Diapositiva 1 by MfT85YYG

VIEWS: 0 PAGES: 30

									Dall’EXPO 2010 a Shanghai
all’EXPO 2015 a Milano
Un progetto multifunzionale per migliorare
la Qualità della Vita sul nostro Pianeta.
Dalla Salute dell’Ambiente alla Salute delle Persone.
2
    EXPO 2010 Shanghai
    Tema: “Better city, better life”
    elevare lo stato di salute e la vivibilità
    dell’ecosistema terrestre...


    Tema: EXPO 2015 a Milano
    Tema: “Nutrire il Pianeta, energia per la vita”
    l’alimentazione
    e le fonti di energia per una vita più sana e un benessere diffuso.




3
    PREMESSA
    un ponte di feconde sinergie fra Shanghai e Milano


    Shanghai e Milano
    rappresentano le Capitali economiche di due Paesi che sono stati la culla di
    importanti civiltà, quello Romano e il Celeste Impero.

    Grazie a queste importanti radici culturali queste capitali decidono oggi di:
          • mantenere la propria Immagine ed autonomia produttiva per Eccellenze di
          primo livello nel rispetto della propria cultura millenaria e della propria rete
          distributiva internazionale.
    • integrare le proprie risorse per prodotti di buona qualità di secondo livello a
    Marchio congiunto garantito, in cui l’Italia può mettere a disposizione per
    prodotti e servizi prescelti Ricerca, Creatività, Tecnologia e Marketing, mentre
    la Cina può rendere disponibile la propria Potenza Economica e Industriale.

    Ciò permetterà di andare insieme con J.V o società miste sui mercati
    internazionali per rispondere meglio alle esigenze della Qualità della Vita delle
    nuove generazioni, pronte a vivere una globalizzazione ricca di Creatività.




4
    PREMESSA
    un ponte di feconde sinergie fra Shanghai e Milano



    L’Italia
    oltre a possedere una gran parte del patrimonio culturale universale, rappresenta
    anche un punto nodale di riferimento nel campo scientifico e della ricerca
    innovativa, che genera un ricco ventaglio di eccellenze riconosciute e apprezzate
    a livello internazionale:
    • dalle nanotecnologie ai robot;
    • dai materiali innovativi alla modellistica per l’ambiente;
    • dall’edilizia ai motori ibridi;
    • dalla logistica alla produzione di energia pulita;
    • dalle emissioni elettromagnetiche al risanamento di aree inquinate;
    • dalla sicurezza dei segnali elettrici alla microelettronica;
    • dalle reti di calcolatori alle tecnologie biomedicali;
    • dalla computer-grafica alla realtà virtuale;
    • dai sistemi multimediali all’ingegneria economico finanziaria;
    • dall’automazione industriale alla progettazione navale e nautica.




5
    PREMESSA
    un ponte di feconde sinergie fra Shanghai e Milano


    La Cina
    vanta già la seconda economia del mondo dopo gli Stati Uniti e la sua marcia
    trionfale è destinata a proseguire.

    Ma la Cina è anche il primo esportatore mondiale non solo di beni durevoli e di
    consumo a media e bassa tecnologia, ma anche di prodotti ad alto contenuto
    tecnologico.

    Sotto gli occhi di tutti sono anche i traguardi raggiunti in alcuni settori di punta
    della ricerca applicata, tra cui quelli dell’energia atomica a fini pacifici di
    sfruttamento, delle tecnologie informatiche, delle scienze spaziali.

    La Cina è stata il terzo Paese, dopo l’ex Unione Sovietica e gli Usa, a mandare
    con successo missioni umane nello spazio, offrendo una incontestabile
    dimostrazione degli straordinari progressi raggiunti nel campo tecnologico e nella
    ricerca scientifica.




6
    Una nuova era nei rapporti fra CINA e ITALIA



    Oggi siamo all’inizio di una nuova era e stiamo assistendo a un cambiamento
    epocale di scena: i cinesi più acculturati arrivano in Italia soprattutto per
    acquistare capi di abbigliamento e beni di consumo originali firmati,
    possibilmente presso una grande casa di moda, una griffe conosciuta in tutto il
    mondo, come le Boutique di Armani o Versace, cioè brand di alta gamma.
    Scelgono la Svizzera per acquistare orologi originali delle grandi marche.

    Questa consapevolezza della qualità e del background di creatività
    assimilato rapidamente dai cinesi del terzo millennio con alto tenore di vita e
    capacità di spesa può dare impulso ad una nuova rivoluzione socio culturale
    che pone in primo piano la qualità e il valore dei prodotti originali venduti in
    negozi specializzati.




