare un taglio trasversale inclinato a 45°. Ciò
consente di ridurre il rischio che il cavo della spira venga danneggiato in prossimità dei vertici degli angoli retti.
Larghezza nominale della scanalature: 15 mm
Profondità nominale della scanalatura: 50 mm
Allo scopo di sistemare il cavo di collegamento tra la spira ed il rilevatore è inoltre necessario eseguire un'ulteriore scanalatura che
parta da uno degli angoli del circuito situati sul perimetro dello stesso e raggiunga l'estremità della superficie stradale. Allo scopo di
ottenere il collegamento ininterrotto dalla spira al cavo di collegamento, è sufficiente assicurarsi un'estremità sufficientemente lunga
che possa raggiungere il rilevatore prima che il cavo sia inserito nella scanalatura della spira. Una volta che il numero necessario
di avvolgimenti di filo è stato disposto nella scanalatura lungo il perimetro della spira, il filo viene nuovamente convogliato verso
l'estremità della superficie stradale attraverso la scanalatura del cavo di collegamento.
                                                                 Rilevatore da collegare alla centralina dell’automazione
           Tratta cavo di collegamento
                                                                                                Sigillante della spirale

      Spira interrata
      (ELVOX Art. ZRS1)




                                                                                                      Superficie stradale      Fig. 1/ZR

La lunghezza massima consigliabile per il cavo di collegamento è di 100 m Poiché la sensibilità della spira diminuisce proporzior-
salmenle alla maggiore lunghezza del cavo di collegamento, è consigliabile limitare il più possibile la lunghezza di quest’ultimo.
Le spire vengono fissale alla superficie stradale mediante un composto “a presa rapida" contenente resina epossidica o un mastice
di bitume utilizzato a caldo. La distanza minima da rispettare tra due eventuali spire contigue deve essere di almeno 2 metri.
La presenza di un rinforzo in ferro sotto i manto stradale riduce l'attività induttiva e pertanto la sensibilità del sistema di rilevazione
a spira. La distanza ottimale da tenersi tra il cavo della spira e il rinforzo d'acciaio è di 150 mm

                                                                                                                                           137
                                                   ACCESSORI SERIE ZR




                                               Rilevatore
                                               Art. ZR01
                                                                                                                               ZRS1

                                                                                                         Misure consigliate per l’inter-
                                                                                                         ramento della spira (vista in
                                                                                                         sezione).


  LED di rilevazione
  Nell’accensione e durante la fase di taratura il LED rimane fisso per circa 3 sec. e lampeggia per altri 3 sec.

  Messa in funzione
  Per accedere al dip-switch è necessario togliere la scheda elettronica dal box plastico.
  Una volta impostato il dip-switch la scheda elettronica deve essere reiserita nel box plastico seguendo quanto indicato nella figura
  2B/ZR facendo attenzione al fatto che la scheda sia posizionata fra la seconda e la terza guida.

  1. Realizzare i collegarnenli dello zoccolo undekal seguendo le indicazioni di Fig. 2/ZR ed innestare successivamente il rilevatore
     come indicato nella medesima figura.
  2. Impostare la frequenza tramite i dip-switch 1 e 2 come indicato in Fig 3/ZR. La variazione della frequenza serve soprattutto per
     evitare l'interferenza tra due spire magnetiche installate in vicinanza (2-3 m di distanza): in quest'ultimo caso per evitare interfe-
     renze bisogna quindi impostare frequenze differenti. Di norma il rilevatore collegato alla spira con dimensioni e numero di avvol-
     gimenti superiori, deve essere tarato alla frequenza inferiore, e viceversa.
  3. Impostare la sensibilità tramite i dip-Switch 3 e 4 come indicato in Fig 3/ZR. La regolazione della sensibilità permette di interdi-
     re la rilevazione di corpi metalli di ridotte dimensioni quali biciclette e motocicli.
  4. L'uscita OUT 1 può essere abilitata o disabilitata tramite il dip-switch 8 (Fig 3/ZR) ed ha un funzionamento impulsivo (100 ms).
     L'uscita OUT 2 può essere regolata con funzionamento impulsivo (100 ms.) con attivazione all'impegno o al disimpegno della
     spira, oppure con funzionamento in presenza, tramite i dip-switch 6 e 7 (Fig 3/ZR).

   Il dip switch SW10 (vedi figura 4/ZR) permette, una volta impostata la modalità “presenza” dell’uscita OUT2 (dip 6 = OFF), di sele-
   zionare il tempo della presenza tra il valore 5 min o “infinito”.
  Nel caso in cui si selezioni il tempo pari a 5 min, il relè si eccita alla rilevazione della massa e rimane eccitato per 5 minuti se la
  massa permane sulla spira, dopodichè il relè si diseccita. Quando la massa abbandona la spira viene effettuata una taratura auto-
  matica del dispositivo senza che sia necessario un intervento estremo dell’operatore.
  Nel caso in cui si selezioni il tempo pari a “infinito”, il relè si eccita alla rilevazione della massa e rimane eccitato per tutto il tempo
  in cui la massa rimane sopra la spira.

  5. Assicurarsi di non avere nessuna massa metallica sopra la spira e premere il pulsante di RESET per effettuare la taratura auto-
     matica del rilevatore elettromagnetico.
  6. Effettuare varie prove di funzionamento facendo transitare sulla spira i mezzi che si vogliono rilevare. Se necessario variare la
     sensibilità tramite i dip-switch 3 e 4.
     Non è necessario impostare valori di sensibilità eccessivamente alti.
  7. Se necessario, inserire la funzione di BOOST tramite il dip-switch 5. Tale funzione serve per aumentare la sensibilità al fine di
     mantenere attivato il contatto di rilevazione anche nel caso di automezzi molto alti o durante il passaggio di una motrice con
     rimorchio.




138
ACCESSORI SERIE ZR




                         Fig. 2/ZR




 Fig. 3/ZR




             Fig. 4/ZR               Fig. 5B/ZR

                                                  139
                                                  ACCESSORI

        SEMAFORO A DUE LUCI (ROSSO-VERDE)
                               Art. ZSEM
  DESCRIZIONE DEL PRODOTTO
  Il semaforo Art. ZSEM a due luci e due lenti, viene utilizzato per gestire
  le movimentazioni di priorità in condomini, residenze, parcheggi, lavaggi
  rapidi, ecc; viene fornito con due lampadine da 70W a lunga durata, ed è
  dotato di una orientabilita' di circa 200°.

  CARATTERISTICHE TECNICHE
  -    Alimentazione: 230V ~.
  -    Consumo orario (per lampada): 70 Watt.
  -    Durata media (per lampada): 10.000 ore.
  -    Peso: 2,7Kg.
  -    Colori: rosso-verde
  -    Ingombro: 180 x 90 x 410 mm.
  -    Diametro lenti: 124 mm.
  -    Grado di protezione: IP65

  INSTALLAZIONE
  Il semaforo a due luci e due lenti è formato da un corpo in alluminio nero
  al cui interno si trovano due portalampada (divisi da un separatore) da
  cui partono i cavi che, tramite una morsettiera ceramica, andranno colle-
  gati all'alimentazione; il dispositivo prevede inoltre due staffe che danno
  la possibilità di fissare il semaforo e di ruotarlo di circa 200° a scatti di 3°.
  L'installazione è basata sui seguenti passi:
  1) Effettuare la foratura del coperchio inferiore del semaforo per l'inser-
       imento del pressacavo.
  2) Fissare il semaforo in una posizione opportuna, utilizzando per il
       bloccaggio le staffe, le viti e i tasselli (fischer) forniti nella confezione.
  3) Togliere i parasole e le lenti del semaforo, avvitare le lampadine, for-
       nite nella confezione, sui portalampada ed effettuare i collegamenti
       elettrici con l'alimentazione, come descritto nella pagina seguente. Si
       consiglia di utilizzare cavi di sezione 1,5 mm2 e di lunghezza massi-
       ma pari a 20 m.
  4) Richiudere il semaforo con le rispettive lenti e parasole.
  ATTENZIONE: assicurarsi che le viti di bloccaggio dei parasole
  siano ben avvitate per avere una buona tenuta delle guarnizioni.
  Di seguito è mostrato lo schema elettrico e l'esploso relativo al semaforo
  a due luci e due lenti.
                                            Fissaggio a muro
                                            con quattro viti
                                            con testa a croce
                                            che si avvitano in
                                            tasselli a muro.




                                                                                               Nero
                                                                                         Blu


                                                                                         Blu

                                                                                                           Giallo/Verde
                                                                                         Marrone




                                                                     Pos.    Qtà.   Descrizione
                                                                     1       2      Lampada
                                                                     2       1      Pressacavo
                                                                     3       2      Staffa di fissaggio
                                                                     4       2      Coperchio
                                                                     5       2      Portalampada
                                                                     6       1      Corpo de semaforo
                                                                     7       2      Lente
                                                                     8       2      Parasole
                                                                     9       1      Separatore
                                                                     10      2      Vite testa esagonale
                                                                     11      2      Dado

140
                                                             ACCESSORI

                        CENTRALINA ELETTRONICA DI CONTROLLO PER SEMAFORI
                                                          ART. ZSC1




DESCRIZIONE DEL PRODOTTO
La centralina elettronica viene utilizzata per il coordinamento dei semafori a due luci all’interno di parcheggi, residence, e in tutti que-
gli ambienti in cui è necessaria una gestione ordinata degli accessi (per esempio, lungo un’unica via su cui ci si deve muovere in
modo alternato, oppure ad un semplice incrocio). Tale centralina prevede due logiche possibili di funzionamento:
1. logica di funzionamento a tempo. I tempi di rosso e di verde dei semafori che andranno collegati alla centralina, vengono fissa-
    ti regolando i rispettivi trimmer. Tale logica non prevede l’utilizzo di fotocellule o altri dispositivi di rilevamento poiché il sistema
    viene controllato esclusivamente dai tempi impostati per i due semafori.
2. logica di funzionamento con dispositivi di rilevamento ( per esempio fotocellule). I tempi di rosso e verde dei semafori che
    andranno collegati alla centralina, vengono determinati dai segnali provenienti dalle fotocellule o da altri possibili dispositivi di
    rilevamento. Successivamente verranno spiegate con maggior dettaglio le logiche di funzionamento e le indicazioni di come
    impostare le due diverse modalità.


CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI
Alimentazione 230V, 50 Hz, 5 VA. N°1 uscita tensione ausiliaria 24V ac, 130 mA max (per fotocellule, spire magnetiche, ecc.)
N° 1 fusibile per protezione linea 160 mA.
N° 1 fusibile per protezione uscita ausiliaria 160 mA
N° 4 uscite a relè con contatto pulito in commutazione (230V, 2A max).
N° 2 ingressi per dispositivi di controllo settabili N.A. o N.C. (fotocellule ecc.)
N° 1 microinterruttore (Dip 2) per selezione ingressi N.A. o N.C.
N° 1 microinterruttore (Dip 1) per selezione funzionamento con dispositivo di rilevamento o a tempo. N° 1 trimmer (T1) per regola-
     zione tempo di luce rossa (range da 5 a 120 secondi).
N° 1 trimmer (T2) per regolazione tempo di luce verde (range da 5 a 120 secondi).
N° 1 trimmer (T3) per regolazione tempo di priorità (range da 5 a 120 secondi).
N° 5 Led per segnalazione stato ingressi e uscite. Di seguito e mostrato lo schema elettrico relativo ai componenti principali della
     centralina elettronica di controllo.


