Principali incarichi lavorativi in essere (anno 2011) by 4notrQ

VIEWS: 29 PAGES: 13

									Programma Evento


Titolo “Standard di qualità e strumenti educativi”.

Data 12 maggio 2011 Luogo e sede del corso: Conegliano (Treviso) Via Einaudi, 162
Centro Studi Fondazione Figli Maria Antonietta Bernardi Onlus

Breve presentazione
Questo evento si colloca tra quelli promossi dagli educatori della Fondazione Bernardi Onlus, ente gestore
di comunità educative, per offrire ad essi stessi e ad altri colleghi, che condividono l’esperienza dell’educare
nelle comunità di accoglienza per minori, l’occasione per ripercorrere le tappe del proprio lavoro a partire
dall’applicazione pratica delle norme attuative della legge regionale 22 del 16 agosto 2002 istituite a
garanzia della qualità degli interventi.
Con l’aiuto di due esperti che hanno dato il loro contributo anche a molte iniziative promosse dalla Regione
in materia, i partecipanti analizzeranno, alla luce della complessa realtà sociale, l’attualità degli strumenti
educativi, la necessità di porsi accanto alla famiglia dei minori accolti per valorizzarne ogni possibile risorsa,
il sostegno offerto da tutte le componenti della comunità locale. Il lavoro di gruppo che seguirà alla parte
teorica consentirà ai partecipanti di redigere un elaborato sulle seguenti tematiche affrontate:
         - gli strumenti dell’azione educativa;
         - le indicazioni per promuovere la comunità d’accoglienza nella rete locale.
Il corso si svolgerà in una sessione mattutina: dalle ore 08.15 alle ore 13.00.
Durante le lezioni frontali sarà possibile interagire con i docenti.
A completamento sarà fornito a tutti i partecipanti il questionario di valutazione dell’evento con obbligo di
compilazione.
Il numero massimo di partecipanti è stato stabilito in 45.

Obiettivo nazionale/ regionale di Educazione Continua in Medicina a cui fa riferimento l’attività
formativa
– aggiornamento delle procedure ed attività professionali per le professioni sanitarie non mediche.
Contenuti.
      Il contributo delle comunità di accoglienza al lavoro con le famiglie d’origine dei bambini e degli
         adolescenti.
      Una comunità di accoglienza parte di una comunità locale.
      Gli strumenti dell’educatore.
      Gli scenari d’intervento.
Obiettivo/i educativi formativi complessivi dell’attività formativa
OB1 Aggiornare le conoscenze teoriche.
OB4 Far acquisire competenze tecniche.
Favorire nei partecipanti una revisione del proprio modo di operare che dovrà integrarsi sempre più con la
componente famiglia e con la componente comunità locale.
Metodologie didattiche prevalenti
 Lezioni frontali durante le quali saranno possibili interventi dei partecipanti e lavori di gruppo con
 produzione di elaborato finale che costituirà prova di apprendimento
 Materiali didattici consegnati
 Elaborato finale che andrà a costituire buona prassi operativa.
 Metodo di verifica dell’apprendimento
 Elaborato
 Destinatari(professioni – discipline max. 3)
 Educatori professionali.
      Numero di partecipanti previsto
 45 (quarantacinque).


Giovedì 12 maggio 2011

dalle ore 08.30 alle ore 09.30

Obiettivi educativi della lezione: Alcune direzioni per un “salto” di qualità delle comunità di accoglienza.
    a) Aggiornare le conoscenze teoriche e le competenze tecniche.Offrire ai partecipanti la possibilità di
       rivedere il lavoro educativo accanto alle famiglie e dentro il tessuto sociale di appartenenza.

       Docente: dott. Marco Tuggia

    Metodo didattico
               Lezione frontale con dibattito      A2

   Trattazione dei seguenti argomenti:

         il contributo delle comunità di accoglienza al lavoro con le famiglie d’origine dei bambini e degli

          adolescenti.

         Una comunità d’accoglienza parte di una comunità locale.

                  Tempo dedicato : ore 01 min. 00

dalle ore 09.30 alle ore 10.30

Obiettivi educativi della lezione: Condizioni e possibilità nella costruzione dei percorsi educativi.

   a) Aggiornare le conoscenze teoriche e le competenze tecniche. Offrire ai partecipanti la possibilità di
      ripensare il lavoro educativo alla luce delle mutazioni sociali e dentro gli schemi normativi.
Docente: dott. Alessandro Padovani
   Metodo didattico
               Lezione frontale con dibattito A2

   Trattazione dei seguenti argomenti:

         Gli strumenti dell’operatore.

         Gli scenari d’intervento

                  Tempo dedicato : ore 01 min. 00

dalle ore 10.30 alle ore 10.45       pausa

dalle ore 10.45 alle ore 12.15

         Lavori di gruppo e produzione di un elaborato sulle seguenti tematiche: gli strumenti dell’azione

          educativa; le indicazioni per promuovere la comunità d’accoglienza nella rete locale.

       Metodo didattico                                     C3

                  Tempo dedicato: ore 01 min. 30

dalle ore 12.15 alle ore 13.00

         Presentazione degli elaborati e compilazione questionario di valutazione dell’evento.

    Metodo didattico                                        C3

                  Tempo dedicato: ore 00 min. 45

ore 13.00 termine dei lavori.
                                                                        CURRICULUM VITAE

                                                                         TUGGIA MARCO


Nato a Adria (RO) il 20.07.65
Residente a Monticello Conte Otto (Vicenza)
in Via Zanella 167
Tel. 3488601786
P.Iva 03124930243
C.F. TGG MRC 65L20 A059H

      Titolo di studio


1990         Laurea in Pedagogia (110/110)
1992         Scuola di specializzazione in “Formatore in Educazione Familiare” presso
             ISRE (VE). Riconosciuto come corso di specializzazione post laurea
             dall’Università Salesiana nel 1999
             


      Principali attività lavorative svolte dal 1990 al 2010
Docenze
 Docente di Pedagogia, Psicologia e Scienza umane presso il Liceo psico-pedagogico
  del Seminario Vescovile di Vicenza
 Docente di Pedagogia al corso per Educatori Animatori Professionali gestito dal
  Consorzio Prisma di Vicenza
 Docente nel corso di formazione professionale a qualifica per "Operatore Socio
  Sanitario"