7
    Creatività, Marketing, Tecnologia e Ricerca italiana e Potenza
    Economica e Produttiva cinese:
    UN MATRIMONIO VINCENTE



    Nel III° millennio, era della comunicazione globale, grazie a Internet e agli altri
    mezzi informatici ed elettronici della multimedialità,, le istituzioni politiche e le
    forze economiche italiane e cinesi devono perseguire una sfida vincente: la
    necessità di integrare la creatività e il marketing, la tecnologia e la ricerca
    italiana con la potenza economica e produttiva cinese, per creare beni di
    consumo, beni durevoli e servizi originali di seconda linea, contraddistinti e
    garantiti da un marchio congiunto certificato, rivolti a una fascia di consumatori
    che sa valutare essenzialmente la qualità e la funzionalità dei prodotti.




8
    Filo diretto fra l’Expo 2010 di Shanghai e l’Expo 2015 di Milano al
    servizio dell’uomo e delle città




    Considerando la possibile sinergia e interazione fra i Temi dell’EXPO 2010
    di Shanghai e dell’EXPO 2015 di Milano, l’Italia può riprendere il filo
    conduttore e i valori ideali che hanno connotato la sua presenza all’EXPO
    di Shanghai:

    • Una “Città dell’Uomo e per l’uomo”, che mette la creatività e la tecnica al
    servizio del futuro della vita e delle città di tutto il mondo.

    • Un percorso che si concentra sul Made in Italy in tutte le sue poliedriche
    espressioni: dall’arredo al design, dalla tecnologia alla sanità, dal
    benessere all’architettura ecosostenibile.




9
     Filo diretto fra l’expo 2010 di Shanghai e l’expo 2015 di Milano 2015
     al servizio dell’uomo e delle città


     Turismedia propone un importante progetto di interesse mondiale, che promuove
     un collegamento diretto fra l’Expo 2010 di Shanghai e l’Expo 2015 di Milano.
     Questo consentirà in cui far convergere le eccellenze sia dell’Italia che della Cina,
     quindi Creatività, Marketing, Tecnologia e Ricerca italiana associata alla
     Potenza Economica e Produttiva cinese:
     Il Progetto comprenderà i temi:
     • innovazione al servizio dell’uomo e delle città
           • cibi funzionali per la Salute umana, quindi “Energia per la Vita”, collegata
           anche ai temi della Salute dell’Ambiente e della Casa

     Questa seconda proposta si basa su una logica scientifica essenziale.
     La tossicologia dell’Ambiente (a monte) si riflette sui prodotti
     agricoli per un effetto filiera (a valle). Quindi curare la Salute
     dell’Ambiente significa curare la Salute del cibo, quindi della Persona




10
     I CIBI FUNZIONALI PER LA SALUTE DELL’UOMO



     In realtà si dovrebbe distinguere fra Nutraceutico ed Alimento funzionale, o
     Farmalimento: il primo indica una specifica sostanza con qualità curative estratta
     dagli alimenti, il secondo significa un cibo vero e proprio, che ha proprietà
     benefiche se introdotto nella dieta alimentare.




11
     I CIBI FUNZIONALI PER LA SALUTE DELL’UOMO



     I cibi funzionali sono adatti per la prevenzione e la cura di molte malattie.
     Essi sono nati in Giappone circa 15 anni fa e successivamente sono stati
     sviluppati negli USA. Per il futuro la previsione del fatturato mondiale annuo è di
     50 Mld di euro.

     I mercati mondiali sono già molto interessati ai i cibi funzionali. L’Italia e la Cina,
     hanno un ricco patrimonio di cultura alimentare grazie alla tradizione e alla qualità
     delle loro Cucine, riconosciute fra le più importanti del mondo.
     Ora per loro è tempo di impegnarsi in un progetto comune per offrire nuovi più
     ampi e fruttuosi orizzonti alla Nutraceutica e ai cibi funzionali, sia sui mercati
     interni che su quelli internazionali.




12
     I CIBI FUNZIONALI PER LA SALUTE DELL’UOMO



     L’ampia diffusione dei cibi funzionali è basata sul concetto di cibo come
     medicina, un’intuizione che risale ad Ippocrate.

     Il concetto di cibi funzionali è relativamente recente negli Stati Uniti, ma altri Paesi
     come Giappone, Corea e Cina ritengono da tempo che certi cibi procurino benefici
     per la salute.