                                                                                                                                            141
                                                                                                    TRASFORMATORE
                       LED DI FUNZIONAMENTO SCHEDA
               LED ATTIVAZIONE INGRESSI CONTROLLO
                         TRIMMER REGOLAZIONE ROSSO                                                                                                                      LED ATTIVAZIONE RELE'
                                                                        T1
                        T RI MME R R EG OL AZ I ON E V ER D E




                                                                                                                                          FUSIBILE OUT
ACCESSORI




                                                                                                                          FUSIBILE 230
                                                                        T2
                     TRIMMER REGO LAZI O NE PRIOR ITA '
                                                                        T3




                                                                                                             RELE'
                                                                                                RELE'
                             DIP DI SELEZIONE
                                                                 DIP1
            INGRESSI PER DISPOSITIVI DI CONTROLLO
            (ES. FOTOCELLULE,BARRE MAGNETICHE)                                                                                                                    USCITA TENSIONE AUX. (MAX 130 mA)
                                                                        INPUT   INPUT       V1 R 1 C     V 2 R2 C         L N             OUT
                                                                          1       2                                                      24V ac
                                                                USCITA LUCE VERDE 1° SEMAFORO                                                            I NG R E S SO NE U T R O AL I M E N T AZ I O NE ( 2 3 0 V AC , 5 0 H z )
                                                                                                        F1           F2
                                                                    USCITA LUCE ROSSA 1° SEMAFORO                                                           IN G R ES S O F A S E A LI M E NTA Z IO N E ( 2 3 0 V A C , 5 0 H z )
                                                                                                                                                                                                   COMUNE 2° SEMAFORO
                                                                                                                                                                                  USCITA LUCE ROSSA 2° SEMAFORO
                                                                                   COMUNE 1° SEMAFORO
                                                                                                                                                                           USCITA LUCE VERDE 2° SEMAFORO
                                                                                                     QUADRO
                                                                                                    ELETTRICO




                                                                                                                                                                                                                                    142
                                                         ACCESSORI

La centralina elettronica, dispone di due microinterruttori (Dip) che permettono di scegliere la modalità di funzionamento della cen-
tralina e la tipologia di contatto per i dispositivi di controllo in ingresso. Di seguito vengono mostrate le combinazioni possibili:

1. IMPOSTAZIONE LOGICA DI FUNZIONAMENTO A TEMPO



                     DIP 1 OFF

                     DIP 2 OFF




2. IMPOSTAZIONE LOGICA DI FUNZIONAMENTO CON DISPOSITIVO DI RILEVAMENTO


                     DIP 1 ON

                     DIP 2 OFF


                     Impostazione contatti in ingresso di tipo N.A.



                     DIP 1 ON

                     DIP 2 ON


                     Impostazione contatti in ingresso di tipo N.C.


LOGICA DI FUNZIONAMENTO A TEMPO
Per impostare la logica di funzionamento a tempo, occorre che:
Dip 1 sia in posizione OFF.
Dip 2 = OFF.
Il trimmer T1 venga regolato per fissare il tempo in cui si vuole che i due semafori siano entrambi rossi (da 5 a 120 secondi).
Il trimmer T2 venga regolato per fissare il tempo in cui uno dei due semafori resta verde (da 5 a 120 secondi).
Il trimmer T3 risulta indifferente. Il ciclo di funzionamento a tempo prevede i seguenti passi:

1. Al momento dell’accensione della centralina elettronica, i due semafori risultano entrambi rossi per il tempo impostato dal trim-
   mer T1(tempo T1).
2. Trascorso il tempo T1, il semaforo collegato ai morsetti “1” diventa verde mentre quello collegato ai morsetti “2” rimane rosso.
3. I semafori restano in questo stato per il tempo impostato dal trimmer T2 (tempo T2).
4. Trascorso il tempo T2, i semafori tornano entrambi rossi per un tempo T1 per dare modo agli ultimi entrati di liberare il passag-
   gio.
5. Trascorso il tempo T1, il semaforo collegato ai morsetti “1” resta rosso, mentre quello collegato ai morsetti ”2” diventa verde.
6. Trascorso il tempo T2, i semafori tornano entrambi rossi per il tempo T1 per dare modo agli ultimi entrati di liberare il passaggio.
7. Il ciclo ricomincia dal punto 2 e si ripete all’infinito.

LOGICA DI FUNZIONAMENTO CON DISPOSITIVI DI RILEVAMENTO
Per impostare la logica di funzionamento con dispositivi di rilevamento, occorre che:
   Il Dip 1 sia in posizione ON.
   Il Dip 2 sia in posizione OFF, per contatti NA.
   Il Dip 2 sia in posizione ON , per contatti NC.
   Il trimmer T1 venga regolato per fissare il tempo in cui si vuole che i due semafori siano entrambi rossi (da 5 a 120 secondi).
   Il trimmer T2 venga regolato per fissare il tempo in cui uno dei due semafori resta verde ( da 5 a 120 secondi).
   Il trimmer T3 venga regolato per fissare il tempo necessario per bloccare un eventuale reset continuo del tempo T2, dovuto ad
   un ripetuto passaggio dalla parte di uno dei due semafori, e soddisfare così anche richieste di accesso provenienti dalla parte
   opposta (da 5 a 120 secondi).




                                                                                                                                     143
                                                            ACCESSORI

  Il ciclo di funzionamento con dispositivi di rilevamento prevede i seguenti passi:
  1. Al momento dell’accensione della centralina elettronica, i semafori sono entrambi vincolati al rosso per il tempo impostato dal
         trimmer T1 (tempo T1).
  2. Trascorso il tempo T1, il primo rilevatore ad essere eccitato( per esempio una fotocellula) chiama il verde al semaforo ad esso
         abbinato per un tempo impostato dal trimmer T2 (tempo T2), mentre l’altro semaforo resta rosso.
  3. Il tempo di verde T2 viene resettato ogni volta che il rilevatore viene eccitato, fino a quando il rilevatore opposto è libero; in
         caso contrario il ciclo passa al punto 7.
  4. Se il rilevatore non viene più eccitato allo scadere del tempo T2, i semafori tornano entrambi rossi.
  5. I semafori restano vincolati al rosso per il tempo T1. Se in questa fase dovesse giungere un comando di attivazione agli ingres-
         si, questo viene memorizzato e preso in considerazione allo scadere del tempo T1.
  6. Scaduto il tempo T1 il ciclo riprende dal punto 2.
  7. Se anche il rilevatore opposto viene eccitato, inizia il conteggio del tempo imposto dal timer T3 (tempo T3).
  8.     Allo scadere del tempo T3 viene bloccato il reset continuo del tempo T2 (dovuto al ripetuto passaggio da una delle due parti).
  9. Allo scadere del tempo T2 entrambi i semafori vengono vincolati al rosso per il tempo T1.
  10. Allo scadere del tempo T1 viene soddisfatta la richiesta di verde fatta dall’altro semaforo e il ciclo riprende dal punto 3.

  NOTE
  a) l’alimentazione dei contatti puliti comandati dai relè, dipende dal tipo di semaforo utilizzato: per i semafori a lampada servirà
     un quadro elettrico che fornisca una tensione di 230V ac, mentre per quelli a LED servirà una tensione di 24V ac-dc.
  b) Le uscite della centralina elettronica di controllo per il rosso sono collegate sul contatto N.C. del relè, quindi in caso di guasto
     della scheda, i semafori resteranno sempre accesi sul rosso.
  c) Gli ingressi dei dispositivi di rilevamento vedono solamente le variazioni di stato del rilevatore, quindi nel caso in cui quest’ul-
     timo dovesse guastarsi dando sempre lo stato di occupato (per esempio una fotocellula accecata dal sole), l’ingresso viene
     ignorato dando sempre sull’uscita ad esso abbinata, lo stato di rosso.
  d) La scheda elettronica non necessita di alcuna manutenzione particolare. Verificare comunque periodicamente, almeno due
     volte l’anno, il regolare funzionamento dei semafori in base a quanto impostato nella scheda.
  e) I Dip vanno settati quando la scheda non è alimentata.
  f) Al fine di proteggere i relè da eventuali cortocircuiti, utilizzare dei fusibili di tipo rapido (F1 e F2) di adeguata portata (max 2A)
     sui comuni dei due semafori.
  g) Si consiglia di inserire un interruttore differenziale magnetotermico prima di collegare l’alimentazione alla centralina.




144
                                                       ACCESSORI

                                    KIT FOTOVOLTAICO
                                      Serie EKF
      Art. EKF1 35W, Art. EKF2 50W, Art. EKF3 75W, Art. EKF4 100W

CARATTERISTICHE GENERALI
Kit fotovoltaici per alimentare le schede di comando delle automazioni ELVOX. Ogni Kit è compo-
sto da N°1 modulo fotovoltaico, N°1 regolatore di carica, N°2 portafusilibili con fusilibe da 6A, N°1
quadro elettrico ed N°1 batteria 12V.

CARATTERISTICHE TECNICHE MODULO FOTOVOLTAICO
Garanzia potenza maggiore uguale 80% 25anni
Umidità relativa fino al 100%
Tolleranza sui dati tecnici ±10%

KIT                                                            EKF1              EKF2           EKF3              EKF4
Potenza di picco (Watt)                                        35                50             75                100
Corrente di corto circuito (A)                                 2,38              3,5            4,78              6,9
Tensione di circuito aperto (V)                                20,5              20,8           21,6              21
Tensione del punto di max. potenza (V)                         16,5              16,66          17,3              16,5
Corrente al punto di max. potenza (A)                          2,12              3              4,33              6,06
Temperatura di esercizio (°C) e di mantenimento                -40÷+95           -40÷+95        -40÷+95           -40÷+95
Dimensioni (LxHxP) (mm)                                        430x690x34        524x750x34     524x1130x34       524x1440x34
Corrente alla tensione operativa batteria (A) (12-13,8V)       2,2               3,15           4,5               6,3
CARATTERISTICHE TECNICHE REGOLATORE DI CARICA
KIT                                                            EKF1              EKF2           EKF3              EKF4
Tensione (V)                                                   12                12             12                12
Corrente massima in ingresso (A)                               8                 8              15                15
Corrente massima in uscita (A)                                 8                 8              15                15
Tensione di fine carica (V)                                    14,1              14,1           14,1              14,1
Auto-consumo (mA)                                              6                 6              6                 6
Dimensioni (LxHxP) (mm)                                        79x132x21         79x132x21      104x146x47        104x146x47
Peso (gr)                                                      152               152            286               286
Terminali di connessione (mm2)                                 6                 6              6                 6
IMPORTANTE
Per garantire l’efficienza del prodotto è indispensabile che personale professionalmente competente effettua la
manutenzione ogni 12 mesi. Gli interventi di manutenzione, riparazione e pulizia devono essere documentati. Tale
documentazione deve essere conservata dall’utilizzatore, a disposizione del personale competente preposto.