Responsabilità istituzionali
 Responsabile del servizio di formazione, accompagnamento e sensibilizzazione per
  famiglie affidatarie presso l’Associazione “rete famiglie aperte”, servizio gestito dalla
  Cooperativa Tangram di Vicenza
 Responsabile della formazione del Consorzio Prisma di Vicenza
 Incarico di coordinatore e presidente della Cooperativa Tangram Incarico di
  coordinatore e presidente della Cooperativa Tangram con particolare attenzione alla
  cura degli aspetti organizzativi, della qualità dei servizi erogati e del consolidamento dei
  processi decisionali
 Incarico come responsabile del coordinamento delle reti di famiglie aperte
  all’accoglienza del Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza con
  particolare attenzione all'ambito della cura dei processi decisionali interni,
  dell'organizzazione dell'attività sul territorio nazionale
 Incarico per la valutazione del BANDO RETI DI FAMIGLIA E DI SOLIDARIETA’ PER
  L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA DGR 4237/2004 Regione Veneto Osservatorio
  Regionale per Assessorato alle politiche sociali l’Infanzia e l’Adolescenza, sul progetto
  “Il Sasso nello stagno”, promosso dal CNCA
 Incarico come coordinatore scientifico del percorso di formazione “Tra Krònos e Kairòs
  – Il tempo del contrasto all’istituzionalizzazione nelle comunità di accoglienza per
   bambini e adolescenti” – Osservatorio regionale per l’infanzia e l’adolescenza e
   Regione del Veneto

Formatore e consulente in progetti relativi alla genitorialità
 Formatore per genitori in diversi progetti di scuole per genitori della Provincia di
   Vicenza
 Incarico come organizzatore ed esperto per la realizzazione della scuola dei genitori
   promosso dalla Parrocchia della Madonnetta di Arzignano (Vi)
 Incarico di coordinatore della scuola dei genitori del Comune di Sandrigo (Vicenza)
   rilevazione dei bisogni formativi, predisposizione del programma annuale di
   formazione, organizzazione e realizzazione del programma formativo, costruzione della
   rete tra le diverse agenzie educative
 Attività di consulente educativo per genitori e adulti
 Consulente della scuola dei genitori del Comune di Caldogno (Vicenza)
 Consulente per il Comune di Grumolo delle Abbadesse (VI) per la realizzazione di un
   corso di formazione per gli operatori delle agenzie educative del territorio sulla
   creazione di una comunità educante

Formatore, consulente e supervisore in realtà operanti nel lavoro sociale
 Collaborazione con il Consorzio Prisma per la progettazione e la realizzazione del
   Progetto Qualità Prisma
 Incarico per la progettazione e realizzazione corsi di formazione per nuovi soci
   lavoratori per il Consorzio Prisma di Vicenza
 Coordinatore del corso “Guardare i bambini e i giovani con gli occhi dell’educare” per
   conto del CNCA
 Formatore in diversi corsi del Fondo Sociale Europeo su tematiche pedagogiche per
   operatori sociali
 Progettazione, realizzazione e coordinamento del corso di formazione per operatori
   addetti all’assistenza di anziani di alcune cooperative sociali del vicentino
 “O capitano mio capitano, ovvero guidare una cooperativa sociale              al tempo delle
   nebbie”, corso di formazione per responsabili di cooperative sociali - Consorzio Prisma
   Ulss 4 (VI)
 Coordinatore del seminario di formazione per operatori sociali del CNCA del Veneto sul
   tema “Guardare i bambini e i giovani con gli occhi dell’educare”
 Coordinatore del corso “Responsabili di comunità di accoglienza per bambini e
   adolescenti” promosso dal “Gruppo tematico minori” del CNCA del Veneto
 Gestione di un corso di formazione per la Cooperativa Verlata Lavoro di Villaverla (VI)
   sul progetto educativo della cooperativa
 Percorso di formazione sulle Pari Opportunità per adolescenti in istituto professionale
   promosso dalla Provincia di Belluno
 Coordinatore del corso “Responsabili di comunità di accoglienza per bambini e
   adolescenti”, promosso dal CNCA minori Area Veneto
 Coordinatore del corso di formazione sulla resilienza organizzato dalla Casa Famiglia
   Joseph di Montecchio Maggiore (VI)
 Conduttore di un gruppo di lavoro all'interno dell'iniziativa promossa dal Pubblico
   Tutore della Regione Veneto: “Percorso con le comunità di accoglienza”
 Progettazione e realizzazione su Incarico da parte del CNCA Area Veneto del corso di
   formazione sul lavoro con la famiglia d'orgine dei minori seguiti dai servizi educativi del
   Terzo Settore
 Progettazione e realizzazione su Incarico da parte del CNCA Area Veneto del corso di
   formazione per nuovi operatori sul tema “Le frontiere del sociale”
     Incarico per l'Istituto Provinciale per l'Infanzia “Santa Maria della Pietà” di Venezia per
      la progettazione e gestione di un corso di formazione del personale socio-educativo
      dell'Istituto sulla gestione del progetto educativo individualizzato
     Consulente, supervisore e formatore per diverse realtà del sociale, pubbliche e private,
      impegnate nel lavoro educativo nell’ambito della tossicodipendenza, disagio minorile,
      disabilità, psichiatria, tra cui negli ultimi anni:

       Consulente per la Cooperativa Sociale Primavera Nuova di Schio Vicenza
       Consulente per la Cooperativa Sociale Samarcanda di Schio
       Consulente per la comunità educativa “Casa Aladino” della Cooperativa Porta
        Aperta di Feltre per la realizzazione del progetto riguardante le famiglie di appoggio
        alla comunità
       Consulente per il Centro diurno “La stazione” della Cooperativa Primavera Nuova di
        Schio per la realizzazione di un convegno di presentazione dell'esperienza
       Consulente per la Cooperativa Verlata per il servizio “Sostegno alla famiglia” con
        figli portatori di handicap e per il servizio “La Casa di Piero”, comunità residenziale
        per disabili



