~ IL NUOVO CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI by NTcXh66x

VIEWS: 0 PAGES: 9

									                                      BANDO DI GARA

     PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI
     SERVIZI ALLA PERSONA PREVISTI NEL PIANO DI ZONA 2007/2009
     DELL’AMBITO TERRITORIALE N. 22 - LANCIANO

1.   Amministrazione appaltante: Comune di Lanciano – VII Settore Avvocatura Comunale –
     Servizio Appalti Forniture e Servizi – P.zza Plebiscito, 1 66034 Lanciano – telefono
     0872/707227      707632     Fax     0872/717573      -     717791   sito    Internet:
     www.comune.lanciano.chieti.it, E-MAIL: ufficioappalti@lanciano.eu

2.   Oggetto: appalto dei servizi alla persona previsti nel Piano di Zona 2007/2009
     dell’Ambito Territoriale n. 22 Lanciano e nello specifico:
     - Servizi intermedi intervento n. 7a “Servizio Centro Aggregazione Giovanile”
     - Servizi intermedi intervento n. 7b “Servizio Centro Aggregazione Anziani”
     - Servizi intermedi intervento n. 8 “Servizio socio psico educativo per la famiglia”
     -Servizi ed interventi per area prioritaria di bisogno area infanzia adolescenti giovani
     famiglia intervento n. 17 “Città dei bambini”
     -Servizi ed interventi per area prioritaria di bisogno area infanzia adolescenti giovani
     famiglia intervento n. 20 “Tempo per le famiglie”
     - Servizio di Telecompagnia
     più dettagliatamente descritti nei Capitolati Speciali d’Appalto.

     Codice Identificativo del procedimento di selezione del contraente attribuito dall’Autorità
     Vigilanza Contratti Pubblici: CIG 0359678FA8

3.   Riferimenti normativi ed organizzativi generali per la procedura di gara –
     indicazione delle norme che disciplinano la gara.
     Il presente appalto, rientrante tra quelli di cui all’allegato II B, è aggiudicato
     conformemente a quanto previsto dall’art. 20 del Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n.
     163/2006) e dall’art. 27, con applicazione esclusiva degli articoli 68, 65 e 225 dello stesso.
     Il procedimento di affidamento dell’appalto, in quanto riferito a servizi sociali, è regolato
     dall’art. 5 della L. n. 328/2000 e dal D.P.C.M. 30 marzo 2001. Per quanto specificate nel
     presente bando, possono aversi applicazioni facoltative e/o parziali di normative generali o
     settoriali, comprese le disposizioni del D.Lgs. n. 163/2006.

4.   Luogo di esecuzione: I servizi oggetto dell’appalto devono essere realizzati nell’ambito
     territoriale del Comune di Lanciano.

5.   Durata dell’appalto: L’appalto avrà durata dal 01/10/2009 al 30/06/2010.
     Alla scadenza il rapporto si intende risolto di diritto, senza obbligo né onere di disdetta.
     Tuttavia, perdurando le condizioni che hanno determinato il ricorso al presente appalto e
     qualora il servizio sia stato svolto in modo pienamente soddisfacente per il Comune, accertato

                                                -1-
        il pubblico interesse e la convenienza, l’affidamento del servizio al/i soggetto/i aggiudicatario/i
        potrà essere ripetuto, con procedura negoziata, agli stessi patti e condizioni, anno per anno e
        fino ad un massimo di ulteriori 3 (tre) anni dalla stipula del contratto iniziale, secondo quanto
        previsto dall’art. 57, comma 5, lettera b) del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii
        Ricorrendo i suddetti presupposti, l’affidamento del nuovo analogo servizio avverrà con
        determinazione dirigenziale

  6.    Importo a base d’asta: L’importo orario a base d’asta, in relazione alle figure
        professionali richieste, è fissato, come segue, ai sensi del vigente C.C.N.L. per le
        cooperative sociali:

           Assistente sociale                                            € 18,33
           Sociologo                                                     € 19,90
           Operatore sociale-animatore                                   € 16,55
           Pedagogista                                                   € 19,88
           Psicologo                                                     € 19,88
           Animatore-educatore                                           € 16,55
           Operatore assistente all’infanzia                             € 16,55

  gli importi sono al netto degli oneri fiscali.

