RELAZIONE PROGETTO GIOCOSPORT

Document Sample
RELAZIONE PROGETTO GIOCOSPORT Powered By Docstoc
					  Comitato
  Provinciale
  Biella




          PROGETTI ATTIVITA' LUDICO-MOTORIA SCUOLA PRIMARIA

                        GIOCOSPORT – 1,2,3…MINIVOLLEY!




  Il Comitato Provinciale Fipav di Biella ha come sempre dato ampia attenzione all'attività
  promozionale come dalle linee guida del 1° mandato iniziato nel 2001, incentivando sia le
  attività societarie che quelle proposte agli organi scolastici di ogni ordine e grado.

         FIPAV
Comitato Provinciale
         Biella
 Via Belletti Bona 21                                                    Internet: www.biella.federvolley.it
     13900 Biella                                                        e-mail :biella@federvolley.it
    tel.01521846
    fax 01522514
   cell. 335481209
  Comitato
  Provinciale
  Biella

  L'attività all'interno delle scuole risulta fondamentale; il Comitato Provinciale ha condotto a
  buon fine un importante progetto, denominato “Crescere con la pallavolo – Giocosport –
  1,2,3…Minivolley!” 2006/2007” dedicato alla scuola primaria, coordinato da Paola Berghino
  affiancata da 23 tecnici federali: Volpe Sabrina e Chiocchetti Paola (Gaglianico Volley
  School), Davide Scali, Daniele Pavan, Riccardo Appi (Biella Volley), Simona Ferretti e Lara
  Guiotto (A.S.D. Virtus Chiavazza), Edoardo Valsania (Lessona Volley), Romeo Rosso e
  Marco Ferraro (A.P.D. Villaggio Lamarmora), Marco Busancano, Francesca Arcari, Giulia
  Canepa, Mariana Dalimon e Claudia Soffia (G.S. Splendor Cossato), Alice Strona (Sprint
  Volley Candelo), Angela Marotta (A.S.D. Pietro Micca Biella), Paola Berghino, Michela
  Berghino, Nicoletta Gatteschi, Valentina D’Ettorre, Elena Ranaboldo, Sara Cappa e Fabio
  Ansermino (Fiapv Biella). Nel corso dell’anno scolastico al già esistente progetto
  Giocosport, di carattere provinciale, si è affiancato “1,2,3…Minivolley!”, progetto dedicato
  alla scuola primaria, di carattere nazionale, che ha permesso ad ogni direzione didattica e
  istituto comprensivo di ricevere, a titolo completamente gratuito, un kit innovativo
  composto da un impianto di minivolley e da 6 palle da gioco studiate per la progressione
  didattica. Già nei programmi del Comitato Provinciale, come previsto dal progetto
  nazionale, vi è l’indizione del corso di formazione delle insegnati che si dovrebbe tenere
  nel prossimo mese di ottobre. Durante il passato anno scolastico il progetto ha coinvolto 5
  direzioni didattiche (I Circolo Biella, II Circolo Biella, III Circolo Biella, Cossato, Vigliano
  Biellese) e 12 Istituti Comprensivi (Andorno Micca, Brusnengo, Candelo, Cavaglià,
  Gaglianico, Lessona, Mongrando, Occhieppo Inferiore, Pettinengo, Pray, Sandigliano e
  Vallemosso), per un totale di 52 plessi, 262 classi e addirittura 4265 alunni. Un successo
  che numericamente ha superato gli anni precedenti che già erano giudicati eccezionali per
  quantità e qualità.


  FESTE ZONALI SCUOLE PRIMARIE

          A causa del brutto tempo che imperversava giovedì 07/06/07, si è dovuto, a
  malincuore, annullare la festa finale dedicata agli alunni delle classi quarte e quinte delle
  scuole primarie della provincia in programma ai campi di Corso 53° Fanteria a Biella,
  gentilmente messi a disposizione dall’Assessorato allo Sport della Città di Biella. Gli alunni
  partecipanti avrebbero dovuto cimentarsi in un grande torneo di minivolley, di carattere
  puramente promozionale, in cui l’obiettivo principale, fosse quello di far di vivere, ai piccoli
  atleti, una giornata dedicata allo sport inteso come momento di aggregazione e amicizia.
         FIPAV
Comitato Provinciale
         Biella
 Via Belletti Bona 21                                                         Internet: www.biella.federvolley.it
     13900 Biella                                                             e-mail :biella@federvolley.it
    tel.01521846
    fax 01522514
   cell. 335481209
  Comitato
  Provinciale
  Biella



