7 catechesi anno 2010 by xuyuzhu

VIEWS: 9 PAGES: 2

									                                              7 catechesi anno 2010

Cari amici,

la gioia di ascoltare la parola di Dio è una gioia sempre nuova,sempre diversa. Questo lo dico perché tante
volte abbiamo meditato questo brano che stasera vi propongo. Ma, mi sembra nella rivisitazione dei vari
momenti della comunità familiare, mi sembra quanto mai opportuno e propizio introdurre la preghiera di
intercessione, per un fratello presente.

Il Vangelo è Lc 5,17-26.
17
   Un giorno sedeva insegnando. Sedevano là anche farisei e dottori della legge, venuti da ogni villaggio
della Galilea, della Giudea e da Gerusalemme. E la potenza del Signore gli faceva operare guarigioni.18 Ed
ecco alcuni uomini, portando sopra un letto un paralitico, cercavano di farlo passare e metterlo davanti a
lui.19 Non trovando da qual parte introdurlo a causa della folla, salirono sul tetto e lo calarono attraverso le
tegole con il lettuccio davanti a Gesù, nel mezzo della stanza.20 Veduta la loro fede, disse: «Uomo, i tuoi
peccati ti sono rimessi».

 Gli scribi e i farisei cominciarono a discutere dicendo: «Chi è costui che pronuncia bestemmie? Chi può
rimettere i peccati, se non Dio soltanto?».22 Ma Gesù, conosciuti i loro ragionamenti, rispose: «Che cosa
andate ragionando nei vostri cuori?23 Che cosa è più facile, dire: Ti sono rimessi i tuoi peccati, o dire: Alzati e
cammina?24 Ora, perché sappiate che il Figlio dell'uomo ha il potere sulla terra di rimettere i peccati: io ti
dico - esclamò rivolto al paralitico - alzati, prendi il tuo lettuccio e và a casa tua».25 Subito egli si alzò davanti
a loro, prese il lettuccio su cui era disteso e si avviò verso casa glorificando Dio.26 Tutti rimasero stupiti e
levavano lode a Dio; pieni di timore dicevano: «Oggi abbiamo visto cose prodigiose».

È una parola bellissima quella che, stasera, il Signore Gesù ci rivolge, attraverso la quale abbiamo, lo ripeto
l’opportunità di approfondire, la preghiera di intercessione. Cos’è la preghiera,? Ecco alcuni uomini portano
sopra un letto un paralitico, cercavano di farlo passare. L’attenzione è per una singola persona. Tutti si
davano da fare perché questa persona arrivasse davanti a Gesù. È davvero una scoperta nuova di fraternità
solidale, che allarga il nostro futuro. Non è tutto qui. Un passo nuovo è sempre possibile con l’aiuto della
rete dei fratelli. La preghiera di intercessione, leggo dalla “sfida educativa delle comunità familiari, di
Gilberto e Mariateresa Zattoni-Gillini, “ la preghiera di intercessione è un gioiello che si incastona proprio in
questa rete di fratelli ed è un atto specificatamente educativo. Rimanda alla consegna del silenzio attento e
vigile sia nel momento di condivisione esistenziale della fede, ed anche in quello della condivisione della
parola. Un fratello od una sorella ha lasciato emergere un dolore, un’angoscia, una paura, una domanda.”
Ebbene è possibile che questo fratello chieda una preghiera speciale per se. Nei rapporti, tra fratelli, chi
chiede la preghiera dice fratello e sorella ho bisogno della vostra intercessione, ho bisogno che siate voi ora
a presentare per me questa mia necessità, non ho bisogno delle vostre ricette per risolvere i miei problemi,
non ho bisogno delle vostre competenze, ho bisogno di voi come intercessori, insieme possiamo fare
l’esperienza che solo Lui, il Signore , guarisce. Lo Sposo in mezzo a noi. Ha bisogno che ora, in concreto nel
desiderio del nostro cuore, prendiate su di voi il mio bisogno e lo presentiate a colui che dimora in noi.

