ORARIO LAVORI

Document Sample
ORARIO LAVORI Powered By Docstoc
					               MARCHE

                                          Alla personale attenzione dei
                                 MESSI NOTIFICATORI



GIORNATA SEMINARIALE DI STUDIO

LA FIGURA DEL MESSO NOTIFICATORE
  e LA NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI
    ALLA LUCE DELLE NOVITÀ INTRODOTTE DAL
            C.D. DECRETO BERSANI
 (D.L. 04/07/2006, n. 223, convertito nella Legge 248/2006),
        DALLA LEGGE FINANZIARIA 2007 E
DALLE RECENTI PRONUNCE GIURISPRUDENZIALI



             MARTEDI 29 APRILE 2008
                   ORE 9.00 – 15.00


                 Sala della Corte c/o
                Comune di FOLIGNO
                 Piazza della Repubblica, 10


                       RELATORE
          Avv. BARBARA MONTINI
        Avvocato Ufficio Legale Comune di Ferrara,
      specializzata in Diritto Amministrativo e Scienze
 dell’Amministrazione, Autrice di pubblicazioni in materia
                             PROGRAMMA
- La figura del messo notificatore: Obblighi e competenze - La qualifica
  soggettiva di pubblico ufficiale ai sensi dell'art. 357 del c.p. –Il rapporto tra ente e
  messo notificatore.Problematiche interpretative dopo la sentenza della Corte di
  Cassazione sez. I n. 20440 del 21/09/2006 in ordine alla possibilità di affidare in
  outsourcing il servizio di notificazione degli atti – Le novità introdotte dall’art. 1,
  cc. 158-160 della Legge finanziaria 2007: l’individuazione dei soggetti che
  possono procedere alla notificazione degli atti di accertamento dei tributi
  locali e degli atti di invito al pagamento di entrate extratributarie di Comuni e
  Province e relative problematiche.
- Il procedimento di notificazione: La scansione cronologica delle fasi
  procedimentali - La copia conforme all'originale – L’art. 137 c.p.c: il rispetto della
  privacy nel procedimento di notificazione – L’art. 138 c.p.c. (La notificazione in
  mani proprie) - La notificazione nella residenza, dimora e domicilio. Le novità
  introdotte all’art. 139 c.p.c. ed i criteri presenziali - Il concetto di dimora, residenza
  e domicilio - La notifica a persone diverse dal destinatario: i familiari, gli addetti
  alla casa o all'ufficio - La convivenza secondo la Cassazione - Il domicilio delle
  persone fisiche e quello delle persone giuridiche. Casi particolari - La notificazione
  in caso di irreperibilità o di rifiuto a ricevere la copia dell'atto (140 c.p.c):
  l’interpretazione della giurisprudenza - Notificazione presso il domiciliatario (art.
  141 c.p.c) - Notificazione a persone non residenti né dimoranti né domiciliate nella
  Repubblica (art. 142 c.p.c.) - Notificazione a persona di residenza, dimora e
  domicilio sconosciuti (art. 143 c.p.c.) - Le notificazioni alle Amministrazioni statali
  (art. 144 c.p.c.).
-    La notificazione alle persone giuridiche (società, enti, ecc.) ed agli altri
    soggetti non aventi personalità giuridica (art. 145 c.p.c.) : le novità introdotte
    dall’art. 2 L. 263/2005 - Le notificazioni a militari in attività di servizio (art. 146
    c.p.c) – Il tempo delle notificazioni (art. 147 c.p.c.): le novità apportate dall’art. 2
    della L. 263/2005. Il perfezionarsi della notificazione - La prova dell'avvenuta
    notifica –
- La notificazione a mezzo postale: attività del messo e attività dell'ufficiale
  postale: l'ambito di applicazione della L. 20/11/1982 n. 890-– Il recepimento
  dell’orientamento giurisprudenziale alla luce delle novità introdotte dall’art.
  2 della L. 263/2005 e le modifiche all’art. 149 c.p.c. - Il ritiro degli atti presso la
  casa comunale (da parte dei terzi e degli intestatari) - La notificazione dei
  documenti informatici: l’art. 14 del D.p.r. 445/2000.
- Check list della relata di notifica: a) contenuto della relata; b) data; c)
  sottoscrizione; d) correzione degli errori materiali; e) discordanza tra originale e
  copia; f) la querela di falso; g) la nullità della notificazione (art. 160 c.p.c) e la
  nullità degli atti (artt. 156 e 157 c.p.c.). - Notificazione degli Atti Amministrativi
  (R.D. 17/08/1907 n. 642): La nozione di atto amministrativo - Il procedimento
  amministrativo e le sue fasi - La fase di integrazione dell'efficacia: comunicazioni,
  notificazioni, pubblicazioni - Le tipologie di atti che riguardano l'attività dei messi –
        Le modifiche all’art.14 della L. 689/1981 - L’introduzione dell’art. 15-bis
        (Notificazioni di atti e documenti, comunicazioni ed avvisi) al D.P.R. 445/2000.
    -   La notificazione delle violazioni al Codice della Strada: i soggetti, la validità
        delle notificazioni.
    - La notificazione degli atti tributari processuali e non processuali e degli atti
      del procedimento di Riscossione: le norme di rinvio, la normativa speciale
      prevista dal D.P.R. 600/1973 – Le problematiche in materia di notificazione di atti
      tributari in seguito all’entrata in vigore de l D.Lgs. 196/2003 e l’intervento del
      legislatore: LE NOVITÀ INTRODOTTE ALL’ART. 60 D.P.R. 600/73 DAL C.D.
      DECRETO BERSANI (D.L. 4/07/2006 N. 223): l’applicazione della tutela della
      privacy anche alla notificazione degli atti tributari – Le novità introdotte dalla
      Legge finanziaria 2007

