Ecologia i Biomi by AntonioDeGaetano

VIEWS: 31 PAGES: 5

									Ecologia Lezione 9
PPT - Successione
- Ciclo di Holling -
In realtà questo ciclo avviene in scale dimensionali e spaziali diversi, finestre di
sperimentazione possono poi ritrovarsi in scale maggiori, quindi collasso a piccole scale e
quindi collasso anche in scale maggiori. Detto PANARCHIA.
- non succede sempre così - In quanto questi collassi possono anche non dare effetti a scale
maggiori, in realtà il ciclo maggiore può controllare e regolare i cicli inferiori e quindi
restaurare il ciclo più piccolo.
La panarchia dipende dal fatto che alla stessa gilda appartengono organismi di scala
dimensionale diversa.
Quindi in base alla dimensione avremo le stesse gilde ( che a loro volta integrano organismi
di dimensioni diverse )
Morale della storia, avremo la stessa organizzazione funzionale tra il molto piccolo e il
grande.
Quindi il ciclo di Holling si perpetua attraverso le scale dimensionali. [°o0oO°]--> Ingranaggi
di un orologio.
| dal piccolo al grande -> Revolution | | dal grande al piccolo -> Remember |
___________________________________________________________________________
___________________________________________________
Patchwork ( Dinamica delle chiazze )
Osserviamo un mondo che non conosciamo al suo interno, ma vediamo tutto in forma
generale ed appiattita.
Ecologia del Paesaggio ( aldilà degli ecosistemi )
Quindi tanti Ecosistemi, e non vi è omogeneità di associazioni vegetali. Il territorio come una
serie di chiazze, con associazioni differenti, e che hanno dinamiche differenti. MOsaio
dinamico di chiazze (Polla-Teggiano -Sala Consilina - Vallo). In pratica il Climax è un
Patchwork, in quanto non possiamo vedere una serie di associazioni vegetali diverse, quindi
più chiazze di territorio.
Langston 1998 - La perturbazione e l'incertezza sono più naturali dell'armonia e
dell'equilibrio, questo ha aiutato i nuovi modelli ecologici ad essere più plausibili dei
precedenti modelli di Equilibrio.
___________________________________________________________________________
___________________________________________________

