sito 23 1 12 by 9YTf8eJ

VIEWS: 12 PAGES: 34

									                                           NEWS


                          Dal 16 al 20 gennaio 2012


                                        SOMMARIO

COSA SI È DETTO                                                                            4
    AFFARI COSTITUZIONALI                                                                   4
    D.l. n. 216/11 - Proroga di termini: conclusione e modifiche                            4
    PA e semplificazione: audizione Ministro                                                5
    Cooperazione e integrazione: audizione Riccardi                                         5
    Indagine conoscitiva - Proteste: deliberazione                                          5
    Proposta regolamento UE - Diritti e cittadinanza: parere                                5
    S2998 - Popolazione residente - Modifica TUEL: esame                                    5
    ISTAT: Noi Italia, 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo                   5
    Protezione civile: sospensione dei progetti di servizio civile                          5
    AUTONOMIE LOCALI                                                                        6
    Governo: incontro enti locali                                                           6
    Interno: incontro Associazione piccoli comuni                                           9
    Commissione paritetica mista: seconda riunione                                          9
    UNSCP: convocazione esecutivo nazionale e segreteria nazionale                          9
    Legautonomie: incontro Governo e Autonomie locali del Sud                               9
    Legautonomie: riassetto province, studio dell'Università Bocconi                       10
    CAL Lazio: presupposti e modalità esercizio poteri sostitutivi tra enti territoriali   10
    UPI: gravi difficoltà a predisporre i bilanci                                          10
    Conferenza regioni: Necessarie norme per confronto bilanci P.A                         10
    GIUSTZIA                                                                               11
    Relazione stato Giustizia: approvata risoluzione                                       11
    S307-B – Usura: sì finale                                                              11
    D.l. n. 212/2011 - Sovraindebitamento e processo civile: emendamenti Governo           11
    D.l. n. 211/2011 - Sovraffollamento carceri: esame                                     11
    AFFARI ESTERI E COMUNITARI                                                             11
    S2914 – Ratifica Fondo salva Stati: esame                                              11
    Gestione flussi migratori: approvate mozioni                                           11
    C4623-A- Legge comunitaria 2011: conclusione                                           12
    ECONOMIA E CONTABILITÀ                                                                 12
    MEF: Pubblicazione Rapporto Giarda                                                     12
    RGS: il budget economico in breve                                                      12
    RGS: relazione annuale sull’attività svolta, circolare n. 1                            12
    FEDERALISMO FISCALE                                                                    13
    Schema dlg Roma Capitale - Ulteriori disposizioni: esame in Bilancio                   13
    Indagine conoscitiva anagrafe tributaria: audizione                                    13
    IMMOBILIARE                                                                            13
    Agenzia Demanio-Territorio: accordo ANCI – Roma Capitale                               13
    POLITICHE FISCALI                                                                      14
    S1551 - Annullamento autotutela cartelle esattoriali: seguito esame                    14
    Indagine conoscitiva - Riforma fiscale: audizione esperti                              14
    Fisco Oggi: limitazioni dell’uso del contante                                          14
                     Westminster Srl - Via d’Ascanio, 23 - 00186 Roma -
                    www.westminster.it - e-mail westminster@westminster.it
                             Tel. 06-4823990 Fax 06-4820191
Fisco oggi: quesiti                                                                 14
Fisco Oggi: fatturazione elettronica                                                15
ANCI: lotta evasione fiscale - servono risorse e strumenti adeguati                 15
Upi: IPT e regioni speciali – lettera al Presidente del Consiglio                   15
MEF: Statistiche dichiarazioni IRES ed IRAP e dati studi di settore                 15
Agenzia entrate: abbonamento telefonia mobile                                       16
Agenzia entrate: quesiti su spesometro                                              16
CULTURA-ISTRUZIONE                                                                  16
C3461 e abb. - Valorizzazione manifestazioni e giochi storici: modifiche            16
C4117 e abb. - Insegnamento inno nazionale: comitato ristretto                      16
C4822 e abb. - Alta formazione artistica e musicale: esame                          16
ATA e anzianità di servizio: risposta interrogazione                                16
Cittadinanzattiva: il successo della IX Giornata della sicurezza nelle scuole       16
MiBAC: intervista Ministro Ornaghi                                                  16
AMBIENTE                                                                            17
C4242 - Canone passi carrai: rinvio                                                 17
Riqualificazione energetica abitazioni: approvata risoluzione                       17
Piano rischio idrogeologico: risposta interrogazione                                17
ISTAT: spesa per l’ambiente                                                         17
Legambiente: Mal’aria 2012                                                          17
Codacons: Ministeri condannati al risarcimento danni per acqua all’arsenico         17
Ambiente: Accordo navi da crociera a Venezia                                        18
LAVORI PUBBLICI-TRASPORTI                                                           18
AVCP: riduzione costi amministrativi appalti                                        18
Infrastrutture: seguito audizione Ministro Passera                                  18
Proposta UE - Reti transeuropee trasporti: parere                                   18
C2844 - Veicoli non inquinanti: rinvio                                              18
Commissario ricostruzione Abruzzo: giudizio positivo su ordinanza n. 3996           18
Commissario ricostruzione Abruzzo:, pratiche di integrazione entro il 29 febbraio   19
Commissario ricostruzione Abruzzo: situazione popolazione al 10.1.2012              20
SVILUPPO ECONOMICO – ATTIVITÀ PRODUTTIVE                                            20
CdM: decreto liberalizzazioni                                                       20
Indagine conoscitiva concorrenza: deliberazione                                     20
S2508 e abb. - Riduzione termini pagamento PA: esame                                21
Indagine conoscitiva - Competitività imprese: audizione Antitrust                   21
Affari regionali, Turismo e sport: audizione Ministro                               21
ISTAT: aziende agrituristiche in Italia                                             21
Confindustria: Mappa competenze delle imprese in Ricerca e Innovazione              21
CIPE: Sviluppo, da CIPE via libera a opere per 5,5 miliardi                         21
LAVORO                                                                              24
Infortuni sul lavoro: approvata Relazione                                           24
Indagine immobili enti previdenziali: audizione INPGI                               24
Dimissioni per maternità: risposta interrogazione                                   24
C3696 e abb. - Sostegno imprenditoria e occupazione: rinvio                         24
OIM-Italia Lavoro: contratto di collaborazione gestione dei flussi migratori        24
INPS: Estensione tutela assicurativa extracomunitari                                25
INPS: Presentazione telematica domande                                              25
Sindacati: documento unitario per crescita, equità sociale e fiscale                25
Confapi: Urge terapia d'urto per il mercato del lavoro                              25
DIREL: riforma lavoro pubblico, problematiche e ipotesi di illegittimità            26
Lavoro: Chiarimenti sull'autocertificazione DURC                                    26
Lavoro: Contributi progetti sperimentali associazioni di promozione sociale         26
AFFARI SOCIALI                                                                      27
C278 e abb.- Governo attività cliniche: modifiche                                   27
                                www.westminster.it                                   2
    ANCI: incontro Sottosegretario Guerra                                             27
    Famiglia: graduatoria progetti conciliazione vita-lavoro                          27
    Interno: portale per i migranti                                                   27
    Interno: Fondi europei Rifugiati e Rimpatri - on line Faq avvisi 2011-2012        28
    AGRICOLTURA                                                                       28
    S2735 - Semplificazione normativa agricola: emendamenti                           28
    C4676- Modifiche legge su attività venatoria: esame                               28
    CONSUMATORI                                                                       28
    Cittadinanzattiva: cartelloni abusivi, Cittadinanza dice basta                    28
    ISTAT: inflazione annuale                                                         28
    Codacons: caos iva su bollette, aumento al 21% e' retroattivo                     28
SE NE PARLERÀ                                                                         29
COSA È STATO PUBBLICATO                                                               31
    CIPE: Attuazione Piano per il Sud                                                 31
    Corte dei Conti: bilancio 2012                                                    31
    ISTAT: indici prezzi al consumo dicembre 2011                                     32
    Ambiente: invio relazione su obblighi di riduzione delle emissioni di gas serra   32
    Ministero infrastrutture e trasporti: conclusione procedimenti amministrativi     32
    MSE: semplificazione attività vendita GNL                                         32
    Agenzia per la sicurezza delle ferrovie e reclutamento personale                  33
    Risanamento ambientale: proroga stati di emergenza Regioni Sicilia e Puglia       33
    Emergenza carceri: ordinanza                                                      33
    AVCP: SOA e nulla osta richiesta atti                                             33
    Mipaaf: Ispettorato repressione frodi e acquisto in economia di lavori            33
    Diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali: deleghe                      34
    Salute: revisione patentino per emissione gas tossici                             34




                                    www.westminster.it                                 3
COSA SI È DETTO
AFFARI COSTITUZIONALI

  D.l. n. 216/11 - Proroga di termini: conclusione e modifiche
  Le Commissioni riunite affari costituzionali e bilancio della Camera hanno
  licenziato per l’Aula il decreto-legge di proroga termini (C. 4865 A).
  Il presidente Bruno ha fatto presente che gli argomenti che sono ancora sottoposti alla
  valutazione del Comitato dei nove riguardano in particolare i temi della trasformazione
  delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza, degli indennizzi per gli esuli e
  rimpatriati italiani dalla Libia, dei lavoratori delle aziende a totale partecipazione
  pubblica, nonché l'estensione degli interventi in materia di calamità naturali anche a
  Ginosa e a Metaponto.
  modifiche approvate 1 - modifiche approvate 2
  Le novità apportate riguardano, tra l’altro:
   in materia di riduzione percentuale dei trattamenti pensionistici
   aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo delle gestioni
       pensionistiche dei lavoratori artigiani, commercianti e coltivatori diretti, imprenditori
       agricoli, mezzadri e coloni iscritti alle relative gestioni autonome dell'INPS e
       l'aliquota contributiva pensionistica di finanziamento e di computo per gli iscritti alla
       gestione separata
   ripiano del disavanzo sanitario
   esercizio dell'attività libero-professionale intramuraria
   Agenzia per le infrastrutture stradali e autostradali; cartelli di valorizzazione e
       promozione del territorio
   esercizio del servizio ferroviario
   convenzioni Tirrenia
   Impianti funiviari
   operatività del sistema SISTRI
   gestione dei rifiuti da parte dei comuni della regione Campania
   concessioni sul demanio marittimo, lacuale e portuale
   graduatorie ad esaurimento del personale docente e personale ATA
   interventi comune di Pietrelcina)
   validità della graduatoria del personale dei Vigili del fuoco
   tariffe postali agevolate
   strumenti della programmazione negoziata
   Accordo per il credito alle PMI sottoscritto dalle parti il 16 febbraio 2011
   Protezione diritto d'autore
   sanatoria per le violazioni in materia di affissione e pubblicità per i manifesti politici
   efficientamento generatori di energia elettrica nei rifugi di montagna
   Equitalia s.p.a. e poteri del ruolo
   detrazioni per carichi di famiglia a favore dei soggetti non residenti
   variazione della categoria catastale e requisito di ruralità
   utilizzazione edificatoria dell'area
   funzioni piccoli comuni
   adempimenti e versamenti tributari Comune di Livorno, provincia di Messina
   liti fiscali pendenti con l’Agenzia delle entrate
   franchigia IRPEF per i lavoratori frontalieri
   tributi regionali
   termine deliberazione del bilancio di previsione per l'anno 2012, da parte degli enti
       locali, è differito al 30 giugno 2012

                                      www.westminster.it                                      4
   Liquidazione EIPLI.

PA e semplificazione: audizione Ministro
In Commissione affari costituzionali del Senato si è svolto l’intervento del ministro
Patroni Griffi sulle linee programmatiche del suo Dicastero. Il 10 gennaio scorso, il
Ministro è intervenuto anche alla Camera, presso le Commissioni riunite affari
costituzionali e lavoro. Resoconto stenografico
Cooperazione e integrazione: audizione Riccardi
Nella seduta dell’11 gennaio, la Commissione affari costituzionali della Camera ha
sentito il Ministro per la cooperazione internazionale e l'integrazione, Andrea Riccardi,
sulle linee programmatiche del suo dicastero. Resoconto stenografico
Indagine conoscitiva - Proteste: deliberazione
La Commissione affari costituzionali della Camera ha deliberato lo svolgimento di una
indagine conoscitiva sui recenti fenomeni di protesta organizzata in forma violenta in
occasione di manifestazioni e sulle possibili misure di prevenzione e di contrasto di tali
fenomeni. L'indagine conoscitiva, che si concluderà entro il 31 luglio 2012, intende fare
luce sui recenti fenomeni di protesta organizzata in forma violenta contro forze
dell'ordine, istituzioni e privati da parte di gruppi anonimi che a questo scopo si
infiltrano in manifestazioni e cortei promossi da dimostranti pacifici, come avvenuto, da
ultimo, in Valle di Susa il 3 luglio 2011 e a Roma il 15 ottobre 2011.

Proposta regolamento UE - Diritti e cittadinanza: parere
La Commissione affari costituzionali del Senato ha pronunciato un parere
favorevole sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che
istituisce il programma "Diritti e cittadinanza" per il periodo 2014-2020 (n. COM (2011)
758 definitivo), sottoposta al parere motivato sulla sussidiarietà.

S2998 - Popolazione residente - Modifica TUEL: esame
La Commissione affari costituzionali del Senato ha avviato l’esame del disegno di
legge De Toni (IdV), che intende modificare l'articolo 37 del TUEL (dlg n. 267/2000), in
materia di determinazione della popolazione negli enti locali.

ISTAT: Noi Italia, 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo
Con Noi Italia, l'Istat offre un quadro d'insieme dei diversi aspetti economici, sociali,
demografici e ambientali del nostro Paese, della sua collocazione nel contesto europeo
e delle differenze regionali che lo caratterizzano.
Il prodotto, disponibile all'indirizzo http://noi-italia.istat.it, costituisce ormai uno dei punti
di forza dell'ampia e articolata produzione dell'Istat attraverso la proposta di indicatori,
aggiornati e puntuali, che spaziano dall'economia alla cultura, al mercato del lavoro,
alla qualità della vita, alle infrastrutture, alla finanza pubblica, all'ambiente, alle
tecnologie e all'innovazione.
Gli indicatori, raccolti in 119 schede e distribuiti su 19 settori di interesse, si possono
consultare in modo ragionato per settori e per singole schede, scaricare su un foglio
elettronico, approfondire con i link presenti in ogni pagina. Approfondisci

Protezione civile: sospensione dei progetti di servizio civile
Il Tribunale del lavoro di Milano con sentenza del 12 gennaio ha dichiarato
discriminatorio, nei confronti dei cittadini stranieri in Italia, l’articolo 3 del “Bando per la
selezione di 10.481 volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e
all’estero” pubblicato il 20 settembre 2011, che prevede il requisito di cittadinanza
italiana per l’ammissione allo svolgimento del Servizio Civile Nazionale.
L’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ha pubblicato, il 19 gennaio scorso, sul proprio

                                      www.westminster.it                                        5
  sito, l’avviso sulla decisione del giudice che ha ordinato alla Presidenza del Consiglio
  dei Ministri – Unsc di sospendere le procedure di selezione, di modificare il bando nella
  parte in cui richiede il requisito della cittadinanza consentendo l’accesso anche agli
  stranieri che soggiornano regolarmente in Italia di presentare domanda e di fissare un
  nuovo termine per la scadenza del bando.
  È quindi sospeso l’avvio di tutti progetti di Servizio Civile Nazionale compresi i tre
  progetti del Dipartimento della Protezione Civile: La Protezione Civile tra memoria e
  multimedialità; RIDRISV (La RIDuzione del RIschio Sismico e Vulcanico in Italia); La
  prevenzione dei rischi idrogeologici ed antropici: strumenti di programmazione ed
  indirizzo.
  L’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile rassicura inoltre, nello stesso avviso, che
  adotterà tutte le misure opportune per limitare i disagi agli enti e ai giovani derivanti
  dalla situazione che si è venuta a creare con la sentenza del giudice.
  Nuove comunicazioni saranno pubblicate sul sito istituzionale del Dipartimento e
  disponibili telefonando al Contact Center del Dipartimento della Protezione Civile (800
  840 840).