ROTTAMAZIONE - SMALTIMENTO
Allorchè si desidera di non utilizzare più il prodotto, si consiglia di rimuoverla e riciclarla in accordo con le normati-
ve in materia. Quindi ai centri di raccolta e recupero per lo smaltimento.
                                Schema di collegamento


                                Pannello solare
                                35-50-75-100W




                                       Regolatore di carica
                                           8A o 15A




                                         + -      - + + -
             - +
                                                                    - BAT (29)
                                                                    + BAT (28)


                                                              Fusibile
                         Fusibile                                                    Scheda serie ZC
                                                              6A
                         6A                                                          (N.B. Non collegare nulla nei morsetti n° 30 e n° 31)
                                          -            +




                                        Batteria
                                        12V
                                        40-65-75-100 Ah




                                                                                                                                             145
                                                     ACCESSORI SERIE ZX

                                     COSTA MECCANICA DI SICUREZZA
                                   Art. ZX01 da 1,5 m, Art. ZX02 da 2 m
                                 Art. ZX38 da 1,8 m, Art. ZX40 da 2,5 m




                                                 75 mm

                                                              70 mm


                                            mm
                                          45




                                                                                                                    m
                                                                                                                m
                                                                                                              30
  DISPOSITIVO DI PROTEZIONE ATTIVA PER CANCELLI SCORREVOLI
  Dispositivo di protezione per la prevenzione degli infortuni su cancelli scorrevoli ed acces-
  si automatizzati, trova impiego come alternativa alle attuali coste pneumatiche e fotocoste.
  Il suo funzionamento è assicurato anche nella condizione limite in cui l'estruso in gomma
  risultasse lacerato e in caso di guasto, provoca l'arresto dell'automazione.
  Le coste meccaniche sono composte da una costa in gomma a doppia camera con dopo
  corsa elastico di ammortamento urto superiore ai 50mm e da un profilo in alluminio di
  uguale lunghezza, che fissato al pilastro farà da supporto all'estruso in gomma. Il funzion-
  amento della costa è garantito da due micro switches. Il primo lavora su deformazione
  della gomma, il secondo come sicurezza nel caso in cui il dispositivo si guastasse.

  MATERIALI
  - Estruso di gomma Dutrel RAL 7000
  - Profilo in alluminio
  - Supporti e calotta in nylon RAL 7000
  - Minuterie in acciaio inox

  CARATTERISTICHE TECNICHE
  - Contatti microswitch: NO-NC 230V 10A
  - Portata contatti: 10A 230V
  - Grado di protezione: IP54

  INSTALLAZIONE
  1. Montare il tappo inferiore, inserire il profilo in gomma e il filo in acciaio.
                                                                                                                        Fig. 1/ZX
  2. Montare il tappo superiore con il supporto accessori
  3. Fissare la piastrina (Fig. 1/ZX, Part. 1) sul montante seguendo le quote della tabella (A),
     colonna (b).
  Tabella (A)
  Altz. costa   (a)(ø5,5)    (b)(ø5,5)      (c)(ø5,5)
  1500          7            750            1493
  1700          7            850            1693
  2000          7            1000           1993
  3000          7            1000/2000      2993

  Attenzione: Il dispositivo elettromeccanico di rilevamento ostacoli è un dispositivo di sicurezza “ausiliario”. Vale a dire che
  è utilizzabile su impianti comandati a “uomo presente” oppure in conformità ai requisiti dettati dalla Norma di Sicurezza
  EN12453

146
                                                    ACCESSORI SERIE ZX




                                   Fig. 2/ZX                                                                                                                            Fig. 3/ZX

4. Inserire il profilo nella staffa e fissarlo nei fori predisposti (Fig.2/ZX, Part. 2-3).
   In questo modo la costa risulta bloccata in tre punti senza doverla smontare.
5. La costa deve essere installata con la calotta posta nella parte superiore.

TARATURA
La costa meccanica di protezione confezionata viene già pretarata per agire con una
deformazione di c.a. 1/3 dell'estruso in gomma.

Per modificare la sensibitità della costa eseguire le seguenti operazioni:
1. Sbloccare il controdado (Fig. 3/ZX, Part.1).
2. Regolare la sensibilità della costa agendo sul tendicavo (Fig. 3/ZX, Part. 2).
3. Ribloccare il controdado.
In condizione di riposo nessuno dei due microswitches dovrà essere premuto.                                                                                                                               Fig. 3A/ZX

COLLEGAMENTI
La costa meccanica di protezione è predisposta per essere collegata ad un contatto
NC di sicurezza. Per il suo collegamento bisogna collegare due cavi ai morsetti posti
all'interno del supporto superiore della costa (Fig. 3/ZX, Part. 3).
Nella maggior parte delle installazioni, viene collegata al contatto fotocellula NC se posta
nella colonna di chiusura (morsetto "COM1" 22 - "FCEL." 24), che non appena si apre
blocca l'automazione solo se essa è in chiusura invertendo la marcia senza disabilitare
la chiusura automatica nel caso esso sia inserita (Fig. 4/ZX).
Invece viene collegata al contatto di STOP N.C., se posta nella colonna di apertura del
cancello (morsetto "COM1" 22 - "STOP" 23), tale non appena si apre blocca l'au-
tomazione in apertura disabilitando anche il tempo di chiusura automatica (Fig. 4/ZX).
                                                                                                                                               COMUNE 1
                                                               COMUNE 1
                                                                          N.A. APRE/CHIUDE
                                                                                             N.A. APRE CARRAIO
                                                                                                                 N.A. APRE PEDONALE




                                                                                                                                                          N.C. STOP


                                                                                                                                                                                         N.C. FOTOCOSTA
                                                                                                                                      CHIUDE




                                                                                                                                                                      N.C. FOTOCELLULA




                                                                                                                                                   Fig. 4/ZX




                                                                                                                                                                                                                       147
            CANCELLO SCORREVOLE CON PESO MASSIMO DI 600 Kg
  Schema impianto per cancello scorrevole con anta fino a 600 Kg



                                                                                                 2




                                                                                             9




                              5                                                       4/RX

                                                                            4x1 mm2
                                  4/TX
                                                                                                     1    11

                                                                                                     13
                                                          10
                                     12

                                                                                      3x1,5 mm2
                    2x1 mm2                                    3x1 mm   2
                                                                                      Rete 230V
                    2x1 mm2


                                                                                                               3



      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno          Articolo               Descrizione                                                       Quantità

      1                   ES07                   Attuatore scorrevole                                                  1
      2                   EL10                   Lampeggiante con supporto antenna e ricevitore 433 MHz                1
      3                   ET03                   Radiocomando a 2 canali                                               2
      4                   EF04/S                 Coppia fotocellule esterno parete                                     1
      5                   EDE4                   Selettore a chiave da esterno parete                                  1
      9                   ZX64                   Cavo (4x0,5 mm2)                                                    ...m
      10                  ZE03 - ZE08            Cremagliera                                                         ...m
      11                  ZBA1                   Batteria tampone 12V 7Ah                                              1
      12                  ZX01                   Costa meccanica di sicurezza                                          1
      13                  ZX16                   Contropiastra di ancoraggio                                           1




148
   CANCELLO SCORREVOLE CON PESO MASSIMO DI 1000 Kg

Schema impianto per cancello scorrevole con anta fino a 1000 Kg



                                                                                          2




                                                                                          9




                          5                                                        4/RX

                                                                         4x1 mm2
                              4/TX                                                                               6
                                                                                                 1      11
                                             6

                                                                                                 7               4/TX
                                                          10
                                 12

                                                                                              2x1 mm2
                2x1 mm2                                        3x1 mm2                               3x1,5 mm2
                2x1 mm2                                             4x1 mm2                          Rete 230V

                                      4/RX
                                                                                                             3




 Distinta impianto

  Riferimento
  al disegno                   Articolo          Descrizione                                                         Quantità
  1                            ES09              Attuatore scorrevole                                                    1
  2                            EL10              Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                  1
  3                            ET03              Radiocomando a 433 MHz                                                  2
  4                            EF04/S            Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina                       2
  5                            EDE4              Selettore a chiave da esterno parete                                    1
  6                            EE11              Colonnina a basso profilo da 500 mm                                     2
  7                            ZX16              Contropiastra di ancoraggio                                             1
  9                            ZX64              Cavo (4x0,5 mm2)                                                      ...m
  10                           ZE07              Cremagliera zincata in acciaio                                        ...m
  11                           ZBA1              Batteria tampone 12V 7Ah                                                1
  12                           ZX01              Costa meccanica di sicurezza                                            1




                                                                                                                                149
                              CANCELLO AD ANTA BATTENTE

  Schema impianto per cancello ad ante battenti con due ante fino a 1,80 m cadauna.



                                                                                                  2




                                                                                              9




                              5                                                            4/RX
                                                                 14          4x1 mm2
                              4/TX                                                                                        11
                                                                                       1                              7
                                                                   2x1 mm2                            8
                                       1

                                                           15
                    2x1 mm2                                 23                                            3x1,5 mm2
                                                                                                          Rete 230V
                                                       8
                                                                      3x1 mm2

                                                                                                                  3



      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno                  Articolo           Descrizione                                                           Quantità
      1                           EA25               Attuatore lineare + kit di fissaggio                                     2
      2                           EL10               Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                   1
      3                           ET03               Radiocomando a 433 MHz                                                   2
      4                           EF04/S             Coppia di fotocellule da esterno parete                                  1
      5                           EDE4               Selettore a chiave da esterno parete                                     1
      7                           EC33               Centralina di comando senza pulsantiera                                  1
      8                           ZX29               Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                        1
                                                     (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
      9                           ZX64               Cavo (4x0,5 mm2)                                                          ...m
      11                          ZBA1               Batteria tampone 12V 7Ah                                                    1
      14                          ZD04               Elettroserratura 12V cc                                                     1
      15                          ZD06               Chiavistello di bloccaggio                                                  1
      23                          ZD14               Elettroserratura 12Vcc verticale                                            1
                                  (ZD14/I, ZD14/M)   (cilindro intero, mezzo cilindro)




150
                      CANCELLO AD ANTA BATTENTE

Schema impianto per cancello ad ante battenti con un anta fino a 1,80 m


                                                                                              2




                                                                                          9




                            5                                                          4/RX
                                                                         4x1 mm2
                                              14
                             4/TX                                                                                     11
                                                                                   1                              7
                                                                                                  8
                                                   2x1 mm2



                2x1 mm2                                                                               3x1,5 mm2
                                                                                                      Rete 230V
                                         23
                                                                    3x1 mm2

                                                                                                              3




 Distinta impianto

  Riferimento
  al disegno              Articolo                  Descrizione                                                        Quantità
  1                       EA25                      Attuatore lineare + kit di fissaggio                                  1
  2                       EL10                      Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                1
  3                       ET03                      Radiocomando a 433 MHz                                                2
  4                       EF04/S                    Coppia di fotocellule da esterno parete                               1
  5                       EDE4                      Selettore a chiave da esterno parete                                  1
  7                       EC33                      Centralina di comando senza pulsantiera                               1
  8                       ZX29                      Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                     1
                                                    (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
  9                       ZX64                      Cavo (4x0,5 mm2)                                                       ...m
  11                      ZBA1                      Batteria tampone 12V 7Ah                                                 1
  14                      ZD04                      Elettroserratura 12V cc                                                  1
  23                      ZD14                      Elettroserratura 12Vcc verticale                                         1
                          (ZD14/I, ZD14/M)          (cilindro intero, mezzo cilindro)




                                                                                                                                  151
                              CANCELLO AD ANTA BATTENTE
  Schema impianto per cancello ad ante battenti con due ante da 1,80 m fino a 2,50 m cadauna.