  Il valore complessivo a base d’asta è pari ad € 147.547,12, IVA esclusa, così suddiviso:

  Servizio Centro Aggregazione Giovanile                                  €   11.251,80
  Servizio Centro Aggregazione Anziani                                    €   64.358,12
  Servizio socio psico educativo per la famiglia                          €   30.777,01
  Città dei bambini                                                       €    7.357,07
  Tempo per le famiglie                                                   €   11.497,84
  Servizio di Telecompagnia                                               €   22.305,28

  Gli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso, sono pari ad € 11.000,00.

  7.    Procedura e criterio generale di aggiudicazione di gara: procedura aperta ai sensi
        dell'art. 55 del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 (codice dei contratti pubblici di lavori, servizi
        e forniture) ss.mm.ii. con aggiudicazione mediante il criterio dell’offerta economicamente
        più vantaggiosa, inteso come proposta di una serie di elementi, oltre al prezzo, relativi a
        profili tecnici, operativi, funzionali e qualitativi del servizio. Si procederà
        all’aggiudicazione in blocco di tutti i servizi. Ciascun concorrente, pertanto dovrà
        presentare un unico progetto per la gestione dei servizi elencati all’art. 2 del presente
        bando. Non sono previste e saranno pertanto escluse eventuali offerte parziali.
        La base per le proposte progettuali è il piano di zona dei servizi sociali dell’ambito n. 22 –
        Lanciano – per il triennio 2007/2009.

8. Documentazione: il presente bando, nonché il Capitolato Speciale d’Appalto, sono reperibili
   presso l’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) in Via dei Frentani, 26 e disponibili sul sito
   internet dell’Ente www.comune.lanciano.chieti.it

9. Garanzie richieste.

                                                     -2-
    L’offerta è corredata da una garanzia, pari al due per cento (2%) del prezzo a base d’asta, sotto
    forma di cauzione o di fideiussione, a scelta dell’offerente ai sensi di quanto stabilito dall’art. 75
    del D.lgs. 163/2006. La garanzia deve avere validità per almeno centottanta giorni dalla data di
    presentazione dell’offerta, copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell’affidatario,
    ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo. Nel
    caso di avvalimento la suddetta cauzione deve essere intestata al concorrente ed all’impresa
    ausiliaria. Nel caso di costituende A.T.I. la predetta cauzione deve essere, a pena di esclusione,
    intestata a tutte le imprese facenti parte del raggruppamento e sottoscritta da tutti i rappresentanti
    legali delle imprese raggruppate.

    L’offerta è altresì corredata, a pena di esclusione, dall’impegno di un fideiussore a rilasciare la
    garanzia fideiussoria per l’esecuzione del contratto, di cui all’articolo 113 del Codice dei
    contratti pubblici, qualora l’offerente risultasse affidatario.
    La cauzione provvisoria presentata da un’ATI o Consorzio ordinario non ancora costituiti, deve
    essere intestata a tutti i soggetti che intendono associarsi pur se firmata soltanto dal soggetto
    indicato come quello al quale verrà conferito il mandato irrevocabile con rappresentanza.

10. Elementi essenziali relativi ai soggetti che possono partecipare alla gara:

    Sono ammessi a partecipare alla gara:
    - le cooperative sociali di tipo A e loro aggregazioni ex art. 37 del D.lgs. 163/2006 e consorzi ex
    art. 36 del medesimo D.Lgs.
    - soggetti che intendano avvalersi dei requisiti di altri soggetti.