13
     I CIBI FUNZIONALI PER LA SALUTE DELL’UOMO



     Forti interessi di mercato stanno ora alimentando l’attenzione verso i cibi
     funzionali negli Stati Uniti:
     • Rapidi progressi nelle conoscenze scientifiche a favore del ruolo cruciale
     della dieta sullo stato di salute e nella prevenzione delle malattie.
     • Richiesta da parte dei consumatori e cambiamento prospettico del ruolo
     del cibo, non più concepito come semplice mezzo di sussistenza.
     • Costi crescenti per la tutela della salute.
     • Invecchiamento progressivo della popolazione.
     • Progressi tecnologici nell’industria alimentare, che hanno reso possibile
     la produzione di cibi salutari, che possono essere commercializzati
     vantaggiosamente tra consumatori responsabili.
     • Cambiamento delle norme regolatrici.




14
     L’INDUSTRIA CANADESE DEGLI ALIMENTI FUNZIONALI
     E DEI PRODOTTI SALUTISTICI NATURALI


     L’industria canadese ha raggiunto fama internazionale per qualità e
     innovazione. Sostenuto da un sistema di ispezione riconosciuto mondialmente,
     da una rete di strutture di ricerca di punta e da una proficua collaborazione tra
     governi, università, istituzioni sanitarie e industria, questo vibrante e prospero
     settore economico offre una vasta gamma di prodotti e servizi di provato
     beneficio per la salute.
     Secondo i dati di Statistics Canada, circa 400 aziende canadesi hanno generato
     entrate per 2,9 miliardi di $ canadesi e hanno esportato prodotti destinati al
     mercato salute e benessere per un valore di 545 milioni di $ canadesi.
     Inoltre, le aziende con sede in Canada servono il più ricco mercato mondiale di
     alimenti e bevande funzionali, cioè quello degli USA, il cui valore è stato stimato
     nel 2006 a 31 miliardi di $ USA
     (Nutrition Business Journal).




15
     CIBI FUNZIONALI
     Proposte per l’ITALIA e l’EUROPA


     Le nostre proposte sono focalizzate su:

     • Stimolare Università e Centri di ricerca per mettere a punto un programma di
     cibi funzionali richiesti dal mercato internazionale. In Italia la Fondazione
     Umberto Veronesi, che già opera da anni su questa ricerca, è una
     organizzazione di riferimento.

     • Stimolare le scuole di Cucina scientifica come CASTAlimenti, acronimo di
     Centro Arte, Scienza e Tecnologia che ha un Comitato scientifico di Eccellenza.
     Questa Scuola privata ha conquistato, per alta professionalità dei suoi Docenti in
     meno di 10 anni 7 titoli mondiali.

     Nell’industria alimentare italiana due importanti gruppi come Barilla e Scotti Riso
     hanno cominciato a sperimentare i cibi funzionali.




16
     CIBI FUNZIONALI
     Proposte per l’ITALIA e l’EUROPA


     • Promuovere la Ristorazione funzionale per reparto in Ospedali, Cliniche e
     Beauty-Farm.

     • Stimolare progetti per migliorare il gusto e le caratteristiche nutrizionali nella
     ristorazione collettiva per l’infanzia multietnica e la terza età.

     • Promuovere i BIO Ristoranti all’interno delle grandi Catene alberghiere
     internazionali, per consentire a chi viaggia di usufruire di una Ristorazione
     funzionale alle proprie esigenze alimentari.

     • Stimolare l’Industria farmaceutica ed alimentare a produrre Nutraceutici per il
     mercato interno e quello internazionale da vendere in Farmacia e nella GDO

     Il Gruppo Giuliani, già da qualche anno produce e distribuisce in farmacia cibi
     funzionali.