                                                                                                          2




                                                                                                      9




                               5                                                                   4/RX
                                                                                                                   7    11
                                                                      14             4x1 mm2
                               4/TX                                                                                             4/TX
                                                                                               1
                                                                                                                                 6
                                                                           2x1 mm2                            8
                                      1                                                                                        2x1 mm2


                                                                15
                                                 4/RX
                    2x1 mm2                                      23                                               3x1,5 mm2
                                                  6         8                                                     Rete 230V

                                                                            3x1 mm2
                                                                                   4x1 mm2                               3




  Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno              Articolo                  Descrizione                                                           Quantità
      1                       EA25                      Attuatore lineare + kit di fissaggio                                     2
      2                       EL10                      Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                   1
      3                       ET03                      Radiocomando a 433 MHz                                                   2
      4                       EF04/S                    Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina                        2
      5                       EDE4                      Selettore a chiave da esterno parete                                     1
      6                       EE11                      Colonnina a basso profilo 500 mm                                         2
      7                       EC33                      Centralina di comando senza pulsantiera                                  1
      8                       ZX29                      Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                        1
                                                        (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
      9                       ZX64                      Cavo (4x0,5 mm2)                                                        ...m
      11                      ZBA1                      Batteria tampone 12V 7Ah                                                  1
      14                      ZD04                      Elettroserratura 12V cc                                                   1
      15                      ZD06                      Chiavistello di bloccaggio                                                1
      23                      ZD14                      Elettroserratura 12Vcc verticale                                          1
                              (ZD14/I, ZD14/M)          (cilindro intero, mezzo cilindro)




152
                      CANCELLO AD ANTA BATTENTE

Schema impianto per cancello ad ante battenti con un anta da 1,80 m a 3,50 m



                                                                                              2




                                                                                          9




                          5                                                            4/RX
                                                                                                        7   11
                                                                        4x1 mm2
                                              14                                                                  4/TX
                           4/TX                                                    1

                                                                                                  8                6
                                                   2x1 mm2
                                                                                                                  2x1 mm2



                                       4/RX
                2x1 mm2                                                                               3x1,5 mm2
                                        6                                                             Rete 230V

                                       23                         3x1 mm2
                                                                         4x1 mm2                              3




 Distinta impianto

  Riferimento
  al disegno              Articolo                 Descrizione                                                      Quantità
  1                       EA50                     Attuatore lineare + kit di fissaggio                                1
  2                       EL10                     Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna              1
  3                       ET03                     Radiocomando a 433 MHz                                              2
  4                       EF04/S                   Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina                   2
  5                       EDE4                     Selettore a chiave da esterno parete                                1
  6                       EE11                     Colonnina a basso profilo 500 mm                                    2
  7                       EC33                     Centralina di comando senza pulsantiera                             1
  8                       ZX29                     Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                   1
                                                   (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
  9                       ZX64                     Cavo (4x0,5 mm2)                                                      ...m
  11                      ZBA1                     Batteria tampone 12V 7Ah                                                1
  14                      ZD04                     Elettroserratura 12V cc                                                 1
  23                      ZD14                     Elettroserratura 12Vcc verticale                                        1
                          (ZD14/I, ZD14/M)         (cilindro intero, mezzo cilindro)




                                                                                                                                153
                             CANCELLO AD ANTA BATTENTE

  Schema impianto per cancello ad ante battenti con due ante da 1,80 m fino a 3,50 m cadauna.



                                                                                                          2




                                                                                                      9




                                 5                                                                 4/RX
                                                                                                                   7    11
                                                                         14         4x1 mm2
                                  4/TX                                                                                          4/TX
                                                                                               1
                                                                                                                                 6
                                                                          2x1 mm2                             8
                                         1                                                                                     2x1 mm2

                                                                   15
                             2
                                                    4/RX
                    2x1 mm                                          23                                            3x1,5 mm2
                                                     6         8                                                  Rete 230V

                                                                              3x1 mm2
                                                                                     4x1 mm2                             3




      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno                 Articolo                  Descrizione                                                        Quantità
      1                          EA50                      Attuatore lineare + kit di fissaggio                                  2
      2                          EL10                      Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                1
      3                          ET03                      Radiocomando a 433 MHz                                                2
      4                          EF04/S                    Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina                     2
      5                          EDE4                      Selettore a chiave da esterno parete                                  1
      6                          EE11                      Colonnina a basso profilo 500 mm                                      2
      7                          EC33                      Centralina di comando senza pulsantiera                               1
      8                          ZX67/15                   Matassa da 15 m di cavo per cablaggio automazioni                     1
                                                           (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
      9                          ZX64                      Cavo (4x0,5 mm2)                                                     ...m
      11                         ZBA1                      Batteria tampone 12V 7Ah                                               1
      14                         ZD04                      Elettroserratura 12V cc                                                1
      15                         ZD06                      Chiavistello di bloccaggio                                             1
      23                         ZD14                      Elettroserratura 12Vcc verticale                                       1
                                 (ZD14/I, ZD14/M)          (cilindro intero, mezzo cilindro)




154
                           CANCELLO AD ANTA BATTENTE

Schema impianto per cancello ad anta battente con un anta fino a 1,80 m (400 Kg).


                                                                                                  2




                                                                                              9




                            5                                                              4/RX
                                                                                   2
                                                                          4x1 mm
                                              14
                             4/TX                                                                                         11
                                                                                       1                              7
                                                                                                      8
                                                   2x1 mm2



                 2x1 mm2                                                                                  3x1,5 mm2
                                                                                                          Rete 230V
                                         23
                                                                     3x1 mm2

                                                                                                                  3




   Distinta impianto

   Riferimento
   al disegno              Articolo                 Descrizione                                                                Quantità
   1                       ZA30                     Attuatore con braccio articolato (ZX35)                                       1
   2                       EL10                     Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                        1
   3                       ET03                     Radiocomando a 433 MHz                                                        2
   4                       EF04/S                   Coppia di fotocellule da esterno parete                                       1
   5                       EDE4                     Selettore a chiave da esterno parete                                          1
   7                       EC33                     Centralina di comando senza pulsantiera                                       1
   8                       ZX29                     Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                             1
                                                    (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
   9                       ZX64                     Cavo (4x0,5 mm2)                                                             ...m
   11                      ZBA1                     Batteria tampone 12V 7Ah                                                       1
   14                      ZD04                     Elettroserratura 12V cc                                                        1
   23                      ZD14                     Elettroserratura 12Vcc verticale                                               1
                           (ZD14/I, ZD14/M)         (cilindro intero, mezzo cilindro)




                                                                                                                                          155
                              CANCELLO AD ANTA BATTENTE

  Schema impianto per cancello ad ante battenti con due ante fino a 1,80 m ( 400 Kg) cadauna.



                                                                                                 2




                                                                                             9




                              5                                                           4/RX
                                                             14             4x1 mm2
                               4/TX                                                                                      11
                                                                                      1                              7
                                                               2x1 mm   2
                                                                                                     8

                                                   15

                        1
                    2x1 mm2                             23                                               3x1,5 mm2
                                                                                                         Rete 230V
                                                    8
                                                                  3x1 mm2

                                                                                                                 3



      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno              Articolo           Descrizione                                                                  Quantità
      1                       ZA30               Attuatore con braccio articolato (ZX35)                                         2
      2                       EL10               Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                          1
      3                       ET03               Radiocomando a 433 MHz                                                          2
      4                       EF04/S             Coppia di fotocellule da esterno parete                                         1
      5                       EDE4               Selettore a chiave da esterno parete                                            1
      7                       EC33               Centralina di comando senza pulsantiera                                         1
      8                       ZX29               Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                               1
                                                 (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
      9                       ZX64               Cavo (4x0,5 mm2)                                                               ...m
      11                      ZBA1               Batteria tampone 12V 7Ah                                                         1
      14                      ZD04               Elettroserratura 12V cc                                                          1
      15                      ZD06               Chiavistello di bloccaggio                                                       1
      23                      ZD14               Elettroserratura 12Vcc verticale                                                 1
                              (ZD14/I, ZD14/M)   (cilindro intero, mezzo cilindro)




156
                          CANCELLO AD ANTA BATTENTE

Schema impianto per cancello ad anta battente da 1,80 m (400 Kg) fino a 3 m (300 Kg)


                                                                                               2




                                                                                           9




                           5                                                            4/RX
                                                                                2                        7   11
                                                                       4x1 mm
                                              14                                                                   4/TX
                           4/TX                                                     1

                                                                                                   8                6
                                                                                                                   2x1 mm2



                                       4/RX
                2x1 mm2                                                                                3x1,5 mm2
                                        6                                                              Rete 230V
                                       23                       3x1 mm2
                                                                       4x1 mm2                                 3




   Distinta impianto

  Riferimento
  al disegno              Articolo             Descrizione                                                           Quantità
  1                       ZA30                 Attuatore con braccio articolato (ZX35)                                  1
  2                       EL10                 Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                   1
  3                       ET03                 Radiocomando a 433 MHz                                                   2
  4                       EF04/S               Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina                        2
  5                       EDE4                 Selettore a chiave da esterno parete                                     1
  6                       EE11                 Colonnina a basso profilo 500 mm                                         2
  7                       EC33                 Centralina di comando senza pulsantiera                                  1
  8                       ZX29                 Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                        1
                                               (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
   9                      ZX64                 Cavo (4x0,5 mm2)                                                           ...m
   11                     ZBA1                 Batteria tampone 12V 7Ah                                                     1
   14                     ZD04                 Elettroserratura 12V cc                                                      1
   23                     ZD14                 Elettroserratura 12Vcc verticale                                             1
                          (ZD14/I, ZD14/M)     (cilindro intero, mezzo cilindro)




                                                                                                                                 157
                            CANCELLO AD ANTA BATTENTE

  Schema impianto per cancello ad ante battenti con due ante da 1,80 m (400 Kg) fino a 3 m (300 Kg) cadauna.


