Docstoc

Ipertesto_ Banda Larga

Document Sample
Ipertesto_ Banda Larga Powered By Docstoc
					                  Luca Carminati
                        e
                  Emanuele Riva
                      3° I




Classiche   Moderne
  Modem     Banda Larga
Il modem è un dispositivo
elettronico che rende possibile
la comunicazione di più sistemi
 informatici (ad esempio dei
computer) utilizzando un canale
di comunicazione composto
 tipicamente da una linea
telefonica (doppino)              Questo dispositivo permette la MOdulazione e la
                                  DEModulazione dei segnali contenenti
                                  informazione; dal nome di queste due funzioni
                                  principali il dispositivo prende appunto il nome di
                                  MODEM. In altre parole, sequenze di bit vengono
                                  ricodificate come
                                   segnali elettrici
• Doppino: In telecomunicazioni, per doppino si intende una linea di trasmissione composta da
  una coppia di fili di rame utilizzata per la trasmissione delle comunicazioni telefoniche e dati, da
  parte di un fornitore di servizi. È un elemento essenziale della rete telefonica.
• Tipicamente il doppino è costituito da una coppia di conduttori ritorti (twisted pair)mediante un
  processo di binatura. Il doppino può essere singolo (una sola coppia) oppure in treccia di una
  serie più o meno numerosa di coppie. Questi doppini possono essere schermati per ridurre
  l'interferenza elettromagnetica. Poiché è costituita di metallo, tale schermatura può agire,
  talora, anche da terra.
• Confronto con fibra ottica
  Diversamente da quanto si possa credere il rame è un mezzo trasmissivo attraverso il quale
  può tranquillamente passare un segnale a banda larga (voce e dati) fino a poco più di un
  centinaio di Megabit/sec, come succede già nei collegamenti ADSL da casa verso la prima
  centrale telefonica (ultimo miglio o rete di accesso), grazie al modem ADSL. La fibra ottica
  invece ha un costo maggiore per la posa soprattutto per gli apparati attivi, ma in generale offre
  prestazioni migliori in termini di banda e quindi velocità di trasmissione rispetto a quelle del
  doppino in rame vuoi anche per la bassa attenuazione
Le fibre ottiche sono filamenti di materiali vetrosi o polimerici, realizzati in modo da poter condurre la
luce. Sono normalmente disponibili sotto forma di cavi.
Sono flessibili, immuni ai disturbi elettrici ed alle condizioni atmosferiche più estreme, e poco sensibili
a variazioni di temperatura. Hanno un diametro di 125 micrometri (circa le dimensioni di un capello) e
pesano molto poco: una singola fibra pesa infatti circa 60 g/km, compresa la guaina che la ricopre.
Il costo dei cavi in fibra ottica varia dai 4000 euro/km di fibra nei piccoli centri (con cavi di spessore
molto più contenuto) ai 10000 euro/km di fibra nelle città, cui sono da aggiungere i costi dello scavo
per l'interramento e le licenze comunali per aprire i cantieri (dove richieste anche se per opere di
pubblica utilità).
Ogni singola fibra ottica è composta da due strati concentrici di materiale trasparente estremamente
puro: un nucleo cilindrico centrale, o core, ed un mantello o cladding attorno ad esso.
La fibra ottica funziona come una specie di specchio tubolare. La luce che entra nel core ad un certo
angolo (angolo limite) si propaga mediante una serie di riflessioni alla superficie di separazione fra i
due materiali del core e del cladding.
All'esterno della fibra vi è una guaina protettiva polimerica detta jacket che serve a dare resistenza
agli stress fisici e alla corrosione ed evitare il contatto fra la fibra e l'ambiente esterno.
• Velocità di trasmissione: in campo informatico e nelle telecomunicazioni, il
  termine velocità di trasmissione (o di trasferimento) indica la quantità di dati
  che possono essere trasferiti, attraverso una connessione su un canale, in un
  dato periodo di tempo.
• La velocità di trasmissione viene solitamente utilizzata per riferirsi allo
  scambio di Informazione tra computer o in generale dispositivi elettronici come
  apparati di ricetrasmissione di telecomunicazioni.
• L'informazione base considerata è rispettivamente il bit nelle telecomunicazioni
  ed il byte in informatica, dunque la quantità di informazione trasferita nell'unità
  di tempo si misurerà rispettivamente in bit al secondo, abbreviato in bit/s o
  bps, detta bitrate, e byte al secondo, abbreviato in byte/s o Bps (si noti l'uso
  differente dell'iniziale b, minuscola per il bit e maiuscola per il byte).
Adsl: In telecomunicazioni il termine ADSL (acronimo dell'inglese Asymmetric Digital Subscriber Line) indica una classe di tecnologie di livello fisico
utilizzate per l'accesso ad Internet ad alta velocità di trasmissione su doppino telefonico, cioè nell'ultimo miglio della rete telefonica (o rete di
accesso), mirate al mercato residenziale ed alle piccole-medie aziende tramite contratto con un provider del servizio. ADSL viene usato sul
cosiddetto "ultimo miglio", ovvero il tratto di doppino telefonico tra il domicilio dell'utente e la centrale telefonica. Questo tratto di doppino è
normalmente dedicato ad una sola utenza, anche se per gran parte si trova in cavi multicoppia insieme ad altri doppini. (Collegamento a schema
adsl)
Vantaggio
Uno dei punti di forza delle tecnologie ADSL è la possibilità di usufruirne senza dover cambiare i cavi telefonici esistenti.Di conseguenza le
prestazioni ottenibili dipendono fortemente dalla distanza dalla centrale, dalla qualità dei cavi, dalla presenza di eventuali disturbi elettromagnetici
lungo la linea. Il collegamento ADSL è terminato da un modem ADSL a casa dell'utente (spesso incorporato in un router), e da un DSLAM nella
centrale telefonica L'attivazione del servizio ADSL richiede l'applicazione ai dispositivi "standard" (prese di telefoni, fax e modem analogici) di un
opportuno filtro (o splitter) ADSL, che fa sì che a tali apparati arrivino soltanto le frequenze relative al servizio telefonico di base, bloccando a monte
quelle per la trasmissione dati, che altrimenti possono generare disturbi e fruscii.


