Diritti e doveri del cittadino by 67nMlIE

VIEWS: 7 PAGES: 2

									                                                DIRITTO

             LA COSTITUZIONE: I DIRITTI E DOVERI.
La Parte prima della Costituzione introduce i DIRITTI E DOVERI dei cittadini (art. 13 – 54). I
diritti sono suddivisi in diritti di libertà, diritti sociali, e diritti politici.

I DIRITTI DI LIBERTA’

La nostra Costituzione garantisce a tutti i cittadini il diritto di libertà che non vuol dire “fare tutto
ciò che voglio”.
I diritti di libertà sono:
     LIBERTA’ PERSONALE: l’articolo 13 della Costituzione afferma che la libertà personale
          è inviolabile. Nessuno può essere privato della propria libertà personale se non nei casi
          previsti dalla legge, cioè nessuno può essere arrestato, perquisito,o ispezionato se non nei
          casi previsti dalla legge e deve esserci un provvedimento del giudice.
     LIBERTA’ DI DOMICILIO: l’art. 14 Cost. afferma che il domicilio è inviolabile.
         (DOMICILIO = Luogo dove una persona ha la sede principale dei suoi interessi =
         ABITAZIONE = CASA). Nessuno può entrare con la forza in casa di altri tranne nei casi
              previsti dalla legge e deve esserci un provvedimento del giudice. La Costituzione,
          riconoscendo l’inviolabilità del domicilio, tutela il DIRITTO ALLA RISERVATEZZA. La
          casa è il luogo dove ogni persona custodisce le proprie cose, i propri pensieri, i propri
          segreti.
     LIBERTA’ DI CORRISPONDENZA E DI COMUNICAZIONE: ( art. 15 Cost.)
          Nessuno può leggere la corrispondenza degli altri e intercettare (ascoltare) le telefonate
          a meno che non via sia una richiesta del giudice.
     LIBERTA’DI CIRCOLAZIONE: ( ART. 16 Cost.) questo articolo garantisce ad ogni
          individuo la possibilità di spostarsi liberamente su tutto il territorio nazionale. (Io sono
          libero di abitare a Modena oppure a Roma o in qualsiasi altra città).
     LIBERTA’ DI RIUNIONE: (ART. 17 Cost.) tutti i cittadini hanno il diritto di riunirsi in
          luoghi privati o in luoghi aperti al pubblico (cinema, teatro, bar piazze o strade ecc. ) in
          modo pacifico e senza armi.
     LIBERTA’ DI ASSOCIAZIONE: (ART. 18 Cost.) tutti i cittadini possono associarsi fra
          loro. E’ un’associazione, ad esempio, un partito politico, un sindacato, una comunità
          religiosa ecc.. Sono vietate le associazioni segrete e militari.
     LIBERTA’ RELIGIOSA: (art. 19 Cost.) i cittadini possono liberamente scegliere e
          professare (praticare) la propria religione a condizione che non contrasti con il buon
          costume. Infatti sono vietate le “sette sataniche”.
     LIBERTA’ DI MANIFESTAZIONE DEL PENSIERO: (ART. 21 Cost.) E’ il diritto di
          manifestare (dire) le proprie idee con la parola, con lo scritto (facendo conoscere ciò che si
          pensa con articoli, libri, volantini, manifesti) e con ogni altro mezzo di diffusione ( tramite
          la radio, la televisione, internet ecc.). Fa parte di questo diritto la libertà di stampa.
     DIRITTI PROCESSUALI: fanno parte dei diritti di libertà quei diritti che tutelano la
          capacità giuridica, la cittadinanza e il nome del cittadino, il diritto di difendersi nei processi
          civili e penali, la possibilità di rivolgersi a un giudice per la tutela dei propri diritti.
I DIRITTI SOCIALI

I diritti sociali sono i diritti inviolabili (diritto della famiglia, diritto alla salute, diritto al lavoro,
diritto all’istruzione …) garantiti all’uomo sia come singolo sia come membro delle “formazioni
sociali.”
Formazione sociale è un gruppo di persone : ad esempio la famiglia, la scuola, il lavoro…
I diritti sociali sono.
     DIRITTI DELLA FAMIGLIA: tutelano i rapporti all’interno della famiglia riconoscendo
          ai coniugi (marito e moglie) gli stessi diritti e doveri. (Artt.. 29 30 31 Cost.)
     DIRITTI DEI LAVORATORI: riconoscono il diritto a lavorare . Il lavoro è fondamentale
          per vivere bene. Fanno parte di questa categoria di diritti, il diritto sindacale che riconosce
          ai lavoratori la possibilità di tutelare e difendere i propri interessi; il diritto di sciopero → è
          il diritto di astenersi dal lavoro per contestare o per chiedere maggiori benefici. Esempio
          l’aumento dello stipendio, il rinnovo del contratto.
     DIRITTI ALL’ISTRUZIONE: l ‘art. 34 afferma che “la scuola è aperta a tutti”. Con
          questa affermazione si sostiene che tutti i cittadini devono andare obbligatoriamente a
          scuola. Inoltre è garantita la libertà di insegnamento.
     DIRITTO ALLA SALUTE: ogni individuo ha diritto di essere curato gratuitamente.
     DIRITTI DI INIZIATIVA ECONOMICA E DI PROPRIETA’: riconoscono l’iniziativa
          economica privata e il diritto di proprietà.

    I DIRITTI POLITICI


    Sono quei diritti che garantiscono ai cittadini la possibilità di partecipare attivamente alla vita
    politica della nazione.
    I diritti politici sono:
         Il diritto di associarsi in partiti cioè organizzazioni con fini politici ;
         Il diritto di accesso ai pubblici uffici, ovvero la possibilità per ogni individuo di
              candidarsi liberamente per qualsiasi carica pubblica.
Le forme di democrazia diretta riconosciute dalla Costituzione comprendono:
      Il referendum popolare, che consente di abrogare una legge ordinaria;
      L’iniziativa popolare delle leggi, che consente a 50.000 elettori di presentare alle Camere
         una proposta di legge.
      La petizione, che consente a tutti i cittadini di rivolgersi alle Camere per chiedere
         provvedimenti legislativi.
      Il referendum costituzionale, forma particolare di referendum necessario per confermare
         eventuali leggi di modifica della Costituzione.




    Bibliografia:
    - “Diritto ed Economia 2” Ferri – Scotti – Morelli Ed. Marietti Scuola
    - “Il mondo del diritto ed economia 2” lucia Rossi Ed. Tramontana

								
To top