                                                                                                        2




                                                                                                    9




                                5                                                                4/RX
                                                                                                                 7    11
                                                                       14         4x1 mm2
                                 4/TX                                                                                         4/TX
                                                                                             1
                                                                                                                               6
                                                                        2x1 mm2                             8
                                                                                                                             2x1 mm2
                                                             15

                        1
                                                 4/RX             23
                    2x1 mm2                                                                                     3x1,5 mm2
                                                  6          8                                                  Rete 230V

                                                                            3x1 mm2
                                                                                   4x1 mm2                             3




      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno              Articolo                  Descrizione                                                         Quantità
      1                       ZA30                      Attuatore con braccio articolato (ZX35)                                2
      2                       EL10                      Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                 1
      3                       ET03                      Radiocomando a 433 MHz                                                 2
      4                       EF04/S                    Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina                      2
      5                       EDE4                      Selettore a chiave da esterno parete                                   1
      6                       EE11                      Colonnina a basso profilo 500 mm                                       2
      7                       EC33                      Centralina di comando senza pulsantiera                                1
      8                       ZX29                      Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                      1
                                                        (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
      9                       ZX64                      Cavo (4x0,5 mm2)                                                      ...m
      11                      ZBA1                      Batteria tampone 12V 7Ah                                                1
      14                      ZD04                      Elettroserratura 12V cc                                                 1
      15                      ZD06                      Chiavistello di bloccaggio                                              1
      23                      ZD14                      Elettroserratura 12Vcc verticale                                        1
                              (ZD14/I, ZD14/M)          (cilindro intero, mezzo cilindro)




158
                       CANCELLO AD ANTA BATTENTE

Schema impianto per cancello ad anta battente con un anta fino a 2 m (200 Kg).
                                                                                                            17

                                                                                                                             16
                                                                                            2




                                                                                        9




                           5                                                       4/RX
                                                                     4x1 mm2
                                                 14
                            4/TX                                                                                     11
                                                                                                                 7
                                                        2
                                               2x1 mm

                                                                                                 8

                                                                               1   16       17

                 2x1 mm2                                                                             3x1,5 mm2
                                       23                                                            Rete 230V

                                                                3x1 mm2

                                                                                                             3



   Distinta impianto

   Riferimento
   al disegno              Articolo           Descrizione                                                             Quantità
   1                       EI20               Attuatore interrato                                                        1
   16                      ZX41               Cassa di fondazione                                                        1
   17                      ZDA7               Sblocco manuale                                                            1
   2                       EL10               Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                     1
   3                       ET03               Radiocomando a 433 MHz                                                     2
   4                       EF04/S             Coppia di fotocellule da esterno parete                                    1
   5                       EDE4               Selettore a chiave da esterno parete                                       1
   7                       EC33               Centralina di comando senza pulsantiera                                    1
   8                       ZX29               Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                          1
                                              (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
   9                       ZX64               Cavo (4x0,5 mm2)                                                            ...m
   11                      ZBA1               Batteria tampone 12V 7Ah                                                      1
   14                      ZD04               Elettroserratura 12V cc                                                       1
   23                      ZD14               Elettroserratura 12Vcc verticale                                              1
                           (ZD14/I, ZD14/M)   (cilindro intero, mezzo cilindro)




                                                                                                                                  159
                              CANCELLO AD ANTA BATTENTE

  Schema impianto per cancello ad ante battenti con due ante fino a 2 m (200 Kg) cadauna.
                                                                                                                   17

                                                                                                   2                               16




                                                                                               9




                               5                                                            4/RX

                                                                           14     4x1 mm2
                                4/TX                                                                                        11
                                                                                                                        7
                                                                        2x1 mm2

                                                                                                       8
                                                           15
                                                                                     17
                                                                                16
                                                                           1
                    2x1 mm2                                     23                                         3x1,5 mm2
                                                  17
                                             16                                                            Rete 230V
                                         1                  8
                                                                          3x1 mm2

                                                                                                                   3



      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno              Articolo                 Descrizione                                                               Quantità
      1                       EI20                     Attuatore interrato                                                          2
      16                      ZX41                     Cassa di fondazione                                                          2
      17                      ZDA7                     Sblocco manuale                                                              2
      2                       EL10                     Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                       1
      3                       ET03                     Radiocomando a 433 MHz                                                       2
      4                       EF04/S                   Coppia di fotocellule da esterno parete                                      1
      5                       EDE4                     Selettore a chiave da esterno parete                                         1
      7                       EC33                     Centralina di comando senza pulsantiera                                      1
      8                       ZX29                     Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni                            1
                                                       (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
      9                       ZX64                     Cavo (4x0,5 mm2)                                                            ...m
      11                      ZBA1                     Batteria tampone 12V 7Ah                                                      1
      14                      ZD04                     Elettroserratura 12V cc                                                       1
      15                      ZD06                     Chiavistello di bloccaggio                                                    1
      23                      ZD14                     Elettroserratura 12Vcc verticale                                              1
                              (ZD14/I, ZD14/M)         (cilindro intero, mezzo cilindro)




160
                       CANCELLO AD ANTA BATTENTE

Schema impianto per cancello ad ante battenti con due ante da 1,80 m (300 Kg) a 3 m (200 Kg) cadauna.
                                                                                                                        17

                                                                                                            2                  16




                                                                                                    9




                             5                                                                   4/RX
                                                                                                                   7    11
                                                                                           2
                                                                            14    4x1 mm
                              4/TX
                                                                                                                               4/TX
                                                                          2x1 mm2
                                                                                                                                6
                                                 4/RX         15                                                              2x1 mm2
                                                                                                        8
                                                                                      17
                                                  6                              16
                                                                            1
                 2x1 mm2                                           23                                           3x1,5 mm2
                                                17                                                              Rete 230V
                                       1   16                 8


                                                                        3x1 mm2        4x1 mm2
                                                                                                                        3




   Distinta impianto

   Riferimento
   al disegno              Articolo                     Descrizione                                                          Quantità
   1                       ZI27                         Attuatore interrato                                                     2
   16                      ZX41                         Cassa di fondazione                                                     2
   17                      ZDB7                         Sblocco manuale                                                         2
   2                       EL10                         Lampeggiante con ricevitore 433 MHz supporto e antenna                  1
   3                       ET03                         Radiocomando a 433 MHz                                                  2
   4                       EF04/S                       Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina                       2
   5                       EDE4                         Selettore a chiave da esterno parete                                    1
   6                       EE11                         Colonnina a basso profilo 500 mm                                        2
   7                       EC33                         Centralina di comando senza pulsantiera                                 1
   8                       ZX67/15                      Matassa da 15 m di cavo per cablaggio automazioni                       1
                                                        (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
   9                       ZX64                         Cavo (4x0,5 mm2)                                                       ...m
   11                      ZBA1                         Batteria tampone 12V 7Ah                                                 1
   14                      ZD04                         Elettroserratura 12V cc                                                  1
   15                      ZD06                         Chiavistello di bloccaggio                                               1
   23                      ZD14                         Elettroserratura 12Vcc verticale                                         1
                           (ZD14/I, ZD14/M)             (cilindro intero, mezzo cilindro)




                                                                                                                                        161
                              CANCELLO AD ANTA BATTENTE

  Schema impianto per cancello ad anta battente con un anta da 1,80 m (300 Kg) a 3 m (200 Kg).
                                                                                                                  17

                                                                                                      2                       16




                                                                                                  9




                              5                                                                4/RX
                                                                                                            7   11
                                                                                   4x1 mm2
                                                           14                                                          4/TX
                               4/TX
                                                                  2
                                                         2x1 mm                                                         6

                                                                                        17                             2x1 mm2
                                                                                   16                 8
                                                                               1
                                             4/RX
                    2x1 mm2                                                                               3x1,5 mm2
                                                 6                                                        Rete 230V
                                                 23                        3x1 mm2
                                                                                   4x1 mm2                        3




      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno                      Articolo                    Descrizione                                            Quantità
      1                               ZI27                        Attuatore interrato                                       1
      16                              ZX41                        Cassa di fondazione                                       1
      17                              ZDB7                        Sblocco manuale                                           1
      2                               EL10                        Lampeggiante con ricevitore 433 MHz e antenna             1
      3                               ET03                        Radiocomando a 433 MHz                                    2
      4                               EF04/S                      Coppia di fotocellule da esterno parete/colonnina         2
      5                               EDE4                        Selettore a chiave da esterno parete                      1
      6                               EE11                        Colonnina a basso profilo 500 mm                          2
      7                               EC33                        Centralina di comando senza pulsantiera                   1
      8                               ZX29                        Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni         1
                                                                  (2x2 mm2 + 3x0,5 mm2)
      9                               ZX64                        Cavo (4x0,5 mm2)                                            ... m
      11                              ZBA1                        Batteria tampone 12V 7Ah                                       1
      14                              ZD04                        Elettroserratura 12V cc                                        1
      23                              ZD14                        Elettroserratura 12Vcc verticale                               1
                                      (ZD14/I, ZD14/M)            (cilindro intero, mezzo cilindro)




162
                   BASCULANTI A CONTRAPPESI

Schema impianto con motore singolo per porta basculante a contrappesi con superficie fino a 10 m2 (200 Kg)



                                                                                                      2



                                                                                                      9
                                                              1   18                    7
                                                 18                         18
                                                                                                  5
                                                                                       11

                                                                             8
                                                                                                 3x1 mm2


                                                              2x0,5 mm2

                                            12                         19




                                                                                     3x1,5 mm2
                                                                                     Rete 230V



                                                                                                  3




  Distinta impianto

  Riferimento
  al disegno                Articolo                  Descrizione                                          Quantità
  1                         EB10                      Attuatore basculante + kit di fissaggio                 1
  18                        ZX14                      Kit bracci dritti per installazione centrale            1
  2                         EL08                      Antenna con ricevitore 433 MHz                          1
  3                         ET03                      Radiocomando a 433 MHz                                  2
  7                         EC31                      Centralina di comando con pulsantiera                   1
  8                         ZX72                      Matassa da 5 m di cavo per cablaggio automazioni        1
                                                      (2x2,5 mm2 + 3x0,5 mm2 + 5x0,5 mm2)
   9                        ZX64                      Cavo (4x0,5 mm2)                                       ...m
   11                       ZBA1                      Batteria tampone 12V 7Ah                                 1
   12                       ZX06                      Costa pneumatica di sicurezza con tappo                ...m
   12                       ZX03                      Profilo in alluminio per costa pneumatica              ...m
   19                       ZX11                      Pressostato con 1 m di tubetto                           1
   19                       ZX12                      Custodia per pressostato                                 1
   5                        EDE4                      Selettore a chiave da esterno parete                     1




                                                                                                                      163
                          BASCULANTI A CONTRAPPESI

  Schema impianto con una coppia di motori per porta basculante a contrappesi con superficie oltre i 10 m2 (max 300 Kg)


                                                                                                             2




                                                                                18                           9
                                                       18                                  7
                                                            2x2,5 mm2                                    5
                                                                                1          11
                                                   1
                                                                                           8
                                                                                                     3x1 mm2