AUTONOMIE LOCALI
  Governo: incontro enti locali
  “Lo sviluppo del Mezzogiorno è un contributo decisivo per una crescita sostenibile e
  durevole dell’Europa”: con queste parole il Presidente del Consiglio Mario Monti ha
  commentato l’incontro tenutosi il 17 gennaio a Palazzo Chigi, alla presenza dei Ministri
  Fabrizio Barca, Corrado Clini, Corrado Passera e Francesco Profumo, con i Presidenti
  delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna,
  Sicilia, i sindaci dei capoluoghi di Regione del Sud e un rappresentante dei piccoli
  comuni meridionali indicato dall’Anci.
  L’incontro di questa mattina ha permesso di proseguire il lavoro iniziato il 15 dicembre
  scorso e di definire le linee del documento “Il Mezzogiorno per l’Europa” che farà il
  punto sugli interventi in corso, in vista degli appuntamenti tra il Governo e le istituzioni
  UE in agenda per le prossime settimane, sulla base dello stesso spirito di leale e forte
  collaborazione tra i vari livelli di governo.
  Nato dall’esigenza di dare conto dell’attuazione degli impegni per il rilancio del Sud,
  assunti nel Vertice Euro del 26 ottobre 2011, il documento indicherà in primo luogo i
  principi che informano in questa fase l’azione congiunta di tutti i livelli di governo:
  • integrare politica regionale e nazionale per lo sviluppo, rafforzando i presidi di
  competenza offerti dal Governo centrale;
  • ridurre l’incertezza dei flussi di finanza pubblica, anche con la deroga introdotta per il
  cofinanziamento dei fondi comunitari;
  • concentrare gli interventi su un numero limitato di priorità, sviluppando l’azione del
  precedente Governo: scuola, sicurezza e giustizia; mobilità; cura degli anziani e
  dell’infanzia; interventi su frane e versanti; promozione dell’innovazione come volano di
  sviluppo dell’industria e dei servizi sociali;
  • mettere al centro i risultati attesi e non solo i processi per conseguirli;
  • offrire ai cittadini informazioni e strumenti per conoscere in tempo reale le nostre
  decisioni, per valutarle e per esprimere la loro motivata “voce”.
  Lungo queste linee, il documento conterrà i progressi compiuti rispetto al 15 dicembre
  nell’attuazione del Piano di Azione Coesione (fondi regionali comunitari). Rimarcherà
  inoltre l’impegno in atto ad avviare l’utilizzo del Fondo Sviluppo e Coesione (fondi
  regionali nazionali), sulla base delle azioni concordate tra Stato e Regioni, attraverso
  l’attuazione degli interventi delle delibere CIPE e di nuove, imminenti delibere.
  Riguardo entrambi i fondi regionali, verranno segnalati all’Europa gli specifici interventi
  in atto di particolare rilevanza per il rilancio dello sviluppo del Sud, e le azioni di rigore

                                      www.westminster.it                                      6
e semplificazione con cui le Regioni partecipano all’impegno dell’intero Paese in
questa direzione.
Il documento conterrà anche i principali provvedimenti per il Sud già approvati dal
governo: si tratta, in particolare, di 9,6 miliardi di euro sbloccati per il potenziamento
delle reti infrastrutturali; dell’avvenuto superamento dello squilibrio di risorse per
garantire il funzionamento dei servizi di trasporto pubblico locale; dell'impegno
concreto e già in atto per colmare entro il 2013 il divario digitale, accelerando
fortemente lavori e procedure.
Nei prossimi giorni, i tecnici dell’amministrazione centrale continueranno il lavoro a
sostegno degli interlocutori delle Regioni, per la definizione della programmazione degli
interventi e dei fondi alla base del documento.
Infine, nel corso della riunione il governo ha assicurato alle istituzioni locali la propria
disponibilità a individuare una soluzione condivisa sul tema del trasporto ferroviario di
lunga percorrenza.

Sono prudenti i commenti dei Presidenti delle Regioni del Mezzogiorno al termine
del confronto che si è tenuto a Palazzo Chigli. “C'è una rinnovata attenzione sul Sud
che si incarna nel dossier 'Il Mezzogiorno per l'Europa' che il governo ha deciso di
presentare ai pareri europei”, ha spiegato il Presidente della Regione Basilicata, Vito
De Filippo (membro dell’ufficio di presidenza della Conferenza delle Regioni) . ''E'
importante - ha aggiunto De Filippo - che il dossier parta dalle buone pratiche e dalle
azioni positive che il Mezzogiorno è stato capace di mettere in campo. Nitti diceva che
il pregiudizio nei confronti del Mezzogiorno non è' solo un difetto ma una tradizione e
questo approccio inverte la tendenza. Noi come Regione Basilicata abbiamo scelto di
proporre i Pois e le Aree programma, il primo rappresenta la capacità di offrire servizi
in rete con il raggiungimento di obiettivi rilevanti specie per le fasce deboli in territori
dove la scarsa densità demografica accresce i costi. Le Aree programma, invece, sono
un positivo esempio di modernizzazione e contenimento della spesa, che azzerano in
un solo colpo le Comunità montane (in una realtà geografica che ha il 90 per cento di
territorio montano e collinare), le Ato rifiuti e idrica, portando a zero presidenze e
consigli e abbattendo il costo per il funzionamento delle strutture di servizio al 50 per
cento. Sono esempi - ha continuato De Filippo, attraverso l'ufficio stampa della giunta
regionale lucana, di quello che il Sud riesce a fare ma c'è bisogno anche di altro.
Concentrarsi sulla crescita del Sud, ridurre l'incertezza finanziaria e circoscrivere gli
obiettivi sono scelte importanti per ottenere risultati. Nel confronto col Governo
abbiamo fatto un buon lavoro su Università e ricerca, sulle infrastrutture, su frane e
versanti, anche mettendo risorse regionali piu' importanti di quelle inizialmente
previste. Ed è molto importante il lavoro che si sta facendo sul Piano di coesione.
Importante non per il Mezzogiorno, ma per il Paese e per l'Europa. Il Sud dell'Italia - ha
concluso - chiede infatti di essere messo nelle condizioni di contribuire al rafforzamento
dell'Italia e della Ue e la sua parte la sta facendo per intero”.
Il Presidente della Regione Molise Michele Iorio (che è anche Vicepresidente della
Conferenza delle Regioni) “quello di questa mattina – ha detto il Presidente Iorio - è
stato un confronto molto utile perché, tra le altre cose, ha visto la riconferma da parte
del Governo di un’ampia disponibilità ad attuare tutti gli impegni assunti nell’accordo
“Eurosud”, stilato con la Commissione Europea, e nel “Piano per il Sud”. Per quanto
riguarda il Molise ho rappresentato l’esigenza di finalizzare l’obiettivo di rilancio
infrastrutturale della regione, attraverso la velocizzazione delle procedure per l’appalto
della Termoli - San Vittore ormai giunte a conclusione. Oltre questo Tavolo si è stabilito
poi che, nell’ambito delle politiche di rilancio del Mezzogiorno, si rafforzerà il rapporto
Regioni-Governo attraverso i singoli Ministeri per le varie problematiche che riguardano
la questione della difesa del suolo, lo sviluppo, l’università e ricerca, la scuola, i nuovi
modelli di governance del territorio e gli aiuti alle imprese. Infine si sta ragionando su
come attuare nuovi modelli di aiuto alle imprese per sostenerne l’attività e quindi la
                                   www.westminster.it                                     7
ripresa dell’occupazione”.
Secondo il Presidente della Campania è stato “rafforzato un lavoro comune su
proposte concrete e su come usare bene le risorse per il Sud", ha detto Stefano
Caldoro, al termine dell'incontro tra autonomie locali del Sud e governo. "Noi chiediamo
che le risorse nazionali siano sicure e certe - ha aggiunto - E inoltre abbiamo un
problema di liquidità”. "Abbiamo avviato un lavoro comune molto positivamente e in
continuità con quanto fatto dal governo precedente e dall'ex ministro Fitto", ha
sottolineato il Presidente. La Campania ha portato al tavolo, come buone pratiche,
l'esempio della "portualità -interportualità del porto di Napoli, che si allarga a Salerno
nell'ottica di un grande hub del Mediterraneo”.
Il tema del trasporto ferroviario preoccupa fortemente il presidente della Regione
Puglia, Nichi Vendola: “Vogliamo sapere se un amministratore delegato puo' praticare
la via della secessione e su questo il governo deve rispondere", ha detto Vendola,
riferendosi al taglio dei treni per il Sud da parte delle Ferrovie. "Ho provato a mettere in
discussione globalmente la politica ferroviaria in Italia - ha detto - ho posto il problema
che è difficile parlare di Sud quando le Ferrovie tagliano in due l'Italia". Secondo
Vendola le ferrovie hanno "squalificato l'offerta per depotenziare la domanda. Ma la
domanda continua ad esserci".
Il tema del trasporto ferroviario è stato sollevato anche dal Presidente della Calabria
che ha anzi sottolineato come “gran parte delle Regioni ha sollecitato l'intervento
immediato del governo sulle decisioni di Trenitalia riguardo ai treni a lunga
percorrenza. Passera ha detto che a brevissimo, probabilmente, avremo un riscontro
positivo, Giuseppe Scopelliti, ha poi aggiunto che è stato comunque “avviato un
importante confronto sullo sviluppo del Sud. Il metodo di lavoro è interessante.
Abbiamo messo in campo le buone pratiche e ciò serve anche a far comprendere le
scelte del territorio". La Calabria ha portato all'attenzione del governo, come esempio il
“porto di Gioia Tauro” e l'accordo quadro che punta a farlo diventare "sempre di piu' un
porto hub". L'altra proposta riguarda le unioni dei comuni, ha proseguito Scopelliti, sulla
strada "di una riorganizzazione degli enti”.
Il presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo ha ricordato la sperimentazione
della “la fiscalità di vantaggio” e il suo straordinario successo, “con il credito di imposta
per gli investimenti. Una fiscalità' diversa, alla quale, se potessimo destinare molto più
dei 120 milioni che abbiamo destinato, anche un miliardo, perché no, riconvertendo i
fondi strutturali, convincendo l'Europa, credo che sia lo strumento, il motore dello
sviluppo, molto più efficace che non l'impiego di fondi strutturali che comportano
difficoltà e che ogni anno riusciamo a stento a risparmiare dal disimpegno”.
Il Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, rivolgendosi direttamente al
presidente del Consiglio, Mario Monti,ha ricordato che “la Sardegna vive in queste ore
una fase di grave preoccupazione per quanto annunciato dalla multinazionale
americana Alcoa. Mentre progettiamo il futuro occorre salvaguardare l'esistente
affinché i lavoratori, le loro famiglie e i territori non siano messi in una condizione di
sofferenza nel corso di questa complessa fase di transizione”. “Prima di approfondire i
progetti relativi alla scuola digitale e al progetto Smart city-Sardegna CO2.zero, relativo
alla promozione dell'economia verde e dello sviluppo sostenibile. Occorre un'azione
forte, coesa, determinata delle Istituzioni - ha detto Cappellacci - affinché i lavoratori e
il territorio non siano lasciati in una condizione di sofferenza in questa fase di
transizione tra il modello economico sociale ereditato dal passato e quello che stiamo
preparando per le future generazioni”.
Dal Governo Monti ''serve più attenzione per la ricostruzione dell'Aquila'', a chiederlo il
presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, rispondendo ad una domanda sulla
ricostruzione post sisma all'uscita da Palazzo Chigi. ''Oggi l'oggetto della riunione non
era quello della ricostruzione - ha detto Chiodi - ma all'Aquila ci sono tante partite
ancora aperte sulle quali ci dobbiamo confrontare con il Governo centrale”. Chiodi ha
anche annunciato che a febbraio i ministri Profumo e Barca saranno nel capoluogo
                                    www.westminster.it                                     8
abruzzese. (regioni.it)

Interno: incontro Associazione piccoli comuni
Il ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, ha incontrato al Viminale il presidente,
Franca Biglio, e una delegazione dell’Associazione Nazionale dei piccoli Comuni
d’Italia (ANPCI), che hanno rappresentato le numerose problematiche relative ai
Comuni al di sotto dei mille abitanti.
In particolare, sono state esposte le preoccupazioni dovute all’attuale quadro normativo
ed è stata richiesta la possibilità di avere incontri periodici per esporre ulteriori
esigenze.
Il presidente Biglio ha ringraziato il ministro Cancellieri e l’Amministrazione dell’Interno
per la sensibilità e attenzione manifestate.

