file by xiaopangnv

VIEWS: 2 PAGES: 69

									    Internet e il WWW

(dispensa tratta dal libro di testo)
                        Internet
• Reti di computer : insieme di computer collegati
  tra di loro.
• Una rete permette di : condividere risorse,
  permette la comunicazione fra utenti e offre
  servizi di vario genere come consultare
  informazioni, commercio elettronico…
• Le reti si suddividono in:
   – LAN : reti locali (es rete della scuola)
   – WAN : reti geografiche (es Internet)
• Internet : è una rete geografica (aperta) di
  estensione mondiale.
   ISP (Internet Service Provider)
• Per utilizzare Internet occorre sottoscrivere un
  abbonamento con un ISP.
• Non è necessario un computer o un sistema
  operativo particolare, l’unica cosa
  indispensabile è che sul computer sia
  installato TCP/IP (Transmission Control
  Protocol/Internet Protocol), un insieme di
  protocolli usati da tutti i computer collegati a
  Internet.
                 Indirizzo IP
• Ogni computer collegato a Internet è
  identificato da un numero univoco a livello
  mondiale, chiamato indirizzo IP.
• L’indirizzo viene rappresentato da 4 numeri
  (compresi tra 0 e 255) separati da punti.
                       Note
• L’indirizzo IP viene fornito dal provider e può
  essere :
  – statico se il collegamento viene fatto utilizzando lo
    stesso indirizzo
  – dinamico se ad ogni collegamento viene fornito
    un indirizzo diverso (in un intervallo – range)
• Per collegarsi ad un altro computer è
  necessario conoscere il suo indirizzo IP.
                   Domini
• Per rendere più semplici le cose invece di
  ricordare l’indirizzo IP viene usato anche un
  sistema basato su nomi .
• I computer vengono quindi divisi in gruppi
  chiamati domini, ciascun dominio ha un nome. A
  loro volta i domini possono essere suddivisi in
  sottodomini che hanno anch’essi un nome,…
  anche ogni computer per essere accessibile deve
  avere un nome.
• L’uso dei nomi al posto degli indirizzi IP è
  permesso dal servizio DNS (Domain Name Server)
  che traduce automaticamente il nome nel
  corrispondente indirizzo e viceversa.
                      FQDN
• Come si può intuire è stata definita una gerarchia
  nella struttura DNS e il nome completo del
  computer è costituito da nome del computer,
  nome del sottodominio a cui appartiene, nomi
  degli altri domini in ordine gerarchico fino al
  nome di dominio di primo livello; i nomi sono
  separati da ‘.’
Esempio : nomePC = “MioServer”
           nomeDomino = “aruba.it”

• Il nome “MioServer.aruba.it” viene chiamato
  FQDN (Full Qualified Domain Name)
        TDL (Top Level Domain)
• Con tale sigla si identificano i domini di primo
  livello. Alcuni esempi:
  – com ( indica un’azienda – company)
  – it,fr,de,uk (indica una nazione)
• Si veda la tabella a pag 4 del libro
                        ICANN




È l’ente internazionale che gestisce tutti i regolamenti
relativi ai nomi di dominio
InterNIC : ente per la gestione dei
         nomi dei domini
                     Per il dominio “it”
                         www.nic.it




NOTA : dopo aver registrato un nome di dominio (l’FQDN) un’organizzazione può
suddividerlo ulteriormente e gestire più server aggiungendo il nome del server
all’ FQDN nel seguente modo : nomeServer.nomeFQDNdelDominio
Hosting e Housing
       Collegamento a Internet
• Provider : abbonamenti gratuiti o a
  pagamento. Nel secondo caso si hanno servizi
  migliori. In ogni caso l’accesso viene regolato
  mediante procedura di autenticazione.
• Linea telefonica (modalità)
  – Linea telefonica tradizionale (pstn)
  – Linea ISDN
  – Linea ADSL
Linea       Modem                              Velocità bps (bit per   Costi
                                               secondo)