                                                                    2x0,5 mm2

                                              12                          19




                                                                                         3x1,5 mm2
                                                                                         Rete 230V



                                                                                                     3




      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno                 Articolo                     Descrizione                                             Quantità
      1                          EB10                         Attuatore basculante + kit di fissaggio                    2
      18                         ZX13                         Kit bracci dritti per installazione laterale               1
      2                          EL08                         Antenna con ricevitore 433 MHz                             1
      3                          ET03                         Radiocomando a 433 MHz                                     2
      7                          EC31                         Centralina di comando con pulsantiera                      1
      8                          ZX73                         Matassa da 10 m di cavo per cablaggio automazioni          1
                                                              (2x2,5 mm2 + 3x0,5 mm2 + 5x0,5 mm2)
      9                          ZX64                         Cavo (4x0,5 mm2)                                            ...m
      11                         ZBA1                         Batteria tampone 12V 7Ah                                      1
      12                         ZX06                         Costa pneumatica di sicurezza con tappo                     ...m
      12                         ZX03                         Profilo in alluminio per costa pneumatica                   ...m
      19                         ZX11                         Pressostato con 1 m di tubetto                                1
      19                         ZX12                         Custodia per pressostato                                      1
      5                          EDE4                         Selettore a chiave da esterno parete                          1




164
                              PORTE SEZIONALI
Schema impianto per porte sezionali con superficie massima di 10 m2 a 433 MHz
                                                                  1
                                                                                18



                                            21
                                                                                     1


                                                         2x0,5 mm2                            5




                                                     2x0,5 mm2                            3x1 mm2

                                                                                     3x1,5 mm2
                                                                                     Rete 230V    22
                                       12                    19




                                                                                          3




  Distinta impianto

   Riferimento
   al disegno               Articolo                Descrizione                                        Quantità

   1                        ZN10                    Attuatore basculante con centralina di comando         1
   18                       ZN20                    Guida a “C” + kit di fissaggio                         1
   3                        ET03                    Radiocomando a 433 MHz                                 2
   12                       ZX06                    Costa pneumatica di sicurezza con tappo              ...m
   12                       ZX03                    Profilo in alluminio per costa pneumatica            ...m
   19                       ZX11                    Pressostato con 1 m di tubetto                         1
   19                       ZX12                    Custodia per pressostato                               1
   5                        EDE4                    Selettore a chiave da esterno parete                   1
   21                       ZN26                    Kit sicurezza per porta pedonale                       1
   22                       ZNB1                    Kit batteria tampone (2x12V)                           1




                                                                                                                  165
                      PORTE A MOLLE O CONTRAPPESI

  Schema impianto per basculanti a molle o contrappesi con superficie massima di 10 m2 a 433 MHz

                                                                        1
                                                                                    18



                                                21                                       1
                                                          20


                                                               2x0,5 mm2                        5




                                                          2x0,5 mm2                           3x1 mm2

                                                                                         3x1,5 mm2
                                                                                         Rete 230V   22
                                         12                        19




                                                                                                3




      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno              Articolo                    Descrizione                                      Quantità

      1                       ZN10                        Attuatore basculante con centralina di comando       1
      18                      ZN20                        Guida a “C” + kit di fissaggio                       1
      20                      ZN21                        Kit braccio curvo                                    1
      3                       ET03                        Radiocomando a 433 MHz                               2
      12                      ZX06                        Costa pneumatica di sicurezza con tappo            ...m
      12                      ZX03                        Profilo in alluminio per costa pneumatica          ...m
      19                      ZX11                        Pressostato con 1 m di tubetto                       1
      19                      ZX12                        Custodia per pressostato                             1
      5                       EDE4                        Selettore a chiave da esterno parete                 1
      21                      ZN26                        Kit sicurezza per porta pedonale                     1
      22                      ZNB1                        Kit batteria tampone (2x12V)                         1




166
                               KIT PER BARRIERE

Schema impianto per barriera con asta da 3,20 m (Art. ZBR1) - 6,40 m (Art. ZBR2) - 4,80 m (Art. ZBR7)




                                                 2


                                                                         18



                                                                               12
                                        1

                                        11
                                                     4/RX                           4/TX
                                        25
                                                            4x1 mm2
                                                                                     6


                             13
                                                            24         2x1 mm2
                                             2
                                   3x1,5 mm
                                   Rete 230V                               3




  Distinta impianto

   Riferimento
   al disegno               Articolo                             Descrizione                                     Quantità

   1                                                             Corpo macchina + centralina di comando             1
   18                                                            Asta a moduli da 3,20 m o 6,40 m o 4,80 m          1
   12                                                            Costa switch di sicurezza per ogni modulo          1
   2                        EL09                                 Lampeggiante con ricevitore 433 MHz e antenna      1
   3                        ET03                                 Radiocomando a 2 canali 433 MHz                    2
   4                                                             Coppia fotocellule                                 1
   6                        EE05                                 Colonnina di sostegno                              1
   9                        ZX64                                 Cavo (4x0,5 mm2)                                  3m
   11                       ZBA1                                 Batteria tampone 12V 7Ah                           1
   13                       ZX30                                 Contropiastra di ancoraggio                        1
   24                       ZRS1                                 Spira megnetica                                    1
   25                       ZR01                                 Rilevatore magnetico di massa                      1




                                                                                                                            167
                                      KIT PER BARRIERE

  Schema impianto per barriera con asta da 3,20 m (Art. ZBR1/M) - 4,80 m (Art. ZBR7/M) con paletto mobile




                                                2


                                                                        18



                                                                               12
                                          1
                                                                                                 4/TX
                                          11
                                                                                                  6
                                                    4/RX                             20
                                          25
                                                           4x1 mm2




                               13
                                                            24                 2x1 mm2

                                    3x1,5 mm2
                                    Rete 230V                              3




      Distinta impianto

      Riferimento
      al disegno             Articolo                        Descrizione                                     Quantità

      1                                                      Corpo macchina + centralina di comando             1
      18                                                     Asta a moduli da 3,20 m o 6,40 m o 4,80 m          1
      12                                                     Costa switch di sicurezza per ogni modulo          1
      2                      EL09                            Lampeggiante con ricevitore 433 MHz e antenna      1
      3                      ET03                            Radiocomando a 2 canali 433 MHz                    2
      4                                                      Coppia fotocellule                                 1
      6                      EE06                            Colonnina da 500 mm                                1
      9                      ZX64                            Cavo (4x0,5 mm2)                                  3m
      20                     ZBRM                            Paletto mobile                                     1
      11                     ZBA1                            Batteria tampone 12V 7Ah                           1
      13                     ZX30                            Contropiastra di ancoraggio                        1
      24                     ZRS1                            Spira megnetica                                    1
      25                     ZR01                            Rilevatore magnetico di massa                      1




168
                                  BARRIERE STRADALI SERIE ZBN

Schema impianto per barriera con asta da 3 m


                                                   4

                                                           12




                                                                           2




                                                       1
                                                                8/Rx                      8/Tx

                                                   10

                              9                                                                              8/Rx
                                                                  3
                                                                          4 x 1 mm2

                          8/Tx

                              6                                                                          6
                                                                  11
                          4 x 0,5 mm2                                                 5

                                                                       4 x 1 mm2
      Rete 230V 3x1,5   mm2




 Distinta impianto base
    Riferimento
    al disegno                          Articolo                   Descrizione                                      Quantità
    1                                   ZBNC                       Corpo barriera + centralina di comando              1
    2                                   ZBNA/3T                    Asta a moduli da 3 m                                1
    3                                   ZX31                       Piastra di fissaggio                                1
    4                                   EL09                       Lampeggiante con ricevitore 433 MHz e antenna       1
    5                                   ET03                       Radiocomando a 2 canali 433 MHz                     -
    6                                   EE11                       Colonnina 500 mm (1 foro)                           3
    7                                   EE12                       Colonnina 1000 mm (2 fori)                          1
    8                                   EF04/S                     Coppia fotocellule sincronizzate                    2
    9                                   EDE4                       Selettore a chiave                                  1
    10                                  ZR01                       Rilevatore magnetico di massa                       1
    11                                  ZRS1                       Spira magnetica                                     1
    12                                  ZX64                       Cavo 4x0,5 mm2                                     ...m




                                                                                                                               169
170
                                                                                      Rete
                                                                             4A       230V~
                                                                 A


                                                                       -                                                                                                                                                                 Scheda elettronica
                                                                 B                                                                                                                                                                       Art EC25
                                                                       +
                                                                                                                                                                                   R ET E                  FR IZ   V .RALL.   V .MA X.     R ES ET          M E MO




                                                                                                                                                                    27

                                                                                                                                                             28




                                                                                                                                                    30
                                                                                                                                                             29
                                                                                                                                                            BAT-
                                                                                                                                                                   BAT+




                                                                                                                                                     VAC2
                                                                                                                                                            VAC1
                                                                                                                                               F1

                                                                                                                                                                                                                                                       P ARAMETRI
                                                                                                                                               F2



                                                                                                                                               F3                                                                             S ENS RADIO



                                                                                                           A-    Trasformatore 150VA
                                                                                                           B-    Batteria Art. ZBA1
                                                                                                                                                                                                                                                                            CS2487R2




                                              Lampeggiante con antenna e ricevitore
                                                                                                           C-    Spia cancello aperto
                                              Art. EL09, Art. EL10 (con supporto)




                                                                                                                                                                                                PROGRAM
                                                                                                                 12V c.c. max 2W
                                                                                                           D-    Carico massimo                                                                     1
                                                                                                                                                                                                                                         A NT E NN A

                                                                                                                 12Vc.c. 1W
                                                                                                                                                                                                                                              R . CO D E
                                                                                                                                                                                                                                  G EN.I.