“non trovando da quale parte introdurlo, salirono sul tetto”.

Queste persone erano tutte chinate su quel paralitico. Ma quali sono le condizioni per avere la preghiera di
intercessione? La preghiera di intercessione è la preghiera delle persone che si mettono in mezzo tra Dio e
la persona che ne ha bisogno. Queste persone, si sono messe tra Gesù ed i paralitico per una necessità
particolare, una persona che ha bisogno. Ed è l’ultimo momento che vivono le comunità familiari. Si
mettono insieme non finalizzato per lavorare meglio ma perché nella preghiera di intercessione, è
indispensabile essere un cuor solo ed un’anima sola, “ chiedete e vi sarà dato”, ricordate nell’ultima
catechesi, bussate e vi sarà aperto.

“Veduta la loro fede”.

Cos’è che giustifica il loro stare insieme? È la fede, nella fede ci si mette insieme e si prega per quella
persona, si intercede; pensiamo a quante volte viviamo o possiamo vivere la preghiera di intercessione. La
preghiera che facciamo subito dopo il credo, quella che viene definita preghiera dei fedeli, è un preghiera di
intercessione. I Gruppi di intercessione che si fanno davanti a Gesù Eucarestia, o come abbiamo fatto noi
prima del seminario di vita nuova in cripta, o per una necessità particolare è preghiera di intercessione. La
preghiera che facciamo per l’evangelizzazione, è tutta la comunità che vuole intercedere tra Gesù e quanti
sono lontani nella fede. Nella CFE c’è la preghiera di intercessione per un fratello presente. La caratteristica
è quella di essere fatta per un fratello che è presente, lì in mezzo a noi. Intercedere non significa sapere il
motivo per il quale quel fratello chiede la preghiera , ma conosce il bisogno di chi la riceve. La preghiera per
un fratello, per un sorella vede tutta la comunità familiare che si china su quel fratello come la famiglia
unita che intercede Gesù. È preghiera che va fatta con fede perché è Gesù che opera. È Gesù che è al
centro delle nostre comunità non siamo noi. Nella preghiera di lode e di ringraziamento lodiamo e
ringraziamo il Signore , nella condivisione della fede che cosa Gesù ha fatto per me. È l’agire di Gesù che fa
rinnovare la fede in Gesù vivo, attraverso l’ascolto della parola Gesù che parla, nella risonanza, Gesù parla
alla singola persona, a questo punto la nostra preghiera di intercessione, dove noi comunità ci poniamo fra
Gesù e le necessità del mondo, per poi arrivare alla preghiera di un fratello presente. Nella preghiera di
intercessione ci si rivolge, al Padre, a Gesù , allo Spirito, si può chiedere al Padre ed a Gesù il dono dello
Spirito Santo, si chiede al Signore ciò di cui quel nostro fratello ha bisogno. A quel punto possiamo mettere
davanti al Signore tutti i nostri sforzi di preghiera affinchè sia accolta. Con la preghiera di intercessione si
ottiene sempre la grazia più grande, che serve a noi in quel momento. “ Ti sono rimessi i tuoi peccati”.
Gesù ha donato a quella persona il miracolo più grande, la preghiera è sempre ascoltata.

Chiediamo al Signore che ci doni il miracolo di fare famiglia di figli di DIO , che ci doni l’unità nelle comunità
familiari di evangelizzazione, tra le comunità familiari, in parrocchia, tra i singoli,nei quartieri

 Ecco guardando Gesù sommo ed eterno sacerdote che intercede, per noi come Sposo che guarisce tutto
l’uomo guarisce non solo il singolo, ma anche le relazioni tra voi che siete qui presenti, guardando a Lui ci
affidiamo, mentre chiediamo per l’intercessione della vergine Maria , che tutti il Signore vivo, risorto
benedica. Buona sera a tutti.

								
To top