Principali incarichi lavorativi in essere (anno 2011)
     Collaboratore dell'Associazione rete famiglie aperte di Vicenza per la gestione del
      servizio di formazione, accompagnamento e sensibilizzazione per famiglie affidatarie
     Formatore per genitori in diversi progetti di scuole per genitori della Provincia di
      Vicenza
     Coordinatore della scuola dei genitori del Comune di Sandrigo e del Comune di
      Caldogno
     Consulente per il Comune di Grumolo delle Abbadesse per la realizzazione di un corso
      di formazione per gli operatori delle agenzie educative del territorio sulla creazione di
      una comunità educante e per la realizzazione di un percorso formativo per i genitori
     Consulente pedagogico della Cooperativa Sociale Alibandus di Bassano per le
      comunità educative per minori “Alibandus” e “Ramaloch” e per il servizio di Educativa
      territoriale per minori
     Consulente pedagogico per la cooperativa Sociale Radicà di Calvene (Vicenza) per il
      servizio di Educativa territoriale per minori
     Collaboratore del giornale La voce dei Berici per la cura della rubrica mensile del
      pedagogista.
     Attività privata di consulente pedagogico per giovani e famiglie
     Attività di consulente pedagogico presso lo spazio di ascolto e confronto “Area di
      sosta”, promosso dalla Fondazione Pirani Cremona e dalla Cooperativa Alibandus,
      all'interno del progetto “Centro per la famiglia” promosso dalla Regione Veneto.
      Consulente dell'Istituto Provinciale per l'Infanzia Santa Maria della Pietà di Venezia per
      la realizzazione di percorso di formazione sul progetto educativo individualizzato rivolto
      agli operatori dei servizi per i minori
     Consulente dell'Associazione Solidarietà Educativa di Mantova per la realizzazione di
      un corso di formazione sull'affidoo familiare, entro il progetto “Familynet” (Bando
      Cariplo)
     Consulente della Cooperativa sociale L'Albero di Verona per la progettazione e la
      realizzazione di un corso di formazione sul lavoro con la famiglia d'origine dei minori
      seguiti dal servizio di educativa domiciliare e dai centri diurni
     Partecipazione in qualità di relatore a convegni, seminari e corsi di formazione dal
1997 al 2010

   Intervento di presentazione dell’Associazione “rete famiglie aperte” alla Conferenza
    Regionale “Affidamento familiare e dintorni”, Coordinamento nazionale “Dalla parte del
    bambino”, PD;
   Corso di formazione sull’affido per operatori, Ulss 6 di Vicenza, con intervento dal titolo
    ”L’esperienza dell’Associazione rete famiglie aperte: la famiglia come partner nel
    progetto di accoglienza”
   Relazione su “La rete di solidarietà familiare” al Convegno Internazionale “Famiglia,
    genitorialità e solidarietà fra le generazioni, Comune di Mantova
   Relazione su “Sfide educative al tempo di Internet e dei Pokemon”, alla Giornata di
    studio “Per non rubare la gioia ai bambini. Pedofilia: come riconoscere il fenomeno e
    difendere il minore”, Comune di Vicenza
   Presentazione del testo “Ci vuole un’intera città per far crescere un bambino” al
    Convegno di Firenze “Ci vuole un’intera città per far crescere un bambino”, organizzato
    dal CNCA
   Relazione al convegno “Il manifesto della Comunità diurna”, 9 ottobre 2003,
    organizzato dalla Coop. Adelante e dalla Comunità dei Giovani
   Relatore al CORSO BIENNALE DI FORMAZIONE “Alice nel paese delle meraviglie:
    adolescenti ed adulti allo specchio. Percorsi di autoconoscenza dentro e fuori la
    relazione”
   Relazione alla Giornata dei diritti dei Bambini e delle bambine presso il Distretto Est di
    Vicenza, dal titolo “Il diritto di tutti i bambini ad avere un futuro possibile”
   Progettazione e conduzione corso di formazione per operatori sociali dal tutolo “Nella
    terra di tutti”; incarico da parte del CNCA Veneto
   Conduzione corso di formazione “La cooperativa tra passato, presente e futuro” presso
    le cooperative sociali “Il ponte” di Schio e “Altopiano 7 comuni” di Asiago
   Incontro di formazione per operatori dell’Associazione Maranathà di Cittadella su “Il
    progetto quadro per i minori”
   Relazione al convegno catechistico diocesano di Vicenza, Col viso volto a Oriente”.
   Relazione al convegno promosso dall’Osservatorio Regionale per l’Infanzia e
    l’Adolescenza “2006 chiusura degli istituti … ma non solo” dal titolo “Un bambino in
    affitto”
   Incontro di formazione per animatori e catechisti su “Incontro al pozzo”, Unità pastorale
    della Riviera Berica di Vicenza
   Incontro di formazione per catechisti e animatori su “I pre-adolescenti oggi”, Vicariato di
    Arzignano, Vicenza
   Incontro di formazione per catechisti e animatori su “Ma il figlio dell’uomo, quando
    verrà, troverà la fede sulla terra?”, Vicariato di Camisano, Vicenza
   Incontro di formazione per catechisti e animatori su “I pre-adolescenti oggi”, Vicariato di
    Cittadella, Padova
   Presentazione del libro “Accompagnatori di storie” prodotto dal Cnca minori Veneto
    alla Facoltà di scienze della formazione di Padova
   Moderatore al convegno “Pezzi ... tra sogno e realtà ...”, promosso dal Centro socio-
    educativo La stazione della Cooperativa sociale Primavera Nuova
   Docente al corso FSE “Competenze per l'accompagnamento all'affido familiare”,
    promosso da Enaip del Friuli Venezia Giulia
   Relazione alla giornata di studio promossa dall'AC di Vicenza “Educatori a confronto: la
    relazione tra famiglia ed animatori”.
   Relazione al convegno “Dare cittadinanza all'ambiente d'origine”, promosso dalla
    Conferenza dei Sindaci di Bassano, Cooperativa Adelante, Ulss 3 Bassano, dal titolo
    “Famiglia d'origine e vicinanza solidale”
   Giornata di formazione per educatori, promossa dal Consorzio Prisma di Vicenza, dal
    titolo “Un approccio educativo al lavoro con i minori”
   Relazione al simposio “Luoghi e non luoghi nella vita dei giovani” organizzato
    dall'Istituto Rezzara di Vicenza, dal titolo
   Relazione al percorso formativo organizzato dal gruppo dei genitori dei bambini e delle
    bambine della scuola primaria di San Nazario (Bassano del Grappa), dal titolo
    “Vicinanza solidale e comunità' locali: alcune buone prassi”.
   Conferenze di presentazione della pubblicazione “Non di solo mamma e papà vivono i
    figli” a: Alte Ceccato, Bassano, Bressanvido, Cassola, Chioggia, Gallio, Grumolo delle
    Abbadesse, Isola Vicentina, Mantova, Marano Vic., Marostica, Onara, Pegognaga
    (Mn), S. Vito di Leguzzano, Sarcedo, Sondrio, Thiene, Valdagno, Padova, Vicenza
   Relazione al 3° Convegno Internazionale “La tutela dei Minori. Buone pratiche e
    innovazioni”, promosso dal Centro Studi Erikson
   Incarico di docente al corso di formazione promosso dall'Unità Locale Socio-Sanitaria
    n° 3 di Bassano del Grappa, “Come costruire un PEI efficace nell'ambito familiare”, per
    operatori sociali e famiglie affidatarie