11. REQUISITI DI PARTECIPAZIONE:

 a) Requisiti di idoneità professionale.

    -Iscrizione nel registro delle Imprese della Camera di Commercio, Industria e Artigianato per
    l’esercizio di attività inerenti i servizi socio-sanitari;
    Le Cooperative Sociali e i Consorzi di Cooperative Sociali con sede nel territorio nazionale
    possono partecipare all’appalto qualora rientranti nelle seguenti categorie
    - Cooperative Sociali o Consorzi di Cooperative Sociali iscritte nella Sezione A o C dell’Albo
    istituito dalla Regione Abruzzo con L. R. 38/2004;
    -Cooperative Sociali o Consorzi di Cooperative Sociali iscritte in altro Albo Regionale ex L.
    381/91;
    -Iscrizione all’Albo Nazionale della Cooperazione Sociale;

 b) Requisiti di ordine generale.
    - non trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione dalla partecipazione ad appalti pubblici
    prevista dall’art. 38 D.Lgs. 163/2006.
    - non aver subito la risoluzione di un contratto per inadempimento;

 c) Requisiti di capacità economico-finanziaria.
    I soggetti interessati a partecipare alla gara sono tenuti a dimostrare la loro capacità economica e
    finanziaria mediante i seguenti elementi:
  fatturato globale d’impresa e fatturato relativo alle attività specifiche oggetto dell'appalto, relativi
    all'ultimo triennio (2006 – 2008) per un importo non inferiore al doppio della base d’asta Euro
                                                      -3-
   295.094,24 (fatturato globale) ed a Euro 147.547,12 (fatturato specifico), svolta a favore di
   soggetti pubblici e privati.

d) Requisiti di capacità tecnico-organizzativa
   Gli operatori economici interessati a partecipare alla gara sono tenuti a dimostrare la loro
   capacità tecnico – professionale mediante i seguenti elementi:
 realizzazione di servizi analoghi negli ultimi tre anni (2006-2008) per un importo complessivo
   non inferiore alla base d’asta I.V.A esclusa con l’indicazione analitica degli importi, delle date e
   dei destinatari, pubblici o privati, dei servizi stessi e della regolare esecuzione; se trattasi di
   servizi prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici, esse sono provate da certificati
   rilasciati e vistati dalle amministrazioni o dagli enti medesimi; se trattasi di servizi prestati a
   privati, l’effettuazione effettiva della prestazione e la regolare esecuzione è dichiarata da questi
   o, in mancanza, dallo stesso concorrente;

   12. Verifica dei requisiti di capacità tecnico-organizzativa ed economico-finanziaria.
       L’Amministrazione, dopo l’aggiudicazione provvisoria, mediante i soggetti per essa operanti
       nella presente procedura di gara, provvede a verificare il possesso dei requisiti di capacità
       tecnico-organizzativa ed economico-finanziaria dichiarati dai concorrenti, nel rispetto di
       quanto previsto dall’art. 43 del D.P.R. n. 445/2000.

   13. Requisiti dei raggruppamenti temporanei e consorzi
       Sono ammessi alla gara i concorrenti di cui all’art. 34, del Dlgs 12.04.2006, n. 163, E'
       vietata la partecipazione alla medesima procedura di affidamento del consorzio stabile e dei
       consorziati; in caso di inosservanza di tale divieto si applica l'articolo 353 del codice penale.
       E' vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile.
       E' fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento
       temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in
       forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in raggruppamento o
       consorzio ordinario di concorrenti.
       I consorzi di cui all'articolo 34, comma 1, lettera b), sono tenuti ad indicare, in sede di
       offerta, per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di
       partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi
       dalla gara sia il consorzio sia il consorziato; in caso di inosservanza di tale divieto si applica
       l'articolo 353 del codice penale.
       Ogni singolo componente dei raggruppamenti o consorzio dovrà essere in possesso,
       attestandoli come prescritto, di tutti i requisiti di idoneità professionale e di ordine generale
       pena l'esclusione di tutto il raggruppamento e quindi anche dei componenti eventualmente in
       possesso dei prescritti requisiti che partecipano al raggruppamento stesso. I requisiti di
       capacità economico- finanziaria e tecnico-organizzativa dovranno essere posseduti
       cumulativamente dalle ditte associate