17
     Ordine nazionale dei Biologi: dichiarazione d’ interesse




18
     LA QUALITÀ DELL’AMBIENTE
     presupposto per una sana alimentazione

     Le materie prime che sono alla base dei cosiddetti cibi funzionali, siano esse vegetali,
     animali o minerali, derivano tutte da una matrice comune: l’ambiente. Se la salute
     dell’ambiente non è garantita e tenuta sotto continuo controllo, anche le più sofisticate
     preparazioni alimentari basate sui principi nutrizionali più corretti corrono il rischio di
     perdere la loro efficacia o addirittura di acquisire effetti negativi per la salute umana.
     Le sostanze inquinanti antropogeniche e biogeniche possono, infatti, passare
     dall’ambiente (aria, acqua, suolo), alle materie prime, con il rischio di trasferirne l’effetto
     tossico e quindi di vanificare l’aspetto salutistico di prodotti biologici, cibi funzionali,
     nutraceutici, ecc.
     La Facoltà di Farmacia dell’Università di Milano, ha attivato da quasi 20 anni il corso
     di laurea in Scienze e Sicurezza Chimico Tossicologiche dell’Ambiente (SSCTA),
     che si propone di affrontare le complesse tematiche della tossicità ambientale,
     soprattutto in relazione alle materie prime per uso alimentare.
     Il corso di laurea gestisce importanti programmi di ricerca, coordinando le competenze
     scientifiche di numerosi scienziati di levatura internazionale.
     Inoltre, è teso alla preparazione di professionisti che svolgono e svolgeranno la propria
     attività, nel sistema “qualità e sicurezza dell’ambiente”.
     È auspicabile che, nell’ambito del progetto EXPO SINERGY, possa realizzarsi quanto
     prima una fattiva collaborazione tra l’Università di Shanghai e l’Università di Milano.


19
     FATTORIA A EMISSIONI ZERO
     Un’eccellenza verde italiana

     Monte Vibiano è la prima azienda agricola in Italia e una delle prime al mondo a
     emissioni zero di gas serra: è passata da 287 ton. di CO2 eq. nel 2004 a -764 ton. di
     CO2 eq. nel 2008, ben sotto lo zero.
     DNV, prestigioso ente internazionale di certificazione ha rilasciato all’Azienda il
     certificato #00001-2009, il suo primo certificato ISO 14064 per azzeramento di CO2
     ottenuto con sole attività interne, senza acquisto di crediti di riduzione.
     I controlli dei gas nocivi sono affidati a DNV e al Centro di Ricerca sulle Biomasse
     dell’Università di Perugia.
     L’Azienda, produttrice di olio e vini di alta qualità, aderisce rigorosamente ai principi del
     Protocollo di Kyoto con una serietà scientifica che la distingue:
     “Questo traguardo ha richiesto un notevole impegno, ma i prodotti migliori nascono
     dalla terra e dall’ambiente trattati con le cure migliori.”, ha detto Lorenzo Fasola
     Bologna, CEO di Monte Vibiano.
     Monte Vibiano mantiene così la promessa della “360 Green Revolution”, fatta nel
     2008, per un’eco-sostenibilità a 360 gradi con interventi per minimizzare l’impatto
     ambientale: pannelli solari, veicoli elettrici, stazione di ricarica elettrica, trattori a
     biodiesel, fertilizzanti a basso impatto ecologico, maggior superficie boschiva,
     razionalizzazione dei trasporti, copertura di edifici ad elevato albedo, misure di green
     IT negli uffici (spegnimento di server, carta riciclabile, riduzione stampanti, ecc...).



20
     LA NUOVA CONCEZIONE DELL’ABITARE
     Un’eccellenza verde italiana


     In tutto il mondo gli edifici consumano e producono molta più anidride
     carbonica che non i trasporti e l’industria. Quindi si deve pensare a un modo
     nuovo di progettare e costruire, promuovendo ricerche innovative sulle energie
     rinnovabili: pioggia, vento e sole.

     In Italia è stato sviluppato Off-grid, un sistema integrato di bioarchitettura e
     bioedilizia basato su queste tecnologie. L’energia generata può anche essere
     stoccata localmente: si usa l’elettricità per produrre idrogeno, che viene poi
     riusato, quando necessario, per produrre elettricità e calore.

     Questo è un know-how italiano, che merita di essere valorizzato nel modo
     di concepire un nuovo stile di vita.




21
     I POTENZIALI PARTNER
     PER SVILUPPARE L’IDEA PROGETTUALE


     Dott. Alessandro ROSSO, Presidente dell’Ass. CINA ITALIA di Shanghai
     a Milano: www.cina-italia.com/
     - Presidente del Gruppo A. Rosso incentive con sede in Milano
         - www.arossoincentive.it
         - www.arossoincentive.it/index.php/il-gruppo/le-societa-del-gruppo/
     - Presidente del 2° Hotel 7 stelle al mondo, in Milano galleria Vitt.Emanuele
        www.townhousegalleria.it/
     - incarico Diplomatico quale Console Onorario della Sierra Leone




22
     I POTENZIALI PARTNER
     PER SVILUPPARE L’IDEA PROGETTUALE


     Tommaso SGOBBA, Segretario Generale dell’Ass. CINA ITALIA
     di Shanghai a Milano: www.turismedia.it/cv_tsgobba.html

     - Ha fondato e dirige Turismedia, che comprende un team di consulenti
       internazionali per lo sviluppo di progetti avanzati nel settore turistico:
       www.turismedia.it

     - Ha ideato la BIT Borsa internazionale del Turismo di Milano
       www.turismedia.it/eccit.pdf ed il conseguente Background
       nella promozione del marketing multimediale e sensoriale.