Commissione paritetica mista: seconda riunione
Prosegue il lavoro della “Commissione speciale paritetica mista Governo- Regioni-enti
locali per il rinnovamento delle Istituzioni della Repubblica e per il sostegno allo
sviluppo ed alla crescita economica”, giunta il 19 gennaio alla sua seconda riunione.
il coordinatore della Commissione Affari finanziari della Conferenza delle Regioni e
assessore al Bilancio della Lombardia, Romano Colozzi, ha spiegato che “ La Regione
Lombardia cercherà un 'affondo informativo' su tutto il tema degli enti inutili: vogliamo
sapere dove sono e quanto costano gli enti inutili per un'operazione trasparenza sulla
quale noi non molleremo”.“Abbiamo ulteriormente precisato il metodo di lavoro e
abbiamo deciso di affidare a un tavolo tecnico il compito di condividere finalmente i
dati numerici e finanziari su cui bisogna basare la riforma del patto di stabilità - ha detto
spiegando i risultati della riunione - Non appena i dati saranno pronti, si passerà al
confronto politico per la modifica del patto. Ho sottolineato che è urgente, intanto, un
tavolo politico che prenda subito in mano i problemi istituzionali”. Colozzi ha infatti
ricordato che le "recenti decisioni sulle Province e sugli enti intermedi hanno creato
una sovrapposizione e problemi normativi che rischiano di creare un sistema ancora
più confuso e con più sprechi. Il governo ha condiviso l'urgenza di discutere queste
norme e spero che la prossima settimana la riunione entri già nel merito di questi
temi”.
Il presidente dell'Upi, Giuseppe Castiglione, ha detto le Province chiedono al “governo
di evitare il commissariamento degli organi provinciali e di affrontare il tema della
governance in modo concreto”. Castiglione ha anche riferito che sul milleproproghe,
nel corso della Conferenza Unificata, le Province hanno espresso un parere
“negativo”, proprio perché mentre da un lato il governo è intervenuto con il decreto
'Salva Italia' sulle Province e ha avviato un confronto sulla riduzione dei costi della
politica, dall'altro nel milleproroghe “decide la proroga degli Ato rifiuti che da tempo
dovevano essere cancellati”.
Per i Comuni la priorità resta la riforma del Patto di stabilità: “entro febbraio chiediamo
risposte certe al governo”. Lo ha detto il presidente dell'Anci, Graziano Delrio, al
termine della riunione, che ha precisato anche che “per il momento abbiamo stilato
un'agenda di lavoro, sulla quale lavoreremo nei prossimi giorni. E' stato inoltre
registrato qualche problema sulla condivisione dei dati su cui basare la riforma del
Patto di stabilità, si lavorerà alla creazione di una banca dati condivisa”. (regioni.it)

UNSCP: convocazione esecutivo nazionale e segreteria nazionale
I componenti dell'Esecutivo e della Segreteria Nazionale dell’UNSCP sono stati
convocati presso la sede, per venerdì 27 alle ore 16.00 e sabato 28 dalle ore 9.00 alle
17.30 per discutere l’articolazione di una proposta complessiva della figura del
Segretario Comunale e Provinciale.
Legautonomie: incontro Governo e Autonomie locali del Sud

                                    www.westminster.it                                     9
Con un Comunicato Legautonomie Campania giudica positivamente l'incontro
avvenuto lo scorso 17 gennaio tra il Governo Monti e i governatori e sindaci dei
capoluoghi di regione del Sud . "E' apprezzabile che il governo nazionale abbia
cominciato a porre al centro della propria azione il Mezzogiorno..." Comunicato di
Legautonomie Campania (19 gennaio 2012)

Legautonomie: riassetto province, studio dell'Università Bocconi
L'Università Bocconi ha svolto una ricerca per la Provincia di Torino sul tema del
riassetto delle Province. Lo studio è stato presentato lunedì 16 gennaio nella sede di
corso Inghilterra della Provincia di Torino, ed è stato realizzato dal professor Lanfranco
Senn e dal dottor Roberto Zucchetti dell'Università Bocconi di Milano.
Alla presentazione dello studio erano presenti molti parlamentari piemontesi, disponibili
a sottoscrivere una mozione di indirizzo sul tema del riordino delle autonomie locali che
superi l’abolizione delle Province, così come è stata delineata nel cosiddetto “Decreto
salva Italia” del Governo Monti.
Lo studio per la Provincia di Torino realizzato dall'Università Bocconi di Milano

CAL Lazio: presupposti e modalità esercizio poteri sostitutivi tra enti territoriali
Il Cal del Lazio ha pubblicato una ricerca, svolta dalla struttura di supporto al Cal, sui
presupposti e sulle modalità di esercizio dei poteri sostitutivi tra gli enti territoriali, con
particolare riferimento alla Regione Lazio. L'obiettivo primario della ricerca è quello di
svolgere una disamina ad ampio raggio sulla natura dei poteri sostitutivi nell'ambito dei
rapporti tra enti territoriali e di far luce, in particolare, sui presupposti che legittimano la
sostituzione della Regione Lazio nell'esercizio delle funzioni amministrative degli enti
locali laziali.
I poteri sostitutivi tra gli enti territoriali - Dicembre 2011 (legautonomie.it)

UPI: gravi difficoltà a predisporre i bilanci
"In queste settimane le Province sono impegnate nella predisposizione dei bilanci per il
2012, ed ovviamente rappresentano estreme difficoltà per gli equilibri di bilancio a
fronte di questa imponente riduzione di risorse finanziarie". Lo sottolinea il Presidente
dell'Upi, Giuseppe Castiglione, in una lettera al Presidente del Consiglio Mario Monti,
chiedendo "una riflessione circa la necessità di favorire, attraverso apposita norma di
legge, l’espressa eliminazione della sospensione del potere di deliberare aumenti dei
tributi e delle addizionali provinciali, previsto dall’art. 1, comma 123 della legge 13
dicembre 2010, n.220, con la quale si indicava nell’attuazione del federalismo fiscale il
termine entro il quale restava confermata la sospensione di tale potere, essendo
appunto stato emanato il decreto legislativo n.68/11".
Lettera al Premier Monti per autonomia tributaria

Conferenza regioni: Necessarie norme per confronto bilanci P.A
“Ho chiesto al Governo che sull'attuazione del federalismo fiscale gli impegni assunti e
condivisi con Regioni ed Autonomie locali vengano rispettati. Ci sono purtroppo segnali
che vanno nella direzione opposta". Lo ha dichiarato l'assessore alle Finanze della
Lombardia, Romano Colozzi, coordinatore della Commissione affari finanziari delle
Regioni, nel corso della Conferenza Unificata del 19 gennioa, riferendosi ad una norma
contenuta nel "Milleproroghe" che proroga di un anno, solo per il Governo, l'attuazione
dei principi della "competenza" finanziaria e quindi della confrontabilità dei bilanci.
"Ho chiesto all'esecutivo di annullare questo rinvio – spiega l'assessore Colozzi - e di
fare partire da subito le norme sulla trasparenza del bilancio dello Stato così come
stanno facendo le Regioni con grande dispendio di energie, risorse umane e strutturali.
L'armonizzazione dei bilanci e' un cardine del percorso del federalismo fiscale che
abbiamo costruito in questi anni con attenzione, fatica e coraggio. Non vorrei che
questa proroga, che vale solo per lo Stato, sia l'inizio di un processo di smantellamento

                                     www.westminster.it                                      10
  dell'impianto della tanto attesa riforma federalista. Mi auguro che non sia cosi e per
  questo ho chiesto un segnale importante”. (regioni.it)


GIUSTZIA
  Relazione stato Giustizia: approvata risoluzione
  Il Parlamento ha approvato la Relazione del Ministero sull'amministrazione della
  giustizia anno 2011 resa dal Ministro Severino Di Benedetto
   Dichiarazioni della guardasigilli alla Camera (agenzie di stampa).

  S307-B – Usura: sì finale
  In sede deliberate la Commissione giustizia del Senato ha approvato il ddl in materia di
  usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovraindebitamento, come
  modificato dalla Camera.
  D.l. n. 212/2011 - Sovraindebitamento e processo civile: emendamenti Governo
  In Commissione giustizia del Senato il Governo ha presentato alcuni emendamenti al
  decreto-legge recante interventi urgenti in materia di composizione delle crisi da
  sovraindebitamento e disciplina del processo civile. (S3075)
  Le proposte sono state illustrate dal Sottosegretario Zoppini:
   sostituzione integrale del Capo I, introducendo una disciplina specifica per la
      composizione delle crisi da sovraindebitamento del consumatore;
   norme correttive del decreto legislativo n. 150 del 2011 in materia di riduzione e
      semplificazione dei procedimenti civili di cognizione;
   introduzione di un secondo comma all'articolo 2447 c.c. che consenta, nel caso in
      cui le perdite siano di ammontare pari o superiore a quello del capitale sociale,
      l'adozione di una deliberazione di aumento di quest'ultimo che al netto della
      contestuale riduzione per coprire le perdite prodottesi, lo conduca ad un importo
      superiore al minimo legale;
   deliberazioni societarie;
   norme di coordinamento in materia di controlli societari;
   si eleva da mille a millecento euro la soglia di valore delle controversie per le quali
      è consentito, nei giudizi innanzi al giudice di pace, alle parti di costituirsi senza
      difesa;
   introduzione, con l'articolo 257-ter del c.p.c., la possibilità di delegare l'assunzione
      della prova testimoniale al cancelliere, al fine di semplificare e accelerare lo
      svolgimento dell'attività istruttoria nelle controversie civili.

  D.l. n. 211/2011 - Sovraffollamento carceri: esame
  Preso l’Assemblea del Senato si è concluso l’esame del decreto-legge recante
  interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal
  sovraffollamento delle carceri. (S3074)


AFFARI ESTERI E COMUNITARI
  S2914 – Ratifica Fondo salva Stati: esame
  La Commissione affari esteri del Senato ha avviato l’esame del ddl di ratifica ed
  esecuzione della Decisione del Consiglio europeo 2011/199/UE che modifica l'articolo
  136 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea relativamente a un
  meccanismo di stabilità per gli Stati membri dell'euro, fatta a Bruxelles il 25 marzo
  2011.
  Gestione flussi migratori: approvate mozioni

                                     www.westminster.it                                  11
  La Camera ha approvato alcune mozioni riguardanti la cooperazione con il Governo
  libico per la gestione dei flussi migratori originati dalla Libia durante il recente conflitto.
  Su alcuni di essa il Governo aveva dato parere contrario: Reguzzoni ed altri (LNP),
  perché non tiene conto del problema globale dell'immigrazione, Orlando (IdV), pur
  condividendone l'impegno, che è teso a consolidare i rapporti politici con la Libia, e
  Mecacci (PD), perché si incentra in particolare sulla politica dei respingimenti, che il
  Governo non attua più da tempo.
  C4623-A- Legge comunitaria 2011: conclusione
  Con numerose modifiche, la Commissione politiche Ue della Camera ha licenziato per
  l’Aula il ddl comunitaria 2011.
  Tra le novità, anche l’approvazione di un nuovo articolo che recepisce solo
  parzialmente, limitandosi all'attuazione dell'articolo 3, la direttiva 2011/7/UE relativa alla
  lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali.
  Gli altri articoli aggiuntivi riguardano, tra l’altro:
  - conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna
  selvatiche.
  – commercializzazione dell'olio d'oliva
  – emissioni industriali
  –gestione dei rifiuti delle industrie
  – difesa del suolo e lotta alla desertificazione, di tutela delle acque dall'inquinamento e
  di gestione delle risorse idriche
  – tutela dall'inquinamento acustico prodotto dalle infrastrutture dei trasporti e dagli
  impianti industriali, negli edifici e negli ambienti di vita
  - provvedimenti inibitori a tutela degli interessi dei consumatori
  – prodotti e di tecnologie a duplice uso e di sanzioni in materia di embarghi
  commerciali nonché per ogni tipologia di operazione di esportazione di materiali
  proliferanti
  – frodi in materia di imposta sul valore aggiunto
  – pile, accumulatori e relativi rifiuti
  – etichettatura, presentazione e pubblicità dei prodotti alimentari
  – gestione della qualità delle acque di balneazione.


ECONOMIA E CONTABILITÀ
  MEF: Pubblicazione Rapporto Giarda
  Il MEF pubblica sul suo sito la Relazione finale del gruppo di lavoro sul bilancio
  pubblico e sul patrimonio pubblico (PDF, 674 Kb) (cd. Rapporto Giarda) datato 28
  maggio 2011
  RGS: il budget economico in breve
  Disponibile, anche per il Budget dello Stato a LB, la versione “in breve”. Il documento,
  in linea con le novità introdotte nel Budget 2012-2014, attraverso un set di indicatori
  sulle risorse acquisite ed utilizzate, fornisce importanti informazioni - in chiave
  organizzativa, funzionale e gestionale - riguardo le Amministrazioni centrali dello Stato,
  oltre a rappresentare una guida sintetica per la lettura del Budget economico dello
  Stato per il 2012-2014.
  Il Budget in breve 2012

  RGS: relazione annuale sull’attività svolta, circolare n. 1
  Con la circolare del 16 gennaio 2012, n. 1 la RGS ha dato indicazioni, alle Ragionerie
  Territoriali dello Stato, per l'invio del resoconto dei principali fatti e fenomeni
  dell'esercizio finanziario 2011, ai fini della predisposizione della relazione annuale da
  parte dell'Ispettorato Generale di Finanza.
                                      www.westminster.it                                      12
FEDERALISMO FISCALE
  Schema dlg Roma Capitale - Ulteriori disposizioni: esame in Bilancio
  La Commissione bilancio del Senato ha avviato l'esame dello schema di decreto
  legislativo recante ulteriori disposizioni in materia di ordinamento di Roma capitale (n.
  425).
  Indagine conoscitiva anagrafe tributaria: audizione
  La Commissione anagrafe tributaria, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sull'anagrafe
  tributaria nella prospettiva del federalismo fiscale, ha sentito il prof. Massimo
  Bordignon, Ordinario di Scienza delle Finanze presso la Facoltà di Economia
  dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.


IMMOBILIARE
  Agenzia Demanio-Territorio: accordo ANCI – Roma Capitale
  Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha siglato un Protocollo d’Intesa con l’Anci,
  l’Agenzia del Demanio e l’Agenzia del Territorio per avviare una collaborazione sulle
  procedure per la valorizzazione del patrimonio immobiliare capitolino. Il Protocollo avrà
  durata biennale con possibilità di rinnovo.
  Il Protocollo nasce dall’esigenza degli Enti locali di ridurre, anche per il rispetto delle
  regole del “Patto di stabilità interno”, gli oneri gestionali e autofinanziarsi in modo da
  incidere il meno possibile sul livello di indebitamento pubblico.
  In quest’ottica, quindi, il progetto di valorizzazione del patrimonio immobiliare, di
  proprietà di Roma Capitale e delle sue controllate, rappresenta uno strumento
  strategico per la gestione finanziaria.
  Roma Capitale, Agenzia del Demanio, Agenzia del Territorio e Anci lavoreranno
  insieme per effettuare una valutazione globale sulle potenzialità del patrimonio
  esistente per giungere a ottimizzarlo sotto il profilo degli usi interni e adeguarne la
  redditività.
  L’obiettivo è quello di attuare una visione innovativa dell’intero complesso del
  patrimonio immobiliare di Roma Capitale che, partendo dalla conoscenza degli
  immobili, arrivi a sfruttarne le potenzialità finanziarie, in modo che esso rappresenti una
  fonte di risparmio e di reddito per l’Amministrazione capitolina. Per questo, l’analisi del
  patrimonio prevede: elaborazione di linee guida di razionalizzazione gestionale dello
  stesso; raccolta ed elaborazione dei dati attraverso sopralluoghi; accertamenti
  urbanistici ed edilizi; analisi del mercato immobiliare; valutazione degli immobili.
  Nello specifico il Protocollo indica, all’art. 2, l’oggetto e le finalità dell’accordo e cioè lo
  studio, la redazione e l’attuazione di un Programma per la pianificazione, gestione e
  razionalizzazione di interventi sul patrimonio immobiliare che siano ispirati a criteri di
  efficienza (raccolta e gestione delle informazioni chiave sul patrimonio immobiliare),
  efficacia (implementazione di strategie, iniziative e soluzioni operative),
  modernizzazione e eccellenza operativa e gestionale (condivisione e diffusione di
  conoscenze e esperienze,
  “best practices”, modelli e metodologie).
  L’Accordo prevede la costituzione di una Cabina di regia, composta dagli Assessore al
  Bilancio, all’Urbanistica e al Patrimonio, dal Direttore Generale e dal Direttore
  Esecutivo di Roma Capitale. La Cabina fornirà gli indirizzi strategici e di pianificazione
  del lavoro. Essa provvederà inoltre a individuare gli immobili oggetto di
  razionalizzazione e valorizzazione, dando priorità a quelli idonei allo scopo nel breve
  periodo.
  Il protocollo prevede altresì la costituzione di una Unità Tecnica, composta da

                                       www.westminster.it                                      13
  qualificati soggetti individuati dagli enti sottoscrittori, nonché dai rappresentanti delle
  società partecipate del Gruppo Roma Capitale interessate.
  I lavori dell’Unità Tecnica si svolgeranno sotto il coordinamento dell’Agenzia del
  Demanio, sulla base delle linee di indirizzo strategico e di pianificazione individuate
  dalla Cabina di Regia.
  All’Unità Tecnica sarà affidato il compito di predisporre uno Studio di Prefattibilità in
  linea con il Programma per identificare in dettaglio esigenze specifiche, ambiti di
  intervento, obiettivi da perseguire e risultati attesi. Inoltre, l’Unità tecnica si occuperà di
  redigere gli Accordi di Servizio, attraverso i quali verranno indicati gli impegni assunti e
  i termini di attuazione.
  Infine, nello specifico, l'Agenzia del Demanio parteciperà all’Unità Tecnica fornendo un
  contributo tecnico-specialistico e coordinerà le attività e i lavori della stessa; l’Agenzia
  del Territorio supporterà le attività dell’Unità Tecnica segnatamente sulle valutazioni
  estimative e catastali; l’ANCI svolgerà, oltre che un ruolo di supporto tecnico, anche
  un’azione di monitoraggio delle procedure seguite nella redazione delle proposte di
  valorizzazione per esportare le “best practices” su scala nazionale.