Problema
Per la copertura a banda larga di un territorio oltre al DSLAM è necessario in genere anche la presenza della fibra ottica a partire dalla prima
centrale telefonica (Stadio di Linea) verso lo Stadio di Gruppo Urbano per raccogliere su di sè le bande larghe dei vari doppini entranti dal lato
utente.
 Ad ogni modo gli Stadi di linea della rete telefonica
 risultano molto spesso già cablati in fibra verso
lo Stadio di Gruppo Urbano lasciando quindi il problema
della copertura ADSL come un fatto unicamente dovuto
 alla mancanza delle opportune apparecchiature in
 centrale (DSLAM e MUX di cui sopra) e alla distanza
 effettiva dell‘utenza finale dalla centrale stessa. I costi
 eventuali di posa della fibra così come quelli degli apparati
possono essere tali che l'investimento non produca un adeguato ritorno
economico per l'operatore se il numero di utenti da servire su un territorio è basso.
      In telecomunicazioni il WiMAX (acronimo di Worldwide Interoperability for Microwave Access) è una tecnologia che
     consente l'accesso a reti di telecomunicazioni a banda larga e senza fili.
    WiMAX rispetto a Wi-Fi risulta superiore sotto due aspetti: la velocità di trasmissione e il range di copertura .delle celle.
Ecco alcune qualità del Wi-Max:
• NLOS: è la capacità di trasmettere attraverso territori parzialmente ostruiti (es. monti), grazie alla modulazione
     utilizzata.
• flessibilità: WiMAX è in grado di supportare diversi sitemi di comunicazione
• sicurezza: WiMAX implementa diverse tecniche di crittografia, sicurezza ed autenticazione contro intrusioni da parte di
     terzi.
• qualità del servizio: WIMAX supporta 5 tipologie di qualità del servizio: Unsolicited Grant Service (UGS), Real-Time
     Polling, Non Real-Time Polling Service (nrtPS), Extended Real-Time Polling Service (ErtPS) simile al rtPS, Best Effort
     (BE).
• throughput: utilizzando uno schema di modulazione particolare WIMAX trasporta una grossa quantità di traffico con un
     alto livello di efficienza.
• installazione: WiMAX non richiede equipaggiamenti particolari. Un’antenna può essere sufficiente per
     l’equipaggiamento base.
• mobilità: C’è la possibilità di connettersi anche se si è in movimento (fino a 120km/h)
• costi / copertura: i costi non sono altissimi e il raggio d’ azione è piuttosto ampio
v
Con la dizione banda Larga ci si riferisce in
generale alla trasmissione e ricezione di dati,
inviati e ricevuti simultaneamente in maggiore
quantità, sullo stesso cavo. (ampiezza di banda)