                                                                                                                                                                           DEBUG
                                                                                                                                                                                                                                                                          ELVOX SERIE EC




                                          +   V    0 1 4V
                                                                                                                                                                                                                                                               RX RADIO




                                                                                                                                                                                              E NC
                                                                                                                                                                                                          15
                                                                                                                                                                                                                  20




                                                                                                                                                  7

                                                                                                                                                  6
                                                                                                                                                  8
                                                                                                                                                  12




                                                                                                                                                  3
                                                                                                                                                  4
                                                                                                                                                                     9




                                                                                                                                                  5




                                                                                                                                         1
                                                                                                                                                  2
                                                                                                                                                                                                                                                       24
                                                                                                                                                                                                                                                              25




                                                                                                                                                                                                                 21
                                                                                                                                                                                                                                              23
                                                                                                                                                                                                                                                              26




                                                                                                                                                                                                                 17




                                                                                                                                                                           13
                                                                                                                                                                                                                 18
                                                                                                                                                                                                                 22




                                                                                                                                                                           11
                                                                                                                                                                                                         16




                                                                                                                                                                           10
                                                                                                                                                                           12
                                                                                                                                                                                                                 19




                                                                                                                                                 AUX

                                                                                                                                                 AUX
                                                                                                                                                                           ENC
                                                                                                                                                                                             + 14




                                                                                                                                                + 12
                                                                                                                                                                   SIGN
                                                                                                                                                                          LAMP

                                                                                                                                                                          SPAP

                                                                                                                                                                          +ENC




                                                                                                                                        AMP1
                                                                                                                                                                                                        COM1
                                                                                                                                                                                                        APCH
                                                                                                                                                                                                               FCEL




                                                                                                                                                                                                               ACAR
                                                                                                                                                                                                               APED




                                                                                                                                                                                            COM2
                                                                                                                                                                                                               CHIU
                                                                                                                                                                                                               COM1




                                                                                                                                               CHM1
                                                                                                                                                                                                                                                            -GND




                                                                                                                                                                                                                                            STPA
                                                                                                                                                                                                                                                     TXRX




                                                                                                                                                                                                               STOP
                                                                                                                                                                                                                                                            +ANT




                                                                                                                                               2 CAN
                                                                                                                                               2 CAN
                                                                                                                     Attuatore
                                                                                                                     Art. ES07, ES09
                                                                                                                     MOT1-2   ENCODER
                                                                                                                M1   1 2 11 10 9
                                                                                                                                                    D
                                                                                                                                                                                                                                                                                               ES CON UN MOTORE CON SCHEDA EC25




                                     Una coppia di fotocellule
                                     Art. EF04
                                                                                                                                                                                                                                                                                           SCHEMA DI COLLEGAMENTO DELLE AUTOMAZIONI




                                                                                        STOP         APRI-CHIUDI
                                     Art. EF04/S

                Trasmittente                                    Ricevente
                                                                                                           Selettore a chiave
                                                                                                           Art. EDE4                    C
                               + -                + - C NC NA
                                                                                          NO C N C   N C C NO
                               1 2                1 2 3 4 5




                                                                            20
                                                                            22
                                                                            8
                                                                            7

      Numero disegno as3415
                                                                                                                                                                  Lampeggiante con antenna e ricevitore
                                                                                                                                                                  Art. EL09 - Art. EL10 (con supporto)

                                                                                                                                                                                                                                                                                                          Rete
                                                                                                                                                                                                                                                                                                      A   230V~


                                                                                                                                                                                                                                                                                      B
                                                                                                                                                                                                                                                                Attuatore




      zazione delle battute.
                                                                                                                                                                                                                                                                Art. ES08-ES10
                                                                                                                                                                                                                                                                                 Scheda elettronica
                                                                                                                                                                     V   0 14V                                                                                                   Art. ZC24



                                                                                                                                                                                    Attuatore
                                                                                                                                                                                    Art. ES11-ES12




                                                                                                                                                                                                                                                               Carico massimo
                                                                                                                                                                                                                                 STOP                          10A 250V~
                                                                                                                                                                                                                                                     APRE-CHIUDE
                                                                                                                                                                                                                      Selettore a chiave
                                                                                                                                                        2 coppie di fotocellule                                       Art. EDE4                                             C
                                                                                                                                                        Art. EF04
                                                                                                                                                        Art. EF04/S




      M1: QUANDO È ATTIVA LA FASE DI APERTURA, M1 È IL PRIMO AD APRIRE.
                                                                                                                                                        1°           2°           1°           2°




      M2: QUANDO È ATTIVA LA FASE DI CHIUSURA, M2 È IL PRIMO A CHIUDERE.
                                                                                                                                                        Ricevente    Ricevente    Trasmittente Trasmittente

                                                                                                                                                                                                              Trasmittente                          Ricevente

                                                                                                                                                 32
                                                                                                                                                 33
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      ES CON DUE MOTORI CON SCHEDA ZC24




                                                                                                                                                 22
                                                                                                                                                 24

                                                                                                                                                                                                                              Una coppia di fotocellule
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  SCHEMA DI COLLEGAMENTO DELLE AUTOMAZIONI




                                                                                                                                                                                                                              Art. EF04
                                                                                                                                                                                                                              Art. EF04/S
                                                                                                                                                                                                                                                            A- Trasformatore 220VA
                                                                                                                                                                                                                                                            B- Batteria
                                                                                                                                                                                                                                                                Art. ZBA1
                                                                                                                                                                                                                                                            C- Spia cancello aperto
                                                                                                                                                                                                                                                               12V c.c. max 2W

                                                                                                                                                  Numero disegno
                                                                                                                                                  as3416




      I versi di marcia degli attuatori (M1 E M2) e quindi l'esatta polarità dei cavi (morsetti 1-2 E 3-4), si determinano durante la memoriz-




171
172
                                                                                                                                                                               Lampeggiante con antenna e ricevitore
                                                                                                                                                                               Art. EL09 - Art. EL10 (con supporto)

                                                                                                                                                                                                                                                                         Centralina su box
                                                                                                                                                                                                                                                                         Art. EC33




                                                                                                                                                                                                                                                                                                   Rete
                                                                                                                                                                                                                                                                                                   230V~
                                                                                                                                                                                                     Serratura elettrica 12V c.c.                                                              A
                                                                                                                                                                                 V   0 14V           Art. ZD04

                                                                                                                                                                                                                                                                                 B
                                                                                                                                                                                                                                                                          Scheda elettronica
                                                                                                                                                                                                                                            Attuatore Serie               Art. ZC24
                                                                                                                                                                                                                                            EA - EI - ZA - ZI




      DURANTE LA MEMORIZZAZIONE DELLE BATTUTE.
                                                                                                                                                                                                                        STOP        APRE-CHIUDE                 Carico massimo
                                                                                                                                                                                                   Selettore a chiave                                           10A 250V~
                                                                                                                                                                                                   Art.EDE4



                                                                                                                                                                                                                                                                           C
                                                                                                                         2 coppie di fotocellule
                                                                                                                         Art. EF04
                                                                                                                         Art. EF04/S
                                                                                                                                                                                             Trasmittente                               Ricevente
                                                                                                                         1°           2°           1°           2°
                                                                                                                         Ricevente    Ricevente    Trasmittente Trasmittente
                                                                                                                                                                                                                                                                                                              EA25-EA50-ZA30-ZI26-ZI27 CON UN MOTORE




                                                                                                                  32
                                                                                                                                                                                                                                                                                                           SCHEMA DI COLLEGAMENTO DELLE AUTOMAZIONI




                                                                                                                  33
                                                                                                                  22
                                                                                                                  24                                                                                        Una coppia di fotocellule
                                                                                                                                                                                                            Art. EF04
                                                                                                                                                                                                            Art. EF04/S


                                                                                                                                                                                                                                           A- Trasformatore 220VA
                                                                                                                                                                                                                                           B- Batteria Art. ZBA1
                                                                                                                                                                                                                                           C- Spia cancello aperto
                                                                                                                  Numero disegno                                                                                                              12V c.c. max 2W
                                                                                                                  aa3411




      I VERSI DI MARCIA DEGLI ATTUATORI (M1) E QUINDI L'ESATTA POLARITÀ DEI CAVI (MORSETTI 1-2), SI DETERMINANO
                                                                                                                                                                     Lampeggiante con antenna e ricevitore                                                                                    Centralina su box
                                                                                                                                                                     Art. EL09 - Art. EL10 (con supporto)                                                                                     Art. EC33




                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        Rete
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        230V~
                                                                                                                                                                                                                    Serratura elettrica 12V c.c.                                                                    A
                                                                                                                                                 V    0 14V                                                         Art. ZD04

                                                                                                                                                                                                                                                                                                  B




      zazione delle battute.
                                                                                                                                                                                                                                                                                               Scheda elettronica
                                                                                                                                                                      Attuatore Serie                                                                    Attuatore Serie                       Art. ZC24
                                                                                                                                                                      EA - ZA - ZI                                                                       EA - EI - ZA - ZI




                                                                                                                                                                                                                                           STOP    APRE-CHIUDE
                                                                                                                                                                                                                                                                             Carico massimo
                                                                                                                                                                                                                                                                             10A 250V~
                                                                                                                                                                                                                      Selettore a chiave
                                                                                                                                                                                                                      Art. EDE4
                                                                                                                                                              2 coppie di fotocellule                                                                                                  C




      M1: QUANDO È ATTIVA LA FASE DI APERTURA, M1 È IL PRIMO AD APRIRE.
                                                                                                                                                              Art. EF04




      M2: QUANDO È ATTIVA LA FASE DI CHIUSURA, M2 È IL PRIMO A CHIUDERE.
                                                                                                                                                              Art. EF04/S

                                                                                                                                                              1°           2°           1°           2°
                                                                                                                                                              Ricevente    Ricevente    Trasmittente Trasmittente     Trasmittente           Ricevente
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  EA25-EA50-ZA30-ZI26-ZI27 CON DUE MOTORI




                                                                                                                                                 32
                                                                                                                                                 33
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                SCHEMA DI COLLEGAMENTO DELLE AUTOMAZIONI




                                                                                                                                                 22
                                                                                                                                                 24



                                                                                                                                                                                                                            Una coppia di fotocellule
                                                                                                                                                                                                                            Art. EF04
                                                                                                                                                                                                                            Art. EF04/S                          A- Trasformatore 220VA
                                                                                                                                                                                                                                                                 B- Batteria
                                                                                                                                                                                                                                                                     Art. ZBA1
                                                                                                                                                                                    Numero disegno                                                               C- Spia cancello aperto
                                                                                                                                                                                                                                                                    12V D.C. max 2W
                                                                                                                                                                                    aa3065




      I versi di marcia degli attuatori (M1 E M2) e quindi l'esatta polarità dei cavi (morsetti 1-2 E 3-4), si determinano durante la memoriz-




173
174
                                                                                                                                                                                                                                            Centralina su box
                                                                                                                                                                                                                                            Art. EC31


                                                                                                                                                                                                                                                                      Rete
                                                                                                                                                                                                                                                                      230V~
                                                                                                                                       Antenna con ricevitore radio
                                                                                                                                       Art. EL08                                                                                                                  A

                                                                                                                                   V
                                                                                                                                                                                                                                                B
                                                                                                                                                                                                                                             Scheda elettronica
                                                                                                                                                                                                                                             Art. ZC24
                                                                                                                                                                                           Attuatore
                                                                                                                                                                                           Art. EB10




                                                                                                                                                                                                             D




      DURANTE LA MEMORIZZAZIONE DELLA CORSA.
                                                                                                                                                                                                                           Carico massimo
                                                                                                                                                                                                                           10A 250V~
                                                                                                                                                                                           STOP        APRE-CHIUDE
                                                                                                                                                                                                                                                                                         EB10 CON UN MOTORE




                                                                                                                                                                      Selettore a chiave
                                                                                                                                                                      Art. EDE4
                                                                                                                                                                                                                                              C



                                                                                                                                                                Pressostato                                  Fotocellula
                                                                                                                                                                                                                                                                              SCHEMA DI COLLEGAMENTO DELLE AUTOMAZIONI