POLITICHE FISCALI
  S1551 - Annullamento autotutela cartelle esattoriali: seguito esame
  La Commissione finanze del Senato ha ripreso l'esame del disegno di legge Caforio
  (IdV) recante disposizioni per l'annullamento obbligatorio in autotutela delle cartelle
  esattoriali prescritte, sospeso nella seduta del 7 giugno scorso.
  Il sottosegretario Ceriani ha segnalato due criticità presenti all’interno del disegno di
  legge: ricalibrare in modo diverso i poteri dell’ente incaricato della riscossione rispetto
  alla emissione di cartelle per crediti prescritti, ove tale circostanza sia segnalata dal
  contribuente a cui viene intimato il pagamento del tributo. In secondo luogo, con il
  decreto-legge n. 98 del 2010, è stato introdotto l’avviso di accertamento esecutivo.
  Pertanto, in sede di modifica del disegno di legge, si potrebbe valutare anche l’ipotesi
  di estendere il potere di annullamento al nuovo strumento esecutivo.

  Indagine conoscitiva - Riforma fiscale: audizione esperti
  Nel corso dell'indagine conoscitiva sulla riforma fiscale, in Commissione finanze del
  Senato ha sentito i rappresentanti della ANASF e dell’ UNCAT.
  Fisco Oggi: limitazioni dell’uso del contante
  Tutti gli interventi del legislatore sulla soglia di tracciabilità dei pagamenti fino al Dl
  201/2011 che, a partire dallo scorso 6 dicembre, ha abbassato il limite a mille euro
  Sistemi di pagamento tracciabili per gli acquisti superiori ai mille euro e sanzioni
  minime pari a 3mila euro. Una panoramica sull'utilizzo di denaro contante, assegni,
  titoli e libretti al portatore: cosa è cambiato e come dobbiamo comportarci con le regole
  del Salva Italia sul contrasto all'evasione e al riciclaggio.
  Limitazioni dell’uso del contante, le novità nel decreto Salva Italia
  Fisco oggi: quesiti
  Vorrei sapere quali sono le corrette modalità di conservazione sostitutiva dei
  documenti analogici Conservazione sostitutiva dei documenti analogici
  I beni utili per l’accertamento sintetico sono definiti con decreti ministeriali e la loro
  applicazione al periodo d’imposta che precede l’emanazione dei Dm è valida. Auto di
  lusso e quote societarie “sempre” come presunzioni legali
  Il requisito, quando accertato dal giudice di merito con congrua motivazione, è
  incensurabile in sede di legittimità. L’Irap è dunque dovuta. Il medico di base con
  segreteria crea una “autonoma organizzazione”
  Come vengono attribuite le detrazioni per carichi di famiglia, nell'ipotesi in cui il
                                      www.westminster.it                                      14
rapporto di lavoro sia inferiore all'anno? Attribuzione delle detrazioni per carichi di
famiglia

Fisco Oggi: fatturazione elettronica
Quattro gruppi di lavoro, distinti per aree tematiche, e tre obiettivi per consentire
l’adozione totale della fatturazione elettronica in Italia, entro e forse prima del 2020,
con un occhio di riguardo alle difficoltà delle imprese più piccole. Dall’inaugurazione del
Forum nazionale sull’e-envoicing, notizie più che incoraggianti.
Verso la fatturazione elettronica: cammino spedito del Forum italiano
ANCI: lotta evasione fiscale - servono risorse e strumenti adeguati
L’Anci in campo per il contrasto all’evasione fiscale. A confermarlo è il presidente
Graziano Delrio che dalle pagine del Sole24Ore ha parlato del ruolo dei comuni
nell’operazione di recupero del gettito evaso che fino al 2014 andrà interamente nelle
casse dei municipi. “C’è molta strada da percorrere” dice Delrio che però assicura la
piena collaborazione dei comuni a patto che si individuino “strumenti per inviare la
segnalazione all'agenzia delle Entrate attraverso filtri e aiuti” da parte dello Stato
centrale.
A questo proposito il presidente dell’Anci ha annunciato che l’Associazione “sta
lavorando per istituire un meccanismo di filtro in modo da supportare i Comuni a inviare
segnalazioni mirate ed efficaci all'agenzia delle Entrate. Nelle prossime settimane
presenteremo il progetto. Sarà una sorta di canale alternativo che li aiuterà a costruire
la segnalazione”. Il dibattito tra i primi cittadini è continuo. Il vicepresidente dell’Anci e
sindaco di Bari, Michele Emiliano, parte dal caso Cortina auspicando diventi “l’esempio
di come sia incalcolabile il danno che l’evasione provoca alla comunità nazionale”. Sul
tema diverse sono le prese di posizione dei sindaci anche se il giudizio è unanime sulla
lotta all’evasione: “battaglia da perseguire” ma con strumenti adeguati e risorse
dedicate.

Upi: IPT e regioni speciali – lettera al Presidente del Consiglio
"Pur nella consapevolezza della garanzia costituzionale che, con particolare riferimento
alle Province Autonome di Trento e Bolzano, i rispettivi Statuti hanno in materia di
autonomia finanziaria, si ritiene debba allo stato attuale avviarsi una importante
riflessione circa la possibilità che vengano ancora oggi autorizzate o quanto meno
permesse forme neanche tanto surrettizie di dumping fiscale tra territori di uno stesso
Paese, consentendo che determinate imprese, pur mantenendo la sede fiscale in
Regioni a Statuto ordinario (dove si presume continuino, ad esempio, ad essere
soggette all’IRAP), possano trarre indebiti vantaggi fiscali dall’utilizzo distorto, pur se
non contrastante con alcune specifiche disposizioni, di strumenti idonei ad ottenere un
risparmio fiscale". Lo scrive il Presidente dell'Upi, Giuseppe Castiglione, in una nota
dettagliata inviata al Presidente del Consiglio, Mario Monti, sottolineando come "nella
attuale situazione finanziaria, e nella consapevolezza della volontà e dello sforzo che il
Governo sta attuando nella direzione delle liberalizzazioni, della ripresa della crescita
economica e dell’equità fiscale, appare quanto meno singolare – e certamente
anacronistico - il mantenimento di determinate posizioni di vantaggio in alcuni territori a
scapito di altri, favorendo abuso del diritto così evidentemente distorsivo nei suoi effetti
reali". (comunicato UPI)
Il testo della lettera sull'IPT inviata al Governo Monti

MEF: Statistiche dichiarazioni IRES ed IRAP e dati studi di settore
Il Dipartimento delle Finanze diffonde le statistiche sulle dichiarazioni IRES ed IRAP
relative all'anno d'imposta 2009 e presentate nel corso degli anni 2010 e 2011. Per le
società di capitali (in alcuni casi di grandi dimensioni) che hanno il periodo d'esercizio
non coincidente con l'anno solare, il termine ultimo per la presentazione della
                                    www.westminster.it                                     15
  dichiarazione relativa all'anno d'imposta 2009 è stato settembre 2011..
  Il Dipartimento pubblica anche, in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate e la
  So.Se. Spa, le statistiche sui dati comunicati ai fini degli studi di settore nel 2010 e
  relativi al periodo d'imposta 2009..
  Con questa diffusione si completano i dati statistici relativi alle dichiarazioni fiscali per
  l'anno d'imposta 2009.

  Agenzia entrate: abbonamento telefonia mobile
  L’Agenzia delle Entrate ha precisato che la tassa sulle concessioni governative, per
  l’utilizzo della telefonia mobile, è dovuta da tutti gli utenti, comprese le amministrazioni
  pubbliche non statali.
  risoluzione n. 9/e del 18 gennaio 2012

  Agenzia entrate: quesiti su spesometro
  Ancora precisazioni su “contratti collegati” e leasing, ma anche indicazioni per gli
  autotrasportatori e i contribuenti che esercitano attività in contabilità separata. Per gli
  autotrasportatori iscritti al relativo albo, che possono annotare le fatture emesse entro il
  trimestre successivo a quello di emissione, la comunicazione può essere fatta in
  relazione al momento di registrazione del documento. L’indicazione è contenuta nella
  terza serie di risposte a quesiti sullo spesometro.
  Dubbi da spesometro, atto III. Fra vecchie e nuove questioni


CULTURA-ISTRUZIONE
  C3461 e abb. - Valorizzazione manifestazioni e giochi storici: modifiche
  La Commissione cultura della Camera ha votato alcune modifiche al testo unificato per
  la promozione, sostegno e valorizzazione delle manifestazioni dei cortei in costume,
  delle rievocazioni e dei giochi storici.

  C4117 e abb. - Insegnamento inno nazionale: comitato ristretto
  La Commissione cultura della Camera ha deciso di costituire un comitato ristretto che
  prosegue l'esame della pdl volta a diffondere l'insegnamento dell'inno nazionale nelle
  scuole del primo ciclo dell'istruzione cui è stata abbinata la proposta di legge C. 2135
  Coscia ed altri che verte su analoga materia.

  C4822 e abb. - Alta formazione artistica e musicale: esame
  La Commissione cultura della Camera ha avviato l’esame dei progetti di legge volti alla
  valorizzazione del sistema dell'alta formazione e specializzazione artistica e musicale,
  tra cui il ddl già approvato dal Senato, illustrato dal relatore Scalera (PdL). La
  Commisione valuterà l’opportunità di svolgere alcune audizioni.
  ATA e anzianità di servizio: risposta interrogazione
  Sulle problematiche relative al riconoscimento dell'anzianità di servizio dei lavoratori
  ausiliari, tecnici, amministrativi (ATA) e degli insegnanti tecnico-pratici (ITP) transitati
  dal comparto degli enti locali ai ruoli dello Stato – è intervenuta in Aula, alla Camera, il
  sottosegretario Ugolini.
  Cittadinanzattiva: il successo della IX Giornata della sicurezza nelle scuole
  530 città, 103 capoluoghi di provincia, 19 regioni coinvolte. Sono alcuni dei dati della IX
  Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole dello scorso 25 novembre. Sul sito di
  Cittadinanzattiva il Report della Giornata

  MiBAC: intervista Ministro Ornaghi
  "I Beni culturali sono un elemento determinante dello sviluppo." Il Ministro Ornaghi,
                                      www.westminster.it                                    16
  apre ai privati e dice si all'operazione Colosseo, alla Grande Brera e alla riforma degli
  Enti lirici. Il restauro di Pompei, dice, va sottratto alla malavita organizzata.
  L'intervista completa pubblicata il 23 Gennaio 2012 su Il Corriere della Sera, a firma di
  Paolo Conti


AMBIENTE
  C4242 - Canone passi carrai: rinvio
  In Commissione ambiente della Camera è ripreso l'esame della pdl in materia di
  determinazione delle somme dovute per l'uso o l'occupazione delle strade e delle loro
  pertinenze. Il sottosegretario Improta, ha ribadito che, rispetto all'ultima seduta nella
  quale il provvedimento è stato esaminato, non sono intervenuti fatti nuovi tali da
  modificare il giudizio negativo allora espresso dal rappresentante del Governo.
  Riqualificazione energetica abitazioni: approvata risoluzione
  La Commissione ambiente della Camera ha approvato una risoluzione unitaria che
  impegna il Governo a rafforzare le politiche ambientali e a favorire l'edilizia di qualità ed
  energicamente efficiente, attraverso iniziative dirette alla riqualificazione energetica del
  patrimonio immobiliare, in particolare dando stabilità al credito d'imposta del 55 per
  cento previsto per il miglioramento energetico degli edifici, al fine di sostenere un
  importante settore della nostra economia, e ad assumere iniziative volte a estendere le
  agevolazioni fiscali già previste per gli interventi di efficientamento energetico degli
  edifici anche agli interventi di consolidamento antisismico del patrimonio edilizio
  esistente. Chieste inoltre iniziative, anche di tipo normativo, volte ad estendere le
  misure di efficientamento energetico anche al patrimonio edilizio pubblico.
  Piano rischio idrogeologico: risposta interrogazione
  Sollevata dal deputato Dussin (LNP), è stata affrontata in Commissione ambiente della
  Camera la questione dell'assegnazione delle risorse per far fronte al dissesto
  idrogeologico su tutto il territorio nazionale.
  ISTAT: spesa per l’ambiente
  Nel 2010 la spesa per la gestione dei rifiuti, delle acque reflue e delle risorse idriche è
  pari a 34.350 milioni di euro. Spese dell’economia italiana per l’ambiente
  Nel 2009 la spesa per la protezione dell’ambiente aumenta del 12% rispetto al 2008.
  Spesa dell’industria per l’ambiente

  Legambiente: Mal’aria 2012
  Fuori legge per pm10 il 67% dei capoluoghi di provincia monitorati. Al via il week-end di
  mobilitazione per il diritto alla salute.“Necessarie serie politiche di mobilità sostenibile.
  Seguire l’esempio dell’Area C milanese”
  La qualità dell’aria delle città italiane è pessima e continua a peggiorare. Lo
  confermano i dati del dossier Mal’aria, lo studio annuale di Legambiente
  sull’inquinamento atmosferico.

  Codacons: Ministeri condannati al risarcimento danni per acqua all’arsenico
  Una sentenza del TAR condanna il Ministero dell'ambiente e della salute a pagare
  200.000 euro ai ricorrenti costretti a bere acqua avvelenata per lo stress e il danno alla
  vita di relazione. Il principio, secondo il Codacons, aprirebbe la strada ai risarcimenti
  per il degrado urbano e l'inquinamento dell'aria in tutte le grandi città. Il Codacons
  intende avviare un nuovo mega ricorso di un milione di utenti che solo nel Lazio
  bevono ancora acqua avvelenata e che costringerà gli ATO a abbassare le tariffe e
  chiederà un risarcimento piuù consistente di almeno 1500 euro a utente.
  Secondo il TAR, bere acqua all'arsenico può produrre tumori al fegato, cistifellea e

                                      www.westminster.it                                    17
  pelle e malattie cardiovascolari.
  Acqua all’arsenico – Il Messaggero del 23 gennaio: Acqua all’arsenico, sentenza Tar
  due ministeri condannati a risarcire

  Ambiente: Accordo navi da crociera a Venezia
  Con uno scambio di lettere fra il presidente dell'Autorità Portuale di Venezia Paolo
  Costa e il Ministro dell'ambiente Corrado Clini è stato avviato il percorso progettuale e
  operativo per "liberare" il bacino di S. Marco dai "condomini galleggianti", le grandi navi
  da crociera che attraversano il cuore di Venezia. Sono state individuate soluzioni
  alternative di breve e lungo periodo per proteggere l'unicum ambientale e architettonico
  della Laguna fornendo al contempo servizi innovativi e moderne infrastrutture al
  comparto della crocieristica. Si allegano le lettere di Costa e Clini.