      Partecipazione in qualità di relatore a convegni, seminari e corsi di formazione nel
corso del 2011

   Incontro di formazione per operatori sociali della Cooperativa Verlata sulla gestione
    della relazione con le famiglie degli utenti disabili inseriti nei centri diurni della
    cooperativa.
   Incontro di formazione promosso dall'Associazione Il noce di Casarsa delle Delizia per
    la sensibilizzazione delle famiglie all'accoglienza e all'affido familiare
   Corso di formazione per animatori parrocchiali promosso dalla Diocesi di Vicenza sulla
    figura dell'animatore e sulla metodologia della gestione dei gruppi
   Incontro di formazione per gli operatori dei servizi sociali (Tutela Minori e adulti)
    dell'ambito distrettuale di S. Vito al Tagliamento (PN) sulla costruzione e sul
    funzionamento di una rete di famiglie aperte all'accoglienza.


    Formazione permanente: partecipazione a convegni, seminari e corsi di
formazione

     1995          Convegno “Affido: una risorsa per il bambino e i suoi legami familiari”,
                    Comune di Vicenza
     1996          Convegno “Orfani con famiglia”, Roma, CNCA
                   Seminario “La comunità territoriale – riferimenti teorici ed esperienze in
                    atto”, Vicenza, Cooperativa Il Mosaico
                   Convegno “Il bambino tra rischio e pregiudizio”, Comune di Vicenza
                   Corso di formazione in Programmazione Neuro Linguistica, presso ISRE (VE)
     1997          Convegno “Le comunità per i diritti del minore”, CNCM, Firenze
                   Giornata di studio “Il bambino chiama aiuto: strategie di intervento e
                    metodologie a confronto”, Comune di Vicenza
     1998          Seminario “La costruzione dell’identità in adolescenza”, CNCA,
                    Pescara
                   Conferenza Nazionale sull’infanzia e l’adolescenza, Presidenza del
                    consiglio dei Ministri, Firenze
1999      VII Convegno internazionale di Educazione Familiare, A.I.F.R.E.F.,
           Abano Terme
          Conferenza Regionale Minori, Le politiche regionali a favore
           dell’infanzia e dell’adolescenza, Regione Veneto, Monselice
          Il sapere e il sapore. Educatori di comunità per minori tra
           professionalità      e     condivisione,    Seminario     Nazionale      di
           approfondimento culturale, C.N.C.A.
2000      Qualità dei servizi alla persona: sistemi di garanzia ed esperienze in
           atto, Seminario organizzato dal Consorzio Prisma di Vicenza
          Corso di formazione “L’oltre della quotidianità: dare parola al sapere
           dell’esperienza”, Management sociale in rete per una formazione
           soggettivante L 236/93, CNCA Agenzia Nazionale di Formazione
2001      Convegno “Nella famiglia e nei servizi, Regione del Veneto,
           Assessorato alle politiche sociali
          Giornata di studio su “La legge quadro per la realizzazione del sistema
           integrato di interventi e servizi sociali (L.328/2000)”, Centro studi
           Fondazione Zancan, Comune di Vicenza, Ulss6 Vicenza
          Seminario di studio “La qualità delle strutture tutelari per il benessere
           dei bambini e degli adolescenti”, Regione del Veneto, Assessorato alle
           politiche sociali
2002      Convegno “L’affido familiare dalla Legge 184/83 alla Legge 149/01
           nella Regione del Veneto”, Regione del Veneto assessorato alle
           politiche sociali
2003      Percorso formativo “La famiglia protagonista e il sostegno alla
           genitorialità”, Regione Veneto Assessorato alle Politiche Sociali
           Volontariato e Non Profit, Osservatorio Regionale per l’Infanzia e
           l’Adolescenza
          Convegno “Etica e politica per la famiglia nel terzo millennio”, Comune
           di Vicenza
2004      Convegno “Quale futuro per le comunità di accoglienza?”, CNCA
          Convegno “”Quale spazio per i giovani?”, Comuni del Distretto socio-
           sanitario Est dell’Ulss 6 di Vicenza
2005      Seminario di ricerca “La promozione dei progetti di prossimità e di
           solidarietà tra famiglie”, Centro Studi e Formazione Sociale Fondazione
           Zancan
          Convegno “Non solo affido familiare: reti di famiglie e sostegno a
           distanza”, Regione Veneto Assessorato alle Politiche Sociali
           Volontariato e Non Profit, Osservatorio Regionale per l’Infanzia e
           l’Adolescenza
2006      Convegno su “Linee Guida 2005 per la spesa in carico, la segnalazione
           e la vigilanza dell'infanzia e l'adolescenza nelle situazioni di rischio e
           pregiudizio nel Veneto”, 6 marzo 2006, ufficio di Protezione e Pubblica
           Tutela dei minori.
          Convegno su “Adolescenti stranieri e media. La comunicazione dei
           conflitti tra culture a partire da un caso mediatico”, 24 febbraio 2006,
           Ufficio di Protezione e Pubblica Tutela dei minori
          Convegno sull’affido e l’adozione “I bambini nel cuore, Udine,
           CO.RE.MI.
          Convegno Provinciale “Famiglie in rete: protagoniste nella comunità”,
           Treviso, Coordinamento delle Associazioni di volontariato della
           provincia di Treviso
                      Corso di formazione “Valorizzazione della genitorialità sociale: l’affido”,
                       Azienda Ulss 6, Vicenza
                      Convegno “Accoglienza del disagio psichico”, Sesto San Giovanni (Mi),
                       CNCA
                      Convegno regionale di presentazione del volume “Nessuno è minore” -
                       Relazione anno 2006 sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza
                       nel Veneto, Osservatorio Regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza
                                              BREVE CURRICULUM VITAE

