SCUOLA DELL�INFANZIA by KHm9im6

VIEWS: 65 PAGES: 2

									                                   SCUOLA DELL’INFANZIA
                                 PROGETTO “C’era una volta…”
                                        ANNO SCOLASTICO 2011/2012




PREMESSA
Le fiabe quest’anno saranno il tema portante della nostra programmazione didattica, ogni unità di
apprendimento inizierà con l’utilizzo di una storia come sfondo integratore. Nel contesto attuale , dove i
mezzi di comunicazione di massa hanno un'estrema diffusione e i bambini sono spettatori assidui e passivi è
importante recuperare il senso e il valore della fiaba, per affinare stimoli ed occasioni, per riportare
“l’educativo” al centro degli impegni della scuola dell’infanzia.
Le fiabe stimolano curiosità ed immaginazione, aiutano il bambino a capire e a manifestare meglio la realtà,
rappresentano non solo la chiave d'accesso alla fantasia ma una specie di vademecum per la vita, per
apprendere valori universali come l'amore e il rispetto degli altri. Nelle fiabe le situazioni sono esemplificate: i
personaggi sono chiari, privi di ambivalenze, sono solo buoni o cattivi, il che aiuta il bambino a comprendere
la differenza tra il bene e il male, le fiabe rassicurano, infondono speranza nel futuro, suggeriscono che
sempre il protagonista arriverà in porto anche se deve superare prove difficili e convince il bambino che alla
fine potrà vincere .
Tutti i campi di esperienza sono coinvolti in questo progetto con delle competenze specifiche del campo.
Il sé e l’altro:
-Attraverso l’ascolto e l’elaborazione di fiabe il bambino riflette sulle interazioni personali,- impara a
conoscere i propri limiti, acquisendo una maggior consapevolezza di sé e del suo essere tra gli altri
Il corpo e il movimento
-Usa il proprio corpo per mimare situazioni ed imitare personaggi,- sviluppa gli schemi motori (corre, salta,
danza lotta, ecc..)
Linguaggi, creatività, espressione
-Si esprime attraverso il linguaggio del disegno e della pittura,- legge immagini, -drammatizza situazioni, -
canta canzoni ispirate alle fiabe
I discorsi e le parole
-Ascolta e ripete, arricchendo il suo vocabolario,- racconta e inventa, -formula ipotesi
La conoscenza del mondo
-Il bambino coglie la differenza tra reale e simbolico, -conosce le trasformazioni naturali, -riordina le storie in
sequenze logico-temporali.
OBIETTIVI
Il bambino:
-ascolta le fiabe
-esegue le attività assegnate
-sviluppa la motricità globale e segmentaria
-drammatizza usando la voce i gesti e la mimica
-Colora e pittura delle schede
-Disegna liberamente le fasi delle storie
-Racconta le storie ascoltate
-memorizza filastrocche e canzoni
-Riordina in sequenze temporali le fasi delle favole
-Inventa storie o finali diversi
-comprende la distinzione tra eroe buono e cattivo

Le fiabe classiche prese in considerazioni , sono le seguenti:
La sirenetta è la favola ambientata nel mare,ciò ci permetterà di parlare delle vacanze appena trascorse, di
creare un clima di familiarità , fondamentale nel periodo dell’accoglienza.( settembre-ottobre)
Cappuccetto rosso è la favola più conosciuta , ambientata nel bosco, serve per evidenziare la stagione
dell’autunno e i colori , oltre a promuovere il rispetto di alcuni valori e delle regole.(ottobre/novembre)
La piccola fiammiferaia richiama il magico fenomeno atmosferico di questa stagione con il Natale, e mette in
risalto la necessità di aiutare gli altri con gesti di solidarietà e amore (dicembre)
Pinocchio importante personaggio utile per la conoscenza delle diverse parti del corpo,e per il rispetto delle
regole fondamentali della convivenza.(gennaio/febbraio)
Il gigante egoista, storia ambientata in un giardino, promuove la conoscenza delle stagioni e lo sviluppo dei
valori come la bontà e l’amore fra le persone.(marzo/aprile)
Robin Hood eroe buono,che supera tutti gli ostacoli per la vittoria della giustizia, le attività possono
prevedere giochi di percorsi con ostacoli, a squadre, ecc…(maggio/giugno)

TEMPI : tutto l’anno scolastico

ATTIVITA’: lettura o narrazione della fiaba, analisi guidata del racconto per comprendere il testo e
individuare i personaggi, visione del dvd, memorizzazione di                    canti, rielaborazione verbale,
drammatizzazioni, coloritura, disegni e pitture, attività motorie, manipolative, riordino delle sequenze.

VERIFICA: attraverso l’osservazione del bambino in tutte le attività

DOCUMENTAZIONE: disegni, pitture, fotografie, lavori con varie tecniche, dvd, ecc…

San Pietro V. 19/09/2011
                                                                                La docente

								
To top