  Mercoledì 31 maggio 2007
  Per la festa della continuità si sono radunati allo stadio Abate di Cossato tutte le classi
  quinte delle scuole Aglietti, Masseria, Capoluogo, Ronco e Parlamento e le classi prime
  della scuola secondaria di primo grado “Leonardo da Vinci” e della sezione staccata “L.
  Maggia”.
  Il progetto ha lo scopo di dare continuità nella pratica dell’attività sportiva nel delicato
  passaggio tra le scuole primarie e secondaria di primo grado ed ha coinvolto circa 260
  ragazzi/e; in questa giornata le classi coinvolte si sono alternate nelle 7 stazioni di gioco
  preparate, in un clima di assoluto fair-play.


  "GIOCOSPORT"

  Fra le numerose innovazioni presenti nei programmi ministeriali una soprattutto merita
  attenzione per le molteplici implicazioni in ambito biologico, psicologico e didattico. Ci
  riferiamo al Progetto Giocosport.

         Ciò non deve costituire un pretesto per un prematuro avviamento alle discipline
  sportive né deve essere un'esperienza scolastica episodica eccezionale, ma deve
  configurarsi come specifico intervento educativo volto a cogliere i veri significati sociali e
  culturali dello sport.

        Nelle unità didattiche proposte ed elaborate dal Centro di Qualificazione del
  Comitato scrivente si affronta il giocosport della pallavolo cercando di analizzare come
  esso nasce ed evolve e come si può adattare a ciascun allievo.

         Filo conduttore di tutto il progetto è stato abbinare la formazione al giocosport
  (sportiva) all'educazione motoria, da essa imprescindibile.

          L'attenzione della Regione Piemonte, su tale tematica, ha dato la possibilità da
  anni di rafforzare l'azione della FIPAV C.P.Biella in ambito scolastico, grazie alla
  L.R.22/12/95 n.93 - TIT.III - Art.7 - " Programma Pluriennale per la promozione delle
  attività sportive e fisico-motorie".
         FIPAV
Comitato Provinciale
         Biella
 Via Belletti Bona 21                                                        Internet: www.biella.federvolley.it
     13900 Biella                                                            e-mail :biella@federvolley.it
    tel.01521846
    fax 01522514
   cell. 335481209
  Comitato
  Provinciale
  Biella

         L'azione educativo-didattica presuppone la scelta di obiettivi da conseguire quindi
  indispensabili sono le metodologie applicate per il conseguimento degli stessi.

         I metodi sono allora mezzi o strumenti didattici attraverso i quali l'insegnante
  (tecnico) organizza e conduce le situazioni di apprendimento-insegnamento, con l'intento
  di apportare modificazioni e cambiamenti significativi nelle condotte e nei comportamenti
  degli allievi.

         Gli attuali metodi di insegnamento dell'educazione motoria trovano la loro origine
  nelle due forme classiche della deduzione e dell'induzione.
  I primi si fondano sulla personalità del docente (metodo prescrittivo o del comando -
  metodo misto - metodo dell'assegnazione dei compiti); gli ultimi (metodo della risoluzione
  dei problemi - metodo della scoperta guidata - metodo della libera esplorazione), al
  contrario, si basano sulla capacità dell'alunno di scoprire autonomamente le conoscenze e
  di fare esperienze sotto la guida dell'insegnante.

         Le unità didattiche sono costituite dall'insieme di azioni didattiche preordinatamente
  programmate e realizzate in un intervallo temporale limitato in vista del raggiungimento di
  un particolare obiettivo.
  Nelle unità didattiche proposte sono state utilizzate molteplici metodiche in quanto non
  esiste " il metodo" ma una molteplicità di metodologie adattabili ai diversi obiettivi che
  devono essere raggiunti dal gruppo classe, dal singolo, dall'insegnante.