LAVORI PUBBLICI-TRASPORTI
  AVCP: riduzione costi amministrativi appalti
  Il presidente dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e
  forniture ha trasmesso al Parlamento una segnalazione concernente misure per la
  riduzione dei costi amministrativi negli appalti pubblici.
  Sommario
  Infrastrutture: seguito audizione Ministro Passera
  Il Ministro dello sviluppo economico e delle infrastrutture è intervenuto in Commissione
  lavori pubblici del Senato in replica agli interventi che hanno fatto seguito alla
  illustrazione delle linee programmatiche dei suoi Dicasteri.
  Proposta UE - Reti transeuropee trasporti: parere
  La Commissione lavori pubblici del Senato ha formulato un parere sulle proposte di
  regolamento europeo relative alle reti transeuropee dei trasporti e dell'energia (n. COM
  (2011) 659 def. e n. COM (2011) 650 def.)
  C2844 - Veicoli non inquinanti: rinvio
  Le Commissioni riunite trasporti e attività produttive della Camera hanno ripreso
  l'esame del testo volto a favorire lo sviluppo della mobilità mediante veicoli che non
  producono emissioni di anidride carbonica. Il sottosegretario Vari ha chiesto un
  ulteriore rinvio dell’esame per permettere l’approfondimento di alcune tematiche.

  Commissario ricostruzione Abruzzo: giudizio positivo su ordinanza n. 3996
  I sindaci delle aree omogenee del cratere hanno espresso un giudizio positivo sui
  contenuti dell’ordinanza n. 3996 firmata il 17 gennaio scorso dal Presidente del
  Consiglio dei Ministri, Mario Monti. E’ quanto emerso nel corso del tavolo di
  coordinamento che si è svolto ieri a palazzo Silone, sede della Giunta regionale, tra i
  primi cittadini e il Commissario Chiodi, con la partecipazione di Gaetano Fontana,
  coordinatore della Struttura tecnica di Missione. L’incontro ha avuto come oggetto
  principale la valutazione dell’ordinanza sui centri storici, appena emanata dal Governo,
  che ribadisce un assunto fondamentale: “la ricostruzione dei centri storici può avvenire
  solo attraverso la predisposizione dei Piani di Ricostruzioni o tramite piani stralcio,
  ferma restando la elaborazione di un documento pianificatorio unitario che contenga
  una stima generale dei costi”; un principio già previsto nella legge 77/2009 e ribadito,
  peraltro, in numerose riunioni tenutesi nel corso dell’anno 2011.
  Per i sindaci delle aree omogenee “si tratta del giusto riconoscimento al lavoro svolto
  finora”. Infatti, ha dichiarato Emilio Nusca (coordinatore del gruppo e sindaco di Rocca
  di Mezzo): “Quasi tutti i Comuni del cratere hanno ormai predisposto i Piani di
  ricostruzione dei propri centri abitati e si apprestano a sottoscrivere l’intesa con il

                                     www.westminster.it                                   18
Commissario”. “Questo fondamentale traguardo – hanno ricordato i sindaci - è stato
raggiunto grazie al lavoro della Struttura tecnica di Missione e al supporto che ha
fornito alle Università ed alle amministrazioni locali nella predisposizione dei Piani”.
“Con la predisposizione dei Piani – hanno sottolineato i sindaci - si va delineando
anche un quadro economico della stima dei costi complessivi della ricostruzione dei
Comuni del cratere. Questo consentirà al Governo di poter programmare le risorse da
destinare alla ricostruzione e ai singoli Comuni di poter pianificare in tempo ed in
maniera puntuale la ricostruzione dei propri centri, cercando di risolvere con priorità i
problemi delle persone residenti che hanno visto la propria abitazione distrutta o
danneggiata dal terremoto”.
“Con la sottoscrizione dell’intesa sui Piani – ha sottolineato Nusca - non solo si chiude
la fase della pianificazione e si dà inizio alla ricostruzione ‘pesante’, ma prende avvio
anche una nuova fase: quella della programmazione per il rilancio socio economico
dell’area del cratere”. E’ questa la seconda sfida che i Comuni hanno davanti a loro e
che li vedrà impegnati nei prossimi anni. “Certo questo processo sarà ancora più
impegnativo e difficile – ha evidenziato il coordinatore dei sindaci - perché dovrà
mettere insieme tante realtà fra di loro differenti con problemi differenti, ma tutte legate
da un unico destino: quello di dare una prospettiva di sviluppo solida e certa al futuro di
questa terra. Per fare questo c’è estremo bisogno di essere uniti, di essere consapevoli
che siamo tutti legati da un unico filo e che nessuno può prevalere sull’altro”.
Altro problema importante che è stato affrontato nel corso della riunione, strettamente
collegato all’avvio della ricostruzione dei centri storici, è la necessità di dotare le
singole aree omogenee di altrettanti Uffici territoriali della ricostruzione, cosi come
previsto dall’ordinanza n. 3978. “E’ chiaro – hanno detto i primi cittadini - che questo
ultimo aspetto è strettamente legato al nuovo assetto di governance che il Governo
intende dare al processo di Ricostruzione”. Su questo specifico aspetto nei prossimi
giorni i sindaci incontreranno i rappresentanti della Struttura Tecnica di Missione per
modulare una proposta di organizzazione degli Uffici da sottoporre all’esame del
Governo. Si tratta di “una proposta – dicono i sindaci - che necessariamente dovrà
collocarsi all’interno di una quantificazione dei costi senza aggravi per la finanza
pubblica, nell’ambito della attuali disponibilità di risorse umane e finanziarie e, già da
qualche mese,abbiamo consegnato una ipotesi di organizzazione di questi uffici con i
relativi costi di funzionamento e che sarà la base di discussione da cui partire”.
La discussione con il Commissario Chiodi e il coordinatore Fontana si è incentrata poi
sull’attuazione del programma relativo a ‘Un’opera strategica per ogni Comune’ e sulla
emanazione di un secondo decreto di finanziamento della ricostruzione dei cimiteri
danneggiati dal terremoto. “Nel primo caso molti dei Comuni destinatari del
finanziamento – hanno ricordato i sindaci - hanno già attivato le procedure di
progettazione e di appalto”. Ad entrambe le questioni è stata assicurata da parte del
Commissario una immediata risposta positiva.
Commissario ricostruzione Abruzzo:, pratiche di integrazione entro il 29 febbraio
Il Commissario Delegato per la Ricostruzione, Gianni Chiodi, ha sottoscritto un decreto
che fissa al 29 febbraio il termine ultimo per rispondere alle integrazioni chieste dalla
cosiddetta “filiera” per le pratiche di riparazione relative agli edifici privati classificati “E”
fuori centro storico e presentate entro il 31 agosto 2011. Il decreto sarà pubblicato sul
sito ufficiale del Commissario.
La previsione di tale termine si è resa necessaria per rispettare le nuove scadenze che
impongono a Reluis di concludere le verificazioni di competenza entro il 31 marzo 2012
e a Cineas entro il 30 aprile 2012.
In tal modo le integrazioni dovranno pervenire entro il 29 febbraio 2012 ai soggetti
richiedenti, fornendo a Reluis un mese per completarne l’esame e a Cineas due mesi.
Dall’analisi dello stato di esame delle pratiche presentate entro il 31 agosto scorso e
relativo al solo comune dell’Aquila emerge che Reluis ha esaminato tutte le pratiche
                                      www.westminster.it                                       19
  presentate (circa 7500), di cui l’81% con esito positivo, il 17% è stato oggetto di
  richiesta di integrazione (metà di questo 17 per cento circa ha già riscontrato le
  osservazioni e le relative pratiche sono in esame), mentre il 2% non sono verificabili in
  quanto relative ad acquisto di immobili, avvenuta demolizione o sospese in quanto
  relative ad aggregati o edifici vincolati.
  Cineas ha esaminato con esito positivo il 45% delle pratiche, mentre il 44% è stato
  oggetto di richiesta di integrazione e il restante 11% è in lavorazione.
  Il Comune dell’Aquila ha emesso alla data odierna 2.091 provvedimenti definitivi di
  ammissione a contributo.
  Commissario ricostruzione Abruzzo: situazione popolazione al 10.1.2012
  E' on line il report sulla situazione della popolazione post sisma aggiornato al 10
  gennaio 2012. Al 10 gennaio 2012 sono 21.908 i cittadini che vivono in alloggi a carico
  dello Stato nel comune dell'Aquila e nei comuni del cratere (progetto C.A.S.E., MAP,
  affitti concordati e fondo immobiliare). I beneficiari del contributo di autonoma
  sistemazione (Cas) sono in totale 11.700. Le persone alloggiate in alberghi e strutture
  di permanenza temporanea (caserma GdF) sono 531.


SVILUPPO ECONOMICO – ATTIVITÀ PRODUTTIVE
  CdM: decreto liberalizzazioni
  Si è svolto a Palazzo Chigi il Consiglio dei Ministri, convocato per l'esame di
  provvedimenti in tema di concorrenza, semplificazione e mercato unico. Nel
  comunicato stampa i provvedimenti adottati.
  Comunicato

  Indagine conoscitiva concorrenza: deliberazione
  La Commissione attività produttive della Camera ha deciso di avviare una indagine
  conoscitiva sullo stato della tutela della concorrenza in Italia.
  La teoria economica suggerisce perché le liberalizzazioni possono innalzare i livelli di
  efficienza economica. Le riforme dei mercati consentono una migliore allocazione dei
  fattori di produzione poiché riducono il differenziale tra i prezzi e i costi marginali e
  diminuiscono le posizioni di rendita monopolistica. Infatti le liberalizzazioni introducono
  meccanismi concorrenziali che spingono fuori dal mercato le imprese meno efficienti,
  favorendo la riallocazione dei fattori di produzione verso le imprese a più alta
  produttività. Non solo, le liberalizzazioni inducono un aumento della produttività delle
  imprese esistenti, in quanto introducono incentivi all'impiego efficiente dei fattori;
  inoltre, in settori nei quali l'elasticità della domanda al prezzo è elevata, la concorrenza
  costringe le imprese ad abbattere i costi operativi.
  L'apertura del mercato, la progressiva riduzione dei vincoli al suo funzionamento e la
  rimozione di barriere all'entrata agiscono non solo sui livelli, ma anche sui tassi di
  crescita della produttività, influenzando gli incentivi delle imprese a innovare.
  Lo scopo dell'indagine conoscitiva è quello di formare una idea puntuale, anche
  relativamente alla dimensione, di quali siano i settori della nostra economia nei quali il
  grado di concorrenza potrebbe essere migliorato e quale sarebbe l'impatto, a livello
  macroeconomico, di interventi mirati e puntuali a ciò finalizzati.
  Durante l'indagine conoscitiva, la cui durata presumibile è stimata in tre mesi, si
  terranno le seguenti audizioni:
  Autorità garante della concorrenza e del mercato;Autorità per l'energia elettrica e il gas;
  Autorità per le garanzie nelle comunicazioni; Commissario europeo per la concorrenza,
  o un rappresentante della Direzione generale della concorrenza; Ministro dello sviluppo
  economico; Ministro dell'economia; rappresentanti della Conferenza Unificata Stato-
  regioni; dell'ABI; dell'ISVAP; delle principali associazioni di produttori (ad es. Rete
  Imprese Italia, Confindustria, ecc.); delle principali associazioni dei consumatori (ad es.
                                     www.westminster.it                                    20
Altroconsumo,      Adiconsum,       Adusbef    ecc.);    dell'Osservatorio     permanente
sull'applicazione delle regole di concorrenza; esperti e studiosi del settore.
S2508 e abb. - Riduzione termini pagamento PA: esame
Sono per ora tre i disegni di legge all’esame della Commissione industria del Senato i
quali mirano a offrire una soluzione al problema dei ritardati pagamenti delle forniture,
in special modo da parte della pubblica amministrazione, ovvero nelle transazioni
commerciali tra imprese.
Indagine conoscitiva - Competitività imprese: audizione Antitrust
Presso la Commissione industria del Senato, durante l'indagine conoscitiva sulla
condizione competitiva delle imprese industriali italiane, si è svolta l'audizione del
Presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, Pitruzzella.
documento
Affari regionali, Turismo e sport: audizione Ministro
Presso la Commissione industria del Senato si è svolto l’intervento del Ministro per gli
affari regionali, il turismo e lo sport, Gnudi, sulle linee programmatiche del suo
Dicastero .
ISTAT: aziende agrituristiche in Italia
Sfiorano le 20 mila unità le aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo nel
2010 (+5% sull’anno precedente). Aziende agrituristiche in Italia
Conferenza Regioni: regioni e internazionalizzazione
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, presieduta da Vasco Errani,
ha chiesto - nella seduta del 19 gennaio - di modificare il comma 6 dell’articolo 22
della legge 214/2011 (la manovra di Dicembre del Governo Monti, il cosiddetto Decreto
salva-Italia). Si tratta di quella parte normativa che con riferimento alla nascita
dell’Agenzia per la promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle imprese
italiane (dopo la soppressione dell’Istituto per il commercio estero, ICE). Nel testo
licenziato dal Parlamento e poi pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, nella parte relativa
alla cabina di regia che dovrà fissare gli indirizzi ed il programma della futura agenzia,
è stata prevista erroneamente la presenza del Presidente della Conferenza Stato-
Regioni, anziché quella del Presidente della Conferenza delle Regioni si fa riferimento
così come del resto erra stato già proposto dal Relatore e votato dalle Commissioni
riunite V e VI della Camera dei Deputati il 13 dicembre 2011.
La richiesta è contenuta in un documento della Conferenza delle Regioni .