Analogica   Conversione Analogica/Digitale     56 K bps in ricezione   Tariffa legata al costo
            e viceversa. Software di           e 48 K bps in           di una telefonata
            connessione: dealer con            trasmissione            urbana
            protocollo PPP (point to point)
ISDN        Due linee digitali                 64 Kbps per linea, si   Tariffa legata al costo
                                               possono usare           di una telefonata ma
                                               entrambe per            se si usano due linee
                                               arrivare a 128 Kbps     si paga per ogni linea

ADSL        Sulla linea viene attivato un      Velicità asimmetrica: Tariffa flat (canone
            segnale digitale, per gli          Da 1,5 a 8 Mbps in     mensile)
            apparecchi telefonici analogici    ricezione e da 640 a
            (voce) va applicato uno filtro     1,5 Mbps in
            splitter. Vengono utilizzati       trasmissione
            (automaticamente) i parametri      Con ADSL2+ vengono
            VPI e VCI per individuare il       offerte velocità di 24
            provider attraverso la rete ATM.   Mbps in ricezione e
            Il protocollo utilizzato per la    3,5 Mbps in
            connessione PPPoA(PPP over         trasmissione
            ATM) o PPPoE (PPP over
            Ethernet) in base al provider
    Collegare una rete locale ad Internet
                         Server/router
                         che gestisce il
                         collegamento




                       ROUTER
                       CISCO



Server/print
server che
gestisce la
stampante di
rete
Schema generico di una rete “privata”
                                      Proxy Server
                     Computer             Proxy      Internet
                     dell’utente          Server

Programma che accetta
richieste dal computer della rete
e le inoltra, poi invia le risposte
ai computer interessati
   NSP : network service provider
• I provider che forniscono i servizi agli utenti
  sono a loro volta collegati a provider di livello
  superiore (NSP) con collegamenti più veloci
  (esempio dorsali in fibra ottica).
• Gli NSP gestiscono le linee che provvedono a
  trasportare i dati di tutti gli altri fornitori
  – NSP italiani : InterBusiness (Telecom), Infostrada
  – NSP internazionali : Verizon, Sprint….
                I servizi di Internet
• Internet è l’infrastruttura di rete dei computer
• Ciò che l’utente può fare dipende dai servizi che si
  utilizzano
   –   www (world wide web)
   –   e-mail (posta elettronica)
   –   ftp (file transfer protocol)
   –   newsgroup
   –   chat e instant messaging
   –   teleconferenza e video conferenza
   –   telnet
• Tutti questi servizi sono realizzati con applicazioni di
  tipo client-server: la parte client gestisce l’interfaccia
  con l’utente e richiede i servizi alla parte server che
  svolge l’elaborazione vera e propria
           Internet e sicurezza
• Si segnalano alcuni problemi
  – Virus
  – Appropriazione fraudolenta di dati “sensibili”
    (indirizzo, numero telefono, numero carta di
    credito…..)
  – Intercettazione di dati in siti non protetti
  – Messaggi di phishing
                   Intranet
• I servizi offerti da Internet possono essere resi
  disponibili su una rete locale (LAN) sui cui
  computer è installato TCP/IP, tale rete prende
  il nome di Intranet
• Una definizione più completa si trova
  all’indirizzo:
  http://it.wikipedia.org/wiki/Intranet
             Compiti per casa
• Questionario di pag 8-9
• Test di pag 9-10