    - La ripetibilità delle spese di notifica.
    - Profili di responsabilità dei messi notificatori, in particolare: A) la
      responsabilità penale: Ipotesi connesse alla relata di notifica: eventuali ipotesi di
      falso - I reati di falso commessi dal pubblico ufficiale in atto pubblico: falso
      materiale (art. 476 c.p.) e falso ideologico (art. 479 c.p.); B) la responsabilità
      civile: Il risarcimento del danno connesso ad omessa e ritardata notificazione; C)
      la responsabilità amministrativa. –
    - La tutela legale ed assicurativa dei messi notificatori

Al termine i partecipanti potranno sostenere l’esame di idoneità
previsto dal comma 159, art. 1 Legge finanziaria 2007


                     QUOTA DI PARTECIPAZIONE
La quota di partecipazione, comprensiva del materiale di documentazione e del
pranzo, è prevista in modo differenziato:

   Per i Comuni ed Enti aderenti alla Lega fino a 2.000 abitanti, € 110,00 a persona;
   Per gli altri Enti aderenti alla Lega, € 150,00 a persona;
   Per i Comuni ed Enti non aderenti fino a 2.000 abitanti, € 150,00 a persona;
   Per gli altri Comuni ed Enti non aderenti, € 200,00 a persona.

 N.B. SARA’ POSSIBILE PAGARE LE QUOTE DI ISCRIZIONE ANCHE
SUCCESSIVAMENTE ALLA DATA DI SVOLGIMENTO DEL SEMINARIO.

ORARIO DEI LAVORI:
ORE 8.45                  Registrazione dei partecipanti
ORE 9.00 / 14.00          Svolgimento dei lavori
ORE 14.00 / 15.00                    Pranzo
                   MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
  Le iscrizioni vanno comunicate alla Lega delle Autonomie Locali - Marche, Via
  Matteotti n. 85 - 60121 Ancona, anche per trasmissione via fax (071/206808).
  La quota di partecipazione potrà essere effettuata tramite versamento sul Conto
  Corrente Postale IT 80 C 07601 02600 000010576601 intestato alla Lega Regionale
  delle Autonomie Locali o sul Conto Corrente Bancario (Banca Antonveneta) IT
  09 X 05040 02600 00000010271K. Sarà possibile l’iscrizione ed il pagamento della
  relativa quota anche presso la Segreteria del Seminario.
  Al fine di consentire un corretto svolgimento dell’iniziativa si
  invita a comunicare telefonicamente o via fax la
  partecipazione.
  Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Lega Autonomie Locali - Marche Tel.
  071/201278 – E-mail: legautonomie.marche@virgilio.it


                                     SCHEDA DI ISCRIZIONE
        ALLA GIORNATA SEMINARIALE DEL                    29 aprile 2008 – FOLIGNO

  Il __________ di ___________________________ Partita IVA ____________________
            ENTE
aderisce alla Giornata Seminariale ed iscrive i seguenti suoi rappresentanti:

1. ________________________________________________________________________________
qualifica___________________________________________________________________________
2. ________________________________________________________________________________
qualifica___________________________________________________________________________
3. ________________________________________________________________________________
qualifica___________________________________________________________________________
4. _______________________________________________________________________________
qualifica ___________________________________________________________________________

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:4
posted:6/16/2012
language:
pages:4