   14. Prescrizioni particolari inerenti l’istituto dell’avvalimento
       Nel caso in cui le imprese in possesso dei requisiti generali di cui all’art. 38 del Dlgs
       12.04.2006, n. 163, risultino carenti dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico
       ed organizzativo richiesti dal bando, vogliano partecipare alla gara utilizzando l’istituto
       dell’avvalimento, potranno soddisfare tale loro esigenza presentando, nel rispetto delle
       prescrizioni del DPR 445/2000, la documentazione prevista dall’art. 49 del D.Lgs.
       163/2006.
                                                     -4-
15.      Modalità e termini di presentazione dell'offerta

      L'offerta, redatta in lingua italiana, dovrà pervenire in plico sigillato all'Ufficio Protocollo
      del Comune di Lanciano - Piazza Plebiscito n. 1 - 66034 Lanciano (CH) entro il termine
      perentorio delle ore 13.00 del giorno 22.9.2009.
      Il recapito del plico, a mezzo raccomandata A/R, a mano o a mezzo corriere, è ad esclusivo
      rischio del mittente: verranno escluse le imprese i cui plichi perverranno oltre la scadenza
      del termine indicato.
      Non verrà riconosciuta valida alcuna offerta aggiuntiva o sostitutiva della precedente e non
      sarà consentita la presentazione di altra offerta in sede di gara.
      Il plico dovrà, pena l’esclusione:
           recare la dicitura "Offerta gara per affidamento servizi sociali diversi previsti nel Piano di
             zona dei servizi sociali 2007/2009 Ambito Territoriale n. 22 Lanciano;
            recare l'indicazione del mittente nonché il numero di fax;
            contenere le seguenti buste, anch'esse debitamente sigillate e controfirmate sui lembi
             di chiusura:

*PLICO A - "DOCUMENTI AMMINISTRATIVI"
*PLICO B - "OFFERTA TECNICA"
*PLICO C - "OFFERTA ECONOMICA".
*PLICO D - “DOCUMENTAZIONE GIUSTIFICATIVA”

      Nel PLICO A: "DOCUMENTI AMMINISTRATIVI" devono essere contenuti, a pena
      di esclusione, i seguenti documenti:

15.1 Domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale rappresentante del
concorrente. Nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non
ancora costituito, la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la
predetta associazione o consorzio; alla domanda, deve essere allegata, a pena di esclusione,
copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i; la domanda può essere
sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa la
relativa procura.

15.2 Dichiarazione sostitutiva, resa dal legale rappresentante ai sensi del D.P.R. n. 445/2000,
     redatta in carta libera, con la quale il concorrente dichiara:

a)     l’insussistenza di tutte le cause di esclusione di cui all’art. 38 D.Lgs. 163/06;
b)     di possedere il requisito di idoneità professionale;
c)     di non aver subito la risoluzione di un contratto per inadempimento;
d)     di essere in regola con le norme sull’emersione del lavoro sommerso ex L. 383/01;
e)     di avere adempiuto, all’interno della propria azienda, agli obblighi di sicurezza previsti
       dalla vigente normativa;
f)     di essere in regola con le norme sul diritto al lavoro dei disabili ex l. 68/1999
g)     insussistenza di rapporti di controllo e/o collegamento ex art. 2359 c.c. con altri concorrenti
       (tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa);