                                               Multiplazione:Le comunicazioni possono simultaneamente
                                               utilizzare un certo numero di canali fisici distinti: in questo
                                               caso si parla propriamente di multiplazione per accesso
                                               multiplo. Questi possono essere: fibre ottiche, wireless,
                                               modem,
                                               satellite, adsl
•L’ ampiezza di banda indica la quantità di dati che possono transitare, nell’ unità di tempo, attraverso il canale
di comunicazione e che normalmente è misurata in bit al secondo (bps)
                                                                                       Bit rate
                                                                 Nome                                  Simbolo
                                                                 kilobit per secondo                   kbit/s
                                                                 megabit per secondo                    Mbit/s
                                                                 gigabit per secondo                   Gbit/s
                                                                 terabit per secondo                    Tbit/s
•Per banda di un canale di comunicazione (qualsiasi) si intende la sua massima velocità di trasmissione, cioè la
massima quantità di informazione che esso può trasmettere nell'unità di tempo (massima banda disponibile);
per banda di un segnale (qualsiasi) si intende invece la minima velocità di trasmissione necessaria perché possa
essere trasmesso senza errori o distorsione (minima banda necessaria). Nel caso delle comunicazioni digitali
il concetto è, come già detto, semplice: nel caso analogico invece il significato di banda è più articolato ed ha a
che fare con i limiti di frequenza e con il rumore di fondo.
Satellite: Le reti satellitari sono reti di telecomunicazioni a radiofrequenza per la comunicazione a distanza di
      informazione tramite collegamenti radio satellitari tra stazioni ricetrasmittenti a terra e satelliti artificiali in
      orbita sotto forma di ponti radio satellitari, radiodiffusioni e telediffusioni. Esse trovano oggi ampia applicazione
      nel campo delle telecomunicazioni (telefonia, televisione e telematica), nella navigazione marittima e nel campo
      militare. Questi sistemi sono spesso l'unica soluzione applicabile in mancanza di infrastrutture terrestri o di
      difficile dislocazione e dal costo complessivo inferiore rispetto alla realizzazione di sistemi di comunicazione
      terrestri equivalenti (è quindi una soluzione possibile per il digital divide) . Dal 1947 i satelliti totali in orbita
      (considerando anche quelli rimasti o divenuti inutilizzati) superano i 25000. Sul satellite sono installati molti
      sistemi, alcuni dei quali servono al funzionamento del satellite stesso (batterie, propulsori, pannelli solari,
      sistema di controllo della navigazione, telemetria, sistemi di controllo termico), altri costituiscono il carico utile
      (playload) per il quale il satellite è stato lanciato, ovvero il sistema di comunicazione. Il payload è costituito da:
• una o più antenne
• unità di ricevitori e trasmettitori (che prendono il nome di transponder)
• calcolatori elettronici nel caso in cui il satellite disponga di un sistema di elaborazione dati a bordo (on-board
      processing)
• I segnali trasmessi dal e verso il satellite prendono il nome di portanti (carrier).
Disturbi di propagazione
Come ogni altra forma di radiocomunicazione una trasmissione satellitare può essere disturbata da eventi
      atmosferici quali precipitazioni (pioggia, neve, grandine) sul canale radio. Al suolo costituiscono disturbi di
      radiopropagazione satellitari la presenza di montagne o edifici alti (grattacieli) i quali provocano ostruzione sul
      segnale lungo la sua linea di vista.
Il satellite HYLAS-1 è stato lanciato in orbita e porterà la banda larga satellitare in
tutta l’ Unione Europea.La copertura del territorio italiano arriverà così al 100%
garantendo a tutti i cittadini una connesione internet a banda larga.
Il termine wireless (dall'inglese senza fili) indica una comunicazione tra dispositivi elettronici che non fa uso di cavi. Per
      estensione sono detti wireless i rispettivi sistemi o dispositivi di comunicazione che implementano tale modalità di
      comunicazione. I sistemi tradizionali basati su connessioni cablate sono invece detti wired(modem,adsl).
Generalmente il wireless utilizza onde radio a bassa potenza; tuttavia la definizione si estende anche ai dispositivi, meno
      diffusi, che sfruttano la radiazione infrarossa o il laser.
In informatica, wireless local area network, termine inglese abbreviato in WLAN, indica una “rete locale senza fili”. Con la
      sigla WLAN si indicano genericamente tutte le reti locali di computer che non utilizzano dei collegamenti via cavo per
      connettere fra loro gli host della rete.
Le tipologie di rete wireless sono cinque:
• PAN (Personal Area Network), a livello domestico
• WLAN (Wireless Local Area Network) propriamente dette come il Wi-fi.
• WAN (Wide Area Network) wireless
• BWA (Broadband Wireless Access), che sta conoscendo grande diffusione grazie alla tecnologia WiMAX
 A queste si aggiungono:
• Reti Cellulari radiomobili come GSM, GPRS, EDGE, UMTS, HSPA.
• Reti satellitari