                                                                                                                                                                Art. ZX11                                    Art. EF04
                                                                                                                                                                                                             Art. EF04/S




                                                                                                                                                                                              A- Trasformatore 220VA
                                                                                                                                                                                              B- Batteria-Battery
                                                                                                                                                                                                  Art. ZBA1
                                                                                                                                                                                              C- Spia cancello aperto
                                                                                                                                                                                                 12V D.C. max 2W
                                                                                                                  Numero disegno                                                              D- Luce di cortesia o
                                                                                                                  ab3066                                                                         lampeggiante 14V c.c. max 5W




      I VERSI DI MARCIA DEGLI ATTUATORE (M1) E QUINDI L'ESATTA POLARITÀ DEI CAVI (MORSETTI 1-2), SI DETERMINANO
                                                                                                                                                                                                                                                        Centralina su box
                                                                                                                                                                                                                                                        Art. EC31                   Rete


                                                                                                                 Antenna con ricevitore radio
                                                                                                                                                                                                                                                                                    230V~


                                                                                                                 Art. EL08                                                                                                                                                      A

                                                                                                                 V
                                                                                                                                                                                                                                                             B

                                                                                                                                                                                                                                                           Scheda elettronica
                                                                                                                                                                                                                                                           Art. ZC24
                                                                                                                                                                Attuatore                                      Attuatore
                                                                                                                                                                Art. EB10                                      Art. EB10


                                                                                                                                                        D                                                                          D




      DETERMINANO DURANTE LA MEMORIZZAZIONE DELLA CORSA.
                                                                                                                                                                                                                                       Carico massimo
                                                                                                                                                                                                      STOP   APRE-CHIUDE               10A 250V~
                                                                                                                                                                                                                                                                                                       EB10 CON DUE MOTORI




                                                                                                                                                                                       Selettore a chiave                                         C
                                                                                                                                                                                       Art. EDE4




                                                                                                                                                                                  Pressostato                        Fotocellula
                                                                                                                                                                                                                                                                                            SCHEMA DI COLLEGAMENTO DELLE AUTOMAZIONI




                                                                                                                                                                                  Art. ZX11                          Art. EF04
                                                                                                                                                                                                                     Art. EF04/S



                                                                                                                                                A- Trasformatore 220VA
                                                                                                                                                B- Batteria-Battery
                                                                                                                                                    Art. ZBA1
                                                                                                                                                C- Spia cancello aperto
                                                                                                                                                   12V c.c. max 2W
                                                                                                                                                D- Luce di cortesia o
                                                                                                           Numero disegno                          lampeggiante 14V c.c. max 5W
                                                                                                           ab3412




      I VERSI DI MARCIA DEGLI ATTUATORI (M1 E M2) E QUINDI L'ESATTA POLARITÀ DEI CAVI (MORSETTI 1-2), SI



175
176
                                                                                                                                                                                                                                                                               Lampeggiante con         Centralina su box
                                                                                                                                                                                                                                                                               antenna e ricevitore     Art. EC33
                                                                                                                                                                                                                                                                               (con supporto)
                                                                                                                                                                                                                 Asta                                                          Art. EL09 (Art. EL10)
                                                                                                                                                                                                                 Art. ZBNA/3T




                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                Rete
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                230V~
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               A
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                B
                                                                                                                                                                                                                                                                                                          Scheda elettronica
                                                                                                                                                                                                                                                                                                          Art. ZC24


                                                                                                                                                                                                                                                                      V   0 14V
                                                                                                                                                                                               Barriera
                                                                                                                                                                                               Art. ZBNC




                                                                                                                                                                                                                                                 STOP            APRE-CHIUDE                   Carico massimo
                                                                                                                                                                                                                                                                                               10A 250V~
                                                                                                                                                                                                                           Selettore a chiave
                                                                                                                                                                                                                           Art. EDE4
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                C
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       DA 3 METRI ART. ZBNA/3T




                                                                                                                                                                                                                      Trasmittente                                Ricevente




                                                                                                                                                           2 coppie di fotocellule
                                                                                                                                                                                                                                     Una coppia di fotocellule




      Il verso di marcia della barriera e quindi l'esatta polarità dei cavi (morsetti 1-2), si determinana durante la memorizzazione della battuta.
                                                                                                                                                           Art. EF04/S
                                                                                                                                                                                                                                     Art. EF04/S


                                                                                                                                                                  1°                 2°        1°           2°                                                                A-   Trasformatore 220VA
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        SCHEMA DI COLLEGAMENTO DELLE BARRIERE ZBNC CON ASTA




                                                                                                                                                                  Ricevente          Ricevente Trasmittente Trasmittente
                                                                                                                                                                                                                                                                              B-   Batteria
                                                                                                                                                                                                                                                                                   Art. ZBA1
                                                                                                                                                      32
                                                                                                                                                      33                                                                                                                      C- Spia cancello aperto
                                                                                                                                                                                                                                                                                 12V c.c. max 2W                                   Numero disegno
                                                                                                                                                      22
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   aa3411_2
                                                                                                                                                      24
                                                                                                                                                                                        Lampeggiante con antenna e ricevitore (con supporto) Art. EL09 (Art. EL10)                                                        Centralina su box
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          Art. EC33




                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Rete
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    230V~
                                                                                                                                                                     V    0 14V
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   A
                                                                                                                                                                                                                           Asta                       Asta                                                                       B
                                                                                                                                                                                                                           Art. ZBNA/3T               Art. ZBNA/3T
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Scheda elettronica
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Art. ZC24




                                                                                                                                                                                                        Barriera                                                             Barriera
                                                                                                                                                                                                        Art. ZBNC                                                            Art. ZBNC/V




                                                                                                                                                                                                                                             Selettore a chiave                         APRE-CHIUDE          Carico massimo
                                                                                                                                                                                                                                             Art. EDE4                                                       10A 250V~
                                                                                                                                                                                                                                                                  STOP

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   C


                                                                                                                                                                                                                                      Trasmittente                                   Ricevente
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            2 ASTE DA 3 METRI ART. ZBNA/3T




                                                                                                                                                                                                                                                         Una coppia di fotocellule
                                                                                                                                                                                                                                                         Art. EF04/S
                                                                                                                                                                              2 coppie di fotocellule
                                                                                                                                                                              Art. EF04/S

                                                                                                                                                                             1°               2°            1°           2°
                                                                                                                                                                             Ricevente        Ricevente     Trasmittente Trasmittente
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            SCHEMA DI COLLEGAMENTO DI DUE BARRIERE ZBNC E ART. ZBNC/V CON




                                                                                                                                                                                                                                                                                         A-      Trasformatore 220VA




      I versi di marcia delle barriere (M1 E M2) e quindi l'esatta polarità dei cavi (morsetti 1-2 E 3-4), si determinano durante la memorizzazione delle battute.
                                                                                                                                                                     32                                                                                                                  B-      Batteria
                                                                                                                                                                     33                                                                                                                          Art. ZBA1
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Numero disegno
                                                                                                                                                                     22                                                                                                                  C- Spia cancello aperto                                       aa3065_2
                                                                                                                                                                     24                                                                                                                     12V c.c. max 2W




177
178
                               Lampeggiante con antenna e ricevitore
                               Art. EL09



                                                                                     Centralina su box
                                                                                     Art. EC33
                                                                Selettore a chiave

                                                    V   0 14V
                                                                                                               Rete
                                                                                                               230V~




                                                                                                           A

      Colonnina con appoggio                                                               B
      Art. EE05


                                                                                      Scheda elettronica
                                                                                      Art. ZC24




                                                                                                               A- Trasformatore
                                                                                                                  220VA
                                                                                                               B- Batteria
                                                                                                                                  SCHEMA COLLEGAMENTO BARRIERA ART. ZBR1 - ZBR2 - ZBR7




                                                                                                                  Art. ZBA1




                                                                                                Pulsante

                                                                                                               Numero disegno
                                                                                                               a3898-1
              Lampeggiante con antenna   Lampeggiante con antenna e ricevitore
              Art. EL05                  Art. EL09                                                                    Centralina su box
                                                                                                                      Art. EC33
                                                                                             Selettore a chiave
      0 14V
                                                                                 V   0 14V
                                                                                                                                                                       Rete
                                                                                                                                                                       230V~


                                                                                                                                           A

                                                                                                                  B
                                                                                                                  Scheda elettronica
                                                                                                                  Art. ZC24
                                                                                                                                                                                        ART. ZBR1/002 - ZBR7/002
                                                                                                                                                                                SCHEMA COLLEGAMENTO CON DUE BARRIERE




                                                                                                                       Pulsante




                                                                                                                                          A-   Trasformatore
                                                                                                                                               220 VA

                                                                                                                                          B-   Batteria        Numero disegno
                                                                                                                                               Art. ZBA1       a3899-1




179
180
                                                     Lampeggiante con antenna e ricevitore
                                                     Art. EL09                                   Centralina su box
                                                 R




                                                                                                 Art. EC33


                                                        V      0 14V               C




                                                                                                                                 Rete
                                                                                                                                 230V~
          Colonnina con appoggio                                                                                             A
          Art. EE05

                                                                                             B

                                                                                             Scheda elettronica
                                                                                             Art. ZC24
                                                                                                                                                                                     Art. ZSEM




                                                                                                                                         A- Trasformatore 220VA

                                                                                                                                         B-   Batteria Art. ZBA1

                                                                                                                                         C- Selettore a chiave




                  Rosso



                                                                           NC
                                                                                             +                    Pulsante
      Semaforo
      Art. ZSEM                                                                   COM
                                                                                             -
                                                                                                                                                                   SCHEMA DI COLLEGAMENTO BARRIERA CON SEMAFORO




                                                                           NO
                                          Nero
                                                                           Relè
                                    Blu                                    Art. ZC10


                                    Blu

                                                            Giallo/Verde                                                                  Numero disegno
              Verde       Marrone                                                                                                         aa3898-2
COLLEGAMENTO ART. ZR01 RILEVATORE MAGNETICO DI MASSA




                                                       181
  NOTE:




182
                                              DEP.AUI.I00 - RL04 - 6/2008
SEDE DI CAMPODARSEGO
Via Pontarola, 14/A
35011 CAMPODARSEGO (PD)
Tel. 39/049 9202511 r.a.
Telefax Italia 049 9202603
Telefax Export Dept.... 39/049 9202601
E-mail: info@elvoxonline.it
E-mail export dept: elvoxexp@elvoxonline.it

Filiale di Padova
Via A. Ferrero, 9 - 35133 PADOVA
Tel. 39/049 8888211 r.a.
Telefax Italia 049 8888251

Filiale di Milano
Via Conti Biglia, 2 - 20162 MILANO
Tel. 02 6473360-561 - Telefax 02 6473733
E-mail: filialemilano@elvoxonline.it

Filiale di Firenze
Via Lunga, 4/R - 50142 FIRENZE
Tel. 055 7322870 - Telefax 055 7322870
E-mail: filialetoscana@elvoxonline.it


www.elvox.com

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:0
posted:4/1/2013
language:Italian
pages:184