Lezione 9 ( 2a parte )
PPT - Biomi

Il Bioma è l'insieme di comunità e di Ecosistemi, che sono in equilibrio con i fattori climatici,
ma su ampia scala geografica e sono fortemente caratterizzate dalle associazioni vegetali.
(Colinvaux, 1986) " Tutti gli animali e le piante adattate ad un clima comune... Gli animali
sono limitati dal design vegetazionale "
(Ricklefs, 1997) " Comunità (di larga scala) determinata in base alla forma vegetale
dominante, che ne conferisce il suo carattere globale. Presentano una stretta corrispondenza
con le principali zone climatiche "
- Fattori Climatici - Principali
-Temperatura media annua °C
1. Caldo < 20°C
2. Temperato 5<x<20 (°C)
3. Freddo <5°C
-Precipitazione annua (cm)
1. molto Secco (mS) <25cm di pioggia
2. Secco (S) 25-150 cm di pioggia
3. Umido (U) 150-250 cm di pioggia
4. molto Umido (mU) >250 cm di pioggia
______________________________________________// Climogrammi vengono disegnati
su questi valori.
Ogni clima ha un suo bioma ben caratterizzato.
A domani :D !!!
Lezione 9 (3a parte)
Carte Climatiche, e come si realizzano i climogrammi.
L'orografia influenza molto il clima locale e quindi il Bioma locale.
NSF : solo 6 Biomi vengono identificati.
(9-Biomi del solito Witthacker)---> sta sempre in mezzo!
Nelle aree considerate, si trova qualcosa aldifuori di certi range, in pratica esse sono zone
vuote ( o per lo meno sulla Terra non esistono, ma potrebbero in realtà esistere su altri
Pianeti)
- Deserto ( sia caldo che freddo ): Caldo Basse precipitazioni e Temperature alte, il Freddo ha
temperature diverse.
- Tundra : Basse precipitazioni e Climi Freddi. (muschi e licheni, qualche erba annuale)
- Praterie : Piante erbacee, Temperature elvate e le precipitazioni aumentano.
------ ( macchia mediterranea )-------
- Foresta a Conifere ( aghifoglie e sempre verdi ), temperature basse e precipitazioni medio-
basse// TAIGA
- Foresta Decidua ( latifoglie e caducifoglie )
- Foresta Tropicale : molto caldo ed elevatissime precipitazioni.// Non sta ai tropici,
all'equatore, quindi America Latina e Africa subsahariana-sud africana.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
8 Biomi
- Taiga 17%
- Deserti 19%
- Tundra 11%
- Foreste Tropicali 13%
- Foreste Decidue 8%
- Praterie 13%
- Macchia Mediterranea 3%
-?
___________________________________________________________________________
_________________________________________________
La Savana ha una variazione in base alla dominanza di specie.
- Boscaglia a sclerofite, macchia mediterranea. Chaparral in California.
////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
Whittaker ne identifica 10.
In pratica non sanno manco loro quanti ce ne sono.
Il gradiente latitudinale ci permette di identificare certi Biomi, ma possiamo avere degli
analoghi analizzando il gradiente altitudinale.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Tundra
-Presente intorno all'area artica e piccole isole subantartiche.
-Terreno perennemente congelato (permafrost) diventa acquitrinoso in superficie nella
stagione estiva (1 month)
-Vegetazione muschi licheni ed erbe annuali
-Fauna: Zanzare e mosche, uccelli migratori ed insettivori, mammiferi da pelliccia (lemming,
volpe artica)
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Foresta Boreale
-Presente in una larga fascia dell'America del Nord, e dell'Eurasia.
-Suolo acido (podzol) è costituito da una torba acida che ricopre la roccia madre.
-Conifere ed assenza di sottobosco.
-Fauna Stanziale ( megaerbivori-mammiferi, scoiattolo, gallo cedrone, visone, alce...)
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Foresta Temperata Decidua "Bioma più frammentato e modificata dall'uomo"
-Distribuzione discontinua nella fascia temperata.
-Il suolo è molto fertile, presenza di sottobosco, foglie cadicifoglie permettono un
arricchimento del suolo (lettiera)
-Alberi Caducifoglie (Castagneti, faggi, quercia, carpino, noccioleti) e sottobosco.
-Animali dalla colorazione fulvo-bruna (lince, gatti selvatici, cervi, cinghiali, daini)
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Prateria
-Presente nelle aree lontane dal mare alle latitudini temperate, Nord America(prateria), Sud
America(pampas), Eurasia(steppa), Australia.
-Il fuoco ha un ruolo fondamentale. Occorre per completare il ciclo vitale di molte specie.
-Vegetazione , piante erbacee perenni.
-Roditori, ma anche Grandi Erbovori (bisonte, cavalli) uccelli.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Savana o Prateria o Boscaglia Tropicale
-Presente tra la foresta pluviale e i deserti tropicali in ogni continente.
-Vegetazione, erbacee annuali, piante arboree perenni o secolari ( acacie, baobab e qualche
palma)
-Animali: Zebre,Gazzelle,Giraffe,Insetti di vario genere, animali necrofagi e i predatori
(grandi felini).
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Foresta Pluviale Tropicale (Equatoriale)"Bioma che ospita più del 60% di specie conosciute
sulla terra emersa"
-Presente tra i tropici ( bacini Orinoco, bacino del Congo, Niger,Zambesi, Madagascar,
Borneo, Brasile..)
-3 strati di Vegetazione: Alberi molto alti e sparsi, poi strato "a baldacchino" che forma un
tappeto sempre verde alto, sottobosco. Molte piante rampicanti e soprattutto liane legnose ed
epifite.
-Ricca Fauna anche nello strato intermedio ed alto.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Deserto
-Presente nelle zone tropicali, caratterizzate da alte pressioni, nelle aree continentali alle
latitudini temperate e lungo le aree costiere occidentali (risalita acque fredde)
-Piante anne, succulente(cactinacee), arbusti equispaziati con piccole foglie.
-Micromammiferi deserticoli, altri erbivori (camelidi), artropodi (scorpioni),rettili.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------------
Macchia Arbustiva (macchia mediterranea)
-Chaparral in california e messico, macchia in Italia.
-Vegetazione: Arbusti e foglie sclerotizzate.( mirto, ginepro...)
-Fauna: Conigli selvatici, ratti, lucertole, scriccioli e fringuelli, molti uccelli e grossi erbivori
(cervi)
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------
+Focus Clima Mediterraneo
- T media inv. +7°/+12°
- T media estiva +22°/+26°
- P media annua 76 cm
--------------------------------
Strategia di adattamento delle piante.
-Xerofitismo : ispessimento della cuticola e peluria
-Terofitismo : contrazione ciclo vitale
-Criptofitismo : attività vitali sotto terra ( bulbi, rizomi)
---------------------------------------------------------------
// Gariga (arbusti radi)
// Macchia (ginestre, erica, corbezzoli)
________________________________________
Evolvere____________________________________________

(1) Lecceta (optimum) (2) Pineta (+calda) (3) Sughereta (zone calcaree e aride)
---------------------------------------------------------------------------------
Nel circeo possiamo ritrovare il (2) e il (3)
---------------------------------------------------------------------------------
Successione xerarca, parte dalla spiaggia, alla macchia mediterranea più matura.
---------------------------------------------------------------------------------
In realtà la pineta può essere considerata uno stadio serale antecedente alla lecceta (Gallipoli)
---------------------------------------------------------------------------------
Spiaggia (zona interna) -> Piante spinose (Echinofora, Eringi)
Duna (recenti ed attive, serbatoio di sabbia) -> Ammofile e Gigli di mare
Interdunali -> cespugli di ginepro
Duna vecchia -> ginepri, cespugli di lentisco e pini marittimi
<int> -Zona Parco della Maremma Grosseto-
Pineta con strato cespuglioso (ginepro, lentisco, erica) -Pini hanno radici superficiali e
dissestano le strade-
se non ci sono pineta resta il ginepreto, fino a quanto non si raggiunge il climax.
Lecceta, macchia alta (Leccio,corbezzoli, mirto, fillirea, asparago, erica arborea)
</int>
___________________________________________________________________________
__________________________________________________
Successione secondaria
Macchia secondaria con sfruttamento razionale della risorsa.
Gariga se lo sfruttamento è eccessivo. (Pascolamento)
Pascolo (Gramineti degradati) -Festuca- sfruttamento eccessivo ed incendi.
Coltivi (Oliveti, Vigneti e colture annue), coltivazione anche eccessiva.
Ovviamente ripercorrendo al contrario gli stadi si ha una rigenerazione degli stati serali fino
al "climax relativo" Macchia Secondaria e dopo secoli e secoli, si torna alla Macchia
Primaria.
___________________________________________________________________________
__________________________________________________
I Biomi
Gradienti, latitudine e altitudine.
-Gli insediamenti dell'uomo privilegiano il mezzogiorno, quindi migliore a livello di
illuminazione-
___________________________________________________________________________
__________________________________________________

								
To top