Confindustria: Mappa competenze delle imprese in Ricerca e Innovazione
La Mappa delle competenze in Ricerca e Innovazione, realizzata da Confindustria,
rappresenta uno strumento fondamentale per individuare le competenze in R&I delle
imprese italiane e la loro localizzazione sul territorio.
In continuo aggiornamento, grazie anche al contributo delle Associazioni confederate,
con l'inserimento di nuovi settori che si aggiungono a quelli già individuati come
strategici ad alto impatto high tech e ai settori industriali tradizionali, permette di
ottenere un quadro chiaro della ricerca industriale in Italia, individuare aree tematiche e
geografiche in cui si concentra la ricerca, conoscerne gli attori e analizzare l'impatto
delle politiche di supporto finanziario sui comportamenti di ricerca delle imprese.
Mappa competenze R&I gennaio 2012

CIPE: Sviluppo, da CIPE via libera a opere per 5,5 miliardi
Il Cipe, nel corso della seduta del 20 gennaio, ha assunto importanti decisioni sul fronte
della riqualificazione e dell’accelerazione della spesa di quattro settori-chiave per lo
sviluppo del Paese: realizzazione di nuove infrastrutture e apertura di nuovi cantieri,

                                   www.westminster.it                                    21
contrasto del rischio idro-geologico, rilancio dei piani per l’edilizia abitativa, scolastica
ed universitaria, rifinanziamento del Fondo Sviluppo e Coesione. A livello macro-
economico, questa articolata serie di interventi - che si concentra in particolar modo nei
territori del Mezzogiorno - potrà produrre un effetto positivo sul settore delle
costruzioni, delle opere pubbliche, e liberare nuove risorse per il comparto dell’edilizia,
mantenendo i livelli occupazionali e creando nuovi posti di lavoro.
Ecco, in sintesi, le principali decisioni del Cipe con i relativi importi finanziari:
1) Nuove reti ferroviarie e infrastrutturali. Il Cipe ha espresso parere positivo sullo
schema di aggiornamento del contratto di programma Rete Ferroviaria Italiana 2010-
11, intervenendo su pregresse riduzioni di risorse e allocando fondi aggiuntivi netti pari
a 3,9 miliardi di euro. Recepiti tutti gli interventi inseriti nel Piano di Azione Coesione,
tra cui gli assi ferroviari “Napoli-Bari-Lecce/Taranto” (790 milioni di euro), “Salerno-
Reggio Calabria” (240 milioni), “Potenza-Foggia” (200 milioni). In un secondo momento
il Ministero dei Trasporti intende inserire la parte “servizi” nello stesso contratto. Il CIPE
ha inoltre assegnato circa 1584 milioni di euro per interventi che hanno già maturato
obbligazioni vincolanti e ulteriori 970 milioni di euro per ulteriori opere infrastrutturali
(354 milioni di euro).
2) Contrasto al rischio idro-geologico. Ampi territori del nostro Mezzogiorno,
attualmente minacciati da rischi di calamità naturali, saranno resi di nuovo pienamente
fruibili ed i cittadini potranno presto riappropriarsene. Questo sarà possibile grazie alla
delibera “frane e versanti” approvata oggi dal Cipe, che finanzierà con 679,7 milioni di
euro (di cui 352 milioni messi a disposizione dalle Regioni sui Programmi attuativi
regionali e 262 milioni attraverso i Programmi attuativi interregionali) l) la realizzazione
di 518 interventi identificati tra il 2010 e il 2011 attraverso un processo di leale
collaborazione tra le sette Regioni del Sud interessate, il Ministero per l’Ambiente e il
Ministero per la Coesione Territoriale. Le sette Regioni del Mezzogiorno che
beneficeranno degli interventi saranno Basilicata, Calabria Campania, Molise, Puglia,
Sardegna e Sicilia (tabella in Allegato 1). La mappa della localizzazione degli interventi
sarà disponibile sul sito della Presidenza del Consiglio. Sbloccati dal Cipe anche 39
milioni di euro per il Fondo nazionale per la montagna per interventi di viabilità e difesa
del suolo e 15 milioni di euro per la compensazione dei territori che ospitano centrali
nucleari dismesse e impianti del ciclo combustibile nucleare.
3) Piano nazionale di edilizia scolastica e universitaria. Sbloccati 556 milioni di euro per
l’edilizia scolastica. Questa somma prevede il trasferimento di 456 milioni destinati a
specifici interventi di messa in sicurezza delle scuole di tutto il territorio nazionale (due
terzi al Sud) così come definito nel Programma straordinario di interventi urgenti
finalizzati alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli
elementi, anche strutturali, negli edifici scolastici, già approvato in seno al tavolo
tecnico istituito presso la Conferenza Stato-Regioni. Infine, fino a 100 milioni
serviranno per la costruzione di nuovi plessi. In questo caso sarà possibile edificare
strutture che siano all’avanguardia in termini di efficientamento e consumo energetico,
e che possano assolvere, oltre alla funzione educativa, anche a quella di centri di
aggregazione per i cittadini, in un’ottica della scuola come centro civico cittadino. Per le
Università, invece, le risorse complessive a disposizione ammontano a 1,2 miliardi,
come era stato previsto dal Piano messo a punto dal ministro per Affari regionali e la
coesione territoriale del precedente governo. I fondi saranno destinati a nuovi edifici
per gli atenei, residenze per gli studenti e strutture per incubatori di imprese.
4) Piano nazionale di edilizia abitativa. Semaforo verde anche al piano che prevede
interventi di edilizia abitativa sociale e scolastica, inseriti negli accordi di programma tra
Stato e Regioni, in particolare quelli con Calabria, Abruzzo e Lazio. Gli interventi
destinati alla costruzione di residenze comportano, complessivamente, la costruzione o
la riqualificazione di 1.689 alloggi con un costo di 212 milioni di euro. Considerati gli
accordi già approvati con altre 15 regioni, il Piano prevede una spesa complessiva di
oltre 2,9 miliardi di euro (2,1 miliardi privati) nei prossimi cinque anni; per il 2012 è
                                    www.westminster.it                                     22
ragionevole prevedere che verranno realizzati parte degli interventi di recupero e
ristrutturazione con una spesa stimata intorno ai 300 milioni di euro.
5) Rifinanziamento del Fondo Sviluppo e Coesione. Il Cipe ha confermato l’impegno
assunto dal Governo con gli enti locali il 17 gennaio approvando delibere sulla
programmazione nazionale e regionale del Fondo Sviluppo e Coesione. Una prima
delibera garantisce un quadro di certezza sul finanziamento effettivo, riallocando i tagli
per circa 10,5 miliardi stabiliti con diversi provvedimenti del precedente governo.
Inoltre il Parlamento ha a suo tempo stanziato 2.800 milioni di euro, destinati a
ripristinare la copertura degli investimenti ritenuti indifferibili. Ciò è stato effettuato, in
primo luogo salvaguardando tutti gli impegni caratterizzati da impegni giuridicamente
vincolanti, quindi identificando una serie di interventi in base al loro grado di urgenza o
di maturazione progettuale: edifici scolastici da mettere in sicurezza, interventi per il
dissesto idrogeologico, interventi a favore delle imprese e carceri e ulteriori opere
infrastrutturali. (vedi Allegato 2)
ALLEGATO 1
Tabella sulla copertura finanziaria delle assegnazioni agli interventi al contrasto al
dissesto idro-geologico:
Regione Assegnazione presente delibera Di cui:
quota MATTM (L.266/2005 e L. 183/2011) Di cui:
riduzioni PAIN Di cui:
PAR
Basilicata 23.948.296,40 2.164.667,23 10.891.814,59 10.891.814,59
Calabria 198.907.951,84 17.979.129,60 70.928.822,24 110.000.000,00
Campania 184.451.170,06 16.672.392,74 73.534.467,67 94.244.309,65
Campania (Giugliano) 26.236.095,00 0,00 0,00 26.236.095,00
Molise 27.000.000,00 2.440.508,26 10.559.491,74 14.000.000,00
Puglia 175.566.046,71 17.253.132,16 79.156.457,28 79.156.457,27
Sardegna 25.856.687,99 2.337.165,21 11.759.761,39 11.759.761,39
Sicilia 12.756.002,61 1.153.004,80 5.801.498,91 5.801.498,90
Azioni di sistema 5.000.000,00 5.000.000,00 0,00 0,00
Totale 679.722.250,61 65.000.000,00 262.632.313,82 352.089.936,80
N.B. Nel totale di 679.722 milioni di euro sono compresi 674.722 milioni per gli
interventi nelle sette Regioni del Mezzogiorno e 5 milioni a carico del MATTM per le
azioni di accompagnamento per accelerare il più possibile l’attuazione.

ALLEGATO 2
- Programmazione nazionale e regionale del Fondo Sviluppo e Coesione
Il CIPE ha approvato una serie di delibere relative alla programmazione nazionale e
regionale del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), confermando l’impegno preso dal
Governo nell’incontro con gli Enti locali del 17 gennaio scorso.
Una prima delibera fornisce finalmente certezza sul finanziamento effettivo di larga
parte delle opere che avevano sofferto dei tagli al Fondo Sviluppo e Coesione (FSC)
apportati dal Governo con le manovre finanziarie dell’estate 2011 per circa 10,5
miliardi, e che il Parlamento ha stabilito non possono comunque riguardare la
programmazione regionale del Fondo.
Lo stesso Parlamento ha stanziato 2.800 milioni di euro destinati prioritariamente a
ripristinare la copertura degli interventi oggetto di definanziamento ritenuti indifferibili e
che hanno maturato titoli giuridicamente vincolanti, e al finanziamento di interventi
infrastrutturali, per la messa in sicurezza di edifici scolastici, il dissesto idrogeologico e
per interventi a favore delle imprese.
A valere sulle disponibilità residue del predetto stanziamento (2.360 milioni di euro) e
della programmazione del FSC antecedente al 2006 (416 milioni di euro), il CIPE ha
assegnato circa 1584 milioni di euro per interventi che hanno già maturato obbligazioni
vincolanti e ulteriori 970 milioni di euro per ulteriori opere infrastrutturali (354 milioni di
                                    www.westminster.it                                      23
  euro), aiuti alle imprese agricole (64), contrasto del dissesto idrogeologico nel Centro
  Nord (130), interventi attuativi del piano carceri (122) e messa in sicurezza degli edifici
  scolatici (300), permettendo così di far ripartire i lavori in grado di generare spesa nel
  2012.
  Il CIPE ha inoltre assegnato 675 milioni di euro a carico delle risorse regionali del
  Fondo Sviluppo e Coesione, a favore di interventi condivisi tra Stato e Regioni di
  contrasto del rischio idrogeologico relativo a frane e versanti nel Mezzogiorno. La
  spesa complessiva, pari a circa 750 milioni di euro grazie a pregresse disponibilità pari
  a 75 milioni di euro, sarà realizzata entro il 2015.
  Sempre a valere sulle risorse regionali del Fondo Sviluppo e Coesione in precedenza
  assegnate dal CIPE per l’università, la ricerca e l’innovazione nel Mezzogiorno, sono
  stati individuati alcuni interventi in Campania (50 milioni di euro) e Calabria (26,1
  milioni di euro). I nuovi interventi includono biblioteche, case dello studente, aule e
  laboratori e una nuova sede della Facoltà di Medicina dell'Università Federico II di
  Napoli nel quartiere Scampia nell'area pertinente alla Vela H, demolita nel 2002, nel
  quadro di un più ampio intervento di riqualificazione urbana e sociale del quartiere.
  Infine, è stata completata la programmazione regionale del FSC al Centro Nord, con la
  presa d’atto dei Programmi Attuativi Regionali/Provinciali del Friuli Venezia Giulia, del
  Veneto e della Provincia Autonoma di Trento, per un totale complessivo di 722 milioni
  di euro.


LAVORO
  Infortuni sul lavoro: approvata Relazione
  La Commissione di inchiesta “morti bianche” ha approvato la terza relazione intermedia
  sull’attività della Commissione, di prossima pubblicazione, su cui si svolgerà una
  discussione in Assemblea.
  Indagine immobili enti previdenziali: audizione INPGI
  Durante l’indagine conoscitiva sulla consistenza, gestione e dismissione del patrimonio
  immobiliare degli enti previdenziali pubblici e privati, la Commissione di controllo sugli
  enti gestori ha sentito il Presidente e del Direttore generale dell'Istituto nazionale di
  previdenza dei giornalisti italiani «Giovanni Amendola» (Inpgi), dottor Andrea
  Camporese e dottor Tommaso Costantini.
  Dimissioni per maternità: risposta interrogazione
  Il viceministro Martone, in Commissione lavoro della Camera, ha affrontato la
  questione del fenomeno delle cosiddette «dimissioni per maternità» sollevato con
  l’interrogazione Gatti (PD).
  C3696 e abb. - Sostegno imprenditoria e occupazione: rinvio
  Su richiesta del viceministro Martone, le Commissioni riunite attività produttive e lavoro
  della Camera hanno rinviato l'esame del testo sul sostegno dell'imprenditoria e
  dell'occupazione giovanile e femminile.
  OIM-Italia Lavoro: contratto di collaborazione gestione dei flussi migratori
  L’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) e Italia Lavoro hanno siglato -
  a fine dicembre scorso - un contratto di collaborazione con l’intento di migliorare la
  gestione dei flussi migratori per lavoro dai principali paesi di origine dei migranti verso
  l’Italia.
  L’OIM è stata scelta da Italia Lavoro a seguito di un avviso pubblico che aveva lo
  scopo di selezionare, previa autorizzazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche
  Sociali, i soggetti in grado di supportare la realizzazione delle attività all’estero del
  progetto “Sviluppo della rete dei servizi all’estero per la gestione dei flussi migratori per

                                      www.westminster.it                                    24
lavoro”, che partirà nelle prossime settimane.
Tramite questo progetto” - afferma José Angel Oropeza, Direttore dell’Ufficio di
Coordinamento per il Mediterraneo dell’OIM - si dà concreta attuazione alla strategia
del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, formulata dalla Direzione Generale
Immigrazione e delle Politiche di Integrazione, che prevede la sottoscrizione di accodi
di ampia collaborazione tra l’Italia e i paesi di particolare interesse migratorio per
l’Italia”. “In particolare - continua Oropeza - saranno sviluppati e resi operativi dei nuovi
Uffici di Coordinamento Locali (UCL) che potranno “facilitare” processi d’ingresso di
manodopera qualificata e un’efficace gestione dell’incontro domanda-offerta di lavoro”.
I paesi gradualmente coinvolti, mano a mano che si procederà alla sottoscrizione di
accordi di cooperazione migratoria, saranno Moldova, Albania, Egitto, Marocco,
Tunisia, Perù, Ghana, Sri Lanka, Bangladesh, India, Filippine, Cina, Ecuador, Pakistan
e Ucraina.
Gli Uffici di Coordinamento – creati da Italia Lavoro e assistiti dalle missioni OIM –
saranno punti di riferimento territoriale per lo sviluppo di relazioni bilaterali tra Italia e i
paesi coinvolti e permetteranno una proficua collaborazione sul tema della migrazione
tra tutti i soggetti autorizzati – pubblici e privati, nazionali ed internazionali – che già
operano sul sistema di incontro domanda e offerta di lavoro internazionale.
L’OIM - avvalendosi di un proprio referente in ognuna delle missioni locali coinvolt -
fornirà a questi Uffici servizi di supporto finalizzati a favorire l’incontro domanda-offerta,
a promuovere la cooperazione formativa tra l’Italia e il paese di origine e facilitare i
contatti con i referenti locali, mentre l’ufficio di Roma garantirà il coordinamento delle
attività delle missioni stesse e l’interfaccia con Italia Lavoro e la Direzione Generale per
l’immigrazione e le Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche
Sociali.
INPS: Estensione tutela assicurativa extracomunitari
La specifica tutela assicurativa prevista dalla legge 398/87 per i lavoratori italiani che,
su incarico del proprio datore di lavoro, svolgono attività lavorativa in Paesi
extracomunitari non convenzionati, deve essere estesa anche ai lavoratori
extracomunitari, anche se privi dello status di “soggiornanti di lungo periodo”, purché
titolari di un regolare titolo di soggiorno e di un contratto di lavoro in Italia, inviati dal
proprio datore di lavoro in un Paese extracomunitario. Messaggio n. 995 del 18
gennaio 2012
INPS: Presentazione telematica domande
Dal 1° aprile 2012 entrano in vigore le modalità di presentazione telematica delle
domande per:
- assegno per congedo matrimoniale Circolare n. 7 del 16-01-2012
- rimborso della retribuzione per donazione midollo osseo - Circolare n. 6 del 16-01-
2012
- rimborso della retribuzione per donazione sangue - Circolare n. 5 del 16-01-2012

Sindacati: documento unitario per crescita, equità sociale e fiscale
I sindacati confederali si sono riuniti per discutere le proposte da presentare al governo
Monti al quale chiedono l'apertura di un confronto che abbia “l'obiettivo prioritario di
invertire la pericolosa tendenza recessiva in atto da alcuni mesi e di realizzare al più
presto l'obiettivo di far ripartire la crescita”.
Documento unitario approvato dalle segreterie di CGIL, CISL e UIL "Per il lavoro, per la
crescita, per l’equità sociale e fiscale".