Informazioni personali:
                                        PADOVANI ALESSANDRO
Cognome / Nome

Qualifica                               PSICOLOGO, DIRETTORE ISTITUTO DON CALABRIA - Verona
Possibili qualifiche:                   PRESIDENTE AZIENDA SERVIZI ALLA PERSONA ALTO MANTOVANO – Castiglione
1. Docente con titolo ufficiale         d/Stiviere (MN)
2. Esperto professionale
Istruzione e formazione
Indicare i titoli posseduti; indicare
solo le voci indispensabili a                                                             Nome e tipo d'organizzazione
stabilire la competenza                 Data di              Titolo della qualifica
                                                                                          erogatrice dell'istruzione e
(ad es. se si è in possesso di titolo   conseguimento        rilasciata
                                                                                          formazione
di laurea non è necessario indicare
il diploma di scuola superiore
conseguito)
Diploma di scuola superiore
Diploma professionale
Diploma universitario
Laurea                                  6/6/1989             Laurea in Psicologia         Università degli Studi di Padova
Laurea specialistica

                                                                                          Centro Italiano di Sessuologia,
                                        24/6/1994            Sessuologia clinica
                                                                                          Bologna
Specializzazioni                                                                          Istituto Analisi Immaginativa,
                                        2/7/1994             Psicoterapia
                                                                                          Cremona

Master
Dottorato di ricerca
Altri titoli
Esperienza professionale


Date                                    Dal 1988 ad oggi
                                        Dal 1988 al 1993 educatore; dal 1993 al 2000 psicologo servizio interno; dal 2000
Lavoro o posizione ricoperti
                                        ad oggi direttore Istituto don Calabria, Verona
                                        Gestione comunità alloggio, centri diurni, servizi di educativa territoriale, progetti
Principali attività e responsabilità    in ambito regionale, nazionale ed internazionale relativi alla tutela e giustizia
                                        minorile
Date                                    Dal 2005 al 2010
Lavoro o posizione ricoperti            Giudice Onorario Corte Appello di Venezia – sezione minorenni
Principali attività e responsabilità    Giudice nei procedimenti penali e civili

Date                                    Dal 1996 al 2004
Lavoro o posizione ricoperti            Giudice onorario al Tribunale per i Minorenni di Venezia
Principali attività e responsabilità    Giudice nei procedimenti penali e civili

Date                                    Da dicembre 2010 a giugno 2011
                                        Responsabile del progetto “Centro Giovani Polivalente” di Verona e Milano
Lavoro o posizione ricoperti            finanziato nell’ambito del Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini di Paesi
                                        terzi 2007 – 2013, Ministero Interno
Principali attività e responsabilità    Gestione centri diurni, programmazione attività educative

Date                                    Da settembre 2010 a settembre 2011
                                       Responsabile progetto di formazione specialistica sugli aspetti giuridici e tecnico-
                                       professionali dei responsabili dei Servizi di Protezione e Tutela della Regione
Lavoro o posizione ricoperti
                                       Veneto in base alla DGR n. 2416 del 2008