                                                    -5-
h)    non essere destinatari di sanzioni interdittive o misure cautelari ex D.Lgs. n. 231/2001 che
      impediscano di contrattare con la Pubblica Amministrazione;
i)    di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel
      presente bando e nel Capitolato Speciale d’Appalto;
j)    attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella formulazione dell’offerta delle
      condizioni contrattuali nonché degli obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in
      materia di sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di previdenza e assistenza;
k)    attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze generali, particolari
      e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che possano influire sia sulla esecuzione del
      servizio, sia sulla determinazione della propria offerta;
l)    si impegna, in caso di aggiudicazione, a produrre la dichiarazione comprovante la
      regolarità contributiva (DURC);
m)    di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 7 e seguenti del D. Lgs. n.
      196/2003, che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici
      esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene
      resa;
n)    indica il numero di fax al quale vanno inviate le comunicazioni inerenti la procedura di
      gara ivi compresa la comunicazione di aggiudicazione;
o)    nel caso di consorzi di cui all’art. 34 del D.Lgs. 163/2006, indica pena l’esclusione per
      quali consorziati il consorzio concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il
      divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma
 p)   (nel caso di associazione o consorzio non ancora costituito) Indica a quale concorrente, in
      caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di
      capogruppo e assume l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla disciplina
      vigente in materia con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi. E’ vietata
      qualsiasi modificazione alla composizione delle associazioni temporanee e dei consorzi di
      cui all’art. 34 comma 1 lettera d), e) ed f) del D.lgs 12.04.2006, n. 163, rispetto a quella
      risultante dall’impegno presentato in sede di offerta.

Le dichiarazioni di cui al precedente comma devono essere sottoscritte dal legale rappresentante
in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrente costituito da imprese riunite, la medesima
dichiarazione deve essere prodotta da ciascun concorrente che costituisce l’associazione.

15.3 (nel caso di associazione o consorzio già costituito) Mandato collettivo irrevocabile con
rappresentanza conferito alla mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero
l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio.

15.4 Capitolati speciali d’appalto e il presente bando firmati in ogni pagina e sottoscritti in
calce in segno di accettazione di tutte le clausole ivi contenute

15.5 Tutta la documentazione prevista all’art. 49 D.Lvo 163/2006, se il concorrente si avvale
dei requisiti di un altro soggetto.

15.6 Documentazione attestante il possesso dei requisiti di capacita’ economico finanziaria
e tecnico-organizzativa di cui al punto 11 lettere c) e d);

15.7 Garanzie


                                                -6-
- il concorrente dovrà produrre, a pena di esclusione, una garanzia (cauzione provvisoria) pari al
2% dell’importo a base d’asta secondo il disposto dell’art. 75 del D.Lgs. 163/2006; la cauzione
deve avere durata non inferiore a 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta.
- il concorrente dovrà altresì presentare, a pena di esclusione, l’impegno di un fideiussore a
rilasciare la garanzia fideiussoria per l’esecuzione del contratto, di cui all’articolo 113 del D.Lgs.
163/2006, qualora l’offerente risultasse affidatario.

PLICO B: "OFFERTA TECNICA" dovrà contenere al suo interno la proposta progettuale
comprendente i documenti tecnici di cui all’art. 3 dei relativi capitolati

PLICO C: "OFFERTA ECONOMICA”

I concorrenti devono indicare in Euro, in cifre e in lettere, nell’offerta economica, la proposta di
diminuzione relativa alla base d’asta, sia specificando l’offerta complessiva, sia specificando il ribasso
percentuale.
L’offerta dovrà essere sottoscritta in forma leggibile dal titolare o dal legale rappresentante del
concorrente o, in caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non
ancora costituito, da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio, ai
sensi dell’art. 37 del Dlgs. 163/2006.
In caso che i documenti siano sottoscritti da un procuratore del legale rappresentante, va
trasmessa la relativa procura.

