come_il_pane_per_i_piccoli by jhfangqian

VIEWS: 0 PAGES: 8

									                             COME IL PANE


                       ANTOLOGIA POETICA

       PER I BAMBINI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA
                           E
     PER QUELLI DELLA PRIMA CLASSE DELLA SCUOLA
                       PRIMARIA


Dormono (Lina Schwarz)

Il gattino accanto al fuoco
si addormenta a poco a poco;
nella culla dirimpetto
dorme placido un bimbetto.
Fa la nonna un pisolino,
mentre veglia il nipotino;
nel silenzio, all'ombre fide,
passa un angelo e sorride.

Stella stellina (popolare)

Stella, stellina
la notte s'avvicina
la fiamma traballa,
la mucca è nella stalla.
La mucca e—vitello,
la pecora e l'agnello,
le chioccia coi pulcini,
la gatta coi gattini,
la capra ha il suo capretto,
la mamma ha il suo bimbetto.
Ognuno ha il suo bambino,
 ognuno ha la sua mamma ...
e tutti fan la nanna.




                                  1
Margheritine

Proprio stimane tre margheritine
i petali hanno aperto al primo sole:
sono simili a tre liete stelline,
 ridenti fra le aiuole.

Farfalla (Renzo Pezzani)

La farfalla lieta
vola di fiore in fiore.
E' tutta uno splendore
ha le ali di seta.
Vola, torna, si posa.
Pare un petalo di rosa.

Cavalletta (Lina Schwarz)

Salta salta cavalletta
salta salta tra l'erbetta
C'è una bella margherita
rugiadosa che t'invita.

Lucciola (popolare)

Lucciola lucciola vien da me
Ti darò pane da re,
ti darò pan da regina,
lucciola lucciola maggiolini.
Lucciola lucciola vien da me !
Ti darò veste da re
e poi manto da regina,
lucciola lucciola vespertina.
Lucciola lucciola vien da me
Ti darò letto da re,
e lenzuola da regina,
lucciola lucciola lucciolina.




                                       2
Rondinino

Sotto il tetto v'è un nidino,
vi dimora Rondinino
ed insieme le sorelle,
due graziose rondinelle,
E' venuta mamma a volo,
avea un seme solo solo,
ra babbo tornerà
ed insetti porterà.

Buon dì pulcino (L. Nason)

Co co co ... Che c'è di nuovo?
La gallina ha fatto l'uovo.
Co co co ... Finchè potrà
la gallina coverà.
Co co co ... Che cosa è stato?
La gallina ha già covato.
Tic tic tic ... Che c'è di nuovo?
Il pulcino è dentro l'uovo!
Ti tic tic .., Un colpo secco
e       lo rompe col suo becco.
Ecco aperto l'usciolino ...
Oh buon dì, signor Pulcino!

Un brutto incontro (A. Vestri- A. Ruggir)

Tre pulcini andando a spasso
incontrarono una volpe
che, venendo passo passo.
leggicchiava il suo giornal.

-Buonasera, signorina!
- disser subito i pulcini.
- Oh, salute, miei carini,
 e di bello che si fa?

- Già che mamma è andata fuori.
siamo usciti dal pollaio:
vogliam fare un po' i signori

                                    3
con l'andar di qua e di là.

- Bravi, bravi per davvero!
Voglio stringervi la mano.
-Sì dicendo, s'appressò
E ...glu glu ... se li mangiò.

Per fortuna un cacciatore
 alla tana l'aspettò
-Sputa fuori i tre pulcini
-col fucile gli intimò.

E la volpe, assai umiliata,
lesta lesta gli ubbidì,
e i pulcini un po' sventati
si salvarono così!

Che terrore! (Irene Brinati)

Sotto gli occhi d'un gattone
fa il topino un ruzzolone.
Che spavento, che terrore!
Al topino batte il cuore.
Se il gattone arriverà
come mai si salverà!?

La pappa (Maria Punter)

Din din din, campanellino,
dà la pappa al mio bambino.
Don don don, campana a fuoco,
anche al micio ne dò un poco.
Din din din, campana a festa,
un po' al cane gambalesta.
Don don don, campana a morto,
un cucchiaio ne dò all'orco.
Din din din, campana doppia,
gliene diamo finchè scoppia.
Don don don, campana d'oro,
tutto il resto al mio tesoro.


                                 4
Solicello di primavera

Solicello di primavera,
sei tornato a riscaldare,
sei tornato a carezzare
il prato verde e la terra nera.
Sulle prode del fossatello
t'aspettava la violetta,
sulla soglia della casetta
t'aspettava il vecchierello.
i saluta, o solicello.
l'alberello tutto in fiore,
ti saluta anche il mio cuore,
solicello, solicelio.

Ballo di primavera

Margheritine
vestite di giallo,
al primo sole
inventano un ballo.
Al soffio lieve
ondeggiar la testa:
e c'è il profumo
di un giorno di festa.

La primula

E' prima a sbocciare:
non fa che guardare
con occhi ammirati
il cielo ed i prati
Poi dice: ―Sono sola.‖
 E chiama la viola.

Pasqua

Le uova a sorpresa.
le rondini e i fiori
rallegran la Pasqua
di vivi colori.

                                  5
Ma il dono più bello
lo fa il Redentore
col darci la pace
nel fondo del cuore.

Ottobre

Ottobre, il tuo pennello
dipinge boschi e prati.
E' pieno il tuo cestello
di grappoli dorati.
La castagna ed il fico
sorridon tra le foglie:
viva l'autunno amico,
sian di chi li raccoglie

Sera d'inverno

Nel camino c'è un castello
che tien vivo il focherello.
Mamma stira il grembiulino
dei suo caro e bel bambino,
mentre il babbo con la mano
culla il bimbo piano, piano.
In un angol del camino
fa le fusa un bel gattino,
mentre fuori, lieve lieve,
in silenzio vien la neve.

Natale (canto popolare)

Stanotte a mezzanotte
è nato un bel bambino,
bianco rosso e ricciutino.
La su’ mamma lo piglia e lo bacia
e gli scalda i bei piedini.
Oh! mirate begli occhioni!
Dentro ci è il beato.
Cristo è nato!
Venitelo a vedere
in quella capannella

                                    6
col bue e l’asinello,
con Giuseppe e con Maria.
Oh che bella compagnia!
Neve

Nel silenzio, lieve lieve,
scende scende giù la neve.
Fiocchi bianchi, farfalline,
tante candide stelline.

Nevicata (Pasquale Ruocco)

Le casette
stupefatte
sono bianche
come il latte.
Lungo i tetti,
sopra i rami,
che merletti,
che ricami!
tutto è bianco
monte e valle...
E' un diluvio
di farfalle.
Che stupore
 per gli uccelli!
che cappucci
sugli ombrelli!

La Befana

Viene viene la Befana,
vien dai monti a notte fonda.
Com'è stanca ! La circonda
neve, gelo e tramontana.
Viene viene la Befana.

Arcobaleno

Sbuca inatteso
da quattro nuvole

                                7
l'arcobaleno.
Scavalca H monte,
la chiesa, il ponte,
salta nel mare
e poi scompare.


NB – A breve la raccolta sarà ampliata.




                                   8

								
To top