Principali attività e responsabilità    Formazione responsabili servizi tutela
                                Date   Da aprile 2010 a dicembre 2011
                                       Supervisone tecnica del Servizio Tutele del Distretto del Piano di Zona di Ostiglia
Lavoro o posizione ricoperti
                                       (MN)
Principali attività e responsabilità    Supervisione procedure adottate, validazione interventi del servizio
                                Date    Da Giugno 2009 ad oggi
                                        Direzione e coordinamento generale del Centro di Giustizia Riparativa per minori
Lavoro o posizione ricoperti
                                        nel Comune di Palermo
                                        Programmazione attività, Relazioni istituzionali con Tribunali, Servizi Giustizia
Principali attività e responsabilità
                                        Minorile, Enti Locali
                                Date    Dal 1 Aprile 2009 al 30 giugno 2011
                                        Supervisone tecnica del Servizio Tutele del Distretto del Piano di Zona di
Lavoro o posizione ricoperti
                                        Suzzara (MN)
Principali attività e responsabilità    Supervisione procedure adottate, validazione interventi del servizio
                                Date    2008 - 2009
                                        Direzione del progetto “IN & OUT: opportunities against discrimination for
                                        minors and young in the juvenile justice system” (codice VS/2008/0431),
Lavoro o posizione ricoperti
                                        Programma Action against Discrimination, Direzione Generale Employment,
                                        Social Affairs and Equal Opportunities – Commisssione Europea
Principali attività e responsabilità    Gestione programmi per adolescenti
                                Date    2008 - 2010
                                        Direttore del progetto “Consumo di sostanze e criminalità giovanile – DREJC”
                                        (codice JLS/2007/ISEC/500), Programma Prevenzione e Lotta contro la
Lavoro o posizione ricoperti
                                        Criminalità 2007, Direzione Generale Giustizia, Libertà e Sicurezza –
                                        Commissione Europea.
Principali attività e responsabilità    Gestione attività, relazioni internazionali
                                Date    Agosto – settembre 2008; settembre 2009
                                       Esperto nel Sistemas de Responsabilidad Penal de Adolescentes nel progetto
                                       “Fortalecimiento del Sistema de Responsabilidad Penal de adolescentes en
Lavoro o posizione ricoperti           relación con salidas alternas del proceso y ejecución de sanciones" (codice
                                       121903/C/SVCO), Programma Europaid - Unione Europea e Ministerio del Interior
                                       y de Justicia – Gobierno de Colombia
                                        Formazione dei giudici; validazione dei programmi di intervento governativi;
Principali attività e responsabilità    collaborazione alla costruzione degli standard di applicazione delle misure
                                        rieducative in ambito penale e nella tutela minorile
                                Date    Dal 2008 ad oggi
                                        Responsabile del progetto “AZIMUT – Percorsi di pronta accoglienza e di tutela”
Lavoro o posizione ricoperti            – Comune di Verona nell’ambito del Programma Nazionale di Protezione dei
                                        Minori Stranieri non Accompagnati dell’Associazione Nazionale Comuni d’Italia
Principali attività e responsabilità    Gestione programmi di pronta accoglienza
                                Date    2007 - 2009
                                        Responsabile gruppo di ricerca nel progetto “Juvenile justice systems in Europe
                                        – current situation, reform developments and good practices”
                                        (JLS/2006/AGIS/168), Programma AGIS 2006, Direzione Generale Justice and
Lavoro o posizione ricoperti            Home Affaire – Unione Europea. Capofila Ernst-Moritz-Arndt-Universität
                                        Greifswald, Lehrstuhl für Kriminologie, Greifswald/Germany. Partner: Istituto
                                        don Calabria, Italia; Fundación Diagrama, Spagna; University of Sheffield,
                                        Inghilterra
Principali attività e responsabilità    Coordinatore di ricerca in ambito tutela e giustizia minorile in 32 Paesi
                                       Docenze in ambito universitario (anno accademico-insegnamento-università-
                                       luogo)
                                       - 2002, 2003, 2004, 2005, 2006 Docente in “Mediazione sociale nell’ambito della
                                       devianza minorile” (settore disciplinare M-PED/03) al Master di primo livello
  Attività scientifiche e didattiche
                                       “Pedagogista in ambito sociale, penale e di prevenzione della devianza”,
   Iniziare con le informazioni più
                                       Università degli Studi di Padova, Facoltà di Scienze della Formazione, Padova; -
       recenti ed elencarle solo se
                                       2005 Docente in Pedagogia della gestione del conflitto (settore disciplinare M-
  pertinenti ai contenuti del corso
                                       PED/03) al Master di secondo livello in “Gestione educativa del disagio nascosto
                           specifico
                                       in classe”, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Facoltà di Scienze della
                                       Formazione, sede di Acireale (CT); - 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008
                                       Docente in Pedagogia della gestione del conflitto (settore disciplinare M-PED/03)
                                       al Master di secondo livello in “Gestione educativa del disagio nascosto in classe”,
Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Facoltà di Scienze della
Formazione, Milano; - 2002 Cultore in Criminologia Minorile, Diploma
Universitario in Scienze Sociali, Università di Verona, Verona.
Attività didattiche (periodo-docenza-istituzione formativa, luogo)
- 2009 Docente dell’unità didattica “Pratiche dell’intervento educativo” nel corso
“A partire da dentro” nell’ambito del progetto IN&OUT, finanziato dalla Regione
Sicilia, Associazione EURO, Palermo; - 2002 Conduttore del corso “Profilo di
qualità della Casa Famiglia per minori”, ULSS “”, Bussolengo (VR); - 2002
Docenza al corso di aggiornamento FSE-POR Regione Veneto per la formazione e
riqualificazione delle assistenti sociali dell’area minori del Comune di Verona,
nelle aree tematiche della devianza minorile e degli interventi per l’adolescente a
disagio, Comune di Verona; - 2001 Docenza al Corso per operatori di comunità
per pazienti psichiatrici adolescenti, Consorzio di Cooperative Sociali SOLCO,
Mantova; - 2001 Docenza al corso di aggiornamento per operatori di Comunità
“Le dinamiche del gruppo minori e il ruolo dell’educatore nelle Comunità
educative”, Centro Studi Mons. Franco Costa, Conegliano Veneto(TV); - 2001
Direzione del Corso di formazione per Operatori dell’area socio-pedagogica per
adolescenti con disturbi della personalità, ULSS 21, Legnago (VR); - dal 1997 al
1998 “Le voci dell’adolescenza”, Corso di Formazione per docenti scuola media
inferiore e superiore, ULSS 21, Legnago (VR); - dal 1996 al 1997 “Programmi di
intervento nella tutela minorile in situazioni di abuso sessuale”, Scuola di Studi
Interdisciplinari in Scienze del Bambino, Fondazione Maria Regina e Università
dell’Aquila, Teramo.
Attività scientifiche
- Dal 2008 al 2010 Componente del Gruppo di esperti per la valutazione delle
“Linee guida per gli operatori sociosanitari per la protezione e la tutela dei minori
in situazioni di rischio e pregiudizio”, Direzione Servizi Sociali, Regione Veneto -
Dal 2006 ad oggi Membro Comitato scientifico rivista “Sotto Traccia: Saperi e
percorsi sociali”, Navarra Editore, Palermo; - Dal 2006 ad oggi Componente del
board de “European Federation for Street Children, Luxembourg (www.efsc-
eu.org)”; - Dal 2005 ad oggi Membro comitato scientifico del Mental Health, Law,
and Policy Institute (Director Dr. Ronald Roesch), Simon Fraser University,
Burnaby, BC, Vancouver (Canada) (www.sfu.ca); - 2005 Esperto al 3° meeting
del Study Group on the Juvenile Justice System (SOC/202) del Comitato
Economico e Sociale – Section for Employment, Social Affaire and Citizenship –
Commisssione Europea in materia di giustizia minorile “The prevention of juvenile
delinquency. Ways of dealing with juvenile delinquency and the role of the
juvenile justice system in the European Union” - 2004 membro gruppo tecnico
per la preparazione del Piano biennale 2003-2004, Delibera Regione Veneto n.
4222 del 30/12/2003 “Fondo regionale di intervento per l’Infanzia e
l’Adolescenza”, Comune di Verona; - dal 2000 associato all’ Associazione Italiana
dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia; - dal 2001 al 2002 componente
nel Gruppo Tecnico Accreditamento Strutture residenziali per minori – Direzione
Servizi Sociali, Regione Veneto; dal 1997 al 1999 componente del Gruppo di
monitoraggio del “Progetto Pilota Regionale per la tutela dell’Età Adolescenziale”,
Direzione Servizi Sociali, Regione Veneto.
Partecipazione a seminari/convegni come relatore (data-titolo relazione-titolo
seminario-organizzatore-luogo)
  - novembre 2009 “Programmi di intervento per adolescenti nella tutela e nella
  giustizia minorile” in Seminario di formazione tra Instituto Colombiano de
  Bienestar Familiar e la Direzione Regionale Servizi Sociali della Regione Veneto,
  Bogotà (Colombia); - maggio 2009 “Interventi e pratiche per l’accoglienza di
  adolescenti” in Seminari di Studi Giuridico – Sociali, Associazione Nazionale
  Pedagogisti Italiani, Regione Calabria, Catanzaro; - ottobre 2008 “The Azimut
  project: a good pratice oriented towards a dynamic capacity building” European
  Forum on Street Children, European Federation for Street Childreen, Bruxelles -
  Instituto de Apoio a Crianca, Lisbona - marzo 2008 “Pratiche di interevento con
  gli adolescenti” IV Congresso Internazionale “Trastornos del comportamiento en
  menores. Terapias aplicadas en la escuela, la famiglia, la salud y los sistemas
  de proteccion y justicia”, Fundacion Internacional O’Belen, Govern de les Illes
  Balears (Spagna), Ministerio de Trabajo y Asuntos Sociales, Madrid, Palma de
  Mallorca (Spagna); - febbraio 2008 “Gli adolescenti ed il policonsumo: questioni
  ed interventi” Giornata di Studio Regionale “Adolescenti assuntori di sostanze
  nei servizi della giustizia minorile: quale intervento?”, ASL 2, Caltanissetta; -
  dicembre 2007 “Percorsi di inserimento al lavoro: esperienze e prospettive”
  Seminari di Studio Giuridico – Sociali “Precarietà e flessibilità nel disagio e nel
  lavoro giovanile”, Tribunale per i Minorenni di Catanzaro, Centro per Giustizia
  Minorile per la Calabria e la Basilicata, Associazione Nazionale dei Pedagogisti
  Italiani, Catanzaro; - ottobre 2007 “La méthodologie de projet et l’évaluation”
  Seminario Internazionale “The Social and Vocational inclusion for young people
  in difficulty and the European social fund”, Commissione Europea, Ministère de
  la Justice - DIRECTION DE LA PROTECTION JUDICIAIRE DE LA JEUNESSE,
  Vaucresson (Francia); - luglio 2007 “Buone pratiche nella giustizia minorile”
                                         seminario internazionale ”Regimen penal de adolescentes en Colombia y
                                         experencias internacionales”, Naciones Unidas para la Infanzia, Colombia; Corte
                                         Suprema de Justicia, Bogotà; Procuratoria General de la Nacion, Colombia;
                                         Alcaldia Mayor de Bogotà, Bogotà (Colombia); - marzo 2007 “Raccomandazioni
                                         ed indicazioni per il trattamento” seminario “I nuovi fenomeni legati all’abuso di
                                         sostanze psicotrope in ambito penale minorile: nuove droghe, alcool e
                                         psicofarmaci”, Dipartimento per la Giustizia Minorile, Ministero della Giustizia,
                                         Roma; - giugno 2006 “Mediazione sociale, tutela minorile e servizi” convegno
                                         internazionale “Mediación social y comunitaria: justicia, seguridad y convivencia
                                         para el desarrollo local”, Secretaría de Gobierno del Distrito Capital,
                                         Subsecretaría para Asuntos de Convivencia y Seguridad ciudadana – Alcaldia de
                                         Bogotà, Pontificia Universidad Javeriana, Bogotà (Colombia); - marzo 2006
                                         “Sistemi di intervento con i minori stranieri non accompagnati: il progetto
                                         regionale Azimut” seminario “I minori stranieri non accompagnati. Problemi,
                                         proposte e percorsi di riconoscimento a garanzia dei loro diritti”, Ufficio di
                                         Pubblica Tutela per i Minori, Regione Veneto, Osservatorio regionale per
                                         l’infanzia e l’adolescenza della Regione del Veneto, Padova; - febbraio 2006
                                         “Azimut program” conferenza internazionale “Child Inclusion as a Challenge to
                                         the Mediterranean Partnership of the EU – the consequences of migration on
                                         children at risk in the Southern European Member States: Analyses, Concepts
                                         and Strategies”, Commissione Europea e EFSC, Roma; - dicembre 2005
                                         “Percorsi di prevenzione con adolescenti” seminario “Disagio, Scuola e dintorni –
                                         percorsi di prevenzione del disagio in età evolutiva tra scuola e territorio”,
                                         Distretto di Suzzara (Mn), Suzzara; - novembre 2005 “Le pratiche con i minori
                                         stranieri nella giustizia minorile in Italia” seminario internazionale “InTO: Inside
                                         the outsiders – Deviant Immigrant Minors and Integration Strategies in
                                         European Justice Systems”, Commissione Europea, Roma; - ottobre 2004
                                         “Esperienze di inserimento sociale e professionale” Seminario Internazionale
                                         “Giustizia per i minori: strategie e progetti”, Dipartimento per la Giustizia
                                         Minorile, Ministero della Giustizia; Università Cattolica del Sacro Cuore, Napoli; -
                                         aprile 2004 “La tutela del minore nella giustizia minorile” Convegno
                                         Internazionale “Giustizia minore? La tutela giurisdizionale dei minori e dei
                                         giovani adulti”, Università degli Studi di Padova, Padova; - dicembre 2003
                                         “Interventi con gli adolescenti devianti” seminario “Età evolutiva e disagio
                                         adolescenziale e giovanile grave: quali possibili risposte?”, Università degli
                                         Studi della Valle D’Aosta - maggio 2002 “Percorsi in adolescenza”, seminario
                                         “Una nuova proposta per la prevenzione dei rischi psicosociali in adolescenza”,
                                         ULSS 20, Verona.