          Le linee attuative del protocollo Scuola - CONI e della legge Bassanini
  sull'autonomia amministrativa e didattica delle Istituzioni Scolastiche, ci permettono di
  intensificare un rapporto di interazione con il mondo della Scuola per ampliare conoscenze
  e affinare le metodologie che costituiscono il patrimonio specifico di quanti si adoperano
  per lo sviluppo di strategie operative funzionali.




         FIPAV
Comitato Provinciale
         Biella
 Via Belletti Bona 21                                                       Internet: www.biella.federvolley.it
     13900 Biella                                                           e-mail :biella@federvolley.it
    tel.01521846
    fax 01522514
   cell. 335481209
  Comitato
  Provinciale
  Biella

                          PROGETTI ATTIVITA' LUDICO-MOTORIA
                                SCUOLA DELL’INFANZIA

                        IMPARO L’INGLESE CON IL GIOCOVOLLEY


  La Federazione Italiana Pallavolo - Comitato Provinciale di Biella ha avviato la
  sperimentazione di un programma dedicato esclusivamente alla Scuola dell’Infanzia con
  l’inserimento di alcuni elementi di lingua inglese nei giochi ludico-motori proposti al gruppo
  classe.

  Le linee programmatiche del protocollo Scuola-CONI e della legge Bassanini sull’autonomia
  amministrativa e didattica delle Istituzioni Scolastiche, ci permettono di intensificare un
  rapporto di interazione con il mondo della scuola per ampliare conoscenze e affinare le
  metodologie che costituiscono il patrimonio specifico di quanti si adoperano per lo sviluppo
  di strategie operative funzionali.
  Visto che nei programmi ministeriali è stabilito un avvio all’apprendimento della lingua
  straniera già nella Scuola dell’Infanzia, che viene ripreso sin dall’inizio della Scuola
  Primaria, si è pensato di sviluppare un intervento didattico grazie all’ausilio di giochi ludico-
  propedeutici all’attività sportiva.

  Numero lezioni attività di classe: sviluppo di dieci unità didattiche (dispensa FIPAV -
  C.Q.P.)
  Periodo di svolgimento: 2^ quadrimestre anno scolastico.


  FASI DELL’INTERVENTO DIDATTICO:
  l’intervento didattico riferito al momento operativo, è, nel suo sviluppo temporale,
  suddiviso solitamente in tre periodi o fasi:

  1 - Fase introduttiva o preparatoria: il suo scopo è quello di preparare i bambini, dal
  punto di vista psicologico e fisiologico, a svolgere i compiti previsti dalla lezione. La lezione
  inizia con un momento di verbalizzazione, seduti in cerchio; la disposizione circolare è di
  fondamentale importanza nelle situazioni collettive perché consente ai bambini di scegliersi
  i compagni vicino ai quali stare. L’istruttore può confondersi fra i bambini occupando un
         FIPAV
Comitato Provinciale
         Biella
 Via Belletti Bona 21                                                          Internet: www.biella.federvolley.it
     13900 Biella                                                              e-mail :biella@federvolley.it
    tel.01521846
    fax 01522514
   cell. 335481209
  Comitato
  Provinciale
  Biella

  posto qualsiasi all’interno del cerchio, può vedere tutto il gruppo e sentirsi parte del
  gruppo. La presa di contatto è utile per scambiare delle impressioni, per favorire il
  rapporto di reciproca accettazione. Questo è anche il momento per introdurre e spiegare
  l’attività che verrà di lì a poco affrontata o per commentare ciò che è stato fatto nella
  lezione precedente.
  Il bambino viene poi messo in condizione di svolgere una determinata quantità di lavoro
  fisiologico predisponendo le sue funzioni organiche principali attraverso azioni motorie
  finalizzate: giochi, attività di libera esplorazione, scoperta guidata ecc...... E’ la fase che
  viene definita di riscaldamento.

  2 - Fase Principale o formativa: destinata allo svolgimento delle attività specifiche che
  costituiscono l’obiettivo della lezione.

