TEST DI VALUTAZIONE DI ATLETI - Fipav Lazio on-line, la pallavolo by 3QU3z74

VIEWS: 247 PAGES: 4

									                               ESEMPI APPLICATIVI FUTURI


Nel prospetto, presentato in questa pagina e creato in automatico su foglio excel, vengono analizzati i
valori ottenuti dal test sul reach e su lo spike jump (max altezza raggiunta ad una mano con stacco a
due piedi) dalle 196 atlete CQP nel 2003 e nel 2004; tali elaborazioni hanno prodotto:
        Un grafico a dispersione (ogni puntino indica un’atleta che ha come ascissa ed ordinata nel
         piano cartesiano i valori dei test);
        l’indice di correlazione (0,79 - molto alto);
        una linea di tendenza (di tipo lineare) e la sua equazione;
        la tabella dei percentili per tre valori ( altezza, reach e spike).




-Il grafico costituto dai puntini viene tecnicamente chiamato a nuvola e può essere diviso in quadranti
dalle rette rappresentanti le medie dei due fenomeni osservati; ad ogni quadrante, anche se in maniera
sommaria, può essere associata una categoria. La collocazione del singolo punto (atleta) rapportandolo
a quadranti, linee di tendenza e medie può essere più significativa di tante spiegazioni.
A dare maggiore forza a questi discorsi c’è poi la possibilità di utilizzare le tabelle dei percentili di
altezza , reach e spike ricavate dall’insieme oggetto dei test.
E’ ovviamente molto probabile, anche se il dato non è stato analizzato, che tutte o quasi le atlete che
abbiano avuto percentili da 80 in su siano state poi selezionate nelle rappresentative provinciali.




                                                                                                       1
Avendo     sempre una buona base dati può essere creato, in maniera automatica, come
nell’esempio proposto successivamente, un prospetto grafico relativo ad una specifica atleta.
Sarà sufficiente impostare il nome della ragazza ed il contesto con cui la si vuole paragonare
(esempio : coetanee di anno, oppure CQP, oppure under 16F) ed il programma imposterà i
risultati ottenuti dell’atleta (ultima riga)e i percentili dell’insieme di confronto.
Nel caso illustrato la tabella dei percentili riguarda le sole atlete presentatisi al CQP nei 2003
e nel 2004 aventi al momento della rilevazione un’età compresa fra 14,0 e 14,99.
Si rileva che la ragazza, scelta come esempio ma oscurata per motivi di privacy, rispetto alle
medie del gruppo risulta       più bassa( alt 35%le), più robusta (BMI 75%le),, abbastanza
longilinea (R1/H 75%le) e che nei salti raggiunge un discreto percentile (65/70%le) aiutata da
una notevole elevazione e dinamicità (85 – 90 -70%le).




Questo grafico unito alla scheda personale, gia ottenibile dal foglio excel in distribuzione,
anche se non vuole sostituire il giudizio dei tecnici, fornisce sicuramente delle sintesi valide.




                                                                                                    2
   VALUTAZIONE COMPLESSIVA USANDO I PERCENTILI


Nelle tabelle dei test, accanto al risultato delle prove, viene attualmente indicato il rango e cioè la
posizione che l’atleta, ordinando le prestazioni inserite dalla prima all’ultima, ha nell’insieme
osservato (max 20 atleti). Se in un futuro si avesse disponibile una base dati allargata si potrebbero
avere anche tabelle percentili di categoria affidabili e quindi sostituire il rango con i percentili.
Selezionando poi le prove con il metodo dei Fattori latenti ( metodo che individua fra una serie di
prove simili fra di loro quella/e che meglio di tutte le sintetizza e le rappresenta) sarebbe possibile
applicare ad ogni prestazione del giocatore una specie di tabella di punteggio decathlon ricavato
dai percentili.
Tutte queste attività ben coordinate fra loro potrebbero, infine, consentire di valutare le
potenzialità del singolo con un metodo quasi scientifico e con ristretto margine di errore.

TROFEO DELLE REGIONI 2006
In occasione del Trofeo delle Regioni 2006 maschile sono state fatte una serie di rilevazioni sulle
capacità di salto che hanno permesso una serie di elaborazioni di qualità. Avendo ora una base
consolidata di oltre 200 i maschi coetanei(nati nel 1990/91) siamo in grado di avere parametri
certi per stabilire il valore di un atleta. Questi dati possono essere trattati in varie maniere (p.e. per
ruolo) si fornisce qui di seguitoper semplicità un dato globale.


                             intero campione - Trofeo delle regioni
                cmj mani
     %          ai fianchi
                   (cm)
                             cmj mani
                             b.l. (cm)
                                         ALTEZZA    REACH         IS       ELEV        SJ


      0          30,5        32,7        147,0      193,0       25,0      53,8       261,8
      5          34,7        41,5        172,0      223,0       27,0      62,5       292,0
      10         36,3        44,1        175,0      226,9       27,8      64,9       296,9
      15         37,5        45,0        176,4      230,0       28,2      66,0       299,8
      20         38,2        45,8        178,0      233,0       28,7      66,6       302,3
      25         39,1        46,7        180,0      235,0       28,9      67,4       304,6
      30         39,8        47,6        182,0      236,7       29,1      68,3       307,6
      35         40,9        48,2        183,0      239,0       29,4      68,8       309,1
      40         41,4        48,8        184,0      240,0       29,6      69,4       312,1
      45         41,9        49,6        185,0      240,1       29,7      70,2       313,1
      50         42,6        50,35       186,0      242,0       30,1      70,8       314,6
      55         43,3        51,2        187,0      243,0       30,4      71,5       316,1
      60         43,9        51,7        188,0      245,0       30,8      72,1       317,0
      65         44,7        52,9        189,0      246,0       31,0      73,1       318,8
      70         45,0        53,5        190,0      248,0       31,3      73,7       319,7
      75         46,0        54,7        191,0      250,0       31,4      74,7       321,6
      80         46,8        56,4        192,0      251,0       31,8      76,3       323,2
      85         48,4        57,4        194,0      252,0       32,4      77,1       325,4
      90         49,8        58,5        195,0      254,0       33,3      78,2       327,2
      95         52,8        62,4        196,6      259,1       34,2      81,4       330,6
     100         63,2        70,3        205,0      268,0       42,0      88,8       338,9


                                                                                                        3
SVILUPPI PER SONDAGGIO E TEST QUALITATIVI
  Per quanto riguarda il sondaggio altri obiettivi da raggiungere saranno quelli di :
  • Cercare di individuare alcuni modelli standard (utilizzando metodi dell’analisi fattoriale)
  in cui classificare gli atleti (es. atleta motivato – dotato non consapevole – velleitario- ecc);
  • Analizzare le differenze, se ce ne sono di evidenti, fra le speranze e i comportamenti dei
  maschi e delle femmine;
  • Verificare se le “qualità” fisiche tendono a modificare in maniera significativa le risposte
  ai sondaggi;
  • Consentire al tecnico di capire se le sue valutazioni collimano con quelle date dagli atleti,
  con i dati dell’intero sistema (o dei selezionatori …);
  • Verificare, a distanza di tempo, se alcune previsioni o valutazioni in che misura sono state
  azzeccate o sbagliate;
  • Stimolare quegli allenatori, che non lo fanno abitualmente, a considerare nella creazione di
  un gruppo anche fattori non tecnici;
  • Ecc, ecc.




                                                                                                 4

								
To top