Il problema principale delle reti senza filo è la sicurezza. I segnali radio, essendo diffusi nell'etere,
 possono essere intercettati senza difficoltà. Di conseguenza è necessario prendere contromisure
 di tipo crittografico per garantirne la riservatezza.
•      In telecomunicazioni il termine Wi-Fi indica la tecnica e i relativi dispositivi che consentono a terminali di utenza di collegarsi tra loro
       attraverso una rete locale in maniera wireless (WLAN). A sua volta la rete locale così ottenuta può essere interallacciata alla rete
       Internet tramite un router, e qualunque dispositivo o terminale di utenza (computer, cellulare, palmare ecc.) può connettersi a reti di
       questo tipo se integrato con le specifiche tecniche del protocollo Wi-Fi.
•      Tipo di copertura
Le coperture delle antenne Wi-Fi sono fondamentalmente di due tipi: omnidirezionali e direttive.
•      Le antenne omnidirezionali vengono utilizzate di norma per distribuire la connettività all'interno di uffici, o comunque in zone private e
       relativamente piccole (questo è stato storicamente lo scopo principale per cui fu ideato il protocollo Wi-Fi). Oppure, con raggi d'azione più
       grandi, si possono coprire aree pubbliche (come aeroporti, centri commerciali ecc.).
•      Successivamente il Wi-Fi si è evoluto per coprire aree più vaste: con l'utilizzo di antenne direttive è infatti possibile coprire grandi
       distanze esterne ad edifici, definibili in termini di chilometri, e sono proprio questi collegamenti a portare la banda larga nei territori
       scoperti dalla rete cablata. In questo caso, è possibile aggregare più reti in un'unica grande rete, portando la banda in zone altrimenti
       scollegate.
•      Nel futuro
Per i bassissimi costi della tecnologia, il Wi-fi è la soluzione principale per il digital divide, che esclude numerosi cittadini dall'accesso alla banda
       larga. A tal fine diverse comunità amatoriali al mondo sono nate per promuovere e realizzare reti wireless libere (Wireless community
       network).
•      Presunti danni alla salute
Esistono inchieste, tra cui quella di BBC Panorama, che investigano sulle accuse di alcuni scienziati secondo i quali lo smog elettromagnetico
       potrebbe provocare, a lungo termine, danni alla salute. In particolare va notato che le frequenze del Wi-Fi sono le medesime (seppur con
       potenze decisamente inferiori) usate dai forni a microonde e che permettono la cottura del cibo (2450 MHz). Oltre a questo effetto
       termico, i tecnici evidenziano la possibilità di un ulteriore effetto biologico non correlato all'aumento di temperatura ma comunque
       significativo.
• Il digital divide è il divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie
  dell'informazione (in particolare personal computer e internet) e chi ne è escluso, in modo
  parziale o totale. I motivi di esclusione comprendono diverse variabili: condizioni economiche,
  livello d'istruzione, qualità delle infrastrutture, differenze di età o di sesso, appartenenza a
  diversi gruppi etnici, provenienza geografica.Oltre a indicare il divario nell'accesso reale alle
  tecnologie, la definizione include anche disparità nell'acquisizione di risorse o capacità
  necessarie a partecipare alla società dell'informazione. Il digital divide può essere inteso sia
  rispetto a un singolo paese sia a livello globale.
• Il termine è apparso per la prima volta all'inizio degli anni novanta negli Stati Uniti in alcuni
  studi che indicavano come il possesso di personal computer aumentasse solo per alcuni gruppi
  etnici
• La penetrazione della banda larga in Italia è inferiore alla media europea (Italia 15,9 - Eu27 18,2)
  e la percentuale di nuove connessioni a banda larga in Italia è pari al 2.9%, contro il 4.4% della
  Francia, il 4.9% dell'Inghilterra e il 5,8% della Germania: la percentuale italiana, quindi, risulta
  essere tra le più basse d'Europa. Non bisogna poi dimenticare che sulla penetrazione della
  banda larga incide anche la maggior percentuale presente in Italia di popolazione digital divisa,
  che non può sfruttare tale tecnologia

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:2
posted:1/18/2013
language:Italian
pages:16