  3 - Fase Conclusiva o di defaticamento: in essa si svolge il processo di recupero, per
  mezzo del quale l’organismo viene riportato allo stato funzionale normale, diminuendo
  progressivamente l’intensità di lavoro.
  Ci si ritrova quindi in cerchio, seduti a terra per ripensare a quanto svolto e per mettere a
  fuoco attraverso la verbalizzazione i momenti fondamentali della lezione o la dinamica del
  gioco (momento altamente socializzante perché la discussione, l’ordine nel parlare,
  l’ascoltare a vicenda, sono aspetti di crescita collettiva).

  Nelle fasi illustrate verranno inserite delle integrazioni in lingua inglese che saranno
  visualizzate con l’ausilio di figure per stimolare la memoria visiva.
  Rispettando queste fasi, il compito dell’istruttore viene facilitato perché è possibile,
  ipotizzare e calcolare la quantità e la qualità di situazioni stimolo da proporre ai bambini,
  rispettando i tre principi pedagogici di base: “dal conosciuto allo sconosciuto, dal
  facile al difficile, dal semplice al complesso”.

  La scelta di proporre le situazioni motorie in forma ludica, nasce dalla consapevolezza che
  il gioco rimane l’ingrediente indispensabile e lo strumento principale attraverso il quale
  avviene la maturazione fisica e psichica del bambino, in tutti i suoi aspetti.

  La presentazione delle attività in modo dinamico e variabile, rispetta la necessità di
  dinamismo nel movimento e tenta di dare a tutti la gratificazione del “successo”
  alimentando l’autostima.
         FIPAV
Comitato Provinciale
         Biella
 Via Belletti Bona 21                                                         Internet: www.biella.federvolley.it
     13900 Biella                                                             e-mail :biella@federvolley.it
    tel.01521846
    fax 01522514
   cell. 335481209
  Comitato
  Provinciale
  Biella

  Le unità didattiche proposte devono essere comunque presentate sempre fissando
  l’attenzione sulle situazioni tali che lo specifico momento didattico offre. Quindi sarà
  indispensabile valutare attentamente le capacità del gruppo classe, le motivazioni dei
  bambini, il loro interesse, lo spazio operativo a disposizione; solo dopo questa analisi le
  unità didattiche e quindi le integrazioni di lingua inglese proposte potranno essere
  adattate, ridotte o ampliate.
  Si ribadisce che le proposte devono essere lette unicamente come riferimento operativo
  “Stimolo” e mai utilizzate come “Eserciziario”.

  Le metodologie applicate sono sia deduttive che induttive; i metodi deduttivi si fondano
  sulla personalità e sulle competenze del docente che trasmette informazioni e conoscenze
  agli allievi. Le seconde si basano, al contrario, sulle capacità dell’alunno di acquisire
  conoscenze in modo autonomo e di fare esperienza sotto la guida dell’insegnante che
  tiene conto dei diversi stadi evolutivi e maturativi da esso raggiunti.

  Questo progetto nato come pilota nel Plesso di Valdengo, Direzione Didattica di Vigliano
  Biellese, nell’anno 2000/2001 è stato, grazie anche al contributo della REGIONE
  PIEMONTE, definitivamente inserito nel programma del Centro di Qualificazione Provinciale
  Settore Scuola e proposto come progetto da inserire nei piani dell’offerta formativa (POF),
  ispirato dal profondo convincimento che le funzioni motorie possono agevolare o inibire
  regredire tutta la personalità in maniera così rilevante da legittimare l’affermazione di due
  studiosi americani Mayer e Grayg secondo i quali: “tutto l’apprendimento può essere
  aiutato per mezzo di un’educazione motoria a misura di bambino fondata
  preminentemente sulla motricità naturale e ludica...”


  Il progetto nella sua globalità, su dichiarazione dei Dirigenti Scolastici, si è
  sviluppato con un numero totale di 1477 ore suddivise nei singoli progetti.

  Biella, 31 luglio 2007

           Referente Settore Scuola - Minivolley                Il Presidente
                 Prof.sa Paola Berghino                         Claudia Bille


         FIPAV
Comitato Provinciale
         Biella
 Via Belletti Bona 21                                                       Internet: www.biella.federvolley.it
     13900 Biella                                                           e-mail :biella@federvolley.it
    tel.01521846
    fax 01522514
   cell. 335481209

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:79
posted:6/15/2012
language:Italian
pages:7