PLICO D: “DOCUMENTAZIONE GIUSTIFICATIVA”
Le offerte sono corredate, sin dalla presentazione, delle giustificazioni, relative alle voci di
prezzo che concorrono a formare l’importo complessivo posto a base di gara, illustrative dei
seguenti elementi:
a) economia del metodo di prestazione del servizio;
b) soluzioni tecniche adottate;
c) condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone l’offerente per prestare i servizi;
d) originalità del progetto dei servizi offerti;
e) eventualità che l’offerente abbia ottenuto un aiuto di Stato;
f) costo del lavoro come determinato periodicamente in apposite tabelle dal Ministro del lavoro e
delle politiche sociali, sulla base dei valori economici previsti dalla contrattazione collettiva
stipulata dai sindacati comparativamente più rappresentativi, delle norme in materia
previdenziale e assistenziale, dei diversi settori merceologici e delle differenti aree territoriali; in
mancanza di contratto collettivo applicabile, il costo del lavoro è determinato in relazione al
contratto collettivo del settore merceologico più vicino a quello preso in considerazione.
Le giustificazioni a corredo degli elementi di prezzo dell’offerta devono essere presentate in
forma scritta, con una relazione analitica ed unitaria dalla quale deve risultare la correlazione tra
ognuna delle componenti del prezzo proposto e gli elementi, anche più d’uno tra quelli indicati al
precedente punto, che consentono la proposta dello stesso in termini economicamente
vantaggiosi.

16 Operazioni di gara
La Commissione giudicatrice procederà, in seduta pubblica in data e luogo da comunicarsi a
mezzo fax ai soggetti partecipanti, all’apertura dei plichi per la verifica delle istanze di
partecipazione alla selezione e della documentazione amministrativa.


                                                    -7-
    All’apertura dei plichi possono essere presenti i legali rappresentanti dei concorrenti partecipanti
    alla selezione o soggetti da essi designati con delega formale da esibire su richiesta alla
    Commissione Giudicatrice.
    La Commissione giudicatrice, conclusa la fase di verifica delle istanze e della documentazione
    amministrativa, procederà, in seduta segreta, all’apertura dei plichi contenenti le parti tecnico-
    qualitative delle offerte.
    Esaurita la valutazione delle parti tecnico-qualitative delle offerte, la Commissione giudicatrice
    procederà, in seduta pubblica, in data da comunicare via fax ai partecipanti, all’apertura dei
    plichi contenenti le parti economiche delle offerte ed alla lettura delle stesse. In apertura di
    seduta il Presidente della Commissione darà lettura dei punteggi assegnati provvisoriamente ai
    concorrenti in base alla valutazione delle sole parti tecnico-qualitative delle offerte.
    Successivamente egli procede all’apertura delle buste contenenti le offerte economiche e dà
    lettura dei ribassi e delle riduzioni di ciascuna di esse.
    La Commissione procederà successivamente alla composizione di una graduatoria provvisoria,
    sulla base delle risultanze del procedimento di valutazione delle offerte, nonché alla rilevazione
    delle offerte anormalmente basse, secondo quanto previsto dall’art. 86 del Codice dei contratti
    pubblici.

17. Rilevazione e verifica delle offerte anormalmente basse
    Successivamente alla formazione della graduatoria provvisoria di merito, l’Amministrazione
    procede alla rilevazione delle eventuali offerte anormalmente basse. La stazione appaltante
    valuta la congruità delle offerte in relazione alle quali sia i punti relativi al prezzo, sia la somma
    dei punti relativi agli altri elementi di valutazione, sono entrambi pari o superiori ai quattro quinti
    dei corrispondenti punti massimi previsti dal bando di gara.
    Qualora la procedura di rilevazione evidenzi la presenza di una o più offerte anormalmente
    basse, la Commissione giudicatrice procede alla verifica delle stesse, avvalendosi degli uffici o
    organismi tecnici della stazione appaltante ovvero di un’eventuale commissione specializzata
    all’uopo costituita ai sensi dell’art. 88, comma 3 del Codice dei contratti pubblici, provvedendo
    in seduta riservata all’esame delle giustificazioni preliminari presentate a corredo dell’offerta,
    nonché alla richiesta di ulteriori giustificazioni e chiarimenti. All’esclusione potrà provvedersi
    solo all’esito dell’ulteriore verifica, in contraddittorio.