     - Da circa 10 anni ha investito in ricerca di mercato sulla Cina
       www.turismedia.it/cina.html




23
     Come coordinatore del Team Turismedia ha sviluppato questo progetto
     marketing in collaborazione con uno Staff di collaboratori esterni:

     • Prof. Massimo BOARON, partner di Turismedia, esperto di tecnologie ITC,
     applicazioni Web, sistemi multimediali per la Comunicazione;
     docente di Turismatica all’Università di Milano-Bicocca

     • Dott. Giancarlo ROVERSI, giornalista professionista e scrittore,direttore di varie
     riviste, ideatore di eventi. specializzato nel settore della cultura e culture del cibo,
     del turismo e della comunicazione turistica.

     • Ing. Gianluca MENGHI, esperto in progetti industriali e di finanza
       con esperienze industriali attive in Cina.




24
     • Dott. Franco FONTANA, esperto in trasferimenti di know-how industriale fra
     l’Italia e la Cina con esperienza ventennale nei Paesi dell’estremo Oriente.

     • Prof. Mimmo CASTELLANO, docente di Immagine coordinata per lo studio e la
     elaborazione del Marchio.

     • Alessandro PALLAVICINI per la Comunicazione multimediale.




25
     AUTORITA’ competenti per verificare le prime ipotesi di fattibilità:


     • Roberto FORMIGONI Commissario Straordinario Regione Lombardia.



     • Giuliano PISAPIA Commissario Straordinario per la Città di Milano.



     • Diana BRACCO Presidente EXPO 2015.




     • LIANG HUI Console Generale della CINA a Milano.




26
     LA PROPOSTA DI EXPO SINERGY PER EXPO 2015



     Il Progetto richiede agli Sponsor italiani e cinesi un sostegno economico per
     sviluppare l’intera iniziativa.

     L’esposizione si incentrerà sul concetto di filiera e sarà declinata considerando le
     peculiarità dei diversi contesti dimensionali, geografici ed etnici, in cui questi
     principi dovranno essere applicati.

     Saranno presentate le soluzioni innovative di filiera, che comprendono i temi delle
     due EXPO 2010 e 2015 riuniti nel titolo:
     dalla Bioedilizia alimentata a energia rinnovabile (pioggia, vento, sole, …)
     all’alimentazione funzionale per un corretto stile di vita




27
     PRINCIPALI RIFERIMENTI CINESI



     • Le Istituzioni governative competenti per questo progetto strategico
     • Le Istituzioni che hanno promosso il FORUM della Cultura Milano il 15-12-2010
     • Il Consolato Generale della CINA a Milano che ha partecipato al FORUM
     della Cultura CINA con la Relazione della Console LINAG HUI




28
     PRINCIPALI RIFERIMENTI CINESI



     • La Municipalità di Shanghai con la presenza dell’Assessorato d’Oltremare che
     ha partecipato al suddetto FORUM.
     • La Organizzazione marketing dell’EXPO 2010 a Shanghai.
     • Il JIEFANG DAILY Group di Shanghai che ha promosso il FORUM dal titolo: La
     globalizzazione guidata dalla Creatività.
     • L’Associazione CINA ITALIA di Shanghai, nella persona del Senatore
     ZHU YUHUA che ha organizzato il Forum della Cultura.
     • Lo studio legale dell’Avvocatessa JIN YU che è presente in Italia da anni con
     Studio a Milano ed a Trento con competenza in Diritto cinese, italiano ed
     internazionale, con conoscenza linguistica in cinese, italiano e inglese,
     specializzato in J.V. fra Aziende italiane e cinesi.




29
     Potenziali Partner o Sponsor:

     • Fondo MANDARIN.
     • Banca INTESA per la CINA.
     • Bank of CHINA di Milano.
     • Gruppo BARILLA.
     • Gruppo RISO SCOTTI.
     • Gruppo GIULIANI.
     • Area Group di Bologna per la conoscenza profonda
     dell’Industria Agro Alimentare italiana.




30

								
To top