• NB : le domande e le risposte vanno scritte a
  mano su un quaderno (raccoglitore) e
  consegnate entro la settimana successiva alla
  lezione. I compiti vengono valutati, a chi non
  consegna viene assegnata una valutazione
  negativa.
              Il servizio WWW
• Il World Wide Web è un insieme di pagine contenenti
  informazioni di natura molto varia sparse per il
  mondo
• Le pagine WEB sono IPERTESTUALI cioè ogni pagina
  può contenere dei collegamenti ad altre pagine
  (collegamenti ipertestuali o link)
• Un insieme di pagine WEB costituisce un sito WEB
• Le pagine sono rese disponibili per la consultazione
  da un computer su cui è installato un programma
  chiamato server WEB
                 Browser e HTTP
• Per consultare le pagine occorre utilizzare un browser
  (parte client del servizio WEB)
• Il browser richiede una pagina mediante il protocollo
  HTTP (Hyper Text Transfer Protocol)
• Il server, sempre tramite HTTP restituisce al browser la
  pagina richiesta
• Le pagine sono costituite da testo che contiene dei
  codici (tag HTML); il browser interpreta i codici e in base
  a questi stabilisce come devono apparire nelle varie
  parti della pagina
• Il servizio web è nato al CERN di Ginevra nel 1989 e nel
  1994 è sorto il Consorzio World Wide Web un ente
  dedicato alla standardizzazione dei protocolli utilizzati e
  allo sviluppo del WEB (www.w3.org)
Sito del W3C
Cern di Ginevra
Tim Berners Lee
  URL (Uniform Resource Locator)
• Appena avviato il browser presenta la HOME
  PAGE, è possibile passare ad altre pagine
  facendo clic sui collegamenti che
  normalmente sono evidenziati e sottolineati.
  Quando vi si posiziona il mouse il puntatore
  assume la forma di una mano
• Si può passare ad altre pagine anche
  specificandone l’indirizzo o URL
                    URL: sintassi
• protocollo://IndirizzoDelServer/percorso/nomefile

L’url permette di definire qual è la pagina, dove si trova
e come vi si può accedere

• Protocollo : http (hyper text transfer protocol)
• Indirizzo del server : indirizzo IP o nome simbolico
nella forma nomeserver.FQDN
• percorso : percorso completo della cartella sul server
•nome file : nome del documento completo di
estensione
               Uso del browser
•   Avvio di Internet Explorer
•   Elementi della finestra del browser
•   Personalizzazioni
•   Navigazione
•   Motori di ricerca
•   Uso del motore di ricerca Google
Servizio FTP
                 Servizio FTP
• Il protocollo FTP permette di trasferire file tra
  due computer dove siano stati installati
  rispettivamente un server FTP e un client FTP
• Un client può scaricare file dal server
  (download) o caricare file sul server (upload)
• Il servizio può essere utilizzato in due modi:
  – FTP anonimo
  – FTP con account (es per la pubbilcazione di un sito
    web)
      Modalità trasferimento dati
• Il trasferimento dei file può avvenire:
  – In modalità ASCII (modalità predefinita – default
    per il trasferimento di file di testo)
  – Modalità binaria (per file grafici e programmi)
• I client FTP possono avere interfaccia a
  caratteri o grafica, ma anche un browser può
  essere usato come client indicando nella barra
  dell’indirizzo, l’url con il riferimento al
  protocollo:
  – ftp://nomeDelServerFTP/
    Esempio di client e server FTP
• FileZilla Client è un software libero
  multipiattaforma che permette di trasferire
  file attraverso il protocollo FTP. Il programma è
  disponibile per GNU/Linux, Microsoft
  Windows, e Mac OS X.
• FileZilla Server è un server FTP che supporta
  il normale protocollo FTP più l'FTP per
  l'SSL/TLS
FileZilla client per Linux
FileZilla client per Windows
       Amministrazione server FTP
•   Creazione utenti
•   Creazioni gruppo/i
•   Assegnazione delle risorse (file / cartelle)
•   Esempio cartella condivisa in lettura/scrittura
             Compiti per casa
• Questionario di pag 31
• Test di pag 31-32