Confapi: Urge terapia d'urto per il mercato del lavoro
«Non possiamo e non dobbiamo assistere impotenti al graduale peggioramento delle
dinamiche occupazionali nel nostro Paese - dice Paolo Galassi, Presidente di Confapi -

                                     www.westminster.it                                      25
in base ai nostri ultimi dati, nel 2011, l'8% delle PMI ha licenziato e il 17% ha fatto
ricorso alla cassa integrazione. E i prossimi mesi si confermano ancora duri: 3 imprese
su 10 prevedono tagli del personale». «Per un concreto rilancio dell'occupazione serve
una terapia d'urto, fatta innanzitutto di semplificazioni vere - prosegue Galassi - Tra le
prime richieste formulate da Confapi al Governo vi è infatti quella di una sostanziale
semplificazione dei modelli contrattuali, partendo dalla positiva esperienza maturata
nell'ambito del contratto di apprendistato. Si tratterebbe di prevedere una fase iniziale
d'ingresso, collegata all'attività di formazione ed addestramento». «Ma vanno
semplificati anche i modelli contrattuali di lavoro, prevedendo una maggiore flessibilità
sia in entrata che in uscita. Per questo si rende necessaria la rimodulazione dell'art.18
dello Statuto dei lavoratori, estendendo a tutte le piccole imprese fino a 50 addetti le
deroghe previste attualmente per le imprese con meno di 15 addetti». Secondo
Confapi è necessario accompagnare le politiche di sostegno al lavoro con strumenti di
carattere sociale integrati fra loro rivolti a sostenere il livello occupazionale ed il reddito
dei lavoratori. Si tratta in pratica di integrare gli interventi pubblici alimentati dai
versamenti delle imprese all'Inps con gli interventi privati gestiti dalle parti sociali. «Per
fare ciò - aggiunge Galassi - è indispensabile che tutti i comparti produttivi ed
economici e non solo, come avviene oggi, prevalentemente il comparto industriale,
concorrano ad alimentare i fondi pubblici. Su questi temi le Parti Sociali ed il Governo
devono dialogare senza pregiudizi e preconcetti. Confapi ha già avuto modo di
illustrare dettagliatamente questa posizione al Governo ed al Ministero del Lavoro. Ci si
attende ora che si passi dalla fase delle parole alla fase dei fatti, con la
consapevolezza che a reggere le sorti occupazionali dell'Italia è soprattutto la piccola e
media industria».

DIREL: riforma lavoro pubblico, problematiche e ipotesi di illegittimità
Con una nota, DIREL ha analizzato alcune problematiche inerenti la riforma del lavoro
pubblico con specifico riferimento alle ricadute sull’organizzazione delle Autonomie
locali - Ipotesi di lavoro su questioni di evidente illegittimità costituzionale
Lavoro: Chiarimenti sull'autocertificazione DURC
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la Nota del 16 gennaio 2012,
ribadisce l’orientamento secondo il quale il Documento Unico di Regolarità Contributiva
(DURC) non è soggetto ad autocertificazione, in quanto lo stesso non consiste nella
mera certificazione dell’effettuazione di una somma a titolo di contribuzione ma una
attestazione degli Istituti previdenziali circa la correttezza della posizione contributiva di
una realtà aziendale effettuata dopo complesse valutazioni tecniche di natura contabile
derivanti dalla applicazione di discipline lavoristiche, contrattuali e previdenziali.
Lavoro: Contributi progetti sperimentali associazioni di promozione sociale
È in corso di registrazione presso i competenti organi di controllo il Decreto Direttoriale
n. 556/II/2011 concernente le graduatorie - predisposte dalla Commissione di
Valutazione e approvate dall’Osservatorio Nazionale dell’Associazionismo nella
riunione del 14 dicembre 2011 - delle associazioni a cui è riconosciuto il contributo per
il sostegno delle iniziative formative e di informatizzazione e per la realizzazione di
progetti sperimentali di cui all'art. 12, comma 3 lett. d) ed f) della Legge n. 383 del 7
dicembre 2000.
In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 21 luglio 2011, sono state ammesse a
finanziamento le Associazioni di promozione sociale che abbiano ottenuto un
punteggio pari o superiore a 60. Si ricorda che le disponibilità finanziarie per l’anno
2011 ammontano ad euro 9.179.647,43.
Per ulteriori informazioni vai alla Sezione dedicata



                                    www.westminster.it                                      26
AFFARI SOCIALI

  C278 e abb.- Governo attività cliniche: modifiche
  La Commissione affari sociali della Camera prosegue la votazione degli emendamenti
  al testo sul governo delle attività cliniche.
  Approvata una modifica al primo articolo che fissa i Principi fondamentali in materia di
  governo delle attività cliniche e prevede il governo delle attività cliniche è disciplinato
  dalle regioni nel rispetto dei principi fondamentali di cui alla presente legge, nonché dei
  princìpi di cui al decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502.
  Aggiunto poi l’art. 1-bis. (Autonomia e responsabilità del medico); modificato anche
  l’Art. 2 (Funzioni del Collegio di direzione).
  (C278-e abb.A )

  ANCI: incontro Sottosegretario Guerra
  “Grande preoccupazione sulla possibilità dei Comuni italiani di garantire risposte
  adeguate alle richieste dei cittadini in una situazione ancora fortemente appesantita dal
  perdurare della crisi economica” è stata espressa dal delegato ANCI al Welfare,
  Lorenzo Guerini, Sindaco di Lodi al Sottosegretario del Ministero del lavoro e delle
  politiche sociali, Maria Cecilia Guerra durante l’incontro che si e’ svolto ieri incentrato
  sui principali temi in materia di Welfare che coinvolgono i Comuni.
  Durante l’incontro, che si è svolto in un clima di cordialità e di reciproca volontà di
  collaborazione, la delegazione dell'ANCI, composta dal Sindaco Guerini e da Giacomo
  Bazzoni, Presidente della Commissione Affari sociali e welfare, ha affrontato vari
  argomenti, fra cui, il tema delle risorse per il sociale disponibili per l’anno 2012, visto il
  sostanziale azzeramento dei fondi statali tradizionalmente destinati al sociale.
  Altro argomento trattato quello delle implicazioni legate alla revisione dell’ISEE prevista
  dall’art. 5 della Manovra Salva-Italia (legge 214/2011) con l’obbiettivo di rendere questo
  strumento maggiormente equo ed omogeneo. Per un approfondimento conoscitivo
  sull’attuale situazione l’ANCI si è resa disponibile ad un analisi delle iniziative assunte
  dai Comuni in materia di prestazioni sociali agevolate.
  La Sottosegretario Guerra, nel prendere atto delle valutazioni espresse dall’ANCI, ha
  concordato sull’opportunità di mantenere e sviluppare il confronto diretto ANCI-
  Ministero sui temi del sociale ai fini dell’individuazione a breve delle soluzioni possibili
  alla luce dell’attuale situazione socio-economica. (anci.it)

  Famiglia: graduatoria progetti conciliazione vita-lavoro
  Si pubblica, in data 18 gennaio 2012, il Decreto di approvazione della graduatoria dei
  progetti di azioni positive per la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro di cui
  all'art. 9, comma 1, della legge 8 marzo 2000, n. 53, pervenuti per la scadenza di luglio
  2011.
  Decreto del 23 dicembre 2011
  Allegato A - Progetti ammessi a finanziamento, comma 1
  Allegato B - Progetti ammissibili a finanziamento, comma 3
  Allegato B/bis - Progetti ammessi a finanziamento, comma 3
  Allegato C - Progetti non ammissibili a finanziamento
  Allegato D - Progetti non ammissibili a valutazione

  Interno: portale per i migranti
  Un nuovo portale per dare informazioni ai cittadini stranieri, favorendo l’integrazione
  nella società italiana attraverso una migliore conoscenza dei servizi offerti.
  È il portale integrazione migranti , nato dalla collaborazione tra i ministeri del Lavoro e
  delle Politiche Sociali, dell’Interno, dell’Istruzione Università e Ricerca e del ministro
  per la Cooperazione internazionale e l’integrazione. Il nuovo strumento è cofinanziato
  dal Fondo Europeo per l'Integrazione dei cittadini dei paesi terzi.
                                      www.westminster.it                                     27
  Il portale è organizzato per assi: Educazione e apprendimento, Lavoro, Alloggio e
  governo del territorio, Accesso ai servizi essenziali, Minori e seconde generazioni.
  Consente di individuare i servizi della rete pubblico-privata attivi sul territorio e offre
  una panoramica delle più importanti novità sul piano della normativa, delle iniziative
  istituzionali e delle attività in atto a livello nazionale, regionale e locale.

  Interno: Fondi europei Rifugiati e Rimpatri - on line Faq avvisi 2011-2012
  Sono on line sul sito del Ministero dell’interno, nelle pagine del Fondo europeo per i
  rifugiati e del Fondo europeo per i rimpatri, le Faq (frequently asked questions) relative
  ai rispettivi avvisi per l'annualità 2011-2012. La raccolta delle Faq è uno strumento utile
  di informazione e chiarimento per i soggetti che intendono proporre e far ammettere i
  propri progetti ai finanziamenti europei erogati dai due Fondi gestiti, insieme al Fondo
  europeo per l'integrazione di cittadini dei Paesi terzi, dal ministero dell'Interno.
  I quesiti sono di due ordini: alcuni di interesse comune per entrambi i Fondi, altri relativi
  solo al Fondo europeo per i rifugiati. Affrontano le questioni più rilevanti e ricorrenti, sia
  di 'merito', come ammissibilità dei soggetti proponenti, contenuto delle domande,
  normativa di riferimento, destinatari degli interventi, cofinanziamento, rendicontazione,
  che tecniche, come la registrazione alla procedura telematica o l'uso della posta
  elettronica certificata.


AGRICOLTURA
  S2735 - Semplificazione normativa agricola: emendamenti
  In Commissione agricoltura del Senato sono stati presentati gli emendamenti al testo
  unificato in materia di semplificazione della normativa agricola ed agroalimentare.

  C4676- Modifiche legge su attività venatoria: esame
  Approvato dal Senato, arriva ora in Commissione agricoltura della Camera il disegno di
  legge recante interpretazione autentica dell'articolo 12, commi 5 e 12, della legge 11
  febbraio 1992, n. 157, in materia di esercizio di attività venatoria in ambiti territoriali.


CONSUMATORI
  Cittadinanzattiva: cartelloni abusivi, Cittadinanza dice basta
  Cittadinanzattiva Lazio e altre associazioni hanno deciso di scendere in piazza per
  manifestare in maniera "singolare" contro l’abusivismo dei cartelloni stradali di Roma,
  responsabili di numerosi incidenti stradali. Si propone un ritorno al decoro, alla legalità
  e alla sicurezza stradale. Approfondisci

  ISTAT: inflazione annuale
  Nel mese di dicembre, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività
  (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,4% rispetto al mese
  precedente e del 3,3% nei confronti dello stesso mese dell'anno precedente (lo stesso
  valore registrato a novembre). Il dato definitivo conferma la stima provvisoria.
  Il tasso di inflazione medio annuo per il 2011 si conferma pari al 2,8%, in sensibile
  accelerazione rispetto all'1,5% registrato per il 2010. A dicembre l'inflazione di fondo,
  calcolata al netto degli energetici e alimentari freschi, è stabile al 2,4%.
  Prezzi al consumo dicembre 2011
  Corriere della Sera del 17 gennaio: Inflazione in un anno su del 3,3% Spesa,
  raddoppiano gli aumenti

  Codacons: caos iva su bollette, aumento al 21% e' retroattivo
  La circolare dell'Agenzie delle Entrate che prevede l'applicazione dell'Iva al 20% sulle
                                      www.westminster.it                                     28
 bollette a conguaglio relative a periodi antecedenti il 17 settembre 2011, finirà al vaglio
 del Tar del Lazio. Lo comunica il Codacons, che dopo l'inchiesta de "Il Salvagente' ha
 deciso di ricorrere ai giudici amministrativi.
 "Si tratta di una evidente disparità di trattamento - spiega il Presidente Carlo Rienzi -
 Se da un lato l'aumento dell'Iva al 21% ha effetto retroattivo sulle bollette, dall'altro lo
 stesso criterio non viene applicato quando si tratta di conguagli a favore degli utenti,
 per i quali l'Iva scende al 20%. Ciò determina un enorme danno per i cittadini, pari a
 diversi milioni di euro, a tutto vantaggio delle casse dello Stato'.
 Per tale motivo il Codacons ha deciso di impugnare la circolare 45/E dell'Agenzia delle
 Entrate dinanzi al Tar del Lazio, e chiederà ai giudici di annullare la validità del
 provvedimento che produce un ingiustificato danno economico agli utenti.



SE NE PARLERÀ
 AFFARI COSTITUZIONALI
 Camera, Assemblea – Ddl conversione d.l. n. 216/2011 - Proroga di termini.
 Senato, Commissione affari costituzionali, Camera, Commissioni riunite affari
 costituzionali e lavoro - Comunicazioni del Ministro del lavoro e delle politiche sociali
 con delega alle pari opportunità sugli indirizzi programmatici
 Camera, Commissione affari costituzionali - Esame: Modifiche alle disposizioni in
 materia di soggetti competenti all'autenticazione delle firme per la sottoscrizione di liste
 elettorali e in materia di presentazione delle liste delle candidature; riequilibrio delle
 rappresentanze di genere nei consigli e nelle giunte delle regioni e degli enti locali.
 Camera, Commissioni riunite affari costituzionali e giustizia - Anticorruzione e
 dell’illegalità nella pubblica amministrazione.
 Senato, Commissione affari costituzionali - Esame: Popolazione residente negli enti
 locali; Schema dlg modifiche disposizioni in materia di stato civile; Riduzione numero
 parlamentari.
 Seguito audizione del Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione,
 Filippo Patroni Griffi, sulle linee programmatiche.

 GIUSTIZIA
 Camera, commissione giustizia – Delega al Governo per la riorganizzazione della
 distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari: audizione Sottosegretario.
 Senato, Assemblea –Esame: ddl di conversione d.l. n. 211/2011 - sovraffollamento
 carceri.
 Senato, Commissione giustizia e Assemblea – Esame ddl conversione d.l. n. 212/2011
 – sovraindebitamento e giustizia civile.

 AFFARI ESTERI
 Camera, Assemblea – Legge Comunitaria 2011.
 Camera/Senato, Commissioni congiunte affari esteri - Audizione del Ministro per la
 cooperazione internazionale e l'integrazione, Andrea Riccardi, sulle linee
 programmatiche
 Camera/Senato, Commissioni riunite affari esteri e politiche UE – Audizione dei
 rappresentanti del Parlamento europeo nel gruppo di lavoro sul progetto di Trattato
 sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell'Unione economica e monetaria.

 FEDERALISMO FISCALE
 Senato, Commissioni bilancio - Schema di decreto legislativo in materia di Roma
 Capitale.
                                    www.westminster.it                                    29
Commissione anagrafe tributaria - Indagine conoscitiva sull'anagrafe tributaria nella
prospettiva del federalismo fiscale.

BILANCIO
Camera, Commissioni congiunte bilancio e politiche UE - Audizione del Ministro per la
coesione territoriale, Fabrizio Barca, sul quadro finanziario dell’Unione europea 2014-
2020.
Senato, Commissione bilancio – Esame ddl Ripartizione 8 per mille; Coesione
territoriale (Atti comunitari).