18. Aggiudicazione provvisoria
    Al termine della procedura di valutazione delle offerte ed a seguito della verifica delle eventuali
    offerte anormalmente basse, la Commissione giudicatrice dichiara l’aggiudicazione provvisoria a
    favore del miglior offerente.
    L’aggiudicazione provvisoria è subito impegnativa per l’aggiudicatario, mentre per
    l’Amministrazione lo sarà dopo l’intervenuta approvazione dell’esito della gara con
    l’aggiudicazione definitiva da parte degli organi competenti, fermo restando gli accertamenti
    previsti dalla Legge.

19. Aggiudicazione definitiva e stipulazione del contratto
    L’Amministrazione, per tramite del soggetto competente e previa verifica dell’aggiudicazione
    provvisoria, provvede all’aggiudicazione definitiva.
    L’aggiudicazione definitiva non equivale ad accettazione dell’offerta. L’offerta
    dell’aggiudicatario è irrevocabile per 60 giorni dall’intervenuta efficacia dell’aggiudicazione
    definitiva.


                                                       -8-
    L’aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.
    L’aggiudicazione definitiva è subordinata al buon esito degli accertamenti previsti dal D.Lgs. n.
    490/1994 e dal D.P.R. n. 252/1998.
    In relazione alle operazioni di controllo dei requisiti l’Amministrazione appaltante può procedere
    a verifiche ulteriori rispetto agli elementi rappresentati nelle certificazioni e nelle attestazioni
    rilasciate dalle competenti Amministrazioni, al fine di pervenire al definitivo accertamento delle
    informazioni in esse riportate.

20. Altre informazioni

    Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta: giorni 180 dal
    termine ultimo per il ricevimento delle offerte;

    L’Amministrazione si riserva di aggiudicare l’appalto anche in presenza di una sola offerta
    valida. L’Amministrazione si riserva altresì la facoltà di non procedere all’aggiudicazione
    qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto dello stesso.

    In caso di offerte uguali fra piu’ Ditte (stessi punti assegnati sia per l’offerta tecnica che per
    l’offerta economica) si procederà mediante sorteggio.

    In caso di parita’ di offerta globale (punteggio offerta economica + punteggio offerta tecnica)
    verra’ privilegiata l’offerta migliore in relazione all’offerta tecnica.

    l’aggiudicatario deve prestare la garanzia fidejussoria definitiva nella misura e nei modi previsti
    dall’articolo 113 del D.Lgs. 163/2000;
    I dati raccolti saranno trattati, ai sensi dell’articolo 10 della legge n. 675/96, esclusivamente
    nell’ambito della presente gara

    Chiarimenti da formularsi esclusivamente via fax o posta elettronica, pena la non
    considerazione delle stesse:
    -      per i contenuti tecnici al fax n. 0872 717791 o all’indirizzo e-mail
    dicianov@lanciano.eu
    -      per il procedimento di gara al fax n. 0872 717573 o all’indirizzo e-mail
    ufficioappalti@lanciano.eu,

    Unita’ Organizzativa competente: VII SETTORE “AVVOCATURA COMUNALE
    Ai sensi dell’art. 8 della Legge 7 agosto 1990, n. 241, così come modificato dalla Legge 11
    febbraio 2005, n.15, si comunica:
    Responsabile del Procedimento di gara: Sig.ra Anna VITULLO
    Referente per i contenuti tecnici: Dr.ssa Veglia DI CIANO

                                                               IL DIRIGENTE
                                                           Avv. Giovanni CARLINI




                                                     -9-

								
To top