                                          Pubblicazioni
                                          - 2009 “Justicia de Menores. Perspectivas y programas de intervencion”,
                                          Escuela Judicial “Rodrigo Lara Bonilla”, Consejo Superior de la Judicatura,
                                          Colombia; - 2008 “Probation and Restaurative Justice in Romania and Italy”,
                                          Universitatti Alessandru Ioan Cuza, Iasi (Romania); - 2007 “Buenas Practicas
                                          para la Insercion en Justicia Juvenil. El trabajo como herramienta de insercion”,
                                          Ed. CIRE, Barcelona; - 2006 “Ne vale la pena – contributi, esperienze ed
                                          interventi sperimentali rivolti agli adolescenti inseriti nel circuito penale in
                                          Sicilia”, Paruzzo Editore, Caltanissetta
                                          Articoli
                                        - 2010 “I minori stranieri non accompagnati” in Un patto per le nuove
  Pubblicazioni scientifiche Iniziare   generazioni. Rapporto sulla condizione dell’infanzia nella provincia di Verona,
  con le informazioni più recenti ed    Edizioni Istituti Civici di Servizio Sociale, Verona; - 2009 “Qualifying elements of
     elencarle solo se pertinente ai    a good practice: some intervention praxis of inclusion and treatment with young
       contenuti del corso specifico    offender in Italy” in La Nueva Justicia Integral para Adolescentes, Ed. Federacion
                                        Mexicana de Medicos y Peritos en Ciencias Forenses, Tribunal Superiornde
                                        Justicia del Distrito Federal, Mexico; - 2009 “Programas de intervencion para
                                        adolescentes en conflicto con la ley” in Responsabilidad Penal para Adolescentes.
                                        Un compromiso por la vida, Ed. Instituto Colombiano de Bienestar Familiar,
                                        Colombia; - 2008 “La progettazione integrata in Europa” in NuovEsperienze di
                                        Giustizia Minorile - Quadrimestrale internazionale di studi e documenti, n. 1, Ed.
                                        Dipartimento per la Giustizia Minorile – Ministero della Giustizia, Roma; - 2007
                                        “Le difficoltà di un mediatore tra teorie, pratica e….propri vissuti” in SottoTraccia
                                        – saperi e percorsi sociali, anno 1 n. 1, Navarra Editore, Palermo; - 1991 “Il
                                        tentativo di suicidio nell’adolescenza” in Il Bambino Incompiuto, n. 3, Unicopli,
                                        Roma.