FINANZE
Senato, Commissione finanze – Esame: Derivati OTC e Strumenti finanziari;
Trasparenza operazioni fusioni societarie.
Indagine conoscitiva sulla riforma fiscale.

CULTURA
Camera, Commissione cultura e Senato, Commissione istruzione - Seguito del dibattito
sulle comunicazioni rese dal Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca sulle
linee programmatiche del suo Dicastero
Camera, Commissione cultura – Esame: Norme per l’autogoverno delle istituzioni
scolastiche; Insequestrabilità opere d’arte.

AMBIENTE
Camera, Commissione ambiente – Esame: miscelazione di rifiuti speciali e di oli usati
nonché di tracciabilità e di conferimento dei rifiuti provenienti dalle attività di pulizia
manutentiva delle reti fognarie; Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica
delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico (audizioni);
Senato, Commissione ambiente – Esame: Sistema casa; Aree protette; Sviluppo spazi
verdi urbani; Sviluppo sostenibile delle isole minori; Consultazione per realizzazione
opere pubbliche; Prevenzione rischio idrogeologico; Promozione edilizia ecologica;
Benefici superstiti terremoto dell'Aquila;Gestione integrata rifiuti.

LAVORI PUBBLICI - TRASPORTI
Camera, Commissione trasporti – Esame: uso di apparecchi radiotelefonici durante la
guida; Norme in materia di circolazione stradale nelle aree aeroportuali.
Indagine conoscitiva trasporto ferroviario.
Camera, Commissione trasporti e Senato, Commissione lavori pubblici - Sviluppo rete
transeuropea dei trasporti.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE
Senato, Commissione industria - Esame: Imprenditoria femminile; Metano per
autotrazione; Valorizzazione associazioni pro loco; Frodi settore assicurativo; Tutela
dei consumatori; Infrastrutture energetiche transeuropee; Ritardati pagamenti alle
imprese.
Seguito delle comunicazioni del Ministro dello sviluppo economico e delle infrastrutture
e dei trasporti sulle linee programmatiche dei suoi Dicasteri per le parti di competenza.
Indagine conoscitiva sulla competitività delle imprese industriali.
Camera, Commissione attività produttive – Esame Misure per la promozione
economica e dell'immagine turistica, commerciale e culturale dell'Italia all'estero.
Indagine conoscitiva sulla crisi del settore della raffinazione in Italia.
Indagine conoscitiva sulle caratteristiche attuali dello sviluppo del sistema industriale e
il ruolo delle imprese partecipate dallo Stato, con particolare riferimento al settore
                                    www.westminster.it                                   30
 energetico.

 LAVORO
 Camera/Senato, Commissione controllo enti gestori - Audizione del Ministro del lavoro
 e delle politiche sociali, professoressa Elsa Fornero, sulle nuove disposizioni in materia
 di enti previdenziali pubblici e privati
 Camera, Commissione lavoro – Esame: Disposizioni per il superamento del blocco
 delle assunzioni nelle pubbliche amministrazioni e per la chiamata dei vincitori e degli
 idonei nei concorsi; Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici di reversibilità.
 Senato, Commissioni riunite lavoro e affari sociali – Proposta di indagine conoscitiva
 sulle procedure di accertamento delle minorazioni civili da parte dell'INPS ai fini del
 riconoscimento dell'invalidità civile e delle indennità di accompagnamento, con
 particolare riguardo alla verifica dei presupposti sanitari per le persone affette da
 malattie cronico-degenerative allo stato iniziale della patologia.

 AFFARI SOCIALI
 Camera, Commissione affari sociali – Esame: Principi fondamentali in materia di
 governo delle attività cliniche; accreditamento ed erogazione delle prestazioni sanitarie
 a carico del Servizio sanitario nazionale da parte delle strutture pubbliche e private;
 Randagismo.

 AGRICOLTURA
 Senato, Commissione agricoltura - Semplificazione normativa agricola; Misure per la
 competitività e per il sostegno al settore agricolo
 Camera, Commissione agricoltura – Esercizio di attività venatoria in ambiti territoriali
 diversi da quelli di appartenenza.


COSA È STATO PUBBLICATO
 Consumi gas 'anno termico 2011/2012: termini obblighi di contenimento
 Il Ministero dello sviluppo economico ha definito termini e condizioni di partecipazione
 all'obbligo di contenimento di consumi di gas per l'anno termico 2011/2012. Le
 disposizioni si applicano per il periodo dal 6 febbraio 2012 al 1° aprile 2012 dell'anno
 termico 2011/2012, che decorre dal 1° ottobre 2011 al 30 settembre 2012.
 Decreto del Ministro dello sviluppo economico 29 dicembre 2011, Termini e condizioni
 di partecipazione all'obbligo di contenimento di consumi di gas per l'anno termico
 2011/2012. GU n. 17 del 21.1.2012

 CIPE: Attuazione Piano per il Sud
 E’ stata pubblicata la delibera CIPE che individua ed assegna le risorse a favore di
 interventi di rilevanza strategica nazionale e regionale per l'attuazione del piano
 nazionale per il Sud – priorità - strategica "innovazione, ricerca e competitività.
 Delibera CIPE 30 settembre 2011, n. 78 Individuazione ed assegnazione di risorse a
 favore di interventi di rilevanza strategica nazionale e regionale per l'attuazione del
 piano nazionale per il Sud – priorità - strategica "innovazione, ricerca e competitività".
 GU n. 17 del 21.1.2012

 Corte dei Conti: bilancio 2012
 Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto recante il bilancio della gestione finanziaria
 per l'anno 2012 della Corte dei Conti.
 Decreto della Corte dei conti 27 dicembre 2011, Approvazione del bilancio della

                                    www.westminster.it                                   31
gestione finanziaria per l'anno 2012. GU n. 17 del 21.1.2012

ISTAT: indici prezzi al consumo dicembre 2011
E’ sulla Gazzetta Ufficiale n. 17 del 21 gennaio 2012 il comunicato dell’Istituto
nazionale di statistica recante “Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e
impiegati, relativi al mese di dicembre 2011, che si pubblicano ai sensi dell'art. 81 della
legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi
dell'art. 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della
finanza pubblica)”.

Ambiente: invio relazione su obblighi di riduzione delle emissioni di gas serra
Si comunica ai fornitori, quali soggetti sottoposti all'obblighi di riduzione di emissioni di
gas serra (di cui all'art. 7-bis, comma 2, del decreto legislativo n. 66 del 2005), che il
formato della relazione prevista al comma 4 dello stesso articolo da compilare nelle
parti       di       competenza               è       pubblicato               sul       sito
web:http://www.minambiente.it/home_it/menu.html?mp=/menu/menu_attivita/&m=argo
menti.html_Biocarburanti_bioliquidi.html
In considerazione del fatto che la Commissione Europea non ha ancora adottato la
metodologia di calcolo delle emissioni di gas a effetto serra prodotte durante il ciclo di
vita dei combustibili di origine fossile il formato ha carattere provvisorio ed è valido
esclusivamente per l'anno 2011. La relazione, resa e sottoscritta con valore di
autocertificazione va inviata ad ISPRA al seguente indirizzo: «ISPRA - Istituto
Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Dipartimento Nucleare, Rischio
Tecnologico e Industriale, Servizio Rischio Tecnologico, Via Vitaliano Brancati, 48 -
00144 Roma» entro il 31 gennaio 2012.
Comunicato del Ministro dell’ambiente, del territorio e del mare, Formato per la
trasmissione delle informazioni ai sensi dell'articolo 7-bis, comma 2, del decreto
legislativo 21 marzo 2005, n. 66, come introdotto dal comma 6 dell'articolo 1 del
decreto legislativo 31 marzo 2011, n. 55. GU n. 17 del 21.1.2012

Ministero infrastrutture e trasporti: conclusione procedimenti amministrativi
In vigore dal prossimo 4 febbraio il regolamento di individuazione dei termini non
superiori ai novanta giorni per la conclusione dei procedimenti amministrativi di
competenza del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
Decreto del Presidente del consiglio dei ministri 11 novembre 2011, n. 225,
Regolamento di individuzione dei termini non superiori ai novanta giorni per la
conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti, ai sensi dell'articolo 2, comma 3, della legge 7 agosto
1990, n. 241, come modificato dall'articolo 7 della legge 18 giugno 2009, n. 69. GU n.
16 del 20.1.2012

MSE: semplificazione attività vendita GNL
E’ dello scorso 29 dicembre il decreto ministeriale stabilisce i criteri in base ai quali il
Ministero dello sviluppo economico si pronuncia in merito alle domande di
inserimento nell'elenco delle imprese del gas abilitate alla vendita di gas naturale,
compreso il gas naturale liquefatto, il biogas e il gas derivante dalla biomassa o altri
tipi di gas, nella misura in cui i suddetti gas possono essere immessi e trasportati
nel sistema del gas naturale senza porre problemi di ordine tecnico o di sicurezza, ai
clienti finali connessi a reti di distribuzione, a reti regionali di trasporto, alla rete
nazionale dei gasdotti o a reti alimentate da serbatoi di GNL, sull'intero territorio
nazionale.
Decreto del Ministero dello sviluppo economico 29 dicembre 2011, Semplificazione per
le attività di vendita di gas naturale e di biogas ai sensi dell'articolo 30 del decreto
legislativo 1° giugno 2011, n. 93. GU n. 16 del 20.1.2012
                                    www.westminster.it                                    32
Agenzia per la sicurezza delle ferrovie e reclutamento personale
E’ entrato in vigore il 20 gennaio 2012, il regolamento recante disciplina del
reclutamento delle risorse umane da parte dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle
ferrovie.
Decreto del Presidente della Repubblica 15 novembre 2011, n. 224, Regolamento
recante disciplina del reclutamento delle risorse umane da parte dell'Agenzia nazionale
per la sicurezza delle ferrovie, a norma dell'articolo 4, comma 6, lettere b) e c), del
decreto legislativo 10 agosto 2007, n. 162. GU n. 15 del 19.1.2012

Risanamento ambientale: proroga stati di emergenza Regioni Sicilia e Puglia
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 15 del 19 gennaio 2012 sono stati pubblicati due decreti del
Presidente della Repubblica del 13 gennaio 2012 che prorogano, al 31 dicembre 2012,
lo stato di emergenza: in materia di bonifica e di risanamento ambientale dei suoli,
delle falde e dei sedimenti inquinati, nonché in materia di tutela delle acque superficiali
e sotterranee e dei cicli di depurazione nella regione Siciliana; nel settore della tutela
delle acque superficiali e sotterranee e dei cicli di depurazione nel territorio della
regione Puglia.

Emergenza carceri: ordinanza
Al fine di fronteggiare la situazione di emergenza conseguente all'eccessivo
affollamento degli istituti penitenziari presenti sul territorio nazionale, il Governo ha
disposto, con propria ordinanza ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile.
Il Prefetto Angelo Sinesio è stato nominato Commissario delegato per il superamento
della situazione conseguente al sovrappopolamento degli istituti penitenziari presenti
sul territorio nazionale in sostituzione del Capo del Dipartimento dell'amministrazione
penitenziaria del Ministero della giustizia
Ordinanza del Presidente del Consiglio i 13 gennaio 2012, n. 3995, Ulteriori
disposizioni urgenti di protezione civile dirette a fronteggiare la situazione di
emergenza conseguente all'eccessivo affollamento degli istituti penitenziari presenti sul
territorio nazionale. GU n. 15 del 19.1.2012

AVCP: SOA e nulla osta richiesta atti
Pubblicato il regolamento dell’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici che disciplina il
procedimento ex art. 75 del decreto del Presidente della Repubblica n. 207/2010 per
l'acquisizione, da parte della SOA richiedente, del nulla osta a richiedere la
documentazione e gli atti utilizzati da altre SOA per comprovare il possesso dei
requisiti di cui agli arti. 78 e 79 per il rilascio dell'attestazione, nonché per le connesse
verifiche a carico della SOA richiedente, volte a verificare che l'attestazione oggetto di
accertamento sia stata rilasciata in conformità alle disposizioni relative ai requisiti di
qualificazione contenute nel nuovo Regolamento, e per i consequenziali provvedimenti
previsti dal medesimo art. 75.
Regolamento Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 21
dicembre 2011, Regolamento in materia di procedimento previsto dall'articolo 75 del
D.P.R. n. 207/2010. GU n. 14 del 18.1.2012

Mipaaf: Ispettorato repressione frodi e acquisto in economia di lavori
Con decreto del Ministero delle politiche agricole è stato adottato il regolamento
recante modalità e procedure per l'acquisizione in economia di lavori, servizi e forniture
da parte del Dipartimento dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e
repressione frodi, dei prodotti agroalimentari.
Le disposizioni del presente regolamento sono finalizzate ad assicurare che le
procedure di affidamento in economia di lavori, servizi e forniture da parte
                                    www.westminster.it                                    33
dell'ispettorato, vengano espletate nel rispetto dei principi: generali dell'ordinamento
comunitario e nazionale; di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera
concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità e
pubblicità di cui all'art. 2 del Codice dei contratti pubblici; di legalità e tutela dei
lavoratori; di ecocompatibilità e sostenibilità ambientale.
Decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali 23 novembre 2011,
Adozione del regolamento recante modalità e procedure per l'acquisizione in economia
di lavori, servizi e forniture da parte del Dipartimento dell'Ispettorato centrale della
tutela della qualità e repressione frodi, dei prodotti agroalimentari. GU n.. 14 del
18.1.2012

Diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali: deleghe
Per l’attuazione del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, a decorrere dal 28
novembre 2011, l'esercizio delle funzioni e dei poteri attribuiti al Presidente del
Consiglio dei Ministri dalla legge n. 146/1990, è delegato, per i settori e gli ambiti di
rispettiva competenza - con esclusione dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche
dei comparti di contrattazione collettiva e delle autonome aree di contrattazione della
dirigenza, della carriera prefettizia o diplomatica, dei professori e ricercatori universitari,
dei dipendenti degli enti che svolgono la loro attività nelle materie contemplate dall'art.
1 del dlg n. 691/1947, e dalle leggi n. 281/1985 e n. 287/1990, nonché del personale
dipendente dagli enti di cui all'art. 70 del dlg n. 165/2001 - ai Ministri: dell'interno; della
giustizia; dello sviluppo economico e delle infrastrutture e dei trasporti; delle politiche
agricole alimentari e forestali; dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare; del
lavoro e delle politiche sociali; dell'istruzione, dell'università e della ricerca; per i beni e
le attività culturali; della salute.
Decreto del Presidente del consiglio dei ministri 28 novembre 2011, Delega di funzioni
e dei poteri attribuiti al Presidente del Consiglio dei Ministri e relativi all'attuazione del
diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali ai Ministri competenti per materia. GU
n. 13 del 17.1.2012

Salute: revisione patentino per emissione gas tossici
Il Ministero della salute ha disposto la revisione delle patenti di abilitazione per
l'impiego dei gas tossici rilasciate o revisionate nel periodo 1° gennaio-31 dicembre
2007.
Decreto del Ministro della salute 1 dicembre 2011, Revisione delle patenti di
abilitazione per l'impiego di gas tossici rilasciate o revisionate nel periodo 1° gennaio-
31 dicembre 2007. GU n. 12 del 16.1.2012




                                     www.westminster.it                                      34

								
To top