• NB : le domande e le risposte vanno scritte a
  mano su un quaderno (raccoglitore) e
  consegnate entro la settimana successiva alla
  lezione. I compiti vengono valutati, a chi non
  consegna viene assegnata una valutazione
  negativa.
Posta Elettronica e NewsGroup
Posta Elettronica
• Il servizio di posta elettronica (e-mail)
  permette di inviare messaggi ad altri utenti
• Ogni utente ha una casella di posta (mailbox)
  in cui vengono memorizzati i messaggi che gli
  sono stati inviati
• I messaggi vengono letti su esplicita richiesta
  del destinatario, che quindi può anche non
  essere presente all’arrivo del messaggio
              Account di posta
• Mittente e destinatario devono avere :
  – un account di posta, cioè un indirizzo di posta
    elettronica che individua una casella di posta,
  – una password per proteggere la propria casella di
    posta da accessi indesiderati
• L’indirizzo ha la forma:
           nomeUtente@nomeDominio
• Il dominio permette di individuare (tramite
  DNS) il computer su cui si trova la casella di
  posta dell’ utente.
                 Client di posta
• Offre le funzionalità per leggere, scrivere e
  gestire i messaggi
• La configurazione del client prevede di
  specificare:
  – Il proprio account (nome utente e password)
  – I due server di posta usati rispettivamente per
    ricevere e spedire i messaggi
     • Per spedire i messaggi si utilizza il protocollo SMTP
     • Per ricevere i messaggi si utilizza il protocollo POP3
          Protocollo SMTP(25)
• Simple Mail Transfer Protocol (SMTP) è il
  protocollo standard per la trasmissione di e-
  mail.
• È un protocollo dove viene inviato del testo,
  nel quale vengono specificati uno o più
  destinatari di un messaggio, verificata la loro
  esistenza, il messaggio viene trasferito.
             Standard MIME
• Poiché SMTP è un protocollo testuale basato
  sulla codifica ASCII, non è permesso
  trasmettere direttamente testo composto con
  un diverso set di caratteri e tantomeno file
  binari. Lo standard MIME permette di
  estendere il formato dei messaggi
  mantenendo la compatibilità col software
  esistente.
          Protocollo POP3(110)
• Il Post Office Protocol è un protocollo che ha il
  compito di permettere, mediante autenticazione,
  l'accesso ad un account di posta elettronica presente
  su di un host per scaricare le e-mail del relativo
  account. I messaggi di posta elettronica, per essere
  letti, devono essere scaricati sul computer (questa è
  una notevole differenza rispetto all'IMAP), anche se è
  possibile lasciarne una copia sull'host. Il protocollo
  POP3 non prevede alcun tipo di cifratura, quindi le
  password utilizzate per l'autenticazione fra server e
  client passano in chiaro.
          Protocollo IMAP(143)
• L'Internet Message Access Protocol è un
  protocollo di comunicazione per la ricezione di
  e-mail. Il protocollo è stato inventato da Mark
  Crispin nel 1986 come alternativa più
  moderna al protocollo POP.
• E’ possibile utilizzare il protocollo in modalità
  sicura (cifrata) tramite SSL
           Differenze POP3 - IMAP
• Entrambi i protocolli permettono ad un client di
  accedere, leggere e cancellare le e-mail da un
  server, ma con alcune differenze. Il protocollo POP 3
  scarica la posta direttamente sul PC, eventualmente
  cancellandola dal server; con il protocollo IMAP è
  possibile conservare copia delle proprie e-mail sul
  server, e scaricarle in un secondo momento da altri
  computer, consultare e fare ricerche direttamente
  sulla casella di posta del server, consente l’accesso
  di più utenti alla mailbox con la gestione delle
  eventuali modifiche.
                     Allegati
• La posta elettronica può essere usata anche per
  scambiare dei piccoli file che vengono allegati al
  messaggio (file attachment)
• Gli allegati possono essere di diversi formati
  (immagini, filmati, documenti, programmi..)
  vengono codificati automaticamente in modo da
  utilizzare solo l’ASCII ristretto seguendo le regole
  definite dallo standard MIME
• Al momento della ricezione il file viene