Dichiaro di essere informato ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del D.lgs 196/2003, che il presente curriculum verrà
allegato al programma dell’evento formativo XXXXXXX             e pubblicato nella banca dati presente nel sito http://
ecm.regione.veneto.it, a tal fine presto il consenso al trattamento dei dati personali ivi contenuti.

Data 07/03/2011                                                Firma Alessandro Padovani
                                                   SCHEDA DI ISCRIZIONE
                         “Standard di qualità e strumenti educativi”
   evento formativo rivolto a educatori professionali in contesti socio-assistenziali e socio-sanitari
                                     In attesa di accreditamento
                                                       max 45 partecipanti
                                                     giovedì 12 maggio 2011
                                                  dalle ore 08.15 alle ore 13.00
da restituire al Centro Studi Mons. Franco Costa di Conegliano - Via Einaudi 162 - fax
0438 455228 e-mail info@fondazionebernardi.it
Fondazione F.M.A. Bernardi Onlus entro il giorno 20.04.2011 unitamente alla
ricevuta di pagamento.
Il/Ia sottoscritto/a:
Cognome/nome
____________________________________________________________________
Indirizzo: Via____________________________________n.____C.A.P._________
Città ________________________________________PROV._________________
telefono                  ______________________fax ___________________
E-MAIL             _________________@__________________________
codice fiscale           ________________________________________
Educatore professionale I_I
Istituzione di appartenenza         __________________________________
I_I     contesto pubblico           I_I contesto privato
conferma di aderire all’evento di formazione e aggiornamento che si terrà nel giorno 12
maggio 2011 a Conegliano (TV).
                      firma del partecipante
DATI FATTURA (da compilare obbligatoriamente se i dati per l’intestazione della
fattura sono diversi da quelli personali)
Ragione Sociale_______________________________________________________
Indirizzo: Via____________________________________n.____C.A.P._________
Città ________________________________________PROV._________________
telefono                  ______________________fax ___________________
E-MAIL             _________________@__________________________
codice fiscale           ________________________________________
P.IVA             _________________________________________
Per una efficiente organizzazione la compilazione leggibile dei campi interessati
è indispensabile.
IMPORTANTE: l’iscrizione dovrà essere convalidata entro il 20.04.2011
mediante invio via fax o via-mail della ricevuta di bonifico di € 30,00.- a titolo di
rimborso spese da versarsi come segue: beneficiario Fondazione Bernardi Onlus – Unicredit Banca di
Conegliano (TV) IBAN IT56 C02008 61624 000005595727. La quota di iscrizione potrà essere restituita
solo a fronte di assenze per malattia opportunamente certificate.
INFORMAZIONE AI PARTECIPANTI. In chiusura di seminario verrà somministrato un questionario per la
valutazione dell’evento, la cui compilazione è obbligatoria ai fini del rilascio di crediti formativi. La prova di
valutazione dell’apprendimento sarà invece costituita da un elaborato finale.
In conformità alla L.196/03 sulla tutela dei dati personali, la Fondazione garantisce la massima riservatezza dei dati personali di cui è in
possesso. Il trattamento dei dati suddetti ha come unico scopo la realizzazione dell’attività formativa in parola.
Per l’invio successivo di informativa in merito a ulteriori iniziative formative.
Acconsento al trattamento                  I_I

Non acconsento al trattamento            I_I

                                                             Firma

Si può richiedere la rettifica di eventuali errori o di essere esclusi da ogni comunicazione scrivendo a: Fondazione Figli Maria Antonietta
Bernardi Onlus - Via Einaudi, 162 – 31015 Conegliano (TV)

								
To top