  decodificato e può essere salvato su disco
                   Standard MIME
• Il Multipurpose Internet Mail Extensions (MIME) è uno
  standard di Internet che definisce il formato delle e-mail.
• Il protocollo base di Internet per la trasmissione di email,
  l'SMTP, supporta solo caratteri ASCII a 7 bit. Questo di fatto
  limita le email a messaggi che, quando trasmessi, includono
  solo i caratteri sufficienti per scrivere in un numero limitato
  di lingue. Il MIME definisce meccanismi atti a spedire altri
  tipi di informazione con l'email, potendo includere testo
  scritto usando codifiche diverse dall'ASCII, e contenuti
  binari come immagini, suoni e filmati, oppure programmi. Il
  MIME è anche un componente fondamentale dei protocolli
  di comunicazione come l'HTTP, il quale richiede che i dati
  siano trasmessi come messaggi in formato MIME.
           Struttura del messaggio
• Intestazione : mittente, destinatario/i, oggetto
• Corpo : contenuto del messaggio
• La preparazione del messaggio può essere effettuata “off-
  line”, quando il messaggio è pronto il client si collega al
  server SMTP che provvede a recapitare il messaggio nella
  casella di posta elettronica del destinatario
• Se l’indirizzo del destinatario è errato il messaggio non
  può essere consegnato. Se è sconosciuto il server il
  messaggio non viene accettato, se è sconosciuto il nome
  del destinatario il messaggio inviato al server di
  destinazione provoca l’invio di un messaggio di
  avvertimento
      Esaminare i messaggi ricevuti
• Per esaminare i messaggi occorre collegarsi al server
  POP3 che gestisce la propria casella di posta e scaricare i
  messaggi dalla casella fornendo la propria password
• Una volta scaricati è possibile consultare “off-line” i
  messaggi e preparare le risposte
• I client di posta offrono molte funzioni aggiuntive come
  la richiesta di conferma (ricevuta di ritorno), si possono
  impostare dei filtri o regole per i messaggi in arrivo, si
  può firmare digitalmente il messaggio in modo da
  autenticarlo; si può crittografare il messaggio in modo
  che non possa essere compreso da eventuali intrusi che
  lo intercettano
             Outlook Express
• Outlook Express è il client di posta elettronica
  predefinito di Windows XP
• In Windows Vista il client predefinito è
  “Windows Mail”
• In Windows 7 è possibile installare nel
  pacchetto “live” il client di posta “Windows
  Live Mail”.
      O.E : configurazione e utilizzo
•   Account
•   Interfaccia
•   Gestione delle cartelle di posta
•   Invio e lettura di messaggi
•   Conversazioni / thread
•   Regole di gestione della posta
        Gestione della posta da WEB
               (Web – Mail)
• I provider permettono di gestire la posta da una pagina
  WEB che presenta i campi “nome utente” e
  “password”.
• In una successiva pagina compaiono i campi dove
  vengono visualizzati i messaggi ricevuti, vengono
  mostrati i pulsanti per rispondere, inoltrare o cancellare
  i messaggi
• Si può anche scrivere un messaggio, allegare file e
  inviare
• Questa gestione da pagine web della posta richiede di
  rimanere collegati a Internet (gestione della posta on-
  line)
                   Vantaggi
• Questo metodo è molto utile quando si vuole
  gestire la posta da un computer diverso da
  quello usato solitamente in quanto non serve
  configurare il client di posta
• I messaggi rimangono sul server è quindi
  possibile rivederli e scaricarli successivamente
  sul proprio computer
• NOTA : è possibile configurare il client per
  lasciare i messaggi sul server
Spam
                 Mailing List
• Permettono lo scambio di messaggi all’interno
  di un gruppo di persone che si iscrivono ad
  una lista
• Una lista non è altro che un elenco di indirizzi
  di posta elettronica
• Ogni volta che si manda un messaggio alla
  lista il messaggio viene automaticamente a
  tutti gli iscritti alla lista
                      Listserver
• E’ il nome del programma che gestisce la lista
• La lista e il programma listserver risiedono sul
  server di posta
• Alcuni programmi di questi tipo sono:
  majordomo, GNU Mailman, Dada Mail
• La mailing list dispone di due indirizzi:
  – Un indirizzo al quale si inviano i messaggi che si
    vogliono distribuire agli iscritti
  – Un indirizzo del listserver a cui inviare i messaggi per
    iscriversi alla lista o cancellare l'iscrizione
                Moderatore
• Alcune liste sono moderate, cioè c'è una
  persona che esamina i messaggi inviati e
  decide quali devono essere distribuiti agli
  iscritti e quali no
• Ci sono inoltre liste pubbliche a cui tutti
  possono iscriversi e liste riservate per esempio
  per dipendenti di un'azienda
                 NewsLetter
• La newsletter è un notiziario scritto o per
  immagini diffuso periodicamente per posta
  elettronica. Oggi è prevalentemente in
  formato HTML, che permette di gestire anche
  immagini.
• L'oggetto della newsletter può spaziare
  dall'informazione all'intrattenimento, anche se
  diversi portali e provider spesso usano questo
  canale in modo invadente e con fini
  prettamente pubblicitari, che si collocano fra il
  mailing e lo spam vero e proprio
                Legislazione
• La frequenza di invio è varia, può essere
  giornaliera o mensile-saltuaria. Le newsletter
  devono sottostare alla normativa relativa a
  privacy e vita privata, della quale si occupa il
  Garante, che afferma come sia vietato inviare
  messaggi informativi o pubblicitari non
  sollecitati.
        Differenza con mailing list
• La newsletter è caratterizzata da un singolo utente o
  un gruppo editoriale che invia messaggi
  unilateralmente verso la massa di iscritti, mentre
  questi ultimi possono inviare messaggi email al solo
  mittente originario e non anche a tutta la massa o a
  qualcuno degli iscritti, che restano vicendevolmente
  anonimi.
• Quest'ultimo aspetto segna la differenza sostanziale
  fra newsletter e mailing list, infatti in quest'ultima
  ogni iscritto può inviare messaggi all'intera massa di
  iscritti, creando discussioni di vario genere, private o
  pubbliche
               I newsgroup
• Sono gruppi di discussione sugli argomenti più
  svariati
• Si può pensare ad una bacheca dove vengono
  affissi dei messaggi
• Chiunque può leggere i messaggi e inviare i
  propri
• Per leggere i massaggi (articoli) occorre
  utilizzare un programma lettore di news
  (news reader)
        Iscrizione al newsgroup
• Tramite il lettore di news ci si collega ad un
  server di news e si sceglie il gruppo che
  interessa (iscrizione)
• I messaggi non vengono inviati agli iscritti ma
  rimangono sul server dove si possono
  consultare
• Sul server c'è una sola copia dell'articolo
  indipendentemente dal numero di iscritti
  (diversamente dalle mailing list)
          Protocollo NNTP(119)
• NNTP (Network News Transfer Protocol) è il
  protocollo utilizzato per la lettura degli articoli
• Il lettore di news deve essere configurato con
  il nome del server di news offerto dal provider
• I server di news non sono tutti uguali fra loro,
  ognuno può offrire solo una parte dei gruppi
  selezionata dal provider
• I server di news oltre ad offrire dei gruppi
  ufficiali possono offrire newsgroup locali e
  questi possono essere privati cioè accessibili
  solo da chi ha un account sul server
       Organizzazione dei gruppi
• I gruppi sono organizzati in modo gerarchico; sono
  suddivisi in categorie per argomento e per nazione
• Ogni categoria è suddivisa in sottocategorie e cosi via
• I nomi sono composti da parti separate da punti
  secondo la gerarchia (la categoria principale a sinistra
  e le sottocategorie procedono verso destra)
• I gruppi possono essere moderati
• Per la creazioni di nuovi gruppi ci sono delle regole
  molto rigide e delle organizzazioni preposte alla loro
  gestione
             Compiti per casa
• Questionario di pag 53
• Test di pag 53-54

• NB : le domande e le risposte vanno scritte a
  mano su un quaderno (raccoglitore) e
  consegnate entro la settimana successiva alla
  lezione. I compiti vengono valutati, a chi non
  consegna viene assegnata una valutazione
  negativa.
Oulook Express : newsreader

								
To top